Grande enciclopedia di petrolio e gas

usato - seconda mano;
Stallo: nuovo metallo conservato a magazzino (aperto o chiuso) per un certo periodo (un anno e oltre);
rinnovato - metallo usato che ha subito un trattamento (pulizia, sabbiatura, smussatura, ecc.) per ulteriore utilizzo;
p / w - tubo longitudinale, cioè ha una cucitura continua;
c / t è un tubo senza saldatura, ad es. il tubo che non ha cuciture;
s / w - tubo a spirale, ad es. un tubo avente una cucitura a spirale lungo l'intera lunghezza;

Tubo usato del mercato parlato del dizionario
  • Prezzi, spirale, senza soluzione di continuità. (p / sh, s / sh, b / sh o c / t)

I principali tipi di tubi secondo il metodo di fabbricazione. Elettrosaldato (cucitura dritta - cucitura longitudinale diritta lungo il tubo, cucitura a spirale - la giuntura arrotonda il tubo a spirale) e tubi senza saldatura. Il tubo longitudinale è costituito da un foglio tagliato rettangolare (striscia) con il metodo della saldatura ad arco elettrico o da acciaio a spirale mediante saldatura a resistenza con correnti ad alta frequenza. Il tubo a spirale è realizzato in acciaio laminato o lamiera d'acciaio (con un diametro molto grande). Il tubo senza saldatura è costituito da un metodo di deformazione a caldo oa freddo di speciali preparazioni di tubi. La notazione generalmente accettata: w / w, s / w e b / w.

Quindi in una conversazione chiamata la giuntura trasversale formata durante la saldatura (unione) di due tubi. Può essere di fabbrica (fabbricato in fabbrica secondo GOST) e installato (quando si installa la pipeline). Quando dicono che il tubo è tagliato alle cuciture, significano cuciture di assemblaggio. Un lungo tubo (10-12 m) di seconda mano con una giunzione di montaggio si ottiene quando una tubazione saldata da un tubo corto (6 m) viene smantellata. In contrasto con la fabbrica, la giuntura trasversale è fatta di tre strati. Inizialmente, il processo di saldatura è saldato mediante saldatura ad arco in anidride carbonica. Quindi - cuciture di lavoro (interne ed esterne) mediante saldatura ad arco sommerso.

Questo è spesso chiamato tubi importati nel paese di produzione. Il ceco (ex Cecoslovacchia) è principalmente un tubo laminato a caldo laminato a caldo con una caratteristica tessitura superficiale interna a forma di spirale con un piccolo passo. Giapponese, tedesco - pipe dal Giappone e dalla Germania, rispettivamente.

  • Hartsyz. Tubo Khartsyznaya (Khartsyzsk)

Molto spesso chiamano un tubo seminterrato, lungo 6 metri, o saldato in fabbrica da due tubi di aggraffatura di 6 metri. In onore del Khartsyzsk Pipe Plant (Khartsyzk, Ucraina). KTZ, nel recente passato, uno dei fiori all'occhiello dell'industria dei tubi sovietica, insieme allo stabilimento per tubi Novomoskovsk (Novomoskovsk, Ucraina) ha fornito un'enorme quantità di tubi di grande diametro con una giuntura a croce di fabbrica.

Il tubo usato smantellato ha i bordi frastagliati. Per dargli un aspetto commerciabile, i bordi sono tagliati con attrezzature speciali. In conformità con GOST, al fine di facilitare la successiva saldatura, uno smusso viene tagliato in un tubo con un angolo di 25-30 gradi.

Smussare, tagliare con l'aiuto di dispositivi come "Orbit" e attrezzature per la saldatura a gas. È caratterizzato dalla presenza di scanalature visibili ad occhio nudo lungo lo spessore del tubo.

Approssimativamente uguale all'orbita, ma viene tagliato da un dispositivo di taglio plasma-aria. Lo smusso diventa liscio 8). Il taglio aria-plasma viene utilizzato anche nelle fabbriche (ChTPZ, Novomoskovsk Pipe Plant) per il taglio dei tubi.

  • Meccanica. Smusso meccanico. Smusso di fabbrica

Smusso, tagliato con tronchesi meccanici di vari disegni. Questo metodo è utilizzato negli impianti di tubazioni.

Tipo incontrato frequentemente di difetto del tubo usato. Visibile sulla curvatura dell'occhio del tubo di forma allungata, simile a un frutto famoso. Questo difetto è una conseguenza del povero smantellamento.

Difetto superficiale (assottigliamento locale della parete del tubo) dovuto alla corrosione.

Un'altra tromba associazione di frutta (tutti i segni di avitaminosi cronica). Molte piccole conchiglie distribuite uniformemente sulla superficie del tubo. La trama assomiglia alla superficie di un'arancia.

Difetti della superficie (solitamente interna) del tubo dalla corrosione sotto forma di una sequenza di gusci lungo una linea retta lungo la lunghezza del tubo.

  • Neftyanka, gazovka, idropisia e altre parole derivate

Quindi, in una conversazione chiamata "pipe usata" per il suo uso iniziale come oleodotto e gasdotto e rifornimento idrico, rispettivamente.

Tubo da sotto i principali gasdotti e oleodotti che operano sotto una pressione enorme di 75 o più atm.

Questo è solitamente chiamato tubo non conforme prodotto con violazioni di GOST. Sebbene nel settore delle tubazioni nella maggior parte delle specifiche, ci sono requisiti tecnici più rigorosi rispetto a GOST.

A volte lo chiamano una pipa prodotta presso l'impianto di laminazione di tubi di Chelyabinsk (ChTPZ, Chelyabinsk, South Ural) e le Vyksa Steel Works (VMZ, Vyksa, Nizhny Novgorod Region), rispettivamente.

Il termine è usato in due modi. Lo scopo principale e iniziale del termine "dead" pipe: è usato per designare un tubo dall'archiviazione, ad es. la pipa ha lasciato la fabbrica così come è stata immagazzinata da qualche parte nel magazzino per diversi anni. La differenza tra il vecchio e il nuovo tubo non è tanto nelle condizioni come nel prezzo. Il tubo morto è molto più economico di uno nuovo. Molto spesso, il termine "stantio" viene utilizzato come indicatore dell'alta qualità di un tubo usato restaurato. A volte in questi casi scrivono o dicono: "Il tubo era saldato nella frusta, ma non usato".

Il nome colloquiale di un tubo usato è di pessima qualità.

Tubo di seconda mano poco costoso di bassa qualità principalmente da sott'acqua con pulizia minima per l'uso come pile, forature, ecc. Principalmente senza smussi.

Cremagliere saldate per auto per aumentare la capacità del corpo durante il trasporto di tubi di grande diametro.

Posizionamento di un tubo in un altro di diametro maggiore per il trasporto. Il metodo consente di ridurre il costo del trasporto di "aria".

Questo si riferisce al tubo dall'olio. In base ai requisiti ambientali, la condotta deve essere pulita dai residui di petrolio prima dello smantellamento.

È un acciaio bassolegato per strutture saldate a pressione. I tubi più comuni sono quelli in acciaio 17G1S, 17GS, 17G1S-U, 09G2S, 14HGS e i loro analoghi. L'uso dell'acciaio 17G1S: parti saldate che lavorano sotto pressione a temperature da -40 a + 475 ° C. Acciaio 09G2S - da -70 a + 425 ° С. L'acciaio 14HGS viene utilizzato per la produzione di tubi elettrosaldati di gasdotti ad alta pressione.

  • Tyschevka, pyatisotk, settecento, ecc.

Per tubi di grande diametro, il passo del diametro è piuttosto grande, il che consente ai lavoratori delle tubazioni di parlare del calibro del tubo quando si tratta di un tubo con un diametro di 1020 mm. Allo stesso modo, cinquecento metri sono un tubo di 530 mm di diametro, ecc. Questo non crea confusione. Spesso il tubo è chiamato il numero ordinale, derivato dal diametro in mm: seicentotrenta, ottocentoventi, ecc.

Tubi che sono fatti da materiali riciclati.

Tipi e metodi di saldatura

L'obiettivo finale di qualsiasi saldatore è ottenere una saldatura di qualità. Da questo dipende la forza e la durata delle parti di connessione. Per un lavoro di successo, è importante connettersi correttamente; selezionare la forza attuale, l'angolo dell'elettrodo; sii bravo con la tecnica della cucitura. Il risultato del corretto funzionamento sarà la saldatura affidabile delle parti metalliche.

Pendenza degli elettrodi

Le giunture di saldatura sono classificate secondo diversi criteri. Tipi e tipi di giunti di saldatura dovrebbero essere considerati in sequenza, approfondendo i dettagli del processo. La cucitura è influenzata dalla posizione, dalla direzione e dalla traiettoria dell'elettrodo.

Dopo aver fissato l'elettrodo selezionato nel morsetto, impostando la corrente, collegando la polarità, inizia il processo di saldatura.

Ogni master ha il suo angolo di inclinazione preferito dell'elettrodo. Molti considerano il valore ottimale di 70 ° dalla superficie orizzontale.

Dall'asse verticale si forma un angolo di 20 °. Alcuni lavorano con un angolo massimo di 60 °. In generale, la maggior parte dei consigli di allenamento ha un intervallo di valori compreso tra 30 ° e 60 ° rispetto all'asse verticale.

In determinate situazioni, quando si esegue la saldatura in punti difficili da raggiungere, è necessario orientare l'elettrodo in modo strettamente perpendicolare rispetto alla superficie del materiale da saldare.

Puoi anche spostare l'elettrodo in diversi modi, in direzioni opposte: da te stesso o da te stesso.

Se il materiale richiede un riscaldamento profondo, l'elettrodo porterà a se stesso. Sulla scia di lui nella direzione del saldatore tira l'area di lavoro. La scoria risultante copre il posto della lega.

Se il lavoro non comporta un forte riscaldamento, l'elettrodo viene allontanato da se stesso. Dietro di esso "striscia" la zona di saldatura. La profondità del riscaldamento con questa versione della cucitura è minima. Con la direzione la domanda è chiara.

Traiettoria del movimento

La traiettoria del movimento dell'elettrodo ha un effetto speciale sulla cucitura. In ogni caso, ha un carattere oscillatorio. Altrimenti, le due superfici non possono essere cucite.

Le oscillazioni possono essere simili a zigzag con passi diversi tra gli angoli acuti della traiettoria. Possono essere lisce, che ricordano il movimento lungo un offset otto. La traiettoria può essere simile alla spina di pesce o alla lettera maiuscola Z con monogrammi in alto e in basso.

La cucitura ideale ha un'altezza costante, larghezza, aspetto uniforme senza difetti sotto forma di crateri, sottosquadri, pori, scarsa penetrazione. Il nome dei possibili difetti parla da solo. Dopo aver completato bene le abilità, è possibile imporre con successo qualsiasi giuntura, saldare una varietà di parti metalliche.

Gli standard e il concetto di gamba

La saldatura inizia a formarsi nell'area di lavoro quando i metalli sono fusi e infine si formano dopo la solidificazione.

I gruppi di classificazione esistenti cuciono secondo vari criteri: il tipo di connessione delle parti, la forma della cucitura risultante, la sua lunghezza, il numero di strati, l'orientamento nello spazio.

I tipi di giunti saldati possibili sono indicati nello standard per la saldatura manuale e ad arco secondo GOST 5264. I collegamenti realizzati mediante saldatura ad arco in un'atmosfera protettiva di gas sono normalizzati da GOST 14771.

In GOST vi è una designazione di ogni giunto saldato, nonché una tabella contenente le caratteristiche principali, in particolare i valori della gamba della saldatura.

È abbastanza semplice capire cos'è una gamba, guardando il disegno delle parti da unire. Questo è il lato di un triangolo isoscele speculativo di dimensioni massime che si adatta alla sezione trasversale della cucitura. Il valore corretto della gamba garantisce la forza della connessione.

Per le parti di spessore non uniforme, l'area della sezione trasversale della parte nella sua parte più sottile viene presa come base. Non dovresti provare ad aumentare la gamba inutilmente. Questo può portare alla deformazione della struttura saldata. Inoltre, il consumo di materiali aumenterà.

Il controllo delle dimensioni della gamba viene effettuato utilizzando schemi di riferimento universali presentati nella letteratura speciale.

Tipi di composti

A seconda della posizione relativa delle parti, si verificano giunti di saldatura:

  • giunto di testa
  • grembo;
  • modo angolare;
  • modo tavrovym.

Durante la saldatura di testa, le estremità di due parti sono saldate su un piano. Il giunto può essere svasato, senza bisello e con smusso. La forma dello smusso può assomigliare alle lettere X, K, V.

In alcuni casi, la saldatura viene eseguita con una sovrapposizione, quindi un particolare viene parzialmente sollevato su un altro, situato in parallelo. La parte combinata è una sovrapposizione. La saldatura allo stesso tempo fa senza smussatura da due parti.

Spesso c'è bisogno di fare un angolo saldato. Tale connessione appartiene al tipo angolare. Viene sempre eseguita da due lati, potrebbe non avere smussi o essere smussata su un lato.

Se le parti saldate hanno formato la lettera T come risultato, è stato realizzato un giunto a T. A volte le parti saldate con una giunzione a T formano un angolo acuto.

In ogni caso, una parte è saldata a lato dell'altro. La saldatura viene eseguita da due lati senza bisello o con smussi su ciascun lato.

Forma e lunghezza

La forma della cucitura può essere convessa, piatta (piatta). A volte diventa necessario creare una forma concava. Le connessioni convesse sono progettate per impieghi gravosi.

Le leghe concave sono in grado di sopportare carichi dinamici. La versatilità è caratterizzata da cuciture piatte realizzate più spesso.

La lunghezza delle cuciture è solida, senza spaziatura tra i composti fusi. A volte abbastanza cuciture sono di tipo intermittente.

Un interessante tipo industriale di saldatura intermittente è un giunto che forma una saldatura a resistenza. Fatelo su attrezzature speciali, dotate di elettrodi rotanti a disco.

Spesso si chiamano rulli, e questo tipo di saldatura - rullo. Su tali apparecchiature, è anche possibile eseguire connessioni continue. La cucitura risultante è molto resistente, completamente sigillata. Il metodo è utilizzato su scala industriale per la fabbricazione di tubi, serbatoi, moduli sigillati.

Strati e posizione nello spazio

La cucitura del metallo può consistere in un rullo realizzato in un'unica passata. In questo caso, si chiama single-layer. Con un grande spessore delle parti da saldare, vengono eseguiti diversi passaggi, in conseguenza dei quali i rulli vengono formati uno sull'altro in sequenza. Tale giunto di saldatura è chiamato multistrato.

Data la varietà delle situazioni di produzione in cui avviene la saldatura, è chiaro che le cuciture sono orientate in ogni caso specifico in modi diversi. Ci sono cuciture inferiori, superiori (soffitto), verticali e orizzontali.

Le cuciture verticali sono solitamente cotte dal basso verso l'alto. Viene utilizzata la traiettoria di spostamento dell'elettrodo su una mezzaluna, un abete o uno zigzag. Saldatori principianti più convenienti per spostare la mezzaluna.

Durante la saldatura orizzontale, vengono fatti diversi passaggi dal bordo inferiore delle parti da unire al bordo superiore.

Nella posizione inferiore viene eseguita la saldatura testa a testa o in qualsiasi modo angolare. Un buon risultato dà la saldatura ad un angolo di 45 °, "nella barca", che può essere simmetrica e asimmetrica. Quando si salda in luoghi difficili da raggiungere, è meglio usare una "barca" asimmetrica.

La saldatura più difficile da condurre nella posizione del soffitto. Ciò richiede esperienza. Il problema è che il fuso sta cercando di drenare dall'area di lavoro. Per evitare che ciò accada, la saldatura viene eseguita con un arco corto, l'amperaggio è ridotto del 15-20% rispetto ai valori normali.

Se lo spessore del metallo nel sito di saldatura supera gli 8 mm, è necessario eseguire diverse passate. Il diametro del primo passaggio dovrebbe essere 4 mm, il successivo - 5 mm.

A seconda dell'orientamento della cucitura, selezionare la posizione appropriata dell'elettrodo. Per eseguire giunti orizzontali, verticali, a soffitto, saldatura di giunti non rotanti di tubi, l'elettrodo è diretto con un angolo in avanti.

Quando si saldano giunzioni angolari e di testa, l'elettrodo viene indirizzato verso un angolo. I punti difficili da raggiungere sono bolliti da un elettrodo ad angolo retto.

Lavorazione della saldatura

Quando si eseguono scorie di saldatura si formano. Se le inclusioni di scorie entrano nella cucitura, la sua qualità si deteriora. Tutti gli strati di scoria devono essere puliti.

Se la saldatura viene eseguita da più penetrazioni, il rivestimento della cucitura viene eseguito dopo ogni fase di saldatura. In questo caso, utilizzare qualsiasi metodo. In primo luogo, le parti saldate vengono martellate con un martello e spazzolate con una spazzola rigida.

Quindi eseguire uno sweep approssimativo. Le parti piccole vengono pulite con appositi coltelli o mole. Grandi maiali puliti sulle macchine. Nella fase finale, il posto del giunto saldato è lucido.

Spesso utilizzato per questa rettificatrice per ruote in fibra. Esistono altri modi per lucidare le giunture saldate.

La saldatura è in continua evoluzione. Nuovi materiali stanno emergendo, la tecnologia viene migliorata. È necessario seguire le notizie nel settore della saldatura per imparare molte novità e interessanti.

Cucitura trasversale su un tubo

UDC 669.14-462.3: 006.354 Gruppo B62

STATO STANDARD DELL'UNIONE SSR

TUBI D'ACCIAIO IN ACCIAIO ELETTRICO SALDATO

Tubi saldati elettrosaldati.

validità dal 01/01/78

Questo standard si applica ai tubi saldati longitudinali di uso generale con un diametro di 478-1420 mm.

Lo standard è conforme a ST SEV 489-77 e stabilisce requisiti più stringenti per la resistenza all'urto del metallo base. il numero di giunzioni trasversali, il rinforzo della giuntura interna, allo smusso all'estremità del tubo.

(Edizione riveduta, Rev. 3, 4).

1. REQUISITI TECNICI

1.1. Le dimensioni dei tubi e le deviazioni massime devono essere conformi a GOST 10704-91.

1.2. A seconda degli indicatori di qualità, i tubi vengono prodotti nei seguenti gruppi:

A - per le proprietà meccaniche dei gradi di acciaio al carbonio St2, St3 (tutti i gradi di disossidazione) secondo GOST 380-94, categoria 1 secondo GOST 14637-89;

B - composizione chimica dei gradi di acciaio al carbonio St2, St3, (tutti i gradi di disossidazione) con la composizione chimica secondo GOST 380-94 e GOST 14637-89;

B - per composizione chimica e proprietà meccaniche dei gradi di acciaio al carbonio St2 (tutti i gradi di disossidazione) secondo GOST 380-94, categorie 2 secondo GOST 14637-89, St3kp secondo GOST 380-94, categorie 2 e 3 secondo GOST 14637-89, St3ps, St3sp secondo GOST 380-94, categorie 2, 3, 4 e 5 secondo GOST 14637-89, nonché da acciaio a bassa lega, il cui equivalente in carbonio non supera lo 0,48%;

D - senza standardizzazione delle proprietà meccaniche e composizione chimica, ma con standardizzazione della pressione di prova idraulica.

(Edizione riveduta, Rev. 3, 4).

1.3. (Eliminato, Rev. 3).

Indicatori di qualità stimati

Nota. Il segno "+" significa che l'indicatore è normalizzato, il segno "-" significa che l'indicatore non è normalizzato.

1.4. Le proprietà meccaniche del metallo di base dei tubi devono essere conformi agli standard specificati in Tabella. 2.

Resistenza allo strappo temporanea s il,

Resistenza allo snervamento s T, kgf / mm 2 (MN / m 2)

Allungamento d 5, %

(Edizione riveduta, Rev. 3, 4).

1.5. Le tubazioni dei gruppi A e B devono resistere alle prove meccaniche di un giunto saldato in tensione secondo GOST 6996-66. La resistenza temporanea del giunto saldato non deve essere inferiore alla resistenza temporanea del metallo base installato per tubi di questo tipo di acciaio.

1.6. Su richiesta del consumatore, le tubazioni del gruppo B devono superare il test per la resistenza all'urto del metallo di base. Le norme di resistenza del metallo di base devono essere indicate nella tabella. 3.

Resistenza all'urto KCU,

kgf · m / cm 2 (MJ / m 2)

alla temperatura di prova, ° C

Da 5 a 9 inclusi

Da 5 a 9 inclusi

Nota. Con l'accordo del produttore con il consumatore, la resistenza all'urto del metallo di base dei tubi in acciaio a bassa lega a meno 60 ° C deve essere di almeno 2,5 kgf × m / cm 2 (0,24 MJ / m 2).

Per le principali reti di riscaldamento, i tubi sono prodotti con acciaio trattato termicamente St3sp 4, 5 con proprietà meccaniche specificate in Tabella. 3a.

(Edizione riveduta, Rev. 4).

Resistenza allo strappo temporanea

Resistenza allo snervamento s T,

Resistenza agli urti, KCU,

kgf · m / cm 2 (MJ / m 2)

alla temperatura di prova - 20 ° С

Dopo l'invecchiamento meccanico

Gli standard di tenacità dei giunti saldati di tubi per reti di calore a una temperatura di meno 20 ° C non devono essere inferiori alle norme del metallo di base riportate in Tabella. 3a.

Gli standard di tenacità dopo l'invecchiamento meccanico per il metallo di base dei tubi e a meno 20 ° С per un giunto saldato sono opzionali fino al 1 luglio 1988.

(Edizione modificata, modifiche n. 2, 3).

1.7. Tubi con un diametro fino a 820 mm non devono avere più di una giuntura longitudinale e una trasversale. Tubi con un diametro di 820 mm e oltre possono avere due giunzioni longitudinali e una trasversale. Su richiesta del consumatore può aumentare il numero di cuciture trasversali.

In presenza di una giuntura trasversale, le giunture longitudinali dovrebbero essere spostate l'una dall'altra di una distanza di almeno 100 mm. Su richiesta del consumatore, viene stabilito il limite superiore di spostamento delle giunzioni longitudinali l'uno rispetto all'altro.

(Edizione modificata, emendamento n. 1).

1.8. L'altezza delle giunzioni longitudinali e trasversali esterne del rullo di rinforzo deve essere conforme alle norme specificate nella tabella. 4.

Altezza del rinforzo del tallone

È consentito nei punti di riparazione delle cuciture e delle chiodini aumentare di 1 mm l'altezza del rullo di rinforzo rispetto agli standard indicati in Tabella. 4.

L'altezza del cordone di rinforzo al centro della cucitura interna deve essere di almeno 0,5 mm. È consentito alle estremità dei tubi per una lunghezza non inferiore a 150 mm per rimuovere il rinforzo del cordone interno ad un'altezza di 0-0,5 mm

(Edizione modificata, Modifiche n. 1, 4).

1.9. Le estremità dei tubi dovrebbero essere tagliate ad angolo retto. La deviazione dall'angolo retto (taglio della planarità) non deve superare quello indicato nella tabella. 5.

Diametro esterno dei tubi

Limite di Offsurge tagliato

(Edizione riveduta, Rev. 4).

1.10. Le estremità dei tubi devono essere smussati con un angolo di 25-30 ° all'estremità del tubo. In questo caso, è necessario lasciare un anello terminale (smussato) con una larghezza di 1,0-3,0 mm per tubi fino a 1020 mm compresi e una larghezza di 1,0-5,0 mm per tubi con diametro superiore a 1020 mm.

Su richiesta del consumatore, l'angolo di smussatura dello smusso deve essere di 30-35 °, e per tubi con uno spessore di parete di 17 mm e oltre, i bordi devono essere scanalati secondo la fig. 1.

Taglienti consentiti secondo la fig. 1 per condurre su tubi con uno spessore di parete di 15 mm.

Diametro del tubo, mm

(Edizione riveduta, Rev. 4).

1.11. Non sono ammesse crepe, prigionieri, conchiglie, delaminazioni e tramonti sulla superficie dei tubi.

Sono ammessi tacche minori, voga, ammaccature, rischi minori, uno strato sottile di scala, tracce di stripping e difetti di saldatura se non rimuovono lo spessore della parete per le deviazioni massime. Inoltre, è consentito un rischio longitudinale di non più di 0,2 mm di profondità se applicato nella saldatura automatica per la direzione della cucitura.

È consentita la saldatura di difetti del tubo con successiva pulizia del punto di saldatura e ripetute prove di pressione idraulica.

1.12. Non sono ammessi difetti superficiali del metallo di saldatura sotto forma di pori, cavità, crepe, fistole e altri difetti che riducono la densità e la resistenza del metallo di saldatura al di sotto del livello del metallo di base.

Sono consentite tracce di restringimento di metallo lungo l'asse longitudinale della cucitura (dolina). In questo caso, la quantità di restringimento non dovrebbe portare l'altezza del rinforzo oltre l'altezza minima consentita della giuntura.

La transizione dal rinforzo della saldatura al metallo di base deve essere liscia (senza sottosquadri).

I sottosquadri fino a 0,5 mm di profondità sono consentiti senza riparazioni. Se i sottosquadri sulle giunture esterne e interne coincidono, è necessario ripararne uno.

È consentito riparare i tubi saldati con test successivi mediante la loro pressione idraulica o il controllo del luogo di riparazione con metodi fisici.

1.13. Ogni tubo deve resistere alla prova della pressione idraulica.

Le tubazioni del gruppo A sono provate per pressione idraulica, calcolate secondo la formula indicata in GOST 3845-75 (P1), mentre lo sforzo ammissibile è assunto pari a 0,5 del valore minimo della resistenza temporanea stabilita per questo tipo di acciaio.

A richiesta del consumatore, lo sforzo ammissibile dovrebbe essere pari a 0,85 del valore minimo del limite di snervamento.

Le tubazioni del gruppo B sono testate mediante pressione idraulica calcolata con la formula indicata in GOST 3845-75 (R1), con una sollecitazione ammissibile pari a 0,9 del valore minimo del limite di snervamento stabilito per questo tipo di acciaio.

Le tubazioni dei gruppi D e B devono resistere alla prova di una pressione idraulica di almeno 25 kgf / cm 2 (2,5 MPa). Tubi con dimensioni di 920, 720x8, 1120x8, 1120x9, 1220x9, 1220x10, 1320x9, 1320x10, 1320x11, 1420x10 e 1420x11 mm sono testati da un pavimento con una pressione di 20 kgf / cm 2 (2,0 MPa).

Se testato su presse di vari design con supporto assiale, il valore della pressione idraulica viene determinato in base ai requisiti di GOST 3845-75.

I tubi di lunghezza non superiore a 10 m ottenuti dall'unione o da più di due tubi sottoposti a test idrico sono sottoposti a hydrotesting. Su richiesta del consumatore, la saldatura trasversale deve essere controllata da metodi fisici non distruttivi.

(Edizione modificata, modifiche n. 2, 4).

1.14. Le giunzioni saldate dei tubi per le reti di calore devono essere controllate mediante metodi non distruttivi su tutta la lunghezza.

Su richiesta del consumatore, i giunti saldati dei tubi del gruppo B devono essere controllati con metodi non distruttivi.

(Edizione modificata, modifiche n. 2, 3).

1.15. Giunti per tubi saldati per reti di riscaldamento del bagagliaio devono essere sottoposti a prove di flessione statica.

L'angolo di piegatura minimo ammissibile per i giunti saldati dei tubi in acciaio al carbonio è di almeno 100 °.

La velocità di prova statica della piegatura è facoltativa fino al 1 luglio 1988.

(Inserito in aggiunta, emendamento n. 2).

2. REGOLE DI ACCETTAZIONE

2.1. I tubi sono soggetti ad accettazione in lotti. Un lotto deve essere costituito da tubi delle stesse dimensioni, un grado di acciaio e un gruppo di fabbricazione e deve essere accompagnato da un documento di qualità in conformità con GOST 10692-80.

Il numero di tubi nel lotto non deve superare i 100 pezzi.

(Edizione modificata, emendamento n. 2).

2.2. Esame e misurazione sono sottoposti a ciascun tubo.

2.3. La prova di pressione idraulica è sottoposta a ciascun tubo.

2.4. Per controllare le proprietà meccaniche e la resistenza del lotto selezionato:

per tubi a cucitura singola - due tubi;

per tubi a doppia aggraffatura - un tubo.

(Edizione riveduta, Rev. 3, 4).

2.5. La composizione chimica dell'acciaio è accettata in base al certificato di qualità del produttore del pezzo. Se necessario, controllare la composizione chimica dei tubi finiti prodotti su un tubo dalla parte.

2.6. Se i risultati del test non soddisfacenti vengono ottenuti in almeno uno degli indicatori, questo viene ripetuto in un doppio campionamento dallo stesso lotto o calore.

I risultati di test ripetuti si applicano all'intero lotto.

(Edizione modificata, emendamento n. 2).

3. METODI DI PROVA

3.1. La composizione chimica dell'acciaio viene controllata, se necessario, secondo GOST 22536.0-87, GOST 22536.1-88, GOST 22536.2-87, GOST 22536.3-88, GOST 22536.4-88, GOST 22536.5-87, GOST 22536.6-88. I campioni per determinare la composizione chimica dell'acciaio sono presi secondo GOST 7565-81.

3.2. Diametro esterno dei tubi (Dn) in millimetri controllare la misurazione del perimetro e calcolato dalla formula

dove P è il perimetro della sezione trasversale del tubo, mm;

D p - roulette spessore, mm;

0,2 - l'errore nella misurazione del perimetro dovuto al disallineamento della roulette quando si combinano le divisioni.

(Edizione modificata, emendamento n. 1).

3.3. Le prove idrauliche dei tubi devono essere eseguite secondo GOST 3845-75 con un'esposizione sotto pressione di almeno 10 s.

3.4. Per la prova di trazione del metallo di base e il giunto saldato da ciascun tubo selezionato, si ritaglia uno schema. I campioni vengono prelevati in conformità con GOST 7564-73.

La prova di trazione del metallo di base viene eseguita su cinque campioni trasversali secondo GOST 10006-80.

Invece del test di trazione, è consentito ispezionare i tubi con metodi non distruttivi, assicurando che le proprietà meccaniche siano conformi agli standard specificati in questo standard.

In caso di disaccordo nella valutazione del livello delle proprietà meccaniche, i test vengono eseguiti secondo GOST 10006-80.

Tubi di metallo a prova di trazione consentiti, in acciaio basso legato, da produrre secondo la documentazione di legge, approvati secondo le modalità prescritte.

(Edizione riveduta, Rev. 4).

3.5. Una prova di trazione di un giunto saldato deve essere eseguita secondo GOST 6996-66 su provini di tipo XII con il rinforzo rimosso. I campioni per la prova del giunto saldato in tensione sono presi perpendicolarmente alla giuntura.

3.6. Per testare la curva di impatto da ciascuna tubazione selezionata, ritagliare tre campioni del metallo di base e tre campioni del giunto saldato. Per la prova del metallo di base per la flessione da impatto dopo l'invecchiamento meccanico, vengono prelevati altri tre campioni in conformità con GOST 9454-78.

Il controllo del metallo di base dei tubi per la flessione degli urti viene effettuato su campioni tagliati perpendicolarmente all'asse del tubo. Le prove vengono eseguite secondo GOST 9454-78 su campioni di tipo I con uno spessore di parete superiore a 10 mm e tipo 3 con uno spessore di 10 mm o inferiore.

L'ispezione di un giunto saldato sulla piegatura ad impatto viene effettuata su campioni di tipo VII con uno spessore della parete di 10 mm o inferiore e tipo VI con uno spessore della parete di 11 mm o più secondo GOST 6996-66. La tacca sui campioni di impatto viene eseguita lungo la linea di fusione della saldatura, saldata per ultima, perpendicolare alla superficie rotolante del metallo.

La resistenza all'impatto del metallo base e del giunto saldato viene determinata come valore medio aritmetico dai risultati del test di tre campioni. Su uno dei campioni, è consentito ridurre la resistenza all'impatto di 4,9 J / cm 2 (0,5 kgf · m / cm 2), ad eccezione dei tubi destinati alle reti di calore.

(Edizione modificata, emendamento n. 2).

3.7. Nella produzione di campioni per prove meccaniche è stato possibile modificare i campioni utilizzando il carico statico.

3.8. Il metodo e il metodo di controllo della qualità della saldatura con metodi fisici sono stabiliti dal produttore.

Le norme dei difetti consentiti determinati da metodi non distruttivi di controllo sono stabiliti dalla documentazione tecnico-normativa approvata nel modo prescritto.

3.9. L'equivalente di carbonio per la fusione individuale dell'acciaio a bassa lega (E) in percentuale è calcolato dalla formula

dove C, Mn, V frazione di carbonio, manganese e vanadio,%.

(Inserito in aggiunta, emendamento n. 1).

3.10. Il test per la sensibilità all'invecchiamento meccanico deve essere eseguito secondo GOST 7268-82 senza una deformazione preliminare del 10%.

3.11. Sulla misura del tubo:

perimetro - un metro a nastro secondo GOST 7502 ¾ 89;

lunghezza - un metro a nastro secondo GOST 7502-89 o strumenti di misurazione automatici secondo la documentazione tecnico-normativa;

spessore della parete - micrometro secondo GOST 6507-90, spessimetro secondo GOST 11358-89;

Curvatura - con righello di calibrazione e sonda su TU 2-034-225-87;

taglio falciatura - il parametro è fornito dalla progettazione di attrezzature per la lavorazione delle estremità dei tubi;

la profondità del difetto nel luogo di stripping - da un profondimetro secondo GOST 162-90;

anello facciale all'estremità dei tubi (opacità) - righello secondo GOST 427-75;

smusso angolo smusso - goniometro secondo GOST 5378-88.

(Edizione riveduta, Rev. 4).

3.12. La prova dei tubi per la flessione statica viene effettuata secondo la documentazione tecnico-normativa.

3,10 ¾ 3,12. (Introdotto inoltre, Modifiche. № 2).

4. MARCATURA, IMBALLAGGIO, TRASPORTO

4.1. Marcatura, imballaggio, trasporto e stoccaggio dei tubi - secondo GOST 10692-80.

In caso di marcatura meccanizzata, è consentito il posizionamento di segni a una distanza superiore a 500 mm dall'estremità del tubo. La marcatura è contrassegnata da una vernice nera sotto forma di una freccia o una linea retta.

Quando si contrassegna su ogni tubo, inoltre, indicare:

c) l'anno della cospirazione;

d) timbro del controllo tecnico;

e) dimensioni del tubo (diametro e spessore della parete);

e) designazione di questo standard.

È consentito quando si marcano tubi al posto di acciaio per inserire il simbolo, che è indicato nel certificato di qualità.

g) i tubi trattati termicamente sono contrassegnati con "T".

(Edizione modificata, emendamento n. 2).

APPENDICE (Escluso, Rev. 3).

1. SVILUPPATO dall'Istituto per la ricerca e la progettazione di tutto l'Unione dell'industria delle tubazioni (VNITI)

O.A. Semenov, M.M. Bernstein, N.F. Kuzenko

2. APPROVATO E INTRODOTTO PER RISOLUZIONE del Comitato statale sugli standard dell'URSS n. 892 del 22 aprile 1976

3. Invece di GOST 10706-63

4. Lo standard corrisponde a ST SEV 489-77 e stabilisce requisiti più stringenti per la resistenza all'urto del metallo di base, il numero di giunzioni trasversali, il rinforzo della giuntura interna e lo smusso all'estremità del tubo.

5. Lo standard è unificato con il BDS 6120-66

6. DOCUMENTI TECNICI DI RIFERIMENTO STANDARD

1. ORDINARE

1.1. Le dimensioni dei tubi devono essere conformi a quelle specificate in Tabella 1.

Diametro esterno, mm

Densità lineare di tubi, kg / m, con spessore della parete, mm

Tavola continua 1

Diametro esterno, mm

Densità lineare di tubi, kg / m, con spessore della parete, mm

1. La massa teorica dei tubi viene calcolata tenendo conto del rinforzo dei giunti con una densità relativa di acciaio di 7,85 g / cm 3.

2. (Eliminato, Rev. 3).

3. Su richiesta del consumatore, è consentito fabbricare tubi con uno spessore di parete intermedio e limiti di spessore previsti nella tabella 1.

(Edizione modificata, Modifiche n. 1, 2, 3, 4).

1.2. I tubi sono prodotti in lunghezze da 10 a 12 m. Nel lotto è ammesso fino al 5% di tubi accorciati di almeno 6 m di lunghezza.

(Edizione riveduta, Rev. 3).

1.3. Le deviazioni del limite del diametro esterno dei tubi devono essere conformi alla tabella. 2.

Diametro esterno dei tubi, mm

Deviazione massima del diametro esterno con produzione di precisione

Da 159 a 273 incl.

Dal 1020 al 1420 incl.

Dal 1620 al 2520 incl.

(Edizione modificata, Modifiche n. 3, 4, 6).

1.4. Le deviazioni massime nello spessore delle pareti dovrebbero corrispondere alle deviazioni massime dello spessore del metallo fornite da GOST 19903 per la larghezza massima della bobina e della lamiera.

1.5. L'offset dei bordi non deve superare il 25% dello spessore nominale della parete, ma non più di 3 mm per tubi con un diametro di 530-1420 mm e uno spessore della parete inferiore a 14 mm e non superiore a 5 mm per tubi con diametro di 1420-2520 mm e uno spessore della parete di 14 mm o più.

Per i tubi del gruppo B, è consentito lo spostamento locale dei bordi fino al 30% dello spessore della parete del tubo in sezioni fino al 10% della lunghezza della cucitura.

Lo spostamento dei bordi dei tubi con una maggiore precisione di fabbricazione non deve superare:

per tubi con un diametro di 530-1420 mm:

1,0 mm con uno spessore di parete di 4 mm;

1,2 mm con uno spessore di parete di 5 mm;

1,4 mm con uno spessore della parete di 6 mm;

1,6 mm con uno spessore della parete di 7 mm o più;

per tubi con un diametro di 1620-2520 mm:

15% dello spessore nominale della parete.

(Edizione modificata, Modifiche n. 1, 2, 3, 5).

1.6. L'ovalità dei tubi non deve superare il 2% del diametro esterno nominale. L'ovalizzazione delle tubazioni con una maggiore precisione di fabbricazione non deve superare l'1% del diametro esterno nominale.

(Edizione riveduta, Rev. 3).

1.7. La curvatura totale dei tubi non deve superare lo 0,2% della loro lunghezza. La curvatura totale dei tubi con una maggiore precisione di fabbricazione non deve superare lo 0,1% della lunghezza.

(Edizione riveduta, Rev. 3).

1.8. Le estremità dei tubi dovrebbero essere tagliate ad angolo retto. L'inclinazione di taglio non deve superare 2 mm e per tubi con diametro di 1420 mm o superiore, uno spessore della parete di 14 mm o più - 4 mm.

(Edizione modificata, modifiche n. 2, 3).

1.9. Alle estremità dei tubi, lo smusso deve essere tagliato con un angolo di 25-30 ° all'estremità del tubo e un anello terminale con una larghezza di:

1 - 3 mm con uno spessore di parete di 4 - 7 mm;

1 - 4 mm con uno spessore della parete di 8 - 14 mm;

1 - 6 mm con uno spessore della parete di 15 - 25 mm.

La larghezza dell'anello terminale non viene controllata nell'area di giunzione ad una distanza di 80 mm.

(Edizione modificata, modifiche n. 2, 4).

1.10. Il rafforzamento della cucitura esterna dovrebbe essere:

0,5 - 3,0 mm con uno spessore della parete fino a 10 mm;

0,5 - 3,5 mm con uno spessore di parete di 10 - 14 mm;

0,5 - 4,5 mm con uno spessore di parete di 15 - 20 mm;

0,5 - 5,0 mm con uno spessore della parete di 20 mm o più.

Per tubi con una maggiore precisione di fabbricazione, il rinforzo esterno deve essere:

0,5 - 3,2 mm con uno spessore di parete di 10 - 14 mm;

0,5 - 4,5 mm con uno spessore della parete di 15 mm o più.

Il rinforzo della giuntura interna deve essere di almeno 0,5 mm. Sulla cucitura interna è ammessa una sella o singole depressioni di non più di 2 mm, a condizione che lo spessore della giunzione al posto delle depressioni superi di almeno 1 mm lo spessore minimo consentito della parete del tubo.

Esempi di leggende

Un tubo con un diametro esterno di 630 mm, uno spessore della parete di 7 mm, di lunghezza non misurata, di acciaio di grado St2kp, è fabbricato secondo il gruppo B di GOST 8696-74:

Pipe 630 '7- St2kp GOST 8696-74

Lo stesso, di lunghezza non misurata, di acciaio St3sp2, è fabbricato secondo il gruppo B di GOST 8696-74:

Pipe 630 '7-St2sp2 GOST 8696-74

La stessa lunghezza, non misurata, è fabbricata secondo il gruppo D GOST 8696-74:

Tubo 630 '7-D GOST 8696-74

(Edizione modificata, Modifiche n. 1, 2, 3, 6).

2. REQUISITI TECNICI

2.1. A seconda degli indicatori di qualità, i tubi vengono prodotti nei seguenti gruppi:

A - dalle proprietà meccaniche dei gradi di acciaio al carbonio St2, St3 (tutti i gradi di disossidazione) categoria 1 secondo GOST 14637;

B - composizione chimica dei gradi di acciaio al carbonio St2, St3 (tutti i gradi di disossidazione) secondo GOST 14637;

B - per composizione chimica e proprietà meccaniche di acciaio al carbonio St2 (tutti i gradi di disossidazione) categorie 2, St3 (tutti i gradi di disossidazione) categorie 2 e 3, St3ps e St3sp categorie 4 e 5 secondo GOST 14637, acciaio di grado 20 secondo GOST 1050, basso-legato acciaio secondo GOST 19281 e acciaio bassolegato con composizione chimica indicata in tabella. 3a. Il tipo di acciaio a bassa lega è scelto dal produttore dei tubi per quanto riguarda i requisiti per le norme delle proprietà meccaniche stabilite per le classi di resistenza K45, K50, K52 e K55;

D - senza standardizzazione della composizione chimica e delle proprietà meccaniche.

Contenuto di elementi,%, non di più

1. Contenuto di alluminio residuo ammesso fino allo 0,05%, fosforo fino allo 0,025% per il 20% di fusioni.

2. Sono consentite le seguenti deviazioni per il limite superiore della composizione chimica,%

+0,02 per carbonio;

+0,10 - per manganese;

+0,005 - per il fosforo, per il limite inferiore - per tutti gli elementi è illimitato.

2.2. Le proprietà meccaniche del metallo di base dei tubi in acciaio al carbonio devono essere conformi a quelle indicate in Tabella. 4.

Resistenza allo strappo temporanea s il, N / mm 2 (kgf / mm 2)

Resistenza allo snervamento s T, N / mm 2 (kgf / mm 2)

Allungamento d 5, %

Le proprietà meccaniche del metallo di base dei tubi di acciai a bassa lega dovrebbero corrispondere a quelli indicati in tabella. 5.

La resistenza all'impatto del metallo di base dei tubi in acciaio al carbonio St3sp e St3ps categoria 3 e la resistenza all'urto del metallo di base e del giunto saldato di tubi in acciaio 20 e gradi di acciaio St3sp e St3ps categorie 4 e 5 ad una temperatura di meno 20 ° C devono soddisfare gli standard indicati nella Tabella 6.

Resistenza allo strappo temporanea s il, N / mm 2 (kgf / mm 2)

Resistenza allo snervamento s T, N / mm 2 (kgf / mm 2)

Allungamento d 5, %

Resistenza agli urti KCV, J / cm 2 (kgf × m / cm 2), non inferiore

alla temperatura di prova, ° С

dopo l'invecchiamento meccanico

20, St3sp4, St3ps4

La resistenza all'urto dei giunti saldati di acciaio al carbonio St3sp3 e St3ps3 alla temperatura di prova più 20 ° С non deve essere inferiore a 49,0 J / cm 2 (5 kgf × m / cm 2).

La resistenza all'urto del metallo di base dei tubi di acciaio bassolegato a una temperatura di prova di meno 40 ° C deve essere almeno 29,4 J / cm 2 (3 kgf × m / cm 2), il giunto saldato non deve essere inferiore a 19,6 J / cm 2 (2 kgf × m / cm 2).

2.1, 2.2. (Edizione modificata, Modifiche n. 3, 4, 6).

2.3. I tubi sono realizzati con cuciture esterne e interne. Sulle tubazioni è consentito un giunto trasversale del giunto a spirale e una giuntura circonferenziale realizzata mediante saldatura su due lati. Una saldatura anulare su tubi con un diametro di 159-377 mm viene eseguita mediante saldatura su un solo lato.

Sui tubi con un diametro di 1420 mm e oltre, sono consentite quattro giunzioni trasversali dalla giunzione delle lamiere, realizzate mediante saldatura su due lati.

(Edizione modificata, emendamento n. 2).

2.4. Consentita l'uscita della cucitura trasversale all'estremità del tubo e la sua intersezione con la cucitura anulare. L'intersezione della giunzione a spirale e la giuntura trasversale del giunto di testa dei rulli deve essere di almeno 300 mm dall'estremità del tubo o dalla giuntura anulare.

2.5. Non sono ammesse crepe, prigionieri, conchiglie, delaminazioni e tramonti sulla superficie dei tubi.

Sono ammessi piccoli tagli, ammaccature, rischi minori, uno strato sottile di scala e tracce di difetti di stripping se non rimuovono lo spessore della parete oltre i limiti delle deviazioni limite stabilite.

Sulla superficie dei tubi dei gruppi B e D sono consentiti difetti separati del metallo di base se lo spessore minimo della parete nei punti in cui si verificano è almeno pari al 70% dello spessore nominale.

È consentita la saldatura di difetti dei tubi con la successiva pulizia del luogo di saldatura e ripetuti test idraulici.

(Edizione riveduta, Rev. 4).

2.6. Il metallo delle cuciture dovrebbe essere libero da pori, fori, crepe e altri difetti.

La perdita di cucitura sui tubi dei gruppi A, B e C non è consentita. La transizione dal rinforzo della saldatura al metallo di base dei tubi dovrebbe essere liscia, senza sottosquadri. Sono ammessi sottosquadri separati con profondità fino a 0,5 mm, una lunghezza non superiore a 0,3 m, con una lunghezza totale non superiore al 10% della lunghezza della cucitura. Non è consentita la coincidenza di sottosquadri in una sezione lungo la giuntura interna ed esterna.

Le norme sui difetti ammissibili nelle cuciture determinate da metodi fisici non distruttivi sono stabilite dalla documentazione normativa.

(Edizione modificata, Modifiche n. 1, 5).

2.7. Le giunzioni trasversali e a spirale dei tubi del gruppo B devono resistere a prove di trazione meccaniche.

L'entità della resistenza temporanea alla rottura delle saldature non deve essere inferiore all'ampiezza della resistenza temporanea del metallo di base.

2.8. L'entità della pressione idraulica di prova senza tener conto della contropressione assiale viene determinata in conformità con GOST 3845 con uno sforzo ammissibile di 180 MPa (18 kgf / cm 2) per le tubazioni dei gruppi B e D e 0,85 della resistenza allo snervamento specificata in Tabella. 4 e 5 per le tubazioni dei gruppi A e B. In questo caso, per le tubazioni dei gruppi B e D, il valore della pressione di prova non deve superare 3,5 MPa (35 kgf / cm 2). Su richiesta del consumatore per tubi del gruppo B, si assume che lo sforzo ammissibile sia pari a 0,90 della resistenza allo snervamento standard.

Quando si esegue il test su presse di vari design con supporto assiale, il valore della pressione idraulica viene determinato in base a GOST 3845.

(Edizione riveduta, Rev. 3).

2.9. Il giunto saldato dei tubi del gruppo B deve superare la prova di piega statica. L'angolo di piega deve essere di almeno 100 °.

(Edizione modificata, emendamento n. 5).

3. REGOLE DI ACCETTAZIONE

3.1. I tubi sono accettati in lotti. Il lotto deve essere costituito da tubi delle stesse dimensioni, un grado di acciaio, un gruppo ed essere accompagnati da un documento di qualità in conformità con GOST 10692 con l'aggiunta: la composizione chimica dell'acciaio e il rispetto del certificato di qualità del produttore del pezzo.

(Edizione riveduta, Rev. 3).

3.2. Esaminare e scambiare ogni tubo.

L'ispezione dei giunti saldati dei tubi del gruppo B con metodi non distruttivi viene effettuata su richiesta del consumatore.

(Edizione modificata, emendamento n. 5).

3.3. La prova di pressione idraulica è sottoposta a ciascun tubo.

3.4. Per controllare le proprietà meccaniche, vengono prelevati due tubi dal lotto.

3.5. Per controllare la composizione chimica dell'impresa-consumatore selezionare tre tubi dal partito.

3.6. Le perdite nelle saldature dei tubi dei gruppi A, B e C sono monitorate ogni cinque tubi del lotto.

(Edizione riveduta, Rev. 3, 4).

3.7. Il test per la curvatura ad impatto del metallo di base e il giunto saldato di tubi del gruppo B viene eseguito su richiesta del consumatore su tubi con uno spessore di parete di 6 mm o più.

(Edizione riveduta, Rev. 3).

3.8. Se i risultati del test non sono soddisfacenti, almeno uno degli indicatori su di esso deve essere ripetuto su un doppio campione prelevato dallo stesso lotto.

I risultati del test sono definitivi e si applicano all'intero batch.

3.9. La prova del giunto saldato per la piegatura statica viene effettuata su richiesta del consumatore.

(Inserito in aggiunta, emendamento n. 3).

4. METODI DI PROVA

4.1. La composizione chimica dell'acciaio è controllata secondo GOST 22536.0 - GOST 22536.6. I campioni per determinare la composizione chimica dell'acciaio sono presi secondo GOST 7565.

(Edizione modificata, emendamento n. 5).

4.2. Diametro esterno (D n ), mm, i tubi vengono controllati misurando il perimetro e calcolati con la formula

dove P è il perimetro della sezione trasversale, mm;

D p - lo spessore del nastro, mm.

4.3. La prova idraulica dei tubi deve essere eseguita in conformità con GOST 3845 con un'esposizione sotto pressione di almeno 30 s.

4.4. Per condurre una prova di trazione del metallo di base e le saldature da ciascun tubo selezionato, tagliare un campione.

La prova di trazione del metallo di base di tubi con un diametro di 159-377 mm viene eseguita longitudinalmente rispetto all'asse del tubo, cinque campioni secondo GOST 10006, prelevati da una sezione del perimetro situata ad un angolo di 90 ° rispetto alla saldatura.

La prova di trazione del metallo di base di tubi con un diametro di 530 mm e oltre viene eseguita secondo GOST 10006 su campioni piatti a cinque pieghe tagliati perpendicolarmente all'asse del tubo. Campionamento - secondo GOST 7564.

Invece di prove di trazione, è consentito ispezionare il tubo con metodi non distruttivi, assicurando che le proprietà meccaniche siano conformi agli standard specificati in questo standard.

Quando vi sono disaccordi nella valutazione del livello delle proprietà meccaniche delle prove effettuate secondo GOST 10006.

Sulle tubature del gruppo B è consentito testare su campioni tagliati perpendicolarmente all'asse del laminato.

I test di trazione dei giunti saldati dei tubi devono essere eseguiti secondo GOST 6996 su provini trasversali di tipo XII con il rinforzo rimosso.

(Edizione riveduta, Rev. 3, 4).

4.5. Per testare la resistenza all'impatto di ogni tubo selezionato, tagliare 3 campioni.

Il test per la flessione da impatto del metallo di base viene eseguito secondo GOST 9454 su campioni tagliati perpendicolarmente all'asse del tubo. Le prove vengono eseguite su campioni di tipo 1 con uno spessore della parete superiore a 10 mm e campioni di tipo 3 con uno spessore della parete di 10 mm o inferiore.

Il test per la resistenza all'urto del metallo di base viene eseguito secondo GOST 9454.

La prova di resistenza all'impatto del giunto saldato viene eseguita su campioni secondo GOST 6996 dei tipi VI, VII, VIII con una tacca nel centro della giuntura. Campioni del giunto saldato tagliato perpendicolarmente alla giuntura.

Nella produzione di campioni per prove meccaniche è stato possibile modificare il pezzo con l'uso del carico statico.

È consentito non eseguire il test di impatto e controllare la resistenza all'urto dei tubi con metodi non distruttivi. Il controllo con metodi non distruttivi viene effettuato secondo la documentazione tecnica.

Quando ci sono disaccordi nella valutazione del livello di resistenza, i test vengono eseguiti secondo GOST 9454.

(Edizione modificata, modifiche n. 3, 5).

4.6. Le perdite nelle saldature vengono verificate su macromacchine o controlli radiotelevisivi secondo la documentazione normativa.

(Edizione riveduta, Rev. 3, 4).

4.7. Sulla misura del tubo:

perimetro - un metro a nastro secondo GOST 7502;

diametro - una staffa secondo GOST 18360, GOST 18365, GOST 2216 o una pinza secondo GOST 166;

ovalità - con una staffa secondo GOST 18360, GOST 18365, GOST 2216 o con un calibro secondo GOST 166, o con un metro a nastro secondo GOST 7502;

lunghezza - un metro a nastro conforme a GOST 7502 o strumenti di misura automatizzati secondo la documentazione normativa;

spessore della parete - micrometro secondo GOST 6507 o spessimetro secondo GOST 11358;

curvatura totale - secondo la documentazione normativa;

spostamento del bordo - dal dispositivo secondo la documentazione normativa o da un profondimetro secondo GOST 162;

taglio falciatura - il parametro è fornito dalla progettazione di attrezzature per la lavorazione delle estremità dei tubi;

anello terminale alle estremità dei tubi (opacizzazione) - righello secondo GOST 427;

angolo di smussatura - goniometro secondo GOST 5378;

la quantità di rinforzo delle saldature - il dispositivo secondo la documentazione normativa.

Il perimetro e l'ovalizzazione sono misurati alle estremità dei tubi.

(Edizione modificata, Modifiche n. 3, 4, 5, 6).

4.8. Il test per la sensibilità all'invecchiamento meccanico deve essere eseguito secondo GOST 7268 senza una deformazione preliminare del 10%.

4.9. La prova di un giunto saldato per la piegatura statica viene eseguita secondo GOST 6996 su provini del tipo XXVII, tagliato perpendicolarmente all'asse del tubo.

4.8, 4.9. (Introdotto inoltre, Modifiche. № 3).

5. MARCATURA, IMBALLAGGIO, TRASPORTO E STOCCAGGIO

5.1. Marcatura, confezionamento, trasporto e stoccaggio di tubi in acciaio elettrosaldati con una giunzione a spirale - secondo GOST 10692. Quando vengono marcati su ogni tubo, indicano inoltre:

numero di lotto - per tubi con diametro di 426 mm e oltre;

dimensione del tubo (diametro, spessore della parete e lunghezza).

È consentito quando si marcano i tubi al posto del grado d'acciaio per inserire il simbolo, che è indicato nel documento di qualità. È consentito applicare il marchio mediante stampaggio o pittura.

(Edizione modificata, emendamento n. 1).

5.2. (Eliminato, Rev. 3).

1. SVILUPPATO E INTRODOTTO dal Ministero della metallurgia ferrosa dell'URSS SVILUPPATORI

E. A. Blizshokov, V. P. Sokuprepko, N. I. Petrenko

2. APPROVATO E INTRODOTTO PER RISOLUZIONE del Comitato di Stato degli Standard del Consiglio dei Ministri dell'URSS dell'11.06.74 N. 1436

3. VZAMEN GOST 8696-62

4. DOCUMENTI TECNICI DEL REGOLATORE DI RIFERIMENTO