Cavo scaldante autoregolante: 5 consigli per la scelta

Il cavo scaldante autoregolante può essere acquistato in qualsiasi negozio specializzato, oggi esistono diversi tipi di cavi scaldanti utilizzati per riscaldare le tubature dell'acqua, collegare i sistemi "a pavimento caldo", risolvere altri compiti industriali, commerciali e domestici. Uno dei conduttori di riscaldamento più efficaci ed economici è un cavo autoregolante. Qual è la particolarità di un tale conduttore e come scegliere un cavo scaldante autoregolante - leggi sotto.

Cavo di riscaldamento: applicazione

I cavi di riscaldamento sono usati oggi, sia nell'industria che nella vita. Tali conduttori sono ampiamente diffusi a causa della loro efficienza ed economia.

Quindi, molto spesso, i cavi scaldanti autoregolanti sono usati per:

  • Protezione del rifornimento idrico e delle condotte fognarie dal congelamento. La posa di un tale filo lungo una tubazione o lungo il suo asse aiuta a proteggere i tubi dalle rotture in inverno.
  • Prevenire la formazione di ghiaccio sui tetti e sulle grondaie. Il cavo è posto sul bordo dei tetti, i parapetti e gli scarichi. Questo riduce il rischio di lesioni da ghiaccioli. In questo caso, i fili possono essere posati sul tetto, fatti di qualsiasi materiale.
  • Mantenere la temperatura desiderata del liquido di raffreddamento o di qualsiasi altro liquido in serbatoi esterni.
  • Dispositivi piano caldo. Il tubo termico con riscaldamento automatico può ridurre in modo significativo i costi energetici. Ma è necessario posare un cavo di questo tipo solo sotto un accoppiatore con uno spessore di 3,5 cm. Inoltre, è necessario prendere in considerazione il tempo di invecchiamento di una matrice di combustibile a semiconduttore. Pertanto, la vita della matrice di semiconduttori, in media, è di 10-15 anni.

Allo stesso tempo, ora, i conduttori di riscaldamento a bassa temperatura vengono attivamente introdotti nel settore abitativo. Gli artigiani moderni adattano i conduttori per il riscaldamento di mobili imbottiti (ad esempio, divani, poltrone). Ciò è dovuto al fatto che il cavo è sicuro: non si riscalda mai al di sopra della temperatura, che è determinata dalla sua potenza e non si accende anche se viene ruotato più volte.

Cavo di riscaldamento del dispositivo

Un cavo termo autoregolante standard ha un dispositivo abbastanza semplice e si compone di cinque elementi. A loro discrezione, i produttori di prodotti conduttivi possono rimuovere alcuni componenti. Ciò riduce il costo di produzione, ma influisce anche sulla sua qualità.

Il cavo di riscaldamento ha prestazioni eccellenti e una lunga durata.

Affinché un cavo sia affidabile e duri per diversi decenni, dovrebbe consistere in:

  • Due rame vivevano;
  • Matrice semiconduttore autoregolante;
  • Isolamento interno;
  • Scudo treccia;
  • Contenimento esterno

I conduttori di cavi in ​​rame possono avere una sezione diversa. La potenza del cavo e la sua lunghezza dipendono da questo. Quindi i cavi con conduttori, la cui area della sezione trasversale è di 0,5 e 0,7 mm quadrati, avranno una potenza di 11 e 17 W / m, rispettivamente. La lunghezza di tali conduttori non sarà superiore a 100 metri. I cavi con una sezione più grande avranno maggiore potenza e lunghezza ridotta.

L'elemento più importante responsabile delle prestazioni del cavo autoregolante del riscaldamento è la matrice dei semiconduttori.

È la matrice di semiconduttori responsabile della dissipazione del calore del cavo e regola la sua potenza termica in base al cambiamento della temperatura ambiente. La matrice di semiconduttori protegge fisicamente ed elettricamente l'isolamento. La treccia di vene previene lesioni della persona da colpi di corrente elettrica. Protegge la struttura dai danni meccanici e dalla guaina speciale dell'umidità, i cui requisiti vengono proposti in base all'applicazione del cavo.

Il principio del cavo scaldante

Il principio del cavo di calore con regolazione automatica del trasferimento di calore è abbastanza semplice. Quando la temperatura ambiente diminuisce, la parte centrale del cavo scaldante viene compressa da micron. Ciò porta al fatto che il numero di percorsi elettrici che passa attraverso il nucleo del conduttore aumenta. Di conseguenza, il cavo produce calore aggiuntivo. Quando la temperatura diminuisce, si verifica il contrario e la quantità di calore generata dal cavo diminuisce.

Quindi, anche in una piccola area della guarnizione, il cavo di riscaldamento cambierà automaticamente la potenza della radiazione termica, a seconda della temperatura circostante.

Allo stesso tempo, al raggiungimento della temperatura richiesta, il cavo continuerà a funzionare, ma la sua potenza sarà inferiore. Pertanto, consumerà meno energia elettrica. Inoltre, il consumo energetico del cavo dipenderà dalla sua potenza. Pertanto, un cavo scaldante a bassa potenza con regolazione automatica consumerà circa 5-10 watt per metro. Il consumo energetico di modelli più potenti può raggiungere i 150 watt. Al fine di risparmiare, è possibile utilizzare l'automatico, che consente di spegnere il riscaldamento quando la temperatura ambiente aumenta. Molto spesso, termostati e relè vengono utilizzati come dispositivi di controllo.

Resistenza del cavo autoregolante

La resistenza di un cavo di calore con controllo automatico della dissipazione del calore è correlata all'amperaggio del cavo e dipende dalla temperatura circostante il conduttore. Quindi, la sezione del cavo situata nell'area a bassa temperatura avrà una piccola resistenza. Ciò è dovuto al fatto che per il riscaldamento intenso del cavo è necessaria più corrente. Nelle aree calde, non è necessaria una grande corrente, rispettivamente, la resistenza del cavo sarà aumentata.

Pertanto, nelle aree in cui la temperatura ambiente è più elevata, la resistenza del cavo sarà inferiore e la corrente che fluisce attraverso la matrice del semiconduttore sarà maggiore.

La diminuzione della resistenza si ottiene comprimendo il materiale da cui è fatto il conduttore e la formazione, come risultato, di percorsi conduttivi. Quando il cavo viene riscaldato, il materiale si espande, iniziando il processo inverso. Cioè, il cavo funzionerà ciclicamente. Questo è il motivo per cui è incluso nella rete a pieno regime.

Filo autoregolante: caratteristiche di scelta

Quando si sceglie un cavo termico automatico, è necessario tenere conto delle sue caratteristiche di progettazione. Come accennato in precedenza, affinché un cavo sia affidabile, efficiente e durevole, deve essere costituito da cinque componenti. Inoltre, dovresti considerare la qualità di questi elementi.

Prima di iniziare a usare il filo, dovresti controllarlo per vedere se ci sono danni

Quindi, quando si sceglie un cavo scaldante autoregolante, è necessario prestare attenzione a:

  • La qualità dell'isolamento interno. L'isolamento del cavo interno dovrebbe avere una resistenza di almeno 1 Ohm, avere una struttura forte e una buona conduttività termica.
  • La presenza nella treccia di schermatura del filo. Non solo rende il cavo più forte, ma anche lo causa. Nelle versioni economiche, tale "schermo" è spesso assente.
  • Tipo di contenimento. Pertanto, per l'installazione esterna in sistemi antighiaccio, il cavo scaldante deve avere una guaina protettiva in materiale termoplastico o poliolefine resistente ai raggi UV. Per la posa in tubi dell'acqua, si consiglia di scegliere una termocoppia con una guaina isolante esterna in fluoroplastica. E per usare il cavo in un ambiente ostile, il suo guscio deve essere fatto di fluoropolimero.
  • Il grado di riscaldamento del conduttore. Il cavo di riscaldamento può essere riscaldato a una temperatura compresa tra 65 e 190 gradi Celsius. I conduttori a bassa temperatura vengono generalmente scelti per il riscaldamento di tubi di piccolo diametro. Temperatura media - per tubature di grande diametro, coperture. I termoconduttori ad alta temperatura sono utilizzati nell'industria.

Inoltre, quando si sceglie un cavo di riscaldamento autoregolante, è necessario assicurarsi che il produttore abbia i certificati appropriati (ad esempio, un certificato a prova di esplosione per la posa di cavi in ​​aree a rischio di incendio). Allo stesso tempo, è necessario scoprire se i prodotti del produttore hanno superato i test di invecchiamento. In questo dipende dalla durata del cavo.

Schema di collegamento del cavo scaldante autoregolante

L'installazione di un cavo di riscaldamento dipende dalla sua portata. Quindi, l'installazione lineare viene utilizzata quando si posa il cavo lungo l'acqua e le tubazioni fognarie, i parapetti e le grondaie del tetto. Conduttori, mentre ci possono essere diversi. Insieme al metodo di installazione lineare è spirale. Ma ha le sue caratteristiche e richiede una maggiore lunghezza del conduttore. Assegnare separatamente l'installazione interna lungo il tubo. In questo caso, tutti i metodi esterni di installazione del cavo richiedono l'installazione di uno strato di isolamento superficiale.

Lo schema di collegamento del cavo autoriscaldante sarà lo stesso per ogni tipo di installazione.

Affinché il cavo funzioni, è necessario collegarlo al cavo di alimentazione e collegarlo alla rete. Una rete monofase 220 V standard è adatta per il funzionamento via cavo.Per collegare il cavo scaldante all'alimentazione, è possibile utilizzare il kit per terminare il conduttore di riscaldamento autoregolante.

Portata del cavo scaldante autoregolante (video)

Un cavo di calore autoregolante è un conduttore di corrente affidabile ed efficace in grado di controllare la potenza della sua radiazione termica a seconda delle diminuzioni e dell'aumento della temperatura ambiente. Grazie al suo dispositivo, questo cavo ha un piccolo consumo energetico e può far risparmiare un sacco di soldi. La cosa principale - sceglierlo correttamente e connetterti. E questo ti aiuterà con le raccomandazioni di cui sopra!

Cavo autoregolante di riscaldamento per tubi dell'acqua

Qui impari:

L'acqua ha una proprietà interessante - quando si congela, non si restringe, ma si espande. Grazie a questo, le condutture dell'acqua scoppiano in inverno, e nelle cantine nelle banche fredde e amare con i cetrioli esplodono.

Pertanto, i tubi che attraversano il territorio della strada o poco sottoterra per l'inverno sono devastati in modo che non scoppino. Per proteggerli vengono utilizzati diversi mezzi, tra cui un cavo scaldante autoregolante per il sistema di alimentazione dell'acqua.

In questa recensione diremo:

  • Come funziona il cavo scaldante autoregolante;
  • Come sceglierlo
  • Come montare un cavo autoregolante;
  • Come scegliere la sua lunghezza.

Dopo aver esaminato il materiale presentato, è possibile proteggere il sistema di approvvigionamento idrico domestico dalle interruzioni.

Cos'è un cavo autoregolante

Il cavo autoregolante è un'invenzione unica, che è un filo flessibile, riscaldato dall'energia elettrica. Tuttavia, ha la proprietà di regolare la propria energia, concentrandosi sulla temperatura ambiente. Cioè, più fredda è l'atmosfera, più caldo è il cavo autoregolante. Sembra adattarsi alle peculiarità del suo ambiente, e non a tutta la sua lunghezza.

Il principio di funzionamento del cavo scaldante autoregolante è la sua disposizione interna. In parole povere, si compone di tre parti principali:

La costruzione multistrato offre protezione e resistenza agli urti insuperabili.

  • Conduttori metallici: forniscono alimentazione;
  • La matrice polimerica "intelligente": è quella che si adatta alle mutevoli condizioni e produce calore;
  • Isolamento: qui viene utilizzato un intero "sandwich" di diversi materiali.

L'elemento chiave qui è la matrice polimerica. È responsabile delle proprietà autoregolanti. E letteralmente ogni centimetro di esso vive la sua vita separata.

Cioè, un segmento può essere più freddo o, al contrario, più caldo dell'altro. E tutto questo senza alcuna elettronica, senza sensori e tutto il resto - solo la base polimerica di materiale "intelligente".

Il cavo scaldante autoregolante per l'approvvigionamento idrico ha un'altra proprietà interessante: è una lunghezza arbitraria. Possiamo prendere forti forbici, tagliarlo e riattivarlo nella rete - funzionerà come se nulla fosse accaduto. Funziona letteralmente ogni millimetro, quindi la sua lunghezza non ha molta importanza. A differenza della ghirlanda di Capodanno, continuerà a funzionare anche con una pausa occasionale.
Tuttavia, il cavo scaldante autoregolante ha una struttura abbastanza solida che impedisce rotture di emergenza.

Altre proprietà del cavo scaldante autoregolante:

Il polimero "intelligente" nel cavo stesso regola il consumo energetico, risparmiando molta energia elettrica

  • Elevata resistenza meccanica - è alimentato dall'elettricità, il che significa che necessita di un isolamento multistrato durevole;
  • Resistenza all'umidità - funziona tranquillamente nella colonna d'acqua. L'importante è isolare la parte finale con uno speciale film termoretraibile;
  • La redditività nel consumo di elettricità - è assicurata da proprietà autoregolanti (fino a un arresto completo).

La resistenza del cavo scaldante autoregolante è assicurata dal suo multistrato. I primi due strati sono conduttori di rame e il polimero "intelligente". Uno strato isolante di poliolefina o fluoropolimero passa sopra di loro.

Lo strato successivo svolge il ruolo di armatura - qui viene applicata la treccia di rame. Completando il nostro "sandwich" è un altro strato di isolamento in poliolefina. Grazie a questo design, il cavo scaldante autoregolante è molto resistente e durevole.

La treccia di rame allo stesso tempo funziona come protezione contro le radiazioni elettromagnetiche - è debole, ma è ancora lì.

Come scegliere un filo autoregolante adatto

Abbiamo parlato del principio del cavo scaldante autoregolante. Procediamo alla prossima sezione: diremo come scegliere un cavo di riscaldamento per l'alimentazione. Per l'installazione all'interno del tubo e all'esterno, utilizzeremo campioni a bassa temperatura che riscaldano fino a un massimo di +60 gradi. Quando si calcola il cavo scaldante, sii guidato dai seguenti indicatori:

È il numero di percorsi conduttivi in ​​un cavo che influisce sulla sua massima potenza di uscita.

  • Posizione interna durante il passaggio dei tubi sottoterra: la potenza ottimale sarà di 5 W per metro lineare;
  • Posizione esterna durante il passaggio dei tubi interrati - a seconda della profondità, è possibile utilizzare campioni con una capacità di 10-15 W / m;
  • Qualsiasi posizione nella posizione esterna dei tubi: scegliere un cavo di riscaldamento sottile con una capacità di 20-30 watt.

Il cavo scaldante autoregolante a bassa temperatura per proteggere la condotta dal gelo ha un piccolo spessore ed è caratterizzato da flessibilità, in modo tale da essere avvolto attorno ai tubi di alimentazione dell'acqua senza alcun problema.

Vediamo ora quanto può essere tagliato un cavo scaldante autoregolante. Abbiamo già detto che la sua lunghezza è un indice arbitrario. Ma alcune restrizioni esistono ancora. La lunghezza massima raccomandata è 80-100 metri, il minimo è 20-30 cm. Come per il raggio di piega, è di 6 diametri.

Il costo di un cavo di riscaldamento autoregolante dipende dalla sua potenza, la portata è piuttosto ampia. Ad esempio, il prezzo al metro del cavo scaldante 30GSR2 con una capacità di 30 W / m è di circa 210-230 rubli. E la modifica 16GSR2 con una potenza di 16 W costerà 180-190 rubli / m. Puoi acquistarlo nei negozi di impianti idraulici e di riscaldamento della tua città, anche negli ipermercati delle costruzioni.

Quando si sceglie un cavo scaldante autoregolante, è necessario ricordare che è di due tipi:

Lo speciale doppio isolamento consente l'installazione di cavi scaldanti direttamente all'interno dei tubi. Tuttavia, questa opzione richiede un lavoro più dispendioso in termini di tempo.

  • Scopo tecnico: è usato per riscaldare le tubature dell'acqua all'esterno;
  • Con un isolamento sicuro, può essere posato all'interno del tubo, poiché utilizza un isolamento sicuro contenente fluoro.

Al momento dell'acquisto di un particolare campione, assicurarsi di verificare con il venditore la possibilità di utilizzare un cavo scaldante all'interno del tubo di alimentazione dell'acqua.

In vendita anche cavi di riscaldamento universali in silicone isolante, adatti per il riscaldamento di tubi e per la composizione del riscaldamento a pavimento.

Posa e connessione

Abbiamo considerato tutte le questioni più importanti, dal principio del cavo scaldante autoregolante, alle domande di sua scelta. Resta da scoprire come installarlo. Per prima cosa discutiamo il modo più interessante: dentro la pipa.

Installazione nascosta all'interno del tubo

Prima di noi il compito più interessante è quello di posare un cavo scaldante autoregolante per l'alimentazione idrica all'interno del tubo. Essendo in uno stato riscaldato, non permetterà al tubo di congelare e scoppiare. Vediamo come è fatto. Avremo bisogno dei seguenti materiali e strumenti:

Tale schema di connessione richiede uno sforzo molto maggiore, ma comporta un aumento sproporzionato dell'efficienza

  • Cavo scaldante autoregolante di lunghezza adeguata;
  • Coltello affilato per stripping;
  • Film termoretraibile per l'isolamento di conduttori;
  • Ghiandola di gomma;
  • Tee per l'installazione del cavo autoregolante all'interno del tubo;
  • Asciugacapelli per film termoretraibile;
  • Cavo elettrico con spina.

Per cominciare, determiniamo il luogo di ingresso - può essere una sezione interna o esterna (qui tutto è individuale, guardiamo alla situazione).

Il sito finale si trova nel punto in cui il tubo entra nel terreno o entra in un altro edificio.

Ricorda che tutto lì non dovrebbe essere rubinetti e valvole, in quanto possono danneggiare il cavo scaldante autoregolante.

Giunto speciale utilizzato durante il collegamento. Puoi comprare in qualsiasi negozio idraulico

Se il tubo dell'acqua sale dal pavimento e va più in orizzontale, ciò faciliterà l'installazione - tagliamo il tubo e installiamo un tee in questo luogo.

Successivamente, mettiamo un tubo termoretraibile sulla punta di un cavo scaldante autoregolante e lo riscaldiamo con un essiccatore per edilizia: questo puntale deve essere sigillato in modo affidabile per evitare il contatto dell'acqua e delle parti in tensione.
Attraverso il rubinetto superiore, iniziamo un cavo scaldante autoregolante, senza dimenticare di mettere un paraolio su di esso.

Quindi, spingere il cavo alla lunghezza desiderata: deve essere calcolato in anticipo e con un piccolo margine. All'altra estremità abbiamo bisogno di montare il filo con la spina. Rimuovere con cautela l'isolamento e la treccia in modo da poter vedere due conduttori: saldiamo il filo a loro, senza dimenticare di mettere una guaina termoretraibile su di esso (dopo la saldatura, l'accendiamo e lo soffiamo con aria calda dall'essiccatore).

Ora aggiustiamo la ghiandola, apriamo la riserva d'acqua, controlliamo l'assenza di falle nel luogo del nostro lavoro. Se tutto va bene, accendere il cavo con un cavo scaldante autoregolante collegato alla rete. Nonostante il fatto che l'approvvigionamento idrico sia ora protetto dal congelamento, si consiglia vivamente di avvolgere il tubo con un isolamento termico. Ricorda che una buona protezione è la protezione multistadio.

Installazione esterna all'aperto

Se necessario, è possibile posare un cavo scaldante autoregolante fuori dalla rete idrica. Sono avvolti non solo con i tubi stessi, ma anche con flange, giunti e valvole installati su di essi. L'opzione più semplice consiste nel posare diversi cavi autoregolanti paralleli al tubo, fissandoli con nastro di alluminio. È anche possibile disporre una spirale o doppia elica, che aumenta solo l'efficienza del riscaldamento.

Per fissare il cavo di riscaldamento con una tale connessione è un piacere. La cosa principale è non lesinare sul nastro di alluminio

È inoltre possibile utilizzare un doppio modo di posa: un cavo di riscaldamento deve essere posato in parallelo e il secondo deve essere avvolto attorno al tubo a spirale. Viene fissato al tubo con l'aiuto dello stesso nastro di alluminio, anelli ogni 20-30 cm. Dopo che l'avvolgimento è completato, mettiamo il nastro sul cavo per tutta la sua lunghezza, in modo da ottenere la massima efficienza del sistema.

Dopo aver posato il cavo scaldante autoregolante sul tubo dell'acqua e aver effettuato tutti i collegamenti elettrici necessari, avvolgere i lavori domestici con uno strato di isolamento termico, per evitare che il calore si disperda nell'atmosfera. Ci sono anche raccomandazioni per l'installazione di interruttori automatici sul sistema di riscaldamento del sistema di alimentazione idrica: impediranno la dispersione di elettricità durante la depressurizzazione dell'isolamento.

Consigli per l'elettricista

Se ti è piaciuto l'articolo, fai clic su +1

Ora non sorprenderete nessuno con il riscaldamento a pavimento elettrico in un appartamento o in una casa. È stato a lungo utilizzato per questi scopi speciali sistemi di cavi, il cosiddetto "pavimento caldo".

È un cavo con un nucleo metallico di una certa resistenza in un isolamento speciale.

Questo cavo richiede un termostato, non può essere tagliato in segmenti di lunghezza arbitraria, i suoi conduttori non devono intersecarsi tra loro e se il cavo è rotto, fallisce completamente.

Voglio presentarti una grande alternativa a questo cavo, con caratteristiche tecniche uniche - questo è un cavo scaldante autoregolante!

Per molto tempo ho guardato il marchio di cavi autoregolatori VERPAT nel negozio che vende articoli elettrici.

Onestamente, non sapevo nemmeno dell'esistenza di tali sistemi!

La storia del cavo autoregolante inizia dal secolo scorso!

Poi, nel 1971, fu mostrato un cavo autoregolante basato su tecnologie polimeriche.

Lo scopo principale del cavo autoregolante è di riscaldare serbatoi, tubazioni, grondaie e grondaie.

Oggi è il tipo più comune di apparecchiature nei sistemi di riscaldamento elettrico all'estero.

Questo sistema sta anche guadagnando una popolarità più ampia in Russia.

Questo può essere giudicato almeno dal fatto che un tale cavo ha iniziato a essere venduto in un posto così remoto come il mio villaggio dove vivo))) e non solo per essere venduto, ma anche comprato!

Il prezzo di 1 metro di un cavo è di 285 rubli al metro.

E la nostra zona è agricola, povera di risorse e con tutto questo, il cavo è venduto molto bene.

Qual è l'unicità di questo cavo autoregolante?

Dai, non elencherò qui tutte le caratteristiche tecniche - è noioso. stancante e incomprensibile per i non specialisti. Proverò con parole mie.

Immagina, questo cavo regola la sua temperatura da solo, non ha bisogno di un termostato!

Avendo visto il cavo autoregolante, il mio primo pensiero fu di usarlo per riscaldare il pavimento della casa.
Cosa? È abbastanza normale!

Ho messo un tale cavo in un massetto, ho collegato 220 e basta.

Il pavimento si è raffreddato, il cavo inizia a riscaldarsi di più, il pavimento è diventato caldo, il cavo si riscalda di meno. E poiché non è necessario un dispositivo termostato aggiuntivo, tutto diventa più semplice e più semplice, più affidabile)))

Sì, e un altro dettaglio molto importante!

Ogni sezione del cavo (almeno per quanto tempo) - regola la sua temperatura indipendentemente dalle altre sezioni.

Cosa significa?

Ad esempio, hai realizzato un cavo per un pavimento caldo nella tua stanza e una parte passa vicino al radiatore caldo (batteria) e parte del cavo autoregolante vicino alla porta d'ingresso e dietro la porta, meno 20 gradi sotto lo zero.

Quindi la sezione del cavo vicino alla porta sarà molto calda, e vicino alla batteria dove il pavimento è così riscaldato, il cavo sarà solo leggermente tiepido!

Cioè, dove il cavo autoregolante freddo riscalda, dove non c'è calore.

Anche se 5 palle di neve con spazi tra di loro sono poste su 1 metro di cavo, ogni sezione del cavo sotto la palla di neve si scalda e regola indipendentemente, e dove le palle di neve non mentono, scaldare molto meno.

O qui hai un sistema di approvvigionamento idrico vicino alla superficie della terra e si congela nel gelo.

Puoi avvolgere questa sezione con un cavo autoregolante o semplicemente appoggiarla lungo il tubo e non ci saranno problemi con il riscaldamento del sistema di approvvigionamento idrico in primavera quando la brina si abbassa al suolo come è noto)))

Un'altra caratteristica molto interessante di un cavo autoregolante: può essere tagliato da qualsiasi lunghezza!

Da 20 cm di lunghezza e oltre, quanto vuoi, almeno 23 cm, almeno 57.

Inoltre, ogni segmento è facilmente connesso alla rete a 220 volt ed è regolato indipendentemente.

Ad esempio, hai avvolto un tubo di 10 metri nel terreno con questo cavo, e poi hai dovuto tagliare 3 metri di questo tubo.

Quindi basta prendere e tagliare il cavo in più e usarlo in un altro posto.

E prova a farlo con un semplice cavo non regolato! È così facile da tagliare...

I segmenti del cavo autoregolante possono essere sovrapposti, cioè possono intersecarsi tra loro e non si surriscaldano allo stesso tempo. Ad ogni modo, questo cavo non può essere surriscaldato!

Il cavo autoregolante funziona a una temperatura da -40 a +65 gr Celsius. Può essere montato in sicurezza anche in caso di gelo amaro di 40 gradi.

La potenza del cavo che vedi in queste foto è di 17 watt a + 10 g Celsius. Naturalmente, al variare della temperatura, cambia anche la resistenza del cavo autoregolante. Come fa la resistenza a guardare il video.

Ho comprato esattamente esattamente 1 metro di cavo autoregolante e ho iniziato a sperimentare un po ')))

Ho tenuto il cavo nella stanza per +25 grammi per un'ora, poi ho gettato un'estremità attraverso una finestra sulla strada dove era +2 grammi. Calore e multimetro digitale hanno iniziato a misurare come la sua resistenza cambia con questo.

Cosa è successo, guarda questo video:

Ho anche collegato il cavo alla rete da 220 volt nella stanza a +25 gr. e ha misurato la temperatura superficiale del cavo autoriscaldante con un pirometro.

E ho misurato la corrente elettrica consumata dal cavo.

All'inizio ho provato le zecche elettroniche, ma la corrente si è rivelata troppo piccola, ho dovuto collegare un milliamperometro.

Quello che è successo è visto nella foto. La temperatura della superficie del cavo ha raggiunto +45,5 g e la corrente consumata è stata di 50 mA o 0,05 Ampere.

Cioè, la potenza assegnata di 1 metro di cavo autoregolante era:

220 x 0,05 = 11 watt

Nel video, ho mostrato che a +2 gr. La potenza dello stesso segmento di cavo era di 57 watt con una corrente di 260 mA!

Sfortunatamente, a temperature più basse era impossibile misurare, aspetterò l'inverno)))

E da dove provengono tutte queste meravigliose proprietà del cavo autoregolante?

Sì, il tutto in una matrice di semiconduttori è come una resistenza termica, cambiando la sua resistenza, solo per il fatto che il cavo ha tali proprietà.

Sembra una semplice plastica nera omogenea, non ci sono inclusioni o allegati, nulla è visibile.

Guardi questa matrice plastica - plastica... E che effetto ha!

Come riscaldamento principale, puoi utilizzare un cavo autoregolante, sebbene il piacere non sia economico. Ho mostrato qui un cavo con una potenza di 17 W / m.

Anche se si prende un cavo due volte più potente di 40W / m, a +25 assegnerà circa 25W. Supponiamo che il riscaldamento di una stanza (circa 16 metri quadrati) in inverno richieda 1,5 kW.

Quindi è necessario un cavo di lunghezza: 1500: 25 = 60 metri

Per i soldi sarà: 60 x 285 = 17100 rubli.

In un piccolo appartamento di due stanze, se la cucina è ancora contata, sarà di circa 50 mila rubli.

Tutto questo è puramente teorico, ci sono molte sfumature qui, e come non posso davvero dire, forse è molto, 60 metri per stanza, o forse no.

Per una casa in legno, ci può essere molto, per una casa in pietra un po ', per il sud della Russia con un inverno caldo, molto, per le regioni settentrionali, un po', ecc.

La cosa più importante che voglio sottolineare in questo articolo di un cavo autoregolante sono grandi, persino enormi vantaggi rispetto a un semplice cavo scaldante non regolato.

E questi vantaggi coprono uno svantaggio così significativo come la differenza di prezzo.

Pertanto, credo che il cavo autoregolato continuerà ad essere usato sempre di più nella vita di tutti i giorni e nella costruzione e produzione!

Cavo scaldante autoregolante

Grazie, in generale, i rappresentanti di elektra consigliano di utilizzare un cavo resistivo sul tetto e sotto la piastrella come uno più affidabile e duraturo, poiché la matrice di semiconduttori si degrada nel tempo. Inoltre il regolatore è ancora necessario. Ma il cliente ha attirato "consulenti più competenti", di conseguenza è stato acquistato l'autoriscaldamento e, a volte, più costoso.

Sì, l'essenza della domanda non era tanto nella resistenza dell'isolamento, quanto nella bassa resistenza del cavo scaldante, il secondo era imbarazzante (è spaventoso accendere quasi un cortocircuito)

Scontrato, il cavo era 10W / metro, la lunghezza di 10 metri, la resistenza era di circa 30 ohm. Scrivo solo per il confronto, forse per il tuo e 5 ohm è normale

Colleghi, come misurare la resistenza? il solito tester su omiki non ha ottenuto risultati chiari

Non so come fosse tutto in questo caso, usiamo il cavo di riscaldamento Devi. Quindi, il test di resistenza viene eseguito 3 volte prima della messa in servizio. Ogni cavo ha un tag di resistenza che viene registrato quando il cavo viene rilasciato dalla fabbrica. Successivamente, l'installatore controlla il tester e lo confronta con il valore sull'etichetta quando disimballa la scatola sull'oggetto, dopo averlo posato e versato nel massetto, prima di collegarlo al termostato. Se il valore della resistenza misurata differisce da quello indicato sull'etichetta, viene immediatamente sollevata la domanda di sostituzione del cavo scaldante. Inutile dire che la differenza dovrebbe essere sostanziale, 1-2 ohm sono abbastanza accettabili.

Cavo scaldante autoregolante: regole di scelta + panoramica dei tipi e della tecnologia d'uso

Le basse temperature invernali possono causare molti problemi se non si prende cura in tempo dell'isolamento dei tubi di scarico e delle fognature, degli elementi del tetto e del terreno nella serra. L'acqua ghiacciata si trasforma in intasamenti di ghiaccio e interrompe il sistema di approvvigionamento idrico, e il ghiaccio sul tetto è completamente pericoloso per la vita.

Per cambiare una situazione spiacevole, aiuta il cavo scaldante autoregolante posato su tubi, tetti e vassoi.

Differenze di progettazione dei sistemi autoregolatori

Il samregi (abbreviato) non deve essere confuso con le controparti resistive - le prime modifiche dei cavi scaldanti.

In breve, le carenze del tipo resistivo, a causa delle quali viene utilizzato sempre meno, sono le seguenti:

  • una certa lunghezza, l'impossibilità di aumentare o accorciare;
  • resistenza costante su tutta la lunghezza, che rende impossibile regolare la temperatura in alcune aree;
  • connessione ad entrambe le estremità, causando difficoltà durante l'installazione;
  • rischio di surriscaldamento agli incroci;
  • la mancanza di riparazione in quanto tale, è necessario modificare l'intero sistema.

Una caratteristica positiva di un tipo resistivo è un basso costo, quindi è utilizzato laddove le piccole aree protette necessitano di riscaldamento.

Nella progettazione del cavo scaldante autoregolante ci sono differenze fondamentali:

  • Due conduttori in rame con un alto grado di resistenza. Maggiore è la resistenza, maggiore è la possibilità di regolare la temperatura.
  • Matrice a semiconduttore. Questo è un elemento importante del cavo, che lo rende autoregolante. La matrice reagisce sensibilmente alla temperatura circostante. Non appena la temperatura diminuisce, la resistenza del materiale sale e inizia a emettere più calore.
  • Isolamento interno Il materiale di qualità ha una struttura uniforme e massima conduttività termica.
  • Treccia schermante Il più delle volte si tratta di una rete di rame o di uno schermo di alluminio. Per proteggere il cavo, l'alimentazione deve essere sempre collegata tramite un RCD.
  • Isolamento esterno La sua funzione è proteggere tutti gli elementi del cavo. La durata del prodotto dipende dalle caratteristiche dell'isolamento esterno.

La capacità della Samrega di cambiare la propria resistenza (e, di conseguenza, la potenza) dalle fluttuazioni di temperatura libera dall'acquisto di apparecchiature aggiuntive - vari tipi di termostati con sensori.

Il cavo può essere tagliato e la lunghezza del prodotto finito, se necessario, può essere ridotta o aumentata.

Ma il vantaggio principale di Samrega è nella sua "selettività". La matrice determina in modo indipendente le aree fredde e porta la loro temperatura al valore ottimale.

Su aree sufficientemente riscaldate, mantiene semplicemente i parametri necessari (in genere + 3-5 ºС). È molto conveniente quando è necessario proteggere il cavo dal congelamento, che ha varie condizioni di riscaldamento (ad esempio, passa attraverso una stanza riscaldata e attraverso un terreno freddo).

Alla fine della stagione fredda non è necessario riscaldare tubi, terra o tetto, quindi il cavo è scollegato dall'alimentazione elettrica. In caso di forte gelo notturno, è possibile utilizzare un termostato che collega automaticamente il sistema.

Dove sono usati i sistemi di riscaldamento

L'ambito di applicazione dei cavi scaldanti per tubi (e non solo) è piuttosto ampio. Sono montati in luoghi in cui è necessario il riscaldamento controllato di superfici o materiali adiacenti (circostanti).

Alcuni tipi di cavo sono appositamente progettati per l'equipaggiamento dei sistemi "a pavimento caldo". Vengono posati sotto piastrelle di ceramica, pannelli, laminati, moquette e, a volte, massetti in calcestruzzo colato. L'ultima opzione è la meno efficace, poiché il massetto "ruba" il calore e solo una parte di esso passa attraverso il rivestimento.

Il riscaldamento dei cavi è comune nei sistemi fognari e idraulici. Le comunicazioni sepolte nel terreno o che passano sopra il suolo nelle regioni settentrionali della Russia sono a rischio di congelamento nel corso di mezzo anno - da ottobre ad aprile. Se il gasdotto si trova sopra il livello di congelamento del terreno e non è sufficientemente isolato, perderà rapidamente la sua capacità di lavoro.

Se i tubi sono già interrati in trincee e lo smantellamento è impossibile o indesiderabile, viene applicata l'installazione del cavo nella tubazione di alimentazione idrica (fognatura) attraverso un raccordo a T inserito nella posizione più comoda.

La prossima applicazione del cavo autoregolante è il sistema di riscaldamento di tetti e grondaie.

Sotto l'influenza di alte temperature, la neve e il ghiaccio si trasformano gradualmente in acqua, che scorre giù per gli scivoli e le tubature. I tetti sono sicuri per le persone e nel trasporto del cortile.

Uso pratico dei cavi scaldanti per chi non ama il vetro sudato e gli specchietti - montando il samrega sul retro dello specchio, dopo di che la condensa non disturberà più.

Nella produzione e durante i lavori di costruzione, spesso è necessario il riscaldamento come ausilio alla "maturazione" delle soluzioni concrete.

Una situazione simile con i liquidi, per mantenere una certa temperatura che viene utilizzata anche samregi. Invece di riscaldare il serbatoio con il liquido tecnico nel modo tradizionale, viene abbassato un cavo, di conseguenza, le caratteristiche delle soluzioni chimiche o alimentari non cambiano per qualche tempo.

I sistemi di riscaldamento non hanno scavalcato l'industria agricola. Il cavo viene posizionato direttamente nel terreno, sotto lo strato di nutrienti superiore, che protegge le radici dei raccolti dal congelamento.

A quali caratteristiche prestare attenzione

Prima di acquistare un cavo, è necessario chiarire le condizioni in cui verrà utilizzato. È importante calcolare correttamente la potenza, impostare la lunghezza, rimuovere le letture della temperatura, determinare il metodo di installazione, interno o esterno.

Caratteristiche che saranno richieste nella scelta

Potenza. I parametri di potenza / resistenza e trasferimento di calore sono correlati. Anche le proprietà del cavo dipendono dalla sezione trasversale del conduttore. Dovrebbe anche concentrarsi sulla scelta della lunghezza. Supponiamo che un sistema di cavi con una sezione trasversale di 1,1 mm² e una potenza di 25 W non deve essere più lungo di 80 m.

La potenza media di samregov, che può essere trovata in vendita, va da 5 W / m a 25 W / m. I sistemi con un valore minimo sono adatti per il riscaldamento interno di tubi posati nel terreno. Per gli stessi tubi, ma con riscaldamento esterno, il cavo dovrebbe essere leggermente più potente - 10 W / m. Le condizioni più difficili sono fuori terra, quindi, per le sistemazioni in superficie, la potenza massima è adatta - da 25 W / m.

Temperatura. Va ricordato che non tutti i tipi di tubi trasferiscono il calore altrettanto bene. Supponiamo che i prodotti in plastica (in particolare i liquami e per l'acqua fredda) non siano progettati per un forte riscaldamento.

In produzione, ci sono cavi che riscaldano fino a + 190 ºС (con potenza fino a 90 W / m), ma non c'è nessuna applicazione per loro nella vita di tutti i giorni.

La presenza di treccia di messa a terra. Questo elemento di protezione è ugualmente importante per il sistema e per le persone: garantisce la sicurezza dell'installazione. Affinché la treccia funzioni, è collegata tramite l'RCD. Tuttavia, le opzioni disponibili in commercio senza messa a terra - in alcuni casi, il loro uso è comprensibile.

Isolamento esterno materiale. Diversi tipi di polimeri agiscono come materiale isolante esterno. Alcuni di loro sono più sottili e più elastici, altri sono difficili da piegare. Tutti i tipi, senza eccezioni, proteggono le parti interne del cavo da danni, ambienti corrosivi e umidità.

L'isolamento esterno influisce sull'uso del cavo. La protezione delle poliolefine (il materiale più comune) non è adatta a tutti i metodi di installazione. Ad esempio, per l'installazione sul tetto, utilizzano un cavo con isolamento in fluoropolimeri (con protezione contro i raggi ultravioletti) e per l'installazione interna, sistemi con isolamento fluoroplastico.

Istruzioni di installazione per cavo autoregolante

Le opzioni di posa dei cavi sono molte: la scelta dipende dal luogo e dalle condizioni di installazione. Quando si organizzano comunicazioni autonome a casa, è spesso necessario riscaldare i tubi, quindi soffermiamoci più in dettaglio sulla descrizione dei processi di installazione interna ed esterna del cavo alla tubazione.

Opzione n. 1: installazione interna

L'installazione del cavo di riscaldamento all'interno della rete idrica o dei tubi di scarico viene eseguita per vari motivi. Il principale è l'impossibilità di fissarsi a causa del fatto che il gasdotto è già in trincea e coperto da uno strato di terreno. Naturalmente, questo tipo di installazione presenta alcuni inconvenienti:

  • uso di un dettaglio aggiuntivo - un tee;
  • riduzione delle proprietà del cavo a causa dell'accumulo che appare dopo un po 'di tempo (a seconda delle caratteristiche dell'acqua);
  • riducendo il diametro del tubo, un ulteriore ostacolo al movimento dell'acqua;
  • lunghezza limitata e uso preferenziale in sezioni diritte.

Un punto importante: lo samreg viene introdotto solo tramite un tee speciale, non è possibile utilizzare le valvole quando si collegano gli impianti di riscaldamento!

Istruzioni per l'uso del set finito:

  • collegamento al cavo di tutte le parti funzionalmente importanti (design del terminale, collegamento del cavo di alimentazione);
  • inserire nel tubo a T con un'uscita cavo libera;
  • instradamento dei cavi all'interno del tubo a una certa lunghezza;
  • sigillatura del gruppo con l'aiuto di elementi di passaggio o dadi a cappello.

Si sconsiglia di inserire la Samreg in un tubo con sezione inferiore a 40 mm - questo influirà sulla velocità e sul volume del fluido che viene spostato.

Come preparare il cavo e mettere il manicotto finale può essere visto nelle seguenti istruzioni:

Dispositivo e principio di funzionamento del cavo scaldante autoregolante

I cavi di riscaldamento sono utilizzati per riscaldare l'approvvigionamento idrico, i tetti, i cornicioni e altri elementi in cui il congelamento dell'acqua in inverno è indesiderabile. Il cavo autoregolante ha la capacità di cambiare in modo indipendente l'intensità del riscaldamento in diverse aree a seconda delle necessità: più bassa è la temperatura dell'oggetto riscaldato, più forte sarà il riscaldamento del cavo.

Dispositivo cavo autoregolante


La struttura del cavo scaldante autoregolante.

Il cavo autoregolante ha due conduttori in rame, attraverso i quali viene fornita l'elettricità, tra di loro c'è un dispositivo chiave dell'intero cavo: una matrice di riscaldamento conduttiva. Ciascuno dei suoi elementi è collegato al circuito elettrico in parallelo tra i fili di alimentazione in rame. È questa matrice che è l'elemento di riscaldamento e regolazione. Inoltre, l'intero design elettrico è avvolto in uno strato di protezione termica. Poi c'è una calza schermante che protegge il cavo da influenze elettromagnetiche esterne ed è anche collegato al cavo. E infine, sulla parte superiore del cavo ha un rivestimento protettivo che lo protegge da danni meccanici.

Il principio di funzionamento del cavo scaldante autoregolante

Il funzionamento di un cavo scaldante autoregolante si basa sulla semplice proprietà di un conduttore di corrente elettrica: quando viene riscaldato, la sua resistenza aumenta, e maggiore è la resistenza, minore è la corrente e di conseguenza la potenza consumata. La sezione del cavo, che si trova in un luogo più freddo, ha meno resistenza, grandi correnti fluiscono attraverso la matrice di riscaldamento in quest'area, il che porta a un maggiore riscaldamento del cavo ea un riscaldamento più intenso del tubo. Dove la temperatura è più alta, la resistenza della matrice è maggiore e la corrente che scorre attraverso di essa è inferiore. Pertanto, quando il cavo autoregolante viene acceso sul tubo dell'acqua refrigerata, si accende alla massima capacità e, man mano che il tubo si scalda, la sua capacità aumenta gradualmente.

Di per sé, il cavo scaldante non si spegne quando viene raggiunta la temperatura desiderata del tubo riscaldato, continua a funzionare costantemente, solo con meno energia. Ad esempio, un cavo viene utilizzato su una sezione di un tubo dell'acqua all'ingresso di una casa in inverno, e il suo compito è quello di mantenere la temperatura del tubo di +5 gradi per evitare il congelamento. Il cavo autoregolante non spegnerà il riscaldamento ad una temperatura di +5 gradi e oltre, e non si accenderà da solo quando la temperatura scende al di sotto di +5, funzionerà costantemente, solo con intensità diversa. Il consumo energetico di un cavo scaldante autoregolante è di circa 10 watt per metro di lunghezza (minimo 5 watt, ei modelli più potenti consumano 150 watt), un po 'in termini di consumo di elettricità e puoi permetterti di tenerlo acceso durante la stagione fredda. Ma la vita di servizio di un tale cavo non è infinita, quindi usarlo a temperature positive, quando non ce n'è bisogno, è poco saggio.

Per disattivare il cavo scaldante, quando non è necessario, è necessario utilizzare l'automazione - termostati e relè che accenderanno l'alimentazione del cavo quando la temperatura scende e si spengono quando il tubo viene riscaldato.

Questo articolo ha una selezione di video (numero di video: 2)

L'installazione di un cavo scaldante autoregolante può avvenire in diversi modi: all'interno del tubo e all'esterno, lungo il tubo o a spirale.

A cosa serve l'idroaccumulatore? Questo dispositivo, utilizzato nei sistemi di approvvigionamento idrico per conservare una certa quantità di acqua in pressione e con la pompa spenta, fornisce la pressione dell'acqua e la capacità di consumare acqua per qualche tempo.

Per selezionare un cavo di riscaldamento, è necessario capire quali specifiche tecniche è necessario prestare attenzione e capire quali sono le esigenze di riscaldamento. Questo articolo discuterà le principali caratteristiche dei cavi scaldanti per le esigenze di riscaldamento dell'acqua.

Descrizione del cavo scaldante autoregolante

Scopo e portata del cavo scaldante autoregolante:

Il cavo scaldante autoregolante è ideale per il riscaldamento, la protezione dal gelo e il mantenimento della temperatura impostata di condotte, serbatoi, tetti, grondaie. L'uso di un cavo scaldante autoregolante consente non solo di semplificare il calcolo e la progettazione, ma anche di aumentare significativamente l'affidabilità del sistema e ottenere un notevole risparmio energetico. La guaina esterna (PTFE) dei cavi scaldanti consente il loro utilizzo anche nelle condizioni di possibile esposizione a soluzioni chimiche e vapori corrosivi. La caratteristica principale del cavo scaldante autoregolante è la possibilità del suo utilizzo in pezzi di grande lunghezza.

  1. Fili portanti corrente in rame di ampia sezione
  2. Materiale conduttivo autoregolante (matrice)
  3. Isolamento in poliolefina
  4. Treccia di rame stagnato per una maggiore protezione
  5. Calotta esterna in poliolefina modificata resistente alle radiazioni UV.

Le principali caratteristiche del cavo scaldante autoregolante sono la potenza termica lineare, la tensione di alimentazione, la lunghezza minima e massima della sezione di riscaldamento a una determinata tensione, la temperatura operativa e massima consentita.

Il principio di funzionamento del cavo scaldante autoregolante:

Il cavo scaldante autoregolante ha due conduttori paralleli. I conduttori sono circondati da una matrice semiconduttrice autoregolante, in cui viene generato calore. L'effetto dell'auto-regolazione è di aumentare automaticamente la potenza termica del cavo quando la temperatura ambiente diminuisce e viceversa. Questo effetto si basa sull'uso di una speciale matrice a semiconduttore nel cavo scaldante, che cambia le sue proprietà conduttive in base alla temperatura - mentre la temperatura diminuisce, la resistenza della matrice diminuisce e, di conseguenza, la corrente di flusso aumenta, portando ad un aumento della potenza termica e del riscaldamento superficiale. Quando la temperatura sale in quest'area, si verifica il contrario. Inoltre, ogni sezione del cavo scaldante autoregolante cambia le sue proprietà in funzione solo della temperatura specifica in questa sezione, indipendentemente dalle altre sezioni del cavo. Pertanto, il cavo scaldante autoregolante non si surriscalda e non si brucia anche quando il cavo si accende l'un l'altro. A causa degli effetti dell'autoregolazione, l'affidabilità del sistema aumenta significativamente, si ottiene un aumento dell'efficienza e un notevole risparmio energetico.

Caratteristiche cavo scaldante autoregolante:

  • Alta affidabilità
  • Risparmio energetico, poiché la potenza del cavo varia con la temperatura.
  • Convenienza e facilità di installazione.
  • Indipendenza della potenza corrente dalla lunghezza del contorno.
  • Non si surriscalda e non si brucia.
  • Lunga durata.

Sicurezza del cavo scaldante autoregolante:

I sistemi basati sull'utilizzo di cavi scaldanti autoregolanti sono i più sicuri e facili da installare e utilizzare. Sono completamente automatici e non richiedono alcuna manutenzione speciale.

Caratteristiche di installazione del cavo scaldante autoregolante:

L'installazione di cavi scaldanti autoregolanti è semplice e non richiede strumenti speciali. Il collegamento del cavo scaldante all'alimentatore o il collegamento delle parti del cavo tra loro avviene tramite l'utilizzo di gruppi di giunti. Il cavo autoregolante durante l'installazione può essere tagliato in sezioni di qualsiasi lunghezza senza residui, il che semplifica enormemente la progettazione dei sistemi di riscaldamento. Per risparmiare energia o nei casi in cui è necessario il controllo della temperatura - è possibile utilizzare i dispositivi di controllo - termostati.

Cavi autoregolanti - studio delle loro proprietà a basse temperature

Caratteristiche specifiche dei cavi scaldanti autoregolanti

I cavi scaldanti autoregolanti sono ampiamente utilizzati negli impianti industriali allo scopo di riscaldare vari tubi e serbatoi, specialmente nelle imprese produttrici di petrolio e gas, nell'industria petrolchimica.

I nastri oi cavi autoregolanti occupano un posto speciale tra i prodotti di cavo a causa della loro specificità. Il loro design tipico include due elettrozili disposti in parallelo. Questi conduttori sono coperti con un materiale polimerico semiconduttore riempito di carbonio (la cosiddetta matrice). Quindi la matrice viene coperta con diversi strati di isolamento elettrico, oltre a schermatura della calza e della guaina. Il cavo scaldante autoregolante nella sezione trasversale ha la forma di un ovale.

Una matrice semiconduttiva è costituita da numerose resistenze, che sono collegate ai fili conduttivi del cavo in parallelo. Dopo che la tensione viene applicata ai nuclei aperti del cavo, viene creata una corrente nella matrice, che porta al rilascio di energia termica. Quando ciò accade, l'espansione del materiale della matrice, il contatto tra le particelle di carbonio è rotto. Con l'aumentare della resistenza, la corrente nella matrice diminuisce. Dopo un certo tempo (fino a 5 minuti), la temperatura della matrice e la corrente al suo interno si stabilizzano gradualmente. Il valore della resistenza della matrice per metro di lunghezza raggiunge diverse centinaia di ohm. Di conseguenza, i cavi scaldanti autoregolanti hanno proprietà uniche:

  • La lunghezza del cavo quando la si collega a piena tensione può variare da 1 m al massimo consentito. Allo stesso tempo, non sono richiesti calcoli speciali. Questa proprietà del nastro ha un valore speciale perché la lunghezza della tubazione, che dovrebbe essere riscaldata, di solito non è nota in anticipo.
  • La capacità dei cambiamenti locali nella dissipazione del calore del cavo. Ciò significa che quando la temperatura in una certa area locale dell'oggetto riscaldato aumenta, la dissipazione del calore del cavo diminuisce di conseguenza. Di conseguenza, la sicurezza del sistema di riscaldamento è notevolmente aumentata e il processo di installazione dei cavi autoregolanti di riscaldamento è notevolmente semplificato, poiché diventa possibile l'approssimazione reciproca e l'intersezione di cavi (nastri).

La dipendenza ponderata della potenza di rilascio di energia termica di un cavo sulla temperatura di un tubo implica l'osservanza di regole speciali stabilite per condurre misurazioni, nonché il razionamento della potenza termica dei cavi. Le condizioni standard per razionare la potenza di un nastro autoregolante sono le seguenti: il segmento di cavo da misurare è fissato su un tubo di metallo con diametro superiore a 50 mm. Allo stesso tempo è necessario creare un contatto termico stabile. Un flusso di refrigerante viene fatto passare attraverso il tubo metallico, che ha una temperatura di 10 ± 0,5 ° C (a volte 5 ° C). Il tubo insieme al cavo scaldante deve essere coperto con isolamento termico, che ha uno spessore dello strato superiore a 20 mm. La potenza di un nastro autoregolante misurato in tali condizioni standard è denominata nominale. Per misurare la dipendenza della potenza del cavo dalla temperatura, è necessario impostare la temperatura desiderata nel tubo e quindi mantenerla costantemente.

Tali misurazioni della dipendenza della potenza sulla temperatura dovrebbero essere fatte almeno tre, a vari valori della temperatura del tubo riscaldato. Quindi, vengono creati grafici che mostrano la dipendenza della potenza del cavo di una determinata marca sulla sua temperatura, che sono riportati nei cataloghi dei prodotti delle aziende fornitrici. Tali grafici mostrano la dipendenza della potenza del cavo dalla temperatura del tubo, ma non dal nastro (cavo).

Di conseguenza, con un contatto debole del cavo con un tubo riscaldato, la potenza che viene rilasciata da questo cavo scaldante non corrisponde esattamente al programma indicato nella directory. Se il cavo scaldante autoregolante viene sospeso liberamente nell'aria, il trasferimento di calore del cavo ridurrà la sua potenza risultante dalla misurazione inferiore a quella normalizzata di circa il 30%.

Oltre ai grafici sopra discussi, nei manuali di riferimento dei fornitori forniscono anche grafici sulla dipendenza della forza di corrente iniziale, ridotta a un metro di lunghezza del cavo, sulla variazione di temperatura dell'oggetto riscaldato. La corrente di avviamento ha una potenza massima solo al momento del collegamento del cavo di alimentazione. In un minuto, la corrente di avviamento è generalmente ridotta, ma è completamente stabilizzata in circa cinque minuti. Il valore più alto di questa corrente di avviamento dipende da tali fattori: temperatura di riscaldamento, lunghezza del cavo e suo design.

Studio sperimentale del comportamento di cavi autoregolanti in condizioni di bassa temperatura

I cavi scaldanti autoregolanti sono utilizzati per riscaldare condotte e serbatoi che funzionano a temperature negative significative. Di solito, il sistema inizia alla temperatura dell'oggetto che viene riscaldato e il suo isolamento termico è ben al di sotto dello zero. La progettazione delle caratteristiche tecniche di un sistema di riscaldamento via cavo, sia all'avvio che durante il funzionamento del sistema, richiede la considerazione delle proprietà dei cavi scaldanti in condizioni di bassa temperatura.

La dipendenza delle caratteristiche del cavo dai cambiamenti nella temperatura dell'aria è stata studiata conducendo esperimenti in una camera climatica speciale. Per la preparazione dell'esperimento, la circolazione dell'aria e altre condizioni sono state impostate in modo tale che i valori di potenza fossero molto vicini a quelli ottenuti in un'installazione standardizzata. Le misurazioni sperimentali di potenza sono state effettuate a tali temperature: +10; 3; 0; -10; -20; -30; -40 ° C. Sono stati esaminati un totale di tre campioni di ciascuna marca di cavo scaldante. Dopo aver raggiunto la temperatura desiderata, ciascun campione è rimasto nella camera per un'ora. Successivamente, il cavo scaldante autoregolante è stato collegato alla tensione nominale. È stata misurata la corrente di avviamento, gli indicatori della sua riduzione con il riscaldamento graduale del cavo.

Con una diminuzione della temperatura, è stato osservato un aumento della corrente di avviamento e una corrente costante dopo l'avviamento. L'esperimento ha mostrato un leggero aumento del rapporto di corrente iniziale. Allo stesso tempo, è stato notato un aumento della differenza di temperatura tra il cavo stesso e la camera climatica.

Un confronto di potenza in regime stazionario con i grafici di riferimento forniti nel catalogo.

I risultati della ricerca hanno mostrato una differenza significativa nel grafico ottenuto sperimentalmente della variazione della potenza del cavo nella regione a bassa temperatura dai grafici nel catalogo.

Inoltre, per tutti i tipi di cavi scaldanti studiati, sono stati determinati i valori assoluti e relativi della corrente di avviamento. Ciò è necessario per lo sviluppo e l'implementazione di sistemi di riscaldamento di alta qualità che utilizzano un cavo scaldante autoregolante. Sono stati calcolati i valori medi di corrente, di partenza e di stato stazionario per tutti i campioni sperimentali. Dati sperimentali hanno dimostrato che la potenza dei cavi dipende in modo quasi lineare dalle variazioni di temperatura.

I dati ottenuti sperimentalmente hanno mostrato che con un forte aumento della corrente di spunto a basse temperature dell'aria, il rapporto tra corrente di spunto e stato stazionario ha una debole dipendenza dalla temperatura e dipende principalmente dalle caratteristiche di progettazione del cavo.

Garantire l'avvio sicuro degli impianti di riscaldamento dei cavi autoregolanti è possibile con l'uso di interruttori di tipo C.

Per determinare le caratteristiche di conformità degli interruttori e dei cavi, il calcolo delle caratteristiche degli interruttori automatici e dei cavi scaldanti.

Per questo, il valore massimo della corrente dell'automa quando viene acceso è considerato come 1. Altri valori devono essere divisi per questa corrente iniziale. Vengono fornite le specifiche del cavo definite in modo analogo.

In base ai risultati ottenuti, la corrente di avviamento del cavo e dell'interruttore sono uguali. L'inerzia dei processi termici nei cavi scaldanti porta a un ritardo della loro produzione in modalità stazionaria rispetto agli automi. Il grafico della sezione breve del cavo scaldante, dove la corrente di avviamento è solo il 60% della corrente massima della macchina, passa sotto il grafico delle caratteristiche di partenza dell'interruttore. I risultati ottenuti sono validi solo per una marca di cavo scaldante in studio a + 10 ° С. Se la temperatura è inferiore, la corrente di avviamento aumenta, quindi la lunghezza consentita della sezione del cavo autoregolante dovrebbe diminuire di conseguenza.

Le condizioni per cui viene calcolata la lunghezza ammissibile della sezione di riscaldamento: temperatura + 10 ° C, collegamento alla macchina con una corrente nominale di 16 A.

risultati

Sono stati condotti studi sul comportamento dei cavi autoregolanti in condizioni di bassa temperatura. I grafici ottenuti di tali caratteristiche: corrente iniziale, valore del coefficiente, corrente costante dopo stabilizzazione.

È stato sviluppato un metodo per calcolare la lunghezza ammissibile di una sezione, tenendo conto dei parametri degli interruttori automatici.

I risultati ottenuti consentono di migliorare la metodologia per lo sviluppo di sistemi di riscaldamento per varie condotte, serbatoi e altri impianti industriali mediante cavi scaldanti autoregolanti.