Trattamento delle acque reflue industriali

La composizione delle acque reflue industriali dipende direttamente dal tipo di produzione, e questo deve essere preso in considerazione quando si installa il sistema fognario e si organizzano gli impianti di trattamento.

Acque reflue agricole

L'agricoltura comprende varie industrie, le più importanti delle quali sono la coltivazione e il bestiame. Il flusso di lavoro agricolo include composti chimici da fertilizzanti minerali. La rimozione di tali contaminanti dalle acque reflue richiede l'uso di sofisticate tecnologie di purificazione, metodi che possono decomporre o legare sostanze chimiche. Uno dei compiti più importanti del trattamento delle acque reflue animali è la rimozione della contaminazione fecale.

Acque reflue dell'industria pesante

L'industria pesante è un settore dell'economia che usa reazioni ad alta intensità energetica nel processo di estrazione del ferro dal minerale. Come risultato dell'attività, le acque reflue sono contaminate da ammoniaca, cianuro e altre sostanze nocive. Le scorte possono comprendere benzene, naftalene, antracite, fenolo, cresolo e altri carboidrati policiclici aromatici. Nel processo di laminazione dell'acciaio in fogli, vergella o lingotti d'acqua sono contaminati da oli idraulici, grassi, solidi.

Le acque reflue formate durante il processo di zincatura del ferro includono acidi chimicamente aggressivi, prodotti di reazione di incisione, sostanze non reagite. Gli acidi minerali, così come una grande quantità di solfati e cloruri, entrano nelle acque reflue, anche nei casi in cui l'azienda utilizza uno schema di ricircolo.

Acque reflue minerarie

Nelle acque reflue delle imprese minerarie alto contenuto di particelle di roccia. Queste particelle vengono lavate via dagli scarichi delle tempeste e trasportate dalle acque sotterranee. La contaminazione del deflusso con particelle meccaniche contribuisce anche all'erosione della roccia. L'uso di metodi tradizionali di estrazione e separazione utilizzando pendii naturali dell'area conduce alla contaminazione da particelle di ematite e tensioattivi. Una grande quantità di oli idraulici, prodotti petroliferi entra nel magazzino.

Quando il minerale è arricchito, i minerali contenuti nella roccia trattata vengono rilasciati nelle acque reflue. Tali composti possono entrare nell'acqua e rimanere lì in uno stato dissolto o sospeso. Molto spesso, le acque reflue comprendono metalli pesanti, zinco, arsenico, ecc.

Acque reflue alimentari

Un serio inquinante è l'industria alimentare. La particolarità dell'inquinamento delle imprese in questo settore è l'assenza di sostanze nocive e tossiche. Il pericolo sta nell'enorme quantità di sostanze inquinanti contenute nello stock. Come risultato dell'elaborazione delle verdure, non solo i solidi rimasti nello stato sospeso nell'effluente, ma anche i composti organici disciolti e i tensioattivi entrano nelle acque reflue.

Una grande quantità di rifiuti organici è fornita da imprese impegnate nella lavorazione di carcasse di animali e nella fabbricazione di prodotti a base di carne. Queste imprese producono anche una grande quantità di antibiotici, ormoni animali, pesticidi e altre sostanze aggiunte al cibo degli animali durante la loro coltivazione. Un problema specifico delle acque reflue di tali imprese sono gli insetticidi contenuti nelle pelli e nei peli degli animali (ad esempio, le pecore).

Le aziende di catering pubbliche sono il principale "fornitore" di acqua pesantemente contaminata da grassi, sali, coloranti, acidi e alcali chimicamente aggressivi e tensioattivi.

Industria chimica

Il rapido sviluppo degli ultimi anni dell'industria chimica ha portato alla formazione di una grande quantità di acque reflue inquinate con sostanze organiche complesse - pesticidi, coloranti, detergenti, materie plastiche, prodotti raffinati, ecc. Allo stesso tempo, lo stock è contenuto come sostanze iniziali utilizzate nell'impresa come materie prime e loro prodotti.

I prodotti chimici organici possono essere in soluzione allo stato di dissoluzione o sotto forma di sospensione colloidale.

Industria nucleare

Il problema della modernità è diventato uno spreco radioattivo, inclusi elementi radioattivi che non servono. Tali prodotti sono ottenuti come risultato di processi nucleari, come la scissione di atomi. I rifiuti radioattivi possono essere contenuti nelle acque reflue e in quelle imprese che non sono direttamente collegate all'industria nucleare.

Il pericolo di tali rifiuti sta nel fatto che il livello di radiazione in essi non è elevato in termini di massa totale e volume di deflusso, ma è probabile che entrino nel corpo umano attraverso l'esofago, l'aria e altri modi.

Imprese di acque reflue

B.s.v. per natura, l'inquinamento è suddiviso in:

- fecale (dai servizi igienici)

- economico (da lavandini, lavatoi, vasche da bagno, docce, lavanderie, bagni, stabilimenti di ristorazione, edifici pubblici, locali domestici di imprese industriali)

In bsv. contiene contaminanti organici in soluzione disciolta e insolubile. condizione. La loro concentrazione dipende dal grado della loro diluizione con acqua, vale a dire dal tasso di consumo dell'acqua. No. bs.v. vicino alle norme del consumo di acqua e nelle zone residenziali è 125-400 l / giorno per 1 persona.

Acque reflue industriali

Pr.s.v. sono divisi in:

- contaminato (impurezze minime, impurità organiche e loro miscele)

Per sviluppare uno schema razionale di smaltimento delle acque e valutare la possibilità di riutilizzo delle acque reflue industriali, vengono studiate la loro composizione e il regime di smaltimento delle acque.

Numero pr.s.v. L'orientamento può essere determinato dal consumo specifico di acqua, riferito all'unità ref. materia prima o unità di prodotti finiti.

Acque reflue superficiali

Il PSW, o deflusso superficiale, include l'acqua piovana e l'acqua di disgelo, così come l'acqua dall'irrigazione di imprese, strade, canali di scarico delle fontane, acqua di drenaggio.

Per psv. caratterizzato da una grande irregolarità della sua ricezione nella fogna. La composizione psv. min incluso inquinamento e, in misura minore, organico. A un gruppo speciale dovrebbe essere assegnato il deflusso superficiale, formato sui territori delle imprese industriali. Queste acque lavano via i rifiuti e i detriti dalla produzione rispettiva dal processo e in alcuni casi sono simili nella composizione a quella industriale.

10. Classificazione dei sistemi di acque reflue. La composizione degli edifici. Sistema di drenaggio generale. Sistema di drenaggio separato. Sistema di smaltimento dell'acqua semi-separato. Piscina di fognatura Camere di separazione

La rete fognaria (sewage) è un complesso di strutture e misure ingegneristiche che assicurano il ricevimento, il trasporto, la purificazione e la disinfezione e il rilascio di acque reflue nel bacino idrico, nonché lo smaltimento dei sedimenti risultanti.

Classificazione dei sistemi di fognatura

rete fognaria - un complesso di strutture e misure ingegneristiche che forniscono accoglienza, raccolta, rimozione dei liquami, loro depurazione e decontaminazione prima dello smaltimento o scarico in un giacimento.

1) - l'esportazione (i contaminanti liquidi sono raccolti in serbatoi-pozzi neri e trasportati periodicamente dal trasporto di cavalli o di automobili ai campi di smaltimento per la lavorazione) - in piccoli insediamenti, quando si usa un altro tipo di sistema fognario è difficile

- rafting (le acque reflue vengono trasportate attraverso condotte sotterranee agli impianti di trattamento delle acque reflue, dove vengono trattate e poi scaricate nei serbatoi)

2) - gravità (90% di tutte le fogne)

- testa di pressione (con il dispositivo delle stazioni di pompaggio)

3) - interno (composto da santeh.priborov, branch pipes, riser e outlet)

- all'aperto (strada) - un sistema di condotte sotterranee che riceve le acque reflue dalle reti dei cantieri e le trasporta in stazioni di pompaggio, impianti di trattamento delle acque reflue e corpi idrici.

La composizione della rete fognaria.

La rete fognaria comprende:

- ext. dispositivi per la costruzione di fognature

- canale intra quarto esterno. rete

- canale stradale all'aperto. rete

- stazioni di pompaggio e condotte di pressione

- dispositivi per il rilascio di pulito. acque reflue in bacini idrici.

Le reti fognarie sono costruite per lo più per gravità. Per fare questo, vengono posizionati in base al terreno, dividendo l'intero territorio canalizzato nei bacini delle fogne. bq - parte del territorio delimitata da spartiacque. Grafici di canale. reti che raccolgono acque reflue da 1 o più Bq - collezionisti (principali, bacini di fognatura, suburbani a.). Collezionisti di grandi dimensioni - canali. Impianto di depurazione - Strutture progettate per pulire l'arte. acque e trasformazione dei loro sedimenti.

1. Strutture per il trattamento.

2. Il principale collezionista.

3. Collettori di pozzi neri.

5. Reti intragruppo trimestrali.

Sistema di fognatura comune:

SK comune (K1 + K2 + K3) Tutti i tipi di acque reflue vengono raccolti e portati all'impianto di trattamento delle acque reflue attraverso un'unica fogna. rete. Le docce possono essere disposte per rilasciare parte dell'acqua nel serbatoio durante le forti piogge, che consente di ridurre il diametro del collettore e la capacità dell'impianto di trattamento. Il dispositivo USC senza livnuspuskov è difficile, perché durante i periodi senza pioggia, le condizioni idrauliche dei collettori a causa del piccolo riempimento di x sono già, le strutture funzionano solo per 1/3 della loro capacità. Altrettanto elevate sono le spese in conto capitale per la costruzione di impianti di trattamento delle acque reflue progettati per saltare il flusso di acqua piovana.

Sistema di fognatura separato.

- completamente separato sk - non meno di 2 reti. La rete per lo smaltimento delle acque reflue domestiche - domestiche, per acque reflue atmosferiche - acqua piovana, manuf. L'acqua può essere scaricata in casa o sotto la pioggia.

- split sk incompleta - la rete di pioggia sotterranea non è sistemata e la deviazione dell'atmosfera di acqua nel serbatoio avverrà attraverso vassoi aperti, fossati.

Psingle sk - le prime porzioni dell'acqua piovana più sporca e l'acqua proveniente dallo scioglimento della neve entrano nell'impianto di trattamento delle acque reflue e l'acqua piovana più pulita entra nei precipizi.

Una parte dell'oggetto sottoposto a manutenzione è dotata di un sistema separato completo, l'altro - con un all in lega sk. Viene utilizzato quando, quando si espandono le città con un sistema completamente galleggiante (caricato solo con acqua domestica e industriale), vengono costruiti nuovi collettori di drenaggio. Così, in diverse parti della città, sorgono sistemi di depurazione separati o incompleti insieme a quello galleggiante.

Dalla rete di analisi è costruita per lo più la gravità. Per fare questo, vengono posizionati in base al terreno, dividendo l'intero territorio canalizzato nei bacini delle fogne.BK - parte del territorio delimitata da spartiacque. I siti di fognatura che raccolgono acque reflue da 1 o più BC sono chiamati collettori, grandi collezionisti - Kan-Lamy.

Camere di separazionesono organizzati con sistemi di fognatura separati e semi-separati. La loro posizione e destinazione sono diverse. Con un sistema completamente separato, le camere di separazione sono disposte:

• sulla rete di pioggia in luoghi separati del collettore dell'acqua o di fronte all'impianto di trattamento delle acque reflue per scaricare parte dell'acqua piovana durante le intense piogge nel corpo idrico;

• sugli impianti per l'autopulizia dell'acqua piovana, se necessario, con diversi gradi di pulizia.

Con un sistema di acque reflue semi-separato:

• sulla rete di pioggia prima di collegarlo ai collettori principali per scaricare parte della pioggia. acque con pioggia intensa nello stagno;

• prima che l'impianto di trattamento delle acque reflue scarichi temporaneamente parte della famiglia, il manuf. e pioggia Art. acque alle vasche di regolazione per la successiva erogazione di impianti di trattamento.

Norme per lo scarico di acque reflue industriali

La situazione sanitaria del territorio dipende direttamente dall'efficacia dei sistemi di pulizia delle imprese. L'organizzazione dello scarico di acque reflue in corpi idrici svolge un ruolo importante in questo.

I rifiuti di acqua industriale devono essere trattati per evitare problemi ambientali.

Particolarmente importante è la corretta soluzione del problema nelle regioni industriali, in cui diverse imprese possono essere localizzate e operare simultaneamente in una piccola area. Se il lavoro dei sistemi di pulizia non è razionato secondo standard speciali, allora i primi segnali di disastro ecologico potrebbero apparire nella regione.

Opzioni per il riciclaggio di rifiuti industriali

Le acque reflue industriali sono un prodotto trasformato da un'impresa nel quadro dei processi tecnologici della sua attività. Spesso, grandi volumi di masse d'acqua contengono una grande quantità di prodotti petroliferi, sostanze nocive che formano gas e sostanze esplosive, nonché composti chimici tossici.

A una certa concentrazione, possono causare danni irreparabili alla salute umana e all'ecologia generale della regione. Ecco perché nella costruzione di imprese industriali e nell'organizzazione delle attività di questi, è importante introdurre vari dispositivi di pulizia. Il flusso nel serbatoio stesso dovrebbe essere normalizzato non solo in termini di volume, ma anche in termini di saturazione con elementi pericolosi.

Se le imprese sono situate nella zona industriale, viene spesso utilizzato un tale sistema comune di smaltimento dei rifiuti nei corpi idrici.

Metodi di smaltimento alternativi

Ma esiste una soluzione alternativa al problema: l'uso di sistemi di fognatura urbana. Ma per l'organizzazione di questo tipo di attività, è necessario ottenere permessi speciali dai servizi pubblici e dalle autorità cittadine.

Per ottenere il diritto di garantire che le acque reflue industriali possano essere smaltite nel sistema fognario, è possibile solo dopo aver condotto uno studio speciale - analisi chimica dell'acqua. Se il risultato della saturazione del fluido con elementi nocivi soddisfa i requisiti sanitari, allora rimane solo per documentare ufficialmente il permesso.

Le acque reflue provenienti da impianti industriali possono anche essere scaricate direttamente nei vicini serbatoi. Tali misure sono necessarie se i volumi di liquido riciclato possono sovraccaricare il lavoro del sistema fognario. Inoltre, lo scarico di acqua nella rete di servizi può essere vietato a causa della presenza di alcuni elementi chimici tossici in esso che possono interrompere l'efficace funzionamento del sistema fognario.

Rimozione senza ostacoli di acqua industriale nello scarico

Le acque reflue industriali possono contenere una grande quantità di sostanze chimiche dannose che possono influenzare non solo il sistema fognario, ma anche peggiorare la situazione ambientale nella regione. E spesso ci sono problemi con l'efficienza dell'impianto di trattamento. Anche un errore minore in uno dei nodi di tali dispositivi può compromettere l'efficienza e la qualità del sistema di approvvigionamento idrico di una comunità.

Al fine di evitare problemi con lo smaltimento dei rifiuti e l'organizzazione delle attività di trattamento, esistono standard stabiliti dallo stato. Quelli sono caratterizzati da fattori ambientali di esposizione alle concentrazioni massime ammissibili di sostanze nocive di acque reflue sull'ambiente. Le regole approvate fanno parte della legislazione statale e la violazione di tali leggi è punibile con multe e con il pieno arresto dell'impresa.

Il monitoraggio MPC delle sostanze dovrebbe essere effettuato da specialisti sia sul personale della struttura industriale stessa, sia dai rappresentanti dei servizi sanitari e municipali. Tutte queste attività si basano su uno speciale studio di laboratorio. È importante organizzare correttamente le loro attività. L'intera procedura è la seguente:

  1. I rappresentanti dell'azienda, dei servizi sanitari e dei servizi pubblici passano alla sezione del gasdotto, da cui è previsto l'utilizzo del prodotto riciclato purificato.
  2. I rappresentanti dei servizi sanitari prelevano un campione di acque reflue. La capacità è sigillata con un tappo speciale.
  3. La correttezza di tutte le manipolazioni è documentata da un certificato speciale, che è il "garante della consapevolezza" di tutte le parti.
  4. Il campione industriale prelevato viene trasferito al laboratorio sanitario-epidemiologico della città, dove viene eseguita l'analisi del MPC delle sostanze.
  5. In base ai risultati della ricerca, alla società viene rilasciato un documento con l'elenco di tutte le sostanze contenute nel campione prelevato. L'opinione degli esperti è il principale documento normativo per le attività future di una struttura industriale.

Opinione di esperti: il documento principale

Se gli indicatori sopra indicati delle sostanze nocive non superano gli standard specificati e accettati, l'acqua di scarico può essere smaltita nel sistema fognario generale.

Requisiti per lo scarico degli effluenti industriali nelle fognature

Le acque reflue provenienti dalle imprese possono essere smaltite nel sistema fognario urbano, se tutti i requisiti sanitari sono pienamente soddisfatti. Questi includono:

  1. BOD20 è l'indicatore principale della saturazione dell'acqua con composti chimici dannosi. Il superamento della norma "mette una croce" sullo smaltimento dei rifiuti nella fogna.
  2. Il volume delle acque reflue non dovrebbe compromettere l'efficienza del sistema fognario.
  3. È necessario osservare i valori di temperatura e idrogeno dei rifiuti. È vietato superare il segno in 40 ° C e l'acidità di 9,0 unità.
  4. Lo smaltimento dei rifiuti è possibile solo quando non ci sono particelle grossolane e detriti nei rifiuti, che possono ostruire i tubi delle fognature e altri componenti importanti del sistema.
  5. La composizione delle acque reflue non dovrebbe contenere sostanze chimiche che possono distruggere i materiali dei nodi del sistema fognario.
  6. Il COD delle acque reflue non dovrebbe essere superiore a BOD5 più di 4 volte.

Se gli indicatori di ricerca sul campione forniscono almeno un risultato che non soddisfa le norme e gli standard, l'azienda non ha il diritto di scaricare le acque reflue nel sistema fognario.

Trattamento delle acque reflue industriali

Il moderno concetto di "pulizia" delle acque reflue ha una grande varietà di metodi diversi. Nei paesi della CSI, l'uso del proposto M. Lapshin, la divisione di tali aree di attività in 3 gruppi:

  • pulizia dei rifiuti industriali modificando la composizione chimica;
  • pulizia, che avviene sotto l'influenza di influenza esterna sulla decomposizione delle impurità in acqua;
  • purificazione biochimica.

Cambiamenti nella composizione chimica delle acque reflue possono verificarsi in due modi diversi. Il primo si basa sull'uso dell'azione meccanica sugli scarichi. Tali metodi includono la tecnologia che utilizza:

  • filtri locali;
  • dispositivi di microprotezione;
  • equipaggiamento per assestamento, chiarificazione e galleggiamento;
  • elettroforesi su membrana.

Il secondo tipo di metodo di cambiamento della composizione chimica è il degasaggio, la distillazione, la cristallizzazione e l'evaporazione delle sostanze nocive. E anche usato la coagulazione e l'evaporazione. Tutti questi metodi si basano sulla separazione del prodotto puro dalle impurità e alcuni sono in grado di convertire le sostanze da uno stato all'altro. Questo succede con l'uso della cristallizzazione. Questa tecnica viene spesso utilizzata per rimuovere sostanze nocive convertendole da liquido a solido. Pertanto, le particelle formate precipitano e il prodotto purificato sarà pronto per un'ulteriore purificazione.

Utilizzo di sistemi di pulizia su linee di acque reflue industriali

Il trattamento localizzato di acque reflue provenienti da varie impurità prima dello smaltimento del prodotto di lavorazione può essere effettuato in vari modi. L'uso di determinati metodi dipende da un gran numero di fattori. Il principale è l'attività dell'impresa stessa.

I processi tecnologici che vengono effettuati con l'uso di grandi quantità di acqua possono contenere: trucioli metallici, prodotti chimici tossici, carburanti e lubrificanti, ecc. Pertanto, è molto importante sapere quali dispositivi e metodi di pulizia dovrebbero essere utilizzati per determinati casi:

Gli idrocicloni sono usati per rimuovere le particelle sospese.

  1. Le sostanze sospese che sono contenute nelle acque reflue vengono rimosse utilizzando idrocicloni (l'apparato per la separazione delle particelle solide).
  2. Se parte dell'inquinamento da inquinamento delle acque reflue ha un valore materiale o tecnologico, l'uso delle centrifughe sarà il metodo di filtrazione più efficace.
  3. Le sostanze gassose possono essere rimosse dalla composizione delle acque reflue con dispositivi speciali, il cui principio è basato sull'uso della pressione atmosferica. Questi includono nebulizzatori e degasatori sotto vuoto.
  4. Metalli pesanti e prodotti di trasformazione di carburanti e lubrificanti possono essere rimossi mediante flottazione.

Le raffinerie metallurgiche e petrolifere utilizzano spesso sistemi di trattamento delle acque reflue multistadio. Quelli possono anche occupare vasti territori per finire con un prodotto di buona qualità.

Misure per ridurre l'impatto sull'ambiente

Lo sviluppo dei processi tecnologici di produzione è sempre considerato dal lato dell'aumento dei profitti, sia da prodotti finiti che da materiali che sono spesi per ottenerli. Quindi il concetto di "produzione senza sprechi" cominciò a essere attivamente introdotto nel settore. Ciò ha influito sullo smaltimento delle acque reflue dal territorio delle imprese. Quindi, per risolvere i problemi ambientali, sono state applicate le moderne modalità di restauro ecologico. Questi includono:

  1. Modernizzazione dei sistemi di pulizia per minimizzare il danno delle acque reflue.
  2. Progettazione e costruzione di nuovi sistemi di trattamento basati sui moderni metodi di filtraggio delle acque reflue.
  3. L'uso di misure di protezione passiva. Il metodo di diluizione è popolare.

Se tale lavoro viene svolto e implementato nei processi tecnologici dell'azienda, il rischio di contaminazione sarà significativamente inferiore e non pericoloso per la salute pubblica.

Imprese di acque reflue

METODI DI PROGETTAZIONE DELL'INGEGNERIA DELLE ACQUE DI SUPERFICIE DEGLI SCARICHI INDUSTRIALI

1. CARATTERISTICHE DELLA RETIZIONE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

1.1. Composizione e proprietà delle acque reflue industriali

L'acqua proveniente da fonti di superficie viene utilizzata nell'industria, nell'agricoltura, per scopi domestici. Gran parte dell'acqua utilizzata viene restituita ai serbatoi sotto forma di acque reflue municipali e industriali.

Le acque reflue sono un prodotto secondario della produzione o dell'attività economica, contenenti ulteriori impurità che cambiano la loro composizione iniziale e le proprietà fisiche. Le acque di scarico sono chiamate acqua potabile e industriale, utilizzate per le esigenze domestiche e industriali, e quindi hanno perso le sue proprietà originali a causa dell'inquinamento.

Tutti gli inquinanti dell'acqua sono divisi in 4 gruppi a seconda della dimensione delle particelle delle impurità.

Il primo gruppo comprende impurezze insolubili in acqua con particelle di dimensioni pari a 10 -4 cm e oltre, formando le cosiddette sospensioni in acqua. Il gruppo comprende sostanze argillose, rocce carbonatiche come gesso, gesso, nonché limo, sabbia fine, idrossidi metallici poco solubili, plancton, batteri, virus.

Il secondo gruppo comprende impurità colloidali idrofiliche e idrofobe che sono in acqua in uno stato di formazioni finemente disperse. La dimensione delle particelle di tali impurità è di 10 -6 - 10 -5 cm. Questo gruppo comprende particelle minerali organiche di suolo e suolo, varie forme di sostanze umiche. La sedimentazione spontanea di tali particelle è estremamente difficile.

Il terzo gruppo combina gas solubili in acqua e composti organici contenuti nelle acque reflue di imprese industriali e insediamenti. Le dimensioni di queste sostanze, che danno all'acqua una varietà di sapori e odori, di colore, sono 10 -7 - 10 -6 cm.

Il quarto gruppo comprende sostanze che si dissociano in ioni. Questi sono principalmente sali inorganici, componenti essenziali di tutte le acque naturali. Il grado della loro dispersione è 10 -8 - 10 -7 cm.

Per origine l'inquinamento è diviso in:

- minerale - sabbia, argilla, minerali, scorie, soluzioni di acidi, alcali, sali minerali, ferro, calcio e altre sostanze inorganiche;

- organico - prodotti vegetali e animali dalla lavorazione di piante, prodotti agricoli, petrolio, carbone;

L'inquinamento delle piante comprende residui vegetali, cereali, carta, oli, il loro principale elemento è il carbonio. L'inquinamento degli animali comprende le escrezioni di persone e animali, sono caratterizzati da un significativo contenuto di azoto, fosforo e zolfo.

La contaminazione batterica e biologica sono vari microrganismi: funghi, alghe, batteri patogeni.

A seconda dell'origine, le acque reflue sono suddivise in quattro categorie principali: domestico, industriale, agricolo, atmosferico (tempesta).

Per la natura dell'inquinamento, le acque reflue sono divise in diversi gruppi.

L'inquinamento termico si verifica quando l'acqua viene utilizzata per rimuovere il calore in eccesso. Il pericolo ecologico di inquinamento termico dei corpi idrici naturali risiede nella possibile intensificazione dell'attività vitale del biota acquatico, che potrebbe causare una riorganizzazione dell'ecosistema acquatico.

L'inquinamento con sali minerali crea un pericolo per gli organismi unicellulari che scambiano prodotti di scarto con l'ambiente esterno per osmosi. La mineralizzazione dell'acqua nei sistemi di circolazione dell'acqua porta a un deterioramento degli indicatori tecnologici.

Le particelle sospese riducono la trasparenza dell'acqua, indeboliscono i processi di fotosintesi, contribuiscono alla deposizione del fondo. Sono adsorbenti e agenti complessanti per vari inquinanti. Affondando fino in fondo, possono diventare fonti di inquinamento secondario dell'ambiente acquatico.

L'inquinamento da metalli pesanti provoca danni ambientali significativi. I metalli pesanti sono riconosciuti come uno degli elementi più tossici.

Sostanze organiche - coloranti, fenoli, detergenti, pesticidi e altri xenobiotici - creano il rischio di una situazione tossicologica in uno stagno e possono influenzare i processi redox.

L'inquinamento idrico da sostanze nutritive porta agli effetti secondari dell'auto-inquinamento dell'ambiente acquatico.

I prodotti petroliferi formano un film sulla superficie dell'acqua, impedendo lo scambio di gas con l'atmosfera. Inoltre, gli inquinanti idrofobi si accumulano nei prodotti petroliferi e i prodotti petroliferi si accumulano nelle frazioni grasse di hydrobionts.

Le acque reflue che vengono scaricate nei serbatoi devono essere pretrattate e devono soddisfare diversi requisiti:

- non modificare tali parametri del serbatoio come temperatura, trasparenza, pH, contenuto di sostanza sospesa;

- non tossico per gli abitanti acquatici;

- non disturbare la dinamica dei processi redox nel serbatoio. Ciò significa che non dovrebbe eccedere il contenuto ammissibile di sostanze nutritive che stimolano la "fioritura" del giacimento.

Più profonda è la pulizia, maggiori sono i costi economici della sua implementazione. D'altra parte, solo da un certo livello di purificazione lo scarico dell'acqua diventa sicuro.

Quando si applicano metodi moderni, il grado di purificazione può raggiungere il 95-99%. Tuttavia, con un aumento del grado di purificazione dall'85% al ​​95%, il costo della pulizia aumenta di due o tre volte e di oltre il 95%, circa dieci volte per ogni ulteriore aumento percentuale dell'efficienza degli impianti di trattamento delle acque reflue. Nel frattempo, senza ulteriore trattamento, il costo della costruzione di un impianto di trattamento delle acque reflue ammonta al 30-50% del capitale totale investito in un impianto industriale. Sta diventando sempre più evidente che le strutture di trattamento non possono risolvere i problemi di protezione dell'ambiente acquatico dall'inquinamento. L'obiettivo principale è la creazione di tecnologia senza sprechi.

Le acque reflue scaricate dai territori delle imprese industriali sono divise in tre tipi in base alla sua composizione.

1) Le acque reflue industriali sono costituite dall'uso dell'acqua in vari processi tecnologici. La loro quantità, composizione e concentrazione di inquinanti sono determinati dai seguenti fattori: il tipo di produzione industriale e la natura del processo tecnologico, la composizione delle materie prime e dei prodotti, la composizione della prima acqua dolce, le modalità dei processi tecnologici. Le concentrazioni di inquinanti nelle acque reflue di diverse imprese variano, variano notevolmente nel tempo nei singoli negozi o nell'impresa nel suo insieme. L'afflusso irregolare di liquami e la sua concentrazione compromettono il funzionamento degli impianti di depurazione e complicano il loro funzionamento.

A seconda del grado di inquinamento, le acque reflue industriali possono essere suddivise in tre categorie principali:

- condizionatamente pulito, che non porta a cambiamenti nella composizione fisico-chimica dell'acqua del serbatoio e non richiede purificazione. Queste acque di solito provengono da scambiatori di calore e si formano anche quando le apparecchiature e i prodotti vengono raffreddati;

- purificato normativamente - acqua che ha subito la depurazione degli inquinanti prima del MPC, il cui scarico non porta a un cambiamento nella qualità dell'acqua nel serbatoio

- inquinato - acqua scaricata senza purificazione o insufficientemente purificata, con concentrazioni di inquinanti superiori a MPC, calcolati sui processi di diluizione e auto-purificazione in un corpo idrico. Le acque reflue inquinate sono solitamente suddivise in tre gruppi: inquinati principalmente da impurità organiche, inquinate principalmente da impurità minerali e inquinate da una miscela di queste impurità. La maggior parte delle imprese ha un inquinamento sia minerale che organico delle acque reflue in varie proporzioni.

Le acque reflue industriali sono le più pericolose per i corpi idrici. Sono molto più difficili da pulire rispetto alle acque reflue municipali, il che richiede strutture di trattamento complesse e costose. La diversità della composizione e della natura dell'inquinamento delle acque reflue industriali richiede l'uso di vari metodi per la loro depurazione, sia fisico-chimica che chimica e biologica. Le acque reflue industriali sono ammesse al sistema fognario municipale con restrizioni.

2) Le acque reflue domestiche vengono generate durante il funzionamento di impianti sanitari, docce, lavanderie e mense sul territorio dell'azienda. Nella composizione di tali acque si distinguono fecali, inquinati principalmente da secrezioni fisiologiche di persone, e domestici, inquinati da vari rifiuti economici, detergenti. Una caratteristica distintiva dell'acqua domestica è la costanza relativa della loro composizione e un alto grado di contaminazione. La maggior parte dell'inquinamento è materia organica di origine vegetale e animale. Le acque reflue domestiche contengono sempre un gran numero di microrganismi, che sono prodotti dall'attività umana, tra cui può essere patogeno. Questa è la parte epidemiologica più pericolosa dell'inquinamento. Per il trattamento delle acque reflue domestiche, di norma, si utilizzano metodi biologici. Le imprese non sono responsabili della qualità di queste acque e le inviano all'impianto di trattamento delle acque reflue della città.

L'inquinamento degli effluenti domestici e industriali influisce sulla scelta dello schema tecnologico di depurazione delle acque e sulla situazione ambientale dell'area.

3) Le acque reflue atmosferiche (acque meteoriche) (deflusso superficiale dai territori delle imprese) si formano a seguito del risciacquo delle impurità che si accumulano nel territorio, pioggia, acqua di fusione e irrigazione. Una caratteristica distintiva del deflusso della tempesta è la sua episodicità e una marcata disuguaglianza nel consumo e nella concentrazione di sostanze inquinanti. Il deflusso superficiale contiene principalmente impurità minerali: particelle solide (sospese) e prodotti petroliferi. Le acque piovane provenienti dai territori delle imprese industriali possono contenere specifiche impurità caratteristiche di una particolare produzione. Molti fattori influenzano l'inquinamento del deflusso superficiale: il livello del paesaggio, la densità della popolazione, l'intensità del traffico. Queste acque vengono scaricate nella rete esterna (pioggia) della città. Le imprese registrano il volume di acque reflue di questo tipo.

Il deflusso superficiale dai siti industriali, di regola, ha una composizione più complessa e la concentrazione di sostanze inquinanti in essa è maggiore rispetto al deflusso urbano.

geolike.ru

Acque reflue Concetto, classificazione, metodi di pulizia

Il concetto di acque reflue e la loro classificazione

Le acque reflue si riferiscono all'acqua arricchita con rifiuti industriali o domestici che viene rimossa dai territori degli insediamenti e delle imprese attraverso le acque reflue. Sono inquinati con sostanze organiche e minerali.

Gli organismi organici includono microrganismi, secrezioni fisiologiche di organismi viventi, residui vegetali e animali, film grassi, composti chimici. Tra i microrganismi sono spesso patogeni, pericolosi per l'uomo e gli animali.

L'inquinamento minerale è una varietà di rifiuti, soluzioni saline e inclusioni minerali: sabbia, limo, scorie.

In una condizione fisica di inquinamento ci sono in uno sguardo fermo, sospeso e dissolto. Le sostanze solide e sospese di liquami vengono rimosse durante la pulizia meccanica su dispositivi speciali e in fosse settiche. Il materiale organico rimasto nell'effluente è igienico e deve essere decomposto in composti minerali con l'aiuto di microrganismi.

Le acque reflue sottoposte a trattamento meccanico sono denominate sbiancate, non purificate, non chiarite.

Dalla sua origine, le acque reflue sono suddivise in acque industriali domestiche, miste, di bestiame e tempeste.

Famiglia: da case, lavanderie, saune, mense e altri oggetti per la casa.

Sono caratterizzati dalla composizione bicarbonato-solfato, reazione neutra e leggermente alcalina, bassa mineralizzazione, elevate proprietà fertilizzanti. In 1 litro di tale acqua contiene 30-80 mg di azoto, 5-20 fosforo, 6-30 potassio e 30-100 mg di calcio. Nelle acque reflue possono essere gli agenti causali delle malattie gastrointestinali, quindi, la preparazione per l'irrigazione dovrebbe includere, insieme con la pulizia meccanica e la stabilizzazione per diverse ore in stagni biologici. Adatto per l'irrigazione.

Industriale - acque reflue di imprese industriali, varie per composizione chimica e qualità: acque reflue da industria alimentare, industria leggera, impianti per la produzione di concimi minerali, prodotti chimici e farmaceutici, lavorazione del gas, coke-chimici. Contengono una varietà di sostanze che sono principalmente tossiche per le piante. Tuttavia, dopo la pulizia con diluizione con acqua e miscelati con acque reflue domestiche, sono adatti all'irrigazione.

Le acque industriali comprendono le acque pompate dalle miniere per l'estrazione di minerale e carbone - acque minerarie. Sono una miscela di acque sotterranee di diverse falde acquifere, arricchite con particelle minerali sospese, componenti del gas, materia organica e una composizione batteriologica sfavorevole.

L'acqua della miniera è altamente mineralizzata (3-5 g / l), il tipo di salinità è solfato e cloruro, il valore del fertilizzante non è elevato. L'acqua della mia non è adatta per l'irrigazione, dovrebbe essere usata con attenzione.

Misto - una miscela di acque reflue domestiche e industriali, ampiamente utilizzate per l'irrigazione.

I rifiuti di origine animale sono una miscela di liquame rimossa con un metodo idraulico dal complesso zootecnico, i rifiuti alimentari, la loro acqua utilizzata per il lavaggio degli animali e la lavorazione dei loro prodotti. Il contenuto di sale di 1,3-2,0 g / l contiene una quantità significativa di nutrienti: azoto fino a 5000, fosforo - 2500, potassio - 4500 mg / l, hanno un rapporto favorevole di cationi di sodio per la somma dei cationi di calcio e magnesio.

Negli scarti di bestiame contiene un gran numero di microrganismi patogeni, pertanto, richiede speciali misure di disinfezione.

I fanghi di depurazione delle aziende zootecniche hanno un valore fertilizzante più elevato del letame. Contiene 2,9-4,5 di azoto, 1,2-2,7 di fosforo e 0,2-0,5% di potassio.

Gli scarti di bestiame sono ampiamente usati per l'irrigazione.

L'acqua piovana è acqua piovana e acqua piovana che entra nella rete fognaria da città, impianti industriali. Contenere impurità meccaniche, dopo la pulizia, utilizzate per l'irrigazione.

Divisione delle acque reflue mediante indicatori agromannativi

Secondo gli indicatori di bonifica, le acque reflue sono divise in cinque gruppi:

1. Acque reflue adatte all'irrigazione senza preparazione preliminare su tutti i tipi di suolo: deflussi urbani domestici e misti sottoposti a trattamento biologico, liquami d'acqua piovana da imprese industriali. Il loro valore di fertilizzante è basso.

2. Fognature ad alto valore fertilizzante e adatte all'irrigazione su tutti i tipi di terreno dopo un po 'di preparazione - sedimentazione: scarichi di imprese dell'industria alimentare e trasformazione di prodotti agricoli, complessi di allevamento bovino con disinfezione.

3. Drenaggi dell'industria tessile. Adatto per l'irrigazione su tutti i tipi di terreno dopo la neutralizzazione, pulizia meccanica. Il valore del fertilizzante è basso.

4. Drenaggi che richiedono molta preparazione preliminare - trattamento fisico-chimico e biologico, diluizione: scarichi delle industrie chimiche, pesanti e metallurgiche. Il valore del fertilizzante è basso.

5. Le acque luride richiedono una preparazione molto complessa con l'isolamento di sostanze aggressive e un trattamento biologico completo: acque reflue provenienti da imprese che producono sostanze chimiche tossiche e coloranti.

L'idoneità degli scarichi di irrigazione dipende anche dalle caratteristiche biologiche delle piante, dal tipo e dalle proprietà del suolo, ecc.

L'indicatore principale dell'idoneità degli scarichi di irrigazione è l'effetto colturale sul suolo, aumentandone la fertilità.

Metodi di trattamento delle acque reflue

I metodi di trattamento delle acque reflue possono essere suddivisi in meccanici, chimici e biologici. Con il loro uso combinato, il metodo di pulizia e disinfezione delle acque reflue è chiamato combinato. L'uso di un metodo o di un altro in ciascun caso specifico è determinato dalla natura della contaminazione e dal grado di nocività delle impurità.

L'essenza del metodo meccanico è che le impurità meccaniche vengono rimosse dalle acque reflue mediante sedimentazione e filtrazione. A seconda delle dimensioni, le particelle grossolane vengono catturate da griglie e setacci di vari disegni e contaminanti superficiali - trappole di olio, catrame di olio e catrame, ecc. Il trattamento meccanico consente di separare fino a 2/3 delle impurità insolubili dalle acque reflue domestiche e oltre 9/10 dalle acque reflue industriali.

Con il metodo chimico di trattamento nelle acque reflue, avviene la trasformazione con l'aiuto di reagenti chimici di sostanze inquinanti in sostanze insolubili, gassose (volatili) e innocue.

Il trattamento biologico si basa sull'attività dei batteri aerobici e anaerobici, che mineralizzano gli inquinanti organici trovati nelle acque reflue allo stato disciolto e colloidale. L'intensità della nitrificazione caratterizza il corretto funzionamento del suolo come biosfera e come sistema per il trattamento delle acque reflue da materiale organico.

I canali di scolo vengono disinfettati prima di essere scaricati nei serbatoi e prima di essere immessi nei sistemi di irrigazione delle acque reflue. Per l'irrigazione del sottosuolo, la disinfezione non viene eseguita.

Schema di trattamento delle acque reflue dei complessi di allevamento del bestiame

Dal complesso di allevamento del bestiame, per mezzo di uno sfioratore, il letame defluisce nel collettore liquido, in cui la densità è divisa in tre frazioni: con una densità inferiore a uno, pari a uno e meno di uno. La frazione con una densità pari a uno entra nelle vasche di decantazione, dove avviene un'ulteriore divisione in due frazioni: con una densità uguale a uno e maggiore di uno.

Dopo la separazione, la frazione liquida dalle vasche di decantazione orizzontali guida nel serbatoio degli effluenti chiarificati e, dopo l'essiccazione nelle vasche di decantazione orizzontale, la frazione solida viene estratta dal trasporto mobile e scaricata ai margini del campo. Dopo il trattamento termico naturale, la frazione solida viene applicata come normale letame di letame.

Nei serbatoi di effluenti chiarificati, si verifica un'ulteriore chiarificazione della frazione liquida. Dai serbatoi, una parte della frazione liquida viene alimentata da pompe per il riutilizzo nel complesso zootecnico e un'altra parte dell'effluente viene alimentata dalle pompe ai miscelatori, dove gli scarichi chiarificati vengono miscelati con acqua pulita. Gli scarichi chiarificati diluiti con acqua pulita vengono inviati ai campi di irrigazione.

Trattamento delle acque reflue di imprese industriali

Contenuto dell'articolo

L'acqua è la base per la formazione di un ecosistema, è la base che crea un ambiente per l'habitat e la crescita di microrganismi, piante, animali e umani. L'aumento del numero e delle dimensioni delle città, lo sviluppo energetico, l'industria zootecnica, nonché i bisogni naturali della popolazione portano ad un rapido aumento del consumo di liquidi.

Un gran numero di industrie chimiche, della pasta e della carta consumate, nonché della metallurgia ferrosa e non ferrosa. La maggior parte delle quali viene successivamente scaricata in bacini idrici.

Acque reflue industriali (industriali)

Una seria minaccia è rappresentata da una varietà di sostanze chimiche comunemente utilizzate nella produzione moderna. Lo sviluppo regolare dei processi di produzione rende più profondo il problema della contaminazione, porta a un cambiamento nella struttura delle acque reflue, che richiede lo sviluppo di nuovi e il miglioramento dei metodi di pulizia esistenti.

Un ciclo idrico chiuso può risolvere questo problema. Ma ciò richiede un ulteriore sviluppo di schemi e dispositivi unici, nonché costi finanziari elevati. Una direzione promettente nell'invenzione di nuove tecnologie è lo sviluppo di metodi distruttivi. Si basa su una profonda trasformazione di sostanze organiche. Le reazioni redox attivate da vari reagenti chimico-fisici consentono di assicurare la completa distruzione di materiali organici difficilmente ossidabili e di convertirli in composti facilmente ossidabili.

Esistono due aree principali di studio e sviluppo del processo di disinfezione delle acque reflue:

  1. Sviluppo di metodi fondamentalmente nuovi di pulizia profonda utilizzando metodi fisico-chimici e combinandoli con quello biologico.
  2. Sviluppo di tecniche di post-trattamento che aumentano l'efficienza dei metodi esistenti per la rimozione di contaminanti.

Gli effluenti industriali sono costituiti da soluzioni di scarto, acqua industriale e di lavaggio, fluidi del sistema di raffreddamento, trattamento delle acque chimiche, impianti di lavaggio e locali industriali, nonché pulizia e trasporto di rifiuti. A causa della grande diversità e contaminazione in essi contenuta, è importante isolare e analizzare i gruppi la cui composizione determina la necessità e l'efficacia dell'uso di coagulanti e flocculanti. La concentrazione e la composizione dell'inquinamento in tutte le imprese sono diverse. Dipende dal tipo di industria e modalità di funzionamento, dalla frequenza degli scarichi salvo e dal consumo di acqua per qualsiasi necessità, dal tipo di materie prime e dai metodi di smaltimento dei rifiuti.

Le scorte sono divise per tipi di inquinamento:

  • imprese dell'industria metallurgica pesante e produzione di fertilizzanti minerali;
  • industria alimentare, microbiologica, polpa e carta;
  • industria petrolchimica e farmaceutica.

In base al contenuto totale di componenti contaminanti, le acque reflue industriali sono suddivise in debolmente concentrate - fino a 500 mg / l, moderatamente concentrate - da 500 a 5000 mg / l, concentrate - da 5.000 a 30.000 mg / l, altamente concentrate - oltre 3 0000 mg / l.

Tenendo conto del campo e della tecnologia dei coagulanti e dei flocculanti, esistono due classi di acque reflue:

  • con una fase solida dispersa;
  • con una fase liquida dispersa.

Gruppi separati sono assegnati a fognature che, oltre alle impurità solide o liquide disperse, contengono inoltre sostanze ioniche tensioattive e disciolte.

CARATTERISTICHE DELLA FORMAZIONE DI DRENAGGIO INDUSTRIALE

Caratterizzato da un'ampia varietà di sostanze inquinanti sospese o dissolte.

Sono formati in molti processi tecnologici, durante il raffreddamento degli apparati o durante il trasporto di materie prime, ecc. La composizione dipende dai componenti, dai prodotti e prodotti intermedi, dai prodotti fabbricati, dalla composizione dell'acqua di rubinetto originale e dalle materie prime, dalle condizioni locali e così via. Ha una vasta gamma di fluttuazioni nei parametri fisico-chimici. Ciò richiede un approccio individuale quando si sceglie un metodo per pulirli. Nel caso dell'impiego di acqua riciclata presso l'impresa, il numero di rifiuti industriali sporchi diminuisce e il numero di inquinanti aumenta. Le acque reflue sono generate dall'operazione di mense, lavanderie e docce. Il consumo dipende dal modo di operare dell'impresa, dai processi tecnologici e dal numero di lavoratori nell'impresa.

Quando si progetta, è necessario prendere in considerazione non solo la quantità giornaliera di effluente, ma anche la modalità della loro ricezione all'ora al giorno (orario di afflusso orario).

In un certo numero di industrie, si verificano flussi salvo di effluenti altamente concentrati e altamente tossici, e la frequenza di scarico può essere una volta per turno, al giorno, a settimana. I grafici delle variazioni giornaliere nella composizione delle acque reflue dovrebbero essere presi in considerazione per i principali parametri fisico-chimici e per specifici inquinanti (sostanze tensioattive, tossiche, tossiche e radioattive). La peculiarità della tecnologia di varie produzioni richiede in alcuni casi di tenere conto del regime di afflusso di acque reflue non solo durante il giorno, ma anche per mesi o stagioni dell'anno. Queste sono principalmente fabbriche di alcol, zucchero, conserve e vinicole primarie.

METODI DI PULIZIA SCARICHI INDUSTRIALI

Ora applica una varietà di modi. Ma il posto più importante è riservato al biologico, dal momento che è la distruzione di composti alieni, effettuata in modo reattivo o non reattivo. Come risultato di tale distruzione, una parte significativa del carbonio di composti organici viene convertita in acido carbonico e in cellule viventi di batteri, che sono già innocui e spesso addirittura benefici per l'ambiente, poiché possono essere la fonte di tutti i nutrienti di cui il suolo ha bisogno.

È importante che il trattamento biologico avvenga a basso costo di energia per unità di massa delle sostanze rimosse. Con lo sviluppo delle tecnologie di produzione e l'introduzione di nuovi processi, vengono regolarmente sollevati i requisiti per la pulizia.

Le moderne tecnologie garantiscono la rimozione dei nutrienti e risolvono completamente il problema dell'utilizzo dei sedimenti. La rimozione dei contaminanti è solitamente una combinazione di due opzioni di trattamento principali:

  • senza cambiare la struttura chimica originale;
  • con un cambiamento nella struttura chimica originale.

Il confronto economico dei metodi di ossidazione chimica e biologica è più spesso a favore di quest'ultimo, poiché è caratterizzato da minori costi energetici, che aumentano durante l'ossidazione fisica e chimica. Quando si crea un piano di trattamento delle acque reflue per un'impresa chimica, è necessario fornire un trattamento aggiuntivo dopo aver subito un trattamento fisico-chimico.

Uno dei modi efficaci per ridurre il numero di effluenti industriali scaricati nei serbatoi è il riutilizzo dei reflui dopo il trattamento nelle stesse operazioni di processo o per esigenze produttive in altri negozi di questa impresa. Non meno efficace è la riduzione del consumo di acqua per unità di materie prime lavorate o prodotti manifatturieri. I serbatoi di mediazione vengono spesso utilizzati per calcolare la media della composizione qualitativa e per rimuovere i picchi di carico. Sono dotati di dispositivi di miscelazione e unità di pompaggio per il pompaggio delle acque reflue per la pulizia. Oltre alla deposizione biologica, meccanica, fisica, fisico-chimica, elettrica e altri metodi possono essere utilizzati.

PULIZIA DELLA PRODUZIONE GALVANICA DELLE ACQUE REFLUE

Il modo più perfetto ed efficace è la pulizia fisica e chimica. Tutti i metodi sono suddivisi in quattro gruppi principali:

  • basato sul rilascio di impurità;
  • basato sulla trasformazione;
  • distruzione di impurità;
  • biochimica.

Il primo metodo si basa sull'isolamento delle impurità e dei proventi senza modificare le proprietà fisico-chimiche delle sostanze. Vengono eseguiti: sedimentando, filtrando, flottando, filtrando. La tecnologia delle membrane gioca un ruolo speciale in questo gruppo: microfiltrazione, ultrafiltrazione, osmosi inversa, dialisi. Sono preferiti nello sviluppo di processi tecnologici a basso spreco con sistemi di utilizzo dell'acqua chiusi, ad esempio: nichelatura, cromatura e linee di cadmio. Permettono di ottenere acqua condizionatamente pulita adatta al riutilizzo in tecnologia. I metodi del secondo gruppo si basano sulla trasformazione fisico-chimica delle sostanze in meno tossici o facilmente recuperabili. Include trattamento dei reagenti, elettrolisi, ozonizzazione, clorazione, scambio ionico. Sulla base di questi metodi, possono essere implementati sia i sistemi a flusso diretto che quelli circolanti.

I metodi biochimici costituiscono un gruppo speciale basato sull'ossidazione dei contaminanti, il più delle volte di natura organica. La selezione finale della tecnologia per il trattamento delle acque reflue galvaniche viene decisa sulla base delle esigenze tecnologiche ed economiche analisi tecnica ed economica.

Tutti i sistemi idrici tecnologici delle imprese di galvanoplastica possono essere suddivisi in flussi diretti, circolanti, chiusi, basati sulla pulizia profonda e sul riutilizzo dell'acqua nel processo.

Nel caso dell'isolamento e dello smaltimento di sali inquinanti, la tecnologia è classificata come a basso o basso rifiuto. Come notato in precedenza, le tecnologie a basso spreco e non rifiuti implicano, oltre a restituire acqua purificata, la separazione e l'utilizzo di impurezze preziose. Risolvere tale problema negli impianti centralizzati di trattamento delle acque reflue è complicato dalla complessità degli inquinanti, la cui eliminazione è difficile ea volte persino impossibile.

IMPIANTI DI TRATTAMENTO LOCALE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI (LOS)

Progettato per impedire lo scarico di acque reflue industriali nei sistemi di acque reflue municipali e, infine, in impianti di biorisanamento, per garantire la distruzione di contaminanti difficili da ossidare o non ossidabili.

Per la pulizia da vari tipi di sostanze organiche disciolte e inorganiche, vengono utilizzati metodi fisico-chimici come adsorbimento, separazione delle membrane, scambio ionico. Prodotto chimico - recupero, deposizione di reagenti. I COV sono generalmente basati su metodi fisico-chimici.

I vantaggi di questi metodi sono:

  • la capacità di pulire l'ambiente alle prestazioni richieste di quasi tutti i tipi di inquinamento, che differiscono sia nella composizione chimica che in dispersione di fase;
  • elevata efficienza di pulizia sia in funzionamento continuo che intermittente, velocità e semplicità di emissione del sistema di trattamento delle acque reflue industriali ai parametri tecnologici specificati;
  • flessibilità tecnologica del sistema quando si cambiano le prestazioni oi requisiti di qualità per la pulizia;
  • possibilità di automazione completa e dispacciamento del processo tecnologico.