Il problema dell'inquinamento ambientale da acque luride e la sua soluzione

Negli ultimi anni, il problema delle acque reflue sta diventando sempre più acuto e rilevante in tutto il mondo, compresa la Federazione russa. Nel corso dell'attività economica, la società moderna consuma tutte le considerevoli quantità d'acqua, la maggior parte delle quali viene contaminata da un'ampia varietà di sostanze. Quando vengono rilasciati nell'ambiente, l'ecologia causa enormi danni e quindi devono essere puliti. Al fine di garantirlo in misura adeguata, è necessario utilizzare attrezzature speciali e complessi tecnologici, con l'aiuto dei quali vengono raggiunti gli standard stabiliti per la contaminazione delle acque reflue, definiti nei relativi documenti. La compagnia Flotenk è una di quelle organizzazioni russe che lavora con successo sui problemi di trattamento delle acque reflue. Da molti anni sviluppa e produce dispositivi che consentono l'efficiente separazione delle sostanze nocive contenute nelle acque reflue di imprese industriali, agricoltura, abitazioni, servizi pubblici e trasporti. Questa apparecchiatura consente di portare il grado di contaminazione degli effluenti a quegli indicatori in base ai quali possono essere dirottati verso l'ambiente senza causare danni.

Il principale inquinamento delle acque reflue e metodi per il loro smaltimento

I fattori antropogenici di inquinamento delle acque reflue sono piuttosto diversi e portano alla presenza in essi di impurità meccaniche, chimiche e biologiche che devono essere rimosse dagli impianti di depurazione. Di norma, sono contenuti nel complesso degli effluenti, in varie concentrazioni, che complica in modo significativo la soluzione del problema del trattamento delle acque reflue. Le impurità meccaniche sono nella maggior parte dei casi sabbia, varie piccole particelle solide di rifiuti industriali o agricoli. Il loro scarico dagli scarichi è di solito effettuato in speciali graniglie e fosse settiche, dove vengono depositate naturalmente, sotto l'influenza delle forze gravitazionali. Inoltre, per la separazione delle impurità meccaniche nell'attrezzatura "Flotenk" sono state utilizzate reti e filtri. Tali fonti di inquinamento dei liquami come imprese industriali e agricole "li saturano" con un considerevole numero di vari composti chimici. La loro separazione è spesso un problema molto complesso, richiede l'uso di apparecchiature costose e reagenti speciali. Per eliminare le impurità organiche, vengono utilizzati attivamente e con successo speciali microrganismi che, a seguito della loro attività vitale, li decompongono in componenti sicuri. Per quanto riguarda i contaminanti di origine biologica (batteri e altri microrganismi), il cloro è stato precedentemente utilizzato attivamente per neutralizzarli, e ora viene sempre più utilizzata la tecnologia sempre più avanzata per il trattamento delle radiazioni ultraviolette.

Inquinamento delle acque reflue per industria

La fonte di molti problemi ambientali associati allo smaltimento delle acque reflue sono le imprese industriali. I processi tecnologici di produzione di quasi tutte le industrie implicano la formazione di effluenti contaminati da una varietà di sostanze. Oggi l'inquinamento industriale delle acque reflue è una delle minacce più significative allo stato ecologico. Secondo la legislazione vigente, le imprese industriali devono utilizzare strutture di depurazione per neutralizzare l'impatto negativo delle acque reflue, ma questo requisito, purtroppo, non è sempre pienamente attuato. Gli indicatori degli scarichi inquinanti delle strutture industriali spesso superano significativamente gli standard stabiliti. Questo, nella maggior parte dei casi, come dimostra la pratica, è dovuto al fatto che le strutture obsolete di trattamento delle acque reflue sono utilizzate sia moralmente che fisicamente, che sono soggette a ricostruzione e ammodernamento. Questi lavori vengono eseguiti con successo da Flotenk, utilizzando attrezzature moderne, ad alte prestazioni ed efficienti da esso sviluppate e fabbricate presso i propri impianti di produzione. I suoi specialisti calcolano l'inquinamento, determinano molti altri parametri importanti, concentrandosi su cui progettano, producono, assemblano e mettono in funzione tutti gli elementi dei complessi dell'impianto di trattamento.

Questionario per il calcolo e l'ordinazione di impianti di trattamento di imprese industriali:

Inquinamento delle acque reflue da parte di strutture agricole

Anche i problemi ambientali delle acque reflue agricole sono molto gravi. Le imprese del complesso agro-industriale scaricano spesso le acque reflue nell'ambiente, avendo tali indicatori della presenza di impurità meccaniche, chimiche e biologiche, che molte volte superano le norme massime ammissibili. La riduzione della concentrazione dell'inquinamento delle acque reflue di origine agricola al livello richiesto dovrebbe essere garantita dalla loro pulizia di qualità con attrezzature moderne. Solo è in grado di garantire tali indicatori quantitativi e qualitativi dell'inquinamento delle acque reflue di questo tipo, che consentono il loro scarico senza danneggiare l'ambiente. La specificità della produzione agricola è che le sue divisioni di allevamento e coltura producono acque reflue che hanno una composizione completamente diversa di sostanze inquinanti: in primo luogo prevalgono le impurità organiche e biologiche e, in secondo luogo, l'origine inorganica. Pertanto, l'approccio alla loro pulizia, i metodi e i metodi utilizzati per questo, la composizione dell'apparecchiatura dovrebbe essere diversa. Quando si organizzano impianti di trattamento delle acque reflue presso imprese agricole, gli specialisti di Flotenk tengono necessariamente conto di questa circostanza e, pertanto, le attrezzature che separano i tipi di inquinamento rilevanti vengono installate in vari siti.

Inquinamento delle acque reflue domestiche

L'inquinamento delle acque reflue da parte dell'uomo viene attuato non solo "a causa" delle sue attività economiche, ma anche delle famiglie. Gli oggetti residenziali e gli oggetti di scopi sociali e culturali producono una quantità significativa di effluente, che è scaricata in sistemi fognari centralizzati o autonomi, e inoltre deve essere pulita e scaricata nell'ambiente. L'inquinamento meccanico, biologico e organico delle acque reflue derivanti da attività domestiche e umane viene rimosso in modo molto efficace dagli impianti di depurazione. Va notato che la concentrazione dell'inquinamento delle acque reflue domestiche è relativamente bassa e le moderne attrezzature si adattano bene alla loro rimozione. I dispositivi per la pulizia delle acque reflue domestiche che Flotenk sviluppa e produce si distinguono per alta efficienza, facilità di funzionamento e manutenzione.

Questionario per il calcolo e l'ordinazione di impianti di trattamento delle acque reflue per le imprese di acque reflue domestiche:

Inquinamento delle acque reflue

Principale> Astratto> Ecologia

Metodi e metodi per determinare il contenuto di inquinanti nelle acque reflue

Metodi di analisi ottica

Trattamento delle acque reflue

Uso delle acque reflue

Acque luride - inquinate dai rifiuti domestici e dai rifiuti industriali e rimosse dai territori delle aree abitate e dei sistemi fognari industriali. Le acque reflue includono anche l'acqua generata come risultato delle precipitazioni all'interno dei territori degli insediamenti e degli impianti industriali. Le materie organiche contenute nelle acque reflue, quando entrano in quantità significative in corpi idrici o si accumulano nel terreno, possono rapidamente marcire e deteriorare lo stato sanitario dei corpi idrici e dell'atmosfera, contribuendo alla diffusione di varie malattie. Pertanto, i problemi di purificazione, neutralizzazione e smaltimento delle acque reflue sono parte integrante del problema della conservazione della natura, del miglioramento dell'ambiente umano e del miglioramento sanitario delle città e di altre aree popolate.

Classificazione e composizione delle acque reflue, a seconda dell'origine, della composizione e delle caratteristiche di qualità dell'inquinamento (impurità), le acque reflue sono suddivise in 3 categorie principali:

Le acque reflue domestiche comprendono l'acqua rimossa dalle toilette, dalle vasche da bagno, dalle docce, dalle cucine, dai bagni, dalle lavanderie, dalle mense e dagli ospedali. Sono inquinati principalmente da rifiuti fisiologici e rifiuti domestici. Le acque reflue industriali sono l'acqua utilizzata in vari processi tecnologici (ad esempio, per il lavaggio di materie prime e prodotti finiti, raffreddamento di unità termiche, ecc.), Così come l'acqua pompata sulla superficie della terra durante l'estrazione di minerali.

Le acque reflue industriali di una serie di industrie sono per lo più inquinate da rifiuti industriali che possono contenere sostanze tossiche (ad esempio acido cianidrico, fenolo, composti di arsenico, anilina, sali di rame, piombo, mercurio, ecc.), Nonché sostanze contenenti elementi radioattivi; Alcuni rifiuti hanno un certo valore (come materie prime secondarie). A seconda della quantità di impurità, acque reflue industriali. diviso in:

contaminato, sottoposto a pretrattamento prima del rilascio nel serbatoio (o prima del riutilizzo),

condizionatamente pulito (poco inquinato), rilasciato nel serbatoio (o riutilizzato in produzione) senza trattamento.

Acque reflue atmosferiche - acque piovane e scongelate (derivanti dallo scioglimento di ghiaccio e neve). In base alle caratteristiche di qualità dell'inquinamento, questa categoria comprende anche l'acqua dall'irrigazione di strade e vegetazione. Le acque reflue atmosferiche contenenti prevalentemente l'inquinamento minerale sono meno pericolose in termini sanitari rispetto alle acque reflue domestiche e industriali.

Il grado di inquinamento S. stimato dalla concentrazione di impurità, cioè dalla loro massa per unità di volume (in mg / lo g / m 3).

La composizione della famiglia C. in. più o meno uniforme; la concentrazione di sostanze inquinanti in essi dipende dalla quantità di acqua di rubinetto consumata (per abitante), cioè dal consumo di acqua. Inquinamento domestico C. in. di solito diviso in:

insolubile, formando grandi sospensioni (in cui la dimensione delle particelle supera 0,1 mm),

sospensioni, emulsioni e schiume (in cui le dimensioni delle particelle variano da 0,1 mm a 0,1 μm),

colloide (con particelle di dimensioni comprese tra 0,1 μm e 1 nm), solubile (sotto forma di particelle molecolarmente disperse con una dimensione inferiore a 1 nm).

Ci sono inquinamento delle acque reflue domestiche:

L'inquinamento minerale comprende sabbia, particelle di scorie, particelle di argilla, soluzioni di sali minerali, acidi, alcali e molte altre sostanze.

Le contaminazioni organiche sono di origine vegetale e animale. I residui vegetali includono piante, frutta, verdura, carta, oli vegetali, ecc. Il principale elemento chimico dell'inquinamento delle piante è il carbonio. L'inquinamento degli animali è l'escrezione fisiologica di persone e animali, residui di tessuti animali, sostanze adesive, ecc. Sono caratterizzati da un significativo contenuto di azoto.

L'inquinamento biologico comprende vari microrganismi, lieviti e muffe, piccole alghe, batteri, inclusi agenti patogeni (agenti causali di febbre tifoide, febbre paratifo, dissenteria, antrace, ecc.). Questo tipo di inquinamento è caratteristico non solo delle acque reflue domestiche, ma anche di alcuni tipi di acque reflue industriali generate, ad esempio, in impianti di lavorazione della carne, macelli, concerie, biofattorie, ecc. In termini di composizione chimica, sono inquinanti organici, ma sono separati in un gruppo separato a causa del rischio sanitario che creano quando rilasciati nei corpi idrici.

Le acque reflue domestiche di sostanze minerali contengono circa il 42% (della quantità totale di inquinamento), organico - circa il 58%; sostanze sospese precipitate costituiscono il 20%, sospensioni - 20%, colloidi - 10%, sostanze solubili - 50%. La quantità di acque reflue domestiche dipende principalmente dalle norme di smaltimento delle acque, che a loro volta sono determinate dal grado di miglioramento degli edifici.

La composizione e il grado di contaminazione delle acque reflue industriali sono molto diversi e dipendono principalmente dalla natura della produzione e dalle condizioni di utilizzo dell'acqua nei processi tecnologici.

La quantità di acqua atmosferica varia in modo significativo, a seconda delle condizioni climatiche, del terreno, della natura dello sviluppo urbano, del tipo di copertura stradale, ecc.

Inquinamento delle acque reflue da parte delle imprese

Petrolio e prodotti petroliferi

Azoto di ammonio e nitrito

Altri agenti patogeni

Funghi di lievito e muffa

Solidi sospesi

Organolettico (colore, odore)

I principali tipi di inquinamento idrico. La più comune contaminazione chimica e batterica. L'inquinamento radioattivo, meccanico e termico è molto meno comune.

La contaminazione chimica è la più comune, persistente e di ampia portata. Può essere organico (fenoli, acidi naftenici, pesticidi, ecc.) E inorganico (sali, acidi, alcali), tossico (arsenico, composti di mercurio, piombo, ecc.) E non tossico. durante la sedimentazione sul fondo dei serbatoi o durante il filtraggio in un giacimento, le sostanze chimiche dannose vengono assorbite da particelle di rocce, ossidate e ridotte, precipitate, ecc., tuttavia, di regola, non avviene la completa autodepurazione delle acque inquinate. I fuochi di inquinamento chimico delle falde acquifere in terreni altamente permeabili possono estendersi fino a 10 km o più.

La contaminazione batterica si esprime nella comparsa di batteri patogeni, virus (fino a 700 specie), protozoi, funghi, ecc. In acqua Questo tipo di contaminazione è temporanea.

Contenuto molto pericoloso nell'acqua, anche a concentrazioni molto basse, di sostanze radioattive che causano contaminazione radioattiva. Gli elementi radioattivi "longevi" più dannosi con maggiore capacità di movimento in acqua (stronzio-90, uranio, radio-226, cesio, ecc.). Gli elementi radioattivi entrano nei corpi idrici superficiali quando i rifiuti radioattivi vengono gettati in essi, i rifiuti sono sepolti nella parte inferiore, ecc.

La contaminazione meccanica è caratterizzata dall'ingresso di varie impurità meccaniche nell'acqua (sabbia, fango, limo, ecc.). Le impurità meccaniche possono degradare significativamente le caratteristiche organolettiche dell'acqua.

Applicati alle acque superficiali, sono anche inquinati (o meglio intasati) con rifiuti solidi (immondizia), resti di rafting, rifiuti industriali e domestici, che degradano la qualità dell'acqua e incidono negativamente sugli habitat dei pesci e sullo stato degli ecosistemi.

L'inquinamento termico è associato ad un aumento della temperatura dell'acqua dovuto alla miscelazione con superficie riscaldata o acqua di processo. Quando la temperatura aumenta, il gas e la composizione chimica nell'acqua cambiano, il che porta alla riproduzione di batteri anaerobici, alla crescita di idrobionti e al rilascio di gas velenosi - idrogeno solforato, metano. Allo stesso tempo, l'acqua "fiorisce", così come lo sviluppo accelerato della microflora e della microfauna, che contribuisce allo sviluppo di altri tipi di inquinamento. Secondo gli standard sanitari esistenti, la temperatura del corpo idrico non dovrebbe aumentare di oltre 3 ° C in estate e 5 ° C in inverno, e il carico termico sul corpo idrico non dovrebbe superare 12 - 17 kJ / m³.

Le acque reflue industriali inquinano gli ecosistemi con un'ampia varietà di componenti (Tabella 2), a seconda delle specifiche delle industrie.

FONTI DI INQUINAMENTO DELLE ACQUEVIE

Sotto l'inquinamento delle risorse idriche comprendiamo qualsiasi cambiamento nelle proprietà fisiche, chimiche e biologiche dell'acqua nei giacimenti a causa della caduta di sostanze liquide, solide e gassose che causano o possono causare disagi, rendendo l'acqua di questi serbatoi pericolosa per l'uso, causando danni all'economia nazionale, alla salute e pubblica sicurezza.

L'inquinamento delle acque superficiali e sotterranee può essere suddiviso nei seguenti tipi:

1. Meccanico - L'inquinamento meccanico è caratterizzato dall'ingresso di varie impurità meccaniche nell'acqua - sabbia, fango, fango, ecc. Le impurità meccaniche possono compromettere in modo significativo le caratteristiche organolettiche e la qualità dell'acqua, nonché influire negativamente sulle condizioni dell'habitat dei pesci e sullo stato degli ecosistemi. L'inquinamento termico è associato ad un aumento della temperatura dell'acqua come risultato del mescolamento con una superficie più calda o acqua di processo, con conseguente cambiamento nella composizione chimica e gassosa dell'acqua, riproduzione di batteri anaerobici, aumento del numero di idrobioni e rilascio di gas velenosi - idrogeno solforato e metano. Allo stesso tempo, l'acqua "fiorisce", così come lo sviluppo accelerato della microflora e della microfauna, che contribuisce allo sviluppo di altri tipi di inquinamento.

2. Chimico - L'inquinamento chimico è un cambiamento delle proprietà chimiche naturali dell'acqua dovuto ad un aumento nel suo contenuto di impurità nocive, sia inorganiche (sali minerali, acidi, alcali, particelle di argilla), sia di natura organica (olio e prodotti petroliferi, residui organici, sostanze tensioattive, pesticidi).

3. Batterico e biologico - Le acque reflue contengono un gran numero di microrganismi, compresi i batteri patogeni (patogeni), che rendono quest'acqua pericolosa in termini sanitari. Nelle acque reflue domestiche, ci sono batteri della febbre tifoide, dissenteria e altri agenti causali delle malattie gastrointestinali, così come le uova di elminti (vermi) che entrano nelle acque reflue con secrezioni umane e animali.

4. Radioattivi - Le sostanze radioattive che entrano nelle acque superficiali e sotterranee possono essere di origine naturale o artificiale. La presenza di sostanze radioattive naturali nell'acqua è dovuta al suo contatto con minerali contenenti isotopi radioattivi (i238, Pa226, ThL232), nonché all'interazione con l'atmosfera da cui C14, Be10, H3 entrano nell'acqua. Il grado di contaminazione radioattiva dell'acqua in questo caso è generalmente ridotto.

5. Termico - un tipo di inquinamento fisico (spesso antropogenico) dell'ambiente, caratterizzato da un aumento della temperatura al di sopra del livello naturale. Le principali fonti di inquinamento termico sono le emissioni di gas di scarico riscaldati e di aria nell'atmosfera e lo scarico di acque di scarico riscaldate nei corpi idrici.

Le principali fonti di inquinamento e sporcizia dei corpi idrici sono acque reflue trattate in modo insufficiente da imprese industriali e municipali, grandi complessi di allevamento di bestiame, rifiuti di produzione nello sviluppo di minerali metalliferi; le acque di miniere, miniere, lavorazione e legname per il rafting; scarichi idrici e ferroviari; rifiuti di pre-trattamento del lino, pesticidi, ecc.

Le sostanze inquinanti, che entrano nei bacini naturali, portano a cambiamenti qualitativi nell'acqua, che si manifestano principalmente nei cambiamenti delle proprietà fisiche dell'acqua, in particolare la comparsa di odori sgradevoli, la comparsa di sostanze nocive in essa, sostanze sulla superficie dell'acqua e la loro collocazione sul fondo dei serbatoi.

Le acque reflue industriali sono inquinate principalmente da emissioni di rifiuti e produzione. La loro composizione quantitativa e qualitativa è diversa e dipende dall'industria e dai suoi processi tecnologici. Sono divisi in due gruppi principali: contenenti impurità inorganiche, tossici e contenenti veleni.

Il primo gruppo comprende acque reflue di soda, solfato, fertilizzanti azotati, piante concentranti di piombo, zinco, minerali di nichel ecc. Che contengono acidi, alcali, ioni di metalli pesanti, ecc. Le acque reflue di questo gruppo modificano principalmente il proprietà dell'acqua.

Le acque reflue del secondo gruppo scaricano raffinerie di petrolio, impianti petrolchimici, impianti di sintesi organica, impianti coke-chimici, ecc. L'effluente contiene vari prodotti petroliferi, ammoniaca, aldeidi, resine, fenoli e altre sostanze nocive. L'effetto nocivo delle acque reflue di questo gruppo consiste principalmente in processi ossidativi, in conseguenza dei quali diminuisce il contenuto di ossigeno nell'acqua, aumenta la necessità biochimica di farlo aumentare e le caratteristiche organolettiche dell'acqua si deteriorano.

Il fenolo è un inquinante piuttosto dannoso delle acque industriali. È contenuto nelle acque reflue di molte imprese petrolchimiche. Allo stesso tempo, i processi biologici dei corpi idrici diminuiscono drasticamente, il processo della loro auto-purificazione, l'acqua acquisisce l'odore specifico di acido carbolico.

Inquinanti di acque reflue introduzione

I principali inquinanti industriali nell'industria sono fenoli, solfati, nitrati e composti del ferro. Gli scarichi non trattati sono una fonte di elementi tossici per l'uomo e gli animali (sali di metalli pesanti, batteri patogeni e microrganismi).

Le precipitazioni atmosferiche e l'acqua scaricata dai territori di imprese industriali e insediamenti attraverso il sistema fognario o per gravità, sono chiamate acque reflue. Gli effluenti industriali contengono sostanze che influiscono sulle condizioni igienico-sanitarie generali di un giacimento, modificano le caratteristiche organolettiche dell'acqua e contengono sostanze tossiche per l'uomo e gli animali. Qual è la differenza tra tempeste, acque reflue industriali e domestici? E come viene successivamente utilizzato il filtrato dei rifiuti di produzione?

Tipi di acque reflue industriali

Le acque reflue di imprese industriali in base al contenuto di componenti chimici, la reazione del mezzo e la fonte possono essere suddivisi in diversi gruppi. A seconda del tipo e della natura dell'effluente, viene selezionato un sistema per la pulizia dei prodotti delle materie prime liquide riciclate da impianti industriali.

Secondo la reazione dell'ambiente, le acque reflue sono suddivise in:

-non aggressivo (pH 6,5-8);

-leggermente alcalino (pH 8-9);

-leggermente acido (pH 6-6,5);

-altamente alcalino (pH> 9);

-fortemente acido (pH inferiore a 6).

Nella composizione di tutte le acque reflue, si possono distinguere due gruppi principali di inquinanti: conservativi (non biodegradabili) e non conservativi (facilmente decomposti nel processo di autodepurazione del serbatoio).

Principali inquinanti

La composizione delle acque reflue industriali può comprendere prodotti petroliferi, metalli pesanti, particelle di suolo, minerali, funghi, batteri, lieviti e materia organica. Fenoli, composti di zinco, rame, ammonio e nitrato di azoto, anilina, xantato di potassio, metil mercaptano, lignina, ecc. Sono i più comuni nei corpi idrici: a seconda della fonte di produzione di acque reflue, è possibile ipotizzare la natura dell'inquinamento delle acque reflue (Tabella 1).

Tabella 1. Tipi di sostanze inquinanti

Tipi di inquinamento delle acque reflue: metodi per il loro trattamento

La risorsa naturale più preziosa è l'acqua. Nei processi del metabolismo, svolge un ruolo cruciale. La salute umana dipende direttamente dalla qualità dell'acqua che consumano. Pertanto, è importante sviluppare processi tecnologici che riducano al minimo i tipi di inquinamento delle acque reflue.

In Russia ci sono oltre 100 mila fiumi, il loro deflusso annuale è di 4700 km 3. L'analisi delle risorse idriche mostra che la minaccia di esaurimento sta aumentando al momento e l'acqua potrebbe scarseggiare. Oggi, circa il 60% della popolazione mondiale è già carente di acqua dolce.

La ragione della crescente penuria di acqua dolce è la crescita della popolazione, così come il disboscamento non regolamentato delle foreste e l'inquinamento delle acque a causa di atteggiamenti irragionevoli verso la protezione delle risorse idriche. Si stima che la carenza di acqua dolce sarà testata già in questo secolo. Pertanto, è molto importante prestare attenzione all'utilizzo integrato ed economico delle risorse idriche.

Un'influenza particolarmente forte sulla scarsità di acqua dolce ha l'effluente delle imprese industriali, dell'agricoltura, delle utilities. Una piccola città, che consuma ogni giorno 600 m 3 di acqua pulita, fornisce 500 m 3 di acque reflue.

Al giorno d'oggi l'acqua pura senza un filtro è quasi impossibile.

La carenza di acqua dolce non è causata dal suo consumo irrimediabile, ma dal sempre crescente inquinamento dei corpi idrici con acque reflue industriali e domestiche. Fortemente inquinati sono gli scarichi della petrolchimica, della metallurgia, della raffinazione del petrolio, della chimica, della cellulosa e della carta, dell'industria alimentare. L'abuso di pesticidi e fertilizzanti in agricoltura è enorme.

Le acque reflue hanno una composizione diversa, che dipende dal tipo di inquinamento che vi entra. Molto dannosi sono gli effluenti dell'industria chimica, della lavorazione dei minerali e delle imprese minerarie.

Il riversamento di acque reflue ad alta temperatura, ad esempio da centrali termoelettriche, porta all'accumulo di sostanze organiche e viola il bioritmo del serbatoio.

Le acque reflue sono difficili da pulire dai tensioattivi sintetici contenuti nei detergenti. A volte sono addirittura presenti nell'acqua potabile. I tensioattivi riducono notevolmente la capacità dei corpi idrici di auto-pulirsi. Entrano nei serbatoi come scoli da lavanderie, bagni, dai produttori di detergenti. Tensioattivi e CMC vengono anche utilizzati per intensificare la produzione nelle imprese dell'industria leggera, nell'arricchimento dei minerali e nella separazione dei prodotti nell'industria chimica.

I pesticidi che arrivano a loro insieme alle acque di fusione e di pioggia durante la lavorazione dei campi, così come le acque delle piantagioni di cotone e di riso, causano tremendi danni ai corpi idrici.

Pericoloso per la vita e la salute umana è la contaminazione radioattiva. Questo fenomeno si osserva durante i test delle armi nucleari sott'acqua, durante le violazioni del regime di purificazione del minerale di uranio e durante la lavorazione del combustibile nucleare.

Tipi di inquinamento delle acque reflue

In sostanza, tutti gli effluenti contengono 3 tipi di inquinamento:

  • Mineral. Questi includono inclusioni di sabbia, minerali e argilla, soluzioni di sali minerali, alcali e acidi;
  • Vegetale. Questi includono i resti di frutta e sostanze collanti di origine animale. In loro, la sostanza chimica principale è carbonio;
  • Biologico e batterico. Questo è il macello delle acque reflue, i servizi pubblici, il biofabrik. Nella loro composizione contengono microrganismi e muffe.

Tipi di acque reflue

Si distinguono i seguenti tipi di acque reflue:

Effluente industriale

Possono essere divisi in:

  • Contaminati. L'inquinamento si verifica da quanto sopra;
  • Condizionatamente pulito. Questi includono, ad esempio, l'acqua per il raffreddamento dei motori termici;
  • Rifiuti domestici e domestici. Questi includono scarichi da edifici pubblici, ospedali, cucine, mense;
  • Deflusso agricolo. Nella loro composizione, contengono grandi quantità di fertilizzanti chimici e pesticidi;
  • Deflusso atmosferico. Si formano durante il deflusso dai siti industriali durante lo scioglimento delle nevi e la pioggia.

Superficie e acque sotterranee

Sono caratterizzati dai seguenti tipi di inquinamento:

  • Contaminazione meccanica Questo è principalmente caratteristico dei tipi di inquinamento superficiale. Questi includono un alto contenuto di impurità meccaniche;
  • Inquinamento chimico È caratterizzato dalla presenza in acqua di sostanze inorganiche e organiche di natura non tossica e tossica;
  • Biologico e batteriologico. L'acqua contiene agenti patogeni, funghi e piccole alghe.
  • Radioattivo. Ci sono sostanze radioattive nell'acqua;
  • Termica. Questo tipo di inquinamento è osservato durante la discesa in corpi idrici da centrali nucleari e termiche con una temperatura elevata.

La principale fonte di inquinamento idrico è rappresentata da servizi di depurazione delle acque reflue e imprese industriali poco trattati. Gli inquinanti cambiano qualitativamente la composizione dell'acqua. Questo si manifesta nel cambiamento delle sue proprietà fisiche, appare un odore sgradevole, un sapore, sostanze nocive compaiono in esso, che o galleggiano sulla superficie dei corpi d'acqua o si depositano sul fondo.

Inquinamento chimico

Produzione di acque reflue superficiali con impurità

La composizione quantitativa e qualitativa di tutto l'inquinamento è diversa. Ma tutto l'inquinamento chimico può essere suddiviso in due gruppi:

  • Il primo include impurità contenenti impurità inorganiche. Questi includono solfato effluente, piante di soda, impianti di lavorazione. Nella loro composizione contengono grandi quantità di metalli pesanti, alcali e acidi. Cambiano la qualità dell'acqua.
  • Il secondo gruppo comprende acque reflue provenienti da raffinerie, impianti petrolchimici, imprese di sintesi organica e impianti di coca-chimica. Nelle acque reflue in grandi quantità contengono fenoli, aldeidi, resine, ammoniaca, prodotti petroliferi. Il loro effetto nocivo è che le caratteristiche organolettiche dell'acqua si deteriorano, il contenuto di ossigeno in esso diminuisce e la domanda biochimica aumenta.

Attualmente, il principale inquinatore dei corpi idrici è il petrolio e i prodotti petroliferi. Quando vengono rilasciati nell'acqua, creano una pellicola sulla sua superficie e le frazioni pesanti si depositano sul fondo. Gusto, colore, viscosità, tensione superficiale varia. L'acqua acquisisce proprietà tossiche e rappresenta una minaccia per l'uomo e gli animali.

Le acque reflue delle centrali petrolchimiche contengono fenolo. Quando entra nei corpi idrici, i processi biologici che si verificano in essi sono drasticamente ridotti, il processo di auto-purificazione dell'acqua è disturbato. Nell'acqua c'è l'odore dell'acido carbolico.

Le imprese del settore della pasta di carta e della carta hanno un effetto negativo sulla vita dei corpi idrici. La polpa di legno è ossidata, si verifica un consumo significativo di ossigeno e, come risultato, muoiono pesci e pesci adulti. Le sostanze e le fibre insolubili compromettono le proprietà fisico-chimiche dell'acqua. Le leghe molecolari hanno un effetto dannoso sui corpi idrici. I tannini vengono rilasciati dalla corteccia e dal legno in putrefazione nell'acqua. La resina assorbe ossigeno, che porta alla morte del pesce. Inoltre, le leghe molari sporcano il fiume e intasano il loro fondo. Allo stesso tempo, i pesci perdono terreno fertile e luoghi di alimentazione.

Contaminazione radioattiva

I rifiuti radioattivi inquinano le centrali nucleari. Gli inquinanti radioattivi sono concentrati da piccoli organismi plancton e pesci. Quindi la catena viene trasmessa ad altri organismi. Se le acque reflue hanno una radioattività aumentata (100 anni / l), allora dovrebbero essere sepolte in serbatoi di drenaggio sotterranei e serbatoi speciali.

Inquinamento biologico

Nel mondo, la popolazione sta crescendo, le città antiche si stanno espandendo e nuove città stanno crescendo, il che porta ad un aumento del deflusso nelle acque interne. Le acque reflue domestiche sono una fonte di inquinamento di fiumi e laghi da parte di vermi e agenti patogeni.

Le acque reflue contengono il 60% di materia organica. Questi includono contaminanti biologici nelle acque mediche e sanitarie, acqua municipale e rifiuti da imprese di lavaggio e concia delle lane.

Quando si puliscono le acque reflue, le impurità organiche causano le maggiori difficoltà. Quando decadono, avvelenano il suolo, l'aria e l'acqua. Le acque reflue devono essere rimosse al di fuori della città e sostanze organiche mineralizzate. Il volume totale di microrganismi nell'effluente è di circa 1 m 3 per 100 m 3 di acque reflue. Tra i batteri e vari microrganismi, ci sono agenti patogeni, come i patogeni del colera, la febbre tifoide, la dissenteria e altre malattie. La maggior parte dell'effluente è potenzialmente pericolosa per l'uomo e gli animali. Affinché i corpi idrici non siano contaminati da sostanze nocive, le acque reflue devono essere pulite. La purificazione parziale avviene nel serbatoio stesso. Il grado di trattamento delle acque reflue è determinato da un calcolo speciale ed è coordinato con le autorità di pesca e sanitarie.

Inquinamento termico

Se le acque riscaldate delle centrali termiche vengono abbassate nei serbatoi, ciò causa il loro inquinamento termico. L'acqua calda contiene meno ossigeno, il regime termico cambia drasticamente. Ciò ha un effetto negativo sulla flora e sulla fauna del bacino idrico. Inizia a sviluppare alghe blu-verdi, il che è dannoso per il numero di abitanti dei corpi idrici.

Oggi, il compito di proteggere le risorse idriche dall'inquinamento e dall'esaurimento e dal loro uso razionale è particolarmente acuto. Una delle aree di lavoro per la protezione delle risorse idriche è l'uso di cicli di approvvigionamento idrico senza scarico. In questo caso, non è necessario scaricare le acque reflue, esse possono essere ripetutamente utilizzate nei processi tecnologici. I cicli interni eliminano la caduta d'acqua.

Ridurre significativamente il grado di contaminazione delle acque reflue consentirà il rilascio di preziose impurità da loro. Se si utilizza l'acqua per raffreddare il sistema, è necessario considerare il raffreddamento ad aria, che ridurrà il consumo totale di acqua dell'80%. A questo proposito, è molto importante sviluppare nuove apparecchiature che utilizzino un minimo di acqua per il raffreddamento.

L'introduzione di metodi di trattamento delle acque reflue ad alta efficienza, ad esempio, fisico-chimico, in cui l'uso dei reagenti è il più efficace, ha un effetto significativo sull'aumento dell'idromassaggio. L'implementazione attiva del metodo fisico-chimico, insieme alla purificazione biochimica, consente di risolvere in gran parte i problemi del trattamento delle acque reflue. Nel prossimo futuro si prevede di effettuare il trattamento delle acque reflue con metodi a membrana.

Metodi di trattamento delle acque reflue

I metodi di trattamento delle acque reflue sono suddivisi in:

  • meccanica;
  • prodotti chimici;
  • Fisica e chimica;
  • biologica;
  • Termica.

Tutti i metodi di trattamento delle acque reflue possono essere suddivisi in distruttivo e recuperativo. Questi ultimi prevedono l'estrazione di sostanze preziose dalle acque reflue per ulteriori elaborazioni. In metodi distruttivi, tutte le sostanze che inquinano gli scarichi vengono distrutte. E i prodotti della loro distruzione vengono rimossi dall'acqua sotto forma di sedimenti o gas.

Si distinguono i seguenti metodi di trattamento delle acque reflue:

  • Purificazione di impurità emulsionate e sospese. Per fare ciò, le impurità grossolane vengono separate mediante sedimentazione, filtrazione e filtrazione, flottazione e decantazione centrifuga. Le sostanze fini sono separate da flocculazione, elettroflotazione e elettrocoagulazione;
  • Purificazione delle impurità dissolte nell'effluente. A tale scopo vengono utilizzati scambio ionico, distillazione, osmosi inversa, congelamento, elettrodialisi, metodi di purificazione con reagenti chimici;
  • Pulizia da impurità organiche;
  • Metodi rigenerativi: rettifica, chiarificazione, ultrafiltrazione, osmosi inversa.
  • Distruttivo: fase di vapore, fase liquida, elettrochimica, ossidazione delle radiazioni;
  • Pulizia del gas: metodi di reagente, riscaldamento, soffiaggio.

In pratica, ci sono tre metodi per pulire tutti gli scarichi. Il primo è stato usato per molto tempo ed è considerato il più economico. Le acque reflue vengono scaricate in grandi flussi, dove sono diluiti, aerati e neutralizzati in modo naturale. Attualmente questo metodo ha mostrato la sua inefficienza.

Il secondo metodo consiste nel rimuovere la materia organica e i contaminanti solidi mediante pulizia meccanica, biologica e chimica. Più spesso, questo metodo è utilizzato negli impianti di trattamento delle acque reflue municipali.

Il terzo metodo consiste nel ridurre il volume delle acque reflue modificando i processi tecnologici.

Nonostante molte imprese stiano cercando di chiudere i loro cicli, la soluzione più radicale al problema del trattamento delle acque reflue è la costruzione delle più moderne strutture di trattamento. In tali strutture al primo stadio viene fornita la pulizia meccanica. Un setaccio o una griglia è installato nel percorso del flusso di rifiuti, mediante il quale avviene la cattura di particelle sospese e oggetti galleggianti. La sabbia e altre sostanze inorganiche si depositano nelle trappole di sabbia. Trappole di olio e trappole di grasso intrappolano prodotti petroliferi e grassi. Le particelle traballanti sono intrappolate dopo la sedimentazione con coagulanti chimici.

Nella seconda fase, avviene la purificazione con metodi biologici. I batteri anaerobici decompongono i composti organici sospesi e dissolti. Il drenaggio scorre attraverso vari filtri: sabbia, ghiaia, argilla espansa e filtri fatti di polimeri sintetici. Nei fanghi si forma il fango attivo.

La pulizia terziaria aiuta a rimuovere i contaminanti rimanenti. In questa fase, i pesticidi e i fosfati vengono rimossi mediante filtrazione attraverso carbone di legna o aggiungendo coagulanti.

I tipi e la composizione dell'inquinamento delle acque reflue sono estremamente diversi. Ma l'uso attento delle risorse idriche e la loro protezione sono uno dei principali collegamenti in complesse misure per la conservazione della natura.