Vassoi di drenaggio

Proteggere i percorsi di casa e giardino da inondazioni con acqua di fusione o piogge intense è facile: un sistema di drenaggio correttamente calcolato si adatta perfettamente alle funzioni assegnate. I suoi elementi principali sono i vassoi - plastica o cemento, che dirottano il liquido in eccesso in un determinato luogo. Per non essere confusi con la scelta dei prodotti, prima di acquistarli è meglio conoscere i loro vantaggi e svantaggi.

Caratteristiche e dispositivo dei vassoi di drenaggio

Le bacinelle di scarico standard AquaStock sono simili a un serbatoio del fossato (grondaia) con griglia a coperchio per proteggere dall'ingresso di detriti di grandi dimensioni, dalla possibilità di passaggio o passaggio e dalla sicurezza. Il canale a forma di U è l'elemento principale del sistema di drenaggio superficiale, pertanto i suoi parametri dovrebbero essere attentamente calcolati in base al volume d'acqua previsto.

Un fattore importante nella scelta dei prodotti è un indicatore del carico massimo consentito. Quando lo segna è indicato da una lettera dell'alfabeto latino con un numero che indica il carico possibile in kilonewton. Ad esempio, un vassoio di drenaggio (LV) S250 può sopportare carichi fino a 250 kN. Molto spesso i prodotti di questa classe vengono utilizzati nelle aree pedonali e nei parchi giochi. Per l'installazione davanti al garage, è preferibile acquistare vassoi di drenaggio con grigliati della classe di carico D400 e, se si prevede che veicoli pesanti entrino nel sito, vengono scelti i prodotti E600 in grado di sopportare carichi considerevoli. Solo i grigliati con contrassegni da C250 a F900 sono adatti per l'uso in aree industriali. Per comodità di scelta, i vassoi di drenaggio, a seconda del carico e del luogo di utilizzo, sono divisi in due serie:

  • Vassoi di drenaggio di Norma Plastik - i prodotti sono richiesti nella costruzione privata. Griglie in acciaio o ghisa vengono selezionate separatamente, tenendo conto del carico previsto;
  • Vassoi di drenaggio Profi Plastik: dispositivi affidabili per uso professionale. Sono offerti completi di griglia, montata su quattro punti.

Al momento dell'acquisto dovrebbe prestare attenzione alle dimensioni dei vassoi di drenaggio - la loro altezza e larghezza.

Calcestruzzo o plastica - che è meglio?

Gli importanti indicatori che influiscono sui tipi di prodotti - sono il materiale da cui sono realizzati e il rendimento, in base ai parametri. Maggiore è l'altezza e la larghezza delle pareti, maggiore è il volume del vassoio di drenaggio e più liquido è in grado di attraversarlo. Le dimensioni richieste sono calcolate utilizzando una formula speciale, prendendo in considerazione l'area del sito, il tipo di copertura e il tasso medio di precipitazioni aumentato di circa un quarto.

A seconda del materiale di fabbricazione, si possono distinguere i seguenti tipi di vaschette di drenaggio:

  • Calcestruzzo - resistente agli agenti chimici aggressivi, tollerante alle basse temperature, resistente all'usura e durevole. Rinforzato con materiale in fibra di vetro garantisce resistenza speciale, per un migliore drenaggio in aree con una superficie liscia, scivoli con una pendenza vengono utilizzati. Il costo dei vassoi di drenaggio in calcestruzzo è abbastanza conveniente, ma lo svantaggio è un peso abbastanza grande. I vassoi in calcestruzzo hanno un carico massimo ammissibile di C250, con un carico da D400 a F900, i prodotti sono rinforzati con una speciale bordatura in acciaio.
  • Plastica - I prodotti leggeri e compatti sono più popolari quando si costruisce un sistema di drenaggio nelle trame di dacia. La levigatezza del materiale offre un'eccellente permeabilità, il peso ridotto facilita l'installazione e non richiede l'uso della tecnologia. Le grondaie in plastica sono resistenti e resistenti, resistenti alle variazioni di temperatura e ai raggi UV, facili da installare. I prodotti della serie Profi Plastik hanno indicatori eccellenti di carichi ammissibili per il settore domestico - da A15 a E600: questa è un'opzione ideale per i proprietari di case private. La vita di servizio di questi vassoi di drenaggio è di oltre 50 anni.

Le griglie di drenaggio sono realizzate in plastica resistente agli urti, ghisa o acciaio. I modelli vengono selezionati in base alla larghezza idraulica condizionale del canale dei vassoi di drenaggio DN100, DN150, DN200, DN300 o DN500. Il loro scopo principale è quello di proteggere i vassoi dai danni dei veicoli a motore e di ostruire con detriti o foglie di grandi dimensioni.

Vantaggi dei vassoi di drenaggio

Rispetto agli ingressi dell'acqua piovana, i vantaggi del drenaggio superficiale sono indiscutibili. I sistemi composti da vassoi singoli coprono la superficie desiderata attorno al perimetro e non interferiscono con il movimento di veicoli e pedoni. Un'installazione piuttosto semplice e una minore quantità di materiali portano al fatto che il prezzo dei vassoi di drenaggio con una griglia (ghisa, acciaio o plastica) diventa un'offerta molto interessante - da 320 p. e servizio - non un esempio più facile.

Installazione di vassoi di drenaggio

L'installazione può essere fatta in modo indipendente, ma è meglio affidarla ai professionisti. Il complesso servizio comprende la progettazione, la vendita e la consegna dei vassoi di drenaggio a Voronezh e nella regione, nonché la selezione dei materiali dei componenti aggiuntivi necessari, l'installazione e il servizio di garanzia del sistema. Offriamo la nostra esperienza, integrità, qualità del lavoro impeccabile e prezzi più democratici. Vuoi essere sicuro? Basta chiamare o contattare i manager online dell'azienda.

Fognature di tempesta nel grattacielo

L'acqua è il nostro tutto. L'uomo è quasi acqua. È importante non solo per noi, ma anche per le piante e gli animali. Senza acqua, la vita sul nostro meraviglioso pianeta sarebbe semplicemente impossibile. Ma può causare gravi danni alla causa delle nostre mani. È noto che un liquido influisce negativamente sul cemento, ad esempio su una fondazione, sui muri o sullo zoccolo di un edificio. Nel corso del tempo, distrugge le fondamenta, accorciando la vita di un edificio. Ma noi non viviamo in Africa, quindi la pioggia stagionale per noi è una cosa normale. La questione della sicurezza delle persone e delle strutture è la rimozione dell'acqua piovana dalle case nelle fogne della tempesta.

Questo è particolarmente vero per i grattacieli. Come spesso i genitori ci dicevano di stare attenti quando entravano, in modo che il ghiacciolo non ci ferisse. Si formano quando il sistema fognario non funziona correttamente. I codici di costruzione indicano che la deviazione dell'acqua per gli edifici residenziali è stata effettuata su base obbligatoria.

Che cosa è una fogna tempesta

Quando senti questo nome per la prima volta, potresti pensare alle acque reflue. Ma non confondere questi concetti. Sono simili e puoi persino dire che svolgono funzioni simili. Ad esempio, una presa di fogna è responsabile della rimozione di acque reflue da una stanza. Questo è un intero sistema di tubi, curve e raccordi. L'acqua usata dalla cucina, dal bagno e da altre stanze dovrebbe essere rimossa dalla casa. Entra nel sistema di condotte e viene consegnato in una fossa settica, sistema fognario o pozzo nero. Se parliamo di fogne temporalesche, allora questo è lo stesso sistema di tubi, vassoi, ingressi di pioggia e elementi ausiliari. Insieme sono responsabili della raccolta e dello scarico della pioggia e dell'acqua di fusione dalla superficie del tetto di un edificio. E ancora, l'acqua attraverso i sistemi di tubi da un posto è lasciata ad un altro.

Come puoi vedere, c'è una certa somiglianza. Tuttavia, non possono essere confusi. Inoltre, la rete fognaria può essere di due tipi: esterna e interna. Il sistema esterno è meglio conosciuto per i residenti di case private. Quindi tutti gli elementi del sistema sono all'esterno. Include grondaie, tubi, prese di pioggia e altri elementi. L'acqua dai pendii cade nelle grondaie, dopo di che viene trasportata attraverso un imbuto nel tubo. Dal tubo, il liquido viene inviato al sistema di drenaggio, in un serbatoio o in un altro luogo. Questa doccia è adatta solo per tetti inclinati.

Per quanto riguarda il sistema interno, è utilizzato per la costruzione di condutture temporalesche di un grattacielo con tetti piani. In questo caso, tutti gli elementi strutturali del sistema sono nascosti nella conoscenza, il che significa che non si congelano in inverno. Al piano superiore c'è solo un buco di tempesta. Il sistema di acque piovane interne è costituito dai seguenti elementi:

  1. Ingresso di scarico dell'imbuto.
  2. Tubo o alzata in base.
  3. Tubo di scarico
  4. Rilascio.

I tetti piatti dei grattacieli accumulano bene l'acqua piovana. Se il tetto è vecchio, gli abitanti dei piani superiori lo sentiranno. Perderanno il soffitto. Per evitare questo fenomeno, il dispositivo tempesta le fogne necessariamente.

Materiali per gli elementi di drenaggio delle acque piovane

Nel tempo, la produzione di sempre più configurazioni tempesta di fogna. Si differenziano per forma, materiale, ecc. Uno dei più semplici ed economici è quello di considerare un sistema di drenaggio in acciaio zincato. Sono spesso usati per deviare l'acqua in un grattacielo. Ma abbastanza spesso galvanizzato può essere visto in una casa privata.

La plastica è piuttosto popolare al momento. Come i tubi delle fognature, lo scarico da esso è eccellente. La plastica è abbastanza resistente, resistente alle temperature estreme, materiale economico e resistente. Non arrugginisce e non riesce nemmeno a organizzare una tale fogna è abbastanza semplice.

Il più costoso è il sistema di rame. È affidabile, durevole, non marcisce, non arrugginisce e resiste a carichi pesanti. Tuttavia, la plastica è più adatta per il dispositivo di drenaggio interno. Tutti esattamente nessuno lo vede, e il prezzo è molto meno.

Sistema di tempesta e applicazione

Di solito, si ricorre a un sistema di drenaggio interno quando non è possibile effettuarne uno esterno regolare. Queste sono principalmente case con tetti piani. Questo sistema non è così complesso come sembra. Tutto inizia con il tetto. Ci possono essere diverse prese di scarico su di esso. Allo stesso tempo, è importante fare un piccolo pregiudizio verso ciascuno di essi, in modo che l'acqua non si accumuli e fluisca senza problemi. Le canalizzazioni possono avere un diametro diverso. Secondo lo SNiP, l'acqua dovrebbe essere scaricata nella fognatura. Se non ce n'è, spesso i vassoi sono posizionati vicino alla stanza, che ricevono acqua dai tubi di scarico. E in assenza di vassoi, l'acqua scorre appena attraverso la zona cieca.

Canalizzazioni di drenaggio

Uno degli elementi importanti del sistema sono le canalizzazioni. Dopo tutto, assumono la principale quantità d'acqua. Possono essere di due tipi:

Ognuno di loro ha il suo scopo. Ad esempio, tramogge piane vengono utilizzate su tetti orizzontali piastrellati o asfaltati. Ma le specie kolpakovye si mettono solo su un tetto spiovente. Il materiale può essere diverso Per i tetti piatti, l'uso di un imbuto in ghisa è diventato comune. Possono facilmente far fronte al loro compito immediato, oltre a filtrare l'acqua, non permettendo a detriti, rami, foglie, ecc. Di entrare nella fogna.

Questo imbuto è composto da 3 parti:

  • alloggiamenti di ghisa, montati nel soffitto;
  • reticella ricevente in ghisa di forma cilindrica con nervature e fori;
  • coperchio in ghisa con fori che possono essere rimossi.

I tubi di scarico e le bretelle sono fatti di stagno, ghisa o PVC. È importante ricordare che qualsiasi sistema deve essere sottoposto a manutenzione. Le fogne temporalesche per condomini non fanno eccezione. Per questo è importante fare buchi di revisione. La posa dei riser di drenaggio è richiesta nei canali di comunicazione o nelle miniere, che possono essere raggiunte facilmente. L'audit sul riser dovrebbe trovarsi a 1 m dal pavimento.

Schema di installazione di acque piovane

Per completare l'installazione, segui questo schema:

  1. Innanzitutto è necessario fare un markup di quei luoghi in cui si installerà il supporto per il riser (drainpipe).
  2. Calcola il luogo in cui il tubo andrà al tetto attraverso il soffitto.
  3. Determinare il punto di uscita dell'imbuto della doccia.
  4. Fare fori nel muro per il montaggio di tubi.
  5. Riparando i dispositivi che il costruttore aveva previsto per i loro tubi. Per PVC o amianto, differiscono.
  6. Installazione del tubo di scarico. Collegandolo alla rete fognaria o alla rimozione dell'edificio.
  7. Sigillatura della produzione a causa di materiali isolanti in plastica resistenti alle fluttuazioni di temperatura.
  8. Montante verticale di fissaggio e fissaggio.
  9. Montare le porte di ispezione sui tubi nei posti giusti.
  10. Sigillatura di alta qualità di tubi e tutti i collegamenti.
  11. Installazione della parte di collegamento del contenitore di scarico e sigillatura delle connessioni.
  12. Sigillatura di un materiale inclinato per l'imbuto per il tetto.
  13. Installazione della griglia per protezione e flangia di serraggio.

Dopo tutte queste manipolazioni, le acque piovane in un grattacielo sono pronte. Resta solo da verificare le prestazioni del sistema. Puoi aspettare fino a quando piove, ma puoi controllare tutto da solo.

Regole aggiuntive per l'installazione delle fogne temporalesche

Immediatamente prima di installare l'intero sistema, è necessario familiarizzare con queste semplici regole. Allora farai tutto bene, e il design farà il suo lavoro in modo efficace. Le regole sono le seguenti:

  • gli imbuti dovrebbero essere posizionati uniformemente sull'intero piano del tetto;
  • assicurati di fare un pendio verso l'imbuto, o scegli un luogo che si trova al di sotto degli altri;
  • la distanza tra l'uno e l'altro imbuto, collegato allo stesso ramo della tubazione, non deve superare i 20 m;
  • la distanza minima tra il muro e l'imbuto - 1 m;
  • i tubi nelle miniere dovrebbero essere chiusi con pannelli o isolati per l'isolamento termico.

Vassoi di acqua piovana

Esistono diversi tipi di cassonetti per tempesta, che hanno i loro vantaggi e svantaggi.

  1. Vassoi di plastica.
  2. Vassoi in cemento armato.
  3. Prodotti in metallo
  4. Vassoi in materiali compositi.

I prodotti in plastica hanno molti vantaggi: peso ridotto, facilità di installazione e trasporto, resistenza all'umidità, affidabilità, durata e resistenza alle temperature estreme. E il prezzo è ragionevole.

I vassoi in cemento hanno un design semplice, un'elevata produttività e resistenza agli ambienti aggressivi. Ma sono ancora abbastanza grandi e tollerano poco l'umidità. Lo stesso vale per i prodotti in metallo. Anche se sono affidabili, ma piuttosto grandi e l'installazione è problematica.

I vassoi in materiale composito sono un'altra questione. Pesano meno del calcestruzzo, hanno un'elevata resistenza, hanno una superficie liscia, che influenza la permeabilità del sistema. La griglia protettiva può essere utilizzata qualsiasi.

Riassumiamo

Le acque piovane sono uno degli elementi più importanti per qualsiasi edificio residenziale. Svolge una funzione molto importante, proteggendo non solo gli occupanti dei locali, ma se stesso. Se si sistema correttamente la fognatura interna, il tetto non accumulerà mai acqua. Sarà assegnato con successo al posto giusto per te.

I prezzi di costruzione variano e dipendono principalmente dal tipo di materiale e dal numero di piani. Ma quale sistema scegli dipende solo da te.

Scarico del tetto piano: le specifiche della costruzione di opzioni interne ed esterne

Senza una corretta organizzazione del sistema di drenaggio, il tetto piano avrà bisogno rapidamente di riparazioni impreviste. La stasi di pioggia e acqua di fusione sulla superficie erodono gradualmente lo strato protettivo esterno del rivestimento. Di conseguenza, la base nuda collasserà rapidamente dalla luce solare che attacca zelantemente. Durante il congelamento, i cristalli d'acqua possono facilmente strappare il materiale.

Prevenire e prevenire gli impatti negativi possono costruire correttamente tetto piano grondaia. Le regole e i principi per la costruzione di un sistema di drenaggio così importante dovrebbero essere attentamente studiati dal proprietario, che si preoccupa del servizio efficace e lungo della proprietà suburbana.

contenuto

Grondaie a tetto piano

Lo scopo della costruzione del sistema di drenaggio di un tetto piano è di organizzare completamente la rimozione della pioggia e di sciogliere l'acqua da una superficie sensibile al loro effetto. È efficace per agire tutto l'anno senza la formazione di blocchi di polvere, ghiaccio e ingorghi.

Indipendentemente dalle letture dei termometri e dalla quantità di precipitazioni, lo scarico deve accettare e trasferire immediatamente la sostanza liquida nel sistema fognario, in un serbatoio per la raccolta di acqua piovana o al suolo.

Classificazione dei sistemi di precipitazione

Per trasportare l'acqua senza interferenze e ostacoli, devi sapere esattamente quale tipo di sistema scegliere per la sistemazione della proprietà suburbana:

  • All'aperto non organizzata. Supponendo il deflusso spontaneo di acqua atmosferica. Applicare alla disposizione di piccoli annessi non superiore a due piani.
  • All'aperto organizzato. Supponendo la raccolta di acqua utilizzando grondaie o grondaie, accoppiata con imbuti, seguita da trasferimento al tubo di scarico. Il sistema è posto sulle sporgenze della grondaia e sul lato esterno delle pareti portanti. È utilizzato nella sistemazione di edifici residenziali e non residenziali, in gran parte bassi, ma lo schema è consentito per organizzare il deflusso dai tetti degli edifici con altitudini fino a cinque piani.
  • Interno. Secondo il quale, l'assunzione di acqua è prodotta da canaletti di grondaie costruiti appositamente per tetti piani, incorporati nel sistema di copertura. L'acqua viene scaricata attraverso i riser situati all'interno dell'edificio in fase di elaborazione.

I sistemi di drenaggio del tipo esterno funzionano bene nelle regioni meridionali, dove l'acqua nei tubi congela estremamente raramente o non congela affatto durante l'intero periodo freddo. Per le aree della fascia climatica temperata domestica, gli scarichi esterni sono consigliati esclusivamente per le strutture della soffitta.

Su tetti senza soffitta, la neve si scioglierà quasi senza interruzione per tutto l'inverno, perché il soffitto viene costantemente riscaldato dal calore proveniente dall'interno. Entrando nelle condutture fredde, l'acqua di fusione formerà degli ingorghi di ghiaccio.

Se il tetto piano ha una soffitta, allora il processo di scioglimento della neve può essere regolato. Aprendo i lucernari, la temperatura sul tetto può essere notevolmente ridotta, in modo che la neve si sciolga molto più lentamente o si fermi completamente.

Nelle regioni settentrionali vi è la minaccia di uno spazio di copertura durante uno scatto a freddo. Nei tubi può formarsi un tubo che impedisce all'acqua di rimanere sul tetto. Il liquido cristallizzato aumenta significativamente di volume, il che comporta danni al tetto che lo ha assorbito. Pertanto, nelle latitudini locali settentrionali e temperate, solo quelle non residenziali sono dotate di drenaggi esterni; edifici ed edifici non riscaldati con una bassa temperatura prevista.

Le celle frigorifere, ad esempio, equipaggeranno una lastra in cemento armato esterna con un lato e un tubo di scarico. L'impressionante area di tale struttura contribuisce all'equalizzazione della temperatura del sistema e dell'ambiente, in modo che non si formino gli inceppamenti del ghiaccio.

Gli edifici residenziali con tetti piani, costruiti nelle zone settentrionali e temperate, sono dotati di grondaie di tipo interno. La costruzione è più costosa, ma funziona senza intoppi tutto l'anno. I montanti situati all'interno degli edifici sono costantemente riscaldati dal calore interno, che impedisce il verificarsi di inceppamenti di ghiaccio nelle condotte. Nelle latitudini meridionali, le vie di drenaggio delle specie esterne stanno conducendo.

Componenti strutturali degli scarichi

Nel drenaggio del dispositivo del tipo esterno e interno molto in comune. Ogni sistema costruito per tetti piani include elementi simili nello scopo e nella costruzione, questi sono:

  • Imbuti e grondaie di presa dell'acqua progettati per ricevere le acque reflue e trasferirli al tubo di scarico.
  • Riser che forniscono nei punti di ricezione la massima velocità del flusso d'acqua a causa delle forze di gravità.
  • Drainpipes richiesto per la rimozione delle precipitazioni alle facilità di scarico.

Il principale punto di riferimento del design del sistema di drenaggio è la lunghezza minima della tubazione dai punti di ingresso dell'acqua ai punti di scarico del sistema. L'opzione esterna più corta e più economica include un montante con un imbuto o uno scivolo nella parte superiore e un breve rilascio alla base.

L'uscita è posizionata ad un angolo insignificante ad una distanza di 20-45 cm dalla superficie sopra il sistema di scarico delle acque piovane o semplicemente sopra la zona cieca protetta dall'erosione. Tuttavia, sono spesso circostanze insormontabili che impediscono alla casa di dotarla di un tale schema: la mancanza di un sistema di drenaggio, di terreni deboli, di vecchie fondamenta, il cui quartiere è indesiderabile.

Se è impossibile posare l'autostrada più piccola, stanno cercando altri modi per deviare l'acqua: una tubazione sotterranea o sotterranea che porta al punto più conveniente di scarico viene rimossa dal montante.

Lo schema dell'oleodotto è utilizzato incondizionatamente nella costruzione di tetti piani con scarico interno, poiché il sistema è sicuramente obbligato a trasportare l'acqua all'esterno dell'edificio.

Le specifiche della formazione della pendenza

Per stimolare un flusso d'acqua indipendente nella direzione richiesta sui tetti piani, si formano pendenze dell'1-2%:

  • Per l'organizzazione del tipo di drenaggio esterno, l'intero piano deve essere inclinato verso il sito di installazione dello scivolo di raccolta. Molto spesso è il muro di fondo dell'edificio.
  • Per organizzare il flusso di acqua secondo lo schema interno, viene creata una pendenza sul luogo di installazione dell'imbuto di presa dell'acqua. È formato secondo il principio dell'involucro in modo che intorno a ciascun punto di ricezione dell'acqua vi sia una diminuzione entro un raggio di 50 cm.

Gli imbuti di presa d'acqua dei sistemi di drenaggio interno possono essere installati non solo nella zona centrale del tetto, ma anche vicino al muro esterno, ad una distanza non inferiore a 60 cm da esso. Pertanto, lo schema di inviluppo del dispositivo prevede diverse opzioni.

In ogni caso, il piano inclinato deve essere diretto verso l'ingresso dell'acqua. E se sul tetto sono installati diversi imbuti, dovrebbe essere creata una sorta di "spartiacque" tra di loro - una versione in miniatura di una catena montuosa, le cui pendenze dirigono il flusso dell'acqua nella direzione dell'imbuto più vicino.

Per risolvere il problema della formazione di piste ci sono diversi metodi collaudati:

  • Inclinare il dispositivo nel processo di costruzione installando il soffitto all'angolo richiesto.
  • Riempimento di argilla espansa sotto forma di uno strato a forma di cuneo, seguito da un getto di massetto cementizio.
  • L'organizzazione del pendio con la posa delle lastre a cuneo di isolamento in lana minerale.

La pendenza dei piani di grandi dimensioni viene effettuata con l'ausilio di speciali strutture metalliche che formano angoli. Nella costruzione privata sono usati raramente.

Regole per la costruzione del drenaggio interno

Come dovrebbe essere per qualsiasi oggetto in costruzione, il sistema di drenaggio di una casa privata dovrebbe essere pre-calcolato e progettato. È necessario preselezionare il modo più breve possibile di posare la condotta e fornire il luogo più comodo per collegarlo alla rete fognaria.

Le organizzazioni di drenaggi interni sono soggette a varie strutture di copertura piana. Sono soddisfatti sui tetti con e senza soffitte, categorie sfruttate e non sfruttate. Prendendo in considerazione le specifiche di pianificazione della casa, un designer indipendente dovrebbe tenere conto che:

  • Le alzate delle grondaie si trovano solitamente nell'area delle scale vicino a muri, colonne, tramezzi. È auspicabile vicino ai locali per il riscaldamento spontaneo durante i periodi freddi dell'anno. Pareti filettate nei muri sono severamente vietate. Può essere installato in solchi, miniere, scatole. Si consiglia di posizionarli in armadi o comparti di utilità simili.
  • Quando si organizza un sistema di tubi di scarico di un edificio non riscaldato, è necessario prevedere metodi per il riscaldamento artificiale di crateri e alzate. Per aumentare la temperatura degli elementi esterni del tetto piano, è installato un cavo di riscaldamento elettrico o i montanti sono installati accanto al riscaldamento a vapore.
  • Il tetto piano con un attico è il migliore per dotare la condotta, passando all'interno della soffitta. Funziona come una rete di sospensione. Garantire il flusso delle sezioni orizzontali del tubo del sistema di sospensione impostato su una pendenza di 0,005. ie per ogni metro lineare del tubo dovrebbe esserci una diminuzione di 5 mm nella direzione dello sfioratore.
  • Durante la posa di condotte sospese, è necessario riscaldare l'area di drenaggio nella zona della soffitta.
  • Se i dispositivi del sistema di sospensione non sono possibili, viene posata una tubazione sotterranea. Non ci sono regolamenti sull'angolo di inclinazione dei rami sotterranei. La cosa principale è essere collegati alla rete fognaria. Tuttavia, il circuito sotterraneo è molto più costoso, molto più scomodo in termini di controllo e lavori di riparazione. Inoltre, la sua implementazione potrebbe impedire fondamenti troppo potenti.
  • Quando si progetta, le curve devono essere evitate quando possibile.
  • Un montante a una distanza di circa un metro dalla superficie della terra dovrebbe essere dotato di un controllo per la pulizia.

In effetti, uno scarico a tetto piatto dovrebbe essere organizzato come un sistema di sfioratore standard: con tombini, revisioni, ecc. Nella costruzione di un tubo di scarico sospeso utilizzato tubi in ceramica, plastica, ghisa, cemento-amianto che resistono alla pressione quando ostruiti.

Per la posa di parti interrate del tubo degli stessi materiali, ma senza i requisiti del regime idrostatico. Il laminatoio lungo in acciaio viene applicato solo su oggetti industriali con manifestazioni caratterizzanti di vibrazione.

In base alle normative tecnologiche, un imbuto di raccolta può ricevere il deflusso atmosferico da un tetto fino a 1200 m², la distanza tra le prese d'acqua adiacenti deve essere di almeno 60 m. D'accordo, la scala designata per la costruzione a pochi piani non è troppo particolare. In breve, deve esserci almeno un imbuto sul tetto di una piccola casa privata.

È necessario aumentare il numero di dispositivi di aspirazione dell'acqua se:

  • L'area del tetto supera i limiti specificati da GOST.
  • La casa è divisa in sezioni. Quindi ogni compartimento dovrebbe essere dotato di un proprio imbuto.
  • All'interno della stessa struttura del tetto ci sono elementi separati da parapetti, giunti di dilatazione o temperatura. Ogni settore di tale tetto dovrebbe avere due ricevitori.

Gli imbuti di drenaggio sono prodotti per tetti piani esistenti e non sfruttati, per strutture e sistemi combinati con mansarda. Ci sono modelli utilizzati nella disposizione dei pavimenti in cemento con un rivestimento bituminoso e controparti in legno, ricoperti di pavimenti corrugati. Per tutte le varianti utilizzate nella costruzione, prese d'acqua sono realizzate in ghisa, ceramica, acciaio zincato, polimeri.

I dispositivi di aspirazione dell'acqua sono prodotti in varie dimensioni. Il design standard è costituito dall'imbuto stesso con lati larghi e un cappuccio rimovibile con fori che consentono all'acqua di fluire.

I membri più sofisticati della classe di imbuti per tetti sono dotati, inoltre, di un ombrello che protegge lo scarico dall'ostruzione, con una tazza rimovibile e un anello di pressione progettato per bloccare i bordi del rivestimento morbido del dispositivo. Tutti i modelli devono consentire il servizio e la pulizia.

Indipendentemente dal modello dell'imbuto e dallo scopo dell'edificio, vengono fatte uguali richieste a tutte le prese d'acqua:

  • Ciotole di cisterne d'acqua sono rigidamente attaccate ai rivestimenti o ai pavimenti portanti. Per il fissaggio, i morsetti sono utilizzati in una quantità di almeno due pezzi.
  • Dopo l'installazione, è necessario l'imbuto per garantire la tenuta del tetto sul luogo di installazione.
  • Gli ugelli degli imbuti sono collegati ai montanti con l'aiuto di compensatori, che consentono di preservare la tenuta delle giunture quando le strutture dell'edificio si restringono.
  • Gli imbuti sono collegati ai sistemi di sospensione mediante piegature sagomate.
  • La vasca di aspirazione dell'acqua è installata sotto il tetto di finitura per eliminare la possibilità di ristagni d'acqua. I tappi delle prese d'acqua sui tetti non sfruttati nel piano sono arrotondati, di solito salgono sopra la superficie. I cappucci degli imbuti per i tetti installati vengono installati a filo con il rivestimento, nel piano sono più spesso quadrati, in modo che sia più semplice posare la piastrella attorno al dispositivo.

Per migliorare la tenuta e l'affidabilità nella zona dell'intersezione della struttura del tetto a imbuto ha permesso l'uso dell'isolamento termico. I sistemi di tetto del solito tipo sono dotati di imbuti a livello singolo.

I sistemi di inversione e le coperture costruite con l'aiuto di dispositivi di fissaggio meccanici sono dotati di prese d'acqua a due livelli che garantiscono la raccolta dell'acqua oltre l'impermeabilizzazione e la protezione dal vapore.

Le strutture del tetto con rivestimenti polimerici a membrana sono realizzate per equipaggiare con prese d'acqua con una flangia di fissaggio polimerica, che viene incollata o saldata al tetto.

Questo metodo consente di ottenere la massima impermeabilità nella zona dell'impianto di aspirazione dell'acqua. Le aree di incollaggio delle flange delle prese d'acqua devono essere rinforzate con strati aggiuntivi di materiale impermeabilizzante da depositare. È possibile sostituirlo con fibra di vetro legata al mastice.

Costruzione di scarico esterno

La costruzione di varietà all'aperto di scarichi da un tetto piano viene effettuata nelle regioni meridionali. Il loro dispositivo negli edifici residenziali ed uffici è consigliato in aree con poche precipitazioni, il cui volume non supera i 300 mm all'anno.

La classe di sistemi esterni per la pioggia e il drenaggio dell'acqua di fusione comprende:

  • Scarichi non organizzati raccomandati per l'installazione in aree aride. Secondo questo schema, l'acqua viene drenata dalla gravità attraverso le sporgenze della grondaia.
  • Grondaia organizzata, raccomandata per l'equipaggiamento di edifici non residenziali nelle latitudini settentrionali e temperate, edifici residenziali nelle regioni meridionali con poche precipitazioni. Il principio di funzionamento consiste nella raccolta sistematica di precipitazione in un imbuto di scarico esterno con pareti di guida adiacenti ad esso o in una fossa con successivo drenaggio di acque reflue in fognature o nel terreno.

L'ingegnosa soluzione del sistema del tipo esterno fu proposta da zelanti artigiani. L'idea è di includere un filtro a sabbia nella rete idrica per la pulizia dell'acqua piovana, che viene installata dopo l'immissione di acqua.

Le capacità sono installate per scaricare lo scarico e ricevere acqua purificata. Ciò significa che a causa di ciò, la sezione per il collegamento del sistema al sistema fognario viene eliminata. Uno schema interessante consente di risolvere due problemi contemporaneamente: ottenere la qualità dell'acqua potabile e proteggere il tetto piano dal ristagno idrico.

Il tipo non organizzato di sistema di drenaggio richiede il rinforzo delle grondaie. Hanno bisogno di battere l'acciaio zincato per tetti, e quindi incollare la parte superiore con due strati di copertura a rullo. I livelli aggiuntivi sono sovrapposti con sovrapposizione.

La larghezza del guadagno è di 60 cm, che è uguale alla larghezza consigliata della gronda del tetto piano con uno scarico non organizzato. Sebbene nella letteratura tecnica ci siano requisiti più delicati: non meno di 30 cm.

Il rafforzamento dello strapiombo di un tetto piano in mastice è rafforzato dall'analogia. Solo al posto di strati incollati di bitume o di materiale bitume-polimero, mettere strati di mastice, alternandoli con strati rinforzanti di fibra di vetro o geotessili. Lo strato di rinforzo principale con rinforzo è necessario per sovrapporre il bordo del rivestimento in metallo della cornice.

Il fissaggio dello scarico esterno sulla gronda di un tetto piano è realizzato secondo il modello tradizionale. Set di massa pronti disponibili con istruzioni dettagliate sui sistemi di assemblaggio. Innanzitutto, le staffe sono fissate al pannello frontale, in cui lo scivolo viene semplicemente posato, assemblato da moduli di plastica o metallo.

In un posto conveniente per ulteriore trasporto di acqua, un imbuto di presa dell'acqua è installato con un tubo a cui è collegato il montante. Il tubo è fissato al muro con staffe. I bordi del sistema sono chiusi con tappi e sono completati con l'installazione di un rilascio di figura.

Istruzioni per l'installazione video per grondaie

In dettaglio con i principi del sistema di drenaggio interno del dispositivo e le specifiche della loro installazione su un tetto piano introdurrà il video.

Assemblaggio e installazione di un sistema di drenaggio esterno:

Pendenze dispositivo su un tetto piano:

Installazione del drenaggio interno dell'imbuto di presa dell'acqua

Informazioni sulle linee guida per la selezione del sistema di drenaggio ottimale aiuteranno a dotare adeguatamente il tetto di una protezione affidabile contro l'azione distruttiva dell'acqua.

Conoscere i principi tecnologici del dispositivo è utile per i maestri indipendenti e proprietari di immobili suburbani, che desiderano utilizzare i servizi di appaltatori terzi. La grondaia correttamente costruita preverrà il danneggiamento del rivestimento e la distruzione dei materiali da costruzione, servirà per lungo tempo, senza creare problemi.

Riscaldamento di fogne temporalesche

Sistema di drenaggio e sue caratteristiche

Il design moderno del drenaggio dalla superficie del tetto prevede il riscaldamento del sistema di drenaggio, evitando così la sua rottura e prolungando la vita del sistema. Ciò è particolarmente vero in aree con inverni freddi e nevosi, quando c'è un'alta probabilità di formazione di ghiaccio a causa di cambiamenti nella temperatura dell'aria.

Quando non c'è riscaldamento delle grondaie e degli scarichi, la presenza di ghiaccio porta ad un aumento significativo dei carichi meccanici sugli elementi di fissaggio delle grondaie e dei tubi, che alla fine si traduce in perdite del tetto, distruzione delle pareti e fondazioni, dal momento che il sistema di precipitazione delle precipitazioni è in rovina.

Tali (come nella foto) i sistemi di riscaldamento del tetto e gli scarichi degli edifici nel clima domestico non rovinano minimamente l'aspetto degli edifici, ma prolungano la durata di vita dei tetti a figure. Il riscaldamento via cavo consente un'ispezione e una riparazione meno frequenti delle strutture di drenaggio.

Dispone di tetti e grondaie riscaldanti

Il riscaldamento del tetto e degli scarichi garantisce che il sistema di scarico dei sedimenti non si congeli e funzioni completamente anche in inverno. Questo è necessario per lo scarico regolare e permanente dell'acqua di fusione dal tetto. Non prevede il rilascio obbligatorio del tetto dalla neve che giace su di esso.

Eliminare la possibilità di ghiaccio sugli elementi strutturali per la rimozione delle precipitazioni consente le grondaie di riscaldamento dei cavi - di conseguenza, il sistema funzionerà in modo affidabile durante il periodo freddo dell'anno. Nei periodi inverno-primavera e autunno-inverno, iniziano frequenti scongelamenti, e spesso quando la temperatura oscilla tra i 5 ° e i 3 °, sui tetti sono presenti ghiaccio e ghiaccioli.

Tipicamente, un sistema di cavi che forniscono il riscaldamento elettrico per il tetto e gli scarichi è dotato di sensori che controllano i regolatori della temperatura e della temperatura dell'aria che ne controllano il funzionamento in modalità automatica. La posa del cavo per il riscaldamento di tubi e altri elementi dello scarico è necessaria per tutto il percorso dell'acqua di fusione. Vedi anche: "Sistema di drenaggio del dispositivo".

Progetto di riscaldamento per scarico

La creazione di un sistema di riscaldamento sul tetto richiede la preparazione preliminare di un progetto per la posa di cavi, che dovranno essere installati in tali aree e siti di grondaie come:

  • grondaie di drenaggio;
  • imbuti per la raccolta dell'acqua e aree circostanti;
  • tubi per fognature temporalesche (leggi: "Cavo per tubi di riscaldamento e suoi vantaggi");
  • modanature del tetto;
  • vassoi di drenaggio e drenaggio;
  • linee di giunzione di rampe di copertura.

La progettazione di un sistema di riscaldamento per grondaie ha caratteristiche. Innanzitutto, vengono presi in considerazione fattori esterni che influenzano i singoli elementi strutturali e la superficie del tetto nel suo insieme. Altrettanto importante quando viene creato il riscaldamento elettrico degli scarichi, ha il tipo di dispositivo sul tetto, o meglio, è freddo o caldo.

Ad esempio, sui tetti caldi del tipo di sottotetto, se il loro isolamento non viene eseguito correttamente, la neve si scioglie anche in caso di gelo e quindi l'acqua che viene formata scarica sul bordo freddo, congela e forma brina di notevole massa e volume. Per tali tetti, il progetto prevede un ulteriore riscaldamento: montano il cavo

anelli con un diametro di 30-50 centimetri lungo il bordo del tetto. Il potere specifico in questo caso è 200-250 W / sq.m.

Nei tetti freddi (senza riscaldamento del tetto), gli inconvenienti sopra descritti sono assenti, e per loro il progetto prevede di posare il cavo esclusivamente per garantire il riscaldamento dei tubi di scarico e altri dettagli del progetto di drenaggio. Il più delle volte quando la neve si scioglie sotto i raggi del sole, l'acqua scorre nella grondaia e si ghiaccia in essa quando la temperatura notturna cala.

Potenza e lunghezza del cavo scaldante

Il filo per tubi di riscaldamento e altri elementi dello scarico dovrebbe avere una potenza lineare di almeno 20-30 W per metro lineare, che aumenterà fino a 60-70 W / m come la lunghezza del sistema di drenaggio utilizzato. I cavi di riscaldamento devono essere dotati di dispositivi che forniscono la disconnessione di protezione (30 mA).

Quando si progettano i cavi, è necessario calcolare la lunghezza degli elementi strutturali orizzontali, l'altezza e il numero dei tubi di scarico. Per eseguire il riscaldamento di tubi di scarico con un diametro di 100-150 millimetri e grondaie con una sezione di 100-150 millimetri è possibile con una potenza di 30-60 W per metro lineare.

Installazione del cavo per il riscaldamento

Le grondaie di riscaldamento e gli altri elementi inclusi nella struttura della grondaia devono essere combinati con il funzionamento dell'impianto di riscaldamento del tetto.

Le parti principali del dispositivo di riscaldamento per lo scarico sono:

  • cavo (filo, cavo);
  • sistema di distribuzione elettrica;
  • termostato;
  • pannello di controllo con protezione automatica.

Quando si installa un sistema di riscaldamento a gronda, viene utilizzato un cavo autoregolante con elevata resistenza all'acqua e resistenza meccanica, fornita da una speciale guaina protettiva.

Il dispositivo del sistema di riscaldamento prevede l'installazione del cavo direttamente nel punto di passaggio del flusso d'acqua, dove può congelare. Per condurre tale lavoro dovrebbero essere solo professionisti con esperienza. Il fatto è che il cavo di riscaldamento deve essere fissato con una tecnologia speciale. Viene deposto sotto forma di piuma. Nella parte superiore del tubo di scarico impostare i limitatori di tensione del cavo. Nel sistema di scarico delle acque piovane, il filo di riscaldamento viene posato sotto il livello di congelamento a terra. Vedi anche: "Sistema di drenaggio riscaldato in modo moderno."

Lascia un feedback:

Hl hutterer Lechner GmbH Vendita di prodotti HL (catalogo HL). Imbuti di copertura, imbuti di drenaggio, scale, valvole di ritegno, fognature, sifoni, valvole di sfiato, accessori per imbuti, scale, sifoni. Prezzi ragionevoli, sconti per i clienti all'ingrosso, consegna in tutta la Russia. 195318 Russia, San Pietroburgo Voroshilov, 6A 8 800 500-25-64 [email protected]

8 800 500-25-64 Ordina una chiamata

Consegna: San Pietroburgo, Mosca e regioni della Russia

Tramogge elettriche

Imbuti di grondaie riscaldati. Imbuti HL riscaldati

Quando la formazione di ghiaccio del tetto forma un blocco di ghiaccio nella parte di uscita dell'imbuto di scarico, l'isolamento dell'imbuto fungerà da termos, mantenendo la temperatura bassa e il ghiaccio nella presa per un lungo periodo, il che rende difficile o completamente disattivare la funzionalità di drenaggio dal tetto. Grandi quantità di acqua e accumulo di ghiaccio sul tetto di inversione possono portare a perdite. Per evitare la formazione di ghiaccio vengono utilizzati gli scoli di scarico con riscaldamento. Il cavo scaldante riscalda la superficie interna dell'imbuto, il cavo è schermato dall'interno mediante isolamento termico per ridurre la perdita di calore. Per il riscaldamento dell'imbuto viene utilizzato uno speciale cavo autoregolante che consente di ridurre il consumo energetico a 10-30 W rispetto agli analoghi. Il cavo scaldante ha un alto grado di protezione da scosse elettriche. Il cavo è alimentato dalla rete elettrica a 220V.

Tutte le tramogge HL con riscaldamento elettrico sono elencate di seguito. I prezzi sono al dettaglio, per i clienti all'ingrosso esiste un sistema di sconti. Acquista o invia una richiesta direttamente dal sito.

Imbuto da tetto con riscaldamento elettrico, dotato di intercapedine in polipropilene, flangia di aggancio in polipropilene e isolamento termico. Il corpo è realizzato in PP. Rilascio verticale: DN 75, 110, 125, 160

Imbuto da tetto con riscaldamento elettrico, dotato di intercapedine in polipropilene e isolamento termico. Il corpo è realizzato in polivinilcloruro (PVC) per il fissaggio di una membrana in PVC. Rilascio verticale: DN 75, 110, 125, 160

imbuto per tetto elettrico, dotato di una trappola per foglie in polipropilene. Il corpo è realizzato in PP con una flangia piatta in PP per attaccare una lama TPO. Rilascio verticale: DN 75, 110, 125, 160

Imbuto da tetto con riscaldamento elettrico, dotato di intercapedine in polipropilene e isolamento termico. Il corpo è realizzato in PP, con tessuto impermeabilizzante bitume polimero. Rilascio verticale: DN 75, 110, 125, 160

Imbuto da tetto con scala e riscaldamento elettrico, dotato di griglia di prolunga in polipropilene (PP) con griglia in acciaio inox, flangia piatta e isolamento termico. Il corpo è fatto di cloruro di polivinile (PVC). Rilascio verticale: DN 75, 110, 125, 160

Imbuto da tetto con scala e riscaldamento elettrico, dotato di griglia di prolunga in polipropilene (PP) e griglia in acciaio inox, isolamento termico. Il corpo è realizzato in PP con una flangia piatta in PP. Rilascio verticale: DN 75, 110, 125

Imbuto da tetto con scala e riscaldamento elettrico, dotato di un elemento aggiuntivo in polipropilene (PP), griglia in acciaio inox e isolamento termico. Il corpo è realizzato in PP con tessuto bitume polimerico impermeabilizzante. Rilascio verticale: DN 75, 110, 125, 160

Imbuto per coperture elettriche, dotato di intercettatore in polipropilene (PP), scatola di montaggio con variazione di altezza da 100 a 160 mm, isolamento termico e flangia in acciaio inossidabile. Il corpo è realizzato in PP. Rilascio verticale: DN 75, 110, 125

Imbuto da tetto con riscaldamento elettrico, dotato di intercettatore in polipropilene (PP), scatola di montaggio con variazione di altezza da 100 a 160 mm, isolamento termico e flangia in PVC per il fissaggio delle membrane in PVC. Il corpo è realizzato in PP. Rilascio verticale: DN 75, 110, 125

imbuto di copertura con riscaldamento elettrico, dotato di un rotolo di polipropilene fogliare (PP), scatola di montaggio con un cambiamento di altezza da 100 a 160 mm, isolamento termico e impermeabilizzazione bitume polimero-tessuto. Rilascio verticale: DN 75, 110, 125

Imbuto per tetto con trappola a foglie, riscaldato elettricamente, isolato termicamente, con flangia a crimpare in acciaio inossidabile, scarico orizzontale DN 75/110

Imbuto per tetto con trappola a foglie, riscaldato elettricamente, isolato termicamente, con un involucro in polivinilcloruro per l'incollaggio di membrane in PVC, versione orizzontale DN 75/110

Imbuto da tetto con trappola a foglie, riscaldato elettricamente, con isolamento termico, con un corpo in polipropilene per l'incollaggio di tessuti FPO, con scarico orizzontale DN 110 o DN 75

Imbuto per tetto con trappola a foglie, riscaldato elettricamente, con isolamento termico, strato di bitume polimerico impermeabilizzante, scarico orizzontale DN 75/110

Imbuto da tetto con scala, riscaldato elettricamente, con isolamento termico, con flangia a crimpare in acciaio inossidabile, con scarico orizzontale DN 75/110

Imbuto da tetto con scala, riscaldato elettricamente, isolato termicamente, con una custodia in PVC per l'incollaggio di membrane in PVC, versione orizzontale DN 110 o DN 75

Imbuto per coperture con scala, riscaldato elettricamente, con isolamento termico, con un corpo in polipropilene per l'incollaggio di tessuti FPO, con uscita orizzontale DN 110 o DN 75

Imbuto da tetto con scala, riscaldato elettricamente, con isolamento termico, strato di bitume polimerico impermeabilizzante, con scarico orizzontale DN 75/110

Sistema di drenaggio riscaldato e coperture con le proprie mani

In inverno e all'inizio della primavera, è spesso possibile vedere enormi ghiaccioli dall'aspetto ghiacciato appesi alle sporgenze del tetto di case, ghiacciate o peggio, grondaie danneggiate dal ghiaccio. Le grondaie di riscaldamento opportunamente organizzate possono prevenire tali fenomeni - proteggere i residenti della casa dal ghiaccio che cade dal tetto e proteggere il sistema dei tubi di scarico dalla necessità di riparazioni annuali.

Nel nostro articolo esamineremo i fattori che influenzano l'aspetto del ghiaccio sulle sporgenze e le grondaie del tetto e descriveremo in dettaglio come scegliere un cavo riscaldante adatto, il suo schema di installazione e organizzare il riscaldamento del tetto e il drenaggio con i nostri sforzi.

Il più efficace è lo schema in cui il cavo fornisce il riscaldamento simultaneo della valle, del tetto sporgente e del sistema di drenaggio.

Dove appare il gelo sul tetto e sulla grondaia

Ghiaccioli su una sporgenza del tetto e ghiaccio in una grondaia sono causati da due motivi principali:

  1. Differenza di giorno e di notte. Questo si manifesta spesso in primavera, quando durante il giorno la neve sul tetto si scioglie sotto l'influenza del calore solare e fluisce dal tetto nel sistema di drenaggio, e di notte si ghiaccia quando la temperatura scende, a volte formando un enorme gelo. I cumuli di ghiaccio spesso portano al fatto che il sistema di drenaggio semplicemente non resiste al loro peso, perché non è progettato per questo, e diventa inutilizzabile, semplicemente rompendo.
  2. Funzionamento di un tetto caldo. I cosiddetti tetti a mansarda, di regola, sono più spesso inclini alla formazione di brina anche in inverno, perché la stanza riscaldata sotto il tetto provoca, anche se lieve, il riscaldamento del tappeto del tetto. Di conseguenza, la neve si scioglie e l'acqua inizia a scorrere lungo la sporgenza del tetto e si raffredda nuovamente nella grondaia più fredda del tetto e nello scarico.

Lo schema del tetto freddo e caldo

Consigli di un professionista: è possibile prevenire il riscaldamento del tetto in inverno, organizzando un cosiddetto tetto freddo (con un sottotetto ventilato non riscaldato), nonché una corretta sistemazione di una torta per tetti - con un divario di ventilazione correttamente disposto e uno spessore sufficiente di isolamento.

Mezzi per riscaldare lo scarico e la sporgenza del tetto

Per prevenire la formazione di brina, vengono attualmente utilizzati vari sistemi per il riscaldamento di grondaie e tetti, ma quasi tutti sono basati sull'utilizzo di un cavo scaldante speciale e di apparecchiature per l'automazione.

Consideriamo più in dettaglio quali tipi di cavi scaldanti e apparecchiature di controllo esistono, quale di loro sarà preferibile per la selezione.

Quale cavo scaldante scegliere

Esistono due tipi principali di cavi scaldanti per coperture e grondaie:

  • Cavo resistivo In pratica, si tratta di un cavo convenzionale costituito da un conduttore metallico e un isolamento. Il cavo resistivo ha una resistenza costante, una temperatura di riscaldamento costante durante il funzionamento e una potenza costante. Il riscaldamento del cavo proviene da un circuito chiuso collegato all'elettricità.

Il cavo di riscaldamento resistivo di design (schema)

  • Il cavo autoregolante per scaldare le grondaie e gli sbalzi del tetto è più tecnologico. È costituito da un elemento autoregolante riscaldante (matrice) che reagisce alla temperatura ambiente (tubo di scarico) e cambia la sua resistenza e, di conseguenza, il grado di riscaldamento, nonché il guscio isolante, la calza e la calotta esterna.

Ogni tipo di cavo scaldante è in grado di fornire un riscaldamento altrettanto efficiente del tetto e delle grondaie. Tuttavia, ognuno di loro ha vantaggi peculiari solo per lui. Quindi, il vantaggio principale di un cavo resistivo è il suo prezzo molto più basso rispetto all'autoregolamentazione. In questo caso, il secondo tipo è più efficiente in termini di consumo di elettricità e senza pretese delle condizioni di installazione.

Quando la temperatura sulla strada aumenta nella matrice del cavo, il numero di percorsi conduttivi diminuisce, in modo che diminuisca la potenza e la quantità di elettricità consumata. Anche la temperatura del cavo autoregolante viene ridotta. Tutto ciò evita la necessità di utilizzare un sensore di temperatura che regola automaticamente il funzionamento del cavo.

Consigli da un professionista: il più efficace in termini di costi e qualità è considerato un sistema combinato di cavi scaldanti. Solitamente, i cavi resistivi economici sono utilizzati nella parte del sistema di copertura, mentre il riscaldamento di grondaie e grondaie è fornito da cavi autoregolanti.

Disegno (schema) del cavo scaldante autoregolante Devi

Per quanto riguarda il calcolo del consumo di energia e la scelta della potenza dei cavi scaldanti, qui la norma per i prodotti di tipo resistivo è un cavo con una capacità di 18-22 W per metro lineare, per autoregolazione - 15-30 W per metro. Tuttavia, va notato che nel caso di un sistema di drenaggio costituito da materiali polimerici, la potenza del cavo non deve superare i 17 W per metro, altrimenti sussiste il rischio di danni allo scarico dovuti a temperature di riscaldamento eccessivamente elevate.

La composizione del sistema di riscaldamento scarico e tetto

Oltre ai cavi scaldanti, i sistemi di riscaldamento comprendono anche i seguenti componenti principali:

  • Elementi di fissaggio.
  • Pannello di controllo, solitamente composto da:
  1. ingresso interruttore trifase;
  2. dispositivi di spegnimento protettivi, di norma, 30 mA di sensibilità;
  3. contattore a quattro poli;
  4. interruttori di protezione unipolari per ogni fase;
  5. termostato di controllo del circuito di protezione automatica;
  6. spia di segnalazione.
  • Componenti della rete di distribuzione:
  1. cavi elettrici usati per alimentare i cavi scaldanti;
  2. cavi di segnale che collegano i sensori del termostato all'unità di controllo;
  3. scatole di montaggio;
  4. giunti che assicurano la tenuta di connessioni e terminazioni di tutti i tipi di cavi.

Schema di collegamento del cavo di riscaldamento

  • Termostato. La regolazione del sistema di riscaldamento del cavo può essere effettuata utilizzando due tipi di dispositivi:
  1. In realtà, il termostato. Questo dispositivo è progettato per includere il sistema di riscaldamento in un determinato intervallo di temperatura. In genere, il range operativo è impostato su -8.. + 3 gradi.
  2. Stazioni meteorologiche Oltre a un determinato intervallo di temperatura, la stazione meteorologica è in grado di monitorare la presenza di precipitazioni e la sua fusione sul tetto. La stazione include non solo un sensore di temperatura, ma anche un sensore di umidità, e alcune stazioni meteorologiche sono dotate sia di un sensore di precipitazione che di un sensore di fusione (umidità).

Quando si utilizza un termostato convenzionale in un sistema di cavi, l'utente dovrà attivare autonomamente il sistema quando c'è una precipitazione e spegnerlo quando non c'è alcuna precipitazione. La stazione meteorologica consente inoltre di automatizzare completamente il processo del sistema e persino programmato per ritardarne l'arresto nel tempo. In altre questioni, a costo di termostati convenzionali significativamente più redditizi.

Installazione della tecnologia del sistema di riscaldamento

Zone di posa del cavo scaldante

Il cavo di riscaldamento deve essere posato in punti di fusione dell'acqua e nelle zone di formazione di ghiaccio:

  • Lungo tutta la lunghezza delle grondaie si estendono uno o più fili. A seconda del diametro degli elementi del sistema di drenaggio, la potenza in uscita del cavo è selezionata tra 200 e 300 W per metro quadrato.

Schema di installazione di sistemi di riscaldamento via cavo per scarico e tetto

  • Nei tubi di scarico. Il riscaldamento degli imbuti e delle parti di uscita dei tubi richiede rinforzi aggiuntivi. Di solito, due tubi da 20-30 W per metro lineare vengono posati nei tubi, a seconda del diametro dei tubi.
  • In roof endov, il cavo è posato su e giù. La lunghezza della posa scelta di almeno 1 m dall'inizio della sporgenza, ma meglio per 2/3 dell'intera lunghezza della valle. La potenza stimata è di 250-300 W per metro quadro della valle.
  • Per la prevenzione della formazione di brina sulle gronde del tetto scegliere lo schema di posa del cavo "serpente". Tale schema di riscaldamento prevede la posa di un cavo lungo il bordo della grondaia. In questo caso, il passo del serpente su tetti rigidi viene scelto per essere un multiplo del modello, e su quelli morbidi, a seconda del consumo energetico per metro quadrato (35-40 cm). L'altezza del triangolo "serpente" viene scelta in modo che la superficie riscaldata non abbia zone fredde sulle quali può formarsi il gelo.
  • Sulla linea di gocciolamento sulla linea di separazione dell'acqua. 1-3 filamenti del cavo in base al design del gocciolatoio.

Istruzioni passo-passo sulla disposizione del drenaggio e del tetto del sistema di riscaldamento del cavo

L'installazione di grondaie e grondaie per il riscaldamento viene effettuata secondo le seguenti regole:

  1. Si consiglia di fissare il cavo nelle grondaie usando un nastro di montaggio speciale lungo la grondaia con strisce. La durata del nastro di montaggio è maggiore, maggiore è lo spessore. La fase di installazione delle strisce del nastro è 0,25 m per un cavo resistivo e 0,5 m per autoregolazione. Lo fissano sulla grondaia il più spesso con rivetti, dopo di che i punti della loro installazione sono sigillati con sigillante.
  2. Nei tubi di scarico, il cavo viene fissato mediante un tubo termoretraibile o un nastro di montaggio. Se l'altezza dei tubi supera i 6 metri, è meglio collegare il cavo a un cavo metallico in una guaina isolante per trasferire il carico su di esso.
  3. Nel segno del tubo e dell'imbuto, il cavo scaldante viene fissato con un nastro di montaggio con rivetti.
  4. Sul tetto il cavo è fissato con l'aiuto del nastro adesivo sul sigillante.

Regole per l'installazione di un cavo scaldante autoregolante con treccia (se il cavo non è intrecciato - i paragrafi 2 e 6 devono essere cancellati)

Consigli di un professionista: si raccomanda vivamente di evitare di forare la copertura per installare elementi di fissaggio al fine di evitare perdite.

  1. La procedura per l'installazione di un sistema di riscaldamento via cavo comporta un'ispezione del sito di installazione, dove non dovrebbero esserci spigoli vivi o altri oggetti che potrebbero danneggiare il cavo.
  2. Le sezioni dei cavi vengono controllate per verificarne la conformità con le zone di riscaldamento di lunghezza.
  3. Se necessario, le sezioni vengono tagliate alla dimensione desiderata, mutate, disposte e fissate.
  4. Installare le scatole di installazione, risuonare e misurare la resistenza di isolamento delle sezioni.
  5. Montare i sensori del termostato, posare il segnale e il cavo di alimentazione.
  6. Installa il pannello di controllo.
  7. Misurare la resistenza e suonare i cavi di alimentazione e di segnale.
  8. Testare il dispositivo di sicurezza.
  9. Regola il termostato.
  10. Eseguire lavori di messa in servizio.

Quindi, abbiamo esaminato in dettaglio come è possibile organizzare il riscaldamento via cavo del sistema di drenaggio con le proprie mani, individuato la struttura del sistema e le regole per la scelta dei componenti. Speriamo che i nostri consigli e le nostre raccomandazioni ti siano utili e che tu possa metterli in pratica.

  • Impianti di trattamento per acque reflue domestiche domestiche, loro selezione e installazione
  • Come scegliere e installare il riflusso per il tetto
  • Calcolo e regole di installazione della tempesta (pioggia) bene
  • Tipi e regole di installazione dei vassoi di drenaggio in calcestruzzo
  • Acque reflue autonome
  • Pompe domestiche
  • Sistema di drenaggio
  • pozzo nero
  • drenaggio
  • Fogna bene
  • Tubi di fognatura
  • attrezzatura
  • Connettiti alla fogna
  • edifici
  • pulizia
  • ingegneria sanitaria
  • Serbatoio settico
  • Come scegliere e installare un'installazione per un bidet
  • Come installare e collegare il bidet fai da te
  • Come scegliere e montare una doccia per un bidet
  • Selezione e installazione di un miscelatore per bidet
  • Selezione e installazione di console per bidet
  • Come installare e regolare i raccordi della valvola di scarico del WC
  • Come collegare la lavastoviglie con le mani
  • Come collegare una lavatrice con le tue mani
  • Pulizia dei tubi di scarico: ricette e attrezzature per la casa
  • Sistema di riscaldamento in tubi di polietilene: come creare le proprie mani