Scarico organizzato da un tetto piano

A causa della mancanza di pendenza, i tetti piatti sono suscettibili all'acqua. Con una grande quantità di precipitazione, l'acqua viene trattenuta in superficie e a temperature sotto lo zero appare ghiaccio, che può causare danni alla struttura. Ecco perché l'elemento necessario di un tetto piano è organizzato scarico. Inoltre, il sistema di drenaggio dell'acqua consente di salvare i materiali che compongono l'edificio.

Scarico non organizzato

Alcuni edifici con tetto piano hanno uno scarico non organizzato. Ma vale la pena ricordare che, secondo le regole del SNiP, una tale struttura non può avere più di 2 piani. Se è superiore, è necessaria l'organizzazione del drenaggio esterno o interno.

Pertanto, qualsiasi edificio a più piani con un tetto piano deve essere dotato di un sistema di drenaggio delle precipitazioni, poiché il drenaggio non organizzato è inefficiente. Di solito è installato all'interno, non all'esterno.

Sistemi esterni e interni

Le pareti protettive sono installate sui tetti piani degli edifici per proteggere le pareti dagli effetti dell'acqua, che sono ricoperti di metallo o cemento. I posti adiacenti a tali muri fino al tetto sono chiusi con un grembiule zincato.

L'installazione di scarico su un tetto piano viene eseguita su:

  • sporgenze inferiori al resto della superficie;
  • tetto piano speciale sporgenze.

Nel primo caso, gli imbuti si trovano vicino alla sporgenza del tetto in canali speciali. In questa forma di realizzazione, l'acqua viene scaricata attraverso i tubi di scarico, che sono condotti attraverso aperture nei canali con canali installati.

Lo scarico organizzato interno significa la creazione di crateri su un tetto piano che sono montati sul tetto. La rimozione delle precipitazioni si verifica sui riser, che si trovano all'interno dell'edificio.

Scarico esterno, secondo le regole di SNiP, non è consigliabile installare su edifici con tetto piano in regioni con un clima temperato. Ciò è dovuto al fatto che ad una temperatura inferiore, l'acqua si congela nei tubi e crea inceppamenti di ghiaccio.

Layout del sistema interno

Lo scarico interno organizzato ha diversi imbuti, dai quali i tubi sono diretti verso un montante comune che porta l'acqua all'esterno dell'edificio. L'intero sistema è composto dai seguenti elementi:

  1. Imbuti per ricevere precipitazioni. Possono essere piatti o con un cappuccio. Il primo tipo di imbuti è installato su tetti piani e il secondo su un tetto inclinato.
  2. Pluviali. Collegano i riser e gli imbuti.
  3. Collezionisti. Sono installati nella parte inferiore dell'edificio e contribuiscono al drenaggio dell'acqua.
  4. Wells. Permettono di ispezionare il sistema, pulirlo dalle impurità e controllare le prestazioni dei suoi elementi.
  5. Elementi aggiuntivi Come elementi di fissaggio, angoli e sospensioni.

Prima di iniziare i lavori per l'installazione del sistema di drenaggio, è necessario verificare se è conforme alle norme di SNiP. Secondo le regole prescritte, i tubi di scarico dovrebbero dirigere le precipitazioni verso il sistema fognario. Se l'acqua entra nel terreno, contribuirà a inondare le fondamenta.

Il sistema di drenaggio dell'imbuto consiste di diversi componenti:

Comuni sono gli imbuti fatti di ghisa.

Regole interne del sistema

Il drenaggio interno, con rilascio esterno, può essere installato su qualsiasi edificio. Non importa in quale zona climatica si trova l'edificio.

Tali sistemi di drenaggio devono garantire la rimozione dell'acqua a diverse temperature. L'installazione di imbuti per l'acqua in tali sistemi non si verifica vicino alle pareti, poiché a temperature sotto lo zero l'acqua si congela nel sistema, creando una congestione.

Quando si creano tali grondaie, si osservano le seguenti regole:

  • prima di iniziare i lavori, l'intera superficie del tetto piano è divisa in più sezioni;
  • un sistema di riser viene creato con l'aspettativa dell'area da 150 a 200 metri quadrati;
  • la pendenza del tetto in direzione degli imbuti dovrebbe essere di 1-2 gradi (secondo le regole di SNiP);
  • l'installazione del drenaggio interno richiede la posa del collettore sotto terra e il collegamento del sistema al sistema fognario;
  • l'acqua piovana viene scaricata nella rete fognaria esterna;
  • Gli imbuti sono installati in modo tale che l'acqua non possa penetrare sotto l'impermeabilizzazione tra questo elemento e la copertura piana.

Tipi di sistemi interni

I sistemi di drenaggio interno sono divisi in 2 tipi:

  1. Gravity. Tali strutture sono progettate per la raccolta gratuita di sedimenti e la loro rimozione da pluviali con pendenza.
  2. Sifone. Tali sistemi sono basati sulla loro precipitazione completa.

La particolarità del sistema di fognatura a sifone è che quando la colonna liquida si muove lungo il tubo nella sua parte superiore, viene creato un vuoto. A causa di ciò, tutto il liquido che entra nell'imbuto non è solo sotto l'influenza della gravità, ma anche assorbito da un vuoto parziale.

Gli scarichi a sifone sono più efficaci perché:

  • per la loro creazione si usano tubi di diametro minore;
  • il tetto non ha bisogno di fare con un pendio;
  • richiedono un minor numero di imbuti;
  • il numero di problemi dall'edificio può essere significativamente ridotto.

Prima di scegliere un particolare sistema di drenaggio, è necessario conoscere l'area del tetto per la quale è progettata la struttura.

Regole di installazione del drenaggio dell'acqua interna

Affinché il sistema di drenaggio funzioni in modo efficiente e possa essere utilizzato per un periodo di tempo più lungo, devono essere osservate diverse regole:

  1. Gli imbuti dovrebbero essere distribuiti uniformemente su tutta la superficie del tetto piano. Nella fase di progettazione del tetto viene calcolata la distanza ottimale tra questi elementi. Troppi di questi elementi aumenteranno in modo significativo i costi di costruzione e una quantità insufficiente comporterà una riduzione dell'efficienza del sistema.
  2. Tutti gli imbuti si trovano in luoghi dove la pendenza del tetto.
  3. L'installazione degli imbuti avviene a una distanza di non più di 20 metri l'uno dall'altro. Se questa regola non viene rispettata, c'è il rischio di ridurre la stabilità della struttura.
  4. L'installazione degli imbuti avviene in modo tale che ciascuno di essi si trova ad angolo retto rispetto all'orizzontale.
  5. Lo scarico di metallo esterno viene fornito con riscaldamento, in modo che a temperature inferiori i tubi non si rompano a causa della pressione del ghiaccio.
  6. Se l'edificio ha diversi piani di copertura, la distanza tra i quali è superiore a 4 metri, lo scarico organizzato ha diversi tubi di scarico.

Durante la creazione del drenaggio è importante prestare attenzione agli imbuti e tubature impermeabilizzanti. Il materiale di copertura viene installato solo dopo l'installazione di imbuti. Per eseguire correttamente tutto il lavoro e non commettere errori, è necessario pianificare l'intero processo e calcolare la quantità di materiale prima di iniziare l'attività.

Vale la pena ricordare che durante la costruzione devono essere rispettate le regole di SNiP. Ecco perché prima di iniziare il lavoro è necessario scoprire quale scarico può essere installato su una struttura specifica.

Scarico del tetto organizzato

Scarico del tetto organizzato e non organizzato

Lo scopo principale delle grondaie, che sono necessarie per tutti gli edifici, è l'organizzazione della rimozione controllata della pioggia e dell'acqua di fusione dalla superficie del tetto, come nella foto. Se non si equipaggia il sistema di drenaggio, quindi scorre lungo il tetto, lo scarico non organizzato cade sui muri, penetra nel seminterrato e l'intero processo termina con la distruzione del basamento e della fondazione. Oltre al ruolo pratico dei moderni sistemi di drenaggio dovrebbe svolgere una funzione decorativa ed essere in armonia con l'aspetto architettonico dell'edificio.

Tipi di sistemi di drenaggio

Distinguere i sistemi di drenaggio:

  • interno. I tubi di drenaggio si trovano all'interno dell'edificio ad una certa distanza dalle pareti esterne. Un tale scarico organizzato ha imbuti di presa d'acqua sulla zona del tetto in luoghi di sezioni basse a una distanza di 50 centimetri o più dalle parti sporgenti dell'edificio (leggi anche: "Imbuto di copertura con riscaldamento elettrico, quale numero inserire?"). È anche previsto che le coperture, le grondaie e gli endyov debbano avere una pendenza verso gli imbuti (vedere anche: "L'imbuto del drenaggio interno per la sistemazione di un tetto piano").
  • esteriore. Come suggerisce il nome, si trovano all'esterno dell'edificio.

A sua volta, lo scarico esterno può essere:

  • disorganizzato. In questo caso, l'acqua defluisce dal tetto del tetto inclinato a terra. Per attrezzare uno scarico non organizzato, SNiP consente anche edifici a 2 piani, soggetti alla presenza di pensiline sopra l'ingresso dell'edificio e aree cieche. Almeno un po 'per ridurre gli effetti distruttivi dei flussi d'acqua consente un aumento (non inferiore a 60 centimetri) della rimozione della cornice. Oltre al fatto che il drenaggio non organizzato dal tetto distrugge le fondamenta e le pareti, danneggia anche l'aspetto dell'edificio.
  • organizzata. Tale scarico previene i fenomeni negativi raccogliendo acqua e trasportandola all'esterno del sito in cui si trova l'edificio. I sistemi di drenaggio sono costituiti dai seguenti elementi: grondaie; imbuti, tubi di scarico; staffe; ginocchia; collegamento e altre parti. Lo scarico organizzato è caratterizzato dal fatto che l'acqua che scorre dal tetto lungo le grondaie viene successivamente deviata verso i tubi di scarico.

Sistemi di drenaggio per la produzione di materiale

Uno scarico esterno moderno e organizzato è il sistema più richiesto per scaricare l'acqua dalla superficie del tetto. Oggi, nel mercato nazionale, le aziende manifatturiere offrono una vasta gamma di prodotti, che si distinguono per il materiale di produzione, la forma, la sezione di gronda e il diametro dei tubi di scarico, come per il drenaggio domestico. così per l'esterno.

Gli scarichi idrici in PVC sono caratterizzati da numerosi vantaggi:

  • resistenza alle precipitazioni;
  • piccolo peso;
  • nessuna corrosione;
  • semplicità e facilità di installazione, che viene eseguita con metodo adesivo o con guarnizioni in gomma.

Altrettanto popolari sono grondaie in acciaio zincato, con rivestimento in polimero, perché sono durevoli e resistenti.

Esempio di scarichi organizzati originali sul video:

Fig. 1 Sistema di drenaggio dell'acqua RUFLEX

Per rimuovere l'acqua dai tetti, dovrebbe essere fornito un sistema di drenaggio organizzato interno o esterno.

Il drenaggio interno è fornito principalmente in edifici riscaldati e strutture con tetti in rotolo e mastice.

Su tetti di materiali di piccole dimensioni, lamiere grecate di cemento-amianto, lamiere di acciaio, rame, piastrelle metalliche e lamiere profilate metalliche, dovrebbe essere fornito un sistema di drenaggio organizzato esterno. Con giustificazione appropriata può essere fornito per il drenaggio interno su tali tetti con drenaggio dell'acqua attraverso i crateri nella valle.

In conformità con la clausola 1.49 di SNiP 2.08.01, è consentito prevedere uno scarico non organizzato dai tetti di edifici di 1-2 piani, a condizione che i dispositivi di visi siano al di sopra degli ingressi. Per eliminare la formazione di ghiaccio sugli elementi del sistema di drenaggio esterno, il riscaldamento elettrico di tutti i suoi elementi e vassoi esterni viene fornito prima delle fogne temporalesche.

Gli scarichi delle fognature interne di drenaggio organizzato dovrebbero essere equamente distribuiti sulla superficie del tetto in aree basse.
Con il drenaggio organizzato, l'area del tetto per un imbuto deve essere stabilita mediante calcolo secondo SNiP 2.04.03 e SNiP 2.04.01.

Gli assi degli imbuti di drenaggio interni devono trovarsi ad una distanza di almeno 600 mm dai parapetti e da altre parti sporgenti dell'edificio. L'abbassamento locale del tetto nei punti di installazione degli imbuti deve essere di 15-20 mm in un raggio di 0,5 m.

In caso di drenaggio disorganizzato, la rimozione della gronda dal piano murale deve essere di almeno 300 mm.

I requisiti di base generali per un sistema per la rimozione di acqua sedimentaria possono essere formulati come segue:

  • la superficie del tetto deve essere resistente alla pioggia e al gelo;
  • materiale di copertura dovrebbe
  • resistente alla luce e alle alte temperature;
  • i sedimenti accumulati sulla superficie del tetto mediante uno specifico sistema di drenaggio devono essere allontanati dall'edificio;
  • dalla superficie dei tetti convenzionali (così come i tetti adattati per camminare, i bovindi, i tetti verdi), l'acqua sedimentaria dovrebbe essere rimossa per mezzo di un sistema calcolato di accumulo e drenaggio dell'acqua; allo stesso tempo, i canali di drenaggio, i filetti, i canali di accumulo di scorie e i pozzi di drenaggio con gli imbuti sono gli elementi principali della rimozione dell'acqua sedimentaria.
  • il drenaggio deve essere fornito con un angolo di inclinazione del tetto appropriato;
  • la pendenza del pendio nella direzione del sistema di drenaggio può essere ridotta solo sui tetti inclinati grazie all'utilizzo di "puledre" (queste sono guarnizioni sul fondo delle travi per la formazione di una pendenza più dolce);
  • grondaia, canale, raccordo, vassoio non devono essere ristretti nella direzione
    flusso d'acqua;
  • i canali di gronda dovrebbero essere disposti in modo tale che l'edificio sia protetto dalla neve (ghiaccio, ghiaccioli, ghiaccio);
  • la sezione trasversale della grondaia del tetto (F) e la pendenza nella direzione del flusso d'acqua dovrebbero essere fornite su qualsiasi superficie del pendio;
  • il materiale delle grondaie, i raccordi devono sempre essere appropriati al fine di garantire:

    Fig. 2 Sistemi di drenaggio in lamiera d'acciaio zincata con rivestimento polimerico (LindabProfil)

    Sui tetti di edifici con un drenaggio esterno non organizzato, situato in luoghi in cui è vietato lo scarico della neve dal tetto, devono essere previsti dispositivi di ritenzione della neve che devono essere fissati alla cassa, alle piste o alle strutture di supporto del rivestimento; dispositivi snegozaderzhivayuschie possono essere situati in linea o nella "spina di pesce". Per lo scarico del dispositivo grondaie usate grondaie semicircolari o scatolate. Grondaie fornite complete di tubo di scarico ed elementi aggiuntivi. Il kit può anche essere realizzato in officine con l'attrezzatura appropriata.

    Il tipo più comune di grondaia è una gronda semicircolare. La sezione trasversale semicircolare fornisce condizioni favorevoli per il flusso di acqua piovana, è più conveniente nella produzione e presenta una maggiore rigidità rispetto a quelle a forma di scatola.

    Le grondaie sono installate con una pendenza per garantire un buon flusso. In presenza del parapetto del muro, viene utilizzato un interno, incassato nello scivolo del tetto. Quando si costruisce una grondaia, occorre prestare particolare attenzione alla tenuta dell'accoppiamento della grondaia con lo stramazzo.
    Per escludere la possibilità di congelamento dell'acqua e la formazione di ghiaccio nelle grondaie durante il periodo invernale, deve essere fornito un sistema di riscaldamento.

    Grondaia per tetto organizzata: opzioni di sistema

    La grondaia organizzata del tetto fornisce un flusso d'acqua direzionale dal tetto, proteggendo le fondamenta, i muri e le grondaie. Quest'ultimo soffre maggiormente dell'umidità, compromettendo l'integrità del tetto. Tuttavia, è possibile fare affidamento sull'efficienza del sistema solo a due condizioni:

    • il progetto, che tiene conto di tutte le caratteristiche del tetto;
    • installazione competente.

    Tipi di fuga organizzata ↑

    Il drenaggio organizzato dal tetto oggi è di due tipi: esterno ed interno.

    Sistema esterno ↑

    Qualsiasi sistema di drenaggio esterno include grondaie e tubi che collegano imbuti e altri accessori opzionali. L'acqua viene scaricata attraverso i tubi installati sulle facciate. Secondo lo SNiP, la distanza tra loro non può essere superiore a 24 m, e per l'area della sezione trasversale della tubazione viene utilizzato un coefficiente di 1,5 cm 2 / m 2 che lo collega alla superficie del tetto. La pendenza longitudinale delle grondaie non deve essere inferiore al 2%. Adatto all'esterno per tetti ricoperti da piccoli pezzi di copertura, lastre di ardesia ondulata. acciaio, rame, corrugato e metallo.

    Interno ↑

    Un altro sistema - interno, è costituito da tubi posati all'interno della casa. Anche nelle forti gelate, l'acqua che scorre dal tetto non si congela in esse. Viene fornito per tetti laminati e mastici.

    Imbuti di presa d'acqua disposti uniformemente sulla superficie del tetto del calcolo. per ogni sezione di 1 cm 2 dell'imbuto - 0,75 m 2 quadrati. Le sezioni del tetto delimitate da giunti di dilatazione e pareti sono dotate di almeno due crateri. Si trovano nei posti più bassi, e tra loro e i parapetti, o qualsiasi altra parte sporgente dell'edificio, deve essere mantenuta una distanza di almeno 500 mm. Nelle aree entro un raggio di mezzo metro dai siti di installazione dei crateri, il tetto si abbassa di 15-20 mm.

    Selezione del materiale ↑

    I sistemi di drenaggio dei materiali sono divisi in due gruppi: plastica e metallo. Sceglili in base al tipo di copertura. Tetto in metallo Certo, metallo più adatto, come per gli altri tipi, quindi di plastica.

    La forma del profilo rettangolare e rotondo distinto.

    La scelta delle soluzioni di colore è piuttosto ampia. Le tonalità di rosso, marrone e verde in tono di copertura sono più popolari tra i proprietari di case, e il bianco è un contrasto luminoso nel design del design. A differenza di altri criteri, la combinazione di colori è esclusivamente la preferenza del consumatore.

    Come fare uno scarico: regole importanti ↑

    Affinché il sistema di drenaggio funzioni in modo affidabile e affidabile, la sua installazione deve essere eseguita in base a requisiti specifici:

    • lo scivolo è installato con un certo pregiudizio verso l'imbuto di scarico. La pendenza deve essere di circa 10 cm o 1% per ogni metro lineare di lunghezza. In una situazione in cui due tubi di drenaggio sono attaccati alla parete, la pendenza deve essere fatta in entrambe le direzioni, a partire dal centro della grondaia. Se il tubo è singolo e si trova al centro del muro, i requisiti per il dispositivo sono gli stessi, solo nella direzione opposta;
    • in case che hanno una forma complicata con risalit sulla facciata e finestre a bovindo, lo scivolo di installazione praticamente si piega in ogni angolo del tetto. Pertanto, assicurarsi di tenere conto del fatto che il numero di curve nelle posizioni degli scarichi non deve essere superiore a tre. Altrimenti, inevitabilmente formano congestione da fogliame e vari detriti.
    • Si sconsiglia di posizionare i tubi di drenaggio all'ingresso della casa o vicino alla porta del garage. Durante il periodo del disgelo in inverno, quando la neve si scioglie sul tetto, l'acqua inizia a scorrere verso il basso, e dal gelo mattutino si forma all'ingresso del portico e dei sentieri.

    [stextbox id = "infotxt" bwidth = "4" bcolor = "FAFAD2" bgcolor = "FDFDF1" bgcolorto = "FDFDF1"] Questo, tuttavia, può essere evitato installando un sistema anti-icing. [/ stextbox]

    • È severamente vietato installare tubi di scarico negli angoli interni dell'edificio. In queste aree, il rischio che la larghezza di banda non sia sufficiente per far fronte al flusso di pioggia è molto più alta. E in questo caso, tra i probabili risultati: traboccamento di acqua e violazione dell'integrità degli elementi.

    Installazione del sistema di metallo e plastica - le differenze ↑

    I prodotti realizzati con materiali diversi presentano alcune differenze nell'assemblaggio: il metallo è un po 'più difficile da assemblare rispetto al PVC, quest'ultimo ha parti e caratteristiche più piccole del metallo. Inoltre, la deformazione della temperatura in esse procede in ognuno di essi a suo modo.

    All'installazione di scarichi di plastica. a differenza del metallo, utilizzare parti sagomate appositamente progettate per compensare la deformazione lineare degli elementi. I prodotti in metallo e plastica sono fissati su staffe con passo diverso: metallo - al massimo 90 cm e plastica - fino a 60 cm.

    Per il montaggio di tutti gli elementi in plastica con colla speciale o guarnizioni in gomma.

    [stextbox id = "warning" bwidth = "4" bcolor = "FAFAD2" bgcolor = "FDFDF1" bgcolorto = "FDFDF1"] La combinazione di questi metodi non è raccomandata. [/ stextbox]

    Indipendentemente dal materiale di cui è fatta la grondaia, deve essere protetto dalla neve e dal ghiaccio che cadono sotto una valanga, che può causare deformazioni. Pertanto, sui tetti vengono installati i supporti sneder, che dovrebbero corrispondere al tipo di tetto, ad esempio quelli tubolari sono utilizzati per la piastrellatura metallica e quelli reticolari sono collegati a quelli naturali.

    Articoli correlati:

    Cosa è necessario per dotare il riscaldamento del tetto e delle grondaie? Scarico su un tetto piano: regole di installazione Come riparare scarichi: raccomandazioni e metodi Scarichi Ruukki: protezione di pareti e tetti in finlandese

    Grondaia per tetto organizzata: opzioni di sistema

    Oggi non è difficile realizzare un tetto affidabile e di alta qualità - il mercato delle costruzioni non ha mai conosciuto una tale abbondanza di materiali per il tetto e gli specialisti. Ma perché lei e altri progetti di case iniziano a crollare in anticipo? Uno dei motivi principali è la mancanza o insufficiente preveggenza del sistema di drenaggio.

    La grondaia organizzata del tetto fornisce un flusso d'acqua direzionale dal tetto, proteggendo le fondamenta, i muri e le grondaie. Quest'ultimo soffre maggiormente dell'umidità, compromettendo l'integrità del tetto. Tuttavia, è possibile fare affidamento sull'efficienza del sistema solo a due condizioni:

    • il progetto, che tiene conto di tutte le caratteristiche del tetto;
    • installazione competente.

    Tipi di fuga organizzata ↑

    Il drenaggio organizzato dal tetto oggi è di due tipi: esterno ed interno.

    Sistema esterno ↑

    Qualsiasi sistema di drenaggio esterno include grondaie e tubi che collegano imbuti e altri accessori opzionali. L'acqua viene scaricata attraverso i tubi installati sulle facciate. Secondo lo SNiP, la distanza tra loro non può essere superiore a 24 m, e per l'area della sezione trasversale di un tubo viene utilizzato un coefficiente di 1,5 cm 2 / m 2, che lo collega all'area del tetto. La pendenza longitudinale delle grondaie non deve essere inferiore al 2%. Adatto all'esterno per tetti coperti con piccoli pezzi di materiale di copertura, lastre di lamiera ondulata, acciaio, rame, lamiera ondulata e metallo.

    Interno ↑

    Un altro sistema - interno, è costituito da tubi posati all'interno della casa. Anche nelle forti gelate, l'acqua che scorre dal tetto non si congela in esse. Viene fornito per tetti laminati e mastici.

    Imbuti di presa d'acqua posizionati uniformemente sulla superficie del tetto al ritmo di: per ogni sezione di 1 cm 2 dell'imbuto - area di 0,75 m 2. Le sezioni del tetto delimitate da giunti di dilatazione e pareti sono dotate di almeno due crateri. Si trovano nei posti più bassi, e tra loro e i parapetti, o qualsiasi altra parte sporgente dell'edificio, deve essere mantenuta una distanza di almeno 500 mm. Nelle aree entro un raggio di mezzo metro dai siti di installazione dei crateri, il tetto si abbassa di 15-20 mm.

    Selezione del materiale ↑

    I sistemi di drenaggio dei materiali sono divisi in due gruppi: plastica e metallo. Sceglili in base al tipo di copertura. Tetto metallico, ovviamente, metallo più adatto, come per gli altri tipi, la plastica.

    La forma del profilo rettangolare e rotondo distinto.

    La scelta delle soluzioni di colore è piuttosto ampia. Le tonalità di rosso, marrone e verde in tono di copertura sono più popolari tra i proprietari di case, e il bianco è un contrasto luminoso nel design del design. A differenza di altri criteri, la combinazione di colori è esclusivamente la preferenza del consumatore.

    Come fare uno scarico: regole importanti ↑

    Affinché il sistema di drenaggio funzioni in modo affidabile e affidabile, la sua installazione deve essere eseguita in base a requisiti specifici:

    • lo scivolo è installato con un certo pregiudizio verso l'imbuto di scarico. La pendenza deve essere di circa 10 cm o 1% per ogni metro lineare di lunghezza. In una situazione in cui due tubi di drenaggio sono attaccati alla parete, la pendenza deve essere fatta in entrambe le direzioni, a partire dal centro della grondaia. Se il tubo è singolo e si trova al centro del muro, i requisiti per il dispositivo sono gli stessi, solo nella direzione opposta;
    • in case che hanno una forma complicata con risalit sulla facciata e finestre a bovindo, lo scivolo di installazione praticamente si piega in ogni angolo del tetto. Pertanto, assicurarsi di tenere conto del fatto che il numero di curve nelle posizioni degli scarichi non deve essere superiore a tre. Altrimenti, inevitabilmente formano congestione da fogliame e vari detriti.
    • Si sconsiglia di posizionare i tubi di drenaggio all'ingresso della casa o vicino alla porta del garage. Durante il periodo del disgelo in inverno, quando la neve si scioglie sul tetto, l'acqua inizia a scorrere verso il basso, e dal gelo mattutino si forma all'ingresso del portico e dei sentieri.

    Questo, tuttavia, può essere evitato se si monta il sistema antighiaccio.

    • È severamente vietato installare tubi di scarico negli angoli interni dell'edificio. In queste aree, il rischio che la larghezza di banda non sia sufficiente per far fronte al flusso di pioggia è molto più alta. E in questo caso, tra i probabili risultati: traboccamento di acqua e violazione dell'integrità degli elementi.

    Installazione del sistema di metallo e plastica - le differenze ↑

    I prodotti realizzati con materiali diversi presentano alcune differenze nell'assemblaggio: il metallo è un po 'più difficile da assemblare rispetto al PVC, quest'ultimo ha parti e caratteristiche più piccole del metallo. Inoltre, la deformazione della temperatura in esse procede in ognuno di essi a suo modo.

    Quando si installano grondaie in plastica, al contrario del metallo, utilizzare parti sagomate appositamente progettate per compensare la deformazione lineare degli elementi. I prodotti in metallo e plastica sono fissati su staffe con passo diverso: metallo - al massimo 90 cm e plastica - fino a 60 cm.

    Per il montaggio di tutti gli elementi in plastica con colla speciale o guarnizioni in gomma.

    La combinazione di questi metodi non è raccomandata.

    Indipendentemente dal materiale di cui è fatta la grondaia, deve essere protetto dalla neve e dal ghiaccio che cadono sotto una valanga, che può causare deformazioni. Pertanto, sui tetti vengono installati i supporti sneder, che dovrebbero corrispondere al tipo di tetto, ad esempio quelli tubolari sono utilizzati per la piastrellatura metallica e quelli reticolari sono collegati a quelli naturali.

    Grondaie organizzate

    Lo scopo principale del sistema di drenaggio è quello di raccogliere e scaricare la massa fusa e l'acqua piovana nel sistema fognario o nel sistema fognario ordinario. Lo scopo di queste attività è di impedire che l'umidità entri nei muri, nella zona cieca e nelle fondamenta dell'edificio, al fine di prevenire la sua azione distruttiva e la necessità di successive riparazioni costose. Un'ulteriore funzione del sistema di drenaggio è di dare all'edificio un aspetto originale e piacevole. Come tutti gli altri tipi di strutture edili, la creazione di uno scarico è regolata dal corrispondente SNiP 31-06-2009 modificato dal SP 118.13330.2012, emanato il 01.09.2014.

    Tipi di sistemi di drenaggio esistenti

    Ci sono tre principali sistemi di drenaggio:

    1. Scarico esterno organizzato per tetto
    2. Drenaggio domestico organizzato
    3. Drenaggio non organizzato

    Molte delle informazioni generali possono essere trovate nel video:

    Grondaia esterna organizzata

    Attualmente, questo sistema è considerato il più diffuso e frequentemente utilizzato. Si tratta di un insieme di grondaie, tubi e dispositivi di fissaggio dello scarico, combinati in un unico insieme, installati all'esterno dell'edificio attaccandoli alle sue pareti. Come risultato della sua azione, l'acqua dal tetto dovrebbe cadere nella fogna o nel pozzo.

    SNiP consente l'organizzazione di un sistema di drenaggio esterno su tetti piani e inclinati di quasi tutti i tipi di edifici e strutture.

    Vantaggi che il drenaggio esterno organizzato di un tetto possiede:

    • protezione garantita contro l'ingresso di acqua da muri, fondazioni e aree cieche di un edificio;
    • aspetto attraente dato alla struttura attraverso l'uso di materiali moderni di alta qualità.

    Lo svantaggio principale del sistema in esame è la necessità di investire risorse finanziarie per l'acquisto e l'installazione.

    I più comuni sistemi di PVC e metallo, che sono stati attivamente utilizzati al posto del tradizionale acciaio zincato o metallo ferroso. Il più qualitativo, esteticamente attraente e resistente, ma allo stesso tempo e il più costoso, è l'uso del rame.

    Scarico interno del tetto organizzato

    Durante la costruzione di questo sistema di drenaggio, i tubi vengono posati direttamente all'interno dell'edificio. L'umidità viene raccolta sul tetto e trasportata attraverso l'acqua piovana o le fognature ordinarie. Quasi sempre, questo tipo si trova sui tetti piatti, che sono fatti di materiali laminati e mastici. Il suo vantaggio è che l'acqua nei tubi interni non si congela nemmeno nei periodi più freddi, il che è uno dei problemi del drenaggio esterno, specialmente in condizioni domestiche.

    La mancanza di un drenaggio organizzato da un tetto piano è anche ovvia - una parte dello spazio interno è coinvolta, che, di regola, è sempre carente.

    SNiP regola chiaramente i requisiti di base, il cui adempimento è necessario per il successo del lavoro:

    • l'area dei crateri situati sul tetto è calcolata sulla base del rapporto - di 0,75 mq. area di copertura di almeno 1 cmq. sezioni trasversali dell'imbuto di presa dell'acqua;
    • almeno due crateri dovrebbero essere collocati nelle sezioni del tetto limitate da pareti o giunti di dilatazione;
    • è prevista l'installazione di imbuti di presa d'acqua nei luoghi del tetto con i segni verticali più bassi;
    • gli imbuti specificati devono trovarsi a non più di 50 cm dalle pareti o dai parapetti.

    Drenaggio non organizzato

    Con questo sistema, lo scongelamento o l'acqua piovana scendono a terra direttamente dal tetto. Naturalmente, la mancanza di necessità di materiali e strumenti aggiuntivi comporta un risparmio di risorse finanziarie durante la costruzione, che è uno dei principali vantaggi del drenaggio non organizzato.

    Il suo uso non è consentito su un tetto piano, in quanto il drenaggio si verifica a causa della pendenza del tetto esistente. Inoltre, anche con la costruzione di un drenaggio dell'acqua non organizzata su piccoli edifici e strutture, è difficile evitare problemi:

    • deterioramento o persino distruzione parziale della fondazione. Il problema può essere risolto installando un ulteriore drenaggio sotto terra, il cui scopo sarà quello di rimuovere l'acqua in eccesso dal terreno adiacente alla fondazione;
    • effetti negativi sul piano interrato dell'edificio. Eliminato dall'aggiornamento periodico dello strato di impermeabilizzazione verticale;
    • Possibile danneggiamento meccanico della facciata. Il problema viene risolto anche migliorando l'impermeabilità e mantenendolo in condizioni adeguate.

    La presenza di questi problemi pone una domanda logica: quanto è ragionevole il dispositivo di uno scarico non organizzato. Le condizioni necessarie per questo sono chiaramente regolate dal SNiP 31-06-2009 nell'edizione aggiornata, che è entrata in vigore il 01.09.2014. Descrive i segni di edifici e strutture in cui è consentito un sistema di drenaggio non organizzato.

    Scarico del tetto piano: le specifiche della costruzione di opzioni interne ed esterne

    Senza una corretta organizzazione del sistema di drenaggio, il tetto piano avrà bisogno rapidamente di riparazioni impreviste. La stasi di pioggia e acqua di fusione sulla superficie erodono gradualmente lo strato protettivo esterno del rivestimento. Di conseguenza, la base nuda collasserà rapidamente dalla luce solare che attacca zelantemente. Durante il congelamento, i cristalli d'acqua possono facilmente strappare il materiale.

    Prevenire e prevenire gli impatti negativi possono costruire correttamente tetto piano grondaia. Le regole e i principi per la costruzione di un sistema di drenaggio così importante dovrebbero essere attentamente studiati dal proprietario, che si preoccupa del servizio efficace e lungo della proprietà suburbana.

    contenuto

    Grondaie a tetto piano

    Lo scopo della costruzione del sistema di drenaggio di un tetto piano è di organizzare completamente la rimozione della pioggia e di sciogliere l'acqua da una superficie sensibile al loro effetto. È efficace per agire tutto l'anno senza la formazione di blocchi di polvere, ghiaccio e ingorghi.

    Indipendentemente dalle letture dei termometri e dalla quantità di precipitazioni, lo scarico deve accettare e trasferire immediatamente la sostanza liquida nel sistema fognario, in un serbatoio per la raccolta di acqua piovana o al suolo.

    Classificazione dei sistemi di precipitazione

    Per trasportare l'acqua senza interferenze e ostacoli, devi sapere esattamente quale tipo di sistema scegliere per la sistemazione della proprietà suburbana:

    • All'aperto non organizzata. Supponendo il deflusso spontaneo di acqua atmosferica. Applicare alla disposizione di piccoli annessi non superiore a due piani.
    • All'aperto organizzato. Supponendo la raccolta di acqua utilizzando grondaie o grondaie, accoppiata con imbuti, seguita da trasferimento al tubo di scarico. Il sistema è posto sulle sporgenze della grondaia e sul lato esterno delle pareti portanti. È utilizzato nella sistemazione di edifici residenziali e non residenziali, in gran parte bassi, ma lo schema è consentito per organizzare il deflusso dai tetti degli edifici con altitudini fino a cinque piani.
    • Interno. Secondo il quale, l'assunzione di acqua è prodotta da canaletti di grondaie costruiti appositamente per tetti piani, incorporati nel sistema di copertura. L'acqua viene scaricata attraverso i riser situati all'interno dell'edificio in fase di elaborazione.

    I sistemi di drenaggio del tipo esterno funzionano bene nelle regioni meridionali, dove l'acqua nei tubi congela estremamente raramente o non congela affatto durante l'intero periodo freddo. Per le aree della fascia climatica temperata domestica, gli scarichi esterni sono consigliati esclusivamente per le strutture della soffitta.

    Su tetti senza soffitta, la neve si scioglierà quasi senza interruzione per tutto l'inverno, perché il soffitto viene costantemente riscaldato dal calore proveniente dall'interno. Entrando nelle condutture fredde, l'acqua di fusione formerà degli ingorghi di ghiaccio.

    Se il tetto piano ha una soffitta, allora il processo di scioglimento della neve può essere regolato. Aprendo i lucernari, la temperatura sul tetto può essere notevolmente ridotta, in modo che la neve si sciolga molto più lentamente o si fermi completamente.

    Nelle regioni settentrionali vi è la minaccia di uno spazio di copertura durante uno scatto a freddo. Nei tubi può formarsi un tubo che impedisce all'acqua di rimanere sul tetto. Il liquido cristallizzato aumenta significativamente di volume, il che comporta danni al tetto che lo ha assorbito. Pertanto, nelle latitudini locali settentrionali e temperate, solo quelle non residenziali sono dotate di drenaggi esterni; edifici ed edifici non riscaldati con una bassa temperatura prevista.

    Le celle frigorifere, ad esempio, equipaggeranno una lastra in cemento armato esterna con un lato e un tubo di scarico. L'impressionante area di tale struttura contribuisce all'equalizzazione della temperatura del sistema e dell'ambiente, in modo che non si formino gli inceppamenti del ghiaccio.

    Gli edifici residenziali con tetti piani, costruiti nelle zone settentrionali e temperate, sono dotati di grondaie di tipo interno. La costruzione è più costosa, ma funziona senza intoppi tutto l'anno. I montanti situati all'interno degli edifici sono costantemente riscaldati dal calore interno, che impedisce il verificarsi di inceppamenti di ghiaccio nelle condotte. Nelle latitudini meridionali, le vie di drenaggio delle specie esterne stanno conducendo.

    Componenti strutturali degli scarichi

    Nel drenaggio del dispositivo del tipo esterno e interno molto in comune. Ogni sistema costruito per tetti piani include elementi simili nello scopo e nella costruzione, questi sono:

    • Imbuti e grondaie di presa dell'acqua progettati per ricevere le acque reflue e trasferirli al tubo di scarico.
    • Riser che forniscono nei punti di ricezione la massima velocità del flusso d'acqua a causa delle forze di gravità.
    • Drainpipes richiesto per la rimozione delle precipitazioni alle facilità di scarico.

    Il principale punto di riferimento del design del sistema di drenaggio è la lunghezza minima della tubazione dai punti di ingresso dell'acqua ai punti di scarico del sistema. L'opzione esterna più corta e più economica include un montante con un imbuto o uno scivolo nella parte superiore e un breve rilascio alla base.

    L'uscita è posizionata ad un angolo insignificante ad una distanza di 20-45 cm dalla superficie sopra il sistema di scarico delle acque piovane o semplicemente sopra la zona cieca protetta dall'erosione. Tuttavia, sono spesso circostanze insormontabili che impediscono alla casa di dotarla di un tale schema: la mancanza di un sistema di drenaggio, di terreni deboli, di vecchie fondamenta, il cui quartiere è indesiderabile.

    Se è impossibile posare l'autostrada più piccola, stanno cercando altri modi per deviare l'acqua: una tubazione sotterranea o sotterranea che porta al punto più conveniente di scarico viene rimossa dal montante.

    Lo schema dell'oleodotto è utilizzato incondizionatamente nella costruzione di tetti piani con scarico interno, poiché il sistema è sicuramente obbligato a trasportare l'acqua all'esterno dell'edificio.

    Le specifiche della formazione della pendenza

    Per stimolare un flusso d'acqua indipendente nella direzione richiesta sui tetti piani, si formano pendenze dell'1-2%:

    • Per l'organizzazione del tipo di drenaggio esterno, l'intero piano deve essere inclinato verso il sito di installazione dello scivolo di raccolta. Molto spesso è il muro di fondo dell'edificio.
    • Per organizzare il flusso di acqua secondo lo schema interno, viene creata una pendenza sul luogo di installazione dell'imbuto di presa dell'acqua. È formato secondo il principio dell'involucro in modo che intorno a ciascun punto di ricezione dell'acqua vi sia una diminuzione entro un raggio di 50 cm.

    Gli imbuti di presa d'acqua dei sistemi di drenaggio interno possono essere installati non solo nella zona centrale del tetto, ma anche vicino al muro esterno, ad una distanza non inferiore a 60 cm da esso. Pertanto, lo schema di inviluppo del dispositivo prevede diverse opzioni.

    In ogni caso, il piano inclinato deve essere diretto verso l'ingresso dell'acqua. E se sul tetto sono installati diversi imbuti, dovrebbe essere creata una sorta di "spartiacque" tra di loro - una versione in miniatura di una catena montuosa, le cui pendenze dirigono il flusso dell'acqua nella direzione dell'imbuto più vicino.

    Per risolvere il problema della formazione di piste ci sono diversi metodi collaudati:

    • Inclinare il dispositivo nel processo di costruzione installando il soffitto all'angolo richiesto.
    • Riempimento di argilla espansa sotto forma di uno strato a forma di cuneo, seguito da un getto di massetto cementizio.
    • L'organizzazione del pendio con la posa delle lastre a cuneo di isolamento in lana minerale.

    La pendenza dei piani di grandi dimensioni viene effettuata con l'ausilio di speciali strutture metalliche che formano angoli. Nella costruzione privata sono usati raramente.

    Regole per la costruzione del drenaggio interno

    Come dovrebbe essere per qualsiasi oggetto in costruzione, il sistema di drenaggio di una casa privata dovrebbe essere pre-calcolato e progettato. È necessario preselezionare il modo più breve possibile di posare la condotta e fornire il luogo più comodo per collegarlo alla rete fognaria.

    Le organizzazioni di drenaggi interni sono soggette a varie strutture di copertura piana. Sono soddisfatti sui tetti con e senza soffitte, categorie sfruttate e non sfruttate. Prendendo in considerazione le specifiche di pianificazione della casa, un designer indipendente dovrebbe tenere conto che:

    • Le alzate delle grondaie si trovano solitamente nell'area delle scale vicino a muri, colonne, tramezzi. È auspicabile vicino ai locali per il riscaldamento spontaneo durante i periodi freddi dell'anno. Pareti filettate nei muri sono severamente vietate. Può essere installato in solchi, miniere, scatole. Si consiglia di posizionarli in armadi o comparti di utilità simili.
    • Quando si organizza un sistema di tubi di scarico di un edificio non riscaldato, è necessario prevedere metodi per il riscaldamento artificiale di crateri e alzate. Per aumentare la temperatura degli elementi esterni del tetto piano, è installato un cavo di riscaldamento elettrico o i montanti sono installati accanto al riscaldamento a vapore.
    • Il tetto piano con un attico è il migliore per dotare la condotta, passando all'interno della soffitta. Funziona come una rete di sospensione. Garantire il flusso delle sezioni orizzontali del tubo del sistema di sospensione impostato su una pendenza di 0,005. ie per ogni metro lineare del tubo dovrebbe esserci una diminuzione di 5 mm nella direzione dello sfioratore.
    • Durante la posa di condotte sospese, è necessario riscaldare l'area di drenaggio nella zona della soffitta.
    • Se i dispositivi del sistema di sospensione non sono possibili, viene posata una tubazione sotterranea. Non ci sono regolamenti sull'angolo di inclinazione dei rami sotterranei. La cosa principale è essere collegati alla rete fognaria. Tuttavia, il circuito sotterraneo è molto più costoso, molto più scomodo in termini di controllo e lavori di riparazione. Inoltre, la sua implementazione potrebbe impedire fondamenti troppo potenti.
    • Quando si progetta, le curve devono essere evitate quando possibile.
    • Un montante a una distanza di circa un metro dalla superficie della terra dovrebbe essere dotato di un controllo per la pulizia.

    In effetti, uno scarico a tetto piatto dovrebbe essere organizzato come un sistema di sfioratore standard: con tombini, revisioni, ecc. Nella costruzione di un tubo di scarico sospeso utilizzato tubi in ceramica, plastica, ghisa, cemento-amianto che resistono alla pressione quando ostruiti.

    Per la posa di parti interrate del tubo degli stessi materiali, ma senza i requisiti del regime idrostatico. Il laminatoio lungo in acciaio viene applicato solo su oggetti industriali con manifestazioni caratterizzanti di vibrazione.

    In base alle normative tecnologiche, un imbuto di raccolta può ricevere il deflusso atmosferico da un tetto fino a 1200 m², la distanza tra le prese d'acqua adiacenti deve essere di almeno 60 m. D'accordo, la scala designata per la costruzione a pochi piani non è troppo particolare. In breve, deve esserci almeno un imbuto sul tetto di una piccola casa privata.

    È necessario aumentare il numero di dispositivi di aspirazione dell'acqua se:

    • L'area del tetto supera i limiti specificati da GOST.
    • La casa è divisa in sezioni. Quindi ogni compartimento dovrebbe essere dotato di un proprio imbuto.
    • All'interno della stessa struttura del tetto ci sono elementi separati da parapetti, giunti di dilatazione o temperatura. Ogni settore di tale tetto dovrebbe avere due ricevitori.

    Gli imbuti di drenaggio sono prodotti per tetti piani esistenti e non sfruttati, per strutture e sistemi combinati con mansarda. Ci sono modelli utilizzati nella disposizione dei pavimenti in cemento con un rivestimento bituminoso e controparti in legno, ricoperti di pavimenti corrugati. Per tutte le varianti utilizzate nella costruzione, prese d'acqua sono realizzate in ghisa, ceramica, acciaio zincato, polimeri.

    I dispositivi di aspirazione dell'acqua sono prodotti in varie dimensioni. Il design standard è costituito dall'imbuto stesso con lati larghi e un cappuccio rimovibile con fori che consentono all'acqua di fluire.

    I membri più sofisticati della classe di imbuti per tetti sono dotati, inoltre, di un ombrello che protegge lo scarico dall'ostruzione, con una tazza rimovibile e un anello di pressione progettato per bloccare i bordi del rivestimento morbido del dispositivo. Tutti i modelli devono consentire il servizio e la pulizia.

    Indipendentemente dal modello dell'imbuto e dallo scopo dell'edificio, vengono fatte uguali richieste a tutte le prese d'acqua:

    • Ciotole di cisterne d'acqua sono rigidamente attaccate ai rivestimenti o ai pavimenti portanti. Per il fissaggio, i morsetti sono utilizzati in una quantità di almeno due pezzi.
    • Dopo l'installazione, è necessario l'imbuto per garantire la tenuta del tetto sul luogo di installazione.
    • Gli ugelli degli imbuti sono collegati ai montanti con l'aiuto di compensatori, che consentono di preservare la tenuta delle giunture quando le strutture dell'edificio si restringono.
    • Gli imbuti sono collegati ai sistemi di sospensione mediante piegature sagomate.
    • La vasca di aspirazione dell'acqua è installata sotto il tetto di finitura per eliminare la possibilità di ristagni d'acqua. I tappi delle prese d'acqua sui tetti non sfruttati nel piano sono arrotondati, di solito salgono sopra la superficie. I cappucci degli imbuti per i tetti installati vengono installati a filo con il rivestimento, nel piano sono più spesso quadrati, in modo che sia più semplice posare la piastrella attorno al dispositivo.

    Per migliorare la tenuta e l'affidabilità nella zona dell'intersezione della struttura del tetto a imbuto ha permesso l'uso dell'isolamento termico. I sistemi di tetto del solito tipo sono dotati di imbuti a livello singolo.

    I sistemi di inversione e le coperture costruite con l'aiuto di dispositivi di fissaggio meccanici sono dotati di prese d'acqua a due livelli che garantiscono la raccolta dell'acqua oltre l'impermeabilizzazione e la protezione dal vapore.

    Le strutture del tetto con rivestimenti polimerici a membrana sono realizzate per equipaggiare con prese d'acqua con una flangia di fissaggio polimerica, che viene incollata o saldata al tetto.

    Questo metodo consente di ottenere la massima impermeabilità nella zona dell'impianto di aspirazione dell'acqua. Le aree di incollaggio delle flange delle prese d'acqua devono essere rinforzate con strati aggiuntivi di materiale impermeabilizzante da depositare. È possibile sostituirlo con fibra di vetro legata al mastice.

    Costruzione di scarico esterno

    La costruzione di varietà all'aperto di scarichi da un tetto piano viene effettuata nelle regioni meridionali. Il loro dispositivo negli edifici residenziali ed uffici è consigliato in aree con poche precipitazioni, il cui volume non supera i 300 mm all'anno.

    La classe di sistemi esterni per la pioggia e il drenaggio dell'acqua di fusione comprende:

    • Scarichi non organizzati raccomandati per l'installazione in aree aride. Secondo questo schema, l'acqua viene drenata dalla gravità attraverso le sporgenze della grondaia.
    • Grondaia organizzata, raccomandata per l'equipaggiamento di edifici non residenziali nelle latitudini settentrionali e temperate, edifici residenziali nelle regioni meridionali con poche precipitazioni. Il principio di funzionamento consiste nella raccolta sistematica di precipitazione in un imbuto di scarico esterno con pareti di guida adiacenti ad esso o in una fossa con successivo drenaggio di acque reflue in fognature o nel terreno.

    L'ingegnosa soluzione del sistema del tipo esterno fu proposta da zelanti artigiani. L'idea è di includere un filtro a sabbia nella rete idrica per la pulizia dell'acqua piovana, che viene installata dopo l'immissione di acqua.

    Le capacità sono installate per scaricare lo scarico e ricevere acqua purificata. Ciò significa che a causa di ciò, la sezione per il collegamento del sistema al sistema fognario viene eliminata. Uno schema interessante consente di risolvere due problemi contemporaneamente: ottenere la qualità dell'acqua potabile e proteggere il tetto piano dal ristagno idrico.

    Il tipo non organizzato di sistema di drenaggio richiede il rinforzo delle grondaie. Hanno bisogno di battere l'acciaio zincato per tetti, e quindi incollare la parte superiore con due strati di copertura a rullo. I livelli aggiuntivi sono sovrapposti con sovrapposizione.

    La larghezza del guadagno è di 60 cm, che è uguale alla larghezza consigliata della gronda del tetto piano con uno scarico non organizzato. Sebbene nella letteratura tecnica ci siano requisiti più delicati: non meno di 30 cm.

    Il rafforzamento dello strapiombo di un tetto piano in mastice è rafforzato dall'analogia. Solo al posto di strati incollati di bitume o di materiale bitume-polimero, mettere strati di mastice, alternandoli con strati rinforzanti di fibra di vetro o geotessili. Lo strato di rinforzo principale con rinforzo è necessario per sovrapporre il bordo del rivestimento in metallo della cornice.

    Il fissaggio dello scarico esterno sulla gronda di un tetto piano è realizzato secondo il modello tradizionale. Set di massa pronti disponibili con istruzioni dettagliate sui sistemi di assemblaggio. Innanzitutto, le staffe sono fissate al pannello frontale, in cui lo scivolo viene semplicemente posato, assemblato da moduli di plastica o metallo.

    In un posto conveniente per ulteriore trasporto di acqua, un imbuto di presa dell'acqua è installato con un tubo a cui è collegato il montante. Il tubo è fissato al muro con staffe. I bordi del sistema sono chiusi con tappi e sono completati con l'installazione di un rilascio di figura.

    Istruzioni per l'installazione video per grondaie

    In dettaglio con i principi del sistema di drenaggio interno del dispositivo e le specifiche della loro installazione su un tetto piano introdurrà il video.

    Assemblaggio e installazione di un sistema di drenaggio esterno:

    Pendenze dispositivo su un tetto piano:

    Installazione del drenaggio interno dell'imbuto di presa dell'acqua

    Informazioni sulle linee guida per la selezione del sistema di drenaggio ottimale aiuteranno a dotare adeguatamente il tetto di una protezione affidabile contro l'azione distruttiva dell'acqua.

    Conoscere i principi tecnologici del dispositivo è utile per i maestri indipendenti e proprietari di immobili suburbani, che desiderano utilizzare i servizi di appaltatori terzi. La grondaia correttamente costruita preverrà il danneggiamento del rivestimento e la distruzione dei materiali da costruzione, servirà per lungo tempo, senza creare problemi.

    Scarico esterno dal tetto

    A seconda della posizione, i sistemi di drenaggio possono essere interni ed esterni.

    Lo sfioratore interno viene montato all'interno dell'edificio prima di terminare il lavoro. È installato su tetti piani, così come in regioni con un'alta probabilità di congelamento dell'acqua. Il drenaggio esterno dal tetto è più comune. La sua installazione viene eseguita al termine di tutti i lavori di costruzione e finitura.

    I vantaggi di questo sistema di drenaggio sono evidenti:

    semplicità di installazione e smantellamento;

    non c'è bisogno di competenze e strumenti specializzati;

    Materiali per il sistema di drenaggio

    Elementi dello sfioratore

    Il drenaggio esterno del tetto è costituito da un numero di elementi, il cui numero dipende dalle dimensioni e dalle caratteristiche del progetto dell'edificio.

    Grondaie - parti montate orizzontalmente per il drenaggio dell'acqua. Per posizione sono: gronde, parapetto, razvelobkovye. Parapetto montato tra la tettoia del parapetto. Razvelobkovye posto in luoghi di chiusura di diverse rampe.

    Secondo la variante, le sezioni di gronda sono divise in semicircolari, quadrati e in rilievo. Il quadrato è usato nelle zone con alta piovosità. I rilievi sono usati per proteggere da detriti, fogliame, ecc.

    Gli angoli interni ed esterni sono pensati per circondare gli elementi del tetto. Le grondaie sono fissate usando staffe con un gradino di 50 cm. Le spine sono installate sulle estremità della grondaia.

    Il secondo elemento del drenaggio del tetto esterno è un tubo di scarico. La sua sezione dovrebbe coincidere con la sezione della grondaia. Per il tetto, la cui superficie supera i 200 m 2, si consiglia di utilizzare tubi quadrati. Secondo lo SNIP, i tubi con un diametro di 80 mm sono adatti per tetti fino a 30 m 2, 90 mm di diametro per tetti da 50 a 125 m 2 e 100 mm per superfici superiori a 125 m 2.

    Installazione di acqua esterna dal tetto

    L'evento si svolge in due fasi:

    Il primo è la progettazione di un sistema di drenaggio. Include una stima dei costi e un piano per il lavoro futuro. In questa fase, tenendo conto dell'area del tetto, delle sue caratteristiche di progettazione e degli angoli di inclinazione, viene calcolato il numero richiesto di scanalature, tubi, imbuti e elementi di fissaggio.

    Il secondo stadio è l'installazione di uno sfioratore. Oltre ai dettagli del sistema di drenaggio e alle istruzioni di montaggio, sono necessari strumenti: un trapano, una sega, un martello, un cacciavite e un filo di nylon.

    L'installazione viene eseguita in questo ordine:

    con l'aiuto delle viti, le prese dell'acqua sono fissate agli angoli del tetto;

    le staffe sono fissate a una distanza di 10 cm dagli imbuti;

    sull'altra estremità del tetto, le seconde staffe sono attaccate all'estrema sporgenza;

    tra di loro viene trafilato un filo di nylon, lungo il cui pendio a una distanza di 50 cm si installa il resto degli elementi di fissaggio;

    poi vengono gettate le grondaie;

    dopo aver fissato i morsetti sulle pareti, drenare tubi e gomiti collegando le parti del sistema di scarico;

  • se necessario, si esegue la sigillatura dei giunti.

    Cura dello scarico

    Per mantenere il normale funzionamento del sistema di drenaggio, si consiglia di pulirlo una volta al trimestre. I detriti grossolani vengono rimossi manualmente e piccoli detriti possono essere lavati con un forte getto d'acqua da un tubo.

    Periodicamente richiesto per ispezionare elementi di fissaggio e serrare elementi allentati. E nel caso della ruggine, è necessario un trattamento anti-corrosione urgente.

    Cliccando sul pulsante, accetti il ​​trattamento dei tuoi dati personali (legge n. 152-ФЗ) e accetti i termini del contratto d'uso