Serie di drenaggio standard

Il più grande sistema di guida online gratuito per l'accesso online alla raccolta completa di atti normativi tecnici della Federazione Russa. Un'enorme base di standard tecnici (oltre 150 mila documenti) e una collezione completa di standard nazionali, autentica per la base ufficiale del Gosstandart. GOSTRF.com è più di 1 Terabyte di informazioni tecniche gratuite per tutti gli utenti di Internet. Tutte le copie elettroniche dei documenti presentati qui possono essere distribuite senza restrizioni. La distribuzione di informazioni da questo sito a qualsiasi altra risorsa è incoraggiata. Ognuno ha il diritto di accedere illimitato a questi documenti! Tutti hanno il diritto di conoscere i requisiti stabiliti in questi regolamenti!

STRUTTURE, PRODOTTI E NODI TIPICI DI EDIFICI E STRUTTURE

Serie di drenaggio standard

Disegni e progetti

sottosezioni

Unisciti al gruppo

Disegni di pozzi di drenaggio di diverse configurazioni secondo 901-9-8 edizione 1. Materiale eccellente per sezioni di TS, OV, VK

Il disegno del pozzo di drenaggio su terreni umidi con un diametro di 1000 mm (molte opzioni):

1. Piani di drenaggio e profili da eseguire per legare un foglio
2. Il pozzo è stato sviluppato sulla base di un progetto modello 901-9-8 (numero 1) in presenza di acque sotterranee.
3. La profondità della lastra si sovrappone alla superficie del suolo (h) non è inferiore a 0,5 m.
4. Il volume di calcestruzzo per sigillare i tubi è 0,01 m3.
5. All'installazione, tutti gli elementi del pozzo nero vengono installati su una malta cementizia di grado M50 con uno spessore di 10 mm.
6. Il portello (pos.2) è installato in presenza di un carico della ruota.
7. Isolamento dei tubi - rinforzato.
8. Il volume di calcestruzzo nell'area cieca è di 0,45 m3.

Disegnare bene il drenaggio su terreni asciutti con un diametro di 1 m

Disegnare bene il drenaggio su terreni asciutti con un diametro di 1 m (1 anello)

Disegnare bene il drenaggio su terreni asciutti con un diametro di 1 m (con un profilo)

Disegnare bene il drenaggio su terreni asciutti con un diametro di 1 m (con un profilo) 2 tubi

introduzione

Fino ad ora, le organizzazioni di progettazione che effettuano la progettazione di sistemi di drenaggio (in appresso il drenaggio) a Mosca sono guidate dalle "Linee guida provvisorie per la progettazione del drenaggio a Mosca a Mosca (N M - 15 - 69)" sviluppate nel 1969. " Mosproy Kt su m - 1 "e" M Osinproe Kt om ".

Durante l'uso pratico delle "Linee guida temporanee", sono comparse nuove costruzioni di drenaggio, basate sull'uso di materiali moderni, e hanno accumulato esperienza positiva e negativa nella progettazione e costruzione di scarichi, che richiede lo sviluppo di un nuovo documento normativo.

ambito di applicazione

La "Guida" è intesa per l'uso nella progettazione e costruzione del drenaggio di edifici, strutture e canali di servizi sotterranei situati in quartieri residenziali, nonché per edifici e strutture separati.

La "Guida" non si applica alla progettazione del drenaggio stradale di pavimentazioni poco profonde, trasporto e altre strutture per scopi speciali, nonché alla caduta temporanea di acqua durante i lavori di costruzione.

Parte generale

Per proteggere le parti sepolte degli edifici (scantinati, sottopavimenti tecnici, fosse, ecc.), I collettori interni, i canali di comunicazione dalle inondazioni con le falde acquifere, il drenaggio e dovrebbero essere forniti. I condizi di drenaggio e impermeabilizzazione della parte sotterranea degli edifici e delle strutture devono essere eseguiti conformemente a SNiP 2.06.15-85, SNiP 2.02.01-83 *, MGSN 2.07-97, "Raccomandazioni per la progettazione di impermeabilizzazione di parti sotterranee di edifici e strutture" TSNIIppromzdaniye nel 1996 e i requisiti di questa "Guida".

La progettazione del drenaggio deve essere effettuata sulla base di dati specifici sulle condizioni idrogeologiche del sito di costruzione, sul grado di aggressività delle acque sotterranee nelle strutture edilizie, sulle soluzioni di progettazione e progettazione spaziale degli edifici e delle strutture protette, nonché sullo scopo funzionale di questi locali.

L'impermeabilizzazione prot e vokapillarynaya nelle pareti e il rivestimento o l'isolamento della vernice delle superfici verticali delle pareti a contatto con il terreno devono essere fornite in tutti i casi, indipendentemente dagli scarichi del dispositivo.

Il dispositivo di drenaggio è obbligatorio nei casi di ubicazione:

piani interrati, sottocampi tecnici, collezionisti interni e trimestrali, canali di comunicazione, ecc. al di sotto del livello calcolato di acque sotterranee o se l'eccesso dei piani superiori al livello calcolato di acque sotterranee è inferiore a 50 cm;

i piani degli scantinati sfruttati, i collezionisti trimestrali, i canali per le comunicazioni su terreni argillosi e argillosi, indipendentemente dalla presenza di acque sotterranee;

piani seminterrati situati nella zona di inumidimento capillare, quando non è consentita la presenza di umidità nel seminterrato;

pavimenti di sottocampi tecnici in terreni argillosi e argillosi con la loro profondità a più di 1, 3 m dalla superficie di pianificazione della terra, indipendentemente dalla presenza di acque sotterranee;

pavimenti di sottocampi tecnici in terreni argillosi e argillosi con la loro profondità a meno di 1, 3 m dal livello del terreno quando il pavimento è su una lastra di fondazione, e anche nei casi in cui le lenti di sabbia si adattano all'edificio sul lato in salita o sul lato in salita, thalweg si trova sul lato dell'edificio

Per evitare di innaffiare il suolo dei territori e la fornitura di acqua a edifici e strutture, oltre al drenaggio, è necessario prevedere:

compattazione del suolo regolamentare durante il riempimento di trincee e trincee;

di regola, rilasci chiusi di scarichi dal tetto degli edifici;

drenaggio di vassoi aperti con sezione ≥ 15 × 15 cm con pendenza longitudinale, ≥ 1% con bocche di scarico aperte;

costruzione di un'area cieca in edifici di larghezza ≥ 100 cm con pendenza trasversale attiva dagli edifici ≥ 2% a strade o vassoi;

sigillatura ermetica di fori in pareti esterne e fondazioni agli ingressi e alle uscite di reti ingegneristiche;

deflusso superficiale organizzato dal territorio dell'oggetto proiettato che non influisce sullo scarico di pioggia e acqua di fusione dal territorio adiacente.

Nei casi in cui, a causa delle basse quote della superficie esistente della terra, non è possibile garantire la rimozione delle acque superficiali o per ottenere il necessario abbassamento delle acque sotterranee, è necessario provvedere al riempimento del territorio alle quote richieste. Se è impossibile scaricare l'acqua di drenaggio da singoli edifici e strutture o gruppi di edifici, è necessario prevedere la costruzione di stazioni di pompaggio per il pompaggio dell'acqua di scarico.

La progettazione del drenaggio di nuovi oggetti dovrebbe essere effettuata tenendo conto del drenaggio esistente o progettato in precedenza nei territori adiacenti.

Con una diminuzione generale del livello delle acque sotterranee sul territorio di un microdistretto, si dovrebbe assegnare il marchio di un livello abbassato di acque sotterranee a 0, 5 m sotto i piani degli scantinati, sottofondi tecnici, canali per le comunicazioni e altre strutture. In caso di impossibilità o irragionevolezza dell'abbassamento generale del livello delle acque sotterranee, si dovrebbe prevedere un drenaggio locale per singoli edifici e strutture (o gruppi di edifici).

Il drenaggio locale, di regola, dovrebbe essere predisposto in caso di significativa diminuzione dei piani sotterranei di edifici separati, se l'acqua di drenaggio per gravità non può essere rimossa.

Tipi di drenaggio

A seconda della posizione del drenaggio in relazione all'aquitard, il drenaggio può essere di tipo perfetto o imperfetto.

Il drenaggio del tipo perfetto è posato sul aquitard. L'acqua sotterranea entra nel drenaggio dall'alto e dai lati. In base a queste condizioni, il drenaggio del tipo perfetto deve avere una spolverata di drenaggio dall'alto e dai lati (vedi Fig. 1).

Il drenaggio del tipo imperfetto è posto sopra l'aquitard. L'acqua di falda entra negli scarichi da tutti i lati, pertanto la lettiera di drenaggio deve essere eseguita da tutti i lati (vedere Fig. 2).

Dati di riferimento per la progettazione del drenaggio

I seguenti dati e materiali sono necessari per completare il progetto di drenaggio:

conclusione tecnica sulle condizioni idrogeologiche di costruzione;

piano territoriale in scala 1: 500 con edifici esistenti e previsti e strutture sotterranee;

progetto di organizzazione di soccorso;

planimetrie e prospetti di scantinati e sottofondi di edifici;

piani, tagli e spazzare le fondamenta degli edifici;

piani, profili longitudinali e sezioni di canali sotterranei.

Le conclusioni tecniche sulle condizioni idrogeologiche di costruzione dovrebbero essere date le caratteristiche delle acque sotterranee, la struttura geologica e litologica del sito e le proprietà fisico-meccaniche dei terreni.

Nella sezione delle caratteristiche delle acque sotterranee dovrebbe essere indicato:

cause di formazione e fonti di acque sotterranee;

il regime delle falde acquifere e il livello delle falde acquifere che è apparso, stabilito e calcolato e, se necessario, l'altezza della zona di umidità del suolo capillare;

dati di analisi chimica e conclusioni sull'aggressività delle falde acquifere rispetto alla soluzione di calcestruzzo e malta

Nella sezione geologica e litologica fornisce una descrizione generale della struttura del sito.

Nella descrizione delle proprietà fisiche e meccaniche dei terreni dovrebbe essere indicato:

composizione granulometrica di terreni sabbiosi;

coefficienti di filtrazione di terreni sabbiosi e argillosi sabbiosi;

coefficienti di porosità e perdita di acqua;

angolo di riposo e capacità portante dei terreni.

Alla conclusione si devono allegare le sezioni geologiche principali e le "colonne" dei terreni lungo i fori necessari per la realizzazione di sezioni geologiche lungo i percorsi di drenaggio.

Se necessario, in condizioni idrogeologiche difficili per progetti di drenaggio di quarti e microdistretti, una mappa di idrossi e gesso e una mappa di distribuzione del suolo dovrebbero essere allegate alla conclusione tecnica.

In caso di requisiti speciali per il dispositivo di drenaggio, causati dalle condizioni operative specifiche dei locali e delle strutture protette, questi requisiti dovrebbero essere stabiliti dal cliente come materia prima aggiuntiva per la progettazione degli scarichi.

Condizioni generali per la scelta di un sistema di drenaggio

Il sistema di drenaggio viene selezionato in base alla natura dell'oggetto protetto e alle condizioni idrogeologiche.

Quando si progettano nuovi quartieri e quartieri in aree con alti livelli di acque sotterranee, dovrebbe essere sviluppato un piano generale di drenaggio.

Il piano di drenaggio include i sistemi di drenaggio che forniscono un generale abbassamento del livello delle acque sotterranee entro il trimestre (microdistretto) e il drenaggio locale per proteggere le singole strutture dalle inondazioni delle falde acquifere.

I sistemi di drenaggio che forniscono un abbassamento generale del livello delle acque sotterranee includono:

testa o spiaggia;

Scarichi locali includono scarichi:

Gli scarichi locali comprendono anche gli scarichi destinati alla protezione delle singole strutture:

drenaggio dei canali sotterranei;

drenaggio di fiumi, torrenti, tronchi e burroni disseminati;

drenaggio inclinato e ostruito;

drenaggio di parti sotterranee di edifici esistenti.

In condizioni favorevoli (nei terreni sabbiosi, così come negli strati sabbiosi con una vasta area della loro distribuzione), il drenaggio locale può contemporaneamente contribuire a una diminuzione generale del livello delle acque sotterranee.

Nelle aree in cui le acque sotterranee si depositano in terreni sabbiosi, dovrebbero essere utilizzati sistemi di drenaggio che forniscono un generale abbassamento del livello delle acque sotterranee.

In questo caso, il drenaggio locale dovrebbe essere usato per proteggere dalle inondazioni causate dalle acque sotterranee di alcune strutture particolarmente profonde.

Nelle aree in cui le acque sotterranee si verificano in argille, argille e altri suoli con bassa perdita di acqua, è necessario predisporre il drenaggio locale e.

Il drenaggio "preventivo" locale dovrebbe essere organizzato anche in assenza di acque sotterranee osservabili per proteggere le strutture sotterranee situate in terreni argillosi e limosi.

Nelle aree con una struttura acquifera stratificata, dovrebbero essere predisposti sia i sistemi di drenaggio generale che i sistemi di drenaggio locale.

Dovrebbero essere predisposti sistemi di drenaggio comuni per drenare gli strati sabbiosi inondati, attraverso i quali l'acqua entra nell'area di scarico. In questo sistema, è possibile utilizzare anche il drenaggio locale individuale, in cui il raggio della curva depressiva cattura un'ampia area del territorio. Il drenaggio locale deve essere predisposto per le strutture sotterranee previste in aree in cui la falda acquifera non è completamente drenata dal sistema di drenaggio generale, così come nei luoghi in cui può apparire la testa d'acqua.

Nelle aree edificate, nella costruzione di singoli edifici e strutture che necessitano di protezione dalle inondazioni delle falde acquifere, è necessario predisporre il drenaggio locale. Quando si progettano e costruiscono questi scarichi, è necessario tener conto della loro influenza sulle strutture esistenti adiacenti.

Drenaggio della testa

Per il drenaggio delle aree allagate dal flusso di acque sotterranee con un'area di alimentazione situata al di fuori di questo territorio, è necessario predisporre il drenaggio della testa (vedere Fig. 3).

Il drenaggio della testa deve essere posto in alto, in relazione al flusso sotterraneo, al confine delle aree drenate. Il percorso di drenaggio è prescritto tenendo conto della posizione dell'edificio e viene effettuato, ove possibile, in luoghi con livelli più elevati di approvvigionamento idrico.

Il drenaggio della testa dovrebbe, di regola, attraversare il flusso di acque sotterranee su tutta la sua larghezza.

Se la lunghezza del drenaggio della testa è inferiore alla larghezza del flusso sotterraneo, è necessario predisporre ulteriori scarichi lungo i bordi laterali dell'area di drenaggio al fine di intercettare le acque sotterranee provenienti dal lato.

Con la lettiera dell'acqua poco profonda, il drenaggio della testa deve essere posato sulla superficie del letto d'acqua (con una certa penetrazione) per intercettare completamente l'acqua freatica, come un perfetto tipo di drenaggio.

Nei casi in cui non è possibile gettare il drenaggio sull'acquedotto e nelle condizioni di drenaggio è necessario intercettare completamente il flusso delle falde acquifere, uno schermo è disposto al di sotto del drenaggio da una fila di linguette impermeabili, che deve essere abbassata al di sotto dei segni dell'Aquitard.

Con il profondo verificarsi di un arresto dell'acqua, il drenaggio della testa è posto sopra il punto di arresto dell'acqua come un drenaggio di tipo imperfetto. In questo caso, è necessario calcolare la curva di depressione. Se il dispositivo di una linea di drenaggio della testa non raggiunge una diminuzione del livello delle acque sotterranee alle quote specificate, una seconda linea di drenaggio dovrebbe essere posta parallelamente al drenaggio della testa. La distanza tra gli scarichi è determinata dal calcolo.

Se la parte della falda situata sopra il drenaggio è costituita da terreni sabbiosi con un coefficiente di filtrazione inferiore a 5 m / s d'anatra, la parte inferiore della fossa di drenaggio deve essere riempita con sabbia con un coefficiente di filtrazione di almeno 5 m / giorno (vedi Fig. 4).

L'altezza del riempimento della sabbia è 0,6-0,7 N, dove: H è l'altezza dal fondo della fossa di drenaggio al livello calcolato non depleto di acque sotterranee.

Quando una parte della falda situata sopra il drenaggio viene stratificata con strati intermedi di sabbia e argilla, la fossa di drenaggio deve essere riempita di sabbia con un coefficiente di filtrazione di almeno 5 m / giorno e deve essere fatta a 30 cm sopra il livello della falda che non è abbassata.

Il riempimento con sabbia può essere effettuato su tutta la larghezza della trincea verticale con un prisma inclinato o inclinato di almeno 30 cm di spessore Per un drenaggio di tipo perfetto, quando la falda non ha argilla, argilla e argilla, un prisma sabbioso può essere disposto solo su un lato della trincea (con lato del flusso d'acqua).

Se il drenaggio della testa è posto nello spessore di suoli relativamente poco permeabili, sottostanti da suoli ben permeabili, dovrebbe essere disposto un drenaggio combinato, costituito da drenaggio orizzontale e pozzi autosufficienti verticali (vedi Fig. 5).

I pozzi verticali dovrebbero comunicare con la loro base con i terreni permeabili della falda acquifera e la parte superiore con lo strato interno di canali di scarico orizzontali.

Per il drenaggio delle aree costiere allagate in relazione alla ritenzione dell'orizzonte idrico nei fiumi e nei bacini idrici, deve essere predisposto un drenaggio costiero (vedi Fig. 6), dove le designazioni: M G è l'orizzonte dell'acqua bassa del bacino idrico, H P W è l'orizzonte delle acque protette.

Il drenaggio costiero viene posato parallelamente alla riva del bacino idrico e viene posto al di sotto dell'orizzonte di propulsione normalmente (N P G) del giacimento di una quantità determinata mediante calcolo.

Nei casi necessari, il drenaggio della testa e costiero può essere utilizzato in combinazione con altri sistemi di drenaggio.

Drenaggio sistematico

Nelle zone in cui le falde acquifere non hanno una direzione del flusso chiaramente definita, e la falda acquifera è composta da terreni sabbiosi o ha una struttura stratificata con strati sabbiosi aperti, è necessario predisporre un drenaggio sistematico (vedi Fig. 7).

La distanza tra i drenaggi del drenaggio sistematico e la profondità della loro posa è determinata dal calcolo.

Negli ambienti urbani, il drenaggio sistematico può essere combinato con il drenaggio locale. In questo caso, quando si progettano i singoli scarichi, è necessario risolvere la possibilità di usarli da soli nell'uso del nastro come drenaggio locale, proteggendo le singole strutture e come elementi di drenaggio sistematico, fornendo un generale abbassamento del livello delle acque sotterranee nella zona drenata.

Quando viene sistemato un drenaggio sistematico nello spessore del terreno con una debole permeabilità, sotteso da terreni ben permeabili, si dovrebbe utilizzare un drenaggio combinato costituito da canali di drenaggio orizzontali con pozzi verticali autosufficienti (vedere Fig. 5).

Nelle aree inondate dal flusso di acque sotterranee, l'area di alimentazione di cui copre anche l'area drenata, la testa e il drenaggio sistematico dovrebbero essere usati insieme.

Drenaggio dell'anello

Al fine di proteggere le acque sotterranee dal sottofondo di scantinati e sottofondi di edifici isolati o gruppi di edifici, quando sono collocati in falde acquifere sabbiose, dovrebbe essere fornito il drenaggio dell'anello (vedi Fig. 8).

Il drenaggio degli anelli dovrebbe anche essere predisposto per proteggere scantinati particolarmente rovinati in nuovi quartieri e micro-distretti con insufficiente profondità del livello delle acque sotterranee dal sistema di drenaggio generale del territorio.

Con una buona permeabilità all'acqua dei terreni sabbiosi, così come con l'inizio del drenaggio su un letto d'acqua, è possibile organizzare il drenaggio di anelli comuni per un gruppo di edifici vicini.

In caso di afflusso unilaterale delle acque sotterranee chiaramente espresso, il drenaggio può essere disposto sotto forma di una punta non chiusa in base al tipo di drenaggio della testa.

Il drenaggio dell'anello deve essere posato sotto il pavimento della struttura protetta fino ad una profondità determinata dal calcolo.

Con una grande larghezza dell'edificio o con la protezione di più edifici mediante un drenaggio, nonché nel caso di requisiti speciali per l'abbassamento delle acque sotterranee sotto la struttura protetta, la profondità del drenaggio viene presa in base al calcolo, in cui deve essere determinato l'eccesso del livello di acque sotterranee abbassato nel centro del profilo di drenaggio anulare. sopra il livello dell'acqua nello scarico. Se la profondità di drenaggio non è sufficiente, devono essere predisposti scarichi intermedi intermittenti.

Il drenaggio dell'anello deve essere posato a una distanza di 5 - 8 m dal muro dell'edificio. Con una distanza minore o una grande profondità di drenaggio, è necessario prendere misure contro la rimozione, l'indebolimento e la precipitazione del terreno sotto la fondazione dell'edificio.

Drenaggio delle pareti

Per proteggere da scantinati sotterranei e sottofondi di edifici posati su terreni argillosi e argillosi, è necessario predisporre il drenaggio delle pareti.

Il drenaggio "preventivo" del muro dovrebbe essere organizzato anche in assenza di acque sotterranee nell'area di scantinati e sottocampi, disposti in terreni argillosi e limosi.

Con una struttura acquifera stratificata, al fine di proteggere scantinati e sottofondi di edifici, gli scarichi delle pareti o degli anelli dovrebbero essere disposti in base alle condizioni locali.

Se parti separate dell'edificio sono situate in aree con condizioni geologiche diverse, in queste aree è possibile utilizzare sia il drenaggio circolare che quello a parete vicina.

Il drenaggio della parete pavimenta il contorno dell'edificio dal lato esterno della s. La distanza tra il drenaggio e il muro dell'edificio è determinata dalla larghezza delle fondamenta dell'edificio e dal posizionamento dei tombini di drenaggio.

Il drenaggio delle pareti, di norma, deve essere posato in corrispondenza di segni non inferiori alla suola del fondotinta o alla base della soletta di fondazione.

Con una grande profondità di fondazione dal livello del pavimento del seminterrato, il drenaggio delle pareti può essere posato sopra la base delle fondazioni, a condizione che vengano prese misure contro il cedimento del drenaggio.

Il dispositivo di drenaggio a parete con l'utilizzo di moderni materiali filtranti polimerici, in particolare con l'utilizzo dell'involucro "Drainage", riduce i costi di costruzione risparmiando sabbia.

L'involucro "Dreniz" è costituito da una struttura a due strati: un foglio di profilo speciale realizzato in materiale polimerico (polietilene, polipropilene, polivinilcloruro) e un materiale filtrante in geotessile non tessuto, fissato insieme mediante saldatura o colla impermeabile. I fogli "Dreniz" sono collegati tra loro insieme a t.

L'uso della tecnologia di questo materiale è specificato nelle istruzioni del BCH 35-95.

Drenaggio del bacino idrico

Per la protezione da sottoprodotti dalle falde acquifere di scantinati e sottofondi di edifici, disposti in difficili condizioni idrogeologiche, quali: in falde acquifere ad alta potenza, con una struttura stratificata della falda acquifera, in presenza di acque sotterranee sotto pressione, ecc., Nonché in caso di insufficiente l'efficacia dell'uso del drenaggio ad anello o parete, deve essere predisposta al drenaggio del serbatoio (vedi Fig. 9).

Nelle falde acquifere ad alta potenza, dovrebbe essere calcolato un possibile abbassamento del livello della falda freatica nel centro del profilo anulare di drenaggio. In caso di diminuzione insufficiente del livello delle acque sotterranee, si dovrebbe applicare il drenaggio del bacino idrico.

Con una struttura complessa di una falda acquifera con un cambiamento nella sua composizione e permeabilità all'acqua (in pianta e sezione), così come nella presenza di aree chiuse allagate e lenti sotto il pavimento della stanza del seminterrato, sono disposti gli scarichi del serbatoio.

In presenza di acque sotterranee sotto pressione, è necessario utilizzare il drenaggio di anelli o serbatoi in base alle condizioni idrogeologiche locali con una giustificazione calcolata.

Per proteggere gli scantinati e le strutture, in cui le condizioni di funzionamento non consentono l'umidità, durante la posa di questi locali nella zona di inumidimento capillare dei terreni, devono essere predisposti scarichi di raccolta.

Serbatoio "preventivo" per tali strutture e strutture, disposto in terreni argillosi e argillosi, si raccomanda di prevedere anche in assenza di acque sotterranee osservabili.

Gli scarichi del serbatoio sono disposti in combinazione con canali di scarico tubolari (anulari e vicini).

Per interfacciare il drenaggio del serbatoio con il drenaggio tubolare esterno attraverso le fondamenta dell'edificio, è previsto il drenaggio tubolare.

Per i sottocampi di edifici con fondamenta su graticci di pali, il drenaggio del serbatoio può essere combinato in combinazione con il drenaggio a linea singola, posato sotto l'edificio.

Drenaggio dei canali sotterranei

Per proteggersi dalle inondazioni dei canali sotterranei della rete di calore e dai collettori di strutture sotterranee quando le si depositano nei terreni di falda acquifera è necessario predisporre un drenaggio lineare associato.

Il drenaggio "profilattico" (associato) dovrebbe essere disposto su terreni argillosi e limosi.

Il drenaggio accompagnatorio deve essere posato a 0,3 - 0,7 m sotto la base del canale.

Il drenaggio di accompagnamento deve essere disposto su un lato del canale a una distanza di 0, 7 - 1, 0 m dal bordo esterno del canale. È necessaria una distanza di 0, 7 m per ospitare i tombini.

Quando il dispositivo canalizza attraverso il drenaggio può essere posizionato sotto il canale lungo il suo asse. In questo caso, i serbatoi speciali di ispezione con i portelli incassati nel fondo del canale dovrebbero essere disposti sul drenaggio.

Nel caso di posa della base del canale su terreni argillosi e limosi, nonché su terreni sabbiosi con un coefficiente di filtrazione inferiore a 5 m / giorno, è necessario disporre le giunzioni di drenaggio sotto forma di una formazione sabbiosa continua sotto la base del canale.

Il drenaggio del serbatoio deve essere collegato alla coscia di drenaggio del drenaggio tubolare associato.

Quando si costruiscono canali in terreni argillosi e argillosi, in terreni di una struttura a strati, nonché in terreni sabbiosi con un coefficiente di filtrazione inferiore a 5 m / giorno, entrambi i lati del canale devono essere versati in prismi di sabbia verticali o inclinati con un coefficiente di filtrazione non inferiore a 5 m / giorno.

I prismi sabbiosi sono progettati per ricevere l'acqua che scorre dai lati e sono disposti in modo simile ai prismi sabbiosi della testa e agli scarichi vicino alla parete.

Drenaggio del pozzo e parti incassate del seminterrato

Il drenaggio del pozzo e le parti incassate del seminterrato dovrebbero essere decise in ciascun caso, a seconda delle condizioni idrogeologiche locali e delle strutture accettate degli edifici.

Per questo scopo può essere raccomandato con le seguenti soluzioni:

la penetrazione della parte inferiore del drenaggio, quando i locali sepolti e il pozzo si trovano vicino alla parte inferiore di esso, contando lungo il flusso di acqua nel drenaggio;

una diminuzione generale del drenaggio all'inizio del drenaggio e della struttura protetta nei terreni sabbiosi;

divisione del drenaggio totale in parti separate con rilasci indipendenti; dispositivo di drenaggio locale aggiuntivo.

Nel drenare i singoli pozzi in locali sepolti, è necessario prestare particolare attenzione alle misure contro la rimozione del suolo da sotto le fondamenta dell'edificio.

Quando si costruiscono le fondamenta di drenaggio anulari dell'edificio si può posare leggermente sopra il drenaggio. L'eccesso delle fondamenta dell'edificio rispetto al drenaggio e la distanza di drenaggio dall'edificio devono essere controllati tenendo conto dell'angolo di attrito interno del terreno secondo la formula:

l min - la distanza più breve dell'asse di scarico dal muro dell'edificio in m,

b - largo ed e della fondazione dell'edificio in m,

B - la larghezza della fossa di drenaggio in m,

H - la profondità dello scarico in m,

h - la profondità della fondazione in m,

φ è l'angolo di attrito interno del terreno.

Quando si avvia il drenaggio al di sotto delle fondamenta degli edifici al fine di evitare il soffocamento del suolo, occorre prestare particolare attenzione alla corretta selezione e installazione degli spruzzi di drenaggio, alla qualità delle cuciture e dei fori nei pozzetti, nonché a misure che impediscono la rimozione del terreno quando le trincee di drenaggio si rompono.

Con un grande valore di abbassamento dell'orizzonte delle acque sotterranee sotto le fondamenta (esistenti e previste) dovrebbe essere calcolato il sedimento.

Quando si organizzano le gocce nel drenaggio all'interno della zona di influenza dello scarico inferiore, devono essere prese in considerazione anche le misure sopra elencate.

I pozzetti differenziali devono essere installati con un sigillo completo di tutte le cuciture e dei fori.

Si consiglia di predisporre il drenaggio locale per le singole fosse in base al tipo di drenaggio del giacimento.

Altri tipi di drenaggio

In alcuni casi, l'abbassamento richiesto del livello della falda acquifera può essere ottenuto con un sistema di drenaggio generale del territorio (drenaggio di testa e sistematico).

Gli scarichi possono essere posati insieme agli scarichi (vedi Fig. 10).

Durante il riempimento di fiumi, torrenti, tronchi e burroni, che sono il drenaggio naturale delle acque sotterranee, oltre ai collettori per il drenaggio delle acque superficiali è necessario predisporre il drenaggio per ricevere le acque sotterranee.

Il drenaggio deve essere collegato alla falda acquifera su entrambi i lati del collettore di scarico. Con un grande afflusso di acque sotterranee, così come con la posa di un collettore su argilla e terriccio, vengono posati due scarichi, posizionandoli su entrambi i lati del collettore.

Con un piccolo afflusso di acque sotterranee e la posizione del collettore di drenaggio in terreni sabbiosi, è possibile posare uno scarico, posizionandolo sul lato di un flusso d'acqua più grande. Se allo stesso tempo i terreni sabbiosi hanno un coefficiente di filtrazione inferiore a 5 m / giorno, strati di drenaggio sotto forma di uno strato continuo o di singoli prismi dovrebbero essere disposti sotto la base del collettore.

Quando la falda acquifera è incuneata su pendii e pendii, è necessario predisporre il drenaggio di intercettazione e.

Gli scarichi di intercettazione vengono posti a una profondità non inferiore alla profondità della penetrazione del gelo e adattati secondo il tipo di drenaggio della testa.

Quando le falde acquifere sono espresse in modo non chiaro e le falda acquifera si estendono su tutta la zona del pendio, sono predisposti appositi canali di drenaggio.

Al dispositivo di muri di sostegno, in luoghi di un pizzico di acque sotterranee, il drenaggio chiuso è organizzato. Il drenaggio del blocco è un riempimento continuo di materiale filtrante posto dietro la parete. Con una lunghezza ridotta, il drenaggio chiuso può essere posato senza tubo. Con una lunghezza considerevole, si consiglia di predisporre il drenaggio tubolare con cospargimento del drenaggio.

Per catturare le molle, che sono appuntate sul pendio, organizzano pozzi prigionieri.

Il dislivello e il drenaggio ostruito e i pozzetti devono essere provvisti di prese d'acqua.

Per proteggere gli scantinati e i sottofondi degli edifici esistenti, il tipo di drenaggio viene scelto caso per caso, in base alle condizioni locali.

Nei terreni sabbiosi disporre il drenaggio anulare e della testa.

In terreni argillosi e argillosi con fondazioni profonde, è predisposto il drenaggio delle pareti, a condizione che tale soluzione sia consentita dalla costruzione di fondamenta e pareti dell'edificio.

Strati e drenaggio sono disposti nel caso in cui il secondo piano a quote più elevate possa essere sistemato nel seminterrato. In questo caso, uno strato di materiale filtrante (sabbia grossolana con prismi di ghiaia o pietrisco) viene versato tra il vecchio e il nuovo pavimento e collegato al drenaggio tubolare esterno, come nei canali di scarico convenzionali.

Nella progettazione e costruzione del drenaggio negli edifici esistenti, dovrebbero essere prese misure contro la rimozione e la subsidenza del suolo.

In questi casi la fossa di drenaggio dovrebbe essere strappata con ganci corti con installazione di drenaggio immediata e riempimento della trincea.

Pista di drenaggio

I percorsi del drenaggio anulare, vicino alla parete e associato sono determinati in riferimento alla struttura protetta.

I percorsi della testa e il drenaggio sistematico sono determinati in base alle condizioni idrogeologiche e di costruzione.

Quando si avvia il drenaggio al di sotto del basamento di strutture e reti adiacenti, la distanza tra di esse deve essere controllata tenendo conto dell'angolo di pendenza naturale del terreno dal bordo del basamento della struttura (o della rete) al bordo della fossa di drenaggio (vedere la formula).

Profilo di drenaggio longitudinale

La profondità del drenaggio non deve essere inferiore alla profondità del congelamento del suolo.

La profondità della testa, dell'anello e del drenaggio sistematico è determinata dal calcolo idraulico e dalla profondità degli edifici e delle strutture protette.

La profondità della parete e il drenaggio associato sono determinati in base alla profondità delle strutture protette.

Si consigliano pendenze di drenaggio longitudinale per almeno 0, 002 per terreni argillosi e 0,003 per terreni sabbiosi.

Le pendenze maggiori del drenaggio devono essere determinate in base alla portata massima consentita dell'acqua nei tubi - 1, 0 m / se a.

Layout dei tombini

I pozzetti di ispezione devono essere installati in luoghi in cui la pista gira e cambia in pendenza, in discesa, e anche tra questi punti a grandi distanze.

Su tratti rettilinei di drenaggio, la distanza normale tra i passi d'uomo è di 40 m. La massima distanza tra i tombini del drenaggio è di 50 m.

Alle svolte del drenaggio alle sporgenze degli edifici e alle camere dei canali, l'installazione dei tombini non è necessaria, a condizione che la distanza dalla svolta al passo d'uomo più vicino non sia superiore a 20 m. in un giro.

Rilascia dispositivo

Il rilascio di acqua da scarichi prodotti in fognature, stagni e burroni e.

Unire gli scarichi alle grondaie, di regola, dovrebbe essere effettuato sopra l'altezza del drenaggio. In caso di collegamento di scarico sotto il tubo di scarico, è necessario fornire una valvola di ritegno nella sezione di scarico del drenaggio. Si sconsiglia di collegare il drenaggio agli scarichi sotto il livello dell'acqua nel secondo con un periodo di oltre 3 volte l'anno.

Una volta rilasciato nel serbatoio, il drenaggio deve essere posto sopra il livello dell'acqua nel serbatoio durante l'alluvione. Con un aumento a breve termine dell'orizzonte del serbatoio, nei casi necessari, il drenaggio può essere posato sotto l'orizzonte di piena, a condizione che l'apparecchiatura di rilascio del drenaggio sia dotata di una valvola di non ritorno.

La sezione della testa pozzo dell'uscita di drenaggio nel serbatoio deve essere interrata sotto l'orizzonte dell'acqua per lo spessore del coperchio del ghiaccio con il dispositivo del pozzetto.

Se è impossibile scaricare l'acqua dal drenaggio per gravità, è necessario fornire una stazione di pompaggio (installazione) per trasferire il drenaggio in un'ode che opera in modalità automatica.

Combinazione di drenaggio con scarico

Quando si progetta il drenaggio, è necessario considerare la variante della sua gabbia insieme allo scarico (vedi Fig. 10).

Con una profondità di drenaggio sufficiente, il drenaggio deve essere posizionato sopra lo scarico nello stesso piano verticale con il rilascio di acqua di drenaggio in ciascun pozzetto di scarico. La distanza tra i tubi di drenaggio e di drenaggio deve essere di almeno 5 cm.

Se è impossibile posizionare il drenaggio sopra lo scarico, è necessario eseguire il drenaggio parallelo nella stessa trincea con lo scarico a causa della profondità del deposito.

tubi

I tubi di cemento-amianto dovrebbero essere utilizzati per il drenaggio.

L'eccezione è il drenaggio, posato in acque sotterranee, aggressivo al calcestruzzo e malte su cemento Portland. In questo caso, i tubi di plastica dovrebbero essere utilizzati per il drenaggio.

Le profondità massime ammissibili del rinterro sulla parte superiore del drenaggio tubolare dipendono dalla resistenza di progetto del terreno del cuscinetto, del materiale del tubo, dei metodi di posa dei tubi (base naturale o artificiale) e del riempimento delle trincee, nonché di altri fattori.

I dati necessari sull'utilizzo dei tubi di cemento amianto sono disponibili nell'album SK 2111 - 89 e per i tubi di plastica nell'album SK 2103 - 84.

Le prese d'acqua nei tubi dovrebbero essere disposte sotto forma di tagli di una larghezza di 3 - 5 mm. La lunghezza del taglio dovrebbe essere pari alla metà del diametro del tubo. I tagli sono disposti su entrambi i lati del tubo in modo sfalsato. La distanza tra i fori su un lato è di 50 cm. Esiste una variante con la foratura dei fori di ingresso dell'acqua (vedere figura 11, 12).

Durante la posa dei tubi è necessario assicurarsi che i tagli siano sul lato del tubo; la parte superiore e inferiore del tubo dovrebbe essere senza tagli.

I tubi in cemento-amianto collegano i giunti.

Quando si utilizzano tubi in polivinilcloruro (П В Х), i fori di ingresso dell'acqua sono realizzati in modo simile ai tubi di cemento in amianto. Il tubo di drenaggio corrugato in polietilene (HDPE) viene prodotto con prese dell'acqua pronte per l'ingresso (vedere Fig. 13).

Strutture di drenaggio e filtri di drenaggio

Gli sprink di drenaggio, in accordo con la composizione dei terreni vuoti, organizzano il singolo strato o doppio strato.

Quando il drenaggio si trova nella sabbia, i fogli di ghiaia, di grandi e medie dimensioni (con un diametro medio delle particelle di 0, 3 - 0, 4 mm e più grandi) sono disposti con levigatura a strato singolo di ghiaia o pietrisco.

Quando il drenaggio si trova in sabbie di media grandezza con un diametro medio delle particelle inferiore a 0, 3-0,4 mm, così come nelle sabbie fini e semi-sabbiose, sabbiose e con una struttura stratificata della falda, sono disposte delle gocce a due strati (cfr. 20). Lo strato interno di spolveramento è fatto di detriti e lo strato esterno di spolveramento è fatto di sabbia.

L'irrorazione dei materiali deve soddisfare i requisiti dei materiali per le strutture idrauliche.

La ghiaia viene utilizzata per lo strato interno di spolveramento di drenaggio e, in assenza di esso, per pietrisco di rocce ignee (granito, sienite, gabbro, liparite, basalto, diabase, ecc.) O particolarmente forti tipi di rocce sedimentarie (calcare siliceo e ben cementato arenarie non erose).

Per lo strato esterno di spolveramento applicare sabbie che sono il prodotto di agenti atmosferici di rocce ignee.

I materiali di drenaggio devono essere puliti e privi di più del 3-5% in peso di particelle con un diametro inferiore a 0,1 mm.

Selezione della composizione del prodotto cosparso di scarico in base a programmi speciali a seconda del tipo di filtro e della composizione dei terreni drenati.

Gli scarichi devono essere posati in fosse vuotate. Nei terreni sabbiosi, viene utilizzato l'abbassamento dell'acqua con filtri a punto. Quando viene effettuato un drenaggio nel letto d'acqua, viene utilizzato il drenaggio dell'acqua con dispositivi di drenaggio per la costruzione, il congelamento o il fissaggio chimico dei terreni.

I tubi di drenaggio di tipo imperfetto sono posati sugli strati inferiori della lettiera di drenaggio, che a loro volta sono posati direttamente sul fondo della fossa.

Per gli scarichi del tipo perfetto, la base (fondo della trincea) è rinforzata con macerie incorporate nel terreno, e le tubazioni sono posate su strati di sabbia spessi 5 cm.

In terreni deboli con capacità portante insufficiente, il drenaggio deve essere posato su una base artificiale.

Gli spruzzi di scarico possono avere una forma rettangolare o trapezoidale in sezione trasversale.

Spruzzare una sagoma rettangolare soddisfatta con l'aiuto di scudi di inventario.

Spruzzare contorni trapezoidali versati senza scudi con pendenze di 1: 1.

Si consiglia la medicazione drenante a due strati per creare una forma rettangolare con l'aiuto di scudi di inventario.

Lo spessore di uno strato di spolverare dovrebbe essere di almeno 15 cm.

Filtri per tubi

Invece di un dispositivo di drenaggio costituito da tubi con filtro a ghiaia per il drenaggio preventivo, è possibile utilizzare filtri per tubi in calcestruzzo poroso o altro materiale. L'ambito e le condizioni d'uso dei filtri per tubi sono determinati da istruzioni speciali.

pozzi

Sul drenaggio tubulare sistemare i pozzetti.

Per proteggersi dall'intasamento, i pozzetti devono essere dotati di seconde coperture.

I pozzi di differenza nel drenaggio dovrebbero avere un lato acqua.

Prismi di sabbia

Quando si posa il drenaggio in terreni sabbiosi con un coefficiente di filtrazione inferiore a 5 m / giorno, così come nei terreni di una struttura a strati, parte della trincea sopra il drenaggio viene riempita di sabbia. Un prisma sabbioso dovrebbe avere un coefficiente di filtrazione di almeno 5 m / giorno.

La carteggiatura di una trincea sviluppata in terreni sabbiosi viene fatta ad un'altezza di 0, 6 - 0, 7 N, dove H è l'altezza dal fondo della trincea al livello delle acque sotterranee, ma non meno di 15 cm sopra la sommità della lettiera drenante. Nei terreni di una struttura a strati, la trincea è ricoperta di sabbia a 30 cm sopra il livello delle falde acquifere (vedi Fig. 4).

Filtro Wells

Se la falda acquifera non è omogenea quando il drenaggio orizzontale passa nello strato superiore meno permeabile e lo strato più permeabile è situato al di sotto, è predisposto un drenaggio combinato costituito da drenaggi orizzontali e pozzi filtranti verticali autoduranti (vedi Fig. 5).

La penetrazione dei pozzetti del filtro verticale può essere eseguita idraulicamente (mediante immersione con un tampone in a) o con metodi di perforazione, in questi casi i pozzetti del filtro sono costruiti in modo costruttivo come pozzetti tubolari di drenaggio verticale. La bocca (estremità superiore del pozzetto tubolare) si trova al di sotto del livello totale non ridotto di acque sotterranee ed è collegata al fondo del pozzo di osservazione del drenaggio. Il segno della bocca del pozzetto tubolare dovrebbe essere 15 cm più alto del livello del vassoio dello scarico orizzontale, mentre con profondità ridotta l'installazione dei pozzetti del filtro può essere effettuata con un metodo aperto. A tale scopo vengono aperti pozzi dal fondo della fossa di drenaggio orizzontale in cui tubi (amianto, cemento o plastica) riempiti di ghiaia o macerie vengono installati verticalmente. Lo spazio tra il tubo verticale e il terreno è pieno di sabbia grossa. L'estremità inferiore del tubo verticale entra in uno strato di ghiaia o macerie sul fondo del pozzo a. L'estremità superiore del tubo si accoppia con lo strato interno di drenaggio orizzontale della polvere.

Progettazione del drenaggio del serbatoio

Il drenaggio di strati viene utilizzato per proteggere scantinati di edifici, pozzetti e canali nei casi in cui un singolo drenaggio tubolare non fornisce l'effetto drenante necessario.

Il drenaggio del serbatoio è organizzato sotto forma di uno strato di sabbia, versato lungo il fondo del pozzo di fondazione sotto un edificio o una fossa per un canale.

Uno strato di sabbia nella direzione trasversale viene tagliato con prismi di ghiaia o macerie.

Il drenaggio del serbatoio deve essere protetto dall'intasamento durante la costruzione. Quando si costruiscono pavimenti e fondazioni usando il metodo a umido (usando calcestruzzo monolitico e malte cementizie), è necessario chiudere gli strati di drenaggio con materiale isolante (lastra di vetro, ecc.).

I prismi di ghiaia (o pietrisco) devono essere alti almeno 20 cm.

La distanza tra i prismi è 6 ÷ 12 m (a seconda delle condizioni idrogeologiche). I prismi sono disposti, di solito nel mezzo tra le fondamenta trasversali di un edificio.

Con un grande afflusso d'acqua o per strutture particolarmente importanti, il drenaggio del giacimento può essere a doppio strato sull'intera area con uno strato inferiore di sabbia e quello superiore di ghiaia ed io macerie.

Con una piccola larghezza della struttura protetta e un flusso limitato di acqua, in particolare sotto i canali sotterranei, il drenaggio del giacimento può essere realizzato da un singolo strato di sabbia o da macerie.

Lo spessore del drenaggio del serbatoio sotto gli edifici dovrebbe essere di almeno 30 cm, e sotto i canali - almeno 15 cm.

In alcuni casi, con una vasta area di drenaggio o requisiti speciali per l'abbassamento della zona di saturazione dei capillari, lo spessore e il design del drenaggio del giacimento vengono determinati mediante calcolo.

Il drenaggio del serbatoio dovrebbe andare oltre le pareti esterne della struttura e, se necessario, versarlo sopra il pendio del pozzo (trincea).

Il drenaggio del serbatoio deve essere collegato all'anello di drenaggio tubolare, a parete o in dotazione.

Quando una grande area e podz e un sacco di spazio dovrebbero essere collocati ulteriori scarichi tubolari sotto il pavimento della stanza.

Nel sottosuolo di edifici eretti su pali di fondazione, il drenaggio del giacimento può essere combinato con un drenaggio tubolare a linea singola situato sotto il sottosuolo

Stazioni di pompaggio (installazioni) per il pompaggio dell'acqua di scarico

La profondità dei locali sotterranei di edifici e strutture residenziali e pubblici non sempre consente di dirigere l'acqua di drenaggio per gravità nella fognatura. In questo caso, il dispositivo deve essere stazioni di pompaggio di drenaggio. Quando si progetta una stazione di pompaggio di drenaggio, si dovrebbe seguire la seguente procedura:

l'installazione di stazioni di pompaggio separate (impianti), di regola, non è economicamente fattibile, perché i costi della loro costruzione e operazione saranno significativamente più alti di quelli costruiti negli scantinati;

unità di pompaggio, principalmente per essere situate negli edifici, l'acqua di drenaggio da cui dirigere nella fogna (scarico) per gravità non è possibile;

In uno studio di fattibilità, è possibile organizzare una stazione di pompaggio per il pompaggio dell'acqua di drenaggio da diversi edifici. Se gli edifici appartengano a proprietari diversi, per risolvere questo problema, è necessario ottenere il documento pertinente sulla partecipazione azionaria alla costruzione e al funzionamento di una stazione di pompaggio comune, redatta nel modo prescritto.

Al momento di decidere la posizione delle stazioni di pompaggio per il pompaggio delle acque di scarico, la priorità è quella di rispettare i livelli di rumorosità e vibrazione consentiti dalle unità di pompaggio e dalle condutture negli appartamenti degli edifici residenziali e dei locali pubblici.

Gli impianti di pompaggio non devono essere collocati: in appartamenti residenziali, asili nido o stanze di gruppo di asili e asili nido, classi di scuole secondarie, strutture ospedaliere, sale di lavoro di edifici amministrativi, aule di istituti scolastici e altre strutture simili.

Nei progetti, è necessario effettuare calcoli appropriati per rumore e vibrazioni, che determinano la scelta delle misure tecniche che garantiscono la conformità con i requisiti per i livelli consentiti di rumore e vibrazioni negli edifici residenziali e pubblici secondo MGSN 2.04-97, quote per MGSN 2.04-97 vibrazioni di apparecchiature di ingegneria in edifici residenziali e pubblici "e" Progettazione di isolamento acustico di strutture di contenimento di edifici residenziali e pubblici ".

I costi dell'acqua di drenaggio inviata alla stazione di pompaggio dovrebbero essere determinati in modo specifico per ciascun oggetto.

Di norma, l'installazione dovrebbe includere due unità di pompaggio, di cui una è ridondante. A giustificazione è consentita l'installazione di un gran numero di pompe. Con uno spazio sul pavimento limitato per il posizionamento della stazione di pompaggio è più appropriato utilizzare pompe sommergibili.

La stazione di pompaggio di drenaggio dovrebbe avere una stanza speciale necessaria per ospitare il serbatoio di ricezione, le unità di pompaggio e altre attrezzature.

L'accesso alla stazione di pompaggio deve essere fornito solo al personale che serve l'attrezzatura installata.

Le stazioni di pompaggio di lavoro devono essere fornite in modalità automatica.

La capacità dei serbatoi di ricezione con l è determinata in funzione del consumo stimato di acqua di drenaggio, delle prestazioni della pompa o delle pompe selezionate e della frequenza consentita del motore della pompa, ma non meno di 5 minuti della sua capacità massima (per le pompe domestiche). Il numero massimo di inclusioni all'ora per le pompe importate deve essere indicato nella documentazione tecnica del produttore. In assenza di questi dati, dovrebbe essere fatta una richiesta appropriata.

Per ridurre la frequenza di accensione della pompa, è possibile fornire il loro funzionamento alternativo. In questo caso, deve essere fornita la terza pompa di backup, che può essere archiviata nel magazzino. Considerando che le acque di drenaggio, di norma, sono condizionatamente pulite, è possibile non fornire un condotto speciale per la sedimentazione nel serbatoio. Per acque inquinate o, se necessario, per regolare il flusso di acque reflue pompate da pompe, deve essere fornita la pipeline specificata.

Per l'automazione e il dispacciamento del lavoro delle unità di pompaggio nel serbatoio di ricezione della stazione di pompaggio, vengono assegnati i livelli di acqua appropriati.

Livelli di accensione per lavoratore e riserva alle pompe ary deve essere assegnato sotto il vassoio del tubo di alimentazione. In questo caso, il livello di attivazione della pompa di backup viene assegnato sopra il lavoratore, dal momento che deve essere acceso non solo quando si arresta una pompa di emergenza, ma anche quando la portata d'acqua aumenta e il livello nel serbatoio aumenta di conseguenza (cioè se la prestazione della pompa di lavoro è inferiore al flusso aumentato di acque reflue).

In caso di un ulteriore aumento del livello dell'acqua a causa di un arresto di emergenza delle pompe o per altri motivi, viene impostato il livello di emergenza superiore, al quale viene generato un allarme.

Ava superiore livello normale di solito preso all'altezza del tubo di ingresso.

Livello di spegnimento della pompa deve trovarsi ad una distanza di almeno 2 D in dal fondo del tubo di aspirazione (ingresso) e l'ingresso deve trovarsi ad almeno 0,8 D in dal fondo del serbatoio a.

Queste regole devono essere rispettate per la fornitura di acqua favorevole al tubo di aspirazione verticale e per evitare l'ingresso di aria in esso.

Minore emergenza al livello Viene preso nell'intervallo tra il livello di spegnimento delle pompe e l'ingresso delle linee di aspirazione.

Quando si applica all'installazione di pompe orizzontali o verticali, è necessario tenere conto dell'altezza geometrica dell'aspirazione delle pompe.

Ogni pompa deve avere un tubo di aspirazione.

Le linee di aspirazione devono essere a tenuta stagna. I più preferiti sono i giunti saldati.

Per evitare la formazione di tubazioni di aspirazione negli air bag, la tubazione viene posata con un sollevamento verso la pompa (pendenza non inferiore a 0, 005). Per la stessa ragione, nel passaggio da un diametro all'altro nelle sezioni orizzontali, vengono utilizzate solo transizioni "oblique" con una generatrice superiore orizzontale (transizione eccentrica).

Le tubazioni sotto pressione dopo l'installazione di valvole di ritegno e valvole su di esse, di norma, devono essere combinate in un'unica tubazione.

Quando si usano pompe sommergibili, il livello inferiore di spegnimento deve essere assunto non inferiore a quello specificato nella documentazione tecnica del produttore.

1. Nella fig. Le Figure 14 e 15 mostrano esempi della soluzione di drenaggio a parete utilizzando il guscio di drenaggio "DRAINIS" e il drenaggio su un fondo di pali con riempimento dei seni con sabbia.

2. I metodi di calcolo idrogeologico e idraulico del drenaggio sono raccomandati per essere utilizzati dalle fonti riportate nell'appendice.

3. Le figure in appendice sono fornite come illustrazioni e non devono essere interpretate come costruzioni obbligatorie.

APPLICAZIONI:

Elenco di documenti regolamentari e di altro tipo a cui si fa riferimento

SNiP 2.06.15-85 "Protezione ingegneristica dei territori da inondazioni e inondazioni"

Indennità per SNiP 2.06.15-85 "Previsioni di allagamenti e calcolo dei sistemi di drenaggio in aree edificabili"

SNiP 2.02.01-83 * "Fondamenti di edifici e strutture"

MGSN 2.07-97 "Fondazioni, fondazioni e strutture sotterranee"

"Raccomandazioni per la progettazione di impermeabilizzazione di parti sotterranee di edifici e strutture" TsNIIpromzdaniye, 1996.

VSN-35-95 "Istruzioni sulla tecnologia di applicazione dei gusci dei filtri polimerici per proteggere le parti sotterranee di edifici e strutture dalle inondazioni da acque sotterranee", SRI M osstro

Album n. 84 dell'Istituto di M osinzhprot KT "Drenaggio per disidratare le aree urbane e proteggere le strutture sotterranee"

Album SK 2111 - 89 Institute Mosinzhproekt "Condotte sotterranee non in pressione di condotte in cemento amianto, ceramica e ghisa"

Album SK 2103 - 84 Institute Mosinzhproekt "Condotte sotterranee non in pressione di tubi di plastica"

Manuale del progettista "Fondamenti complessi e fondamenti" M., 1969

Abramov S.K. "Drenaggio sotterraneo nell'ingegneria industriale e civile" M., 1967

Degtyarev BM e altri. "Protezione dei fondamenti di edifici e strutture dagli effetti del sottosuolo in uno" S Teizdat, 1985

MGSN 2.04-97 "Livelli ammissibili di rumore, vibrazioni e isolamento acustico in edifici residenziali e pubblici"

Guida a MGSN 2.04-97 "Progettazione di protezione contro il rumore e le vibrazioni di apparecchiature di ingegneria in edifici residenziali e pubblici"

Indennità a MGSN 2.04-97 "Progettazione dell'isolamento acustico di strutture che racchiudono edifici residenziali e pubblici"