Come scegliere un modo per rafforzare la costa? Qual è il giusto metodo di protezione della banca?

OPERE DI SICUREZZA DI FIUMI E ACQUE: +7 (495) 544-75-77; +7 (495) 544-74-55; [email protected]

Criteri e opzioni per scegliere un modo per rafforzare la costa.

Pendenza di terra sedimentaria irregolare, a seconda delle caratteristiche della struttura del terreno e del suo fondamento, i tempi di costruzione e i metodi di produzione provocano la deformazione delle strutture protettive. Pertanto, l'uso di metodi e metodi moderni per calcolare gli elementi delle strutture idrauliche per rafforzare le banche di serbatoi è molto rilevante, così come il confronto tecnico ed economico delle varie opzioni di fortificazione.

Non permettere di svolgere attività di protezione dalla riva a persone che ti scoraggiano dal progettare e / o convincerti che il rilievo e la progettazione non sono necessari, non una parte indispensabile del "processo" di protezione della banca!
Stai fuorviando! Mancanza di conoscenza, esperienza e risorse amministrative (designer, architetti, visualizzatori), desiderio di guadagnare nonostante qualcosa, cercare di spacciare per il "portafoglio"!

L'anno di garanzia non ti consentirà di risparmiarti da ulteriori costi operativi e talvolta da costi di ricostruzione, che a volte sono commisurati alla costruzione di una nuova struttura!

L'acqua non perdona gli errori! Tecnologia non correttamente scelta con caratteristiche individuali delle condizioni locali - una garanzia dei tuoi disturbi finanziari ed emotivi!

I risparmi durante i lavori di protezione bancaria sono possibili solo nel quadro di una valutazione dettagliata dei desideri e delle possibilità nel processo di "ingegneria e dialogo estetico" tra il cliente e l'appaltatore - DESIGN!

Le seguenti opzioni sono abbastanza affidabili per la protezione delle banche a lungo termine e il rinforzo degli argini deformanti:

Il dispositivo di un muro di cemento armato di contenimento sulla base della pila (pile o gusci di pali) con il successivo riempimento del materiale di drenaggio del seno (sabbia, sabbia e ghiaia); (foto 1)

Vantaggi: resistenza strutturale, aspetto estetico, durata;

Svantaggi: alto costo degli investimenti di capitale, elevato consumo di metallo per 1 milione, input di lavoro durante la costruzione, elevato consumo di calcestruzzo, costi elevati per le operazioni di costruzione.

Campo di applicazione: argini di insediamenti, aree ricreative della popolazione, porti fluviali, impianti industriali.

Installazione di un prisma da una pietra alla base di una fortificazione con riempimento del seno con materiale di drenaggio (Fig. 2);

Vantaggi: semplicità di costruzione, basso costo degli investimenti di capitale, permeabilità all'acqua;

Svantaggi: durata relativamente bassa, inconveniente di avvicinamento alla superficie dell'acqua, altezza relativamente piccola del rinforzo del litorale (2-4 m);

Campo di applicazione: costa e pendici delle dighe nei bacini idrici; Nota: come materiale da costruzione, utilizzare una lastra di pietra frammentaria o frantumata, rocce metamorfiche o sedimentarie ignee che non presentano segni di agenti atmosferici, le caratteristiche meccaniche non devono essere inferiori a:

  • in forza - 20 MPa;
  • resistenza al gelo - MRZ -150;
  • densità della pietra non inferiore a 2,0 t / m3.

Dimensione approssimativa della pietra per frazioni:

Fissaggio della costa lungo un pendio in pietra con un banchetto alla base per la preparazione da sabbia e geotessuto del tipo "dornit" (Fig. 3).

Vantaggi: semplicità costruttiva, permeabilità all'acqua, basso costo degli investimenti di capitale;

Svantaggi: durata relativamente bassa, approccio scomodo alla superficie dell'acqua

Campo di applicazione: costa e pendici delle dighe nei bacini idrici. Nota: come materiale da costruzione, utilizzare una lastra di pietra frammentaria o frantumata, rocce metamorfiche o sedimentarie ignee che non presentano segni di agenti atmosferici.

Le caratteristiche meccaniche non dovrebbero essere inferiori a:

  • in forza - 20 MPa;
  • resistenza al gelo - MRZ -150;
  • densità della pietra non inferiore a 2,0 t / m3.

Dimensione approssimativa della pietra per frazioni:

Il dispositivo di un muro di sostegno a gradini, rafforzato sotto forma di gabbioni a forma di scatola del sistema "Terramesh" con riempimento del seno con materiale di drenaggio (sabbia, sabbia e ghiaia mista) (Fig.4).

Vantaggi: estetica dell'aspetto, integrazione organica nell'ambiente, flessibilità di design, sua permeabilità e durata.

Svantaggi: il costo relativamente alto degli investimenti di capitale.

Campo di applicazione: costa dei bacini artificiali, in particolare negli insediamenti, un'area ricreativa, su impianti industriali.

  • 1. I gabbioni sono posati su geotessili e preparazione della sabbia t = 10 cm.
  • 2. Il materiale di drenaggio (sabbia, sabbia e ghiaia mista) viene utilizzato come riempimento di cavità e seni paranasali.

Montare il pendio con una pendenza fino a 1: 3 strutture gabbione dei gabbioni tipo Jumbo per la preparazione di sabbia e geotessile del tipo Dornit (Fig. 5).

Vantaggi: aspetto estetico, flessibilità strutturale, permeabilità all'acqua e durata.

Svantaggi: limitare la pendenza della pendenza per 1: 3, l'altezza della pista per 4 m, il costo relativamente alto degli investimenti di capitale.

Campo di applicazione: costa e pendici delle dighe nei bacini idrici.

  • 1. I gabbioni sono posati su geotessili e preparazione della sabbia t = 10 cm.
  • 2. Lo spessore dei gabbioni, a seconda dell'analisi di tutti i carichi, può variare da 0,5 m. fino a 0,3 m.
  • 3. Il materiale di drenaggio (sabbia, sabbia e ghiaia mista) viene utilizzato come riempimento di vuoti.

Montare la pendenza delle lastre di calcestruzzo prefabbricato per la preparazione di macerie e sabbia con un dispositivo preliminare nella parte subacquea del banchetto di sostegni in pietra e cemento armato (Fig. 6).

Vantaggi: resistenza strutturale, aspetto estetico, durata.

Svantaggi: alto costo degli investimenti di capitale, elevato consumo di calcestruzzo e rinforzo.

Campo di applicazione: argini di insediamenti, pendici di dighe, argini di serbatoi.

Muro di protezione della palancola in PVC, ancorato nel terreno (Fig.7).

Vantaggi: resistenza strutturale, aspetto estetico, durata, non alto costo degli investimenti di capitale

Svantaggi: la necessità di drenaggio per drenare le acque sotterranee.

Campo di applicazione: banchine di insediamenti, ormeggi, costa di serbatoi.

Fig. 1. Protezione bancaria sotto forma di un muro di sostegno su pile o gusci, gusci con riempimento del materiale di drenaggio del seno.

Fig. 2. Protezione della banca sotto forma di un prisma di pietra alla base della fortificazione con riempimento del seno con materiale di drenaggio.

Fig. 3. Protezione della banca sotto forma di un profilo roccioso con riempimento del materiale di drenaggio del seno.

Fig. 4. Protezione bancaria sotto forma di un muro di contenimento a gradini di gabbioni a forma di scatola del sistema Terramesh con riempimento del seno con materiale di drenaggio.

Fig. 5. Protezione bancaria del pendio con strutture a gabbione di tipo jumbo per la preparazione di sabbia e tessuti geologici del tipo Dornit con riempimento del manto di sabbia.

Fig. 6. Protezione bancaria con cemento armato prefabbricato da lastre per la preparazione di macerie e sabbia con un dispositivo preliminare nella parte subacquea del banchetto di sostegni in pietra e cemento armato.

Fig. 7. Protezione bancaria da un muro di palancole in PVC ancorate al terreno

Moderne tecnologie di protezione bancaria

Moderne tecnologie di protezione bancaria

Per creare condizioni naturali sicure per la successiva costruzione, protezione dei territori e miglioramento del paesaggio, è spesso necessario rafforzare le rive dei bacini artificiali naturali e artificiali.

Possibili cause di distruzione del litorale

Possono esserci diverse cause di distruzione, ma tutte sono formate principalmente da effetti dell'acqua e del vento: onde, correnti parassite, correnti parassite sulle curve dei fiumi, flussi e riflussi, inondazioni e inondazioni.

La diapositiva della base a terra dal pendio costiero di solito si verifica nei seguenti casi:

  • scarsa stabilità di messa a terra su taglio / spostamento;
  • altezza eccessivamente elevata del pendio vicino al sito di distruzione;
  • carichi fisici, dinamici e statici nella parte superiore della pendenza;
  • la presenza di un pendio piuttosto ripido nel sito distrutto (con un ampio angolo di inclinazione);
  • terremoto o vibrazione fisica;
  • lavaggio regolare della riva e impatto delle onde;
  • cambiamenti nel livello e nelle condizioni delle acque sotterranee.

Le conseguenze di un collasso costiero sono estremamente negative non solo in termini di componente estetica, ma causano anche altri problemi: sottosuolo, distruzione delle infrastrutture di trasporto (in caso di passaggio autostradale attraverso la pendenza o pendenza), distruzione parziale o completa di case e altri edifici. per spostamenti della base del terreno nelle vicinanze, ecc.

A seconda delle condizioni di lavoro specifiche e delle attività impostate, il rafforzamento della costa può essere effettuato utilizzando diverse tecnologie e utilizzando materiali diversi. Considerare i principali metodi di rafforzamento della costa, attualmente utilizzati in Russia.

Mucchi di legno

Le pile di legno sono spesso utilizzate per rafforzare i corpi idrici in piedi - questa è un'efficace tecnologia di fortificazione costiera che può durare per molti anni e in condizioni di flusso rapido, ma è inopportuna in questa qualità a causa dell'emergere di molti altri metodi più efficienti.

Rafforzamento della costa mediante un tronco (pali di legno)

I sostegni in legno delle fortificazioni non solo proteggono la costa, ma formano anche una visione estetica del paesaggio della zona. Il più popolare è il rafforzamento della costa con il larice. Il costo del lavoro inizia da 5.000 rubli per metro lineare, incluso il costo dei materiali.

Rafforzamento della costa mediante un tronco (pali di legno)

Palancole

La palancola rinforza la riva installando pile di plastica o di metallo sotto forma di una struttura di supporto protettiva, garantendo la completa assenza di lavaggio dal terreno e la protezione della parte subacquea della riva.

Lingua di metallo larsen

Il metodo di protezione della banca lingua-scanalatura è considerato il più efficace (lingua di Larsen, metallo, PVC e lingua composita), ma non è sempre appropriato: lavorare su ripidi pendii all'interno di una zona urbana o industriale non può essere fatto senza l'installazione di pile. Tuttavia, nell'ambiente naturale sembreranno alieni.

Recinzione per palancole in PVC

Concretizzare la riva

Il classico metodo di protezione della costa - riversare il problema a terra con il calcestruzzo costituisce un sistema di protezione bancaria affidabile, ma tali strutture appaiono ignobili in qualsiasi ambiente. Pertanto, la tecnologia di cementazione viene solitamente utilizzata in rari casi (costruzione di dighe, centrali idroelettriche, ecc.) E / o la superficie del calcestruzzo è coperta da uno strato di rifiniture decorative.

Posa in pietra naturale

Un metodo più costoso, ma anche più estetico, di proteggere la costa con una pietra naturale consente di ottenere un'efficacia elevata delle fortificazioni, non meno affidabile del calcestruzzo. Posa di ciottoli o massi trattati sul fondo, sul letto e sulle sponde del serbatoio forma una struttura solida e duratura, aspetto monumentale ed estetico.

Rafforzare la costa con la pietra naturale

Modo combinato per rafforzare la costa

L'uso di una tecnologia di rinforzo costiera combinata è necessario per proteggere i serbatoi con differenze di altitudine e diverse fondazioni del suolo costiero. Inoltre, questo metodo è popolare per la creazione di strutture protettive durature e allo stesso tempo estetiche.

Rinforzo del gabbione

Un efficace rinforzo della costa senza modificarne l'aspetto - scatole di gabbioni fatte di reti metalliche sono piene di pietre e installate da rapide sul versante costiero, formando la naturale protezione del suolo dal collasso.

Rafforzare la costa con gabbioni

Nel corso degli anni, la struttura protettiva è diventata sempre più resistente, il terreno completamente lavato può essere seminato con strati vegetali per dare alle coste un aspetto ancora più naturale. Efficace in acque calme senza correnti e onde.

Rafforzare la costa con gabbioni

Il costo di installazione e rafforzamento della costa con strutture di gabbioni è da 5.000 rubli per metro cubo, compreso il costo dei materiali.

Rinforzo geomat

Il tappetino anti-erosione è un materiale tessuto resistente che consente di consolidare efficacemente anche il terreno che è già stato sottoposto ad erosione. A causa del rinforzo duraturo del materiale sfuso, il geomat fissa in modo affidabile il pendio costiero, rendendolo immune a fattori naturali negativi. Nel corso degli anni, il sistema radicale delle praterie della riva da rafforzare è intrecciato alla struttura del tappeto, creando così ulteriori legami di rinforzo. Il materiale è estremamente efficace su piccoli pendii, su superfici ripide si consiglia l'uso di griglie di volume.

Rinforzo e rafforzamento delle pendenze con geomat

Il costo del lavoro sul rinforzo e il rafforzamento delle piste con un geomat parte da 300 rubli per metro quadrato, incluso il costo dei materiali.

Rinforzo geogriglia

Il rafforzamento della costa con una geogriglia è uno dei metodi più nuovi di fortificazione costiera. Le geogriglie volumetriche polimeriche vengono utilizzate per formare un telaio affidabile alla base del pendio costiero e le celle dei moduli del materiale sono riempite di sabbia, terra, ciottoli e altri materiali per formare un sistema flessibile di fissazione costiera affidabile.

Fortificazione della costa con una geogriglia

La classica visione della costa oscura la base della struttura, quindi vediamo la solita costa naturale, che può rimanere pulita o coltivata con vegetazione.

Fortificazione della riva con una geogriglia

È geosintetici che sono stati utilizzati sempre di più nella protezione delle banche industriali e private - i prezzi per le geogriglie sono disponibili sia per le organizzazioni commerciali che per i privati.

Fortificazione della costa con una geogriglia

Il costo di rinforzare e rafforzare le pendici della geogriglia parte da 700 rubli per metro quadrato, incluso il costo dei materiali.

Rinforzo e rinforzo di pendii con geogriglie

Rinforzo e rinforzo di pendii con geogriglie

Installazione di tubi geotessili

I tubi di geotessile sono contenitori speciali che, se necessario, possono essere di qualsiasi dimensione (lunghezza, larghezza, circonferenza), cuciti con geotessile di polipropilene ad alta resistenza. Lo speciale intreccio di geotessili forma pori che consentono all'acqua di fluire solo in una direzione, al di fuori del tubo di geotessile, assicurando così che il terreno pre-riempito o la sabbia vengano trattenuti all'interno del contenitore di particelle solide. L'uso di tubi geotessili consente di arrestare i processi di erosione del litorale e proteggere il territorio dall'impatto distruttivo delle alluvioni anche in luoghi difficili da raggiungere dove le altre tecnologie per proteggere e rafforzare la costa potrebbero non essere efficaci.

L'implementazione di opere di costruzione protette dalla costa nella regione nord-occidentale del paese è una pratica comune a causa della scarsa qualità dei terreni locali che sono facilmente distrutti sotto l'influenza di fattori naturali. E non sorprende che, seguendo un'Europa civilizzata, la Russia stia passando anche all'utilizzo di tecnologie più efficienti e meno costose per proteggere le banche dei corpi idrici dalla distruzione dell'erosione.

Modi per rafforzare la costa di un bacino artificiale naturale o artificiale

Il problema del rafforzamento della costa preoccupa soprattutto le persone i cui oggetti immobiliari si trovano vicino a corpi idrici di origine artificiale o naturale. Una bella vista della superficie dell'acqua aumenta l'attrattiva degli edifici residenziali e commerciali, influenzandone il valore. Per godere più a lungo della comunicazione con l'elemento acqua, è necessario eseguire i lavori di protezione bancaria in modo tempestivo. Altrimenti, l'acqua, che possiede una grande forza distruttiva, può provocare una graduale sedimentazione del suolo nella zona costiera e persino contribuire al suo parziale collasso. Le rive slavate sono pericolose per una persona e la sua proprietà (mobile e immobile), poiché il terreno può in qualsiasi momento semplicemente "togliersi di mezzo". Questi processi influenzano negativamente le piante piantate sul sito dai paesaggisti. È meglio prendersi cura in anticipo del rafforzamento delle sponde del bacino, senza attendere la comparsa di sintomi allarmanti della distruzione iniziale della zona costiera. Se le misure preventive non sono state attuate in modo tempestivo, il processo di distruzione costiera può essere sospeso. Esistono diverse tecnologie efficaci per eseguire lavori di protezione bancaria di alto livello.

Protezione della banca capitale

Ridurre al minimo la probabilità di danni alla fascia costiera dagli effetti dannosi dell'acqua consente la protezione della banca capitale. Tecnologie basate sull'uso di gabbioni, geostuoie, solchi, tipi di calcestruzzo di ingegneria idraulica, strutture in cemento armato a volume speciale possono essere attribuite a questo gruppo di opere di protezione della costa.

Metodo n. 1 - Gabbioni

I gabbioni sono reti realizzate in filo doppio ritorto galvanizzato, che sono disposte in una scatola nel luogo di installazione e riempite manualmente con una grande pietra naturale. Per il fissaggio affidabile di singole strutture a terra, vengono utilizzati ancoraggi speciali. Tra un filo ritorto a scatola. Dopo che il gabbione è stato riempito parzialmente con materiale di riempimento in pietra, vengono installate le cosiddette "parentesi" che non consentono alle pareti opposte della scatola di "divergere" sui lati.

Le sponde dei bacini, fortificati con strutture di gabbioni, non si corrodono e non si sciolgono. Per molti anni, il contorno della costa è mantenuto, dato durante i lavori di protezione della costa. Questa tecnologia, da lungo tempo utilizzata in Europa, ha trovato applicazione in Russia. Potete vedere strutture di gabbioni su stagni, fiumi, canali di by-pass e altri corpi idrici.

La costa del fiume è ben incorniciata da strutture di gabbioni che hanno una rigida forma geometrica. La pietra naturale nei contenitori a rete si armonizza perfettamente con la foresta autunnale

Metodo n. 2 - Linguetta in PVC

Palancole, realizzate sulla base di PVC e materiali compositi, rendono possibile nel più breve tempo possibile il rafforzamento della costa. Questo metodo di protezione della banca è considerato a basso budget. Soprattutto, il tassello in PVC è adatto per l'organizzazione di banchi ripidi. Uno dei vantaggi di questo materiale è la possibilità del suo riciclaggio. Durante l'installazione, le singole pile di fogli sono allineate in una parete solida e densa. La connessione affidabile degli elementi adiacenti è assicurata da una sporgenza longitudinale della nervatura presente su ogni pila di fogli. L'immersione di tasselli in PVC singoli o accoppiati viene effettuata con l'ausilio di apparecchiature idrauliche autonome, selezionate in base alle condizioni del terreno.

Rappresentazione schematica dell'installazione di palancole in materiali PVC, che consente di rafforzare il ripido pendio di un bacino artificiale o naturale

Protezione bancaria decorativa

Il secondo gruppo di materiali utilizzati nelle attività di protezione della costa comprende la pietra naturale e le pile di legno. Questi materiali naturali non solo proteggono le sponde dei corpi idrici dai processi di erosione, ma danno anche loro un aspetto estetico.

Metodo n. 1 - Pali di legno

Come il materiale di base per la produzione di pali di legno utilizzato legno massiccio. Molto spesso, il larice o la quercia sono selezionati per questo scopo. Maggior preferenza è data al larice siberiano orientale, che, essendo in acqua, è in grado di conservare le sue proprietà per mezzo secolo. La costa scoscesa, incorniciata da tronchi di larice oliato, accuratamente selezionati di diametro, sembra molto impressionante. Soprattutto se nelle vicinanze dello specchio d'acqua c'è una struttura eretta da un tronco arrotondato. Le fortificazioni in cemento, ovviamente, perdono mucchi di legno, sembrano grigi e opachi. Tuttavia, nel tempo, il legno potrebbe scurirsi, il che comprometterebbe le qualità decorative della struttura di protezione della costa. Il tasso di oscuramento dei tronchi dipende dalla quantità di materia organica nell'acqua. Quando si sceglie il tipo di legno dovrebbe tener conto delle caratteristiche climatiche della regione.

L'installazione di pali di legno può essere effettuata dalla riva utilizzando attrezzature speciali o un semplice metodo manuale. I moderni modelli di draghe ti permettono di installare pile di legno dallo stagno. Rafforzare le banche dei bacini con l'aiuto dei tronchi non è pratico da eseguire su terreni mobili e sciolti.

Una fila ordinata di tronchi di larice sottolinea la bellezza della riva del bacino, evitando la sua deformazione sotto l'influenza del potere distruttivo dell'acqua. Rafforzare la riva con pali di legno garantisce un approccio sicuro al bacino

Metodo n. 2 - Pietra naturale

Il riversamento del litorale con pietre naturali di varie dimensioni viene applicato su lunghe sponde. L'angolo della pendenza della costa non deve superare i 20 gradi. In presenza di strade di accesso per il trasporto di massi o ciottoli veicoli usati. In luoghi difficili da raggiungere, il lavoro viene svolto manualmente. Prima di posare la pietra, è obbligatorio preparare la superficie della riva. Se trascuriamo questo stadio, le pietre semplicemente affondano nel terreno, saturate dall'acqua. Per evitare che ciò accada, è necessario gettare una base di appoggio sulla zona costiera rinforzata, come geotessile, geogriglia o geogriglia.

La riva leggermente digradante del serbatoio è rinforzata da una voluminosa geogriglia, le cui celle sono piene di macerie frazionate. Le pareti cellulari impediscono alle macerie di scivolare nel letto del serbatoio

Il dispositivo del castello di pietra nella costruzione della costa di uno stagno decorativo artificiale. Il duro lavoro di posa dei massi è fatto manualmente dai muratori.

Il rafforzamento della fascia costiera di un bacino idrico con l'aiuto di un dispositivo "castello di pietra" è considerato un modo più laborioso. Questo termine nella lingua dei muratori professionisti è chiamato la posa densa di massi (pietre il cui diametro supera i 10 cm). Per ogni masso viene scelto il luogo di posa, tenendo conto della sua forma e del suo colore. In questo caso, le pietre di grandi dimensioni vengono trasferite a mano dal maestro muratore. Per il cambio di un professionista nel loro campo è in grado di trascinare qualche tonnellata di massi. Questo metodo di protezione delle banche è carico di un grande sforzo fisico, ma alla fine non si tratta solo di rafforzare il litorale del serbatoio, ma anche di dargli un aspetto speciale e unico.

Rafforzare le coste con biomasse e piante

La protezione della banca basata su tecnologie di bioingegneria è considerata la più lunga e dispendiosa in termini di tempo. Con questo approccio, le sponde del bacino proteggono dall'erosione:

  • biomasse di lino o fibre di cocco;
  • piante, appositamente selezionate da esperti per la piantagione lungo la costa;
  • legno e pietra naturale.

Come piante, i più comunemente usati sono gli alberi di salice (salice, pioppo nero, ecc.), Così come gli arbusti (olivello spinoso, amorfo, blisterfruit, ecc.). Adatte anche alle macrofite, che comprendono carice, tifa, canna, marsh marsh, manna, calamo, giunco ​​e altre specie di mondo vegetale, perfettamente adiacenti all'acqua. Tutte le piante dovrebbero avere un sistema di radici potente, ben ramificato. Le piante sono selezionate in base al grado della loro resistenza alle inondazioni. Il prato pronto è posto sulla zona costiera. Questo processo è chiamato taglio costiero.

Rafforzamento delle rive di un laghetto artificiale, costruito sul sito di un antico burrone, effettuato da piantine e salici

Il metodo di bioingegneria per il rafforzamento della costa viene utilizzato nei bacini idrici, la portata di acqua in cui non supera 1 m / s.

Durata della protezione del litorale

Quando si costruisce un bacino artificiale nel giardino, il lavoro per rafforzare le banche della struttura futura è fatto meglio nella fase di sviluppo della fossa.

Installazione di pali di registro prodotti nella fase di formazione della coppa di un serbatoio artificiale. Dopo la registrazione della linea costiera procedere al suo riempimento con acqua.

Se è pianificata la realizzazione di un progetto su larga scala, i lavori di protezione bancaria saranno affidati a società professionali che dispongono di attrezzature speciali e personale qualificato. Nelle acque naturali, il lavoro viene svolto in un momento opportuno a scopo preventivo o in un breve periodo in cui vi è una minaccia di distruzione della costa. La risoluzione tempestiva del problema farà risparmiare denaro e preverrà conseguenze catastrofiche per le strutture costruite sulle rive del bacino idrico.

Raccomandazioni Raccomandazioni per il rafforzamento delle pendenze delle strutture di ponti e argini sulle sezioni di presa dei fiumi con materiali grezzi

ISTITUTO DI RICERCA SCIENTIFICA ALL-UNION

RACCOMANDAZIONI
SULLA RAFFORZAMENTO DELLE PARTI DI COSTRUZIONE DI TRANSIZIONI TRANSITORIE E BULK SULLE AREE DI STAMPA DEI FIUMI DALLE MATERIE DI PIETRA

prefazione

Queste raccomandazioni, intese per l'uso nella progettazione di ponti e argini, si occupano del metodo di calcolo delle fortificazioni di trabocco quando proteggono le pendenze degli incroci (deviazione delle dighe, strutture normative trasversali e avvicinamento) e argini sulle sezioni di pressione dei fiumi da correnti longitudinali.

La tecnica include la determinazione della dimensione richiesta di una pietra omogenea o la deformazione di una fortificazione quando si utilizza un materiale di dimensioni non uniformi delle particelle di una data distribuzione delle dimensioni delle particelle, nonché lo spessore richiesto della fortificazione.

Il lavoro fornisce raccomandazioni sullo scopo di determinare gli effetti di potenza sulle strutture di pendenza, ottenere dati di riferimento per la progettazione della fortificazione, calcolare la sezione della banca convessa e disporre le strutture trasversali per ridurre l'effetto di forza del flusso sui pendii del terrapieno e sulle sponde dei fiumi.

Il lavoro è stato svolto in conformità con il programma per la risoluzione di un problema scientifico e tecnico 0.85.01 "Sviluppare una base scientifica e tecnica e una serie di misure per migliorare l'uso delle risorse idriche e della protezione delle acque", approvato dalla Risoluzione del Comitato di Stato del Consiglio dei Ministri dell'URSS su Scienza e Tecnologia n. 435 del 10 dicembre 1976 città

Le raccomandazioni sono state sviluppate nel laboratorio di idraulica di ponti e idrologia del dipartimento di ricerca e progettazione di ferrovie candidati ZNIIS tehn. Scienze V.Sh. Tsypin e G.Ya. Volchenkov con la partecipazione dell'Ing. NL Mojhes sotto la guida generale e con la partecipazione di Cand. tehn. Scienze. VV Nevsky.

Vice. Direttore dell'Istituto

Head. Dipartimento di rilevamento e progettazione di ferrovie

1. DISPOSIZIONI GENERALI

2. DETERMINAZIONE DELLE CARATTERISTICHE IDRAULICHE DEL FLUSSO NELLA PROGETTAZIONE DEL RAFFORZAMENTO DI SEZIONI SBLOCCATE E AREE DI PRESSIONE

3. DETERMINAZIONE DEI DATI INIZIALI PER LA PROGETTAZIONE DEL RAFFORZAMENTO DEL LATO DELLE STRUTTURE DEL TRANSITO DEL PONTE

4. MISURE PER RIDURRE L'INFLUENZA DI POTENZA DEL FLUSSO SULLA BILANCIA E SPIAGGE ALLE CLIP

5. CALCOLO DI RIPARTIZIONE DA UN OMOGENEO SU GRANDI MATERIALI

6. CALCOLO DELLA DISCUSSIONE DAL MATERIALE INHOMOGENEO IN PERDITA CONTRO L'ESPOSIZIONE AI FLUSSI LONGITUDINALI

Appendice CALCOLO DELLA SEZIONE TRASVERSALE DEL RINFORZO FLESSIBILE SU BULK ROUND

1. DISPOSIZIONI GENERALI

1.1. La pietra di sgrossatura viene utilizzata per proteggere la suola e le pendenze delle strutture, principalmente dall'azione delle onde e dall'erosione del flusso longitudinale 1. Lo schizzo si riferisce a uno dei tipi di fortificazione più appropriati nell'area del permafrost, del sollevamento e della grande subsidenza del suolo in presenza di materiale da costruzione locale: la pietra.

1 Il calcolo delle fortificazioni di sovraccarico sotto gli effetti delle onde è dato in СН 288-64 [1].

1.2. Lo scopo dei contorni di roccia è limitato alle condizioni idrologiche elencate nella Tabella 1. l'impatto della forza determinante, che richiede un rinforzo più potente, si trova in accordo con la clausola 5.2.

Tipo di forza

Valori calcolabili consentiti

Velocità fino a 4-5 m / s

Velocità fino a 4 m / s

Strutture trasversali (con un angolo di giunzione superiore a 45 º)

Velocità fino a 3,5 m / s

Altezza delle onde fino a 1,7 m

Carico di ghiaccio statico quando cambia il livello dell'acqua

Bundle Bundle

Spessore del ghiaccio inferiore a 0,5 mo 1 m in canali stretti (fino a 50-60 m)

1.3. Il materiale della pietra naturale per il contorno del dispositivo, ma dovrebbe avere segni di agenti atmosferici e crepe, strati di roccia tenera e inclusioni intrise. La densità della pietra deve essere almeno 2 t / m 3.

I requisiti per la pietra per la resistenza al gelo sono riportati nella tabella 2

Applicazioni o macerie

Il grado minimo di pietra per la resistenza al gelo in aree con condizioni climatiche

moderato e grave

Parti di strutture situate nella zona del livello dell'acqua variabile

Nota. Tutti questi requisiti sono solitamente soddisfatti da materiali derivati ​​da rocce ignee e metamorfiche. L'uso di materiali provenienti da rocce sedimentarie deve essere tecnicamente ed economicamente fattibile, tenendo conto della periodica ricostituzione della fortificazione.

1.4. L'uso di un materiale di pietra omogeneo nel progetto è limitato a un diametro di pietre arrotondate fino a 50 cm e non laminate (risultanti dall'esplosione) a 70 cm. La pietra di dimensioni maggiori, che forma grandi spazi vuoti nello schizzo, deve essere posata in un metodo di pavimentazione (senza spacco). ) almeno due strati.

Quando si costruisce il rinforzo di pietre grandi omogenee con il metodo di disegno (senza selezionare una faccia), è richiesto un volume di materiale, che fornisce un fattore di continuità dell'imballaggio di almeno αcn = 1.7. Sotto il coefficiente di continuità capire il rapporto tra l'area delle proiezioni di pietre sul pendio alla superficie su cui si trovano le pietre.

1.5. La composizione granulometrica della pietra non differenziata ottenuta con il metodo dell'esplosivo dipende dalla forza e dalla fratturazione delle rocce, nonché dal tipo e dal metodo di brillamento. Secondo SNiP IV-13 [2], la classificazione delle rocce per forza è divisa in molto fratturata, media e debolmente fratturata e quasi monolitica [3].

Per le nuove cave, la composizione granulometrica del materiale lapideo in fase di progettazione viene rilevata dagli specialisti che progettano e calcolano le operazioni di perforazione e brillamento, tenendo conto delle dimensioni della pietra richiesta da questo oggetto.

Va tenuto presente che per gli array quasi monolitici, è possibile ottenere una pietra che è vicina all'omogeneità; in caso di elevata frattura, la pietra è eterogenea e di solito non supera i 20-30 cm.

Nella prima approssimazione, l'intervallo di frazioni nel materiale ottenuto dopo l'esplosione di massicci medi e debolmente fratturati può essere preso dalla Tabella 3, in cui il più alto contenuto di frazioni grossolane appartiene a rocce più durevoli (oltre il gruppo IV-VI per classificazione SNiP IV-13).

Diametro di pietre, cm

L'intervallo approssimativo del contenuto delle frazioni,% in peso

2. DETERMINAZIONE DELLE CARATTERISTICHE IDRAULICHE DEL FLUSSO NELLA PROGETTAZIONE DEL RAFFORZAMENTO DI SEZIONI SBLOCCATE E AREE DI PRESSIONE

2.1. Se il terrapieno nell'area di serraggio è ostacolato dal canale (situato sulla linea a piombo della costa), come calcolo si utilizzano la profondità domestica e la velocità di flusso alla base del terrapieno al posto del punto d'argine previsto.

Quando l'argine è limitato all'insediamento, la profondità del flusso viene presa al posto della posizione prevista del fondo del terrapieno, tenendo conto dell'erosione totale.

2.2. In assenza o insufficienza di rilievi sul campo, la maggiore profondità di flusso domestica vicino alla costa concava viene determinata in base alla posizione dell'allineamento nella curva (Fig. 1).

Figura 1. Diagramma per determinare le profondità del flusso vicino alla costa concava

Nella zona I, posizionata su e giù dalla parte superiore della curva, rispettivamente, 0,5 ÷ 0,35 della sua parte superiore Stop e 0,7 ÷ 0,8 a valle Sfondo, profondità di flusso nei bordi del canale nella parte inferiore del terrapieno hn (br) determinato dalla tabella 4, in base al tipo di processo del canale e alla sezione media della profondità del flusso Hn (br), passando nella fronte del letto del fiume. (Stop, Sfondo - rispettivamente, la lunghezza della curva superiore e inferiore, determinata dall'asse del canale).

Tipo di meandro del canale

Il rapporto tra il raggio di curvatura dei flussi lungo l'asse del canale, quando il flusso non raggiunge la profondità corretta, fino alla larghezza

hn (br) con un coefficiente di costruzione di - Hn (br) sputo concavo shore m

Libero e incompiuto

Nel resto della curva (zona II) - per interpolazione tra la sezione di confine della zona I e il rotolo.

Nota. I limiti di zona indicati sono stati ottenuti per i canali a meandro limitati più caratteristici della sezione di pressione dei fiumi e sono convenzionalmente estesi ad altri tipi di processo del canale (meandro libero e incompleto).

2.3. Per sezioni diritte del canale, la velocità di flusso stimata vn ai piedi del terrapieno è determinato dalla formula

dove v, H sono la velocità e la profondità del flusso mediate sulla sezione del canale (tenendo conto dell'erosione totale).

2.4. Sulle sezioni curve del canale, velocità di flusso vn le pendenze del pendio del terrapieno calcolate dalla formula

dove k r - il tasso di aumento della velocità sulla costa concava rispetto alla portata media sull'intera sezione trasversale del canale (vincolato o non cucito), determinato dalla tabella 5 o dalla formula

dove - il coefficiente della larghezza relativa del canale;

Bbr - larghezza del canale nei bordi;

Rcon - il raggio di curvatura del flusso lungo l'asse del canale, determinato conformemente al punto 2.5.

Per le specifiche di determinazione della velocità media v di un flusso vincolato in presenza di un taglio di banco convesso, vedere 4.6.

2.5. Il raggio di curvatura del flusso lungo l'asse del canale, in base ai parametri idromorfologici del fiume e alla posizione del terrapieno, nonché misure per proteggerlo.

In un canale non limitato, quando lo stream non lascia il cordolo del canale, il valore di Rc coincide con il raggio di curvatura della curva ed è determinato dai dati delle opere topografiche, geodetiche e idrometriche, e in assenza di quest'ultima - dalla formula

dove ae - distanza dal centro di un gradino di un'ansa λe (verso l'alto (vedi figura 1).

Se il flusso esce dai ruscelli del canale, determina il raggio di curvatura del flusso

a) in un canale non accentato, nonché in un canale vincolato senza tagliare un banco convesso nella posizione dell'asse dell'argine che cade nel canale parallelo al banco concavo o con un angolo non superiore a 10 º all'ingresso del canale (fig.2) - secondo il programma (riso.3) o dalla formula.

- il coefficiente determinato dalla selezione e in prima approssimazione è considerato uguale a 1,04-1,06.

ζ è un coefficiente considerato pari a 0,6 in assenza e 0,55-0,6 in presenza di un taglio di cassa convesso.

Se, calcolando con la formula (5) o secondo il programma, l'asse (Fig. 3) Rc risulta inferiore a quello ottenuto con la formula (4), quindi viene preso in considerazione il raggio di formula (4);

b) nelle stesse condizioni, ma con un angolo tra l'asse del terrapieno e la costa all'ingresso (autostrada) nel canale più di 10 º - come prima approssimazione con la formula (4) per la sezione d'ingresso e con la formula (5) per il resto del letto vincolato (vedere Fig. 2).

L'area di ingresso deve essere almeno della larghezza del canale a flusso libero Bbr;

c) in presenza di tagliare un banco convesso - secondo la formula (5).

Fig. 2. Opzioni per la posizione del percorso in linea con:

1 - la traccia; 2 - area di immissione con α> 10 º

Per chiarire il raggio Rc nelle condizioni specificate nei paragrafi "b" e "c", è auspicabile effettuare la modellazione fisica.

2.6. Il disegno delle fortificazioni dovrebbe tener conto della possibilità di deformazione della base del terrapieno. Possono essere causati da:

a) nel canale - abbassando i segni di fondo quando si spostano i gruppi di sabbia (lato, creste, ecc.); erosione locale sul fondo del terrapieno, limitando il corso naturale del processo del canale; erosione generale del letto, costretta da un terrapieno;

b) sulla pianura alluvionale - superando la velocità media del flusso alla base del terrapieno sopra la pianura alluvionale che erode per il suolo; la velocità dei getti sul fondo del terrapieno, che sorge durante l'azione delle onde, sopra il fondo della pianura alluvionale che sta erodendo per il suolo.

2.7. Nel canale, l'abbassamento dei segni di fondo quando si spostano i cluster alluvionali è definito come la differenza nelle profondità del flusso (nei bordi del canale) determinata dalla maggiore profondità della famiglia in conformità con la clausola 2.2 e al momento dell'indagine.

La profondità dell'erosione locale nella parte inferiore del tumulo, formata in connessione con la prevenzione del processo del canale naturale, per le condizioni del flusso di acqua nella pianura alluvionale è determinata dalla formula [4]

dove è il rapporto tra la profondità del flusso sul fondo del terrapieno dopo l'erosione e la profondità media del flusso H nella sezione considerata della curva, determinata dalla formula

M è il coefficiente della forma delle fortificazioni, uguale all'unità per la brutta copia di roccia;

Qui v è la velocità media del flusso sulla sezione del canale;

v0 - tasso di erosione per il suolo che compone il suolo con il diametro medio delle particelle d alla profondità media del flusso, la curva N;

g - accelerazione gravitazionale;

n è il coefficiente di rugosità delle armature, determinato in base al materiale di rinforzo; per il contorno della roccia prendi n = 0.03-0.045;

m è il rapporto di inclusione del pendio del terrapieno;

- raggio di curvatura del flusso sul fondo del terrapieno (Bbr - larghezza nei bordi del letto vincolato).

Per una rapida determinazione di η e (solo per le condizioni di acqua che raggiungono la pianura alluvionale), si consiglia di utilizzare i grafici rispettivamente (Fig. 4 e 3).

Figura 3. Grafici per determinare

Quando si determina la velocità di sfocatura v0, il diametro medio delle particelle del suolo d è trovato per il terreno non coesivo per distribuzione delle dimensioni delle particelle, per la coesione - con la formula

dove Cr - accoppiamento calcolato di terreni coesivi, ts / m 2, stabilito in base ai dati di prova.

Figura 4. Nomogramma da determinare

Per l'erosione calcolata Δ h prendere il massimo, determinato al livello calcolato e per le condizioni di flusso nei bordi del canale. In quest'ultimo caso, il calcolo dell'erosione è determinato dalle formule (7) e (8), in cui invece di H, vev0 sostituire i valori corrispondenti e verticalmente lungo l'asse dinamico del flusso.

2.8. La profondità dell'erosione totale del canale alla base del rilevato è determinata dalla condizione di stabilizzazione dell'erosione quando la velocità di flusso sulla velocità della linea dinamica considerata viene raggiunta dalla formula

dov'è il consumo specifico di acqua alla base del terrapieno.

2.9. La profondità dell'erosione nella parte inferiore degli argini della pianura alluvionale quando la portata media supera quella della pianura alluvionale per il suolo è determinata dalla formula

La profondità dell'erosione sul fondo degli argini della pianura alluvionale sotto l'azione delle onde è determinata dal metodo descritto in [5].

Esempi di calcolo

Esempio 1. Determinare la portata al piede del banco concavo con un fattore di posa di m = 2,5 nella sezione di un canale curvilineo, delimitato a meandri con una larghezza nei bordi Bbr = 120 me profondità media Cbr = 2,7 m quando l'acqua raggiunge la pianura alluvionale. La velocità media e la profondità del flusso nel canale ad un dato livello d'acqua sono v = 1,8 m / se H = 3,8 m, rispettivamente.

Il gradino della curva e la distanza dal gradino della curva alla sua sommità (vedi Fig. 1) sono rispettivamente pari a λe = 580 m, ee = 190 m.

Innanzitutto, definiamo il raggio di curvatura lungo l'asse della curva con la formula (4) quando il flusso passa nei bordi del canale:

Secondo la tabella 1 a 3,7 e m = 2,5 troviamo dove la profondità del flusso (che passa nei bordi del canale) presso la banca concava è hn (br) = 1,3 · Nbr = 1,3 × 2,7 = 3,50 m, e per un dato livello m.

Secondo la formula (5) con ξ0 = 1.04 e ζ = 0.5 troviamo il raggio di curvatura del flusso lungo l'asse del canale ad un dato livello:

Secondo il tavolo. 2 quando troviamo il tasso di aumento della velocità nella banca concava K r = 1,13. Con la formula (2) la portata al piede della scarpata è pari a vn = 1,8 · 1,13 = 2,03 m / s.

Esempio 2. Per le condizioni dell'esempio 1, determinare la profondità dell'erosione locale ai piedi di un banco concavo, rinforzata mediante schizzi. Il letto è composto da materiale ghiaioso-sabbioso con un diametro medio delle particelle di 6 mm. Nei canali del canale nella sezione considerata sulla verticale lungo l'asse dinamico del flusso, la profondità e la velocità sono rispettivamente = 3,1 m, = 1,6 m / s.

Determinare la profondità dell'erosione locale Δ h per il livello calcolato. Ulteriori dati di riferimento: prendere il coefficiente di rugosità rafforzare n = 0,04;

dalla formula (9) la velocità di sfocatura è uguale a

Secondo il programma (figura 4) con n (1 + m) = 0,04 (1 + 2,5) = 0,14 e determiniamo il rapporto tra la profondità del flusso sul fondo del banco concavo dopo l'erosione alla profondità media del flusso nell'intervallo considerato η = 1.14.

Secondo la formula (6), la profondità di erosione è Δ h = 1,14 · 3,8 - 4,6 η = 1,26.

Secondo la formula (6), la profondità di erosione è Δ h = 1,26 · 3,1 - 3,50 = 3,90 - 3,50 = 0,40 m.

Per l'erosione calcolata, secondo il paragrafo 2.7, Δ h = 0.40 m.

Esempio 3. Per le condizioni dell'esempio 1, determinare la profondità dell'erosione totale alla base dell'argine, che ostacola il canale dal lato del banco concavo. La velocità di flusso media nel canale è aumentata da 1,8 m / sa 2 m / s.

Secondo il calcolo (vedi esempio 1), K r = 1,13; con la formula (2) la velocità di flusso alla base del tumulo è vn = 2 × 1, 13 = 2,26 m / s. Quindi con la formula (11) la profondità dell'erosione totale alla base dell'argine è uguale a

3. DETERMINAZIONE DEI DATI INIZIALI PER LA PROGETTAZIONE DEL RAFFORZAMENTO DEL LATO DELLE STRUTTURE DEL TRANSITO DEL PONTE

3.1. Per la profondità stimata del flusso hn ai piedi delle pendici delle strutture di ponti accettano:

a) per strutture trasversali nel canale (speroni) - profondità domestica, determinata da materiali di indagine o in conformità con i paragrafi. 2.1- 2.2;

b) per l'argine di avvicinamento e le strutture trasversali sulla pianura alluvionale (traverses) - la profondità sulla pianura alluvionale nel luogo della posizione prevista della struttura, tenendo conto del ristagno dalla restrizione del flusso del terreno alluvionale in conformità con le Raccomandazioni [4];

c) per la diga di flusso superiore - la profondità domestica del flusso, tenendo conto dell'erosione totale sotto il ponte e delle possibili riformulazioni del canale come risultato del processo del canale; nel differenziare il rafforzamento della diga sui verticali considerati sopra la sezione trasversale, è necessario considerare le backwaters.

3.2. Portata stimata vn alla base delle strutture trasversali, sono determinati in base all'angolo di giunzione delle strutture rispetto alla sponda o all'argine protetto (Fig. 5) utilizzando le formule

Figura 5. Costruzione trasversale: 1- obiettivo di progettazione; 2 - parte superiore della struttura

a 90 º ≥ α ≥ 45 º

dove vp (b) - portata in condizioni di vita al dispositivo di strutture trasversali sulla verticale alla base delle ore di testa della struttura "definita per il flusso del canale dalle formule (1) o (2), sulle aree della pianura alluvionale - dalla formula (18);

Lr - la lunghezza stimata della struttura trasversale, determinata dalla formula

L - la lunghezza del contorno trasversale è uguale alla lunghezza media della sua sezione trasversale sotto l'acqua e l'allineamento coincide con il suo asse longitudinale ed è determinato dalla formula

LH - la lunghezza della struttura trasversale è bassa lungo il suo asse longitudinale.

3.3. Quando si costruiscono strutture trasversali (strutture, la velocità di progetto degli argini o delle rive protette è definita come la portata massima nell'area dell'idromassaggio usando la formula

3.4. In assenza di armamenti trasversali, la portata calcolata sui verticali nella parte inferiore del monticello soggetto è determinata dalla formula data in [4].

hAzur, vAzur - la profondità e la velocità al confine del canale e il flusso del terreno alluvionale nell'intervallo considerato, ad una distanza di X dall'asse di transizione (figura 6);

Bnx, Qnx io - la larghezza dell'area del terreno alluvionale dal canale al fondo dell'argine, situata a una distanza X dall'asse della transizione, alla portata che passa in questa sezione; i valori indicati sono determinati in base alle raccomandazioni [4].

Figura 6. Per determinare la velocità di flusso v n all'argine del terreno alluvionale

3.5. La portata calcolata ai piedi della diga strutturale superiore è determinata in base alle caratteristiche morfologiche della sezione del ponte e alle possibili deformazioni pianificate e profonde:

a) in assenza della parte della buca per alluvione (il ponte si sovrappone solo al canale) vn calcolato dalla formula (1) per due varianti della sezione di canale sotto il ponte: prima dell'erosione e dopo l'erosione con la massima profondità di flusso nella parte inferiore della diga (se possibile secondo la previsione delle deformazioni pianificate). Al calcolo prendi la velocità più alta vn;

b) in presenza di parte alluvionale della larghezza del foro ln io prendono per calcolo la velocità massima per le due varianti specificate della sezione canale sotto il ponte.

Per la sezione trasversale dello scaffold prima dell'erosione (con taglio), la velocità di progettazione è determinata dalla formula

dove Qpm io - il flusso d'acqua che passa sulla parte della pianura alluvionale del ponte (dal lato della diga di sbarco in questione) di larghezza ln io.

dove Qn io, Σ Qn - il costo dell'acqua che scorre nelle condizioni di vita della pianura alluvionale dalla diga e da due pianure alluvionali;

Q, QRB - pieno consumo e consumo che passano nella corrente principale nelle condizioni di vita;

R Q - il coefficiente di aumentare il flusso del canale nel foro del ponte rispetto alle condizioni di vita, determinato dalla formula

β - coefficiente determinato dalla dipendenza

vRB, vB - la portata media, in assenza di costrizione, rispettivamente, nella corrente principale e in tutta la sezione vivente;

ioB - pendenza longitudinale della superficie dell'acqua di una corrente non limitata;

LDicembre - ampiezza di fuoriuscita stimata; si presume che il vincolo unilaterale del flusso sia uguale alla larghezza completa dello sversamento, con un doppio lato - metà della larghezza dello sversamento;

e - il coefficiente prelevato e in base al vincolo della tabella di flusso. 9 ch. US NIMP-72 [6];

qui vm, vBm - portate medie, rispettivamente, sotto il ponte e in parti della sezione vivente alla larghezza del ponte in assenza di vincoli;

K - coefficiente determinato dalla dipendenza

Nel caso in cui il bridge si sovrapponga solo al canale, viene considerata la velocità di incremento del flusso del canale

Velocità stimata vn nella sezione ponteggi dopo l'erosione determinare:

con una parte della buca alluvionale unilaterale - come nel paragrafo "a"; con parte a doppia faccia della falda alluvionale del foro dal lato del calcestruzzo concavo - anche secondo la formula (1), in cui la velocità media sopra la sezione trasversale del canale

3.6. Portata vn alla base della diga di sbarco sopra l'allineamento del ponte, sono determinati tenendo conto delle raccomandazioni del punto 3.5, b secondo la formula (1), in cui la velocità media sulla sezione trasversale del canale è uguale a

dov'è lm - foro del ponte;

unio - parte della lunghezza della partenza (anel) in sella a una diga fino alla verticale nella parte inferiore della diga.

3.7. La profondità dell'erosione locale Δ h alla testa della croce, massicci speroni non allagati e dighe devianti è determinata dalle raccomandazioni del BCH 62-69 [7].

Il tasso di riduzione dell'erosione locale dagli speroni passanti rispetto a quelli passivi viene preso secondo NIMP-72, a seconda del fattore di costruzione della struttura e del numero di file di pile (o altri elementi) nello sperone.

La profondità dell'erosione locale a un semispondo può essere determinata moltiplicando la profondità dell'erosione locale, calcolata per una struttura simile non allagata, per il coefficiente (hc/ hn) 0.4, dove hcon - l'altezza della semifinale.

Esempio 1. Determina la portata prima dell'erosione ai piedi della diga sulla riva destra (con sporgenze: sull'asse del percorsonel = 62,5 m e su un piano perpendicolare all'asse del percorso - dall'offset anel = 125 m) nell'allineamento del ponte e ad una distanza a io = 70 m dall'asse del ponte. Foro del ponte lm = 320 m si sovrappone al canale (Bbr = 250 m), 20 m a sinistra e ln io = 50 m della pianura alluvionale di destra. Le caratteristiche idrologiche della sezione vivente del fiume nell'allineamento del ponte alla portata stimata sono riportate in Tabella. 6.

Sezioni della sezione vivente

Velocità media, m / s

Larghezza, m

Profondità media, m

Secondo i calcoli (vedi [4], esempio 1 a pagina 30), il tasso di aumento del flusso del canale nel foro del ponte è R Q = 1.337. Quindi con la formula (20) troviamo la portata Qpm io, passando sulla parte della pianura alluvionale del ponte (dalla pianura alluvionale di destra):

La velocità calcolata (prima dell'erosione) ai piedi della diga sulla riva destra nella sezione del ponte che troviamo con la formula (19):

Per determinare la velocità del flusso ai piedi della diga (prima dell'erosione) a una distanza a io = 70m dall'asse del ponte, prima di tutto, usando la formula (27), troviamo la velocità media del flusso nel canale all'indicatore indicato (in questo indicatore, tenendo conto del ristagno, la profondità media del flusso aumentata di 2 cm e nel canale uguale a H = 7,02 m)

Secondo la formula (1), la velocità stimata alla base della diga ad una distanza di 70 m dal ponte è uguale a

Esempio 2. Le condizioni dell'esempio 1. È necessario determinare la velocità sulle stesse verticali dopo l'erosione. Dopo l'erosione nel foro del ponte, la profondità media del canale è H = 8,8 m, ai piedi della diga a destra K = 5,3 m Nel sito ad una distanza di 70 m dal ponte H = 8,35 m, hn = 4,90 m.

Per l'allineamento dei ponti, definiamo:

Per l'allineamento sopra il ponte su a io = 70m:

4. MISURE PER RIDURRE L'INFLUENZA DI POTENZA DEL FLUSSO SULLA BILANCIA E SPIAGGE ALLE CLIP

4.1. Per estinguere le portate lungo l'argine in avvicinamento sulla pianura alluvionale, si dovrebbero usare traversi dritti solidi non allagati, che sono raccomandati per adiacere il sottosuolo con un angolo di 70 - 90 °.

I traversi vengono pressati dalle correnti longitudinali in avvicinamento alla pianura alluvionale, ma non influenzano il funzionamento delle dighe di deviazione.

I traversi non sono soddisfatti se gli effetti delle onde sono decisivi quando si assegnano le fortificazioni agli avvicinamenti (vale a dire, sono necessarie fortificazioni più potenti per proteggere dagli effetti delle onde rispetto alle correnti longitudinali lungo gli avvicinamenti). Per un calcolo degli impatti determinanti, vedere la clausola 5.2.

4.2. Per l'estrazione del flusso del canale dalla riva concava, dovrebbero essere utilizzate strutture trasversali come gli speroni e un semi-stagno.

Non è raccomandato l'uso di strutture trasversali sui fiumi con ghiaccio intenso alla deriva, dove possono verificarsi inceppamenti di ghiaccio.

Massicci speroni non allagati vengono solitamente utilizzati per proteggere l'argine sui morsetti.

La lunghezza stimata degli speroni solidi è prescritta dalla condizione di restrizione della sezione vivente del flusso inferiore al 15% secondo la formula

La soluzione più economica è quella di adunare il sottofondo ad un angolo di 70-90 °. Allo stesso tempo, il coefficiente ottimale per la posa della pendenza della struttura, garantendo la dimensione più piccola della pietra nella brutta copia, è (1,7-1,75) t0, dov'è t0 - coefficiente di posa della pietra naturale (vedere paragrafo 5.3).

Quando l'angolo di giunzione è superiore a 45 °, la dimensione calcolata della pietra nel contorno può essere ridotta solo riducendo la lunghezza stimata della struttura.

Se è necessaria un'ulteriore riduzione della dimensione della pietra nella brutta copia, è necessario impostare l'angolo di giunzione inferiore a 45 °. In questo caso, è possibile ridurre la dimensione della pietra riducendo la lunghezza stimata L p e l'angolo della giunzione α o la posa dei pendii m. Una riduzione efficace della dimensione della pietra si ottiene abbassando la pendenza a m = 3 ÷ 3,5.

Gli speroni e i semi-stagni di costruzione sono solitamente usati per proteggere la riva lavabile durante le deformazioni pianificate del letto del fiume, poiché sono meno costosi (ma meno efficaci) degli speroni solidi. Attraverso progetti di speroni principalmente da file di pile.

I semi-stagni sono strutture massicce (di solito fatte di strati rocciosi), allagate durante il passaggio di acqua alta al di sopra dei letti dei fiumi. Il calcolo dei progetti end-to-end viene eseguito secondo le raccomandazioni di NIMP-72; il design e il layout del semi-stagno è [5].

4.3. Il frontale protettivo, formato dalla struttura trasversale senza alluvioni, si estende verso l'alto dalla sezione di progetto alla lunghezza L p, in basso - per la lunghezza x, definita dalle formule: su sezioni diritte e curve all'angolo di rotazione dell'asse di curvatura [4] αe ≤60 °

su sezioni curve con αe > 60 °

Affinché un'area di terrapieno protetta (banco) si trovi tra strutture trasversali adiacenti, la distanza tra di esse deve essere almeno pari alla lunghezza del fronte di protezione Z della struttura superiore.

Quando si organizzano strutture trasversali, la struttura inferiore dovrebbe sporgere dalla zona idromassaggio formata dalla struttura superiore (Fig. 7). La traiettoria del flusso di confine del flusso di transito, che fissa il gorgo, è descritta da un'ellisse con una piccola αa = 1,4 Lp e i grandi semiassi. L'asse X delle ascisse si trova su una linea retta tangente alla riva nel punto di intersezione con l'asse longitudinale della struttura (vedi Fig. 7). L'asse Y si trova nell'allineamento della massima distanza del getto di confine del flusso di transito dalla costa (o asse X con un canale curvilineo) ad una distanza dall'allineamento calcolato uguale a

In qualsiasi bersaglio situato ad una distanza X dall'asse Y, il getto di confine del flusso di transito viene rimosso dall'asse X dal segmento Y uguale a

4.4. Al fine di ridurre l'effetto forza del flusso sulla banca concava, quando l'argine cade nel canale, è possibile organizzare il taglio del banco convesso. Le dimensioni di taglio sono calcolate sul flusso che passa attraverso i bordi del canale (con una probabilità di superare il 40-50%), tenendo conto delle condizioni topografiche e geologiche e del vincolo del canale.

Il livello di taglio è di 0,25-0,5 m sopra il livello dell'acqua bassa o del livello dello strato di suolo inferiore debolmente rotto sulla piana di inondazione, se lo strato superiore di strato facilmente eroso non inferiore a 1-2 m di spessore è sopra il livello basso dell'acqua. Se nella sezione di taglio, la differenza tra gli avvolgimenti del livello di basso livello è superiore a 0,3-0,4 m, quindi una pendenza longitudinale uguale alla pendenza del letto del canale è collegata al taglio.

Fig. 7. Le dimensioni delle zone di idromassaggio nelle strutture trasversali: 1 - l'inizio della curva; 2 - strutture trasversali;
3 - flusso limite del flusso di transito; 4 - idromassaggio; 5 - la fine della curva; 6 - banca del canale.

4.5. Il tagliente esterno è solitamente prescritto da una curva circolare che si fonde armoniosamente con i bordi del canale ed è quasi simmetrica rispetto alla sezione trasversale con il vincolo maggiore (Fig. 8).

Il raggio della curva circolare viene selezionato dalla condizione di inscrivere in esso le sezioni trasversali del taglio, che è prescritto:

a) con una struttura geologica uniforme della pianura alluvionale e del canale - dalla condizione di uguaglianza delle aree delle sezioni tagliate e parte dell'argine ωner, sovrapposizione al livello dei bordi (Fig. 8, b);

Fig. 8. Tagliare una banca convessa:
a - piano di taglio; b - sezione trasversale della sezione I-I con una struttura geologica uniforme della valle; in - lo stesso con struttura non uniforme:
1 - la traccia; 2 - confine tagliato con una struttura geologica uniforme della valle; 3 - lo stesso con non uniforme; 4 è una sezione trasversale del taglio; 5- tumulo

b) con una struttura geologica eterogenea attraverso la larghezza della valle, quando c'è uno strato superiore, facilmente eroso con uno spessore di 1 m sulla pianura alluvionale, sulla base dell'area della sezione di taglio del 20-30% in più rispetto all'area ωner (Fig. 8, c).

4.6. Quando si taglia il dispositivo, la portata media nel canale viene calcolata come una portata domestica con un coefficiente Ksezione, determinato dalle formule:

per le condizioni di cui al punto 4.5.a

per le condizioni della clausola 4.5.b

dove ωRB - l'area della sezione trasversale del canale nelle condizioni interne al livello stimato (o altro considerato);

Δωner - una parte dell'area argine, che ostacola il canale sopra i suoi bordi (vedi Fig. 8).

Se ma la formula (34) riceve Ksezione ≤ 1, quindi il coefficiente Ksezione dovrebbe essere considerato uguale a uno.

Esempio 1. Determinare la lunghezza del fronte di protezione dello sperone con una lunghezza di L = 25 m, adiacente al banco concavo di un canale curvo con un angolo α = 70 °. Angolo di rotazione angolo α n = 96 ° (figura 9)

Figura 9. Al calcolo della lunghezza dello sperone inferiore

Con la formula (15) determinare la lunghezza stimata dello sperone Lr = 25 · sin70 ° = 23,5 m. Con la formula (30) la lunghezza del fronte di protezione dello sperone è uguale a

Per la sezione speziata del canale, la lunghezza del fronte protettivo secondo la formula (29) sarà uguale a Z = 7 · 23,5 ≈ 165 m.

Esempio 2. Per le condizioni dell'esempio 1, determinare la lunghezza minima stimata dello sperone situato a valle di quello specificato nell'esempio 1 di 80 m.

Tracciamo una linea tangente alla riva nel punto di giunzione della struttura (punto A in Fig. 9). Questa linea sarà l'asse X. Quindi l'asse Y, situato nel punto della maggiore distanza del getto di confine dall'asse X, secondo la formula (31), sarà situato alla distanza dalla struttura calcolata della struttura.

È facile verificare che il bersaglio calcolato sia separato dalla radice di costruzione del punto A su M. L'asse Y sarà inferiore alla radice di costruzione di m, e la costruzione successiva sarà posizionata sotto l'asse Y su X = 80 - 49 = 31 m.

Trova l'asse dell'ellisse, che descrive il flusso limite del flusso di transito:

semiasse a y = 1,4 lp = 1,4 · 23,5 ≈ 33 m, grande m. Secondo la formula (32) nella sezione X = 31 m, il getto limite del flusso di transito sarà separato dall'asse X di m.

Dalla fig. 9, stabiliamo che lungo il sito, situato a 80 m dalla radice della struttura superiore, la distanza dalla costa (punto A1) alla corrente limite del flusso di transito è di circa 15 m. Questo intervallo è adiacente alla costa con un angolo αj = 75 °. Quindi con la formula (15) la lunghezza stimata dello sperone nell'intervallo considerato dovrebbe essere superiore a Lp > 15 · sin75 ° = 14,5 m Allo stesso tempo, dalla condizione di restrizione della sezione vivente del flusso, la lunghezza stimata dello sperone non deve essere superiore alla lunghezza calcolata dalla disuguaglianza (28).

Il calcolo della dimensione della traversa è fatto in modo simile. Inoltre, la condizione di disuguaglianza (28) non è necessaria da osservare.

Esempio 3. Per le condizioni dell'esempio 1 (p.2), determinare la portata al fondo del rilevato sulla sezione di pressione di un canale curvo con un cut-off, progettato per tenere conto della struttura geologica omogenea del canale e della pianura alluvionale. Nella sezione del vincolo più grande del letto del canale, le aree di terrapieno dal livello dell'acqua calcolato al letto del canale e al di sotto del bordo del letto del fiume sono rispettivamente uguali (vedi Fig. 8) Δωner = 18 m 2 e ωner = 80 m 2.

Secondo la formula (5) con ξ0 = 1.04 e ζ = 0.55 troviamo il raggio di curvatura lungo l'asse del canale ad un dato livello, m, e secondo la tabella. 5 con il tasso di aumento della velocità nella banca concava K r ≈ 1.12. L'area della sezione trasversale del canale in condizioni di vita al livello stimato ωbr = BbrH = 120 · 3,8 = 456 m 2. Con la formula (33) il coefficiente di aumento della velocità di flusso media nel canale è uguale a

La portata al fondo del rilevato è ottenuta tenendo conto della formula (2) e delle raccomandazioni del paragrafo 4.6:

Notare che nel canale non vincolato (vedi esempio 1, pagina 2), la stessa velocità è di 2,03 m / s.

Con una struttura geologica eterogenea della valle lungo la sua larghezza, il coefficiente di aumento della velocità di flusso media nel canale secondo la formula (34) sarebbe uguale a

5. CALCOLO DI RIPARTIZIONE DA UN OMOGENEO SU GRANDI MATERIALI

5.1. Il materiale lapideo utilizzato per rafforzare le pendenze è considerato omogeneo se:

con gli effetti del ghiaccio e delle onde, il draft contiene pietre incomplete, con una massa di almeno la metà del valore calcolato, non più del 25% del totale;

quando esposto a correnti longitudinali, la condizione è soddisfatta

dove dn, d10 - il diametro medio del materiale del contorno e il diametro delle particelle, il più piccolo del quale nel contorno non contiene più del 10% in peso.

5.2. Determinare gli effetti quando si rinforzano i pendii inclinati in pietra di argini e rive si trovano confrontando la dimensione della pietra richiesta per gli effetti di potenza considerati o calcolata dalle seguenti disuguaglianze.

Quando si confrontano; impatti da correnti longitudinali e onde su approcci di pianura alluvionale, gli effetti delle onde determineranno la forza della fortificazione soggetta alla condizione

dove hnel - l'altezza d'onda stimata determinata secondo SNiP P-57-75 [8];

f (m) è un coefficiente che dipende dalla pendenza del pendio del terrapieno e dal coefficiente di riposo della pietra sott'acqua [4]; con m0 = 1.2 il valore del coefficiente può essere determinato dalla tabella. 7.

Nelle aree prilimnyh il potere di fortificazione è determinato dagli effetti lep sotto la condizione

dove hl - lo spessore del ghiaccio calcolato, determinato da NIMP-72, per la regione BAM - dal lavoro [9];

da - la dimensione calcolata di una pietra omogenea, stabile sulla pendenza del terrapieno quando esposta a correnti longitudinali: determinata in base a p 5.3;

ilr - larghezza del canale al livello del movimento del ghiaccio.

5.3. La dimensione calcolata (richiesta) di una pietra omogenea da per rafforzare le pendenze degli argini quando esposti a correnti longitudinali dipendono dalla posizione del rilevato rispetto al canale e dalla presenza di strutture trasversali.

Per argini sotto la protezione di strutture trasversali, la dimensione calcolata di una pietra omogenea è determinata dalla formula

dove m0 - coefficiente di posa del riposo di pietre sott'acqua (per calcoli pratici m0 = 1.3-1.1, dove i valori maggiori sono arrotondati e quelli più piccoli per le pietre angolari).

In assenza di strutture trasversali da calcolato dalle seguenti formule:

per tumuli alluvionali

per gli argini (e le rive) sui morsetti dei fiumi ai numeri di Froude

ai numeri di Froude

dove sono i fattori di riduzione della velocità del flusso di sfocatura, rispettivamente, sulla pendenza e sul fondo, determinati dalle formule

Nelle formule (42) e (43), il raggio di curvatura del flusso sul fondo del rilevato su sezioni curvilinee è determinato secondo il punto 2.7; sulle sezioni diritte prendi R = ∞.

Quando il secondo termine nelle formule (42) e (43) è considerato uguale a 0.3.

I numeri di Froude sono determinati per la verticale nella parte inferiore dell'argine dalla formula

5.4. La dimensione calcolata di una pietra omogenea per rafforzare le pendenze degli argini dagli effetti del ghiaccio può essere determinata in prima approssimazione dalla formula

Per gli effetti di ghiaccio, puoi anche usare la formula semplificata ottenuta dall'uguaglianza (45) per m = 2; ρ0 = 1 t / m 3, ρl = 0,9-0,95 ton / m 3 e ρn = 2,65 tf / m 3.

5.5. La base delle pendenze del terrapieno dovrebbe essere rafforzata se sono possibili deformazioni alla base del terrapieno (vedi § 2.6).

Sotto gli effetti delle onde, le basi degli argini della pianura alluvionale saranno deformate, a condizione

dove λ è la lunghezza d'onda calcolata determinata secondo SNiP II-57-75 [8];

ρ - coefficiente prelevato in base alla planarità dell'onda λ / hnel (scheda 8)

Il valore della funzione iperbolica è raccomandato per determinare il programma (figura 10).

5.6. Le dimensioni della pietra in grembiule, disposte per proteggere il fondo del terrapieno dagli effetti delle correnti longitudinali, si consiglia di nominare come per pendii in condizioni appropriate (vedere § 5.3).

Fig. 10. Il valore della funzione iperbolica.

Quando si verificano gli effetti dell'onda, la dimensione della pietra nel grembiule è determinata dalla formula

In casi normali, quando si prende in considerazione l'impatto sul tumulo alluvionale delle onde del vento fino a hnel ≤ 1,5 m in grembiule richiesto materiale inferiore a 3-5 cm.

5.7. La dimensione calcolata di una pietra omogenea per rafforzare le pendenze delle strutture trasversali (traversi, speroni, ecc.) Dipende dalla dimensione e dalla posizione pianificata di queste strutture.

Per le strutture adiacenti all'argine o alla riva con un angolo di 90 ≥ d ≥ 45 ° (vedere Fig. 5), la dimensione calcolata di una pietra omogenea è determinata dalle formule in base alla dimensione Δ l (vedi 5.6):

dove Cv - coefficiente determinato dalla formula

nelr - la larghezza calcolata della struttura trasversale, determinata dalla formula

neln - la larghezza della struttura trasversale è bassa lungo un punto perpendicolare all'asse longitudinale (vedi Fig. 5).

Per le strutture adiacenti al terrapieno (costa) con un angolo α l da strutture trasversali (figura 11), adiacente all'argine (costa) con un angolo di 90 ≥ α ≥ 45 °, viene determinato dalla formula

5.9. Per le dimensioni della pietra nello schizzo, le fortificazioni delle strutture trasversali possono essere divise in tre sezioni (vedi Fig. 11).

La sezione I comprende la testa delle strutture, le cui pendenze devono essere rinforzate con una pietra di dimensioni calcolate, determinata dalle formule (49), (50), (53).

La sezione II comprende parti di strutture trasversali che cadono nella zona idromassaggio. La dimensione della pietra per rafforzare le pendenze nella sezione II è determinata dalla formula (38).

La terza sezione - I A - è assegnata solo per le strutture adiacenti all'argine (o al litorale) con un angolo α α nell'insediamento e 0.4 vp (b) nel punto di congiunzione con la struttura considerata dell'idromassaggio dalla struttura superiore.

Fig. 11. Rafforzamento delle pendenze delle strutture trasversali:
a - giunzione ad angolo α ≥ 45 °; b - sezione AA; â - giunzione ad angolo α io io, hn io - velocità e profondità di flusso ai piedi della diga sul bordo delle sezioni I e II.

Quando vn io ≥ 0,50 vn la diga dovrebbe essere rinforzata con una pietra di una taglia, determinata dalle formule (57) o (58);

5.13. Per proteggere la suola delle dighe devianti dagli effetti delle correnti longitudinali, si consiglia di assegnare la dimensione della pietra alla base delle strutture come per le pendenze in condizioni appropriate (vedere paragrafi 5.11 e 5.12).

5.14. Lo spessore richiesto del profilo uniforme sul pendio (nella direzione perpendicolare alla pendenza) è determinato dalla formula

dove A è un coefficiente dipendente dal numero di strati del contorno ed è determinato dalla tabella.9.

v0 (da) - velocità di erosione per le particelle di terreno sottostanti al pescaggio sul pendio, determinata conformemente al punto 5.16;

vf - la velocità effettiva a cui è stata determinata la dimensione della pietra nel sito del pendio.

Quando si determina lo spessore degli strati, si deve tener conto che lo spessore di uno strato è (0,7 ÷ 0,8) dn.

Per determinare lo spessore richiesto, gli schizzi sono impostati dal numero di strati di schizzi nRegno Unito e calcolare il valore di δ per la formula (61), che viene confrontato con lo spessore effettivo del contorno in nRegno Unito strati

A δf δ numero di strati aumenta e ripete il calcolo fino a quando la condizione δ non viene soddisfattaf ≥δ

5.15. Per ridurre lo spessore degli schizzi preparare la preparazione di pietrisco. In questo caso, lo spessore richiesto del contorno è uguale a

dove δ eq (p) - spessore equivalente della pietra frantumata determinato dalla formula

Qui dn, δn - dimensione del materiale e spessore della preparazione. Quando si determina δ nella formula (63), il coefficiente A è prescritto dal numero totale di strati, il numero di strati da aggiungere viene aggiunto al numero di strati di preparazione;

5.16. Sfocatura velocità v0 (da) per le particelle di terreno d, sottostanti il ​​contorno sul pendio, è determinato dalla tabella. 10 a seconda del tipo di impianto e della sua posizione rispetto al canale

Formula di calcolo per velocità di sfocatura

Sepoltura e strutture trasversali

Protetto da strutture trasversali

Nessuna struttura trasversale

Tumulo sulle grinfie dei fiumi (senza strutture trasversali)

Lo stesso con o con adiacente α m = 2, un prisma viene assegnato solo in base alla protezione formata durante l'erosione del pendio.

Il volume di 1 m di prisma (grembiule) per proteggere il pendio formatosi durante l'erosione è determinato dalla formula

dove Δ h è l'altezza del pendio da proteggere durante l'erosione della base delle strutture;

mog - il coefficiente di inclusione naturale suolo eroso sott'acqua; per terreni sciolti con un diametro delle particelle inferiore a 2-3 mm mog = 1,6-2.

Esempio 1. Trova la forza determinante sulle pendici del terrapieno della pianura alluvionale. Dati iniziali: velocità e profondità del flusso alla base del terrapieno, rispettivamente, vn = 1,8 m / s, hn = 2,2 m; altezza d'onda stimata hnel = 0,25 m; pendenze del terrapieno m = 2. Determiniamo il lato destro della disuguaglianza (36), in cui dal tavolo. 7 f (m) = 1.1.

Pertanto, l'onda. L'inattività determinerà il potere di rafforzare le pendenze (quando sono rinforzate da schizzi).

L'esempio mostra che nei casi pratici, anche con effetti ondulati insignificanti sull'argine in avvicinamento, saranno decisivi.

Esempio 2. Per le condizioni dell'esempio 1, determinare la possibilità di deformazione della base del rilevato, se la pianura alluvionale è composta da terreno sconnesso con un diametro medio delle particelle di d = 0,7 mm e la lunghezza dell'onda del vento è λ = 3,6 m.

La possibilità di deformazione della base dell'argine è determinata dalla disuguaglianza (47). Precedentemente sul tavolo. 8 quando troviamo il coefficiente ρ = 1,32; quando secondo il programma (vedi figura 10) il valore della funzione iperbolica e dalla formula (9) il valore della velocità di sfocatura v0 = 1,15 m / s.

Il lato destro della disuguaglianza (47) è uguale a.

, che è più quindi, la fondazione del terrapieno non è richiesta.

Esempio 3. Trova la dimensione di una pietra omogenea per proteggere le pendenze del terrapieno che cade nel canale dall'effetto forza determinante. Dati di riferimento per il calcolo: alla base del tumulo con una pendenza ripida m = 2, velocità vn = 4,4 m / s, profondità del flusso hn = 6,3 m, raggio di curvatura delle correnti R = 560 m; a livello di deriva del ghiaccio, spessore calcolato hl = 0,5 m larghezza del canale Br = 60 m.

Innanzitutto, calcoliamo le dimensioni di una pietra omogenea per proteggere dalle correnti longitudinali. Per prima cosa troviamo, usando le formule (42) e (43), i coefficienti di riduzione della velocità di sfocatura (prendi m0 = 1,15):

Secondo la formula (44), determiniamo il numero di Froude per il flusso sulla verticale alla base dell'argine e confrontiamo questo numero con il valore teorico di 0,43.

Poiché il numero effettivo di Froude è inferiore al criterio (), la dimensione di una pietra omogenea è rilevata dalla formula (40)

Calcola il lato destro della disuguaglianza (37):

m, che è più dello spessore stimato del ghiaccio. Di conseguenza, le correnti longitudinali sono decisive nel calcolo del rafforzamento del pendio del terrapieno.

Secondo Formula (46), gli effetti del ghiaccio richiedono una pietra omogenea di finezza

Esempio 4. Per le condizioni dell'esempio 3 (non ci sono effetti di ghiaccio) per calcolare la dimensione di una pietra omogenea nella testa di uno sperone continuo non allagato con parametri di progetto: lunghezza Lp = 20m, larghezza inr = 14m e il coefficiente di inclusione m = 1.7. Lo sperone confina con il terrapieno ad un angolo α = 70 °.

Secondo la formula (55), determiniamo la quantità di estrazione del flusso dalla struttura trasversale Δ l = 0,3 · 14 = 4,2 m.

Quando m e la dimensione di una pietra omogenea è determinata dalla formula (49)

È chiaro che una tale dimensione di pietra non può essere applicata nel contorno. In questo caso, secondo il punto 4.2, una riduzione della dimensione di una pietra a α> 45 ° può essere ottenuta solo riducendo la lunghezza calcolata della struttura. Questo declino è insignificante. Anzi, dimezzandolo (Lp = 10 m) otteniamo da = 1,71 m

Per umiliare la dimensione della pietra, prendiamo l'angolo di giunzione dello sperone sull'argine α = 25 °, e il coefficiente di inclusione è m = 2 e m = 2,5 (per semplicità, manterremo le dimensioni dello sperone costanti e uguali a Lp = 10 m, inr = 14 m).

Secondo la formula (54), per prima cosa troviamo il coefficiente

Quindi con la formula (55) la dimensione di una pietra omogenea sarà uguale a

Esempio 5. Per le condizioni dell'esempio 3 (gli effetti del ghiaccio sono assenti) per calcolare la dimensione di una pietra omogenea sulla pendenza del terrapieno in presenza di strutture trasversali. Il calcolo è fatto dalla formula (38)

m (per il confronto: senza strutture trasversali, la dimensione della pietra da = 0,465 m - vedi esempio 3).

Esempio 6. Per le condizioni degli esempi 1 e 2 (p.3), calcolare nell'allineamento del ponte la dimensione di una pietra omogenea per rafforzare la diga della riva destra con pendenze m = 1,5.

Il calcolo sarà effettuato per condizioni idrauliche prima e dopo l'erosione (le indiceremo, rispettivamente, con gli indici "1" e "2").

Innanzitutto, usando la formula (44), determiniamo i numeri di Froude sulla verticale considerata ai piedi della diga.

e confrontarli con il numero del criterio. Poiché la disuguaglianza è osservata, la dimensione di una pietra omogenea è determinata dalla formula (57). In questo caso, le condizioni dopo il washout saranno decisive (poiché vn2 > vn1).

La dimensione della pietra ottenuta è piccola, quindi non è richiesta la differenziazione delle aree per dimensione della pietra nella brutta copia.

Esempio 7. Per le condizioni dell'esempio 3, calcolare lo spessore del rinforzo in sito delle pendenze del terrapieno di una pietra omogenea di medie dimensioni dn = 0,5 m Il corpo del terrapieno è composto da una miscela ghiaia-sabbia con un diametro medio delle particelle di d = 6 mm.

Lo spessore del contorno è determinato dalla formula (61). Preliminare, usando la formula (67), calcoliamo la velocità di erosione per il suolo del corpo.

Chiediamo tre strati di pietra; δf = 0,5 · 0,70 · 3 = 1,05 m. Secondo la tabella. 9 con nRegno Unito = 3; A = 0,65. poi

Per il calcolo dovrebbe prendere un contorno dei quattro strati con uno spessore di 1,4 m.

Per ridurre il numero di strati, organizzeremo una preparazione di pietrisco (pietrisco con una granulometria di dn = 60 mm) δ di spessoren = 20 cm (cinque strati nn = 5).

Con la formula (64) lo spessore equivalente della preparazione è pari a m.

Secondo la formula (61), determiniamo lo spessore equivalente richiesto del rinforzo con la preparazione di macadam a cinque strati e uno strato di pietra dn = 0,5 m. Per il numero totale di livelli nRegno Unito = 5 + 1 = 6, A = 0,47.

Secondo la formula (63), lo spessore richiesto di uno strato di pietra è δn = 0,71 - 0,57 = 0,14 m.

Lo spessore effettivo di uno strato di pietra δf = 0,5 · 0,70 · 1 = 0,35 m.

Pertanto, quando la preparazione di pietrisco richiede solo uno strato di pietra (formalmente, è richiesto uno spessore inferiore a una pietra).

Esempio 8. Determinare lo spessore del rinforzo in sito delle pendenze dello sperone nell'esempio 4 (con pendenza m = 2,5 e (α = 25 °) da una pietra omogenea di dimensione media dn = 0,5 m Il corpo dello sperone viene versato da materiale ghiaioso-sabbioso con una dimensione media delle particelle d = 6 mm.

Preliminare con la formula (70) determiniamo la velocità del suolo del corpo dello sperone.

m / s, e secondo la formula (14) la velocità effettiva del flusso che influenza il rafforzamento,

Secondo la formula (61), determiniamo lo spessore richiesto del contorno (chiedendo tre strati di pietra δf = 0,5 · 0,70 · 3 = 1,5 m, a cui in base alla tabella. 9 A = 0,65)

m da = 0,052 m Secondo la clausola 5.12, questa dimensione è raccomandata per proteggere il fondo delle strutture.

La pietra omogenea esistente di medie dimensioni d viene presa per il calcolo.n = 15 cm

L'altezza del pendio da proteggere durante l'erosione della base della diga, viene definita come la differenza tra le profondità del flusso nella sezione del ponte nella parte inferiore della diga prima e dopo l'erosione

Δ h = 5,30 - 1,90 = 3,40 m.

Quindi con la formula (71) il volume specifico della pietra nel grembiule sarà uguale a (prendere tog = 1.7)

6. CALCOLO DELLA DISCUSSIONE DAL MATERIALE INHOMOGENEO IN PERDITA CONTRO L'ESPOSIZIONE AI FLUSSI LONGITUDINALI

6.1. Il materiale lapideo è considerato non uniforme se le condizioni della clausola 5.1 non sono soddisfatte. Nel materiale utilizzato per il rinforzo, deve esserci almeno il 15% di pietre (in peso) più grandi di da.

6.2. Nello schizzo di un materiale di pietra eterogeneo si verificano deformazioni, che sono causate dalla separazione della composizione granulometrica delle pietre, dagli schizzi in piccoli, trasportati dalla corrente e da pendenze più grandi, di rivestimento, vale a dire. c'è un'area cieca naturale.

La profondità massima degli schizzi di washout sulle piste è determinata dalla formula

dove D è il diametro calcolato delle pietre otmaschivayuschiy, determinato conformemente al punto 6.3;

- il contenuto in peso nella brutta copia di tutte le frazioni del materiale, la parte incassata del pendio;

αn - coefficiente di eterogeneità delle pietre otmaschivayuschiy, determinato dalla formula

αn - fattore di forma per pietra grezza αf = 0.8-1, per strati (αf = 1.2-1.4).

Il calcolo della sezione trasversale del rinforzo dopo l'erosione sui pendii del terrapieno è riportato nell'appendice.

Fig. 13. Per determinare il diametro stimato delle particelle dell'area cieca in base alla curva granulometrica della composizione del materiale in bozza:
1 - frazioni drenanti; 2 - frazioni di deflusso

6.3. Il diametro calcolato delle pietre di riscatto D è determinato nella seguente sequenza:

a) calcolare la dimensione dell'omogeneo, stabile sulla pendenza delle particelle da secondo p.5;

b) in base alla distribuzione delle dimensioni delle particelle (vedi Fig. 13) del materiale nel progetto (se ci sono pietre più grandi dia) trova le frazioni più grandi; questi dn ( min) le fazioni formeranno parte dell'area cieca;

C) determinare il diametro delle particelle calcolato dell'area cieca con la formula

6.4. Lo spessore richiesto del profilo deformabile sui pendii (nella direzione perpendicolare alla pendenza) è costituito dalla parte erosa del contorno, dal passo cieco 0,7 D e dallo spessore δn, protegge le strutture di terra del suolo dalla soffusione meccanica.

In generale, se esiste uno strato sottostante, lo spessore richiesto del profilo δ rimane dopo l'erosionen determinato dalla formula

dove dn - il diametro medio delle particelle del contorno; l'indice "eq" mostra che viene preso in considerazione il diametro equivalente delle particelle del materiale, che è determinato dalla formula

Qui Pio contenuto in massa nel materiale della frazione con un diametro medio delle particelle dio.

Per materiale cieco

Nella formula (75), il numero di strati di rinforzo è considerato uguale

dove nn, nn - rispettivamente il numero di strati del contorno e il numero di strati di preparazione ricercati. Selezione del numero di schizzi a strati prodotti conformemente al paragrafo 5.13.

Esempio 1. Per le condizioni degli esempi 3 e 7 (pagina 5), ​​calcolare lo spessore del rinforzo in sito delle pendenze di un tumulo di pietra, la cui dimensione delle particelle è presentata nella Tabella 11.

Dimensioni delle frazioni, m

dm in = 0.1m saranno eliminati dal flusso. Dalla frazione che segue, le pietre con un diametro medio di particelle m, che costituiscono il materiale nel materiale, saranno incluse nella struttura dell'area cieca.

Con la formula (74) il diametro delle particelle calcolato dell'area cieca è uguale a

, e il contenuto in peso nel contorno di tutte le frazioni del materiale che piastrellava la pendenza è

Il coefficiente di eterogeneità delle pietre otmaschivayuschiy determinato dalla formula (73)

Il fattore di forma ombus αf per quanto riguarda la pietra grezza (vedi paragrafo 6.2), è considerata uguale all'unità.

II. Determinazione della profondità massima, schizzi di washout sulle pendici della Formula (72)

III. Determinazione dello spessore richiesto del contorno. Precalcolato dalla formula (76) i diametri delle particelle equivalenti del contorno d n (eq) e area cieca D eq :

Con la formula (75) troviamo lo spessore richiesto del contorno, che rimane dopo l'erosione, δn. Nella formula (75), il secondo termine è 0, poiché la preparazione di pietrisco non è soddisfatta; vf = 4,4 m / s, v0 (da) = 1,27 m / s (vedi Esempio 7, paragrafo 5). Assegna uno spessore a due strati del contorno sotto lo strato di area cieca - secondo la formula (62) δf = 0,7 · 2 · 0,29 = 0,406 m, e secondo la formula (77) nRegno Unito = 2 + 1 = 3 e tabella. 9 A = 0,65. poi

pertanto, accettiamo lo spessore a tre strati del contorno sotto l'area cieca. Con questo

Lo spessore totale del contorno è costituito dalla parte erosa dello spessore del contorno e dallo spessore risultante sotto il contorno.

Per il calcolo prendiamo δ = 1,10 m. (Per confronto: con una pietra uniforme dn = 0,5 m spessore richiesto del contorno δ = 1,4 m - vedi esempio 7)

applicazione

CALCOLO DELLA SEZIONE TRASVERSALE DEL RINFORZO FLESSIBILE SU BULK ROUND

I più grandi effetti di forza del flusso sul pendio cadono su una verticale, chiamata critica, con una profondità h τ. Profondità h τ determinato dalla formula

Quando si rinforzano le pendenze di un materiale lapideo eterogeneo è possibile deformare il contorno.

Profondità massima di erosione Δ h max sarà posizionato sulla verticale, dove al momento della stabilizzazione dell'erosione la profondità del flusso è pari a h τ. Questa verticale sposta la pendenza dalla verticale con la stessa profondità all'erosione alla distanza m Δ h max (Fig. 1). Posizione verticale con Δ h max dal fondo del terrapieno (con bozza) sarà uguale a

Profondità di flusso h min, su cui non ci sarà erosione, è determinata dalla formula

dove v0 min - velocità di erosione del flusso piatto per le particelle più piccole (per dimensione) del contorno dmin contenuto nello schizzo in una quantità non inferiore al 10% in peso, con una profondità di flusso hn;

β - fattore di correzione alla velocità di sfocatura, determinato in base al rapporto tra il diametro della particella dmin intendere per contorno dn secondo il programma (figura 2) o secondo la formula

Su una verticale con una profondità di flusso hmin le deformazioni vengono aspirate solo se tra profondità hmin e h τ il rapporto tra la pendenza deformata mg sarà maggiore del coefficiente di riposo del contorno m0. Con mg m0 c'è una deformazione della pendenza dovuta al rotolamento di pietre su una sezione ripida (vedi Fig. 1).

Fig. 1. Lo schema di deformazione del contorno sul pendio: a - costruzione del rinforzo in assenza di erosione del canale del letto; b - lo stesso quando si erode il fondo del canale. 1 - la sezione trasversale del pendio all'erosione; 2 - lo stesso dopo il lavaggio; 3 - rotolamento di sezione e pietre dal pendio; 4- parte del prisma, distrutto dall'erosione del fondo; 5 - in basso dopo il washout

Fig.2. Grafico per la determinazione del coefficiente

Deformazione della pendenza dovuta a rolling stones sulla verticale con una profondità di h min determinato dalla formula (con h τ- hmin > Δ h max)

Il criterio per l'assenza di rolling stones dal pendio è la condizione Δ h min ≤0. Quando Δ h min > 0, e anche quando la verticale con profondità Δ h min è più vicino alla pianta che alla verticale con la massima profondità di erosione (cioè h τ Δ h max h max rappresenterà una pendenza con una pendenza m g> m0 (vedi figura 1).

Se è noto che la deformazione del piede del pendio non si verifica, allora la terza verticale (insieme alle verticali h τ e h min) costruire un profilo trasversale del pendio dopo l'erosione sarà una verticale con una profondità di flusso h n.

Di solito, il canale alla base del terrapieno è deformato e un prisma testardo è predisposto per proteggere la pendenza dall'erosione (vedi Figura 1, b).

Le dimensioni del prisma sono assegnate in modo tale che ci siano abbastanza pietre in esso, sia per fermare la struttura di rinforzo sovrastante e per proteggere il pendio formato durante l'erosione.

La sufficienza della massa del prisma viene determinata in base allo schema di taglio planare dalla condizione che non vi sia lo slittamento del rinforzo lungo la pendenza.

Questa condizione è osservata quando

dov'è meccetera, MRegno Unito - la massa di 1 m del prisma, tenendo conto dell'effetto di pesatura dell'acqua, rispettivamente, del prisma resistente e del rinforzo del pendio sotto il livello dell'acqua;

feccetera, f - coefficienti di attrito dell'abutment contro la base nel piano di taglio e il rivestimento lungo il piano di slittamento calcolato; nei calcoli può essere preso feccetera = f = 0,3 + 0,4;

K è il fattore di sicurezza, che include i fattori di sovraccarico e le condizioni di lavoro e si presume essere 1,35-1,4.

Il calcolo del volume specifico aggiuntivo (vedi Fig. 1, b) del prisma secondo la condizione di erosione è ridotto a determinare il volume di pietra nel prisma eroso, che è sufficiente a distribuirlo lungo il pendio protetto dall'erosione, è prodotto dalla formula

Il diametro calcolato delle pietre di appoggio D della pendenza in questione e il loro contenuto nel materiale non uniforme sono determinati dal metodo sopra descritto (vedere pagina 6).

Se un prisma viene versato da una pietra omogenea dn, quindi nella formula (7) prendi D = dn, p = dn = 1. Per determinare la parte distruttibile di un prisma, è necessario calcolare l'abbassamento dei segni della parte superiore del prisma di arresto con le caratteristiche idrauliche del flusso dopo che il canale si è stabilizzato. Quando il livello della parte superiore del prisma diminuisce, la profondità e la portata sopra di esso aumentano. Pertanto, il calcolo dell'erosione della parte superiore del prisma viene effettuato con il metodo di selezione. Data la profondità dell'erosione Δ hn, determinare la profondità sopra il prisma (vedi Fig. 1, b) portata veccetera, dimensione della pietra omogenea stabile

da (n), diametro stimato delle particelle dell'area cieca Dn e il contenuto di queste particelle Pn a grandi linee, e poi la profondità dell'erosione. In caso di parità delle profondità di erosione adottate e calcolate Δ hn il calcolo dell'abbassamento della cima del prisma finisce. Questi parametri determinano:

da (n) - con le formule (40) e (41);

portata sul prisma - secondo la formula

La pendenza sopra il prisma (vedi Fig. 1, b) è considerata come una pendenza con una suola non deformata, la cui profondità di flusso è uguale a hn = heccetera. Il metodo di costruzione del profilo trasversale di una tale inclinazione dopo l'erosione è discusso sopra.

La possibilità di prevedere la sezione trasversale di un pendio fortificato dopo il passaggio dell'alluvione di progettazione consente di definire l'ottimale per gli indicatori tecnici ed economici i principali parametri della struttura di rinforzo: lo spessore del profilo δ e il fattore di inclinazione del pendio m.

L'inclinazione della pendenza (aumento del coefficiente m) di solito porta ad un aumento del volume del materiale del contorno. Pertanto, è desiderabile designare il coefficiente m come il minimo della condizione di stabilità del terrapieno. Di solito prendi m = 2, perché quando m ≥ 2, la costruzione di rinforzo non richiede un'enfasi sotto forma di un prisma nella parte inferiore dell'argine.

La riposizione della pendenza deve essere ricorsa nel caso in cui la dimensione disponibile della pietra sia insufficiente o si prevedano deformazioni significative dello schema.

I calcoli mostrano che abbassando la pendenza da m = 2 a m = 3 si riduce la dimensione calcolata della pietra da non molto: 1,1 volte su una linea retta e 1,15-1,25 volte su sezioni curve.

Se si presenta la necessità di stabilizzare la pendenza, possiamo considerare l'opzione di rinforzo con un coefficiente di pendenza variabile: m ≥ 2 nella sezione della pendenza dal fondo alla profondità del flusso h min e m h min.

Il design del rinforzo, progettato dalla condizione di stabilità del materiale, i disegni dagli effetti delle correnti longitudinali, saranno ricercati se questi effetti sono decisivi. (Per i criteri per determinare l'impatto, vedere la clausola 5.2).

Il calcolo delle strutture delle fortificazioni imbottite per la protezione dagli effetti delle onde è indicato nei documenti normativi pertinenti [1].

Va notato che nella stragrande maggioranza dei casi sulle sezioni di pressione, gli effetti ondulati non saranno decisivi.

Per gli strati rocciosi sul pendio del terrapieno, il più pericoloso dei possibili effetti del ghiaccio è il carico statico dalla copertura ghiacciata a esso con un crescente (o decrescente) livello d'acqua nel fiume. La dimensione di una pietra omogenea in questo è determinata dalla formula (45) o (46).

La forza delle fortificazioni per proteggere le strutture dagli impatti di ghiaccio non dipende dalla dimensione del materiale del contorno, poiché tale carico dinamico è percepito attraverso lo spessore; fortificazioni e tumuli del corpo.

Se risulta che gli effetti del ghiaccio sono decisivi, la pietra con una dimensione delle particelle calcolata dalle formule (45) o (46) dovrebbe essere posta solo nella parte inferiore della pendenza fino al livello del livello accettato di movimento del ghiaccio con il margine di 0,25-0,5 m a seconda della precisione del livello calcolato (figura 3).

Ric. 3. Rafforzamento del contorno del pendio durante l'esposizione al ghiaccio

Quando si definiscono gli effetti del ghiaccio, di solito è necessaria una pietra di dimensioni considerevoli (oversize). È necessario posare almeno due strati con continuità αcn ≥0,85 per ogni livello (per continuità, vedere a pagina 1).

La pietra è posta sul contorno di solito delle stesse dimensioni, che protegge la pendenza del terrapieno sopra il marchio della posizione di pietre di grandi dimensioni. Una roccia che riceve il ghiaccio non è deformata dall'erosione del canale. A tal fine, è necessario disporre un prisma, la cui sommità è desiderabile trovarsi al di sotto del livello del ghiaccio (vedi Fig. 3).

Un esempio Per le condizioni dell'esempio 1 p.6 (oltre agli esempi 3 e 7 p.5), calcolare la sezione trasversale del rinforzo in loco sulla pendenza del terrapieno dopo l'erosione e i parametri del prisma per la protezione del pendio formato dall'erosione con profondità Δ h = 2,5 m.

Determiniamo con la formula (1) la profondità del flusso sulla verticale con l'effetto forza maggiore.

Poiché il canale vicino alla base dell'argine è deformato, disponiamo un prisma testardo. Le sue dimensioni dovrebbero fornire solo la protezione del pendio formatosi durante l'erosione, poiché, per m = 2, il progetto di rinforzo non richiede un'enfasi.

La base del prisma di arresto si trova al livello inferiore prima della costruzione della struttura (con la profondità del flusso hn = 6,3 m). L'altezza del prisma può essere assegnata in modo tale che la massima profondità di erosione sia sulla pendenza del prisma (la verticale con h τ dovrebbe attraversare il rinforzo sotto la parte superiore del prisma) e sul pendio del terrapieno. Nelle condizioni date, la prima opzione di rinforzo sarà più affidabile. Impostare l'altezza del prisma più hn - h τ = 6.3 - 4.52 = 1.78 me pari a 2 m con inclinazione m = 2. Quindi heccetera = h τ - 2 = 6,3 - 2 = 4,3 m La massima distanza verticale con la massima profondità di erosione Δ h max = 0,28 m dalla suola prismatica non deformata (berm) secondo la formula (2) sarà uguale a m. Determiniamo la profondità del flusso h con la formula (3) min, che non sarà eroso. Pre per hn = 0,29 m edd min = 0,10 m dalla formula (4) e dalla formula (9)

Questa profondità sarà anche sul pendio del berm (heccetera h min).

Poiché la profondità c verticale h min si è rivelato più vicino alla suola rispetto alla verticale con la massima profondità di erosione (cioè h τ - Δ h max = 4,52 - 0,28 = 4,24 m Δ h max rappresenterà una pendenza con una pendenza mg = m0 = 1.15.

Dal momento che la verticale con profondità h min attraversa la fortificazione sotto la parte superiore del berm, non ci sarà alcuna diminuzione nei segni della parte superiore del berm. (Infatti, con heccetera = 4,3 m secondo la formula (8) m / s, secondo la formula (40) in K V0 = 0,867 e K V0(N) = 0.967 (vedi esempio 3 p.5)

m, e m, che è più piccola della più piccola per dimensione (vedi tab. 11). Pertanto, tutte le frazioni del materiale saranno incluse nell'area cieca, vale a dire non ci sarà erosione, dal momento che il contorno è uniforme).

Per lo stesso motivo, anche l'erosione del profilo sul pendio del terrapieno non sarà. Se il contorno sulla pendenza del terrapieno fosse riempito con un altro materiale (meno resistente agli effetti di forza dovuti alle correnti longitudinali), il calcolo dell'erosione e di altri parametri strutturali del rinforzo dovrebbe essere effettuato tenendo in considerazionen = veccetera = 3,63 m / se profondità del flusso hn = heccetera = 4,30 m.

Volume specifico del prisma W 1 prosp per proteggere il pendio formatosi durante l'erosione, lo determiniamo con la formula (7) (con D = 0,492, p = 0,484, αn = 1,37 e αn = 1 (vedi esempio 1 a pagina 6)

L'altezza del berm, come mostrato dal calcolo, non cambia (uguale a δeccetera = 2,0 m), quindi la larghezza minima del berm (trascurando deformazioni minori della sua pendenza) è stata determinata dalla condizione m Accettata con un margine di l = 2,5 m.

ELENCO DELLA LETTERATURA

1. Istruzioni per la progettazione di strutture idrauliche soggette all'azione delle onde. CH 288-64. M., Stroyizdat, 1965.

2. Codici di costruzione e regolamenti, parte IV. Regole stimate Ch. 13. Lavoro di brillamento. SNiP IV-13 - 71. M., Stroyizdat, 1971.

3. Istruzioni tecniche per la progettazione e la produzione di operazioni di perforazione e brillamento nella costruzione del sottofondo. B CH 178-74. M., Orgtransstroy, 1974.

4. Raccomandazioni sulla regolazione del flusso ai passaggi a ponte con canali serpeggianti. M., ZNIIS, 1978,

5. Begam L.G., Altunin B.C., Tsypin V.Sh. Regolazione dei flussi d'acqua nella progettazione delle strade. M., "Trasporti", 1977.

6. Istruzioni per il rilevamento e la progettazione di ponti ferroviari e stradali attraverso i corsi d'acqua. (NIMP-72). M., "Trasporti", 1972.

7. Istruzioni tecniche per il calcolo dell'erosione locale ai supporti di ponti, deviazione di dighe e traversate. VSN 62-69. M., Orgtransstroy, 1970.

8. Codici di costruzione e regolamenti, parte P. Standard di progettazione. Ch. 57. Carichi e impatti su strutture idrauliche (onde, ghiaccio e da navi). SNiP II-57-75. M., Stroyizdat, 1976.

9. Raccomandazioni metodiche sul calcolo delle caratteristiche idrologiche dei fiumi attraversati dalla rotta BAM, Mosca, ZNIIS, 1976.