Posa di tubi in polietilene

La ditta DVN-Stroy esegue lavori di posa di tubi in polietilene di vari diametri, da 50 a 630 mm.


I tubi in polietilene sono ampiamente usati nella costruzione. Vengono utilizzati per la posa di reti di condotte idriche, sistemi di distribuzione del gas, reti di acque reflue a gravità e gravità, come custodie protettive per cavi elettrici e telefonici. La posa dei tubi viene eseguita utilizzando il metodo tradizionale aperto o il metodo senza scavo di foratura direzionale orizzontale con HDD. La produzione di tubi in PE viene effettuata mediante estrusione continua di polietilene a bassa pressione.

La compagnia DVN-Stroy utilizza solo moderne attrezzature per la saldatura. I tubi italiani GF Omicron 315 sono utilizzati per tubi con diametro fino a 315 mm Per tubi 315-630 mm - Ritmo Delta 630. La saldatura di accoppiamento viene eseguita utilizzando il dispositivo Hurner HST300.

Metodi di montaggio dei tubi in polietilene.

I tubi in polietilene sono montati principalmente in tre modi: utilizzando la saldatura di testa, la saldatura per elettrofusione con i riscaldatori incorporati e l'utilizzo di raccordi a compressione. Le rotazioni di tubi e diramazioni vengono eseguite con raccordi saldati o colati: gomiti, croci, raccordi a T, manicotti per flange.

La saldatura testa a testa di tubi in polietilene, di regola, viene utilizzata per collegare i tubi PND in tutti i casi in cui è possibile posizionare tubi e apparecchiature di saldatura. Inoltre, la saldatura di testa collega tubi di grandi diametri (da 630 mm).

La saldatura per elettrofusione o la saldatura con l'aiuto di riscaldatori incorporati viene eseguita più spesso in condizioni anguste: in camere e pozzi, in trincee strette, ecc.

I raccordi a compressione consentono connessioni rimovibili di tubi con diametro fino a 63 mm. L'ovvio vantaggio di tali connessioni è l'installazione semplice e abbastanza rapida senza l'uso di attrezzature speciali. I raccordi a compressione sono spesso utilizzati nell'assemblaggio di sistemi idraulici interni.

Il costo di posa dei tubi in polietilene.

Il costo del lavoro su ciascun oggetto viene calcolato individualmente e dipende dai seguenti indicatori:

- la lunghezza del percorso del gasdotto;

- il numero e la complessità degli assiemi;

- metodo di installazione - posa di tubi in trincea o metodo di installazione senza scavo;

- la presenza o l'assenza di elettricità, ecc.

Un esempio di installazione di tubi in polietilene di approvvigionamento idrico.

La maggior parte delle comunicazioni di ingegneria urbana costruite durante l'era sovietica sono consumate del 70% e oltre. Quasi tutti i condotti di approvvigionamento idrico sono stati realizzati con tubi in acciaio, che sono i più suscettibili alla corrosione. Il deprezzamento di questi tubi è espresso in situazioni di emergenza permanenti: sfondamento dei tubi, riduzione della sezione del tubo e della sua portata e inquinamento idrico da parametri biologici.

La figura seguente mostra chiaramente le condizioni del tubo dell'acqua in acciaio dopo una lunga durata.

Una delle opzioni per la ricostruzione delle reti di approvvigionamento idrico usurate è la posa di tubi in polietilene. La sostituzione dei tubi può essere effettuata lungo il vecchio tubo, con distruzione, o stesa vicino al tubo esistente, senza interrompere l'approvvigionamento idrico di case residenziali e altri consumatori. I pozzetti e le camere, a seconda delle condizioni, sono soggetti a sostituzione, ricostruzione completa o parziale (ad esempio, sostituzione di colli, scale e botole).

Nella prima fase, dopo i lavori di scavo per scavare trincee e fosse, i tubi di polietilene sono saldati in una frusta mediante saldatura di testa, in una fossa o sulla superficie della terra.

Successivamente, il lavoro viene eseguito sulla posa di tubi in HDPE dalla linea principale alle case e ai luoghi di collegamento. I tubi sono montati sull'apparecchio di testa o utilizzando elementi incorporati.

L'installazione di tubi di polietilene tra di loro viene eseguita nella seguente sequenza.


1. I tubi sono allineati e centrati al massimo l'uno rispetto all'altro. Le superfici dei tubi sono preparate per l'installazione: pulite da sporco e sgrassate.

2. L'inserimento nel tubo principale può essere eseguito in diversi modi, ad esempio usando una flangia in ghisa TF o una maglietta in plastica. La figura seguente mostra un tie-in usando una sella. Alle estremità dei tubi con l'aiuto dell'elettrofusione, sono montate boccole PND con flange noiose.

È molto importante montare correttamente il gruppo su un tubo libero. La distanza tra le flange dovrebbe essere tale che in seguito, durante l'installazione della valvola e il serraggio dei bulloni, la connessione risulterebbe abbastanza stretta. In futuro, la connessione dovrebbe resistere alle prove idrauliche 8-12Atm, mentre i tubi in polietilene non dovrebbero subire sollecitazioni di trazione eccessive, il che garantirà una lunga durata delle tubazioni di erogazione dell'acqua.

3. Successivamente, la valvola della flangia è installata. Tutto il lavoro è fatto nella camera esistente. Dopo aver commutato l'alimentazione idrica alla nuova autostrada, le vecchie tubature logore devono essere smontate e lavate con una malta di cemento e sabbia.

L'impianto idraulico dei tubi in polietilene ha prestazioni elevate. Il polietilene ha un'elevata resistenza chimica, non soggetto a corrosione e basse temperature. A causa dell'elevata scorrevolezza delle pareti del tubo, il loro volume è superiore del 25-30% rispetto a quello dei tubi in acciaio.


La vita utile delle condotte in polietilene è di almeno 50 anni.

Regole per la posa e l'installazione di tubi in polietilene.

Quando si eseguono installazioni sotterranee di tubi in polietilene, è necessario ricordare e attenersi alle seguenti regole. La profondità di posa dei tubi dovrebbe essere maggiore di 0,2 metri, la profondità di congelamento della terra (nella Regione di Mosca è di 1,5 metri). La larghezza della trincea lungo il fondo dovrebbe essere di 40 centimetri più grande del diametro del tubo che viene posato. Se la saldatura dei tubi in HDPE sarà realizzata in una trincea, la sua larghezza dovrebbe consentire di posizionare una saldatrice lì.

Prima di installare i tubi, al fine di evitare il loro danneggiamento, il fondo della trincea deve essere accuratamente livellato. Se la base della trincea ha inclusioni solide, è necessario disporre un cuscino di sabbia di sabbia con uno spessore di 10-15 centimetri. Durante la posa senza scavo di tubi dell'acqua, non è necessario un dispositivo di base e il riempimento.

Dopo la posa dei tubi viene effettuato il riempimento. La levigatura iniziale è fatta con sabbia ad un'altezza di 15-30 centimetri sopra la parte superiore del tubo. Un ulteriore riempimento in cima alla trincea può essere effettuato con pietre locali o rifiuti di costruzione di dimensioni superiori a 20 mm. Sotto le strade proiettate e le strade carrabili, il riempimento delle trincee viene effettuato esclusivamente dalla sabbia con una compattazione strato per strato.

I vantaggi dei tubi in polietilene.

I moderni tubi in polietilene sono realizzati in polietilene di grado PE80 m PE100 secondo GOST 18599-2001 e hanno molti vantaggi rispetto ad altri tipi di tubi:

- il costo dei tubi di polietilene sotto i tubi d'acciaio;

- durata di almeno 50 anni;

- I tubi in HDPE non sono suscettibili alla corrosione e resistenti ai supporti aggressivi;

- in considerazione del basso peso, l'installazione di tubi in polietilene viene effettuata senza l'uso di attrezzature pesanti;

- l'installazione di tubi in polietilene per saldatura di testa o elettrofusione si distingue per semplicità e affidabilità;

- quando l'acqua si congela all'interno del tubo, non collassa;

Queste innegabili proprietà dei tubi in polietilene hanno permesso loro di trovare un'ampia applicazione in tutti i settori dei servizi di ingegneria edile.

Qualsiasi informazione aggiuntiva che puoi ottenere telefonicamente +7 (495) 226-18-50

Posa di tubi in polietilene nel terreno

La posa sotterranea di condutture deve essere eseguita secondo determinate regole. I tubi sono posti in una trincea appositamente scavata per loro. L'ampiezza della trincea dipende dal diametro del tubo in polietilene. La posa di tubi in polietilene nel terreno è una questione importante e responsabile.

Come scegliere la larghezza della fossa

1. È necessario prendere una trincea di larghezza tale da rendere più conveniente la posa e il collegamento dei tubi.

2. Se si posa una trincea per un futuro sistema di fognatura o di approvvigionamento idrico, allora nella sua larghezza dovrebbe superare di 40 centimetri il diametro esterno del tubo di polietilene.

3. Se viene creata una trincea utilizzando un escavatore a catena, la sua larghezza potrebbe essere leggermente ridotta.

Quale dovrebbe essere il fondo della trincea

1. Nel caso in cui ci sia un terreno solido piuttosto denso sul fondo di una fossa scavata, deve essere cosparso di sabbia. Lo spessore dello strato di sabbia sul fondo della fossa dovrebbe essere di circa 10 centimetri.

2. I tubi di polietilene sono posati in una fossa nel terreno solo su una base uniforme. In fondo non ci dovrebbero essere irregolarità e massi di terra. Tutte le scanalature che rimangono dopo lo scavo delle pietre devono essere riempite e il fondo deve essere ben compattato e livellato.

3. Se il fondo di una trincea scavata è caratterizzato da una maggiore morbidezza e scioltezza, è necessario eseguire una serie di lavori sulla sua compattazione e rafforzamento. Il fondo della trincea è rinforzato con materiale geotessile.

Cuscino sotto i tubi in polietilene

Sotto tutti i tubi di polietilene che giacciono sul fondo della trincea, deve essere racchiusa una speciale guaina.

1. Il cuscino è realizzato in ghiaia (sabbia).

2. Lo spessore del cuscino dovrebbe essere compreso tra 10 e 15 centimetri.

3. Il cuscino non ha bisogno di essere sigillato. Dovrebbe essere il più agevole possibile.

4. Se il fondo di una fossa scavata per la posa di tubi in polietilene è molto liscio, non è necessario un cuscino. È possibile rimuovere solo lo strato solido superiore del terreno e sostituirlo con uno più morbido.

Spruzzatura tubi in polietilene che giace in una fossa

1. Per la spruzzatura iniziale di tubi in polietilene, è possibile utilizzare il terreno che non contiene grosse pietre, che è stato rimosso dalla fossa durante la sua scavo.

2. Se il terreno rimosso dalla trincea non è adatto per spolverare i tubi, può essere sostituito con ghiaia o sabbia. La dimensione maggiore delle frazioni di ghiaia in questo caso può essere di 20 millimetri. Anche per questi scopi, è possibile utilizzare la pietra frantumata con le dimensioni delle frazioni da 4 a 20 millimetri.

3. L'iniziale spolverata di tubi posati sul fondo della trincea dovrebbe essere effettuata su tutta la sua larghezza. L'altezza della polvere dovrebbe essere di almeno 15 centimetri dalla superficie del tubo di polietilene.

4. Il terreno può essere compattato durante il processo di spruzzatura. Il terreno è compattato in strati di 20 centimetri.

5. Il secondo strato di spolveramento dovrebbe chiudere completamente tutti i tubi. Lo spessore di questo strato non deve superare i 20 centimetri. Sigillare non è necessario.

6. Quando si cospargono tubi di polietilene giacenti in una trincea, si deve tenere presente che quando lo spessore dello strato protettivo di spolveramento è inferiore a 30 centimetri dal tubo, il valore delle pietre in esso contenute non deve superare i 6 centimetri.

Installazione fai-da-te di tubi in polietilene

In questo articolo spiegheremo come installare l'installazione di tubi in polietilene con le proprie mani. Ciò salverà diverse volte quando si posiziona la maggior parte delle comunicazioni. Esistono vari tipi di prodotti menzionati e modi per installarli. Questo articolo metterà in evidenza tutti questi aspetti.

ambito di applicazione

Il polietilene è ampiamente utilizzato nella produzione di vari prodotti. Questo è un polimero che ha un numero di proprietà molto utili. Ad esempio, è immune all'azione della maggior parte degli acidi, della benzina, di vari oli e di altri solventi. Ciò significa che quando si è in un ambiente ostile, la vita di un tale materiale può essere molto lunga. Nell'industria, questa materia prima viene utilizzata nella produzione di imballaggi per vari alimenti. Il materiale non ha un effetto dannoso sul corpo umano, sebbene sia un prodotto dell'industria petrolifera.

Oltre a tutto quanto sopra, questo polimero è facile da lavorare. Al fine di realizzare un prodotto pianificato, non sono richieste condizioni speciali di temperatura o pressione particolari. Da esso si ricavano facilmente tubi che vengono utilizzati per vari scopi:

  • fornitura d'acqua;
  • sistemi di drenaggio;
  • linee di gas;
  • sistemi di irrigazione;
  • condotte per il trasporto di sostanze chimicamente aggressive nell'industria;
  • sistemi di irrigazione;
  • per il trasporto di liquidi contenenti inclusioni abrasive;
  • sistemi fognari;
  • sistemi progettati per abbassare i livelli d'acqua.

Tale ampia distribuzione è associata alla facilità di installazione e all'elevata flessibilità del prodotto finale.

Tipi di tubi in polietilene

Tutti i tubi in polietilene sono divisi per pressione. Esistono tre tipi principali:

  • GAI. Tali prodotti resistono ad alta pressione. Sono applicati su autostrade e siti ad alta pressione. Il loro diametro può superare 1 m. Rilevante per l'organizzazione di quartieri di approvvigionamento idrico o addirittura città.
  • HDPE. Il tipo più comune e comune. I tubi in plastica a bassa pressione vengono utilizzati per l'impianto idraulico, nel qual caso hanno più spesso una striscia blu lungo l'intera lunghezza oppure possono essere completamente verniciati in blu. Per la posa di linee di gas utilizzate materiale con una striscia gialla.
  • Il terzo tipo è realizzato con materiali riciclati. Solitamente tali tubi vengono utilizzati per la posa di varie linee di comunicazione. I prodotti servono come manicotti che impediscono effetti dannosi sul cavo.

I vantaggi di tali prodotti sono:

  • resistenza alla corrosione;
  • elevata flessibilità e plasticità durante l'installazione;
  • facilità di connessione;
  • elevata resistenza meccanica;
  • l'impossibilità di crescita e intasamento dovuta alla levigatezza delle pareti;
  • resistenza agli shock idraulici (è consentito più volte un eccesso di pressione ammissibile a breve termine);
  • buon dielettrico;
  • possibilità di installazione in uno spazio limitato;
  • il valore della perdita d'acqua è inferiore a quello di altri materiali;
  • più alta densità dell'acciaio - 8 volte;
  • le saldature di forza superano la resistenza dei tubi stessi;
  • relativamente leggero;
  • 50 anni di servizio senza necessità di manutenzione.

Metodi di montaggio

Anche un principiante può gestire l'installazione, subordinatamente alla disponibilità degli strumenti necessari e delle conoscenze di base. Tutti i tipi di giunzioni di tubi di questo tipo sono suddivisi in due categorie principali:

  • Separabile. Sono stati sviluppati accessori speciali per loro. L'assemblaggio dell'intera struttura è possibile con la presenza di strumenti elementari che ogni proprietario possiede.
  • Monolitico. In questo caso, ci sono due opzioni che possono essere applicate. Uno di questi comporta il legame con una composizione speciale che non influisce negativamente sul corpo. Il secondo è la saldatura. Ha una sua sottospecie. Viene eseguito utilizzando uno speciale apparecchio che riscalda le estremità, dopo di che avviene l'attracco. Sviluppato anche giunti speciali, che sono incorporati nella spirale (sono anche chiamati elementi con riscaldatore incorporato), eseguendo la saldatura.

Guida pratica

Il primo metodo di connessione, che è stato menzionato sopra, viene spesso utilizzato a casa. Lo strumento che sarà necessario per assemblare l'intera struttura:

  • cesoie per tubi o seghe a mano;
  • chiave speciale con catena;
  • raccordi;
  • ruota della roulette

L'intero processo di posa sarà il seguente:

  • L'intero tubo è prodotto in bobine, quindi dovrà essere posizionato in modo conveniente per semplificare l'operazione. Il segmento necessario viene misurato e con l'aiuto di un seghetto o di un paio di forbici viene tagliato fuori dalla baia.
  • Il bordo che andrà nel raccordo si allinea bene. Questo deve essere fatto in modo che in seguito non vi sia inclinazione e che la presa sia uniforme.
  • Lo smusso sotto il cono viene rimosso, questo renderà più facile il passaggio della gomma da sigillare.
  • Con il raccordo svitare il giunto.
  • L'anello di tenuta è stato rimosso.
  • Innanzitutto, l'accoppiamento e quindi l'anello di tenuta sono posti sul tubo.
  • L'anello deve essere ruotato in modo che la sua parte conica poggi sull'attacco e sul bordo del raccordo.
  • Il tubo è bagnato con acqua o acqua saponata. Questo renderà più facile risolverlo.
  • Il raccordo viene posizionato sul tubo fino alla battuta. Allo stesso tempo, bisogna fare attenzione che la gomma da sigillare che si trova dentro non si avvolga all'interno del foro. Se ciò accade, è necessario rimuovere il raccordo e ripetere tutto dall'inizio.
  • Prima di riempire il tubo con la terra, è consigliabile controllarlo applicando una pressione di esercizio.

Una panoramica del raccordo a crimpare per tubi in polietilene, vedi sotto:

Il giunto di testa è un po 'più complicato e richiede uno strumento specializzato. Il principale è la saldatrice. Consiste di tali blocchi:

  • Centralizzatore. Clip di bloccaggio speciale che consente di posizionare le due parti chiaramente l'una di fronte all'altra. Inoltre, con l'aiuto di questo elemento, viene eseguita la fissazione e il bloccaggio per formare una cucitura di alta qualità.
  • Planer. Un piccolo strumento con un motore elettrico con due teste di taglio. Il suo obiettivo: elaborare i bordi in modo che abbiano una superficie piatta.
  • Unità idraulica. Progettato per spostare le due parti del centralizzatore. Ha un manometro che consente di selezionare il valore desiderato in barre.
  • Riscaldatore. Questo è un tipo di saldatore che scioglie i bordi per il successivo aggancio.

Se si prevede di essere coinvolti in un'installazione professionale, è logico acquistare un dispositivo di questo tipo, altrimenti è sufficiente noleggiarlo. La sequenza di azioni sarà la seguente:

  • Una delle parti da saldare deve essere mobile. Se questa condizione non viene soddisfatta, il centralizzatore non adempie al suo ruolo.
  • Con l'aiuto dei calibri, viene controllata l'ovalità del tubo. Il diametro deve essere lo stesso in qualsiasi punto in cui è fissato il calibro.
  • Verificare la conformità con lo spessore effettivo della parete dichiarato. Deve essere lo stesso per i due elementi. Se sono diseguali, la punta non raggiungerà la forza richiesta.
  • Gli elementi sono installati nel centralizzatore. È necessario mantenere una distanza tra di loro in modo tale che nella posizione aperta sia possibile installare in sicurezza il capospalla e l'elemento riscaldante.
  • La clip viene eseguita a coppie. Le clip posteriori possono essere leggermente più serrate rispetto alla parte anteriore. Con quest'ultimo, è meglio non esagerare, in modo da non violare la correttezza della circonferenza del calcio.
  • L'installazione di pressione sul movimento. Per fare questo, devi prima svitare la valvola per rilasciare l'aria. Inoltre, torcendolo, è determinato dal valore a cui inizia il movimento.
  • Calcola la pressione quando viene compressa sulla saldatura. Questo viene fatto secondo la tabella, che di solito si trova sull'unità. Se non è presente, è possibile utilizzare la seguente formula: dividere l'estremità del tubo per l'area della sezione trasversale totale dei cilindri, moltiplicare il risultato per 0,15 e aggiungere la pressione di pressione.
  • Le parti che verranno saldate vengono pulite da sabbia e altro sporco con un panno umido.
  • Elaborazione dei bordi in corso. Per fare questo, uno strumento piatto viene installato proprio accanto a un tubo. È acceso e con l'aiuto di un'unità idraulica vengono spostati due spazi vuoti. Il processo ha luogo fino a 3-4 bobine di trucioli interi su ciascun lato.
  • La pressione viene rilasciata e le parti vengono separate.
  • L'utensile da taglio è ritratto al suo posto.
  • Viene eseguito un test dock per garantire che il processo sia seguito correttamente.
  • Di nuovo, le estremità sono pulite. Ma questa volta è necessario usare l'alcol o un solvente speciale.
  • Il saldatore si accende e si riscalda fino alla temperatura richiesta.
  • Sul timer, viene impostato il tempo della saldatura programmata. Di solito è indicato anche nella tabella.
  • La puntura è installata tra i tubi.
  • I tubi sono ridotti a un saldatore. È necessario attendere che si formi un afflusso di 1 mm. Successivamente, la pressione viene rilasciata e viene registrato il tempo per la saldatura.
  • Dopo il tempo per la saldatura, il saldatore viene rimosso. Saranno 5 secondi per ridurre i dettagli di uno con l'altro.
  • Dopo l'attracco, è necessario attendere circa 5 secondi sotto pressione, dopo di che viene ripristinato e il timer inizia a raffreddarsi.

Il processo di raffreddamento non dovrebbe essere accelerato in alcun modo. Inoltre, durante questo periodo non è possibile accendere il tubo o provare a rimuovere il centralizzatore. Altrimenti, il giunto sarà rotto e successivamente si verificherà una depressurizzazione.

Il video mostra in dettaglio il processo di saldatura di testa:

La saldatura elettrofusa è un risultato che consente di unire cuciture in luoghi in cui altri metodi semplicemente non sono applicabili. I vantaggi di questa soluzione sono:

  • alta velocità dei processi;
  • probabilità minima di errori;
  • alta sicurezza dell'intero processo;
  • la possibilità di articolazione di spazi fissi;
  • il diametro interno dei tubi rimane praticamente invariato;
  • semplifica il processo durante l'esecuzione di compiti con diametri di tubi di grandi dimensioni;
  • il vantaggio di lavorare con grezzi di vari diametri e spessori delle pareti;
  • consumo minimo di energia elettrica durante l'esecuzione delle attività.

Dagli strumenti saranno necessari:

  • Liquido detergente speciale. Può essere fornito con accessori o acquistato separatamente. L'uso di acetone o altri solventi inappropriati non è raccomandato.
  • Rimozione dello strato di ossido. Un normale raschietto o un apparato installato direttamente sul tubo può svolgere il suo ruolo. Su diametri più grandi, è preferibile l'uso del secondo. Il fatto è che non è necessario solo creare una superficie ruvida, ma rimuovere circa 0,1 mm di materiale in modo che si possa verificare un picco.
  • Saldatrice In questo caso, viene utilizzato uno sviluppo speciale. Il suo compito è quello di applicare una tensione specifica al giunto per un certo periodo di tempo. Sta andando a semiconduttori, il che spiega la sua efficienza e alte prestazioni. Sul pannello frontale, di solito, c'è un display digitale, che consente di verificare i dati inseriti. Il design fornisce una porta per il collegamento di uno scanner, è necessario immettere automaticamente i parametri richiesti tramite un codice a barre applicato al raccordo. Le informazioni sul lavoro svolto vengono registrate nella memoria interna e possono essere successivamente trasferite su un'unità flash USB, se è presente una porta USB.
  • Morsetto o posizionatore. Per questo tipo di composti ha una struttura leggermente diversa rispetto al caso precedente. Il suo scopo principale è quello di compensare l'ovalità che potrebbe essere presente a causa della conservazione del tubo nella baia o sotto carico.
  • Cutter. Affinché i bordi risultino piatti e senza scheggiature, è consigliabile utilizzare questo particolare strumento. Un seghetto e un coltello saranno dei cattivi aiutanti in questo caso.
  • Pennarello indelebile Deve essere bianco o giallo, in modo che i segni marcati siano chiaramente visibili sul tubo.
  • Roulette.

Per ottenere il risultato perfetto, dovrai seguire questi passaggi:

  • I fini sono preparati. Per fare questo, vengono tagliati con un tagliatubi.
  • Utilizzando un metro a nastro, viene misurata la lunghezza totale del giunto.
  • Ogni tubo è etichettato. Dovrebbe essere dal bordo a una distanza di metà della dimensione del raccordo più 2 cm di brodo.
  • Lo strato superiore viene rimosso, in cui si è verificata la reazione con l'ossigeno. Per rendere più facile il mantenimento dell'uniformità, è necessario applicare diverse linee longitudinali dal marchio alla fine. Durante l'elaborazione dello strumento verrà mostrato quale parte non è abbastanza passata.
  • Uno smusso sotto il cono viene rimosso all'estremità per facilitare l'ingresso del tubo nel raccordo.
  • Un posizionatore è montato su ciascun tubo. Viene bloccato finché l'ugello non è perfettamente tondo.
  • La composizione sgrassante del tubo stesso e le pareti interne del raccordo vengono elaborate.
  • L'accoppiamento viene messo su un tubo a metà della profondità della sua dimensione. Di solito c'è un limitatore all'interno, che non lascerà andare oltre.
  • Il secondo tubo viene fornito e inserito.
  • Viene controllata la regolarità di tutto il piano.
  • I connettori della saldatrice sono collegati a connettori speciali.
  • Uno scanner legge il codice a barre stampato.
  • Esegui l'intero processo. È importante attendere non solo il tempo di saldatura, ma anche il tempo di raffreddamento totale, che viene visualizzato anche sul display. Durante questo periodo, non toccare o provare a modificare la configurazione dell'apparecchiatura. Ciò può portare a un'articolazione di scarsa qualità.
  • Al termine della procedura, i dati sull'operatore, l'ora, la temperatura e la data vengono tracciati sul giunto.

Ci sono errori importanti che sono molto importanti da evitare. Ad esempio, è necessario che il tubo e il raccordo non siano inclinati. Questo farà sì che la massa fusa esca semplicemente. Se non si compensa l'ovalizzazione, la frizione sarà semplicemente impossibile da indossare o la saldatura monolitica non si formerà. Con un livello insufficiente di immersione della spirale del tubo si fonderà semplicemente il materiale all'interno, ma il giunto non si verificherà.

Installazione di tubi in polietilene reticolato

Questo tipo di tubo, piuttosto, è l'eccezione alla regola. Resiste a temperature fino a 120 ° e può essere tranquillamente applicato a sistemi di riscaldamento e acqua calda. Tale materiale è prodotto dal bombardamento ionico, che porta alla formazione di un reticolo strutturale unico. Che lei è la chiave per forza. È interessante notare che, esposto a temperature superiori a 400 ° C, il materiale si disintegra in anidride carbonica e acqua. Altre caratteristiche interessanti sono:

  • Resistenza alle basse temperature. Il tubo si sente bene anche a -50 °. In questo caso, l'impatto fisico non ha un effetto distruttivo.
  • Alta elasticità Il tubo può essere piegato a metà e allo stesso tempo non si romperà.
  • Resistenza al cracking durante il funzionamento.
  • Elevata scorrevolezza della superficie interna. Permette di ridurre il rumore nel corso della circolazione dell'acqua.
  • Il prodotto si restringe. Se esposto ad una pressione sufficientemente alta, il materiale tende ad espandersi e dopo un po 'di tempo assume la sua forma originale.
  • Resistenza all'abrasione Ciò significa che il tubo può essere sigillato in un massetto e non preoccuparsi che accada qualcosa.

L'installazione può essere eseguita utilizzando due tipi di raccordi:

  • Threaded. In questo caso, non è necessario alcuno strumento speciale e il processo complessivo è simile all'installazione di tubi di metallo-plastica.
  • Compressione. Per questa opzione avrai bisogno di un expander speciale e di una speciale morsa manuale.

Il processo per la prima opzione è ridotto ai seguenti passaggi:

  • Con l'aiuto di forbici tagliare il tubo della dimensione richiesta.
  • Il dado viene svitato dal raccordo e l'anello di tenuta viene rimosso.
  • Inizialmente, il dado e poi l'anello di tenuta vengono messi sul tubo.
  • La parte del tubo che verrà messa sul raccordo è svasata.
  • L'anello di tenuta si avvicina il più possibile al raccordo.
  • Con una chiave, il connettore è tenuto, il dado è stretto con il secondo. Fa avanzare la guarnizione nella posizione designata e preme ancora di più le pareti del tubo.

Con il metodo di crimpatura, tutto avviene come segue:

  • Un anello è messo sul tubo. È spostato dal bordo dalla distanza che l'interno del raccordo va.
  • Sull'espansore è installata una testa del diametro richiesto. È inserito nell'ugello e le braccia sono compresse. Poi si sbloccano rapidamente, lo strumento ruota un po ', affonda un po' più in profondità e di nuovo le impugnature si abbassano. Tali azioni vengono eseguite fino alla fine della faccia.
  • Raccordo inserito
  • Usando una morsa manuale, l'anello viene premuto sulla parte superiore della connessione.

Forse hai avuto esperienza durante l'installazione di tubi idraulici da tubi in polietilene o altre utilità. Condividi i tuoi risultati e i trucchi acquisiti nel processo. Lascia commenti sull'articolo.

Installazione di tubi di acqua in polietilene a casa

I tubi in polietilene sono sempre più utilizzati in casa per l'installazione di acqua, fognature e comunicazioni a terra. Hanno una serie di vantaggi: i tubi HDPE sono molto facili da usare e differiscono anche per costi e durata. Per installarli nell'appartamento, non è necessario utilizzare i servizi del master. È anche possibile installare tubi in polietilene con le proprie mani.

I tubi in polietilene sono utilizzati per l'installazione di sistemi idrici

Tubi di polietilene Caratteristiche principali

Prima di iniziare i lavori di riparazione, è necessario decidere sulla scelta del tipo di tubi. Dovrebbe concentrarsi sulla nomina del gasdotto. Vengono prodotti due tipi di tubi in polietilene:

  1. Tubi in polietilene alta pressione (LDPE). Maggiore è la pressione a cui viene prodotto il polietilene, minore è la densità del materiale. I tubi in LDPE non dovrebbero essere scelti per l'installazione di tubi dell'acqua di pressione.
  2. Tubi in polietilene a bassa pressione (HDPE). Al contrario, questa varietà è grande per le comunicazioni di pressione. È ampiamente utilizzato anche per l'installazione di condotte.

I tubi in HDPE hanno la stessa resistenza delle strutture metalliche, ma allo stesso tempo il polietilene non si corrode ed è esposto alle sostanze chimiche. Vale la pena ricordare che i tubi in polietilene a bassa pressione perdono la loro densità a temperature superiori a 80 ° C. Questo li rende inadatti al condotto per l'acqua calda.

I tubi in polietilene non si corrodono e servono per lungo tempo.

Tipi di raccordi per tubi in polietilene

Per il funzionamento stabile della pipeline dal polietilene, è importante scegliere i giusti raccordi - raccordi. Esistono diversi tipi di raccordi che differiscono nel metodo di installazione:

  • raccordi per saldatura elettrica. Il design di questi raccordi comprende un elemento riscaldante speciale. Ciò garantisce la fusione del polietilene nel processo di saldatura elettrica, grazie al quale si ottiene una connessione uniforme piuttosto densa di tubi;
  • raccordi a compressione (compressione). Questo tipo di raccordi può essere utilizzato per collegare tubi con un diametro da 16 mm a 100 mm. I raccordi a crimpare sono venduti completamente assemblati e pronti per l'installazione, quindi sono ottimi per gli artigiani inesperti;
  • raccordi per tubi di fusione Con questo metodo di installazione, vengono utilizzati raccordi a innesto che non sono dotati di una bobina di riscaldamento. La fusione a uno stato viscoso è soggetta solo all'estremità esterna del tubo, la connessione avviene sotto l'azione della pressione.

Se è necessario effettuare il collegamento di acqua di alimentazione in acciaio o valvole di controllo e tubi in HDPE, l'installazione viene eseguita con l'aiuto di flange.

La connessione a flangia dei tubi in polietilene è una delle più laboriose.

Questo tipo di connessione ha due parti principali: una flangia in acciaio e un manicotto in polietilene per la flangia.

Buon consiglio! Per l'installazione di tubi in polietilene, di diverso diametro, vengono utilizzati raccordi di riduzione (adattatori). Sono inoltre indispensabili per il collegamento della condotta con contatori e apparecchiature di distribuzione dell'acqua.

Oltre ai principali raccordi di collegamento, vengono utilizzati altri design: tees, splitter. La necessità di acquistare questi tipi di accessori è determinata dal piano individuale per il futuro gasdotto. Prima di iniziare il lavoro, dovresti assicurarti che ci siano più elementi di connessione di quelli indicati nel piano. Per un ancoraggio di migliore qualità, si consiglia di acquistare accessori della stessa marca del tubo PND.

Metodi di installazione dei tubi in polietilene

  • non separabile, senza possibilità di ri-smontaggio. Implica i giunti mediante saldatura (utilizzando raccordi per saldatura elettrica);
  • pieghevole, con possibilità di ulteriore regolazione della connessione. Per questo tipo di installazione vengono utilizzate le flange in acciaio. I raccordi a compressione offrono anche una connessione pieghevole.

I metodi di installazione possono essere combinati tra loro in un'unica comunicazione. Nelle aree di approvvigionamento idrico che richiedono rinforzi speciali, possono essere coinvolte articolazioni non separabili. Per riparare un giunto non separabile, ottenuto ad esempio con il metodo di saldatura per diffusione, è necessario utilizzare nuovamente un saldatore per ripristinare la tenuta.

Raccordo a compressione - opzione di connessione rimovibile

L'installazione del gasdotto a casa nella maggior parte dei casi viene effettuata in diversi modi.

Installazione mediante raccordi del compressore. Per l'installazione di impianti idraulici con un raccordo del compressore, la presenza di utensili idraulici speciali non è necessaria. Una forte connessione si rivelerà anche con l'uso di una semplice chiave inglese. Un dado viene messo su un'estremità e rimosso dal raccordo (uno smusso di 45 ° viene preliminarmente fatto sul tubo con un coltello affilato). Per facilitare l'inserimento dell'estremità del tubo nel raccordo, può essere lubrificato con grasso per costruzione o saponata. Dopo che i tubi sono stati posizionati nel raccordo alla lunghezza desiderata, il dado è serrato. Questo può essere fatto manualmente, con uno sforzo fisico e con una chiave inglese. Quando si utilizza una chiave, è importante non serrare eccessivamente il dado, poiché ciò può danneggiare la tenuta della connessione.

Saldatura. L'unione di tubi con il metodo della saldatura di testa avviene in più fasi. Il primo stadio è la fusione delle due estremità del tubo. Inoltre, il ciclo di riscaldamento ha effetto, durante il quale il materiale delle parti che vengono saldate riceve il calore necessario dall'elemento riscaldante. Applicare la pressione in questa fase non dovrebbe essere. Successivamente, l'elemento riscaldante viene rimosso dall'area di saldatura e le superfici di contatto sono collegate così rapidamente che il materiale non ha il tempo di indurirsi. Anche la saldatura avviene il più rapidamente possibile e sotto pressione. Il punto di fusione dell'HDPE è 270 ° C. La procedura di saldatura eseguita correttamente fornisce una connessione uniforme (80-90% della forza del monolite). Il crollo del giunto si verifica dopo il completo raffreddamento. Il raffreddamento dovrebbe avvenire in condizioni naturali, il raffreddamento del giunto con la forza è estremamente sconsigliato.

Buon consiglio! È preferibile eseguire qualsiasi tipo di installazione del tubo PND in condizioni in cui la temperatura dell'aria ambiente non sia inferiore a + 5 ° C. A una temperatura inferiore, il polietilene inizia a perdere le sue proprietà plastiche, il che porta a una connessione di elementi di scarsa qualità.

È preferibile posticipare il lavoro con tali tubi all'aria aperta durante la stagione fredda fino al riscaldamento.

La saldatura testa a testa viene eseguita utilizzando un'unità meccanica o idraulica

Tubi HDPE: caratteristiche di installazione

Particolare attenzione è rivolta alla protezione della condotta prima dell'installazione. L'impianto idraulico in polietilene è meglio posizionato sotto la base in cemento (anche con massetto cementizio adatto). Il calcestruzzo risponde perfettamente alla funzione protettiva, protegge il polietilene dal sovraraffreddamento e dal surriscaldamento, che influiscono negativamente sull'integrità della struttura del materiale.

Dopo le misurazioni necessarie, è possibile iniziare a dividere il tubo in segmenti della lunghezza desiderata. Lo strumento taglierina consente di tagliare il tubo nel modo più fluido possibile. Quando si utilizzano altri dispositivi sul taglio del tubo, si possono formare bave che devono essere pulite con cura con carta abrasiva. Per comodità, i segni sono indicati sul tubo per indicare la profondità di adattamento del raccordo. Se ci sono curve del tubo nel piano, si consiglia di utilizzare una curvatubi.

Quando si installa la fornitura di acqua fredda, è opportuno prestare attenzione all'isolamento dei tubi. In caso contrario, si formerà della condensa sul tubo, che spesso causa muffa e muffa nella stanza.

È importante! La distanza del tubo PND dalla parete non deve essere inferiore a 2 cm.

L'installazione di tubi in HDPE non richiede particolari competenze tecniche, ma può essere effettuata solo se si osservano le regole sopra descritte. Non si dovrebbe iniziare a lavorare in modo indipendente, senza aver convinto una conoscenza sufficientemente sufficiente almeno teorica dell'installazione. È meglio effettuare diverse connessioni di test per eliminare nel tempo la presenza di errori nel progetto.

Installazione di tubi in polietilene: istruzioni dettagliate

Poiché l'installazione di tubi in polietilene si distingue per l'invidiabile semplicità, ed essi stessi sono estremamente interessanti in termini di prezzo, durata e affidabilità, il loro uso sta diventando più ampio rispetto ad altri materiali. Sono utilizzati non solo in ambito industriale, ma anche in ambito domestico, ideali per l'uso in sistemi di fognatura, riscaldamento, gas e impianti idraulici.

Per una migliore installazione dei tubi, è necessario rispettare alcune raccomandazioni che verranno presentate in questo articolo.

Riscaldare il tubo PE e il raccordo prima di saldarli

Strumento necessario

Per installare da soli i tubi in polietilene, sono necessari i seguenti strumenti:

  • saldatore;
  • forbici da taglio per tubi;
  • chiavi del gas.

Il saldatore per tubi, di regola, è dotato di un set di ugelli con diametri diversi.

Le forbici, in casi estremi, possono essere sostituite con un seghetto alternativo. Ma sono le forbici più convenienti: quando si tagliano i tubi con il loro aiuto, risultano essere lisci, senza scheggiature e bave.

La connessione di tubi in polietilene richiederà l'uso di una chiave a gas.

Per rendere il più affidabile possibile il collegamento di tubi, viene utilizzato un sigillante per lino - tali giunti si distinguono per il fatto che rimangono sempre asciutti. Strumenti per l'installazione di tubi in polietilene possono essere acquistati in quasi tutti i negozi di ferramenta.

Spesso il saldatore con ugelli e forbici viene venduto nel kit - non è necessario guardare in modo specifico.

Installazione di pipeline in polietilene di grande diametro

Installazione del tubo

Come iniziare a lavorare?

Caratteristiche della preparazione e installazione di tubi in polietilene:

  • La quantità di materiali necessari viene calcolata in base alla lunghezza del percorso, al numero di angoli e differenze.
  • Prima dell'installazione, è necessario disattivare l'alimentazione idrica, quindi preparare i materiali in base al progetto, dopodiché è possibile procedere all'installazione.
  • Se c'è un riscaldamento autonomo nell'abitazione, i tubi di polietilene devono essere posati a partire dalla caldaia.
  • Dopo aver determinato le dimensioni, viene eseguita la saldatura dei raccordi e la rifinitura dei tubi metallici. Anche con l'aiuto di un saldatore viene effettuato e il collegamento di tubi in polietilene.

Imparare a lavorare indipendentemente come saldatore non è così difficile. Naturalmente, ci sono molte sfumature tecniche che sono incluse nell'installazione di tubi in polietilene: il video sul nostro portale aiuterà a presentare visivamente le manipolazioni descritte.

Tecnologia di saldatura

L'installazione di tubi in polietilene è la seguente:

  1. Ad un angolo di 45 gradi rispetto ai bordi del tubo, pretagliato con speciali forbici alla lunghezza richiesta, lo smusso viene rimosso.
  2. Il bordo preparato in questo modo viene inserito nel saldatore sull'ugello contemporaneamente al raccordo di collegamento per tubi in polietilene, che viene posizionato sull'altro ugello.
  3. Dopo questo, c'è un riscaldamento simultaneo a breve termine, quindi le parti riscaldate vengono rimosse molto rapidamente dagli ugelli e collegate.
    Qui la cosa principale è il riscaldamento simultaneo e la scelta per il saldatore della temperatura desiderata. Di solito è impostato a 270 gradi.

Tabella dei tempi di saldatura in base al diametro dei tubi in polietilene

Tutte le connessioni dovrebbero essere esaminate attentamente per verificare la presenza di perdite. Dopo l'ispezione, se tutto è in ordine, la pressione necessaria viene impostata sulla caldaia, l'aria dai radiatori viene rilasciata.

Raccordi per tubi in polietilene

Se il materiale utilizzato per la costruzione della pipeline è costituito da tubi in PE o se i tubi in polietilene devono essere riparati, saranno necessari raccordi per collegarli. A seconda del metodo di installazione, i raccordi per tubi in polietilene sono suddivisi in diversi tipi principali, a seconda del metodo di installazione.

Esistono i seguenti tipi di connessioni di tubi in polietilene:

  • Saldatura di tubi in PE;
  • incollare tubi;
  • connessione meccanica filettata.

Esempio di layout delle tubazioni utilizzando vari tipi di raccordi

Tipi di accessori, a seconda del metodo di installazione dei tubi:

  1. Un raccordo per tubi in polietilene elettrosaldato è dotato di elementi riscaldanti per mutui.
    Se il filo viene riscaldato con elettricità a una certa temperatura, il polietilene inizia a fondere, con la conseguente formazione di una connessione a tenuta omogenea dove avviene la transizione per tubi in polietilene da un segmento di tubo all'altro. Con l'aiuto di moderne attrezzature per la saldatura di raccordi in polietilene, è possibile stabilire la tensione e il tempo necessari per la saldatura di alta qualità.
  2. Raccordi a compressione Secondo il principio, praticamente non differiscono dai tubi di plastica o di rame applicati all'installazione.
    La differenza è solo nel materiale di produzione. Sono estremamente convenienti da usare, dal momento che non sono richiesti addestramento e qualifiche - il raccordo è completamente pronto per l'installazione sui tubi.
  3. Saldatura testa a testa. Viene eseguita con l'aiuto di spigot - raccordi in PVC senza l'uso di elettrofusione in essi.
    Il principio di collegamento è concluso riscaldando le estremità dei tubi allo stato di viscosità del materiale, dopo di che sono collegati sotto pressione. La giunzione con la tecnologia della saldatura diventa omogenea con il tubo.
  4. I raccordi di riduzione vengono utilizzati quando si saldano tubi di diverso diametro - hanno una connessione filettata per una migliore installazione.
    I raccordi filettati vengono utilizzati anche per i collegamenti durante l'installazione di tubi in PE con apparecchiature di distribuzione dell'acqua, contatori e così via.

Sulla base di questi dati, si può concludere che i raccordi scelti correttamente consentono l'installazione di tubi in polietilene per un sistema di approvvigionamento idrico o un sistema di riscaldamento con le proprie mani, senza esercitare uno sforzo supplementare e senza richiedere un addestramento speciale.

Saldatura e installazione di tubi in HDPE, condotte polimeriche

I lavori di saldatura e l'installazione di condotte polimeriche vengono eseguiti da OOO Pipes della regione Black Soil di Voronezh. Abbiamo una vasta esperienza nella saldatura di tubi in polietilene e condutture per l'approvvigionamento idrico o fognario, l'installazione di reti di servizi pubblici, la posa in trincee di reti elettriche (in tubi di plastica protettivi in ​​PE).

Attrezzature e accessori specializzati consentono l'installazione e la saldatura di tubi in metallo e polietilene per HDPE, LDPE con diametro fino a Ø800 mm.

Durante la posa di sistemi di irrigazione a goccia, scaviamo e posiamo tubi in polietilene per sistemi di irrigazione in trincee, installiamo tubazioni e saldiamo polietilene usando accoppiamenti ed elettro-accoppiamenti.

Per realizzare una connessione stretta di diverse parti della pipeline, utilizziamo speciali saldature di testa per tubi in polietilene, inoltre effettuiamo il collegamento di tubi nella presa e mediante incollaggio. Usiamo altri metodi di connessione, come giunti a spacco, a pezzo unico e a compressione.

Connessione a flangia L'essenza di ciò è di saldare un'estremità del raccordo con un tubo in PE, e la seconda parte del raccordo è collegata, mediante una connessione filettata, a un tubo di acciaio.

Inoltre, gli specialisti dell'azienda durante la posa della fornitura di acqua potabile o tecnica sono spesso utilizzati raccordi a compressione come un modo per collegare tubi di plastica. E per i sistemi fognari, utilizziamo tubi in polietilene e polipropilene, ma sono collegati tra loro tramite giunzioni a bussola.

Per l'installazione di tubazioni per collegamenti permanenti di tubi in polietilene e relativi elementi di connessione, utilizziamo la saldatura per HDPE / LDPE, nonché parti speciali (raccordi) con elementi riscaldanti incorporati.

Usando la saldatura convenzionale per tubi HDPE e LDPE, colleghiamo le tubazioni in due modi: alla presa e al calcio. Nella campana i tubi sono collegati solo se il loro diametro è da 16 a 90 mm. Per collegare la tubazione con un diametro da Ø32 a Ø1600 mm usiamo la saldatura di testa dei tubi.

Al fine di raggiungere la qualità e la durata di qualsiasi opera tubo sul sua installazione sono effettuate da personale che sono un'esperienza altamente qualificati ed estesa nella nostra azienda, e noi usano attrezzature professionali, il cui utilizzo garantisce la qualità del lavoro svolto.

Usiamo saldatrici dai principali produttori, che consente di automatizzare il processo di saldatura, la saldatura avviene con la registrazione di tutti i parametri di connessione saldati, che rende possibile valutare la qualità del sigillo.

Per la posa di grandi sezioni di tubi in polietilene, gli specialisti dell'azienda utilizzano parti con elementi riscaldanti incorporati. Allo stesso tempo, applicandoli con una lunghezza sufficiente della pipeline, praticamente non influisce sul costo dei lavori di installazione.

Posa di tubi in polietilene: regole, sfumature, suggerimenti

La posa dei tubi in polietilene deve essere effettuata tenendo conto delle proprietà del materiale e delle regole per lavorare con esso, o meglio, tenere presente che i tubi in polietilene sono flessibili, quindi devono essere protetti da eventuali spostamenti.

Se i tubi di polietilene sono posati in una trincea al di sotto del livello del suolo, il requisito principale per la posa è quello di fornire supporto per il tubo flessibile con l'aiuto di un letto e lettiera laterale. Se il tubo è installato sopra il terreno, devono essere installati supporti speciali e elementi di fissaggio.

Il tubo in polietilene durante il trasporto e l'installazione deve essere protetto da eventuali danni. Inoltre, si deve evitare il contatto con spigoli vivi di qualsiasi tipo - metallo, pietra, ecc.. Lo spostamento del tubo è spesso causato da un aumento o diminuzione del diametro e deve essere evitata la rottura o la spinta del tubo. Il processo di aumentare il diametro del tubo si chiama "rigonfiamento". Il terreno eccessivamente compattato attorno al tubo può causare una diminuzione del suo diametro. Quando si posano i tubi in polietilene, quando viene posato nella trincea, il materiale utilizzato per la compattazione deve essere scelto con cura, tenendo conto di tutti i requisiti di cui sopra.

Le condizioni tecniche del tubo in polietilene incorporato nel terreno dipendono molto dal fondo della trincea, che dovrebbe fornire il supporto necessario, la direzione del flusso e altre funzioni. Le proprietà del suolo in cui sono posate le tubazioni in polietilene, il cosiddetto "suolo nativo", non sono così importanti, poiché il materiale di riempimento, che viene utilizzato sia per creare il fondo che per sigillare nella fossa, svolge le funzioni principali.

Il progettista deve analizzare attentamente tutti i fattori relativi alla composizione del terreno quando si sceglie il materiale per il fondo della trincea e il riempimento. Quando si sceglie un materiale, è necessario prendere in considerazione nel complesso l'intero processo di installazione, posizionamento e disposizione del tubo, nonché i costi e le prestazioni del materiale.

I terreni di classe I e II sono considerati buoni materiali di riempimento e possono essere utilizzati per trincee, dove vengono posati tubi in polietilene. Questi materiali sono piuttosto granulari, quindi forniscono un buon supporto per il tubo.

Il materiale di classe I viene prodotto sotto forma di piccole particelle e nella maggior parte dei casi è una pietra frantumata.

I materiali di classe II sono materiali a base di sabbia. Con l'uso congiunto di questi due gruppi di materiali nel sistema fornisce un buon drenaggio. È importante che il materiale di riempimento corrisponda alle dimensioni del tubo. Ad esempio, per un tubo di 110 °, la dimensione del granello del materiale di riempimento non deve essere superiore a 2,5 cm e un tubo con un diametro di 400 mm o più deve essere circondato da materiali del terreno con un diametro non superiore a 4 cm.

La sabbia cementata viene talvolta utilizzata come letto. In questo caso, viene utilizzata una miscela di cemento e sabbia, dove il contenuto di cemento è in genere 3-5 per cento del volume di sabbia. La miscela preparata di cemento e sabbia viene posta in una trincea e quindi compattata, quindi l'acqua viene versata nella fossa. Quindi, mentre la sabbia non è ancora legata dal cemento e il tubo può muoversi, è necessario correggere la posizione del tubo nella trincea.

I terreni di classe III e IVa non offrono una tale rigidità come i terreni di classe I e II, poiché hanno un elevato contenuto di argilla. I materiali delle classi IVb e V danno pochissimo supporto, in questo caso la risalita del tubo in polietilene è molto probabile dopo l'irrigazione della fossa.

La compattazione del terreno di riempimento attorno al tubo è una delle fasi più importanti dell'installazione sotterranea di condutture. A volte è fatto a mano usando una speciale manomissione. Inoltre, vengono spesso utilizzati dispositivi di vibrazione alimentati da motori a benzina e altri dispositivi. In ogni caso, la cosa più importante è che nel processo di compattazione del terreno la condotta non è stata danneggiata.

Posa di tubi in polietilene. Scavo e recupero di trincee

Posa di tubi in polietilene in una fossa. Per la posa del tubo, la trincea viene scavata e riempita a più livelli, con un diverso posizionamento del materiale nella trincea. Per prima cosa è necessario preparare il letto (in basso), di solito è spesso meno di 10-15 cm di spessore e viene utilizzato come supporto per il gasdotto per tutta la sua lunghezza.

Il prossimo passo è riempire lo spazio libero tra le pareti della trincea e il tubo. In questo caso, il rinterro viene eseguito dalla base del letto fino a un punto situato all'incirca al livello della metà del diametro del tubo: questo è il riempimento iniziale. Quindi viene eseguito il backfill finale dell'intero pipe.

Posa di tubi in polietilene. Creare un letto

Creare un letto in una trincea è un'operazione importante, in quanto fornisce un supporto continuo all'intero tubo. Tuttavia, anche l'operazione di backfilling laterale è un punto molto importante, poiché la qualità del gasdotto e la possibilità di spostarlo lateralmente dipende in gran parte dalla qualità del suo funzionamento. Per una migliore fissazione del gasdotto, il riempimento deve essere sigillato. Il materiale utilizzato per il rinterro non deve contenere pietre, frammenti di cemento e altri oggetti appuntiti che potrebbero danneggiare la condotta.

Posa di tubi in polietilene nel letto di trincea

Il backfill iniziale deve essere fatto ad una profondità di circa 15 - 20 cm Questo strato di riempimento serve a proteggere il tubo. Il materiale per il successivo riempimento finale non deve contenere grosse pietre, pezzi di terra ghiacciata, ghiaia e altre inclusioni, che nel tempo possono causare deposizione di sedimenti, formazione di cavità nello strato di rinterro e altri problemi.