Assistenza CAD

Composizione e distanze dagli oggetti di costruzione alle comunicazioni ingegneristiche le zone di sicurezza sono definite in SNiP 2.07.01-89 *, la versione attuale corrente di questo SNiP è SP 42.13330.2011. In realtà da questo SNiP segue:

Zona di sicurezza delle fognature domestiche

Distingue pressione e scarico di gravità. Di conseguenza, la zona di sicurezza delle acque reflue domestiche a pressione è a 5 metri dal tubo fino alla fondazione di un edificio o di una struttura.

Se il drenaggio è gravitazionale, secondo la zona di sicurezza SNiP sarà di 3 metri.

In questo caso, la distanza minima dalla recinzione o dai supporti della rete di contatto al sistema fognario sarà rispettivamente di 3 e 1,5 metri.

Zona di protezione delle acque

La zona di protezione dell'acqua si trova a 5 metri dalla fondazione dell'oggetto alla rete. La zona di sicurezza dalla fondazione della scherma di imprese, cavalcavia, supporti della rete di contatto e comunicazioni, ferrovie all'acquedotto è di 3 metri.

Inoltre, da SP 42.133330.2011 Tabella 16 (per maggiori dettagli, vedi sotto), puoi dare un'occhiata alle seguenti informazioni riguardanti la costruzione di condotte idriche e fognarie:

"2. Le distanze dalla rete fognaria domestica alla rete idrica domestica dovrebbero essere prese, m: alla fornitura di acqua da cemento armato e tubi di amianto - 5; tubi idraulici in tubi di ghisa con diametro fino a 200 mm - 1,5, con un diametro superiore a 200 mm - 3; per l'impianto idraulico da tubi di plastica - 1.5.

La distanza tra le reti fognarie e l'approvvigionamento idrico di produzione, a seconda del materiale e del diametro dei tubi, nonché della nomenclatura e delle caratteristiche del suolo, dovrebbe essere di 1,5 m. "

Zona di sicurezza delle reti di calore

La zona di sicurezza minima delle reti di calore dalla parete esterna del canale, dal tunnel, dalla posa libera dal canale del canale, fino alla fondazione dell'edificio è di 5 metri.

Zona di sicurezza di cavi e reti di comunicazione

La zona di sicurezza dei cavi di alimentazione di tutti i cavi di tensione e di comunicazione dalla rete fino alla fondazione di un edificio o di una struttura è di 0,6 m.

Ed ecco il tavolo stesso - la sua prima parte:

Linee elettriche di zona di sicurezza

Tuttavia, secondo lo stesso punto, se le linee di forza sono poste entro i confini degli insediamenti sotto il pavimento, allora:

  • fino a 1 kW, la zona di sicurezza consentita dai cavi più esterni è di 0,6 metri rispetto alla fondazione dell'edificio e di 1 metro alla carreggiata.
  • Per le linee superiori a 1 e fino a 20 kW, la zona di protezione sarà di 5 metri.

Secondo la stessa applicazione, in luoghi in cui le linee elettriche attraversano fiumi navigabili, la zona di protezione per loro sarà di 100 metri. Per le zone di protezione dei fiumi non navigabili non cambiano.

Nelle zone protette delle linee elettriche viene definita una procedura speciale per l'uso del suolo. All'interno delle zone protette, il terreno non è rigettato dal proprietario, ma gli oneri sono imposti al suo uso - non costruire, non immagazzinare, non bloccare, non ammucchiare mucchi, non perforare pozzi, lavorare con l'ausilio di attrezzature pesanti da fare solo in coordinamento con l'Organizzazione della Rete, e così via. n. per i dettagli, vedere la risoluzione.

Le zone di protezione, anche se determinate in base all'allegato, sono in definitiva stabilite dal proprietario della rete, le informazioni su di esse vengono trasferite nella camera catastale. Il paragrafo 7 del decreto stabilisce che l'organizzazione di rete deve, a proprie spese, inserire informazioni sulla presenza, il pericolo e le dimensioni delle zone di protezione in queste stesse zone - cioè, installare i segnali informativi appropriati.

Zona di sicurezza di edifici residenziali e edifici pubblici

Anche nella joint venture 42.13330.2011, è possibile trovare una tabella che regola la distanza dagli edifici residenziali ai garage, ai parcheggi e alle stazioni di servizio e agli edifici pubblici, comprese le istituzioni scolastiche e prescolari.

Zona di guardia di alberi e arbusti

In realtà, questa tabella dovrebbe essere interpretata esattamente al contrario, poiché la distanza dagli edifici agli alberi e agli arbusti (spazi verdi) è regolata.

Da ciò segue che la distanza minima dal muro dell'edificio all'asse del tronco d'albero è di 5 metri.

Zona di sicurezza del gasdotto

I gasdotti si distinguono per dispositivo (fuori terra, sotterraneo) per pressione all'interno del tubo (da diversi kilopascal, fino a 1,5 megapascal) e diametro del tubo. La distanza dal gasdotto all'edificio è definita in SP 62.13330.2011 nell'Appendice B. Ecco gli estratti di questa applicazione per definire le zone di protezione per i gasdotti sotterranei e fuori terra.

Distanze minime tra le utenze

Anche nella joint venture, è possibile trovare una tabella che regola la distanza minima tra le utenze. La distanza tra l'approvvigionamento idrico e fognario, i cavi di alimentazione e le reti di calore, tra la rete fognaria e la casa, ecc.

Distanza tra le comunicazioni

ALLOGGIO DELLE RETI ENGINEERING

7.20 * Le reti di ingegneria dovrebbero essere posizionate prevalentemente all'interno dei profili trasversali di strade e strade; sotto marciapiedi o corsie divisorie - reti di ingegneria in collettori, canali o gallerie, in corsie divisorie - reti di calore, condotte idriche, gasdotti, fognature economiche e di pioggia.

Le reti di gas e di cavi a bassa pressione (alimentazione, comunicazioni, allarmi e dispacciamento) devono essere collocate nella striscia tra la linea rossa e la linea di costruzione.

Se la larghezza della carreggiata supera i 22 m, è necessario prevedere la disposizione delle reti di approvvigionamento idrico su entrambi i lati delle strade.

7.21. Quando si ricostruiscono le carreggiate di strade e strade con il dispositivo delle pavimentazioni stradali, sotto le quali si trovano le reti ingegneristiche sotterranee, queste reti dovrebbero essere eseguite su corsie divisorie e sotto i marciapiedi. Con opportune giustificazioni, è consentito sotto le carreggiate delle strade per preservare l'esistente, oltre a posare nei canali e nei tunnel delle nuove reti. Sulle strade esistenti che non dispongono di corsie divisorie, è consentito il posizionamento di nuove reti ingegneristiche sotto la carreggiata, purché poste in gallerie o canali; se necessario, è permesso posare un gasdotto sotto le carreggiate delle strade.

7.22 *. La posa di reti ingegneristiche sotterranee dovrebbe, di norma, fornire: combinati in trincee comuni; nelle gallerie - se necessario, posizionamento simultaneo di reti di riscaldamento con diametro da 500 a 900 mm, tubature fino a 500 mm, oltre dieci cavi di comunicazione e dieci cavi di alimentazione con voltaggio fino a 10 kV, mentre si ricostruiscono le strade principali e le aree degli edifici storici, con mancanza di spazio nella sezione trasversale delle strade per il posizionamento di reti in trincee, agli incroci con strade principali e binari ferroviari. Nelle gallerie ha anche permesso l'installazione di condotti d'aria, fognature a pressione e altre reti di ingegneria. Non è consentita la posa congiunta di gas e gasdotti che trasportano liquidi infiammabili e combustibili con cavi.

Nelle aree di permafrost nell'implementazione della costruzione di reti ingegneristiche con la conservazione di terreni allo stato congelato dovrebbe essere il posizionamento di condutture di calore in canali o gallerie, indipendentemente dal loro diametro.

Note *: 1. È necessario prevedere la posa di reti di ingegneria idrica, di regola, nelle gallerie che attraversano i cantieri in condizioni di terreno difficili (decrescenti). Il tipo di cedimento del terreno deve essere preso in conformità con SNiP 2.01.01-82 (sostituito da SNiP 23-01-99); SNiP 2.04.03-85 e SNiP 2.04.02-84; SNiP 2.04.03-85 e SNiP 2.04.07-86.

2. Nelle aree residenziali in difficili condizioni di pianificazione, la posa di reti di riscaldamento a terra è consentita con il permesso dell'amministrazione locale.

Distanza verticale tra fogna e liquami

Spaziatura della pipeline

La distanza orizzontale tra le condotte è determinata dal paragrafo SP 42.13330.2011, paragrafo 12.36.

La distanza tra i condotti verticalmente è determinata dalla clausola 6.12 SP 18.13330.2011.

Spaziatura orizzontale tra tubazioni

Le distanze orizzontali (all'aperto) tra le utenze sotterranee adiacenti con il loro posizionamento parallelo dovrebbero essere prese secondo la Tabella 16 e all'ingresso delle reti di ingegneria negli edifici degli insediamenti rurali - non meno di 0,5 M. Se la differenza nella profondità delle condutture adiacenti è superiore a 0,4 Le distanze indicate nella tabella 16 dovrebbero essere aumentate tenendo conto della pendenza dei versanti delle trincee, ma non inferiore alla profondità della trincea fino al fondo del terrapieno e al bordo dello scavo.

Le distanze minime dal sottosuolo (terreno con il dumping) dei gasdotti alle reti di ingegneria e supporto tecnico dovrebbero essere prese in conformità con SP 62.13330.

Distanza tra tubazioni verticalmente

Quando si attraversano comunicazioni di ingegneria, la distanza verticale (in luce) non deve essere inferiore a:

a) tra condotte o cavi elettrici, cavi di comunicazione e linee ferroviarie e tranviarie, contando dal piede o dalle strade ferroviarie, contando dalla parte superiore del rivestimento alla parte superiore del tubo (o alla sua custodia) o cavo elettrico, in base alla forza della rete, ma non inferiore a 0 6 m;

b) distanza verticale tra condotte e cavi elettrici collocati in canali o gallerie e ferrovie, contando dalla sommità della sovrapposizione di canali o gallerie al fondo ferroviario delle ferrovie, è 1 m verso il fondo del fossato o altri impianti di drenaggio o il terrapieno del terrapieno tela - 0,5 m;

c) tra tubazioni e cavi elettrici con tensione fino a 35 kV e cavi di comunicazione - 0,5 m;

d) tra i cavi di potenza di 110-220 kV e le tubazioni - 1 m;

e) nelle condizioni della ricostruzione delle imprese, fatte salve le prescrizioni del TIR [4], la distanza tra i cavi di tutte le tensioni e le condutture può essere ridotta a 0,25 m;

e) tra condotte di vario tipo (ad eccezione delle tubazioni fognarie che attraversano condutture dell'acqua e condotte per liquidi tossici e maleodoranti) - 0,2 m;

g) le tubazioni che trasportano acqua di qualità potabile dovrebbero essere collocate sopra fognature o condotte che trasportano liquidi tossici e fetidi per 0,4 m;

h) è consentito posizionare tubazioni in acciaio chiuse nei casi in cui si trasportano acqua di qualità potabile al di sotto delle acque di scarico, mentre la distanza dalle pareti dei tubi di scarico al bordo della cassa deve essere di almeno 5 m in ogni direzione nei terreni argillosi e 10 m in terreni grossolani e sabbiosi e le condotte fognarie dovrebbero essere fatte di tubi in ghisa;

i) tubi di alimentazione idrica con un diametro del tubo fino a 150 mm possono essere forniti sotto la fognatura senza un dispositivo di custodia, se la distanza tra le pareti dei tubi che si intersecano è di 0,5 m;

j) con la posa senza cavi di condotte per il riscaldamento dell'acqua di un impianto di riscaldamento aperto o di acqua calda, la distanza da queste condotte a quelle situate sotto e sopra le tubazioni fognarie deve essere di 0,4 m.

Distanza ammissibile tra l'approvvigionamento idrico e le acque reflue in una casa privata

I sistemi di comunicazione sono un attributo obbligatorio di ogni abitazione. Il buon funzionamento delle comunicazioni ingegneristiche è previsto in fase di progettazione, e l'ignoranza delle caratteristiche delle posizioni relative dei singoli sistemi o dei loro componenti può portare a problemi, anche a conseguenze catastrofiche.

Sistema fognario in una casa privata

Il sistema di presa dell'acqua, così come le acque reflue in un appartamento di città o una struttura autonoma (una casa nel settore privato, per esempio) varia. La complessità del drenaggio dei liquami nell'appartamento consiste nella corretta installazione dei tubi (con pendenza al montante). È anche facile installare un impianto idraulico, vale la pena fare il cablaggio ai punti previsti, per connettersi all'impianto idraulico centralizzato.

Le case private differiscono significativamente nelle comunicazioni dagli appartamenti, tra loro.

Le differenze sono le seguenti:

  • fonte di approvvigionamento idrico: sistema di approvvigionamento idrico, bene, bene;
  • il metodo di rimozione delle acque reflue è interno ed esterno;
  • lunghezza dei sistemi di comunicazione.

Il sistema di drenaggio di una casa privata è un problema doloroso, quindi la sua decisione dipende dalla posizione dell'edificio, dall'ingresso al pozzo nero. Se non vi è la possibilità di pompare i liquami utilizzando attrezzature speciali, si considera ottimale l'utilizzo di una fossa settica, con la quale l'acqua di scarico viene pulita con un metodo biologico.

Norme di distanza

Quando si pianifica il drenaggio e l'approvvigionamento idrico di una casa privata, il primo passo è quello di familiarizzare con i requisiti del SNiP in merito alle distanze minime consentite tra le reti:

  • tra la carreggiata e il tubo dell'acqua è necessaria una distanza minima di 2 m Se non è possibile evitare la posa di comunicazioni sotto la carreggiata, è importante utilizzare tubi con un involucro metallico;
  • dalla base della casa alle comunicazioni - non meno di 4 m;
  • la distanza dall'acqua e dalla fognatura alla linea elettrica è di almeno 1 m;
  • tra i sistemi di alimentazione e drenaggio dell'acqua e i cavi di comunicazione, i cavi di alimentazione la norma ammessa è l'intervallo di 0,5 m;
  • dagli alberi alla rete idrica è necessario osservare una fessura di 2 m, per il sistema fognario - 1,5 m;
  • la distanza tra l'alimentazione idrica e la rete fognaria non è inferiore a 0,4 m con disposizione parallela delle linee. All'incrocio, gli esperti raccomandano di collocare l'approvvigionamento idrico a 0,4 m sopra la fogna. L'angolo di intersezione - 90 o. l'angolo acuto è proibito;
  • se si utilizzano tubi di acqua polimerica, è necessaria una protezione aggiuntiva agli incroci. Le coperture speciali saranno adatte per una lunghezza da 5 a 10 m, tutto dipende dalla densità del terreno (per quelle di argilla è sufficiente una distanza di 5 m da entrambi i lati dal punto di intersezione, per quelle sabbiose di 10 m ciascuna);
  • in circostanze in cui non è possibile localizzare il sistema di fognatura al di sotto della rete idrica, il coperchio di protezione deve essere montato sul tubo con acqua di scarico, garantendo una distanza verticale minima di 0,4 m dal tubo dell'acqua;
  • quando si eseguono lavori di riparazione in luoghi in cui le comunicazioni di ingegneria si intersecano, il metodo meccanizzato di scavare una trincea è applicabile a una profondità non superiore a un metro dal tubo superiore;
  • L'inserimento di diversi sistemi di ingegneria in casa dovrebbe prevedere una distanza di almeno 1,5 m tra di loro.

Dati da SNiP 2.07.01-89:

Cos'altro deve essere considerato quando si costruiscono sistemi di ingegneria esterni?

La documentazione normativa (SNiP) viene fornita per la costruzione di sistemi di approvvigionamento idrico e di drenaggio, l'installazione di tubi di materiali diversi. Può essere ghisa, polimero, cemento amianto, ceramica, prodotti in cemento armato.

Molti esperti sono unanimi: l'uso di strutture polimeriche con un'etichettatura adeguata, il certificato di qualità è considerato ottimale. I tubi possono essere rossi e arancioni.

Zone di sicurezza

La distanza standard dal sistema fognario al canale sotterraneo prevede l'organizzazione di aree protette come misure preventive per la conservazione dell'ambiente.

La zona di sicurezza include un punto di presa dell'acqua e un sistema di trasporto. Il territorio appare come un cerchio con un raggio fino a 50 m (in base alle capacità del sito). L'acqua e i prodotti chimici organici sono esclusi dall'acqua.

La seconda zona di sicurezza dovrebbe essere virtualmente delineata intorno alla fogna. È importante determinarne i parametri, in base alla configurazione del sistema fognario, alla situazione sismologica nel luogo di localizzazione di una casa privata. Spesso, uno spazio vuoto di 5 m su entrambi i lati del tubo con acque reflue è considerato normale.

Importante: le zone sanitarie della fonte d'acqua e le fognature non devono intersecarsi.

Poiché per ogni regione del nostro paese è stata sviluppata una distanza standard separata tra i sistemi di comunicazione, tenendo conto delle caratteristiche del terreno, è importante rispettare questi requisiti quando si progettano e si installano le comunicazioni di ingegneria di una casa privata.

Se si ignorano i requisiti per l'installazione di comunicazioni di ingegneria esterne, l'inosservanza della distanza tra il sistema di drenaggio e il sistema di approvvigionamento idrico, vi sono rischi di avvelenamento di acqua potabile, che porteranno a seri problemi di salute per gli abitanti delle abitazioni private.

Record correlati
Depurazione di edifici K1, K2, K3 e loro caratteristiche
Tutto sulle fogne autonome di Sani: il principio di funzionamento, i prezzi, l'installazione e l'installazione
Fogna autonoma Rostock
Griglie per fognature: tipi fai-da-te e installazione

Fisher_dm @ 6.9.2011, 17:11

Nizya senza custodia, è possibile se l'acqua è l'ingresso nell'edificio, e la distanza dalle facce esterne dei tubi deve essere almeno 0,5.

i) la fornitura di acqua potabile per uso domestico con un diametro di tubi fino a 150 mm è consentita di essere fornita al di sotto della rete fognaria senza dispositivo di custodia. se la distanza tra le pareti dei tubi che si intersecano è di 0,5 m;
Quindi penso che sia possibile equiparare alla sezione della rete. che fornisce acqua a 30-40 persone nel villaggio?

Senza un caso, c'è sicuramente NO da qualsiasi materiale fosse il sistema di approvvigionamento idrico. Vodokanal non è d'accordo e sulla frase "input" qui non funzionerà.
Posso solo dare un link a questo documento, non so se è valido nel tuo territorio:
SNiP II-89-80 "PIANI GENERALI, IMPRESE INDUSTRIALI" p.4.13 lettera h) è consentito collocare condotte d'acciaio chiuse nei casi di trasporto di acqua potabile di qualità al di sotto dei liquami, mentre la distanza dalle pareti dei tubi di scarico verso il bordo del case non dovrebbe essere inferiore 5 m in ogni direzione su terreni argillosi e 10 m su terreni grossolani e sabbiosi, e le tubazioni di scarico dovrebbero essere fornite da tubi in ghisa.
1. Spiega al Cliente che non riceverà l'approvazione del canale idrico al rifiuto del caso.
2. In caso di perdite sulla condotta fognaria in questo luogo, le acque reflue possono entrare nella propria riserva di acqua potabile, infatti è nel suo stesso interesse.

Non conosco "standard regionali di pianificazione urbana" per il TUO territorio

Citazione ([email protected], 17:43)

Dimmi, dov'è scritto del case del dispositivo all'incrocio tra fognatura e acqua? Kanashka sopra.

Per te. leggi p.7.2.8 DSTU-N B B.2.5-40: 2009. Ora la domanda è rivolta a coloro che hanno letto: - Un caso è necessario su un tubo dell'acqua PE quando si attraversa con acque reflue, se il tubo dell'acqua si trova al di sotto del sistema fognario e ci sono più di 0,4 m di luce in mezzo?

7.2.8 Quando si trasferiscono soldi su un canale, meno di 0,4 m (verticale), il flusso d'acqua da tubi tridimensionali deve essere progettato con casse. Vdstan ha il bordo del caso per il prossimo gasdotto, solo peretin буtsya, ma la ghinea non si trova a meno di 5 m dal lato della pelle.

secondo l'idea, non importa ora come l'impianto idraulico è posato con PE sopra o sotto, in cui i terreni. se ci sono 0,4 m nella luce

7.2.8 Quando si trasferiscono soldi su un canale, meno di 0,4 m (verticale), il flusso d'acqua da tubi tridimensionali deve essere progettato con casse. Vdstan ha il bordo del caso per il prossimo gasdotto, solo peretin буtsya, ma la ghinea non si trova a meno di 5 m dal lato della pelle.

Ma il materiale del caso è silenzioso, apparentemente sottinteso dall'acciaio?

Non sei sicuro di cosa sia lo SNiP. ma allentando in nuove edizioni, penso di no
PIANI GENERALI
IMPRESE INDUSTRIALI
SNiP II-89-80 *
4.13 *. Quando si attraversano reti di ingegneria, la distanza verticale (chiara) non deve essere inferiore a:
a) tra condotte o cavi elettrici, cavi di comunicazione e binari ferroviari e di tram, contando dal piede o dalle strade della rotaia, contando dalla parte superiore del rivestimento alla parte superiore del tubo (o alla sua custodia) o cavo elettrico, - in base alla forza della rete, ma non inferiore a 0, 6 m.
b) distanza verticale tra condotte e cavi elettrici collocati in canali o gallerie e ferrovie, contando dalla sommità della sovrapposizione di canali o gallerie al fondo ferroviario delle ferrovie, è 1 m verso il fondo del fossato o altri impianti di drenaggio o il terrapieno del terrapieno tela - 0,5 m;
c) tra tubazioni e cavi elettrici con tensione fino a 35 kV e cavi di comunicazione - 0,5 m;
d) tra i cavi di potenza di 110-220 kV e le tubazioni - 1 m;
e) nelle condizioni di ricostruzione delle imprese, fatte salve le esigenze di EI, la distanza tra i cavi di tutte le tensioni e condotte è ridotta a 0,25 m;
e) tra condotte di vario tipo (ad eccezione delle tubazioni fognarie che attraversano condutture dell'acqua e condotte per liquidi tossici e maleodoranti) - 0,2 m;
g) le tubazioni che trasportano acqua di qualità potabile dovrebbero essere collocate sopra fognature o condotte che trasportano liquidi tossici e fetidi per 0,4 m;
h) è consentito posizionare tubazioni in acciaio chiuse nei casi di trasporto di acqua potabile al di sotto delle fognature, e la distanza dalle pareti dei tubi di scarico alla fessura del case dovrebbe essere di almeno 5 m in ogni direzione nei terreni argillosi e 10 m in terreni grossolani e sabbiosi e le condotte fognarie dovrebbero essere fatte di tubi in ghisa;
i) tubi di alimentazione idrica con un diametro del tubo fino a 150 mm possono essere forniti sotto la fognatura senza un dispositivo di custodia, se la distanza tra le pareti dei tubi che si intersecano è di 0,5 m;
j) con la posa senza cavi di reti di riscaldamento dell'acqua di un sistema di riscaldamento aperto o di reti di acqua calda, le distanze da tali condotte a quelle situate al di sotto e al di sopra delle condotte fognarie devono essere di 0,4 m.
PS (scusa nessuna funzione punto grasso)

Citazione (dolt @ 31.7.2012, 9:24)

Citazione (ekaterina81 @ 21.2.2012, 23:34)

SNIP II-89-80 "PIANI GENERALI, IMPRESE INDUSTRIALI" p.4.13 lettera h) è consentito il posizionamento di acciaio. condotte chiuse che trasportano acqua potabile al di sotto dei liquami, mentre la distanza dalle pareti dei tubi di scarico al bordo della cassa deve essere di almeno 5 m su ciascun lato in terreni argillosi e 10 m in terreni grossolani e sabbiosi, e devono essere fornite condotte fognarie da tubi in ghisa.

Non conosco "standard regionali di pianificazione urbana" per il TUO territorio

Per favore, spiega, perché hai scritto che puoi semplicemente racchiudere una pipa in PE nella tua valigetta, anche se è scritto chiaramente che il tubo di alimentazione dell'acqua dovrebbe essere in acciaio? Attualmente sono impegnato nella progettazione di un sistema di approvvigionamento idrico e la domanda è la seguente: il tubo in PE si trova a 0,5 metri sotto la rete fognaria. tubo dell'acqua sotto la fognatura sui 6 pezzi dell'autostrada) o tutti uguali, basta un tubo PE in un caso all'incrocio.

e qui l'approvvigionamento idrico di HOSPITAL scende sotto il sistema fognario di 250 mm. Impresa industriale
Come essere?

Ho letto SNiP II-89-90 *:
"4.13 *. Quando si attraversano reti di utilità, la distanza verticale (alla luce) non deve essere inferiore a:
.
e) tra tubazioni per vari scopi (ad eccezione delle tubazioni fognarie che attraversano condutture dell'acqua e condotte per liquidi tossici e maleodoranti) - 0,2 m;
g) condotte per il trasporto di acqua di qualità potabile. deve essere posizionato sopra la fogna o le tubazioni che trasportano liquidi tossici e odorosi, 0,4 m;
h) è consentito posizionare tubazioni in acciaio chiuse nei casi di trasporto di acqua potabile al di sotto delle fognature, e la distanza dalle pareti dei tubi di scarico alla fessura del case dovrebbe essere di almeno 5 m in ogni direzione nei terreni argillosi e 10 m in terreni grossolani e sabbiosi e le condotte fognarie dovrebbero essere fatte di tubi in ghisa;
i) tubi di alimentazione idrica con un diametro del tubo fino a 150 mm possono essere forniti sotto la fognatura senza un dispositivo di custodia, se la distanza tra le pareti dei tubi che si intersecano è di 0,5 m;
. "

Quindi, per il mio caso, non ha senso Per tutte le intersezioni, ad eccezione del canale con acqua - indicato, per l'intersezione di acqua potabile con il canale - indicato, ma dove dovrei andare? L'acqua diventa tecnologica, per il lavaggio del magazzino e per la lotta antincendio, non si deve bere da essa.

Citazione (Abuzarov @ 8.9.2014, 17:21)

e qui l'approvvigionamento idrico di HOSPITAL scende sotto il sistema fognario di 250 mm. Impresa industriale Come essere? Quindi, per il mio caso, non ha senso

Penso che valga la pena di essere guidato dalla clausola 6.12, h) e dalla tabella 7, SP 18.13330.2011.

La distanza tra le tubazioni di scarico e l'approvvigionamento idrico di produzione, indipendentemente dal materiale e dal diametro dei tubi, nonché la nomenclatura e le caratteristiche del terreno devono essere di almeno 1,5 m.

Cioè, se facciamo un'analogia con il sistema di fornitura di acqua potabile, allora è necessario racchiudere la tubazione nella manica di 1,5 m.

Non c'è una risposta diretta. quindi IMHO.

Il caso, all'intersezione delle comunicazioni, ha due funzioni. 1) protezione della fornitura di acqua potabile dall'infezione da microbi; 2) erosione meccanica del terreno e cedimento della rete fognaria, ad es. guasto idraulico

il primo aspetto scompare da solo, è solo per bere
h) è consentito posizionare tubazioni in acciaio chiuse nei casi di trasporto di acqua potabile al di sotto delle fognature, e la distanza dalle pareti dei tubi di scarico alla fessura del case dovrebbe essere di almeno 5 m in ogni direzione nei terreni argillosi e 10 m in terreni grossolani e sabbiosi e le condotte fognarie dovrebbero essere fatte di tubi in ghisa;

il secondo aspetto può essere derivato dall'elemento k)
j) con la posa senza cavi di reti di riscaldamento dell'acqua di un sistema di riscaldamento aperto o di reti di acqua calda, le distanze da tali condotte a quelle situate al di sotto e al di sopra delle condotte fognarie devono essere di 0,4 m.
vale a dire le condotte di pressione possono essere posizionate sotto la fognatura e la custodia non è consentita

E dobbiamo ricordare che i requisiti stabiliti dai documenti normativi sono minimi. vale a dire porre il caso sulla rete idrica può proteggere la rete fognaria dalla subsidenza durante un incidente, il che è positivo. ma risulta un po 'più costoso. ogni ingegnere stesso decide che è migliore in un particolare oggetto

Per visualizzare la versione completa di questa pagina, segui il link.

ПУЭ-7 p.2.3.83-2.3.101 LINEE DI CAVI DI POSA IN TERRA

Quando si posano linee di cavi direttamente nel terreno, i cavi devono essere posati in trincee e avere letti sul fondo, e lo strato superiore viene riempito con uno strato di terra sottile, che non contiene pietre, detriti e scorie.

I cavi devono essere protetti da danni meccanici mediante rivestimento a una tensione di 35 kV e superiore con lastre di cemento armato con uno spessore di almeno 50 mm; a tensione inferiore a 35 kV - mediante piastre o mattoni ordinari in terracotta in uno strato lungo la linea del cavo; quando si scava una trincea con un meccanismo di scavo con una larghezza della fresa inferiore a 250 mm, così come per un cavo - lungo il percorso della linea del cavo. Non è consentito l'uso di silicati, mattoni d'argilla o forati.

Durante la posa a una profondità di 1-1,2 m, cavi da 20 kV e inferiori (eccetto per i cavi delle reti elettriche cittadine) è consentito non proteggerli da danni meccanici.

Cavi fino a 1 kV dovrebbero avere tale protezione solo in aree in cui è probabile un danno meccanico (ad esempio, in aree di scavo frequenti). I marciapiedi in asfalto delle strade, ecc. Sono considerati come luoghi in cui i vuoti sono fatti in rari casi. Per linee di cavi fino a 20 kV, eccetto linee superiori a 1 kV che forniscono ricevitori elettrici di categoria I, è consentito in trincee il numero di linee di cavo non più di due per utilizzare nastri di plastica di segnale anziché mattoni che soddisfano i requisiti tecnici approvati dal Ministero dell'Energia dell'URSS. Non è consentito l'uso di nastri di segnale alle intersezioni di linee di cavi con comunicazioni ingegneristiche e sopra giunti di cavi ad una distanza di 2 m da ciascun lato della comunicazione incrociata o della frizione, nonché agli avvicinamenti di linee a quadri e sottostazioni entro un raggio di 5 m.

* In base alle condizioni locali, con il consenso del proprietario della linea, è consentito espandere l'ambito dei nastri di segnale.

Il nastro segnaletico deve essere posato in una trincea sopra i cavi ad una distanza di 250 mm dai coperchi esterni. Quando viene inserito in una trincea di un singolo cavo, il nastro deve essere posato lungo l'asse del cavo: con un numero maggiore di cavi, i bordi del nastro dovrebbero estendersi oltre i cavi esterni di almeno 50 mm. Quando si posiziona la larghezza della trincea di più di un nastro, i nastri adiacenti devono essere disposti con una sovrapposizione di almeno 50 mm di larghezza.

Quando si utilizza un nastro segnaletico, la posa di cavi in ​​una trincea con un dispositivo di ammortizzazione del cavo, la spolveratura dei cavi con il primo strato di terra e la posa del nastro, compreso il riempimento del nastro con uno strato di terra lungo l'intera lunghezza, devono essere effettuati in presenza di un rappresentante dell'organizzazione elettrica e proprietario delle reti elettriche.

La profondità della posa delle linee di cavi dal marchio di pianificazione non deve essere inferiore a: linee fino a 20 kV 0,7 m; 35 kV 1 m; quando si attraversano strade e piazze, indipendentemente dalla tensione di 1 m.

Le linee piene di olio cavo di 110-220 kV devono avere una profondità di almeno 1,5 m dal livello di pianificazione.

È consentito ridurre la profondità a 0,5 m in aree fino a 5 m durante l'inserimento di linee negli edifici, nonché nelle loro intersezioni con strutture sotterranee, a condizione che i cavi siano protetti da danni meccanici (ad esempio, la posa in tubi).

La posa di cavi di 6-10 kV su terreni arabili dovrebbe essere effettuata ad una profondità di almeno 1 m, mentre la striscia di terreno sopra l'autostrada può essere occupata da colture.

La distanza libera dal cavo posato direttamente nel terreno fino alle fondamenta degli edifici e delle strutture deve essere di almeno 0,6 m Non è consentito posare i cavi direttamente nel terreno sotto le fondamenta di edifici e strutture. Quando si posano i cavi di transito negli scantinati e nei sotterranei tecnici degli edifici residenziali e pubblici, si dovrebbe guidare lo SNiP di Gosstroy della Russia.

In caso di posa parallela di cavi, la distanza orizzontale tra i cavi non deve essere inferiore a:

1) 100 mm tra i cavi di alimentazione fino a 10 kV, nonché tra loro e i cavi di controllo;

2) 250 mm tra i cavi 20-35 kV e tra questi e altri cavi;

3) 500 mm * tra i cavi utilizzati da varie organizzazioni, nonché tra cavi di alimentazione e cavi di comunicazione;

* Concordato con il Ministero delle Comunicazioni dell'URSS.

4) 500 mm tra 110-220 kV cavi pieni di olio e altri cavi; allo stesso tempo, le linee a bassa pressione piene di olio sono separate l'una dall'altra e da altri cavi da lastre di cemento armato poste sul bordo; inoltre, è necessario calcolare l'effetto elettromagnetico sui cavi di comunicazione.

È consentito, se necessario, previo accordo tra le organizzazioni operative, tenendo conto delle condizioni locali, una riduzione delle distanze specificate nelle clausole 2 e da 3 a 100 mm e tra cavi di potenza fino a 10 kV e cavi di comunicazione, eccetto cavi con circuiti sigillati da sistemi di comunicazione telefonica ad alta frequenza, fino a 250 mm, a condizione che i cavi siano protetti dai danni che possono verificarsi in caso di cortocircuito in uno dei cavi (posa in tubi, installazione di partizioni ignifughe, ecc.).

La distanza tra i cavi di controllo non è standardizzata.

Quando si posano linee di cavi nella zona degli impianti, la distanza dai cavi ai tronchi degli alberi dovrebbe essere di almeno 2 m. Ammessa previo accordo con l'organizzazione responsabile delle piantagioni verdi, riducendo questa distanza soggetta alla posa di cavi nelle tubazioni poste mediante scavo.

Quando si posano cavi all'interno della zona verde con piantagioni di arbusti, le distanze specificate possono essere ridotte a 0,75 m.

In caso di posa parallela, la distanza orizzontale nella luce da linee di cavi con tensione fino a 35 kV e linee di cavi riempite d'olio a condotte, acqua, fognature e drenaggio deve essere di almeno 1 m; a gasdotti di bassa (0,0049 MPa), media (0,294 MPa) e alta pressione (più di 0,294 a 0,588 MPa) - non meno di 1 m; gasdotti ad alta pressione (più di 0.588 fino a 1.176 MPa) - almeno 2 m; riscaldare i tubi - vedere 2.3.89.

In condizioni ristrette, è consentito ridurre le distanze specificate per linee di cavi fino a 35 kV, ad eccezione delle distanze alle tubazioni con liquidi e gas infiammabili, a 0,5 m senza protezione speciale dei cavi e a 0,25 m durante la posa di cavi nelle tubazioni. Per le linee di cavi piene di olio da 110-220 kV nell'area di convergenza non superiore a 50 m, è consentito ridurre la distanza orizzontale nella luce verso le condotte, ad eccezione delle tubazioni con liquidi e gas infiammabili, a 0,5 m a condizione che il dispositivo si trovi tra i cavi riempiti di olio e la tubazione della parete protettiva, eliminando la possibilità di danni meccanici. Non è consentita la posa parallela di cavi sopra e sotto le tubazioni.

Quando si posa la linea del cavo in parallelo con il condotto termico, la distanza libera tra il cavo e la parete del condotto del tubo di calore deve essere di almeno 2 m o la linea di calore durante l'avvicinamento alla linea del cavo deve essere isolata termicamente in modo che il riscaldamento supplementare della terra dal tubo di calore non superato 10 ° С per linee di cavi fino a 10 kV e 5 ° С per linee 20-220 kV.

Quando si posa la linea del cavo in parallelo con le ferrovie, i cavi devono essere posati, di regola, al di fuori della zona di alienazione della strada. Il cablaggio all'interno della zona di esclusione è consentito solo previo accordo con le organizzazioni del Ministero delle Ferrovie, e la distanza dal cavo all'asse ferroviario dovrebbe essere di almeno 3,25 m, e per una strada elettrificata - almeno 10,75 m. In condizioni ristrette è consentita una riduzione delle distanze specificate, mentre i cavi durante l'avvicinamento devono essere posati in blocchi o tubi.

In caso di strade elettrificate con corrente continua, i blocchi o le condotte devono essere isolanti (cemento-amianto, impregnato di catrame o bitume, ecc.) *.

* Concordato con il Ministero delle Ferrovie.

Durante la posa del cavo in parallelo con i binari del tram, la distanza dal cavo all'asse del tram dovrebbe essere di almeno 2,75 m In condizioni ristrette, questa distanza può essere ridotta a condizione che i cavi lungo l'intero percorso di avvicinamento siano posati nei blocchi isolanti o tubi specificati in 3.2.90.

Quando si posa una linea di cavi in ​​parallelo con le strade delle categorie I e II (vedi 2.5.145), i cavi devono essere posati all'esterno della cuvetta o sul fondo del terrapieno ad almeno 1 m dal bordo o ad almeno 1,5 m dal cordolo. La riduzione della distanza specificata è consentita in ogni singolo caso in coordinamento con le autorità stradali competenti.

Quando si posa una linea di cavi in ​​parallelo con linee aeree da 110 kV e oltre, la distanza dal cavo al piano verticale che passa attraverso il filo più esterno della linea deve essere di almeno 10 m.

La distanza libera dalla linea del cavo alle parti messe a terra e ai tralicci di messa a terra delle linee aeree superiori a 1 kV deve essere di almeno 5 m con tensioni fino a 35 kV, 10 m con tensioni di 110 kV e superiori. In condizioni ristrette, la distanza dalle linee del cavo alle parti sotterranee e la messa a terra delle singole torri VL superiori a 1 kV sono consentite per almeno 2 m; la distanza dal cavo al piano verticale che passa attraverso il filo VL non è normalizzata.

La distanza libera dalla linea del cavo alla torre VL a 1 kV deve essere di almeno 1 m, e quando si posa il cavo nel punto di avvicinamento del tubo isolante 0,5 m.

Nei territori di centrali elettriche e sottostazioni in condizioni ristrette, è consentito posare linee di cavi a distanze di almeno 0,5 m dalla parte sotterranea dei collegamenti aerei (conduttori) e OHL sopra 1 kV, se i dispositivi di messa a terra di questi supporti sono collegati al circuito di terra delle sottostazioni.

*. Quando si incrociano altri cavi con cavi, questi devono essere separati da uno strato di terra di almeno 0,5 m di spessore; questa distanza in condizioni ristrette per cavi fino a 35 kV può essere ridotta a 0,15 m, a condizione che i cavi siano separati durante l'attraversamento, più 1 m su ciascun lato con lastre o tubi in calcestruzzo o altro materiale di uguale resistenza; allo stesso tempo i cavi di comunicazione dovrebbero essere posizionati sopra i cavi di alimentazione.

* Concordato con il Ministero delle Comunicazioni dell'URSS.

Quando si incrociano linee di cavi di condotte, compresi oleodotti e gasdotti, la distanza tra i cavi e le tubazioni deve essere di almeno 0,5 m. È consentito ridurre questa distanza a 0,25 m, a condizione che il cavo sia posato sul sito di attraversamento più almeno 2 m in ogni direzione nei tubi.

Quando si attraversano condutture riempite di olio cavo, la distanza tra loro nella luce deve essere di almeno 1 m. Per condizioni ristrette, è ammessa una distanza di almeno 0,25 m, ma a condizione che i cavi siano collocati in tubi o vassoi in cemento armato con un coperchio.

In caso di cavi con linee di riscaldamento incrociate fino a 35 kV, la distanza tra i cavi e la sovrapposizione del tubo di calore in chiaro deve essere di almeno 0,5 m, e in condizioni ristrette - almeno 0,25 m. Allo stesso tempo, la linea di calore nel punto di incrocio più 2 m in ogni direzione dai cavi più esterni deve avere un tale isolamento termico che la temperatura della terra non aumenti di più di 10 ° C rispetto alla temperatura estiva più alta e di 15 ° C rispetto alla temperatura invernale più bassa.

Nei casi in cui non è possibile soddisfare le condizioni specificate, è consentita una delle seguenti misure: profondità del cavo fino a 0,5 m anziché 0,7 m (vedere 2.3.84); uso di inserto per cavo più grande sezione trasversale; posa di cavi sotto il condotto termico nei tubi ad una distanza non inferiore a 0,5 m, mentre i tubi devono essere posati in modo tale che i cavi possano essere sostituiti senza eseguire lavori di scavo (ad esempio, inserendo le estremità del tubo nelle camere).

Quando si attraversa la linea del conduttore di calore pieno d'olio, la distanza tra i cavi e la sovrapposizione del conduttore di calore dovrebbe essere di almeno 1 m, e in condizioni ristrette - almeno 0,5 M. Allo stesso tempo, il conduttore di calore nel punto di incrocio più 3 m in ogni direzione dai cavi estremi dovrebbe avere isolamento termico in modo che la temperatura della terra non aumenti di oltre 5 ° C in qualsiasi momento dell'anno.

Durante l'attraversamento di linee di cavi di ferrovie e autostrade, i cavi devono essere posati in gallerie, blocchi o tubi lungo l'intera larghezza della zona di esclusione a una profondità di almeno 1 m dalla carreggiata e almeno a 0,5 m dal fondo dei canali di drenaggio. In assenza della zona di esclusione, le condizioni di posa specificate devono essere soddisfatte solo all'incrocio più 2 m su entrambi i lati della carreggiata.

Quando si incrociano linee di cavi elettrificate e soggette a elettrificazione su linee a corrente continua *, i blocchi e i tubi devono essere isolanti (vedere 2.3.90). L'intersezione deve trovarsi a una distanza di almeno 10 m dalle frecce, dalle croci e dai punti di attacco alle guide dei cavi di aspirazione. L'intersezione di cavi con percorsi di trasporto ferroviario elettrificato dovrebbe essere effettuata con un angolo di 75-90 ° rispetto all'asse del percorso.

* Concordato con il Ministero delle Ferrovie.

Le estremità dei blocchi e dei tubi devono essere incorporate con corde di iuta intrecciate impregnate di argilla impermeabile (menta) ad una profondità di almeno 300 mm.

In caso di attraversamento di strade senza uscita industriali a basso traffico, nonché di percorsi speciali (ad esempio, scivoloni, ecc.), I cavi dovrebbero, di regola, essere posati direttamente nel terreno.

Quando si attraversa il percorso di linee di cavo di una strada o di un'autostrada di ferro non elettrificata di nuova costruzione, non è necessario il rifacimento delle linee di cavi esistenti. All'intersezione, le unità di backup o le tubazioni con estremità ermeticamente sigillate devono essere installate in caso di riparazione del cavo nel numero richiesto.

In caso di passaggio di una linea di cavi verso un cavo aereo, deve raggiungere la superficie a una distanza di almeno 3,5 m dalla base del rilevato o dal bordo del foglio.

Quando le linee del tram incrociano linee di cavi, devono essere posate in blocchi o tubi isolanti (vedere 2.3.90). L'intersezione deve essere eseguita ad una distanza di almeno 3 m dalle frecce, dalle croci e dai punti di attacco alle guide dei cavi di aspirazione.

Quando si attraversano cancelli di ingresso cavi per veicoli a motore a cortili, garage, ecc., Il cablaggio deve essere effettuato in tubi. Allo stesso modo, i cavi dovrebbero essere protetti alle intersezioni di torrenti e fossati.

2.3.100

Quando si installano i passacavi sulle linee dei cavi, la distanza libera tra l'alloggiamento del passacavo e il cavo più vicino deve essere di almeno 250 mm.

Quando si posano linee di cavi su percorsi fortemente inclinati, si sconsiglia l'installazione di passacavi su di essi. Se è necessario installare giunti per cavi su tali sezioni al di sotto, è necessario eseguire piattaforme orizzontali.

Per consentire il riassemblaggio dei giunti in caso di danni sulla linea del cavo, è necessario posare il cavo su entrambi i lati degli innesti con un margine.

2.3.101

Se ci sono correnti vaganti lungo il percorso della linea del cavo, sono necessari valori pericolosi:

1. Modificare il percorso della linea del cavo per bypassare le zone di pericolo.

2. Se è impossibile modificare il percorso: prevedere misure per ridurre al minimo il livello delle correnti vaganti; applicare cavi con maggiore resistenza alla corrosione; effettuare una protezione attiva dei cavi contro gli effetti dell'elettrocorrosione.

Quando si posano cavi in ​​terreni aggressivi e zone con presenza di correnti vaganti di valori inaccettabili, si dovrebbe applicare la polarizzazione catodica (installazione di scarichi elettrici, protettori, protezione catodica). Quando si utilizzano metodi per collegare dispositivi di drenaggio elettrico, è necessario osservare le norme sulle potenziali differenze nelle aree di aspirazione fornite da # M12291 871001027SNiP 03.04.03-85 # S "Protezione delle strutture e delle strutture dell'edificio contro la corrosione" di Gosstroy della Russia. Si sconsiglia di applicare la protezione catodica con corrente esterna su cavi posati su terreni salini o corpi idrici salini.

La necessità di proteggere le linee del cavo dalla corrosione dovrebbe essere determinata dai dati aggregati delle misurazioni elettriche e delle analisi chimiche dei campioni di suolo. La protezione delle linee di cavi dalla corrosione non deve creare condizioni pericolose per il funzionamento delle strutture sotterranee adiacenti. Le misure di protezione anticorrosione previste devono essere eseguite prima di mettere in servizio una nuova linea. In presenza di correnti vaganti nella terra, è necessario installare punti di controllo su linee di cavi in ​​luoghi ea distanze che consentano di determinare i confini delle aree pericolose, che è necessario per la successiva selezione razionale e il posizionamento di dispositivi di protezione.

Per controllare i potenziali sulle linee del cavo, è consentito utilizzare i punti di uscita dei cavi nelle sottostazioni dei trasformatori, nei punti di distribuzione, ecc.

Posizionamento di fognature o a quale distanza posare le fogne.

La distanza tra il sistema fognario e la fondazione dell'edificio nel profilo stradale trasversale deve essere coordinata con l'ubicazione di altre strutture sotterranee al fine di proteggere le comunicazioni adiacenti da vari danni in caso di incidenti e lavori di riparazione e costruzione. La distanza dipenderà direttamente dalla posizione delle comunicazioni sotterranee.

Lo schema di collocamento bilaterale delle comunicazioni sotterranee: E - rete elettrica, G - gasdotto, T - telefono, B - approvvigionamento idrico, K - acque luride, DK - acque reflue (grondaie), D - acquedotti, rete TS - calore.

Su una base di cemento, le reti di ingegneria, in connessione con il dispositivo di passi carrai modernizzati, devono essere posate in un vialetto tecnico o verde, all'interno di blocchi e sotto larghe pavimentazioni utilizzando il metodo delle guarnizioni combinate in una trincea di più condotte. Questo metodo consente di ridurre il costo totale della creazione di reti di circa il 3-7% rispetto al costo della posa separata delle stesse reti, poiché l'intervallo tra le condotte diminuirà.

Schema di posa congiunta del gasdotto sotterraneo: 1 e 3 - acque reflue domestiche, 2 - acque reflue, 4 - approvvigionamento idrico, 5 - gasdotto, 6 - suolo locale, 7 - sabbia montana importata e suolo locale.

Le reti di fognature dovrebbero essere tracciate in parallelo con le linee rosse dell'edificio, e nel caso di posizionamento unilaterale della rete, lungo il lato della strada dove ci sono meno reti sotterranee e più collegamenti al sistema fognario. Sui passaggi di 30 m di larghezza o più, le reti dovrebbero essere tracciate su entrambi i lati della strada se ciò è giustificato da calcoli economici.

La distanza tra le reti fognarie e gli edifici dovrebbe garantire la possibilità di eseguire lavori di riparazione e installazione di reti e la protezione delle condutture adiacenti in caso di incidenti; inoltre, non è consentito minare le fondamenta dell'edificio e delle strutture sotterranee in caso di danni alle condotte fognarie, per escludere la possibilità che le acque reflue possano entrare nelle reti di approvvigionamento idrico.

NUANS DI FOGNARIE ALLOGGIO

In termini di distanza dal bordo dell'edificio alle tubazioni di scarico delle acque reflue, i cavalcavia, le strutture e le gallerie dovrebbero essere di almeno 5 metri, e dal flusso libero - almeno 3 metri.

L'intervallo calcolato può essere determinato dalla seguente formula: L = h / tg a + b / 2 + 0,5, dove h è la distanza tra lo scivolo del tubo e il fondo della fondazione dell'edificio (misurata in metri), a è l'angolo di riposo del terreno (misurato in gradi ), b - larghezza della trincea (misurata in metri).

Schema del tunnel del collettore per le comunicazioni ingegneristiche: 1 - scarico, 2 - acque nere, 3 - passo d'uomo, 4 - cavo elettrico, 5 - cavo telefonico, 6 - rete idrica, 7 - rete di riscaldamento, 8 vassoi.

La distanza minima dalla rete fognaria ai cavi sotterranei di potenza deve essere di 0,5 m, ai cavi di comunicazione - 1 m, alle linee di calore - 1-1,5 m, agli alberi di illuminazione esterna, recinzione e supporti, alla rete di comunicazione e alla rete di contatto - 1, 5 m, a linee di trasmissione ad alta tensione con una tensione inferiore a 35 kilowatt - 5 m, tensione di 35 kilowatt - 10 m, a alberi di valore - 2 m.

La distanza libera tra i pozzi o le camere e le pareti esterne delle condotte non deve essere inferiore a 0,15 m.

Nel processo di posa di condotte fognarie parallele a un gasdotto, la distanza nel piano tra le pareti delle condotte secondo SNiP dovrebbe essere almeno: per gasdotti a bassa pressione fino a 5 kilopascal - 1 m, medio a 0,3 kilopascal - 1,5 m, alto 0,3-0, 6 megapascal - 2 m, 0.6-1.2 megapascal - 5 m.

In caso di posa parallela di condotte fognarie allo stesso livello delle condutture dell'acqua, la distanza tra le pareti della condotta non deve essere inferiore a 1,5 m con condutture di acqua aventi un diametro di 200 mm e non meno di 3 m con tubazioni, che hanno un diametro maggiore

Nel caso in cui si preveda di posare i tubi di scarico a 0,5 m più in alto dei tubi dell'acqua, la distanza (in pianta) tra le pareti della condotta in terreno permeabile non dovrebbe essere inferiore a 5 m.

ULTIMA PARTE DELL'ISCRIZIONE DELLE FOGNATURE

Tabella di sviluppo e pianificazione degli insediamenti urbani e rurali.

Nel caso di reti fognarie di trincea parallele alle linee ferroviarie e tranviarie, in termini di distanza tra l'asse ferroviario del tram e le tratte intra-impianto e il cordolo di trincea dovrebbe essere di almeno 1,5 m; all'asse del binario o della recinzione più vicina - almeno 4 m (tuttavia, in tutti i casi non è inferiore alla profondità della trincea dal fondo del terrapieno); davanti al paracarro della strada o recinzione - non meno di 1,5 m o non meno di 1 m al bordo del fossato, la base del terrapieno.

All'incrocio con le linee di approvvigionamento idrico e di acqua potabile, le condutture delle acque reflue sono collocate il più delle volte al di sotto dei tubi dell'acqua. La distanza verticale tra le pareti del tubo non deve essere inferiore a 0,4 m, un requisito del genere non può essere soddisfatto se viene eseguita l'installazione di condotte idriche da tubi in gusci (casi), che sono fatti di metallo. In ciascun lato dell'intersezione, la lunghezza delle aree protette dovrebbe essere in terreni argillosi non inferiori a 3 m, e nel terreno filtrante - circa 10 m.

L'intersezione del sistema di approvvigionamento idrico da parte delle sezioni di cantiere della rete fognaria può anche essere consentita sopra la linea di approvvigionamento idrico senza la necessità di soddisfare i requisiti sopra indicati. In questo caso, l'intervallo verticale tra le pareti del tubo sarà di almeno 0,5 m.

Se l'economia sommersa è molto ben sviluppata, sotto strade trafficate o sotto le principali arterie di grandi imprese industriali o città, tutte le reti ingegneristiche, ad eccezione del gasdotto, sono posate in tunnel di collettori di cemento armato per le utenze sotterranee.

Schema di fossa di drenaggio di fondazione.

La posa di reti sotterranee nei tunnel consente di riparare tutte le comunicazioni senza la necessità di nascondere la carreggiata delle strade e semplificare il loro funzionamento nel suo insieme.

Per le opere sotterranee, con scavi a cielo aperto, i lavori di sterro sono spesso disposti con una sezione rettangolare da 170x180 cm a 240x250 cm in elementi prefabbricati in cemento armato e, nel caso di penetrazione dello schermo, con una sezione rotonda in tubi di cemento armato.

PIANIFICAZIONE DEI PROGRAMMI URBANI

La distanza dalla fogna alla fondazione dell'edificio deve essere determinata in base a SNiP 2.07.01-89. Lo sviluppo e il layout degli insediamenti urbani e rurali è determinato sulla base della tabella nella figura seguente. (IMMAGINE 4)

A questo proposito, ci sono alcune note che è necessario conoscere quando si calcola la distanza tra la rete fognaria e la fondazione dell'edificio.

Schema di installazione della rete fognaria.

Le note si riferiscono esclusivamente alle distanze dai cavi di alimentazione.

Per le sottoaree climatiche ІБ, ІГ, ІА e ІD, la distanza dalle reti sotterranee (fognature domestiche e pioggia, approvvigionamento idrico, scarichi, reti di calore) durante la costruzione con la conservazione dei terreni a terra permafrost dovrebbe essere presa esclusivamente mediante calcoli tecnici.

La posa di servizi sotterranei è consentita di includere all'interno delle fondazioni di cavalcavia, sostegni e prese, condotte, reti di contatto - a condizione che vengano prese tutte le misure che precludano la possibilità di danni alla rete in caso di crollo delle fondamenta dell'edificio, danni alle fondamenta dell'edificio durante un incidente su queste reti. Nel caso di collocamento di reti di ingegneria che sono soggette a posa con l'uso di esaurimento delle acque di costruzione, la loro distanza dall'edificio e le strutture dovrebbero essere stabilite tenendo conto della zona di possibile danno alla forza del suolo alla base dell'edificio.

Quando la canalizzazione che stabilisce la distanza dalla rete di riscaldamento all'edificio e le strutture devono essere prese come per l'approvvigionamento idrico.

La distanza dal cavo di alimentazione, che ha una tensione di 110-220 kilovolt, fino alla fondazione della recinzione aziendale, cavalcavia, recinzione, supporto della rete di contatto e della linea di comunicazione deve essere pari a 1,5 m.

Cos'altro hai bisogno di sapere

Orizzontalmente le distanze dalle sottostrutture sotterranee della costruzione sotterranea di tubi in ghisa, così come cemento o cemento armato con impermeabilizzazione impermeabilizzante, che si trova a una profondità inferiore a 20 m (dalla sommità del rivestimento alla superficie terrestre), devono essere portate alla rete idrica, reti fognarie, reti di calore 5 m Dal rivestimento senza impermeabilizzazione okleechnoy alle reti fognarie - 6 m Per tutte le altre reti portacavi - 8 m. Distanza dal rivestimento del cavo dovrebbe essere presa: a tensione fino a 10 kV - 1 m, da 10 a 35 kV - 2,5 metri.

Schema di installazione di uno scarico di fognatura.

Per i terreni non subsidenza in aree irrigate, la distanza dalle reti di ingegneria sotterranea ai canali di irrigazione dovrebbe essere presa (canali di accesso): 1 m dai gasdotti a media e bassa pressione, dall'approvvigionamento idrico, dalla rete fognaria, dal drenaggio e dalla conduttura di liquidi infiammabili; 2 m - dal gasdotto ad alta pressione a 0,6 megapascal (6 kgf per 1 cm²), le condotte termiche, le fognature domestiche e quelle a pioggia; 1,5 m - dal cavo di alimentazione e dai cavi di comunicazione; dai canali di irrigazione delle reti stradali fino alla fondazione dell'edificio e agli impianti, la distanza dovrebbe essere di 5 m.

INFORMAZIONI SUI TERRITORI ADDESTRATI

La progettazione delle reti fognarie nelle aree indebolite dovrebbe essere effettuata sulla base delle prove minerarie e della fondatezza geologica, tenendo conto dei valori massimi calcolati delle deformazioni attese della superficie terrestre. Nel processo di tracciamento delle reti, è necessario fornire le seguenti misure che sono in grado di assicurare la rimozione degli scarichi dal territorio in caso di incidente:

  1. Capacità di bypassare l'acqua da un collettore all'altro.
  2. Per utilizzare tubi di lunghezza minima - cemento-amianto, ceramica, cemento armato.
  3. Realizzare giunti di testa flessibili, elastici, in grado di percepire spostamenti reciproci longitudinali e angolari delle estremità dei tubi in caso di deformazione della superficie terrestre.
  4. Posa di tubi nella parte invalicabile del territorio in caso di apertura durante periodi di forte deformazione.
  5. Posa di due linee che funzioneranno in parallelo se è necessario utilizzare tubazioni con diametro superiore a 600 mm.

I tubi di ceramica con un diametro fino a 300 mm devono essere posati con uno spazio di 6 mm, più di 300 mm - con uno spazio di 8 mm. Tubi di cemento armato e cemento-amianto con una lunghezza fino a 3 metri - con uno spazio di 15 mm, con una lunghezza maggiore - 20 mm.

I giunti dei tubi delle prese sono sigillati con cemento di amianto, che è rinforzato con filo metallico, e anelli di gomma.

Per la conduttura a pressione nei territori di 1-3 gruppi di lavorazioni, è necessario utilizzare tubi di acciaio con l'installazione di compensatori e nei territori dei 4 gruppi: cemento-amianto, cemento armato e plastica. Sulle tubazioni con diametro fino a 500 mm, è necessario installare i compensatori con risvolti e che consentono spostamenti orizzontali e angolari senza perdite.

Per gli oggetti che si trovano nei territori indeboliti, non è consentito progettare sistemi di fognatura interamente in lega. È necessario coordinare tali progetti con gli enti locali del Gosgortekhnadzor e le organizzazioni che gestiscono i campi.

ALCUNE RACCOMANDAZIONI RELATIVE A RETI DI FOGNATURA

Nella costruzione e nella progettazione della rete fognaria si consiglia di utilizzare:

Lo schema di installazione del tubo di drenaggio.

  1. Sistema di fognatura incompleto separato con la combinazione massima di acqua industriale e domestica.
  2. Penetrazione delle condotte a seconda delle condizioni termali del permafrost: sotterraneo (in canali non di passaggio, di passaggio e semi-passaggio, trincee), fuori terra o sopra terra. L'installazione sotterranea senza condotto viene effettuata per tubazioni singole a bassa temperatura con diametro non superiore a 300 mm, senza isolamento termico. I canali non di passaggio sono ricevuti a breve distanza - attraversando la strada, la strada, lungo la recinzione, all'ingresso dell'edificio. Poluprokhodny e attraverso il passaggio sono utilizzati per la posa congiunta di cavi elettrici e tubi.

Quando si attraversano strade, strade, ferrovie, la posa in superficie deve essere utilizzata lungo rampe e alberi e sottosuolo - in maniche di acciaio, canali.

Posa sotterranea non canalizzata per reti senza gravità, dove viene esclusa la deformazione della base del gasdotto, vengono utilizzati tubi senza pressione di cemento-cemento e cemento armato, e in zone dove è possibile la deformazione, nonché con canali, tubi fuori terra e di terra - tubi di ferro, acciaio, cemento-cemento e cemento armato.

Invece di aprire i boccaporti nei tombini, è necessario installare tubi di acciaio con revisioni. La distanza libera dai bordi degli edifici e delle strutture alle condotte sotterranee deve essere presa: nel caso di posa senza condutture della condotta - 10 m, nel caso di posa di condotte nel canale - 6 m.

La sepoltura minima delle condotte sottoterra sarà di 0,7 m dalla conduttura.