Griglia per l'acqua di scarico

Griglie per il filtraggio delle acque reflue

Per filtrare le acque reflue utilizzate reticolo (Fig. 2.4). Intrappolano impurità grossolane di dimensioni pari o superiori a 5 mm (grande inquinamento non sciolto e galleggiante). L'ingresso di tali rifiuti in impianti di trattamento successivi può comportare l'intasamento di tubi e canali, la rottura di parti mobili dell'apparecchiatura, cioè l'interruzione del normale funzionamento. Le griglie sono una struttura metallica, all'interno della quale è installata una serie di aste metalliche parallele di forma circolare o più spesso rettangolare (60 * 10 mm). Le aste sono montate verticalmente o obliquamente al flusso con un angolo di 60 - 70 o sull'orizzonte. La larghezza delle aperture delle griglie (la distanza tra le aste) è di 16 mm.

Fig. 2.4. Modello di griglia

1 - reticolo di barre metalliche;

2 - un meccanismo per la rimozione delle impurità ritardato da una griglia;

3 - trasportatore per alimentare le impurità trattenute al frantoio

I reticoli sono di vario tipo:

- mobile o immobile;

- installato verticalmente o obliquamente;

- con la pulizia manuale o meccanizzata dei rifiuti (la pulizia meccanica viene eseguita da un rastrello mobile, i cui denti entrano nelle aperture, i rifiuti rimossi entrano nel trasportatore e vengono inviati al frantoio per la macinazione);

- trituratore-trituratore (meccanismi combinati), macinare le impurità trattenute senza rimuoverle dalle acque reflue.

Le griglie che richiedono la pulizia manuale vengono installate se la quantità di contaminazione non supera 0,1 m 3 / giorno. Con più inquinamento installare le griglie con un rastrello meccanico. I contaminanti catturati sulle griglie vengono macinati in appositi frantoi e riportati al flusso d'acqua davanti alle griglie.

Ad oggi sono apparsi disegni di reticolo migliorati (Fig.2.5).

Nel 2003, presso gli impianti di trattamento delle acque reflue (OSK) dell'impresa municipale unitaria del Khabarovsk Vodokanal, sono state installate tre griglie di pulizia fine della ditta tedesco-svedese Schneider. I grigliati del tipo a gradini, con una distanza di 5 mm, funzionano in modalità automatica. L'introduzione di griglie ha permesso più volte di ridurre i blocchi sui raccogli-sabbia e sulle pompe, assicurando un funzionamento senza problemi delle strutture di pulizia meccanica. Un complesso automatico per la rimozione meccanica e la disidratazione dei rifiuti solidi dalle griglie è stato montato insieme alle grate.

Fig. 2.5 - Griglia con proiezione 6 mm (sezione longitudinale)

1 - canale di alimentazione; 2 - rastrello; 3 - barre a traliccio;

attrezzatura

I reticoli sono progettati per separare e rimuovere le sostanze sfuse trasportate dall'acqua di fonte. Le griglie forniscono protezione per le apparecchiature successive contro l'ingresso di oggetti di grandi dimensioni, che sono in grado di causare l'intasamento delle tubazioni di collegamento e varie sezioni.

DESCRIZIONE DEL PROCESSO TECNOLOGICO

Le griglie vengono sempre installate davanti all'impianto di trattamento delle acque reflue nel percorso del fluido, indipendentemente dal fatto che le acque reflue siano alimentate per gravità o sotto pressione.

Ci sono diversi tipi di griglie: tamburo, inclinato, a gradini, ognuno dei quali ha i suoi vantaggi e svantaggi.

Il principio di funzionamento di tutti i tipi di reti differisce nel metodo di estrazione di grandi impurità dalle acque reflue, nonché funzioni aggiuntive sotto forma di possibilità e metodi di trattamento dei rifiuti.

La scelta di un particolare tipo di reticolo si basa su fattori quali:

  • grado di inquinamento delle acque reflue;
  • posto disponibile per l'installazione;
  • la presenza e il numero di successivi passaggi di purificazione;
  • la necessità di rimuovere piccole particelle in questa fase.

Gli specialisti di Voronezh-Aqua LLC sono sempre pronti a selezionare il tipo ottimale di griglia con una data prestazione in conformità con i requisiti del cliente.

Le griglie inclinate sono progettate per rimuovere le sostanze sfuse dalle acque reflue.

DESCRIZIONE DEL PROCESSO TECNOLOGICO

Grate inclinate sono aste metalliche montate sul telaio, montate obliquamente o verticalmente. Il processo di pulizia prevede che l'acqua pulita in modo condizionale passi attraverso la griglia e che i contaminanti di grandi dimensioni subiscano un ritardo. L'efficienza di pulizia dipende principalmente dalla distanza tra le aste del reticolo.

Nel tempo, le griglie sono ostruite, quindi vengono pulite in modalità manuale o automatica. I contaminanti intrappolati sulle aste vengono rimossi da raschietti meccanici, che possono essere posizionati davanti o dopo le aste. Detenuto su griglie, l'inquinamento viene raccolto in bunker, dopo di che vengono smaltiti (portati in discarica).

Le griglie del tamburo sono progettate per estrarre rifiuti medi e piccoli dalle acque reflue e quindi scaricarle su un dispositivo di trasporto.

DESCRIZIONE DEL PROCESSO TECNOLOGICO

Il flusso dell'acqua depurata viene fornito dalla stazione di pompaggio alla griglia del tamburo meccanico nella parte superiore. La parte superiore del reticolo ha uno scarico speciale attraverso il quale l'acqua di scarico viene alimentata da un flusso laminare al tamburo del filtro. Le particelle solide, la cui dimensione è maggiore delle lacune del tamburo del filtro, rimangono sulla sua superficie e l'acqua filtrata passa in una coppa speciale.

Le particelle solide depositate sul tamburo del filtro vengono rimosse con un coltello speciale durante la rotazione, raccolte in un contenitore e quindi smaltite.

Le griglie a gradini sono progettate per il trattamento primario delle acque reflue. Con il loro aiuto vengono estratte ampie inclusioni, vari rifiuti fibrosi.

DESCRIZIONE DEL PROCESSO TECNOLOGICO

Il principio di funzionamento delle griglie graduate consiste nel filtrare l'acqua di scarico attraverso pacchi di piastre impilate: fissi, fissati sulla griglia e mobili, facendo ruotare parallelamente il piano rispetto alle piastre fisse. A causa del movimento delle piastre, le particelle solide salgono da un gradino all'altro, raggiungendo così la parte superiore del reticolo, da dove vengono inviate per lo scarico e ulteriori trasporti.

Le piastre mobili a gradini lavorano sul principio di controcorrente, grazie al quale viene eseguita un'azione autopulente su tutta la superficie della griglia e non sono necessari strumenti di pulizia speciali come il lavaggio, il raschietto o la spazzola.

A causa dell'implementazione del principio a gradini del reticolo, sulla sua superficie di lavoro si forma uno strato di inquinamento che crea un ulteriore effetto di filtrazione che contribuisce ad aumentare l'efficienza di filtrazione.

Il funzionamento del reticolo a gradini viene di solito eseguito in modalità ciclica, ma può funzionare in modo continuo. Il tempo di ciclo di una griglia a gradini dipende dal flusso di acque reflue e dalla composizione dei contaminanti in essi contenuti.

Contaminati su griglie vengono raccolti in contenitori e inviati periodicamente per lo smaltimento.

Griglie meccaniche per il trattamento delle acque reflue

La necessità di griglie grosse e fini è causata dalla presenza di vari ingredienti meccanici nella composizione che entrano nel trattamento o dal pompaggio di acque reflue. Questi componenti rendono difficile o addirittura impossibile il corretto funzionamento delle strutture e delle attrezzature successive.

Per la loro rimozione vengono utilizzate strutture di trattamento delle acque reflue meccaniche. I reticoli sono una componente importante di queste strutture. La sfera predominante del loro uso è il trattamento delle acque reflue urbane.

Le caratteristiche dei rifiuti variano notevolmente a seconda delle fonti di inquinamento, del tipo di sistema fognario (combinato, semi-partizionato o separato), nonché della natura delle acque reflue industriali, compreso il loro pretrattamento prima dello scarico nel sistema fognario.

Secondo le caratteristiche di progettazione del reticolo sono suddivisi in diversi tipi. La separazione delle griglie in pulizia grossolana o fine è correlata alla larghezza delle aperture attraverso le quali i rifiuti non trattenuti dalle passate del reticolo. Le griglie fini vengono solitamente installate dopo le griglie grosse a scopo protettivo.

Tipi e aree di applicazione delle griglie

  • Griglie per scaffali di pulizia ruvida (installate all'ingresso di stazioni di pompaggio o davanti a grate fini).
  • Griglie del tamburo di una vasta gamma di pulizia (come parte di un'unità di pulizia meccanica).
  • Le viti senza fine vengono utilizzate per intrappolare i rifiuti e quindi recuperarli in un impianto di trattamento delle acque reflue di piccola capacità.
  • Griglie a nastro a grana fine (installate all'ingresso di strutture in canali di profondità bassa o media).
  • Grate fini calibrate (installate all'ingresso degli impianti).
  • Le griglie verticali a tamburo sono strettamente specializzate e sono destinate alle stazioni di pompaggio sotterranee.
  • I setacci a tamburo rimuovono le inclusioni fibrose e simili dalle acque reflue industriali e vengono anche utilizzati per preparare acqua riciclata.

Nel processo di progettazione della costruzione e ricostruzione di impianti di pulizia meccanica, è richiesto il supporto ingegneristico, compresa la scelta del tipo di griglia per quanto riguarda i requisiti di efficienza per ulteriori fasi di pulizia, il calcolo dei parametri idraulici, la scelta dell'opzione ottimale, la progettazione, l'approvvigionamento e la fornitura, l'installazione, nonché il contatto con il produttore per la garanzia casi. Queste funzioni vengono solitamente eseguite da un'intera catena di aziende: un produttore, un intermediario-venditore, un'organizzazione di progettazione, un'organizzazione di installazione, un centro di assistenza del produttore sul territorio di consegna.

La società "MAY PROJECT" offre tutte queste funzioni in quanto ha una vasta esperienza nell'implementazione di vari tipi di grigliati: passo, cremagliera, tamburo con cestello rotante e fisso, arco, permeattori a tamburo, unità di pulizia meccanica complete e altro.

Questa esperienza ci dà l'opportunità di scegliere la soluzione ottimale per la ricostruzione o la nuova costruzione di impianti meccanici di trattamento delle acque reflue.

Grata grabber GR (GR 125, GR 063)

Le griglie per rastrello, dispositivi molto comuni e richiesti nel mondo moderno, sono montate in varie stazioni di pompaggio per il sistema di depurazione delle acque reflue (SPS) del sistema fognario, nonché nei siti di impianti di trattamento delle acque reflue. La popolarità di questa apparecchiatura è dovuta alla sua elevata affidabilità, durata e facilità d'uso.

Scopo e principio di funzionamento

La griglia del rastrello è destinata principalmente alla pulizia meccanica degli scarichi e al loro successivo scarico in un bidone della spazzatura o in un dispositivo di trasporto speciali.

Questa attrezzatura (griglia per rastrello) è in grado di operare in modalità continua, trovandosi nella composizione di linee tecnologiche di vari impianti di depurazione.

Notare che le griglie per rastrello sono dotate di un azionamento elettrico NORD con vari gradi di protezione IP (a seconda delle condizioni operative). I reticoli sono fatti di materiali resistenti alla corrosione in una modifica climatica "UHL" (terza categoria di posizionamento secondo GOST 15150-69).

Le griglie del rastrello possono essere azionate sia all'interno che all'esterno. Per quanto riguarda l'automazione del dispositivo, dipende dalla modalità impostata. Un quadro di controllo automatico è installato su un pezzo di equipaggiamento.

Specifiche tecniche

Il set completo di griglie per rastrello include un caso di gestione con 2 modalità operative: manuale e su timer.

PRINCIPIO DEL DISPOSITIVO E DEL LAVORO

Il disegno del reticolo (figura 1) è un telaio rettangolare (pos.1), delimitato da lati longitudinali. Tra i lati vi è un foglio di sostegno della trappola, formato da sezioni di asta di forma rettangolare, con un determinato spazio (pos.2).

Due catene lamellari chiuse (pos.3) si muovono lungo le guide lungo i lati longitudinali. L'azionamento degli ingranaggi della catena viene eseguito da due asterischi (pos.4) principali montati sull'albero motore (pos.5) con un motoriduttore (pos.6).

Nella parte sommersa del reticolo sono previsti bradipi fissi (pos.7) che svolgono la funzione di un pignone condotto.

Tra le catene sono fissati corpi trasversali di lavoro (denti) (pos.8) che coprono le barre del reticolo con la loro superficie di lavoro. Sul bordo superiore del telaio reticolare c'è un deviatore (posizione 9) e uno skliz (pos 10), per assicurare la rimozione della spazzatura dalla superficie del dente.

La griglia è dotata di schermi in tessuto gommato (pos.11) e di uno scivolo (pos.12). La griglia viene installata usando il montaggio su rack speciali (pos.13). Il flusso di acque reflue inquinate passa attraverso la trappola della spazzatura.

Gli schermi in tessuto gommato e lo scivolo dirigono il flusso di acque reflue nell'area di lavoro del reticolo, impedendo il passaggio di grandi impurità meccaniche sotto il reticolo e negli spazi tra il reticolo e le pareti del canale.

L'acqua passa tra le barre della griglia. Le impurità meccaniche sono trattenute sul reticolo e rimosse dai denti.

Spostandosi sulla superficie frontale, la catena si muove lungo le guide.

Quando si gira la catena lungo il bradipo, la parte lavorante del dente entra dolcemente nello scivolo.

Figura 1 - Il reticolo del rastrello del dispositivo.

Quando il dente viene spostato lungo lo scivolo, i detriti grossolani si accumulano sulla superficie di lavoro del dente e si spostano nella parte superiore della griglia.

Nella posizione di lavoro il dente entra negli spazi vuoti del reticolo.

La forma dei bracci portadenti e le caratteristiche di design dell'accoppiamento con le barre della tela escludono lo scoppio della spazzatura e garantiscono la loro efficiente rimozione su tutta l'area della lama.

Per rimuovere i rifiuti nella parte superiore del resetter montato sul reticolo.

Sul retro della griglia per lo smaltimento dei rifiuti è fornito sklye.

Il rastrello sposta la spazzatura lungo la superficie di lavoro del reticolo fino alla battuta nel resetter.

Grablina sale allo scaricatore, attraverso il quale i rifiuti vengono scaricati nel magazzino.

Sneak si trova in un angolo rispetto al telaio che fornisce lo smaltimento gratuito della spazzatura nel bidone della spazzatura o sul dispositivo di trasporto.

Inoltre, il dente ruota nella direzione della catena sui pignoni dell'albero.

Il metodo applicato per rimuovere i rifiuti garantisce una pulizia costante della superficie di lavoro del reticolo dalle grandi impurità meccaniche di nuova introduzione.

Per acquistare reticoli di rastrello (GR) a Voronezh

È possibile acquistare una rastrelliera a Voronezh a condizioni favorevoli ea prezzi convenienti presso la LLC EKOVODPROM Research and Production Association (Voronezh), che sviluppa e fornisce moderne apparecchiature di processo ad alte prestazioni per impianti di trattamento.

Tutte le apparecchiature fornite sono fabbricate esattamente in conformità con le specifiche stabilite e gli standard statali della Federazione Russa, e hanno anche la certificazione appropriata.

Per chiarire i prezzi per i reticoli di rastrello (GR) di vari tipi, oltre a porre le domande che ti interessano sui vari servizi della nostra azienda, puoi chiamare: 8 (473) 269-59-28, 269-59-29.

Griglie meccaniche per il trattamento delle acque reflue

La necessità di griglie grosse e fini è causata dalla presenza di vari ingredienti meccanici nella composizione che entrano nel trattamento o dal pompaggio di acque reflue. Questi componenti rendono difficile o addirittura impossibile il corretto funzionamento delle strutture e delle attrezzature successive.

Per la loro rimozione vengono utilizzate strutture di trattamento delle acque reflue meccaniche. I reticoli sono una componente importante di queste strutture. La sfera predominante del loro uso è il trattamento delle acque reflue urbane.

Le caratteristiche dei rifiuti variano notevolmente a seconda delle fonti di inquinamento, del tipo di sistema fognario (combinato, semi-partizionato o separato), nonché della natura delle acque reflue industriali, compreso il loro pretrattamento prima dello scarico nel sistema fognario.

Secondo le caratteristiche di progettazione del reticolo sono suddivisi in diversi tipi. La separazione delle griglie in pulizia grossolana o fine è correlata alla larghezza delle aperture attraverso le quali i rifiuti non trattenuti dalle passate del reticolo. Le griglie fini vengono solitamente installate dopo le griglie grosse a scopo protettivo.

Tipi e aree di applicazione delle griglie

  • Griglie per scaffali di pulizia ruvida (installate all'ingresso di stazioni di pompaggio o davanti a grate fini).
  • Griglie del tamburo di una vasta gamma di pulizia (come parte di un'unità di pulizia meccanica).
  • Le viti senza fine vengono utilizzate per intrappolare i rifiuti e quindi recuperarli in un impianto di trattamento delle acque reflue di piccola capacità.
  • Griglie a nastro a grana fine (installate all'ingresso di strutture in canali di profondità bassa o media).
  • Grate fini calibrate (installate all'ingresso degli impianti).
  • Le griglie verticali a tamburo sono strettamente specializzate e sono destinate alle stazioni di pompaggio sotterranee.
  • I setacci a tamburo rimuovono le inclusioni fibrose e simili dalle acque reflue industriali e vengono anche utilizzati per preparare acqua riciclata.

Nel processo di progettazione della costruzione e ricostruzione di impianti di pulizia meccanica, è richiesto il supporto ingegneristico, compresa la scelta del tipo di griglia per quanto riguarda i requisiti di efficienza per ulteriori fasi di pulizia, il calcolo dei parametri idraulici, la scelta dell'opzione ottimale, la progettazione, l'approvvigionamento e la fornitura, l'installazione, nonché il contatto con il produttore per la garanzia casi. Queste funzioni vengono solitamente eseguite da un'intera catena di aziende: un produttore, un intermediario-venditore, un'organizzazione di progettazione, un'organizzazione di installazione, un centro di assistenza del produttore sul territorio di consegna.

La società "MAY PROJECT" offre tutte queste funzioni in quanto ha una vasta esperienza nell'implementazione di vari tipi di grigliati: passo, cremagliera, tamburo con cestello rotante e fisso, arco, permeattori a tamburo, unità di pulizia meccanica complete e altro.

Questa esperienza ci dà l'opportunità di scegliere la soluzione ottimale per la ricostruzione o la nuova costruzione di impianti meccanici di trattamento delle acque reflue.

Metodi di trattamento delle acque reflue

Principale> Astratto> Costruzione

lo stesso degli schemi descritti sopra.

Secondo lo schema mostrato in Fig. 4.11, le acque reflue passano per prime

attraverso le strutture di pulizia meccanica e pre-aerazione, passa quindi ai biofiltri e quindi ai chiarificatori secondari per estrarre le sostanze dai biofiltri dall'acqua purificata. La pulizia termina con la disinfezione delle acque reflue

prima di scendere nello stagno. Il precipitato viene elaborato uno per uno prima.

date le opzioni.
Secondo lo schema mostrato in Fig. 4.12, pre-pulizia delle acque reflue

l'acqua viene prodotta su griglie, trappole di sabbia, pre-aeratori e sedimenti.

nikàh. La sua successiva pulizia viene eseguita in aerotank con

aerazione pneumatica o meccanica, poi in fosse settiche secondarie e termina con la disinfezione, dopo di che l'acqua scende nel serbatoio.

Il precipitato dai serbatoi di sedimentazione primaria viene elaborato in digestori e

ulteriormente disidratato nei letti di fanghi o nei filtri sotto vuoto.

Il fango attivo proveniente dai chiarificatori secondari viene pompato negli aerotank

(circolazione del fango attivo) e il resto (eccesso

il fango attivo viene trasferito a preaerator e sigillanti silt. Dopo il limo

il limo viene immesso nell'impianto di riciclaggio o nei digestori,

dove viene lavorato insieme al sedimento delle vasche di sedimentazione primaria.

In alternativa, il diagramma numero 4 (vedi Fig. 4.12, a) mostra

rimozione di sali di fosforo aggiungendo reagenti (PX) e rimozione di sali di azoto in

denitrificatori (D) e denitrificanti coloni (OD).

Trattamento biologico delle acque reflue in base ai requisiti per

Lo scarico di acque reflue in un serbatoio può essere completo e incompleto. Il sedimento può essere trattato, come accennato in precedenza, sia in condizioni anaerobiche che aerobiche (in mineralizzatori) in stazioni di piccola e media capacità.

La scelta del tipo di strutture per il trattamento biologico delle acque reflue

dipende da un numero di fattori. I principali sono: richiesto

grado di trattamento delle acque reflue, la dimensione dell'area per gli impianti di trattamento delle acque reflue

(l'area più grande è richiesta per i campi di irrigazione,

il più piccolo - per aerotank), la natura del suolo, il rilievo del sito, ecc.

Quando si sceglie uno schema di impianto di trattamento, è necessario prendere in considerazione

indicatori economici - costi di costruzione e operativi

Esperienza operativa delle strutture biologiche della città di Mosca

depurazione delle acque reflue domestiche e delle acque reflue delle imprese chimiche,

raffinazione del petrolio, tessile, metallurgico e altro

industrie dimostrano che la pulizia congiunta di vari

le acque reflue industriali con uso domestico sono elevate

affidabilità e molto economico.

Tuttavia, l'esperienza di funzionamento di tali sistemi lo dimostra

Ci sono una serie di problemi. Effetti nocivi dei rifiuti industriali

l'acqua influisce sul lavoro delle reti fognarie e delle stazioni

bassa larghezza di banda in cui la produzione salvo scarichi

Completamente effluenti acidi, alcali, cromo e cianuro

interrompere il lavoro delle strutture di trattamento biologico. Anche su grande

Stazioni di Mosca che ricevono 1,2-1,5 milioni di m3 / giorno di acque reflue,

ci sono occasionali violazioni delle operazioni a causa della ricezione

Sotto l'influenza dello scarico dei rifiuti industriali varia la composizione

delle acque reflue. Con il miglioramento del consumo idrico di miglioramento urbano

aumenta, la concentrazione di acque reflue a BPKb e sospesa

le sostanze sono ridotte, allo stesso tempo diminuisce il rapporto tra MIC e COD,

che indica un deterioramento delle condizioni del trattamento biologico, in

la necessità di aumentare l'offerta di aria e sicuramente porta a

riduzione degli indicatori di qualità delle acque reflue trattate.

Di conseguenza, nell'industria in fase di progettazione

dovrebbero essere previste misure per ridurre al minimo

acque reflue scaricate e il loro trattamento locale.

Il trattamento congiunto delle acque reflue dovrebbe essere considerato come trattamento terziario,

garantendo la loro sicurezza per il bacino. Grazie a questo molto

è importante stabilire i requisiti per il volume e la qualità della produzione

acque luride dirette alla fogna della città. In questo caso, il controllo sullo scarico di rifiuti industriali nelle fognature cittadine

si svolgerà nella fase di approvazione dei progetti di impianti di trattamento delle acque reflue

Il flusso delle acque reflue verso l'impianto di trattamento delle acque reflue oscilla come

giorni e durante tutto l'anno. Flusso irregolare di acque reflue

connesso, come è noto, con lo stile di vita degli abitanti della città, durante il corso

processi di produzione nelle imprese industriali, nonché con altri fattori che influenzano l'irregolarità del consumo di acqua, anche con il periodo dell'anno (nel caso di una rete fognaria a flusso combinato

le condizioni climatiche influenzano in modo significativo il flusso dei liquami).

La quantità di inquinamento che entra con i liquami all'impianto di trattamento

la stazione è anche irregolare, pertanto in molti casi è necessaria una media delle acque reflue.

Determinazione corretta del flusso di acque reflue nell'impianto di trattamento delle acque reflue

e i costi caratteristici associati sono molto

importante perché la progettazione di un impianto di trattamento delle acque reflue basato su

valori troppo piccoli o troppo grandi possono risultare

costi irragionevoli. Nel primo caso, l'impianto di trattamento delle acque reflue non fornirà un adeguato trattamento delle acque reflue, che sarà necessario

rapida espansione della struttura o la costruzione di un nuovo impianto di trattamento delle acque reflue.

Nel secondo caso saranno necessari investimenti eccessivi.

costruire strutture troppo grandi.

La determinazione dei costi caratteristici delle acque reflue dovrebbe essere effettuata analizzando lo stato della città e il suo ulteriore sviluppo.

Gli impianti di trattamento delle acque reflue sono progettati per un periodo stimato di 20-30 anni.

Pertanto, si dovrebbe tenere presente che man mano che la città si sviluppa, il volume delle acque reflue

aumenterà non solo a causa dell'aumento del numero di abitanti e

costruzione di imprese industriali, ma anche a causa dell'aumento delle risorse idriche

consumo, con livelli crescenti di appartamenti con attrezzature sanitarie.

Le griglie sono utilizzate per la ritenzione di grandi inquinamenti fuori dai liquami e sono strutture che preparano il liquame per un'ulteriore purificazione più completa.

Le griglie sono formate da barre d'acciaio poste in un canale attraverso il quale scorre l'acqua di scarico. I rami sono separati l'uno dall'altro a una certa distanza, chiamato prozor. Le dimensioni minime della spazzatura trattenuta dipendono dalla dimensione del prozor tra le barre del reticolo. Per evitare il blocco delle intercapedini del reticolo o la formazione di ampie backwaters, il reticolo dovrebbe essere sistematicamente ripulito dai rifiuti.

I reticoli possono essere classificati nei seguenti gruppi:

La larghezza del prozor - su grezzo con le dimensioni del prozor da 30 a 200 mm e normale - da 5 a 20 mm, rispettivamente.

In pratica, le grate con dimensioni di spazi inferiori a 16 mm sono raramente utilizzate.

2. Per caratteristiche di progetto - fissi e mobili (rotanti, alati), periodicamente o continuamente estratti dalle acque reflue per il trattamento dei detriti.

3. Per la pulizia dei rifiuti - sul reticolo con pulizia manuale o meccanizzata dei rifiuti.

Per una facile pulizia, le griglie sono installate ad un certo angolo rispetto all'orizzonte, da 45 a 90 gradi, ma il più delle volte usano un angolo di 60 gradi, le aste a volte sono arrotondate dal fondo e dalla parte superiore.

La sezione trasversale delle aste è rettangolare con dimensioni di 10 * 40 e 8 * 60 mm. Le canne di forma tondeggiante sono usate meno frequentemente, poiché in questo caso la spazzatura si attacca a loro (secondo i dati letterari), che sono difficili da rimuovere. La ricerca di M. V. Leshchinsky non è confermata e per loro sono raccomandate le barre tonde.

Le griglie con pulizia manuale sono disposte con una quantità di rifiuti rimovibili fino a 0,1 metri cubi al giorno. Mentre la spazzatura si accumula una o più volte al giorno, si alza lungo la griglia con un rastrello con un lungo manico e viene scaricata in uno scivolo con un fondo forato (per ridurre l'umidità); quindi il rifiuto viene posto in un contenitore chiuso, che viene rimosso dalla stazione.

Le griglie più utilizzate sono fisse piatte (o arrotondate nella parte inferiore), pulite da un rastrello che si muove davanti alla griglia su due catene infinite. Le figure 17.3 e 17.4 mostrano la griglia del tipo MG-9, sviluppata da Giprokommunvokanal, con una capacità di 380 l / s. La costruzione di griglie può essere a uno e due piani. Nella Figura 17.3, il livello dell'acqua del collettore di ingresso si trova a 3-5 m sopra il livello del suolo.

Pertanto, la costruzione delle reti è composta da due piani: al primo piano ci sono le pompe del tipo 2 1 2NF per ascensori idraulici di trappole di sabbia.

Tutti i ranghinanti sono azionati da un motore con una potenza di 1 kW, 930 giri / min. Il numero massimo di rake è quattro. La velocità di movimento delle catene di trazione è di 0,058 m / s.

I rifiuti trattenuti sulle griglie vengono solitamente macinati in mulini a martelli e quindi inviati al canale di alimentazione alle griglie o ai digestori.

Gli edifici utilizzati per alloggiare le inferriate sono dotati di dispositivi di sollevamento, riscaldati e ventilati; la temperatura di progetto è di 12 gradi e il tasso di ricambio dell'aria è 5.

Cand. tehn. M.S.Leshchinsky ha proposto un nuovo progetto di una griglia meccanizzata fissa, che differisce da quelle sopra descritte per il fatto che l'apparato del rastrello utilizzato per la pulizia delle griglie non si trova nella parte anteriore, ma dietro le griglie. L'autore ha sottoposto a uno studio dettagliato ea lungo termine del lavoro di reticoli di diversi tipi sia in laboratorio, semi-industriale, sia in condizioni operative.

Il disegno del reticolo di M. V. Leschinsky è mostrato in Figura 17.5.

Il reticolo consiste di aste 1 di sezione trasversale rettangolare o circolare. Ogni asta nello schema può essere considerata come una trave rigidamente fissata all'estremità inferiore della trave trasversale 5 e un supporto mobile all'estremità superiore. L'apparato di rastrello è montato su due telai di canali 3 e 4. Sul telaio di destra 3 vi è una piattaforma 19 per installare l'azionamento. Il meccanismo dell'apparato è costituito dall'azionamento superiore 6 e dagli alberi inferiori comandati 7, da due catene a rullini o ancora 8, guidati da due asterischi 9 nella parte superiore e due rulli 10 nella parte inferiore. Le catene sono attaccate ai denti 11 con i denti piegati nella direzione opposta al movimento dei denti. L'albero motore viene azionato in rotazione attraverso un ingranaggio a vite senza fine 12 e una trasmissione a catena 14 da un motore elettrico 13 con una potenza di 1 kW.

L'immondizia trasportata dai denti alla parte superiore del reticolo viene scaricata nell'imbuto 17 e quindi entra nel mulino a martelli. L'acqua che fuoriesce dai rifiuti viene scaricata dal vassoio 18.

Nella fig. 17.6, il reticolo L-1 è installato, installato presso la stazione principale di pompaggio delle acque reflue di Leningrado, e in Fig. 17.6 - a 5 della stazione di pompaggio del sistema fognario di Leningrado.

Sulla base dei risultati della ricerca, si può stabilire che il reticolo L-1 ha una serie di vantaggi, i principali dei quali sono riportati di seguito.

1. Quando l'apparecchiatura del rake si trova davanti alla griglia, la spazzatura viene premuta tra le aste e spinta attraverso il Prozor nel flusso dietro la griglia. Con il flusso massico di rifiuti con acque reflue verso tali grate, la forza dell'impatto dinamico e l'ingresso simultaneo di varie particelle solide nei collegamenti delle catene di trazione e nei denti degli asterischi portano a rastrelli disallineati, inceppamenti dei denti e altre violazioni, fino all'uscita della griglia. Quasi tutti questi svantaggi sono assenti nel reticolo L-1, dove l'apparato del rastrello si trova dietro il reticolo.

2. Il numero di rifiuti trattenuti nei reticoli L-1 è, in media, da una a due alle due volte maggiore rispetto ai reticoli con un apparato di rastrello davanti al reticolo.

3. L'uso di barre reticolari, di sezione trasversale rotonda, è preferibile a quelle rettangolari, poiché i denti del rastrello sono più corti, aumentando così la resistenza dei denti e l'intensità del metallo delle griglie è ridotta; Dal punto di vista delle condizioni tecnologiche di lavoro, le barre tonde del rastrello non differiscono da quelle rettangolari.

Il numero di rifiuti trattenuti dalle griglie dipende dalla dimensione delle aperture e viene preso dalla tabella.

La quantità di sostanza organica nella spazzatura, costituita principalmente da scarti di carta e di carta, viene assunta all'80%, il peso in volume della spazzatura è di 750 kg / metro cubo.

Le reti mobili dovute alla complessità del loro dispositivo e funzionamento non sono molto diffuse.

Le griglie nella composizione dell'impianto di trattamento delle acque reflue sono disposte sia con autosufficienza che con flusso di pressione delle acque reflue verso l'impianto di trattamento delle acque reflue. In questo caso, la larghezza degli spazi reticolari è di 16 mm. Se la stazione di pompaggio si trova sul territorio del depuratore stesso o nelle immediate vicinanze con la capacità degli impianti fino a 50mila metri cubi al giorno, le griglie con un prozor da 16 mm sono installate nella stazione di pompaggio e non sono progettate come parte dell'impianto di trattamento delle acque reflue. Presso gli impianti di depurazione con una capacità di oltre 50 mila metri cubi. al giorno per giorno al giorno è consentita l'installazione di grigliati con prozores da 16 mm in un edificio separato. Allo stesso tempo, presso la stazione di pompaggio ci sono reticoli con una grandezza di aperture a seconda del tipo e delle prestazioni delle pompe.

L'operazione delle griglie meccanizzate dovrebbe essere automatizzata. A tale scopo, è previsto di accendere l'apparecchio a rastrello per la pulizia quando si raggiunge la caduta d'acqua predeterminata prima e dopo la griglia e dal meccanismo dopo la fine della pulizia della griglia. In caso di arresto del reticolo o malfunzionamento nel sistema di automazione, l'allarme corrispondente viene trasmesso al dispatcher. Anche il lavoro di frantumatori e shiber sul canale di approvvigionamento è automatizzato. Tecnologicamente importante è il telecontrollo e la protezione automatica delle unità.

A differenza delle griglie per fognature, che vengono utilizzate per trattenere ed estrarre i rifiuti dalle acque reflue, vengono utilizzate anche le griglie del frantoio. Intrappolano i rifiuti e li schiacciano direttamente nel flusso di acque reflue (figura 17.8).

I frantoi a grigliati rotondi di tipo KRD sono i più efficaci. Le acque reflue fluiscono verso le griglie del frantoio per gravità o sotto pressione.

Con uno schema di flusso gravitazionale, l'acqua di scarico viene alimentata attraverso un canale

diviso per l'avvicinamento ai frantoi in due vassoi separati, ognuno dei quali ha un frantoio per grattugiare.

Nel caso di alimentazione a pressione, il liquame entra nella camera di ricezione attraverso le tubazioni, dove la pressione viene estinta, e quindi va lungo gli scivoli verso le macine.

Sulle smerigliatrici, i frantoi, la grande spazzatura viene trattenuta, frantumata e, insieme all'acqua, viene inviata attraverso i sifoni ai vassoi di scarico e oltre al canale comune.

Sui vassoi per le macinacaffè e dopo averli montati i cancelli del pannello con le unità elettriche per disattivare il backup

frantoio a traliccio durante il lavoro del principale.

Quando il trituratore viene spento, l'acqua dal canale e il sifone attraverso la tubazione di svuotamento viene scaricata nella rete fognaria. Sul canale di alimentazione comune con flusso di gravità delle acque reflue e nella camera di ricezione all'alimentazione di pressione delle acque reflue ci sono canali di bypass (di emergenza) bloccati dai cancelli di protezione.

Quando il livello dell'acqua nei vassoi sale, nel caso in cui il grattugiatore funzionante sia spento o intasato, il reticolo del frantoio di riserva si accende automaticamente. Allo stesso tempo, i cancelli dello scudo sui vassoi con la griglia di lavoro si chiudono automaticamente e sui vassoi con la riserva si aprono. Si consiglia di installare una griglia di supporto con pulizia meccanizzata.

Nella torre di controllo degli impianti di trattamento delle acque reflue, i segnali vengono emessi quando il frantoio di lavorazione si rompe e il livello dell'acqua nel canale di alimentazione aumenta.

L'uso di frantumatori consente di eliminare il lavoro manuale e migliorare le condizioni sanitarie della stazione.

a) "Rete fognaria" - N. F. Fedorov, S. M. Shifrin

b) "Rete fognaria" - S. V. Yakovlev, Yu. M. Laskov

GardenWeb

Griglie di acque reflue

Griglie progettate per intrappolare i contaminanti grossolani nelle acque reflue sono installate nel percorso del fluido. La griglia è costituita da aste metalliche parallele montate obliquamente o verticalmente montate su un telaio metallico. La pendenza del reticolo è più spesso di 60-80 ° rispetto all'orizzonte.

I reticoli secondo il metodo di pulirli dagli agenti inquinanti trattenuti da loro sono divisi in quelli più semplici, che sono puliti a mano, e meccanici, che sono puliti da dispositivi meccanici. La griglia con pulizia meccanica è mostrata in fig. 1. Nelle aperture del reticolo si muovono i denti del rastrello, montati su una catena mobile a piastre incernierate. La catena è guidata dal motore attraverso una trasmissione a ingranaggi. La spazzatura, rimossa dalle barre del reticolo e sollevata da un rastrello su una cintura mobile, viene inviata al frantoio per schiacciarli. Secondo gli standard attuali, quando la quantità di rifiuti supera 0,1 m3 / giorno, è necessaria la pulizia meccanica della griglia e la frantumazione dei rifiuti.

Nella pratica domestica del trattamento delle acque reflue, per rimuovere i contaminanti vengono utilizzati tre tipi di griglie fisse con un rastrello mobile:
a) tipo di Mosca, che è installato ad un angolo di 60-80 ° verso l'orizzonte e viene pulito da un rastrello che si muove dall'alto lungo il corso d'acqua;
b) del tipo di Leningrado, che è anche installato ad un angolo di 60-80 ° rispetto all'orizzonte e viene ripulito da un rastrello che si sposta a valle del flusso d'acqua;
c) un reticolo verticale, che è anche pulito da un rastrello che si muove verso il basso lungo il flusso d'acqua.

Nelle stazioni per il trattamento delle acque reflue urbane installare un reticolo con barre situate ad una distanza di 16 mm l'una dall'altra. Le barre del reticolo sono solitamente costituite da strisce metalliche di forma rotonda, quadrata, rettangolare o altra. Le aste più utilizzate della sezione rettangolare della striscia di acciaio 60 × 10 mm, poiché la spazzatura su di esse non è bloccata e può essere facilmente rimossa con un rastrello.

Griglie di tipo MG sono ampiamente utilizzate. Impianto "Vodmashoborudovanie" (Voronezh) ha iniziato la produzione di griglie verticali RMU nuovo marchio. Quando si calcolano i reticoli determinare le dimensioni e la perdita di pressione, che si verificano quando si passa il liquido di scarto attraverso la griglia.

La quantità di spazzatura trattenuta sulle griglie dipende dal tipo di acque reflue, dalla larghezza del reticolo della griglia e dai metodi di trattamento. Pertanto, per le acque reflue domestiche con larghezza del prozore del reticolo di 16 mm, la quantità di rifiuti trattenuti è di 8 litri per persona all'anno. Si presume che il contenuto di umidità dei rifiuti trattenuti sia

Nella fig. 2 mostra un edificio a griglia con un rastrello meccanico. I rifiuti rimossi da un rastrello vengono trasmessi da un nastro trasportatore a un mulino a martelli posto nella stessa stanza con le griglie. Le alette dei pannelli installate sui canali sono utilizzate per spegnere le griglie dal lavoro. I rifiuti frantumati possono essere scaricati nell'acqua di scarico prima delle griglie o pompati nei digestori. La portata del fluido fornito al frantoio è di 40 m3 per 1 tonnellata di rifiuti.

Il frantoio più usato D-Zb, in grado di trattare 300-600 kg di rifiuti in 1 ora. La fornitura di rifiuti dalle griglie al frantoio è meccanizzata. Il più spesso reticoli hanno nella stanza riscaldata e arieggiata. Il tasso di scambio d'aria è pari a 5.

Usano grate che simultaneamente intrappolano le particelle solide nell'acqua e le macinano. Il principio dell'installazione è il seguente. Il frantoio a griglia (figura 3) è installato in una camera con un movimento circolare di acque reflue e nella conduttura. Un tamburo azionato da un motore elettrico attraverso un riduttore ritarda gli scarti in prozora larghi 8-10 mm. Questi rifiuti vengono quindi alimentati da un tamburo rotante alle creste di taglio, che macinano le particelle solide. Questi ultimi, in forma triturata, vengono riciclati nelle acque reflue. In reticoli, frantumatori, la velocità del movimento dell'acqua nelle aperture e la perdita di pressione è significativamente superiore rispetto ai reticoli convenzionali. Al massimo consumo, la perdita di carico può raggiungere i 10 cm. Al fine di garantire il normale funzionamento dei reticoli del frantoio e il sistema dei loro canali, è necessario regolare il loro riempimento e la velocità del movimento dell'acqua. Il vantaggio delle smerigliatrici e dei frantoi è che non hanno bisogno di organizzare strutture speciali.

Lutsk Experimental Plant Kommunmash produce smerigliatrici rotanti, frantoi del tipo KRD.

Griglia per l'acqua di scarico

Nel nostro paese, griglie fisse sono utilizzate con la pulizia meccanizzata dei seguenti tipi:

Tipo di Mosca, che è installato ad un angolo di 60 ° C verso l'orizzonte e viene ripulito da un rastrello mobile sopra il flusso d'acqua;

del tipo di Leningrado, che è anche installato con un angolo di 60 ° sull'orizzonte e viene ripulito con un rastrello mobile per ridurre il flusso di acqua;

una griglia verticale che viene pulita muovendo i rastrelli a valle dell'acqua.

La larghezza delle aperture delle griglie negli impianti di depurazione dovrebbe essere pari a 16 mm. La sezione trasversale delle barre delle griglie può essere rettangolare (più comune), ovale o rotonda. Il numero di prozor nel reticolo e le sue dimensioni principali sono prese in modo tale che la velocità di movimento del liquido di scarico nelle aperture con l'afflusso massimo sia 0,8-1 m / s.

La quantità di rifiuti rimossi dalle griglie è di 8 l / anno per persona. L'umidità dei rifiuti è dell'80%.

Negli impianti di trattamento delle acque reflue, è consentita l'installazione di grate in un edificio separato, dove organizzano la ventilazione forzata.

Oggigiorno i macinatori-frantumatori si stanno diffondendo nella pratica domestica, che conserva sia i rifiuti che i rifiuti

schiacciarli sott'acqua. Il vantaggio delle smerigliatrici e dei frantoi è che non hanno bisogno di organizzare strutture speciali.

Fig. 111.26. Schema di installazione della griglia fissa con pulizia meccanizzata

1 - piano della stanza del rake; Botola a 2 canali; 3 - l'asse del ramo superiore della catena; 4 assi del rastrello guida; 5 - l'asse del ramo inferiore della catena

§ 103. Trappole di sabbia

Le trappole di sabbia sono progettate per ritardare la contaminazione di origine minerale, principalmente sabbia con una dimensione delle particelle superiore a 0,2-0,25 mm. Come risultato della ritenzione di sabbia nelle trappole di sabbia, le condizioni operative delle strutture successive sono facilitate. Le particelle leggere di origine organica devono essere rimosse dalle trappole di sabbia. Il principio di funzionamento della trappola di sabbia si basa sul fatto che le particelle, il cui peso specifico è maggiore della gravità specifica dell'acqua, mentre si muovono insieme all'acqua cadono sul fondo della trappola di sabbia sotto l'azione della gravità.

Ris.111.27. Separatore orizzontale di sabbia con movimento rettilineo dell'acqua e rimozione meccanizzata della sabbia

Le trappole di sabbia sono orizzontali e con movimento rotatorio dell'acqua (tangenziale e areato).

Le maschere di sabbia orizzontali possono essere con movimento rettilineo e circolare dell'acqua. La velocità dell'acqua in esse ad una portata massima è pari a 0,3 m / s, e con una portata minima - non inferiore a 0,15 m / s.

La trappola orizzontale di sabbia è costituita da parti di flusso e sedimenti.

La lunghezza della parte del flusso, m:

dove  è la portata alla portata massima; t è il tempo di permanenza del liquido nel raccoglitore di sabbia, preso almeno 30 s.

L'area della sezione vivente della trappola di sabbia, m 2:

dove q è lo scarico massimo di acque reflue, m 3 / s.

Specificando la profondità di lavoro h e la larghezza di ciascun compartimento b, determinare il numero richiesto di scomparti La profondità di lavoro h è assegnata leggermente più della profondità del flusso nel canale di alimentazione, non più di 1 m.La larghezza b è di solito 0,5-2 m.

Il volume della parte sedimentaria della trappola di sabbia orizzontale è determinato dalla condizione per l'accumulo in esso di un volume di sabbia precipitata di due giorni.

Nella fig. III.27 mostra la costruzione di una trappola di sabbia orizzontale con un movimento rettilineo dell'acqua e la rimozione della sabbia meccanizzata. La sabbia viene demolita nel bunker tramite il meccanismo raschiaolio 1. La sabbia viene rimossa dal bunker dall'ascensore idraulico 2. Per mantenere una portata costante in una trappola orizzontale con movimento rettilineo dell'acqua, si consiglia di sistemare gli sbarramenti con un'ampia soglia all'uscita della trappola di sabbia.

In Cecoslovacchia e Polonia, le pompe di sabbia centrifuga e gli elevatori idraulici montati su un carrello che si muovono lungo le rotaie lungo le trappole di sabbia sono utilizzati per rimuovere la sabbia dalle trappole di sabbia. La polpa di sabbia viene prelevata dal fondo della trappola di sabbia da una pompa e alimentata a un idrociclone, dove la sabbia viene separata e inviata a un bunker di sabbia. Nello stesso luogo, le sostanze organiche vengono lavate contemporaneamente.

La trappola orizzontale con movimento circolare dell'acqua è mostrata in Fig. III.28. Il vassoio anulare attraverso il quale passa il liquido di scarico funziona come una normale trappola di sabbia orizzontale. La sabbia che cade si accumula nella parte conica della trappola di sabbia, da dove viene rimossa da un ascensore idraulico situato al centro della trappola di sabbia.

Le sabbie tangenziali hanno una forma circolare nel piano; l'acqua viene fornita loro tangenzialmente (tangenzialmente). La fornitura di acqua su una tangente e il suo movimento in una struttura in un cerchio causano un flusso rotazionale. Con il movimento traslazionale e rotazionale simultaneo, viene creato un movimento a vite. Il movimento rotatorio ha un effetto positivo sul lavoro delle trappole di sabbia, in quanto contribuisce al lavaggio della sabbia da sostanze organiche, eliminando la loro precipitazione. A causa di ciò, il sedimento nelle trappole di sabbia tangenziali contiene una contaminazione meno organica rispetto a quella orizzontale

Fig. 111.28. Trappola di sabbia orizzontale trappola d'acqua

1 - tubo di pressione d - 100 mm; 2 - camera per sabbia: 3 - supporti; 4 - una camera sedativa; 4 - vassoio del contatore dell'acqua; Scatola da 6 metri; 7 - porte

Le trappole di sabbia aerate si differenziano in modo favorevole da quelle orizzontali e tangenziali in quanto contengono quasi nessuna contaminazione organica nella sabbia precipitata.

Le trappole di sabbia aerate (Fig. III. 29) sono progettate sotto forma di serbatoi, suddivisi in sezioni. Gli aeratori sono installati lungo una delle pareti di ciascuna sezione ad una distanza di 20-80 cm dal fondo lungo l'intera lunghezza della trappola di sabbia. Sotto gli aeratori sistemare il vassoio per raccogliere la sabbia. Il fondo della sezione del separatore di sabbia presenta una pendenza di 0,2-0,4 sul vassoio. Come aeratori, è possibile utilizzare tubi di plastica con fori con diametro di 3-5 mm o piastre filtranti (porose).

L'aria proveniente dagli aeratori crea un movimento rotatorio del flusso nel raccogli-sabbia. La velocità effettiva del flusso corrisponde alle risultanti velocità di rotazione e traslazione. La velocità di rotazione lungo il perimetro della trappola di sabbia è 0,25-0,3 m / s, e la velocità di avanzamento è 0,08-0,12 m / s. Per creare la velocità di rotazione richiesta, 1-2 m 2 della superficie dell'acqua nella trappola di sabbia devono essere forniti con 3-5 m 3 di aria all'ora.Il tempo di permanenza dell'acqua nella trappola di sabbia è pari a 2-3 minuti.

Fig. SH.29. Trappola di sabbia aerata

I - aeratori; 2 - vassoi di sabbia

Terreni di sabbia e bunker. La sabbia intrappolata nei raccoglitori di sabbia viene di solito rimossa da essi utilizzando elevatori idraulici e sotto forma di polpa di sabbia viene alimentata su appositi tappetini di sabbia - terreni divisi in mappe con rulli inclinati di 1-2 m di altezza L'acqua filtrata viene raccolta da un sistema di drenaggio e inviata a un serbatoio, da dove pompato nel canale prima delle trappole di sabbia.

La sabbia, disidratata nei siti di sabbia, contiene molte sostanze organiche, è in grado di marcire e quindi il suo ulteriore utilizzo per qualsiasi scopo, ad esempio, per la pianificazione, è difficile per ragioni sanitarie. Allo scopo di lavare la sabbia dall'inquinamento organico e la sua disidratazione, vengono usati bidoni di sabbia, idrocicloni, idropulitrici idrauliche e meccaniche. Dopo questo trattamento, la sabbia può essere utilizzata per la lettiera e la pianificazione del territorio o come materiale da costruzione.

Reticolo ECC perpendicolare

Le griglie per rastrello possono essere installate nelle stazioni di pompaggio delle acque reflue (SPS) per il pompaggio delle acque reflue e negli edifici a traliccio nel sito dell'impianto di trattamento delle acque reflue. Differiscono in alta affidabilità e semplicità di funzionamento.

Le griglie per rastrello sono progettate per estrarre rifiuti di grandi e medie dimensioni dalle acque reflue industriali e domestiche con il loro successivo scarico meccanizzato su un dispositivo di trasporto o in un bidone della spazzatura.

I reticoli sono destinati all'uso in acque reflue con pH = 6.5 ÷ 8.5.

Scopo delle griglie di rastrello

Le griglie di raccolta per il trattamento delle acque reflue EKOTON può essere installato presso le stazioni di pompaggio delle acque reflue (KNS), nel reparto di pulizia meccanica (costruzione di reti) degli impianti di trattamento delle acque reflue municipali o nei locali di un'impresa industriale.

Il reticolo del rastrello viene utilizzato per l'estrazione meccanica di rifiuti di grandi e medie dimensioni dagli scarichi, al fine di garantire il regolare funzionamento dell'apparecchiatura nelle fasi successive della pulizia.

I nostri esperti eseguono la selezione delle griglie di rastrelli meccanizzate, in base alla capacità richiesta, alle dimensioni del canale e al tipo di contaminazione.

Caratteristiche delle griglie di rastrelli meccanizzate

Il reticolo del rastrello è un design robusto con un nastro filtrante di barre, che viene pulito utilizzando speciali rastrelli fissi con catene ad alta resistenza. L'altezza della tela è determinata dal livello di rifiuti nel canale. Il cursore, che sposta la catena nella parte inferiore del reticolo, è realizzato in un materiale polimerico caratterizzato da un'elevata resistenza all'usura. A causa di questa caratteristica di progettazione nella parte sommersa del reticolo non ci sono parti rotanti.

Il gioco tra le aste e il profilo dell'asta può variare in base alla specificità dell'effluente. Ciò consente di adattare il rastrello a ciascun tipo di acque reflue, nonché di migliorare le caratteristiche idrauliche della lama stessa. EKOTON produce griglie meccanizzate a forma di rastrello con un gioco lama da 5 a 100 mm (standard), che consente di filtrare efficacemente i contaminanti solidi. Le dimensioni del reticolo possono variare in base alla profondità del canale, la sua altezza può raggiungere i 12 m.

La maggior parte della tomba della griglia per le acque reflue è nel canale. Sopra la superficie del canale c'è solo un piccolo pezzo di equipaggiamento la cui altezza è determinata dalle dimensioni del contenitore o dai sistemi successivi per il trasporto dell'immondizia. Il supporto griglia può essere installato sia sul fondo che a bordo del canale di scarico. Se installato in un canale corto, viene utilizzato uno speciale supporto telescopico. La griglia stessa può salire sopra il canale di servizio. La griglia di sostegno può essere eseguita anche senza rimuovere l'attrezzatura dalla rete fognaria.

L'uso di sensori speciali consente di prevedere la reazione del sistema di controllo della griglia del rastrello per aumentare la quantità di contaminazione negli scarichi. A causa della possibilità che la catena ruoti a velocità diverse, nonché di varie modalità di accensione / spegnimento dell'apparecchiatura (per livello, per tempo, ecc.), I denti possono pulire la tela più intensamente.

Una vasta gamma di dimensioni del reticolo del rastrello consente di adattare il design del reticolo alle esigenze di ogni cliente.

Il corretto funzionamento dei grimaldelli nella sezione di pulizia meccanica è molto importante, poiché ha un impatto diretto sul buon funzionamento dell'apparecchiatura in ulteriori fasi di pulizia, in particolare, serbatoi di aerazione e attrezzature di pompaggio.

Il reticolo del reticolo mantiene e rimuove dalla contaminazione dei liquami eccedente le dimensioni del tessuto filtrante prozora. Questi contaminanti vengono periodicamente rimossi dal letto filtrante con un dente, che li sposta sul bordo superiore del telaio. Inoltre, i contaminanti vengono rimossi dal dente con l'aiuto di un dumper, e lungo la scivolata entrano nel dispositivo di trasporto o nel bidone della spazzatura. La frequenza di funzionamento delle reti dipende dallo schema di automazione dell'apparecchiatura utilizzato ed è determinata dai risultati della messa in servizio tecnologica.

I vantaggi delle reti di rastrelli RKE:

  • Rimozione efficiente da pozzi di inclusione di grandi e medie dimensioni;
  • alto rendimento del tessuto filtrante dovuto alle aste di sezione a forma di goccia;
  • elevata affidabilità dell'apparecchiatura dovuta all'assenza di parti rotanti nella parte sommersa della griglia;
  • catene ad alta resistenza;
  • vasta gamma di dimensioni del reticolo;
  • le diverse dimensioni della fessura del reticolo e il tipo di barre utilizzate consentono il trattamento di acque reflue sottili e grossolane negli impianti di trattamento delle acque reflue, presso la stazione di pompaggio, nonché come parte di moduli di pulizia meccanica combinati fabbricati in fabbrica;
  • la variabilità del design offre la possibilità di adattare la griglia alle esigenze individuali di ciascun Cliente;
  • la possibilità di ispezionare la griglia senza la necessità di smantellare dal canale;
  • resistenza del reticolo ad elevati carichi idraulici e meccanici;
  • il design di un reticolo di rastrello garantisce un funzionamento stabile e affidabile dell'apparecchiatura;
  • non è necessario lavare la griglia;
  • possibilità di installazione sul fondo del canale senza preparativi speciali;
  • il funzionamento automatico consente di ridurre al minimo l'intervento umano nelle apparecchiature e, di conseguenza, l'influenza del "fattore umano".

Esistono vari schemi per l'automazione del funzionamento del reticolo:

  • dal tempo di lavoro
  • dal livello di acque reflue nel canale prima e dopo la griglia
  • secondo un determinato programma

Fornisce la segnalazione del normale funzionamento dell'apparecchiatura, l'arresto di emergenza, limita il livello di acque reflue nel canale di alimentazione delle reti di edifici. In accordo con il cliente, è possibile organizzare la trasmissione dei dati sullo stato delle apparecchiature nell'APCS di livello superiore utilizzando i protocolli di comunicazione standard. Al fine di evitare danni ai corpi di lavoro e alle parti portanti della griglia, come ostacoli e rottura della catena, la griglia è dotata di un dispositivo di sicurezza basato su una leva a getto. Il dispositivo di sicurezza si attiva quando si blocca il dente o altri danni meccanici che impediscono il libero movimento della catena e arresta il reticolo. Allo stesso tempo, l'allarme acustico e luminoso è attivato. Le griglie possono essere utilizzate insieme a un trasportatore, una spremitrice e una valvola a farfalla. Dotando il sistema di controllo di moduli programmabili è possibile combinare il complesso di pulizia meccanica in un unico sistema con un centro di controllo comune e collegarlo a un sistema di invio remoto.