90 Smaltimento di acque reflue, rifiuti e attività simili [vecchio]
37 Raccolta e trattamento delle acque reflue [nuovo]

[Old OKVED] 90.0 Smaltimento di acque reflue, rifiuti e attività simili
[Nuovo OKVED] 37.0 Raccolta e trattamento delle acque reflue

[Old OKVED] 90.00 Rimozione di acque reflue, rifiuti e attività simili
[Nuovo OKVED] 37.00 Raccolta e trattamento delle acque reflue

[Old OKVED] 90.00.1 Rimozione e trattamento delle acque reflue
[Nuovo OKVED] 37.00 Raccolta e trattamento delle acque reflue

[Old OKVED] 90.00.2 Smaltimento e trattamento dei rifiuti solidi
[Nuovo OKVED] 38.1 Raccolta dei rifiuti

[un'altra nuova versione] 38.2 Trattamento e smaltimento dei rifiuti

[Old OKVED] 90.00.3 Pulizia del territorio e attività simili
[Nuovo OKVED] 81.29.9 Altre attività di pulizia e pulizia non incluse in altri gruppi

Codice OKVED 90.00.1 - Rimozione e trattamento delle acque reflue

Questa classe include il trattamento dei rifiuti liquidi:
- rimozione di liquami domestici attraverso la rete fognaria o altri mezzi, il loro trattamento e smaltimento
- trattamento delle acque reflue mediante diluizione, filtrazione, sedimentazione, precipitazione chimica, trattamento con fango attivo e altri metodi
- manutenzione di sistemi fognari
- svuotamento e pulizia di pozzi neri, fosse settiche e fosse settiche, servizi igienici chimici
- trattamento delle acque reflue della piscina
- trattamento delle acque reflue industriali

Questo codice OKVED non contiene codici nidificati.

Codice OKVED 90.00.1

Smaltimento e trattamento delle acque reflue

Questa classe include il trattamento dei rifiuti liquidi:

  • rimozione di liquami domestici attraverso la rete fognaria o altri mezzi, il loro trattamento e smaltimento
  • trattamento delle acque reflue mediante diluizione, filtrazione, sedimentazione, precipitazione chimica, trattamento con fango attivo e altri metodi
  • manutenzione di sistemi fognari
  • svuotamento e pulizia di pozzi neri, fosse settiche e fosse settiche, servizi igienici chimici
  • trattamento delle acque reflue della piscina
  • trattamento delle acque reflue industriali

90,00 - Smaltimento di acque reflue, rifiuti e attività simili

Codici OKVED correnti con decodifica (OKVED 2). Click!

Hai difficoltà a scegliere OKVED? Fai una domanda nel nostro forum "Quale OKVED scegliere?" o utilizzare la ricerca del sito.

Appendice A (obbligatorio)

DESCRIZIONI DEL GRUPPO

Hai domande sulla registrazione della società e sugli indirizzi legali?
Compila un'applicazione in 20 secondi e ricevi una consulenza gratuita!

OOO-ZAO.ru (registrazione di persone giuridiche). I nostri servizi principali:

Come pulire l'acqua di scarico: la scelta del metodo per ottenere un liquido pulito

Molte persone, usando acqua purificata, non sospettano nemmeno quali metodi siano stati ottenuti. Tuttavia, ora ci sono un certo numero di metodi di pulizia, come ad esempio: meccanico, biologico, biochimico. chimica, fisico-chimica, che a loro volta sono divisi in tipi. In alcuni casi, questi metodi sono applicati in un complesso. Quale di loro è più efficace - questo sarà discusso di seguito.

La purificazione dell'acqua dalla presenza di vari tipi di impurità, metalli pesanti e loro composti è un processo scrupoloso. Ora ci sono molti metodi per ottenere un liquido pulito, i metodi di trattamento delle acque reflue differiscono in base al grado di contaminazione e alla concentrazione delle impurità nell'acqua.

Schema dei metodi di pulizia.

Perché pulire gli scarichi?

Lo scopo principale della purificazione è la distruzione di sostanze inquinanti di varia natura e la loro rimozione. Questo è un processo di produzione complesso, i cui prodotti finiti sono acqua depurata. I suoi parametri sono portati agli standard stabiliti. Inoltre, i requisiti per l'acqua per vari scopi sono significativamente diversi e sono in costante aumento.

Metodi di pulizia

La scelta del metodo di pulizia dipende dal tipo di contaminazione. Molto spesso, il massimo filtraggio si ottiene combinando vari metodi.

Tra la varietà di metodi esistenti, puoi selezionare i tipi principali:

  1. Meccanico - il trattamento delle acque reflue viene effettuato da impurità insolubili.
  2. Chemical. In questa fase, la neutralizzazione di acidi e alcali.
  3. Biochimica. Insieme ai reagenti chimici vengono utilizzati microrganismi che consumano contaminanti come cibo.
  4. Biologia. Il trattamento dell'acqua avviene senza l'uso di prodotti chimici.
  5. Il trattamento delle acque reflue fisiche e chimiche comprende diversi tipi, ognuno dei quali sarà discusso di seguito.

meccanico

Trattamento integrato delle acque reflue.

Utilizzato per il pretrattamento di acque reflue da contaminanti insolubili e utilizzato in combinazione con altre specie. La pulizia stessa viene effettuata in più fasi.

purificazione

Nel processo di sedimentazione, sul fondo si depositano particelle con un peso specifico maggiore di quello dell'acqua, e con una più piccola salgono in superficie. I polmoni includono oli, oli, grassi, resine. Tali impurità sono presenti negli effluenti industriali. Successivamente, vengono rimossi dall'impianto di trattamento e inviati per l'elaborazione.

È importante! Per separare le sospensioni solide naturali utilizzare una versione speciale dei serbatoi di sedimentazione - trappole di sabbia, che sono fatti tubolari, statici o dinamici.

Filtraggio e filtraggio

Per la separazione di sporco grossolano sotto forma di carta, stracci, ecc., Sono grate. Per intrappolare piccole particelle utilizzando un metodo meccanico di purificazione dell'acqua, vengono utilizzati filtri tessuti, porosi o a grana fine. Con lo stesso scopo, utilizzare microcore, costituito da un tamburo, dotato di una griglia. Il lavaggio delle sostanze separate nella trappola del bunker avviene sotto l'influenza dell'acqua che viene fornita attraverso gli ugelli.

biochimica

Il sistema di trattamento delle acque reflue, che nel processo di lavoro con sostanze chimiche utilizza microrganismi speciali, è di due tipi:

Il primo esegue la purificazione dell'acqua in condizioni naturali. Può essere serbatoi, campi di irrigazione in cui è necessario un trattamento aggiuntivo del suolo. Sono caratterizzati da bassa efficienza, alta dipendenza dalle condizioni climatiche e la necessità di grandi aree.

Questi ultimi operano in un ambiente artificiale in cui vengono create condizioni favorevoli per i microrganismi. Ciò migliora significativamente la qualità della pulizia. Tali stazioni possono essere suddivise in tre tipi: aerotank, filtri bio e aerodinamici.

  1. vasche di aerazione. La biomassa produttiva è un fango attivo. Con l'aiuto di meccanismi speciali, viene mescolato con gli scarichi consegnati in un'unica massa.
  2. Un biofiltro è un dispositivo in cui viene fornito il filtro. Per usare materiali come scorie, ghiaia di argilla espansa.
  3. Il filtro dell'aria è costruito sullo stesso principio, ma l'aria viene forzatamente inserita nel letto del filtro.

biologico

I metodi biologici di trattamento delle acque reflue vengono utilizzati quando c'è inquinamento di natura organica. Quando si usano i batteri aerobici si osserva un effetto maggiore. Ma per garantire che la loro attività vitale richieda ossigeno. Pertanto, quando si lavora in condizioni artificiali, è necessaria l'iniezione di aria, che porta ad un aumento dei costi.

L'uso di microrganismi anaerobici riduce i costi, ma è inferiore in termini di efficacia. Per aumentare la qualità della filtrazione, viene eseguita un'ulteriore purificazione delle acque reflue precedentemente trattate. Molto spesso a questo scopo vengono utilizzati chiarificatori di contatto, che sono un filtro multistrato. Meno comunemente - microfiltri.

Il trattamento delle acque reflue con questo metodo elimina le impurità tossiche, ma allo stesso tempo il fosforo e l'azoto sono saturi. Lo scarico di tale acqua violerà il sistema ecologico del serbatoio. La rimozione dell'azoto viene effettuata in altri modi.

Fisica e chimica

Metodo di pulizia fisico-chimica.

Questo metodo di pulizia consente di separare miscele finemente disperse e disciolte di composti inorganici dall'effluente e di distruggere la materia organica difficilmente ossidabile. Esistono diversi tipi di pulizia, la cui scelta dipende dal volume d'acqua e dalla quantità di impurità in esso contenuti.

coagulazione

Questo tipo comporta l'introduzione di reagenti chimici: sali di ammonio, ferro, ecc. Le impurità nocive sono depositate sotto forma di scaglie, dopo di che la loro rimozione non è difficile. Durante la coagulazione, piccole particelle si uniscono in grandi composti, il che aumenta significativamente l'efficienza del processo di deposizione. Questo metodo di pulizia rimuove la maggior parte delle inclusioni indesiderate dall'effluente. È utilizzato nella costruzione di sistemi di trattamento delle acque reflue industriali.

flocculazione

Inoltre, la flocculazione viene utilizzata per accelerare il processo di formazione del fango. I composti molecolari del flocculante a contatto con le impurità nocive sono riuniti in un unico sistema, che riduce la quantità di coagulante. I fiocchi precipitati vengono rimossi meccanicamente.

I flocculanti sono di varia origine: naturale (biossido di silicio) e sintetico (poliacrilammide). La velocità del processo di flocculazione è influenzata dall'ordine di aggiunta di reagenti, temperatura e livello di inquinamento idrico, con quale frequenza e miscelazione di potenza si verifica. Il tempo trascorso nel mixer - 2 minuti e il contatto con i reagenti - fino a un'ora. Quindi eseguire la chiarificazione dell'acqua nei pozzetti. Ridurre il costo dei coagulanti e dei flocculanti consente il doppio trattamento delle acque reflue, quando la sedimentazione iniziale viene effettuata senza l'uso di reagenti.

adsorbimento

È importante! Esistono numerose sostanze in grado di assorbire le impurità nocive. Il metodo di adsorbimento è basato su questo. Poiché i reagenti utilizzavano carbone attivo, montmorillonite, torba, alluminosilicati.

Il trattamento delle acque reflue con questo metodo offre alte prestazioni, consente di rimuovere vari tipi di inquinamento. L'adsorbimento è di due tipi: rigenerativo e distruttivo.

La prima opzione è dovuta alla rimozione delle impurità nocive dal reagente e solo dopo che sono state riciclate. Nel secondo - sono distrutti simultaneamente con l'adsorbente.

estrazione

Le impurità nocive sono poste in una miscela costituita da due liquidi che non si dissolvono l'uno nell'altro. Applicare quando è necessario rimuovere la sostanza organica dall'effluente.

Il metodo si basa sull'aggiunta di una certa quantità di estraente. In questo caso, le sostanze nocive lasciano acqua e si concentrano nello strato creato. Quando il loro contenuto raggiunge il valore massimo, l'estratto viene rimosso.

Metodo di scambio ionico

A causa dello scambio che avviene tra le fasi di contatto, è possibile rimuovere elementi radioattivi: piombo, arsenico, composti di mercurio, ecc. Con un alto contenuto di sostanze tossiche, questo metodo è particolarmente efficace.

chimico

Tutti i metodi di trattamento delle acque reflue chimiche si basano sull'aggiunta di reagenti che convertono i soluti in uno stato sospeso. Dopo ciò, vengono rimossi senza difficoltà.

Come reagenti usati:

  • ossidanti (ozono, cloro);
  • alcali (soda, calce);
  • L'acido.

neutralizzazione

Il trattamento delle acque reflue in modo simile neutralizza i batteri patogeni, mostra il livello di pH allo standard richiesto (6.5-8.5). Per fare questo, utilizzare i seguenti metodi:

  • alcali e acidi sono mescolati sotto forma di liquidi;
  • inserire reagenti chimici;
  • filtri di drenaggio contenenti acidi;
  • neutralizzare i gas con soluzione alcalina e acido-ammoniaca.

ossidazione

Quando non è stato possibile rimuovere le impurità con mezzi meccanici e decantazione, si utilizza l'ossidazione. In questo caso, l'ozono, il bicromato di potassio, il cloro, la pirolusite, ecc. Agiscono come reagenti L'ozono è usato raramente a causa dell'alto costo del processo e ad alte concentrazioni è esplosivo.

È importante! L'essenza del metodo: lo stato fisico di tutti i contaminanti dannosi viene ripristinato e quindi vengono rimossi mediante flottazione, sedimentazione o filtrazione.

Quando è necessario effettuare la purificazione dall'arsenico, dal mercurio, il cromo usa questo metodo.

galleggiamento

Metodo di flottazione - Pulizia dell'aria ad alta pressione

Questo è il modo in cui si ottiene la risalita dei detriti verso la superficie aggiungendo flussi di aria vorticosa nell'acqua di scarico. L'efficacia del metodo dipenderà dall'idrofobicità delle particelle. La resistenza delle bolle d'aria alla distruzione è migliorata dall'aggiunta di reagenti.

L'efficacia del trattamento delle acque reflue con vari metodi di chiarezza può essere presentata in forma tabellare.

Trattamento e smaltimento delle acque reflue

I rifiuti liquidi sulle navi sono trattati con il sistema EOS (trattamento delle acque reflue elettriche). Capacità di installazione - 15 metri cubi all'ora. Come conseguenza del trattamento, l'acqua diventa incolore, perde il suo odore e viene scaricata in mare.

INDICE

Metodi per valutare l'inquinamento dell'acqua di mare.

Esistono i seguenti metodi per valutare l'inquinamento delle acque marine:

1) Visual. L'acqua è stimata su un sistema a cinque punti. L'acqua è considerata pulita se il suo inquinamento non supera i 2 bayal. Allo stesso tempo, sono consentite singole fuoriuscite di petrolio, ma non dovrebbero esserci rifiuti.

2) Indicatore olsologico (olsologia - la scienza delle alghe). Le alghe brune crescono solo in acque pulite, e alghe verdi possono esistere nello sporco. A seconda del rapporto tra diversi tipi di alghe e valutare le condizioni dell'acqua.

3) Metodi chimici. Utilizzare indicatori come l'inquinamento delle acque

1. BOD (consumo di ossigeno biochimico). Più alto, più sporco l'acqua.

2. Oxidizability. Più alta è l'ossidabilità, più l'acqua è inquinata

3. Salinità dell'acqua. Con frequenti scarichi di acqua dolce inquinata dalle navi, la salinità diminuisce e si giudica che l'inquinamento delle acque marine è giudicato dalla sua diminuzione.

4. L'acqua viene anche esaminata per la presenza di impurità non caratteristiche (mercurio, piombo, arsenico, ecc.).

4) Indicatore batteriologico. L'acqua è considerata pulita se non più di 100 colonie di stafilococco crescono da 1 litro

INDICE

11. Attività per la protezione dei mari e degli oceani. Aspetti igienico-epidemiologici, socio-economici e planetari-ecologici dell'inquinamento dei mari e degli oceani.

L'inquinamento dei mari e degli oceani è molto importante e può essere visto in vari aspetti:

1. Aspetto planetario e ambientale. I mari e gli oceani costituiscono circa il 74% della superficie dell'intera Terra e sono polmoni del pianeta, dal momento che il plancton assorbe il biossido di carbonio e rilascia ossigeno. Quando inquinata (le fuoriuscite di petrolio sono particolarmente pericolose), questa funzione dei mari e degli oceani soffre.

2. Aspetto socio-economico. Il 13% di tutte le proteine ​​è ottenuto dal mare. A inquinamento (fuoriuscita di petrolio) plancton e, di conseguenza, i pesci soffrono. Di conseguenza, la quantità di proteine ​​derivate dal mare diminuisce.

3. Aspetto sanitario ed epidemiologico. A causa dell'inquinamento dei mari e degli oceani nella fascia costiera, aumenta il numero di malattie infettive (colera, salmonellosi, epatite, ecc.).

Le principali fonti di inquinamento marino sono

1) Fiumi costieri.

2) Fonti marine (spedizione, giacimento petrolifero, ecc.)

3) Emissioni da imprese industriali.

A seguito di ciò, tali misure sono necessarie per proteggere i mari dall'inquinamento come la riduzione dell'inquinamento dei fiumi, la depurazione delle acque reflue da parte delle imprese e le navi scaricate nei mari.

Un contributo speciale all'inquinamento dei mari e degli oceani è prodotto dal petrolio, dal poeta) "molta attenzione è dedicata alla prevenzione dell'inquinamento da idrocarburi. Sono previste le seguenti misure:

1) Divieto di scarico incontrollato di prodotti petroliferi in mare. Arrivato al porto, la nave dovrebbe essere liberata da tutti i residui di prodotti petroliferi in luoghi appositamente designati entro tre giorni.

2) Durante lo scarico di acque reflue contenenti prodotti petroliferi, 1 litro di acque reflue non deve contenere più di 100 mg di prodotti petroliferi.

3) Se si verifica una fuoriuscita di petrolio, devono essere installate barriere speciali per impedire la diffusione della chiazza di petrolio. È anche necessario spruzzare l'olio, evitare che si attacchi insieme in grandi punti (dispersione di olio). Per la raccolta dell'olio dalla superficie dell'acqua, vengono utilizzati materiali assorbenti.

Va notato che attualmente ci sono due documenti principali sulla protezione dei mari e degli oceani.

1) "Regole per la prevenzione dell'inquinamento da navi".

2) "Regole per la protezione del mare"

INDICE

Disinfezione dell'acqua con mezzi individuali. Misure di decontaminazione dell'acqua

Come mezzi individuali di disinfezione dell'acqua vengono utilizzati

Smaltimento e trattamento delle acque reflue

Le acque reflue non possono essere attribuite a acque dolci o saline. Sono divisi in due tipi: il primo tipo è costituito da scarichi fognari provenienti dagli appartamenti cittadini, oltre che dalle fognature cittadine, il secondo tipo è costituito da acque reflue provenienti da impianti industriali. Nell'acqua del primo tipo di urina, feci, carta, residui di cibo. Tale acqua viene depositata in fognature, marcita su siti appositamente designati e non causa danni ambientali alla natura.

L'umanità non può abbandonare la polpa e le cartiere, l'industria chimica, gli impianti di costruzione di macchine. Qualsiasi oggetto industriale getta i suoi "rifiuti" nell'acqua, che la saturano con metalli pesanti, isotopi radioattivi, chimica, ecc.

Il trattamento delle acque reflue è un processo complesso e in più fasi realizzato dalle imprese statali di Vodokanal. I liquami sono sottoposti a depurazione in apposite stazioni di aerazione, dove vengono inizialmente filtrati, difesi, saturati con ossigeno e quindi inviati ai serbatoi naturali. La materia secca residua (fango) viene smaltita in diversi modi: viene sepolta nel terreno, scaricata nell'oceano, trasformata in fabbriche speciali, ecc. Le acque reflue purificate in Russia non sono clorurate per evitare la contaminazione da cloro dei corpi idrici naturali.

Il trattamento delle acque reflue comprende diverse fasi: trattamento primario, secondario e terziario. Solo il 10% circa delle acque reflue non subisce alcun trattamento, circa il 30% subisce un trattamento primario, il 60% delle acque reflue è sottoposto a trattamento primario e secondario. L'elaborazione terziaria richiede notevoli costi materiali, che non tutte le aziende possono permettersi. Pertanto, nella maggior parte dei casi, le acque reflue rappresentano solo il trattamento primario e secondario.

Il trattamento primario è la filtrazione di sabbia, fango, impurità solide, clorurazione dell'acqua per disinfettare e rimuovere batteri e infezioni.

Trattamento secondario: si tratta di una lenta filtrazione a volte viene eseguita l'aerazione. In questa fase, l'acqua di scarico passa attraverso diversi strati di ghiaia, in cui speciali batteri vengono "depositati", decomponendo oltre il 75% della materia organica contenuta nelle acque reflue. Nel caso del trattamento aerobico, le acque reflue vengono neutralizzate, per le quali vengono fatte passare attraverso uno strato di batteri, minerali e sostanze organiche ossidanti. Quindi l'acqua si arricchisce di aria, si difende e poi si raddrizza nell'acqua. Il metodo di aerazione è efficace al 90%. Il trattamento terziario è un processo in cui le sostanze ioniche solubili e i residui di sostanze organiche che non vengono recuperati durante il trattamento secondario vengono rimossi dalle acque reflue. Il trattamento terziario in ciascun caso viene effettuato in modo diseguale, a seconda della qualità delle acque reflue, del metodo di purificazione, ecc. i filtri a carbone attivo a volte vengono utilizzati per il trattamento terziario. E anche l'idrossido di calcio può essere usato. Inoltre, non è raro usare l'elettrodialisi, tuttavia, questo metodo richiede maggiori costi per la sua implementazione. Nonostante il fatto che i liquami, una volta rilasciati nel serbatoio, siano purificati al massimo, hanno ancora un alto contenuto di sostanze nocive. Tuttavia, dopo essere entrati nel corpo idrico naturale, la loro concentrazione diminuisce bruscamente a causa della diluizione con acqua naturale. I valori risultanti di impurità nocive non possono nemmeno essere rilevati nel corso di ricerche e analisi utilizzando i metodi più accurati.

L'acqua dolce proveniente dai bacini naturali subisce una pulizia a più livelli prima di arrivare ai nostri appartamenti. Trattamento delle acque reflue e acqua, che successivamente entra nell'appartamento, assolutamente due processi diversi. Per uso domestico, l'acqua passa attraverso diversi stadi di purificazione, è clorurata (fluorurata) e solo dopo entra nella rete di approvvigionamento idrico e viene fornita agli appartamenti urbani.

Va inoltre notato che l'acqua nelle acque naturali, come principale fonte di acqua dolce, tende a purificarsi da sola. E questo, a sua volta, è un potente processo biologico e naturale. Ma non dovresti rilassarti troppo - al giorno d'oggi è necessario monitorare attentamente le condizioni dell'acqua del rubinetto, sulla qualità di cui dipendono il tuo futuro, la tua salute e la vita in generale.

Trattamento delle acque reflue: metodi e tecnologie

Gli scarichi comunali, industriali e di tempesta sono trattati negli impianti di trattamento delle acque reflue (OS). A causa dell'uso di processi meccanici, biologici, fisico-chimici, viene rimossa una parte significativa dei contaminanti. I disinfettanti sono usati per distruggere la microflora patogena. La qualità della pulizia deve essere conforme agli standard igienici e igienici adottati nel paese e nella regione.

Molte impurità nelle acque reflue sono pericolose per l'uomo e l'ambiente. Esistono tecnologie che consentono l'utilizzo di vari processi e reagenti da rimuovere:

  1. Sostanze sospese - le particelle che si depositano sul fondo possono ostruire i serbatoi.
  2. Composti organici
  3. Tossine.
  4. Nitrati, fosfati
  5. Agenti patogeni e altri contaminanti.

Il secondo elemento si riflette di solito nell'indicatore BOD delle acque reflue - consumo biologico di ossigeno per l'ossidazione di sostanze di origine organica. COD - ossigeno, necessario per la decomposizione chimica delle stesse impurità.

Secondo lo schema tecnologico, la pulizia meccanica avviene innanzitutto per separare la sabbia e altre particelle solide, quindi il trattamento biologico.

La rimozione più completa dei contaminanti prima dello scarico delle acque reflue fornisce:

La progettazione dell'impianto di depurazione locale (VOC) prevede la conduzione dei principali processi nelle fosse settiche: fosse settiche. I serbatoi sono fatti di plastica e penetrano nel terreno a una distanza di alcuni metri dagli edifici. Il drenaggio fluisce nella fossa settica dal sistema fognario, le particelle insolubili vengono depositate sul fondo della prima delle due camere del serbatoio. Il resto dell'inquinamento viene fermentato con la partecipazione di batteri anaerobici. Il metano risultante viene scaricato attraverso il tubo e gli effluenti trattati entrano nel terreno.

Trattamento delle acque reflue

Tutti i metodi esistenti sono spesso raggruppati secondo il metodo prevalente di rimozione dei contaminanti:

La filtrazione meccanica è presente in tutti gli impianti di trattamento delle acque reflue. Il particolato è la più comune contaminazione in acqua. Le prime barriere per loro sono griglie, setacci, dispositivi filtranti autopulenti (UVS). Vengono utilizzate trappole di sabbia e fosse settiche, così come trappole in cui sono intrappolati prodotti petroliferi e altre impurità.

I metodi biologici, a seconda della presenza di ossigeno disciolto, possono essere aerobici o anaerobici. I microrganismi sono utilizzati per la decomposizione biochimica di inquinanti nei rifiuti liquidi. I batteri sono parzialmente trasformati in prodotti metabolici sicuri (anidride carbonica, acqua, ecc.).

Processi fisici e chimici nel trattamento delle acque reflue:

  • flottazione della contaminazione;
  • neutralizzazione con acido o alcali (calce);
  • coagulazione con cloruro ferrico, solfato di alluminio;
  • l'uso di carbone e altri assorbenti;
  • scambio ionico per la deposizione di inquinanti;
  • centrifugazione;
  • hyperfiltration.

Metodi comuni di disinfezione (qui, in dettaglio sulla disinfezione delle acque reflue): clorazione, ozonizzazione e trattamento con ultravioletti. Nei primi due casi, la disinfezione è associata all'uso di sostanze chimiche. L'uso dei raggi UV - effetti fisici su batteri, virus e funghi microscopici.

Durante la clorazione, il cloro residuo dà un sacco di composti dannosi con prodotti organici e minerali nei serbatoi. L'ozonizzazione è associata all'uso di sostanze costose ed esplosive. L'efficacia della radiazione ultravioletta è ridotta in acqua torbida.

Metodi e metodi di pulizia

Nelle moderne installazioni avviene una lavorazione profonda, è possibile controllare il flusso delle acque reflue con l'aiuto di una pompa e un timer durante i carichi di punta. I principi di base, in base ai quali vengono aggiornati i vecchi sistemi operativi e vengono rilasciati nuovi sistemi operativi, compresi i VOC:

  • la necessità di ridurre la quantità di acque reflue;
  • ridurre la massa di particelle solide e la concentrazione di sostanze organiche;
  • estrazione di composti pregiati dall'effluente e successivo smaltimento;
  • riutilizzare e riciclare l'acqua.

Le nuove tecnologie suggeriscono di ridurre il BOD, rimuovendo composti di azoto e fosforo basati su metodi biologici migliorati. Quindi, le fosse settiche sono dotate di ulteriori scomparti per la separazione dei contaminanti, il terzo serbatoio, dove avviene la fermentazione aerobica. A questo scopo, un'installazione speciale inietta l'aria.

Altri modi promettenti per migliorare la pulizia:

  1. Filtrazione a membrana
  2. Sistemi ad osmosi inversa.
  3. Scambio ionico;
  4. Adsorbimento di carbone e altri metodi di trattamento delle acque reflue.

Oltre alla rimozione di contaminanti solidi con metodi meccanici tradizionali, vengono utilizzati una varietà di sistemi di filtrazione: sabbia, torba, tessuti, biofiltri. Sotto ultrafiltrazione, la soluzione sotto pressione passa attraverso membrane semipermeabili in grado di contenere microscopici soluti.

Il trattamento delle acque reflue con scambio ionico consente di selezionare metalli, fosforo e altre sostanze. Le ioniti includono composti naturali:

così come le sostanze sintetiche:

  • gel di silice;
  • ossidi e idrossidi poco solubili di alluminio, cromo, zirconio e altri metalli.

Presta attenzione all'articolo in questo articolo, qui descritto le regole per il ricevimento delle imprese di acque reflue nelle fogne della città.
Com'è il campionamento per l'analisi, descritto in dettaglio qui: /ochistka-vody/sv/analiz-i-kontrol-za-kachestvom-stochnyh-vod.html.

Il post-trattamento può includere l'adsorbimento. Se nell'effluente sono presenti pesticidi, composti aromatici, tensioattivi sintetici, si utilizzano sorbenti solidi. Possono essere distrutti con l'inquinamento o solo puliti con vapore surriscaldato. L'estrazione viene utilizzata ad alto costo.

Una delle tendenze moderne è la combinazione di metodi. Così, durante la flottazione, i coagulanti e gli agenti ossidanti (aria arricchita di ossigeno, ozono) vengono aggiunti all'acqua. I metodi biologici sono integrati da quelli chimici: neutralizzazione, coagulazione, flocculazione, riduzione dell'ossidazione. Nei VOC moderni, la disinfezione viene eseguita contemporaneamente alla pulizia, ad esempio la clorurazione.

Video: schema di trattamento delle acque reflue

Il video mostra un piccolo programma educativo sull'argomento del canale Discovery:

Standard e valutazione dell'efficacia del trattamento delle acque reflue

Leggi e documenti dipartimentali stabiliscono la massa massima ammissibile di sostanze (concentrazione) nelle acque reflue, che sono registrate nei SanPiN.

Valori accettabili per SanPiN

Il principale documento ambientale per il sistema operativo degli insediamenti, le imprese industriali è un volume o una bozza dello scarico (normativo) massimo consentito (PDS). L'analisi qualitativa regolare delle acque reflue all'ingresso e all'uscita viene effettuata da laboratori OS. I servizi igienico-sanitari controllano anche le acque reflue mediante indicatori batteriologici, sanitari e chimici.

L'attenzione prioritaria è rivolta ai seguenti indicatori normativi (tabella 2):

  • solidi sospesi;
  • BOD e COD;
  • tensioattivi;
  • prodotti petroliferi;
  • azoto di ammonio.

Con un efficace trattamento primario (meccanico) degli effluenti BOD viene ridotto del 20-30%, il contenuto totale di solidi sospesi viene ridotto di circa 2 volte.

Il moderno trattamento secondario (biologico) rimuove l'85% dei solidi sospesi e il BOD, il processo terziario o il trattamento aggiuntivo - oltre il 99% delle impurità, portando la qualità delle acque reflue agli indicatori normativi richiesti. Lo stesso risultato è dato dalla ricostruzione e modifica di strutture esistenti con attrezzature aggiuntive per la pulizia profonda.

Ti piace questo articolo? Resta sintonizzato su VKontakte, Odnoklassniki, Facebook, Twitter, Google+ o iscriviti alla newsletter!

Metodi di trattamento e trattamento delle acque reflue

Trattamento delle acque reflue - l'impatto su di esse per garantire le proprietà e la composizione dell'acqua necessarie (GOST 12.1.1.01-77).

Il trattamento delle acque reflue è il trattamento dell'acqua al fine di distruggere o rimuovere alcune sostanze da esso (GOST 12.1.1.01-77).

Attualmente ci sono molti metodi per il trattamento delle acque reflue (Figura 1).

Figura 1. Metodi di pulizia e trattamento delle acque reflue

I seguenti sono i principali gruppi di trattamento e trattamento delle acque reflue.

La pulizia idro-meccanica è utilizzata per rimuovere le impurità insolubili. Viene eseguito nei seguenti modi:

- filtraggio su griglie e griglie per isolare grandi impurità e oggetti estranei. La filtrazione viene effettuata principalmente per proteggere gli impianti di trattamento delle acque reflue dall'otturazione e dalla rottura delle parti mobili delle apparecchiature;

- sabbia intrappolando impurità pesanti;

- sedimentazione dell'acqua per rimuovere le impurità organiche e inorganiche insolubili, affondanti e galleggianti, non trattenute da griglie e trappole di sabbia. Viene effettuato in vasche di sedimentazione e illuminatori, la rimozione delle impurità avviene naturalmente sotto l'azione della gravità;

- rimozione di particelle solide sospese in idrocicloni. Gli idrocicloni sono semplici nel design, facili da mantenere, hanno alte prestazioni e bassa potenza. Gli svantaggi degli idrocicloni comprendono un'intensità energetica elevata;

- filtraggio per intrappolare i sedimenti fini. L'efficacia del metodo dipende dai filtri applicati. La scelta di un filtro è determinata dalle proprietà delle acque reflue, dalla loro temperatura e pressione. I filtri più comunemente usati sono: sabbia di quarzo, lamiere forate metalliche, pareti in tessuto e ceramica.

La pulizia fisica e chimica viene utilizzata per rimuovere particelle fini sospese, gas disciolti, sostanze minerali e organiche. Viene eseguito nei seguenti modi:

- flottazione - usato per rimuovere le impurità disperse insolubili, che spontaneamente si sono stabilizzate male. Durante la flottazione attraverso il liquame nel serbatoio, viene fornita aria, che sale verso l'alto nelle bolle, trascinando gli inquinanti e formando schiuma sporca sulla superficie. Le impurità sono facilmente rimosse insieme alla schiuma;

- l'adsorbimento viene utilizzato per la depurazione profonda delle acque reflue da sostanze organiche disciolte dopo il trattamento biochimico. L'adsorbimento è più spesso usato per il post-trattamento, quando la concentrazione di inquinanti è bassa o molto tossica. Questo metodo rimuove erbicidi, pesticidi, fenoli, tensioattivi, coloranti, ecc.;

- la purificazione a scambio ionico viene utilizzata per estrarre metalli, arsenico, fosforo, composti di cianuro. Lo scambio ionico si basa sull'interazione della soluzione con la fase solida, che ha la proprietà di scambiare gli ioni mobili in essa contenuti per gli ioni presenti nella soluzione;

- L'estrazione viene utilizzata per trattare acque reflue contenenti fenoli, olii, acidi organici. L'estrazione è vantaggiosa solo quando il costo delle sostanze estratte compensa tutti i costi del processo, vale a dire quando la concentrazione di impurità è 3-4 g / l. Le acque reflue vengono mescolate con un liquido che dissolve gli inquinanti meglio dell'acqua, ma che non si scioglie in acqua. Si formano due fasi: un estratto contenente inquinanti e un estrattore e un raffinato contenente acqua e un estrattore. La prima fase è facilmente rimossa dalla soluzione.

- l'osmosi inversa e l'ultrafiltrazione sono utilizzate per la desalinizzazione dell'acqua negli impianti di cogenerazione e per il trattamento delle acque reflue municipali. L'osmosi inversa consiste nel filtrare attraverso membrane semipermeabili sotto pressione che supera l'osmotico.

I metodi di pulizia chimica sono usati per rimuovere le impurità solubili; in base all'esecuzione di reazioni chimiche e all'ottenimento di sostanze innocue o meno dannose che sono più facili da rimuovere rispetto a quelle originali; solitamente utilizzato in combinazione con altri tipi di pulizia. Eseguito nei seguenti modi:

- la neutralizzazione viene utilizzata per rimuovere acidi minerali o alcali;

- la coagulazione viene utilizzata per accelerare il processo di precipitazione delle impurità fini e delle sostanze emulsionate. In effetti, la coagulazione è il processo di espansione delle particelle disperse come risultato della loro interazione e aggregazione. Per fare ciò, i coagulanti vengono aggiunti alle acque reflue (idrossidi metallici, che hanno la capacità di assorbire sostanze - alluminio, sali di ferro o loro miscela). Le particelle aggregate sono facilmente rimosse dalle acque reflue.

- la flocculazione viene utilizzata per intensificare la formazione di flocculi di idrossidi di ferro e alluminio per aumentarne il tasso di deposizione. In effetti, la flocculazione è il processo di aggregazione delle particelle a seguito dell'aggiunta di composti ad alto peso molecolare alle acque reflue. I flocculanti, a differenza dei coagulanti, sono in grado di interagire tra loro. I flocculanti più comuni sono: amido, etere di cellulosa, poliacrilammide, ecc.;

- l'ossidazione e la riduzione vengono utilizzate per trasferire sostanze pericolose in uno stato innocuo o meno dannoso. Si utilizzano agenti ossidanti come cloro, ossido di cloro, ipoclorito di calcio e sodio, perossido di idrogeno, permanganato di potassio, dicromato di potassio, ossigeno, ozono, ecc.. Questo metodo è estremamente costoso e viene utilizzato solo quando è impossibile estrarre l'OV con altri mezzi.

Il trattamento elettrochimico delle acque reflue consente di estrarre prodotti di valore dalle acque reflue senza l'uso di reagenti chimici. Viene eseguito nei seguenti modi:

- l'ossidazione anodica e la riduzione catodica sono utilizzate per rimuovere cianuri, ammine, alcoli, aldeidi, solfuri, ecc. L'ossidazione anodica viene effettuata negli elettrolizzatori durante il processo di ossidazione. Gli inquinanti si decompongono completamente per formare anidride carbonica, acqua, ammoniaca e una serie di altri composti non tossici;

- l'elettrocoagulazione è utilizzata per trattare acque reflue contenenti composti altamente stabili. Viene effettuato passando una corrente elettrica attraverso le acque reflue. L'elettrolisi viene effettuata utilizzando catodi solubili in acciaio o alluminio, si formano idrossidi metallici che aggregano gli inquinanti;

- Elettroflotazione: rimozione di particelle sospese mediante elettrolisi dell'acqua. Durante l'elettrolisi si formano bolle d'aria che contribuiscono al trattamento delle acque reflue;

- l'elettrodialisi viene utilizzata per la desalinizzazione dell'acqua salata e la purificazione dell'acqua radioattiva. L'elettrodialisi si basa sulla separazione delle sostanze ionizzate sotto l'azione dell'EMF (forza elettromotrice) creata nella soluzione su entrambi i lati della membrana. Questo metodo consente di estrarre acidi e alcali e riutilizzarli nel processo.

La pulizia biologica viene effettuata con l'aiuto di organismi viventi di diversi livelli di organizzazione.

A seconda degli organismi utilizzati durante la purificazione, rilasciano la purificazione aerobica e anaerobica.

La pulizia aerobica viene effettuata da batteri in presenza di ossigeno nell'acqua. La pulizia aerobica è suddivisa in naturale e artificiale. Il trattamento aerobico naturale avviene nei campi di irrigazione, nei campi di filtrazione e negli stagni biologici. Il trattamento aerobico artificiale è effettuato in aerotank, biofiltri e ossidanti. Il trattamento aerobico naturale si riferisce a metodi estesi e viene utilizzato sempre meno ora. Il metodo più comune di trattamento aerobico è l'operazione di serbatoi aerodinamici. Tutti gli aerotank sono costruiti secondo lo stesso principio: una miscela di acqua e fango attivo scorre lentamente attraverso i serbatoi, continuamente saturata di aria. Il processo di pulizia si basa sulla capacità dei microrganismi di utilizzare sostanze inquinanti per la nutrizione nel processo di vita. Il processo di pulizia è complesso e richiede monitoraggio e controllo costanti: controllo della concentrazione dei fanghi, modalità di aerazione, temperatura, ecc. A causa di questi inconvenienti, i biofiltri sono distribuiti più ampiamente. Tuttavia, anche i biofiltri presentano una serie di inconvenienti significativi: si inaridiscono rapidamente, diffondono odori sgradevoli e sono il mezzo in cui si schiudono le larve delle mosche.

Il trattamento anaerobico si basa sull'uso di batteri che non hanno bisogno di ossigeno. È effettuato in digestori. In Bielorussia, a causa del costo elevato non si applica.

Metodi di trattamento delle acque reflue

L'acqua e le acque reflue contaminate da vari detriti e rifiuti sono chiamate rifiuti. Secondo la loro origine e composizione, gli scarichi domestici, industriali e atmosferici sono classificati e distinti. Domestico: sono i liquami, i risultati della vita umana; industriale o produzione sono il risultato delle attività delle imprese. Le acque reflue atmosferiche sono acque reflue, acqua piovana, acqua di irrigazione.

Gli idrocicloni offrono buoni vantaggi nell'utilizzo dei meccanismi del sistema come unità indipendente e nel trattamento delle acque, che in diverse fasi producono la disinfezione dell'acqua.

Il trattamento delle acque reflue è un grave problema ambientale che richiede costante soluzione e azione.

Le acque reflue vengono purificate per rimuovere i contaminanti da esse o distruggerle. Il processo di pulizia produce inquinanti sotto forma di rifiuti solidi adatti per lo smaltimento o lo smaltimento e acqua depurata. I metodi di purificazione sono noti diversi, possono essere suddivisi in diverse categorie:

  • chimica;
  • meccanica;
  • fisico e chimico;
  • biologica.

Diagramma di un sistema meccanico per filtrare l'acqua piovana.

Molto spesso, vengono utilizzate varie combinazioni di questi metodi, poiché uno non è abbastanza efficace. La scelta e l'applicazione del metodo di trattamento delle acque reflue viene determinata individualmente ogni volta a causa della natura dell'inquinamento e dei requisiti di qualità dell'acqua trattata. Ciascuno dei metodi o delle loro combinazioni ha i suoi vantaggi e svantaggi.

Dopo aver applicato qualsiasi metodo di trattamento delle acque reflue o una loro combinazione, è necessario disinfettare l'acqua. Un metodo comune e ampiamente utilizzato è la clorurazione dell'effluente chiarificato. Ma oltre a questo, ci sono altri metodi di disinfezione dell'acqua, ad esempio, ozonizzazione o trattamento con raggi battericidi, nonché elettrolisi.

Vari metodi di pulizia e loro applicazione

Pulizia chimica

Consiste nella pulizia chimica con l'aggiunta di reagenti speciali nelle acque reflue. Questi elementi reagiscono con gli inquinanti dell'acqua e li precipitano come composti insolubili in acqua che precipitano. La riduzione delle impurità insolubili mediante pulizia chimica raggiunge il 95% e solubile fino al 25%.

Trattamento meccanico delle acque reflue

Schema di pulizia del deflusso delle acque piovane.

Il metodo meccanico è la sedimentazione, la filtrazione e la flottazione dei liquami, mediante i quali tutte le impurità solide vengono rimosse dall'acqua. A seconda delle dimensioni delle particelle, delle fosse settiche, delle griglie, dei setacci, delle trappole dell'olio, per questo vengono utilizzate trappole di sabbia. Di norma, la pulizia meccanica viene applicata prima della chimica e consente di rimuovere gli inquinanti grossolani dall'acqua che deve essere pulita. Pertanto, l'acqua viene preparata per un'ulteriore purificazione.

Il trattamento meccanico delle acque reflue provenienti dalle acque reflue domestiche destina il 60-70% delle impurità insolubili e dall'industria al 95%. Molte impurità insolubili provenienti dalle acque industriali vengono quindi utilizzate nella produzione.

Pulizia fisica e chimica

Questo metodo è necessario per rimuovere dall'acqua i soluti inorganici e organici finemente suddivisi. Vengono utilizzati metodi come ossidazione, assorbimento, coagulazione, flocculazione, metodo di scambio ionico, elettrolisi, estrazione, elettrocoagulazione.

Schema del dispositivo per il trattamento delle acque reflue.

La purificazione fisico-chimica ha molti vantaggi. Usando questo metodo, le impurità tossiche e biologicamente ossidabili possono essere rimosse dall'acqua, il grado di purificazione è più profondo e più stabile. Inoltre, è possibile automatizzare completamente questo metodo, le dimensioni dell'impianto di trattamento delle acque reflue utilizzate sono anche molto più ridotte e non esiste una tale sensibilità per caricare le variazioni. È abbastanza facile rimuovere particelle di 10 micron o più di dimensione dall'acqua usando un metodo meccanico.

L'elettrolisi con questo metodo è molto popolare. Con il suo aiuto, le sostanze organiche contenute nell'acqua vengono distrutte e metalli e acidi possono essere estratti dalle sostanze inorganiche. Particolarmente efficace è il metodo di purificazione dell'elettrolisi nelle imprese: piombo, rame, nell'industria delle vernici.

Schema di strutture di trattamento.

La coagulazione è il processo di incollamento di particelle sotto l'azione di varie forze su di esse. Di conseguenza, gli aggregati, particelle secondarie, sono formati da un gruppo di piccole particelle primarie. La coagulazione viene utilizzata per accelerare la deposizione di impurità fini o sostanze emulsionate. Spesso, la coagulazione avviene involontariamente, ma in questo caso ha il risultato direzionale dell'azione dei processi chimici e fisici e l'aggiunta di sostanze speciali - i coagulanti alla purificazione da pulire.

Scaglie di idrossidi metallici in acqua si formano a causa dell'azione dei coagulanti e sotto la forza di gravità si depositano rapidamente sul fondo. I fiocchi formati assorbono le sostanze inquinanti delle acque reflue e purificano l'acqua, precipitando insieme a loro.

La flocculazione è uno dei metodi di coagulazione, quando piccole particelle in sospensione sotto l'influenza di sostanze appositamente aggiunte all'acqua si depositano rapidamente in fiocchi sciolti. La differenza dalla coagulazione è che qui lo sfaldamento dei fiocchi avviene indipendentemente dal contatto delle particelle, sotto l'azione dei flocculanti. Flocculanti naturali includono amido e destrina.

Trattamento biologico delle acque reflue

Schema del dispositivo per il trattamento biologico delle acque reflue.

Questo metodo gioca un ruolo importante nell'intero sistema, si basa sull'uso delle leggi dei metodi biochimici e fisiologici mediante i quali vengono puliti i corpi idrici naturali. Il trattamento biologico delle acque reflue utilizza diversi tipi di strutture: reattori a metano, serbatoi aerodinamici, biofiltri, bacini biologici.

Nei biofiltri, uno strato di materiale grossolano coperto da un sottile film batterico viene fatto passare attraverso l'acqua per essere purificato, con il risultato che particelle grandi rimangono su questo filtro. I processi di ossidazione biologica con l'aiuto di questo film speciale procedono più intensamente.

Aerotank è una capacità concreta molto grande. La purificazione avviene con fanghi attivi costituiti da microrganismi e batteri. Negli aerotank l'ambiente è favorevole per loro e si sviluppano molto rapidamente a causa di un eccesso di ossigeno e di materia organica dalle acque reflue. Per fornire il fango attivato con l'ossigeno, l'aria viene soffiata nel serbatoio. I batteri formano grandi fiocchi che secernono enzimi e quindi mineralizzano l'inquinamento organico. L'acqua purificata viene rapidamente separata dal fango che, insieme ai fiocchi, si deposita sul fondo e sulle pareti. Al fine di ringiovanire la massa batterica dei fanghi, molti hanno bisogno di amebe, ciliati e flagellati che divorerebbero batteri che non aderiscono tra loro a scaglie.

Schema del sistema di rigenerazione del dispositivo per il trattamento delle acque reflue.

La capacità dei microrganismi di utilizzare sostanze e composti organici come fonte di nutrimento e l'ossidazione degli inquinanti alla fine - questa è la base del trattamento biologico delle acque reflue. Questo è il risultato del funzionamento del sistema attivo acque di scarico del limo.

Il trattamento delle acque reflue, indipendentemente dal metodo di purificazione, può essere suddiviso in 3 fasi principali, utilizzate in qualsiasi combinazione di metodi. Questa è la fase primaria, secondaria e terziaria dell'elaborazione. Il terziario è economicamente il più costoso, quindi è consuetudine utilizzare i primi 2, che assorbono il 90% delle operazioni e lasciare incustodito il restante 10%. Lo stadio principale è la filtrazione di particelle solide, impurità. Secondario è una filtrazione lenta e aerazione. La fase terziaria dipende interamente dai metodi di trattamento e dalla qualità del deflusso, la sua attuazione non è mai la stessa e uniforme.

Qualunque sia il metodo utilizzato, il loro compito principale è di massimizzare l'uso di acque reflue purificate in qualsiasi processo tecnologico e di ridurlo al minimo nell'ambiente.