Conferenza JurClub

In conformità con la legge federale "Approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari", il governo della Federazione russa decide:

1. Approva l'allegato:

Regole di approvvigionamento di acqua fredda e servizi igienico-sanitari;

modifiche apportate agli atti del governo della Federazione Russa.

2. Stabilire che i chiarimenti sull'applicazione del Regolamento approvato dalla presente risoluzione siano forniti dall'organo esecutivo federale che svolge le funzioni di formulazione della politica statale e della regolamentazione legale nel settore degli alloggi e dei servizi comunali.

3. Stabilire che i paragrafi 9, 61, 62, 64, 65, 67 e 69 - 71 regole per l'utilizzo dei sistemi di approvvigionamento idrico e di fognatura municipali nella Federazione Russa, approvato dal governo RF il 12 febbraio 1999 № 167 e Decreto del Governo della Russia Le federazioni del 31 dicembre 1995 n. 1310 "Sulle tariffe per lo scarico di acque reflue e inquinanti nei sistemi fognari delle aree popolate" non si applicano agli abbonati, per i quali sono fissati limiti agli scarichi e alle norme per gli scarichi ammissibili di sostanze inquinanti PTS, microrganismi e altre sostanze nelle acque superficiali, acque sotterranee e per l'area di scarico dell'acqua.

4. La Sezione VII del Regolamento, approvata dalla presente Risoluzione, entra in vigore il 1 ° gennaio 2014.

regole
fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari
(approvato dal decreto del governo della Federazione russa del 29 luglio 2013 n. 644)

I. Disposizioni generali

1. Le presenti norme regolano le relazioni degli organi esecutivi federali, organi esecutivi dei soggetti della Federazione Russa, gli insediamenti dei governi locali, distretti urbani (di seguito - di governo locale) le organizzazioni impegnate nella fornitura di acqua fredda e di scarico (o) (di seguito - l'organizzazione di approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari aziende agricole), i richiedenti, le organizzazioni impegnate nel trasporto di acqua, acque reflue, altre attività regolamentate nel campo dell'approvvigionamento idrico e (o) drenaggio Nia, gli abbonati nella fornitura di acqua fredda e di scarico per fornire un raffreddore (bere e (o) tecnico) acqua dal acqua fredda sistemi centralizzati e decentralizzati e per deviare di depurazione in sistema fognario centralizzato (di seguito, rispettivamente - abbonati, drenaggio).

Rapporti tra l'approvvigionamento idrico e le organizzazioni di fognature, proprietari e (o) utenti di condomini e condomini, e (o) associazioni di proprietari di case e cooperative di edilizia abitativa e (o) altre cooperative di consumatori specializzate, organizzazioni di gestione, associato alla fornitura di servizi di utilità per gli utenti e gli utenti di locali in un condominio o edificio residenziale per la fornitura di acqua fredda, acqua gestione, le disposizioni del presente regolamento si applicano nella misura non regolata dalla legislazione sulla casa.

2. Il presente regolamento si avvale dei concetti definiti nella legge federale "Approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari", nonché i seguenti concetti:

"incidente" - un pericoloso incidente causato dall'uomo che porta alla restrizione o alla cessazione dell'approvvigionamento idrico e (o) del drenaggio, creando una minaccia per la vita sull'approvvigionamento idrico centralizzato e (o) sistemi di drenaggio, singoli oggetti di tali sistemi, compresa l'approvvigionamento idrico e (o) sistemi fognari e danni alla salute umana o all'ambiente;

"bilancio del bilancio" - una linea di divisione degli oggetti dei sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio, compresa la fornitura di acqua e (o) reti fognarie, tra proprietari sulla base della proprietà o della proprietà su una diversa base giuridica;

"confine della responsabilità operativa" - la linea di divisione degli oggetti dei sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio, compresa l'approvvigionamento idrico e (o) le reti fognarie, sulla base di doveri (responsabilità) per gestire questi sistemi o reti, stabiliti nell'accordo di fornitura di acqua fredda, accordo drenaggio o un unico contratto di fornitura e drenaggio di acqua fredda, il contratto per il trasporto di acqua fredda, il contratto per il trasporto di acque reflue;

"campione di controllo": un campione di acque reflue prelevate da abbonati (comprese le acque reflue delle organizzazioni di transito) in un sistema di drenaggio centralizzato, prelevato dal pozzetto di controllo per determinare la composizione e le proprietà di tali acque reflue;

"Cesspit Control" - ben progettato per la selezione dei campioni abbonato acque reflue specificati nel contratto o servizi igienico-sanitari unico contratto di acqua fredda e fognature, il contratto per il trasporto di acque di scarico, o l'ultima buca nel abbonato rete fognaria prima del tie-in di un sistema fognario centralizzato;

"acque di scarico superficiali" - pioggia, fusione, infiltrazione, irrigazione, acque reflue drenate immesse nel sistema di drenaggio centralizzato;

"organizzazione di transito" - un'organizzazione, compreso un imprenditore individuale, fornitura di acqua funzionante e (o) reti fognarie e fornitura di servizi per il trasporto di acqua e (o) acque reflue.

3. La procedura per l'utilizzo di un sistema centralizzato di approvvigionamento di acqua fredda in situazioni di emergenza è determinata dai requisiti delle normative tecniche, dalle norme statali e nazionali, nonché dalle istruzioni per la preparazione e il funzionamento dei sistemi di erogazione dell'acqua potabile in situazioni di emergenza.

II. Procedura per stipulare contratti di fornitura di acqua fredda, contratti per lo smaltimento dell'acqua, contratti di fornitura di acqua fredda e di drenaggio, contratti di trasporto per via d'acqua, contratti di trasporto di acque reflue

4. L'approvvigionamento di acqua fredda e (o) lo smaltimento di acqua mediante sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) rimozione dell'acqua devono essere effettuati sulla base di un contratto di fornitura di acqua fredda, un accordo di smaltimento dell'acqua o un unico accordo di fornitura di acqua fredda e rimozione dell'acqua.

5. Accordi di fornitura di acqua fredda, accordi per lo smaltimento dell'acqua o singoli contratti di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari sono stipulati tra gli abbonati e l'organizzazione delle reti idriche e fognarie secondo gli accordi tipo approvati dal governo della Federazione russa.

6. Se per sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) rimozione di acqua da parte delle amministrazioni locali, viene definita un'organizzazione di garanzia, gli accordi relativi di fornitura di acqua fredda, rimozione dell'acqua o un unico accordo di fornitura di acqua fredda e rimozione dell'acqua sono conclusi con tale organizzazione di garanzia.

7. Fino a quando il governo locale non determina l'organizzazione garante, gli abbonati stipulano accordi di fornitura di acqua fredda, accordi di smaltimento dell'acqua o accordi di fornitura di acqua fredda e servizi igienici con l'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario, a cui sono collegate le reti di approvvigionamento idrico e / o fognario.

(- applicazione utente, etc.), o una proposta a 8. La base per la conclusione, a firma del sottoscrittore o una persona autorizzata che agisce per conto del sottoscrittore in base alla potenza del contratto di avvocato di acqua fredda di alimentazione, rete fognaria o contrarre un unico contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari è una richiesta di abbonati per la conclusione di tale accordo la conclusione del contratto da parte dell'organizzazione delle forniture di acqua e delle strutture igienico-sanitarie (l'organizzazione garante dopo la selezione di tale organizzazione).

9. L'applicazione dell'abbonato è considerata dall'organizzazione della rete idrica e dall'economia delle acque reflue entro 20 giorni dalla data di ricevimento. Se l'applicazione del sottoscrittore mancavano le informazioni necessarie e (o) i documenti di cui ai paragrafi 16 e 17 del presente regolamento, l'organizzazione di approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della domanda l'abbonato lo manda avviso della necessità di fornire le informazioni mancanti e documenti (o) dopodiché sospende l'esame della domanda dell'abbonato fino alla ricezione di informazioni e documenti mancanti. Se le informazioni mancanti e (o) i documenti non sono presentati dall'abbonato entro 20 giorni dalla data di sospensione della domanda dell'abbonato, l'organizzazione di fornitura di acqua e servizi igienico-sanitari ha il diritto di interrompere la considerazione della domanda dell'abbonato e di restituirla indicando i motivi della restituzione.

Quando la direzione della organizzazione di approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari (garantire l'organizzazione dopo la selezione di una tale organizzazione) proposta di abbonati per la conclusione di un contratto di fornitura di acqua fredda, contratto di rete fognaria, un unico contratto di acqua fredda e organizzazione servizi igienico-sanitari di approvvigionamento idrico e del settore igienico-sanitari (che garantisce organizzazione) dirige il chiamante di 2 copie del contratto relativo progetto soddisfare le condizioni dei contratti standard approvati dal governo della Federazione russa.

10. Nel caso di ricevimento di domande da parte di più abbonati in relazione agli stessi oggetti (compreso quando una parte degli oggetti coincide), l'esame delle domande da parte degli abbonati può essere sospeso dall'organizzazione del settore idrico e fognario per non più di 30 giorni per la presentazione da parte dei firmatari degli abbonati, prova del loro potere di concludere un apposito contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di igiene o un unico contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari, in particolare un estratto dello Stato unificato un registro dei diritti di proprietà immobiliare e le transazioni con esso in relazione a oggetti specificati nella domanda dell'abbonato (in relazione a oggetti che non sono oggetti di costruzione del capitale, copie di documenti certificati nel modo prescritto che confermano i diritti dell'abbonato al terreno su cui si trova l'oggetto). Se le informazioni mancanti e (o) i documenti, che consentono di determinare inequivocabilmente l'idoneità e l'autorità dell'abbonato, non saranno presentate dall'abbonato entro 30 giorni dalla data di sospensione della domanda dell'abbonato, l'organizzazione del settore idrico e fognario ha il diritto di interrompere la sua considerazione e di restituirla con i motivi del reso.

11. Nel caso in cui la domanda dell'abbonato soddisfi i requisiti del presente regolamento, l'organizzazione del settore idrico e fognario, entro 20 giorni dalla data di ricezione della domanda dell'abbonato o fornendo informazioni e documenti completi, invia all'abbonato, in 2 copie, i progetti di contratti pertinenti che soddisfano le condizioni dei contratti standard approvati Governo della Federazione Russa.

12. L'abbonato entro 30 giorni dalla data di ricevimento del contratto di fornitura di acqua fredda, di un contratto di igiene o di un singolo contratto di fornitura di acqua fredda e di servizi igienici è tenuto a firmare entrambe le copie di ciascun progetto di contratto e inviare una copia del contratto firmato all'organizzazione di gestione delle acque e delle acque reflue con un allegato a tale accordo poteri della persona che agisce per conto dell'abbonato e che ha firmato il contratto.

Se dopo 30 giorni dalla data in cui i progetti dei sottoscrittori dei suddetti contratti sono stati ricevuti dall'organizzazione delle reti idriche e fognarie, l'abbonato non ha presentato gli accordi firmati o una proposta di modifica dei progetti di contratto presentati in parte non in contrasto con le disposizioni della legge federale "Approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari", i termini dei contratti standard approvati dal governo della Federazione russa (in termini di termini del contratto, determinati dall'organizzazione delle strutture idriche e fognarie e l'utente), tale contratto è concluso alle condizioni contenute negli accordi presentati acqua organizzazione e delle acque reflue.

13. Entro 30 giorni dalla data di ricevimento del contratto di fornitura di acqua fredda, contratto di fornitura di servizi igienici o contratto di fornitura di acqua fredda e di servizi igienici, l'abbonato ha il diritto di presentare alle organizzazioni del sistema di approvvigionamento idrico e fognario che ha inviato tali progetti una proposta di modifica dei progetti di contratto presentati che non contraddicono disposizioni della legge federale "In materia di approvvigionamento idrico e smaltimento delle acque reflue", le presenti norme e i termini dei contratti standard approvati dal governo della Federazione russa Federazione (in termini di termini del contratto, determinati dall'organizzazione della rete idrica e delle reti fognarie e dell'abbonato). Tale proposta dell'abbonato viene inviata dall'abbonato all'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario, che ha inviato una proposta per la conclusione di un contratto (accordi) in qualsiasi modo che consenta di confermare la ricezione dell'offerta dell'abbonato da parte dell'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario.

14. Se l'abbonato presenta un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di igiene o un contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienici di un rifiuto motivato di firmare un progetto di contratto (bozza di contratto) in 30 giorni dopo aver ricevuto dall'organizzazione della rete idrica e di smaltimento delle acque reflue una proposta di revisione con una proposta di modifica la bozza di accordo (bozze di accordi) l'organizzazione del settore idrico e igienico-sanitario dovrà, entro 5 giorni lavorativi, prendere in considerazione le specifiche documenti, prendere misure per risolvere le controversie e inviare un nuovo progetto di accordo (bozze di accordo) al sottoscrittore per firmare.

L'abbonato firma la bozza di contratto (contratti) entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricezione in 2 copie e invia 1 copia dell'accordo firmato (contratti) all'organizzazione delle reti idriche e fognarie.

Se l'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario non invia all'abbonato una nuova bozza dell'accordo (bozze di accordi) entro 5 giorni lavorativi, l'abbonato ha il diritto di chiedere al tribunale una richiesta di forzare l'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario per stipulare un accordo.

15. Un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di scarico di acqua o un contratto unico di fornitura di acqua fredda e di drenaggio devono essere stipulati per il periodo specificato nel contratto. Se un mese prima della scadenza del contratto, nessuna delle parti dichiara di rescindere, modificare o stipulare un contratto su altre condizioni che soddisfano i requisiti della legge federale "In materia di approvvigionamento idrico e di smaltimento delle acque" e altri regolamenti adottati in conformità con esso, fornitura di acqua fredda, contratto di smaltimento delle acque o un unico contratto di fornitura di acqua fredda e di drenaggio è prorogato per lo stesso periodo e alle stesse condizioni.

16. Le seguenti informazioni sono indicate nella richiesta dell'abbonato:

a) dettagli dell'iscritto (per le persone giuridiche - il nome completo e il numero di registrazione dello stato principale del registro nel registro dello Stato unificato delle persone giuridiche e la data di iscrizione nel registro, ubicazione, numero individuale del contribuente, indirizzo postale, coordinate bancarie, documenti attestanti il ​​diritto della persona a firmare il contratto per i singoli imprenditori - il numero di registrazione principale dello stato nel registro dello Stato unificato dei singoli imprenditori e la data della sua iscrizione nel registro Tr, indirizzo di registrazione nel luogo di residenza, indirizzo postale, numero di contribuente individuale, coordinate bancarie, per le persone - cognome, nome, patronimico, serie, numero e data di rilascio di un passaporto o altro documento di identità in conformità con la legislazione della Federazione Russa, registrazione dell'indirizzo nel luogo di residenza, i dettagli di contatto dell'abbonato, incluso l'indirizzo postale);

b) il nome e l'ubicazione delle strutture per gli abbonati in relazione ai quali un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di igiene o un singolo contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari, e il nome e l'ubicazione delle eventuali strutture per gli abbonati per le quali l'abbonato trasporterà acqua fredda e (o) acque reflue attraverso la sua acqua e (o) reti fognarie;

c) informazioni sulle fonti d'acqua utilizzate, compreso il volume di acqua prelevata e la base per l'acqua prelevata dalla sorgente, le organizzazioni attraverso le cui reti di approvvigionamento idrico viene fornita l'acqua, il volume di acqua prodotta;

d) la composizione e le proprietà delle acque reflue, che dovrebbero essere dirottate verso il sistema di fognatura centralizzato, e la dinamica del loro cambiamento durante l'anno. L'obbligo di includere nella domanda dell'abbonato le informazioni specificate si applica solo alle categorie di abbonati per le quali sono stabilite le norme per gli scarichi ammissibili di inquinanti, altre sostanze e microrganismi;

e) l'area del terreno di proprietà dell'abbonato, su cui si trovano gli edifici e le strutture, che appartengono all'abbonato per proprietà o su altri motivi legali da cui le acque reflue superficiali vengono scaricate nel sistema centralizzato di smaltimento delle acque reflue, compreso lo smaltimento di acque reflue non organizzate;

f) informazioni sul tipo di attività svolte dall'abbonato, necessarie per classificare l'abbonato alla categoria di persone per le quali sono stabilite le norme per gli scarichi ammissibili, requisiti per il trattamento delle acque reflue che utilizzano strutture di trattamento locali.

17. I seguenti documenti sono allegati alla richiesta dell'abbonato:

a) una copia del documento che confermi la proprietà o altre basi legali per l'emergere del possesso e (o) i diritti di utilizzo della struttura dell'abbonato, comprese le reti idriche e (o) fognarie e altri dispositivi necessari per il collegamento a sistemi centralizzati di approvvigionamento idrico e ( o) smaltimento dell'acqua, dispositivi di misurazione. Gli abbonati che non hanno un collegamento diretto alla rete idrica centralizzata o all'impianto di approvvigionamento idrico e fognario sulla base della proprietà o altri motivi legali sono tenuti a presentare un atto di delimitazione della responsabilità operativa con le persone che possiedono l'approvvigionamento idrico e (o) altri motivi legali reti fognarie, ad eccezione dei casi in cui gli oggetti di tali abbonati sono collegati a reti senza proprietario, e anche se Scarico non organizzato di acque reflue superficiali dai territori degli abbonati in un sistema centralizzato di acque reflue;

b) procura o altri documenti che, in conformità con la legislazione della Federazione Russa, confermano l'autorità del rappresentante dell'abbonato che agisce per conto dell'abbonato per stipulare un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di igiene o un unico contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari (per i passeggeri - una copia di un passaporto, altro documento, carta d'identità sul territorio della Federazione Russa in conformità con la legislazione della Federazione Russa);

c) documenti stipulati dal Regolamento, obbligatori quando una società di gestione o una cooperativa di abitazione o cooperativa di abitazione o altri contratti di collaborazione di consumo specializzati con organizzazioni di approvvigionamento di risorse, approvati con Risoluzione del Governo della Federazione Russa del 14 febbraio 2012 n. 124, nonché le informazioni necessarie per determinare il volume di acqua consumata, le acque reflue scaricate con il metodo di calcolo in assenza di dispositivi di misurazione, compreso il grado di miglioramento e numero di piani di oggetti, numero di residenti, aree di edifici residenziali e non residenziali, aree comuni di condomini e case, aree di terreno per irrigazione - per organizzazioni che gestiscono condomini, associazioni di proprietari di case, cooperative edilizie e altre cooperative di consumo specializzate, proprietari di locali in condomini, proprietari (utenti) di edifici residenziali;

d) copie dei documenti che confermano la connessione (collegamento tecnologico) delle strutture dell'abbonato ai sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua per motivi legali (accordo di connessione, condizioni di connessione (connessione tecnologica) o altri documenti);

e) copie della documentazione tecnica per contatori dell'acqua installati, acque reflue, che confermano la conformità di tali dispositivi ai requisiti stabiliti dalla legislazione della Federazione Russa per garantire l'uniformità delle misurazioni, nonché progetti per l'installazione (installazione) dei dispositivi di misurazione. L'obbligo di fornire tali informazioni non si applica agli abbonati il ​​cui consumo medio giornaliero di acqua non supera 0,1 metri cubi. metri all'ora, così come per gli abbonati per i quali l'installazione di fognature non è obbligatoria;

e) disposizione dei luoghi per il campionamento di acqua e (o) acque reflue;

g) una copia del documento attestante il diritto di utilizzare il terreno dal quale le acque reflue superficiali sono scaricate nel sistema fognario centralizzato - per gli abbonati, nell'ambito della cui responsabilità operativa, le acque di scarico superficiali vengono scaricate nel sistema fognario centralizzato.

18. Un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di smaltimento delle acque, un unico contratto di fornitura di acqua fredda e di drenaggio sono contratti pubblici.

19. Le disposizioni sul contratto di fornitura energetica previste dal Codice Civile della Federazione Russa sono applicate al contratto di fornitura di acqua fredda, salvo diversamente previsto dalla Legge Federale "In materia di approvvigionamento idrico e di servizi igienico-sanitari", dal presente Regolamento e da altri atti normativi adottati in conformità con la Legge Federale e non contraddicono l'essenza fornitura di acqua fredda a contratto.

20. L'organizzazione delle reti idriche e di approvvigionamento idrico si impegna a fornire all'abbonato attraverso la rete idrica collegata sistemi di approvvigionamento idrico centralizzato e non centralizzato di acqua potabile e acqua tecnica di una determinata qualità nella quantità specificata nel contratto di fornitura di acqua fredda, e l'abbonato si impegna a pagare per l'acqua accettata i termini, la procedura e l'importo determinati dal contratto di fornitura di acqua fredda e conformi alle disposizioni del contratto di fornitura di acqua fredda consumo di energia, per garantire la sicurezza del funzionamento delle reti di approvvigionamento idrico sotto la sua responsabilità e l'operatività dei dispositivi di misurazione utilizzati da lui.

21. I termini essenziali del contratto di fornitura di acqua fredda sono:

a) oggetto del contratto, modalità di fornitura (consumo) di acqua fredda (portata di acqua fredda garantita, compresa la necessità di estinzione di incendi, livello garantito di pressione dell'acqua fredda), determinata in base alle condizioni di connessione (collegamento tecnologico) al sistema centralizzato di approvvigionamento di acqua fredda reti);

b) i tempi della fornitura di acqua fredda;

c) la qualità del freddo (potabile e (o) tecnica dell'acqua;

d) la procedura per il monitoraggio della qualità dell'acqua potabile;

e) condizioni per la cessazione temporanea o la limitazione dell'acqua fredda (potabile e (o) di processo)

e) la procedura per la contabilizzazione dell'acqua fredda (potabile e (o) trattata);

g) i termini e le modalità di pagamento nell'ambito del contratto di fornitura di acqua fredda;

h) il limite della responsabilità operativa per le reti di approvvigionamento idrico dell'abbonato e l'organizzazione delle reti idriche e fognarie;

i) i diritti e gli obblighi dell'abbonato e dell'organizzazione degli impianti di approvvigionamento idrico e delle acque reflue nell'ambito del contratto di fornitura di acqua fredda;

j) la responsabilità dell'abbonato e dell'organizzazione del settore idraulico nel caso in cui le parti non adempiano o adempiano in modo inadeguato i loro obblighi ai sensi del contratto di fornitura di acqua fredda;

k) la procedura per la risoluzione delle controversie e dei disaccordi tra l'abbonato e l'organizzazione degli impianti di approvvigionamento idrico e fognario nel quadro del contratto di fornitura di acqua fredda;

m) la procedura per l'abbonato per fornire l'accesso ai rappresentanti dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie o, sulle sue istruzioni, rappresentanti di un'altra organizzazione alle reti di approvvigionamento idrico, ai siti di campionamento dell'acqua e ai dispositivi di misurazione per prelevare campioni d'acqua e prendere letture dei contatori per determinare la qualità dell'acqua e il volume di acqua fornita;

m) la procedura per notificare all'organizzazione del settore idrico il trasferimento dei diritti sugli oggetti per i quali è prevista la fornitura di acqua fredda;

o) i tempi e i mezzi per presentare le indicazioni dei dispositivi di misurazione dell'organizzazione del settore idraulico nel caso in cui l'abbonato disponga di tali dispositivi di misurazione;

o) condizioni di fornitura di acqua fredda di altre persone i cui oggetti sono collegati alle reti di approvvigionamento idrico dell'abbonato, a condizione che tali persone siano entrate in un accordo di fornitura di acqua fredda con un'organizzazione di garanzia.

22. Il periodo di fatturazione previsto dal contratto di fornitura di acqua fredda è di 1 mese di calendario. Il pagamento da parte di un abbonato di acqua fredda (potabile e (o) tecnica sotto un accordo di fornitura di acqua fredda è fatto secondo le tariffe per l'acqua potabile (fornitura di acqua potabile) e (o) acqua tecnica, stabilite in conformità con le disposizioni della legge federale "Approvvigionamento idrico e smaltimento delle acque" e altre normative agisce.

23. Il luogo di adempimento da parte dell'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario degli obblighi derivanti dall'accordo di fornitura di acqua fredda è il punto situato al confine della responsabilità operativa dell'abbonato e dell'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario o organizzazione di transito, salvo diversamente previsto dal contratto di fornitura di acqua fredda.

24. Le disposizioni relative a un contratto di prestazione di servizi previsto dal Codice Civile della Federazione Russa si applicano ai contratti di smaltimento delle acque, salvo quanto diversamente previsto dalla Legge Federale "In materia di approvvigionamento idrico e di smaltimento delle acque", dal presente Regolamento e dagli atti normativi adottati secondo la legge federale e non contraddicono la sostanza del contratto smaltimento acque

25. L'organizzazione impegnata nello smaltimento delle acque si impegna a portare le acque reflue dell'abbonato nel sistema centralizzato di acque reflue e assicurare il loro trasporto, trattamento e scarico nel corpo idrico, e l'abbonato si impegna a rispettare i requisiti per la composizione e le proprietà delle acque reflue scaricate dalla legge federale "Sull'approvvigionamento idrico e lo smaltimento delle acque ", la legislazione della Federazione russa sulla protezione ambientale e questi regolamenti, le norme per il volume e la composizione dei rifiuti scaricati nel sistema centralizzato x l'acqua, e anche per rendere l'organizzazione di acqua e ordine di pagamento delle acque reflue delle acque reflue, la quantità e le condizioni che sono definiti nel contratto di servizi igienico-sanitari.

26. I termini essenziali di un contratto per acque reflue sono:

a) l'oggetto del contratto, la modalità di ricezione delle acque reflue;

b) la procedura per la contabilizzazione delle acque reflue prelevate;

c) condizioni per la cessazione o la limitazione dell'assunzione di acque reflue;

d) i luoghi e le procedure per il campionamento delle acque reflue, la procedura per accedere ai siti di campionamento ai rappresentanti dell'organizzazione del sistema idraulico o, su sua istruzione, ai rappresentanti di un'altra organizzazione;

e) la procedura per il controllo del rispetto da parte degli abbonati delle norme per gli scarichi ammissibili, limiti per gli scarichi (per categorie di abbonati come definiti dal Decreto del Governo della Federazione Russa del 18 marzo 2013 n. 230 "Sulle categorie di abbonati, per i cui scopi le norme per gli scarichi ammissibili di inquinanti, altre sostanze e microrganismi "), indicatori della dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue, le norme per il volume e la composizione delle acque reflue scaricate nel sistema centralizzato, i requisiti per la composizione e le proprietà acqua intramurale introdotto per evitare l'impatto negativo sul lavoro del sistema fognario centralizzato;

e) la procedura per la dichiarazione della composizione e delle proprietà delle acque reflue per gli abbonati che sono obbligati a presentare una tale dichiarazione;

g) i termini e le modalità di pagamento previsti dal contratto per lo smaltimento delle acque;

h) i diritti e gli obblighi dell'abbonato e dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie nell'ambito di un accordo di smaltimento delle acque reflue;

i) la responsabilità dell'abbonato e dell'organizzazione degli impianti di approvvigionamento idrico e di smaltimento delle acque reflue in caso di inadempimento o inadempienza degli obblighi previsti nel contratto di smaltimento delle acque reflue;

j) la procedura per la risoluzione delle controversie tra l'abbonato e l'organizzazione delle reti idriche e fognarie nell'ambito di un contratto di igiene;

l) i confini della responsabilità operativa per le reti fognarie dell'abbonato e l'organizzazione delle strutture idriche e fognarie;

m) la procedura per l'abbonato per fornire l'accesso ai rappresentanti dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie o, sulle sue istruzioni, i rappresentanti di un'altra organizzazione alle reti fognarie (pozzi di fognatura di controllo) e ai contatori delle acque reflue per prendere le letture del dispositivo di misurazione e il campionamento delle acque reflue per determinare il volume delle acque reflue scaricate, la loro composizione e proprietà;

m) il tempo stimato di installazione e messa in funzione dei contatori di acque reflue nel caso in cui l'abbonato non disponga di tali dispositivi di misurazione (per le categorie di abbonati per i quali l'installazione di misuratori di acque reflue è obbligatoria ai sensi del presente regolamento);

o) le condizioni per lo scarico (ricezione) di acque reflue da altre persone i cui oggetti sono collegati alle reti fognarie dell'abbonato, a condizione che tali persone abbiano stipulato un contratto di drenaggio con l'organizzazione garante.

27. Il periodo di regolamento per il calcolo del contratto per lo smaltimento delle acque reflue è di 1 mese di calendario. Il pagamento per i servizi nell'ambito di un contratto di smaltimento delle acque reflue viene effettuato in conformità con le tariffe per le acque reflue, stabilite in conformità con le disposizioni della legge federale "In materia di approvvigionamento idrico e smaltimento delle acque reflue" e altri atti normativi.

28. Gli abbonati pagano l'acqua fredda ricevuta, lo scarico delle acque reflue nel volume di acqua fredda consumata, le acque reflue deviate prima del decimo giorno del mese successivo al mese di insediamento, sulla base delle fatture emesse a pagamento dall'organizzazione delle reti idriche e fognarie entro e non oltre il 5 alla data del mese successivo all'insediamento. Volume stimato del consumo di acqua fredda, le acque reflue scaricate sono determinate in conformità con le regole dell'organizzazione della contabilità commerciale dell'acqua e delle acque reflue, approvate dal governo della Federazione russa.

29. Ai rapporti tra l'abbonato e l'organizzazione dell'impianto idraulico in un unico contratto per la fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari, nelle parti pertinenti si applicano le norme sui contratti di fornitura di acqua fredda e di servizi igienici. Allo stesso tempo, un unico contratto per la fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari contiene i termini essenziali di un contratto di fornitura di acqua fredda e un contratto di sanificazione stabilito in queste Regole.

30. In caso di inadempienza o la cattiva esecuzione degli obblighi da parte del sottoscrittore di pagare per il contratto di fornitura di acqua fredda, fognature o contrarre un unico contratto di acqua fredda e l'approvvigionamento idrico organizzazione servizi igienico-sanitari e di servizi igienico-sanitari può richiedere il pagamento del sottoscrittore di una penale pari al doppio del tasso (tasso di sconto) di rifinanziamento della Banca centrale della Federazione Russa, stabilito il giorno di presentazione della domanda in questione, sull'ammontare del debito per ogni giorno di ritardo.

31. Con contratto di approvvigionamento di acqua fredda, contratto di rete fognaria, un unico contratto di fornitura di acqua fredda e di scarico sono attaccati agisce inventario equilibrio demarcazione e la responsabilità operativa del sottoscrittore e l'organizzazione di acqua e delle acque reflue o da parte di terzi su oggetti di sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e di scarico (o), tra cui l'impianto idraulico e (o) reti fognarie e strutture su di loro.

32. In assenza di una definizione della responsabilità operativa, il limite di responsabilità operativa per gli oggetti dei sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio, compreso l'approvvigionamento idrico e (o) le reti fognarie e le strutture su di essi, è fissato al confine del bilancio dell'abbonato e dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie o un altro abbonato. Se l'alimentazione dell'acqua viene effettuata dalle reti senza padrone abbonato messo in funzione l'organizzazione di approvvigionamento idrico e del settore igienico-sanitarie, il confine della responsabilità operativa della organizzazione di approvvigionamento idrico e del settore igienico-sanitarie si trova al confine tra reti senza padrone messo in funzione l'organizzazione di approvvigionamento idrico e del settore igienico-sanitari.

Quando si stipulano contratti di depurazione con organizzazioni impegnate in scarichi non strutturati di acque di scarico superficiali nel sistema centralizzato di acque reflue, il limite di responsabilità operativa dell'organizzazione di approvvigionamento idrico e di impianti di depurazione è determinato dal pozzo più vicino alla tempesta, nel quale l'acqua di superficie dell'abbonato entra nel terreno.

33. In caso di trasferimento di diritti a favore di impianti di approvvigionamento idrico e (o di drenaggio), nonché nel trasferimento di dispositivi e impianti destinati alla connessione (collegamento tecnologico) a sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio a un nuovo proprietario (altro al proprietario legale e (o) utente) l'abbonato informa l'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario nel periodo stabilito dal relativo contratto di fornitura di acqua fredda, contratto di smaltimento delle acque o un unico accordo di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari, e un nuovo proprietario (proprietario legale, utente) conclude un accordo di fornitura di acqua fredda, un accordo di risanamento o un unico accordo di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari con un'organizzazione di approvvigionamento idrico e strutture fognarie prima dell'utilizzo di questi oggetti, dispositivi e strutture termini stabiliti dal presente Regolamento per la conclusione di tali contratti.

34. L'organizzazione degli impianti idraulici è obbligata a:

a) stipulare un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di igiene o un singolo contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari con un abbonato nei tempi e modi stabiliti dal presente Regolamento;

b) fornire acqua potabile in conformità con i requisiti della legislazione della Federazione Russa sul benessere sanitario ed epidemiologico della popolazione e il trattamento delle acque reflue in conformità con i requisiti della legislazione della Federazione Russa sulla protezione dell'ambiente;

c) assicurare il funzionamento delle reti di approvvigionamento idrico e fognario appartenenti all'organizzazione delle reti idriche e fognarie sulla base della proprietà o altri motivi legali e (o) entro i limiti della responsabilità operativa di tale organizzazione in conformità con i requisiti dei documenti normativi e tecnici;

d) tempestivamente per eliminare incidenti e danni sui sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua nei modi e termini stabiliti dalla documentazione normativa e tecnica;

e) effettuare il controllo di qualità della produzione di acqua potabile;

e) monitorare la composizione e le proprietà delle acque reflue che entrano nella rete fognaria e il rispetto delle norme per il volume e la composizione delle acque reflue scaricate nel sistema centralizzato di acque reflue, le norme per gli scarichi ammissibili degli abbonati, nonché i requisiti stabiliti per prevenire un impatto negativo sul sistema centralizzato di acque reflue;

g) con la partecipazione del rappresentante dell'abbonato, per l'ammissione al funzionamento della stazione di misurazione, i dispositivi e le strutture destinati alla connessione (collegamento tecnologico) ai sistemi centralizzati di approvvigionamento idrico e (o) smaltimento dell'acqua;

h) avvisare gli abbonati e altre persone della cessazione temporanea o della limitazione della fornitura di acqua fredda e (o) dello smaltimento dell'acqua nei modi e nei casi previsti dalla legge federale "Approvvigionamento idrico e smaltimento delle acque" e dal presente Regolamento;

i) assicurare che gli idranti siano installati in punti importanti in conformità con i requisiti delle norme di sicurezza antincendio, monitorare la possibilità di accesso illimitato in qualsiasi momento dell'anno agli idranti installati in impianti appartenenti all'organizzazione di impianti di approvvigionamento idrico e fognario;

j) notificare le suddivisioni strutturali degli enti territoriali dell'organo esecutivo federale abilitato a risolvere i problemi di sicurezza antincendio dell'impossibilità di utilizzare idranti a causa dell'assenza o insufficiente pressione dell'acqua in caso di riparazione o incidente sulla rete idrica del sistema di approvvigionamento idrico e fognario.

35. L'abbonato deve:

a) stipulare un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di smaltimento dell'acqua o un contratto unico di fornitura di acqua fredda e di drenaggio secondo le modalità e entro i termini stabiliti dal presente Regolamento;

b) assicurare il funzionamento delle reti idriche e fognarie di proprietà dell'abbonato per proprietà o altra base legale e (o) situate nei limiti della sua responsabilità operativa, in conformità con i requisiti dei documenti normativi e tecnici;

c) garantire la sicurezza dei marchi di calibrazione e delle tenute sugli strumenti di misura (dispositivi di misurazione), stazioni di misurazione, valvole della linea bypass, idranti, valvole a saracinesca e altri dispositivi che rientrano nei limiti della responsabilità operativa dell'abbonato;

d) assicurare la contabilità dell'acqua fredda ricevuta e delle acque reflue scaricate, a meno che non sia diversamente previsto dal contratto di fornitura di acqua fredda, dal contratto di drenaggio o dal contratto di fornitura e drenaggio dell'acqua fredda singola;

e) installare dispositivi di misurazione per acqua fredda, acque reflue (nel caso in cui l'installazione di un dispositivo di misurazione delle acque reflue sia obbligatoria per un abbonato conformemente ai requisiti del presente regolamento) al confine tra responsabilità operativa, bilanciare la proprietà delle reti idriche e fognarie dell'abbonato e dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie o qualsiasi altro luogo specificato dal contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di smaltimento dell'acqua o un contratto unico di fornitura di acqua fredda e di drenaggio, entro i termini stabiliti dal la legislazione della Federazione russa sul risparmio energetico e sull'aumento dell'efficienza energetica;

e) rispettare le condizioni del consumo di acqua e di rimozione dell'acqua stabilite dal contratto di fornitura di acqua fredda, il contratto di risanamento o un unico contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari;

g) per effettuare i pagamenti in base al contratto di fornitura di acqua fredda, di drenaggio contratto o di un unico contratto di acqua fredda e fognature, così come pagare una tassa per un impatto negativo sul lavoro del sistema fognario centralizzato, le spese per la violazione delle norme igienico-sanitarie in volume e la composizione delle acque reflue in ordine, importo e modalità, che sono definiti in conformità con queste Regole;

h) fornire un accesso senza ostacoli ai rappresentanti dell'organizzazione delle strutture di approvvigionamento idrico e fognario o, su sua istruzione, rappresentanti di un'altra organizzazione alle reti di approvvigionamento idrico, reti fognarie (pozzi di fognatura di controllo), siti di campionamento dell'acqua, dispositivi di misurazione;

i) rispettare le norme per gli scarichi ammissibili, i limiti degli scarichi, assicurare l'attuazione di un piano per ridurre gli scarichi (per le categorie di abbonati per i quali sono stabilite le norme per gli scarichi ammissibili), rispettare gli standard per il volume e la composizione delle acque reflue scaricate nel sistema fognario centralizzato acque scaricate in sistemi di fognatura centralizzati installati per prevenire effetti negativi sul funzionamento di un sistema fognario centralizzato, adottare misure per Luden questi requisiti;

j) mantenere in buone condizioni i sistemi e i mezzi di approvvigionamento idrico antincendio appartenenti all'abbonato o alla responsabilità operativa dell'abbonato, compresi idranti, valvole, rubinetti, impianti automatici di estinzione incendi, collocare gli indicatori pertinenti in modo visibile come richiesto dalle norme antincendio;

k) notificare all'organizzazione della rete idrica e all'economia delle acque reflue il trasferimento dei diritti alle strutture di abbonati per le quali sono effettuati (o) il drenaggio dell'acqua, il trasferimento di diritti a strutture, dispositivi e strutture destinati alla connessione (collegamento tecnologico) a sistemi di approvvigionamento idrico centralizzato e ( o) smaltimento delle acque, concessione dei diritti di possesso e (o) uso di tali oggetti, dispositivi o strutture a un'altra persona, nonché modifica dei dettagli dell'abbonato, organizzazione modulo ravovoy, ubicazione (luogo di residenza), altre informazioni relative al sottoscrittore, che possono influire sulle prestazioni del contratto di fornitura di acqua fredda, contratto o il drenaggio di un unico contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari;

m) notificare immediatamente all'organizzazione gli impianti di approvvigionamento idrico e fognario e le suddivisioni strutturali degli enti territoriali dell'organo esecutivo federale abilitato a risolvere i problemi di sicurezza antincendio dell'impossibilità di utilizzare idranti a causa della mancanza o insufficiente pressione dell'acqua fredda in caso di incidente sulle reti di approvvigionamento idrico dell'abbonato ;

m) informare immediatamente l'organizzazione del settore idrico di tutti i danni o malfunzionamenti delle reti idriche e fognarie, delle strutture e dei dispositivi, dei dispositivi di misurazione, dei disturbi nel funzionamento di sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua;

o) garantire l'eliminazione di danni o malfunzionamenti della rete idrica e (o) reti fognarie di proprietà dell'abbonato sulla proprietà o altre basi legali e (o) entro i limiti della sua responsabilità operativa, e per eliminare le conseguenze di tali danni, malfunzionamenti;

o) garantire l'accesso senza ostacoli ai rappresentanti dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie o, su sua istruzione, rappresentanti di un'altra organizzazione per ispezionare e svolgere lavori di manutenzione presso le strutture di approvvigionamento idrico centralizzato e (o) smaltimento dell'acqua, comprese le reti di approvvigionamento idrico e fognario di proprietà dell'organizzazione di approvvigionamento idrico - gestione delle fognature e situata nei limiti della responsabilità operativa dell'abbonato;

p) fornire ad altri abbonati e alle organizzazioni di transito l'opportunità di connettersi (collegamento tecnologico) all'approvvigionamento idrico e (o) reti fognarie, strutture e dispositivi legalmente di proprietà dell'abbonato solo se concordati con l'organizzazione del settore idrico e delle acque reflue;

c) impedire la costruzione di edifici, garage, parcheggi di veicoli, stoccaggio di materiali, detriti, alberi, non effettuare lavori di scavo in luoghi in cui sono installati sistemi centralizzati di approvvigionamento idrico e / o di drenaggio, compresi siti di installazione che rientrano nei limiti della responsabilità operativa dell'abbonato e anche per garantire il funzionamento delle zone di protezione sanitaria delle fonti di approvvigionamento di acqua potabile e domestica in conformità con la legislazione della Federazione Russa in materia di igiene benessere ideologico della popolazione;

m) per scaricare le acque reflue dai collettori di pressione dell'abbonato nella rete di fognatura a gravità dell'organizzazione di reti idriche e fognarie attraverso una coppa di pressione.

36. L'organizzazione degli impianti idraulici ha il diritto di:

a) esercitare il controllo sulla correttezza della contabilizzazione dei volumi di acqua fredda fornita (ricevuta), dei volumi di acque reflue ricevute (deviate) dall'abbonato, dalle organizzazioni di transito;

b) monitorare l'esistenza di fatti di uso non autorizzato e (o) connessione non autorizzata a sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio e adottare misure per prevenire tali fatti;

c) monitorare la composizione e le proprietà delle acque reflue, compreso il monitoraggio del rispetto da parte degli abbonati delle norme per gli scarichi ammissibili, le norme di drenaggio per il volume e la composizione delle acque reflue, i requisiti per la composizione e le proprietà delle acque reflue stabilite al fine di prevenire impatti negativi sul sistema centralizzato di acque reflue;

d) addebitare agli abbonati gli scarichi di acque reflue superiori alle norme stabilite per il volume e la composizione delle acque reflue scaricate nel sistema fognario centralizzato e il pagamento dell'impatto negativo sul funzionamento del sistema centralizzato di smaltimento delle acque reflue, nonché le spese per lo scarico di sostanze vietate o non autorizzate a essere scaricate centralmente sistemi di drenaggio;

e) interrompere temporaneamente o limitare l'approvvigionamento di acqua fredda, il drenaggio, il trasporto di acqua fredda, le acque reflue secondo le modalità previste dal presente Regolamento;

e) interrompere la fornitura di acqua fredda e (o) lo scarico di acque reflue in relazione a strutture di persone che non sono autorizzate e (o) l'uso non autorizzato di acqua centralizzata e (o) sistemi di drenaggio.

37. L'abbonato ha il diritto di:

a) ricevere informazioni affidabili sulla qualità dell'acqua potabile, sulla composizione e sulle proprietà delle acque reflue ottenute dal controllo della qualità delle acque industriali, monitorando la composizione e le proprietà delle acque reflue;

b) prendere parte al campionamento di campioni di acqua fredda e di acque reflue secondo le modalità stabilite dal governo della Federazione russa, anche per effettuare campionamenti paralleli;

c) ricevere informazioni sulle variazioni delle tariffe stabilite per l'acqua potabile, l'acqua di processo, il trasporto dell'acqua, il collegamento a sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) il drenaggio, il trasporto di acque reflue.

38. La rimozione (l'accettazione) delle acque di scarico superficiali in sistemi fognari centralizzati viene effettuata sulla base di un contratto di smaltimento delle acque reflue, concluso tenendo conto delle specifiche stabilite dal presente regolamento.

39. Un contratto di acque reflue che prevede lo scarico (ricezione) di acque reflue superficiali è concluso tra l'organizzazione di approvvigionamento idrico e fognature e una persona che possiede legalmente un oggetto immobiliare, tra cui un terreno, un edificio, una struttura situata nella zona di drenaggio centralizzato delle acque reflue superficiali definito nello schema di approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari. Prima dell'approvazione del piano di approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari, sono stati stipulati nuovi accordi per lo smaltimento dell'acqua con gli abbonati, per i quali, in base alla decisione dell'autorità esecutiva dell'ente costitutivo della Federazione russa, vengono applicate le tariffe di smaltimento dell'acqua per le acque di scarico superficiali.

40. La zona di smaltimento centralizzata delle acque reflue delle acque reflue superficiali è determinata dal governo locale nel piano di approvvigionamento idrico e di smaltimento delle acque reflue per ciascuna organizzazione degli impianti di approvvigionamento idrico e di smaltimento delle acque reflue, che scaricano le acque reflue superficiali.

41. Lo smaltimento (ricezione) dei reflui superficiali può essere effettuato senza collegamento diretto al sistema centralizzato di trattamento delle acque reflue.

42. Nel caso in cui una persona possegga diversi oggetti di proprietà immobiliare specificati nel paragrafo 39 del presente Regolamento, può essere concluso un accordo di drenaggio che prevede lo scarico (ricezione) di acque reflue superficiali con l'inclusione di tutti tali beni immobili.

43. Il contratto relativo alle acque reflue, che prevede lo scarico (ricezione) delle acque di scarico superficiali, definisce il punto di ricezione delle acque reflue superficiali.

44. La contabilizzazione della quantità di acque reflue superficiali scaricate (ricevute) nel sistema centralizzato di smaltimento delle acque reflue viene effettuata conformemente alle norme per l'organizzazione della contabilità commerciale delle acque e delle acque reflue approvate dal governo della Federazione russa.

45. Il contratto per il trasporto di acqua fredda, il contratto di trasporto delle acque reflue è concluso tra l'organizzazione di trasporto e l'organizzazione delle strutture di approvvigionamento idrico e fognario (l'organizzazione garante dopo aver scelto tale organizzazione) in conformità con il contratto di trasporto dell'acqua fredda, un contratto standard di trasporto delle acque reflue approvato dal governo Federazione Russa.

46. ​​La conclusione da parte dell'organizzazione del settore idrico e igienico-sanitario che fornisce acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua e l'organizzazione di transito che trasporta il trasporto di acqua fredda o fognatura, secondo l'accordo sul trasporto di acqua fredda o il contratto di trasporto delle acque reflue.

47. Nell'ambito del contratto per il trasporto di acqua fredda, un'organizzazione di transito che gestisce reti di approvvigionamento idrico si impegna a mantenere le reti e le strutture di approvvigionamento idrico su di esse in una condizione coerente con i requisiti stabiliti dalla legislazione della Federazione russa e a garantire il trasporto di acqua fredda (potabile, di processo) con adeguamenti per la qualità dell'acqua fredda. acqua dal punto di ricezione fino al punto di rifornimento, situato al confine della responsabilità operativa di tale organizzazione, e l'organizzazione della fornitura d'acqua La gestione no-sewage (un'organizzazione garante) si impegna a pagare per questi servizi, nonché a garantire la fornitura di una certa quantità di acqua fredda di qualità consolidata.

48. I termini essenziali del contratto per il trasporto di acqua fredda sono:

a) l'oggetto del contratto;

b) la quantità massima di energia (carico) delle reti e degli impianti di approvvigionamento idrico su di essi con la distribuzione di una determinata quantità di energia (carico) in ciascun punto di collegamento alla rete di approvvigionamento idrico degli abbonati;

c) la quantità dichiarata di potenza (carico), entro la quale l'organizzazione di transito si impegna a fornire il trasporto di acqua fredda;

d) variazioni ammissibili della qualità dell'acqua fredda durante il trasporto, livello ammissibile di perdite d'acqua durante il trasporto;

e) condizioni per fermare o limitare il trasporto di acqua fredda, incluso il periodo di riparazione;

f) le condizioni di manutenzione delle reti e degli impianti di approvvigionamento di acqua fredda per loro, la composizione e i tempi dei lavori tecnici programmati;

g) la procedura contabile per l'acqua fredda depositata (ricevuta);

h) i termini e le modalità di pagamento per i servizi di trasporto dell'acqua fredda;

i) diritti e doveri delle parti ai sensi del contratto;

j) i confini della responsabilità operativa delle organizzazioni di transito, dell'organizzazione delle reti idriche e delle fognature (organizzazione garante) per le reti di approvvigionamento idrico, determinate dal segno di responsabilità per il funzionamento di queste reti;

k) siti di campionamento di acqua fredda;

m) la procedura per fornire l'accesso ai rappresentanti delle organizzazioni che forniscono acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua (organizzazione di garanzia), o, dietro sue istruzioni, rappresentanti di un'altra organizzazione alle reti di approvvigionamento idrico di acqua fredda e strutture su di essi, ai dispositivi di misurazione al fine di determinare il volume di acqua fredda fornita e le sue qualità;

m) la responsabilità delle parti in conformità del contratto per il trasporto di acqua fredda.

49. Il periodo di regolamento per il regolamento in base al contratto per il trasporto di acqua fredda è di 1 mese di calendario. Il pagamento di servizi per il trasporto di acqua fredda viene effettuato secondo le tariffe per il trasporto di acqua fredda. Il pagamento in base all'accordo specificato viene effettuato entro il 15 ° giorno del mese successivo al mese di regolamento.

In caso di inadempimento o inadeguato adempimento da parte dell'organizzazione della rete idrica e delle strutture igienico-sanitarie degli obblighi di pagamento del contratto di trasporto dell'acqua fredda, l'organizzazione di transito ha il diritto di richiedere l'organizzazione della rete idrica e delle strutture sanitarie per pagare la penalità dall'ammontare del debito per ogni giorno di ritardo dell'importo del doppio tasso di rifinanziamento (tasso di sconto) della Banca centrale della Russia Federazione, stabilito il giorno di presentazione del requisito corrispondente.

50. Il luogo di adempimento degli obblighi dell'organizzazione di transito nel quadro dell'accordo per il trasporto di acqua fredda è il punto situato al confine della responsabilità operativa per le reti di approvvigionamento idrico di questa organizzazione, salvo diversamente previsto dall'accordo sul trasporto di acqua fredda.

51. Nell'ambito del contratto per il trasporto di acque reflue, un'organizzazione di transito che gestisce reti fognarie si impegna a svolgere azioni di natura organizzativa e tecnologica al fine di garantire il mantenimento delle reti fognarie e degli impianti su di esse in condizioni conformi ai requisiti stabiliti dalla legislazione della Federazione russa standard di gestione delle acque reflue per scarichi ammissibili, norme per il volume e la composizione dei rifiuti al centro un sistema di smaltimento delle acque reflue, i requisiti per la composizione e le proprietà delle acque reflue installate al fine di prevenire gli impatti negativi sul funzionamento dei sistemi centralizzati di acque reflue, nonché il trasporto delle acque reflue in conformità con la modalità di scarico delle acque reflue (scarico) dal punto di raccolta delle acque reflue al punto di scarico acque reflue situate ai margini della responsabilità operativa dell'organizzazione di transito e l'organismo garante (altra organizzazione che effettua lo smaltimento delle acque reflue) obbliga Prendo acque di scarico in conformità con la modalità di ricezione delle acque reflue, e la legge federale "Sulla fornitura di acqua e servizi igienico-sanitari" e pagare per i servizi di trasporto delle acque reflue.

52. I termini essenziali del contratto per il trasporto di acque reflue sono:

a) l'oggetto del contratto;

b) la modalità di ricezione (scarico) delle acque reflue;

c) le condizioni e la procedura per la risoluzione o limitazione del ricevimento (scarico) delle acque reflue, compreso il periodo di riparazione;

d) la procedura per la contabilizzazione delle acque reflue scaricate e il controllo della composizione e delle proprietà delle acque reflue scaricate;

e) la procedura per fornire l'accesso ai rappresentanti di un'organizzazione impegnata nel trasporto di acque reflue (organizzazione garante) o, dietro sue istruzioni, rappresentanti di un'altra organizzazione alle reti fognarie, controllare i tombini delle fognature e i dispositivi di misurazione al fine di determinare la quantità di acque reflue ricevute (deviate), la loro composizione e proprietà;

f) termini e modalità di pagamento per i servizi resi nell'ambito del contratto;

g) i diritti e gli obblighi delle parti ai sensi del contratto;

h) i confini della responsabilità operativa dell'organizzazione di transito e dell'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario (l'organizzazione garante) attraverso le reti fognarie, che sono determinati sulla base delle responsabilità (responsabilità) per il funzionamento di questi sistemi o reti;

i) la procedura per il controllo dell'osservanza da parte degli abbonati delle norme per gli scarichi ammissibili, i limiti degli scarichi, le norme per il volume e la composizione delle acque reflue scaricate nel sistema centralizzato delle acque reflue, per la composizione e le proprietà delle acque reflue stabilite al fine di prevenire l'impatto negativo sul sistema centralizzato di trattamento delle acque reflue e la procedura informare l'organizzazione delle reti idriche e fognarie (l'organizzazione garante) dell'eccesso rispetto agli standard e ai limiti stabiliti;

j) la responsabilità delle parti ai sensi del contratto.

53. Il periodo di regolamento per il regolamento in base al contratto per il trasporto di acque reflue indica un mese di calendario. Il pagamento per i servizi di trasporto delle acque reflue viene effettuato in base alle tariffe per il trasporto delle acque reflue. Il pagamento sotto i contratti specificati viene effettuato entro il 15 ° giorno del mese successivo al mese di liquidazione.

In caso di inadempimento o inadeguato adempimento da parte dell'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e delle acque reflue degli obblighi di pagamento del contratto di trasporto delle acque reflue, l'organizzazione di transito ha il diritto di richiedere l'organizzazione della rete idrica e delle fognature per pagare la penale dell'importo dovuto per ogni giorno di ritardo dell'importo del doppio tasso di rifinanziamento della Banca Centrale di Russia Federazione, stabilito il giorno di presentazione del requisito corrispondente.

54. Il luogo di adempimento degli obblighi di un'organizzazione di transito è un punto al confine della responsabilità operativa di tale organizzazione sulla rete fognaria di questa organizzazione con un abbonato, un'altra organizzazione di transito o organizzazione di impianti di approvvigionamento idrico e di scarico (organizzazione di garanzia), salvo diversamente previsto dal contratto per il trasporto di acque reflue.

55. L'organizzazione di approvvigionamento idrico e fognario (un'organizzazione garante), che intende concludere un accordo sul trasporto di acqua fredda e (o) un accordo sul trasporto di acque reflue, presenta all'organismo di transito una bozza di tale accordo e una domanda per concludere un accordo contenente le seguenti informazioni:

a) il nome e i dettagli dell'organizzazione delle strutture di approvvigionamento idrico e di drenaggio (organizzazione garante);

b) punti di ricezione e punti di rifornimento di acqua fredda, punti di raccolta e punti di smaltimento delle acque reflue;

c) i volumi e le modalità previste per l'approvvigionamento di acqua fredda e l'assorbimento delle acque reflue;

d) l'atto di delimitazione del bilancio o della responsabilità operativa delle parti;

e) la data di inizio della fornitura di acqua fredda e servizi di acque reflue

f) progetto di accordo sul trasporto di acqua fredda, contratto per il trasporto di acque reflue (in 2 copie);

g) norme per gli scarichi ammissibili nel sistema centralizzato di acque reflue, norme per le acque reflue in termini di volume e composizione delle acque reflue, requisiti per la composizione e proprietà delle acque reflue, stabilite per prevenire un impatto negativo sul funzionamento del sistema centralizzato delle acque reflue.

56. Organizzazione di transito entro 15 giorni dalla data di ricevimento della bozza di contratto per il trasporto di acqua fredda, il progetto di contratto per il trasporto di acque reflue deve firmare 2 copie di ciascun progetto di contratto e inviare una copia del contratto firmato all'organizzazione delle reti idriche e fognarie con allegato poteri della persona che ha firmato il contratto e agisce per conto dell'abbonato.

Se dopo 15 giorni dalla data di ricevimento del progetto di accordo (progetto di accordo) dall'organizzazione delle reti idriche e fognarie, l'organizzazione di transito non ha presentato il progetto di accordo firmato (progetto di accordo) o una proposta di modifica del progetto di accordo (progetti di accordo) nella misura in cui ciò non contraddice le disposizioni della Federal la legge "Approvvigionamento idrico e smaltimento delle acque reflue", il presente Regolamento e i termini di un modello di contratto approvato dal governo della Federazione Russa (in termini di termini del contratto, determinato da acqua zione e delle acque reflue e di transito organizzazione), tale contratto è concluso alle condizioni contenute nel contratto, ha presentato l'organizzazione di approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari del settore.

L'organizzazione di transito entro 15 giorni dalla data di ricevimento del progetto di contratto per il trasporto di acqua fredda o del progetto di contratto per il trasporto di acque reflue ha diritto di presentare all'organizzazione del settore idrico e fognario (l'organismo garante), che ha inviato tale progetto di contratto, una proposta di modifica del progetto di contratto in parte che non contraddica le disposizioni Della legge federale "Approvvigionamento idrico e smaltimento delle acque reflue" di queste regole e dei termini del contratto standard approvato dal governo della Federazione russa (in relazione a termini enii del contratto, determinato l'organizzazione di acqua e delle acque reflue e l'organizzazione di transito). Il trattamento di cui sopra con l'applicazione delle proposte di modifica del progetto di contratto presentato viene inviato dall'organizzazione di trasporto all'organizzazione del sistema idraulico in qualsiasi modo che consenta la conferma della consegna.

57. Nel caso in cui l'organizzazione di transito presenti entro 15 giorni dal ricevimento dall'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario un progetto di contratto per il trasporto di acqua fredda o un progetto di contratto per il trasporto di acque reflue, un rifiuto motivato di firmare il contratto nella proposta di edizione con allegato proposte di modifica del progetto di contratto presentato la gestione delle fognature (un'organizzazione garante) è obbligata a prendere in considerazione le ragioni del rifiuto di transito organizzazione dalla conclusione del contratto nella versione proposta, adottare misure per risolvere le differenze e trasferire all'organizzazione di transito per la firma di un progetto di contratto riveduto sul trasporto di acqua fredda o di un progetto di contratto sul trasporto di acque reflue.

L'organizzazione di transito firma il contratto per il trasporto di acqua fredda o il contratto per il trasporto di acque reflue entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricevimento in 2 copie e invia 1 copia del contratto firmato all'organizzazione delle reti idriche e fognarie.

Se l'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario non invia all'organismo di transito entro 5 giorni lavorativi un progetto di contratto riveduto per il trasporto di acqua fredda o un progetto di contratto per il trasporto di acque reflue, l'organizzazione di transito ha il diritto di adire l'autorità per forzare l'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario (garantendo organizzazioni) per concludere un accordo.

58. In assenza di informazioni fornite dal presente regolamento nella domanda di conclusione del contratto per il trasporto di acqua fredda o il contratto per il trasporto di acque reflue, l'organizzazione di transito entro 5 giorni lavorativi notifica l'organizzazione del sistema idraulico (l'organismo garante) e entro 10 giorni lavorativi giorni dalla data di ricevimento delle informazioni mancanti, riesaminare una domanda di questo tipo, un progetto di contratto per il trasporto di acqua fredda o un progetto di contratto per il trasporto di acque reflue, completo in modo tale contratto a progetto, in termini di informazioni su se stessi e firmare un progetto di accordo sul trasporto di acqua fredda o una bozza di contratto per il trasporto delle acque reflue.

59. Un contratto si considera concluso dal giorno in cui l'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario (l'organismo garante) firma un contratto firmato dall'organismo di transito per il trasporto di acqua fredda o un contratto per il trasporto di acque reflue, salvo diversamente specificato dall'accordo pertinente.

60. L'organizzazione di impianti di approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari ha il diritto di interrompere temporaneamente o limitare l'approvvigionamento di acqua fredda e (o) il drenaggio, il trasporto di acqua fredda e (o) l'acqua di scarico nei casi specificati nell'articolo 21 della legge federale "Approvvigionamento idrico e smaltimento delle acque reflue".

61. L'elenco delle persone da notificare dell'arresto temporaneo o della limitazione dell'approvvigionamento di acqua fredda e (o) il drenaggio, il trasporto di acqua fredda e (o) il trasporto di acque reflue, i tempi di notifica di un'arresto o di una restrizione temporanea, i tempi del ritiro di tale chiusura o restrizione sono determinati conformemente alle disposizioni Legge federale "Approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari". La notifica di queste persone viene effettuata per iscritto in qualsiasi modo che consenta di stabilire in modo affidabile il fatto di ricevere informazioni. In tale avviso, l'organizzazione dell'industria idraulica indica:

a) i motivi della sospensione temporanea o della limitazione dell'approvvigionamento di acqua fredda e (o) del drenaggio, del trasporto di acqua fredda e (o) delle acque reflue;

b) il periodo stimato dopo il quale l'approvvigionamento di acqua fredda e (o) la rimozione dell'acqua, il trasporto di acqua fredda, le acque reflue saranno rinnovati;

c) un elenco di abbonati per i quali la fornitura di acqua fredda e (o) lo smaltimento di acqua sono temporaneamente terminati o limitati.

62. Entro 1 giorno dall'eliminazione delle circostanze che hanno causato la cessazione temporanea o la restrizione della fornitura di acqua fredda, il drenaggio, il trasporto di acqua fredda e il trasporto di acque reflue, con riserva del pagamento di cui al paragrafo 67 del presente regolamento, l'organizzazione del settore idrico e igienico-sanitario deve notificare alle persone precedentemente inviato notifiche di sospensione o restrizione temporanea, ritiro di tale chiusura o restrizione e rinnovo della fornitura di acqua fredda e / o acqua tvedeniya.

63. Arresto temporaneo o restrizione dell'approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio in relazione a un abbonato o a un uso non autorizzato di acqua centralizzata e (o) drenaggio in relazione a azioni (inazione) di tali persone è effettuato sulla base di un atto o altra conferma documentale, a testimoniare il fatto di uso non autorizzato di sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio. Tale atto indica il luogo, la data e l'ora della stesura dell'atto, i motivi per l'introduzione di una risoluzione o restrizione temporanea, i motivi alla base della decisione su tale risoluzione o limitazione, il cognome, il nome, il nome patronimico e la posizione delle persone che firmano l'atto.

La risoluzione temporanea o la restrizione dell'approvvigionamento di acqua fredda, la risoluzione temporanea o la limitazione dell'approvvigionamento di acque reflue nei confronti di un abbonato sono effettuati da una persona i cui impianti di approvvigionamento idrico e / o reti fognarie sono collegati alle strutture dell'abbonato, in presenza di rappresentanti della rete idrica e delle strutture igienico-sanitarie, su iniziativa di una sospensione o restrizione temporanea. Una persona la cui rete idrica e (o) le reti fognarie sono collegate alle strutture dell'abbonato deve attenersi alle istruzioni sull'introduzione di una risoluzione o restrizione temporanea entro il periodo specificato dall'organizzazione del settore idrico e fognario, su iniziativa del quale è stata introdotta una restrizione o chiusura temporanea.

La cessazione della fornitura di acqua fredda e (o) la ricezione di acque reflue viene effettuata mediante la commutazione, la chiusura e la chiusura di valvole, la chiusura di altri dispositivi di bloccaggio negli impianti di approvvigionamento idrico e il drenaggio dell'acqua della persona a cui si riforniscono le acque e / o gli impianti di fognatura organizzazione di transito. In assenza di tale possibilità, l'interruzione temporanea o la limitazione della fornitura d'acqua e (o) la ricezione delle acque reflue viene effettuata scollegando gli impianti di approvvigionamento idrico e (o) il sistema di drenaggio dell'abbonato dal sistema di approvvigionamento idrico centralizzato e (o) sistema di drenaggio. In questo caso, la disconnessione deve essere effettuata dall'abbonato in presenza di un rappresentante dell'organizzazione per l'approvvigionamento idrico e l'economia dei servizi igienico-sanitari, su iniziativa di una sospensione o restrizione temporanea della fornitura di acqua fredda e (o) drenaggio, e nel caso in cui l'abbonato non rispetti il ​​dazio specificato, la persona alla rete idrica e quali oggetti dell'abbonato sono collegati.

La sigillatura dei dispositivi di chiusura viene eseguita dall'organizzazione di impianti idraulici.

64. Organizzazione degli impianti di approvvigionamento idrico e delle acque reflue al rilevamento di motivi di interruzione temporanea o restrizione dell'approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio in relazione ad azioni (inazione) di un abbonato (eccetto per i casi di collegamento non autorizzato all'acqua fredda centralizzata e (o) sistemi di drenaggio, nonché di cui ai paragrafi 3, 8 e 9 della parte 3 dell'articolo 21 della legge federale "In materia di approvvigionamento idrico e di servizi igienico-sanitari") redige un atto con la partecipazione del rappresentante dell'abbonato e lo consegna all'abbonato, riserve agiscono e entro 3 giorni lavorativi inviarlo a quella persona con l'obbligo di eliminare le violazioni rilevate nel periodo determinato dalla organizzazione di acqua e fognature.

L'abbonato, entro 3 giorni lavorativi dalla data di ricezione dell'atto, lo firma e lo invia all'organizzazione del sistema idraulico. In caso di disaccordo con il contenuto dell'atto, il sottoscrittore ha il diritto di scrivere un'obiezione all'atto con una motivazione motivata delle ragioni del suo disaccordo e inviare tale obiezione all'organizzazione del settore idraulico entro 3 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della legge.

Contemporaneamente alla direzione dell'atto firmato, l'abbonato invia all'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario informazioni sulla possibilità o l'impossibilità di eliminare le violazioni riscontrate entro i termini proposti. Se è impossibile eliminare le violazioni nei termini proposti dall'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario, l'abbonato offre altri termini per eliminare le violazioni riscontrate

65. Nel caso in cui l'abbonato non abbia inviato l'atto firmato o le obiezioni all'atto all'organizzazione del settore idrico entro 3 giorni lavorativi dalla data di ricezione dell'atto, tale atto è considerato come concordato e firmato dall'abbonato.

66. Nel caso di obiezioni ricevute dall'abbonato, l'organizzazione della rete idrica e delle strutture igienico-sanitarie è obbligata a prendere in considerazione le obiezioni dell'abbonato e, in caso di accordo con le obiezioni, apportare le opportune modifiche all'atto.

In caso di disaccordo dell'organizzazione delle reti idriche e delle reti fognarie con le obiezioni del sottoscrittore, l'organizzazione delle reti idriche e fognarie deve informare l'abbonato e indicare nella notifica la data di attuazione delle misure per l'arresto temporaneo (restrizione) della fornitura di acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua.

67. Nel caso di introduzione di una risoluzione temporanea o restrizione della fornitura di acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua per un abbonato per i motivi specificati nelle clausole 4 e 5 della parte 1, clausole 2-5, 8 e 9 della parte 3 dell'articolo 21 della legge federale "Sulla fornitura di acqua e servizi igienico-sanitari ", il sottoscrittore è obbligato a rimborsare l'organizzazione della rete idrica e delle strutture igienico-sanitarie per i costi di introduzione di una cessazione temporanea o restrizione e ripristino della fornitura di acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua. Il rimborso dei costi associati alla risoluzione o restrizione temporanea e al ripristino della fornitura di acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua, è effettuato dall'abbonato sulla base di un calcolo effettuato dall'organizzazione delle reti idriche e fognarie sulla base delle spese documentate.

68. L'introduzione di una cessazione temporanea o di una restrizione della fornitura di acqua fredda non è consentita (eccetto in caso di incidenti e riparazioni) in relazione alle seguenti categorie socialmente significative di abbonati (impianti di abbonati):

a) autorità pubbliche e autorità locali;

b) organizzazioni mediche del sistema sanitario statale e del sistema sanitario municipale;

c) metro (in relazione alle strutture utilizzate per garantire il trasporto di passeggeri);

d) unità militari del Ministero della Difesa della Federazione Russa, del Ministero degli Affari Interni della Federazione Russa, del Servizio Federale di Sicurezza della Federazione Russa, del Ministero della Federazione Russa per la Protezione Civile, Emergenze e Soccorso di Disastri, Servizio Federale di Sicurezza della Federazione Russa (in relazione alle strutture che garantiscono la sicurezza dello stato );

e) istituti penitenziari, compresi i centri di detenzione preventiva, le carceri;

e) organizzazioni che eseguono un ordine di difesa dello stato con l'uso di oggetti per la produzione di esplosivi e munizioni con un processo tecnologico continuo, nel rispetto di tali oggetti;

g) organizzazioni educative educative e prescolari.

69. I termini e le condizioni durante i quali l'organizzazione del settore idrico e dei servizi igienico-sanitari ha il diritto di rifiutare unilateralmente di eseguire un contratto di fornitura di acqua fredda, un accordo di igiene o un unico contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari sono stabiliti in conformità con le disposizioni della legge federale "Approvvigionamento idrico e igiene".

70. Nel caso in cui l'organizzazione dell'acqua di approvvigionamento idrico e delle acque reflue decida di rifiutare unilateralmente il contratto di fornitura di acqua fredda, il contratto di smaltimento delle acque reflue o un unico contratto di fornitura di acqua fredda e acque reflue in relazione a un determinato abbonato, l'organizzazione di approvvigionamento idrico e di acque reflue dovrà notificare al sottoscrittore la decisione entro e non oltre 10 giorni prima della scadenza di 60 giorni dalla data di introduzione di una cessazione temporanea o restrizione della fornitura di acqua fredda e (o) drenaggio zioni. Se l'abbonato che ha ricevuto la notifica dell'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e di smaltimento delle acque reflue elimina le circostanze che hanno causato la cessazione temporanea o la restrizione della fornitura di acqua fredda e (o) drenaggio, 60 giorni dopo la data di introduzione di tale cessazione o limitazione, un rifiuto unilaterale della rete idrica e della gestione delle acque reflue l'esecuzione di un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di smaltimento dell'acqua o un contratto di fornitura di acqua fredda e drenaggio non sono consentiti.

71. In assenza di un insediamento nel territorio (parte del territorio) del distretto urbano di un sistema centralizzato di approvvigionamento di acqua fredda, i governi locali organizzeranno la fornitura decentralizzata di acqua fredda nel territorio pertinente utilizzando un sistema di approvvigionamento idrico decentralizzato e / o fornitura di acqua potabile in conformità con il presente Regolamento e la legislazione della Federazione Russa. Federazione nel campo del benessere sanitario ed epidemiologico della popolazione.

72. I governi locali organizzano l'approvvigionamento di acqua fredda non centralizzata nel territorio pertinente utilizzando fonti idriche sotterranee, tra cui l'organizzazione di esplorazione e lo sviluppo di tali fonti. Nel determinare le fonti di approvvigionamento idrico, dovrebbe essere data priorità alle fonti sotterranee di approvvigionamento idrico contenenti impurità naturali rimosse utilizzando tecnologie esistenti e metodi di deferrizzazione, defluoramento, addolcimento, rimozione di idrogeno solforato, metano e microflora.

Le acque superficiali per l'approvvigionamento di acqua potabile possono essere utilizzate solo nei casi in cui l'intera risorsa di risorse sotterranee è esaurita, il trasporto di acqua da fonti sotterranee in sotterraneo è economicamente inopportuno o la risorsa idrica sotterranea disponibile non è sufficiente per organizzare l'approvvigionamento idrico alla popolazione dei rispettivi territori.

73. L'acqua per l'acqua fredda che utilizza sistemi non centralizzati di acqua fredda è prelevata da fonti che possono essere utilizzate come fonti di acqua potabile in conformità con la legislazione della Federazione Russa. In assenza di tali fonti o in caso di inefficienza economica del loro utilizzo, l'acqua viene prelevata dalla fonte idrica e l'organizzazione di approvvigionamento di acqua fredda fornisce acqua potabile agli abbonati in coordinamento con l'ente territoriale dell'organo esecutivo federale che esercita il controllo statale sanitario e epidemiologico dello Stato.

74. In assenza della possibilità o con l'inopportuna conferma di organizzare l'approvvigionamento idrico utilizzando un sistema non centralizzato di approvvigionamento di acqua fredda, i governi locali organizzano la fornitura di acqua alla popolazione del territorio pertinente in conformità con gli standard minimi previsti nell'appendice n. 1.

75. I governi locali informano la popolazione dei rispettivi territori sul funzionamento dei sistemi di approvvigionamento idrico non centralizzato pubblicando le seguenti informazioni sul sito web ufficiale del governo locale sulla rete di informazione e telecomunicazioni su Internet (se non esiste un sito web ufficiale sul sito ufficiale del governo oggetto della Federazione Russa):

a) l'ubicazione delle fonti di approvvigionamento idrico, la posizione dell'acqua;

b) qualità dell'acqua nelle fonti di approvvigionamento idrico, compresa la conferma della conformità della qualità dell'acqua ai requisiti stabiliti;

c) informazioni sull'organizzazione che fornisce acqua utilizzando sistemi di approvvigionamento idrico non centralizzati e (o) fornitura di acqua.

76. Se per i sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) di smaltimento idrico da parte delle amministrazioni locali, un'organizzazione di garanzia, un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di scarico dell'acqua o un unico contratto di fornitura e drenaggio dell'acqua fredda sono stipulati dagli abbonati con tale organizzazione di garanzia.

77. Un sottoscrittore dell'organizzazione di approvvigionamento idrico e di impianti di depurazione dopo averlo riconosciuto lo stato di un'organizzazione garante ha il diritto di rivolgersi a tale organizzazione con una domanda per stipulare un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di igiene o un unico contratto di fornitura e drenaggio dell'acqua fredda.

78. Gli abbonati delle organizzazioni che forniscono acqua fredda e (o) drenaggio, non dotati dello stato di un'organizzazione garante, sono richiesti entro 3 mesi dal momento in cui l'organizzazione garantisce di richiedere all'organismo garante una domanda per stipulare un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di igiene o un unico contratto di fornitura di acqua fredda e smaltimento acque

79. L'organizzazione garante entro 6 mesi dalla data di concessione dello status di organizzazione garante in conformità con le disposizioni della legge federale "Approvvigionamento idrico e fognature" è obbligata a inviare agli abbonati di altre organizzazioni idriche e fognarie le cui strutture sono collegate a sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua e che non hanno un accordo rilevante con questa organizzazione, e alle persone che hanno presentato una domanda per concludere un accordo di fornitura di acqua fredda, un accordo di igiene Se un unico contratto di approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari, offre di concludere un contratto di fornitura di acqua fredda, la rete fognaria o contrarre un unico contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari degli accordi relativo progetto.

80. Un abbonato entro 30 giorni dalla data di ricevimento da parte dell'organizzazione garante di contratti di fornitura di acqua fredda, contratti di igiene o di un unico contratto di fornitura e drenaggio dell'acqua fredda è tenuto a firmare entrambe le copie di ciascun progetto di contratto e inviare una copia del contratto firmato all'organismo garante con allegato a tale contratto poteri della persona che agisce per conto dell'abbonato e che ha firmato il contratto.

Se dopo 30 giorni dalla data di ricezione dell'abbonato dall'organizzazione garante del contratto di fornitura di acqua fredda, contratto di smaltimento delle acque reflue o di un unico approvvigionamento di acqua fredda e di smaltimento delle acque reflue, l'abbonato non ha presentato gli accordi firmati o la proposta di modifica del progetto di accordo presentato in parte, non in contrasto con le disposizioni della legge federale "Approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari", le presenti norme e i termini dell'accordo standard di fornitura di acqua fredda Un unico accordo di fornitura di acqua fredda e di servizi igienico-sanitari approvato dal governo della Federazione russa (in merito ai termini dell'accordo stabilito dall'organizzazione garante e dall'abbonato), tale accordo / i si considera concluso nei termini contenuti negli accordi forniti dall'organizzazione garante.

Entro 30 giorni dalla data di ricevimento del contratto di fornitura di acqua fredda, bozza di contratto di igiene o progetto di fornitura di acqua fredda e di servizi igienico-sanitari, l'abbonato ha il diritto di presentare all'organismo garante che ha inviato tale bozza di contratto (bozze di contratti) una proposta di modifica del progetto di contratto presentata nella misura coerente con le disposizioni Della legge federale "Approvvigionamento idrico e smaltimento delle acque reflue" di queste regole e dei termini di un modello di contratto approvato dal governo della Federazione russa (in relazione ai termini del contratto, determinati dall'organizzazione garante e dall'abbonato).

Tale offerta di abbonati con allegati per modificare il progetto di contratto presentato viene inviata dall'abbonato all'organizzazione garante che ha inviato una proposta per concludere un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di igiene o un singolo contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari (contratti) in qualsiasi modo che permetta di confermare la consegna della proposta di detta organizzazione.

Se l'abbonato invia entro 30 giorni dal ricevimento delle bozze di un contratto di fornitura di acqua fredda, di un contratto di igiene o di un unico contratto di fornitura di acqua fredda e di servizi igienico-sanitari, un rifiuto motivato di firmare il contratto (i) nell'edizione proposta e proposte per modificare il progetto di bozza presentata è garantito dall'organizzazione garante 5 giorni lavorativi per esaminare i motivi del rifiuto dell'abbonato di concludere il contratto specificato nell'edizione proposta, adottare le misure necessarie per -Regolamento differenze e passare un abbonato di firmare un nuovo progetto di contratto (progetto di accordo).

L'abbonato firma l'accordo (contratti) entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricezione in 2 copie e invia 1 copia dell'accordo firmato (contratti) all'organizzazione garante.

Se l'organizzazione garante non invia all'abbonato un nuovo contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di sanificazione o un unico contratto di fornitura e drenaggio di acqua fredda (bozze di contratti) all'abbonato entro 5 giorni lavorativi, l'abbonato ha il diritto di rivolgersi al tribunale con l'obbligo di obbligare l'organismo garante a concludere il / i suddetto / i accordo / i.

I contratti di fornitura idrica e (o) di approvvigionamento idrico precedentemente esistenti sono considerati estinti dalla data di entrata in vigore dei relativi accordi con l'organizzazione garante.

L'organizzazione garante ha il diritto di stabilire la data di entrata in vigore di un contratto di fornitura di acqua fredda, un accordo di igiene o un unico accordo di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari, concluso da esso con abbonati di altre organizzazioni impegnate nella fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari, il primo giorno del prossimo periodo di regolazione tariffaria, ma non oltre la data di scadenza un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di smaltimento dell'acqua o un contratto unico di fornitura di acqua fredda e di drenaggio concluso con altre organizzazioni acqua e fognature.

81. L'organizzazione delle forniture idriche e delle strutture igienico-sanitarie conclude un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di igiene o un unico contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari per un impianto in costruzione per il periodo di costruzione secondo i termini, le procedure e i requisiti per i documenti presentati stabiliti dal presente Regolamento., un unico contratto per la fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari. Questi contratti sono conclusi se l'abbonato ha i documenti che confermano i diritti sulla trama, i permessi per la costruzione dell'oggetto, compresi i termini di connessione (collegamento tecnologico) ai sistemi centralizzati di approvvigionamento idrico e di acque reflue. I termini e la durata di tali contratti sono determinati in conformità con l'accordo delle parti. In caso di stipula di un contratto di fornitura di acqua fredda, di un contratto di smaltimento dell'acqua e di un contratto di fornitura e drenaggio dell'acqua fredda per un impianto in costruzione, l'abbonato è obbligato a installare contatori dell'acqua, acque reflue nel punto di connessione di questo impianto a sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) smaltimento delle acque e fognature di controllo pozzi. La modalità di approvvigionamento idrico e di raccolta delle acque reflue può differire dalla modalità specificata nelle condizioni di connessione (collegamento tecnologico) ed è definita nel contratto di fornitura di acqua fredda, nel contratto di smaltimento delle acque reflue o in un contratto di fornitura di acqua fredda e liquami per il periodo di costruzione. Dopo la messa in servizio del sito di costruzione, un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di smaltimento dell'acqua o un unico contratto di fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari deve essere concluso organizzando le reti idriche e fognarie con una persona che abbia diritti legali sui progetti di costruzione di capitale connessi alla fornitura centralizzata di acqua fredda e (o) sistemi di smaltimento dell'acqua. In questo caso, la conclusione di un contratto di fornitura di acqua fredda, un contratto di smaltimento dell'acqua o un contratto unico di fornitura di acqua fredda e di drenaggio devono essere eseguiti nei modi e nei tempi specificati nel presente Regolamento.

III. Garantire la contabilizzazione della quantità di acqua fredda fornita (ricevuta) e delle acque reflue ricevute (deviate) e monitoraggio della qualità dell'acqua fredda, della composizione e delle proprietà delle acque reflue

82. La determinazione della quantità di acqua di scarico fornita (ricevuta) e di acqua di scarico (scaricata) viene effettuata effettuando una contabilità commerciale in conformità con le regole per l'organizzazione della contabilità commerciale dell'acqua e delle acque reflue approvata dal governo della Federazione Russa.

83. Gli abbonati e le organizzazioni impegnate nel trasporto di acque reflue sono richiesti entro 1 anno dalla data di entrata in vigore del presente regolamento, dotando le proprie fognature nel sistema centralizzato di trattamento delle acque reflue con dispositivi di misurazione delle acque reflue nei seguenti casi:

Il volume stimato di acque reflue per la produzione di fognature (per le organizzazioni di transito - attraverso la rete fognaria), tenendo conto del volume stimato di acque reflue superficiali che entrano nella rete fognaria è superiore a 200 metri cubi. metri al giorno;

l'abbonato o l'organizzazione di transito utilizza le proprie fonti di approvvigionamento idrico che non sono dotate di dispositivi di misurazione dell'acqua che sono stati commissionati nel modo prescritto.

Per questa categoria di abbonati e organizzazioni di transito, è consentito non installare un dispositivo di misurazione dei liquami nei seguenti casi:

approvazione della procedura per determinare il volume di acque reflue ricevute da tale organizzazione mediante un metodo di calcolo con l'organizzazione che effettua lo smaltimento delle acque;

stabilire insieme all'organizzazione che effettua lo smaltimento dell'acqua, l'assenza della possibilità tecnica di installare un dispositivo di misurazione e firmare l'atto pertinente.

Le organizzazioni di transito impegnate in attività di trasporto di acque reflue regolamentate che sono obbligate a installare misuratori di volume delle acque reflue le fissano ai limiti della responsabilità operativa dell'organizzazione di transito e dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie (organizzazione di garanzia) attraverso reti fognarie, che sono determinate dalla base delle responsabilità (responsabilità a) sul funzionamento di questi sistemi o reti, o in un altro luogo determinato dal contratto per il trasporto di acque reflue.

84. L'abbonato e l'organizzazione di transito sono tenuti, con le modalità stabilite dal presente regolamento, a fornire l'accesso ai rappresentanti dell'organizzazione del sistema idraulico o, a sua guida, rappresentanti di un'altra organizzazione agli strumenti di misura (dispositivi di misurazione) e altri dispositivi per i seguenti scopi:

a) verifica dell'operabilità degli strumenti di misura (dispositivi di misurazione), dell'integrità dei marchi di verifica e dei sigilli di controllo e della lettura e del controllo delle letture effettuate dagli abbonati;

b) verifica, riparazione, manutenzione tecnica e di altro tipo, sostituzione di strumenti di misurazione (dispositivi di misurazione), se appartengono all'organizzazione di reti idriche e fognarie o se tale organizzazione fornisce manutenzione di tali strumenti di misurazione (dispositivi di misurazione);

c) monitoraggio delle condizioni contrattuali per la fornitura (ricevimento) di acqua fredda, accettazione (scarico) di acque reflue, compreso il controllo dello stato di approvvigionamento idrico, reti fognarie e altri oggetti del sistema centralizzato di approvvigionamento di acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua;

d) determinare il volume di acqua fredda fornita e la sua qualità;

e) determinazione del volume delle acque reflue prelevate (scaricate);

e) sigillatura dei dispositivi di misurazione dell'acqua e delle acque reflue;

g) campionamento per effettuare il controllo di qualità della produzione di acqua potabile, controllare la composizione e le proprietà delle acque reflue;

h) manutenzione delle reti di approvvigionamento idrico e fognario e delle attrezzature situate ai margini della responsabilità operativa e bilanciare la proprietà dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie;

i) redigere un rapporto di ispezione delle reti di approvvigionamento idrico e fognario di altri dispositivi e strutture collegate alle reti di approvvigionamento idrico e fognario dell'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario.

85. Il controllo sulla composizione e le proprietà delle acque reflue viene effettuato in conformità con le norme per il monitoraggio della composizione e delle proprietà delle acque reflue, approvate dal governo della Federazione Russa, e le condizioni dell'accordo di drenaggio, l'accordo unico di approvvigionamento e drenaggio dell'acqua fredda, l'accordo sul trasporto delle acque reflue.

IV. Caratteristiche di collegamento (collegamento tecnologico) a sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio

86. La connessione (collegamento tecnologico) di oggetti di costruzione del capitale, compresi l'approvvigionamento idrico e (o le reti fognarie) ai sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) il drenaggio viene effettuato secondo le modalità previste dalla legislazione sulle attività di pianificazione urbana per collegare gli oggetti di costruzione del capitale alle reti di ingegneria. supporto tecnico, tenendo conto delle caratteristiche previste dalla legge federale "Approvvigionamento idrico e smaltimento delle acque reflue" e dal presente Regolamento, sulla base di ovora sul collegamento (collegamento tecnologico) al sistema centralizzato di approvvigionamento di acqua fredda e (o) sistema di drenaggio, redatto secondo il modello di connessione (collegamento tecnologico) al sistema centralizzato di approvvigionamento di acqua fredda e (o) accordo standard sul collegamento al sistema di drenaggio centralizzato approvato dal governo Della Federazione Russa (di seguito - l'accordo di connessione). La connessione (collegamento tecnologico) al sistema centralizzato di approvvigionamento idrico e (o) smaltimento di oggetti non connessi a beni di costruzione del capitale viene effettuata con il consenso dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie o in accordo con le autorità locali secondo le modalità previste dal presente Regolamento per il collegamento (collegamento tecnologico) oggetti di costruzione capitale.

87. Nel caso in cui per la connessione (collegamento tecnologico) al sistema centralizzato di approvvigionamento idrico e (o) smaltimento dell'acqua, compreso se è necessario aumentare il carico connesso, la creazione e (o) modernizzazione (ricostruzione) di oggetti tecnologicamente correlati (adiacenti) del sistema di approvvigionamento idrico centralizzato e (o) acque reflue per garantire il carico richiesto dal richiedente, l'organizzazione delle strutture idriche e fognarie garantisce l'attuazione di tali attività da parte di altre persone che possiedono per altri motivi legali da tali oggetti, stipulando accordi di connessione con loro, per i quali agisce il richiedente.

88. Il richiedente, che intende collegare (collegamento tecnologico) dell'oggetto di costruzione del capitale al sistema centralizzato di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio, compresa la necessità di aumentare il carico connesso, contatta l'ente governativo locale che, entro 5 giorni lavorativi secondo lo schema l'approvvigionamento idrico e lo smaltimento delle acque reflue determina l'organizzazione della rete idrica e l'economia fognaria, alle strutture di cui è necessario effettuare una connessione (collegamento tecnologico e). Il governo locale, il titolare del terreno, un altro richiedente, che progetta di collegare (collegamento tecnologico) dell'oggetto di costruzione del capitale al sistema centralizzato di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio, si applica all'organizzazione delle reti idriche e fognarie con una richiesta di rilascio ) oggetto di costruzione di capitale per i sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio, determinato il massimo carico di connessione (connessione tecnologica), secondo le modalità stabilite dalle Regole per determinare e fornire le condizioni tecniche per collegare un oggetto di costruzione di capitale a reti di supporto tecnico e tecnico, approvato con risoluzione del governo della Federazione Russa del 13 febbraio 2006 n. 83 (di seguito "condizioni tecniche"). Se il richiedente ha determinato il carico di cui ha bisogno, si rivolge all'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e di drenaggio con una domanda per la conclusione di un accordo di connessione, e la suddetta domanda può essere presentata senza preventiva ricezione da parte del richiedente delle condizioni tecniche.

89. Se per la connessione (collegamento tecnologico) dell'oggetto alle reti di ingegneria e supporto tecnico, in conformità con le Regole per determinare e fornire condizioni tecniche per collegare l'oggetto di costruzione del capitale alle reti di supporto ingegneristico e tecnico, il richiedente ha ottenuto le condizioni tecniche e il tempo per che le condizioni tecniche sono state emesse, non è scaduto, l'esecutore in base all'accordo di connessione è l'organizzazione che ha emesso le condizioni tecniche, i successori legali del Questa organizzazione o organizzazione che detiene, su un diritto di proprietà o su altri motivi legali, oggetti di sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) smaltimento di acqua, per connessione (connessione tecnologica) a cui sono state rilasciate condizioni tecniche.

90. Per concludere un accordo sulla connessione e ottenere le condizioni di connessione, il richiedente invia all'organizzazione di gestione delle risorse idriche e delle acque reflue, determinata dall'autorità locale, una dichiarazione di connessione, contenente i nomi completi e abbreviati del richiedente (per le persone - cognome, nome, patronimico), la sua posizione e l'indirizzo postale, il nome dell'oggetto connesso e il numero catastale del terreno su cui si trova l'oggetto connesso, i dati sul carico totale connesso con la traccia dell'applicazione atti costitutivi:

a) copie di documenti costitutivi, nonché documenti attestanti l'autorità della persona che ha firmato la domanda;

b) copie notarili di documenti di titolo per il terreno;

c) un piano situazionale per la localizzazione dell'oggetto con riferimento al territorio dell'insediamento;

d) la carta topografica del sito in scala 1: 500 (con tutte le comunicazioni e gli impianti terrestri e sotterranei), coordinata con le organizzazioni operative;

e) informazioni sui tempi di costruzione (ricostruzione) e messa in servizio dell'oggetto in costruzione (ricostruito);

e) il bilancio del consumo di acqua e del drenaggio dell'oggetto collegato con l'indicazione dello scopo di utilizzare l'acqua fredda e la distribuzione del volume del carico connesso in base allo scopo d'uso, inclusi soppressione incendi, fabbisogno periodico, riempimento e svuotamento piscine, ricezione di acque reflue superficiali;

g) informazioni sulla composizione e le proprietà delle acque reflue, programmate per lo smaltimento in un sistema fognario centralizzato;

h) informazioni sullo scopo dell'oggetto, altezza e numero di piani di edifici, strutture, strutture.

Se il richiedente ha precedentemente fornito l'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario con tali documenti al ricevimento delle condizioni di connessione e le informazioni contenute in questi documenti non sono cambiate, non è richiesta la ritrasferimento dei documenti dalla stessa organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario.

91. L'organizzazione degli impianti di approvvigionamento idrico e fognario entro 10 giorni lavorativi esamina i documenti ricevuti e verifica la conformità con l'elenco di cui al paragrafo 90 del presente Regolamento e la conformità del bilancio di consumo di acqua e smaltimento dell'acqua allo scopo dell'oggetto, altezza e numero di piani di edifici, strutture e strutture. L'organizzazione del settore idrico determina quale impianto (sezione di rete) del sistema centralizzato di approvvigionamento e / o drenaggio dell'acqua fredda deve essere collegato (collegamento tecnologico) e valuta le possibilità tecniche di collegamento (collegamento tecnologico) e la disponibilità di misure che forniscono tale capacità tecnica, programma di investimento dell'organizzazione.

92. Nel caso in cui i documenti presentati siano incompleti o il bilancio di consumo di acqua e acque reflue non corrisponda allo scopo dell'oggetto, l'altezza e il numero di piani di edifici, strutture e strutture, l'organizzazione di approvvigionamento idrico e strutture di drenaggio, rifiuta il richiedente di accettare i documenti a titolo oneroso e li restituisce al richiedente entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione di tali documenti. indicando i motivi del rifiuto di prendere in considerazione, tra cui l'invio delle proposte del richiedente per l'adeguamento del bilancio del consumo di acqua e del drenaggio i.

93. Nel caso in cui l'organizzazione della rete idrica e delle acque reflue che effettua la connessione (collegamento tecnologico) dell'oggetto del richiedente non sia un'organizzazione garante, tale organizzazione è obbligata a coordinare la connessione (connessione tecnologica) con l'organizzazione garante per quanto riguarda la disponibilità di capacità tecniche per la connessione (connessione tecnologica) e con l'organizzazione di impianti idraulici, che è direttamente collegato all'acqua e (o) alle fogne Queste reti dell'organizzazione di approvvigionamento idrico e fognatura. Entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione della domanda, l'organizzazione e l'organizzazione di garanzia della gestione idrica e fognaria, a cui sono direttamente collegate le reti idriche e le reti fognarie, devono concordare la connessione (collegamento tecnologico) o la fornitura alla rete idrica e alla gestione delle acque reflue dell'assenza di connettività tecnica ( collegamento tecnologico), nonché l'assenza di misure che forniscano tale opportunità tecnica, nell'investimento Noah garantisce l'organizzazione.

94. In caso di accettazione dei documenti del richiedente per considerazione e disponibilità di connettività tecnica (connessione tecnologica), nonché sulla disponibilità di misure nei programmi di investimento delle organizzazioni di approvvigionamento idrico e fognario che forniscono connettività tecnica (collegamento tecnologico), l'organizzazione del settore idrico e fognario 30 giorni di calendario invia al richiedente un accordo di connessione firmato con allegato delle condizioni di connessione (tecnologico risoedineniya) e calcolo del contributo di allacciamento (collegamento alla rete).

95. Le condizioni tecniche per la connessione (collegamento tecnologico) al sistema centralizzato di approvvigionamento di acqua fredda dovrebbero includere:

a) il periodo di validità delle condizioni di connessione (connessione tecnologica);

b) punto di connessione (collegamento tecnologico) (indirizzo, coordinate);

c) i requisiti tecnici per i progetti di costruzione di capitali del richiedente, compresi i dispositivi e le strutture per la connessione (collegamento tecnologico), nonché le misure eseguite dal richiedente per la connessione (collegamento tecnologico);

d) testa libera garantita nel punto di connessione (collegamento tecnologico) e segno geodetico della parte superiore della condotta;

e) consentito il ritiro del volume di acqua fredda e il consumo di acqua (fornitura);

e) requisiti per l'installazione di contatori dell'acqua e di un dispositivo di misurazione (i requisiti per un contatore dell'acqua non dovrebbero contenere indicazioni di determinate marche di strumenti e metodi di misurazione);

g) i requisiti per garantire la conformità alle condizioni di sicurezza antincendio e per fornire i costi stimati di acqua fredda per la lotta antincendio;

h) un elenco di misure per l'uso razionale dell'acqua fredda, che è di natura consultiva;

i) i confini della responsabilità operativa per le reti di approvvigionamento idrico dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie e del richiedente.

96. Le condizioni tecniche per la connessione (collegamento tecnologico) al sistema di acque reflue centralizzato dovrebbero includere:

a) il periodo di validità delle condizioni di connessione (connessione tecnologica);

b) punto di connessione (connessione tecnologica) (indirizzo, numero del pozzo o telecamera, coordinate);

c) i requisiti tecnici per i progetti di costruzione di capitali del richiedente, compresi i dispositivi e le strutture per la connessione (collegamento tecnologico), nonché le misure eseguite dal richiedente per la connessione (collegamento tecnologico);

d) marchi di vassoi nei luoghi di connessione (connessione tecnologica);

e) norme per lo smaltimento delle acque, requisiti per la composizione e le proprietà delle acque reflue, modalità di scarico delle acque reflue;

e) requisiti per i dispositivi di campionamento e contabilità del volume e delle proprietà delle acque reflue (i requisiti per gli strumenti per la registrazione del volume delle acque reflue non dovrebbero contenere indicazioni di talune marche di strumenti e metodi di misurazione);

g) requisiti per ridurre gli scarichi di acque reflue, inquinanti, altre sostanze e microrganismi che devono essere considerati in termini di riduzione degli scarichi;

h) i confini della responsabilità operativa per le reti di smaltimento delle acque dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie e del richiedente.

97. L'accordo di connessione è pubblico per le organizzazioni di approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari.

98. L'applicazione da parte del richiedente della tassa di connessione (connessione tecnologica) nell'ambito dell'accordo di connessione viene effettuata nel seguente ordine:

a) il 15% della tariffa di connessione (connessione tecnologica) viene pagato entro 15 giorni dalla data di conclusione del contratto di connessione;

b) il 50 percento della tassa di connessione (connessione tecnologica) viene pagato entro 90 giorni dalla data di conclusione del contratto di connessione, ma non oltre la data di connessione effettiva (connessione tecnologica);

c) il 35% della tariffa di connessione (connessione tecnologica) viene effettuato entro 15 giorni dalla data di firma delle parti dell'atto di adesione, fissando la disponibilità tecnica a fornire risorse alle strutture del cliente, ma non oltre il rispetto delle condizioni per la fornitura di risorse e (o) scarico (ricezione) dei rifiuti acqua.

Se il termine per la connessione effettiva dell'oggetto del richiedente non è rispettato a causa delle azioni del richiedente (inazione) e dell'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario, tutte le misure necessarie per creare la connessione tecnica (connessione tecnologica) e l'effettiva connessione dell'evento sono completate, la quota restante della tassa viene pagata dal richiedente entro e non oltre la scadenza connessione (connessione tecnologica) sotto il contratto di connessione.

Nel caso in cui il richiedente non adempia o adempia indebitamente gli obblighi di pagamento, l'organizzazione del settore idraulico ha diritto a richiedere al ricorrente di pagare una penale dell'importo dovuto per ogni giorno di ritardo dell'importo di un doppio tasso di rifinanziamento (tasso di sconto) della Banca Centrale della Federazione Russa stabilito il giorno della richiesta corrispondente.

99. Il progetto di accordo sulla connessione deve essere firmato dal richiedente entro 30 giorni di calendario dalla sua ricezione dall'organizzazione del sistema idraulico. Per concludere un accordo sulla connessione dopo la scadenza di questo periodo, ma durante il periodo delle condizioni tecniche, il richiedente è autorizzato a ripresentare la connessione (collegamento tecnologico) all'organizzazione delle reti idriche e fognarie, mentre ripresenta i documenti stabiliti al paragrafo 90 del presente Regolamento, l'organizzazione di impianti idraulici, se le circostanze effettive nel giorno di presentazione di una nuova applicazione rispetto a quelle specificate nel documento precedentemente presentato ah non sono cambiati e sono rilevanti il ​​giorno della nuova presentazione, non richiesto.

L'organizzazione della fornitura di acqua e delle strutture igienico-sanitarie presenta al richiedente una bozza di accordo firmato sulla connessione entro 20 giorni dalla data di ricevimento del secondo appello.

100. La ricorrente firma 2 copie del progetto di accordo sulla connessione e invia 1 copia all'organizzazione del settore idraulico con allegato di documenti che confermano l'autorità della persona che ha firmato il contratto di connessione, se tali documenti non sono stati precedentemente presentati.

101. In assenza di connettività tecnica (connessione tecnologica) a causa della mancanza di capacità gratuita (capacità di reti e impianti) e in assenza di una capacità di riserva per la produzione della risorsa appropriata richiesta per l'approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio, e in assenza di misure di investimento nel programma di investimento fornitura di connettività tecnica (connessione tecnologica), un'organizzazione che fornisce acqua fredda e (o) drenaggio entro 30 giorni dalla data di ricevimento della domanda, il richiedente si rivolge all'autorità esecutiva autorizzata della Federazione russa (ente governativo locale - nel caso del trasferimento di autorità per approvare programmi di investimento) con una proposta da includere nelle attività del programma di investimento che forniscono connettività tecnica (connessione tecnologica ) capitale sociale della ricorrente, sulla costituzione di una tassa individuale di connessione (connessione tecnologica) e sulla contabilità dei costi associati alla connessione (connessione tecnologica), quando si impostano le tariffe di questa organizzazione per il prossimo periodo di regolazione.

Nel caso in cui non vi siano tariffe per la connessione (connessione tecnologica) approvate dal richiedente alla data della domanda, ma con l'inclusione di misure per aumentare la capacità e la capacità della rete di ingegneria e supporto tecnico nel programma di investimenti approvato di approvvigionamento idrico e fognature, concludere un accordo su la connessione viene posticipata fino alla definizione delle tariffe specificate.

102. L'organo esecutivo autorizzato di un ente costitutivo della Federazione Russa (un ente governativo locale - in caso di trasferimento di poteri per approvare programmi di investimento), entro 30 giorni dalla data di ricevimento della richiesta specificata nel paragrafo 101 del presente Regolamento, considera tale appello e decide di includere nelle attività del programma di investimento fornendo la connettività tecnica (collegamento tecnologico), l'applicazione della tariffa per la connessione (connessione tecnologica) o individualmente costi di connessione (connessione tecnologica) e determina i bisogni finanziari necessari per garantire la connettività tecnica (connessione tecnologica), o decide di rifiutare di includere tali attività nel programma di investimento, giustificando la decisione presa e invia una notifica della decisione all'organizzazione che attua fornitura di acqua fredda e (o) drenaggio.

103. Se l'organo esecutivo autorizzato di un'entità costituente della Federazione Russa (un ente governativo locale - nel caso del trasferimento di autorità per approvare i programmi di investimento) decide di includere nelle attività del programma di investimento che forniscono connettività tecnica (connessione tecnologica), le esigenze finanziarie dell'organizzazione che fornisce acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua necessario per fornire connettività tecnica (connessione tecnologica n), vengono presi in considerazione al momento di stabilire una tariffa di connessione individuale (connessione tecnologica) o tariffe di tale organizzazione per il successivo periodo di regolazione, il tempo necessario per effettuare la connessione (collegamento tecnologico) è fissato in base alle scadenze per il completamento di tali attività.

104. L'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario deve inviare al richiedente un progetto di accordo di connessione e condizioni di connessione (collegamento tecnologico) entro e non oltre 10 giorni lavorativi dopo aver apportato modifiche al programma di investimento e determinare la quantità di costi di connessione (connessione tecnologica).

105. Il progetto di contratto di connessione deve essere firmato dal richiedente entro 30 giorni dalla sua ricezione dall'organizzazione del sistema idraulico. Se il richiedente non ha presentato un contratto di connessione firmato entro un determinato periodo o una proposta di modifica del contratto di connessione presentato nella misura in cui ciò non è in contrasto con le disposizioni della legge federale "Approvvigionamento idrico e drenaggio", le presenti Regole e i termini di un accordo standard approvato dal governo della Federazione Russa ( in relazione ai termini del contratto, determinati dall'organizzazione delle reti idriche e fognarie e dal richiedente), l'organizzazione degli impianti di approvvigionamento idrico e fognario ha diritto a:

a) rifiutare di firmare il contratto di connessione;

b) estendere il periodo di tempo per effettuare una connessione (connessione tecnologica) prevista dal contratto di connessione;

c) inviare all'autorità esecutiva di un'entità costituente della Federazione Russa (un ente governativo locale - nel caso del trasferimento di autorità per approvare i programmi di investimento) proposte per escludere le misure dal programma di investimento che forniscono connettività tecnica (connessione tecnologica), o modificando i tempi di tali misure.

106. Collegamento (collegamento tecnologico) di oggetti di costruzione del capitale, compresa la fornitura di acqua e (o) reti fognarie del richiedente, ai sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) drenaggio se c'è una connessione sul collegamento tecnico (connessione tecnologica) il giorno della conclusione dell'accordo sulla connessione un periodo che non può superare i 18 mesi dalla data della conclusione del contratto di connessione, se non sono specificati periodi più lunghi nella domanda del richiedente.

V. Tipi di sistemi centralizzati di depurazione e caratteristiche delle acque reflue in essi

107. A seconda del loro scopo, i sistemi di acque reflue sono suddivisi nei seguenti tipi:

a) sistemi centralizzati di depurazione domestica progettati per l'accoglienza, il trasporto e il trattamento delle acque reflue derivanti dall'attività domestica della popolazione (di seguito: acque reflue domestiche);

b) sistemi centralizzati di drenaggio delle acque piovane progettati per ricevere, trasportare e pulire le acque reflue superficiali;

c) sistemi centralizzati di trattamento delle acque reflue per tutto l'acqua progettati per ricevere, trasportare e depurare i liquami domestici e le acque reflue di superficie;

d) sistemi centralizzati di drenaggio combinato progettati per il ricevimento, il trasporto e il trattamento di acque reflue domestiche e acque di scarico superficiali, costituiti da sistemi di smaltimento di acque reflue domestiche, acque piovane e acque reflue.

108. La deviazione (accoglienza) nel sistema centralizzato di smaltimento delle acque reflue degli abbonati impegnati in attività economiche è consentita, se esiste una possibilità tecnica di ricevere, trasportare e trattare tali acque reflue, che è anche determinata sulla base dei risultati di un'indagine tecnica del sistema centralizzato di acque reflue, nonché informazioni sulla composizione e proprietà di abbonato di acque reflue. La valutazione della fattibilità tecnica viene effettuata alla conclusione dell'accordo di connessione, contratto di smaltimento delle acque, un unico contratto per la fornitura di acqua fredda e servizi igienico-sanitari. La detrazione (ricevimento) in un sistema centralizzato di smaltimento delle acque reflue di abbonati obbligati a utilizzare strutture di trattamento locali in conformità con il presente Regolamento è consentita solo se tali abbonati forniscono il trattamento delle acque reflue prima di essere dirottati verso un sistema di drenaggio centralizzato utilizzando strutture di trattamento locali di proprietà degli abbonati.

109. La deviazione (ricezione) in sistemi centralizzati di acque piovane per le acque reflue domestiche e i rifiuti domestici liquidi è vietata.

110. La deviazione (ricezione) delle acque di scarico superficiali in un sistema centralizzato di trattamento delle acque reflue domestiche è consentita, se tecnicamente possibile, per ricevere, trasportare e depurare tali acque reflue.

VI. Prevenire l'impatto negativo sul funzionamento dei sistemi centralizzati di acque reflue

111. Gli abbonati sono tenuti a rispettare i requisiti per la composizione e le proprietà delle acque reflue scaricate nel sistema centralizzato di acque reflue stabilito dal presente regolamento, al fine di prevenire l'impatto negativo delle acque reflue sul funzionamento del sistema centralizzato di trattamento delle acque reflue.

112. Lo scarico (ricezione) da parte degli abbonati di sistemi centralizzati di smaltimento delle acque reflue contenenti sostanze (materiali) che possono comportare le seguenti conseguenze negative inaccettabili che minacciano l'esecuzione dei sistemi fognari è vietato:

a) danni a strutture di sistemi fognari centralizzati e violazione delle loro modalità operative, anche per i seguenti motivi:

effetti dannosi corrosivi, abrasivi o meccanici su reti fognarie, altre strutture e attrezzature;

istruzione nelle reti fognarie e negli impianti di smaltimento delle acque reflue di miscele di gas-vapore-aria pericolose, esplosive e tossiche;

violazione dei processi di trattamento biologico delle acque reflue negli impianti di trattamento delle acque reflue del sistema centralizzato di depurazione, anche a causa della presenza nelle acque reflue di sostanze persistenti, tossiche e bioaccumulative che non sono suscettibili di trattamento;

b) violazione dell'affidabilità e funzionamento ininterrotto del sistema di drenaggio centralizzato, anche a causa della riduzione della sezione trasversale di lavoro delle reti e del verificarsi di ostacoli al flusso di acqua;

c) la creazione di condizioni per causare danni alla salute del personale che serve i sistemi di drenaggio centralizzato;

d) impossibilità di smaltimento dei fanghi di depurazione con metodi sicuri per l'ambiente.

113. Le acque reflue scaricate in sistemi fognari centralizzati non devono contenere inquinanti vietati per lo scarico in un sistema fognario centralizzato, secondo l'elenco in conformità con l'Appendice n. 2 e sostanze vietate per l'uso nella Federazione Russa, comprese quelle ratificate dalla Federazione Russa agisce.

114. La composizione e le proprietà delle acque reflue prelevate (scaricate) in sistemi fognari centralizzati devono essere conformi agli indicatori normativi delle proprietà generali delle acque reflue e alle concentrazioni ammissibili di inquinanti nelle acque reflue approvate per lo scarico nel sistema centralizzato di acque reflue, previsto nell'appendice n. 3.

115. Le acque reflue contenenti contaminazione radioattiva e batterica, come previsto nell'appendice 2 del presente regolamento, devono essere disinfettate e disinfettate dall'abbonato prima di essere scaricate nel sistema centralizzato di smaltimento delle acque reflue.

116. Gli abbonati sono obbligati a disporre e a gestire correttamente gli impianti di trattamento delle acque reflue locali e forniscono un trattamento preliminare delle acque reflue scaricate nel sistema fognario centralizzato, se gli abbonati sono assegnati alle categorie di abbonati definiti dal governo della Federazione russa, per i cui impianti gli standard per gli scarichi ammissibili di inquinanti e altri sostanze e microrganismi, o presso i siti dei clienti, i processi di produzione sono eseguiti secondo l'elenco in conformità con l'Appendice n. 4.

Gli abbonati specificati in questo paragrafo che non dispongono di strutture di trattamento locali sono obbligati a garantire la loro costruzione (creazione) entro 2 anni dall'entrata in vigore del presente Regolamento, a meno che il piano non preveda un periodo diverso per ridurre gli scarichi delle acque reflue nelle strutture di tale abbonato.

117. È vietato realizzare indicatori standard della composizione e delle proprietà delle acque reflue diluendo tali acque reflue con acque pulite regolamentari (la composizione e le proprietà delle quali rispettano le norme stabilite per lo scarico ammissibile di inquinanti e microrganismi e / o requisiti stabiliti al fine di prevenire l'impatto negativo sul funzionamento dei sistemi centralizzati smaltimento dell'acqua), così come bere e altra acqua.

VII. La procedura per determinare le dimensioni e la procedura per la compensazione delle spese dell'organizzazione delle reti idriche e degli impianti di depurazione quando gli abbonati smaltiscono le acque reflue che hanno un impatto negativo sul lavoro del sistema centralizzato di acque reflue

118. Nel caso in cui le acque reflue prelevate da un abbonato ad un sistema centralizzato di acque reflue contengano sostanze inquinanti, altre sostanze e microrganismi che influenzano negativamente il funzionamento di tale sistema e non soddisfino i requisiti di cui ai paragrafi 113 e 114 del presente Regolamento, l'abbonato deve compensare l'organizzazione che attua smaltimento delle acque reflue, costi associati all'impatto negativo delle acque reflue sul lavoro del sistema di drenaggio centralizzato (di seguito - la tassa per l'impatto negativo sul lavoro del sistema centralizzato noi fognatura), nei modi e quantità come definito nel presente regolamento.

119. Gli abbonati su base trimestrale (non oltre il 10 del mese successivo al trimestre di segnalazione) presentano all'organizzazione che effettua il drenaggio, il calcolo delle commissioni per l'impatto negativo sul funzionamento del sistema di drenaggio centralizzato utilizzando la formula di cui al paragrafo 123 del presente Regolamento, sotto forma di in base all'appendice n. 5. La quota è pagata dall'abbonato su base mensile sulla base delle fatture emesse dall'organizzazione che si occupa dello smaltimento delle acque. Allo stesso tempo, il volume delle acque reflue è preso in considerazione in conformità con i termini dei contratti conclusi.

Se l'abbonato non riesce a presentare un pagamento per l'impatto negativo sul funzionamento del sistema centralizzato di acque reflue, il pagamento viene calcolato dall'organismo che effettua l'acqua di scarico, sulla base di una dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue. Se l'abbonato non riesce a presentare un pagamento per l'impatto negativo sul funzionamento del sistema di acque reflue centralizzato e una dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue, il pagamento viene calcolato dall'organizzazione che effettua l'acqua di scarico, in base ai risultati dei campioni di controllo delle acque reflue.

120. Se, in base ai risultati del controllo effettuato dall'organizzazione che effettua lo smaltimento delle acque reflue, è stato registrato uno scarico di acque reflue in violazione dei requisiti di cui al paragrafo 113 della presente regolamentazione, nonché uno scarico salvo (scarico di inquinanti nella composizione di acque reflue superiore a più di 20 volte gli standard stabiliti) e requisiti), la dimensione della tassa per un impatto negativo sul lavoro del sistema centralizzato di acque reflue è determinata dalla formula:

P - l'importo del pagamento per l'impatto negativo sul lavoro del sistema di drenaggio centralizzato che deve essere pagato dal sottoscrittore, esclusa l'imposta sul valore aggiunto (rubli). La tassa è pagata dal sottoscrittore dell'organizzazione che effettua il trattamento delle acque reflue, nei termini e nella procedura stabiliti dagli accordi sulla base dei quali l'abbonato effettua il drenaggio;

* - il coefficiente di compensazione, che è 5 in caso di violazione primaria, in caso di ripetute violazioni durante l'anno dal momento della precedente violazione - 10, in successive violazioni durante l'anno - 25;

T - tariffa per lo smaltimento delle acque, valida per l'abbonato, esclusa l'imposta sul valore aggiunto (rubli / metri cubi);

Q è il volume di acque reflue scaricate dall'abbonato per il mese di calendario in cui la scarica di scarichi di inquinanti o lo scarico di sostanze è registrata in violazione dei requisiti di cui al paragrafo 113 del presente regolamento (metri cubi).

121. Nel caso in cui un abbonato scarichi acque luride in violazione dei requisiti di cui ai paragrafi 112 e 113 del presente Regolamento, l'abbonato è inoltre tenuto a risarcire integralmente il danno reale causato dalla distruzione di strutture, strutture e attrezzature del sistema centralizzato di fognatura e interruzione dell'impianto di trattamento, si è verificato a seguito di violazioni commesse dal sottoscrittore. Inoltre, se lo scarico di acque reflue di un abbonato ha causato un malfunzionamento dell'impianto di trattamento e scarichi eccessivi di acque reflue in un corpo idrico, l'abbonato è tenuto a compensare i costi aggiuntivi sostenuti dall'organizzazione dell'organizzazione di trattamento delle acque reflue entro 10 giorni lavorativi dalla data della richiesta scritta. scarico eccessivo di acque luride e danni causati a un corpo idrico determinati e raccolti secondo la procedura stabilita dalla legislazione della Federazione russa in materia di protezione ambientale.

122. Nel caso di scarico di scarico di acque reflue, l'abbonato è tenuto a notificare all'organizzazione che effettua la fognatura entro un'ora circa un tale evento.

123. Nel caso in cui un abbonato scarichi acque luride in violazione dei requisiti stabiliti dal paragrafo 114 del presente Regolamento, l'importo del pagamento per l'impatto negativo sul funzionamento del sistema centralizzato di fognatura in termini di superamento della concentrazione ammissibile di un inquinante senza considerare l'imposta sul valore aggiunto (sostanze) e le norme per le proprietà delle acque reflue l'acqua è determinata dalla formula:

FCi - la concentrazione effettiva dell'inquinante i-esimo o l'indicatore effettivo delle proprietà delle acque reflue dell'abbonato nella dichiarazione della composizione e proprietà delle acque reflue, nel calcolo della tariffa prevista nell'appendice 5, o nel campione di controllo delle acque reflue dell'abbonato, selezionato dall'organizzazione che effettua il drenaggio (mg / cubico dm). Se l'abbonato ha più scarichi nel sistema di drenaggio e non ci sono dispositivi di misurazione delle acque reflue per loro, il valore medio della concentrazione di inquinanti (indicatore delle proprietà dei liquami) su varie emissioni eccedenti i requisiti stabiliti dal paragrafo 114 delle presenti Norme è preso come valore di FCi;

DKi è la concentrazione ammissibile dell'inquinante i-esimo o l'indicatore ammissibile delle proprietà delle acque reflue previste nell'appendice n. 3 del presente regolamento (mg / cubic dm). Se il valore di FCi in termini di idrogeno è compreso tra 5 e 6,5, quando si calcola la carica, si assume che il valore di DKi sia 6,5, se è da 9 a 10, si assume che sia 9;

T - tariffa per lo smaltimento delle acque, valida per l'abbonato, esclusa l'imposta sul valore aggiunto (rubli / metri cubi);

Q è il volume di acque reflue scaricate dall'abbonato per il periodo dal rilevamento del superamento dei requisiti stabiliti dalla clausola 114 delle presenti norme al successivo campionamento da parte dell'organizzazione che effettua la rete fognaria, ma non più di 3 mesi di calendario. Allo stesso tempo, il volume delle acque reflue viene preso in considerazione dall'inizio del mese di calendario, in cui viene registrato l'eccesso, indipendentemente dalla data di selezione dei campioni di controllo. L'importo massimo di pagamento calcolato in conformità con questa clausola è pari a 10 volte il tasso di smaltimento delle acque reflue, esclusa l'imposta sul valore aggiunto moltiplicata per la quantità totale di acque reflue scaricate dall'abbonato per il periodo specificato nella presente clausola.

Se nel campione di controllo delle acque reflue selezionato dall'organizzazione che effettua il trattamento delle acque reflue, il valore FKi per qualsiasi indicatore è maggiore del valore dichiarato dall'abbonato nella dichiarazione sulla composizione e le proprietà del liquame scaricato nel sistema fognario centralizzato, o nel calcolo dell'impatto negativo per il lavoro del sistema di fognatura centralizzato, previsto nell'appendice n. 5 del presente regolamento, l'organizzazione che effettua lo smaltimento dell'acqua, ricalcola il pagamento.

VIII. Procedura di invio degli abbonati per la composizione e le proprietà delle acque reflue

124. Al fine di garantire il controllo sulla composizione e le proprietà delle acque reflue, gli abbonati per i quali sono stabiliti standard per gli scarichi ammissibili, nonché gli abbonati impegnati in attività connesse alla produzione e alla lavorazione di prodotti, con rilasci indipendenti a un sistema di drenaggio centralizzato, la quantità media giornaliera di acque reflue (prelevate) acque con oggetti di oltre 30 metri cubi. metri al giorno in totale per tutte le emissioni dal sito industriale, sono tenuti a presentare all'organizzazione delle strutture idriche e fognarie una dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue dalla data di approvazione di tali norme.

125. La dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue caratterizza la composizione e le proprietà delle acque reflue, che l'abbonato alloca al sistema di drenaggio centralizzato e i parametri che si impegna a osservare durante il periodo di dichiarazione, che è di almeno un anno. La dichiarazione può prevedere scarichi eccessivi di sostanze inquinanti, ma non può prevedere scarichi di sostanze e microrganismi vietati per l'uso e (o) scarichi nel sistema centralizzato di smaltimento delle acque reflue, o salvo scarico di liquami.

126. La dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue, nonché le modifiche alla dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue, sono approvate dal responsabile della persona giuridica, dal singolo imprenditore o dalle persone da questi autorizzate.

127. Una dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue per il prossimo anno viene presentata prima del 1 luglio dell'anno precedente all'organizzazione delle strutture di approvvigionamento idrico e igienico-sanitario e degli enti territoriali dell'organo esecutivo federale che esercita la supervisione ambientale statale (solo per abbonati normalizzati). Dopo aver presentato una dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue, l'abbonato ha il diritto di apportare modifiche in qualsiasi momento, notificando l'organizzazione che effettua il drenaggio in qualsiasi modo che permetta di determinare in modo affidabile l'organizzazione che drena le informazioni e l'autorità corrispondente della persona che apporta modifiche alla dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue.

Dopo aver informato l'abbonato delle misure per controllare la composizione e le proprietà delle acque reflue e il campionamento delle acque reflue, non è consentito apportare modifiche alla dichiarazione sulla composizione e sulle proprietà delle acque reflue.

128. La dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue contiene:

a) informazioni sull'abbonato (il nome completo ufficiale dell'abbonato è un'entità giuridica, i dettagli del contratto in base al quale l'abbonato scarica i liquami, le informazioni sulle strutture dell'abbonato per le quali sono stabilite le norme per gli scarichi ammissibili di inquinanti, altre sostanze e microrganismi);

b) norme per gli scarichi ammissibili e limiti agli scarichi (se esistenti);

c) i requisiti per la composizione e le proprietà delle acque reflue, stabiliti al fine di prevenire un impatto negativo sul funzionamento dei sistemi di fognatura centralizzati;

d) concentrazioni di inquinanti che hanno un impatto negativo sull'ambiente e il funzionamento di sistemi centralizzati di depurazione scaricati (progettati per essere dirottati) dall'abbonato al sistema fognario centralizzato, con l'indicazione di indicatori che non soddisfano gli standard, i limiti e altri requisiti stabiliti;

e) lo schema delle reti fognarie in loco con indicazione dei pozzi che si collegano al sistema centralizzato di fognatura e ai pozzi di controllo delle fognature.

129. Se sono presenti più scarichi nel sistema centralizzato di smaltimento delle acque reflue, la composizione media e le proprietà delle acque reflue per ciascuna di queste emissioni sono indicate nella dichiarazione di composizione e proprietà delle acque reflue.

130. L'organizzazione del settore idraulico è obbligata entro 3 giorni lavorativi dal ricevimento di una dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue dall'abbonato standardizzato o dall'invio agli enti territoriali dell'organo esecutivo federale che svolge la supervisione ambientale dello Stato.

IX. La procedura per la presentazione agli enti territoriali dell'organo esecutivo federale, la supervisione ambientale dello Stato, le informazioni sui cambiamenti nella composizione e le proprietà delle acque reflue alle autorità territoriali dell'organo esecutivo federale

131. Nei casi in cui l'abbonato supera gli standard per scarichi o limiti consentiti per gli scarichi, l'organizzazione della gestione delle risorse idriche e fognarie informa gli enti territoriali competenti dell'organo esecutivo federale che esercita la supervisione ambientale statale presso le sedi dell'abbonato, entro 24 ore dal ricevimento delle analisi dei campioni di acque reflue. selezionato dalle reti fognarie dell'abbonato e notifica all'abbonato la violazione della dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue ysheniya questi standard e limiti.

Secondo l'analisi dei campioni prelevati dalla rete fognaria dell'abbonato dall'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario, o in base ai risultati di un audit effettuato dall'organo esecutivo federale che esercita la supervisione ambientale statale, se l'abbonato ha superato gli standard per gli scarichi ammissibili oi limiti di emissione secondo le modalità prescritte dalla legge Federazione, il costo addizionale del canone di abbonamento per l'impatto negativo sull'ambiente (in termini di commissioni per sat inquinanti di rugiada, altre sostanze e microrganismi nei corpi idrici superficiali, corpi idrici sotterranei e bacini idrografici), il danno causato all'ambiente è compensato e il calcolo del calcolo delle tariffe per l'impatto negativo sull'ambiente (scarichi di inquinanti, altre sostanze e microrganismi in corpi idrici superficiali, corpi idrici sotterranei e bacini idrografici) dell'organizzazione che effettua lo smaltimento dell'acqua per il periodo di riferimento pertinente, tenendo conto delle eccezioni a questo un paio di volumi e masse di sostanze e microrganismi che entravano nel sistema di drenaggio centralizzato da un tale abbonato.

132. L'organizzazione dell'approvvigionamento idrico e della gestione delle acque reflue degli enti territoriali dell'organo esecutivo federale che esercita la supervisione ambientale statale viene effettuata inviando a tali autorità documenti attestanti che l'abbonato ha superato le norme relative agli inquinanti, alle altre sostanze e ai microrganismi stabiliti dall'abbonato o ai limiti degli scarichi a tra cui:

a) una dichiarazione sulla composizione e le proprietà delle acque reflue;

b) risultati di analisi di campioni di acque reflue prelevati dalle reti fognarie dell'abbonato.

133. I documenti presentati dall'organizzazione delle strutture idriche e fognarie agli enti territoriali dell'organo esecutivo federale che esercita la supervisione ambientale dello Stato devono essere firmati da una persona autorizzata dell'organizzazione delle strutture idriche e fognarie.

134. Nel caso in cui entro 24 ore dal ricevimento delle analisi dei campioni di acque reflue prelevate dalle reti fognarie dell'abbonato, l'organizzazione degli impianti di approvvigionamento idrico e fognario non può sottomettersi agli enti territoriali dell'organo esecutivo federale che esercita la supervisione ambientale statale specificata nei paragrafi 132 e 133 dei presenti documenti normativi, l'informazione di tali organismi è effettuata in ogni modo possibile (fax, messaggio telefonico, notifica nella rete di informazione e di telecomunicazione "Inter no "e altri.) con la spedizione immediata simultanea di questi documenti su carta.

X. La procedura per stabilire le norme per gli abbonati in termini di acque reflue scaricate in sistemi centralizzati di smaltimento delle acque reflue, monitorandone il rispetto e determinando l'ammontare delle tariffe degli abbonati se tali norme non vengono rispettate.

135. Gli standard per il volume delle acque reflue scaricate nel sistema centralizzato di smaltimento delle acque reflue sono stabiliti per gli abbonati, ad eccezione degli abbonati con un volume di acque reflue dirottate (escluse le acque di scarico superficiali) inferiori a 50 metri cubi. metri al giorno in media per l'anno civile passato e le associazioni di proprietari di case, edilizia abitativa, cooperative abitative, altre cooperative di consumatori specializzate, organizzazioni di gestione impegnate nella gestione di condomini.

136. Gli standard di smaltimento delle acque sono stabiliti per gli abbonati dai governi locali tenendo conto:

a) la capacità del sistema centralizzato di smaltimento dell'acqua per il trasporto e il trattamento delle acque reflue;

b) le condizioni stabilite dall'organizzazione che effettua lo smaltimento delle acque nella decisione sulla concessione di un corpo idrico per l'uso (in termini di scarico delle acque reflue), fatto dagli organi esecutivi del potere statale o dai governi locali in conformità con la legislazione della Federazione Russa.

137. La capacità del sistema centralizzato di fognatura per il trasporto e il trattamento delle acque reflue (compresi i bacini di depurazione separati) è determinata sulla base dei risultati di un'indagine tecnica sul sistema centralizzato di depurazione. Se, in base ai risultati dell'ispezione tecnica, vengono superati limiti regolari per la capacità di trasporto delle acque reflue della rete fognaria, con conseguente immissione di acque reflue non trattate nell'ambiente o limiti per gli impianti di trattamento delle acque reflue per purificare le acque reflue degli abbonati in base agli standard e ai requisiti stabiliti, fornitura di acqua e fognature Non ha il diritto di aumentare gli standard di scarico dell'acqua per gli abbonati che scaricano acque reflue nel sistema specificato.

138. Gli standard di smaltimento dell'acqua sono stabiliti per l'intero volume di acque reflue scaricate dagli abbonati in sistemi di fognatura centralizzati dopo l'utilizzo di acqua proveniente da tutte le fonti di approvvigionamento idrico (acqua potabile, acqua calda e tecnica da un'organizzazione di fornitura di calore).

Il periodo di validità dello standard di drenaggio è di 5 anni.

139. Gli standard di scarico dell'acqua sono calcolati tenendo conto dei piani per ridurre gli scarichi sviluppati dagli abbonati in conformità con le disposizioni della legge federale "Approvvigionamento idrico e smaltimento delle acque reflue".

140. L'organizzazione degli impianti di approvvigionamento idrico e delle acque reflue nel calcolo della norma per lo scarico dell'acqua di un abbonato ha il diritto di ispezionare l'approvvigionamento idrico e gli impianti di smaltimento dell'acqua di un abbonato con la stesura di un rapporto di ispezione appropriato e richiedere ulteriori informazioni all'abbonato, compreso un piano per ridurre gli scarichi degli abbonati.

141. L'organizzazione dell'industria idraulica sottopone all'approvazione delle autorità locali una proposta per l'istituzione di standard di drenaggio dell'acqua per gli abbonati entro il 1 ° novembre dell'anno precedente il primo anno delle norme. Il governo locale approva le norme per lo smaltimento delle acque entro 30 giorni dalla data di organizzazione della proposta di fornitura di acqua e sistemi fognari per stabilire gli standard di smaltimento delle acque per gli abbonati.

142. L'organizzazione dell'industria idraulica notifica all'abbonato l'approvazione da parte delle autorità locali dello standard per lo smaltimento dell'acqua entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricezione di tali informazioni da parte del governo locale.

143. Lo standard per lo smaltimento dell'acqua è soggetto a modifiche in caso di modifiche della tecnologia di produzione, della composizione e delle proprietà delle acque reflue, nonché su richiesta dell'abbonato, quando il volume di scarico dell'acqua varia di oltre il 10% rispetto al valore utilizzato nel calcolo dello standard di scarico dell'acqua. La modifica dello standard per le acque reflue viene effettuata secondo le modalità previste dal presente Regolamento per stabilire lo standard per le acque reflue.

144. Il controllo della conformità dell'abbonato alle norme stabilite per lo smaltimento dell'acqua viene effettuato dall'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario. Nel corso del monitoraggio della conformità dell'abbonato agli standard di scarico dell'acqua da lui stabiliti, l'organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico e fognario determina il volume delle acque reflue assegnate (ricevute) dell'abbonato al di sopra dello standard di scarico dell'acqua stabilito per lui.

145. Se un abbonato dispone di strutture per le quali non sono stabiliti gli standard di scarico dell'acqua, il controllo sul rispetto delle norme di scarico dell'acqua dell'abbonato viene eseguito controllando il volume totale delle acque reflue (accettate) allocate meno i volumi di acque reflue superficiali e volumi di scarico dell'acqua per i quali non sono stabilite le norme di scarico dell'acqua..

146. Quando un abbonato supera gli standard stabiliti per lo smaltimento delle acque reflue, l'abbonato paga il volume di acque reflue assegnato nel periodo di fatturazione al sistema centralizzato di smaltimento delle acque reflue in eccesso rispetto allo standard stabilito per i tassi di smaltimento delle acque reflue applicabili agli scarichi eccessivi di acque reflue stabiliti secondo i principi della formazione delle acque e servizi igienico-sanitari, approvato dal Decreto del Governo della Federazione Russa del 13 maggio 2013 n. 406 "Sulla regolamentazione statale delle tariffe in approvvigionamento idrico e servizi igienico-sanitari. "

XI. La procedura per fornire all'abbonato, organizzazione di transito di accesso per l'organizzazione della rete idrica e delle reti fognarie alle reti di approvvigionamento idrico e fognario dell'abbonato, siti di campionamento per acqua, acque reflue e acqua fredda e dispositivi di misurazione delle acque reflue

147. Un abbonato, un'organizzazione di transito è tenuto a fornire l'accesso ai rappresentanti dell'organizzazione delle reti di approvvigionamento idrico e fognario o, su sua istruzione, i rappresentanti di un'altra organizzazione ai dispositivi di misurazione (unità di misura) e altri dispositivi:

a) verificare l'operabilità dei dispositivi di misurazione, la sicurezza dei sigilli di controllo e la lettura delle prove e il controllo sulla testimonianza presa dall'abbonato;

b) per la verifica, la riparazione, la manutenzione tecnica e di altro tipo, la sostituzione dei dispositivi di misurazione nel caso in cui tali dispositivi di misura appartengano all'organizzazione dell'impianto idraulico o l'organizzazione ne assicuri la manutenzione;

c) per sigillare dispositivi di misurazione dell'acqua fredda e delle acque reflue;

d) per il campionamento in siti di campionamento designati allo scopo di effettuare il monitoraggio della produzione della qualità dell'acqua potabile, monitorando la qualità delle acque reflue;

e) per il mantenimento della rete idrica, delle reti fognarie e delle attrezzature situate ai margini della responsabilità operativa dell'organizzazione delle reti idriche e fognarie;

e) controllare l'approvvigionamento idrico, le reti fognarie, altri dispositivi e strutture connesse ai sistemi centralizzati di approvvigionamento di acqua fredda e (o) smaltimento dell'acqua.

148. Un abbonato, un'organizzazione di transito deve fornire un accesso senza ostacoli ai rappresentanti dell'organizzazione delle reti idriche e delle fognature o, dietro sue istruzioni, ai rappresentanti di un'altra organizzazione previa notifica dell'abbonato, l'organizzazione di transito circa la data e l'ora della visita.

L'abbonato, l'organizzazione di transito deve essere informata del rilevamento delle reti di approvvigionamento idrico e fognario e del campionamento di acqua e acque reflue almeno 15 minuti prima della conduzione di tale esame e / o campionamento. La notifica dovrebbe essere effettuata con qualsiasi mezzo disponibile, consentendo di confermare la ricezione di tale notifica da parte dei destinatari.

149. Rappresentanti autorizzati dell'organizzazione di approvvigionamento idrico e di impianti fognari o rappresentanti di un'altra organizzazione sono autorizzati a rifornirsi di acqua e reti fognarie e strutture su di essi, dispositivi di misurazione e altri dispositivi, siti di campionamento in presenza di un certificato di servizio (procura) o un elenco inviato in anticipo all'abbonato, organizzazione di transito indicazione delle posizioni degli ispettori. Se l'accesso è concesso per la verifica, viene redatto un atto bilaterale in base ai risultati dell'audit, in cui sono registrati i risultati dell'audit e una copia dell'atto deve essere inviata all'abbonato e all'organizzazione di transito entro 3 giorni lavorativi dalla data della sua preparazione. In questo caso, l'abbonato, l'organizzazione di transito deve avere il diritto di essere presente durante l'organizzazione del sistema di gestione dell'acqua e delle acque reflue di tutte le ispezioni previste in questa sezione.

Se un abbonato o un'organizzazione di transito ostacola l'accesso per più di 30 minuti dal momento del loro arrivo, viene redatto un atto che registra il fatto che l'abbonato non ha intrapreso azioni (inazione) necessarie per fornire l'accesso ai rappresentanti dell'organizzazione del settore idrotermosanitario o, su istruzioni di rappresentanti di un'altra organizzazione alle reti di approvvigionamento idrico, ai siti di campionamento dell'acqua e ai dispositivi di misurazione dell'acqua, alle reti fognarie, ai pozzi di controllo delle fognature per il campionamento dell'acqua, alle acque reflue x sondaggi d'acqua e le misurazioni.

Appendice № 1
alle regole della fornitura di acqua fredda
e drenaggio