Posa dei cavi nei pozzi

4.6.1 Le estremità dei cavi posati nel condotto cavi devono essere pulite dallo sporco e disposte sotto forma di un pozzetto sulla consolle, dotato di guarnizioni Brisol, impermeabilizzazione, materiale di copertura o spreco di guaina in polietilene di cavi. In questo caso, il cavo appena posato non deve intersecarsi con altri cavi disposti e non bloccare le aperture del condotto del cavo.

Il raggio di curvatura ammissibile dei cavi elettrici in una guaina di polietilene deve essere di almeno dodici dei loro diametri, in una guaina di piombo - non inferiore a sette diametri; cavi ottici - almeno venti diametri. Durante la posa dei cavi, per evitare di pizzicare e danneggiare la guaina, è necessario utilizzare i gomiti del cavo. I cavi con conduttori metallici in una guaina di polietilene di grande capacità devono essere piegati dopo il riscaldamento profondo della guaina e del nucleo in punti di flessione, eliminando le sollecitazioni meccaniche interne della guaina in polietilene. Il riscaldamento deve essere effettuato con aria calda proveniente da una fiamma ossidrica, posizionandola sotto il cavo e sopra il cavo - una visiera (come quando si asciugano i cavi quando si montano i giunti). La temperatura dell'aria calda deve essere mantenuta nell'intervallo da 60 a 70 ° C. il tempo di riscaldamento dipende dalla capacità del cavo (il tempo di riscaldamento approssimativo del cavo della CCI 600x2 è di 1 ora). Dopo il riscaldamento, il cavo deve essere piegato utilizzando i gomiti del cavo e fissato temporaneamente alle console previste.

I cavi in ​​guaina di polietilene con capacità fino a 300 coppie possono essere disposti senza riscaldamento preliminare.

4.6.2 La posa dei cavi nei pozzi di transito dovrebbe iniziare dall'ultimo pozzo a quello iniziale, dove è installato il tamburo. Se necessario, si consiglia di utilizzare blocchi di cavi, tagliare calze, argani e altri dispositivi necessari per il serraggio del cavo.

4.6.3 I cavi con conduttori metallici con una capacità di 100 o più coppie dopo la posa e la posa devono essere controllati per la tenuta del guscio con una pressione dell'aria in eccesso da 0,08 a 0,1 MPa (da 0,8 a 1 kgf / m²) per 24 ore.

4.6.4 Il grezzo OK, che è lasciato nel pozzetto per il montaggio del giunto, si consiglia di arrotolare in anelli da 1000 a 1200 mm di diametro, disposti e fissati alle staffe. La lunghezza di ciascuna estremità dell'OK dovrebbe essere di almeno 8 m durante l'installazione dei giunti nell'automobile e da 3 a 5 m durante l'installazione del giunto nel pozzo, nel locale per l'ingresso dei cavi - 2 m, nel collettore - 2 m.

4.6.5 Dopo aver steso il cavo ottico, è necessario effettuare misurazioni di controllo dell'attenuazione delle fibre ottiche, il cui risultato dovrebbe essere compreso nella velocità chilometrica stabilita. Dopo aver controllato il cavo, i cappucci alle estremità di qualsiasi cavo devono essere riparati.

4.6.6 Durante la posa e il montaggio sul cavo in prossimità del giunto montato, nonché nei pozzetti passanti, sono installati anelli di numerazione dei conduttori o targhette in plastica con marcatura dei cavi. Sull'anello o sull'etichetta indicare:

indirizzo della striscia di percorso; numero di telefono del proprietario del cavo.

Esempio di un anello di numerazione: C-2, OKB-24, Bank Salyut, numero. No. 61M-10, 220-01-03.

4.6.7 Nei dispositivi di visualizzazione sul cavo ottico e nella parte centrale dell'accoppiamento montato, una luce di segnalazione gialla emette un segnale di avvertimento con una larghezza di circa 150 - 200 mm attorno all'intera circonferenza del cavo. Sulla circonferenza della parte finale del canale, in cui viene posato l'OK, viene applicata una striscia con una vernice gialla larga almeno 50 mm.

Note sulla preparazione dei canali e danni quando si posa il cavo è sulle pagine del bianco e la posa

Posa dei cavi nei pozzetti dei cavi

I pozzetti per cavi sono costruiti in punti in cui il percorso cambia direzione, quando è diramato, nei punti di trasferimento del cavo dall'unità a un altro tipo di installazione, su tratti rettilinei lunghi e alla fine del percorso se l'unità non entra direttamente nella stanza.

Di solito, la distanza tra i pozzetti non deve essere superiore a 150 m, tenendo conto delle condizioni di estrazione del cavo. Questa distanza può essere aumentata in sezioni diritte fino a 300 m, se la lunghezza di costruzione dei cavi lo consente.

Posa dei cavi nei pozzetti dei cavi

Nelle aree in cui il metallo fuso può essere versato, ad esempio, sul percorso di trasporto della benna con metallo, non è consentita l'installazione di pozzi. Quando si costruiscono pozzi vicino a siti di stoccaggio per prodotti finiti o in prossimità di parti pesanti dell'attrezzatura per pozzi sovrapposti, rispettivamente, contano sul possibile carico. A seconda dello scopo, i pozzetti sono suddivisi in continuo e ramificato. Fori passanti in sezioni diritte - diritti e agli angoli del percorso - angolari con diversi angoli di rotazione 90, 120, 135 e 150 °.

A seconda del numero di rami, i pozzetti di ramificazione possono essere di tipo T con l'uscita di blocchi da tre lati con angoli diversi di 90, 120, 150 e 180 ° e traversi con l'uscita di blocchi da quattro lati con un angolo di 90 °.

Le dimensioni interne dei pozzetti devono consentire la posa di tutti i cavi e gli accoppiamenti sulle strutture, e allo stesso tempo dovrebbe esserci spazio libero per l'installazione e il passaggio per il personale. La costruzione dei pozzi garantisce la posa dei cavi su entrambi i lati del pozzo. L'altezza minima dei pozzetti è 1800 mm.

Si raccomanda di posare i cavi di alimentazione e di controllo sui lati opposti del pozzo. Quando si posa su un lato del pozzo, i cavi di controllo sono posti sopra i cavi di alimentazione.

I passacavi, di norma, sono costruiti con sportelli ovali o rettangolari, progettati per il tiro dei cavi su entrambi i lati. Pozzi di questo tipo sono facili da usare e ti permettono di tirare i cavi più liberamente.

Tirare l'intero cavo lungo 300-450 m attraverso i fori dei blocchi presenta difficoltà note anche su tratti rettilinei del percorso del blocco ed è associato alla possibilità di danneggiamento del cavo a causa delle notevoli forze di attrito tra il cavo e le pareti in calcestruzzo dei blocchi. Pertanto, i cavi attraverso i blocchi di cemento sono spesso tirati in due direzioni dal pozzo. Tuttavia, è impossibile estendere l'anello di un cavo con un diametro fino a 1.500 mm che è formato attraverso un collo rotondo del pozzo, avente un diametro di 750 mm, quindi il cavo deve essere tagliato e le maniche di collegamento installate nei pozzetti. Per evitare l'installazione di questi giunti, che sono indesiderabili sia per l'installazione che per ragioni operative, nei pozzetti devono essere realizzati boccaporti rettangolari o ovali, che consentono di posare i cavi anche in presenza di un grande anello.

La costruzione di portelli tondi progettati per la tiratura dei cavi unidirezionale è consentita solo quando si posano in blocchi di cavi di piccolo diametro (fino a 20 mm) e con un occhiello piccolo, e anche quando si pre-posano i cavi tra i pozzetti in segmenti separati collegati nei pozzetti degli innesti. I portelli sono chiusi con doppie coperture di metallo.

Quando si eseguono lavori di costruzione nei pozzi, vengono installati i seguenti elementi del mutuo:
parti metalliche incorporate per il fissaggio di strutture di cavi a loro, anelli di montaggio di acciaio rotondo, progettati per tensioni fino a 20 kN e destinati a paranchi o blocchi di fissaggio che facilitano la trazione del cavo;
graffette rotonde in acciaio progettate per l'arrampicata nei tombini e per il fissaggio della scala all'estremità dell'apertura del tombino.

Le costruzioni dei cavi nei pozzetti sono installate ogni 750 mm. Il fondo dei pozzi di tutti i tipi ha una pendenza del 2% rispetto ai pozzi di raccolta, che sono collegati ai vassoi di raccolta disposti attorno al perimetro interno del pozzo. Il pozzo è coperto da barre d'acciaio. L'acqua di queste fosse viene periodicamente rimossa.

Posa dei cavi nei pozzi

CAVI DI POSA IN DRENAGGIO CAVI, COLLETTORI, GALLERIE E PONTI SOTTERRANEI - PARTE 2

POSA CAVI ELETTRICI IN CAVO DI DRENAGGIO

4.27. I cavi di tutti i tipi di comunicazione cablata, che non dispongono di rivestimenti protettivi per armature sulla guaina, sono posizionati nei canali delle canaline dei cavi.

4.28. Il tamburo del cavo viene solitamente installato su martinetti vicino al primo pozzo di partenza dal lato della strada. La posa può essere eseguita con un tamburo montato anche su un trasportatore di cavi (carrello). La sospensione dei tamburi deve essere tale che quando il cavo viene alimentato nel canale, si srotoli dalla parte superiore del tamburo. Allo stesso tempo, è necessario regolare la sua posizione orizzontale per evitare lo slittamento durante la rotazione su uno dei lati (Fig. 4.5).

Fig. 4.5. Installazione del tamburo con cavo al pozzo

4.29. Una macchina a cavo dotata di un verricello motorizzato o di un verricello a mano viene utilizzata come veicolo di trazione. Cavi leggeri (fino a 3000 kg / km) devono essere tirati manualmente nell'impianto fognario senza l'ausilio di mezzi di trazione speciali. Poiché l'elemento di trazione utilizza principalmente filo di acciaio con un diametro di 3 mm o cavo di acciaio (cavo). Quando si posa il cavo lungo i canali occupati, si raccomanda di produrre tensione con funi d'acciaio, fiancheggiate con polietilene o canapa, nonché con corde sintetiche. Requisiti separati per le condizioni di installazione sono riportati in Tabella. 4.1.

Vista dell'elemento tirante

filo d'acciaio con un diametro di 3 mm, corda d'acciaio

cavo macchina, argano manuale 15 - 30 kN

corda d'acciaio con un diametro di 8,0 - 8,8 mm

oltre 6000 kg / km

fune d'acciaio con un diametro di 11,5 mm

Un cilindro di prova, una spazzola e una corda, la cui estremità deve essere chiusa con un cappio e dotata di un tee, sono fissati insieme alle carabine.

Al pennello fissare l'estremità del filo della billetta, che viene tirato attraverso il canale attraverso l'intera luce.

4.32. La fune tesa lungo il canale viene rilasciata dal cilindro di prova e dalla spazzola, fissata all'estremità del cavo mediante una speciale calza di cavo d'acciaio (Fig. 4.6), attraverso una carabina.

Fig. 4.6. Calze per cavi d'acciaio:

a - terminale; b - attraverso; in - split

Le taglie delle calze sono indicate in tabella. 4.2. Quando si posano cavi con una capacità di oltre 600 coppie tra calza e cavo, è necessario installare un compensatore di torsione (Fig. 4.7) per evitare torsioni assiali del cavo in tensione.

Fig. 4.7. Compensatore di torsione

Diametro esterno massimo del cavo, mm

Calza di resistenza alla trazione

4.31. Sui cavi con guaina di piombo, per garantire una compressione più stretta del nucleo dalla calza, si consiglia di posizionare la guaina imbottita con un martello di legno, sui cavi con una guaina di polietilene applicare 3 o 4 strati di nastro di plastica o gommato sull'intera lunghezza della calza. La calza terminale viene montata sul cavo e fissata in 2 - 3 posti mediante sovrapposizione di pneumatici in filo d'acciaio morbido con un diametro di 1,5 - 2,0 mm. Quando si posa il cavo lungo il canale occupato, la calza di acciaio lungo tutta la lunghezza deve essere avvolta con 2 - 3 strati di nastro di plastica o gommato. Quando si posano cavi di grande capacità o di grande massa (se esiste una probabilità di uno sforzo di trazione elevato), il nucleo insieme alla calza deve essere cucito con fili d'acciaio in diversi punti e fissato con una benda.

4.32. Il cavo deve essere posto a una temperatura ambiente non inferiore a:

meno 20 ° С - per cavi nella guaina di piombo;

meno 10 ° С - per cavi con guaina in polietilene.

I cavi vengono posati a temperature più basse dopo essere stati preriscaldati su un tamburo o tenuti in un locale riscaldato chiuso per 48 ore ad una temperatura di 20 - 22 ° C. Per riscaldare il cavo, immediatamente prima della posa utilizzare riscaldatori portatili e una speciale copertura di tela che viene indossata sul tamburo.

4.33. L'estremità del cavo predisposto per la posa viene inserita nel canale con l'avvolgimento simultaneo della fune di trazione da un argano o manualmente dal lato opposto nel pozzo. Per evitare di danneggiare il guscio all'ingresso del canale del primo pozzo (e in tutti i pozzi di transito), è necessario installare boccole in polietilene o gomiti del cavo (figura 4.8).

Fig. 4.8. Dispositivi per proteggere il cavo da collegare al canale

a - gomito del cavo; b - manicotto di sicurezza diviso; c - protezione del cavo tramite gomito del cavo; g - protezione del cavo con passacavo diviso

Il cavo dovrebbe entrare nel canale lungo un percorso circolare regolare e non toccare il portello del pozzo. La velocità del cavo deve essere uniforme e di 9 - 30 m / min, in base al peso del cavo posato, alla lunghezza dello span, alla complessità del percorso.

4.34. La guarnizione è gestita dall'installatore, che ha la qualifica più alta in questo team (collegamento) e si trova vicino al tamburo del cavo con il cavo durante l'installazione. Per la gestione operativa della guarnizione, si consiglia di organizzare le comunicazioni radio lungo tutto il percorso tramite radio VHF.

4.35. Una macchina a cavo o un verricello a mano è installato nelle immediate vicinanze della porta del pozzetto. Se necessario, le piegature del cavo o una curva a blocchi costituita da un gruppo di rulli vengono utilizzate all'uscita del canale e al bordo superiore del coperchio del chiusino.

4.36. Quando si posano i cavi in ​​una guaina di piombo, è consigliabile applicare un lubrificante con vaselina tecnica per ridurre l'attrito, a condizione che questo canale non abbia e non preveda la posa di cavi con guaina in polietilene. Se l'installazione viene eseguita su più campate, è necessario organizzare una lubrificazione aggiuntiva della guaina di piombo del cavo nei pozzetti di transito. Quando si posano i cavi in ​​una guaina di polietilene, la lubrificazione tecnica non può essere utilizzata per la lubrificazione, è consentito l'uso di lubrificanti che non sono attivi per il polietilene (ad esempio, il riempimento idrofobico del cavo, LZK-1).

4.37. Spesso la posa di cavi di grande capacità e lunghezza considerevole viene eseguita con un ausiliario manuale di serraggio nei pozzetti di transito mediante uno speciale sistema di stoccaggio a spacco (figura 4.6c).

4.38. Quando il cavo esce dal canale, nel pozzetto di ricezione viene installato un blocco speciale per la trazione orizzontale del cavo (Fig. 4.9 a, b), che è fissato a uno speciale orecchino incorporato nella parte inferiore della parete del pozzo. In assenza di orecchini, è possibile utilizzare vari tipi di montanti o arresti verticali (Fig. 4.9 c, d). La calza terminale del cavo deve essere rimossa e sostituita con una piena (Fig. 4.9 b).

Figura 4.9. Dispositivo per tirare il cavo dal canale:

a - orecchino e blocco; b - orecchino, blocco, ginocchia e rulli; supporto e asta telescopici; g - rack per blocco verticale

Tirando verso l'alto il cavo e spostando la calza attraverso l'uscita del loro canale, estrarre il cavo per la lunghezza necessaria per la posa e il montaggio del giunto, senza prendere in considerazione il cavo sotto la calza, che deve essere tagliato dopo essere estratto.

4.39. Cavi di piccola capacità e peso devono essere posati senza l'uso di blocchi e senza sostituire la calza fine end-to-end. In tutti i casi, è richiesta l'installazione di gomiti del cavo e imbuti di plastica divisi.

CAVI OTTICI PER GUARNIZIONE

4.40. La posa in opera di cavi di comunicazione ottica in condotti di cavi produceva sia metodi manuali che meccanizzati utilizzando vari meccanismi e dispositivi. Ciò è causato, in primo luogo, dalle lunghe lunghezze dei cavi di costruzione, dagli sforzi relativamente limitati di tensione e dalla necessità di osservare il raggio di curvatura del cavo. Tensione e raggio di curvatura devono essere conformi ai requisiti tecnici per la posa del cavo.

4.41. La composizione raccomandata dei meccanismi e dei dispositivi utilizzati per la posa del cavo ottico nelle canalizzazioni consiste in:

· Terminare i verricelli con attuatori manuali, a benzina o elettrici con un limitatore di tensione regolabile per tirare il cavo attraverso un canale o un tubo di polietilene posato nel canale;

· Dispositivi per srotolare il cavo dal tamburo, sostituendo martinetti pesanti o carrelli portacavi, utilizzati per la posa di cavi elettrici;

· Tubi corrugati con una sezione longitudinale per l'ingresso del cavo attraverso il portello del pozzetto nel canale di scarico (o un tubo di polietilene posato nel canale);

· Rulli Lukoogibnyh per il passaggio del filo di billetta e del cavo attraverso il pozzetto del boccaporto;

· Puntone orizzontale e blocco cavi per una rotazione uniforme del cavo nel pozzo angolare;

· Imbuti in polietilene separati delle guide installate sul canale di scarico o sul tubo in polietilene posato nel canale per evitare danni al cavo e garantire il raggio di curvatura richiesto del cavo all'ingresso e all'uscita del canale;

· Capocorda con calza per la tensione del cavo sull'elemento di alimentazione centrale e sulla guaina in polietilene;

· Verricelli intermedi con limitatore di forza per il serraggio dei cavi ausiliari nei pozzetti di transito.

4.42. Prima dell'ingresso del cavo, di regola, vengono eseguiti i lavori di preparazione: viene controllata la completezza e l'operabilità dei meccanismi e dei dispositivi e la forza di trazione degli argani di estremità e intermedi viene regolata (se necessario) con un dinamometro, che non deve superare la forza di trazione consentita stabilita dalle condizioni tecniche cavo posato. Il verricello deve essere regolato su una forza inferiore a quella specificata per il cavo (98 - 147 N). Gli argani intermedi devono essere regolati con una forza non superiore a 640 - 690 N. Si consiglia di controllare e regolare gli argani in presenza di un rappresentante del cliente con l'esecuzione del protocollo.

4.43. Prima di posare il cavo ottico, tutti i meccanismi, i dispositivi, un tamburo con un cavo, recinti, scale, ecc. Vengono trasportati lungo il percorso e procedono alla loro installazione.

4.44. Il dispositivo per lo svolgimento del cavo dal tamburo viene installato ad una distanza di 1,5 - 2,0 m dal portello del primo pozzo, da cui inizia la posa del cavo. Un telaio con un tubo corrugato è installato sull'apertura del tombino per l'ingresso del cavo nel canale di scarico. Il tamburo con il cavo (rimozione della pelle) viene posizionato sul lato del percorso della striscia in modo che il cavo venga scaricato dall'alto (figura 4.10).

Fig. 4.10. Installazione di un dispositivo per srotolare un cavo ottico

Sul lato opposto, i rulli luco-curvi (figura 4.11) sono installati sulla botola dell'ultimo pozzo di uscita e un argano terminale è installato a 2-3 m dal boccaporto.

Fig. 4.11. Installazione di rulli di lukoogibny

In tutti i pozzi di transito, un tubo di polietilene posato nel canale è installato all'ingresso e all'uscita del canale da un antifurto (Figura 4.12) e un imbuto di sicurezza (Figura 4.13).

Fig. 4.12. Installazione di antifurto su un tubo di polietilene

Fig. 4.13. Installazione di un imbuto su un tubo di polietilene

Se la guarnizione verrà eseguita senza un tubo in polietilene, nel canale saranno installati degli imbuti, il cui diametro corrisponde al diametro del canale (figura 4.14).

Fig. 4.14. Installazione dell'imbuto nel canale del tubo

Un montante orizzontale e un blocco cavi sono installati in tutti i pozzetti degli angoli (figura 4.15).

Fig. 4.15. Installazione di sostegno orizzontale e blocco cavi

Nei pozzi di tipo medio e piccolo, il passaggio del cavo deve essere eseguito manualmente da un sollevamento ausiliario. Gli argani di trazione intermedi sono collocati in tutti i pozzi di transito in sezioni difficili del percorso. In assenza di tali argani, anche il serraggio dei cavi ausiliari in questi pozzetti deve essere effettuato manualmente.

4.45. È consentito posare il cavo ottico a una temperatura ambiente non inferiore a meno 10 ° С.

4.46. L'estremità del cavo è dotata di una punta con un compensatore di torsione, che fornisce il cavo per l'elemento di alimentazione centrale e la guaina in polietilene (Fig. 4.16).

Fig. 4.16. Installazione della punta con calza e compensatore di torsione all'estremità del cavo

Il compensatore di torsione è collegato al solito filo di torsione con l'avvolgimento di 3 o 4 strati di nastro adesivo di plastica (la torsione non dovrebbe sporgere oltre le dimensioni della punta e il compensatore di torsione).

Serraggio del verricello di trazione manuale prodotto manualmente montato nell'ultimo pozzo, ruotando il tamburo in modo uniforme, evitando i sobbalzi (Fig. 4.17).

4.47. Durante l'installazione, è necessario monitorare il funzionamento degli argani di trazione intermedi nei pozzi di transito. La velocità media del cavo è di 5 - 7 m / min. In assenza di argani intermedi, un serraggio ausiliario deve essere eseguito manualmente con uno sforzo non superiore a 600-700 N. Si consiglia di preparare i lavoratori in anticipo per questi lavori. Quando si stringe il cavo con le mani, è vietato appoggiare i piedi sulle pareti del pozzo o sulla sua armata. Non piegare il cavo. È inoltre necessario assicurarsi che nessun anello si formi in avanti e che il cavo passi uniformemente al canale opposto.

Fig. 4.17. Serraggio del cavo nel canale utilizzando la parte finale dell'argano manuale

4.48. Quando si posa il cavo per ridurre l'attrito, si consiglia di utilizzare una lubrificazione neutra della guaina del cavo specificata nella sezione 4.36. Quando si posa un cavo in un tubo di polietilene, un metodo per tirare un cavo usando microsfere è molto efficace. In questo metodo, microsfere polimeriche o di vetro con diametro da 0,2 a 0,3 mm vengono soffiate nel tubo di polietilene con aria compressa nella quantità richiesta, assicurando un rivestimento uniforme della sua superficie interna con una densità di circa 1,5 a 2 in tutto il tubo, 0 cm 2, che riduce il coefficiente di attrito durante la posa di quasi cinque volte. In questo caso, la condizione principale rimane il requisito per la superficie interna del tubo. Dovrebbe essere uniforme, senza rugosità e pulito (la presenza di sabbia, argilla, limo, ecc. È inaccettabile).

Nelle sezioni difficili del percorso e in presenza di lunghe lunghezze dei cavi dell'edificio, la sua posa viene eseguita in due direzioni da uno dei pozzi di transito situati approssimativamente sulla terza parte della lunghezza della campata. È auspicabile che questo fosse un angolo. All'inizio è consigliabile posare una grande lunghezza in una direzione, quindi srotolare il cavo rimasto sul tamburo, adagiare l'otto vicino al pozzo e poi posare l'altra strada. Se possibile, il cavo può essere svolto in larghi anelli lungo il percorso e quindi posato.

4.49. Quando un cavo appare nell'ultimo pozzetto di ricezione, l'argano di testa viene spostato a una distanza di 20-25 me il cavo continua a essere trascinato dal pozzo lungo i rulli lucoybic, assicurando così una fornitura di cavi per la posa e il montaggio.

4.50. Terminata la posa del cavo, la sua estremità vicino alla calza deve essere tagliata e sigillata con un cappuccio in polietilene.

4.51. Un cavo allungato (o la sua estremità) deve essere rimosso con grasso e sporco. Sulle console, dove il cavo deve essere posato, sono installati rivestimenti di Brizol, impermeabilizzazione, materiale di copertura o guaina di polietilene di scarto.

4.52. Il cavo si adatta alla forma di un pozzo, prevenendo il crossover con altri cavi posati e non bloccando le aperture dei canali delle canaline. Il raggio di curvatura ammissibile dei cavi in ​​una guaina di polietilene deve essere di almeno dodici dei loro diametri, in una guaina di piombo - non inferiore a sette dei loro diametri; I cavi ottici sono in genere di almeno venti dei loro diametri. Durante la posa dei cavi, per evitare di pizzicare e danneggiare la guaina, è necessario utilizzare i gomiti del cavo. I cavi elettrici in una guaina di polietilene di grande capacità devono essere piegati dopo il riscaldamento profondo della guaina e del nucleo in punti di flessione, eliminando le sollecitazioni meccaniche interne della guaina in polietilene. Il riscaldamento deve essere effettuato con aria calda proveniente da una fiamma ossidrica, posizionandola sotto il cavo e sopra il cavo - una visiera (come quando si asciugano i cavi quando si montano i giunti). La temperatura dell'aria calda viene mantenuta nell'intervallo 60 - 70 ° C. Il tempo di riscaldamento dipende dalla capacità del cavo (il tempo di riscaldamento approssimativo del cavo della CCI è 600 '2 - 1 ora). Dopo il riscaldamento, il cavo deve essere piegato usando i gomiti del cavo e fissato temporaneamente al punto previsto. I cavi in ​​guaina di polietilene con capacità fino a 300 coppie possono essere disposti senza riscaldamento preliminare.

La posa del cavo nei pozzetti di transito dovrebbe iniziare dall'ultimo pozzo al primo dove è installato il tamburo. Se necessario, vengono utilizzati tutti i mezzi disponibili per il serraggio dei cavi: blocchi del cavo, calze spaccate, argani, ecc.

4.53. I cavi con una capacità di oltre 100 paia dopo la posa e la posa vengono controllati per la tenuta con una pressione dell'aria in eccesso di 80 - 100 kPa per 24 ore.

4.54. I cavi ottici vengono serrati e posati sotto forma di un pozzetto sulla consolle della fila corrispondente manualmente, partendo dal centro della campata in entrambe le direzioni, utilizzando la riserva tesa nell'ultimo pozzo (20-25 m). La riserva di cavi necessaria per il montaggio del giunto deve essere di 8 m dal canale su entrambe le estremità del cavo.

4.55. Si consiglia di avvolgere il cavo nel pozzetto per il montaggio del giunto in anelli con un diametro di 1000 - 1200 mm, posato e fissato alle staffe.

4.56. Dopo aver posato il cavo ottico, è necessario effettuare misurazioni di controllo dell'attenuazione delle fibre ottiche, il cui risultato dovrebbe essere compreso nella velocità chilometrica stabilita. Dopo aver controllato il cavo, i cappucci alle estremità dovrebbero essere ripristinati.

CAVI DI POSA IN COLLETTORI

4.57. I cavi di comunicazione non armati elettrici e ottici in piombo, acciaio, guaine in alluminio sono soggetti all'installazione nei collettori. Data la posizione aperta libera dei cavi, devono essere posizionati come lunghezza massima di costruzione e minimo (eccetto ottico).

4.58. Un carrello per cavi o jack per cavi con un tamburo per cavi sono installati sul portello che conduce al collettore, nella direzione del cavo in modo che il cavo entri nel portello durante lo svolgimento dalla parte superiore del tamburo.

4.59. La posa dei cavi può essere eseguita manualmente e meccanizzata.

La posa manuale dei cavi consiste in tre operazioni principali: srotolare il cavo dal tamburo, posizionarlo sul collettore e appoggiarlo sulla console.

Quando il cavo viene posato manualmente, il cavo viene svolto dal tamburo, abbassato attraverso il portello, dove viene raccolto dagli operai nel collettore, che lo trasportano lungo il collettore e mettono il cavo sul pavimento. In questo caso, il numero di lavoratori viene determinato in base al carico del cavo per persona, non più di 35 kg.

Dopo che l'intera lunghezza del cavo è stata srotolata e posata sul pavimento del collettore, gli addetti lo sollevano in una o più ricezioni (a seconda del numero di lavoratori) e lo impilano sulle file e si posizionano sulle console impostate dal progetto. A seconda dell'altezza di una determinata fila di console, il cavo viene posato direttamente dal pavimento, dalle scale o scale (dotate di scarpe di gomma).

In presenza di mezzi di meccanizzazione (argani per il tensionamento del cavo e dei rulli, secondo il quale viene tirato), l'installazione viene eseguita in conformità con l'organizzazione e la tecnologia del lavoro descritto in "Raccomandazioni per la posa di cavi di comunicazione nei collettori", SKTB, M., 1983.

CAVI DI POSA IN GALLERIA

4.60. Entrambi i cavi corazzati senza copertura di iuta e non armati, anche ottici, sono soggetti a posa in galleria. Il tipo e la marca di cavo per ogni caso sono determinati dal progetto.

4.61. Durante la posa del tamburo con cavo è installato sulla piattaforma di carico, trasportato lungo il percorso. Mentre la piattaforma avanza, il cavo viene avvolto dal tamburo e depositato sulla console.

4.62. In caso di assenza di tracce, il cavo viene posato utilizzando uno dei seguenti metodi:

· Gestione dei cavi da parte del team di lavoratori lungo il tunnel;

· Broccia sui rulli di raskatochny;

· Dal tamburo installato sul trasportatore di cavi;

· Dal tamburo installato sui jack del cavo.

CAVO DI POSA SUI PONTI

4.63. A seconda del design del ponte, della sua lunghezza, dei passaggi dei cavi, ecc., Il metodo di posa del cavo è determinato dalla soluzione tecnica di progettazione e vengono calcolati e offerti i mezzi materiali e tecnici, nonché le misure di sicurezza del lavoro.

4.64. In caso di tubazioni poste sotto la parte pedonale del ponte o grondaie resistenti al fuoco sul lato del ponte, il cavo deve essere posato in conformità con i paragrafi. 4,27 - 4,39.

4.65. I cavi ottici sono posati su ponti, se la frequenza massima e l'ampiezza delle vibrazioni non superano il valore consentito per questo cavo, stabilito dai requisiti delle condizioni tecniche. Dovrebbero essere posati allo stesso modo dei cavi elettrici, tenendo conto delle loro caratteristiche.

ESTRAZIONE DEL CAVO DAL DRENAGGIO DEL CAVO

4.66. Prima di rimuovere il cavo posato nella canalina, si consiglia di smontare tutti i giunti e le estremità libere del cavo da sigillare con i tappi.

4.67. Per rimuovere un cavo di comunicazione elettrico dal sistema fognario non idoneo per un ulteriore utilizzo, si consiglia di posizionare una calza di estremità sull'estremità del cavo. Stringere la calza con fili di acciaio. La montatura deve essere affidabile, progettata per uno sforzo di trazione elevato. Il cavo viene tirato attraverso il portello da una macchina a cavo o un argano a mano per l'intera lunghezza della campata e quindi avvolto su un tamburo vuoto. Quando il cavo viene tirato, i gomiti del cavo sono installati sulla botola del pozzetto e all'uscita del canale.

4.68. Quando si rimuove un cavo adatto per un ulteriore utilizzo, anche lo stoccaggio del cavo end-to-end viene inserito all'estremità del cavo da rimuovere. Un blocco di cavi è installato nel pozzo attraverso il quale passa la fune di trazione dalla macchina cavo o dall'argano a mano. La corda è fissata alla calza per mezzo di una carabina. Quando si rimuove un cavo di grande capacità, è necessario installare un compensatore di torsione tra la calza e la fune (Fig. 4.7).

Il cavo deve essere rimosso di una lunghezza pari alla distanza dal canale fino alla battuta della calza nel blocco, ogni volta che si sposta lo stoccaggio sul canale. Il cavo rilasciato deve essere immediatamente avvolto su un tamburo vuoto con svolte uniformi. Quando si avvolge il cavo, è necessario monitorare visivamente le condizioni della guaina esterna. In caso di difetti minori, devono essere immediatamente eliminati. Per danni più gravi, devono essere annotati con nastro adesivo di plastica e fissare la natura del danno. Dopo aver avvolto l'intera lunghezza del cavo sul tamburo, viene applicato un tag al tamburo, che indica: marca del cavo, capacità, diametro del nucleo, lunghezza, idoneità per l'ulteriore utilizzo e natura del danno annotato.

Il cavo rimosso viene controllato per verificare la presenza di rotture e messaggi dei cavi, la resistenza del loro isolamento e tenuta con una pressione dell'aria in eccesso di 80 - 100 kPa per 96 ore.

4.69. Quando si rimuove un cavo ottico da un canale, i capicorda vengono utilizzati per tirare il cavo sopra l'elemento di alimentazione centrale e la sua guaina esterna. Dopo la sua estrazione, in caso di ulteriore utilizzo, verificare l'integrità delle fibre ottiche, i principali elementi strutturali, misurare le caratteristiche ottiche.

Passerelle per cavi - Cablaggio nei canali

I passacavi consentono di posare cavi fino a 10 kV con conduttori monofilare con una sezione fino a 240 mm 2 e di installare su di essi giunti cavi con coperture di protezione con lunghezza di 1250 mm. L'altezza dei pozzetti non supera i 2100 mm. Distinguere dritto attraverso pozzi, angolari, ramificati, a T e croce (rispettivamente, con il rilascio di blocchi su tre e quattro lati). All'esterno, i pozzetti dei cavi sono chiusi con botole, all'interno sono dotati di scale metalliche o staffe per la discesa delle persone.La distanza tra i pozzetti non supera i 150 m.


Pozzi per cavi: a - checkpoint; b - angolare; c - a forma di T; d - cruciforme; d - ottuso; e - a forma di Z.

Le dimensioni dei passacavi devono garantire le normali condizioni di tiro dei cavi con una sezione massima di 3x240 mm 2 con un raggio di curvatura R = 25s?, Sostituendole, se necessario, con manicotti di collegamento con protezioni metalliche lunghe 1250 mm.
I tombini per cavi sono realizzati in mattoni o calcestruzzo prefabbricato dei seguenti tipi: di tipo dritto, angolare - per cambiare la direzione del blocco di fognatura con 90, 120, 135 e 150 gradi, a forma di linee rette e di 120 e 150 gradi, a forma di croce.
La pendenza del pavimento del pozzo dovrebbe essere 0,003 nella direzione della coppa. La griglia del pozzetto dovrebbe essere in metallo. Installazione di parti integrate sotto strutture cavo prodotte nel processo di installazione di pozzi.
I colli (passo d'uomo) dei pozzetti del cavo devono essere rotondi o ovali e avere doppi coperchi metallici, di cui quello inferiore deve avere accessori per la loro rimozione. Gli sportelli a forma circolare sono progettati esclusivamente per il tiro a cavo unidirezionale e devono avere un diametro di almeno 700 mm. Gli sportelli a forma ovale sono progettati per il tiro bilaterale di cavi di lunghezza lunga fino a 185 mm 2 e hanno una larghezza di 800 e una lunghezza di 1800 mm. Cavi con una sezione trasversale di 240 mm * e superiore devono essere tirati senza un cappio in una direzione. I pozzi dovrebbero essere dotati di staffe in acciaio o di una scala metallica per la discesa.
A causa del fatto che i pozzetti per cavi sono la parte più costosa della rete fognaria a blocchi, si consiglia di utilizzare telecamere a cavo quando si passa da una fogna a una fossa.
Quando si fanno blocchi di tubi di cemento-amianto, le superfici interne dei tubi e le loro articolazioni devono essere lubrificate con bitume di qualità BN-IV diluito in kerosene (2 parti in massa di bitume e 1 parte in massa di cherosene). Su terreni asciutti, tutte le superfici esterne dei tubi e delle loro articolazioni devono essere rivestite con impermeabilizzazione in due strati, e in terreni umidi e saturi d'acqua, l'impermeabilizzazione deve essere disposta in due strati.
Per i blocchi di tubi ceramici per terreni aggressivi, il riempimento di vuoti tra i tubi dovrebbe essere realizzato con calcestruzzo, per terreni non aggressivi con calcestruzzo, ma solo nelle giunzioni dei tubi, e il resto deve essere riempito con sabbia o terreno setacciato.
In caso di installazione parallela di un blocco con tubazioni tra le tubazioni e il cavo più vicino, la distanza deve essere di almeno 250 mm e in caso di posa parallela con un tubo di calore - almeno 2 m.
I blocchi costruiti prima del rinterro devono essere effettuati da organizzazioni elettriche e operative. Le acque reflue del blocco devono essere conformi al progetto. La profondità dei blocchi del cavo (conteggio dal cavo superiore) deve essere di almeno 1 m all'intersezione di strade e piazze e 0,7 m in tutti gli altri casi: nei locali di produzione e nelle aree chiuse la profondità non è standardizzata.
Il percorso dei blocchi di cavi dovrebbe essere dritto. Quando si attraversano strutture ingegneristiche, il percorso deve essere perpendicolare al proprio asse. In alcuni casi, è consentita la deviazione dall'angolo retto, ma non oltre i 45 °, quando la necessità di questo è dovuta alle peculiarità della posizione della posizione dei blocchi di ingresso nell'edificio o alla presenza di strutture costruite sull'autostrada.
Ogni blocco di cavi dovrebbe avere il 10% dei canali di backup, ma almeno un canale.
Se il sistema di fognatura a blocchi viene realizzato con scostamenti dal progetto, quindi quando si riceve per l'installazione della parte dell'edificio dell'organizzazione di installazione elettrica, i disegni esecutivi corretti devono essere trasferiti. Deviazioni dal progetto devono essere concordate con l'autore della parte elettrica del progetto.
Il rinterro dei blocchi è consentito solo dopo la loro accettazione. I canali dei cavi e dei tubi, le loro uscite e le loro giunture devono avere una superficie trattata e pulita per evitare danni meccanici alle guaine del cavo sia durante la trazione che in condizioni operative.
I diametri interni dei fori (canali) dei blocchi di cemento armato devono essere di almeno 90 mm, i diametri interni delle tubazioni di scarico devono essere di almeno 100 mm.
I blocchi di cavi dovrebbero avere una pendenza di almeno lo 0,2% nella direzione dei pozzi.
Le più piccole distanze nella luce tra i tubi di una fogna a blocco, poste direttamente nel terreno, dovrebbero essere le stesse. come per i cavi senza tubi.
Quando si inseriscono blocchi in edifici e strutture di cavi (gallerie, collettori, scantinati, ecc.), Devono essere prese misure per impedire la penetrazione di tubi, aperture di acqua, gas e piccoli animali dalle trincee in edifici e strutture.
Nella fig. mostra una vista generale del condotto del cavo a blocchi.
Quando si posa il cavo nell'unità, è necessario garantire la piena impermeabilità della tubazione. Per fare questo, svolgere le seguenti attività: dopo l'installazione, testare la pressione della conduttura di aria o acqua; le guarnizioni di tenuta sono disposte in punti in cui il cavo esce dalla tubazione (riempito con filato di bitume, ecc.)
Per serrare il cavo nel canale del blocco, è necessario pulirlo dalla soluzione di calcestruzzo quando si uniscono blocchi e detriti. Ciò è ottenuto tirando attraverso il canale con l'aiuto di un argano a fune con un dispositivo di fissaggio attaccato ad esso sotto forma di un cilindro di controllo in acciaio e gorgiere. Il diametro esterno della superficie di riferimento del cilindro deve essere inferiore di 15 mm rispetto al diametro del canale e il diametro della nervatura deve essere 6 mm più grande del diametro del canale. Il circuito di pulizia del canale è mostrato in fig. Per fare questo, un cavo di acciaio è collegato ad un'estremità di un filo di acciaio precedentemente tirato nel canale e tirato attraverso il canale, quindi un cilindro di controllo con gorgiera è collegato alla seconda estremità del cavo. Nel pozzo (più vicino al verricello), i rulli di guida sono fissati, attraverso i quali passa la fune tesa, e attaccandola alla fune dell'argano, il canale viene pulito. Durante la pulizia del percorso, un cavo di acciaio è collegato all'ultima sporgenza, che viene contemporaneamente tirata nel canale per la successiva estrazione del cavo. Si consiglia di stringere il filo nei canali dei blocchi durante la costruzione di canaline per cavi. Il serraggio del filo in blocchi di costruzione completata di liquami su tratti del percorso fino a 50 m di lunghezza viene effettuato spingendo direttamente un filo rotondo con un diametro di 4. 5 mm con un'estremità piegata in modo che non possa appoggiarsi contro le pareti del canale.


Ruff per pulire il canale

In aree più lunghe di 50 m, il cavo d'acciaio deve essere serrato in uno dei seguenti modi: a) spingendo il filo da due estremità del tubo simultaneamente con un gancio fatto a ciascuna estremità, quando si incontrano nel tubo, le estremità del filo sono agganciate e il filo viene estratto da un lato in modo che cavo della frizione; b) utilizzando l'accoppiamento o le aste di avvitamento (aste); c) mediante soffianti a canale pneumatico che tirano un cavo di kapron con un diametro di 20. 30 mm con una sovrapressione di aria compressa 600. 700 kPa.
Cavi non armati con guaina di piombo nudo delle qualità SG e ASG, nonché cavi con guaina di PVC nuda dei gradi VVG, AVVG, VGR e AVRG devono essere utilizzati per l'installazione nella rete fognaria a blocchi. In aree di blocchi fino a 50 m, è anche consentito posare cavi armati in guaina di piombo o di alluminio senza copertura esterna del filato del cavo con tintura di armatura per la protezione dalla corrosione con vernice bituminosa BT-577 secondo GOST 5631-79.


Dispositivo pneumatico per il serraggio del cavo nel blocco: 1 - tubo; 2 - il pistone; 3, 4 - ugelli; 5 - raccordo per il tubo dell'aria;
b - la bobina con una corda o un cavo di kapron
I tipi di cavi per ogni caso specifico sono determinati dal progetto: quando si tira un cavo del marchio SG in blocchi, con una corda fissata alla guaina del cavo da una calza, la lunghezza totale del canale, nelle condizioni di tensione massima consentita, non deve superare 145 m per cavi fino a 3x50 mm 2, 115 m - sezione 3x70 mm 2, 108 m - sezione 3x95 mm 2 e oltre.
Il cavo viene tirato nel canale del blocco con un cavo, fissandolo all'estremità con un cavo o un fermacavo.
La rete metallica (a) è posta all'estremità del cavo ed è fissata su una sezione di lunghezza non inferiore a 500 mm mediante una o più bande di filo morbido di 1,5 mm di diametro. Le bende impongono l'avvolgimento di 2. 3 strati di nastro di resina.
Il serraggio del cavo con una calza metallica presenta gli svantaggi di cui i principali sono: un notevole investimento di tempo per il fissaggio della calza sul cavo; la possibilità di scivolare lo stoccaggio dal guscio; il pericolo che la guaina del cavo si rompa nelle immediate vicinanze della sovrapposizione della calza, specialmente per lunghezze e sezioni di cavi di grandi dimensioni.
Un modo più perfetto è quello di fissare un cavo con un morsetto conico (d) costituito da una testa in acciaio con un foro speciale per un cavo, un pignone conico, lungo le superfici laterali di cui ad una distanza di 1/3 della circonferenza ci sono tre scanalature di settore, un cono esterno e un alloggiamento progettato per proteggere l'esposto conduttori di cavi conduttivi da danni meccanici.
Cavi di grandi sezioni e di grandi lunghezze sono tirati nei canali solo con una fascetta in acciaio attaccata direttamente alle anime alle estremità del cavo.
Se non è possibile far passare il cavo attraverso due o più sezioni, il cavo può essere tirato dal pozzo intermedio a entrambi i lati del percorso, a condizione che le dimensioni del portello consentano di abbassare il cavo nel pozzo nel pozzo, osservando il raggio di curvatura consentito.
In questo caso, il tamburo con il cavo viene installato nel pozzo intermedio e tira il cavo su una parte più lunga del percorso. Quindi, liberano il tamburo e tagliano il cavo per la lunghezza della seconda sezione (con tolleranza per il collegamento del cavo) e misurarlo a terra con anelli. Pre-fissando l'estremità del cavo alla fune, serrato nel canale del blocco, viene tirato nella seconda parte del percorso, osservando attentamente che al termine della trazione e dell'abbassamento del circuito nel pozzo, il raggio di curvatura del cavo non è inferiore a quello consentito.
Nel processo di serraggio dei cavi, per ridurre l'attrito e l'usura meccanica, le superfici dei cavi sono lubrificate con grasso o grasso di 2 mm di spessore. È necessario prestare attenzione per garantire che il cavo nel pozzetto intermedio non subisca una forza eccessiva.
L'estremità del cavo, tagliata al tamburo e abbassata nel pozzo, dovrebbe essere sigillata. Su entrambi i lati dei manicotti di accoppiamento (a una distanza di 1 m dall'accoppiamento) le estremità del cavo sono fissate sulle strutture di supporto del pozzo. In luoghi in cui i cavi si avvicinano alla distanza, meno della distanza ammissibile, i cavi devono essere muniti di anelli tagliati da tubi di cemento-amianto con un taglio su di essi lungo l'asse degli spazi pari a 1,1 del diametro del cavo.
La trazione del cavo è consigliata a una velocità di 0.6. 1 km / h e, se possibile, senza fermarsi, in modo che quando si avvia il cavo da terra, per evitare una grande quantità di tensione.
Dopo aver tirato, il cavo deve essere posato nel pozzetto sulle strutture di supporto, le sue estremità devono essere sigillate e in tutti i punti in cui il cavo fuoriesce dai canali dell'unità per appoggiare i cuscinetti elastici (ad esempio, foglio di amianto) per proteggere la guaina dall'abrasione.
I giunti nel pozzetto dopo la loro installazione devono essere collocati in un involucro protettivo ignifugo.
Sugli ingressi dei blocchi negli edifici, i tunnel dei fori nei blocchi dopo la posa dei cavi devono essere sigillati con un materiale ignifugo e facilmente perforabile.
La lunghezza totale massima del canale dell'unità per i cavi di marca ASG con una sezione trasversale di 3x95 mm 2 e superiore non deve superare 150 m.
Gli sforzi massimi consentiti dei cavi dei tipi SG e ASG con il fissaggio della fune per i conduttori, nonché gli sforzi necessari per tirare 100 m di cavo attraverso la rete fognaria sono riportati in Tabella.
Gli sforzi massimi consentiti dei cavi di VVG, AVVG, VRG e AVRG con fissaggio a fune per le anime devono essere presi con un fattore di 0.7 - per fili di rame, 0.5 - per anime in alluminio da alluminio solido, 0.25 - per anime in alluminio da semisolido in alluminio.

Per controllare la forza dell'argano, installare un dinamometro o un altro dispositivo di controllo.
Il tiro del cavo nella zona tra due pozzi adiacenti viene eseguito secondo lo schema mostrato in Fig. Per fare ciò, installare i rulli angolari con raccordi a vite a crimpare e distanziatori nei pozzetti, collegare il cavo d'acciaio tirato nel canale del blocco al cavo, installare un imbuto amovibile nell'ingresso del canale del blocco, conservare la fune attraverso i rulli, fissarla alla fune dell'argano e procedere al serraggio del cavo.
Attraverso il cavo che tira in due o più sezioni senza tagliarlo in pozzi intermedi è possibile a condizione che dopo la broccia nei pozzetti venga creata la necessaria riserva di cavi lungo la lunghezza per la posa sulle strutture di supporto.


Schema del cavo che tira in una sezione: 1 - tamburo con cavo; 2 - rullo angolare; 3 - cavo; 4 - imbuto separabile; 5 - corda; b - rullo per corda; 1- installazione per il controllo della tensione

Per tirare il cavo, è necessario preinstallare tutti i rulli angolari e guida necessari nei pozzi estremi e intermedi, in base al progetto di lavoro.
La figura mostra il percorso approssimativo e il layout dei meccanismi e dei dispositivi in ​​esso contenuti.
La forza massima ammissibile per le anime dei cavi nei canali del blocco è definita come Ð pari a 1/6 R (resistenza massima della quantità di nucleo del cavo, che per i nuclei di rame è presa dal calcolo di 26. e per l'alluminio - 16 kg / mm).
La forza di tensione calcolata di 1 m di un cavo con massa Q (kg) con un coefficiente di attrito a = 0,6 viene calcolata utilizzando la formula:
P = 0.6Q
Per tirare il verricello nei canali del blocco della fune, viene utilizzato un filo di acciaio con un diametro di 4. 5 mm, posato durante la costruzione della rete fognaria. Se tale cavo non è stato posato nel canale, il suo disegno in aree fino a 50 m di lunghezza viene eseguito spingendolo direttamente nell'ingresso
La lunghezza massima consentita del cavo, tirata in blocchi usando calza metallica, è riportata in Tabella.
Lunghezza massima consentita del cavo, blocchi tirati usando calza metallica, m

Posa cavi in ​​fognatura

I metodi di posa dei cavi ottici sono per molti versi simili ai metodi di posa dei tradizionali cavi in ​​rame. Tuttavia, è importante non superare i valori limite dei parametri del cavo specificati dal produttore, come ad esempio:

¾ Raggio di curvatura minimo;

¾ sollecitazione massima ammissibile;

¾ temperatura minima durante l'installazione;

¾ forza di compressione massima consentita.

Questi parametri possono differire in modo significativo dai corrispondenti parametri dei cavi in ​​rame.

Quando si posa un cavo ottico nel sistema fognario, i carichi che superano i valori nominali possono causare un aumento del coefficiente di attenuazione nelle fibre fino al valore che porta alla rottura delle fibre. La rottura della fibra può verificarsi immediatamente o dopo un po 'di tempo. I danni potrebbero non essere visibili all'esterno. Il cavo potrebbe sembrare intatto, mentre in realtà la fibra è allungata o ci sono microfessurazioni, che in qualsiasi momento possono portare alla rottura della fibra.

I cavi ottici sono insensibili alle interferenze elettromagnetiche e alle scariche atmosferiche. Ciò significa che possono essere utilizzati in luoghi in cui la posa di cavi tradizionali in rame non è possibile.

I cavi per la posa in fognature via cavo sono, di norma, cavi con riempitivo idrofobo. Questi cavi sono generalmente realizzati con laminato metallico (foglio di alluminio o nastro di acciaio corrugato) per proteggere dall'umidità. (È anche possibile produrre cavi non metallici.) Il riempitivo idrofobo impedisce il movimento dell'umidità nella direzione longitudinale e allo stesso tempo protegge le fibre.

La posa del cavo in fibra ottica nelle fognature dei cavi è il metodo di posa più comune utilizzato nelle città, nei centri amministrativi e in altri luoghi con un'alta densità di popolazione. Le fognature via cavo sono costituite da una conduttura e pozzi. Il cavo viene posato nella tubazione del cavo e le eventuali connessioni sono realizzate in pozzetti o cavi.

Il cavo può essere allungato in una tubazione del cavo nuova o esistente. I tubi proteggono il cavo e consentono di posare e rimuovere il cavo in futuro senza lavori di scavo. È possibile utilizzare tubi di diametro maggiore rispetto a quelli attualmente richiesti e possono essere posati tubi aggiuntivi per soddisfare le esigenze future.

Il metodo tradizionale di posa - il metodo della tensione. I cavi in ​​fibra ottica sono più leggeri, ma hanno lunghezze di costruzione maggiori rispetto ai tradizionali cavi in ​​rame utilizzati per la posa in condizioni simili.

Durante la progettazione del percorso e la scelta dei metodi di taglio del cavo, è necessario tenere conto del raggio di curvatura minimo e della forza di trazione massima consentita determinata per questo tipo di cavo in fibra ottica per evitare rotture e danni alle fibre nascosti. Quando si posa un cavo in fibra ottica in una conduttura sotterranea, si devono affrontare situazioni molto difficili, e le condizioni della condotta e la geometria del percorso sono di grande importanza.

Nei casi in cui la conduttura del cavo è in cattive condizioni, gravemente curva, vi è un cavo precedentemente posato nelle tubazioni o nei giunti con un brusco cambiamento di direzione, la lunghezza massima della costruzione deve essere ridotta di conseguenza.

Posa wok in canalette
La posa dei cavi di comunicazione ottica nelle canalizzazioni avviene sia manualmente che meccanicamente utilizzando meccanismi e dispositivi standard. In questo caso, è sempre necessario osservare rigorosamente i seguenti requisiti: il raggio di tensione e di flessione deve soddisfare i requisiti delle specifiche tecniche per il cavo da posare.
Prima di posare l'OK nelle fognature del cavo, viene effettuato un controllo per il passaggio dei suoi canali e, se necessario, per la riparazione del sistema fognario, nonché per la riparazione e l'installazione successiva dei pozzetti del cavo. Per un uso più efficiente dei canali di passaggio cavi e la possibilità di posa in un canale con cavi in ​​rame, vengono posati PZT.
Posa OK nel condotto cavi viene effettuata principalmente con il metodo di serraggio a mano o con l'aiuto di argani. Quando si posiziona OK in PTA, è possibile utilizzare il metodo di spinta.

Vengono utilizzati per la posa OK nel condotto cavi:

- argani del rimorchio con gli azionatori manuali, della benzina o elettrici e limitazione di tensione regolabile;

- dispositivo per srotolare il cavo dal tamburo (jack, carrello del cavo);

- tubi corrugati con una sezione longitudinale per l'ingresso del cavo attraverso il boccaporto nel canale del condotto cavi (Fig. 2.6);

- rulli lukoogibuyuschie per il passaggio del cavo attraverso il passo d'uomo (Fig. 2.7);

- montanti orizzontali e blocchi di cavi per giri di cavi regolari nei pozzetti angolari (Fig. 2.8);

- imbuti guida spaccati installati su canaline o PZT per garantire il raggio di piega richiesto e proteggere il rivestimento del cavo da danni all'ingresso e all'uscita del canale (Fig. 2.9);

- capocorda con calza per tensione del cavo (figura 2.10);


Figura 2.6 - Tubi corrugati

La posa del cavo su sezioni brevi viene effettuata dal primo pozzo del percorso, su tratti difficili e su tratti più lunghi di 1 km, di norma, dal centro della sezione o sezione con il maggior numero di curve. Posa delle lunghezze di costruzione OK con una lunghezza di 2000 m e più dovrebbe essere fatto solo in un tubo di polietilene. Lo schema di posa OK nel condotto cavi è presentato in fig. 9.2.17.

Drum with cable è impostato su 1.5. 2 m dal boccaporto. Un telaio con un tubo corrugato è installato sull'apertura del tombino per l'ingresso del cavo nel canale di scarico. Sul lato opposto del percorso, i rulli lyukobibuyuschie sono installati sul pozzo del pozzo, e in 2. 3 m dal verricello.

Nei pozzi di transito all'ingresso e all'uscita dei canali di fognatura sono installati degli imbuti di sicurezza. In caso di utilizzo di PZT, vengono inoltre installati dispositivi antifurto, montati orizzontalmente e blocchi di cavi in ​​tutti i pozzetti degli angoli.

Per la posa OK, è necessario utilizzare canali appositamente designati, posizionati al centro dell'unità di conduit verticalmente e ai margini del sistema di fognatura, in senso orizzontale. Prima di posare il cavo, la drizza di trazione viene inserita nei canali selezionati e testati dei condotti per cavi, che è collegata all'OK tramite un compensatore di torsione (girevole) e un capocorda con una calza di trazione.

Il tiro OK è condotto da un verricello installato all'ultimo pozzo, in modo uniforme senza strappi. Tamburo con un cavo durante la brocciatura ruotato uniformemente da un azionamento o manualmente.

Non ruotare il tamburo in posizione OK. Se necessario, nei pozzi di transito eseguire un sollevamento ausiliario OK con argani intermedi o manualmente.

Nelle sezioni difficili del percorso e in presenza di lunghe lunghezze del cavo di costruzione, la sua posa viene eseguita in due direzioni da uno dei pozzetti di transito (preferibilmente angolari), situato a circa un terzo della lunghezza del percorso. Inizialmente, è consigliabile posare una grande lunghezza di OK, quindi srotolare il restante OK sul tamburo, adagiarlo a otto vicino al pozzo e quindi metterlo nell'altro senso.Quando un cavo appare nell'ultimo pozzo di ricezione, l'argano viene spostato 20. 25 m dal pozzo e continuare a disegnare il cavo, fornendo una riserva di cavi sul display e l'installazione.

L'OK posato viene stretto e posato sotto forma di pozzetti sulla console manualmente, partendo dal centro della campata in entrambe le direzioni. La riserva OK, necessaria per l'installazione di giunti, deve essere ad almeno 8 metri dal canale di scarico. La riserva di cavi lasciata durante la posa nei luoghi di installazione dei giunti deve superare il valore specificato di 5 metri da ciascun lato. Dopo il calcolo di OK, vengono eseguite misurazioni di controllo dell'attenuazione delle fibre ottiche sulle lunghezze dell'edificio previste e viene valutata la loro conformità agli standard stabiliti.

La riserva di cavi lasciata nel pozzetto per il montaggio del giunto viene arrotolata in anelli di almeno 1200 mm di diametro e fissata alle staffe.

Dopo il montaggio sul cavo in prossimità degli innesti montati, così come nei pozzi di transito, è installato un anello o un'etichetta di numerazione.

Le lunghezze costruttive OK sono collegate con l'aiuto di giunzioni ottiche end-through o dead-end di vari design. Il tipo specifico di accoppiamenti viene determinato in base alle condizioni di posizionamento nel pozzo ed è indicato nella documentazione del progetto. Sono mostrate le varianti di posizionamento degli accoppiamenti ottici nei pozzetti dei condotti per cavi (Fig. 2.12 e Fig. 2.12).


Figura 2.12 - Posizionamento di giunti a vite senza fine di tipo MTOK 96 e MOHT-M in pozzetti o collettori di cavi


Quando si posiziona l'OK nel collettore, il tamburo con il cavo viene installato sul boccaporto che conduce il collettore in modo che il cavo entri nel portello dalla parte superiore del tamburo. La posa dei cavi consiste in tre operazioni principali: srotolare il cavo dal tamburo, posizionarlo sul collettore e appoggiarlo sulla console. Il cavo viene svolto, abbassato nel portello, dove viene raccolto dagli operai del collezionista, che portano OK sulle loro mani lungo il raccoglitore e lo posizionano sul pavimento. Dopo che l'intera lunghezza è stata srotolata e posata sul pavimento del raccoglitore, OK viene sollevato in uno o più ricevimenti e posizionato su una data riga di spazio di progetto sulle console.

Preparazione di canaline per cavi per l'installazione di cavi ottici

Per la posa di cavi ottici, se possibile, si utilizzano canali situati al centro dell'unità di conduit verticalmente e sul bordo del sistema di fognatura. Secondo la decisione del cliente, il cavo deve essere posato lungo i canali occupati in tubi di polietilene (HDPE 32t con un diametro esterno di 32 mm e interno - 25 mm) precedentemente posati in questi canali. L'uso di un tubo in polietilene crea le condizioni per la posa di un cavo ottico di grande lunghezza e protegge il cavo da possibili danni quando un canale viene preparato per la posa di un altro cavo (soprattutto con aste metalliche), quando i cavi sono pieni e quando i cavi sono già scaricati dal canale.

Il cavo dovrebbe essere posto su canali liberi solo a condizione che in questi canali non ci siano ulteriori segnalazioni di altri cavi di comunicazione con conduttori metallici, ma solo ottici dello stesso tipo nella quantità di non più di cinque o sei. Se il rapporto è previsto, il cavo ottico deve essere posato in un tubo di polietilene in un canale libero.

La posa di cavi di lunghezza pari o superiore a 2000 m deve essere posata solo su un tubo di polietilene.

Posa di un tubo di polietilene nel canale della rete fognaria

Quando un tubo di polietilene viene posato lungo il canale del condotto, il tubo viene srotolato dall'alloggiamento da un vestibolo mobile o svolto manualmente su tutta la campata. Se ci sono diverse campate brevi nella sezione della guarnizione, allora il tubo viene svolto alla lunghezza massima in modo che la sua estremità (tenendo conto del taglio in ogni pozzetto di transito di una distanza uguale alla distanza tra i canali più 400 - 450 mm) cada sull'ultimo pozzetto con il minimo rifilatura. Se è impossibile rotolare il tubo a causa delle condizioni vincolanti del percorso, la striscia viene misurata con un metro a nastro, quindi il tubo di polietilene viene misurato e tagliato in un punto accessibile. Se ci sono pozzi d'angolo sulla pista, il tubo dovrebbe terminare in corrispondenza di ciascun pozzo.

L'estremità del tubo, dotata di una punta, viene introdotta nel canale del condotto del cavo e viene spinta lungo l'intera lunghezza della campata (campate). In presenza di pozzi di transito, producono un serraggio ausiliario del tubo tramite operatori di cavi funzionanti.

Se l'avanzamento del tubo diventa impossibile a causa di ostacoli nel canale, il tubo deve essere ruotato più volte attorno all'asse con una spinta simultanea (Fig. 2.13).

Figura 2.13 - Scorrimento del tubo durante la posa lungo il canale dei canali di cablaggio

In ciascun pozzetto, un tubo di polietilene su un lato viene tagliato con un seghetto, lasciando una lunghezza di 200-250 mm dal canale. Innanzitutto, il tubo viene tagliato all'uscita del primo pozzo, quindi tagliato all'ingresso del secondo pozzo e spinto in avanti lungo il canale. Successivamente, il tubo viene tagliato all'ingresso del terzo pozzo e nuovamente spinto attraverso il canale. Questo viene fatto in ogni successivo transito.

Dopo aver tagliato il tubo, in ciascun pozzetto all'ingresso e all'uscita del canale, temporaneamente per il periodo di posa del cavo, è installato un antifurto che rappresenta l'arresto impedendo il movimento del tubo durante la sua preparazione con filo (cavo) e durante la posa del cavo (figura 2.14).

Figura 2.14 - Installazione antifurto

Quando si posa un tubo di polietilene nel liquame, sono possibili residui a bassa dimensione. Questi residui dovrebbero essere ridistribuiti a brevi intervalli del percorso, identificandoli dai disegni di lavoro. È consentito l'ancoraggio di lunghezze di dimensioni ridotte di un tubo in polietilene per utilizzarlo per la posa su tratti del percorso non superiore a 70 - 80 m L'ancoraggio viene eseguito utilizzando un bracciale di metallo lungo 150 mm con uno spessore di 1,5-2,0 mm installato nella giunzione dei tubi. Pre-smusso con un angolo di 30 ° dall'interno delle estremità del tubo. Accanto alla cuffia installata su entrambi i lati, una cintura viene applicata alla superficie dei tubi in due strati di sevilen o colla hot-melt GIPK-14-13. Un tubo 40/20 termoretraibile con una lunghezza di 250 mm è installato e posizionato sul polsino con uguale sovrapposizione delle cinghie.

Se la preparazione della posa del tubo in polietilene e della posa del cavo non sarà effettuata immediatamente, ma dopo un po 'di tempo, durante il quale i pozzetti possono essere riempiti con acqua, quindi evitare che sabbia, argilla, fanghi, tubi in polietilene in ciascun pozzetto vengano temporaneamente protetti da tappi in polietilene con avvolgimento i loro giunti 5 - 7 strati di nastro adesivo di plastica.

Preparazione del tubo in polietilene posato nel canale della canalizzazione del cavo

Tubo in polietilene billet posato nel canale del condotto cavi, realizzato in filo d'acciaio zincato billet con un diametro di 3 mm o cavo d'acciaio. Per la preparazione del tubo usato bacchette di vetro o pneumatico. Le bacchette di vetro sono più efficaci quando ci sono un gran numero di campate corte sulla pista. Si consiglia l'uso pneumatico su intervalli da 80 a 140 metri o più. In assenza di bacchette di vetro e tubi pneumatici, il tubo di polietilene può essere preparato con una corda di nylon. Lo sbozzato viene prodotto prima di posare il tubo nel condotto del condotto del cavo, svolgendolo sulla superficie lungo il percorso. Per il bianco, un cavo di kapron è legato a un cilindro oa una palla. Un cilindro o una palla con un cavo attaccato viene abbassato in un tubo preparato per la posa in un canale. Passando sopra il tubo davanti a lui, muovono il cilindro o la palla con il cavo per l'intera lunghezza del tubo (figura 2.15). Quindi, dopo aver posato il tubo nel canale, con l'aiuto di un cavo, filo di billetta o un cavo viene tirato nel tubo. Su brevi distanze è possibile collegare tra loro una corda di diverse lunghezze.

La preparazione di un canale libero quando si posa un cavo senza un tubo di polietilene viene eseguita come al solito, in conformità al capitolo 4.2. "Istruzioni generali". La billetta del canale, nella quale è già stato posato un cavo ottico senza un tubo di polietilene, dovrebbe essere realizzata con una barra di vetro o con un tubo di polietilene.

In tutti i casi, quando si preparano i canali, è necessario assicurarsi che il filo o il cavo presenti il ​​minor numero possibile di torsioni (collegamenti). La lunghezza consigliata senza torsioni per il filo è 450 - 500 m, per il cavo - fino a 1500 m.

Figura 2.15 - Preparazione di un tubo di polietilene con una corda di nylon.