Distanza tra i pozzetti di comunicazione

3.3.1 Uno dei criteri principali per l'uso di vari tipi di tubi per la posa di condotte sotterranee è il carico verticale, che possono sopportare, senza collassare o deformarsi, ad una profondità di 0,4 - 2,0 m. I tubi posati sono permanenti e temporanei carico. Un carico costante è la pressione del terreno che riempie la trincea e le masse dei tubi stessi con i cavi tirati dentro, e il carico temporaneo è un viaggio verso il percorso dei veicoli. I carichi calcolati dai veicoli che colpiscono sono la pressione dei meccanismi delle ruote che pesano da 10 a 80 tonnellate (NK-10, NK-80) e tracciati - 60t (NG-60).

3.3.2 La profondità di posa delle condotte è determinata tenendo conto dei carichi verticali e dei tipi di tubi (blocchi) utilizzati (Tabella 3.2).

3.3.3 La profondità minima della trincea per la canalizzazione dei cavi dovrebbe essere determinata dai dati riportati nelle tabelle 3.3 e 3.4.

Tabella 3.2 - La profondità minima consentita della connessione del condotto cavi

note
1 Sotto i binari del tram e della ferrovia, la distanza dal piede del binario alla cima di un tubo di qualsiasi tipo deve essere di almeno 1 m.
2 Sotto i canali e le cuvette, la distanza dal loro fondo al tubo superiore dovrebbe essere di almeno 0,5 m.
3 In caso di probabilità di perdita del tubo, il seppellimento minimo dovrebbe tenere conto del rapporto pianificato.
4 Sotto le carreggiate delle strade i tubi di polietilene dovrebbero avere una protezione aggiuntiva.
5 Questi dati si riferiscono alla profondità delle condotte nello span. In corrispondenza degli ingressi dei tubi nei pozzetti, la profondità di posa deve essere di almeno 0,7 m al di sotto del pedone e di 0,8 m al di sotto della carreggiata.

Tabella 3.3 - Profondità minima di trincea per condotte di cavi nel punto più alto della campata, m
Tabella 3.4 - Profondità delle trincee per le condotte del condotto di comunicazione agli ingressi dei pozzi, m

3.3.4 La canalizzazione del cavo deve essere posata con una pendenza di almeno 3 mm per 1 m di lunghezza dal centro dello span nella direzione dei pozzetti per assicurare il flusso di acqua che cade nei canali (dalla tubazione ai pozzi). Sul terreno con una pendenza naturale sufficiente, il gasdotto può essere ugualmente sepolto lungo l'intera lunghezza della campata e solo sugli approcci ai pozzi dovrebbe essere fornita una pendenza che consenta l'ingresso nei pozzi alle quote verticali indicate. Sul terreno, senza una riduzione sufficiente, la condotta dovrebbe essere posata con una pendenza in una direzione, quando un pozzo è impostato al minimo e l'altro - troppo profondo, o con una pendenza in entrambe le direzioni dal punto di passaggio con un approfondimento minimo (Figura 3.2).

3.3.5 Nel processo di posa della condotta, la quantità impostata della pendenza deve essere controllata da una guida speciale con un piombo o inclinometro.

3.3.6 Quando si posa una tubatura in una fossa, che non viene strappata da un pozzo all'altro da un pozzo all'altro, ma da sezioni separate a causa della congestione del passaggio stradale con i mezzi pubblici, è difficile rispettare la pendenza generale. Ciò può anche essere causato da servizi pubblici sotterranei per altri scopi, costruiti in precedenza con insufficiente penetrazione o trovati in altre elevazioni dopo la ricostruzione di strade con taglio del terreno. In tali casi, dovrebbero essere adottate misure addizionali per conformarsi all'eventuale inclinazione dell'area, e la magnitudo e la posizione delle deviazioni dovrebbero essere registrate nella documentazione tecnica.

3.3.7 Se sul percorso dell'installazione della condotta di condotte per cavi sono presenti altre utenze e edifici, il loro approccio minimo ammissibile dovrebbe corrispondere alle distanze indicate nella Tabella 2.2 (Sezione 2).

3.3.8 Nel piano orizzontale, il percorso di posa del gasdotto, di norma, dovrebbe essere lineare. Tuttavia, in alcuni casi previsti dal progetto, e se vengono rilevati ostacoli non registrati, si assume una deviazione del percorso da una linea retta lungo una curva regolare alla velocità di non più di 1 cm per 1 m di lunghezza della condotta

3.3.9 In preparazione per la posa del gasdotto è necessario notare che alcuni tipi di tubi presentano alcune deviazioni nelle dimensioni esterne ed interne di diametro e spessore della parete. Pertanto, quando si posano i tubi sul lato della trincea, dovrebbero essere scelti in modo tale che nelle sezioni di tubo soffiato adiacenti non ci sarebbe alcuna differenza significativa di diametro e spessore della parete.


a) su terreno pianeggiante;
b) sul terreno con pendenza naturale insufficiente;
c) sul terreno con una pendenza naturale sufficiente;
d) con minima penetrazione in presenza di altre utenze sotterranee e protezione della condotta di comunicazione con solette in cemento armato;
1.- cavo elettrico;
2.- conduttura;
3.- piastre di protezione in cemento armato;
4.- comunicazioni di un altro scopo
Figura 3.2 - Profili di posa di condotte per canali di cavi

3.3.10 Prima della posa, i tubi (blocchi) devono essere portati sulla strada e disposti lungo la trincea, se possibile, sul bordo privo di bordi, entro 1 m dal bordo. I tubi devono essere posati con una certa inclinazione rispetto all'asse della trincea, in una posizione stabile, impedendo il loro scivolamento arbitrario e cadendo nello scavo, garantendo così un trasferimento libero e rapido dei tubi dal bordo alla trincea durante la posa della condotta.

3.3.11 Per garantire la rettilineità della condotta posata sul fondo della trincea, è necessario stringere il cavo (filo), fissato sui pioli. Ogni tubo posto dovrebbe toccare il cavo con una superficie laterale, non tirandolo di lato. Le tubazioni prima di scendere nella trincea e l'attracco devono essere attentamente ispezionate e pulite da eventuali contaminazioni accidentali.

3.3.12 I canali delle estremità iniziali dei tubi devono essere immediatamente chiusi ermeticamente con ingorghi stradali in plastica, cemento o legno (Figura 3.3). Alla fine del gasdotto, tutti i canali laterali devono essere collegati per evitare che acqua e detriti possano penetrarli. In caso di sospensione forzata del lavoro nella parte centrale del gasdotto, i canali dovrebbero anche essere temporaneamente chiusi con ingorghi e la fossa dovrebbe essere protetta con rulli di terra per proteggerla dalla pioggia e dall'acqua di fusione.

Figura 3.3 - Tappo di cemento per chiudere la tubazione di comunicazione

3.3.13 Prima di riempire la trincea, la condotta posata deve essere attentamente ispezionata dal sovrintendente di costruzione (comandante) con la partecipazione del rappresentante del cliente, e il rispetto dei suoi requisiti tecnici dovrebbe essere registrato da un atto di lavoro nascosto. Prima della messa in servizio, la permeabilità dei canali deve essere controllata con un cilindro di prova.

3.3.14 Il volume medio di scavo durante lo scavo e il rinterro delle fosse e la rimozione del suolo sono riportati nel libro di riferimento "Costruzione di strutture di cavi di comunicazione" - Mosca, Radio e Comunicazione, 1988.

Costruzione, norme, requisiti e regole dei condotti per cavi

La costruzione di canalette per cavi prevede il rispetto di una serie di requisiti tecnici, norme e un insieme specifico di regole.

E uno dei requisiti principali per la costruzione di reti telefoniche locali è la durata nel tempo e l'elevata affidabilità degli impianti di depurazione. La durabilità implica la possibilità di sviluppare acque luride a causa della struttura flessibile della sua rete via cavo. La struttura flessibile della rete via cavo è fornita dalla capacità di identificare ed eliminare rapidamente i problemi che si presentano sulla linea durante il funzionamento, per eseguire i necessari interventi preventivi, le misurazioni, nonché grazie alla semplicità e alla facilità di sostituzione dei cavi. L'affidabilità è caratterizzata da una lunga durata del sistema di cavi e dall'efficienza degli impianti di depurazione.

Nelle città e negli insediamenti di tipo urbano, la posa di linee di comunicazione in fibra ottica deve essere effettuata nelle canalizzazioni esistenti di reti telefoniche. In assenza di tale opportunità, è necessario costruire un nuovo sistema di fognatura via cavo o effettuare un canale verso il sistema fognario esistente al fine di espandere le reti telefoniche locali.

Nella costruzione di canali via cavo dovrebbe fornire modi per proteggere:

- dalla corrosione elettrochimica;

- dall'entrare nei pozzi e negli oleodotti di acqua e gas;

- da effetti meccanici e danni causati da spostamenti del terreno, spremitura

influenze di terra e temperatura.

È anche importante prendere in considerazione l'ubicazione delle canalizzazioni e, se possibile, scegliere per la costruzione sotterranea la parte invalicabile della strada con una buona copertura ed evitare intersezioni con strade e binari.

Requisiti di installazione per la visualizzazione di dispositivi in ​​canaline

La costruzione di canaline per cavi in ​​diverse parti dei percorsi comporta l'installazione di diversi tipi di dispositivi di visualizzazione. Sui tratti rettilinei delle rotte è necessario installare fori in ponti, curve del percorso più di 15º - angolari, in posti di una forcella in più direzioni - ramificazione, in luoghi dove i cavi sono inseriti in edifici di stazioni telefoniche - fermi.

È necessario osservare la distanza tra i pozzetti del condotto cavi, che non deve superare i 150 metri.

Nella costruzione di reti di comunicazione, dovrebbero essere usati pozzi prefabbricati e prefabbricati in cemento armato, e l'uso di pozzi fatti di altri materiali dovrebbe essere giustificato. Invece di ricostruire il dispositivo di visualizzazione, è consentito costruire nuovi pozzi accanto a quelli esistenti al fine di aumentare la capacità dei condotti per cavi.

Requisiti per la posa di condotte nelle canaline

Per le condutture posate in canaline è necessario soddisfare una serie di requisiti. Innanzitutto, la superficie interna della tubazione deve essere liscia e la tubazione stessa deve essere resistente, resistente al gelo, impermeabile e resistente alle acque sotterranee.

Per la distribuzione e le reti principali, in aree in cui vengono utilizzati blocchi a piccolo canale, è necessario utilizzare tubi in polietilene con diametro interno di 55-58 mm. In altri casi, le tubature devono essere realizzate in cemento e tubi di cemento-amianto con un diametro interno di 90-100 mm e 100 mm, rispettivamente, nonché utilizzando tubi in polietilene riciclato con un diametro esterno di 63 mm e 110 mm. La condotta non deve avere un effetto dannoso sulla guaina del cavo.

Requisiti generali per la posa di cavi nei canali di scarico

I cavi di tutti i tipi di comunicazione cablata possono essere posati in canaline. I cavi telefonici devono essere posati in canali di comunicazione liberi, dove non devono essere presenti più di cinque o sei cavi ottici dello stesso tipo. Il canale di comunicazione, nel quale sono già stati posati cavi ottici, non deve essere utilizzato per la posa di cavi elettrici. Se il canale della canalina è occupato da cavi elettrici, la posa di cavi ottici non armati deve essere eseguita in un tubo preimpostato in polietilene del tipo PND-32-T. La posa di cavi di comunicazione corazzati è possibile attraverso canali di fognatura liberi e occupati e viene effettuata senza la necessità di posare tubi in polietilene. I cavi di comunicazione non armati devono essere posati in canaline e piccoli collettori.

Nei canali di canalizzazione dei cavi, la posa congiunta dei cavi delle reti di comunicazione locali con cavi di derivazione EASC in un canale non è consentita. Si tenga presente che la somma dei diametri dei cavi ad alta frequenza e bassa frequenza di tutti i tipi non deve superare 0,75 di diametro del canale. Se collocato in un canale di canalizzazione separato e con una tensione nominale non superiore a 240 V, è consentita la posa congiunta di reti di trasmissione cablate con cavi di comunicazione, ma allo stesso tempo deve essere monitorata la lunghezza della sezione su cui sono disposti in parallelo. Se collocati in canali fognari adiacenti per un cavo schermato del tipo RBPZEP e RMPZEP, la lunghezza della sezione non deve essere superiore a 2 km e per un cavo schermato e armato del tipo RPPSEPB e RMPZEPB non deve superare i 3 km.

In un canale separato non è possibile posare più di tre cavi MKT-4, MKTA-4 e VKPA-10. I cavi del tipo MKS, ZKP (ZKV) dei sistemi di trasmissione analogici e digitali in arrivo devono essere posati in diversi canali di canaline, e per i cavi in ​​una guaina di alluminio del tipo MKSA e ZKA, è possibile posare in un canale. In alcuni casi, possono essere collocati insieme su un canale, la cui lunghezza non deve superare 1 km. In un canale viene effettuata la posa di non più di 3 cavi del tipo MKS, in casi speciali possono essere posati 4 cavi come eccezione.

Requisiti di temperatura per la posa di cavi di comunicazione

I lavori relativi all'installazione di cavi di comunicazione in una guaina di piombo devono essere eseguiti a una temperatura ambiente non inferiore a meno 20ºС. E per la posa di cavi in ​​una guaina di polietilene, la temperatura dell'aria nell'ambiente non dovrebbe essere inferiore a meno 10ºС.

Se la temperatura ambiente è inferiore a questi parametri, prima di iniziare il lavoro, il cavo deve essere riscaldato sul tamburo o 48 ore prima dell'inizio della broccia per posizionare e mantenere la bobina in una stanza riscaldata chiusa a una temperatura compresa tra 20 e 22.

Requisiti per il posizionamento di cavi nella fogna

Esistono requisiti per la posizione dei cavi di tutti i tipi di comunicazione cablata nella rete fognaria. E, di regola, i cavi telefonici delle città di tipo TP e i cavi di collegamento coassiali del tipo KM-4, KMA-4 sono posti nelle file inferiori dei canali di cablaggio.

Nelle fognature, i cavi delle acque reflue possono essere disposti in due file e in questo caso possono essere posati su uno e sull'altro lato del passaggio. Va notato che da un lato i cavi devono essere nella seguente sequenza dall'alto verso il basso: cavi di trasmissione filo, cavi di comunicazione, condotti di calore. E dall'altra parte in sequenza: cavi di alimentazione, cavi di trasmissione cablata, cavi di comunicazione e rete idrica. Se collocato in una fila dall'alto, dovrebbero esserci cavi di alimentazione, quindi cavi di trasmissione del filo, cavi di comunicazione, tubi di calore e tubi dell'acqua.

Nei collettori, i cavi di comunicazione devono essere posizionati a 10 centimetri sopra le tubazioni e 20 centimetri sotto i cavi di alimentazione.

Requisiti per il metodo di posa dei cavi di comunicazione

Ci sono alcuni requisiti per il metodo di posa dei cavi di comunicazione, a seconda della massa del cavo che viene posato.

RD 45.120-2000 (NTP 112-2000). Le norme del design tecnologico. Reti telefoniche comunali e rurali

(il testo del documento con modifiche e integrazioni per novembre 2014)

Quando si inserisce un cavo di sospensione dalla linea polare, la distanza dal palo alla parete dell'edificio non deve superare i 40 m. Con uno span di oltre 40 m, viene installato un supporto aggiuntivo.

12.8.8. Nel seminterrato (sotterraneo tecnico) di edifici, alzate e canali all'interno degli edifici, è consentita la posa di cavi telefonici in una guaina di plastica. Cavi telefonici in guaina di cloruro di polivinile o guaina di polietilene ritardante di fiamma devono essere posati negli attici e sulle pareti interne degli edifici, i cavi telefonici possono essere posati in una guaina di polietilene avvolta con un nastro di copertura in PVC.

12.8.9. Quando si inseriscono tutti i tipi di cavi con conduttori metallici nelle gallerie della metropolitana dovrebbe includere l'installazione di manicotti elettricamente isolanti. I luoghi della loro installazione sui cavi sono determinati dal progetto.

08.12.10. Per proteggere le reti telefoniche da accessi non autorizzati:

È necessario, di regola, utilizzare apparecchiature terminali per cavi: cabine telefoniche, scatole di distribuzione per abbonati, (КРТ) armadi di distribuzione via cavo (ШР, ШРП), dotati di un dispositivo di blocco;

prevedere l'installazione di apparecchiature terminali via cavo (SR, KRT), se possibile, in luoghi che impediscono l'accesso non autorizzato. КРТ in armadi elettrici o nella parte a bassa corrente di quadri elettrici, ShRP in ambienti chiusi;

con la posa aperta del cavo di distribuzione lungo le pareti della scala e l'installazione di КРТ sulla parete, è necessario utilizzare solo КРТ con dispositivi di bloccaggio;

prevedere la protezione della linea di abbonato presso il sito "terminale di distribuzione - abbonato" secondo i requisiti di OSTN-600-93 "Costruzione industriale e standard tecnologici per l'installazione di impianti e dispositivi di comunicazione per la trasmissione e la televisione", sezione tre e "Linee guida per la costruzione di strutture di comunicazione lineare" TOMASS, Mosca, 1995;

Le cabine di distribuzione via cavo, installate sulla strada e in locali che non forniscono protezione contro l'accesso non autorizzato, dovrebbero, di regola, essere dotate di sensori di segnalazione di accesso non autorizzati. Un'installazione di dispositivi di monitoraggio deve essere fornita nella stanza trasversale della stazione, alla quale sono collegate le coppie di cavi destinate alla segnalazione. Ciò dovrebbe tenere conto della fattibilità tecnica ed economica della protezione.

12.9. Norme per il calcolo della capacità delle linee via cavo delle reti locali

12.9.1. Nella capacità totale della rete via cavo progettata per l'accesso degli abbonati, è necessario tenere conto dello stock, la cui dimensione per le diverse parti della rete realizzate con cavi con fili metallici non deve superare i valori indicati nella tabella 12.1.

Capacità di riserva dell'accesso dell'abbonato alla rete via cavo

12.9.2. Nel calcolare la capacità della rete via cavo, si dovrebbe essere guidati dai seguenti requisiti e norme:

per l'organizzazione di linee di comunicazione dirette (canali non commutati) per fornire fino al 5% di coppie dalla capacità della rete di accesso dell'abbonato progettata. Fabbisogno specifico di fili diritti per determinare quando si progetta in base al cliente. Sulle linee di collegamento il numero di coppie per l'organizzazione di canali non commutati è determinato dalla necessità;

il numero di telefoni a pagamento dovrebbe essere fornito in conformità con il "Concetto di utilizzo di apparecchiature a pagamento sulla rete telefonica pubblica della Russia", approvato dal Comitato statale per le comunicazioni e i mass media della Federazione Russa il 25 novembre 1997, cfr. clausola 5.8;

la capacità del cavo della rete di accesso del sottoscrittore per gli edifici residenziali dovrebbe essere fornita nelle città, negli insediamenti di tipo urbano e nelle aree rurali - in conformità con i dati iniziali del cliente;

entro un raggio di 500 m dal PBX, è necessario prevedere l'accensione dei dispositivi di abbonato direttamente dai cavi delle sezioni principali della rete di accesso degli abbonati al GTS (alimentazione diretta);

all'OPS, OPTS con una densità di telefono di un telefono per appartamento e edifici a più piani, l'alimentazione diretta dovrebbe essere utilizzata indipendentemente dalla distanza dalla stazione agli edifici;

in assenza di dati di marketing, si consiglia di fornire all'ISDN un accesso di base pari al 2% della capacità dell'abbonato. L'ISDN all'accesso principale viene fornito solo in presenza di dati di marketing.

12.9.3. Il carico massimo degli armadi di distribuzione del cavo non deve superare i valori indicati nella Tabella 12.2.

Carico massimo di armadi di distribuzione del cavo

12.10. Norme per la posa e il consumo di cavi di comunicazione

12.10.1. Per determinare il numero necessario di cavi da posare nei progetti, è necessario prevedere le loro riserve, tenendo conto delle irregolarità del terreno, posando i cavi nel terreno e disponendoli sotto forma di pozzi, pozzi, sospensione sulle linee aeree e portata per le estremità dei cavi quando si misurano le caratteristiche e giunture delle lunghezze dei cavi di costruzione.

I tassi di consumo del cavo per 1 km del percorso sono riportati nella Tabella 12.3.

Tassi di consumo del cavo per 1 km del percorso

12.10.2. Le distanze minime dai cavi di comunicazione, dalle tubazioni per la canalizzazione dei cavi ad altre strutture sotterranee e fuori terra devono soddisfare gli standard indicati nell'appendice D in caso di avvicinamento o intersecazione.

12.10.3. Le distanze minime per la transizione dei cavi orizzontalmente alla luce dall'asse convenzionale della transizione attraverso le ferrovie dovrebbero essere:

dalle frecce e dalle traverse della ferrovia e dai punti di connessione dei cavi di aspirazione alle rotaie delle ferrovie elettrificate - 10 m;

alle frecce e alle croci della linea ferroviaria con terreni ondeggianti - 20 m;

a tubi, gallerie e altre strutture artificiali - 30 m;

alle frecce e attraversa i binari del tram - 3 m.

12.10.4. Il numero di tubi da posare agli incroci dovrebbe essere fornito sulla base delle norme per il caricamento di canali con cavi per vari scopi indicati nella sezione, tenendo conto dei tubi di riserva richiesti in conformità con la Tabella 12.4.

Il numero di tubi posati all'incrocio

12.10.5. Le distanze tra i cavi di trasmissione cablati posati in canaline, collettori, sotterranei tecnici, locali di ingresso cavi e direttamente nel terreno e cavi di comunicazione devono essere almeno i valori indicati in Tabella 12.5.

Distanze tra cavo cablato e cavo di comunicazione

12.11. Norme per il calcolo e la costruzione di canalette per cavi

12.11.1. Quando si calcola il numero di canali via cavo per la prima e le successive fasi di sviluppo della rete, è necessario considerare quanto segue:

In tutte le aree in cui è necessario stabilire la rete di distribuzione della rete di accesso del sottoscrittore, è necessario fornire un canale aggiuntivo (la necessità di questo canale per i cavi di distribuzione in determinate sezioni dovrebbe essere giustificata dal progetto). In casi eccezionali, con giustificazione nel progetto, è consentito posare cavi con una capacità fino a 200 paia della sezione di tronco della rete di accesso dell'abbonato in condotti di cavi, destinati a posare il cavo di distribuzione;

in condotte per cavi sulle sezioni del tronco della rete di accesso dell'abbonato, dove almeno un canale prevede la posa di uno o più cavi con una capacità totale di 400 coppie o più, e anche, dove la capacità dei cavi esistenti in uno dei canali è uguale o maggiore di 400 coppie, si dovrebbe fornire il canale in caso di sostituzione del cavo danneggiato;

nelle aree tra le direzioni principali dei condotti per cavi e armadi di distribuzione con una capacità di 1200 coppie, dovrebbero essere forniti quattro canali, con una capacità di un armadio di distribuzione di 600 coppie - tre canali, con una capacità di un armadio 300 x 2 - due canali di conduzione del cavo, e con una capacità di un armadio 150 coppie - un cavo drenare.

12.11.2. I tipi di dispositivi di visualizzazione (pozzetti) delle canaline su reti di comunicazione sono determinati dalla capacità dei tubi o dei blocchi inseriti in essi, tenendo conto delle prospettive di sviluppo della rete, dei tipi e delle capacità dei cavi posati e devono soddisfare i requisiti riportati nella Tabella 12.6.

Tipi di dispositivi per la visualizzazione di condotti per cavi su reti di comunicazione

12.11.3. Tipici pozzi in cemento armato dovrebbero essere utilizzati su reti di comunicazione: prefabbricati, prefabbricati a due unità, di tipo speciale, e in mattoni. I progetti dovrebbero includere principalmente pozzi prefabbricati e prefabbricati in cemento armato. È consentito l'uso di pozzi in laterizio su terreni asciutti nei casi in cui sia necessaria una piccola quantità per singoli oggetti di costruzione, nonché per la costruzione di pozzi atipici e stazioni, ricostruzione di quelli esistenti con un grande carico di cavi.

L'uso di pozzi in mattoni o pozzi di altri materiali locali deve essere giustificato.

12.11.4. Se è necessario aumentare la capacità del condotto cavi esistente, invece di ricostruire i pozzi, è consentito costruirne di nuovi e posizionarli accanto a quelli esistenti.

Nelle sezioni inter-station e head di autostrade promettenti su reti a zone, i pozzi per cavi di tipo KKS-3 non dovrebbero essere utilizzati nei progetti.

12.11.5. I pozzetti per il posizionamento dei contenitori IUU devono essere installati nelle immediate vicinanze del percorso del condotto cavi, ma non oltre 10 m dai pozzi esistenti.

In condizioni ristrette è consentito aumentare questa distanza a 50 m.

La capacità del blocco di connessione del conduit deve essere di almeno quattro canali.

12.11.6. Nel caso di un sistema di armadi per la costruzione di una rete telefonica urbana, a seconda della densità del telefono, dovrebbero essere utilizzati armadi di distribuzione del telefono con una capacità di 1200, 600, 300 e 150 coppie, normalmente installati all'interno di edifici residenziali e pubblici (ingressi, corridoi o stanze appositamente designate). I luoghi di installazione degli armadi di distribuzione sono coordinati con i proprietari degli edifici. In casi eccezionali, quando non ci sono locali all'interno degli edifici residenziali e pubblici per i quadri di distribuzione, possono essere installati vicino o vicino alle pareti esterne degli edifici.

12.11.7. L'ingresso di tubi e cavi negli armadi di distribuzione installati all'interno degli edifici deve essere effettuato direttamente nell'armadio. Non è consentita l'installazione di pozzi per armadi negli edifici.

12.11.8. Le distanze tra i pozzetti delle canaline non devono superare i 150 m, e quando si posano cavi di tipo TP con il numero di coppie 1400 e superiore a 120 m, i progetti dovrebbero, di norma, fornire campate della lunghezza massima consentita.

12.11.9. Le fognature via cavo vengono introdotte direttamente nell'armadio di distribuzione, se la distanza da esso alla fognatura più vicina non supera i 35 m. A grandi distanze o se è necessaria un'inversione della tubazione nell'armadio o direttamente sotto di esso, deve essere costruito un pozzetto del cavo KKS-3. Nel caso di installazione di un armadio di distribuzione sul percorso delle acque reflue del cavo del tronco, la dimensione standard dei pozzi, da cui i tubi per gli armadi di distribuzione si diramano, deve corrispondere alla capacità dei blocchi e non essere inferiore ai pozzi del tipo ККС -4. È consentito installare un armadio di distribuzione direttamente sul soffitto del pozzo, con un dispositivo nel soffitto per l'ingresso del cavo nell'armadio. Le raccomandazioni sull'installazione di armadi di distribuzione sono fornite nelle Linee guida per la costruzione di strutture lineari di reti di comunicazione locali, SSKTB-TOMASS, Mosca, 1995.

13. APPARECCHI DI MISURA E COLLAUDO

13.1. Al fine di migliorare il funzionamento tecnico, la flotta di strumenti di misura funzionanti dovrebbe essere periodicamente aggiornata e reintegrata.

Per fare questo, gli elenchi di raccomandati per l'approvvigionamento e lo sviluppo di strumenti di misura progettati per complessi di sistemi di commutazione e sistemi di trasmissione sulla rete telefonica dovrebbero essere sviluppati e periodicamente aggiornati, il che aiuterà le imprese di comunicazione operative ad acquisire il numero ottimale di strumenti con caratteristiche metrologiche e funzionali il più vicino possibile ai requisiti moderni. Ciò dovrebbe tenere conto del concetto di sviluppo delle apparecchiature di rete telefonica in termini di misurazioni operative e supporto metrologico.

Il grado di automazione, sia nella creazione di strumenti di misura specifici che nel sottosistema di misura in un oggetto specifico, dovrebbe essere determinato tenendo conto degli indicatori tecnici ed economici, cioè della complessità e del costo delle attrezzature, della frequenza e dell'efficienza del suo uso.

Tutti i tipi di strumenti di misurazione destinati all'uso sulle reti telefoniche, comprese quelle importate, devono superare le procedure di prova appropriate per l'omologazione prima di essere approvati per l'uso.

Strumenti di misura specializzati acquistati per importazione o sviluppati in base a requisiti tecnici, non concordati con il servizio metrologico del Ministero delle Comunicazioni della Russia, anche se sono inclusi nel Registro di Stato, devono essere certificati dall'ente di certificazione Electrosvyaz.

13.2. La nomenclatura e la quantità delle apparecchiature di misurazione e collaudo con cui ciascuna stazione deve essere completata sono indicate nella lista di consegna.

La composizione delle apparecchiature di misurazione e collaudo per ciascun tipo di apparecchiatura viene aggiornata man mano che vengono sviluppate nuove apparecchiature.

13.3. I dispositivi specializzati devono essere ordinati solo con un certificato del Ministero delle comunicazioni della Russia e un certificato che confermi il tipo di Gosstandart della Russia.

I dispositivi che non hanno i certificati specificati vengono acquistati previo accordo con l'organizzazione di base del servizio metrologico del Ministero delle Comunicazioni della Russia.

13.4. Gli strumenti di misura per il controllo di OKS N 7 e ISDN sono forniti in base a "RTM sull'uso dell'apparecchiatura di prova OKS N 7 e ISDN" e alle tabelle 13.10, 13.11.

13.5. I dispositivi elencati nelle tabelle 13.1 - 13.11 non sono obbligatori. È consentito utilizzare altri dispositivi che forniscono misurazioni dei parametri rilevanti con la precisione richiesta.

Strumenti di misurazione generali per PBX digitale

Mezzi di misurazione dei parametri elettrici dei canali commutati della rete PSTN

Gli strumenti di misura sono forniti sulla base degli "Standard operativi per i parametri elettrici dei canali di rete PSTN", Mosca, 1999, approvati dall'Ordine del Comitato di Stato per le comunicazioni e le comunicazioni della Federazione Russa del 5 aprile 1999 n. 54.

Standard di instradamento dei cavi di comunicazione

Iscrizione alla newsletter

I requisiti per l'installazione dei cavi di comunicazione dipendono da diversi criteri, tra cui, tra l'altro, il metodo di installazione (nel suolo o per via aerea), le condizioni climatiche nella regione, il tipo e le caratteristiche dei prodotti via cavo utilizzati.

1. Norme e regolamenti per la posa del cavo di comunicazione nel terreno

Il cavo di comunicazione può essere posato nel terreno mediante trincee (la trincea sta scavando prima della posa) e in modo non trenchless (quando si usano le apparecchiature per la posa di cavi). Nei terreni delle categorie I, II e III (se il progetto tipico di posa dei cavi di comunicazione non fornisce l'opposto) viene sempre utilizzata la posa senza scavo. Lo stesso vale per i suoli della categoria IV, a condizione che la proporzione del terreno venga effettuata 2-3 volte. Se l'uso di mezzi per la posa dei cavi di meccanizzazione sul terreno è complicato (ad esempio, terreno roccioso), l'uso di attrezzature di perforazione e sabbiatura è accettabile.

1.2. Profondità della guarnizione

Le regole per la posa dei cavi di comunicazione (ottica ed elettrica, blindata e non armata) forniscono le seguenti profondità di posa nei terreni delle categorie I - IV:

• 1,2 m per linee di comunicazione per cavi, linee di collegamento del tronco e cavi ottici intracomunali (MKLS / MSKLS / VZKLS, rispettivamente).
• 0,9 m - cavi elettrici delle linee WCDL di trasmissione del filo di classe I.
• 0,8 m - cavi elettrici di reti primarie esterne agli insediamenti (0,7 m in caso di insediamento in insediamenti), nonché linee di trasmissione in filo di classe II.

Le norme per la posa del cavo di comunicazione nei terreni di categoria V e superiori determinano i seguenti valori della profondità di posa (i requisiti sono validi anche per terreni di categoria IV, sviluppati mediante attrezzature di perforazione e sabbiatura):

• 0,5 m - per tutti i tipi di cavi, a condizione che la roccia raggiunga la superficie fino a un'altezza di 0,4 m.
• 0,7 m - tutti i tipi di cavi in ​​presenza di strati di terreno su roccia con uno spessore massimo di 0,6 M. Allo stesso tempo, il cavo di comunicazione è sepolto nella roccia ad una profondità di 0,5 M. Se lo spessore dello strato di suolo è superiore a 0,7 m 1,3 m, il cavo non è sepolto nella roccia, ma posato sopra ad una distanza di 0,1 m.

La profondità di posa delle linee di cavi nei terreni permafrost e nei terreni ghiacciati è realizzata in conformità ai requisiti di SNiP per la posa di cavi di comunicazione, progettazione e costruzione di fondazioni per edifici e strutture nelle regioni permafrost (SNiP II-15-74 e SNiP II-18-76).

1.3. Raccomandazioni per la posa di cavi di comunicazione nelle trincee

La posa del cavo di comunicazione (PUE 2.3.83) in una fossa pre-progettata comporta la costruzione di un cuscino nella sua parte inferiore e lo strato superiore di copertura di terreno sabbioso di 10 cm. Secondo la clausola 2.3.86 del PUE, la posa congiunta dei cavi di comunicazione e di potenza è ammessa in una trincea a rispettando la distanza tra loro in 500 mm. Le linee di trasmissione dei cavi possono anche essere posate insieme, purché abbiano la stessa classe di prestazioni (la distanza tra loro è anche di 500 mm). In questo caso, non è consigliabile posare più di 6 cavi in ​​una trincea (a meno che un progetto tipico per la posa di cavi di comunicazione non contenga requisiti speciali con giustificazioni per le decisioni prese).

Quando si incrociano linee di cavi con binari ferroviari o autostrade, il cavo di comunicazione viene posato in tubi con un diametro di 100 mm in polietilene o cemento amianto. Lo stesso requisito è valido per l'installazione di stazioni di servizio via cavo a una coppia e reti di trasmissione via cavo.

Quando si costruiscono trincee in terreni con un alto livello d'acqua e quando si posano tubi al di sopra della profondità del congelamento stagionale del terreno, si dovrebbero prendere ulteriori misure per proteggere i cavi forniti nelle "Istruzioni per proteggere i cavi di comunicazione dal ghiaccio delle condutture di cavi allagate del Ministero delle Comunicazioni della Russia".

La posa delle linee di cavi attraverso le zone con correnti vaganti (ad esempio, linee elettriche elettrificate) viene effettuata in base all'attuale GOST per la posa del cavo di comunicazione (GOST 67-78).

2. Norme e regole per la posa di cavi di comunicazione in condotte e collettori di cavi

Le regole per la posa dei cavi nelle fogne sono diverse per cavi di diverso tipo. I cavi ottici vengono solitamente collocati in canali liberi nella quantità di 5-6 unità. Se i cavi elettrici sono già stati posati nel canale, le "ottiche" sono posate in un tubo di polietilene (o senza di esso se il cavo ha un'armatura con una guaina protettiva aggiuntiva).

Requisiti per l'installazione di cavi di comunicazione degli abbonati di alcuni tipi nelle fogne:

• KM-4, KMA-4: posa solo nel canale libero. Cavi con un diametro esterno di 40 mm sono disposti nelle file inferiori della fogna. I requisiti per la posizione nel canale sono validi per cavi come TP, TZ e T3A.
• MKT-4, MKTA-4, VKPA-10: è possibile la posa di un massimo di 3 unità in un canale.
• MКС, ЗКП, ЗКВ: la posa di questi tipi di cavi in ​​un canale non è consentita (ad eccezione dei singoli casi e purché siano disposti insieme per non più di 1 km).

La posa congiunta di cavi di comunicazione e linee di trasmissione via cavo in un'unica unità fognaria è consentita alle seguenti condizioni:

• la tensione nominale non superi i 240 V per tutta la lunghezza della linea del cavo;
• la lunghezza della sezione di posa parallela del cavo non superi 2 km (cavo RBPZEP e RMPZEP) e 3 km (RBPZEPB, RMZEPB);
• l'assenza di cavi di comunicazione utilizzati nei sistemi di trasmissione dati a divisione di frequenza (FDM) in un singolo canale;
• tutti i cavi devono avere uno schermo protettivo, collegato a terra a entrambe le estremità al dispositivo di messa a terra con resistenza secondo GOST 464-79.

Norme e regolamenti per la posa di cavi di comunicazione nelle intestazioni:

• Con una disposizione di cavi a fila singola: i cavi di alimentazione sono posizionati in alto, i cavi di trasmissione cablati sono più bassi, gli altri cavi di comunicazione sono più bassi e le condutture di calore e acqua sono sotto di loro.
• Nel caso di una disposizione a due file, la posa dei cavi è consentita su entrambi i lati del passaggio. In questo caso, da un lato, i cavi sono disposti nel seguente ordine (dall'alto verso il basso): trasmissione via cavo, cablaggio, comunicazione e sotto i canali di conduzione del calore. D'altra parte (dall'alto verso il basso): cavi di alimentazione, trasmissione via cavo, cavi di comunicazione, impianti idraulici.
• I cavi di comunicazione devono essere rimossi dai cavi di alimentazione a una distanza di 20 cm dal sistema di calore e idraulici - 10 cm.

3. Sospensione dei cavi sui supporti della linea aerea

La sospensione dei cavi di comunicazione viene solitamente eseguita durante la costruzione di linee telefoniche di distribuzione della rete telefonica della città, linee ITS inter-stazione e reti intranetali, dove è difficile un diverso metodo di installazione. In questo caso, i cavi sono sospesi su linee aeree già esistenti (la capacità del cavo non deve superare le 100 coppie) al di sotto delle linee elettriche esistenti. I cavi GTS e STS con una capacità di non più di 30 paia nelle aree edificate possono essere sospesi dai supporti montati su rack disposti sui tetti degli edifici.

Le strutture sospese richiedono l'uso di speciali marche di cavi, completate con cavi di supporto in acciaio - TPPapt, VKPAPut, VKPAPt, KSPZPt e altri. Il cavo è collegato a terra ad entrambe le estremità e in aggiunta ogni 250 m negli insediamenti e 2-3 km in tutti gli altri siti.

4. Requisiti per la posa di cavi di comunicazione attraverso barriere d'acqua

La posa delle linee di cavi attraverso le barriere d'acqua (fiumi, laghi, ecc.) Viene effettuata a seconda delle condizioni sul terreno, ponendo il cavo sott'acqua, su un ponte o lungo le linee aeree.

Quando si posa il cavo di reti primarie con una capacità fino a 100 coppie attraverso il ponte su fiumi non galleggianti e non navigabili fino a 100 m di larghezza, è ammesso l'uso di strutture sospese. Le linee del tronco sono disposte su due sezioni trasversali a una distanza di 300 m l'una dall'altra. Un certo numero di altre strutture può essere utilizzato per la posa lungo il ponte in conformità con SNiP 2.05.03-84. Questo metodo prevede anche l'uso di cavi con guaina in plastica, acciaio o alluminio (rivestita in plastica). Non è consentita la posa su ponti di cavi con guaina di piombo.

Durante la posa sott'acqua dai ponti ferroviari e automobilistici, i cavi sono posizionati a una distanza di:

• 1000 m (ponti delle strade principali) e 200 m (ponti di importanza regionale e locale) nella posa di cavi attraverso vie navigabili interne, canali d'acqua, fiumi navigabili e bacini idrici.
• 300 m - in posa attraverso fiumi galleggianti.
• 50-100 m - fiumi non galleggianti e non navigabili.

I cavi sono posati con la profondità sul fondo del serbatoio, indipendentemente dalla profondità dei fiumi navigabili e galleggianti, così come i fiumi non navigabili e non galleggianti con una profondità di oltre 3 m. La posa senza profondità è consentita sul fondo di laghi e riserve.

La profondità della penetrazione del cavo, a seconda della natura e della profondità delle barriere d'acqua, può essere:

• 1 m - quando si attraversano barriere d'acqua con un canale stabile (0,5 m con canale variabile);
• 1 m - attraverso canali di drenaggio (con protezione contro i danni meccanici da lastre di cemento) e 2 m (senza protezione).
• 1,2 m - serbatoi con profondità fino a 6 me larghezza di 300 m, una velocità attuale di circa 1,5 m / s. La posa sarà eseguita in modo trenchless con una proporzione di 2-3 volte inferiore.

A seconda della situazione specifica, il cavo di comunicazione può essere posato in tubi di plastica o di metallo lungo l'intera lunghezza del percorso sottomarino (nelle parti costiere è obbligatorio l'uso di tubi).

La società "Cable RF" è uno dei leader nella vendita di prodotti via cavo e dispone di magazzini situati in quasi tutte le regioni della Federazione Russa. Dopo aver consultato gli specialisti dell'azienda, è possibile acquistare il marchio di cavo di comunicazione necessario a prezzi competitivi.

Distanza tra i pozzetti di comunicazione

6. Requisiti e norme per la posa dei cavi e la costruzione di canalette per cavi

6.1. Area di applicazione del cavo
6.1.1. La scelta delle marche di cavi ottici ed elettrici deve essere effettuata in base all'area predominante della loro applicazione in conformità con GOST e TU, in base alle condizioni della loro installazione e protezione da fulmini, influenza elettromagnetica esterna, corrosione e protezione dai roditori.

6.1.2. Il cavo PRPPM deve essere utilizzato su linee di trasmissione in filo di classe II con la posa a terra e su sezioni separate di linee (non combinate con cavi di comunicazione) sistemi di scarico cavi, nonché sulle linee di abbonato del JTS, di regola, nel terreno e in casi eccezionali in cavo drenare.

6.1.3. Il cavo MPMP deve essere utilizzato su linee di trasmissione cablate di classe I con posa a terra e su sezioni separate di linee (non combinate con cavi di comunicazione), nonché su linee di Classe II quando il cavo PRPPM non fornisce l'attenuazione di linea necessaria.

6.1. I cavi con riempimento idrofobico di RPSPAP (con conduttori in alluminio-rame schermati) e RMPZEP (con conduttori in rame schermati) devono essere utilizzati su linee di trasmissione cablate di classe II con installazione in comune (con cavi di comunicazione) canaline, collettori, sotterranei tecnici e nel terreno, e anche su linee di trasmissione cablata di classe I con posa in collettori, sottoservizi tecnici, nel terreno e su sezioni separate in proprio (non combinato con cavi di comunicazione, canalette cavi).

6.1.5. I cavi con riempimento idrofobico RBPZEPB (con conduttori in alluminio-rame, schermati, con armatura in acciaio) e RMPZEPB (con conduttori in rame schermati con corazzatura in acciaio) devono essere utilizzati su linee di trasmissione cablate di classe II in comune (combinate con cavi di comunicazione) e linee I e Classe II con la posa nel terreno su zone umide e aree infette da roditori del terreno.

6.1.6. I cavi RMPZEP e RMPZEPB (con conduttori in rame) devono essere utilizzati nei casi in cui è impossibile garantire la conformità agli standard elettrici sui percorsi di trasmissione del suono utilizzando i cavi RBPSEP e RBPSEPP (con conduttori in alluminio-rame).

6.2. Requisiti e norme per la posa di cavi nel terreno
6.2.1. La posa di cavi di comunicazione nei terreni dei gruppi I-III, nonché nei terreni del gruppo IV (a condizione che due o tre volte la proporzione del terreno sia completata) deve essere eseguita utilizzando un metodo di scavo senza cavi con l'ausilio di attrezzature per la posa dei cavi. La deviazione da questa regola deve essere giustificata nella bozza.

Sviluppo di pozzetti per l'installazione di attrezzature di basso livello (NPD), installazione di giunti, per trincee di attraversamento di autostrade e ferrovie, nonché trincee per la posa di cavi e dispositivi di messa a terra, posa di cavi nella trincea finita, rinterro di trincee e pozzi, radure, rimozione del ceppo, piallatura aree lungo le rotte - dovrebbero, di regola, essere fornite in modo meccanizzato usando macchine, meccanismi e mezzi di meccanizzazione su piccola scala.

6.2.2. Le soluzioni di progettazione per la costruzione di strutture di cavi lineari dovrebbero garantire il livello della loro meccanizzazione non inferiore a:

  • 80% - quando si eseguono lavori di scavo;
  • 87% - posa cavi con posa cavi;
  • 67% - per il passaggio dei cavi nelle canaline dei cavi.

    Una riduzione del livello di meccanizzazione del lavoro lineare rispetto alle norme di cui sopra deve essere giustificata.

    6.2.3. Quando si sviluppano trincee e fosse per la posa di cavi in ​​terreni rocciosi, si dovrebbero usare attrezzature di perforazione e sabbiatura, tuttavia, questo metodo di lavoro dovrebbe essere usato solo nei casi in cui è esclusa la possibilità di utilizzare attrezzature da costruzione esistenti per questi scopi.

    6.2.4. Le distanze minime dai cavi di comunicazione, di telerilevamento o di canalizzazione dei cavi verso altre strutture sotterranee e fuori terra quando ci si avvicina o attraversano devono essere conformi a "Costruzione industriale e standard tecnologici per l'installazione di impianti di comunicazione, trasmissione e televisione" - OCTH-600-93, Ministero delle comunicazioni della Russia.

    6.2.5. La profondità di posa dei cavi ottici ed elettrici (armati e non armati) nei terreni dei gruppi I-IV dovrebbe essere applicata:

  • 1,2 m - a MKLS e MSCLS;
  • 1,2 m - per cavi ottici su VZKLS e su linee di collegamento GTS inter-stazione;
  • 0,9 m - per elettrico: cavi su VZKLS e linee di trasmissione via cavo di classe I;
  • 0,8 m per i cavi elettrici nelle reti primarie locali (urbane e rurali) al di fuori degli insediamenti e 0,7 m negli insediamenti. Se è necessario posare i cavi a una profondità inferiore a quella specificata, è necessario prevedere una protezione del cavo contro i danni meccanici sotto forma di mattoni (lastre di cemento) sopra il cavo su uno strato di terra soffice o terreno sabbioso di 0,1 m di spessore;
  • 0,8 m - per i cavi delle linee di trasmissione cablate di classe II.

    6.2.6. La profondità di posa dei cavi elettrici e ottici nei terreni del gruppo V e superiori, nonché nei terreni del gruppo IV, sviluppata con metodo esplosivo o martelli pneumatici, non deve essere inferiore a:

  • quando la roccia raggiunge la superficie - 0,4 m per tutti i tipi di cavi (profondità di trincea 0,5 m);
  • se c'è uno strato superficiale di terreno sopra la roccia - 0,6 m per tutti i cavi (profondità di trincea 0,7 m). Allo stesso tempo, la penetrazione nella roccia dura (roccia) non deve essere superiore a 0,5 m. Allo strato di terreno con uno spessore compreso tra 0,7 e 1,3 m, il cavo deve essere posato sopra la roccia ad una distanza di 0,1 m.

    Nei terreni sempre congelati e nei terreni con un profondo congelamento stagionale, la profondità di posa del cavo dovrebbe essere determinata dal progetto in conformità con le raccomandazioni contenute nelle Istruzioni tecniche per la progettazione, la costruzione e l'esercizio delle linee di comunicazione via cavo nelle aree per il permesso di morte, Ministero delle comunicazioni dell'URSS.

    6.2.7. I metodi e la profondità di posa direttamente nel terreno di cavi non armati in gusci di plastica, nonché in gusci di metallo con tubi di protezione in plastica con un diametro esterno inferiore a 20 mm in aree infettate da roditori, dovrebbero essere definiti dal progetto tenendo conto dei requisiti di cui all'appendice 3.

    6.2.8. Nei terreni rocciosi del gruppo V e superiori, così come nei terreni del gruppo IV, sviluppati da esplosivi, martelli o altri metodi e meccanismi, i cavi devono essere posati in una trincea con il letto del dispositivo e lo strato superiore di copertura di terra allentata o terreno sabbioso con uno spessore di 10 cm ciascuno. La necessità di un letto di terra sabbiosa importata è giustificata dal progetto.

    Nei terreni dei gruppi IV e V, allentati da un metodo esplosivo, è consentita la posa di cavi simmetrici corazzati di tutti i tipi, nonché cavi di comunicazione coassiali armati in guaine di alluminio con uno strato di cavi con un terreno proporzionale tre volte proporzionale.

    6.2.9. La larghezza delle trincee nella parte superiore della modalità di sviluppo manuale, a seconda della profondità e del numero di cavi da posare, dovrebbe corrispondere alla Tabella. 3.4 OSTN-600-93, Ministero delle comunicazioni della Russia.

    La larghezza delle trincee sviluppate dal metodo meccanizzato dovrebbe essere determinata dalle dimensioni del corpo di lavoro (benna, fresa) della macchina movimento terra.

    6.2.10. I cavi delle linee di trasmissione via cavo di una classe possono essere disposti insieme. La distanza tra i cavi posati nel terreno di linee di classi diverse deve essere di almeno 0,5 m per il caso in cui il cavo è una linea blindata di classe I e 1 m quando il cavo di una linea di classe I non è blindato.

    6.2.11. Quando si attraversano strade e ferrovie, strade e tram, i cavi devono essere posati in tubi di cemento-amianto o polietilene per dia. 100 mm con uscita su entrambi i lati della base del terrapieno o bordo campo per una lunghezza di almeno 1 m.

    Quando si costruiscono incroci in luoghi con alti livelli di acque sotterranee e in caso di posa di tubi al di sopra del limite di congelamento, devono essere prese misure protettive contro la frantumazione del cavo con ghiaccio secondo le "Istruzioni per la protezione dei cavi di comunicazione dall'essere schiacciati dal ghiaccio nelle canalizzazioni alluvionali", Ministero delle Comunicazioni dell'URSS.

    Il numero di tubi da posare ai passaggi deve essere fornito in base alle norme di caricamento dei canali con cavi di comunicazione per vari scopi e tenendo conto dei tubi di riserva in base alla tabella. 6.1.

    _________
    Note: 1. Per i cavi di reti di trasmissione via filo e cavi singoli di tubi di riserva HUNDRED non devono essere forniti.
    2. Per la posa di cavi di reti di trasmissione a filo e cavi a una coppia di stazioni di servizio, è consentita la posa di tubi con diametro interno inferiore a 100 mm.

    6.2.12. Durante l'attraversamento di strade sterrate non profilate permanenti, comprese le uscite dalle autostrade, è consentito posare cavi di comunicazione in una trincea precedentemente predisposta senza tubi, ma con lastre di cemento armato o in cemento armato.

    Quando si posano i cavi per le apparecchiature di posa dei cavi nelle intersezioni con strade di campagna e uscite stradali, non dovrebbero essere fornite le misure di protezione specificate contro i danni meccanici.

    6.2.13. Quando si posano cavi a terra con una pendenza superiore a 30 o, le trincee di scavo in salita e in discesa devono essere eseguite a zigzag (serpente) con una deviazione dalla linea centrale di 1,5 me una deviazione di 5 m. Allo stesso tempo, su pendenze di 30-45 o, cavi di comunicazione con armatura a nastro, con una pendenza di oltre 45 o - cavi di comunicazione, filo tondo galvanizzato in acciaio blindato. In questi casi, il cavo viene posato manualmente.

    6.2.14. In terreni particolarmente instabili (nella palude, nella palude) l'accoppiamento deve essere installato su pile. In alcuni casi, è consentita la rimozione di giunti sul lato della strada o sul pendio della strada.

    Sulle sezioni di frana dei percorsi, la posa del cavo dovrebbe essere fornita, di regola, con l'uso di strutture stradali anti-frana esistenti. Strutture esterne di protezione stradale, posa di cavi su aree franose è consentita in casi eccezionali con l'attuazione di misure adeguate per proteggerlo.

    6.2.15. I cablaggi nelle immediate vicinanze o all'interno delle zone di sicurezza degli impianti di comunicazione devono essere forniti in conformità con i requisiti delle "Istruzioni per lo svolgimento dei lavori nelle zone di sicurezza delle linee di comunicazione dei cavi e dei cavi intracranici", Ministero delle comunicazioni dell'URSS.

    6.2.16. Se sono necessari cavi di comunicazione con 3-4 cavi di collegamento in una direzione, questi devono essere disposti lungo due percorsi situati l'uno dall'altro a una distanza non superiore a 1 m. Questo requisito non si applica alle linee di posa del tipo di PRPPM mediante posa dei cavi.

    6.2.17. Quando si progettano linee di cavi in ​​aree boschive (taiga), le strade forestali e le radure devono essere utilizzate al massimo. Se un'opportunità del genere non sembra essere possibile in alcune parti del percorso, è necessario prevedere la riduzione o la compensazione delle radure a seconda del tipo di macchine e dei meccanismi utilizzati: nonché dei metodi di produzione. La larghezza di taglio delle radure dovrebbe essere giustificata dal progetto.

    6.2.18. Quando si sceglie un luogo per la costruzione di un passaggio di cavi su ferrovie e autostrade, nonché su tram, devono essere osservati i seguenti requisiti:

  • la lunghezza della transizione deve essere la più breve. Ciò dovrebbe tenere conto del futuro sviluppo della rete ferroviaria o dell'espansione dei viaggi su strada;
  • l'angolo di intersezione della condotta (unità di tubazione) dovrebbe essere, di regola, 90 ° ma non inferiore a 60 °;
  • Gli incroci devono essere posizionati in luoghi con il numero minimo di binari e su tratti rettilinei.
  • Il dispositivo di transizione attraverso i binari della ferrovia sulle frecce e croci non è permesso.

    La progettazione dei passaggi dei cavi attraverso le linee elettriche elettrificate di corrente continua e alternata, i percorsi dei tram e delle metropolitane sotterranee devono essere effettuati in conformità con GOST 67-78.

    6.2.19. Nel determinare il numero necessario di cavi da posare nei progetti, le loro riserve dovrebbero essere fornite tenendo conto del terreno irregolare, posando cavi nel terreno, e disponendoli sotto forma di pozzi, ponti e consumo per tagliare le estremità dei cavi quando si effettuano misurazioni elettriche, testare e giuntare le loro lunghezze. I tassi di consumo del cavo per 1 km del percorso sono indicati nella tabella. 6.2.

    6.2.20. La posa di cavi ottici ed elettrici sulla sezione OUP-OUP (ORP-ORP) o OP-ORP (OP-ORP) sulle linee di comunicazione tronco e intra-zona deve essere fornita nei progetti nella direzione dalla stazione A (testa) alla stazione B, e sulle linee ad anello - nella direzione della traccia in senso orario.

    6.3. Requisiti e norme per la posa di cavi di comunicazione ottici ed elettrici in condotte e collettori di cavi
    6.3.1. La posa di cavi ottici in canaline deve essere effettuata, di regola, in canali liberi e posizionata, se possibile, nel centro dell'unità verticalmente e sul bordo in orizzontale.

    In un canale libero sono consentiti non più di cinque o sei cavi ottici dello stesso tipo. Utilizzare il canale occupato da cavi ottici per la posa di cavi elettrici non è consentito.

    6.3.2. La posa di cavi ottici non armati in un canale di canalizzazione cavi occupato con cavi elettrici dovrebbe essere fornita in un tubo di polietilene pre-depositato.

    Cavi ottici con armatura di barre in fibra di vetro, fili di acciaio, nastri con guaina protettiva in polietilene su armatura possono essere forniti per la posa sia in canali liberi che occupati senza posa di un tubo in polietilene.

    6.3.3. Cavi elettrici come KM-4, KMA-4 dovrebbero essere previsti per la posa solo nel canale libero dei canali di cablaggio. I cavi dei tipi MKT-4, MKTA-4 e VKPA-10 possono essere installati in un canale (separato), ma non più di tre. In un canale, è possibile posizionare da tre a quattro cavi del tipo MKS con una capacità di 4 e 7 quadrupli, utilizzati dallo stesso tipo di sistemi di trasmissione e avere gli stessi livelli di trasmissione, nonché cavi a bassa frequenza di tutti i tipi e cavi ad alta frequenza, a condizione che la somma dei diametri dei cavi da posare non superi 0, 76 diametri di canale.

    6.3.4. Cavi coassiali del tipo KM-4, KMA-4, nonché cavi telefonici per città del tipo TP, tipo TZ a bassa frequenza, T3A con un diametro esterno superiore a 40 mm sul guscio, devono essere previsti, di regola, per l'installazione nelle file inferiori dei blocchi dei condotti dei cavi.

    6.3.5. I cavi in ​​una guaina di alluminio del tipo MKSA e ZKA delle direzioni opposte di trasmissione di sistemi di trasmissione analogici e digitali possono essere posati nello stesso canale di conduttura attraverso la sezione di amplificazione (rigenerazione).

    I cavi del tipo MKS, ZKP (ZKV) di sistemi di trasmissione analogici e digitali in arrivo devono essere installati in diversi canali di canalizzazione.

    In alcuni casi è consentito posarli su un canale per una lunghezza non superiore a 1 km.

    6.3.6. La posa di cavi di reti di trasmissione di conduttori in una canalizzazione di cavi insieme a cavi di comunicazione è consentita nelle seguenti condizioni:

  • in un canale separato - per l'intero percorso, la tensione nominale della linea del cavo non deve superare i 240 V;
  • utilizzo di cavi schermati con messa a terra dello schermo su entrambi i lati con la resistenza del dispositivo di messa a terra in conformità con GOST 464-79 *;
  • La lunghezza della sezione di cablaggio parallelo delle reti di trasmissione cablate nei condotti dei cavi con uno qualsiasi dei cavi di comunicazione collocati nei canali adiacenti non deve superare 2 km per cavo schermato (RPSED, RMPZEP) e 3 km per cavo schermato e armato (RPSED, RMSEP);
  • l'assenza nel canale adiacente di cavi di comunicazione che utilizzano sistemi di trasmissione con multiplexing a divisione di frequenza.

    6.3.7. Le distanze tra i cavi di trasmissione cablati posati in canaline, collettori, sotterranei tecnici, locali di ingresso cavi e direttamente nel terreno con cavi di comunicazione devono essere almeno i valori indicati in Tabella. 6.3.

    6.3.8. Nei collettori i cavi dovrebbero essere posizionati come segue:

  • con una disposizione a due file, i cavi di trasmissione via cavo possono essere disposti su uno o sull'altro lato del passaggio. Allo stesso tempo, da un lato del corridoio, i cavi di trasmissione del filo dovrebbero essere disposti sulla parte superiore, i cavi di comunicazione e le linee di calore sotto di essi dovrebbero essere disposti di seguito. Dall'altra parte del corridoio - sopra i cavi di alimentazione, sotto i cavi di comunicazione della trasmissione via cavo, poi i cavi di comunicazione e gli acquedotti sotto di loro;
  • con una disposizione a fila singola, i cavi di alimentazione devono essere posizionati sopra, i cavi di trasmissione filo sotto di essi, i cavi di comunicazione sottostanti, le linee di acqua e calore ancora più basse.

    6.3.9. In caso di posa parallela nei collettori dei cavi di comunicazione e dei cavi di alimentazione, i cavi di comunicazione devono essere posizionati a 20 cm sotto i cavi di alimentazione.

    6.3.10. Durante la posa dei cavi di comunicazione nei collettori, questi ultimi devono essere posizionati a non meno di 10 cm sopra le tubazioni di alimentazione dell'acqua, la rete di riscaldamento e altre tubazioni.

    6.3.11. Nei tunnel della metropolitana, i cavi di comunicazione ottica devono essere posati con involucri esterni in polietilene che non propagano la combustione, nonché cavi armati elettrici con un rivestimento protettivo di tipo BG, e in alberi verticali su pendenze verticali - cavi con un rivestimento protettivo di tipo K.

    6.4. Requisiti e norme per la costruzione di canalette per cavi
    6.4.1. La costruzione di fognature via cavo dovrebbe essere fornita nelle città e negli insediamenti di tipo urbano in aree con layout orizzontali e verticali completi per la posa di cavi di comunicazione e trasmissione, nonché l'espansione di reti telefoniche locali quando non è possibile posare cavi nelle canalizzazioni esistenti.

    6.4.2. Nelle città e negli insediamenti di tipo urbano, la posa di cavi nel terreno è consentita in aree senza completa pianificazione orizzontale e verticale, soggetta a sollevamento, palude, con permafrost, lungo le strade soggette a chiusura, riqualificazione o ricostruzione della città e nelle aree suburbane.

    6.4.3. Quando si scelgono le fogne per cavi, è necessario assicurarsi che il numero di incroci con strade, strade e binari sia il più piccolo. Le fognature dovrebbero essere fornite per la costruzione di passaggi stradali e intra quarto con una superficie migliorata.

    6.4.4. La capacità dei blocchi del condotto cavi progettato nelle sue singole sezioni dovrebbe essere determinata sulla base di:

  • i valori di questi siti nel sistema generale di costruzione di strutture lineari;
  • il carico medio dei canali utilizzati per la posa dei cavi sulle sezioni principali delle linee di abbonato GTS;
  • la necessità di canali per i cavi di comunicazione inter-stazione di CTA e JTS, cavi per l'organizzazione di reti di canali non commutati (fili diretti), cavi per reti backbone e intra-zone, cavi per reti di trasmissione filo, nonché cavi per altri scopi;
  • la necessità di canali per la rete di distribuzione GTS, STS;
  • requisiti per i canali di backup;
  • tenere conto dello sviluppo di varie reti per il futuro;
  • la natura della strada e il tipo di superficie stradale.

    6.4.6. Con il passaggio delle vie proiettate della rete fognaria sulle autostrade e strade principali del paese:

  • sugli approcci alle centrali telefoniche nei quartieri in cui si trova;
  • agli ingressi nella stazione (sottostazione) per quanto riguarda i cavi di ingresso e la sua capacità massima, le esigenze delle reti e dei cavi inter-stazione per altri scopi;
  • sugli attraversamenti di strade, ferrovie e binari del tram;
  • su strada, ponti ferroviari sulle barriere dell'acqua e sui cavalcavia - la capacità dei blocchi dei condotti dei cavi deve essere determinata mediante calcolo, tenendo conto del futuro sviluppo della rete telefonica urbana, delle norme per il caricamento dei canali con cavi ottici ed elettrici.

    6.4.6. Quando si calcola il numero di canali di canali via cavo sul CTA, si dovrebbe considerare quanto segue:

  • In tutte le aree in cui è determinata la necessità di posare i cavi di distribuzione, è necessario fornire un canale di distribuzione (la necessità di un canale aggiuntivo per i cavi di distribuzione in determinate sezioni dovrebbe essere giustificata dal progetto). In casi eccezionali, con giustificazione nel progetto, è consentito posare un cavo con una capacità di fino a 200 paia della sezione di tronco della rete di abbonato in condotti per cavi, destinati alla posa del cavo di distribuzione;
  • nelle canalizzazioni di cavi, dove è prevista la posa di almeno uno dei canali di uno o più cavi sulle sezioni principali della rete di abbonato con una capacità totale di 400 coppie o più, e anche dove la capacità dei cavi esistenti in uno dei canali è uguale o superiore a 400 coppie, si dovrebbe prevedere il canale in caso di sostituzione del cavo danneggiato;
  • nelle aree tra le direzioni principali dei condotti per cavi e armadi di distribuzione con una capacità di 1200x2, dovrebbero essere forniti quattro canali, con una capacità di un armadio 600x2 - tre canali, con una capacità di un armadio 300x2 - due canali di conduit, e con una capacità di armadio 150x2 - un condotto.

    6.4.7. La costruzione di collettori speciali per la posa di cavi di comunicazione in essi dovrebbe essere fornita in casi eccezionali. La loro costruzione all'ingresso del cavo per gli edifici delle imprese di comunicazione (ATS, AMTS, ecc.) Dovrebbe essere effettuata con il numero di canali di ingresso superiori a 48.

    6.4.8. All'interno delle aree interne degli edifici a più piani, è necessario utilizzare passerelle e. collezionisti semi-passaggio di piccola sezione (valutazione), la cui costruzione viene effettuata durante lo sviluppo della città

    6.4.9. I condotti per cavi devono essere forniti da:

  • tubi di cemento amianto con diametro interno di 100 mm;
  • tubi di polietilene riciclato con un diametro esterno di 63 mm e 110 mm;
  • tubi in calcestruzzo con un diametro interno di 90-100 mm.

    6.4.10. Per i condotti per cavi a basso canale delle sezioni del tronco della rete di abbonati (fino a due tubi inclusi), dove non c'è la prospettiva di aumentare la capacità dei blocchi, così come per le reti di distribuzione è necessario utilizzare tubi in polietilene con diametro interno di 55-58 mm.

    6.4.11. La profondità minima ammissibile delle condotte per la depurazione dei cavi nel mezzo della campata dovrebbe corrispondere ai valori secondo OCTN-600-93 del Ministero delle Comunicazioni della Russia, e quando si attraversano i binari ferroviari di autostrade e autostrade e tram - i valori indicati in Tabella. 6.4.