Tubi in polipropilene per acqua calda: i vantaggi della scelta

Per i sistemi di riscaldamento e di approvvigionamento di acqua calda, i tubi metallici erano precedentemente utilizzati in modo massiccio, non mancavano di essi. Le moderne tecnologie stanno gradualmente portando alla luce condotte alternative. In questo articolo, ci concentreremo sul polipropilene, le cui proprietà ci consentono piuttosto di utilizzare questo materiale per le tubazioni con acqua calda.

Ora molte aziende edili utilizzano tubi di polipropilene per l'acqua calda come l'unica opzione per creare comunicazioni ingegneristiche di nuova generazione. Vediamo se è effettivamente sicuro usare il polipropilene nelle nostre case.

Caratteristiche e vantaggi dei tubi in polipropilene

Elenchiamo le principali caratteristiche dei tubi in polipropilene:

  • la durata del PP è parecchie volte superiore alla durata di vita delle comunicazioni metalliche;
  • la superficie liscia delle pareti interne facilita il rapido flusso del terreno di lavoro e impedisce la formazione di depositi sulle pareti. È possibile dichiarare un coefficiente di resistenza idraulica molto basso;
  • resistenza alla corrosione;
  • inerzia chimica;
  • I tubi in PP (rinforzati) sono così forti che persino l'acqua ghiacciata in essi non causa la rottura delle pareti;
  • la bassa conduttività termica del polipropilene riduce la perdita di calore negli impianti di riscaldamento;
  • facile installazione Una persona può persino installare un tubo in PP senza utilizzare complessi strumenti di saldatura per questo;
  • compatibilità ambientale dei prodotti in PP.

L'installazione di prodotti in PP viene eseguita diverse volte più velocemente rispetto all'installazione di tubi in acciaio.

A differenza dell'acciaio, i prodotti in PP non diminuiscono nella loro sezione interna dopo diversi anni di funzionamento. Non hanno paura dei depositi graduali di calcare.

Le tubazioni in polipropilene richiedono manutenzione, in particolare pulizia, verniciatura e oliatura. anche
non hanno paura del colpo d'ariete nel sistema. Questo è particolarmente vero per i prodotti rinforzati.

Tubi in polipropilene per acqua calda: proprietà fisiche

Il polipropilene è un materiale sintetico con durezza molto elevata. Allo stesso tempo, il materiale è abbastanza plastico, che è caratteristico di quasi tutti i polimeri. La temperatura alla quale la struttura del polipropilene inizia ad ammorbidirsi è di 140 gradi. Se riscaldi il materiale a questa temperatura e poi lo raffreddi, ripristinerà le sue condizioni e la sua forma. Se, tuttavia, lo riscalda ad una temperatura di 175 gradi, mostrerà l'effetto della fluidità. Il polimero inizierà semplicemente a passare allo stato liquido.

Tutti i produttori di tubi in polipropilene indicano che i tubi in polipropilene per l'acqua calda possono essere riscaldati a una temperatura massima di 95 gradi. Ciò significa che il polipropilene può essere utilizzato in qualsiasi sistema di acqua calda, poiché la temperatura in esse non supera mai i 95 gradi.

Ma anche se raggiunge anche 100 gradi, non succederà nulla ai tubi, dal momento che la massima temperatura operativa viene presa con un margine.

Naturalmente, nelle regioni settentrionali, l'acqua nei sistemi può riscaldarsi anche oltre i 100 gradi, ma questa è piuttosto un'eccezione alla regola. Affinché l'acqua a una temperatura di 100 gradi non si trasformi in vapore, la pressione aumenta nei sistemi. L'aumento della pressione può danneggiare i tubi per l'erogazione di acqua calda in polipropilene. Pertanto, per l'acqua calda utilizzare solo tubi rinforzati, che non temano alcuna pressione elevata.

Comunicazioni in polipropilene rinforzato

I tubi rinforzati resistono facilmente alle dilatazioni termiche. Allo stesso tempo il polipropilene è protetto dallo scoppio, quindi il tubo di polipropilene rinforzato per l'acqua calda può essere nascosto sotto uno strato di mastice. Non aver paura, il muro non si spezzerà.

Lo strato di rinforzo si trova sempre tra due strati di polipropilene.

Il rinforzo può essere eseguito in due versioni:

  • è uno strato di foglio di alluminio,
  • o uno strato di fibra di vetro.

La mancanza di lamina è che al contatto dello strato sventato con acqua, si verifica una reazione galvanica. Contribuisce alla corrosione alle estremità dei tubi. Pertanto, è preferibile il rinforzo in fibra di vetro. Tali prodotti eliminano l'insorgere di processi elettrochimici in essi, il che influisce sulla durata del loro servizio.

Cos'è un tubo di polipropilene rinforzato per l'acqua calda? Questi sono due strati di polipropilene, tra i quali c'è esattamente lo stesso strato di materiale, solo con fibre di fibra. Il polipropilene è un componente legante della fibra di vetro e le fibre ne rafforzano la struttura. Tutti e tre gli strati sono saldati insieme. Questo conferisce al tubo una forza speciale.

Il riscaldamento del tubo rinforzato non lo gonfia. Quando viene raggiunta la temperatura critica, il tubo si assesterà e scorrerà sotto il suo peso. Il tubo non rinforzato potrebbe gonfiarsi e scoppiare.

Tubi in polipropilene per riscaldamento

Contrariamente alla credenza popolare sull'inaffidabilità del polipropilene, questo tipo di tubo viene utilizzato molto diffusamente nei sistemi di riscaldamento. Ora è diventato quasi irrilevante usare tubi di acciaio. Il motivo risiede nel basso costo dei tubi in polipropilene stessi e dei loro elementi di collegamento, nonché nella facilità di installazione dei sistemi di riscaldamento.

Infatti, utilizzando tubi in PP rinforzati, qualsiasi master è in grado di posare le linee di riscaldamento in modo indipendente. In questo caso, si può fare solo un saldatore per tubi di plastica.

Inoltre, i tubi in PP hanno un peso molto più basso, che a volte è di grande importanza, soprattutto quando il sistema si trova sul tetto di una casa. Per quanto riguarda la resistenza dei composti, sono abbastanza affidabili, quasi non inferiori ai composti metallici.

Inoltre, i tubi in PP non sono soggetti a corrosione e la formazione di depositi sulle pareti interne. La durabilità del polipropilene consente di stabilire linee di riscaldamento e dimenticare la loro esistenza. Non è necessaria alcuna cura, quindi possiamo concludere sull'opportunità di utilizzare tubi in polipropilene per il riscaldamento e l'acqua calda.

Marcatura di tubi in polipropilene: decodifica dettagliata

Non è un caso che le condotte in polipropilene stiano diventando sempre più popolari con artigiani e installatori professionisti. I tubi in polipropilene presentano numerosi vantaggi, grazie ai quali sostituiscono gradualmente i prodotti con i materiali tradizionali. La scelta dei tubi di plastica oggi è enorme e tutti i prodotti differiscono per caratteristiche e scopo. Decifrare quali sono adatti per l'impianto di riscaldamento, la fornitura di acqua calda o fredda, la ventilazione, aiuteranno a decifrare la marcatura dei tubi di polipropilene.

Informazioni "leggere"

Se raccogli una pipa di polipropilene, puoi vedere su di essa una lunga fila di simboli, abbreviazioni e numeri. Vediamo cosa significano. Decodifica dettagliata - nell'immagine sottostante.

  • In primo luogo, di solito è il nome del produttore.
  • Segue la designazione del tipo di materiale da cui viene prodotto il prodotto: PPH, PPR, PPB.
  • Sui prodotti da tubazione deve essere indicata la pressione di esercizio, che è indicata da due lettere - PN, - e dai numeri - 10, 16, 20, 25.
  • Diversi numeri indicano il diametro del prodotto e lo spessore della parete in millimetri.
  • Le modifiche nazionali possono indicare la classe di operazione secondo GOST.
  • Pressione di esercizio massima consentita.
  1. Documenti normativi in ​​base a quali prodotti per tubi sono fabbricati, regolamenti internazionali.
  2. Marchio di qualità
  3. Informazioni sulla tecnologia su cui è realizzato il prodotto e classificazione per MRS (durata minima a lungo termine).
  4. 15 cifre contenenti informazioni sulla data di produzione, numero di lotto, ecc. (Ultimi 2 anni di emissione).

E ora ci soffermeremo più in dettaglio sulle caratteristiche più importanti dei tubi in polipropilene indicati nella marcatura.

Materiale e portata

Produttori di paesi diversi usano denominazioni leggermente diverse, ma la marcatura PP sarà necessariamente presente, dimostrando che il tubo è in polipropilene. Altre lettere o numeri indicano il tipo specifico di materiale che ha le sue proprietà.

  1. PPH (PP-type 1, PP-1) - il tubo è realizzato in omopolimero. A causa della natura di questo tipo di polipropilene, è destinato solo all'acqua fredda e alla ventilazione.
  2. PPB (PP-type 2, PP-2) - il prodotto è realizzato in copolimero a blocchi. Può essere utilizzato per l'approvvigionamento di acqua fredda e in tipi di sistemi di riscaldamento a bassa temperatura.
  3. PPR (PP-2, PPR, PP-random, PPRC) - il tubo è costituito da un copolimero casuale. I prodotti con questo marchio sono più comuni a causa della loro versatilità. A causa della maggiore resistenza al calore, possono essere utilizzati in impianti di riscaldamento di qualsiasi tipo, nonché per la fornitura di acqua calda e fredda ad appartamenti e case.

Pressione nominale

Le lettere PN sono la designazione della pressione di esercizio consentita. La figura seguente indica il livello di pressione interna nella barra, che può sopportare il prodotto per una durata di 50 anni a una temperatura dell'acqua di 20 gradi. Questo indicatore dipende direttamente dallo spessore della parete del prodotto.

  • PN10. Questa designazione ha un tubo a parete sottile economico, in cui la pressione nominale è di 10 bar. La temperatura massima che può sopportare è di 45 gradi. Tale prodotto è utilizzato per il pompaggio di acqua fredda e dispositivi di riscaldamento a pavimento.
  • PN16. Pressione nominale superiore, temperatura limite del liquido elevata - 60 gradi Celsius. Tale tubo è deformato in modo significativo sotto l'influenza di un forte riscaldamento, pertanto non è adatto per l'uso in impianti di riscaldamento e per l'alimentazione di liquidi caldi. Il suo scopo è la fornitura di acqua fredda.
  • PN20. Il tubo in polipropilene di questo marchio resiste a una pressione di 20 bar e una temperatura fino a 75 gradi Celsius. È piuttosto versatile e viene utilizzato per fornire acqua calda e fredda, ma non dovrebbe essere utilizzato nell'impianto di riscaldamento, poiché ha un alto tasso di deformazione dovuto al calore. A una temperatura di 60 gradi, la lunghezza di una condotta di 5 m viene estesa di quasi 5 cm.
  • PN25. Questo prodotto ha una differenza fondamentale rispetto ai tipi precedenti, poiché è rinforzato con foglio di alluminio o fibra di vetro. Le proprietà del tubo rinforzato sono simili ai prodotti metallici, meno suscettibili agli effetti della temperatura, resistono a 95 gradi. Progettato per l'uso in impianti di riscaldamento, nonché nella fornitura di acqua calda.

Classe operativa

Quando si scelgono i prodotti in polipropilene di produzione nazionale, lo scopo del tubo richiederà la classe di funzionamento secondo GOST.

  • Classe 1: il prodotto è destinato all'acqua calda alla temperatura di 60 ° C.
  • Grado 2 - ACS a 70 ° C.
  • Classe 3 - per riscaldamento a pavimento con basse temperature fino a 60 ° С.
  • 4 classi - per impianti di riscaldamento a pavimento e radiatori che utilizzano acqua fino a 70 ° С.
  • 5 classe - per il riscaldamento del radiatore ad alte temperature - fino a 90 ° С.
  • XB - acqua fredda.

dimensioni

Le dimensioni dei tubi in polipropilene variano su un'ampia gamma. I valori del diametro esterno e interno, lo spessore delle pareti sono riportati nella seguente tabella.

Selezioniamo elementi per la fornitura di acqua calda: tubi in polipropilene per acqua

Il rifiuto di utilizzare acciaio, tubi di rame nei sistemi di approvvigionamento idrico e la loro sostituzione con prodotti realizzati con nuovi materiali utilizzando tecnologie moderne è una tendenza generale. Sempre più spesso, i tubi in polipropilene vengono utilizzati quando si installa un pavimento riscaldato, fognature, riscaldamento, per acqua fredda e calda.

Considera i vantaggi dei tubi realizzati con questo materiale e se abbia senso abbandonare il solito e collaudato metallo per trattenere l'acqua calda.

Specifiche e GOST

La produzione, così come l'installazione di tubi, raccordi e altri elementi sono regolati da GOST R 52134-2003 e 26996-86, SNiP 2.04.01-85 e un'intera raccolta di altri documenti, in base al quale esistono 2 classi per l'uso nella fornitura di acqua calda:

  • 1 - temperatura di lavoro 60ºC.
  • 2 - temperatura di esercizio 70ºC.

Il materiale di base utilizzato per la fabbricazione dei tubi è il polipropilene nelle seguenti varianti:

  • Un copolimero a blocchi (PP-B), un omopolimero (PP-H) e un copolimero casuale (PP-R), quest'ultimo resistente termicamente e un materiale più versatile.
  • β è un copolimero casuale (PP-RCT), progettato per funzionare a temperature e pressioni elevate.
  • La combinazione di diversi tipi di polimeri utilizzati nei tubi rinforzati.

È stata adottata la seguente classificazione, che definisce l'ambito di applicazione:

  • PN10 - fornitura di acqua fredda, così come un "pavimento caldo" con una temperatura non superiore a 45ºC.
  • PN16 - oltre al freddo, può essere utilizzato in riscaldamento con riscaldamento fino a 80ºC e pressione fino a 2 MPa.
  • PN20 - la categoria più "corsa", adatta a qualsiasi uso con l'unica restrizione: la temperatura del liquido di raffreddamento non supera i 70ºC.
  • PN25 - rinforzato, progettato per tubi ad alta pressione, la scelta migliore per l'acqua calda.

I tubi sono prodotti per estrusione con riscaldamento di materie prime granulate e l'intero processo di produzione è completamente automatico. Il taglio è fatto usando seghe circolari, che è preferito perché il taglio è ottenuto "pulito", o ghigliottina, con l'uso di cui è possibile una leggera deformazione dei bordi del taglio.

Vantaggi rispetto ad altri tipi

Elenchiamo i principali vantaggi dei tubi in polipropilene:

  • Affidabilità. Non si corrodono, la durata di servizio, soggetta ai requisiti della temperatura e della pressione del vettore, è di 50 anni per l'acqua calda.
  • La stabilità della testa, che si ottiene dall'assenza di depositi sulle pareti interne.
  • A causa dell'elasticità del materiale (2,5 volte l'acciaio), non c'è il rischio di rompere la linea in caso di "scongelamento": sotto l'azione dell'acqua trasformata in ghiaccio, le dimensioni del tubo cambieranno, ma non si verificherà alcuna distruzione. Con l'aumentare della temperatura, tutte le dimensioni torneranno al loro stato originale.
  • Tranquillo. Il rumore che può verificarsi durante il movimento del liquido refrigerante è quasi completamente escluso, perché Il materiale assorbe il rumore, al contrario degli analoghi in metallo.
  • La bassa conduttività termica reagisce in modo inadeguato alle variazioni di temperatura, impedisce la formazione di condensa, che si differenzia nuovamente dai concorrenti "metallici". Le perdite di calore si riducono anche durante la consegna del refrigerante ai radiatori, a differenza delle controparti in metallo.
  • Peso ridotto Tubi metallici di dimensioni simili sono 9 volte più pesanti, il che significa che l'uso di analoghi da materiali polimerici facilita enormemente il trasporto e l'installazione.
  • Prezzo basso

carenze

Gli svantaggi, oltre ai limiti naturali inerenti alla materia prima, derivano in parte dal merito. Tra loro ci sono:

  • La resistenza meccanica e la resistenza alla temperatura (il valore di lavoro non deve superare i 100ºC) è peggiore di quella di, ad esempio, il rame.
  • La possibilità di espandersi linearmente è anche uno svantaggio, dal momento che il ridimensionamento impone restrizioni, ad esempio, sulla possibilità di murare il sistema in un muro. L'uso di varianti rinforzate elimina in gran parte questo inconveniente.
  • L'installazione richiede il rivestimento e la saldatura o la saldatura, che richiede attrezzature speciali.
  • Bassa resistenza agli oli e ai solventi organici.
  • L'usura accelerata del materiale è possibile con esposizione prolungata a forti campi elettromagnetici, ad alta frequenza e radiazioni ultraviolette.

Molti di questi sono piuttosto caratteristiche di questo materiale che svantaggi, la cui contabilità vi permetterà di montare un sistema di riscaldamento duraturo ed efficiente che non richiede cure particolari, grandi investimenti.

Come scegliere e usare?

Come richiesto da SNiP 2.04.05-91, il liquido di raffreddamento non deve avere una temperatura superiore a 95 ° C, ad eccezione di alcuni tipi di edifici (asili nido, ecc.), Nei quali tale temperatura non deve superare i 37 ° C. Ciò garantisce che i tubi in polipropilene possano essere utilizzati senza problemi durante l'organizzazione di un sistema di riscaldamento.

Come è stato detto, l'elasticità del materiale, la tendenza a cambiare le dimensioni geometriche, richiedono di tenerne conto durante l'uso. In tal caso, se la temperatura del liquido di raffreddamento può avvicinarsi al limite superiore del campo di lavoro del materiale, è necessario prestare attenzione al PN25 rinforzato.

I seguenti materiali sono usati come strato di rinforzo:

Questo materiale si trova tra gli strati di polimero, marcatura - PPR-FB-PPR. Tutti e tre gli strati sono saldati insieme durante la produzione, il che conferisce una costruzione monolitica e solida.

Il vantaggio dei tubi in polipropilene per acqua calda, rinforzato con fibra di vetro, è che non richiedono calibrazione e rimozione durante l'installazione.

  • Alluminio. A causa di questo materiale (il foglio di alluminio è usato), i tubi acquistano rigidità paragonabile agli analoghi metallici a pareti sottili.

    Marcatura - PPR-AL-PPR. L'entità del coefficiente di espansione lineare può essere 0,035 mm / mºC, che è sostanzialmente inferiore al valore tipico di un tubo convenzionale di 0,15 mm / mºC.

    Lo strato di rinforzo può essere posizionato sia sulla superficie che nel mezzo, tra gli strati di polipropilene. Nel primo caso, l'installazione richiederà la rimozione.

  • I tubi in polipropilene, se soddisfano i requisiti, possono diventare la base, se non eterna, di un sistema di riscaldamento e acqua calda che funziona da molti decenni, i loro vantaggi sono chiaramente visibili, a partire dalla selezione e dal processo di acquisto e termina con l'installazione e il funzionamento.

    Tubi in polipropilene per l'approvvigionamento idrico

    Il miglioramento domestico o la nuova costruzione non sono privi di una selezione accurata dei materiali. Questo vale per tutti gli aspetti della costruzione, dalla fondazione alla banderuola sul tetto. È importante confrontare il costo e la durata, l'affidabilità.

    È ragionevole scegliere tubi in polipropilene per acqua fredda e calda e per il riscaldamento allo stesso tempo. Solo oltre al materiale viene selezionato un tipo specifico di tubo per ogni attività. Qui la scelta è inequivocabile, ma solo se si osservano le caratteristiche delle modifiche dei tubi in polipropilene.

    Quello che devi sapere

    Il polipropilene è un polimero resistente agli effetti meccanici e chimici.

    Risulta la resistenza del composto monoblocco esente da manutenzione, non inferiore al materiale stesso. Questo non può essere ottenuto premendo o serrando i raccordi, come nel caso di tubi in acciaio o plastica-plastica o addirittura di saldatura, dove il materiale diventa fragile alla giunzione di acciaio e saldatura.

    Il processo di installazione prevede l'uso di attrezzature speciali: un saldatore. Molto più importante è la corretta esecuzione delle istruzioni per la saldatura del polipropilene rispetto all'esperienza e all'abilità. L'installazione di tubi idraulici utilizzando tubi in polipropilene è facile da fare con le proprie mani.

    Vantaggi dei tubi in polipropilene:

    • Costi materiali ridotti;
    • Durata: fino a 50 anni;
    • Resistenza alla corrosione;
    • Resistenza meccanica;
    • Facile installazione
    • Grande coefficiente di dilatazione termica lineare (risolto con tubi di rinforzo in alluminio e fibra di vetro).
    • Alta permeabilità all'ossigeno Importante per sistemi di riscaldamento e acqua calda.

    Caratteristiche del polipropilene

    Un nome "tubi in polipropilene" unisce una famiglia di materiali e strutture polimerici con una vasta gamma di caratteristiche tecniche e che coprono una vasta gamma di compiti.

    Per creare tubi usati:

    • polipropilene omopolimero (PPH) per compiti semplici, dato che il materiale base è stato messo in servizio per la prima volta;
    • Block copolymer (PPB) con resistenza aumentata, ma per condotte e condotte a bassa temperatura;
    • Copolimero statico di propilene con etilene (PPRC, PPR) per l'approvvigionamento di acqua calda e fredda e l'uso nelle autostrade e nei sistemi di trasporto industriali;
    • Speciale polipropilene (PP) come il materiale più resistente al calore e resistente della famiglia.

    Per l'organizzazione di acqua calda e fredda negli edifici residenziali e pubblici sono ampiamente utilizzati tubi in polipropilene PPB, PPRC (PPR) e PP.

    La divisione principale avviene in base alle caratteristiche operative, come la pressione e la temperatura del mezzo trasportato. Ciò è determinato dalla marcatura del tipo "PN" con una designazione numerica, che definisce la pressione operativa nominale a una temperatura di 20ºС.

    Per la progettazione, si distinguono tubi con pareti uniformi, rinforzati con alluminio e rinforzati con fibra di vetro. A ciò si aggiungono due caratteristiche più importanti: la permeabilità all'ossigeno (la velocità di diffusione dell'ossigeno) e l'espansione termica lineare del materiale.

    L'ultima caratteristica è la dimensione. Gli standard stabiliscono il diametro esterno e lo spessore delle pareti, e questo dovrebbe essere preso in considerazione nei calcoli e nella progettazione delle comunicazioni in cui saranno coinvolti i tubi in polipropilene. Il diametro esterno determina le dimensioni globali del sistema, il metodo di installazione e lo spessore dipende dal design del tubo e dalla sua classe.

    Il diametro interno è calcolato dai due sopra elencati. Ad esempio, per PN10 con un diametro di 20 mm, lo spessore della parete è di 1,9 mm, e per il tubo PN25 rinforzato con alluminio o fibra di vetro e con lo stesso diametro esterno di 20 mm, la parete è già 3,4 mm. Il diametro interno, come il rendimento, è diverso.

    La tabella mostra la divisione dei tubi per classe, design e caratteristiche.

    Tubi in polipropilene per acqua calda, raccomandazioni su come scegliere

    I tubi di polipropilene stanno diventando sempre più popolari al giorno d'oggi. Al fine di valutare i vantaggi e gli svantaggi dell'utilizzo di questi prodotti, è necessario considerare le loro proprietà per determinare la necessità del loro utilizzo.

    1. Abilità di fusione
    2. Lo stato aggregato del liquido a 175 gradi dell'ambiente.
    3. Si scioglie a + 140 gradi.
    4. Elevata resistenza all'usura dei prodotti in polipropilene.
    5. Durezza relativa

    Molti produttori affermano che la temperatura massima dell'acqua calda in tali condotte può raggiungere solo 95 gradi. Questo succede per due motivi.

    Riassunto dell'articolo

    Sul lato economico del problema

    La prima ragione Gli acquirenti hanno il diritto di presentare una causa in tribunale se il tubo in polipropilene si deteriora anche a 98 gradi, sebbene sia scritto sulla confezione e nella documentazione che il prodotto resista a cento gradi.

    Questa regola si applica agli Stati Uniti e all'Europa. I produttori devono provare l'esistenza di violazioni tecnologiche durante l'installazione, altrimenti perdono la prova.

    Il risarcimento dal produttore include:

    1. Danno morale
    2. Il costo di beni scadenti.
    3. Danni dovuti a perdite d'acqua.

    Gli ultimi due punti su tre sono piccoli rispetto agli standard di produzione seria. Ma il danno morale può costare molto anche alle grandi aziende. Perché i produttori indicano immediatamente basse temperature.

    Errori di fabbricazione

    La seconda ragione è la tecnologia di produzione stessa. La rincorsa tra le proprietà fisicomeccaniche è sempre presente in grandi lotti di merci con tubi di polipropilene. A volte il materiale ha una composizione diversa, o alla parete del prodotto hanno uno spessore leggermente inferiore a quello dichiarato.

    L'indicazione di una temperatura limite più bassa è la soluzione ottimale rispetto alla necessità di rendere il controllo più stringente, rifiutando un altro 20-30% della produzione.

    In questa situazione, queste specifiche includono quasi tutti i prodotti per l'acqua calda.

    Temperatura dell'acqua all'interno del gasdotto - che cos'è?

    Secondo la documentazione normativa + 95 gradi Celsius è il limite del regime di temperatura dell'acqua nelle condutture di locali residenziali. Non importa se si tratta di un sistema di riscaldamento o di acqua calda. La cifra massima è ridotta a 37 gradi, nel caso di asili nido e altre istituzioni.

    Teoricamente, i tubi in polipropilene non dovrebbero causare problemi. Ma ci sono alcune sfumature che devono essere prese in considerazione.

    Cambiamento di temperatura ed esposizione alle condizioni climatiche

    I dispositivi all'interno della casa iniziano a spendere più energia se la temperatura esterna è notevolmente ridotta. Pertanto, in tali situazioni con dispositivi elettrici, la potenza termica dovrebbe essere molto più elevata.

    Per fare ciò, puoi utilizzare due soluzioni:

    • Espansione dell'area di trasferimento del calore.
    • Aumento della temperatura del dispositivo di riscaldamento

    Gli stessi progettisti determinano il numero di radiatori di riscaldamento presenti nei locali e le loro dimensioni.

    Una volta che la casa è stata commissionata, non è possibile modificare queste caratteristiche.

    I proprietari delle camere possono sostituire solo le batterie del radiatore con altre più efficienti o aggiungere sezioni separate.

    Allo stesso tempo, è necessario che la temperatura nei locali residenziali sia mantenuta in tutte le condizioni e dovrebbe essere nell'intervallo prescritto. Di conseguenza, rimane una sola soluzione: aumentare la temperatura in autostrada.

    Come affrontare il fattore umano?

    Se il sistema funziona come al solito, viene fornita una quantità fissa di calore alla conduttura di riscaldamento. Ma prima del funzionamento diretto, un flusso freddo viene miscelato con il fluido di lavoro. L'acqua calda in estate viene alimentata direttamente attraverso il flusso.

    L'acqua calda ritorna ad un'altra modalità di funzionamento se la temperatura dell'acqua nella tubazione di alimentazione supera i 90 gradi. Questo deve essere fatto manualmente in ogni casa.

    A causa del fattore umano (lentezza o, più semplicemente, la pigrizia dei dipendenti della società di servizi), la temperatura dell'acqua può superare l'indicatore regolato. Per questo è necessario essere pronti e utilizzare i materiali appropriati con il margine di sicurezza necessario.

    Tubi e rinforzi in polipropilene

    L'espansione lineare (termica) del polipropilene è piuttosto elevata. Questo non crea problemi in condizioni operative normali.

    Inoltre, il polipropilene è un materiale con una grande flessibilità. Ciò significa che le deformazioni in siti diversi si compensano a vicenda. Ma in alcune situazioni, quando riscaldate, le tubazioni potrebbero allungarsi troppo.

    Si consiglia l'uso di tubi rinforzati con fibra di vetro o alluminio nei casi in cui è necessario ridurre al minimo il coefficiente di espansione. Lo spessore dello strato di rinforzo non supera i 12 mm.

    I prodotti rinforzati sono meno suscettibili alle alte temperature, hanno una maggiore resistenza al calore.

    Le tubazioni rinforzate non possono essere deformate, anche se la temperatura dell'acqua in esse è vicina al punto in cui il polipropilene dovrebbe fondere. Rinforzo in fibra di vetro o alluminio aiuta a risolvere lo stesso problema.

    L'opzione migliore è un tubo in polipropilene con uno strato di fibra di vetro. Questi prodotti sono più costosi, ma beneficiano dell'affidabilità.

    Questi sono i vantaggi del rinforzo in fibra di vetro per l'approvvigionamento idrico.

    1. La formazione di processi elettrochimici è completamente esclusa, a causa della quale lo strato di alluminio viene gradualmente distrutto, anche se nel mezzo la differenza tra i potenziali è piccola.
    2. Gli strati sono incollati, non saldati. Pertanto, il tubo stesso non inizia a esfoliare in nessun caso.
    3. Durante l'installazione non è necessario pulire a fondo le tubazioni in polipropilene. Ciò che consente di risparmiare sulle spese per l'organizzazione della fornitura di acqua calda.

    Informazioni su alcune funzionalità di installazione

    I tubi in polipropilene non possono essere collegati usando fili. Non sarà forte su una superficie di plastica.

    Meno probabilità di creare una forte connessione di elementi tra loro. Oppure la probabilità di danni ai raccordi aumenterà a causa dello stress meccanico.

    Nella versione classica della giunzione, la giunzione tra le condotte in polipropilene è formata dalla saldatura. Questa opzione è molto più affidabile rispetto al thread normale.

    I produttori producono un'ampia gamma di raccordi per l'acqua calda in modo che i clienti possano lavorare in qualsiasi sistema. La filettatura è su un lato della struttura e sull'altro - la saldatura.

    Alcuni tubi per l'approvvigionamento idrico sono persino filettati in fabbrica. Ma tali prodotti non sono progettati per l'alta pressione. Non sono usati per fornire acqua calda e sistemi di riscaldamento.

    Non è consigliabile utilizzare un filo manualmente, organizzando la fornitura di acqua calda.

    Quando si scelgono tubi in polipropilene per l'acqua calda, è necessario tenere conto delle condizioni specifiche in cui verranno utilizzati. Il materiale è adatto per l'organizzazione di approvvigionamento idrico di qualsiasi tipo, quasi indipendentemente dai fluidi che fluiscono all'interno.

    Anche le temperature operative sono quasi irrilevanti. L'eccezione e la principale limitazione per il polipropilene sono le regioni del Far North.

    Lì, la scelta migliore sarebbe una pipeline di rame o acciaio, questi materiali sono meglio resistenti al calore, superiore a cento gradi.

    Il principale vantaggio del polipropilene per l'acqua calda è che è protetto dalla corrosione, dalla formazione di sporco sulla superficie.

    A causa di questo gasdotto in polipropilene servono il più a lungo possibile. Perciò è necessario scegliere tubi di polipropilene per acqua calda.

    Tubi in polipropilene per acqua calda e fredda

    I tubi in polipropilene ˗ rappresentano un'ottima alternativa non solo ai prodotti in metallo, ma anche a quelli realizzati con altri polimeri. I risultati dell'analisi delle caratteristiche dei tubi di approvvigionamento idrico in polipropilene testimoniano la loro universalità. Sono adatti per l'uso in vari campi. Questi tubi sono più comunemente utilizzati nei sistemi di acqua calda e fredda.

    Tubi in polipropilene: materiale moderno per l'idraulica

    vantaggi

    A favore della scelta di tubi in polipropilene per l'acqua, hanno detto che hanno i seguenti vantaggi:

    • resistenza a vari tipi di impatti;
    • durata nel tempo;
    • affidabilità;
    • facilità di installazione.

    I tubi in polipropilene per l'acqua non temono cambiamenti di temperatura significativi. Anche se la pipa è congelata, non solo non perderà la sua integrità, ma non si deformerà dopo lo scongelamento. Inoltre, tali prodotti resistono con successo agli effetti dei reagenti aggressivi.

    Grazie alla sua maggiore resistenza, i tubi in polipropilene sono in grado di sopportare un'elevata pressione di linea (10... 20 atmosfere). Per eliminare le perdite, è necessario scegliere i tubi adatti al valore di questo parametro per i diversi segmenti della tubazione. Quindi, per le aree più critiche, è consigliabile acquistare prodotti in polipropilene rinforzato.

    Buon consiglio! Il costo del tubo dipende dalla gamma di pressione del mezzo di lavoro. Più alto è il limite superiore, il prezzo di un metro lineare del gasdotto sarà più alto. Ma la forza può essere eccessiva! Pertanto, al fine di non pagare più del dovuto, quando si sceglie attentamente leggere le caratteristiche tecniche dei tubi in polipropilene.

    La durata di vita dei tubi in polipropilene per l'approvvigionamento di acqua calda e fredda espressa dai produttori è di circa mezzo secolo. Dati più accurati non sono noti, dal momento che il polipropilene è stato ottenuto nel 1957, e le pipe hanno iniziato a essere prodotte da esso su scala industriale solo verso la metà degli anni '60 del secolo scorso. Cioè, la vita di servizio prevista finisce solo per finire e molti gasdotti in polipropilene sono ancora in funzione. È possibile che la scienza e l'industria moderne sviluppino tecnologie più efficienti. Pertanto, richiederà la modifica delle condutture in polipropilene esistenti e non una sostituzione completa dei sistemi di approvvigionamento idrico.

    Le proprietà e le caratteristiche di questi tubi consentono loro di essere utilizzati non solo nella vita di tutti i giorni, ma anche in impianti industriali.

    L'installazione semplice è uno degli argomenti più importanti a favore della scelta di questi prodotti. La procedura per collegare i tubi in polipropilene non richiede che l'appaltatore abbia conoscenze specifiche e alta qualifica. È abbastanza per seguire le istruzioni e le abilità di base. Ulteriori accessori richiederanno raccordi e attrezzature per l'implementazione del riscaldamento e della saldatura.

    Come scegliere tubi in polipropilene per l'approvvigionamento idrico

    Per selezionare il tubo giusto, è necessario studiare le caratteristiche dei prodotti.

    Marcatura e specifiche dei tubi

    La maggior parte delle caratteristiche che sono importanti dal punto di vista del consumatore sono date al polipropilene da vari additivi: plastificanti e inibitori. Gli esperti identificano 4 tipi di prodotti realizzati con questo materiale. La marcatura dei tubi in polipropilene per l'approvvigionamento idrico comprende necessariamente le lettere latine PP (polipropilene ˗ Eng.). Questo inizio della designazione è comune a tutti i prodotti di questo tipo. E la seguente combinazione di lettere indica additivi in ​​polipropilene. Per scegliere correttamente le tubature, è necessario sapere quali proprietà impartiscono al prodotto finale.

    PPH. Questa plastica solida è un omopolimero di polipropilene. È poco resistente alle alte temperature. Pertanto, il polipropilene PPH viene utilizzato principalmente nel processo di produzione di tubi in polipropilene per l'approvvigionamento di acqua fredda. Inoltre, per scegliere un tale prodotto è consigliato per la creazione di aria condizionata e ventilazione.

    PPB. Questo copolimero a blocchi è una miscela di polipropilene con polietilene. Il contenuto dell'ultimo componente nella massa totale è fino al 30 percento. Grazie a questa soluzione, il prodotto finale combina le proprietà positive dei materiali: resistenza alle basse e alle alte temperature e alta flessibilità. Pertanto, i tubi, nella cui marcatura è presente una sequenza di lettere PPB, vengono utilizzati con successo per organizzare il riscaldamento a pavimento.

    Vari additivi alla principale materia prima conferiscono ai tubi determinate proprietà.

    PPR (PPCR). La catena molecolare di polipropilene di questo tipo contiene molecole di etilene. Ciò garantisce una distribuzione uniforme del carico attraverso lo spessore della parete del tubo, il che comporta una durata molto lunga del sistema di alimentazione dell'acqua calda e fredda, poiché il polimero PPR non teme i picchi di pressione.

    PP. Questo materiale è caratterizzato da eccellenti caratteristiche dell'utente e una soglia di resistenza al calore molto elevata. Se stai cercando la risposta alla domanda, quale tubo di polipropilene per l'acqua calda, è meglio acquistare PP - un prodotto. Questa sarà la scelta migliore per il rapporto qualità / prezzo.

    Come puoi vedere, non sempre lo stesso materiale è adatto a risolvere diversi problemi.

    È importante! I produttori raccomandano l'uso di tubi realizzati sulla base del materiale PPR, se la temperatura del liquido non supera + 70 ° С.

    Classificazione dei tubi in polipropilene

    Per scegliere tubi adatti alle condizioni operative previste, è necessario tenere conto non solo del tipo di polipropilene, ma anche delle caratteristiche tecniche dei prodotti stessi. Puoi scoprirli segnando i tubi.

    • PN10. Quindi il tubo di polipropilene per l'approvvigionamento di acqua fredda è designato. I prodotti di questa categoria vengono utilizzati per creare condutture per l'acqua, la cui temperatura dell'acqua non supera + 20˚С;
    • PN16. I tubi contrassegnati con una tale sequenza di simboli vengono utilizzati anche nei tubi dell'acqua fredda, ma con una pressione maggiore;
    • PN20. Questo è un prodotto universale. Possono essere utilizzati sia a caldo (la temperatura dell'acqua non deve essere superiore a + 80˚С) sia con l'acqua fredda;
    • PN25. Questo marchio si riferisce a prodotti rinforzati con alluminio. I tubi in polipropilene per acqua calda di questo tipo possono resistere a pressioni fino a 2,5 MPa.

    La durata utile dei tubi in polipropilene per l'approvvigionamento idrico, in base alla temperatura e al limite di pressione dell'acqua, è riportata nella tabella seguente.

    Tubi in polipropilene per la fornitura di acqua calda: vantaggi, limitazioni, caratteristiche di installazione

    Montanti in polipropilene e condutture per acqua calda e fredda

    Cosa attrae i tubi per l'acqua calda dal polipropilene sullo sfondo di soluzioni concorrenti? È sempre possibile utilizzare tubi di plastica per le esigenze di fornitura di acqua calda? L'installazione di acqua calda in polipropilene ha qualche caratteristica? Oggi cercheremo di trovare risposte a queste domande.

    dignità

    Il principale vantaggio del polipropilene rispetto ad altri tubi è un prezzo molto conveniente. Ecco alcuni esempi specifici dal listino prezzi del negozio online Leroy Merlin:

    • Il tubo non rinforzato PN 20 di produzione domestica, progettato per le esigenze di acqua calda, avrà un costo di soli 20 rubli con un diametro di 20 mm per 23 metri;

    Tubo per il fabbisogno di acqua calda senza rinforzo

    • Un tubo rinforzato con fibre dello stesso diametro costa 40 rubli al metro e rinforzato con un foglio di alluminio - 57 rubli;
    • Un raccordo per il collegamento di tubi da 20 mm soddisferà l'acquirente con un prezzo di soli 2,8 rubli, un tee della stessa dimensione costa 5 rubli 70 kopecks.

    Nota: il concorrente più vicino ai prezzi per i tubi è di metallo-plastica. Con lo stesso diametro esterno con polipropilene, è solo leggermente più costoso di un tubo rinforzato in alluminio per l'acqua calda. Tuttavia, i raccordi per metallo-plastica (rivestimento a compressione e crimpato) sono più costosi del polipropilene 10-15 volte, che sulla scala dell'acquedotto crea una differenza più che evidente di prezzo.

    I raccordi per tubazioni in polipropilene sono strutturalmente semplici e quindi estremamente economici.

    Tuttavia, l'economicità non avrebbe un ruolo decisivo, se non fosse per altre proprietà del polipropilene:

    1. I tubi sono durevoli. Servono non meno di 25 anni in acqua calda e 50 anni in acqua fredda. Confrontate le loro risorse, ad esempio, con il ciclo di vita dell'acciaio nero (15 anni);
    2. La superficie liscia interna dei tubi in polipropilene non si sovrappone ai depositi. Pertanto, la capacità del sistema di approvvigionamento idrico non diminuisce e la sua resistenza idraulica non aumenta nel tempo;

    Per fare un confronto: nella progettazione di condotte in acciaio è necessario prendere la modifica per aumentare il coefficiente di rugosità durante il funzionamento, sopravvalutare deliberatamente il loro diametro.

    1. Saldare i collegamenti ai raccordi - esenti da manutenzione. Esse superano la resistenza di un tubo solido e possono essere posate nei massetti e nello shtroby;

    Il giunto saldato non è inferiore alla resistenza del tubo solido e lo supera.

    1. L'aspetto del gasdotto è stato mantenuto per decenni. Non ha bisogno di essere periodicamente verniciato e pulito di ruggine;
    2. Il polipropilene è un dielettrico che elimina le scosse elettriche quando, ad esempio, i vicini cercano di risparmiare elettricità mettendo a terra gli apparecchi elettrici nella rete idrica;
    3. Ha una bassa conduttività termica. Ciò significa che l'acqua calda nei tubi si raffredderà più lentamente e che i tubi e le tubazioni dell'acqua fredda non saranno coperti di condensa durante la calura estiva.

    Aree di applicazione

    È sempre possibile utilizzare tubi in polipropilene per l'acqua calda?

    L'autore, sulla base della propria esperienza, osa affermare che non è sempre così. L'argomentazione dettagliata di questo punto di vista è al servizio del lettore.

    sotto un divieto

    Ecco le caratteristiche standard di un tubo in polipropilene progettato per le esigenze di acqua calda.

    • Pressione di esercizio - fino a 20-25 atmosfere;
    • La temperatura di lavoro è fino a 95 gradi con la possibilità di un aumento a breve termine a 120 ° C.

    Le caratteristiche del tubo sono solitamente indicate nella sua marcatura

    C'è una sfumatura: i valori dati della pressione di esercizio sono rilevanti per una temperatura di + 20 ° C. Al massimo 90 gradi, diminuisce a 8-9 kgf / cm2. Anche una risorsa di tubazioni di 25-30 anni rimane rilevante solo in un range di temperature operative definito rigorosamente - fino a + 70 ° С.

    Formalmente, le caratteristiche di cui sopra si adattano ai parametri tipici dell'acqua calda sia autonoma che centralizzata (quest'ultima è caratterizzata da una temperatura dell'acqua di 60-75 gradi con una pressione di 3-7 atmosfere).

    Pressione sul sistema di alimentazione dell'acqua calda quando viene fornita acqua calda dalla tubazione di ritorno della conduttura di riscaldamento

    Tuttavia, tutto è fluido solo fino a quando il sistema ACS di un condominio funziona normalmente. Ecco alcune delle più comuni situazioni di forza maggiore:

    • Lavoro di GVS dal dare un nodo di ascensore al picco del freddo. La temperatura di mandata in base al programma di temperatura della conduttura di riscaldamento può raggiungere 150 gradi. L'acqua calda quando si supera la temperatura di mandata di 80 gradi dovrebbe passare all'alimentazione dell'acqua di ritorno, ma l'oblio dei meccanici può giocare un brutto scherzo con il proprietario della fornitura di acqua in polipropilene;

    Rottura del tubo dell'acqua in polipropilene a causa del surriscaldamento

    • Al momento del collaudo della rete di riscaldamento e degli impianti di riscaldamento per la temperatura, l'acqua calda deve essere spenta. Tuttavia, una valvola difettosa o un fattore umano possono nuovamente portare l'acqua a surriscaldarsi a 150 ° C;
    • Infine, la caduta delle guance della valvola o il rapido riempimento del circuito ACS può portare a un colpo d'ariete - un aumento istantaneo della pressione nella parte anteriore di un flusso di fluido incomprimibile a 30 o più atmosfere. Il colpo d'ariete dura una frazione di secondo, ma questa volta è spesso sufficiente a distruggere l'approvvigionamento idrico.

    Il tubo è rotto da un colpo d'ariete

    Conclusione: è pericoloso utilizzare il polipropilene sull'alimentazione dell'acqua calda centralizzata con l'apporto di acqua direttamente dalla conduttura di riscaldamento attraverso l'ingresso dell'ascensore (il cosiddetto sistema di riscaldamento aperto).

    permesso

    Il polipropilene può essere utilizzato incondizionatamente in:

    • Sistemi autonomi di acqua calda (con preparazione di acqua calda in caldaie e scaldacqua istantanei). La pressione dell'acqua in esse è sempre uguale alla pressione nell'impianto di acqua fredda e rientra nell'intervallo di 1,5-5 kgf / cm (fino a 6-7 atmosfere con potente pompaggio in casa) e la temperatura è limitata dal termostato del dispositivo di riscaldamento;

    Per l'ACS è responsabile la caldaia a riscaldamento indiretto. La pressione dell'acqua calda è uguale alla pressione nella fornitura di acqua fredda

    • Sistemi di alimentazione centralizzata di acqua calda in case con circuito di riscaldamento chiuso (senza prelievo di acqua dalla rete di riscaldamento). L'acqua calda viene riscaldata dallo scambiatore di calore con il liquido di raffreddamento, mentre i contorni dell'acqua calda e del riscaldamento non vengono comunicati. Di conseguenza, colpi d'ariete e sbalzi di temperatura nella conduttura di riscaldamento non avranno alcun impatto sui parametri operativi del sistema di alimentazione idrica interna.

    Schema schematico di un sistema di riscaldamento chiuso

    rinforzo

    Rinforzo in fibra minerale

    È utile: tre strati di tubi rinforzati con fibre sono formati sullo stesso estrusore e fusi tra loro in modo affidabile a causa della tecnologia di produzione. Nella produzione di tubi con rinforzo in alluminio, la qualità dei prodotti dipende fortemente dalla qualità dell'adesivo utilizzato e dal rispetto della tecnologia.

    Si ritiene che il compito del rinforzo sia quello di garantire la massima resistenza alla trazione del tubo. Infatti, una pressione massima di esercizio di 25 atmosfere è tipica per i tubi rinforzati; tuttavia, le funzioni dello strato di rinforzo non finiscono qui.

    I tubi PN25 rinforzati con fibra di basalto (dall'alto) e alluminio (dal basso)

    Una delle caratteristiche del polipropilene - un altissimo coefficiente di allungamento durante il riscaldamento. Quando viene alimentato con un sistema di alimentazione idrica in polipropilene con una temperatura ambiente di acqua riscaldata a 70 gradi, ogni metro lineare di esso si allunga di 6,5 mm (contro, ad esempio, 0,5 mm per una tubazione in acciaio).

    Allungamento del tubo in polipropilene durante il riscaldamento

    Il rinforzo riduce in modo significativo il cambiamento di dimensioni quando riscaldato:

    • La fibra riduce l'allungamento a 3,1 mm;
    • Il foglio di alluminio è ancora più efficiente: con esso, i tubi in polipropilene rinforzato per l'acqua calda sono allungati se riscaldati a 50 ° C di soli 1,5 mm / m.

    Assemblaggio di approvvigionamento idrico

    Il metodo di installazione di tubi in polipropilene - saldatura a bassa temperatura. Le superfici del tubo e del raccordo vengono fuse al contatto con l'ugello in teflon del saldatore e sono combinate tra loro. A causa della diffusione molecolare, la plastica delle parti si fonde in un insieme coerente e, dopo il raffreddamento, il composto è pronto per i carichi operativi.

    Parti di riscaldamento a bassa temperatura del saldatore

    Come saldare

    Per quanto tempo devo riscaldare il tubo e il raccordo con un saldatore? Un'istruzione esaustiva è contenuta nell'allegato a SNIP 2.04.01-85, che descrive la corretta installazione di polipropilene.

    È necessario surriscaldare il tubo e la plastica fusa ridurrà il suo spazio

    L'idraulica di saldatura con le proprie mani ha alcune sottigliezze.

    • Quando si combina il tubo e il raccordo con l'ugello di un saldatore e quando si collegano le parti l'una con l'altra non è possibile ruotare attorno all'asse longitudinale. Quando si accende la superficie della plastica rimarranno onde che ridurranno la qualità della connessione, lasciando la cavità all'interno del raccordo;
    • La saldatura può iniziare non meno di cinque minuti dopo l'accensione del saldatore;
    • È possibile mettere il giunto sotto carico operativo solo dopo un raffreddamento completo (2 minuti per diametri di 16-25 mm e 4 minuti per diametri di 32-50 mm);
    • I tubi in polipropilene per l'approvvigionamento di acqua calda rinforzati dall'alluminio devono essere rimossi prima di saldare con un raccordo. Un rasoio o un flattore (questi strumenti si differenziano solo per la posizione dei coltelli) rimuove lo strato esterno o interno del foglio, consentendo alla saldatura di combinare il raccordo con il guscio polimerico interno del tubo.

    Rimozione dello strato di rinforzo con un rasoio

    Commento: La spogliatura è necessaria in modo che la pellicola non venga distrutta dalla corrosione elettrochimica a contatto con l'acqua. Questo processo può portare alla separazione di una sezione della condotta e ad una caduta catastrofica della sua resistenza alla trazione.

    Tubo spelato: il raccordo è saldato alla guaina interna in polipropilene

    Come posare

    Nonostante il rinforzo, il lungo imbottigliamento o la fornitura di acqua calda cambieranno sensibilmente le sue dimensioni con fluttuazioni di temperatura.

    Ciò implica le caratteristiche della loro installazione:

    • Le svolte dell'acquedotto non devono essere fissate rigidamente: il ginocchio alla curva svolge le funzioni di un giunto di dilatazione;

    Autocompensazione di acqua calda sanitaria in polipropilene

    • Sui tratti rettilinei lunghi, i giunti di dilatazione sono saldati in - soffietti, a forma di anello o a forma di U;

    Nella foto - riser per la fornitura di acqua calda e portasciugamani riscaldati con compensatori ad anello

    • I tubi di montaggio vicino ai compensatori devono scorrere. I supporti fissi dovrebbero garantire l'estensione della fornitura d'acqua nella direzione del compensatore più vicino;
    • Quando si posa un sistema di alimentazione dell'acqua calda sanitaria in polipropilene nella vasca o massetto, è isolato con un materiale con un basso coefficiente di attrito (solitamente schiuma di polietilene). Sulle curve del tubo nelle scanalature, devono essere lasciati spazi di compensazione di circa 10 millimetri.

    Posa in polipropilene nel massetto: i tubi sono imballati in guaine isolanti in polietilene

    conclusione

    Speriamo che il nostro materiale aiuti il ​​lettore a scegliere il materiale per l'idraulica domestica. Scopri di più su come installare un tubo di polipropilene per l'acqua calda, aiuterai il video in questo articolo. Buona fortuna!

    Teplius

    Polipropilene (PP) è un polimero termoplastico ad alta temperatura. È ottenuto per polimerizzazione da una miscela di propilene con l'aggiunta di catalizzatori e stabilizzatori di metallo complesso. I tubi in PP appartengono al gruppo di tubi in plastica, che comprende anche prodotti in metallo-plastica, PVC, HDPE e PEX.

    Scopo principale

    A causa delle proprietà speciali del polipropilene, il campo di applicazione dei tubi realizzati con questo materiale è piuttosto ampio.

    Allo stesso tempo, la posa dei tubi può essere effettuata in modo aperto o chiuso: all'interno delle pareti sotto vari materiali di finitura, in canali e miniere; i tubi possono essere posati direttamente sottoterra - in generale, ci sono molte opzioni di installazione.

    vantaggi

    I prodotti di polimeri termoplastici per tubazioni hanno una lista impressionante di vantaggi.

    Questi includono:

    Design del tubo in PP

    • sufficiente resistenza meccanica e resistenza a improvvise pressioni o cadute di temperatura;
    • alta compatibilità ambientale dei materiali e design estetico;
    • resistenza chimica ad ambiente aggressivo e sostanze tossiche;
    • elevate proprietà dielettriche che impediscono la conduttività del materiale;
    • buon assorbimento del rumore (il polipropilene attutisce i suoni vibranti e rumorosi che il refrigerante emette durante il flusso attraverso il gasdotto);
    • elevate proprietà anti-corrosione e nessun deposito all'interno dei tubi;
    • le proprietà elastiche del materiale non consentono il congelamento dell'acqua, il che garantisce un funzionamento affidabile e una lunga durata del sistema di riscaldamento;
      la massima affidabilità delle connessioni tra altri tipi di tubi in plastica;
    • una vasta gamma di diversi tipi di valvole di connessione e di arresto, che consentono di montare sistemi di tubazioni di qualsiasi configurazione e complessità;
    • praticità, semplicità e velocità di installazione;
    • peso ridotto, basso costo dei materiali e elementi di fissaggio;
    • servizio senza pretese e durata nel tempo.

    carenze

    Gli svantaggi riguardano le caratteristiche del prodotto:

    Piegatura dei tubi con bruciatore a gas

    1. La resistenza alle basse temperature del materiale richiede un approccio attento alla scelta dei tubi in PP (è necessario tenere conto dell'indicatore di resistenza al calore o semplicemente osservare l'isolamento dei tubi di riscaldamento).
    2. Il polipropilene è difficile da deformare a causa del quale è impossibile cambiare la direzione del tubo. Dobbiamo ricorrere all'aiuto di ulteriori rinforzi (angoli, tee, contorni).
    3. Un'espansione lineare piuttosto elevata durante il riscaldamento (specialmente in tubi non rinforzati) richiede l'uso di regole di installazione speciali e compensatori speciali.
    4. Per la posa dei tubi è necessaria una saldatrice speciale che, a causa della natura del suo design, non sempre funziona in uno spazio ristretto o in un luogo difficile da raggiungere.
    5. Il polipropilene è esposto alla luce solare diretta - questo causa un invecchiamento precoce del materiale.

    Tipi di tubi in PP e marcatura di decodifica

    I produttori producono diversi tipi di tubi in polipropilene, che si differenziano tra loro per lo spessore delle pareti e la presenza di uno strato di rinforzo aggiuntivo di lamina di alluminio o fibra di vetro.

    Ogni tipo di prodotto ha dimensioni esterne ed interne standardizzate di diversi diametri, il suo scopo e l'etichettatura corrispondente.

    La marcatura include:

    • lettere "PN" - designazione della pressione nominale;
    • i numeri "10, 16, 20, 25" - corrispondono al valore della pressione di esercizio nominale in atmosfera (kgf / sq. cm).

    Classificazione dei tubi in polipropilene

    Vantaggi e svantaggi del sistema di riscaldamento Leningradka. Perché non è desiderabile usarlo in edifici a più piani, quale layout di cablaggio scegliere per una casa a un piano.

    Esempi di implementazione di un sistema di riscaldamento a due tubi in base alla direzione di movimento del liquido di raffreddamento: circolazione a valle, a flusso diretto, naturale e forzata.

    Quali parametri devono essere considerati al momento dell'acquisto

    Consideriamo più in dettaglio le caratteristiche tecniche individuali dei tubi in polipropilene che influiscono sulla loro scelta quando vengono usati negli impianti di approvvigionamento idrico e di riscaldamento.

    lunghezza

    I tubi vengono spesso prodotti sotto forma di sezioni rettilinee (lunghe 2, 4 o 5 metri), che ne garantiscono la praticità durante il trasporto e lo stoccaggio. Se è necessaria una lunghezza del singolo prodotto, questo parametro può essere concordato al momento dell'ordine.

    diametro

    Dimensioni dei tubi in polipropilene

    Tutti i tubi hanno dimensioni standardizzate di diametri esterni e interni, misurati in millimetri.

    Il diametro esterno può variare entro i seguenti limiti: da 16 mm a 500 mm e oltre.

    Il diametro interno può essere misurato in pollici. Secondo questo indicatore, il tubo richiesto viene selezionato in base al calcolo del flusso d'acqua richiesto, della temperatura di esercizio e della pressione ammissibile. Seleziona anche elementi di connessione e altri accessori per l'installazione di condotte.

    A seconda delle dimensioni del diametro esterno, i prodotti possono essere suddivisi in tre categorie principali.

    1. I tubi di piccole dimensioni (16-63 mm) sono utilizzati in impianti idraulici e di riscaldamento di edifici privati ​​e condominiali, per vari locali, nonché per collegare le tubazioni alle reti di riscaldamento centralizzato.

    2. La categoria media (75-135 mm) viene utilizzata nei sistemi di fognatura e ventilazione di edifici residenziali e altri edifici, nonché per il trasporto di aria compressa e vari prodotti chimici.
    La dimensione più popolare in questo gruppo è il diametro di 110 mm - per l'installazione di sistemi fognari interni di vari edifici.

    3. I tubi di grandi diametri (oltre 400 mm) sono adatti per le principali reti di approvvigionamento idrico e sistemi di fognatura esterni, nonché per la produzione industriale. Per esigenze domestiche, i prodotti di queste dimensioni non sono praticamente utilizzati.

    Dimensioni più popolari

    Nel contesto del loro scopo:

    • 20 mm - per cablaggio interno della rete idrica e installazione di impianti di riscaldamento.
    • 25 mm - per alzate in edifici bassi, cablaggio a pavimento, collegamento di radiatori e installazione di impianti di riscaldamento a pavimento.
    • 32 mm - per colonne montanti e tubi di alimentazione in palazzi di grandi dimensioni (dai 5 piani in su).

    Punto di fusione

    Le informazioni su quali tubi in polipropilene devono resistere alla temperatura non sono una priorità, poiché i sistemi di riscaldamento convenzionali non sono progettati per un'elevata temperatura di trasferimento del calore.

    Coefficiente di espansione termica

    La formula per calcolare il coefficiente di espansione lineare

    Questo indicatore caratterizza le dimensioni dell'espansione lineare del tubo in polipropilene quando viene riscaldato. La quantità fisica è calcolata dalla formula:

    • i tubi in PP non rinforzati hanno un coefficiente di dilatazione di 0,15
    • è 0,03 per tubi armati

    Ciò significa che quando la temperatura aumenta da 20 ° C a 90 ° C, la lunghezza di un metro di tubo non rinforzato aumenta di circa 12 - 15 mm e quella del tubo rinforzato aumenta di 2,5 - 3 mm.

    Pertanto, con la lunghezza della sezione lineare della tubazione di 5 metri e il suo riscaldamento a 90 ° C, la lunghezza può aumentare di 60 - 75 mm o 12,5 - 15 mm, rispettivamente.

    Tale dilatazione termica in sezioni rigidamente fissate causa notevoli sforzi longitudinali nelle pareti del tubo.

    Questo crea una forza aggiuntiva sugli elementi di fissaggio e può causare deformazioni, delaminazioni o rotture del tubo. Pertanto, la tubazione deve essere fissata con l'aiuto di supporti mobili e fissi in modo che possa aumentare o diminuire liberamente la sua lunghezza.

    Sulle lunghe sezioni rettilinee della condotta (oltre 5 - 6 metri), vengono installati speciali compensatori sotto forma di curve o curve a U per assicurare il movimento lineare dei tubi.

    Quando si installano le tubazioni, è indispensabile fornire lo spazio necessario tra la parete e i tubi, specialmente nei punti delle loro curve e angoli della stanza.

    Quando si progetta un sistema di riscaldamento o di acqua calda, è necessario scegliere lo schema di configurazione e i punti di collegamento delle tubazioni ottimali, tenendo conto dell'aumento della lunghezza quando viene fornita acqua calda alle tubazioni.

    Ciò garantirà prestazioni affidabili e durata del sistema.

    Vita di servizio

    Secondo i produttori, il periodo di operatività dei prodotti fabbricati può essere superiore a 50 anni per l'acqua calda e fino a 100 anni per il freddo.

    Tuttavia, un periodo così lungo è possibile solo se si osservano le normali condizioni operative dei tubi in polipropilene, che dipendono principalmente dalla temperatura di esercizio e dalla pressione interna nella tubazione.

    Si tenga presente che questi parametri sono inversamente correlati: minore è la temperatura, maggiore è la pressione nel tubo e viceversa.

    Tabella di calcolo con termini approssimativi di funzionamento

    Formule speciali, diagrammi e tabelle sono utilizzati per calcolare la durata approssimativa dei tubi in polipropilene. Questa è una tabella semplificata, dove temperatura e pressione di esercizio sono i criteri principali per la durata della "vita" del tubo.

    Esempio di calcolo

    Si consideri un esempio specifico di un calcolo approssimativo della durata di un tubo di marca PN25 in un sistema di riscaldamento con una temperatura operativa del liquido di raffreddamento di 70 ° С e una pressione nominale di 6 kgf / sq.

    Supponiamo che la stagione di riscaldamento annuale duri sette mesi.

    Secondo la tabella, determiniamo la cifra iniziale - 25 anni. Tenendo conto della durata della stagione di riscaldamento di 7 mesi, la durata utile sarà di circa 43 anni (25 * 12/7 = 42,85).

    Caratteristiche dell'uso di prodotti nei sistemi di riscaldamento

    Tubi in polipropilene per acqua calda

    Considerando che i normali tubi in polipropilene hanno un coefficiente di dilatazione piuttosto elevato quando riscaldati, per i sistemi di riscaldamento vengono utilizzati speciali tubi in PP rinforzati PN25. A causa dello strato di rinforzo, realizzato in lamiera di alluminio perforata o fibra di vetro, il coefficiente di espansione viene ridotto di 5-6 volte.

    Possono anche essere utilizzati in impianti idraulici per acqua calda e fredda.

    La tecnologia di rinforzo di tubi con fibra di vetro (fibra), che i produttori hanno iniziato a utilizzare molto attivamente negli ultimi anni, presenta diversi vantaggi rispetto alla tecnologia tradizionale di rinforzo con foglio di alluminio.

    I tubi con fibra di vetro hanno parametri tecnici tali come tubi con strato intermedio di rinforzo in alluminio.

    Allo stesso tempo, i primi hanno ulteriori vantaggi:

    • piccolo peso;
    • basso costo;
    • processo di installazione rapida, in quanto il tubo con fibra non necessita di pre-rivestimento.

    In alcune situazioni, per l'installazione di sistemi di riscaldamento a bassa temperatura, con una temperatura massima del fluido di riscaldamento fino a 65-70 ° С, è possibile utilizzare tubi non rinforzati del marchio PN20. Tuttavia, questo dovrebbe essere fatto solo in circostanze estreme, solo se non è possibile acquistare prodotti speciali del marchio PN25.

    Allo stesso tempo è necessario eseguire l'installazione del sistema con particolare cura, vista la grande espansione lineare dei tubi non rinforzati PN20.

    Descrizione del sistema di riscaldamento con circolazione naturale del liquido di raffreddamento, raccomandazioni per la progettazione e l'installazione.

    Usiamo il programma Excel per il calcolo idraulico del sistema di riscaldamento. Anche qui puoi vedere le opzioni già pronte per il calcolo dell'idraulica.