Basi naturali e artificiali per condotte

I lavori di scavo durante la posa della rete idrica esterna e delle reti fognarie sono consentiti solo dopo aver eseguito lavori di centro geodetico sulla rimozione del progetto di movimento terra e l'installazione dei corrispondenti segni di centro.

Il rappresentante dell'organizzazione di installazione, insieme al cliente, deve certificare la disaggregazione delle strutture eseguite dal contraente e redigere una dichiarazione con allegato gli schemi di allineamento.

Conformemente ai requisiti di SNiP 3.02.01-87, la larghezza minima delle trincee sul fondo durante la posa delle reti di approvvigionamento idrico e fognario viene assegnata in base ai materiali delle condotte posate e ai metodi di installazione. Al dispositivo delle basi artificiali sotto condutture e collettori quando la dimensione della base è maggiore della larghezza della trincea, accettata secondo la tab. 3.1, quest'ultimo è uguale alla larghezza della base artificiale più 0,2 m.

Per la posa di reti idriche esterne e reti fognarie all'interno della città, le trincee per la posa di condotte devono essere eseguite con pendenze verticali per non spanare le fondamenta degli edifici esistenti. In questi casi, la larghezza della trincea è prescritta in modo che la distanza libera tra le tubazioni e le schede per il fissaggio delle pendenze verticali sia di almeno 0,7 m.

La larghezza delle trincee sviluppate con pendenze in terreni situati al di sopra del livello della falda freatica dovrebbe essere: quando si posano tubazioni da tubi singoli - almeno D +0,5 m, durante la posa delle ciglia - almeno D +0,3 m (a prescindere da diametro del tubo).

Lo sviluppo di trincee con escavatori a rotore e trincee (il più delle volte in condizioni di campo) con l'installazione di pareti verticali di pendenze senza l'installazione di elementi di fissaggio è consentito su terreni coesivi (argillosi, argille) a una profondità non superiore a 3 m.

Si consiglia di eseguire l'installazione di tubazioni con la sigillatura di giunti in trincee, in particolare con pareti verticali sfuse, nel minor tempo possibile. Nei luoghi di organizzazione dei giunti durante la posa di condotte di approvvigionamento idrico e sistemi fognari da singoli tubi nelle trincee essi dispongono le falde, le cui dimensioni sono prese secondo la tabella.

Quando si installano reti di approvvigionamento idrico e reti fognarie esterne per un funzionamento affidabile, è importante la qualità della fondazione su cui sono posate le tubazioni installate. Il tipo di fondazione per condotte deve essere presa in base alla capacità di carico del terreno e ai carichi esterni. La necessità di una base artificiale per le tubazioni è determinata dal progetto. Le basi artificiali possono essere sabbiose, ghiaiate, pietrisco, calcestruzzo (solido e prefabbricato), legno e pile. Quando si posano tubi su una base naturale per aumentare la capacità portante per evitare la rottura del tubo durante la produzione di giunti, la base viene scelta in base al contorno esterno del tubo da posare, evitando la formazione di avvallamenti in essa.

Secondo SNiP 2.04.03-85 in tutti i terreni, ad eccezione del tipo I, roccioso, scorrevole, paludoso e calante, è necessario posare le tubazioni direttamente sul fondo livellato e pressato della fossa.

Tubi di ceramica di piccolo diametro sono posati in trincee su una base naturale. Quando il diametro dei tubi è 450. 600 mm, viene realizzata una base in pietra frantumata artificiale per prevenire possibili cedimenti e rotture delle articolazioni delle prese.

La posa di tubi in calcestruzzo e cemento armato su una base naturale viene effettuata in rari casi. Di solito per tali tubi, una base artificiale è costituita da pietrisco o ghiaia con una miscela di cemento compressa dai lati dei tubi.

In terreni rocciosi sotto condotte è necessario disporre un cuscino con uno spessore di almeno 10 cm dai terreni sabbiosi o ghiaiosi locali.

Per la posa di reti in terreni paludosi e sabbie mobili, per prevenire la subsidenza del gasdotto, vengono preparate basi particolarmente resistenti: blocchi di cemento su ghiaia schiacciata nel terreno, griglie su pali, basi di cemento armato, pile su pile, ecc.

Quando si installano tubazioni in terreni pesanti in inverno, la base della fossa deve essere protetta dal congelamento, o appena prima della posa deve essere rimossa dal fondo del suo terreno ghiacciato e sostituita con uno strato di terreno sabbioso-ghiaioso che non contiene pietre.

Il tipo di fondazione artificiale, come già indicato, viene impostato dal progetto in ciascun caso specifico. Alcuni tipi di basi artificiali sotto condotte sono mostrati in fig. 3.8.


Fig. 3.8. Tipi di basi artificiali e - sabbia; b - ghiaia; in-cemento; g - pila

Base sotto le condutture

Un'analisi delle cause degli incidenti sulle reti esterne ha dimostrato che la causa principale della depressurizzazione della rete è la deformazione dei cuscini di terra sotto i tubi.

In altre parole, durante la posa delle condotte, le fondamenta per esse non sono state eseguite in modo affidabile e, di conseguenza, la deformazione del terreno è stata trasferita ai tubi. Talvolta la subsidenza locale del suolo può causare non solo la distruzione delle giunture di testa, ma anche le tubazioni.

Per combattere questi fenomeni, vengono forniti i cosiddetti "cuscini", organizzati nella parte inferiore della trincea.
In generale, il tipo di cuscino è determinato dalla mobilità e dall'instabilità del terreno. Se il suolo nella sua struttura è diverso, di struttura eterogenea, ha la capacità di curare o ammorbidire quando entra l'umidità, quindi per la sicurezza delle condotte richiede una base molto affidabile. Naturalmente, l'acqua gioca un ruolo importante nella mobilità del suolo: se c'è una falda acquifera nel terreno, può creare un forte mal di testa per i costruttori.

Quasi tutti i tipi di terreno sotto il gasdotto sono sabbia. La profondità tradizionale del cuscino di sabbia è di 15-30 cm, inoltre le tubazioni coprono il tubo posato fino a una profondità di mezzo diametro con un accurato montaggio. La completa compressione del terreno quando si riempie lo spazio tra il tubo e le pareti della fossa aumenta la resistenza allo schiacciamento del 20%.

Per terreni con ridotta capacità di carico, utilizzare basi in calcestruzzo o cemento armato.

Posa dei tubi

Per creare condizioni operative normali per sistemi senza gravità (fognature o drenaggio) durante la posa dei tubi, creano pendenze che assicurano il flusso del fluido a velocità autopulente. La portata dipende dalla pendenza e dal raggio dei tubi.

La velocità minima di progetto (autopulizia critica) per i vari tubi è considerata come:

un diametro di 150-200 mm - 0,7 m / s, un diametro di 300-400 mm - 0,8 m / s. diametro 450-500 mm - 0,9 m / s, diametro 600-800 mm - 1 m / s

diametro 900 - 1200 mm - 1,15 m / s, diametro 1300-1500 mm - 1,3 m / s, oltre 1500 mm - 1,5 m / s.

La velocità minima delle acque piovane e acque trattate trattate è di 0,4 m / s.

Le velocità autopulenti possono garantire la nomina delle pendenze del tubo (in conformità con SNiP) per i tubi di

10.

Rottura e fissaggio della pista. Prima di posare le condotte, il percorso viene suddiviso: l'asse della condotta progettata viene trasferito dal progetto alla natura, fissando i segni sul terreno nei punti in cui la strada gira, posizionando camere e pozzi.

All'incrocio del gasdotto che viene posato con le utenze sotterranee esistenti (telefono, cavo elettrico, gasdotto), vengono installati cartelli speciali - perni metallici o picchetti in legno, fissati (fissi) a punti di riferimento permanenti (edifici e strutture).

FORMAZIONE FORMATIVA. DISPOSITIVO DI BASI NATURALI E ARTIFICIALI PER TUBAZIONI
Prima di posare la condotta controllare la profondità e la pendenza del fondo della fossa, nonché la pendenza delle piste. Se la trincea è sistemata con elementi di fissaggio, verificarne la correttezza, prestando particolare attenzione alla stretta aderenza degli scudi alle pareti delle trincee.
Un prerequisito per il funzionamento affidabile della pipeline è di appoggiarlo sul marchio di progettazione con il suo supporto stretto sul fondo della trincea per tutta la sua lunghezza, nonché per preservare i tubi e il loro isolamento durante l'installazione. Pertanto, si dovrebbe prestare particolare attenzione alla preparazione delle trincee per la posa dei tubi. Durante la posa di condotte in condizioni urbane, la trincea è spesso attraversata da utenze sotterranee esistenti (condotte, cavi). Se si trovano sotto la pipeline in costruzione, questo non complica la sua installazione, e se è più alto, è necessario prendere le misure per racchiuderli in apposite scatole con chiusura sicura. I fori nelle trincee per il montaggio di giunti a testa cilindrica, nonché la saldatura di giunti non rotanti di tubi d'acciaio vengono strappati per tubi fino a 300 mm di diametro appena prima della posa e per tubi di grandi diametri - 1-2 giorni prima della posa.
Le condutture nei sistemi di approvvigionamento idrico e di drenaggio sono posate su fondamenta naturali o artificiali.
Con una base naturale, i tubi sono posati direttamente sul terreno della struttura indisturbata, fornendo il profilo trasversale e longitudinale della base secondo il progetto.
Quando la capacità portante dei suoli di basi è inferiore a 0,1 MPa (1 kgf / cm2), è necessario disporre basi artificiali: calcestruzzo o cemento armato, prefabbricato, palo. Per aumentare la densità dei terreni di base sono ampiamente utilizzati metodi di compattazione.
La capacità di carico dei tubi dipende in gran parte dalla natura del loro supporto sulla base. Pertanto, i tubi posati su un letto di terra con un angolo di copertura di 120 ° sopportano un carico del 30-40% superiore rispetto ai tubi posati su una base piana.
Inoltre, l'entità dell'angolo di copertura per le stesse condizioni influisce sulla capacità di carico dei tubi.

Pertanto, la base del dispositivo - uno dei principali fattori che garantiscono la durata e l'affidabilità del funzionamento delle condotte. Con un aumento del diametro delle condotte, questo diventa più importante in quanto il costo di tali strutture aumenta in modo significativo.
Durante la posa di tubi in calcestruzzo di grandi diametri (1,5-3,5 m) in terreno sabbioso (. Figura 18.1, a) scatola disposta senza disturbare la struttura terreno naturale, che dovrebbe coprire l'1/4 - 1/3 del tubo. In terreni argillosi (Fig. 18.1, B) del tubo è definito su uno spessore del cuscino sabbia di 0,1-0,3 m. Nei casi in cui il solido viene convogliata in condotti (rocciosi) terreno (Fig. 18.1) in un cuscino dispositivo sabbia con uno spessore di tenuta accurato di almeno 0,1 m sulle irregolarità sporgenti della base.
Per la posa di tubi in terreni asciutti non sufficientemente stabili, uno strato di ghiaia, miscela di ghiaia o sabbia non inferiore a 0,1 m di spessore viene versato su tutta la larghezza della trincea fino al fondo della fossa (Fig. 18.1, d). Su questo strato, un sugo di cemento è disposto sotto forma di un vassoio con un'altezza di almeno 0,1 del diametro esterno del tubo e almeno 0,1 m di spessore nella parte centrale.
In terreni saturi d'acqua che danno acqua buona, tubi di cemento armato di grande diametro sono posati su una base di cemento, situata su una preparazione di ghiaia o pietrisco con uno spessore di 0,20-0,25 m con un dispositivo in una linea di drenaggio (Fig. 18.1, d). Nei terreni e nelle sabbie mobili, che danno acqua male, la base di cemento viene posata su lastre di cemento armato, che a loro volta vengono deposte su una preparazione di pietrisco (Fig. 18.1, e).
Se i terreni saturi d'acqua contengono inclusioni organiche o sono deboli e possono causare precipitazioni disomogenee, disporre le basi rigide sotto forma di graticci su pile (Fig. 18.1, g).
I tubi di cemento armato con un diametro di 2-3,5 m sono raccomandati per essere posati su basi prefabbricate (blocchi curvi o lastre con basamento della sedia). Inoltre, sotto tali tubi, le basi sono anch'esse costituite da lastre e barre, unite tra loro mediante saldatura, con monoliti di giunzione con calcestruzzo (Fig. 18.1, h). Quando si posano tubazioni in terreni asciutti, la base artificiale sottostante viene realizzata sotto forma di un cuscino sabbioso con uno strato di 0,20-0,25 m sul terreno precedentemente compattato con il sollevamento.
Recentemente, sono stati sviluppati numerosi meccanismi per l'installazione di pozzi e raccordi associati alla macchina base che si muove lungo il fondo della trincea.
Per la posa di condotte in cemento armato con un diametro di 1400-2000 mm, è stata creata una macchina MV-15 sulla base del trattore T-130BG-1, che effettua il livellamento del fondo, il taglio del letto e il pozzo di 0,35 e 0,5 m di profondità, unendo i tubi e tirando il centratore.
Secondo il SNiP, la fondazione per i gasdotti deve essere accettata dal cliente e redatta da un atto di lavoro nascosto. Nel processo di creazione della fondazione, è necessario verificare la conformità delle pendenze longitudinali e trasversali con i dati di progetto livellando il fondo della trincea. Quando si prepara un letto, è necessario controllarne la profondità e l'angolo di copertura con un modello. Quando la base in pietra ghiaiosa misura lo spessore delle sue singole sezioni.
Quando si costruisce una base in cemento, vengono controllati tutti i suoi elementi: spessore e altezza a livello del vassoio tubi, marchio di calcestruzzo. Nelle fondazioni monolitiche in cemento armato, controllano l'installazione del rinforzo e la conformità con il suo design. Quando si lavora nel periodo invernale, è necessario assicurarsi che al momento della posa il terreno non sia ghiacciato.

SCELTA DI GRU PER LA POSA DI PIPELINE
Come nel caso della scelta di gru per l'installazione di strutture edili, anche le valvole per la posa di condotte vengono scelte in due fasi. All'inizio, nella prima fase, vengono selezionati diversi tipi o marchi di gru tecnicamente idonei in base alla partenza del loro gancio e portata, e nella seconda fase, in base agli indicatori tecnici ed economici delle opzioni della gru, scelgono quello più economico accettato per le opere di posatubi.
Ma anche prima della fase I della selezione delle gru, è necessario in linea di principio chiarire il tipo di gru richiesto, che è determinato dal metodo di posa dei tubi. Va tenuto presente che per la posa di condotte in acciaio, in particolare per diametri di grandi dimensioni, sezioni allungate o trecce, è consigliabile utilizzare le gru per la posa di tubi, la cui caratteristica principale è il fissaggio rigido del braccio di sollevamento sul lato. Tali gru sono fisse.
Per la posa di condotte con tubi separati in ghisa, cemento armato, tubi in ceramica e cemento-amianto con una trincea sul berm, quando durante la posa è necessario ruotare il braccio della gru con il tubo in trincea, è praticamente impossibile utilizzare le gru per la posa di tubi. In questo caso, le gru mobili mobili devono essere selezionate - automobilistiche, pneumatiche o cingolate, con la capacità di sollevamento richiesta. Nella scelta del tipo di gru utilizzata, è necessario tenere conto del fatto che la partenza del gancio alle gru di posa dei tubi è limitata (5,0-7,5 m) rispetto ai bocchettoni, il che rende difficile usarli anche quando si posano tubazioni in acciaio con ciglia con un'ampia profondità di trincea gru con grandi sbalzi del gancio (fino a 10-14 m o più). Scegliendo per ogni caso la posa di condotte con le raccomandazioni di cui sopra, il tipo di gru, vai alla prima fase della loro selezione diretta per gli indicatori tecnici.
Calcolo dei parametri operativi per la selezione di una gru (fase I). Primo, viene determinato un possibile schema del suo funzionamento, cioè la posizione della gru rispetto alla trincea e quindi la portata minima del gancio, vale a dire la distanza più breve dall'asse della sua rotazione (per le gru che posano i tubi - dalla pista estrema) all'asse della condotta.

La capacità richiesta della gru viene determinata in base alla massa dei tubi sollevati o alle sezioni ingrandite, tenendo conto della massa dei dispositivi di presa del carico (pinze, barre trasversali, staffe, ecc.). Durante la posa delle principali condotte idriche in acciaio delle macchine a colonna meccanizzata complessa, comprese le gru per la posa di tubi, le macchine per la pulizia e l'isolamento, la capacità richiesta delle gru per la posa dei tubi è determinata dividendo il peso totale della frusta sollevata (insieme alle masse delle macchine per la pulizia e l'isolamento) il numero di gru per la posa di tubi.
Per determinare il peso di una frusta sollevata, sono necessari i dati di riferimento sulla massa di 1 metro di tubi, a seconda del diametro e dello spessore della parete, che vengono moltiplicati per la lunghezza della frusta. La lunghezza della sezione sollevata della tubazione Lp dipende dal diametro della tubazione. Il numero di gru per la posa di tubi nella colonna è determinato dalle raccomandazioni della "Guida per la posa di condotte, sistemi di approvvigionamento idrico e di drenaggio" (Rostov n / D, 2001) in base al metodo di installazione adottato e al diametro della condotta. Quindi, con il metodo combinato di posa, quando i processi di pulizia, isolamento e posa della tubazione in una trincea vengono combinati, il numero di gru per la posa di tubi richieste nella colonna sarà: 3, con un diametro del tubo di 529-820 mm; 1020 mm - 4; 1220 mm - 5 e con un diametro di 1420 mm - 7. Con un metodo di posa separato, quando la prima ciabatta viene lanciata con macchine pulitrici e isolanti, viene pulita e coibentata, quindi la fossa viene abbassata sul berm e quindi la ciglia con l'aiuto di morbidi asciugamani si spostano dal berm al fondo della trincea, il numero di gru per la posa di tubi sarà più piccolo. Quindi, con un diametro di una frusta di 529 mm, sono richiesti 2; 720 - 1020 mm - 3; 1220 - 1420 - 4. Pertanto, nei casi in cui l'organizzazione edile non dispone di sufficienti posatubi per gru, accettare il metodo separato di posa del gasdotto.
Dopo aver determinato le caratteristiche tecniche necessarie per tutti i tipi di lavori di installazione incontrati nella pratica degli impianti idraulici, durante l'installazione delle tubazioni e la selezione delle marche di gru appropriate dalle directory, effettuare il confronto tecnico ed economico (fase II) e scegliere la versione più economica della gru.

Per sollevare, spostare e posare tubi, vengono utilizzati dispositivi di sollevamento speciali (Fig. 18.3), per il sollevamento di tubi lunghi vengono utilizzati traversi speciali (Fig. 18.4, a, g, h) e per il sollevamento della frusta di tubi d'acciaio mediante la posa di gru sospensione (Fig. 18.4, k, l, m), che consente di sollevare la condotta per pulirla e isolarla, mentre contemporaneamente sposta i posatubi della gru lungo la trincea.
La selezione dei dispositivi di sollevamento per il sollevamento e la posa delle condotte viene effettuata tenendo conto del fatto che i dispositivi devono fornire la capacità, la resistenza, l'aggancio (imbracatura) del tubo, l'inammissibilità dei danni sia al tubo che al rivestimento isolante, semplicità di progettazione e applicazione. Per il sollevamento e la posa in una trincea, ad esempio una tubazione di acciaio coibentata, è necessario utilizzare i cosiddetti asciugamani morbidi (fig. 18.4, з, и). L'indicatore più importante dei dispositivi di sollevamento è la loro capacità di carico, che dipende dal diametro della condotta e dallo spessore della parete. L'industria produce dispositivi di sollevamento di varia capacità, che consente loro di fare la scelta giusta. Per fare questo, è necessario prima determinare il tipo di dispositivi necessari (traverse, presa a trascinamento, carrelli o asciugamani morbidi), quindi, conoscendo la capacità richiesta, selezionare i rispettivi marchi. È inoltre consigliabile avere informazioni sulla massa dei dispositivi utilizzati (in kg), poiché sono necessari per determinare la capacità richiesta della gru.

12.

13.

Tutto il materiale presentato sul sito esclusivamente ai fini della familiarizzazione dei lettori e non persegue scopi commerciali o violazione del copyright. Studell.Org (0,008 sec.)

La base del dispositivo per le tubazioni: sabbia

NORMATIVA GESN 23-01-001-01


Il tasso tiene conto del PP di lavoro per il 2000 (prezzi di Mosca), calcolato sul campione HESN del 2014 con aggiunte 1. Al costo è necessario applicare l'indicizzazione del trasferimento ai prezzi correnti.

FUNZIONAMENTO DI MACCHINE E MECCANISMI

Cliccando sul link nel nome del codice o della risorsa,
Verrai indirizzato a una pagina che indica gli stipendi del conducente.
e un elenco di prezzi cifrati in cui viene utilizzata questa risorsa.

Cliccando sul link nel nome del codice o della risorsa,
Verrai indirizzato a una pagina che indica il peso di un'unità di misura del materiale.
e un elenco di prezzi cifrati in cui viene utilizzato questo materiale.

TOTALE PER LE RISORSE: 639,36 Rub.

TOTALE SULLA LISTINO: 722,59 Rub.

Vedi il costo di questo standard a prezzi correnti. Apri la pagina.

Confrontare il valore del prezzo con il valore di FER 23-01-001-01

Per il budget, i prezzi richiedono l'indicizzazione della transizione ai prezzi correnti.
Il tasso è stato compilato secondo gli standard dell'edizione GESN-2001 del 2014 con aggiunte 1 dei prezzi del 2000.
Il programma DefSmeta è stato utilizzato per determinare i tassi intermedi e finali.

PREPARAZIONE DELLE BASI PER TUBAZIONI, FONDAZIONI E STRUTTURE

Prima di posare la condotta controllare la profondità e la pendenza del fondo della trincea, la pendenza delle piste. Se la trincea ha elementi di fissaggio, controllare la correttezza della loro installazione. Le condizioni necessarie per un funzionamento affidabile della pipeline sono situate sul marchio di progettazione, assicurando il suo supporto stretto al fondo della trincea, nonché la conservazione dei tubi e il loro isolamento durante la posa. Pertanto, la preparazione delle trincee per la posa dei tubi pone grande attenzione. Durante la posa di condotte in condizioni urbane, varie comunicazioni (condotte, cavi) attraversano spesso la trincea. Se si trovano sotto la pipeline in costruzione, questo non complica la sua installazione, e se è più alto, è necessario prendere le misure per racchiuderli in apposite scatole con chiusura sicura. Le fessure nelle trincee per sigillare i giunti di testa delle prese e delle prese, così come i giunti dei tubi di saldatura vengono strappati per tubi con un diametro fino a 300 mm appena prima della loro posa, e per tubi di diametro maggiore - 1... 2 giorni prima della posa.

Di notevole importanza è la qualità della preparazione della base su cui verranno posati i tubi. Le condutture sotterranee sono posate su basi naturali o artificiali. Nella scelta del tipo di base, devono essere prese in considerazione le condizioni idrogeologiche; la dimensione dei tubi posati e il materiale da cui sono realizzati; progettazione di giunti di testa; profondità di posa e carichi di trasporto.

tubi di acqua e fognature, se il progetto non fornisce un dispositivo di base artificiale deve essere posato sulla struttura ininterrotta terreno naturale fornendo trasversale e della base del profilo longitudinale, un disegno predeterminato, i tubi lungo l'intera lunghezza devono fissare saldamente alla base.

Per creare le basi in pietra ghiaia artificiale, la pietra secca o la ghiaia viene versata su tutta la lunghezza del fondo della fossa, livellarla delicatamente e, dopo aver posato le tubature, battere i seni con ghiaia o pietrisco, disponendo il letto necessario in base al diametro del tubo. Quando si prepara la base, è imperativo controllare la conformità delle pendenze longitudinali e trasversali con i dati di progetto. Per fare questo, livellando il fondo della trincea. La profondità del letto e l'angolo della circonferenza sono controllati dal modello.

Calcestruzzo, cemento armato, ceramica, cemento amianto, tubi in plastica e metallo sono posati su quelli naturali. Quando si posano tubi in cemento armato di grandi diametri (1,5... 3,5 m), sono soddisfatti i seguenti requisiti: nei suoli sabbiosi, il fondo deve coprire almeno 1/4 della superficie del tubo, e in quelli argillosi e rocciosi, i tubi devono essere posati su un cuscino sabbioso non inferiore a 100 mm con una tenuta accurata. Le basi artificiali per le condotte sono disposte in terreni deboli, asciutti e in acqua, che non possono servire come base naturale affidabile.

Non è consentito posare le tubature sul terreno ghiacciato, tranne nei casi in cui sulla base si trovano terreni sabbiosi, sabbiosi, sabbiosi, ghiaiosi e rocciosi. La posa di tubi su terreni sfusi può essere effettuata solo dopo averli compattati alla densità adottata nel progetto con il collaudo di campioni selezionati.

Durante la posa di condotte in terreni rocciosi, la base delle trincee deve essere livellata con uno strato di sterlina compatta con un'altezza di almeno 0,1 m sopra le irregolarità sporgenti della base. Per livellare le basi delle tubazioni in acciaio, applicare un terreno che non contenga inclusioni di ghiaia grossolana e pietre. In torba e libbre fluttuanti, le condutture di qualsiasi diametro sono poste su una base di palo con un tampone di cemento.

Durante la costruzione di condotte in libbre del 1 ° tipo per subsidenza, la base è compattata con pesanti manomissioni, in libbre del 2 ° tipo, viene utilizzato il pre-ammollo della base delle trincee.

I tubi possono essere posati in una fossa su una base piatta; su un solido calcestruzzo o fondazione in cemento armato; sulla base profilata sotto il filetto con un angolo di copertura di 90 e 120 °.

La base piatta su cui sono posati i tubi deve essere orizzontale nella direzione trasversale e avere una pendenza di progetto nella direzione longitudinale.

Quando si riposa su un tubo di fondazione in calcestruzzo è definito nel vassoio 120 con l'angolo di copertura "e sterline con un'impedenza standard di almeno 0,1 MPa. Duro, flessibile, in particolare acciaio e polimeri posto sulla forma tubolare aperto libbra forma di base con il suo angolo cuscinetto 120 -150 °, può richiedere molto grande carico. secondo VODGEO Institute, quando posa di una condotta sulla base di libbra profilata (filetto), allineate lungo la lunghezza della trincea, può essere utilizzato tubo di acciaio a parete sottile, che dà notevole risparmio meta la.

Nella produzione di scavo, installazione di fondazioni e fondazioni su

costruzione di strutture idrauliche, strutture per il trasporto dell'acqua,

sistemi di miglioramento, condotte, strade e ferrovie e campi di aviazione, linee di comunicazione e linee elettriche, nonché linee di cavi per altri scopi, in aggiunta ai requisiti di queste regole, devono essere conformi ai requisiti del SNiP pertinente, tenendo conto delle specificità della costruzione di queste strutture

Nella produzione di scavi, installazione di fondazioni e fondazioni, è necessario soddisfare i requisiti di SNiP sull'organizzazione di lavori di costruzione, lavori geodetici, sicurezza, sicurezza antincendio nella produzione di lavori di costruzione e installazione [5].

Fig. 3.12. Tipi di basi per condotte:

1 - tubo; 2 - fondo di trincea; 3 - letto; 4 - cuscino di sabbia; 5 - base rocciosa; 6 - tol; 7 - lastra di cemento; 8 - calcestruzzo monolitico; 9 - base in pietra frantumata; 10 - drenaggio; 11 - lastra di cemento armato; 12 - base di cemento; 13 - piastra grillage; 14 - pile di cemento armato; 15 - piastra prefabbricata

Posa della pipeline

Preparazione di una trincea per la posa della condotta

I lavori di sterro durante la costruzione di sistemi di scarico autoguanti a flusso libero da tubi corrugati a doppio strato "FD-layer" vengono eseguiti in conformità con SNiP 3,02,01-87.
La larghezza della trincea sul fondo dovrebbe offrire la comodità di un lavoro di installazione di alta qualità. La distanza minima tra la parete della trincea e la parete esterna del tubo è di 35 cm.

Figura 12. Schema di posa della pipeline

Tabella 10. Valori medi del modulo di deformazione del terreno in base al grado
i suoi sigilli

Tipo di terreno nella zona di riempimento laterale del tubo

massa del terreno, t / m 3

Il modulo di deformazione del suolo E 1 dipende dal grado di compattazione, MPa

La base sotto i tubi della fogna

Il design della base per i tubi di fognatura dovrebbe garantire il funzionamento della linea di posa senza cedimenti, il che riduce la resistenza delle articolazioni e può addirittura causare la loro distruzione. L'analisi delle linee di depurazione degli incidenti mostra che la ragione principale nella maggior parte dei casi è la scelta sbagliata della costruzione di base per i tubi.

La scelta del tipo di fondazione deve essere effettuata tenendo conto della natura del suolo, del materiale e del diametro dei tubi, nonché del metodo di produzione dell'installazione delle condotte. Su terreni asciutti e densi, ad eccezione della roccia, le tubazioni fognarie sono posate su fondamenta naturali. Allo stesso tempo, è necessario creare uno schema ottimale per supportare i tubi.

La suola della fossa deve essere modellata con un filetto in modo tale che il tubo poggi sul terreno con almeno un quarto del suo contorno inferiore. La posa di tubi su un fondo piatto della fossa non è accettabile.

La profilatura del fondo della trincea in base al contorno esterno del fondo del tubo è la seguente. Sul fondo della trincea, l'asse del gasdotto è marcato con precisione e i picchetti vengono martellati attraverso di esso ogni 2-3 m, la cui sommità è impostata alle quote di progetto con l'aiuto di alesatori. Un modello di scheda viene installato sopra i pioli, il cui fondo presenta il profilo del contorno esterno del tubo che viene posato. Secondo questo modello, viene eseguita la profilatura del fondo della trincea, per cui viene utilizzata una pala particolarmente curva.

Per tubi sottoposti a carichi superiori a quelli previsti dalla norma, è necessario sviluppare misure speciali per aumentarne la resistenza. Ciò è di grande importanza quando si installano tubi in ceramica posti a forte profondità o in luoghi con carichi dinamici elevati sul terreno (incroci stradali, ecc.). A tale scopo possono essere utilizzate custodie metalliche speciali, il dispositivo di vassoi in cemento, ecc.

Un buon effetto è l'installazione parziale di tubi in una base di cemento. Ad esempio, sigillare il cemento per mezzo del diametro dei tubi aumenta della metà la forza di schiacciamento. La base in cemento può essere monolitica o montata su strutture in cemento armato finito.

Il calcestruzzo monolitico viene riempito con le forme e la compattazione viene effettuata con un vibratore. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla fornitura di calcestruzzo nella trincea.

Al fine di evitare la separazione della miscela di calcestruzzo, la sua discesa nella fossa deve soddisfare i seguenti requisiti:
- l'altezza della caduta libera della miscela di calcestruzzo nella fossa non deve superare i 3 m;
- la discesa del calcestruzzo da un'altezza superiore a 3 m deve essere effettuata su scivoli inclinati, scivoli o nel secchio mediante meccanismi di sollevamento.

L'uso di giunzioni già pronte della base in cemento, realizzate nel cantiere o nello stabilimento di prefabbricati, accelera notevolmente la produzione di opere. Il raggio interno dei prodotti in calcestruzzo dalle maglie finite viene preso 2-3 cm più grande del raggio esterno del tubo che viene posato. Il collegamento delle singole unità viene eseguito fissando il rinforzo negli interstizi e versandolo con malta cementizia.

Dopo aver posato i tubi e fissato i giunti, lo spazio tra il corpo del tubo e le pareti degli elementi prefabbricati è riempito con malta cementizia. Nel terreno roccioso, i tubi in trincea sono posati su un cuscino con uno spessore di almeno 10 cm, che è disposto da terreno sabbioso o ghiaioso locale. Lo spessore del cuscino di sabbia dovrebbe essere tale che le prese o gli accoppiamenti dei tubi posati non si appoggino sul terreno roccioso.

Quando si posano tubi in terreni umidi, la necessità di creare una base artificiale è determinata non solo dalle condizioni del terreno, ma anche dal metodo di drenaggio. Con il drenaggio aperto, indipendentemente dalle condizioni del terreno, è necessario disporre una base di pietrisco sotto i tubi, che in terreni che non necessitano di essere rinforzati, ha solo uno scopo tecnologico.

Nei terreni deboli per prevenire la subsidenza della linea fognaria, è necessario adottare una tale costruzione della base, che assicurerebbe un trasferimento uniforme del carico dalla condotta. Questo risultato è ottenuto dal dispositivo sotto la conduttura di pietrisco o sabbia di riempimento su tutta la superficie della suola della fossa. Quando si posano tubi di ceramica e di cemento-amianto, la superficie della lettiera in pietra frantumata deve essere livellata a sabbia in modo che i tubi posati non poggino su punti separati.

Per la posa del gasdotto in terreni paludosi, al fine di evitare cedimenti di tubature, la fondazione deve essere disposta in forma di graticci a palo. La distanza tra le pile e la profondità della loro guida è determinata dal calcolo in base alle condizioni locali.

BASI PER TUBI E COLLETTORI, PREPARATI CON METODO APERTO

Nell'analisi degli incidenti sulle reti fognarie, è stato riscontrato che le cause della distruzione dei tubi sono deformazioni delle basi sotto i tubi, causate da un cedimento irregolare dei terreni.

Un terreno nel suo stato naturale (indisturbato) può fungere da base affidabile per tubi e collettori riempiti d'acqua, poiché la loro massa non supera la massa della terra che hanno spostato. Tuttavia, il terreno nella sua struttura è eterogeneo, può essere secco o saturo di acqua. Quando il loro equilibrio naturale è disturbato da profondi solchi, così come pompando acqua o da periodiche fluttuazioni dell'orizzonte di pressione, i terreni perdono la loro stabilità, diventano mobili e possono disturbare la densità del mezzo che circonda il tubo.

La corretta valutazione della costruzione dei terreni a condizione di un lavoro di alta qualità elimina la possibilità di formazione di cedimenti locali, causando la distruzione delle giunture di testa e talvolta delle tubazioni. Le basi naturali per i tubi possono essere: sabbia media e grossa, sabbia asciutta, ghiaia fine e grossolana, sabbia mista a macerie o ciottoli, argilla e terriccio pesante in assenza di falde acquifere nei loro strati, nonché rocciose e vicine a loro razza fortezza. Terreni argillosi, che hanno una grande varietà, eterogeneità di struttura, capacità di sollevamento e ammorbidimento quando le falde acquifere sono presenti nella loro colonna, diventano viscosi, fluenti, possono trasformarsi in una massa liquefatta con un eccesso di umidità ed essere mobili anche con una piccola quantità di acqua.

Estremamente instabili e inaffidabili per la posa dei tubi sono i terreni portatori d'acqua di fango fine mescolato con particelle di argilla, loess e loess che perdono rapidamente e irregolarmente la loro capacità di carico quando sono saturi d'acqua, così come terreni di torba e palude costituiti principalmente da prodotti di decomposizione di residui vegetali.

Per una corretta valutazione costruttiva dei terreni, è necessario applicare un profilo idrogeologico sul profilo longitudinale del collettore e scegliere la struttura di base in base allo stato naturale dei terreni, ai metodi di lavoro, alla profondità di riempimento e alle dimensioni del tubo.

I substrati per i tubi devono essere prelevati in base alla capacità di carico dei suoli e dei carichi effettivi. In tutti i terreni, ad eccezione del tipo II roccioso, fluente, paludoso e calante, è necessario prevedere una posa dei tubi per il riempimento fino a 6 m sopra la parte superiore del tubo direttamente sul fondo del pozzo livellato.

Quando si posano tubi e collettori su terreno asciutto, è necessario che rimanga sul fondo della trincea nel suo stato naturale (indisturbato) e asciutto. Il letto sotto i tubi dovrebbe essere sistemato nello stesso momento in cui sono disposti in modo tale da essere ben livellato e il tubo in tutta la sua lunghezza aderisce strettamente al terreno della struttura indisturbata non meno che sul cerchio D.

I tubi posati in modo che un quarto della loro circonferenza sia a contatto con il letto possono sopportare più pressione (del 30-40%) rispetto a tubi posati su una superficie piana senza una rientranza. La completa compressione del terreno quando si riempie lo spazio tra il tubo e le pareti della fossa aumenta del 20% la resistenza allo schiacciamento del tubo.

Su terreni asciutti sabbiosi, argillosi e argillosi (con una pressione ammissibile di P ^ 0.15 MPa), la base per tutti i tubi è un cuscino di sabbia versato in un vassoio realizzato per questo scopo sul fondo della fossa

In argilla plastica morbida e suoli argillosi con un fattore di porosità uguale a uno, e in terreno limoso di media densità satura di acqua, con una pressione ammissibile sul terreno di P ^ 0.15 MPa, una lastra di cemento e una sedia con un angolo di copertura di 135 ° di grado concreto 200

In terreni con terreno fresco con il progetto irregolare atteso per prevenire la violazione delle giunture dei tubi, la base deve essere realizzata in cemento armato monolitico

In tutti i casi, il tubo viene riempito fino a 7 g di diametro con terreno sabbioso con un'accurata manomissione.

Quando l'altezza del ripieno è aumentata a 12 m, vengono posati gli stessi tubi. ma per il rinforzo sono soddisfatti gli sgabelli in cemento armato che coprono più di 1/2 della sezione del tubo (3.22, g). La sedia aumenta la resistenza allo schiacciamento del tubo 1,5-2 volte.

In terreni saturi d'acqua che danno acqua buona, i tubi di ceramica e cemento armato sono posti su uno strato di macerie, ghiaia o grande sabbia fluviale di 0,15-0,2 m di spessore con vaschette di drenaggio per drenare l'acqua.

Nel terreno roccioso, i tubi sono posati su un cuscino di sabbia non meno di 10 cm di spessore.Tubi di calibro lungo o terreni artificiali sono posti sotto tubi di tutti i diametri in terreni limosi e torbosi, in letti fluidi e altri terreni deboli, e le giunture dei tubi sono sigillate con materiali elastici.

Nei terreni sottosuolo, tutti i tubi sono posati direttamente sul terreno, compattati a una profondità di 0,2-0,25 m, con immersione preliminare del terreno con acqua (vedere § 44).

Per abbandonare il dispositivo di basi artificiali ad alta intensità di manodopera e costose, si dovrebbero utilizzare tubi di calcestruzzo armato a bassa pressione di lunga durata con una pressione interna garantita di 0,1 MPa con la loro posa direttamente sul terreno.

BASI PER TUBI E COLLETTORI, PREPARATI CON METODO APERTO

Nell'analisi degli incidenti sulle reti fognarie, è stato riscontrato che le cause della distruzione dei tubi sono deformazioni delle basi sotto i tubi, causate da un cedimento irregolare dei terreni.

Un terreno nel suo stato naturale (indisturbato) può fungere da base affidabile per tubi e collettori riempiti d'acqua, poiché la loro massa non supera la massa della terra che hanno spostato. Tuttavia, il terreno nella sua struttura è eterogeneo, può essere secco o saturo di acqua. In violazione della loro naturale profondità di equilibrio
Per mezzo di cavità, oltre a pompare acqua o oscillazioni periodiche dell'orizzonte di pressione, i terreni perdono la loro stabilità, diventano mobili e possono disturbare la densità del mezzo che circonda il tubo.

La corretta valutazione della costruzione dei terreni a condizione di un lavoro di alta qualità elimina la possibilità di formazione di cedimenti locali, causando la distruzione delle giunture di testa e talvolta delle tubazioni. Le basi naturali per i tubi possono essere: sabbia media e grossa, sabbia asciutta, ghiaia fine e grossolana, sabbia mista a macerie o ciottoli, argilla e terriccio pesante in assenza di falde acquifere nei loro strati, nonché rocciose e vicine a loro razza fortezza. Terreni argillosi, che hanno una grande varietà, eterogeneità di struttura, capacità di sollevamento e ammorbidimento quando le falde acquifere sono presenti nella loro colonna, diventano viscosi, fluenti, possono trasformarsi in una massa liquefatta con un eccesso di umidità ed essere mobili anche con una piccola quantità di acqua.

Estremamente instabili e inaffidabili per la posa dei tubi sono i terreni portatori d'acqua di fango fine mescolato con particelle di argilla, loess e loess che perdono rapidamente e irregolarmente la loro capacità di carico quando sono saturi d'acqua, così come terreni di torba e palude costituiti principalmente da prodotti di decomposizione di residui vegetali.

Per una corretta valutazione costruttiva dei terreni, è necessario applicare un profilo idrogeologico sul profilo longitudinale del collettore e scegliere la struttura di base in base allo stato naturale dei terreni, ai metodi di lavoro, alla profondità di riempimento e alle dimensioni del tubo.

Fig. 3.22. Base sotto le condutture

A - con profondità fino a 6 m su terreni asciutti con una pressione ammissibile di / >> 0,15 MPa per tubi con un diametro di 600-3500 mm; b - lo stesso, in terreni sabbiosi sabbiosi, saturi e saturi d'acqua, ricchi di argilla, con pressione ammissibile MPa per tubi con diametro di 800-2500 mm; nello stesso in terreni freschi g - con una profondità di oltre 6 m

I substrati per i tubi devono essere prelevati in base alla capacità di carico dei suoli e dei carichi effettivi. In tutti i terreni, ad eccezione del tipo II roccioso, paludoso, paludoso e subsidale
Di norma, i tubi devono essere posati con un'altezza di rinterro fino a 6 m sopra la parte superiore dei tubi direttamente sul fondo livellato della fossa.

Quando si posano tubi e collettori su terreno asciutto, è necessario che si trovi sul fondo della trincea e rimanga nel suo stato naturale (indisturbato) e asciutto. Il letto sotto i tubi dovrebbe essere sistemato nello stesso momento in cui sono disposti in modo tale da essere ben livellato e il tubo in tutta la sua lunghezza aderisce strettamente al terreno della struttura indisturbata non meno che sul cerchio D.

I tubi posati in modo che un quarto della loro circonferenza sia a contatto con il letto possono sopportare più pressione (del 30-40%) rispetto a tubi posati su una superficie piana senza una rientranza. La completa compressione del terreno quando si riempie lo spazio tra il tubo e le pareti della fossa aumenta del 20% la resistenza allo schiacciamento del tubo.

Su terreni asciutti sabbiosi, argillosi e argillosi (con pressione ammissibile MPa) la base per tutti i tubi è sabbiosa

Cuscino versato nel vassoio realizzato per questo scopo lungo il fondo della fossa (Fig. 3.22, a).

In argilla plastica morbida e suoli argillosi con un fattore di porosità uguale a uno, e in terreno limoso di media densità, saturo di acqua, con una pressione ammissibile sul terreno di P ^ 0.15 MPa, lastra di cemento e sedia con un angolo di copertura di 135 ° di calcestruzzo di grado 200 (figura 3.22,6).

In terreni con terreno fresco con il progetto irregolare atteso per evitare disturbi ai giunti di testa dei tubi, la base deve essere realizzata in cemento armato monolitico (Fig. 3.22, c).

Lo spessore della base è preso:

Per tubi con diametro fino a 1000 mm " "1200-2400". »» »Più di 2400».

In tutti i casi, il tubo viene riempito fino a 7 g di diametro con terreno sabbioso con un'accurata manomissione.

Quando l'altezza del letto è aumentata a 12 m, vengono posati gli stessi tubi, ma per il rinforzo sistemano una sedia in cemento armato che copre più di 1/2 della sezione del tubo (Fig. 3.22 g). La sedia aumenta la resistenza allo schiacciamento del tubo 1,5-2 volte.

In terreni saturi d'acqua che danno acqua buona, i tubi di ceramica e cemento armato sono posti su uno strato di macerie, ghiaia o grande sabbia fluviale di 0,15-0,2 m di spessore con vaschette di drenaggio per drenare l'acqua.

Nel terreno roccioso, i tubi sono posati su un cuscino di sabbia non meno di 10 cm di spessore.Tubi di calibro lungo o terreni artificiali sono posti sotto tubi di tutti i diametri in terreni limosi e torbosi, in letti fluidi e altri terreni deboli, e le giunture dei tubi sono sigillate con materiali elastici.

Nei terreni sottosuolo, tutti i tubi sono posati direttamente sul terreno, compattati a una profondità di 0,2-0,25 m, con immersione preliminare del terreno con acqua (vedere § 44).

Per abbandonare il dispositivo di basi artificiali ad alta intensità di manodopera e costose, si dovrebbero utilizzare tubi di calcestruzzo armato a bassa pressione di lunga durata con una pressione interna garantita di 0,1 MPa con la loro posa direttamente sul terreno.

Spessore della base di sabbia per condotte

Il fondamento della fondazione dovrebbe essere di composizione naturale senza disturbare la struttura naturale.

Per fare ciò, la pulizia del fondo della trincea fino al segno di progettazione viene effettuata immediatamente prima della posa dei tubi.

Su terreni leggermente bitorzoluti, paludosi e fluenti con una ridotta capacità portante (meno di 0,25 kg / cm 2), così come su terreni rocciosi, una base artificiale deve essere costituita da uno strato di sabbia, ghiaia o pietrisco non inferiore a 20 cm di spessore (Fig. 37).

Ogni collegamento della condotta deve essere in pieno contatto con la base.

Il fondo della trincea dovrebbe avere segni di design e pendenze. Le pendenze delle condotte di pressione autosufficienti dei sistemi di irrigazione chiusi devono essere almeno 0,003.

La carenza di terreno sul fondo di una fossa di 5-15 cm deve essere eliminata manualmente. Il terreno può essere gettato sul cordolo della trincea o sulla sezione adiacente con la condotta posata.

Scavo di trincee con un escavatore rotante

Superare il terreno sul fondo della trincea è inaccettabile, ma se sono formati per caso, devono essere eliminati, strato dopo strato addormentarsi con sabbia, pietrisco o ghiaia con un'attenta manomissione di ogni strato.

Suoli sabbiosi, ghiaiosi o argillosi che non sono soggetti a forti ondeggiamenti e cedimenti sono adatti come base naturale per le condutture.

Durante l'irrigazione, così come durante il congelamento in inverno e lo scongelamento in primavera, i terreni di base sotto le tubazioni possono ancora parzialmente deformarsi - affondare o rigonfiamento. Pertanto, durante la costruzione di una rete di irrigazione chiusa, si dovrebbe dare la preferenza alle tubazioni che presentano giunzioni flessibili tra le giunzioni dei tubi.

Posa e installazione di condotte in polietilene

Posa e installazione di condotte in polietilene

La società LLC AOS, è un fornitore ufficiale di tubi PE, PND che parla di alta qualità della produzione consegnata.

Modi di posa sterro

La scelta del metodo di posa del gasdotto

La scelta del metodo di posa delle condotte dovrebbe essere effettuata sulla base di calcoli tecnici ed economici, tenendo conto delle proprietà fisico-chimiche delle sostanze trasportate, del materiale dei tubi, delle condizioni operative, delle caratteristiche climatiche dell'area di costruzione, della capacità di trasporto della condotta e dell'intensità del materiale.

Si raccomanda di posare sottoterra reti di tubi in polietilene, come durante l'installazione in superficie, è necessaria la protezione della tubazione con materiali termoisolanti per evitare che la sostanza trasportata si congeli a temperature dell'aria negative e un riscaldamento eccessivo delle pareti del tubo quando esposta alla radiazione solare e a temperature elevate dell'aria. Per le reti di fornitura di gas esterne di tubi in polietilene sono consentite solo le installazioni sotterranee.

Possono essere posate anche condotte in polietilene:

  • negli edifici (condotte interne o interne) su ganci, supporti e staffe; aperti o all'interno di solchi, miniere, strutture edilizie, in canali;
  • edifici esterni (condotte interdipartimentali o esterne) su cavalcavia e supporti (in condotti e gallerie riscaldati o non riscaldati o senza di essi), in canali (passanti o invalicabile) e nel terreno (installazione senza canali).


Tecnologia di posa di condotte di PE in trincee

L'elasticità del materiale e il peso ridotto dei tubi in PE conferiscono loro alcuni vantaggi rispetto ai tubi realizzati con materiali "duri" come ghisa e fibra di vetro. In particolare, durante la costruzione di condotte, spesso sul bordo della trincea, le singole ciglia di lunghezza massima (dal pozzo al pozzo) vengono saldate e quindi calate nella fossa, dove rimane per collegarle all'apparecchio o per saldare diversi giunti di assemblaggio.

Poiché, in questo caso, è possibile ridurre significativamente la larghezza della trincea, questo porta ad una riduzione della quantità di terra, limitando la massa di materiale fornito per la lettiera e la necessità di trasportarlo. Sebbene la trincea possa essere il più sottile possibile, dovrebbe fornire un'opportunità per una buona compattazione del suolo.

I lavori per l'installazione di trincee per condotte in PE sono eseguiti in conformità con le normali misure di sicurezza.

Profilo di trincea

Il profilo della trincea per l'installazione di condotte in PE è determinato dal progetto. La larghezza è determinata in base alle condizioni per garantire la facilità di installazione. A livello del diametro orizzontale della condotta> 710 mm, la trincea dovrebbe corrispondere al diametro esterno del tubo + 0,4 m.

Fig.1 Parametri del profilo di trincea raccomandati

Fondo di trincea

Il fondo della trincea dovrebbe essere livellato, libero da aree ghiacciate, liberato da pietre e massi. I luoghi di dragaggio dei massi devono essere riempiti di terra, compattati alla stessa densità del terreno di fondazione. In terreni soggetti a dislocamento o quando esiste un'alta probabilità che il materiale di messa a terra venga rimosso dalla lettiera e dalla lettiera, è necessario prendere le misure appropriate per preservare il terreno circostante il tubo in uno stato compatto. In particolare, il fondo della trincea può essere rinforzato con materiale geotessile.

Base per pipeline

Lo spessore normale dello strato di lettiera è 0,1 m. Su terreno roccioso, la lettiera è obbligatoria. Se il fondo della trincea è roccioso o ci sono pietre più grandi di 60 mm nel fondo della fossa, è necessario un aumento della stratificazione per livellare completamente il fondo della fossa.

Sabbia o ghiaia viene utilizzata per la lettiera (dimensione massima del grano 20 mm). In alcuni casi, è possibile utilizzare un materiale con una granulometria di grandi dimensioni. In ogni caso, il materiale utilizzato per la biancheria da letto non dovrebbe avere spigoli vivi. Se il terreno locale soddisfa questi requisiti, il rinterro non è necessario.

Il letto dovrebbe essere piatto e non dovrebbe essere compattato. Il materiale che riempie le depressioni formate dopo lo scavo di massi e altri oggetti di grandi dimensioni dovrebbe essere compattato alla densità del suolo principale.

Fig.2 Strato base per la condotta (biancheria da letto, cuscino, letto)

Spruzzatura del gasdotto

Il terreno estratto durante la separazione della trincea può essere utilizzato per spolverare il tubo, a condizione che non contenga pietre (la loro dimensione massima è di 20 mm, anche le singole pietre fino a 60 mm possono essere lasciate nel terreno). Se il primer deve essere compattato, dovrebbe essere adatto per tale operazione. Se il terreno estratto non è adatto per la spruzzatura del tubo, per questo scopo è necessario utilizzare sabbia o ghiaia con una frazione fino a 22 mm o una pietra frantumata con una frazione di 4-22 mm.

La spruzzatura deve essere effettuata su tutta la larghezza della trincea per ottenere uno strato con uno spessore di almeno 0,3 m sopra la superficie del tubo (dopo la pressatura).Il primo strato non deve superare la metà del diametro del tubo, ma non più di 0,2 M. Il secondo strato viene riempito fino alla sommità del tubo, ma anche non più di 0,2 M. Durante la spruzzatura, il terreno deve essere applicato da un'altezza minima. Non scaricare la massa del terreno direttamente sul tubo. L'irrorazione del gasdotto avviene di solito dopo il completamento della posa e dell'accettazione del gasdotto.

Fig.3 Irrorazione delle condotte

Compattazione del suolo

L'aspersione del terreno, compattata nell'asse della condotta, fornisce una certa riduzione delle forze di trazione sulle pareti laterali dei tubi dalla pressione interna del mezzo trasportato. Il grado di compattazione dipende dallo scopo dell'area al di sopra del gasdotto e deve essere determinato dal progetto.

Al fine di evitare la subsidenza del terreno sopra il gasdotto, che è sotto le strade, si raccomanda di sigillare il riempimento di almeno il 95% del valore Proctor modificato.

Per trincee profonde (oltre 4 m) il grado di compattazione è del 90%. Per altri casi: 85% o secondo le istruzioni fornite nel progetto. Il tamper deve essere fatto in strati con uno spessore di OD a 0,3 m, tamponando ogni strato. Lo spessore degli strati pressati dipende dall'attrezzatura e dalle condizioni di tenuta. A prestazione di questo compito è necessario essere attento. Sigillare il primo strato (fino al livello dell'asse del tubo) non dovrebbe portare al suo sollevamento. Il tamper deve essere eseguito simultaneamente da entrambi i lati della tubazione, al fine di evitare il suo movimento. Durante il riempimento del terreno e il riempimento della condotta deve essere monitorato in modo che il terreno non contenga inclusioni di grandi dimensioni. La rincalzatura del terreno direttamente sopra il tubo viene effettuata, dopo aver fornito una distanza di almeno 0,3 m dalla sua superficie.

Backfill finale

Il backfill finale della trincea può essere avviato dopo il riempimento del gasdotto e la pigiatura del terreno.

Si consiglia di posizionare un nastro segnaletico sopra la tubazione durante il riempimento. Sopra i gasdotti, il nastro di avviso è posto su base obbligatoria. Al fine di rendere più facile l'identificazione delle condutture in futuro, l'uso di tale nastro è consigliato anche su altre condotte.

Per il rinterro, è possibile applicare il terreno rimosso da una fossa o un altro, secondo le linee guida del progetto. Il diametro delle particelle del materiale utilizzato per il riempimento della trincea non deve superare i 300 mm. È impossibile scaricare pietre, pietrisco con spigoli vivi e grandi dimensioni in una trincea. Il terreno non deve essere congelato e pellettato.