Tubi di fogna per fognature esterne: panoramica delle specie + che è meglio scegliere

Sei preoccupato per la disposizione delle comunicazioni interne e dei sistemi di drenaggio all'esterno della casa? D'accordo, è bello quando tutti i benefici della civiltà sono presenti in una casa di campagna, nonostante la sua lontananza dalla metropoli.

Ma per la costruzione del sistema hai bisogno di tubi di fognatura per acque di scarico esterne, ma non sai quale sia meglio scegliere?

Vi diremo quale materiale è adatto a diverse condizioni operative - l'articolo descrive le caratteristiche dei tubi da materiali esistenti, i vantaggi e gli svantaggi di ciascuna opzione.

Vengono inoltre fornite le valutazioni dei migliori produttori di condotte in plastica e ghisa, vengono selezionate le foto con l'immagine dei loro prodotti e le raccomandazioni video dei professionisti sulla sistemazione delle acque reflue.

Requisiti per le condutture esterne

Le reti fognarie esterne devono operare in condizioni difficili. I tubi interrati dalla terra sono costretti a trasportare il peso del suolo attraverso il quale le persone possono muoversi, e spesso le automobili.

Sono anche interessate dall'acqua del suolo, che può provocare uno spostamento delle articolazioni, che può portare alla depressurizzazione della rete fognaria.

I sistemi devono resistere costantemente agli effetti statici / dinamici delle acque reflue trasportate attraverso i tubi.

Ecco perché vengono imposti requisiti speciali agli elementi delle reti fognarie esterne. I tubi dovrebbero avere qualità come:

  • forza e rigidità;
  • la capacità di tollerare le fluttuazioni di temperatura senza perdere le qualità lavorative;
  • resistenza al gelo;
  • resistenza all'usura, lunga durata;
  • resistenza ad ambienti chimici aggressivi.

Materiali diversi (polimeri, acciaio, ghisa) possono essere utilizzati per la produzione di sistemi fognari esterni, ma tutti devono corrispondere ai fattori sopra descritti.

Va inoltre tenuto presente che la qualità del gasdotto è influenzata non solo dalle proprietà specifiche dei tubi, ma anche dalla qualità di installazione e installazione del sistema.

Differenze tra fogna esterna e interna

I tubi utilizzati per la posa di sistemi esterni sono significativamente diversi da quelli utilizzati per le comunicazioni interne.

Le caratteristiche includono:

  1. Colore. Il colore arancione (rosso), che facilita il rilevamento facile delle tubazioni, evita quindi danni involontari alla rete durante i lavori a terra.
  2. Spessore della parete Per i componenti per acque di scarico esterne, questo parametro è sempre maggiore rispetto a quello interno (quando si usano sistemi in PVC, queste cifre sono 3,2-3,4 mm contro 2 mm), poiché la tubazione posata sotto il terreno deve sopportare carichi pesanti.
  3. Materiali. I tubi rossi sono generalmente realizzati con materiali ad alta resistenza (ad esempio, polivinilcloruro non plastificato, che ha una resistenza speciale).
  4. Resistenza al calore. A causa dell'elevato spessore e affidabilità delle pareti e dell'aggiunta di componenti appositamente selezionati, la resistenza al calore dei sistemi esterni è superiore a quella interna.
  5. Vita di servizio I prodotti di colore arancione, di regola, servono a termine più lungo, che grigio.
  6. Cartellino del prezzo Il costo degli elementi per il sistema fognario esterno è di circa il 20% superiore rispetto a quello interno.

Gli esperti mettono in guardia sull'inammissibilità all'uso di tubi grigi per la posa di acque reflue esterne. Trovano difficile sopportare l'aumento del carico (specialmente per un lungo periodo), che può portare a sblocchi e incidenti.

Consideriamo più in dettaglio quali materiali possono essere utilizzati per la produzione di sistemi fognari esterni.

Varietà di prodotti in plastica

I tubi in polimero fognario sono comparsi non troppo tempo fa, tuttavia, sono diventati diffusi, spostando le controparti tradizionali nel mercato principale.

Tali componenti presentano numerosi vantaggi innegabili:

  • leggero, che facilita il trasporto, lo stoccaggio, la guarnizione;
  • superficie interna liscia che facilita il passaggio regolare delle acque di scorrimento e impedisce la sedimentazione di sali e altri sedimenti. A causa di questa peculiarità, con una corretta installazione e funzionamento, i blocchi non si formano quasi mai in tubi di plastica;
  • resistenza all'usura - i tubi di plastica non marciscono, non si corrodono;
  • operazione - prodotti simili hanno una durata di servizio sufficiente, anche se inferiore alle loro controparti in ghisa (massimo 50 anni).

Il più delle volte per la produzione di sistemi fognari esterni utilizza componenti realizzati con i seguenti materiali.

Opzione 1: tubi in polivinilcloruro (PVC)

Il cloruro di polivinile (PVC) è un materiale plastico popolare a prezzi accessibili ampiamente utilizzato per la produzione di vari prodotti, tra cui tubi per reti interne / esterne.

Tali componenti sono particolarmente raccomandati per i sistemi fognari che richiedono una grande area di flusso (fogna, canale sotterraneo, acqua piovana).

Tra gli svantaggi più significativi dei tubi in PVC figurano:

  • Sensibilità ai materiali aggressivi. Se si prevede di rimuovere acidi e oli attraverso tali componenti, è meglio acquistare tubi in PVC-U speciali con proprietà speciali.
  • Allungamento della temperatura del materiale. A causa di questa proprietà, tali parti non sono pratiche da installare per il trasporto di liquidi caldi (oltre 60 gradi C).

I tubi in PVC hanno le seguenti proprietà positive: buona resistenza alle sollecitazioni meccaniche, elevata resistenza e resistenza agli ultravioletti, in modo che tali prodotti siano adatti per aree aperte.

Esistono due tipi di tubi in PVC:

  1. Pressione, resistenza ad alta pressione (

Che temperatura può sopportare un tubo in polipropilene - teoria e pratica con esempi

Pensando di sostituire le tubature per l'approvvigionamento idrico o il riscaldamento in casa o l'appartamento per gli altri, la scelta spesso ricade sui tubi di plastica. Sempre più spesso, la sostituzione dei tubi in acciaio è in polipropilene. Dal momento che questa è plastica, sorge la domanda, qual è il punto di fusione dei tubi in polipropilene?

Proprietà del polipropilene e condizioni di temperatura

Il polipropilene è un prodotto dell'industria chimica, polvere bianca. I prodotti in polipropilene sono prodotti da esso mediante fusione e pressatura.

Si ottiene nel processo di polimerizzazione del propilene sotto l'influenza di catalizzatori metallici. Il propilene è una sostanza gassosa, di solito un sottoprodotto della produzione di etilene o benzina e distillatori.

Polipropilene ammorbidisce a 140 ° C, e la sua fusione inizia a 175 ° C. Questa è la temperatura del vapore surriscaldato. Sulla base di questi parametri, possiamo presumere che il polipropilene sia adatto per l'impianto idraulico con qualsiasi temperatura del liquido di raffreddamento, ma non il vapore.

Tutto sarebbe semplicemente fantastico se non fosse per una caratteristica del polipropilene, vale a dire la sua plasticità nello stato riscaldato. Maggiore è la temperatura di riscaldamento del polipropilene, maggiore è il suo allungamento sotto carico rispetto allo spazio. In altre parole, se un carico è sospeso su una tubazione riscaldata, prima di scoppiare, si affloscia, tirando in un tubo sottile.

Quindi la conduttura dell'acqua fredda è piuttosto dura e dura, e i tubi riscaldati a 130 ° C, con un piccolo sforzo, possono essere facilmente piegati ad angolo retto.

Sembrerebbe che il sogno degli idraulici si sia avverato, è possibile eseguire il gasdotto con qualsiasi turno senza l'uso di accessori per questi scopi. Sfortunatamente è impossibile. Quando un tubo di polipropilene viene piegato con il metodo di riscaldamento, il suo diametro interno si riduce, riducendo la capacità produttiva dell'acquedotto e lo spessore della parete all'esterno della curva sarà molto inferiore.

Usa restrizioni

Poiché l'intero sistema di approvvigionamento idrico funziona sotto pressione, vi è la possibilità di danneggiare la condotta riscaldata sotto la sua influenza. Anche le deformazioni della tubazione sono estremamente indesiderabili per gli utenti.

Pertanto, il produttore stabilisce un limite per l'uso di tubi in polipropilene per l'acqua calda. La temperatura del trasportatore di calore non dovrebbe essere superiore a 95⁰С.

Quindi qual è la temperatura dell'acqua che scorre nei nostri tubi?

Per comprendere questo problema, vediamo cosa dicono gli standard attuali su questo punteggio.

SP 30.13330.2012 "SNiP 2.04.01-85 * Approvvigionamento idrico interno e fognatura di edifici", segnala che la temperatura dell'acqua per condomini residenziali e edifici pubblici non dovrebbe essere superiore a 75⁰С. E nei locali delle istituzioni prescolari nelle aree di deviazione dell'acqua non superiore a 37⁰С.

Con i sistemi di acqua calda tutto è diventato estremamente chiaro.

Abbastanza una situazione diversa con i sistemi di riscaldamento dell'acqua.

Un po 'di storia

Nel crepuscolo dell'era sovietica, nonostante la carenza globale, le aree residenziali furono costruite nelle regioni dell'Estremo Oriente secondo un progetto tipico, chiamato Leningrado tra la gente.

Durante la costruzione di queste case è stato fatto un tentativo per ridurre il costo della costruzione. Le pareti delle case erano assemblate da pannelli, ma le finestre avevano vetri tripli. I dispositivi di riscaldamento sono convettori di una strana costruzione, un tubo curvo con un diametro interno non superiore a 20 mm con sottili piastre di acciaio saldamente appoggiate su di esso.

Il clima dell'Estremo Oriente è rigido, la temperatura in inverno scende al di sotto di -30⁰С. Con un forte vento, la perdita di calore di un pannello diventa semplicemente enorme e piccoli convettori, progettati per condizioni di lavoro completamente diverse, semplicemente non riescono a far fronte al compito. Per compensare almeno in qualche modo la perdita di calore, era necessario aumentare la temperatura del liquido di raffreddamento oltre il limite di 100 ° C, poiché i parametri della rete di riscaldamento lo consentivano.

Sfortunatamente, non esiste un sistema automatico di gestione dell'acqua in molti edifici residenziali. E le prospettive per il suo aspetto sono nebbiose. Quando la temperatura esterna scende a 35 ° C, il CHP per aumentare le condizioni di temperatura aumenta i valori del portatore di calore a 130 ° C. A causa della pressione, l'acqua continua a fluire attraverso i tubi, non a vapore (leggi anche: "Quale dovrebbe essere la pressione nei tubi di approvvigionamento idrico - le regole di calcolo"). Poiché esiste un solo impianto di cogenerazione, l'acqua con gli stessi indicatori fluisce nel sistema di approvvigionamento di acqua calda. Per soddisfare gli standard della joint venture, la fornitura di acqua nel gruppo dell'ascensore viene commutata manualmente nella tubazione di ritorno. Ma il fattore umano non è stato cancellato.

L'acqua con tali indicatori, entrando nel sistema di approvvigionamento idrico interno, è semplicemente obbligata a disabilitare la tubazione dal polipropilene. Tuttavia, questo non succede. Il fatto è che la temperatura che il tubo di polipropilene può sopportare è alquanto sottostimata. Qualsiasi produttore, indicando le caratteristiche della temperatura di funzionamento del tubo in polipropilene, lascia una riserva per circostanze impreviste, spargendo cannucce su di sé per evitare il contenzioso.

Ciò consente di consentire alcune deviazioni nella produzione di vari lotti di tubi in polipropilene, senza inviarli nei ranghi dei prodotti difettosi. Il loro spessore, la resistenza della plastica stessa e altre proprietà fisiche possono differire leggermente.

Parlando della temperatura che un tubo di polipropilene può sopportare, vale la pena menzionare un fattore che influenza la pressione di un tubo di polipropilene (per ulteriori informazioni, "Che pressione possono sopportare i tubi in polipropilene - tipi e usi").

Attualmente, i tubi con marcatura PN20 e PN25 sono comuni. La loro differenza sta nel fatto che questi ultimi sono rinforzati con fibra di vetro o alluminio.

Vantaggi del polipropilene rinforzato

  • Le dimensioni lineari di questi tubi sono meno suscettibili alle variazioni di temperatura. Questo è vero quando nel processo di lavorazione i tubi sono incorporati nel massetto. L'uso di tubi in polipropilene rinforzato nell'impianto di riscaldamento evita danni durante la deformazione termica.
  • La vita utile della condotta rinforzata in condizioni di temperature operative costantemente elevate è molto più lunga.
  • Il punto di fusione dei tubi in polipropilene con e senza rinforzo è lo stesso. Ma a una temperatura leggermente inferiore al punto di fusione sotto pressione, un tubo senza rinforzo scoppierà, ma senza rinforzo. La pressione massima nei tubi di polipropilene è di 10 bar. Maggiore è la temperatura del liquido di raffreddamento, minore deve essere la pressione nella tubazione.

Conclusione: nei sistemi con temperatura del liquido di raffreddamento costantemente elevata, è preferibile utilizzare tubi in polipropilene rinforzato rispetto agli stessi non rinforzati.

C'è molta polemica tra i consumatori sulla temperatura che i tubi di plastica possono sopportare. Alcuni rivendicano 95 ° C, mentre altri dicono circa 120 ° C. Ciò risulta dal fatto che i tubi in polietilene del polietilene cucito appartengono a un gruppo di tubazioni in plastica. I loro parametri operativi sono in qualche modo diversi. La temperatura operativa ottimale di un tubo di plastica di questo tipo è esattamente di 120 °. Il punto di fusione dei tubi di plastica realizzati in polietilene reticolato è 200⁰С.

Il costo dei tubi realizzati in polietilene reticolato è più volte superiore al prezzo dei tubi in polipropilene. Pertanto, l'uso di tubi in polipropilene è economicamente giustificato in sistemi con caratteristiche prestazionali adeguate. Tollera aumenti a breve termine della temperatura massima di esercizio dichiarata dal produttore. Inoltre, i casi di perdita di tubature in polipropilene dopo l'assemblaggio sono piuttosto rari.

Tubi in polipropilene per acque luride

I tubi in polipropilene hanno elevate prestazioni, questo è assicurato dalle proprietà della materia prima. La resistenza agli effetti di fattori esterni ed interni consente l'uso attivo di prodotti non solo nella formazione del sistema di riscaldamento o di approvvigionamento idrico. L'installazione di tubi di scarico in polipropilene è una soluzione promettente che offre numerosi vantaggi per una lunga durata.

I vantaggi dell'utilizzo di tubi in polipropilene per acque luride

Il rapido sviluppo della tecnologia consente di scegliere il materiale per la costruzione e la riparazione con una serie minima di difetti e molte proprietà positive. I tubi in polipropilene occupavano ragionevolmente un ampio segmento del mercato, rappresentando prodotti per la fornitura di acqua, fognature e riscaldamento. Quali sono i vantaggi generali dei prodotti in polipropilene:

  • La flessibilità e la durata del materiale contribuiscono alla stabilità durante l'azione meccanica sul prodotto in polipropilene. Un colpo può causare una leggera deformazione, dopo di che la forma dell'oggetto tornerà al suo aspetto originale.
  • L'inerzia chimica della carica garantisce il contatto di tubi con liquidi caustici senza danni successivi.
  • Prodotti per la sicurezza ambientale, compreso il processo di riciclaggio del polipropilene.
  • La resistenza al calore dei tubi PPR è significativamente più alta rispetto alle controparti di polivinilcloruro. A temperature operative fino a 90 ° C e con un aumento fino a 100 ° C per un breve periodo, la struttura in polipropilene è più versatile rispetto alla versione in PVC, operando nell'intervallo 40-60 ° C.
  • L'uso di additivi nella produzione di tubi in polipropilene contribuisce alla loro elevata resistenza al gelo, raggiungendo il limite inferiore di -50 ° C. Queste proprietà consentono di sfruttare il materiale nelle regioni settentrionali.
  • Il periodo di funzionamento garantito per 50 anni è un argomento importante per la preferenza del polipropilene. Studi di laboratorio dicono sulla probabilità di un uso impeccabile nel lavoro da oltre 100 anni.

La relativa morbidezza del materiale in polipropilene fornisce una serie di caratteristiche nel funzionamento dei tubi per acque luride esterne. I prodotti tradizionali non sono adatti qui, perché il terreno distruggerà l'intera struttura. Per la sistemazione del sistema fognario esterno, i tubi in polipropilene sono prodotti utilizzando una speciale tecnologia che garantisce una distribuzione uniforme del carico del terreno. L'essenza del metodo è creare un tubo a due strati, la cui parte interna è perfettamente liscia, e quella esterna rappresenta una superficie corrugata, che consente di ridurre la pressione del terreno. All'installazione della rete fognaria interna si applicano tubi lisci in considerazione della mancanza di pressione dall'esterno. La leadership tra i concorrenti tubi in polipropilene per acque reflue ha vinto a causa dei seguenti fattori:

  • resistenza alle differenze di temperatura e bassa conduttività termica è più adatto per la costruzione di effluenti industriali;
  • basso coefficiente di attrito del materiale contribuisce a una maggiore produttività rispetto a prodotti metallici simili;
  • la pulizia e la sicurezza ambientale garantiscono l'assenza di depositi salini e la formazione di sedimenti batterici all'interno.
  • facilità di installazione aiuta a ridurre il periodo di lavori di costruzione, il materiale non ha bisogno di ulteriore utilizzo di attrezzature pesanti.
  • Le dimensioni standard dei tubi in polipropilene, che coincidono con gli analoghi metallici e ceramici, garantiscono una sostituzione indolore di una sezione separata del sistema fognario.

A causa di queste proprietà, la palma tra i prodotti destinati alla sistemazione dei liquami, appartiene giustamente ai tubi di polipropilene.

Standard e etichettatura del prodotto

Non esiste un singolo GOST per i prodotti in polipropilene destinati alla costruzione di sistemi fognari. Tuttavia, sono stati sviluppati regolamenti che regolano le singole fasi della produzione. Secondo questi documenti, per la fabbricazione di tubi in polipropilene:

  • utilizzato materie prime che soddisfano GOST 26996;
  • è dotato di guarnizioni in gomma - GOST 9833;
  • il processo tecnologico è regolato da GOST 12.3.030.

La marcatura di prodotti in polipropilene consente di ottenere le informazioni necessarie sullo scopo del prodotto e sulle sue capacità operative. Riflette:

  • di quali materie prime sono fatti i tubi;
  • quale pressione di esercizio può sopportare il prodotto;
  • limite di temperatura massimo consentito;
  • di diametro.

Per organizzare il sistema fognario, è meglio usare tubi PPR 80.

Gamma di prodotti

Il diametro della sezione e le dimensioni dipendono dall'uso previsto del prodotto. Secondo il documento di settore TU 4926 il tubo in polipropilene per acque reflue dovrebbe essere prodotto:

  • Da 2 a 8 m di lunghezza con un passo in 1 m tra le taglie, in alcuni casi la lunghezza raggiunge i 12 m.
  • Per il sistema di scarico non a pressione, vengono prodotti tubi Ø 50, 110 e 150 mm. Le più comuni sono le prime due opzioni.
  • La gamma di prodotti per i sistemi a pressione è più ampia. Il diametro varia tra 32-2000 mm, con un passo tra le dimensioni di un pollice. La lunghezza del prodotto talvolta supera i 12 m.

Pertanto, in assenza delle dimensioni richieste tra l'assortimento del sistema a flusso libero, viene applicata la scelta di tubi in polipropilene per un sistema di scarico a pressione. Le acque reflue esterne sono dotate esclusivamente di prodotti corrugati, la capacità richiesta è fornita con un diametro maggiore, inizia da 2000 mm e oltre. In edifici residenziali e uffici per fognature interne, utilizzare materiale Ø 50 mm. Lo spessore delle pareti è di 1,8 mm, la lunghezza varia da 2,5 a 30 m Le fognature sono dotate di tubi Ø 110 mm, il cui spessore della parete supera i 2 mm.

Tipi di accessori

All'atto dell'installazione del sistema di elementi di collegamento di fognatura sarà certamente richiesto. Tutti i componenti di questa serie sono suddivisi in raccordi per connessioni di colla e raccordi per connessioni socket. La gamma di accessori comprende i seguenti prodotti:

  • La campana rimovibile, mette su un tubo di Ø 310 mm. Viene utilizzato esclusivamente su scala industriale e non è utilizzato per liquami domestici.
  • Il tubo di diramazione transitorio è destinato all'unione di tubi con diametro di 50 e 110 mm. Un'estremità dell'ugello è un tubo liscio, mentre il secondo è una presa.
  • I rami forniscono un'interfaccia angolare di linee orizzontali e verticali.
  • Tees e croci vengono utilizzati quando si inseriscono rami laterali nel sistema fognario centrale. Possono essere uguali o di diverso diametro. L'inserto viene eseguito su un piano perpendicolare o parallelo. Le estremità delle parti sono presentate sotto forma di zoccolo o hanno una forma liscia.
  • L'unione di due elementi in polipropilene viene effettuata con l'aiuto di giunti. Questa è una sezione di tubo, con una lunghezza da 90 a 160 mm, le estremità sono decorate a forma di zoccoli e il diametro corrisponde al diametro del tubo.

Oltre ai raccordi, la procedura di assemblaggio delle acque reflue richiederà l'uso di altri due prodotti: un tee con un tappo e un tubo di compensazione. La loro missione è quella di facilitare l'installazione del sistema e semplificare l'ulteriore manutenzione della struttura in polipropilene integrata nella parete.

Opzioni di montaggio

L'installazione di condotte fognarie in polipropilene non è difficile. Anche quando si tagliano le parti si può fare con un coltello tradizionale, senza ricorrere all'uso di attrezzi speciali. Esistono tre opzioni principali per l'installazione di acque reflue di elementi in polipropilene:

  • connessioni socket;
  • applicazione di saldatura;
  • utilizzare accoppiamenti.

La più comune è la prima opzione, quando la connessione avviene collegandosi usando un socket. Il secondo metodo richiederà la presenza di speciali dispositivi di termosaldatura. Le parti in polipropilene collegate in questo modo non necessitano di ulteriore spelatura. Il processo consiste nell'accoppiare le parti fuse con l'alta temperatura. Dopo la solidificazione, sono un prodotto monolitico ad alta resistenza e l'articolazione non è praticamente visibile.

L'installazione di acque reflue esterne viene effettuata mediante il metodo di accoppiamento. I tubi corrugati vengono uniti mediante parti scorrevoli, la tenuta è assicurata dall'uso di guarnizioni in gomma. Questo metodo garantisce una fissazione attenta con protezione totale contro gli elementi estranei che entrano nel sistema fognario dall'esterno. L'assenza di saldatrici contribuisce al rapido processo di installazione, che avviene senza complicate azioni.

Dopo aver esaminato le proprietà caratteristiche dei tubi in polipropilene, anche un non-professionista equipaggerà in modo rapido ed efficiente le fogne utilizzando materiali moderni.

Quale pressione e quale temperatura può sopportare un tubo di plastica e di polipropilene: un punto di vista idraulico

Questo articolo riguarda la possibilità di utilizzare metallo-plastica e polipropilene nei sistemi DH e nell'acqua calda. Le opinioni su questo punteggio sono ambigue, anche tra gli idraulici che praticano con una vasta esperienza, quindi non prendere il testo come un tentativo di affermare la verità in ultima istanza. Voglio solo esprimere le mie opinioni sull'affidabilità dei vari materiali e spiegare al lettore quali condizioni reali dovranno essere utilizzate.

Fodera di metallo plastificato HVS nella soffitta di casa mia.

Raccomandazioni di JV e produttori

Iniziamo con uno studio delle raccomandazioni dei produttori e delle regole di costruzione esistenti. Io, non sistematizzando, ho raccolto tutti i fatti a mia disposizione relativi ai parametri di lavoro.

  • SP 40-103-98 indica direttamente (cito): tubi in metallo-polimero sono progettati per sistemi... con pressioni fino a 1 MPa e temperature fino a 75 С;

1 megapascal corrisponde approssimativamente a dieci atmosfere (10 kgf / cm2). Quando si specificano i parametri di pressione, vengono utilizzate barre insieme a questi valori; Ancora una volta, 1 bar con un errore minimo di 1 kgf / cm2.

  • SP 41-102-98 spinge i limiti del possibile e specifica 90 C a 1 MPa come consentito per metallo-plastica;
  • La maggior parte dei produttori poco conosciuti di metallo e plastica indicano 10 atmosfere e gli stessi 90 C dei parametri operativi raccomandati, tuttavia i 50 anni di servizio dichiarati per la temperatura di funzionamento di 20 C diminuiscono a 25 quando sale a 90., garantisce 8.6 atmosfere a una temperatura di 95 ° C e una durata di 10 anni. Penso che dai prodotti di produttori meno eminenti ci si possa aspettare, nella migliore delle ipotesi, la stessa durata nelle modalità limitative;

I parametri di prestazione raccomandati sono sempre indicati sull'etichetta.

  • In SP 40-101-96 per tubi in polipropilene, viene menzionata una durata di almeno 30 anni ad una temperatura non superiore a 70 ° C;
  • Il punto di fusione dei tubi in polipropilene, dato nello stesso SP, non dovrebbe essere inferiore a 146 gradi;
  • I produttori di tubi in polipropilene indicano una durata di 50 anni a temperature fino a 70 ° C e 25 anni a 80 gradi;
  • La pressione di esercizio è sempre indicata per una temperatura di 20 ° C e pari a 10-25 kgf / cm2, a seconda della linea di tubazioni e della presenza o assenza di rinforzo;

La pressione di esercizio è determinata dal rinforzo e dallo spessore della parete.

  • La temperatura di esercizio ammissibile dei tubi in polipropilene è di 90 - 95 gradi (diversi marchi hanno modi diversi). Tuttavia, quando ci si avvicina al limite superiore, la pressione di frattura diminuisce da 25-30 a 8-10 kgf / cm2;

Il calore elevato ad alta pressione ha portato ad un risultato costante.

Il polipropilene senza rinforzo è caratterizzato da una grande espansione termica (6,5 mm / metro lineare quando riscaldato di 50 gradi). Si riduce notevolmente rinforzando il tubo (fino a 3,1 mm / m con rinforzo in fibra e fino a 1,5 mm / m con foglio di alluminio).

L'immagine mostra la gravità del problema di allungamento.

  • A quale temperatura scoppiano i tubi in polipropilene e metallo-plastica, i loro produttori per ovvi motivi non indicano, ma il riscaldamento a breve termine è limitato a 110 gradi.

E quale di queste conclusioni si possono trarre? A che temperatura possono resistere tubi in polipropilene e prodotti in metallo polimero, e con quale pressione possono lavorare?

Modalità assolutamente sicura, che non porta a una riduzione della durata di servizio: 70 gradi a una pressione fino a 8 atmosfere. La temperatura massima di esercizio di 95 ° C, sebbene sia un produttore in modalità garantita, porterà ad un degrado accelerato dei polimeri. I picchi di pressione in questa modalità possono portare alla distruzione della condotta.

I tubi in polimero e metallo possono essere utilizzati senza restrizioni nei sistemi autonomi.

Il sistema fognario in PVC può funzionare solo a 60 ° C. Fortunatamente, le acque di scarico domestiche raggiungono il pettine (il cablaggio interno del sistema fognario) è già un po 'raffreddato.

modalità

teoria

La temperatura nominale dell'acqua nei tubi di riscaldamento non può superare i 95 gradi in conformità con i requisiti dello SNiP esistente. Nelle istituzioni educative prescolari, è del tutto limitato a 37 gradi.

La stessa immagine - con acqua calda. Quando la temperatura della linea di alimentazione supera i 90 ° C, l'approvvigionamento idrico viene trasferito alla tubazione di ritorno.

La pressione regolare è:

In acqua fredda per metallo-plastica non si può avere paura.

Ovviamente, con il normale funzionamento dei sistemi di approvvigionamento idrico e di riscaldamento, tutto ciò che potrebbe minacciare i tubi è una leggera diminuzione delle risorse. Poiché la temperatura raggiunge un picco di 90-95 ° C solo in condizioni di freddo estremo, una riduzione della durata di servizio non sarà catastrofica.

pratica

No, non così. Come sempre, la dura realtà domestica interferisce.

C'è una cosa come un martello d'acqua. È necessario riempire rapidamente un circuito vuoto o interrompere la circolazione al suo interno, e nella parte anteriore del flusso d'acqua la pressione aumenterà più volte per un breve periodo. Nella mia memoria, l'acqua colpisce più volte i collegamenti in acciaio dei radiatori in ghisa lungo i filetti, per strappare i collegamenti flessibili e strappare la plastica di metallo dai raccordi con raccordi a compressione insufficientemente serrati.

Nella foto - raccordo a compressione per metallo-plastica. Con un dado allentato, un forte strappo può sollevare l'ugello dal tubo.

Un altro punto debole del sistema di approvvigionamento idrico è il tubo flessibile.

Una volta all'anno, la conduttura del riscaldamento viene testata per la densità: l'acqua al suo interno non è più calda, ma la pressione viene aumentata a 10-15 atmosfere. Ciò consente di provocare raffiche di tratti arrugginiti del percorso al di fuori della stagione di riscaldamento, quando l'incidente non conduce allo sbrinamento dei sistemi di riscaldamento arrestati.

Se un dipendente della rete di riscaldamento mette per errore una pista non preparata o un meccanico che serve la tua casa, non spegne le valvole di aspirazione nell'ascensore e non apre le scariche, i test ti toccheranno nel modo più diretto. Dal momento che hai volontariamente cambiato le tubature utilizzando materiali non previsti per la progettazione di una casa, il prezzo delle riparazioni per i vicini allagati creerebbe un onere per il tuo budget.

Quando la linea di flusso raggiunge 90 gradi, l'acqua calda sanitaria deve essere trasferita al flusso di ritorno. Tuttavia, un sensore costantemente funzionante della temperatura dell'acqua in un tubo può essere trovato solo nei dispositivi di misurazione del calore, che sono ancora rari. Di solito le misure sono prese con termometri con un intervallo di diversi giorni. Un ritardo significa che la temperatura dell'acqua calda supera il valore consigliato.

Acceso con la fornitura di acqua calda a una temperatura superiore a 90 ° C passa al flusso di ritorno.

Poco prima della fine della stagione di riscaldamento, i binari e i sistemi di riscaldamento della casa sono testati per la temperatura. Ricorda le lamentele eterne che i primi giorni veramente caldi della batteria si arrostiscono a pieno regime?

Questa non è la negligenza delle abitazioni, è parte dei test annuali. Al momento della loro tenuta, il sistema ACS è necessariamente ripristinato: connessioni flessibili e, inoltre, i tubi di plastica non sono progettati per la temperatura di prova.

Se le valvole o la valvola ACS per qualsiasi motivo non sono bloccate e l'acqua con una temperatura di 150 gradi entra nei riser, le conseguenze saranno molto prevedibili.

Il polipropilene si scioglie a 146 gradi. La distruzione dei riser e dei liner di questa plastica quando viene riscaldata ad una temperatura e pressione paragonabili a diverse atmosfere è garantita.

Infine, un'altra situazione tipica. Nel freddo intenso e con un gran numero di lamentele per il freddo negli appartamenti, gli abitanti praticavano una semplice operazione di soccorso:

  1. L'ugello del getto d'acqua è stato rimosso;
  2. Lo starter sotto l'ascensore viene smantellato (silenziato da un disco zincato con un paio di guarnizioni in gomma installate in una connessione a flangia).

Ugello rimosso, choke collegato.

Di conseguenza, l'acqua dalla linea di alimentazione della conduttura di riscaldamento immette batterie, riser e connessioni. Dato che stiamo parlando del picco di gelate, la sua temperatura è vicina al punto più alto del grafico della temperatura - 150 gradi.

risultati

In generale, l'istruzione è abbastanza ovvia: né il metallo-plastica né il polipropilene dovrebbero essere usati negli impianti di riscaldamento centralizzato e nell'acqua calda centralizzata. A meno che, naturalmente, non vogliate creare problemi per voi stessi in caso di forza maggiore.

Come sempre, materiale aggiuntivo può essere trovato nel video in questo articolo. Attendo con ansia le tue aggiunte e i tuoi commenti. Successi, compagni!

Tubo di fogna Funzionamento a temperature diverse

Il moderno sistema fognario comporta la produzione di acque reflue provenienti da tubazioni e raccordi fognari. Le seguenti informazioni ti aiuteranno a scegliere il materiale necessario per il tubo, tenendo conto delle condizioni operative. O rispondi alle domande:

  • quale temperatura resiste al sistema di scarico montato?
  • può il tubo resistere a temperature negative.

Requisiti materiali del serbatoio

Gli effluenti domestici e industriali sono una miscela complessa di sostanze minerali e chimiche che formano una sospensione acquosa. Lei ha:

  • proprietà ossidanti, - presenza di componenti con una reazione acida;
  • ambiente alcalino - residui di soluzioni detergenti;
  • abrasività, - impatto da inclusioni minerali solide;
  • componente termico - la differenza tra la temperatura dell'effluente, il corpo del tubo e l'ambiente esterno.

Per mantenere le sue proprietà operative, il tubo di drenaggio delle acque reflue deve avere una serie di caratteristiche:

  • L'adesione è la capacità di varie sostanze solide e liquide di aderire l'una all'altra. Quando si applica a un collettore di scarico, il coefficiente di adesione dovrebbe essere il più basso possibile. Altrimenti, la probabilità di attaccarsi alla superficie interna aumenta il verificarsi di ingorghi.
  • Rugosità, - il volume interno dei tubi di plastica per fognatura presenta le deviazioni minime da una superficie liscia.
  • Forza: il design deve resistere ai carichi meccanici dal fluido e dalle forze esterne.
  • Resistenza chimica: il materiale del collettore è in grado di resistere all'ambiente aggressivo delle acque reflue.
  • Resistenza al calore - la plastica deve mantenere le sue funzioni di lavoro in un determinato intervallo di temperatura.

I tubi di plastica delle fognature collocati all'interno di una stanza riscaldata possono essere periodicamente esposti a liquidi con temperature fino a 70-90 ° C. Tali eventi possono verificarsi con una breve scarica di acqua bollita. Ad esempio, scaricare l'acqua calda rimanente dopo la cottura.

Il collettore situato all'esterno dell'edificio è esposto a temperature esterne negative e positivo all'interno del tubo. La differenza può raggiungere 100-120 ° C. Violazione dell'adesione, rugosità porta alla formazione di cedimenti, congestione. A loro volta, compromettono il trasferimento di calore, che porta ad un ulteriore carico di calore sul materiale del collettore.

Inoltre, in inverno, gli scarichi possono congelare all'interno del tubo. Il ghiaccio, espandendosi, porterà alla distruzione dell'integrità del sistema di scarico. Pertanto, il sistema di scarico, posato nel terreno, deve essere sottoposto a isolamento.

Tipi di materiali. caratteristiche

Esistono quattro tipi di materiali sul mercato da cui vengono prodotte le fognature moderne:

  • PVC - cloruro di polivinile;
  • polipropilene;
  • polietilene;
  • polietilene reticolato.

Cloruro di polivinile

Il tubo di questo materiale è realizzato secondo GOST 52134-2003. I parametri geometrici sono governati da GOST 18599-2001. Proprietà tecniche - GOST 51613-2000. Per i sistemi fognari, viene utilizzato PVC non plastificato.

La soglia limite di temperatura per la perdita di rigidità del prodotto è 70-78 ° C. Con valori crescenti superiori a 110-120 ° C, c'è una perdita di forma, perdita di resistenza meccanica. Il cloruro di polivinile è fragile alle basse temperature. L'installazione deve essere eseguita con indicazioni t ≥0 ° C. Le comunicazioni esterne richiedono isolamento.

polipropilene

I prodotti sono fabbricati in conformità con GOST 26996-86. La resistenza al calore di un prodotto in polipropilene (tubo PPR) raggiunge 85-95 ° C. A breve termine (1-5 minuti) È possibile il funzionamento a 100-110 ° C.

La resistenza al gelo del tubo PPR, a seconda degli additivi utilizzati in polipropilene, è nell'intervallo di -10-50 ° C. Questo consente l'uso di prodotti nel nord. La vita di servizio delle tubazioni in plastica delle fognature supera i 50 anni. Secondo i test di laboratorio, questa durata può raggiungere 100 anni.

Il polipropilene ha una bassa conduttività termica. A causa di ciò, il materiale si raffredda lentamente durante un ambiente freddo. Tuttavia, in condizioni di basse temperature negative, si consiglia di riscaldare il collettore di scarico.

polietilene

Vengono utilizzate due sottospecie di materiale: LDPE (polietilene ad alta pressione) e HDPE (polietilene a bassa pressione). La produzione è regolata da GOST 22689-77, GOST 22689.2-89, GOST 18599-2001 e documenti normativi locali - TU (condizioni tecniche).

Si consiglia di utilizzare il polietilene a t40 ° C. Un'esposizione a calore a breve termine (fino a 5 minuti) di 60-65 ° C non porterà a cambiamenti nelle caratteristiche meccaniche. Un ulteriore aumento degli indicatori termici o temporali porterà a una perdita di forma, una diminuzione delle proprietà di resistenza. Il punto di fusione medio è di 120 ° C.

Polietilene reticolato

Oppure, PEX-pipe, è un tipo moderno di polietilene. È una composizione di due strati di polimero, tra i quali c'è un foglio di alluminio. Permette il funzionamento a t = 90-100 ° C. Una notevole perdita di proprietà si verifica con un aumento dello sfondo termico sopra 150-200 ° C.

Prodotti realizzati in polietilene reticolato, è consigliabile l'uso in condizioni di scarico frequente di effluenti caldi, ad esempio nelle lavanderie di catering o lavanderie. I prodotti differiscono nell'aumento del prezzo, rispetto ad altri materiali.

Tubi di plastica per fognatura: tipi, marcatura, installazione e qualcos'altro

La storia ama assegnare nomi bellissimi e capaci di epoche -
Età dell'oro, età del bronzo, età della pietra. Ma il secolo scorso può essere chiamato
Century Plastic. È ovunque - dal contenuto della borsetta ai dettagli
razzi spaziali. È durevole, durevole ed economico. Queste qualità lo hanno aiutato
conquistare il mondo. La plastica ci è arrivata nell'appartamento sotto forma di finestre, parti e
articoli per interni, custodie di elettrodomestici e molto altro. Indispensabile quando si effettua un balcone o
loggia, è richiesta quando si rifilano i bagni, è ideale per un interno da cucina in stile hi-tech e
qualsiasi altra direzione del design moderno. Puoi discutere su di lui per molto tempo
Gli svantaggi, dicono, sono tossici e pericolosi per la salute, ma i tubi di plastica per i liquami nel sistema
il drenaggio dell'acqua di casa è certamente al loro posto e non è negativo
modo non influenza il benessere di una persona.

Circa cinquanta anni fa tutti i tubi di fogna erano
esclusivamente in metallo, per lo più in ghisa. Idraulici tormentati
con pesanti curve, ginocchia e polsini in appartamenti e solo sognato
fondo quando appaiono materiali leggeri e confortevoli. I tubi di plastica non sono forzati
Aspetta a lungo, e ora i maestri lavorano esclusivamente con loro.

La disposizione delle acque reflue è interna ed esterna. Tutto ciò
situato in un appartamento o in una casa - c'è sistema fognario interno, tutto ciò
cosa c'è fuori dall'alloggiamento? sistema esterno. A questi sistemi,
di conseguenza, i requisiti sono diversi. Tubi da 110 mm utilizzati per il cablaggio
sistema fognario esterno e alzate e tubi ∅ 16 - 50 mm
utilizzato per il cablaggio del sistema interno. Tubi di diametro enorme sono usati in
sistemi di drenaggio.

Oggi è stata stabilita la produzione di tali tipi di tubi in plastica:

  • I tubi in polietilene producono - 10 - 1000 mm, la loro pressione di esercizio è 2,5
    - 16 atmosfere. Intervallo di temperatura da - 40 a + 40 ° С. Il principale
    il loro svantaggio è la resistenza alle basse temperature. Non è consigliabile utilizzarli in
    sistemi fognari dove c'è uno scarico di acqua calda.
  • Tubi in PVC o tubi in polivinilcloruro sono i migliori tubi in plastica per
    drenare. Producono ∅ 16 - 500 mm, tollerano temperature fino a 90 ° C,
    con un regime di temperatura medio sopportare una pressione di 6-46 atmosfere.
    Il cloruro di polivinile non è infiammabile, resistente, non conduce elettricità, resistente a
    reagenti chimici. Sono questi tubi che stanno su tutti i sistemi di distribuzione dell'acqua in
    casa, anche nel drenaggio.
  • polipropilene
    (I polibuteni) sono in grado di resistere a temperature fino a 100
    - 110 ° C. Questi tubi sono anche utilizzati nei sistemi caldi e freddi.
    sistemi di approvvigionamento idrico e fognario, sono prodotti ∅ 16 - 110 mm, la loro pressione di esercizio è di 20 atmosfere. Dai tipi precedenti si distinguono per il metodo di connessione - caldo
    modo (saldatura).
  • Metallo o I tubi PEX sono i più durevoli e
    plastica resistente
    tubi di fognatura. Rilasciali 16 - 63 mm. Si connettono facilmente,
    tagliare e piegare. Questa è una costruzione multistrato, dove tra due strati
    il polietilene è un sottile strato di alluminio. La loro temperatura di lavoro è 40
    - 95 ° C. Tale strato di metallo aumenta la resistenza del tubo e aumenta
    funzione di riflessione del calore e anti-corrosione.

Tutti i tubi di plastica sono etichettati e,
conoscendo i parametri del tubo, puoi sempre controllare i fornitori o i lavoratori,
riparare il tuo appartamento e determinare i lavoratori
parametri del tubo, la qualità e l'adeguatezza dell'applicazione per eseguire questo o
carico diverso. La marcatura viene applicata lungo il tubo sulla superficie esterna attraverso
0,5 - 1 m C'è anche indicato e il filmato del tubo. Materiale firmato, marchio
produttore, conformità agli standard di qualità, diametro esterno, specificato
spessore della parete Vale la pena di tenerlo presente nei tubi di plastica dello spazio post-sovietico
misurato dal diametro esterno in centimetri, ma alcune aziende straniere
tubi di alimentazione contrassegnati in pollici. Per tradurli in pollici
è necessario sapere che 16 mm = 3/8 ", 20 mm = 1/2", 25 mm = 3/4 ", 63 mm
= 2 ", 90 mm = 3", 110 mm = 4 ", 125 mm = 5".

Installazione di tubi di plastica per il sistema
le acque reflue sono abbastanza capaci del rappresentante medio
maschio, familiare con le basi della geometria e le mani correttamente posizionate.
Quando si equipaggia un sistema di fognatura, si dovrebbe prestare attenzione all'angolo di inclinazione del tubo principale della fogna. Che è di destra
l'angolo definito e impostato influenza velocità e qualità
drenaggio. L'angolo del tubo della fogna della cucina all'interno dell'appartamento non lo è
è di fondamentale importanza Ma ulteriormente, in conformità con la costruzione
norme, la pendenza del tubo di fogna in conformità con i regolamenti dovrebbe
essere 2 cm per metro per tubo ∅ 100 mm e 3 cm per metro per tubo ∅ 50 mm.

Per interno
l'angolo di inclinazione dovrebbe mantenere una solida formazione di liquami durante
stato sospeso, rendendo difficile per loro di stabilirsi sulle pareti del tubo. a
in assenza di acque reflue a pressione, dovrebbe essere l'altezza di riempimento dei tubi con scarico
al livello di 0,6 diametro del tubo.

Tubo di fogna pp per liquami domestici

Tubi e raccordi in plastica

Per la costruzione di fognature esterne ci sono tubi di tipo medio (SN4) e di tipo leggero (SN2) e parti sagomate in polivinilcloruro di PVC-U non plastificato.

Tubi e raccordi hanno un colore arancio-marrone monocromatico e una superficie esterna ed interna liscia. Per il collegamento di tubi e raccordi utilizzati guarnizioni elastomeriche, montati in fabbrica nelle prese.

I tubi sono prodotti in lunghezze rettilinee di 0,5 m, 1,0 m, 2,0 m, 3,0 m, 6,0 m con diametro di 110 mm, 160 mm, 200 mm, 250 mm, 315 mm, 400 mm, 500 mm con l'ordine appropriato di spessore del tubo. La temperatura massima delle acque reflue è fino a + 600С, brevemente a + 950С

Parti in PVC-U per diametri di 110-500 mm: gomiti, raccordi a T, revisioni (pulizia), valvole di ritegno, tappi, riduzioni (adattatori), giunti di flusso (scorrevoli).

Tubo e pezzi sagomati dal software per la rete fognaria interna

A causa della neutralità biologica del materiale da cui provengono tutti gli elementi del sistema fognario, questi tubi e raccordi sono consigliati per l'uso nell'industria alimentare.

Materiale: grigio polipropilene.

  • resistenza agli scarichi con una temperatura elevata costante fino a + 900 C (a breve termine fino a + 1000 C);
  • resistenza chimica a vari composti aggressivi e sostanze contenute negli effluenti sia domestici che industriali;
  • resistenza all'abrasione, nonché proprietà idrauliche perfette;
  • tenuta delle connessioni, fornita da tenute a doppio labbro montate in fabbrica con un anello di bloccaggio;
  • peso ridotto di tubi e raccordi, facilitando il trasporto e l'installazione.

Tubi e raccordi sono disponibili in diametri: 32x1,8; 40h1,8; 50h1,8; 75h1,9; 110x2.7, la lunghezza dei tubi per ogni dimensione è la seguente serie: 250, 315, 500, 750, 1000, 2000, 3000mm.

Tubi PE per l'approvvigionamento idrico, fognature e linee di comunicazione e raccordi Unidelta per loro

I tubi in polietilene sono ampiamente utilizzati nell'economia nazionale: per la costruzione di condotte esterne che trasportano acqua, sistemi di drenaggio, fognature a gravità e a pressione, nonché per l'installazione di linee telefoniche e in fibra ottica.

I tubi hanno un'elevata resistenza alla corrosione, basso peso, flessibilità, elevate proprietà dielettriche, levigatezza della superficie interna, bassa conduttività termica, elevata resistenza ed elasticità, lavoro sotto pressione da 2 a 10 atm., Resistente a basso (- 400 ° C) e alto (+ 850 C) e può essere utilizzato fino a 50 anni.

L'installazione dei tubi può essere eseguita mediante saldatura di testa, riscaldamento o serraggio degli elementi di collegamento è molto più semplice rispetto ai tubi metallici.

I vantaggi dei tubi in PE:

  • serve molto più a lungo dei tubi d'acciaio (un periodo di garanzia di 50 anni);
  • non sono soggetti a corrosione, non richiedono protezione catodica e quindi richiedono quasi nessuna manutenzione;
  • purezza ecologica e sicurezza igienica, mancanza di impatto sul gusto e l'odore dell'acqua;
  • nel corso del tempo, la capacità del tubo PE non diminuisce (la superficie interna del tubo praticamente non si sovrasta);
  • elevata affidabilità durante il sovraccarico meccanico dovuto a tali proprietà del PE come viscosità ed elasticità allo stesso tempo;
  • buone proprietà di isolamento termico;
  • I tubi in PE sono 2-4 volte più leggeri dei tubi in acciaio, il che facilita notevolmente il loro trasporto e installazione;
  • Disponibile in lunghezze di 12 metri e bobine lunghe 100 e 200 m;
  • la saldatura di testa dei tubi in PE è completamente automatizzata, economica, semplice e non richiede consumabili aggiuntivi.

Tubi e raccordi in PP per l'approvvigionamento idrico e il riscaldamento

Per l'alimentazione e il riscaldamento dell'acqua calda e fredda (temperatura di esercizio 950 С)

Le materie prime per la produzione sono un copolimero di polipropilene statico di alta qualità HH-R (tipo 3).

Il materiale è caratterizzato da numerosi vantaggi:

  • alta neutralità igienica (microbiologica e fisiologica);
  • alta resistenza chimica;
  • resistenza alla corrosione;
  • bassa conducibilità termica (elevata capacità termoisolante);
  • resistenza alla deposizione di sale;
  • soppressione di vibrazioni e rumori;
  • resistenza meccanica;
  • omogeneità articolare;
  • elevata durata operativa.
  • tubi omogenei PN 10, PN 16, PN 20 Ø 20-110 mm;
  • tubi combinati PN 20 Stabi Al Ø 16-110 mm;
  • tubi rinforzati con fibra di vetro PN 20 Fibra Ø 20-110 mm;
  • produzione Germania-Polonia, Turchia, Russia.

Tubi e raccordi per reti di approvvigionamento idrico di NPVH

Tubi e raccordi di polivinilcloruro non plastificato (NPVH) sono destinati alle tubazioni che trasportano acqua a temperature da 0 a 600 ° C e pressioni fino a 10 atm, compresa la fornitura di acqua potabile, e altre sostanze a cui il polivinilcloruro e il materiale degli anelli chimici sono chimicamente resistenti.

Il colore dei tubi a pressione è grigio scuro. La marcatura è applicata alla campana. La lunghezza è di 6 metri Diametro 110, 160, 225, 315, 400 e 500 mm

Possedendo i vantaggi dei polimeri per tubi, NPVH ha un numero aggiuntivo:

  • Quando si installa il tubo PVC-U, non è necessaria la saldatura;
  • NPVH ha una conduttività termica inferiore rispetto ad altri polimeri (fino a 1,5 volte), il che consente di mantenere più a lungo la temperatura del liquido trasportato nei tubi (l'effetto di un thermos);
  • I tubi in PVC sono collegati con le prese, il che riduce notevolmente i costi e semplifica la loro installazione e funzionamento.

Lavorando i rifiuti industriali e domestici di polietilene e ottenendo granuli secondari, vengono prodotti tubi tecnici per la comunicazione e le acque reflue, che hanno un prezzo inferiore rispetto a quelli a pressione. Colore: nero o nero con una striscia bianca, Ø 20-63 mm. Bobine da 100 e 200 m.

Tubi di drenaggio Ø 50 - 200 mm.

Materiale isolante flessibile

Da polietilene espanso con una struttura porosa chiusa, colore grigio argento.

Disponibili sotto forma di tubi con Ø interno da 15-114 mm e lunghezza di 2 m, che, grazie ad un taglio tecnologico longitudinale, sono facilmente installabili sulla tubazione installata. Combina proprietà di isolamento termico, idroelettrico, acustico e antivibrazioni. Può essere utilizzato per reti sia interne che esterne (-400С... + 700С).

Tubi fognari in polipropilene: caratteristiche, classificazione e metodi di installazione

La rete fognaria nella vita moderna assume sempre più varietà nella sua composizione chimica del liquido: mezzi per la pulizia, il lavaggio e, naturalmente, i rifiuti umani. La superficie liscia interna dei tubi in polipropilene contribuisce al passaggio regolare e rapido di queste masse. Le proprietà uniche dei prodotti realizzati con questo materiale e l'installazione competente garantiscono la pulizia e l'assenza di odori sgradevoli a casa.

Tubi e raccordi

Polipropilene nella nostra vita

Grazie alla sua compatibilità ambientale, il materiale universale si trova nella vita di tutti i giorni - imballaggi, sacchetti di cibo, biotoilets, componenti per auto, tubi per vari scopi. I prodotti in polipropilene sono leggeri, resistenti e hanno un lungo aspetto estetico.

Beni di consumo da polimeri

Il materiale che non è stato esposto alla radiazione ultravioletta è riciclabile, dopo di che si perde solo il 10% delle sue proprietà originali (quindi non vengono prodotti tubi riciclati), mentre il costo si riduce del 30%. L'uso di polimeri secondari può risolvere il problema della riduzione e del riciclaggio dei rifiuti domestici solidi.

Ora i tubi di polipropilene per le acque reflue hanno guadagnato semplicemente ampia popolarità rispetto alla ghisa a causa di alcune proprietà:

  • resistenza all'acqua calda fino a 75-80 ° C, che è particolarmente apprezzata dai proprietari di lavatrici;
  • a causa della bassa conducibilità termica sulla superficie non forma condensa;
  • estrema leggerezza -1 p / m di tubo 110x pesa quasi 5 kg, che consente il carico / scarico, il magazzinaggio e l'installazione da solo;
  • la superficie interna idealmente liscia impedisce la formazione di vari tipi di depositi, quindi il diametro e la velocità di movimento all'interno rimangono invariati;
  • sostanze da neutre a aggressive;
  • plasticità - quando l'acqua si congela, le pareti del gasdotto si espandono, quando scongelano prendono gli stessi parametri;
  • estinguere il rumore e le vibrazioni, caratteristiche delle tubazioni metalliche;
  • non corrodere

Scegli con cura un detergente per la toilette.

Ad esempio, il superamento della concentrazione di acido nitrico / solforico non solo può rovinare lo smalto della toilette, ma anche i tubi di polipropilene delle acque reflue.

Costoluto all'esterno e liscio all'interno

La relativa morbidezza dei tubi in polipropilene consente loro di essere utilizzati, tranne che a casa, anche per la posa nel sottosuolo. La rigidità dell'anello necessaria viene loro impartita a causa della superficie corrugata esterna, quella interna rimane liscia - tale rinforzo consente di seppellire la tubazione ad una profondità di 0,7-2 m.

Grazie alla superficie interna liscia che offre una passabilità eccellente, il bias può essere ridotto al minimo. Di conseguenza, la profondità di posa e, quindi, il costo dei lavori di sterro, specialmente su terreni pesanti, sono ridotti.

Il fondo della trincea è fatto di cuscini di sabbia spessi fino a 20 cm, grazie ai quali il tubo è leggermente piegato sotto significativi carichi dinamici. Le condotte a doppio strato sono così "resistenti" da poter essere posizionate anche sotto le autostrade.

Aggiungendo pigmenti di colore al materiale, il produttore ha identificato visivamente l'ambito di utilizzo del prodotto. Quindi i tubi per le fognature in polipropilene per uso interno sono solitamente di colore grigio, per uso esterno - arancione / terracotta.

Le differenze costruttive sono le seguenti:

  • i tubi per il sistema interno sono uniformi e collegati al tutto con raccordi per saldatura;
  • i tubi di scarico esterni hanno una campana su un lato, che determina il metodo di installazione.

Valore del diametro del tubo

Nel sistema di drenaggio interno, i tubi vengono utilizzati in base a standard generalmente accettati:

  • lavatrici, lavelli e vasche da bagno con un diametro di 40-50 mm;
  • sistema di drenaggio WC - 100 mm.

Questa discrepanza nei diametri è abbastanza ragionevole - se, ad esempio, solo l'acqua lascia il bagno, allora le frazioni dense dovrebbero passare attraverso il bagno senza difficoltà. A causa di questa specificità, è necessaria una certa quantità di aria all'interno del gasdotto, che è particolarmente importante per i condomini.

Se i tubi sono completamente pieni di rifiuti umani, l'aria spostata distruggerà le chiusure dell'acqua in tutti i servizi igienici - servizi igienici, lavandini. In generale, le conseguenze di una catastrofe possono causare danni irreparabili alla proprietà e alla salute. A proposito, in case di più di 5 piani si usano tubi con un diametro non di 100, ma di 150 mm.

Parametri standard

Domestic GOST e DIN tedesco stabiliscono i principali parametri fisico-chimici del materiale:

  • le tubazioni fognarie in polipropilene GOST 11262 hanno una resistenza allo snervamento di 24-25 N / mm2;
  • carico di rottura nell'intervallo 34-35 N / mm 2;
  • densità da 0,93 a 0,95 g / cm 3 (GOST 26996-86);
  • coefficiente di rugosità - 0,00011;
  • coefficiente di dilatazione lineare - 0,15 (5 volte superiore a quello di quelli rinforzati);

Per ridurre gli effetti dell'espansione termica, nello zoccolo è previsto uno spazio di compensazione che fornisce un gioco di 10 mm.

  • punto di fusione - +149 ° C (GOST 21553);
  • conducibilità termica - 0,24 W / mK a +20 ° C (DIN 52612);
  • Modulo di flessione - 1200 MPa (GOST 4648-71, DIN 53452);

I documenti normativi determinano il diametro esterno da 13 a 1200 mm e la lunghezza dei segmenti nell'intervallo 150-3000 mm. I tubi di fognatura in polipropilene hanno uno spessore medio della parete compreso tra 2,9 e 18,3 mm (GOST R 52134-2003).

Classificazione dei tubi

A seconda della temperatura, a cui verranno sottoposti i tubi in PP, vengono utilizzati nei sistemi:

  • fornitura di acqua fredda;
  • acqua calda / riscaldamento;
  • rete fognaria;
  • la ventilazione.

A seconda della tecnologia di produzione, ci sono:

Tubo in PP rinforzato con foglio di alluminio

A seconda dell'applicazione, i tubi in polipropilene per la rete fognaria e la fornitura idrica sono dei seguenti tipi:

  • PN 10 con diametro esterno di 20-110 mm e diametro interno di 16,2-90 mm; spessore della parete da 1,9 a 10 mm; fornisce acqua fredda ad una pressione di 1 MPa e circolazione in un impianto di riscaldamento a pavimento (rispettivamente + 20 / + 45 ° C);
  • PN 16 - per acqua fredda / calda fino a + 60 ° C con una pressione di 1,6 MPa;
  • PN 20 resiste a pressioni fino a 2 MPa, temperature del fluido fino a +80 ° C e serve per l'alimentazione di acqua calda; il diametro esterno è 16-110, il diametro interno è 10,6-73,2 mm con uno spessore di parete da 16 a 18,4 mm;
  • PN 25 - rinforzato con foglio di alluminio, in gran parte dovuto al suo multistrato, può sopportare temperature portanti del calore fino a +95 ° C, che li rende candidati ideali per un sistema di acqua calda ad una pressione nominale di 2,5 MPa; il diametro esterno è 21,2-77,9 e il diametro interno è di 13,2-50 mm con uno spessore di parete di 4-13,3 mm.

Diametri di tubi corrugati

Basato sulla struttura molecolare del materiale, è:

  • PPN - polipropilene omopolimero, composto a basso peso molecolare; omettendo dettagli chimici, diciamo solo che, nonostante la sua forza, una tale tubatura in polipropilene per fognatura è indifesa alle variazioni di temperatura e può essere dispersa dal gelo nell'aria;
  • PPB - copolimeri a blocchi di polipropilene o, come viene anche chiamato, polipropilene di tipo 2; il polietilene fa parte di questo materiale, conferendogli elasticità; resistenza al calore ben al di sopra del PPN;
  • PPR - copolimeri casuali o polipropilene tipo 3 - un materiale unico con una struttura cristallina, grazie al quale il prodotto si distingue per una resistenza eccezionale, resiste a variazioni di temperatura (fino a +140 ° C) e agli effetti di alcali / acidi; Il tipo 3 ha una memoria di forma che restituisce il prodotto ai parametri fisici originali dopo l'esposizione a bassa temperatura.

Come navigare nell'etichettatura

Sulla sua superficie, i tubi in PP sono etichettati - lettere e numeri incomprensibili a prima vista, che contengono informazioni preziose.

Prima viene il nome del produttore e il suo logo, e poi impariamo a leggere:

  • un'abbreviazione per materiale, ad esempio N (omopolimero), B (copolimero a blocchi) o PPRC (una combinazione di PP indica sempre polipropilene);
  • pressione nominale (PN), che mantiene il tubo in polipropilene fognario;

Un aumento della pressione nominale porta ad un ispessimento della parete del tubo.

  • 25x4.2 - diametro e spessore della parete;
  • classe di operazione;
  • pressione massima, espressa in MPa;
  • completa il numero del documento di linea (GOST, TU).

Più della metà dei numeri sono già chiari.

Oltre all'etichettatura convenzionale può contenere ulteriori informazioni sulla conformità con gli standard internazionali, la classificazione MRS è qualcosa come una garanzia minima. Dei numeri di massa, gli ultimi due indicano la data di produzione.

Metodi di montaggio

L'installazione di un sistema fognario esterno è forse la più rapida e semplice grazie a una struttura a campana. I tubi di scarico in polipropilene GOST 9833-73 si trovano nella presa del tipo con manicotto ad anello di gomma, che non consente al tubo di saltare indietro. Questa operazione viene eseguita a mano senza strumenti aggiuntivi.

Per ridurre l'attrito durante il montaggio dei frammenti, è possibile lubrificare i bordi del segmento inserito con grasso al silicone.

Per l'installazione del sistema interno utilizzando il metodo di saldatura con un saldatore o stiratura, i raccordi e il processo con tutte le sfumature - tempo e temperatura, sono descritti in dettaglio nelle istruzioni:

  • riscaldare il saldatore con ugelli fissi;
  • su uno di essi indossare un raccordo con un diametro interno uguale al diametro esterno del tubo, sull'altro - l'estremità del tubo;
  • tenere premuto per 5 secondi;
  • Rimuovere le parti e inserire il tubo nel raccordo.

Se un tubo di scarico in polipropilene non riscaldato entra facilmente in un raccordo a freddo, significa che è difettoso.

Un prerequisito per la qualità del lavoro svolto è l'immobilità durante il raffreddamento, che dovrebbe avvenire in modo naturale. Un'ulteriore conferma di un buon risultato sarà un anello fuso nel punto di attracco. I tubi per fognatura in polipropilene sono forniti per i raccordi in metallo con l'aiuto di raccordi combinati con inserti in ottone / cromo.

Alla fine

Vale la pena di vedere ancora una volta, per tenere il tubo di polipropilene nelle mani, come i vantaggi di un materiale rivoluzionario sul peso monolitico in acciaio del secolo scorso diventano immediatamente evidenti. La forza e la leggerezza del materiale, l'installazione elementare e il prezzo adeguato per la maggior parte diventano un incentivo a cambiare in meglio la propria vita.

Panoramica sui tubi di scarico in PP

Il materiale tradizionale per le acque reflue è in ghisa. Senza negare che il materiale sia più resistente alle sostanze aggressive rispetto all'acciaio, ad esempio, e non accumuli carica così rapidamente, non è ancora una buona soluzione. Il peso della condotta è enorme, l'installazione è complicata e, sebbene la durata del tubo stesso sia elevata, il suo diametro di lavoro diminuisce molto più rapidamente.

I tubi di scarico in polipropilene hanno caratteristiche molto migliori.

Polipropilene: proprietà

Plastica, in sostituzione di acciaio e ghisa, nessuno è sorpreso. E se molti membri della famiglia di polimeri non sono adatti per il riscaldamento, è uno dei materiali più economici per lo smaltimento delle acque reflue.

Il polipropilene sostituisce attivamente il suo predecessore, il cloruro di polivinile, dal primo posto. Le sue qualità consentono davvero di gestire i prodotti da pp in una gamma più ampia.

  • La densità del polimero è di soli 900 kg / metro cubo, è molto più leggera della ghisa e l'installazione della pipeline richiede un minimo di tempo.
  • Il materiale è caratterizzato da una buona viscosità e resiste perfettamente ai carichi d'urto.
  • La gamma di temperature del polipropilene è più ampia - da -15 a +140 C.
  • L'inerzia chimica del polipropilene è eccellente: GOST consente lo scarico attraverso la conduttura di acque reflue contenenti fino al 60% di acido solforico e il 30% di perossido di idrogeno. I prodotti vengono principalmente utilizzati per impianti di produzione di liquami e di laboratorio.
  • Il polimero è di plastica in uno stato riscaldato, un metodo di estrusione, e questa è una tecnologia molto conveniente, è possibile ottenere una pipeline dei diametri più diversi - da 16 a 1200 mm.
  • La composizione e le caratteristiche delle materie prime sono regolate da GOST 26996-86. Fatto dal materiale di entrambi i condotti di pressione e senza pressione. Per l'installazione di sistemi fognari vengono utilizzati gli ultimi.

Gamma di condotte fognarie PP

A differenza delle tubazioni in acciaio o ghisa, la documentazione del prodotto non è governata da GOST, ma dalla documentazione tecnologica. Esistono prodotti per la depurazione a pressione e a flusso libero.

Il catalogo prodotti per il sistema non a pressione include le seguenti dimensioni:

  • il diametro del condotto varia da 16 a 1200 mm. Questi ultimi sono usati per fognature all'aperto. I tubi per fognatura PP 50 sono più spesso utilizzati per i sistemi domestici domestici. I prodotti pp da 110 mm vengono utilizzati per il collegamento al montante. Bene, i condotti PP 160-200 sono il drenaggio principale esterno principale;
  • la lunghezza del tubo varia da 2 a 8 m, ce ne sono anche di grandi dimensioni fino a 12 m.

La condotta di pressione ha una vasta gamma. A volte per i liquami a flusso libero scegliere i prodotti dal catalogo per i sistemi a pressione. I parametri possibili sono:

  • il diametro del prodotto varia da 32 a 1600 mm;
  • la lunghezza può superare i 12 metri.

I tubi di scarico PP 110 e 50 sono i più popolari in questo caso.

Disponibile come tubi lisci, così ondulato. Questi ultimi sono altamente resistenti agli shock idraulici e, soprattutto, flessibili. I condotti corrugati sono indispensabili per l'installazione di sistemi complessi, disposti attraverso oggetti residenziali, terreni difficili e così via.

L'accumulo diretto della condotta viene eseguito attraverso un giunto a campana. Il meccanismo è lo stesso per prodotti lisci e corrugati. Tie-in e compagni sono fatti con l'aiuto di elementi di collegamento - raccordi.

La connessione a campana di build-up è la seguente:

  • il frammento in entrata viene tagliato ad angolo retto;
  • elaborato per ottenere uno smusso di 45 gradi;
  • il tubo in cui è inserito il segmento viene girato dalla campana a quella in entrata;
  • l'anello di tenuta è installato nella presa;
  • il segmento in entrata è inserito con impegno.

La connessione del tubo è estremamente semplice e completamente affidabile e il tempo di installazione è significativamente ridotto.

Se è richiesto l'aggancio con angolazioni diverse e diverse sezioni, vengono utilizzati i raccordi. La connessione è realizzata su colla, che viene applicata sulla superficie interna dell'elemento e sui giunti esterni da unire.

Ci sono molti tipi di questi dettagli:

  • presa rimovibile - utilizzata su prodotti con un diametro di 310 mm al fine di fornire una connessione socket;
  • tubo di transizione - consente di collegare linee dell'acqua con diversi diametri, ad esempio F 110/50 significa che i segmenti con dimensioni di 110 e 50 mm vengono uniti;
  • ginocchio - collegamento ad angoli diversi, ad esempio: F 110 67 significa collegare una tubazione con un diametro di 110 mm con un angolo di 67 gradi;
  • giunti - con il loro aiuto collegano i tubi di scarico senza prese - entrambe le prolunghe sono ricavate alle estremità dell'accoppiamento. La marcatura è la stessa: F 110 significa collegare segmenti con un diametro di 110 mm;
  • attraversa tees - elementi per toccare i rami laterali nella linea principale. Le estremità delle parti possono avere la stessa o diversa dimensione, che consente di unire segmenti con sezioni diverse;
  • un tee con un berretto - con il suo aiuto viene eseguita l'installazione nascosta. Successivamente, un tale tee fornisce l'accesso a un sistema posto nelle pareti.

Nella foto è possibile vedere i tubi di fognatura PP e raccordi.

Tubi per acque reflue a pressione

I tubi per i sistemi di scarico a pressione sono progettati per pressioni da 5 a 20 bar, ci sono opzioni da tutte le plastiche moderne: polivinilcloruro, polipropilene, polietilene. A tutte le modifiche, i produttori producono raccordi che assicurano l'assemblaggio di qualsiasi schema di cablaggio individuale. Tubi di pressione PP, PVC sono assemblati con l'aiuto di campane, i prodotti in polietilene hanno tre opzioni di montaggio:

  • saldatura elettrofusione
  • maniche a compressione
  • saldatura di testa

Per i sistemi interni, vengono utilizzati solo prodotti a pressione lenta, i tubi corrugati vengono aggiunti al sistema di fognatura esterno, che può resistere a pressioni fino a 20 atmosfere.

Il vantaggio di un gofrotruba è la rigidità ad anello alta che consente di usarlo quando si passa l'autostrada sotto strade, ad una grande profondità. Con una vita di oltre un secolo, i prodotti perforati sono chimicamente inerti, hanno connessioni a campana originali, che sono diverse per ogni produttore (Wavin, Ostendorf, Rehau, Polytron). Per aumentare la scorrevolezza delle superfici interne, viene utilizzata una struttura a due strati dei prodotti: il tubo è corrugato all'esterno e liscio dall'interno. Questo riduce l'attrito delle particelle abrasive mosse dal flusso del fluido.

Tubi lisci per acque reflue a pressione

Le acque reflue a pressione sono utilizzate in casi difficili, il costo di produzione aumenta a causa di attrezzature aggiuntive, lavori:

  • le pompe fecali sono montate nel sistema interno
  • vicino alla casa viene creato un collettore su una pompa forzata sommergibile (semi-sommergibile)

Piccoli risparmi vengono osservati in relazione alla possibilità di sostituire il tubo per acque reflue a pressione di tubi da 110 mm per analogo da 50 mm. La pipeline è sepolta leggermente, poiché non è necessario osservare il gradiente di gravità. Riduce inoltre la quantità di lavori di scavo senza ridurre l'affidabilità del sistema.

Prodotti realizzati in PVC, PP hanno prese con guarnizioni in gomma, adatti per pressioni, linee di vuoto di qualsiasi tipo. Pertanto, quando si progetta un sistema di fognatura forzata, questi materiali in raccordi e tubi vengono posati nel 70% dei casi. Le tubazioni in polietilene sono più spesso utilizzate in sistemi esterni a causa degli ingombranti giunti di compressione con i quali i tubi per le fognature a pressione di piccolo diametro possono essere collegati con i raccordi.

Tubi corrugati per acque reflue a pressione

I tubi per la depurazione a pressione di polietilene hanno una parete esterna rigata in HDPE, una parete interna liscia in LDPE. Ciò consente di ridurre l'usura dello strato interno durante il trasporto di sostanze abrasive nella composizione delle acque reflue, mantenendo allo stesso tempo la rigidità degli anelli del prodotto.

La corrugazione non è adatta per i sistemi interni, poiché non ha una rigidità longitudinale sufficiente, si incurva con il fissaggio standard con morsetti alle pareti dell'edificio. All'interno della trincea, gli array sono assemblati con prese, che differiscono da diversi produttori, con manicotti di compressione.

Anche i tubi per la depurazione a pressione di PVC sono realizzati in due strati, con pareti esterne dipinte in un colore diverso. Nei sistemi di acque reflue forzate, la capacità autopulente del flusso è ad un livello elevato a causa di caratteristiche stabili (testa, pressione). Questo ci permette di ridurre il diametro della linea utilizzata da 150, 110 mm a 50 mm. La pendenza gravitazionale diventa inutile, quindi la tubazione viene seppellita leggermente. Di tutte le fognature esterne che utilizzano prodotti corrugati, solo un sistema domestico può spostare gli scarichi sotto pressione. Le linee di drenaggio perforate non sono adatte per questo per definizione, i sistemi a gravità sono sempre utilizzati nei sistemi gravitazionali.

Caratteristiche dell'uso di tubi in polipropilene nelle comunicazioni fognarie

I tubi in polipropilene hanno caratteristiche tecniche che rendono più preferibile l'uso in sistemi fognari rispetto all'uso di tubi in ghisa e altri materiali polimerici: polietilene (PE) e polivinilcloruro (PVC).

Tubi fognari in polipropilene

Questo articolo considera i tubi di fognatura in polipropilene. Imparerai quali tipi di tubi esistono, dove possono essere utilizzati, quali vantaggi e svantaggi hanno. Ci saranno anche raccomandazioni sull'installazione di acque interne ed esterne.

Sistema fognario domestico da tubi in PP

Tubi in polipropilene e raccordi sagomati simili possono essere utilizzati durante l'installazione di sistemi di fognatura domestici, la temperatura massima degli scarichi in cui non supera gli 80 gradi (forse a breve termine, non più di 1 min, la temperatura sale a 90 0).

I tubi in PP, a differenza di altri prodotti in plastica, sono soggetti all'uso in sistemi di rimozione di sostanze chimicamente aggressive, il cui pH (alcalinità) varia nell'intervallo 2-12, ma prima di installare il sistema fognario è necessario verificare la stabilità del materiale posizionandolo in un giorno lavorativo.

La produzione e l'uso di tubi in PP è disciplinato dalle norme SNiP n. 2.04.01 e SP n. 40.107. I prodotti utilizzati devono avere certificati e certificati appropriati per la conformità ai requisiti sanitari.

I tubi in polipropilene per acque reflue presentano i seguenti vantaggi operativi:

  • resistenza alla corrosione, resistenza alla maggior parte dei liquidi chimicamente aggressivi;
  • superficie interna idealmente liscia che non è soggetta a crescita eccessiva e mantiene l'area di flusso originale e le caratteristiche idrauliche durante l'intero periodo di funzionamento;
  • il peso minimo che facilita lo stoccaggio e il trasporto e l'installazione di comunicazioni fognarie;
  • semplice connessione tramite prese, provviste di anelli di tenuta, che assicurano la tenuta del dock;
  • il limite superiore di temperatura dei tubi in PP è di 95 gradi, che supera le capacità degli analoghi in plastica: i tubi di scarico in polietilene possono sopportare non più di 65 0;
  • la presenza di una vasta gamma di prodotti sagomati - angoli, croci e adattatori, che consente l'installazione di sistemi fognari di qualsiasi configurazione.

La vita utile delle acque di scarico domestiche da tubi in PP, in base alle condizioni operative, supera i 50 anni.

Dimensioni standard e caratteristiche tecniche

I tubi per fognatura in polipropilene sono realizzati secondo GOST n. 26996, che specifica i requisiti per i materiali e le caratteristiche finali dei prodotti.

I tubi in PP vengono immessi sul mercato in diametri di 200, 160, 130 110, 80, 50, 40 e 32 mm - prodotti con un diametro di 110 mm e più sono utilizzati per l'installazione di riser e fognature esterne, 80 e 50 mm per il cablaggio delle acque reflue all'interno della casa. La lunghezza dei prodotti può essere 3, 2, 1, 0,75 e 0,5 metri. I prodotti in PP non hanno elasticità e non si piegano, il che non consente di realizzarli in una baia lunga 50-100 m, in quanto viene prodotto un tubo di scarico in polietilene.

Tubi e raccordi in polipropilene

Considerare le caratteristiche tecniche dei tubi in PP (i parametri simili dei prodotti in polietilene sono indicati tra parentesi per confronto):

  • temperatura massima con conseguente deformazioni +150 0 (PE: +132 0);
  • densità del materiale - 0,9 (PE - 0,95) g / cm 3;
  • resistenza a carichi di trazione - 35 (PE - 29 (N / mm 2);
  • resistenza allo snervamento - 25 (PE - 18,1) N / mm 2;
  • coefficiente di espansione lineare - 0,15 (PE - 0,19) mm / m;
  • capacità termica nominale (alla temperatura di +20 0) - 2 (PE - 1.9) kJ / kgf;
  • conduttività termica nominale (+20 0) - 0,24 (PE - 0,36) W / ms.

I diametri usati per sistemare il sistema fognario dei tubi sono specificati in GOST 21.604.82 "Approvvigionamento idrico e fognatura". Secondo questo standard, per la comunicazione dei rifiuti di posa è necessario utilizzare prodotti delle seguenti dimensioni:

  • tazza del gabinetto - 100 mm (diametro interno);
  • bagno o doccia - 50 mm;
  • lavello da cucina - 50 mm;
  • lavandino del bagno - 40 mm;
  • scarico combinato in bagno - 60 mm;
  • attrezzatura domestica (lavaggio e lavastoviglie) - 25 mm;
  • cablaggio - 50 mm;
  • il montante principale è di 110 mm.

Prodotti in polipropilene nel sistema fognario esterno

Per l'installazione di sistemi di fognatura all'aperto vengono utilizzati tubi in polipropilene con un diametro di 160-200 mm. In questo caso, i vantaggi delle tubazioni in PP in termini di peso ridotto sono completamente rivelati: una persona può eseguire la posa di comunicazioni, mentre quando si utilizzano prodotti in ghisa è necessario attirare più lavoratori.

Alla disposizione della fognatura esterna i seguenti vantaggi del software dei prodotti sono importanti:

  1. Resistenza alle sostanze chimicamente aggressive con cui l'acqua di falda può essere impregnata, sotto l'influenza di cui gli analoghi in acciaio subiscono una corrosione accelerata.
  2. Resistenza alla spruzzatura sotto l'influenza di detersivi chimicamente attivi, che è importante nel caso di installazione di liquami domestici.
  3. Antistatico - il polipropilene non è un materiale conduttivo, mentre la corrosione sotto l'influenza di correnti vaganti è la causa principale della distruzione delle fogne metalliche, situata vicino alle ferrovie e alle linee di trasmissione elettrica.
  4. I tubi in PP hanno un'elevata resistenza all'usura idroabrasiva, che li rende la scelta preferita nella costruzione di acque reflue per la rimozione di fluidi contenenti particelle meccaniche.
  5. Pareti interne lisce e un coefficiente minimo di rugosità consentono l'installazione di fognature con una pendenza minima e, di conseguenza, un risparmio sui lavori di sterro.
  6. Il polipropilene ha una bassa conduttività termica - in condizioni di temperature sotto lo zero il liquido trasportato è meno esposto al congelamento rispetto all'utilizzo di prodotti in acciaio.

Si noti che i tubi in PP hanno una maggiore resistenza all'impatto e resistenza meccanica. Secondo gli standard di GOST, per l'installazione di acque reflue è necessario utilizzare tubi che soddisfano la classe di rigidità SN4 (rigidità anulare 4 kN / m 2).

La classe di rigidità dei prodotti utilizzati influisce sulla profondità massima possibile del gasdotto nel terreno. Le norme per limitare la pavimentazione delle acque reflue sono riportate nella JV N. 40-102 "Progettazione e installazione di sistemi di approvvigionamento idrico e fognario".

La profondità massima di posizionamento delle acque reflue dai tubi in PP, con un carico di trasporto moderato del sistema, è di 5 m (dipende anche dalla densità del rinterro). Questa profondità non è necessaria quando si installano sistemi fognari di case private di 1-2 piani, in questo caso è razionale posizionare i tubi a una profondità di 0,5-1 m (all'interno dello strato di congelamento del terreno) e isolarli con lana minerale o isolante in poliuretano. Allo stesso modo, tubi HDPE installati per acque luride.

Il collegamento dei tubi in PP nelle reti fognarie avviene tramite prese sigillate da un anello sagomato in gomma o gomma sintetica. Le sporgenze scanalate sono tagliate nel sigillo, che limita la corsa di ritorno dei tubi dopo l'attracco.

Il tubo entra nella presa con forza sufficiente: durante l'installazione, è necessario elaborare il bordo di giunzione del segmento con sigillante siliconico, che ridurrà la forza applicata e, dopo l'indurimento, fornirà un'ulteriore tenuta della tubazione.

Nella fase di pre-assemblaggio, il montaggio e il taglio dei segmenti devono essere eseguiti con il sigillo rimosso dalla presa, poiché l'anello profilato rende estremamente difficile la disconnessione della condotta.

L'installazione del tubo nella presa non deve essere eseguita fino in fondo, ma con uno spazio di compensazione - gioco di 1 cm, poiché il polipropilene tende ad espandersi linearmente quando riscaldato. I tubi in PP possono essere cementati nelle pareti, a condizione che siano dotati di botole di accesso per le revisioni attraverso cui pulire la tubazione, se necessario. La vita di servizio delle acque di scarico esterne, soggetta a tutte le regole di progettazione e installazione, è di 50 anni.