Tubi di polietilene per acque luride

Quando si progetta un sistema fognario, è ragionevole chiedere quali tubi utilizzare per l'installazione della condotta. Un bel po 'di proprietari di case interrompono la loro scelta sui tubi di polietilene. E tutto perché la pipeline di questo materiale vanta un gran numero di vantaggi ed eccellenti caratteristiche tecniche e operative.

Oggi le tubazioni in polietilene per i liquami sono un'ottima alternativa alle loro controparti in acciaio e cemento. Il loro utilizzo consente di montare rapidamente e facilmente la conduttura fognaria (e non solo). Inoltre, i prodotti in polietilene hanno un aspetto estetico e non richiedono ulteriore protezione.

Tipi di tubi in polietilene

I tubi in polietilene hanno diverse varietà che dipendono dal materiale utilizzato nella loro produzione. Secondo il metodo di produzione, il polietilene può essere: alta, media e bassa pressione. Allo stesso tempo, il nome non ha nulla a che fare con le proprietà del materiale stesso, ma si riferisce solo alle condizioni della sua produzione.

Video: tubo in polietilene | È meglio scegliere il tubo giusto

Tipi e caratteristiche del polietilene:

  1. PND: resistente e resistente a sollecitazioni e pressioni meccaniche. È questo polietilene utilizzato per la fabbricazione di tubi in polietilene (sono i più durevoli) e le condotte a pressione secondo GOST 18599 2001.
  2. LDPE - usato come guaina protettiva (quando si posano cavi nel terreno) e per i tubi di fognatura.

Tubo in polietilene alta pressione (LDPE)

Oltre al fatto che è un materiale leggero, hanno anche molti vantaggi aggiuntivi:

  • progettato per l'installazione di reti interne;
  • avere alta resistenza;
  • connessione semplice, durevole e di alta qualità;
  • resistente ai media aggressivi.

Tubo di pressione in polietilene

Realizzato in polietilene di grado PE-80 e altamente resistente. Più spesso utilizzato nella costruzione di acque reflue a pressione, in quanto possono resistere a flussi di scarico ad alta pressione.

Tubi di scarico in polietilene GOST

STATO STANDARD DELL'UNIONE SSR

TUBAZIONI SEWAGE IN POLIETILENE

E PARTI SAGOMATE A LORO

Tubi e raccordi in polietilene.

Data di introduzione 1989-10-01

1. SVILUPPATO E INTRODOTTO dal Ministero dell'Industria Materiali da costruzione dell'URSS

OP Mikheev, Cand. tehn. Scienze (responsabile dell'argomento); VI Feldman, Cand. tehn. Scienze; LP Zhabrova; NG Kulihina; AN Afonin, Cand. tehn. Scienze; RF Lokshin, Cand. tehn. Scienze; SV Yehlakov, Cand. tehn. Scienze; IV Gvozdev; VI Terekhin; AA Vasiliev; LS Vasiliev; AP Chekrygin

2. APPROVATO E INTRODOTTO PER RISOLUZIONE del Comitato per la costruzione dello Stato dell'URSS del 16 giugno 1989 n. 93

3. VZAMEN GOST 22689.2-77 - GOST 22689.20-77

4. DOCUMENTI TECNICI DEL REGOLATORE DI RIFERIMENTO

a cui si fa riferimento

Modificato, pubblicato in IUS n. 11 del 1990

La modifica è stata apportata dall'ufficio legale "Codice" secondo il testo dell'ICS N 11 1990.

Questo standard si applica a tubi e raccordi (in seguito - prodotti) realizzati in polietilene a bassa densità (HDPE) e ad alta pressione (LDPE) progettati per la costruzione di sistemi fognari interni e componenti per essi.

Requisiti tecnici, regole di accettazione, metodi di prova, marcatura, imballaggio, trasporto, stoccaggio e garanzie del produttore di tubi e raccordi devono essere conformi a quelli specificati in GOST 22689.0.

1.1. I tubi delle fognature dovrebbero essere fabbricati in lunghezze rettilinee di 2; 3; 5.5; 6 e 8 m con dimensioni indicate in Fig. 1 e in Tabella 1.

Con l'accordo del produttore con il consumatore è consentito fabbricare tubi di altre lunghezze.

Tubi di scarico in polietilene GOST

TUBAZIONI E RACCORDI DI POLIETILENE PER SISTEMI DI DRENAGGIO INTERNO

Tubi in polietilene per uso industriale. specificazioni

Introduzione Data 2015-07-01


Gli obiettivi, i principi di base e la procedura di base per il lavoro sulla standardizzazione interstatale sono definiti in GOST 1.0-92 "Sistema di standardizzazione interstatale. Disposizioni di base" e GOST 1.2-2009 "Sistema di standardizzazione interstatale. Standard interstatali, regole, raccomandazioni sulla standardizzazione interstatale., applicazione, aggiornamento e cancellazione

1 DEVELOPED Ltd. "STC Pipeline systems of polymeric materials"

2 INTRODOTTO dal Comitato tecnico per la standardizzazione TC 465 "Costruzione"

3 ACCETTATI dal Consiglio Interstatale per la standardizzazione, la metrologia e la certificazione (verbale n. 70-P del 30 settembre 2014)

Il nome breve del paese su MK (ISO 3166) 004-97

Nome abbreviato dell'organismo nazionale di normalizzazione

Ministero dell'Economia della Repubblica di Armenia

Stato Standard della Repubblica di Bielorussia

4 Secondo l'ordine dell'Agenzia federale per la regolazione tecnica e la metrologia del 18 novembre 2014 N 1639-st, lo standard interstatale GOST 22689-2014 è entrato in vigore come standard nazionale della Federazione russa dal 1 ° luglio 2015.

5 Questo standard è conforme allo standard internazionale ISO 8770: 2003 * Sistemi di tubazioni in plastica per edifici e acque reflue (PE e PE) [Tubazioni in plastica per lo scarico di acque reflue (basse e alte temperature) all'interno degli edifici. Polietilene (PE)], norma europea EN 1519-1: 1999 Sistema di tubazioni in plastica - Polietilene (PE) - Parte 1: Specifiche per tubi, raccordi e sistema [ Tubazioni in plastica per lo scarico delle acque reflue (bassa e alta temperatura) all'interno degli edifici. Polietilene (PE). Parte 1. Specifiche per tubi, raccordi e sistema].
________________
* L'accesso ai documenti internazionali e stranieri menzionati qui di seguito nel testo può essere ottenuto cliccando sul link al sito http://shop.cntd.ru. - Annota il produttore del database.

1 Scopo

1 Scopo


Questo standard si applica a tubi e raccordi in polietilene, progettati per sistemi fognari, fognature domestiche e fognature all'interno degli edifici.

2 riferimenti normativi


Questo standard utilizza riferimenti normativi ai seguenti standard:

3 Termini e definizioni


I seguenti termini sono utilizzati in questo standard con le definizioni appropriate:

3.1 dimensione nominale DN: la designazione numerica della dimensione degli elementi della tubazione, approssimativamente uguale alle dimensioni di fabbricazione in millimetri.

3,2 dimensioni nominali DN / OD: la dimensione nominale relativa al diametro esterno.

3.4 diametro esterno d, mm: il diametro esterno misurato dell'estremità del tubo o del tubo della parte sagomata in qualsiasi sezione trasversale, arrotondato a 0,1 mm.

3,5 diametro esterno medio d, mm: circonferenza esterna misurata di un'estremità di tubo o tubo di una parte sagomata in qualsiasi sezione trasversale divisa per (3.142), arrotondata fino a 0,1 mm.

3,6 diametro interno medio della presa d, mm: media delle misure del diametro interno della presa in una sezione trasversale.

3.7 spessore della parete e, mm: il risultato della misurazione dello spessore della parete in qualsiasi punto della circonferenza del prodotto.

3.8 spessore medio della parete e, mm: media aritmetica di diverse misure dello spessore della parete in punti distribuiti uniformemente attorno alla circonferenza in una sezione trasversale del prodotto, compresi i valori minimo e massimo misurati dello spessore della parete nella stessa sezione trasversale.

3.9 serie di tubi S: un numero adimensionale per la designazione di tubi secondo GOST ISO 4065.

3.10 tubi e raccordi con una parete solida: tubi e raccordi con superfici esterne ed interne lisce, aventi la stessa composizione per tutto lo spessore della parete.

4 parametri e dimensioni di base

Dimensione nominale DN / OD

4.1.2 Lo spessore delle pareti deve essere conforme alla tabella 2.

* e - lo spessore minimo della parete.
** e è lo spessore medio massimo della parete.

4.1.3 La lunghezza dei tubi / (effettiva), misurata conformemente alla figura 1, deve essere stabilita dal costruttore. La deviazione di lunghezza massima è ± 10 mm.

Figura 1 - Lunghezza effettiva del tubo

a) Tubo con presa per anello di tenuta


b) Tubo senza bussola con smusso e senza smusso

4.2 Dimensioni dei raccordi

4.2.1 Il diametro esterno medio d dell'estremità del tubo deve essere conforme alla tabella 1.

4.2.2 Lo spessore minimo della parete e dell'involucro o dell'estremità del tubo deve essere conforme alla Tabella 2. Lo spessore della parete può essere ridotto del 5%, mentre la media aritmetica dello spessore di due pareti opposte deve essere almeno di e.

4.3 Dimensioni delle bussole e delle estremità dei tubi

4.3.1 Le dimensioni delle prese e delle estremità dei tubi sotto l'anello di tenuta (Figura 2 a) devono corrispondere alla Tabella 3.

Figura 2 - Le dimensioni principali della presa e l'estremità del tubo sotto l'anello di tenuta


d è il diametro interno della presa; A è la lunghezza minima del contatto; B è la lunghezza dell'ingresso; C è la profondità del punto di compattazione efficace; L è la lunghezza dell'estremità del tubo; e è lo spessore della parete della presa; e è lo spessore della parete nella zona della scanalatura sotto l'anello di tenuta

Figura 2 - Le dimensioni principali della presa e l'estremità del tubo sotto l'anello di tenuta

Tipo N (normale)

Nota: una tromba di tipo L (lunga) può essere utilizzata come compensazione in una sezione rigidamente fissa della pipeline.

Figura 3 - La presa con resistenze elettriche


d è il diametro interno medio dello zoccolo, misurato ad una distanza di L + 0,5 L dalla fine dello zoccolo; L è la profondità dell'estremità del tubo; L è la lunghezza della zona di riscaldamento (fusione); L - lunghezza non riscaldata all'ingresso della presa L 5 mm

4.3.3 Lo spessore della parete e ed e delle prese per l'anello di tenuta (Figura 2 a) deve essere conforme alla Tabella 5.

Spessore della parete, non inferiore


Nelle costruzioni a campana, dove l'anello di tenuta è tenuto da una copertura (Figura 4), lo spessore della parete in questa area deve essere calcolato aggiungendo lo spessore della parete della presa e lo spessore della parete della copertura nella corrispondente sezione trasversale.

Figura 4 - Lo spessore della parete della presa con un coperchio per installare l'anello di tenuta


Figura 4 - Lo spessore della parete della presa con un coperchio per installare l'anello di tenuta

4.3.4 Il diametro esterno medio e lo spessore delle pareti delle estremità dei tubi delle parti sagomate per la saldatura di testa devono essere conformi alla Tabella 1 e alla Tabella 2.

4.4 Tipi di raccordi

a) curve (figura 5) nelle seguenti varianti:

1) tubo fine campana o campana-presa,

2) piegare con raggio curvo R,

3) rimozione delle sezioni del tubo saldate.

b) Tee e T di transizione (figura 6) nelle seguenti varianti:

1) tubo-campana-presa o campana-campana,

2) tee curvo con raggio R,

3) sezioni del tubo saldate a T.

c) croci (Figura 7a) e traverse a due piani (Figura 7b).

d) tubi di transizione (figura 8);

e) giunti a due prese (Figura 9 a) e manicotti scorrevoli (Figura 9 b).

e) revisioni (figura 10);

g) tubo per saldatura di testa (Figura 11);

i) una spina (Figura 12).

Figura 5 - Rubinetti


b) Rubinetto saldato

Figura 6 - T


b) Tee saldato

Figura 7 - Croci


b) La croce è a due piani

Figura 8 - Tubo di transizione


Figura 8 - Tubo di transizione

Figura 9 - Accoppiamento

a) Accoppiamento (doppia presa)

b) Giunto scorrevole


Figura 9 - Accoppiamento

Figura 10 - Revisione


Figura 10 - Revisione

Figura 11 - Tubo per saldatura di testa


Figura 11 - Tubo per saldatura di testa

Figura 12 - Plug


Figura 12 - Plug


4.5 Simbolo

4.5.1 Il simbolo delle tubazioni include:

4.5.2 Il simbolo della parte sagomata comprende:


Tee 45 ° diametro esterno nominale di transizione di 160 mm a un diametro esterno nominale di 110 mm:

Tee 45 ° PE 160x110 GOST 22689-2014

5 Requisiti tecnici

5.1.1 Aspetto superficiale

5.1.2 I tubi devono essere conformi alle caratteristiche della tabella 6.

1 Modifica della lunghezza del tubo dopo il riscaldamento,%, non di più

(non ci dovrebbero essere bolle e crepe sui tubi dopo il riscaldamento)

Secondo GOST 27078 e 8.4 di questo standard

Secondo GOST 11645 e 8.5 di questo standard

L'indicatore è utilizzato solo per tubi destinati alla saldatura di testa.

5.1.3 Le parti sagomate devono essere conformi alle caratteristiche della tabella 7.

1 Modifica dell'aspetto dopo il riscaldamento

Secondo GOST 27077 e 8.6 di questo standard

Nessuna perdita per 1 minuto

Sui raccordi dopo il riscaldamento non dovrebbe essere danneggiato:

5.1.4 Le connessioni di tubi e raccordi con un anello di tenuta devono corrispondere alle caratteristiche della tabella 8.

Nessuna perdita per 15 minuti

Nessuna perdita per 5 minuti

3 Tenuta dei composti sotto esposizione ciclica a temperatura elevata;

deviazione del tubo, mm, non più di:

Nessuna perdita per 1500 cicli

Secondo l'Appendice B

L'indicatore non viene utilizzato per giunti di testa saldati.

5.2 Requisiti per materie prime e componenti

5.2.1 I tubi e i raccordi sono realizzati con composizioni di polietilene, inclusi additivi (stabilizzanti, pigmenti, ecc.), In concentrazioni richieste per la fabbricazione di tubi e raccordi che soddisfano i requisiti di questa norma.

5.2.2 Le composizioni di polietilene classificate come PE 63, PE 80 o PE 100 e aventi una velocità di fusione entro i limiti stabiliti dal punto 5.2.1 devono essere considerate saldate tra loro.

5.2.3 La stabilità termica del materiale di tubi e raccordi destinati alla saldatura di testa, determinata secondo l'Appendice A alla temperatura di 200 ° C, deve essere di almeno 20 minuti.

5.2.4 È consentito aggiungere alla composizione materiale riciclabile della stessa marca da tubi e raccordi non utilizzati realizzati internamente.

5.2.5 Gli anelli di tenuta dovrebbero essere fatti di gomma. Le caratteristiche degli anelli di tenuta devono essere conformi ai requisiti della documentazione tecnico-normativa relativa a questi prodotti.

5.4.1 La marcatura di tubi e raccordi deve essere stampata o formata sulla loro superficie esterna.

5.4.2 Ogni segmento di tubo deve essere contrassegnato, che è realizzato a intervalli non superiori a 1 me contiene:

5.4.3 La marcatura dei raccordi viene eseguita sulla superficie esterna di ciascun prodotto. La marcatura degli accessori dovrebbe contenere i seguenti dati:

5.4.4 Ciascun collo deve essere contrassegnato con un marchio di trasporto in conformità con GOST 14192 che indica i segni principali, supplementari e informativi, nonché i segni di movimentazione, e deve essere allegata un'etichetta contenente i seguenti dati:

5.5.1 Il confezionamento di tubi e raccordi deve garantire la sicurezza dei prodotti e la sicurezza del carico e dello scarico.

5.5.2 I tubi sono legati in imballaggi di peso fino a 1 tonnellata almeno in due punti con una lunghezza del tubo fino a 3 me almeno in tre punti con una lunghezza del tubo superiore a 3 m. La distanza dai fissaggi estremi alle estremità del tubo non deve essere superiore a 0, 8 m.

5.5.3 Le parti sagomate sono imballate in scatole di cartone ondulato secondo GOST 9142 o contenitori in materiali polimerici. È consentito utilizzare altri contenitori, garantendo la sicurezza delle parti sagomate durante il trasporto e l'immagazzinamento.

6 Requisiti di sicurezza e ambientali

6.1 Nel processo di produzione di tubi e raccordi in polietilene, i prodotti volatili di degradazione termico-ossidativa possono essere rilasciati nell'aria. Le concentrazioni massime ammissibili di sostanze nell'aria dell'area di lavoro dei locali industriali, nonché le loro classi di pericolo secondo GOST 12.1.005, GOST 12.1.007 sono riportate nella tabella 9.

Acidi organici (in termini di acido acetico)

6.2 Nella produzione di tubi e raccordi si devono rispettare i requisiti di sicurezza di GOST 12.3.030 e la documentazione tecnologica approvata nel modo prescritto.

6.3 Per prevenire l'inquinamento atmosferico durante il processo di produzione, è necessario soddisfare i requisiti di GOST 17.2.3.02.

6.4 Nella produzione di tubi e raccordi devono essere conformi ai requisiti di sicurezza antincendio in conformità con GOST 12.1.004. In caso di incendio, l'estinzione viene effettuata con agenti estinguenti, anidride carbonica, polveri estinguenti, acqua spruzzata con agenti bagnanti e infeltrimento. Per proteggere dai prodotti tossici della combustione, vengono utilizzate maschere antigas isolanti o maschere di filtro del marchio M o BKF.

7 Regole di accettazione

7.1 Tubi e raccordi sono accettati in lotti. Le parti considerano tubi o raccordi con lo stesso nome e le stesse dimensioni (diametro nominale e spessore della parete), ricavati dalla composizione della stessa marca, sulla stessa attrezzatura di processo, consegnati simultaneamente.

7.2 Il certificato di qualità deve contenere:

7.3 Per verificare la conformità di tubi e raccordi ai requisiti di questa norma, i test di accettazione e periodici vengono eseguiti nella quantità specificata per le tubazioni nella Tabella 10, per i raccordi nella Tabella 11, per i collegamenti nella Tabella 12.

Requisiti di questo standard

Dimensione del campione, pezzi

1 marcatura di aspetto

3 cambi di lunghezza dopo il riscaldamento

1 volta in 12 mesi per ogni gruppo di taglie

4 Melt Flow Rate (MFR)

5 Modifica della portata del fuso

Requisiti di questo standard

Dimensione del campione, pezzi

1 marcatura di aspetto

3 Melt Flow Rate (MFR)

4 Cambiamenti nell'aspetto dopo il riscaldamento

1 volta in 12 mesi per ogni gruppo di taglie

5 Tenuta dei raccordi prefabbricati

Prima versione per ogni gruppo di dimensioni

Requisiti di questo standard

Dimensione del campione, pezzi

1 Tenuta (acqua
suscettibilità) dei composti

2 Tenuta (aria
permeabilità) dei composti

3 Tenuta dei composti sotto esposizione ciclica a temperatura elevata.

Secondo l'Appendice B

Il design del collegamento è determinato dal design dell'anello di tenuta, dalla forma della scanalatura sotto l'anello, dalla durezza dell'anello (± 5 unità).

7.4 Il campionamento di tubi e raccordi per prove di accettazione viene effettuato dal lotto mediante campionamento casuale. È consentito prelevare campioni in modo uniforme nel processo di produzione.

Gruppo di accessori tipo

Nome degli accessori

7.5 Se al momento delle prove di accettazione almeno un campione per qualsiasi indicatore non soddisfa i requisiti di questo standard, ripetere i test per questo indicatore sul doppio del numero di campioni prelevati dallo stesso lotto. In caso di risultati insoddisfacenti del riesame, il lotto di prodotti non è soggetto all'accettazione.

7.6 In caso di risultati insoddisfacenti dei test periodici, vengono eseguiti test ripetuti sull'indicatore di non conformità sul doppio numero di campioni. In caso di risultati insoddisfacenti dei test, i motivi che hanno portato alla non conformità devono essere identificati ed eliminati.

8 metodi di controllo

8.1 Le prove di tubi e raccordi devono essere effettuate non prima di 24 ore dalla loro fabbricazione.

8.2 L'aspetto e la marcatura di tubi e raccordi sono controllati visivamente senza utilizzare dispositivi di ingrandimento.

8.3 Le dimensioni dei tubi e dei raccordi sono determinate in conformità con GOST 29325.

8.3.1 Le dimensioni delle tubazioni e dei raccordi devono essere determinate ad una temperatura di (23 ± 5) ° С. Prima del test, i campioni vengono mantenuti alla temperatura specificata per almeno 4 ore.

8.3.2 Gli strumenti di misura applicati devono fornire l'accuratezza e la gamma di misurazioni necessarie e devono essere verificati nel modo prescritto.

8.3.3 La determinazione del diametro esterno medio d dei tubi e delle estremità dei tubi dei raccordi viene effettuata in una sezione trasversale, situata ad una distanza di almeno 25 mm dalle estremità, in uno dei seguenti modi:

8.3.4 Per determinare lo spessore delle pareti dei tubi e delle estremità dei tubi delle parti sagomate, scegliere uno strumento di misura o un dispositivo in modo che l'errore di una singola misurazione non sia superiore a 0,03 mm.

8.3.5 Il diametro interno medio della presa di tubi e raccordi d è determinato in una sezione come valore medio aritmetico di diverse misure di diametro uniformemente situate nella sezione trasversale selezionata, vale a dire: quattro misure per d 40 mm e sei misure per d> 40 mm.

8.3.6 Per determinare la lunghezza di tubi, estremità di tubi e prese, scegliere strumenti di misura o dispositivi in ​​modo che l'errore del risultato della misurazione corrisponda alla tabella 15.

Errore di misura singolo consentito


Per determinare la lunghezza effettiva secondo la Figura 1 e / o l'intera lunghezza del tubo, le misurazioni vengono effettuate sulla superficie interna o esterna parallela all'asse del tubo in almeno tre punti distanziati uniformemente attorno alla circonferenza. La media aritmetica dei valori misurati è arrotondata a 1 mm. Su un tubo tagliato meccanicamente, che garantisce la perpendicolarità delle estremità, la lunghezza è determinata da una dimensione.

8.5 La portata di fusione (MFR) di tubi, parti sagomate e il loro materiale viene determinata secondo GOST 11645 ad una temperatura di 190 ° C e un carico di 5 kg.

8.6 Determinazione del cambiamento di aspetto dopo il riscaldamento di parti sagomate viene effettuata in conformità con GOST 27077 in aria ad una temperatura di (110 ± 2) ° C e un tempo di mantenimento di 60 minuti.

8.7 Per verificare la tenuta dei raccordi prefabbricati, un campione del raccordo è dotato di tappi terminali, riempiti con acqua fredda di rubinetto (asciugati all'asciutto quando si forma la condensa), collegati a una fonte di pressione e rimuovere l'aria. Le prove sono eseguite a temperatura ambiente (23 ± 5) ° C. La pressione viene aumentata a (50 ± 5) kPa e mantenuta per almeno 1 minuto. Non ci dovrebbero essere perdite visibili sulla parte sagomata.

8.8 Controllo della tenuta (tenuta stagna) sui collegamenti di tubi e raccordi. Il campione da sottoporre a prova deve comprendere almeno una connessione di sezioni di tubo (con una presa o senza presa) e (o) parti sagomate. L'assemblaggio del composto viene eseguito secondo le istruzioni del produttore.

Le prove sono eseguite a temperatura ambiente (23 ± 5) ° C.

8.9 La tenuta (tenuta ermetica) delle connessioni di tubi e raccordi è verificata secondo la Figura 13. Il campione di prova deve comprendere almeno un collegamento di sezioni di tubo (con una presa o senza presa) e / o raccordi. L'assemblaggio del composto viene eseguito secondo le istruzioni del produttore.

Figura 13 - Schema di test per la tenuta


1 - tappi terminali, 2 - montaggio rigido, 3 - alimentazione acqua, 4 - valvola di scarico, 5 - alimentazione aria compressa, 6 - livello acqua, 7 - direzione di spostamento durante le prove

9 Trasporto e stoccaggio

9.1 Tubi e raccordi vengono trasportati con qualsiasi tipo di trasporto in conformità con le norme per il trasporto di merci e le condizioni tecniche per il carico e la sicurezza delle merci che operano nel trasporto di questo tipo.

9.2 Tubi e raccordi durante il trasporto devono essere protetti da urti e carichi meccanici e dalla loro superficie da graffi. I tubi devono essere posati su una superficie piana.

9.3 I tubi e i raccordi sono immagazzinati in condizioni che escludono la probabilità del loro danno meccanico, in locali non riscaldati o riscaldati (a non più di un metro dai dispositivi di riscaldamento) o sotto i capannoni.

10 Istruzioni per l'uso


La progettazione, l'installazione e il funzionamento delle condotte dai sistemi di polietilene dei sistemi di acque reflue interne devono essere effettuati in conformità con gli attuali documenti normativi e tecnici e le istruzioni del produttore.

11 Garanzia del produttore

11.1 Il produttore garantisce la conformità di tubi e raccordi ai requisiti della presente norma osservando le regole di trasporto e stoccaggio.

11.2 Il periodo di garanzia è di due anni dalla data di produzione di tubi e raccordi.

Appendice A (raccomandata). Determinazione della stabilità termica


La stabilità termica (periodo di induzione dell'ossidazione) è determinata dal metodo della calorimetria differenziale a scansione (DSC).

Figura A.1. Termogramma del flusso di calore in funzione del tempo


X - tempo; Y è il flusso di calore; a è il massimo dell'esotermia; t - passaggio a ossigeno o aria (tempo zero); t è l'inizio dell'ossidazione; t - point determinato dal metodo tangente; t è l'ossidazione massima

Appendice B (raccomandata). Determinazione della tenuta dei composti sotto esposizione ciclica a temperatura elevata


La tenuta dei composti sotto l'esposizione ciclica ad acqua a temperatura elevata viene controllata su un banco di prova dotato di un sistema per l'erogazione di acqua calda e fredda alla sezione della tubazione assemblata da tubi e raccordi secondo la Figura B.1.

Figura B.1 - Schema del gasdotto per testare la tenuta delle articolazioni quando ciclicamente esposto ad acqua ad alta temperatura

- campana con anello di tenuta;

1 - misura della deflessione dei tubi; 2 - tubi d = 40 mm o d = 50 mm; 3, 4 - tubi 75 mm 160 mm; a - alimentazione acqua calda, b - alimentazione acqua fredda, ñ - angolo da 85 ° a 89 °

GOST 22689.2-89
Tubi e raccordi fognari in polietilene a loro. disegno

Acquista GOST 22689.2-89 - un documento cartaceo ufficiale con ologramma e stampe blu. più

Distribuisce ufficialmente documentazione normativa dal 1999. Eseguiamo controlli, paghiamo le tasse, accettiamo tutte le forme di pagamento legali senza interessi aggiuntivi. I nostri clienti sono protetti dalla legge. LLC "CNTI Normokontrol".

I nostri prezzi sono inferiori rispetto ad altri posti perché lavoriamo direttamente con i fornitori di documenti.

Metodi di consegna

  • Consegna del corriere espresso (1-3 giorni)
  • Consegna del corriere (7 giorni)
  • Ritiro dall'ufficio di Mosca
  • Russian Post

Distribuito a tubi e raccordi a partire da polietilene a bassa densità e polietilene ad alta pressione, destinati alla fognatura interna degli edifici, e accessori a loro

Reissue (novembre 2000)

Indice

2 Travi e estremità lisce di parti sagomate

4 tubi di derivazione compensativi

5 connessioni di transizione

6 ugelli dello strumento

7 rubinetti

11 croci con offset fuori asse

12 tee universali

15 tappi e coperchi

16 dadi in cattività

17 Nastro di fodera

18 o-ring

19 Guarnizioni di tenuta

Appendice (riferimento) Peso teorico delle tubazioni fognarie in polietilene da 1 m

Questo GOST si trova in:

  • Sezione: costruzione
    • Sottosezione: documenti normativi
      • Suddivisione: documenti del sistema di documenti normativi in ​​costruzione
        • Sottosezione: 4. Documenti di regolamentazione per apparecchiature di ingegneria di edifici e strutture e reti esterne
          • Sottosezione: к.40 Approvvigionamento idrico e fognario
  • Sezione: Ecologia
    • Suddivisione: 91 MATERIALI E COSTRUZIONE DELLA COSTRUZIONE
      • Suddivisione: 91.140 Installazioni negli edifici
        • Sottosezione: 91.140.80 Sistemi di drenaggio
  • Sezione: elettricità
    • Suddivisione: 91 MATERIALI E COSTRUZIONE DELLA COSTRUZIONE
      • Suddivisione: 91.140 Installazioni negli edifici
        • Sottosezione: 91.140.80 Sistemi di drenaggio

organizzazioni:

Tubi e raccordi in polietilene. costruzione

Per scaricare gratuitamente questo documento in formato PDF, supporta il nostro sito Web e fai clic su uno dei pulsanti:

Link alla pagina

Tubi in polietilene fognario
e accessori per loro

Rifiuti di polietilene - tubi e raccordi.
costruzione

Data di introduzione 01.10.89

La presente norma si applica a tubi e raccordi (di seguito - prodotti) di polietilene a bassa pressione (HDPE) e polietilene ad alta pressione (LDPE) destinati alla fognatura interna di edifici e componenti per essi.

Requisiti tecnici, regole di accettazione, metodi di prova, marcatura, imballaggio, trasporto, stoccaggio e garanzie del produttore di tubi e raccordi devono essere conformi a quelli specificati in GOST 22689.0.

1. TUBI

1.1. I tubi delle fognature dovrebbero essere fabbricati in lunghezze rettilinee di 2; 3; 5.5; 6 e 8 m con dimensioni indicate in fig. 1 e in tabella. 1.

Con l'accordo del produttore con il consumatore è consentito fabbricare tubi di altre lunghezze.

1. È consentito fino al 01/01/91, d'accordo con il consumatore, la produzione di tubi con un diametro esterno nominale di 48,6 e 107,5 mm secondo la documentazione di progettazione approvata con scostamenti massimi dalle dimensioni specificate per prodotti con un diametro nominale di 50 e 110 mm.

2. La massa teorica dei tubi è riportata in tabella. 22.

Numero di riferimento del tubo di fognatura con un diametro esterno di 110 mm e una lunghezza di 6000 mm in HDPE:

2. TAGLIENTI E FINI LISCIE DI PARTI SAGOMATE

2.1. Il design e le dimensioni delle prese e le estremità lisce delle parti sagomate del tipo KK dovrebbero corrispondere a quelle indicate nel disegno. 2 e in tabella. 2, tipo Cc - all'inferno. 3 e in tabella. 3, digitare Рр - per l'inferno. 4 e in tabella. 4

Tavola continua 2

1. È consentito fino al 01.01.91, in accordo con il consumatore, la produzione di raccordi per tubi con un diametro esterno nominale di 48,6 e 107,5 mm secondo la documentazione di progetto approvata con scostamenti dalle dimensioni specificate per prodotti con diametro di 50 e 110 mm.

2. La massa teorica delle parti sagomate è riportata in tabella. 23 applicazioni.

3. UGELLI

3.1. Gli ugelli dovrebbero essere di tipo fabbricato:

KS - con prese per collegamento ad anello di tenuta e saldatura (Fig. 5);

Kc - con una presa per il collegamento mediante un anello di tenuta e un'estremità liscia per il collegamento mediante saldatura (Fig. 6);

RS - con presa per collegamento con dado e estremità liscia per collegamento tramite saldatura (figura 7):

CP - con presa per collegamento tramite saldatura e presa per collegamento tramite dado (figura 8),

Tipo di accoppiamento KS

Tipo di tubo Ks

Ugello di tipo RS

Tubo di tipo CP

3.2. Le dimensioni degli ugelli devono corrispondere a quelle indicate nella tabella. 5

L, non meno, per i tipi di ugelli

Esempio di designazione di riferimento del tubo di tipo CS per tubi con diametro di 50 mm in HDPE:

Tubo di derivazione P 50K '50C - PND GOST 22689.2

4. COMPENSAZIONE DEL TUBO

4.1. I tubi di compensazione dovrebbero essere di tipo fabbricato:

Кк - con una bussola di compensazione e un'estremità liscia per il collegamento con un anello di tenuta (Fig. 9);

Tubo di compensazione tipo KK

KS - con una presa di compensazione e una presa per la saldatura (Fig. 10);

Tubo di compensazione tipo KS

Kc - con presa di compensazione e estremità liscia per il collegamento mediante saldatura (figura 11).

Tubo di compensazione tipo Kc

4.2. Le dimensioni degli ugelli di compensazione di vario tipo devono corrispondere a quelle indicate in tabella. 6.

L, non meno, per i tipi di ugelli

Un esempio del simbolo del tubo di compensazione tipo Kc di HDPE per il collegamento di tubi con un diametro di 110 mm:

Presa 110c 110 'PC - PND GOST 22689.2

5. TRASFERIMENTO PANNELLI

5.1. Gli adattatori dovrebbero essere tipi fabbricati:

KK - con estremità liscia e campana per il collegamento con un anello di tenuta (figura 12);

Ugello QC

SK - con estremità liscia per il collegamento mediante saldatura e presa per il collegamento mediante anello di tenuta (Fig. 13);

cc - con un'estremità liscia e una campana per il collegamento mediante saldatura (figura 14);

cp - con un'estremità liscia per il collegamento mediante saldatura e una presa per il collegamento tramite un dado (Fig. 15).

Tubo tipo SK

Tubo CC

Tubo di tipo CP

5.2. Le dimensioni dei tubi di transizione devono essere conformi a quelle della tabella.7.

L, non meno per i tipi di ugelli

Un esempio della designazione di riferimento del tubo di transizione tipo KK dell'HDPE per il collegamento di tubi con diametro di 90 e 50 mm:

Ugello PP 90k '50K - PND GOST 22689.2

6. UGELLI DELLO STRUMENTO

6.1. Le connessioni dello strumento devono essere fatte dei seguenti tipi:

Regno Unito - con una presa per il collegamento al rilascio di una tazza del water o al rilascio di una scala in ghisa e un'estremità liscia per il collegamento con un anello di tenuta (Fig. 16);

Tipo di tubo britannico

US - con una presa per il collegamento al rilascio di una tazza del water o per il rilascio di una scala in ghisa e una presa per il collegamento mediante saldatura (figura 17).

Ugello USA

6.2. Le dimensioni degli ugelli dello strumento devono corrispondere a quelle specificate in Tabella. 8.

L'esempio del simbolo del tubo dello strumento del tipo Uk con un diametro di 110 mm di HDPE per il collegamento al rilascio di una tazza del water:

Tubo di derivazione PPr Uk '110k - PND GOST 22689.2

7. DISPOSITIVI.

7.1. I rubinetti degli strumenti dovrebbero essere fatti dei seguenti tipi:

US - con una presa per il collegamento al rilascio di una tazza del water e una presa per il collegamento mediante saldatura (Fig. 18);

Regno Unito - con una presa per il collegamento allo scarico della toilette e un'estremità liscia per il collegamento con un anello di tenuta (Fig. 19).

7.2. Le dimensioni delle pieghe dello strumento devono corrispondere a quelle indicate nella tabella. 9.

Un esempio del simbolo del drenaggio dello strumento di tipo USA con un diametro di 110 mm di HDPE per il collegamento al rilascio di una tazza del water:

Filiale di Opr U '110С - PND GOST 22689.2

8. RAMI

8.1. Le pieghe dovrebbero essere di tipo fabbricato:

Kk - con una presa e un'estremità liscia per il collegamento con un anello di tenuta (Fig. 20);

SK - con prese per il collegamento mediante saldatura e anello di tenuta (Fig. 21);

SS - con prese per saldatura (Fig. 22);

CP - con prese per collegamento tramite saldatura e dado (figura 23).

8.2. Le dimensioni delle pieghe devono essere conformi a quelle specificate nella tabella. 10.

Un esempio di designazione di una presa di tipo CP con un angolo a = 87 ° 30 'di HDPE per il collegamento con tubi di 50 mm e 40 mm:

Ritiro Circa 50С40 Р - PND GOST 22689.2

Lo stesso tipo di IC con un angolo di a = 30 °:

Tocca Circa 30 ° 40'50K - PND GOST 22689.2

Nota. Le taglie 50'40 sono date per rubinetti di tipo SK e CP

9. TEES

9.1. Tees dovrebbero essere tipi fabbricati:

KKK - con due prese e un'estremità liscia per il collegamento con anelli di tenuta (Fig. 24);

T-shirt tipo KKK

КкудК - con due prese e un'estremità liscia allungata per il collegamento con anelli di tenuta (figura 25);

KudkK - con una prolunga ad espansione, un'estremità liscia e una presa laterale per il collegamento con anelli di tenuta (Fig. 26);

KSK - con due prese per il collegamento con anelli di tenuta e una presa per il collegamento mediante saldatura (Fig. 27);

SSC - con due prese per il collegamento mediante saldatura e una presa per il collegamento mediante anello di tenuta (Fig. 28);

Tipo di Tee KkudK

SSS - con tre prese per il collegamento mediante saldatura (Fig. 29);

PCP - con due prese per il collegamento con un dado e una presa per il collegamento mediante saldatura (figura 30);

SSR - con due prese per il collegamento mediante saldatura e una presa per il collegamento tramite un dado (Fig. 31);

SKK - con una presa per la saldatura, un'estremità liscia e una presa per il collegamento con un anello di tenuta (Fig. 32).

9.2. Le taglie dei tipi di tee di tipo KKK, KudkK, KSK, SSC, SSS, RSR, SSR, SkK devono corrispondere specificate in tab. 11, e la tabella di tipo T in KkudK. 12.

1. TUBI

1.1. I tubi delle fognature dovrebbero essere fabbricati in lunghezze rettilinee di 2; 3; 5.5; 6 e 8 m con dimensioni indicate in fig. 1 e in tabella. 1.

Con l'accordo del produttore con il consumatore è consentito fabbricare tubi di altre lunghezze.

1. È consentito fino al 01/01/91, d'accordo con il consumatore, la produzione di tubi con un diametro esterno nominale di 48,6 e 107,5 mm secondo la documentazione di progettazione approvata con scostamenti massimi dalle dimensioni specificate per prodotti con un diametro nominale di 50 e 110 mm.

2. La massa teorica dei tubi è riportata in tabella. 22 applicazioni.

Numero di riferimento del tubo di fognatura con un diametro esterno di 110 mm e una lunghezza di 6000 mm in HDPE:

Pipe centro commerciale 110- 6000 -PND GOST 22689.2

2. TAGLIENTI E FINI LISCIE DI PARTI SAGOMATE

2.1. Il design e le dimensioni delle prese e le estremità lisce delle parti sagomate del tipo KK dovrebbero corrispondere a quelle indicate nel disegno. 2 e in tabella. 2, tipo Cc - all'inferno. 3 e in tabella. 3, digitare Рр - per l'inferno. 4 e in tabella. 4

Tavola continua 2

1. È consentito fino al 01.01.91, in accordo con il consumatore, la produzione di raccordi per tubi con un diametro esterno nominale di 48,6 e 107,5 mm secondo la documentazione di progetto approvata con scostamenti dalle dimensioni specificate per prodotti con diametro di 50 e 110 mm.

2. La massa teorica delle parti sagomate è riportata in tabella. 23 applicazioni.

3. UGELLI

3.1. Gli ugelli dovrebbero essere di tipo fabbricato:

KS - con prese per collegamento ad anello di tenuta e saldatura (Fig. 5);

Kc - con una presa per il collegamento mediante un anello di tenuta e un'estremità liscia per il collegamento mediante saldatura (Fig. 6);

RS - con presa per collegamento con dado e estremità liscia per collegamento tramite saldatura (figura 7):

CP - con presa per collegamento tramite saldatura e presa per collegamento tramite dado (figura 8),

Tipo di accoppiamento KS

Tipo di tubo Ks

Ugello di tipo RS

Tubo di tipo CP

3.2. Le dimensioni degli ugelli devono corrispondere a quelle indicate nella tabella. 5

L, non meno, per i tipi di ugelli

Esempio di designazione di riferimento del tubo di tipo CS per tubi con diametro di 50 mm in HDPE:

Tubo di derivazione P 50K '50C - PND GOST 22689.2

4. COMPENSAZIONE DEL TUBO

4.1. I tubi di compensazione dovrebbero essere di tipo fabbricato:

Кк - con una bussola di compensazione e un'estremità liscia per il collegamento con un anello di tenuta (Fig. 9);

Tubo di compensazione tipo KK

KS - con una presa di compensazione e una presa per la saldatura (Fig. 10);

Kc - con presa di compensazione e estremità liscia per il collegamento mediante saldatura (figura 11).

Tubo di compensazione tipo KS

Tubo di compensazione tipo Kc

4.2. Le dimensioni degli ugelli di compensazione di vario tipo devono corrispondere a quelle indicate in tabella. 6.

L, non meno, per i tipi di ugelli

Un esempio del simbolo del tubo di compensazione tipo Kc di HDPE per il collegamento di tubi con un diametro di 110 mm:

Ugello PK 110 K '110s - PND GOST 22689.2

5. TRASFERIMENTO PANNELLI

5.1. Gli adattatori dovrebbero essere tipi fabbricati:

KK - con estremità liscia e campana per il collegamento con un anello di tenuta (figura 12);

Ugello QC

SK - con estremità liscia per il collegamento mediante saldatura e presa per il collegamento mediante anello di tenuta (Fig. 13);

cc - con un'estremità liscia e una campana per il collegamento mediante saldatura (figura 14);

cp - con un'estremità liscia per il collegamento mediante saldatura e una presa per il collegamento tramite un dado (Fig. 15).

Tubo tipo SK

Tubo CC

Tubo di tipo CP

5.2. Le dimensioni dei tubi di transizione devono essere conformi a quelle della tabella.7.

L, non meno per i tipi di ugelli

Un esempio della designazione di riferimento del tubo di transizione tipo KK dell'HDPE per il collegamento di tubi con diametro di 90 e 50 mm:

Ugello PP 90k '50K - PND GOST 22689.2

6. UGELLI DELLO STRUMENTO

6.1. Le connessioni dello strumento devono essere fatte dei seguenti tipi:

Regno Unito - con una presa per il collegamento al rilascio di una tazza del water o al rilascio di una scala in ghisa e un'estremità liscia per il collegamento con un anello di tenuta (Fig. 16);

Tipo di tubo britannico

US - con una presa per il collegamento al rilascio di una tazza del water o per il rilascio di una scala in ghisa e una presa per il collegamento mediante saldatura (figura 17).

Ugello USA

6.2. Le dimensioni degli ugelli dello strumento devono corrispondere a quelle specificate in Tabella. 8.

L'esempio del simbolo del tubo dello strumento del tipo Uk con un diametro di 110 mm di HDPE per il collegamento al rilascio di una tazza del water:

Tubo di derivazione PPr Uk '110k - PND GOST 22689.2

7. DISPOSITIVI.

7.1. I rubinetti degli strumenti dovrebbero essere fatti dei seguenti tipi:

US - con una presa per il collegamento al rilascio di una tazza del water e una presa per il collegamento mediante saldatura (Fig. 18);

Regno Unito - con una presa per il collegamento allo scarico della toilette e un'estremità liscia per il collegamento con un anello di tenuta (Fig. 19).

7.2. Le dimensioni delle pieghe dello strumento devono corrispondere a quelle indicate nella tabella. 9.

Un esempio del simbolo del drenaggio dello strumento di tipo USA con un diametro di 110 mm di HDPE per il collegamento al rilascio di una tazza del water:

Filiale di Opr U '110С - PND GOST 22689.2

8. RAMI

8.1. Le pieghe dovrebbero essere di tipo fabbricato:

Kk - con una campana e l'estremità liscia per la sigillatura del collegamento

SK - con prese per il collegamento mediante saldatura e anello di tenuta (Fig. 21);

SS - con prese per saldatura (Fig. 22);

CP - con prese per collegamento tramite saldatura e dado (figura 23).

8.2. "Le dimensioni delle pieghe devono essere come specificato nella Tabella 10.

Nota. Le taglie 50 '40 sono date per rubinetti di tipo SK e CP

Un esempio di designazione di una presa di tipo CP con un angolo a = 87 ° 30 'di HDPE per il collegamento con tubi di 50 mm e 40 mm:

Ritiro Circa 50C '40R - PND GOST 22689.2

Lo stesso tipo di IC con un angolo di a = 30 °:

Tocca Circa 30 ° 40'50 K - PND GOST 22689.2

9. TEES

9.1. Tees dovrebbero essere tipi fabbricati:

KKK - con due prese e un'estremità liscia per il collegamento con anelli di tenuta (Fig. 24);

КкудК - con due prese e un'estremità liscia allungata per il collegamento con anelli di tenuta (figura 25);

T-shirt tipo KKK

Tipo di Tee KkudK

KudkK - con una prolunga ad espansione, un'estremità liscia e una presa laterale per il collegamento con anelli di tenuta (Fig. 26);

KSK - con due prese per il collegamento con anelli di tenuta e una presa per il collegamento mediante saldatura (Fig. 27);

SSC - con due prese per il collegamento mediante saldatura e una presa per il collegamento mediante anello di tenuta (Fig. 28);

SSS - con tre prese per il collegamento mediante saldatura (Fig. 29);

PCP - con due prese per il collegamento con un dado e una presa per il collegamento mediante saldatura (figura 30);

SSR - con due prese per il collegamento mediante saldatura e una presa per il collegamento tramite un dado (Fig. 31);

SKK - con una presa per la saldatura, un'estremità liscia e una presa per il collegamento con un anello di tenuta (Fig. 32).

Tubi e raccordi fognari in polietilene a loro. Condizioni tecniche generali

GOST 22689.0-89
Gruppo G21

Tubi e raccordi in polietilene. Specifiche generali

Data di introduzione 1989-10-01

1. SVILUPPATO E INTRODOTTO dal Comitato per la costruzione dello Stato dell'URSS

OP Mikheev, Cand. tehn. Scienze (responsabile dell'argomento); V.I. Feldman, Cand. tehn. Scienze; L.P. Zhabrova; N.G.Kulihina; A.N.Afonin, Cand. tehn. Scienze; R.F.Lokshin, cand. tehn. Scienze; SV Ekhlakov, Cand. tehn. Scienze; I.V. Gvozdyev; V.I. Terekhin; A.A. Vasilyev; A.P. Chekrygin; L.S. Vasilyeva

2. APPROVATO E INTRODOTTO PER RISOLUZIONE del Comitato per l'edilizia statale dell'URSS in data 06.16.89 N 93

3. VZAMEN GOST 22689.0-77

4. DOCUMENTI TECNICI DEL REGOLATORE DI RIFERIMENTO

Riferimento del documento di riferimento a cui viene fornito un riferimento

Articolo numero, sottoparagrafo

________________
* Il documento non è valido sul territorio della Federazione Russa. Efficace GOST 11358-89. - Annota il produttore del database.

1. Parametri e dimensioni di base

1. PARAMETRI DI BASE E DIMENSIONI


I principali parametri e dimensioni di tubi e raccordi secondo GOST 22689.1.

2. Requisiti tecnici

2.1. I tubi e i raccordi per fognatura in polietilene devono essere fabbricati in conformità con i requisiti della presente norma, nonché con lo standard per la progettazione di questi prodotti, in base alla documentazione di processo e ai disegni di lavoro approvati nel modo prescritto.

2.2.1. La portata di fusione, determinata dal materiale dei prodotti finiti, non deve superare 2 g / 10 min.

2.2.2. La superficie dei tubi e dei raccordi deve essere piana e liscia. Sulla superficie esterna dei prodotti sono consentite tracce degli strumenti di formatura e taratura di non più di 0,5 mm. L'altezza delle sporgenze dopo la rimozione delle porte non deve superare 2,0 mm. Prodotti a colori - neri.

2.2.3. La filettatura sui raccordi deve essere un profilo completo senza fili strappati e non finiti e garantire l'avvitamento delle parti da unire manualmente. La filettatura interrotta è consentita solo sui dadi a cappello.

2.2.4. L'avvolgimento del tubo non è permesso. Le deviazioni dalla rettilineità dei tubi non sono regolamentate.

2.2.5. Quando si provano campioni di tubi per la resistenza a trazione, la resistenza allo snervamento e l'allungamento a rottura devono essere come indicato nella Tabella 1.

Resistenza alla trazione,
MPa (kgf / cm), non meno

Allungamento relativo a rottura,%, non inferiore


Nota. Gli standard in termini di snervamento a trazione sono facoltativi.

2.2.6. La modifica delle dimensioni dei tubi nella direzione longitudinale dopo il loro riscaldamento non deve essere superiore al 3%.

2.2.7. Quando riscaldato in una soluzione bollente al 20% della sostanza OP-10 secondo GOST 8433, le parti sagomate non devono presentare bolle, fessure e crepe che penetrano più del 20% dello spessore della parete per 30 minuti.

2.2.8. Tubi e raccordi non devono rompersi se riscaldati per 24 ore in una soluzione al 20% della sostanza OP-10 secondo GOST 8433 ad una temperatura di (80 ± 3) ° C.

2.2.9. I collegamenti di tubi e raccordi devono essere sigillati se sottoposti a prova da una pressione idrostatica interna di 0,1 MPa (1 kgf / cm) a una temperatura ambiente di (15 ± 10) ° C.

2.3. Requisiti per materie prime, materiali e componenti

2.3.1. Tubi e raccordi devono essere fatti di HDPE con una portata di fusione, determinata secondo GOST 16338, e LDPE con una portata di fusione, determinata secondo GOST 16337, nell'intervallo di 0,25-1,5 g / 10 min, contenente 1,5-2 5% di nerofumo e garanzia di indicatori di qualità conformi ai requisiti della presente norma; in particolare:

1) da polietilene granulato a bassa pressione secondo GOST 16338 gradi 203-12, 203-20, 204-12, 204-20, 206-20, 273-79 e 273-80 dei gradi più alti e primi;

2) da polietilene ad alta pressione granulato secondo GOST 16337 dei gradi 102-10, 102-12, 102-14, 106-10, 106-12, 106-14, 153-10, 153-12, 153-14, 176-10, 176-12 e 176-14 in alto e in primo grado.
(Emendamento IUS N 11-1990).

2.4.1. Le parti sagomate progettate per essere connesse mediante anelli di tenuta in gomma devono essere fornite con esse e per il collegamento mediante dadi e guarnizioni in gomma devono essere fornite con dadi e guarnizioni specificati in GOST 22689.2 a seconda del tipo di progetto.

2.5.1. Ogni pipa deve essere contrassegnata, che è realizzata sulla sua superficie con un timbro metallico riscaldato con un intervallo non superiore a 4 me deve contenere: il nome o il marchio del produttore e il simbolo del prodotto senza la parola "pipe".

2.5.2. La marcatura alfanumerica delle parti sagomate viene prodotta sul lato esterno durante il processo di produzione. È consentita un'ulteriore marcatura secondo i disegni di lavoro.

2.5.3. Ogni confezione deve essere contrassegnata con il contrassegno di trasporto in conformità con GOST 14192 che indica i segni principali, aggiuntivi e informativi, "Conservare dal riscaldamento", "Slinging place" (se spediti in scatole o contenitori).

2.5.4. Ad ogni confezione deve essere apposta un'etichetta in cartone, compensato o carta ricoperta di pellicola contenente i seguenti dati:

il numero di elementi nel pacchetto in pezzi (metri) o in chilogrammi.

2.6.1. L'imballaggio di tubi e raccordi deve essere eseguito in conformità ai requisiti della presente norma e documentazione tecnica approvata nel modo prescritto. L'imballaggio deve garantire la sicurezza dei prodotti e la sicurezza del carico e dello scarico.

2.6.2. I tubi devono essere formati in pacchetti o blocchi di peso fino a 5 tonnellate secondo GOST 23238 * e GOST 21929 **.
________________
* Il documento non è valido sul territorio della Federazione Russa. GOST 7566-94, GOST 10692-80, GOST 19041-85;
** GOST 21929-76 annullato l'11/1/1989. Le regole per il trasporto di merci, approvate dai servizi competenti (IUS 1-90). - Annota il produttore del database.

2.6.3. Mezzi di imballaggio delle merci - secondo GOST 21650. Confezionamento di tubi trasportati nelle regioni del Nord Est - secondo GOST 15846.

2.6.4. Se trasportate con il trasporto ferroviario, le parti imballate sono imballate in scatole strette secondo GOST 2991 o GOST 18573. Se trasportate con altri mezzi di trasporto, è consentito anche l'imballaggio in casse secondo GOST 12082, in sacchetti di carta secondo GOST 2226 *, in sacchetti di plastica di almeno 20 0,1 mm o in un altro materiale, garantendo la sicurezza dei prodotti.
________________
* Il documento non è valido sul territorio della Federazione Russa. Efficace GOST 2226-2013, di seguito nel testo. - Annota il produttore del database.
È consentito l'imballaggio in casse e casse di legno di seconda mano, con rimozione obbligatoria di adesivi esistenti, incollaggio o compilazione di iscrizioni.
Per il trasporto di tubi e raccordi si possono utilizzare contenitori specializzati secondo la documentazione tecnico-normativa.

2.6.5. I componenti sono confezionati in sacchetti secondo GOST 2226, GOST 17811, GOST 30090 o scatole secondo GOST 13841 con una massa lorda non superiore a 50 kg. Permesso di trasportare componenti in fasci fino a 1000 pezzi.

3. Accettazione

3.1. Tubi e raccordi sono accettati in lotti. Molto è il numero di tubi di una misura (in metri) realizzati da una marca di materie prime e su una linea di produzione in regime stazionario, o pezzi sagomati fabbricati nelle stesse condizioni e sulla stessa attrezzatura, consegnati simultaneamente e accompagnati da un documento di qualità.

3.2. Il certificato di qualità deve contenere:

3.3. Per verificare la conformità di tubi e raccordi ai requisiti della presente norma e i requisiti delle norme per la progettazione e le dimensioni dei prodotti, si effettuano prove di accettazione e periodiche nella quantità e quantità specificate per le tubazioni nella Tabella 2 e per i raccordi nella Tabella 3. Per il test, i prodotti del batch sono selezionati in base alla selezione casuale.

Articolo numero di questo standard

Dimensione del campione dal lotto, pz.

1. Marcatura dell'aspetto

0,5%, ma non meno di 3 pz.

3. Allungamento alla rottura

4. Ridimensionamento in direzione longitudinale dopo il riscaldamento

5. Resistenza al cracking in soluzione OP-10

6. Indice di flusso fuso

Articolo numero di questo standard

Dimensione del campione dal lotto, pz.

1. Marcatura dell'aspetto

100%
0,5%, ma non meno di 3 pz.

2. Dimensioni principali

0,5%, ma non meno di 5 pz.

3. Controllare l'avvitamento delle parti filettate

4. Resistenza al cracking in soluzione OP-10 a temperatura, ° С:

5. La tenuta delle connessioni

6. Indice di flusso fuso

3.4. Il controllo di qualità di tubi e raccordi viene effettuato non prima di 15 ore dopo la fine della produzione del lotto ricevuto.

3.5. Quando i test di accettazione controllano le dimensioni principali dei prodotti. Le restanti dimensioni dei prodotti devono essere garantite dall'apparecchiatura di formatura adottata per la produzione, che viene controllata durante la sua accettazione.

3.6. Se al test di accettazione almeno un campione per qualsiasi indicatore (ad eccezione di aspetto e dimensioni) non soddisfa i requisiti di questo standard, quindi ricontrollare per questo indicatore il doppio del numero di campioni prelevati dallo stesso lotto. In caso di risultati insoddisfacenti della re-ispezione, una partita di prodotti non è soggetta ad accettazione.

3.7. Il consumatore ha il diritto di ispezionare qualsiasi indicatore di qualità, osservando la procedura di campionamento di cui sopra e applicando i metodi di prova specificati nella sezione 4.

3.8. I test periodici vengono eseguiti una volta all'anno su tutti i tipi e le dimensioni dei prodotti fabbricati.


Quando i risultati insoddisfacenti dei test periodici di almeno un campione, vengono eseguiti test ripetuti su due volte il numero di campioni prelevati dallo stesso lotto.

3.9. Prima di iniziare la produzione di prodotti da nuove composizioni di materie prime o quando si cambiano le modalità tecnologiche, il produttore è obbligato a effettuare prove di tipo.

4. Metodi di controllo

4.1. L'aspetto e la qualità superficiale di tubi e raccordi sono controllati visivamente senza l'uso di dispositivi di ingrandimento confrontando l'elemento di prova con un campione di riferimento approvato nel modo prescritto. La fissabilità è controllata manualmente.

4.2. Dimensionamento di tubi e raccordi (clausola 2.1)

4.2.1. Strumento di misura

4.2.2. Prendendo le misure

4.2.2.1. La misurazione del diametro esterno dei tubi e delle estremità lisce delle parti sagomate viene effettuata sui prodotti in due sezioni reciprocamente perpendicolari ad una distanza di almeno 25 mm dall'estremità.

4.2.2.2. Lo spessore delle pareti dei tubi e dei raccordi viene misurato con un micrometro o metro a muro da entrambe le estremità di ciascun tubo o dall'estremità dell'estremità liscia della parte sagomata, almeno quattro punti distribuiti uniformemente attorno alla circonferenza, ad una distanza di almeno 25 mm dall'estremità, per tubi di almeno 100 mm da testa a testa.

4.2.2.3. Il diametro interno delle prese su un'area liscia viene misurato con un dado indicatore. È consentito utilizzare altri strumenti che forniscono l'errore di misurazione necessario.

4.2.2.4. Il diametro interno della scanalatura delle parti a campana nell'area di installazione dell'anello di tenuta in gomma viene determinato con una pinza o uno strumento di misura speciale.

4.3. Il carico di snervamento dei tubi in tensione e il loro relativo allungamento a rottura (sezione 2.2.5) è determinato secondo GOST 18599 * su campioni di lama di tipo 1 secondo GOST 11262.
________________
* Il documento non è valido sul territorio della Federazione Russa. Efficace GOST 18599-2001, di seguito il testo. - Annota il produttore del database.

4.4. La modifica delle dimensioni dei tubi dopo il loro riscaldamento (p.2.2.6) viene controllata secondo GOST 18599. La temperatura di riscaldamento dei tubi da HDPE (110 ± 2) ° С, tubi da LDPE (100 ± 2) ° С.

4.5. Quando si controlla la resistenza delle parti sagomate agli effetti delle sostanze tensioattive (p.2.2.7), i campioni vengono posti in un bagno con una soluzione bollente al 20% della sostanza OP-10 secondo GOST 8433 e incubati per 30 minuti. Al fine di evitare la risalita del campione, un carico (piombo o altro materiale inerte) è collegato ad esso. Alla fine del test, i campioni vengono raffreddati in aria a temperatura ambiente, lavati con acqua corrente e strofinati con un panno morbido, quindi sottoposti a controllo visivo. La qualità della superficie viene controllata per verificarne la conformità ai requisiti del punto 2.2.7. Se è necessario determinare la profondità di penetrazione delle fessure, i campioni vengono segati attraverso la direzione del difetto e la misurazione viene eseguita con un calibro.

4.6. Quando si controlla la resistenza delle tubazioni e dei raccordi alla rottura (p.2.2.8), i provini vengono posti fino a immergere completamente in una soluzione al 20% della sostanza OP-10 secondo GOST 8433 in acqua riscaldata a (80 ± 3) ° C e conservati a questa temperatura per 24 ore, dopo di che vengono raffreddate in aria a temperatura ambiente. Per tubi con diametro di 40 e 50 mm, la lunghezza dei campioni deve essere di 150 mm, per tubi con un diametro di 90 e 110 mm - 350 mm.


Si considera che i campioni abbiano superato il test se non si riscontrano difetti o incrinature sulla loro superficie all'ispezione visiva secondo il paragrafo 2.2.7.

4.7. La tenuta dei giunti di tubi e raccordi (p.2.2.9) viene verificata su un banco di prova certificato secondo un metodo concordato con l'organizzazione di base approvata nel modo prescritto.

4.8. Per determinare l'indice di scorrimento della fusione (Sezione 2.2.1), i campioni anulari vengono tagliati fuori dal tubo o dalla parte sagomata, che vengono quindi tagliati in pezzi con dimensioni dei lati non superiori a 7 mm.

5. Trasporto e stoccaggio

5.1. Tubi e raccordi vengono trasportati da qualsiasi tipo di trasporto in conformità con le norme per il trasporto di merci e le condizioni tecniche per il carico e la sicurezza delle merci * che si applicano a questo tipo di trasporto. Il trasporto deve essere effettuato con il massimo utilizzo della capacità del veicolo.
________________
* Probabilmente l'errore dell'originale. Dovrebbe essere visualizzato: "Condizioni tecniche di carico e fissaggio del carico". - Annota il produttore del database.

5.2. Tubi e raccordi devono essere immagazzinati in magazzini non riscaldati in condizioni che escludono la probabilità di danni meccanici o in magazzini riscaldati a non più di 1 m da apparecchi di riscaldamento, protetti dalla luce solare diretta e dalle precipitazioni.

6. Istruzioni per l'installazione

6.1. Il collegamento di tubi e raccordi nella produzione di alzate e cablaggi, nonché l'installazione di sistemi di scarico interni devono essere eseguiti in conformità con i requisiti delle condizioni tecniche, i regolamenti edilizi, le regole e le istruzioni approvate nel modo prescritto.

6.2. Tubi e raccordi possono essere interconnessi con i seguenti metodi:

6.3. Per eseguire giunti saldati, utilizzare tubi e raccordi realizzati con lo stesso tipo di polietilene. Non è consentita la saldatura di tubi o raccordi in PVD con tubi o raccordi in HDPE.

6.4. Durata stimata dei prodotti - 25 anni.

7. Garanzia del produttore

7.1. Il produttore garantisce la conformità di tubi e raccordi ai requisiti della presente norma e le norme pertinenti per la progettazione e le dimensioni di questi prodotti, nel rispetto delle regole di trasporto e stoccaggio stabilite da questo standard.

7.2. Periodo di validità - 3 anni dalla data di produzione.