SNIP e altra documentazione normativa sui sistemi di drenaggio in domande e risposte

I sistemi di drenaggio nelle aree suburbane e vicine sono spesso progettati "a occhio". Questo non è corretto e spesso porta a inondazioni e altri problemi. Al fine di rendere il sistema di drenaggio corretto, è necessario essere guidato dai requisiti dei documenti normativi.

Il documento di base è la joint venture 104.13330.2012 - questa è una versione aggiornata di SNiP 2.06.15-85 "Protezione ingegneristica del territorio da inondazioni e inondazioni". Sfortunatamente, contiene poco uso in quanto si applica ai sistemi di drenaggio utilizzati per proteggere edifici bassi.

Quando è possibile organizzare un sistema di drenaggio aperto?

Secondo lo SNIP, un sistema di drenaggio aperto dai canali orizzontali può essere utilizzato per drenare le aree con edifici a uno o due piani di bassa densità, nonché per proteggere le strade e altre utilità dalle inondazioni (paragrafo 5.25). Allo stesso tempo, per rafforzare le pendenze dei canali dovrebbero essere utilizzate lastre di cemento o di cemento armato o pietra da disegno.

Ovviamente, questo oggetto è collegato ai sistemi di drenaggio generale degli insediamenti o dei quartieri umani. In relazione a una particolare casa privata sulla propria terra, la creazione di un sistema di drenaggio aperto non può essere considerata utile, poiché il fossato sul sito ha luogo e rappresenta un potenziale pericolo.

Quali materiali possono essere utilizzati come filtro e filtro nei sistemi di drenaggio chiusi?

Come filtro e filtro per spolverare nei sistemi di drenaggio, è possibile utilizzare:

  • sabbia e ghiaia;
  • scorie;
  • argilla espansa;
  • materiali polimerici;
  • altri materiali.

Quali tubi possono essere utilizzati per creare sistemi di drenaggio?

Secondo lo SNIP, è consentito l'uso per la creazione di sistemi di drenaggio:

  • tubi di ceramica;
  • tubi polimerici;
  • cemento, cemento amianto, tubi in cemento armato e filtri per tubi di cemento porosi possono essere utilizzati in terreni non aggressivi e acqua in relazione al calcestruzzo;

Come determinare la profondità massima del tubo in sistemi di drenaggio chiusi?

La profondità del tubo nei sistemi di drenaggio chiusi dipende dal materiale e dal diametro. I dati sulla profondità massima del tubo sono presentati nella tabella.

Come determinare la profondità dei filtri per tubi di calcestruzzo poroso?

La profondità massima del filtro per tubi di calcestruzzo poroso viene determinata in base al BCH 13-77 "Tubi di drenaggio di calcestruzzo a filtrazione a pori grandi con aggregati densi".

Come determinare la dimensione del foro nei tubi di drenaggio e la distanza tra loro?

La dimensione dei fori nei tubi di drenaggio e la distanza tra loro è determinata dal calcolo.

Come determinare lo spessore del filtro attorno ai tubi del sistema di drenaggio?

Il filtro attorno ai tubi del sistema di drenaggio dovrebbe essere sotto forma di materiale di riempimento o ghiaia o materiali polimerici permeabili all'acqua. Lo spessore del filtro e la composizione della polvere sono determinati dal calcolo in conformità ai requisiti di SNiP 2.06.14-85. "PROTEZIONE DELLE OPERAZIONI MINERARIE DALLE ACQUE SOTTERRANEE E SUPERFICIALI".

È possibile scaricare l'acqua di drenaggio nelle fognature temporalesche?

SNiP ha permesso lo scarico dell'acqua di drenaggio nelle fognature temporalesche, a condizione che la fognatura sia progettata per tale carico. In questo caso, non è consentito il ristagno del sistema di drenaggio nei punti di scarico nelle fogne.

Come determinare la distanza massima tra i tombini del sistema di drenaggio?

La distanza massima tra i pozzetti del sistema di drenaggio su tratti rettilinei è di 50 metri. Inoltre, i pozzetti dovrebbero essere posizionati nei punti di svolta, i cambiamenti negli angoli e le intersezioni dei tubi di drenaggio.

Di cosa dovrebbe essere fatto un drenaggio?

Secondo lo SNiP, i tombini dovrebbero essere anelli prefabbricati in calcestruzzo. Devono essere dotati di un serbatoio di sedimentazione con un fondo in cemento armato. La profondità della coppa è di almeno 50 cm

Quali dati sono necessari per creare una bozza del sistema di drenaggio?

Per la progettazione del sistema di drenaggio sono necessari:

  • conclusione tecnica sulle condizioni idrogeologiche di costruzione (in uso "idrogeologia");
  • planimetria del sito con edifici e strutture esistenti e progettati. La scala del piano è almeno 1: 500;
  • un piano con marcature del pavimento in scantinati e sotto-piani degli edifici;
  • spazzare, piani e sezioni delle fondazioni di tutti gli edifici situati sul territorio;
  • piani e sezioni di profilo delle comunicazioni sotterranee;

Cosa dovrebbe includere una conclusione idrogeologica?

La conclusione idrogeologica consiste di diverse sezioni:

La sezione "Caratteristiche delle acque sotterranee" include le seguenti informazioni:

  • fonti di approvvigionamento idrico sotterraneo;
  • cause della formazione di acque sotterranee;
  • regime delle acque sotterranee;
  • segnare il livello stimato di acque sotterranee;
  • livello della falda freatica allo stato stazionario;
  • l'altezza della zona di inumidimento capillare del terreno (se l'umidità nel seminterrato è inaccettabile);
  • i risultati dell'analisi chimica e la conclusione dell'aggressività delle acque sotterranee in relazione alle strutture dell'edificio.

La sezione geologica e litologica include informazioni generali sulla trama del terreno.

Le caratteristiche del terreno includono:

  • sezioni geologiche e colonne di terreno lungo i pozzi;
  • capacità portante del suolo;
  • composizione granulometrica di terreni sabbiosi;
  • coefficiente di filtrazione dei suoli sabbiosi e sabbiosi;
  • perdita di acqua e tassi di porosità;
  • angoli di riposo.

Ho bisogno di impermeabilizzazione della fondazione, se esiste un sistema di drenaggio?

La "gestione" di Moskomproekt richiede chiaramente l'uso di una impermeabilizzazione di intonaco o pittura delle superfici verticali delle pareti a contatto con il terreno, indipendentemente dalla presenza di un sistema di drenaggio.

Esistono altri modi per proteggere gli edifici dalle inondazioni e dalle aree di irrigazione dei terreni (oltre alla creazione di sistemi di drenaggio)?

Tali metodi esistono. La Guida di Moskoprojekt alla progettazione di sistemi di drenaggio raccomanda inoltre:

  • compattazione del suolo nella costruzione di fosse e trincee;
  • l'uso di versioni chiuse di sistemi di drenaggio che raccolgono l'acqua dai tetti degli edifici;
  • l'uso di vassoi di drenaggio aperti con rilascio aperto di sistemi di drenaggio. Dimensioni del vassoio - almeno 15 * 15 cm, pendenza longitudinale - almeno 1%;
  • area cieca del dispositivo attorno al perimetro degli edifici. L'area cieca è di almeno 1 m, la pendenza dall'edificio è almeno del 2%;
  • sigillatura di tutte le aperture situate in pareti esterne e fondazioni con le conclusioni dei sistemi ingegneristici. In poche parole, se si scarica un tubo di scarico attraverso una fondazione o un muro, i fori devono essere sigillati ermeticamente;
  • creazione del sistema di deflusso superficiale dal territorio.

SNiP: drenaggio, le regole della sua costruzione, la stesura del progetto e le stime

La costruzione del sistema di drenaggio, parte integrante di qualsiasi casa privata, deve essere basata sui requisiti di SNiP: il drenaggio che soddisfa tutte le regole sarà in grado di prevenire completamente l'impatto negativo delle precipitazioni e delle acque sotterranee sugli edifici e sugli impianti del sito, poiché questo è un suo obbligo.

Discuteremo queste regole, così come le caratteristiche del design del sistema di drenaggio, in questo articolo.

SNiP regola tutti i parametri del sistema di drenaggio

Progettazione del sistema di drenaggio

Cosa dovrebbe contenere il progetto

L'inizio del dispositivo di drenaggio dovrebbe essere preceduto dal design del sistema. Un progetto di drenaggio viene creato sulla base di studi di ingegneria idrologica del sito. Il suo scopo è la definizione e la descrizione delle caratteristiche tecniche fondamentali del sistema di drenaggio.

Di norma, il progetto contiene i seguenti dati:

  • una rappresentazione schematica della posa di tubi di drenaggio (sistemi profondi e di superficie);
  • parametri di progetto degli scarichi - sezione, pendenza, assemblaggio della parte della bocca, profondità di posa nel terreno e distanza l'una rispetto all'altra;
  • dimensioni standard dei componenti del sistema di drenaggio (scarichi, pozzi, elementi di collegamento, ecc.);
  • elenco dei materiali da costruzione necessari per l'installazione.

Plot Drainage Project

Il progetto dovrebbe tenere conto dei seguenti fattori:

  • area paesaggistica;
  • volume medio di precipitazioni all'anno;
  • composizione e caratteristiche del suolo;
  • livello delle acque sotterranee;
  • posizione dei vicini corpi idrici naturali, ecc.

Se decidi tu stesso di creare un progetto, disegna uno schema semplificato

Cosa dovrebbe includere una stima

Prima della costruzione del sistema di drenaggio, viene effettuata una stima locale per un dispositivo di drenaggio, che consiste nel costo delle operazioni elencate di seguito:

  • smantellamento di fondazioni in cemento armato;
  • creare trincee nel terreno con una profondità di 2 m manualmente, installando fissaggi su tutta la larghezza e stendendo uno strato impermeabilizzante di film polimerico;
  • installazione di drenaggio incrociato, con rilascio a due lati;
  • posa di condotte fognarie da tubi in polietilene;
  • rinterro di pietrisco sotto condotte;
  • installazione di bacini, rinforzo degli strati sottostanti e nabetonok (rinforzo);
  • smantellamento di pavimentazioni di asfalto esistenti;
  • la creazione di nuovi pavimenti in asfalto;
  • installazione di ponti, transizioni, pavimenti, ecc. da un albero;
  • preparazione del terreno per la semina (riempimento dello strato di terreno fino a 20 cm di spessore);
  • impianto di vari prati e altre piantagioni manualmente.

Il costo del drenaggio dipende dalla sua lunghezza e profondità di installazione.

Per il sistema di drenaggio del dispositivo saranno necessari materiali:

  • ghiaia;
  • sabbia;
  • tubi corrugati di drenaggio rivestiti con geofabric;
  • geotessili (tessuto non tessuto agugliato usato per creare un filtro aggiuntivo, che può essere richiesto a seconda delle caratteristiche del terreno sul sito);
  • visualizzazione dei pozzi.

Costruzione di drenaggio

Regole di drenaggio

Puoi proteggere le strutture e le piantagioni dall'umidità in eccesso, conoscendo le regole del drenaggio:

  1. Un sistema di drenaggio chiuso comporta la creazione di una trincea nel terreno, la cui profondità è 70-150 cm, e la larghezza - 25-40 cm. È necessario fornire una pendenza per l'assunzione di acqua artificiale o naturale. Bias, a seguito del quale sono montati i sistemi di drenaggio - SNiP descrive come segue:
  • valore di pendenza di 2 cm per 1 metro lineare, se il terreno è argilloso;
  • 3 cm per metro lineare, se il terreno è sabbioso.

Opzione sistema di drenaggio con un angolo di inclinazione di 2 cm per 1 m (i = 0,02)

  1. Il fondo della rientranza risultante è coperto da un cuscino di macerie. Gli scarichi sono disposti su di esso, poi tutto è di nuovo pieno di macerie. Il prossimo è il riempimento del sistema con il terreno.
  2. Le acque reflue fluiscono attraverso i tubi di drenaggio, si raccolgono nella rete fognaria e alla fine finiscono nella presa d'acqua (fiume, burrone, stagno, ecc.).
  3. Il controllo del lavoro del sistema di drenaggio viene effettuato attraverso pozzi di ispezione costruiti con cemento armato o anelli polimerici.

Sistema di scavo scavato

La costruzione del sistema di drenaggio dovrebbe provenire da materiali di alta qualità e di alta qualità. I requisiti per la loro qualità sono regolati dai seguenti standard statali:

  • GOST 8411-74. Tubi di drenaggio in ceramica. Condizioni tecniche;
  • GOST 1839-80. Tubi e giunti in cemento-amianto per condotte non in pressione. Condizioni tecniche

Il metodo del sistema di drenaggio del dispositivo

Le attività sul sistema di drenaggio del dispositivo sono costituite da diverse fasi:

  1. Una fossa è scavata a circa 70 cm di profondità, circa 50 cm di larghezza e dovrebbe essere posizionata su un pendio sopra la casa per raccogliere neve sciolta e precipitazioni dal sito. L'acqua viene scaricata dal territorio attraverso tubi di drenaggio.
  2. Il fondo della trincea è pre-posato con ghiaia, è accuratamente speronato.
  3. Sul cuscino di ghiaia sono posizionati gli scarichi - tubi corrugati forati con un diametro di 100 mm. Allo stesso tempo, la pendenza è osservata (2-3 cm per lm), e le tubazioni sono avvolte con geotessile - impedisce l'ingresso nel sistema di grandi particelle di terra.

Posa di strati drenanti: tubi geotessili-argillosi

  1. Il drenaggio è ricoperto da uno strato di materiale che attraversa bene l'acqua, ad esempio argilla espansa.
  2. Riempimento con primer.

Di conseguenza, si forma un sistema di drenaggio nel sito, che raccoglie efficacemente le precipitazioni e l'acqua di fusione, altrimenti fluisce semplicemente lungo il pendio.

Progettazione del sistema di drenaggio: esempio

Contenuto dell'articolo:

Progettazione del sistema di drenaggio

Calcolo e design

Affinché il drenaggio, disposto sul terreno, funzioni correttamente, abbia la portata necessaria, prima di iniziare a lavorare, è necessario elaborare un tiraggio del sistema di drenaggio.

Questa è una documentazione tecnica, compilata in conformità con i requisiti e le norme generalmente accettati di SNiP.

La progettazione inizia con i calcoli di drenaggio idraulico. Aiuteranno a determinare la quantità di materiale richiesto per il lavoro, nonché le sue caratteristiche.

Durante i calcoli è necessario determinare:

  • il grado di permeabilità di tutte le rocce che compongono il terreno sul sito, così come la tendenza delle rocce dure che esistono in quest'area a spezzarsi;
  • indicatori di resistenza della roccia alla lisciviazione di particelle minerali, che possono provocare salinizzazione del suolo;
  • la presenza di disturbi tettonici nel sito, la qualità delle rocce su di esso;
  • la quantità media di precipitazione che cade in questa zona climatica per un certo periodo di tempo;
  • il livello e la composizione delle acque sotterranee nella zona;
  • caratteristiche del luogo e dell'attività delle fonti di acque sotterranee.

Calcolo idraulico del drenaggio

Naturalmente, se stiamo parlando di un complotto privato, allora il progetto di drenaggio in questi casi non viene sempre fatto, di solito viene presa come base la disposizione del sistema standard.

Ma se ci sono condizioni climatiche o geologiche speciali qui, il progetto è ancora necessario.

Tracciare il modello di drenaggio

Oltre ai calcoli di cui sopra, è necessario esaminare il rilievo del sito. Determinare il luogo di accumulo della maggior quantità d'acqua dopo la pioggia o lo scioglimento della neve. Ciò contribuirà a determinare correttamente la pendenza degli elementi del sistema di drenaggio e renderlo più efficiente.

Ora puoi iniziare a realizzare un progetto del sistema di drenaggio del sito.

Comprenderà:

Plot Drainage Project

  • schizzo schematico della posa di tubi di drenaggio per la sistemazione di comunicazioni profonde e superficiali;
  • Tubi di drenaggio stimati: lunghezza, diametro della sezione, pendenza, profondità di posa e distanza tra più scarichi;
  • la dimensione e la posizione degli elementi rimanenti del sistema di drenaggio: nodi di collegamento, pozzi, ricevitori d'acqua;
  • un elenco di materiali che saranno necessari per creare un efficace sistema di drenaggio.

Progetto di drenaggio del paesaggio

Avendo un progetto in mano, sarà più facile determinare la quantità di materiale richiesta, oltre a eseguire i lavori di installazione.

Quali regole e regolamenti sono regolati da SNiP

Per organizzare il sistema di drenaggio del terreno, dovrai studiare attentamente le norme di SNiP 2.06.15-85 e 2.04.03-85.

Vi sono tutte le informazioni necessarie per completare con successo il lavoro.

Prima di tutto, apprendi le regole che governano la costruzione del sistema di drenaggio.

Sono come segue:

Norme SNiP per il drenaggio

  • per creare un sistema di drenaggio, è necessario utilizzare tubi resistenti all'umidità, meglio - ceramica, cemento-amianto o plastica;
  • osservare la pendenza dei tubi nel luogo di raccolta dell'acqua. Dovrebbe essere 0,5-0,7%;
  • assicurarsi di dotare i pozzi di controllo - elementi che consentono di controllare il lavoro del sistema di drenaggio, eseguire il suo lavaggio e pulizia;
  • un drenaggio verticale dovrebbe essere fatto di fronte alla parete del piano seminterrato, permettendo all'acqua di essere deviata dall'edificio al sistema di drenaggio;
  • posizionare i tubi lungo le pareti dell'edificio. Se la fondazione ha una forma irregolare, è possibile posare gli scarichi a una distanza maggiore da essa;
  • posare i tubi in modo che il fondo dei prodotti si trovi al di sotto del bordo della base della fondazione di 20 cm o più. Il bordo superiore dei tubi non dovrebbe sporgere oltre la parte inferiore della base di fondazione;
  • il drenaggio delle pareti dovrebbe essere installato attorno al perimetro dell'edificio.

Quando lo compili, avrai bisogno dei seguenti dati:

Bozza delle norme SNiP

  • dimensioni della trincea - per drenaggio aperto, la profondità deve essere di 50 cm e 40 cm di larghezza, per un drenaggio profondo la profondità del fossato è 70-150 cm, larghezza 40-50 cm;
  • indicatori della pendenza del tubo di drenaggio (SNiP) - 2 cm per metro di tubo con terreno argilloso e 3 cm per metro di prodotto con sabbia;
  • diametro del tubo - solitamente vengono prelevati tubi di drenaggio del diametro di 110-160 mm;
  • sacco di sabbia altezza 10 cm;
  • lo spessore dello strato di ghiaia va da 20 a 40 cm.

Lavori di paesaggio stimati

Ora viene effettuata una stima, che includerà il calcolo del volume di drenaggio, la lunghezza dei tubi e il numero di geotessili.

Qui dovrai determinare il costo dei seguenti materiali:

  • tubi di drenaggio (corrugati con perforazione) - diametro 110 mm, lunghezza pari alla lunghezza dell'intera trincea o alla lunghezza totale delle trincee, se ce ne sono diversi;

Tubo di scarico corrugato con perforazione

Adattatore di connessione del tubo

La fondazione è posata nel terreno a 1,2 metri.

La profondità del suolo è di 0,8 m.

Drenaggio nel seminterrato

Ora considereremo un esempio di drenaggio a parete della fondazione, le norme SNiP sono prese in considerazione qui.

In primo luogo, determinare il numero di pozzi di drenaggio. La lunghezza di un tubo di drenaggio, tenendo conto della distanza di 3 metri dalla fondazione, sarà di 16 m.

La lunghezza totale degli scarichi lungo il perimetro sarà di 64. Se lo scarico è organizzato lungo due scarichi paralleli in un pozzo, otterremo una lunghezza di 32 metri.

Il punto più alto sarà l'angolo opposto nella sua collocazione al pozzo.

Data la pendenza di 1 cm per metro, otteniamo la differenza di altezza del punto di raccolta e drenaggio dell'acqua di 32 cm.

Se si installano due pozzetti da lati opposti della casa, la lunghezza di ciascuna sezione di scarico può essere ridotta a 16 m, rispettivamente, la differenza sarà pari a 16 cm, quindi risulta ridurre il costo del lavoro di installazione.

Drenaggio nel seminterrato

Considerando che la profondità di congelamento del suolo è di 0,8 m, e lo spessore dello strato di drenaggio stesso è 0,5 m, avremo bisogno di scavare una fossa di 1,3 metri di profondità.

Progetto di esempio

Per capire quanto costerà la sistemazione del sistema di drenaggio nel sito, si consideri un esempio di un progetto offerto da società specializzate.

  • drenaggio della trama;
  • sistemazione di una trincea con una profondità media di 1 metro;
  • posa di tubi con diametro di 110 mm;
  • geofigging di tubi per avvolgimento;
  • porre uno strato di sabbia alto circa 15 cm;
  • uno strato di macerie 40 cm;
  • riporto di ghiaia in geotessili;
  • riempimento con primer.

Progetto di calcolo del drenaggio

Quindi, un metro di un tale sistema costerà circa 1.550 rubli.

Se devi attrezzare l'area di drenaggio, per esempio, in 15 acri, avrai bisogno di 200 metri di drenaggio. Il prezzo totale sarà di circa 295.000 rubli.

Ciò include la progettazione del drenaggio secondo le norme SNiP, i materiali e il lavoro.

Se fai il lavoro da solo, devi solo pagare per i materiali.

Il calcolo del sistema di drenaggio includerà:

  • un tubo con un diametro di 110 mm - 80 rubli per baia (50 metri);
  • un pozzo di drenaggio con un diametro di 355 mm - 1609 rubli per metro;
  • portello per il pozzo - 754 rubli;
  • fondo-coperchio per un pozzo - 555 rubli;
  • sabbia carriera - 250 rubli per metro cubo;
  • pietrisco con una frazione di 20-40 mm - 950 rubli per metro cubo;
  • geotessili - 35 rubli per metro quadrato;
  • pozzetto in plastica con un diametro di 1100 mm - 17240 rubli al metro.

Progettazione di sistemi di drenaggio nel sito

Naturalmente, eseguendo la progettazione dei sistemi di drenaggio sul sito e disponendoli con le proprie mani, è possibile salvare.

Ma puoi farlo da solo solo se hai conoscenze e abilità speciali.

Innanzitutto, è necessario eseguire tutte le misurazioni e i calcoli necessari per determinare la quantità richiesta di materiali e, di conseguenza, il loro costo.

Per il lavoro in questo caso non dovrai pagare.

1 Scopo

Questo documento metodologico si applica alla progettazione e all'installazione del drenaggio di edifici e strutture durante la loro progettazione, costruzione e ricostruzione nel territorio di San Pietroburgo.

Il documento non si applica alle fognature per usi speciali: pendii di frana, terreni e placche cedevoli, muri di contenimento e scarichi drenanti poco profondi per le strade.

2 riferimenti normativi

Questo documento utilizza i riferimenti ai seguenti documenti normativi:

SNiP 2.04.03-85 Rete fognaria. Reti esterne e strutture

SNiP 2.06.14-85 Protezione delle attività minerarie da acque sotterranee e superficiali

SNiP 2.06.15-85 Protezione ingegneristica dei territori da inondazioni e inondazioni

Manuale per SNiP 2.06.15-85 Previsioni di allagamento e calcolo dei sistemi di drenaggio in aree edificate

SNiP 2.07.01-89 * Pianificazione urbana. Pianificazione e sviluppo di insediamenti urbani e rurali

SNiP II-89-80 Piani generali di imprese industriali

SNiP 12-03-2001 Sicurezza sul lavoro in edilizia, parte 1. Requisiti generali

SNiP 12-04-2002 Sicurezza sul lavoro in edilizia. Parte 2. Produzione di edifici

SNiP 22-02-2003 Protezione ingegneristica di territori, edifici e strutture da processi geologici pericolosi. Principali disposizioni

TSN 50-302-2004 San Pietroburgo. Progettare le basi di edifici e strutture a San Pietroburgo

TSN 30-305-2002 San Pietroburgo. Pianificazione urbana, ricostruzione e sviluppo dei distretti non centrali di San Pietroburgo

TSN 30-306-2002 San Pietroburgo. Ricostruzione e sviluppo dei quartieri storici di San Pietroburgo

PUE - 7a edizione. Regole per installazioni elettriche.

3 Termini e definizioni

Questo documento utilizza i seguenti termini e le loro definizioni corrispondenti:

Il drenaggio costiero è un sistema di drenaggio lineare per intercettare il flusso di acque sotterranee dal fiume.

Il drenaggio della testa è un sistema di drenaggio lineare per l'intercettazione del flusso di acque sotterranee da una posizione sopra.

I geocompositi sono combinazioni di un geofiltro e conduttori polimerici di umidità sotto forma di lastre e tele porose, perforate o profilate.

Materiali geotessili - (geotessili) - membrane filtranti (geofiltri) usati indipendentemente e in vari materiali compositi.

I Geofilters sono tessuti sintetici permeabili che svolgono le funzioni di separazione e filtrazione nella costruzione del drenaggio.

Lo smaltimento geotecnico delle acque è un insieme di misure per l'organizzazione del deflusso superficiale e sotterraneo, sviluppato per proteggere i volumi sotterranei dell'edificio e il sito della sua collocazione.

Sistema di impermeabilizzazione di un edificio - un insieme di elementi che proteggono un edificio o una struttura dagli effetti di acqua e umidità.

La zona a rischio è l'area attorno alla fonte dell'impatto negativo sugli edifici vicini causato dall'abbassamento dell'acqua durante la costruzione e la ricostruzione, dove sono possibili variazioni negative nelle proprietà della massa del suolo e / o delle strutture di edifici e strutture esistenti.

Drenaggio dei contorni - sottoterra o anulare, con contorno chiuso o non chiuso.

Drenaggio ad anello - un drenaggio del contorno utilizzato per proteggere un edificio o diversi edifici, posti a una certa distanza dalla parete degli oggetti protetti.

Drenaggio lineare - testa, costiero o una combinazione di entrambi.

Il tasso di drenaggio è la profondità minima del livello massimo previsto di falda acquifera dal marchio del piano dell'edificio del seminterrato dell'edificio o il livello di progettazione della superficie, che fornisce condizioni normali per il funzionamento degli edifici e del territorio.

Drenaggio imperfetto - un drenaggio tubolare viene deposto in uno strato di terreno contenente acqua sopra l'aquitard.

Il drenaggio del basamento è un sistema di contorno, lineare o combinato con uno strato filtrante verticale all'esterno della parte incassata protetta dell'oggetto e uno scarico orizzontale posto sotto il pavimento del seminterrato o lungo la parete esterna ad una distanza sufficiente ad accogliere i tombini.

Drenaggio del bacino idrico - letto filtrante alla base dell'edificio di materiale a terra a pori di grandi dimensioni o geocomposito.

Drenaggio di plastica - geocomposito di una base di drenaggio in plastica tridimensionale e membrana filtrante (geofiltro). Si tratta di una costruzione a due strati di lastra di polietilene ad alta resistenza con punte arrotondate sagomate e una membrana filtrante in geotessile di polipropilene [20]. Spighe arrotondate disposte ordinatamente creano lo spessore del materiale e formano canali di drenaggio tra di loro, attraverso i quali l'acqua entra nel drenaggio del sottopavimento e viene scaricata dall'oggetto protetto. La membrana geotessile protegge la rete dall'impatto meccanico, dalla filtrazione di piccole particelle di terreno e impedisce l'interramento del drenaggio della plastica.

Il tipo di drenaggio è perfetto o imperfetto a seconda della posizione degli scarichi rispetto allo strato impermeabile.

Drenaggio perfetto: il drenaggio tubolare viene posato su uno strato impermeabile.

Sistemi di drenaggio - 1 - contorno, lineare, combinato; 2 - schemi di posizionamento degli scarichi nel piano in relazione all'oggetto protetto; 3 - locale, comune, a seconda dell'effetto creato dalla protezione dell'acqua, rispettivamente, per un oggetto, un sito.

Sistemi di drenaggio geotecnico: reti di drenaggio e pioggia sul cantiere, scarichi idrici esterni (o interni) dell'edificio con dispositivi di drenaggio.

4 abbreviazioni

GWL - livello di acque sotterranee

GW - acque sotterranee

MW - acque sotterranee

HDPE - Polietilene a bassa pressione

NDPE - polietilene ad alta densità

5 disposizioni di base

5.2 Il progetto di drenaggio dovrebbe affrontare i seguenti compiti principali:

- garantire il tasso di drenaggio richiesto per la regolazione del GWL e lo scarico della fornitura d'acqua nella zona di ubicazione dell'edificio, che esclude la fornitura di acqua nelle stanze interrate e interrate e il contatto dell'aria con la superficie esterna dell'edificio

- prevenzione dell'irrigazione del suolo e miglioramento della filtrazione, che può causare cambiamenti negativi nelle proprietà del suolo, l'emergere o l'attivazione di processi geologici pericolosi;

- fornitura di condizioni igieniche richieste sul sito e salvaguardia della sicurezza ambientale.

Il tasso di drenaggio per gli edifici con cantine e sotterranei tecnici dovrebbe essere preso a 0,30 m, calcolato dal segno del pavimento di queste stanze e sottocampi.

5.3 Il drenaggio per proteggere gli edifici è predisposto quando si trovano seminterrati e sottocampi tecnici:

- ad altitudini inferiori al livello calcolato di acque sotterranee e quando superato rispetto al livello calcolato è inferiore a 30 cm;

- nella zona di inumidimento dei capillari, quando l'umidità non è consentita nel seminterrato;

- in terreni argillosi e limosi con il loro approfondimento a più di 1,3 m dalla superficie di pianificazione della terra, indipendentemente dalla presenza di acque sotterranee;

- in terreni argillosi e limosi con la loro profondità inferiore a 1,3 m dalla superficie di pianificazione della terra;

- nella posizione del pavimento sulla soletta di fondazione, quando il lato a monte dell'edificio è soggetto a infiltrazioni di strati di terreno naturali o artificiali nello strato superiore, nonché quando l'edificio si trova nelle immediate vicinanze del thalweg, in cui vengono scaricate le acque sotterranee.

5.4 Il drenaggio deve essere predisposto nei casi in cui le peculiarità delle condizioni idrogeologiche del cantiere influenzino negativamente le proprietà di resistenza del suolo e la capacità portante delle fondazioni e possano causare l'insediamento di edifici.

5.5 L'edificio è protetto dagli effetti negativi dell'acqua e dell'umidità mediante una serie di misure di drenaggio geotecnico [8], che vengono eseguite per la parte sepolta dell'edificio e nel luogo in cui è collocata.

Se possibile, si dovrebbe dare la preferenza ai sistemi di drenaggio che proteggono simultaneamente il sito e l'edificio situato su di esso dalle inondazioni [9].

Il drenaggio deve essere progettato in concomitanza con l'organizzazione del rilievo, tenendo conto del ruolo di impermeabilizzazione dell'impermeabilizzazione delle strutture sommerse dell'edificio [10].

5.6 La scelta degli schemi di drenaggio di un oggetto deve essere effettuata tenendo conto delle peculiarità delle condizioni idrogeologiche del territorio di San Pietroburgo, dati geologici di rilievo ingegneristico, configurazione, dimensioni e costruzione del basamento dell'oggetto protetto, profondità degli scantinati, presenza di strutture ingegneristiche vicine, edifici strutture, requisiti 5.1.

6 sfondo

6.1 La progettazione viene effettuata sulla base dei dati iniziali sulle condizioni ingegneristiche e geologiche del sito di costruzione, dell'oggetto protetto, nonché informazioni sugli edifici e le strutture situate nelle vicinanze.

6.2. Lo scopo delle indagini e dei sondaggi per ottenere i dati di origine necessari dipende dalla categoria geotecnica dell'oggetto, dalla fase di progettazione, dalla categoria delle condizioni ambientali del sito di costruzione.

La composizione e il volume dei materiali specificati ai fini della ricostruzione e della costruzione nelle condizioni di sviluppo urbano dovrebbero essere determinati in conformità con i requisiti del TSN 50-302-2004 di San Pietroburgo.

6.3. I seguenti materiali sono necessari per sviluppare un progetto di drenaggio:

- relazione tecnica sulle condizioni ingegneristiche e geologiche del cantiere;

- conclusione sulle condizioni idrogeologiche del cantiere (se necessario);

- materiali di indagini ingegneristiche e sondaggi degli anni passati;

- planimetria con edifici esistenti e progettati e strutture sotterranee, prospetti;

- un piano per l'organizzazione del rilievo del sito di sviluppo;

- piani e segni del piano seminterrato e sottocampi degli oggetti vicini e dell'edificio progettato (protetto), così come il suo primo piano;

- piani e sezioni delle fondazioni degli edifici attaccati sulla facciata esterna degli elementi (scale, rampe, pozzi, ecc.);

- piani, profili longitudinali e sezioni di canali sotterranei;

- il piano e le sezioni delle fosse (oggetti di ricostruzione o soggetti a restauro).

6.4 La protezione contro le acque sotterranee di insiemi di parchi e parchi ed edifici storici dovrebbe essere sviluppata in collaborazione con misure per rafforzare le fondazioni e le fondamenta degli edifici storici, la disposizione verticale del sito e la protezione delle aree del parco.

La composizione di ulteriori materie prime è determinata da condizioni specifiche (condizioni delle strutture sotterranee e impermeabilizzazione, drenaggio storico e sistemi di scarico, infrastrutture di prossimità, presenza di spazi verdi di pregio, uso di un insieme, ecc.) Basate su un programma di ricerca appositamente progettato [13].

7 Progetto di drenaggio

7.1 La progettazione del drenaggio include la scelta del suo sistema e del suo design, la determinazione della posizione in termini e profondità, il metodo di scarico dell'acqua di drenaggio, nonché i calcoli necessari, compresi quelli preliminari.

7.2 Il progetto di drenaggio dovrebbe contenere i seguenti materiali: un piano di drenaggio, un elenco delle opere principali sul dispositivo di drenaggio, il progetto di drenaggio.

Se il sito di costruzione prevede il riempimento di corpi idrici o fognature delle loro sezioni, le proposte di progetto dovrebbero essere sviluppate per:

- conservazione della funzione di drenaggio degli oggetti sepolti;

- misure che compensano il drenaggio del drenaggio naturale;

- disposizione di sorgenti naturali.

La costruzione dei profili longitudinali del drenaggio locale esegue:

- in presenza di requisiti speciali dei servizi dipartimentali;

- in condizioni difficili (per la ricostruzione, sviluppo di reti di ingegneria esistenti, ecc.).

Nella nota esplicativa, come parte della documentazione del progetto, giustificano le decisioni prese e forniscono i costi stimati delle acque di drenaggio. Nello sviluppo della documentazione di lavoro sono limitate a brevi informazioni di contenuto simile nelle note esplicative sui disegni.

7.3 Per i progetti di protezione delle acque di insiemi di parchi e parchi ed edifici storici, la composizione dei materiali grafici e testuali è determinata prendendo in considerazione 5.1, 6.4 di questo documento, i compiti del KGIOP, così come i requisiti del TSN 30-306-2002 di San Pietroburgo.

7.4 I calcoli di verifica preliminare determinano:

- la distanza di sicurezza dallo scarico dalle pareti esterne dell'edificio, della struttura, delle reti ingegnerizzate (o esistenti), se le loro basi sono sepolte sopra il vassoio del tubo di scarico.

Per il calcolo usa la formula

b - ampliamento del seminterrato, m;

B - la larghezza della fossa di drenaggio, m;

H - la profondità dello scarico, m;

h - la profondità della fondazione, m;

a è l'angolo di attrito interno del suolo, grandine.

- ordinate della curva di depressione - la posizione del livello ridotto di acque sotterranee come risultato del drenaggio, se ci sono edifici, strutture, servizi pubblici e spazi verdi preziosi nelle vicinanze dell'oggetto protetto. Lo scopo del calcolo è quello di determinare la zona a rischio al fine di eliminare gli impatti negativi sugli edifici esistenti, l'ingegneria e l'infrastruttura di prossimità. Nel caso di una diminuzione indesiderata del GWL nell'area dello sviluppo esistente, il percorso di drenaggio viene regolato.

7.5. In presenza di una rete di drenaggio che serve altri edifici o strutture nelle immediate vicinanze dell'oggetto in costruzione, è necessario il calcolo dell'ordinata della curva di depressione della rete utilizzata. Lo scopo di questo calcolo è determinare la posizione della curva di depressione del drenaggio azionato e valutare le sue possibilità riguardo all'effetto di protezione dell'acqua per il nuovo impianto. Se il GWL ridotto stabilito come risultato dell'operazione di drenaggio non supera la velocità di drenaggio, il dispositivo di drenaggio per il nuovo oggetto può essere abbandonato o la sua posizione pianificata può essere cambiata.

7.6 Il calcolo delle ordinate della curva di depressione viene eseguito secondo la metodologia descritta nella sezione 12 di questo documento.

8 Sistemi e tipi di drenaggio

8.1 Esistono due tipi di drenaggio: perfetti e imperfetti. Quest'ultimo non taglia completamente la falda acquifera, in contrasto con il perfetto tipo di drenaggio, la cui base raggiunge lo strato impermeabile.

Si consiglia di privilegiare il drenaggio del tipo perfetto, se lo strato impermeabile si trova a una profondità ridotta dalla superficie di livellamento e non richiede una profondità ingiustificata (tenendo conto della velocità di drenaggio) dei tubi di drenaggio.

8.2 Secondo la configurazione del piano, si dovrebbe distinguere tra sistemi di contorno, lineari e combinati (schemi), in base all'effetto di protezione dell'acqua - sistemi generali (protezione del sito e dell'edificio situato su di esso) e locali (protezione dell'edificio).

8.3 Nella scelta dei sistemi, la natura delle inondazioni dovrebbe essere presa in considerazione a seconda della posizione del luogo di scarico, delle fonti di approvvigionamento idrico sotterraneo:

- sopra - infiltrazioni alimentate da tempeste e acque di fusione;

- sotto - capillare a superficie libera e acque sotterranee durante periodi di aumenti stagionali e annuali del loro livello, così come acqua pressurizzata locale; questi ultimi sono fissati, di norma, nelle indagini di perforazione durante il passaggio di lenti a sabbia in terreni a bassa permeabilità;

- sul lato - acque sotterranee che scorrono dai pendii elevati dei pendii e acqua che filtra dai bacini idrici;

- Pasti misti - una combinazione delle varie opzioni sopra elencate per HB.

8.4 Devono essere utilizzati i seguenti sistemi di drenaggio, a seconda della struttura geologica del sito di costruzione, delle fonti di approvvigionamento idrico, dello scopo e della posizione degli oggetti di protezione:

- lineare (testa, costiero);

- contorno (sottosopra, anello);

- scarichi di riserva (areali e lineari);

- combinato da lineare, contorno, serbatoio.

Per i cantieri composti da suoli debolmente permeabili di una struttura a strati con fornitura di HW atmosferica, di norma è richiesto un sistema di drenaggio sotterraneo per i locali ad incasso dell'edificio e una soluzione efficace alla pianificazione verticale.

8.5 I sistemi a linea singola sotto forma di drenaggio della testa tagliata vengono utilizzati alla fonte di energia "laterale", quando il flusso di acque sotterranee proveniente dal territorio sovrastante è chiaramente espresso.

Il drenaggio si trova sul limite superiore dell'area protetta dall'influenza del flusso di acque sotterranee. Il percorso è pianificato tenendo conto della posizione dell'edificio, se possibile, in luoghi con altezze maggiori di pressione dell'acqua.

8.6 I sistemi a due linee sono progettati quando il dispositivo di una linea di drenaggio della testa non fornisce la riduzione richiesta di GWL. La seconda linea di drenaggio è posta parallelamente al drenaggio della testa. La distanza tra le due linee proiettate è determinata dal calcolo, basato sul loro lavoro congiunto, e la posizione stimata del GWL ridotto viene confrontata con il tasso di drenaggio.

Un sistema di drenaggio a due linee è necessario se l'area protetta si trova tra le zone di ricarica delle acque sotterranee e il loro scarico dalla rete idrografica locale.

Va tenuto presente che quando si utilizzano sistemi a due linee (drenaggio di testa e costiero), si ottiene un elevato effetto drenante solo in aree composte da terreni ben permeabili. In questo caso, è possibile la formazione di larghi imbuti di depressione come risultato del lavoro congiunto della testa e degli scarichi costieri.

Nelle aree composte da suoli poco permeabili, specialmente di una struttura stratificata, la combinazione a due linee non fornirà la riduzione desiderata del GWL. In questo caso, è necessario considerare le seguenti opzioni per proteggere il sito dalle acque sotterranee:

- le parti incassate dell'edificio: il sistema di drenaggio del contorno locale;

- elementi di miglioramento e comunicazione sotterranea - drenaggio associato;

- trama - corretta pianificazione verticale e organizzazione del deflusso superficiale, che riduce l'infiltrazione delle precipitazioni nel terreno.

8.7 Nelle zone costiere, al fine di ridurre il GWL causato dal superamento dell'orizzonte idrico nel fiume, è necessario predisporre un drenaggio costiero a una linea. È posato parallelo alla linea di costa e si trova sotto l'orizzonte delle alte acque del fiume.

La fattibilità del drenaggio onshore dovrebbe essere giustificata dall'importanza dell'area protetta, dal momento che i costi di costruzione e gestione del drenaggio costiero, in particolare quando si pompano alti costi di drenaggio dell'acqua, sono abbastanza grandi.

8.8 Quando si protegge da inondazioni di piccole aree, considerare prima di tutto le opzioni:

- elevazione locale dei segni di livellamento superficiale;

- protezione dell'edificio con un seminterrato incassato con l'aiuto di sistemi di contorno e lineari locali, nonché l'impermeabilizzazione.

Oltre a questo, è consigliabile utilizzare le capacità di pianificazione, ad esempio, è possibile "piantare" l'edificio a quote più elevate per ridurre il costo delle misure da proteggere contro il fotovoltaico.

8.9. Con una fonte di energia laterale PW in combinazione con l'infiltrazione di precipitazione, il drenaggio viene eseguito lungo l'intero contorno dell'edificio protetto. A seconda delle condizioni geotecniche del sito di costruzione, vengono utilizzati sistemi di contorno vicini (sottofondo) o anulari.

Quando l'allagamento degli scantinati è dovuto a un afflusso unilaterale chiaramente espresso di HW (alimentazione laterale), il drenaggio è progettato come un sistema di contorno a circuito aperto.

8.10 Il drenaggio ad anello protegge la cantina dell'edificio con un rifornimento misto di acque sotterranee e la fondazione di questi locali in falde acquifere sabbiose.

Quando si alimentano le falde acquifere dall'alto in una struttura omogenea della falda acquifera, il drenaggio anulare perfetto è efficace anche per un gruppo di edifici. In quest'ultimo caso, anche con la posizione degli scarichi sopra la colonna d'acqua, il GWL è impostato ad altitudini vicino al livello dell'acqua negli scarichi [7].

Il drenaggio degli anelli viene utilizzato anche in assenza di rifornimenti in alto, e l'aumento del GWL è dovuto all'afflusso di acqua dal basso. In quest'ultimo caso, le dimensioni del circuito di drenaggio dovrebbero essere inferiori rispetto a una soluzione analoga in termini di fonti di approvvigionamento idrico sotterraneo dall'alto.

Quando l'approfondimento degli scarichi non è sufficiente a causa delle dimensioni dell'apertura, è necessario predisporre degli scarichi intermedi - "tagli".

8.11 Il drenaggio sotterraneo (a parete) viene utilizzato per proteggere scantinati e sottofondi incassati in terreni argillosi, argillosi e con una struttura stratificata di strati debolmente permeabili:

- come misura preventiva in assenza di HB;

- in presenza di una fonte di energia mista GW.

Il sistema di drenaggio delle fondazioni, in contrapposizione a quello anulare, dovrebbe essere il più vicino possibile all'oggetto di protezione per una distanza, che è governato dal progetto della fondazione, dalla possibilità di collocare pozzi di ispezione, condizioni di lavoro e 5.1.

Per grandi dimensioni dell'oggetto protetto per ottenere l'effetto di protezione dall'acqua sull'intera superficie del seminterrato, gli scarichi dei contorni imperfetti si integrano con linee sotterranee o utilizzano il drenaggio del bacino idrico.

8.12 Quando si proteggono più edifici con un circuito, oltre che con una larghezza dell'edificio protetto di oltre 20 m, la profondità di posa degli scarichi imperfetti deve essere giustificata dal calcolo (vedere 11.10) tenendo conto della posizione della curva di depressione all'interno del circuito.

8.13 Se il drenaggio è posto sotto la base della fondazione di edifici (strutture) protetti e vicini, è necessario calcolare la distanza di sicurezza dagli scarichi alle pareti dell'edificio per escludere la rimozione, l'indebolimento e la sistemazione del terreno sotto il suo fondamento (vedere 7.4).

8.14 Il drenaggio del serbatoio deve essere eseguito in combinazione con sistemi di contorno e lineari nei seguenti casi:

- con insufficiente efficienza del contorno e drenaggi lineari;

- in una struttura complessa della falda con un cambiamento nella sua composizione e permeabilità;

- con lo scopo preventivo nei terreni argillosi e limosi;

- in falde acquifere di grande potenza, con la loro struttura stratificata, la presenza di pressione PV.

8.15 Quando si costruisce il drenaggio del giacimento è necessario considerare i seguenti requisiti:

- il drenaggio del serbatoio deve essere interfacciato con l'aspersione dei canali di drenaggio tubolari, per garantire le condizioni necessarie per la rimozione dell'umidità in modo che il letto filtrante non diventi un serbatoio di stoccaggio per le acque sotterranee; Se il drenaggio del giacimento è posto sotto la fondazione (per ragioni oggettive di diversa natura), il letto filtrante deve essere rimosso nella fossa di drenaggio delle fondamenta per garantire lo scarico di HV nella fossa;

- Se il drenaggio tubolare viene posato lungo il contorno interno dell'edificio (sotto il pavimento del seminterrato), la struttura del serbatoio deve essere realizzata sotto forma di rinterro dei fossati lungo le pareti esterne dell'edificio e la struttura di drenaggio cucita deve essere collegata al drenaggio del pozzo nero, rivelando la sua base verso gli scarichi tubolari (Fig. 1) ;

- in caso di volumi sepolti in modo diverso del seminterrato protetto, la struttura del serbatoio per gli scantinati più interrati deve essere abbinata ad una struttura simile per il seminterrato con una profondità inferiore; la scelta di una soluzione razionale dei punti di giunzione dipende dalla posizione dei volumi particolarmente sepolti nel punto del contorno protetto, dalla differenza tra gli elevamenti del pavimento delle stanze diversamente interrate e la posizione in altezza degli scarichi tubolari.

Fig. 1. Schema di backfill sinusale

8.16 Il drenaggio dei bacini idrici come sistema indipendente di disidratazione dovrebbe essere usato per il periodo di costruzione, se necessario, drenaggio del pozzo per un grande edificio. In questo caso, il fondo del letto filtrante del drenaggio del serbatoio non deve essere inferiore al contrassegno del vassoio di drenaggio tubolare predisposto per la derivazione del piombo.

Il letto filtrante del drenaggio del giacimento viene utilizzato durante i periodi di costruzione e funzionamento dell'edificio. Gli scarichi tubolari che drenano l'acqua freatica raccolta dal letto filtrante non possono essere sempre immagazzinati in un sistema di drenaggio progettato per proteggere gli scantinati per la durata dell'edificio.

9 Schemi di drenaggio, profilo longitudinale, strutture sulla rete

9.1 Schemi per il drenaggio di un oggetto sono formati sulla base di sistemi tipici, tenendo conto delle condizioni idrogeologiche del sito di costruzione, delle caratteristiche dell'oggetto protetto, nonché dei requisiti 5.1, 5.2, 5.5, 6.4, 7.3 di questo documento.

Lo schema di drenaggio dell'oggetto protetto può essere costituito da uno o più sistemi (semplici e complicati). In alcuni casi, lo schema è esaurito da un solo sistema, in altri richiede una combinazione di più sistemi.

9.2 La scelta dello schema dipende da:

- dalle condizioni idrogeologiche del cantiere e dall'approfondimento del basamento;

- luoghi e profondità della rete di acqua piovana che ospita il flusso di drenaggio;

- la profondità e la struttura delle fondamenta dei volumi sporgenti lungo il perimetro dell'edificio

- la pianificazione dei segni sul perimetro dell'edificio;

- la presenza di edifici e strutture vicine in uso;

- dimensioni e configurazione dei locali protetti.

9.3 Il modello di drenaggio degli edifici civili moderni, in particolare con una vasta area del seminterrato protetto e una complessa configurazione di oggetti, è una combinazione di vari sofisticati sistemi di drenaggio.

9.4 Sistema a testa singola. Il modello di drenaggio ottimale è l'intersezione del flusso di acque sotterranee attraverso la larghezza dello scarico e l'approfondimento degli scarichi nello strato impermeabile (Fig. 2).

Fig. 2. Schema di un sistema di drenaggio a linea singola del tipo perfetto:

a - piano; b - sezione; 1 - edificio con un seminterrato;
2 - percorso di drenaggio; 3 - la direzione della pendenza degli scarichi;
4 - area di confine; 5 - pozzi di ispezione;
6 - problemi di drenaggio

Pertanto, il sistema di testa lineare è efficace in aree strette e allungate, specialmente in condizioni idrogeologiche in cui è possibile applicare un drenaggio perfetto.

Quando la lunghezza del drenaggio lineare è inferiore alla larghezza del flusso sotterraneo, disporre ulteriori linee lungo i bordi laterali dell'area protetta. Ciò si ottiene intercettando l'acqua di falda proveniente dal lato.

Con la presenza profonda dei canali di scolo dell'acquedotto si trovano nello strato contenente acqua, organizzando un drenaggio imperfetto. In questo caso, la capacità di filtrazione dello strato permeabile è di grande importanza pratica, poiché influenza la posizione del GWL abbassato nell'area protetta. Per determinare la posizione di un GWL ridotto, viene calcolata una curva di depressione (vedi 11.10).

9.5 Schemi di drenaggio tradizionali (tipici) - contorno e profilo lineare con speroni esterni. Gli scarichi tubolari sono posti a una certa distanza dalle pareti dell'edificio, tenendo conto delle condizioni idrogeologiche del territorio, dei requisiti di sicurezza e della produzione del lavoro. Se l'edificio ha una configurazione complessa della facciata o scantinati diversamente profondi, il drenaggio può avere rami trasversali esterni - speroni (Fig. 3).

Segna la gelatina di drenaggio del portello, m

Segnare il tubo di scarico del vassoio, m

Pozzetto di ispezione della fognatura esistente

Segno di livello del piano terra, m

Fig. 3. Schema di drenaggio dei contorni con speroni trasversali

9.6 Schemi tradizionali per il drenaggio a parete di edifici tipici di piccola larghezza (fino a 20 m) e configurazione semplice (vedi allegato):

- contorno con scarichi esterni (lungo la facciata) o interni (sotto il pavimento del seminterrato), chiusi o aperti (schema di contorno);

- combinato sotto forma di lineare o di contorno con drenaggio del bacino idrico.

Lo schema più comunemente usato con un circuito chiuso in connessione con la predominanza di una fornitura mista di acque sotterranee. Se ci sono restrizioni sul cantiere, è possibile posare un anello aperto. Tali restrizioni sorgono nella maggior parte dei casi durante la ricostruzione di oggetti, il restauro e la ricostruzione di edifici storici, nonché le condizioni costrittive del cantiere [8, 10, 13].

9.7 La traccia del drenaggio della fondazione è legata all'edificio protetto. La distanza tra il drenaggio e il muro è determinata dagli elementi strutturali sporgenti della fondazione dell'edificio e dal diametro dei tombini. Dipende anche dalla profondità degli scarichi.

Gli scarichi a parete (contorno) e sotterranei (compresi i bacini di raccolta) sono collegati tra loro in modo ad alta quota in modo tale da garantire un'efficace rimozione dell'acqua da sotto la stanza protetta (vedere 8.15).

9.8 La protezione contro le falde acquifere degli scantinati di una vasta area viene eseguita secondo i seguenti schemi di base: profilo-lineare, area del contorno, combinato (vedi allegato).

Lo schema lineari-lineare è un sistema di drenaggio con una rete di contorno (drenaggio del sottosuolo appropriato) e linee lineari (tubolari o di formazione) lineari.

Lo schema dell'area del contorno è un sistema di drenaggio con una rete di contorno e un letto filtrante per l'area del serbatoio.

Lo schema combinato combina gli elementi di entrambi gli schemi di cui sopra.

Lo schema contorno-lineare viene utilizzato nel dispositivo per il drenaggio imperfetto senza alcuna restrizione per oggetti con una base di fondazione. Quando la struttura del nastro della fondazione, la distanza degli scarichi tubolari dalle pareti dovrebbe essere calcolata se sono sepolti sotto il livello della base della fondazione.

Se la fondazione dell'edificio è organizzata sotto forma di una lastra monolitica in cemento armato, viene utilizzata solo una costruzione tubolare di scarichi interrati o uno schema di area di contorno.

Gli scarichi sotterranei sono solitamente tracciati lungo l'asse corto del seminterrato e collegati al drenaggio del seminterrato.

La posizione degli scarichi è determinata dalle caratteristiche della soluzione costruttiva della fondazione. La distanza tra gli scarichi interrati è scelta in modo tale da rimuovere il rigonfiamento della curva di depressione all'interno del circuito protetto.

Con un sistema sviluppato di linee sotterranee, gli scarichi a parete dovranno essere sepolti in modo che la profondità della loro posa assicuri l'eliminazione dei costi di una vasta rete di drenaggi sotterranei, pertanto è spesso necessario pompare l'acqua di drenaggio dagli scarichi a parete.

Lo schema dell'area del contorno è caratterizzato dalla presenza di area del serbatoio e di drenaggio sotterraneo. Quest'ultimo è spesso posto sul contorno esterno (esterno) del seminterrato. Questo schema è utilizzato per il dispositivo perfetto e il drenaggio delle pareti imperfetto. Non ha restrizioni relative alla progettazione della fondazione dell'edificio ed è ampiamente utilizzato con insufficiente efficienza del drenaggio a parete imperfetto degli edifici, la cui fondazione è realizzata sotto forma di una lastra monolitica in cemento armato.

In condizioni ristrette, lo schema dell'area del contorno può essere eseguito solo con l'aiuto di scarichi interni sotterranei o la loro combinazione con scarichi esterni a parete vicina, quando si tratta di un edificio a pila o a strisce.

9.9 Il drenaggio di una vasta area, specialmente in condizioni idrogeologiche difficili, è efficace solo attraverso l'operazione congiunta di dispositivi di drenaggio vicino alla parete e sotterranei, il cui design è adattato alle specifiche condizioni di costruzione (ricostruzione).

9.10 Gli scarichi a parete e sotterranei (compresi i serbatoi) devono essere subordinati tra loro in altezza in modo tale da garantire un'efficace rimozione dell'acqua da sotto la stanza protetta e all'esterno dell'edificio.

9.11 Gli scarichi sono progettati tenendo conto dei requisiti generali per il posizionamento di reti sotterranee, garantendo condizioni di costruzione sicure (conformemente a SNiP 12-03, SNiP 12-04), efficienza operativa e idoneità operativa delle strutture di approvvigionamento idrico (in conformità con SNiP 2.06.15, SNiP 22- 02).

9.12 Quando si progetta un drenaggio, è necessario considerare l'opzione di giunture posandolo con uno scarico - sopra o in parallelo, preferibilmente in una fossa.

È preferibile posare il drenaggio e drenare nello stesso piano verticale. In questo caso, il drenaggio viene depositato sopra lo scarico e lo scarico dell'acqua di drenaggio è disposto in ciascun pozzetto di scarico. Questa opzione è utile dal punto di vista della rimozione dei costi di drenaggio, ma non è sempre possibile a causa dell'approfondimento del drenaggio sotto lo scarico o della distanza insufficiente tra di loro.

La distanza minima tra lo scarico e il drenaggio posto sopra deve essere di almeno 5 cm.

9.13 Una coppia di linee di drenaggio nel piano dovrebbe essere eseguita con un angolo di almeno 90 °; nel piano verticale, l'accoppiamento dei rami tubolari di drenaggio può essere effettuato con il dispositivo differenziale e senza di esso con l'installazione di passi d'uomo secondo SNiP 2.06.15 p. 5.28. La presenza di gocce può essere dovuta alla diversa profondità degli scarichi, così come la connessione in un nodo di più di tre linee.

9.14 Gli scarichi sono disposti con pendenze che forniscono il movimento gravitazionale dell'acqua a velocità che escludono l'interramento dei tubi e l'erosione del suolo, nonché tenendo conto dell'abbondanza dell'orizzonte drenato.

La pendenza minima del drenaggio tubolare è:

- in terreni sabbiosi - 0,003;

- in argilla - 0,002.

Si consiglia di predisporre gli scarichi con pendenze longitudinali minime, poiché un aumento della pendenza delle fognature comporta un aumento della quantità di lavoro.

La pendenza minima del drenaggio di formazione posato nella fondazione dell'edificio da proteggere dovrebbe essere 0,005-0,01, il gradiente del relativo drenaggio di formazione può coincidere con la pendenza lungo il percorso delle reti ingegneristiche da proteggere, i fondamenti della pavimentazione, ecc.

La pendenza massima del drenaggio è regolata dalla portata massima consentita di 1 m / s ed è determinata sulla base del calcolo idraulico secondo il metodo descritto in letteratura [1].

9.15 La profondità del drenaggio deve fornire il tasso di drenaggio richiesto (secondo 5.2, 5.3), la protezione della struttura di drenaggio dalla distruzione da carichi temporanei e permanenti, nonché dal congelamento. Se l'approfondimento del drenaggio al di sotto della profondità di congelamento è impossibile o poco pratico, vengono prese misure speciali per proteggere la rete a basse temperature.

9.16 Il profilo longitudinale delle linee di drenaggio deve essere formato tenendo conto del modello di drenaggio dell'oggetto, della posizione e del numero di scarichi, degli elevamenti della rete di ricezione e del piano interrato, del metodo di scarico dell'acqua di scarico, garantendo l'affidabilità del sistema in modalità normale e di emergenza, nonché il carico uniforme delle pompe di drenaggio. le spese.

9.17 Nei siti di grandi dimensioni, quando si costruisce un profilo di drenaggio longitudinale, è necessario considerare quanto segue:

- notevole lunghezza del bacino sotterraneo lineare e sotterraneo;

- la necessità di pompare acqua dagli scarichi a muro;

- convenienza dello scarico per gravità dell'acqua dai sistemi sotterranei al contorno della parete vicina.

9.18 La scelta del profilo longitudinale ottimale degli scarichi lineari sotterranei è determinata dalla loro lunghezza, dalla gamma di profondità ammissibile delle linee di drenaggio del contorno di ricezione, dalle condizioni di lavoro, dal rapporto dimensionale (lunghezza e larghezza) del basamento, dalla posizione di quest'ultimo nel punto dell'edificio, dall'elevazione dei livelli di pianificazione il perimetro dei volumi allegati all'oggetto.

9.19 Il profilo longitudinale ottimale degli scarichi a parete lungo la facciata di un edificio con un dislivello della superficie di livellamento si forma a causa di uscite aggiuntive o di un aumento della profondità del drenaggio.

Se c'è una differenza significativa tra i segni di livellamento sulla facciata dell'edificio protetto e una grande area di seminterrato quando si forma un profilo longitudinale, si dovrebbe procedere dalla profondità minima e massima consentita degli scarichi.

Con un innalzamento costante del pavimento del seminterrato, è consigliabile aumentare il numero di uscite, al fine di evitare un grande approfondimento del drenaggio, se le differenze nei segni lungo il suo percorso sono limitate solo dal tasso di drenaggio o dai metodi di lavoro.

Per seminterrati sepolti in modo diverso, così come per la loro vasta area, il drenaggio che pone con l'innalzamento dei segni sui terreni richiederà anche un aumento del numero di uscite, che consentirà in situazioni di emergenza di eliminare il ristagno nel sistema di drenaggio.

9.20 I pozzetti di ispezione (ispezione) per monitorare il funzionamento del sistema sono installati nei punti di svolta del percorso e cambiano le pendenze degli scarichi, a differenze - nei punti di congiunzione delle tubazioni con diversi contrassegni del vassoio, nonché su aree drenanti di drenaggio (Fig. 4).

Fig. 4. La disposizione dei pozzetti di drenaggio:

e - gira il percorso, differenze di segni di tubi di drenaggio; b - costruire proiezioni;
(c) siti di partenza, (d) con una pompa nell'area di transito di drenaggio; 1 - costruzione;
2 - drenaggio; 3 - pozzi; 4 - lo stesso differenziale; 5 - lo stesso con la parte di sedimentazione;
6 - spine; 7 - rilascio (drenaggio di transito); 8 - bene con una pompa;
9 - sezione di pressione del drenaggio di transito;
10 - ammortizzatore di pressione del pozzo; 11 - tombino per pozzetti

I pozzetti di drenaggio (con un diametro di scarico fino a 300 mm) sono disposti ad almeno 50 m secondo SNiP 2.06.15 (vedi 5.28), in base alle condizioni operative della rete di drenaggio, la distanza limite ottimale secondo [16] è 40 m.

In curva, i tombini di drenaggio vicino alle sporgenze degli edifici non sono necessari, se la distanza dalla svolta al pozzo più vicino non supera i 20 m. Quando il drenaggio richiede diversi giri nell'area tra i pozzetti, i pozzetti di ispezione vengono installati attraverso un giro. Le aree di partenza della rete di drenaggio con una lunghezza fino a 20 m possono essere eseguite senza il primo passo d'uomo. In questo caso, è necessario fornire una spina del tubo di drenaggio.

9.21 Rilasciare il dispositivo. Il rilascio di acqua dal drenaggio tubolare produce in canali di scolo o stagni. In alcuni casi, lo scarico viene eseguito nella rete fognaria di tutte le fogne, nei fossati e nei serbatoi appositamente predisposti. Nei tombini finali del drenaggio, prima dello scarico dell'acqua nel sistema fognario comunale, viene fornito un pozzetto di monitoraggio con una valvola "flap" (in base alle condizioni di collegamento del Vodokanal SUE).

Il drenaggio della rete tubolare di drenaggio viene effettuato utilizzando il drenaggio in transito dai tubi senza perforazione e spolveramento. I costi di drenaggio sono deviati dalla gravità o pompando le pompe o le pompe sommergibili. Quindi la sezione di transito del drenaggio al pozzo dell'ammortizzatore è disposta sotto forma di una rete di pressione.

Le apparecchiature di drenaggio e pompaggio di transito sono progettate in conformità con i requisiti per una rete di drenaggio delle acque meteoriche (SNiP 2.04.03).

9.22 Nelle aree del paesaggio urbanizzato di insiemi di parchi e parchi ed edifici storici privi di punti di raccolta dell'acqua di drenaggio (reti fognarie) o incapacità di scaricare l'acqua di drenaggio in corpi idrici in appropriate condizioni idrogeologiche, utilizzare i pozzetti assorbenti (pozzetti) secondo la Guida di riferimento a SNiP 2.06.15, SNiP 2.04.03, nonché a svolgere altre attività di smaltimento idrico geotecnico in conformità ai requisiti del 6.4.

9.23. Per un funzionamento affidabile del sistema di drenaggio, è necessaria una pulizia periodica obbligatoria dei pozzetti di drenaggio per evitare l'interramento dei tubi di drenaggio, pertanto la parte testuale e grafica del progetto dovrebbe indicare la necessità di tali misure operative.

10 Progetto di drenaggio

10.1 Per proteggere le parti sepolte degli edifici, dovrebbero essere utilizzate strutture di drenaggio orizzontale tradizionali e moderne:

- con filtraggio di spruzzi di tubi (o riempimento di drenaggio chiuso) da materiale smosso (sabbia, ghiaia, macerie);

- con un filtro di materiali geosintetici (o naturali) in combinazione con sabbia e ghiaia;

- con composizioni di materiali di drenaggio a base di materie plastiche (geocompositi);

- con involucri di tubi fatti di materiali geofabric (o materiali naturali) e senza di essi.

I materiali geotessili nella costruzione del drenaggio dovrebbero essere usati come:

- membrane filtranti per la separazione del rinterro e l'irrorazione del drenaggio tubolare; strati filtranti di quest'ultimo;

I geocompositi dovrebbero essere utilizzati per migliorare l'efficienza della rete di drenaggio e ridurre il volume dei materiali filtranti del suolo.

10.2 La scelta delle membrane geotessili e dei geocompositi dovrebbe essere effettuata tenendo conto delle condizioni di lavoro, dell'ingegneria e delle condizioni geologiche del sito di costruzione e ricostruzione e delle caratteristiche tecniche dei materiali [11, 17, 19, 20].

Un filtro geotessile deve passare l'acqua e setacciare il terreno, non deformarsi troppo e non limitare l'accesso dell'umidità alla struttura di drenaggio, avere una resistenza bio-chimica, mantenere uno stato di funzionamento per tutta la vita del drenaggio.

I geocompositi devono soddisfare i requisiti di durabilità; resistenza biologica e chimica; conservazione in condizioni di lavoro durante l'intero ciclo di vita e proprietà di filtrazione elevate.

La preferenza dovrebbe essere data a:

- filtro con membrane in geotessuto non tessuto di filato PP infinito, con rinforzo agugliato;

- geocompositi tridimensionali di base di drenaggio in plastica (PP) e membrana filtrante, che si chiama drenaggio di plastica. Il compito della membrana nel drenaggio di plastica è quello di far entrare l'acqua nel conduttore dell'umidità (base) e intrappolare le particelle del suolo essiccato. Il compito della base di plastica è quello di trasportare l'acqua nel sistema di scantinati orizzontale.

Per alcuni tipi di drenaggio di plastica esiste un'opzione di progettazione con un seno speciale (canale) per il tubo di drenaggio.

10.3 I rivestimenti del suolo filtranti, a seconda della composizione del terreno da essiccare, dovrebbero essere fatti a strato singolo o a due strati [16]. Insieme a questo, parte della fossa deve essere riempita con terra sabbiosa (Fig. 5). Quando si costruisce una trincea inclinata, tale riempimento viene realizzato sotto forma di prismi per motivi di risparmio di materiale.

a - rettangolare; b - nella forma di un trapezio;
1 - tubo di drenaggio; 2 - pietrisco; 3 - sabbia con un coefficiente
filtrazione non inferiore a 5 m / giorno; 4 posti a terra

Lo scopo del prisma è di ricevere l'acqua che scorre dai lati. La più piccola altezza del prisma sabbioso è 0,6 - 0,7 della magnitudine dell'eccesso del GWL stimato rispetto al fondo della fossa di drenaggio, il massimo - 30 cm più alto del GWL calcolato; ottimale determinato dalle condizioni specifiche di costruzione.

10.4 I granelli filtranti monostrato sono ammessi in sabbie e sabbie grossolane, nonché in sabbie di dimensioni medie con diametro medio delle particelle di 0,3-0,4 mm o superiore.

Lo spolvero a doppio strato dovrebbe essere fatto in sabbia sabbiosa, finemente polverosa e a grana media con un diametro medio delle particelle inferiore a quello specificato, nonché con una struttura stratificata della falda acquifera.

I materiali del suolo utilizzati per l'aspersione devono soddisfare i requisiti per i materiali per le strutture idrauliche e rispettare gli standard statali applicabili.

La composizione dello spolvero filtrante deve essere selezionata per escludere il soffocamento e l'intasamento del sistema, lo spessore di uno strato di spolveramento deve essere di almeno 150 mm.

Per lo strato interno di irrorazione, utilizzare la pietra frantumata М1000 - 1200 con una dimensione delle particelle di 3 - 10 mm (a seconda delle dimensioni dei tagli del tubo), lo strato esterno ei prismi sabbiosi - carteggiare con un coefficiente di filtrazione di almeno 5 m / giorno.

Gli sprinkles sono rettangolari o trapezoidali, le configurazioni più complesse richiedono speciali scudi dell'inventario. Gli sprinkle trapezoidali sono realizzati con pendenze di profili stabili, rettangolari - con l'aiuto di scudi.

10.5 La scelta del progetto di drenaggio tubolare dipende dalle condizioni idrogeologiche del cantiere, dalle caratteristiche dell'oggetto di protezione, dal tipo e dal sistema di drenaggio, dalla profondità del basamento e dal suo scopo (Fig. 6).

10.6 Il drenaggio del serbatoio per proteggere le parti sepolte dell'edificio deve essere eseguito sotto forma di uno strato continuo di ghiaia (areale), sotto forma di prismi (lineari) e inclinato verso lo scarico tubolare, oltre che utilizzando membrane geotessili e geocompositi ad alta resistenza.

Il design del drenaggio del giacimento può essere costituito da uno o due strati, a seconda della natura dei terreni sottostanti, della larghezza della struttura protetta e del flusso di acqua.

Il drenaggio del giacimento a strato singolo è organizzato a partire dalle macerie (ghiaia), a due strati - dalle macerie e dalla sabbia. Lo strato di sabbia può essere sostituito da una membrana geotessile appropriata. Nel drenaggio del giacimento, pietra frantumata con una granulometria di 3-20 mm (il coefficiente di eterogeneità non è superiore a 5) e sabbia a grana media sono utilizzati. I materiali del terreno del letto filtrante di drenaggio impongono requisiti simili ai requisiti per il filtraggio del suolo del drenaggio tubolare.

Il drenaggio dell'area con un singolo strato di letto di pietrisco deve avere uno spessore non inferiore a 300 mm. Il letto di drenaggio a due strati viene risolto in modo costruttivo dallo strato di ghiaia con uno spessore minimo di 150 mm e letto di sabbia 100 mm.

Per ridurre il volume delle macerie, il drenaggio del bacino idrico dell'edificio incassato può essere risolto in modo costruttivo sotto forma di uno strato di sabbia tagliato nella direzione trasversale da prismi di pietra schiacciati.

Lo spessore del drenaggio lineare del giacimento con un letto monostrato di ghiaia deve essere di almeno 200 mm. Il numero richiesto di scarichi (prismi) viene determinato tenendo conto delle condizioni idrogeologiche e la loro posizione nel piano dipende dal progetto della fondazione dell'oggetto protetto.

a - tipo imperfetto

b - tipo perfetto

in - perfetto tipo su aquacuche condizionale con drenaggio lineare del giacimento

d - con geocomposito drenante-isolante

e - con uno strato di geotessile nel drenaggio e nel geocomposito spruzzati

W - con uno strato geotessile nella spolverata dello scarico senza un geocomposito

Fig. 6. Disegni del muro di drenaggio

Il letto filtrante del drenaggio della cucitura deve essere accoppiato con la spruzzatura del tubo di scarico in conformità con i requisiti di 8.15. Nel processo di produzione, il drenaggio del serbatoio protegge dall'ostruzione. Esempi di costruzione del drenaggio di serbatoi di edifici sono mostrati in Figura 7.

10.7 Nella scelta della progettazione delle linee di drenaggio sotterraneo, occorre prestare particolare attenzione alla sua affidabilità.

Quando le linee di drenaggio interno sono posate sotto la lastra del piano interrato, l'accesso ad esse è escluso, pertanto il dispositivo per il drenaggio dei prismi di pietrisco (con tracciamento ottimale e parametri di progetto rilevanti) presenta alcuni vantaggi rispetto alle strutture tubolari [2].

10.8 I tubi di drenaggio sono selezionati e progettati in accordo con i requisiti di:

- sufficiente capacità di carico dell'acqua;

- resistenza quando esposto al rinterro del terreno e ai carichi dinamici;

- resistenza alle acque sotterranee aggressive;

- convenienza del dispositivo e funzionamento del drenaggio.

Nella maggior parte dei casi, questi requisiti sono soddisfatti da tubi di plastica a uno o due strati realizzati in polietilene a bassa densità (HDPE), polivinilcloruro (PVC), nonché polipropilene (PP) e polietilene ad alta densità (NDPE). A seconda del materiale e della costruzione, appartengono a diverse classi di rigidità.

10.9 Il design del tubo di scarico è determinato dalle condizioni di utilizzo e dai requisiti di funzionamento.

Fig. 7. Layout del drenaggio del bacino idrico:

A - edifici; a - strati a due strati di sabbia e ghiaia;
b - lo stesso con una membrana filtrante geotessile; in - lo stesso singolo strato di macerie;
1 - letto filtrante; 2 - tubo di drenaggio forato; 3 - filtro a pietrisco;
4 - filtro a sabbia; 5 - rinterro; 6 - tubo di troppo pieno senza perforazione;
7 - membrana impermeabilizzante; 8 - preparazione del calcestruzzo;
9 - membrana filtrante geotessile; 10 - terreno locale

Le dimensioni dei fori di aspirazione dei tubi di drenaggio dovrebbero essere selezionate tenendo conto della distribuzione delle dimensioni delle particelle del suolo essiccato [1, 3, 5]. Questo requisito dovrebbe essere preso in considerazione quando si scelgono le tubazioni presentate nel moderno mercato delle costruzioni con diverse fognature.

I design tradizionali sono tubi monostrato con superficie liscia o (più spesso) con una superficie corrugata, che aumenta la resistenza del tubo, mantiene la sua flessibilità e aumenta l'area di cattura dell'acqua dei fori di drenaggio. Le costruzioni moderne sono tubi a doppio strato e persino a più strati. Questi ultimi sono efficaci in presenza di elevati carichi dinamici e profondità dell'oggetto protetto.

Nei tubi a doppio strato, la parete interna è liscia e l'involucro esterno è corrugato, fissato saldamente allo strato interno. Grazie alla parete interna liscia, la portata dell'acqua aumenta e aumenta la conduttività del tubo. La presenza di un guscio esterno ondulato rende la struttura del tubo resistente alla deformazione degli urti, che è particolarmente importante durante il trasporto e l'installazione di tubi in condizioni invernali. Tali tubi sono caratterizzati da un'elevata capacità di asciugatura e autopulizia, di solito "mantengono" di solito una piccola pendenza del percorso di drenaggio.

La profondità massima consentita degli scarichi di plastica a strato singolo dipende dal materiale del tubo, la profondità di posa del tubo più piccola è determinata dalle esigenze di protezione contro i carichi dinamici e il congelamento.

In terreni deboli con capacità portante insufficiente, il tubo di drenaggio deve essere posato su una base artificiale.

10.10 Pozzi di ispezione. I tradizionali design dei pozzi dovrebbero essere fatti di anelli in cemento armato con un diametro interno di 1000 mm, pozzetti con pompe - 1500 mm.

Design moderno e compatto di pozzi - di plastica con un diametro minimo di 315 mm. Questi ultimi sono fabbricati in fabbrica e consegnati in forma finita al cantiere o assemblati in loco dagli elementi corrispondenti.

I tubi di drenaggio di transito sono eseguiti senza perforazione e sono disposti senza lettiera filtrante. Per la progettazione e le caratteristiche tecniche sono simili ai tubi per le condutture a gravità.

La preferenza dovrebbe essere data ai pozzetti di plastica da elementi prefabbricati montati sul posto. È consigliabile utilizzare pozzi e tubi di plastica dello stesso sistema, poiché in questo caso sono disponibili tutti i componenti necessari: per collegare tubi tra loro, tubi e pozzetti, dispositivi antigelo, ecc.

Tale sistema di drenaggio è il più efficace dal punto di vista del funzionamento e della durata.

10.11 Il design del pozzetto di raccolta è costituito da tre parti principali: il fondo, la verticale e il coperchio o il tombino (Fig. 8). I tubi si bloccano in posizione nella parte inferiore della struttura verticale, oppure ci sono dei tappi di fabbrica. Di norma, l'opzione preferita per l'inserimento di tubi in posizione. Gli elementi strutturali dei pozzi sono fatti di vari materiali in base alle condizioni del loro lavoro. La parte superiore - il portello, a seconda dello scopo del territorio e dei carichi previsti, viene eseguito in varie versioni. La parte verticale del pozzo può essere un tubo ondulato monostrato o a due strati di vari materiali (PVC, HDPE, PP), il fondo del pozzo - da PP.

10.12 I pozzetti realizzati con prodotti in plastica sono disposti con una parte di decantazione (trappola di sabbia) con una profondità di almeno 0,5 me puliti mediante meccanizzazione.

Nei tradizionali pozzi in cemento armato, la parte sedimentaria con una profondità di almeno 0,5 m è obbligatoria nell'ultimo pozzetto della rete nella parte iniziale del drenaggio di transito, nei pozzi differenziali, e anche nei pozzetti lungo il percorso di drenaggio per 40-50 m.

Se ci sono requisiti di organizzazioni speciali, le strutture sulla rete di drenaggio di transito dovrebbero essere eseguite in conformità con questi requisiti.

Fig. 8. Bene schemi di costruzione:

a - plastica, assemblata con un collo conico in cemento;
b - lo stesso con il portello e la gonna di ghisa; in - lo stesso con tubo di drenaggio incorporato;
1 - ben gottruba; 2 - gonna in PVC; 3 - fondo in propilene;
4 - collo conico in cemento; 5 - anello di gomma; 6 - copertina.

11 Calcolo del drenaggio

11.1 Nel processo di calcolo del drenaggio orizzontale dovrebbe essere diviso in due fasi:

1) Calcoli idrogeologici, che determinano la portata degli scarichi e la posizione delle superfici depresse delle acque sotterranee nell'area protetta.

2) Calcoli idraulici che determinano la portata richiesta dei parametri selezionati degli scarichi alle portate ammissibili di acqua in essi e il corrispondente riempimento.

Calcoli di drenaggio idraulico tradizionalmente eseguiti con il metodo di selezione. Attualmente, la soluzione a questo problema è facilitata dall'uso di programmi speciali, che, di norma, sono contenuti nelle linee guida dei fornitori di tubi di scarico moderni.

I calcoli idrogeologici (infiltrazioni) sono eseguiti sulla base di schemi speciali (di progettazione) per la visualizzazione delle principali caratteristiche idrogeologiche del sito di costruzione e delle condizioni di scarico.

11.2 Nella scelta degli schemi di progettazione, vengono prese in considerazione le condizioni specifiche del cantiere:

- sistema di drenaggio e fonti di approvvigionamento idrico sotterraneo;

- tipo di drenaggio (perfetto o imperfetto);

- la struttura del massiccio drenato (il grado di omogeneità delle rocce per permeabilità) e le proprietà di filtrazione dei suoi strati;

- condizione idraulica della falda acquifera (pressione o acqua non in pressione);

- caratteristica del flusso di acque sotterranee (direzione, spessore, pendenza).

I confini tra i singoli strati sono rappresentati schematicamente come piani orizzontali che passano attraverso i segni medi degli strati di contatto. I piani inclinati nella sezione considerata sono sostituiti da quelli orizzontali, il che è consentito con pendenze non superiori a 0,01 [15].

Lo stato idraulico della falda acquifera determina il funzionamento dei sistemi di drenaggio in condizioni di pressione o acqua non confinata [14]. Nel primo caso, gli scarichi risolvono il problema della rimozione della testa piezometrica (totale o parziale) nella falda acquifera. Nel secondo caso, l'acquifero viene drenato usando il drenaggio.

11.3 Varianti di schemi di progettazione:

- scarico orizzontale (singolo) a linea singola (costiero, a testa) con afflusso unilaterale o bilaterale di acque sotterranee dal territorio sovrastante e / o dal giacimento;

- drenaggio orizzontale a due linee (una combinazione di drenaggi costieri e di testa) con un afflusso bilaterale di acque sotterranee dal territorio sovrastante e dal corpo idrico;

- sistema orizzontale di contorno (drenaggio anulare o sottofondante) quando si alimenta l'acqua di falda che scorre prevalentemente nell'area che si trova all'esterno del profilo drenato;

- scarichi orizzontali situati sul sito a distanze convenzionalmente uguali (drenaggio sistematico *) e che di solito funzionano in condizioni di flusso sotterranee (o simili) quando alimentati dall'alto e / o sotto;

- letto filtrante alla base dell'oggetto da proteggere (drenaggio di formazione) quando le acque sotterranee fluiscono dal lato e / o dal fondo.

* Il sistema viene utilizzato, di regola, solo per la disidratazione generale.

11.4 Il calcolo dei dispositivi tubolari orizzontali e di drenaggio del bacino idrico che operano in condizioni di filtrazione stazionaria, acqua non confinata e un mezzo omogeneo dovrebbe essere effettuato utilizzando le seguenti formule di calcolo.

Il livello calcolato delle acque sotterranee dovrebbe essere assunto sulla base dei valori previsti del livello medio annuale a lungo termine delle sostanze umiche nel sito di costruzione [12].

In caso di drenaggio di edifici da parte di sistemi locali in combinazione con il flusso del giacimento, scaricato dal drenaggio di transito, viene determinato solo dal valore del flusso di drenaggio tubolare pre-plenum.

11.5 Per calcolare gli scarichi che funzionano in condizioni di pressione, nonché gli scarichi di plastica, è necessario utilizzare le informazioni aggiuntive disponibili nei materiali di riferimento normativi [1, 5, 15, 17].

11.6 Nelle formule e negli schemi di calcolo riportati di seguito nelle figure, viene adottata la seguente notazione:

H - l'altezza della tabella di acque sotterranee non ridotta sopra l'aquitard, m;

h è la profondità di immersione dello scarico sotto il GWL non ridotto, m;

T - eccesso dello scolo imperfetto sopra l'aquitard, m;

H x - l'eccesso di GWH basso sopra il livello dell'acqua in fognature imperfette e perfette a una distanza x da loro, m;

h y - eccesso di GWL basso rispetto allo scarico nel centro del drenaggio del contorno, m;

H max - altezza massima di GW basso sopra l'aquitard in uno spazio interdentale di drenaggio sistematico, m;

h altezza - altezza di infiltrazione - lo spazio tra il livello dell'acqua nello scarico e il contatto della polvere di drenaggio con il terreno, m;

R è il raggio della depressione, m;

r 0 - il raggio del contorno, m;

a metà della distanza tra gli scarichi del sistema di drenaggio sistematico, m;

Q - portata stimata, m 3 / giorno;

Q o - consumo specifico, m / giorno per 1 pg. m;

W è l'intensità di infiltrazione delle precipitazioni, m / giorno.

11.7 Il calcolo viene effettuato in base alle condizioni idrogeologiche del sito di costruzione, alla posizione reale di progetto del drenaggio, al suo sistema (locale o generale) e al tipo (perfetto o imperfetto).

Il coefficiente di filtrazione dei terreni drenati in assenza di dati sperimentali viene assunto sulla base di materiali di riferimento e tenendo conto dell'esperienza di costruzione locale. Quest'ultimo è particolarmente importante, poiché gli intervalli di riferimento non mostrano sempre gli intervalli coincidenti dei valori dei coefficienti di filtrazione dello stesso terreno. Ciò è dovuto alle peculiarità delle rocce studiate.

Con una struttura eterogenea degli strati portatori d'acqua, il valore medio ponderato di Kcf., calcolato dalla formula

dov'è K1 + K 2 +. + K n - coefficiente di filtrazione dei singoli strati di terreno drenato, m / giorno; t1 + t2 +. + t n - potenza dei livelli corrispondenti, m, che è presa sulla base dei dati iniziali e del sistema di drenaggio calcolato.

L'area di utilizzo della formula (1) è limitata dal rapporto tra il coefficiente di filtrazione dei vari strati non più di 1:20:

Fig. 11. Drenaggio del contorno degli schemi di calcolo (anello, parete):

un - tipo perfetto; b - imperfetto

Il livello dell'acqua all'interno del contorno è approssimativamente uguale al livello dell'acqua nello scarico, fuori dal contorno

Quando x è inferiore a r0 rapporto x / r0 nelle formule (14, 16) può essere considerato uguale all'unità.

Il flusso di acqua di drenaggio per il drenaggio del contorno del tipo imperfetto (figura 11, b) è determinato dalla formula

dove rg - calcolato dalla formula (9); r0 -secondo (12); R - dall'equazione (13) o secondo il programma (figura 12); j = j 1 - j 2, j valori 1 e j 2 determinato dal programma (figura 13 a, b).

Fig. 12. Grafico per la determinazione del raggio del contorno della depressione e dei drenaggi del serbatoio

Fig. 13. Grafici per determinare la stima
Funzioni: a - j 1 ; b - j 2 ; in - F

La curva di depressione al di fuori del contorno è calcolata dalla formula (16), all'interno del contorno (al centro) - di (18):