GardenWeb

Il sistema di approvvigionamento idrico interno di un edificio o di un singolo oggetto è chiamato un insieme di dispositivi che forniscono acqua dall'approvvigionamento idrico esterno e lo forniscono sotto pressione ai distributori di acqua situati all'interno dell'edificio o dell'oggetto.

Il sistema di approvvigionamento di acqua fredda, chiamato approvvigionamento idrico interno, è costituito dai seguenti dispositivi: un ingresso (uno o più), un'unità di misurazione dell'acqua (uno o più), una rete di autostrade, condutture di distribuzione e tubi di alimentazione ai dispositivi di erogazione dell'acqua. In alcuni casi, il sistema include installazioni per aumentare la pressione, nonché per un ulteriore trattamento dell'acqua (addolcimento, sbiancamento, deferrizzazione, ecc.).

I sistemi di approvvigionamento di acqua fredda sono dotati di edifici per qualsiasi scopo (residenziale, amministrativo, educativo, ristorazione, domestico, intrattenimento, medico, bambini, ecc.), Nonché strutture culturali e ricreative (stadi, piscine, parchi ricreativi) e impianti di produzione ( garage, deposito, ecc.), situati in aree di cucito o con un sistema di drenaggio locale. I sistemi di approvvigionamento idrico dell'edificio costruito dovrebbero fornire ai consumatori acqua di una data qualità nella giusta quantità e sotto la pressione necessaria. I requisiti per la qualità dell'acqua dipendono dallo scopo dei sistemi di approvvigionamento idrico. Il sistema di approvvigionamento idrico dell'edificio può essere collegato al sistema di approvvigionamento idrico centralizzato dell'insediamento o dotato di dispositivi per ottenere acqua da fonti d'acqua locali (sotterranee o di superficie).

Su appuntamento, la fornitura idrica interna degli edifici è suddivisa in:

  • bere e bere - progettato per fornire acqua che soddisfa i requisiti di GOST R 51232-98, per bere, lavare, fare il bagno, cucinare e altre necessità domestiche. L'installazione di acqua potabile per uso domestico è obbligatoria in tutti gli edifici residenziali e pubblici in costruzione nelle fogne, così come negli edifici che hanno un sistema di drenaggio locale;
  • produzione - può essere costituito da diverse condotte idriche che forniscono acqua di diversa qualità che soddisfa i requisiti tecnologici (addolcimento, raffreddamento, ecc.);
  • incendio - progettato per estinguere l'incendio o impedirne la diffusione. L'acqua nelle condutture dell'acqua antincendio può essere non potabile.

L'area di servizio del sistema può essere:

  • Uniti (economico-fuoco, industriale-fuoco, economico e produzione);
  • separata;
  • Uniforme: il sistema di approvvigionamento idrico interno che fornisce acqua contemporaneamente per le esigenze domestiche e potabile, industriale e antincendio.

In alcuni casi, per esigenze domestiche (lavaggi di fognature - servizi igienici, orinatoi, ecc., Lavaggio di pavimenti, lavaggio di indumenti, ecc.), In coordinamento con le autorità sanitarie, è possibile utilizzare acqua e qualità non potabile. Non è consentito collegare le condutture dell'acqua che forniscono acqua potabile non potabile con acqua potabile.

Secondo il metodo di utilizzo dell'acqua, i sistemi sono dotati di alimentazione idrica a flusso diretto, con fornitura di acqua circolante e riutilizzo dell'acqua.

Quando si sceglie un sistema di approvvigionamento idrico, in base allo scopo dell'oggetto, vengono presi in considerazione i requisiti tecnologici, antincendio e igienico-sanitari, nonché le considerazioni tecniche ed economiche. Ad esempio, gli edifici residenziali e pubblici possono essere dotati di un sistema combinato di approvvigionamento economico e idrico con fornitura di acqua potabile. La combinazione di tutti i sistemi di approvvigionamento idrico in un unico sistema, fornendo acqua della stessa qualità e sotto la stessa pressione porta a una riduzione dei costi di costruzione e di esercizio.

Per il normale funzionamento del sistema di approvvigionamento idrico interno, la pressione (necessaria) deve essere creata all'ingresso dell'edificio, che garantirà l'erogazione del flusso d'acqua standard al distributore d'acqua più orientato (dettato) e coprirà la perdita di pressione per superare la resistenza lungo il percorso dell'acqua. La pressione nel sistema di alimentazione idrica esterna nel punto di connessione dell'ingresso può essere maggiore, uguale o inferiore alla pressione richiesta per il sistema di alimentazione idrica interna. La pressione minima nell'alimentazione idrica esterna nel punto di connessione dell'ingresso (sul tubo o sulla superficie della terra) è detta garanzia. Con una periodica o costante mancanza di pressione nell'approvvigionamento idrico esterno al fabbisogno per l'edificio, gli impianti sono utilizzati per aumentare la pressione: pompe (permanenti o periodicamente in funzione), serbatoi di pressione dell'acqua, impianti pneumatici.

A seconda della disponibilità di pressione e dell'apparecchiatura installata, differiscono:

  • sistemi di approvvigionamento idrico che operano sotto pressione nel sistema di approvvigionamento idrico esterno; Sono utilizzati quando la pressione di garanzia nel sistema di alimentazione idrica esterno nel punto di connessione dell'ingresso è costantemente superiore alla pressione necessaria per il normale funzionamento di tutti i dispositivi di piegatura dell'acqua, o è uguale ad essa; tali sistemi sono i più semplici e comuni;
  • impianti con serbatoio dell'acqua senza installazione di pompa di spinta; Sono utilizzati quando la pressione di garanzia nel sistema di alimentazione idrica esterno alle ore di consumo massimo di acqua è inferiore a quella richiesta per l'edificio, e in altri momenti della giornata - superiore a quella richiesta; durante ore di pressione insufficiente, i consumatori ricevono acqua dal serbatoio dell'acqua, accumulandola in ore di pressione eccessiva;
  • sistemi con installazione di pompa booster senza serbatoio d'acqua; Vengono utilizzati quando la modalità di consumo dell'acqua nell'edificio è uniforme e la pressione nell'approvvigionamento idrico esterno è costantemente o periodicamente inferiore a quella richiesta per l'edificio;
  • sistemi con un serbatoio dell'acqua e l'installazione di una pompa ausiliaria; Sono utilizzati in caso di insufficiente pressione di garanzia nel sistema di approvvigionamento idrico esterno e in caso di consumo irregolare di acqua nell'edificio durante il giorno. Il serbatoio dell'acqua, che preleva l'acqua in eccesso o compensa la sua carenza nella rete, include nel sistema una capacità di regolazione per migliorare l'efficienza dell'installazione della pompa booster. Con un serbatoio, le pompe ausiliarie sono solitamente automatizzate;
  • sistemi con pompe ausiliarie e installazione pneumatica; Vengono utilizzati in singoli casi quando, invece di un serbatoio di supporto dell'acqua, viene utilizzata un'installazione pneumatica, costituita da un serbatoio di acqua e aria o un serbatoio di acqua dotato di attrezzature speciali (compressori, valvole, manometri, ecc.).

Nei grattacieli progettano i sistemi idrici delle zone. La zona inferiore funziona sotto la pressione dell'alimentazione idrica esterna e quella superiore - delle pompe booster. L'altezza della zona è determinata dalla pressione idrostatica massima consentita nel punto più basso della rete, non superiore a 60 m di acqua. Art. (0,6 MPa).

Sistema idrico domestico

Il sistema di approvvigionamento idrico interno (sistema di approvvigionamento idrico interno) è un insieme di dispositivi che trasportano dispositivi per il collegamento dell'acqua all'acqua nella quantità richiesta, della qualità richiesta e sotto la pressione richiesta.

La fonte di approvvigionamento idrico è la superficie (fiumi, laghi) e le acque sotterranee.

Per l'assunzione di acqua da fonti, vengono fornite strutture di presa d'acqua, dopo di che l'acqua viene pulita e arriva a ciascun consumatore attraverso reti di approvvigionamento idrico esterne.

In assenza di un approvvigionamento idrico centralizzato (ad esempio, in case private, case estive, piccoli insediamenti remoti), la fonte di acqua potabile potrebbe essere pozzi privati, pozzi, colonne stradali e acqua importata da veicoli a motore.

Da pozzi e pozzi, l'acqua è fornita da pompe installate al loro interno. Dai diffusori della strada l'acqua viene presa direttamente dagli altoparlanti.

Su appuntamento, l'impianto idraulico domestico è suddiviso in diverse categorie:

  • Fornitura di acqua fredda
    • Bere e bere
    • prevenzione incendi
    • produzione
    • irrigazione
  • Fornitura di acqua calda
    • locale
    • centralizzata

Fornitura di acqua potabile

Le condutture dell'acqua potabile per uso domestico devono fornire acqua potabile di alta qualità. Per alcune procedure aziendali (lavaggio del bucato, acqua per il risciacquo nel serbatoio della toilette, ecc.), È consentita acqua di qualità non potabile.

I principali elementi dell'acqua potabile:

  • sistema di approvvigionamento idrico
  • stazioni di misurazione dell'acqua (composte da contatori dell'acqua, manometri e valvole)
  • sistema di tubazioni
  • risers
  • dispositivi di raccordo dell'acqua
  • raccordi per tubi
  • impianti booster (per aumentare la pressione della rete)
  • impianti di trattamento (filtri domestici, impianti di addolcimento dell'acqua, impianti di distillazione dell'acqua)

A seconda della posizione delle condutture principali, esistono schemi di reti con cablaggio superiore e inferiore. Quando la tubazione del cablaggio inferiore è montata nel seminterrato o nel sottosuolo tecnico. Quando le tubazioni del cablaggio superiore sono posizionate nella parte superiore dell'edificio, nella soffitta o sotto il pavimento del piano superiore. I costi generali vengono utilizzati per i sistemi che dispongono di serbatoi di riserva di pressione e di diagrammi di zona. In questo caso, l'alimentazione idrica viene effettuata nel serbatoio, dal quale i consumatori vengono nutriti per gravità. Il riempimento del serbatoio avviene secondo necessità, in contrasto con il cablaggio inferiore, quando le pompe vengono accese continuamente.

Il cablaggio inferiore è più comune a causa della sua facilità d'uso, funzionamento affidabile, mancanza di riser di rifornimento e minori perdite economiche dovute alla perdita di reti.

Esempi di schemi con cablaggio superiore e inferiore: 1 - input; 2 - raccordi per l'acqua; 3 - cablaggio superiore del montante; 4 - isolamento; 5 - serbatoio dell'acqua; 6 - tubo di scarico (segnale) comune; 7 - grondaia; 8 - rubinetto di irrigazione; 9 - vano di cablaggio inferiore

Approvvigionamento idrico industriale

I gasdotti industriali sono destinati a scopi tecnici e si distinguono per un'ampia varietà di requisiti. Tipicamente, questi tubi dell'acqua forniscono acqua per le apparecchiature di raffreddamento, le installazioni di caldaie elettriche.

Fornitura di acqua antincendio

Per estinguere e prevenire la diffusione del fuoco sono considerate misure per gli edifici antincendio esterni ed interni. L'estintore esterno è suddiviso in sistemi: bassa pressione, in cui l'acqua viene prelevata da idranti situati sulla rete idrica cittadina, dove la pressione necessaria per spegnere un incendio è creata da auto-pompe e alta pressione, che deve garantire non solo il flusso di acqua antincendio, ma anche aumentare la pressione, sufficiente per estinguere il fuoco direttamente dall'idrante.

I sistemi ad alta pressione sono usati molto raramente, poiché causano sovraccarichi di energia (per questo scopo sono installate pompe più potenti). L'uso di sistemi ad alta pressione è possibile in alcune imprese industriali.

Gli edifici antincendio interni per l'uso di mezzi tecnici di approvvigionamento idrico sono suddivisi in:

  • semplice (dotato di idranti)
  • semi-automatico (drencher o barriere d'acqua)
  • automatico (splinker)

Con una pressione insufficiente per l'estinzione interna, le pompe sono installate negli edifici per aumentare la pressione nella rete.

Tubo di irrigazione

L'acqua di irrigazione è utilizzata per irrigare gli spazi verdi, lavare i marciapiedi. Le gru per irrigazione sono installate lungo 60-70 m lungo il perimetro dell'edificio, che viene installato nelle nicchie delle strutture dell'edificio. Inoltre, l'irrigazione delle acque reflue viene utilizzata per mantenere le condizioni igieniche nelle camere dei rifiuti, nelle docce pubbliche e nei bagni, in questo caso il rubinetto per l'irrigazione è installato sulla rete idrica con acqua calda.

Per escludere un numero elevato di condotte e quando i requisiti per la qualità dell'acqua coincidono, vengono combinate le condutture idrauliche per le varie esigenze (di norma, acqua per uso domestico con lotta antincendio o produzione antincendio).

Fornitura di acqua calda

Il sistema di approvvigionamento idrico interno è la parte finale di una grande e complessa catena di assunzione, preparazione e trasporto di acqua ai consumatori della qualità richiesta.

Violazione dei processi di pulizia, errori nella scelta dei metodi di pulizia porteranno alla fornitura di acqua di qualità insoddisfacente, che comporta danni alla salute umana, riducendo la durata delle apparecchiature di processo. Un errato processo decisionale nella progettazione e nella costruzione di reti può causare incidenti alle condotte, interruzione della fornitura di acqua ai consumatori.

Una corretta installazione, un servizio professionale, un design conforme ai regolamenti e alle regole di costruzione garantiranno la fornitura di acqua ininterrotta, aumenteranno la durata delle reti di approvvigionamento idrico, gli impianti di trattamento delle acque reflue e una vita confortevole per le persone.

Sistemi idraulici domestici

Informazioni generali sull'impianto idraulico interno

Su appuntamento, l'approvvigionamento idrico interno è suddiviso in acqua potabile, industriale e antincendio.

L'acqua potabile nazionale è disposta in tutti gli edifici residenziali e pubblici che dispongono di reti fognarie, nonché in tutti gli edifici industriali e ausiliari, che comprendono l'installazione di apparecchi sanitari o fontanelle.

Negli edifici residenziali e pubblici, è possibile organizzare una fornitura di acqua potabile e acqua per il fuoco o due sistemi di approvvigionamento idrico separati.

Gli edifici industriali possono essere equipaggiati con: bere unito, industriale e antincendio o potabile e industriale con acqua potabile per tutte le esigenze; combinato di bere e lotta antincendio o produzione e lotta antincendio; sistemi separati per vari scopi. La più comune canna fumaria economica e industriale.

Le reti di approvvigionamento idrico domestico e industriale che forniscono acqua potabile di qualità sono costituite da tubi zincati con diametro fino a 150 mm; è consentito l'uso di tubi in materiali polimerici. Tali tubi non dovrebbero influenzare la qualità dell'acqua potabile.

Le reti interne di condotte idriche industriali e antincendio che forniscono acqua potabile possono essere realizzate con tubi di acciaio non zincato.

La rete idrica domestica viene installata in locali in cui la temperatura dell'aria è superiore a 2 ° C in inverno, nel caso in cui la condotta venga posata in locali con temperatura dell'aria inferiore

2 ° С, è necessario fornire misure per proteggere i tubi dal congelamento dell'acqua in essi. Le tubazioni installate in ambienti con elevata umidità sono coperte con isolamento termico per evitare la condensazione del vapore acqueo sulla superficie delle condotte.

Le reti di approvvigionamento idrico domestico possono essere con il cablaggio inferiore, quando l'autostrada è posata nel seminterrato o nel sottosuolo tecnico, o con il cablaggio superiore, quando l'autostrada passa sotto il soffitto del piano superiore.

Con un approvvigionamento idrico zonale, ogni zona ha le sue linee principali, che di solito sono poste su pavimenti tecnici.

La posa delle reti principali e di distribuzione di acqua all'interno degli edifici dovrebbe essere prevista, di norma, aperta. È consentita la posa latente di tubi in solchi di muri; in questi casi, i boccaporti per ispezione e riparazione devono essere disposti nei siti di installazione dei raccordi e dei collegamenti filettati.

Per garantire il normale funzionamento, le valvole del tipo a valvola sono installate sulla rete idrica interna:

· Ad ogni entrata - per scollegare l'edificio;

· Sulla rete di distribuzione ad anello - per disconnettere singole sezioni, ma non più di mezzo squilli;

· Sulla rete anulare del sistema di approvvigionamento idrico antincendio - per scollegare non più di cinque idranti su un piano e non più di un montante in edifici alti più di 50 m;

· Sulla rete ad anello di approvvigionamento idrico di produzione - per garantire l'approvvigionamento idrico bidirezionale alle unità;

· Alla base delle bretelle con cinque o più idranti;

· La base del rifornimento di acqua potabile o di acqua industriale in edifici di tre piani o più;

· Sui rami che alimentano cinque o più punti;

· Sui rami di ogni appartamento,

· Sulla fodera per lavare le cisterne, i rubinetti, gli scaldabagni, per raggruppare docce e lavabi;

· Prima di gru per irrigazione esterne;

· Prima di dispositivi, dispositivi e unità per scopi speciali;

· Su tutti i rami dalla rete idrica.

Inoltre, l'installazione di rubinetti di irrigazione alla velocità di un rubinetto per 60-70 m del perimetro dell'edificio è prevista nelle reti interne di approvvigionamento idrico.

Sistemi idraulici domestici

L'impianto idraulico interno è costituito dai seguenti elementi: l'ingresso dell'impianto idraulico nell'edificio; condotte di distribuzione; booster, che comprendono pompe booster, serbatoi d'acqua e serbatoi situati all'interno dell'edificio.

L'ingresso è la parte sotterranea della rete dall'autostrada esterna al contatore dell'acqua installato nell'edificio. I diametri dei tubi per l'approvvigionamento idrico degli edifici sono determinati dal calcolo del secondo consumo massimo di acqua. Gli ingressi sono fatti di tubi dell'acqua in ghisa. È consentito l'uso di tubi in acciaio con un rivestimento esterno di isolamento bituminoso, che li protegge dalla corrosione. Negli edifici residenziali, c'è una voce per l'impianto idraulico con una pendenza di 0,003 verso la rete esterna, in modo che possa essere svuotata.

Le reti domestiche di approvvigionamento idrico in edifici residenziali con un'altezza di oltre 16 piani, in edifici dotati di un sistema di approvvigionamento idrico di zona e in edifici con più di 12 idranti installati devono essere collegati alla rete ad anello esterna di almeno due ingressi.

Quando si organizzano due o più ingressi, questi devono essere collegati a diverse parti della rete esterna e tra gli ingressi sulla rete esterna, installare le valvole di intercettazione in caso di incidente in uno degli ingressi. Su ciascuno degli ingressi all'interno dell'edificio devono essere installate valvole di ritegno. Se ci sono due ingressi ed è necessario installare le pompe nell'edificio per aumentare la pressione nella rete idrica, gli ingressi davanti alle pompe dovrebbero essere combinati.

Se l'edificio ha un seminterrato, l'input è posto nell'apertura della fondazione (Fig. 155, a).

Fig. 155. Schema di immissione di input per l'edificio: a - attraverso la posa della fondazione, b - nel terreno sotto la fondazione; 1 - prima valvola, 2 - contatore dell'acqua, 3 - valvola di scarico, valvola 4 secondi, 5 - ingresso

Se non ci sono seminterrati, l'input viene depositato nel terreno sotto la fondazione (Fig. 155.6), poiché solitamente la profondità dell'acqua esterna è maggiore della profondità della fondazione.

Se l'ingresso passa nell'apertura della fondazione o della parete, il tubo di diramazione in acciaio 4 (figura 156) di diametro maggiore dell'input è incorporato nella muratura e un tubo viene posato attraverso questo tubo di diramazione.

Fig. 156. Posa in entrata nella soletta di fondazione: 1 - argilla rugosa, malta cementizia, 3 - filo resinoso, 4 tubi in acciaio

L'ugello protegge l'ingresso dalla distruzione durante la stesura dell'edificio. Lo spazio tra l'ingresso e il tubo è sigillato con trefolo di resina 3, argilla accartocciata 1 e anche malta cementizia 2 con uno strato di 2-3 cm.

Nella rete urbana, l'input è collegato con l'aiuto di un tee preinstallato su di esso, o attraverso un dispositivo per intercettare le filiali nelle reti esistenti senza ridurre la pressione in esse. Nei punti di connessione degli ingressi alla rete urbana esterna, i pozzetti sono disposti con valvole installate al loro interno - il diametro dell'ingresso è superiore a 40 mm o le valvole - il diametro degli ingressi è 40 mm o inferiore.

L'entrata deve essere posta perpendicolare alla fondazione dell'edificio; dovrebbe avere il minimo allungamento.

A seconda della pressione nella rete esterna, i seguenti sistemi di approvvigionamento idrico interni sono idonei a fornire acqua ai punti d'acqua all'interno dell'edificio: senza pompe ausiliarie, in questo caso l'alimentazione idrica è fornita dalla pressione nella rete idrica esterna; con pompe booster.

Fig. 157. Schema di una rete di approvvigionamento idrico senza pompa ausiliaria: 1 - ingresso, 2 - contatore dell'acqua, 3 - discesa, 4 - condotta principale, 5 - riser, 6 - collegamenti

I sistemi di alimentazione idrica senza pompe ausiliarie (figura 157) vengono utilizzati nei casi in cui sono urbani

la rete è sotto pressione costante, sufficiente per la fornitura ininterrotta dell'acqua ai punti più alti e remoti dell'acqua dell'edificio. Tale sistema di approvvigionamento idrico interno, che non ha dispositivi diversi dalla rete di tubazioni, è il più semplice e il più comune.

Con una costante o periodica mancanza di pressione nella rete idrica esterna per aumentare la pressione nelle reti interne degli edifici, vengono installate pompe step-up per uno o più edifici.

Le unità di pompaggio sono dei seguenti tipi:

· Con pompe a funzionamento costante o periodico;

· Con pompe a funzionamento periodico, funzionanti in combinazione con serbatoi idrici o idropneumatici;

· Con le pompe antincendio che funzionano solo quando si spegne un incendio.

Un impianto idraulico con pompe a funzionamento continuo o periodico (figura 158) viene utilizzato se la rete esterna fornisce la quantità necessaria di acqua, ma la pressione non è sempre sufficiente a garantire l'approvvigionamento idrico al punto di ingresso dell'acqua più remoto e più posizionato.

Fig. 158. Schema di una rete di approvvigionamento idrico con pompe funzionanti costantemente o periodicamente:

1 - contatore dell'acqua, 2 - valvola di ritegno, 3 - pompa di aumento pressione

In questo caso, l'unità pompa, inclusa nella linea dopo il contatore dell'acqua, funziona in modo continuo o periodico, pompando acqua nella rete domestica secondo necessità.

I sistemi di approvvigionamento idrico periferico (Fig.159) sono utilizzati in edifici residenziali con un'altezza di 17 o più piani, edifici per uffici, alberghi, pensioni, case di cura, case per ferie, edifici industriali e ausiliari di altezza superiore a 50 m.

Fig. 159. Schema di approvvigionamento idrico zonale: 1 - ingresso, 2 - contatore dell'acqua, 3 - valvola di non ritorno, 4 - pompa di servizio, 5 - pompa antincendio, 6 - linea inferiore

L'altezza della zona viene determinata in base alla pressione idrostatica massima consentita presso gli idranti e le prese di servizio inferiori. Pressione idrostatica nel sistema domestico - la fornitura di acqua potabile non deve superare i 60 m.

In una rete separata di tubature antincendio, la pressione massima durante il funzionamento delle pompe antincendio non deve superare i 90 m al livello degli idranti antincendio situati più in basso.

Per fornire acqua a ciascuna zona, sono installate pompe step-up. In alcuni casi, l'acqua viene fornita ai primi piani dell'edificio a causa della pressione nella rete urbana senza l'installazione di pompe booster per questa zona. Per aumentare la pressione nella rete interna di approvvigionamento idrico, oltre a creare la necessaria pressione per l'estinzione, utilizzare unità di pompaggio costituite da una pompa a sbalzo centrifuga tipo K o KM e un motore elettrico (Fig. 160), che sono montate su una piastra di base comune. La pompa è collegata al motore con un giunto elastico.

Fig. 160. Pompe centrifughe:

a - console K, b - console monoblocco CM; 1 - pompa, 2 - motore elettrico, 3 piastre

Le pompe a sbalzo centrifugo di tipo K (figura 160, a) pompano acqua potabile e industriale e altri liquidi con temperature fino a 85 ° C, che non contengono impurità (materiali fibrosi, ceneri, scorie, sabbia) causando l'intasamento dei canali della girante e della parte di flusso.

La pompa di tipo K monostadio con alimentazione assiale dell'acqua è composta da parti di trasmissione e di flusso. La parte di guida è una staffa di supporto in cui l'albero della pompa è montato su cuscinetti. Al posto dell'uscita dell'albero dal corpo pompa è presente un premistoppa. La parte flow-through comprende un involucro a spirale, che è fissato alla flangia della staffa di supporto, una girante montata all'estremità dell'albero e un ugello di aspirazione fissato al corpo a spirale. Le pompe sono fornite con un ugello di scarico verso l'alto, sul quale è previsto un foro filettato per il collegamento del manometro.

Una pompa centrifuga a monoblocco KM (Fig. 160.6) si differenzia da una pompa di tipo K in quanto presenta un'estremità dell'albero allungata, sulla cui flangia le parti del corpo pompa sono rigidamente fissate. Inoltre, l'involucro a spirale della parte di flusso è fissato alla flangia della lanterna intermedia e la girante è montata sull'estremità allungata dell'albero del motore.

La designazione del marchio di una pompa centrifuga, ad esempio 4K-12a, comprende:

· 4 - il diametro dell'ugello di ingresso, ridotto di 25 volte e arrotondato, mm;

· K - console (KM - console monoblocco);

· 12 è il coefficiente della velocità della pompa, ridotto di 10 volte e arrotondato;

· A - taglio della girante.

La quantità di acqua fornita dalla pompa centrifuga dipende dalla frequenza di rotazione della girante e aumenta in proporzione all'aumento della frequenza di rotazione della ruota. La pressione creata dalle pompe aumenta come segue: quando la velocità della ruota aumenta, la pressione raddoppia quattro volte, quando si triplica, la pressione aumenta di nove volte e così via.

Il flusso della pompa è espresso dal volume di fluido pompato dalla pompa per unità di tempo; misurato in m3 / h La pressione generata dalle pompe è espressa in metri di colonna d'acqua.

Nelle installazioni di pompe, ad eccezione delle pompe di lavoro, è necessario fornire una riserva. Il numero di unità di riserva per ciascun gruppo di pompe (domestico, industriale, antincendio) dipende dal numero di pompe funzionanti e viene assunto quando il numero di pompe di lavoro da uno a tre è un'unità di riserva; quando il numero di pompe di lavoro da quattro a sei - due unità di backup.

Le pompe si trovano in edifici separati o in punti centrali di calore.

L'installazione del booster con due pompe centrifughe è mostrata in fig. 161.

Fig. 161. Schema dell'installazione della pompa di aumento pressione:

1 - tubo di aspirazione, 2 - pompa, 3 - tubo di pressione, 4 - manometro, 5, 7 - valvole di ritegno, 6 - linea di bypass, 8 - valvola a saracinesca

Ogni pompa 2 installa due valvole: sul tubo di aspirazione 1 - per scollegare la pompa dall'ingresso e sul tubo di pressione 3 - per avviare la pompa e controllare la quantità di acqua fornita. Tra la pompa 2 e la valvola 8, sul tubo di pressione sono installati manometri 4 per misurare la pressione sviluppata dalla pompa e una valvola di ritegno 5, che garantisce la commutazione delle pompe senza chiudere le valvole. Per fornire acqua dall'ingresso direttamente alla rete domestica, predisporre una linea di bypass 6 con una valvola di ritegno 7 e una valvola 8. La valvola di ritegno 7 consente di accendere le pompe senza chiudere la valvola 8.

I serbatoi dell'acqua sono posizionati ad un'altezza che fornisce la pressione necessaria nella rete di approvvigionamento idrico interna. La fornitura di acqua nei serbatoi per il fabbisogno di acqua potabile dipende dalla quantità di acqua consumata, dal grado di irregolarità del flusso e dal flusso di acqua nei serbatoi.

La capacità dei serbatoi è determinata dalle condizioni:

· Approvvigionamento idrico per necessità di bere, che di solito è preso almeno al 20% con un avvio manuale della pompa e almeno il 5% del flusso giornaliero durante l'avvio automatico della pompa;

· Approvvigionamento idrico di emergenza a scopo antincendio, calcolato per una durata di 10 minuti di estinzione di un incendio con idranti interni in caso di accensione manuale delle pompe antincendio e spegnimento di un incendio di 10 minuti con pompe di accensione automatica.

L'acqua e le cisterne idropneumatiche per l'acqua potabile sono realizzate in lamiera d'acciaio e verniciate all'interno e all'esterno. I materiali per il rivestimento interno di tali serbatoi devono soddisfare i requisiti igienici.

I serbatoi sono dotati di: un tubo che fornisce acqua al serbatoio, con una o più valvole a galleggiante; tubo di scarico; tubo di troppo pieno collegato al serbatoio all'altezza del più alto livello di acqua consentito nel serbatoio; un tubo di scarico collegato al fondo del serbatoio e al tubo di troppo pieno, con l'installazione della valvola; un tubo con un diametro di 38 mm, deviando l'acqua dal pallet e fissata al tubo di troppo pieno; misurare i trasduttori del livello dell'acqua nel serbatoio per l'accensione delle unità di pompaggio; indicatori di livello dell'acqua nel serbatoio. I serbatoi destinati allo stoccaggio di acqua potabile sono forniti con dispositivi per la circolazione dell'acqua.

I serbatoi dell'acqua per l'acqua potabile devono essere dotati di coperture. I serbatoi sono installati su un pallet speciale in una stanza ventilata e illuminata in cui mantengono una temperatura positiva. I sistemi di reti interne di approvvigionamento idrico in edifici residenziali e pubblici senza un dispositivo di fornitura di acqua antincendio sono principalmente utilizzati come vicoli ciechi, e in presenza di una fornitura di acqua antincendio sono anulari.

L'alimentazione anulare dell'acqua è mostrata in fig. 162.

Fig. 162. Schema di alimentazione dell'acqua ad anello: 1- ingresso. 2 - contatore dell'acqua, 3 eyeliner, 4 riser acqua, 5 - linea principale

Le reti interne devono essere collegate a reti esterne da almeno due ingressi 1 in modo che, in caso di incidente, sia garantita una fornitura ininterrotta di acqua all'edificio attraverso uno dei semianelli della rete.

Le installazioni idropneumatiche negli edifici servono ad aumentare la pressione nella rete interna di approvvigionamento idrico e creare una riserva di acqua in caso di incendio, nonché a fornire parte di questa acqua alla rete domestica in caso di insufficiente pressione nella rete cittadina. La convenienza dell'applicazione di impianti idropneumatici deve essere giustificata da un calcolo tecnico ed economico appropriato.

Le installazioni idropneumatiche hanno una pressione variabile e costante. Di norma vengono utilizzati impianti idropneumatici a pressione variabile, in quanto sono più semplici nella progettazione e nel funzionamento. Tali installazioni consistono in due serbatoi ermetici (uno progettato per l'acqua, il secondo per l'aria) e un tubo che li collega a una valvola che serve a separare i serbatoi.

L'aria compressa viene fornita al serbatoio dell'aria per mezzo di un compressore e l'acqua dalla rete idrica al serbatoio dell'acqua. Sotto pressione di aria compressa (con valvola aperta sul tubo di collegamento) l'acqua proveniente dal serbatoio viene schiacciata nella rete di distribuzione. Una valvola galleggiante è installata nel serbatoio dell'acqua, che mantiene un certo livello di acqua e impedisce all'aria di entrare nella rete di approvvigionamento idrico, e una valvola dell'aria che fornisce l'altezza richiesta dell'airbag e impedisce all'acqua di entrare nel serbatoio dell'aria. Il compressore funziona in modo intermittente per compensare le perdite d'aria attraverso le perdite nelle articolazioni.

Sotto l'approvvigionamento idrico interno degli edifici si intende un sistema di tubazioni e dispositivi che forniscono acqua agli edifici.

La composizione della fornitura d'acqua interna è la seguente:

· Raccordi (miscelatori e valvole, rubinetti e valvole, ecc.);

· Dispositivi (contatori d'acqua e manometri);

· Collegamento di parti sagomate (raccordi) e tubazioni.

L'installazione di prese d'acqua è la prima fase di installazione di sistemi di approvvigionamento idrico e di riscaldamento.

L'ingresso dell'impianto idraulico è chiamato linea idraulica, che collega sia la rete interna che quella esterna. Collegare la rete esterna del bagagliaio è il migliore nei pozzi, che si trovano accanto all'edificio. La profondità dell'ingresso dell'acqua è simile alla profondità dell'alimentazione principale dell'acqua esterna.

Per scaricare l'acqua dal tubo di ingresso della tubazione, è consuetudine deporla con una certa inclinazione (0,003 cm / m) verso le reti esterne, scegliendo il percorso più breve che dovrebbe essere perpendicolare alla fondazione dell'edificio. L'edificio può sedersi un po 'nel punto in cui si intersecano la fondazione e il gasdotto, mentre questo restringimento non influirà sulla sua integrità, così come sulla tenuta dell'edificio.

La giunzione è fissata con un nodo costituito da una valvola a saracinesca, tubi di derivazione e una valvola. Il consumo di acqua sarà riconosciuto solo da questo nodo. Più spesso, si trovano nel seminterrato. Considerando che le temperature al di sotto di + 2 ° C negli scantinati non avvengono, questo è uno dei posti ideali per le apparecchiature di un contatore per acqua.

Con l'aiuto di valvole e valvole, il contatore dell'acqua viene rimosso sia per riparare l'impianto idrico che per disconnettere le reti interne dalla rete idrica. La funzione principale del contatore dell'acqua è quella di registrare il consumo di acqua agli ingressi della casa. Il design del contatore dell'acqua più comune è un contatore dell'acqua ad alta velocità.

I tubi in acciaio inossidabile, polimero, acciaio o rame sono utilizzati nelle reti interne di approvvigionamento idrico.

Ci sono anche requisiti specifici per la posa di condotte. Quindi, è necessario che i tubi per i riser interni siano più lunghi di 2 cm. Attraverso i collettori di distribuzione c'è un collegamento pavimento-pavimento per i tubi di tubi il cui diametro esterno è 14 e 16 mm

Durante l'installazione e la riparazione di un sistema di approvvigionamento idrico, è tuttavia impossibile discostarsi dal progetto e consentire alle persone che non hanno esperienza in merito a questa procedura.

Per evitare che detriti o sporcizia entrino nel tubo, le estremità libere del tubo devono essere chiuse con tappi. I casi di tubi di plastica aiuteranno a gettare il tubo attraverso la struttura dell'edificio. A proposito, durante la posa e l'installazione di raccordi, non lo consentiremo.

Ci sono anche requisiti per i tubi dell'acqua calda e fredda. Pertanto, la distanza tra loro non può essere inferiore a 2,5 cm La conduttura dell'acqua fredda deve essere posizionata sotto la tubazione dell'acqua calda. Allo stesso tempo la distanza tra loro dovrebbe essere di almeno 3 cm.

Per ruotare le tubazioni utilizzare parti speciali o quadrati standard. Se, al giro, si decise di piegare il tubo di metallo-polimero, il raggio di curvatura dovrebbe essere di almeno cinque diametri esterni del tubo. La formazione di pieghe e appiattimento dei tubi è inaccettabile.

Quando installano sistemi di approvvigionamento idrico, ovvero reti di approvvigionamento idrico domestico, usano un metodo aperto per la posa di tubi o uno chiuso. Il metodo aperto è più conveniente, ma rovina l'interno della stanza (i condotti sono appesi a qualsiasi elemento strutturale dell'edificio). La posa chiusa viene effettuata all'interno delle pareti delle pareti, nei solchi e nei canali.

Indubbiamente, l'installazione del cablaggio chiuso è più complicata, ma, in primo luogo, le condizioni igieniche della stanza, a differenza del cablaggio aperto, non sono disturbate. In secondo luogo, non influisce sull'interno della stanza.

Sistemi idraulici domestici

ATTREZZATURE DI INGEGNERIA

EDIFICI E LOCALI DELLA CASA E DELL'UFFICIO

Il livello del progresso tecnico consente di garantire l'esistenza di approvvigionamento idrico, riscaldamento, fognature, ventilazione, condizionamento dell'aria, elettricità e apparecchiature elettriche negli edifici. La composizione quantitativa e qualitativa dell'apparecchiatura influisce sul comfort della vita e della gente che lavora.

Gli esperti nel campo dell'economia domestica dovrebbero avere conoscenze in una vasta gamma di questioni da risolvere, anche nel campo dell'ingegneria e delle attrezzature tecniche, dal cui efficace lavoro dipende la comodità di vivere e lavorare. Questa parte del manuale di addestramento si concentra sul lavoro dei sistemi di approvvigionamento idrico, sistemi fognari, riscaldamento, ventilazione, condizionamento, elettricità, gas, smaltimento dei rifiuti.

Fornitura di acqua fredda

Il sistema di approvvigionamento idrico è un complesso di strutture ingegneristiche e misure progettate per prelevare acqua da una fonte di approvvigionamento idrico, pulirla, immagazzinarla e fornirla ai consumatori con la pressione e il flusso richiesti.

Sistemi idraulici domestici

Il sistema di approvvigionamento idrico interno di un edificio o di un singolo oggetto è chiamato un insieme di dispositivi che forniscono acqua dall'approvvigionamento idrico esterno e lo forniscono sotto pressione ai distributori di acqua situati all'interno dell'edificio o dell'oggetto. Un sistema di approvvigionamento di acqua fredda, solitamente chiamato sistema di approvvigionamento idrico interno, è costituito dai seguenti dispositivi: un ingresso (uno o più), un'unità di misurazione dell'acqua (uno o più), una rete di autostrade, riser, condutture di distribuzione e ingressi per dispositivi di erogazione dell'acqua, interruzione, valvole di controllo, collegamento e installazione elementi per tubi.

Un ingresso è una tubazione che collega l'alimentazione idrica esterna con l'approvvigionamento idrico interno di un edificio. Le valvole dell'acqua comprendono varie valvole, rubinetti per bagni, lavabi, lavandini, ecc. Le valvole includono valvole e valvole. Sulla rete di tubature interne con d 50 mm - valvole. Le valvole di intercettazione sono installate: alla base dei montanti, alle valvole delle cassette di risciacquo delle tazze del water, agli scaldacqua, nell'unità di misurazione dell'acqua, sui rami delle autostrade, ecc.

I simboli dei dispositivi nelle figure 1 - 5 sono forniti da GOST 21.205 - 93 "Simboli degli elementi dei sistemi di ingegneria sanitaria" e GOST 21.206 - 93 "Simboli delle condotte". Gli elementi principali sono mostrati in Appendice. 1.

Classificazione dei sistemi interni di approvvigionamento idrico degli edifici Secondo lo scopo del sistema di approvvigionamento idrico di un edificio, i seguenti sono classificati:

Drinkingозяй acqua potabile destinata all'approvvigionamento idrico, secondo GOST R 51232-98 "Acqua potabile" per bere, lavare, fare il bagno, cucinare, ecc.;

¨ sistemi di approvvigionamento idrico di produzione forniscono acqua per i processi produttivi. I requisiti per la qualità dell'acqua erogata sono vari e determinati dai requisiti tecnologici di produzione;

¨ I sistemi di approvvigionamento idrico antincendio sono progettati per estinguere il fuoco in un edificio quando si verifica un incendio. In questi sistemi è possibile utilizzare acqua e qualità non potabile.

A volte usano la combinazione di tutti i tipi di sistemi di approvvigionamento idrico domestico in uno - un sistema di produzione antincendio industriale con fornitura di acqua potabile per tutte le esigenze. Tuttavia, questo non è sempre giustificato da un punto di vista economico a causa del costo relativamente elevato dell'acqua potabile.

In base alla posizione delle condutture principali, gli schemi di approvvigionamento idrico dell'edificio sono dotati di cablaggio inferiore e superiore.

Con il cablaggio più basso, le condotte principali sono collocate nella parte inferiore dell'edificio e con quella superiore, nella soffitta o sotto il soffitto del piano superiore.

Secondo il principio di funzionamento, i sistemi di approvvigionamento idrico interno possono essere suddivisi in sistemi: senza dispositivi di aumento pressione; con serbatoi a pressione e di riserva; con pompe booster; con una combinazione di serbatoi di riserva di pressione e pompe di aumento pressione; con impianti idropneumatici; sistemi di zona.

La scelta di uno di questi sistemi dipende principalmente dal rapporto tra la testa H richiestar, assicurare l'erogazione di un flusso d'acqua standard all'erogatore d'acqua più localizzato e remoto dall'ingresso, tenendo conto della perdita di pressione per superare la resistenza lungo questo percorso d'acqua, e la pressione nel sistema di approvvigionamento idrico esterno nel punto di collegamento al sistema di approvvigionamento idrico dell'edificio Hg (pressione di garanzia). Può essere maggiore, uguale o inferiore alla pressione richiesta per il normale funzionamento del sistema di approvvigionamento idrico interno Hr.

Se Hg> Hr, il sistema funziona sotto la pressione delle pompe della rete urbana esterna. In connessione con l'aumento del numero di piani degli edifici moderni, questo schema viene utilizzato sempre meno.

Con una periodica mancanza di pressione nella rete urbana, viene adottato un sistema con un serbatoio di acqua di rifornimento (Fig. 1a). Allo stesso tempo, quando Hg> Hr, l'acqua proveniente dalla rete esterna viene fornita sia al rubinetto dell'acqua che al serbatoio a pressione, quando la pressione nella rete urbana scende al di sotto del valore calcolato (Hg

Data di inserimento: 2016-01-07; Visualizzazioni: 2120; LAVORO DI SCRITTURA DELL'ORDINE

Approvvigionamento idrico interno di edifici

3.1 Scopo degli impianti idraulici domestici

L'impianto idraulico interno è il sistema di approvvigionamento idrico dell'edificio, che fornisce l'acqua dall'impianto idraulico esterno sotto pressione a tutti i distributori di acqua all'interno dell'edificio.

L'approvvigionamento idrico interno è un sistema di dispositivi che forniscono l'approvvigionamento idrico di apparecchi sanitari, apparecchiature tecnologiche e idranti situati all'interno degli edifici. Il sistema di approvvigionamento idrico interno è costituito dai seguenti dispositivi: uno o più ingressi, unità di misurazione dell'acqua, una rete di condotte (principale, distribuzione, linee di alimentazione) e raccordi. In alcuni casi, il sistema include attrezzature per installazioni locali per aumentare la pressione, per trattamenti aggiuntivi (condizionamento) di addolcimento dell'acqua, sbiancamento, deferrizzazione, disinfezione, riscaldamento o raffreddamento.

L'approvvigionamento idrico interno può essere collegato al sistema di approvvigionamento idrico centralizzato di un insediamento o dotato di dispositivi per ricevere acqua dalle prese d'acqua locali da fonti sotterranee o superficiali.

Il sistema di tubature interne comprende: ingresso, unità di misurazione dell'acqua, rete di distribuzione, riser, collegamenti a dispositivi di ingegneria sanitaria, impianti tecnologici e attrezzature, dispositivi di chiusura, regolazione, sicurezza e miscelazione, vari elementi di collegamento e montaggio per tubi (sguardi, gomiti, raccordi, adattatori).

3.2 Impianti interni di approvvigionamento idrico

I sistemi di approvvigionamento idrico sono suddivisi per scopo: potabile e domestico, industriale e antincendio.

Combinare tutti i tipi di sistemi di approvvigionamento idrico domestico in uno - la produzione economica - la lotta antincendio con acqua potabile per tutte le esigenze non è sempre giustificata da un punto di vista economico a causa del costo relativamente elevato dell'acqua potabile, del consumo elevato di acqua per le esigenze produttive e di una serie di altri fattori. Sono stati progettati sistemi separati o combinazioni dell'unione delle reti di approvvigionamento idrico: potabile e antincendio, acqua potabile e produzione, produzione e lotta antincendio. Di norma, gli edifici residenziali e pubblici sono dotati di una fornitura combinata di acqua potabile e di fornitura di acqua potabile.

Secondo il principio di funzionamento, i sistemi di approvvigionamento idrico interni sono suddivisi in sistemi: senza dispositivi di aumento pressione; con serbatoi a pressione e di riserva; con pompe booster; con una combinazione di serbatoi a prevalenza e pompe centrifughe; con impianti idropneumatici; sistemi di zona.

La scelta di uno di questi sistemi, in primo luogo, dipende dal rapporto tra la pressione della testa richiesta Нтр, che garantisce l'alimentazione del flusso d'acqua standard al dispositivo più altamente posizionato e remoto dal dispositivo di ingresso (dettando), tenendo conto della perdita di carico per superare la resistenza lungo questo percorso d'acqua, e la testa nell'esterno il sistema di approvvigionamento idrico nel luogo di connessione al sistema di approvvigionamento idrico dell'edificio Ngar (pressione di garanzia). Può essere più, uguale o inferiore alla pressione richiesta per il normale funzionamento dell'alimentazione idrica interna.

Se Ngar> Ntr, il sistema funziona sotto la pressione delle pompe della rete urbana esterna. In connessione con l'aumento del numero di piani degli edifici moderni, questo schema viene utilizzato sempre meno.

Tubature domestiche e fognature di edifici: disposizioni di base

L'approvvigionamento idrico interno e la rete fognaria degli edifici appartengono alle reti di ingegneria e sono regolati da regolamenti edilizi e regolamenti (SNiP). La deviazione da queste norme comporta guasti imprevisti e altre emergenze in queste strutture. Le condotte idriche interne comprendono le comunicazioni che trasportano acqua calda e fredda ai consumatori. I sistemi di fognatura svolgono la funzione di drenaggio dall'attrezzatura sanitaria agli impianti di trattamento delle acque reflue.

I sistemi idrici e fognari situati all'interno degli edifici dovrebbero essere progettati e installati secondo i regolamenti e le norme di costruzione.

Caratteristiche principali

Le reti interne di approvvigionamento idrico e fognario dovrebbero essere installate secondo un progetto pre-progettato. La stesura di un progetto è una norma obbligatoria, necessaria per eseguire un'installazione di comunicazione di alta qualità. Il modo in cui viene eseguita l'installazione determinerà l'efficacia di una particolare comunicazione, nonché la durata del suo funzionamento.

Vengono predisposti sistemi di approvvigionamento idrico e reti fognarie per assicurare la manutenzione di case private, edifici residenziali a più piani, piccole e grandi imprese, edifici amministrativi e altri edifici.

Il metodo di installazione di approvvigionamento idrico interno e fognatura può essere di due tipi:

Le comunicazioni collocate all'interno degli edifici sono, nella maggior parte dei casi, realizzate in tubi di plastica o plastica. Tuttavia, SNiP ti consente di posare pipeline e altri materiali. Ad esempio, tubi di acciaio o rame sono consentiti per la rete di approvvigionamento idrico.

Fai attenzione! I tubi di acciaio sono un analogo più costoso dei moderni prodotti in metallo-plastica e polimeri, quindi vengono utilizzati per l'installazione di condotte idriche sempre meno.

I moderni sistemi idrici e fognari sono spesso montati su tubi polimerici, che presentano molti vantaggi rispetto al metallo

Inoltre, vale la pena notare che i tubi di acciaio hanno una bassa resistenza alla corrosione e sono soggetti a blocchi a causa della superficie interna insufficientemente liscia. Per quanto riguarda i prodotti in rame, sono probabilmente i più costosi e, nonostante le loro eccellenti caratteristiche tecniche, sono installati molto raramente.

I progetti moderni dovrebbero contribuire al miglioramento dei lavori di costruzione, oltre ad attuare ampiamente i seguenti punti:

  • massima automazione di tutti i processi;
  • meccanizzazione delle fasi di installazione ad alta intensità di lavoro;
  • standardizzazione delle comunicazioni attraverso l'uso di tubi e componenti aggiuntivi per le stesse dimensioni (standard);
  • riduzione dei costi finanziari, energetici e del lavoro nell'installazione di qualsiasi comunicazione.

Per le comunicazioni esterne, vi sono norme proprie, prescritte nel codice edilizio "fornitura idrica esterna e fognatura degli edifici".

Requisiti per l'approvvigionamento idrico interno e fognature all'interno degli edifici

Esiste un certo insieme di regole (SP) a cui devono conformarsi le reti interne di approvvigionamento idrico e fognatura. Considera l'elenco dei requisiti di base per queste strutture di condotte:

  • nel caso della progettazione indipendente dei sistemi di approvvigionamento idrico e delle acque reflue, si raccomanda di combinarli. Tale opzione di disposizione è considerata la più efficace e riduce il costo di gestione di queste strutture di condotte;
  • l'acqua erogata attraverso l'impianto idraulico domestico deve necessariamente soddisfare tutti gli standard sanitari e igienici. Al fine di raggiungere un determinato standard di qualità, l'acqua deve essere sottoposta a diverse procedure obbligatorie, tra cui: purificazione, chiarimenti, ecc.;
  • le acque tecniche non vengono utilizzate per bere, tuttavia, nonostante ciò, devono anche essere sottoposte a tutte le necessarie misure di purificazione. Il grado di chiarificazione dell'acqua è determinato in base al suo uso successivo (cioè per quale particolare processo sarà usato);
  • per il trasporto e la consegna di acqua all'utilizzatore finale, devono essere utilizzate comunicazioni di materiali rispettosi dell'ambiente, il cui materiale non reagisce con l'acqua e non emette impurità chimiche estranee.
  • secondo SNiP, la misura necessaria è prendere in considerazione il volume del consumo di acqua, nonché la quantità di pressione del liquido.

Il materiale dei tubi utilizzati per il sistema di approvvigionamento idrico non dovrebbe rilasciare sostanze nell'acqua potabile che ne compromettano la qualità.

Considerare gli indicatori minimi della pressione libera del liquido per diverse situazioni:

  • le strutture a un piano dovrebbero avere una testa libera, che è 10 m;
  • ogni piano successivo dovrebbe avere un aumento di pressione di almeno 4 m;
  • nei casi in cui vi sono periodi di consumo minimo di acqua, la riduzione della pressione su ciascun piano successivo dopo il primo di 1 m è considerata la norma.

Approvvigionamento idrico interno

L'impianto idraulico domestico si riferisce alle comunicazioni che trasportano acqua calda e fredda ai consumatori. Oltre ai tubi, questo sistema include dispositivi di misurazione e altri accessori e componenti.

Queste condutture forniscono acqua a:

  • apparecchi sanitari, che includono rubinetti e water;
  • alle gru tecnologiche;
  • per colpire gli idranti.

Il codice di approvvigionamento idrico interno mira a identificare la qualità dell'acqua fornita e le sue caratteristiche tecniche. La principale di queste caratteristiche è la temperatura dell'acqua trasportata.

La qualità dell'acqua fornita per le esigenze domestiche è determinata dai seguenti indicatori:

  • caratteristiche microbiologiche dell'acqua;
  • proprietà organolettiche;
  • indicatori di tossicità dell'acqua.

Le regole di SNiP regolano le caratteristiche dell'acqua, compresa la sua composizione e la temperatura.

Gli indicatori di temperatura nei punti di distribuzione dell'acqua relativi alle strutture residenziali non devono essere inferiori a 50-60 ° C e non superiori a 75 ° C. Va notato che lo stesso indicatore nelle istituzioni prescolari dovrebbe essere non più di 37 ° C.

Secondo SNiP, le condotte idriche domestiche sono classificate in tre gruppi principali a seconda del tipo di edificio e del suo scopo:

  • comunicazione dell'acqua potabile;
  • fornitura di acqua antincendio;
  • linea montata sull'azienda.

Fai attenzione! Gli standard consentono il collegamento di una linea di fuoco con un altro sistema di approvvigionamento idrico. Tuttavia, tale docking è consentito solo con uno degli altri due sistemi sopra elencati.

Considera un elenco degli elementi strutturali principali che fanno parte di una qualsiasi delle reti di cui sopra:

  • entrate all'edificio;
  • rami (cablaggio);
  • contatori;
  • alzate e carrelli per l'erogazione dell'acqua;
  • valvole di intercettazione e controllo.

Secondo SNiP, l'acqua calda dovrebbe essere separata da una rete centralizzata o da un riscaldatore interno. Va notato che per le strutture la cui altezza supera i 10 m, è obbligatorio installare attrezzature di pompaggio speciali. Le pompe svolgono la funzione di pompaggio, rendendo così possibile erogare acqua ai piani superiori.

Liquami domestici

Le fognature interne includono tubi e raccordi ausiliari. Questa comunicazione svolge una funzione molto importante: il drenaggio delle acque reflue dagli impianti sanitari e dalle prese d'acqua piovana all'esterno degli edifici. Il punto finale, di norma, è l'impianto di trattamento, che filtra l'acqua e la deposita nel serbatoio più vicino. Successivamente, l'acqua può essere riutilizzata per esigenze diverse.

Il sistema fognario interno raccoglie e rimuove le acque reflue dai dispositivi dei consumatori in una rete comune.

I principali tipi di acque reflue domestiche:

  • lo shopping;
  • acque reflue nelle imprese;
  • rete fognaria combinata;
  • pioggia.

Considerare quando è installato un sistema fognario separato:

  • per strutture le cui acque reflue necessitano di ulteriori misure di depurazione;
  • per edifici con impianti di trattamento delle acque reflue;
  • per vari edifici industriali, nonché per edifici legati al cibo (caffè, ristoranti, ecc.).

I requisiti principali per apparecchi sanitari e ricevitori di acque reflue sono i seguenti:

  • un sifone o un sigillo d'acqua devono essere posizionati nel punto di rilascio;
  • ogni WC deve essere dotato di una cassetta di scarico;
  • Nei bagni degli uomini devono essere presenti orinatoi.

L'installazione di tutti i dispositivi è soggetta a determinate regole, dipinte in SNiP. L'altezza dello strumento e altri parametri devono essere rigorosamente rispettati.

È importante! Affinché possa aver luogo un normale drenaggio, è necessaria l'organizzazione della comunicazione a flusso libero chiuso (gravità). La posa in opera della condotta fognaria è obbligatoria con una certa inclinazione. La pendenza inizia dall'attrezzatura sanitaria al montante principale.

E vale anche la pena notare che per l'organizzazione dei collegamenti nella costruzione di fognature vengono utilizzati dispositivi speciali - accessori. I raccordi per le fognature si distinguono per la loro diversità costruttiva, che ne determina l'elevata popolarità e funzionalità.

Materiali per tubi che possono essere utilizzati durante l'installazione di comunicazioni di scarico interno a flusso libero:

  • polimero (solitamente tubi in polietilene);
  • ghisa (principalmente di ghisa grigia resistente);
  • Amianto.

I tubi in ghisa, cemento-amianto o polimero vengono utilizzati per sistemi di fognatura non in pressione

L'installazione dei tubi precedenti può essere eseguita in due modi:

Il metodo aperto implica l'uso di elementi speciali per la fissazione. Attraverso questi elementi, i tubi sono attaccati alle superfici di lavoro. Si consiglia di installare tubazioni fognarie in luoghi in cui la probabilità del loro danno con mezzi meccanici è la più bassa. Il metodo nascosto per la posa della comunicazione fognaria comporta l'installazione dei suoi elementi strutturali in modo che i tubi non siano visibili (sotto il pavimento, nel muro, ecc.).

Quando è vietata l'installazione di condotte fognarie?

In tali casi è vietato installare strutture di fognature che svolgono la funzione di smaltimento delle acque reflue:

  • è severamente vietato condurre condotte fognarie nei salotti;
  • l'installazione di condotte fognarie è vietata nelle camere da letto delle istituzioni per bambini e dei reparti medici degli ospedali;
  • in residenze di sanatori;
  • la posa di condotte fognarie non è consentita nelle biblioteche;
  • nelle stanze dei centralini;
  • sotto il soffitto nelle cucine;
  • nei locali della ristorazione pubblica;
  • nei musei.

Un elenco completo dei luoghi in cui è vietato il cablaggio delle acque di scarico domestiche è riportato nel relativo capitolo dei codici di costruzione.

Inoltre, vale la pena notare alcune delle restrizioni e delle disposizioni, la cui conformità è necessaria:

  • È vietato combinare i condotti di ventilazione con lo scarico del montante della fogna;
  • Non collegare camini e cappe delle fogne;
  • le revisioni speciali dovrebbero essere fornite nella costruzione della fogna;
  • i tubi posati in un metodo nascosto devono essere dotati di botole di ispezione. Questo è necessario per fornire un rapido accesso alla comunicazione.

L'accesso alle tubazioni fognarie posate nel terreno dovrebbe avvenire attraverso portelli appositamente attrezzati - audit

In conformità con gli audit SNiP sono montati:

  • al primo e ultimo piano dell'edificio;
  • in edifici a più piani - non meno di 3 piani;
  • sulle svolte della comunicazione fognaria.

La frequenza della posizione degli audit sulle sezioni orizzontali della rete fognaria è determinata in base al caso specifico. Il ruolo in questo caso è giocato dai seguenti indicatori: diametro del tubo, caratteristiche delle acque reflue.

Opzioni di installazione per tubi dell'acqua per aree suburbane

L'installazione dei tubi può essere eseguita con due metodi comuni:

  1. Connessione coerente dei consumatori.
  2. Connessione collezionista

Di norma, la prima opzione è adatta per una piccola casa di campagna. Per le case di campagna in cui le persone vivono permanentemente, la prima opzione non funzionerà. Con una connessione seriale, ogni transizione contribuisce alla perdita di pressione. In questo caso, la necessità è il cablaggio del collettore, che comporta la rimozione del tubo dal collettore principale al consumatore. Pertanto, la pressione dell'acqua per ciascun consumatore sarà la stessa.

Informazioni utili! Vale la pena notare che il cablaggio del collettore è un'impresa costosa, dal momento che più tubi e altri pezzi sagomati vengono utilizzati per l'installazione.

L'acqua viene solitamente prelevata da un pozzo o da un pozzo. Un tubo viene steso dal pozzo usando un metodo chiuso (nel terreno). Questo tubo è collegato all'impianto di pompaggio, ma prima è necessario installare una valvola di ritegno al suo interno, che regolerà la direzione del movimento dell'acqua e non permetterà che si muova nella direzione opposta. Il tubo dell'acqua che trasporta l'acqua calda deve essere collegato al corrispondente scaldacqua.

L'approvvigionamento idrico domestico e i sistemi fognari sono soggetti a determinate regole stabilite dalle agenzie governative competenti. Il rispetto di queste regole non è solo raccomandato, ma è un elemento obbligatorio quando si installano queste comunicazioni.