Zone di sicurezza

Selezione dei documenti più importanti su richiesta Zone di sicurezza (regolamenti, moduli, articoli, consigli di esperti e molto altro).

Regolamenti: zone di sicurezza

Articoli, commenti, risposte alle domande: zone di sicurezza

Il documento è disponibile: nella versione commerciale Consulente Plus

Il documento è disponibile: nella versione commerciale Consulente Plus

Forme di documenti: zone di sicurezza

Il documento è disponibile: nella versione commerciale Consulente Plus

Il documento è disponibile: nella versione commerciale Consulente Plus

Che cosa sono le linee elettriche di una zona di sicurezza?

Il campo elettromagnetico irradiato dalle linee elettriche (LEP) ha un impatto estremamente negativo sulla salute umana. Scienziati e medici hanno condotto ricerche, il cui scopo era quello di studiare l'influenza del campo elettromagnetico sugli organismi di persone che vivono vicino a linee elettriche e sottostazioni di trasformazione.

I risultati di questi studi si sono rivelati scioccanti: la maggior parte delle persone che vivevano vicino alle sorgenti del campo elettromagnetico aveva un'immunità ridotta, numerose interruzioni del metabolismo e del sistema cardiovascolare. Le persone che hanno partecipato a questo studio sono a rischio - sono inclini a malattie croniche del cuore, dei vasi sanguigni e del sistema nervoso umano.

Un saluto a tutti gli amici sul sito "Electric in the House". Un altro argomento che ho deciso di prendere in considerazione riguarda il settore energetico. Oggi considereremo il concetto di una zona di sicurezza delle linee di trasmissione di potenza, cosa è vietato in queste zone e quali sono le distanze consentite per loro stabilite secondo i documenti normativi.

Vi dirò anche come determinare la dimensione delle aree protette attorno alle linee elettriche e alle sottostazioni dei trasformatori e quali sono i requisiti per queste aree.

Distanze delle zone di sicurezza

A quel tempo, sono stati sviluppati standard sanitari per le linee di trasmissione di energia, il cui scopo è prevenire le minacce alla vita e alla salute umana associate agli effetti distruttivi delle radiazioni elettromagnetiche. Questi standard stabiliscono che le zone sanitarie speciali sono stabilite lungo le linee elettriche, la cui dimensione dipende dalla classe di tensione della linea elettrica. Maggiore è la classe di tensione di linea, maggiore è la zona sanitaria.

Studi hanno dimostrato che la distanza di sicurezza lungo le linee ad alta tensione è considerata il territorio in cui l'intensità del campo elettrico non supera il livello di 1 kV / m.

Definiamo cosa è incluso nel concetto di una zona di protezione della linea elettrica. Secondo GOST 12.1.051-90, questo concetto include il territorio sotto forma di un appezzamento di terra e di spazio aereo, che sono limitati da piani paralleli su entrambi i lati della linea dai fili più esterni (nella loro posizione non respinta).

Quindi la distanza dalle linee elettriche, che è sicura per la salute umana, è determinata dalla classe di tensione di linea. La zona di sicurezza della linea di trasmissione di energia 10 kV è di 10 metri. Per linee elettriche con una tensione di 35 kV, questa distanza è di 15 m, con una tensione di 110 kV - 20 m, con una tensione di 330 kV ÷ 500 kV - 30 m, con una tensione di 750 kV - 40 m, con una tensione di 1150 kV - 55 m.

Oltre alle linee ad alta tensione per bassa tensione, viene stabilita anche una distanza di sicurezza, quindi la zona di protezione della linea di trasmissione da 0,4 kV è di 2 metri.

Se la linea aerea passa attraverso i corpi idrici navigabili, allora in questo caso la distanza della zona di protezione è una sezione - 100 metri (per qualsiasi classe di tensione). Se i corpi idrici non sono navigabili, allora la distanza è la stessa della terra.

Inoltre, per i quadri e le sottostazioni di trasformazione, una zona a una distanza di 3 m dalle loro recinzioni o strutture è considerata sicura per gli esseri umani.

Per le linee di cavi, la zona di sicurezza è un pezzo di terra delimitato da piani verticali orizzontalmente a una distanza di 1 m su ciascun lato dei cavi più esterni.

Come si può determinare visivamente quale tensione passa la linea? Se non si conosce quale classe di tensione attraversa la linea, prestare attenzione al numero di fili nel fascio di una fase. Se due fili per fase sono fissati alla ghirlanda dell'isolante, ciò significa che questa linea di trasmissione di potenza è sottoposta a tensione di 330 kV, 3 fili per fase di 500 kV, 4 fili a 750 kV.

Questo è ciò che riguarda le linee ad alta tensione. Per le linee di una classe di tensione inferiore (inferiore a 330 kV), c'è un filo per fase, ma in questo caso, la classe di tensione può essere determinata dal numero di isolanti nella ghirlanda. Se isolanti da 3 a 5 pezzi - linea 35 kV, da 6 a 8 pezzi - linea 110 kV, da 12 a 15 pezzi - linea 220 kV.

Attività umane nella zona protetta

Che cosa significa il termine "linee elettriche di sicurezza"? Questo termine indica aree e territori speciali in cui l'attività umana dovrebbe essere ridotta al minimo. Creando tali zone, gli esperti di energia cercano di prevenire il probabile impatto negativo di potenti radiazioni elettromagnetiche sulla salute umana, per prevenire la minaccia alla sua vita.

Numerosi studi hanno dimostrato che l'esposizione prolungata al campo elettromagnetico, che viene creato dalle linee elettriche, porta a gravi disturbi nel funzionamento degli organi interni umani, aumenta la probabilità di malattie cardiache, vasi sanguigni e il sistema endocrino, colpisce distruttivamente il sistema immunitario e il metabolismo. Per questo motivo, all'interno dei confini della zona di protezione non è consentito costruire edifici o strutture. Se le linee elettriche corrono lungo il terreno, i proprietari hanno il diritto di utilizzare questa trama con alcune riserve, che dipendono dal tipo e dalla tensione di esercizio delle linee elettriche.

È severamente vietato al proprietario del terreno effettuare lavori di scavo sul suo territorio se è incluso nella zona di protezione degli elettrodotti. Allo stesso tempo, il proprietario del terreno che rientra nella zona protetta ha il diritto di usarlo per coltivazioni.

Ma deve capire che in caso di incidente in questa sezione di elettrodotti nel suo territorio, il team di riparazione eseguirà lavori di riparazione con macchinari pesanti e, come capisci, nessuno rimpiangerà le piante, il che potrebbe portare alla perdita di parte del raccolto in questo luogo.

Dovrebbe essere chiarito - le zone di sicurezza sono necessarie non solo per salvare vite e salute delle persone, ma anche per il normale funzionamento degli equipaggi di emergenza nell'eliminazione dei guasti e delle emergenze sulle linee elettriche. Quali sono i divieti in vigore all'interno della zona protetta?

Nella zona di sicurezza delle linee elettriche è vietato:

  • • impegnarsi in operazioni di sterro, bonifica o brillamento;
  • • piantare alberi e arbusti;
  • • organizzare discariche di rifiuti e rifiuti;
  • • creare cumuli di neve;
  • • trattare gli stand di colture con fertilizzanti e insetticidi, che includono componenti chimici che influiscono sulla distruzione prematura di pali o cavi e altri progetti di linee;
  • • irrigare le piantagioni agricole con acqua;
  • • bloccare strade e strade di accesso alle linee elettriche;
  • • trovare persone e animali (mucche, pecore, cavalli, ecc.) Per lungo tempo;
  • • rappresentare una minaccia per il normale funzionamento delle linee elettriche;
  • • impegnarsi nella costruzione, ristrutturazione o smontaggio di strutture, edifici e strutture senza un permesso di lavoro approvato da una società che serve linee elettriche in un'area o in una regione.

Quando si crea un pacchetto di documentazione per un appezzamento di terra adiacente a una linea elettrica o la necessità di lavorare su un sito, è necessario contattare sempre l'organizzazione responsabile della manutenzione delle linee elettriche nella regione.

Va notato che, insieme a linee aeree visivamente notevoli, si dovrebbe prestare particolare attenzione alle linee elettriche via cavo che sono sotterranee.

Di solito, il team di costruzione, non sapendo che un cavo è stato posato sotto terra, inizia a scavare buche o fosse. Pertanto, prima di qualsiasi lavoro di scavo, specificare il percorso per il passaggio delle linee via cavo (CL) presso le organizzazioni che forniscono energia.

Ciò è particolarmente vero per i siti nelle aree urbane, così come nelle sottostazioni dei trasformatori e nei dispositivi di distribuzione.

Regole di essere nella zona di sicurezza delle linee elettriche

La minaccia di esposizione a radiazioni elettromagnetiche distruttive lungo le linee di trasmissione dell'energia è inversamente proporzionale alla distanza di una persona dalle linee elettriche: più è lontano, minore è il danno alla sua salute. Per questo motivo, è meglio trascorrere il minor tempo possibile nella zona di sicurezza, riducendo al minimo la presenza vicino alle linee elettriche. Qualsiasi linea elettrica è un serio pericolo, anche se non sono ad alta tensione. Al fine di salvare la vita e la salute in caso di questa minaccia, è importante ricordare le seguenti precauzioni.

In nessun caso non avvicinarsi al cavo nudo, che giace a terra, poiché potrebbe essere sotto tensione. In tal caso, se ti avvicini al cavo a una distanza inferiore a 8 m, puoi ottenere una scarica elettrica a causa della "tensione di gradino".

Pertanto, se trovi un cavo steso a terra vicino a te, non tentare il destino: è meglio lasciare un posto pericoloso. Per fare questo, si consiglia di utilizzare il "passo d'oca", in cui le gambe non si staccano l'una dall'altra.

Inoltre, si deve ricordare che è imperativo osservare una distanza di sicurezza da quelle parti di linee elettriche, trasformatori e apparecchiature che sono sotto alta tensione. Se un cavo nudo eccessivamente cedevole è visibile nelle vicinanze, in nessun caso si dovrebbe avvicinarlo, altrimenti la probabilità di un arco elettrico aumenterà seriamente. Su quali sono i tipi di danni causati dalla corrente elettrica, ho scritto un articolo a parte.

Se la linea elettrica presenta segni evidenti di danni, è meglio ignorarla. Linee di trasmissione aeree pericolose in cui uno o più fili sono rotti. Tale danno può essere accompagnato da scoppiettio periodico con scintille che si verificano di volta in volta (nella stagione calda possono esserci fumo o fuoco).

Operazione della gru nella zona di sicurezza delle linee elettriche

L'uso di autogru per vari scopi vicino alla linea elettrica rappresenta un grave pericolo per tutte le persone vicine. La distanza consentita dal filo della linea di alimentazione più vicina al punto estremo del braccio della gru o il carico ad esso collegato deve essere di almeno 30 m.

Se è necessario utilizzare le gru a bandiera più vicine di 30 m al filo elettrico più vicino con una tensione superiore a 42 V, l'operatore della gru deve ricevere un permesso di lavoro speciale dall'organizzazione che serve questa linea. Questo documento, pubblicato solo prima dell'inizio dei lavori, regola un ambiente sicuro per lavorare in un'area pericolosa vicino a una linea elettrica.

Oltre a questi 30 m, esistono standard per la distanza consentita dai meccanismi delle macchine di sollevamento in qualsiasi posizione (lavoro e trasporto) alle parti in tensione. Quindi per le linee elettriche con tensione fino a 1 kV, la distanza consentita sarà 1 m; con una tensione di 1 ÷ 35 kV - 1 m; con una tensione di 110 kV - 1,5 m; con una tensione di 150 kV - 2 m; con una tensione di 220 kV - 2,5 m; con una tensione di 330 kV - 3,5 m; con tensione da 500 a 4,5 m; con una tensione di 750 - 6 m.

Se il requisito di essere a distanza di sicurezza dalle linee elettriche e dalle apparecchiature è impossibile per vari motivi, allora tale lavoro deve essere eseguito OBBLIGATORIO dopo aver scollegato e scaricato la tensione dalla linea. Questi lavori vengono eseguiti anche a fianco dell'ammissione.

AREE DI SICUREZZA

Trovato 5 definizioni del termine ZONE DI SICUREZZA

AREE DI SICUREZZA

appezzamenti di terreno necessari per garantire la sicurezza, la durata e la stabilità di strutture, dispositivi e altri oggetti del trasporto ferroviario e così via. terra con terreno in movimento adiacente alla terra di trasporto ferroviario.

Zone di sicurezza

appezzamenti di terreno necessari per garantire la sicurezza, la resistenza e la sostenibilità di strutture, dispositivi e altri oggetti del trasporto ferroviario, nonché terreni con terreno mobile adiacente alla terra del trasporto ferroviario.

Legge federale del 25 agosto 1995, n. 153-ФЗ, articolo 2

AREE DI SICUREZZA

per definizione, la legge federale "relativa al trasporto ferroviario federale" del 20 luglio 1995 "la terra necessaria per garantire la sicurezza, la forza e la stabilità delle strutture, attrezzature e altri servizi di trasporto ferroviario, così come terreno con un terreno cellulare adiacente alle terre di trasporto ferroviario."

Zone di sicurezza

appezzamenti di terreno con condizioni speciali di utilizzo, il cui regime giuridico è determinato dalle restrizioni dei diritti stabiliti in base alla posizione della trama. Ad esempio, zone di protezione delle acque, zone di sicurezza di condotte, linee di comunicazione e linee di trasmissione dell'energia. La modalità di utilizzo di queste terre è determinata da speciali atti normativi.

Zone di sicurezza

1) (ai sensi della legge federale "sulle aree naturali specialmente protette") terra e di acqua le aree adiacenti alle aree protette con un regime regolamentato delle attività economiche per la tutela delle aree protette dalle impatti umani negativi; 2) (ai sensi della Legge federale "Sulla Idrometeorologico Servizio") zona, che si trova intorno a punti di osservazione fissi al fine di ottenere informazioni affidabili sullo stato dell'ambiente e del suo inquinamento; procedura per stabilire O.z. determinato dal governo della Federazione russa; 3) (per il codice urbanistico della finalità) tipo Federazione Russa di zone con particolari condizioni di utilizzo del territorio; 4) (ai sensi della legge federale "in materia di trasporto ferroviario nella Federazione Russa") il terreno necessario per garantire la sicurezza, la forza e la stabilità del trasporto ferroviario, terreno con un terreno cellulare adiacente alla terreni destinati agli impianti di trasporto ferroviario e per garantire protezione della linea ferroviaria da derive di neve e sabbia e altri impatti negativi; 5) (ai sensi della legge federale "su oggetti del patrimonio culturale (monumenti di storia e cultura) dei popoli della Federazione Russa") zone all'interno delle quali per garantire la conservazione di un patrimonio culturale nel suo paesaggio storico circondato da un regime speciale di uso del suolo, limitando l'attività economica e che vieta la costruzione, tranne che per l'adozione di misure speciali volte alla conservazione e rigenerazione della pianificazione storica e urbana e l'oggetto ambiente kulturnog patrimonio; 6) (ai sensi della Legge federale "Sulla Gas Supply nella Federazione Russa") zona con condizioni speciali di utilizzo, che è stabilito secondo le modalità previste dal governo RF, lungo il percorso di oleodotti e intorno ad altri oggetti del sistema di alimentazione del gas al fine di garantire il normale funzionamento di tali strutture ed eccezioni la possibilità del loro danno.

Circuiti trovati per Security Zones - 0

Trovato articoli scientifici su ZONE DI SICUREZZA - 0

Trovati libri sul tema delle ZONE DI SICUREZZA - 0

Presentazioni trovate su Security Zones - 0

Estratti trovati su Security Zones - 0

Conoscere il costo della scrittura

Stai cercando un tema, una tesina, una tesi, un test, una relazione pratica o un disegno?
Scopri il costo!

Zona di sicurezza

3.10. Zona di sicurezza: l'area lungo l'MPNP e attorno agli oggetti tecnologici MPNP necessari per garantire il loro funzionamento sicuro.

3.20 zona di sicurezza: fascia controllata del terreno o spazio acquatico lungo il percorso del gasdotto, stabilito per il periodo del suo funzionamento al fine di prevenire possibili effetti negativi sul gasdotto.

Zona di sicurezza - una striscia controllata di terreno o spazio acquatico lungo il percorso del gasdotto, stabilito per il periodo di funzionamento, al fine di prevenire possibili effetti negativi sulla condotta;

3.9 zona di sicurezza: territorio o zona acquatica con condizioni speciali di utilizzo, installato lungo la condotta principale per garantire la sua sicurezza.

3.1.3 zona di protezione: Territorio con una modalità speciale di utilizzo del suolo, adiacente alle condutture, stabilita per garantire condizioni operative normali ed eliminare la possibilità di danni alle condutture.

2.22.5 zona di sicurezza: la zona in cui viene stabilita la modalità speciale di protezione degli oggetti posizionati

2. Una zona di protezione è un territorio entro il quale, al fine di garantire la conservazione di un bene culturale nel suo ambiente storico paesaggistico, si stabilisce un regime speciale di uso del suolo che limita le attività economiche e proibisce la costruzione, salvo l'uso di misure speciali volte a preservare e rigenerare la pianificazione storica o urbanistica o ambiente naturale del sito del patrimonio culturale.

Vedi anche i termini correlati:

3.11.27 zona di protezione delle linee aeree (OHL) delle linee di comunicazione e di trasmissione aerea: Zona lungo OHTL sotto forma di appezzamento di terreno e spazio aereo, delimitata da piani verticali distanziati su entrambi i lati della linea dai fili più esterni con la loro posizione scollegata o zona lungo le giunzioni OHT attraverso serbatoi (fiumi, canali, laghi, ecc.) sotto forma di spazio aereo sopra l'acqua, la superficie dei serbatoi, delimitata da piani verticali, distanziati su entrambi i lati della linea dai fili più esterni quando non sono scollegati a distanza I, stabilito nelle regole interindustriali sulla protezione del lavoro (norme di sicurezza) nel funzionamento degli impianti elettrici.

[title = "Regole intersettoriali sulla protezione del lavoro (norme di sicurezza) nel funzionamento degli impianti elettrici", RD 153-34.0-03.150-00] [4]

La zona di sicurezza di un gasdotto è un territorio con speciali condizioni d'uso, installato lungo i percorsi dei gasdotti e attorno ad altri oggetti della rete di distribuzione del gas al fine di garantire condizioni normali per il suo funzionamento ed escludere la possibilità del suo danno.

La zona di sicurezza del gasdotto 1 è un'area con speciali condizioni d'uso, installata lungo i percorsi dei gasdotti e attorno ad altri oggetti della rete di distribuzione del gas al fine di garantire condizioni normali per il suo funzionamento ed escludere la possibilità del suo danno.

zona di sicurezza della rete di distribuzione del gas - il territorio con condizioni speciali d'uso, installato lungo i percorsi dei gasdotti e attorno ad altre reti di distribuzione del gas al fine di garantire condizioni normali per il loro funzionamento ed escludere la possibilità del loro danno;

1.4. La zona di sicurezza del collezionista di città per le comunicazioni sotterranee è: 5 m da ciascun lato dal bordo del raccoglitore. La zona di protezione dell'intestazione dell'albero di ventilazione del collettore ha un raggio dal suo centro - 15 m.

9. Zona di riserva della riserva

L'area intorno alla riserva protetta, che ha parzialmente limitato l'attività economica

3.11.28 zona di sicurezza delle linee di cavi (CL) delle linee di trasmissione e di comunicazione via cavo (CLS): un pezzo di terra lungo la CLs sotterranea o una porzione dello spazio acquatico dalla superficie dell'acqua verso il fondo lungo i CL e CLS sottomarini, delimitati da piani verticali distanziati su entrambi i lati dell'estremo cavi a distanza stabiliti nelle norme intersettoriali sulla protezione del lavoro (norme di sicurezza) nel funzionamento degli impianti elettrici.

[title = "Regole intersettoriali sulla protezione del lavoro (norme di sicurezza) nel funzionamento degli impianti elettrici", RD 153-34.0-03.150-00] [4]

3.15 zona di protezione del gasdotto principale: area del territorio o dell'acqua con condizioni d'uso speciali, installate lungo la condotta principale per garantirne la sicurezza.

zona di protezione del gasdotto principale: territorio o area idrica con condizioni speciali di utilizzo, installate lungo la condotta principale per garantirne la sicurezza.

[title = "Joint venture 36.13330.2012 Gasdotti per condotte", paragrafo 3.19]

3.32 zona di protezione degli impianti del gasdotto: area territoriale o acquatica ad uso limitato, installata lungo la parte lineare del gasdotto e intorno ad altri gasdotti per garantire le condizioni operative regolamentate di tali impianti ed escludere la possibilità che il loro danno sia influenzato dall'esterno.

La zona di protezione del corridoio sottomarino (corridoio) è una sezione della superficie dell'acqua e della superficie della terra, la cui lunghezza corrisponde alla lunghezza della traversata sottomarina e la larghezza è limitata da due piani paralleli disegnati a una distanza di 100 m su ciascun lato degli assi dei gasdotti estremi all'incrocio (corridoio).

La zona di sicurezza delle sezioni costiere del gasdotto sono le sezioni del gasdotto principale dalle stazioni costiere del compressore al bordo dell'acqua e più avanti lungo il fondo marino ad una distanza di almeno 500 m.

Termini di riferimento del vocabolario di documentazione normativa e tecnica. academic.ru. 2015.

Scopri cosa la "Zona di sicurezza" è in altri dizionari:

zona di sicurezza - la zona in cui è impostata una modalità di sicurezza speciale per gli oggetti da posizionare. [RD 25.03.001 2002] Argomenti del sistema di sicurezza e protezione degli oggetti EN area protetta... Guida del traduttore tecnico

AREA DI PROTEZIONE - ha lo scopo di proteggere un'area popolata (parte di essa) o un edificio separato, struttura da una dignità. rischi che possono influire negativamente sulla salute di coloro che vivono in essi o che possono peggiorare la loro dignità. Stato. O. h. tenuto a proteggere: 1) aree popolate... Grande Enciclopedia Medica

zona di protezione delle linee aeree aeree e delle linee aeree di comunicazione - 1. Zona lungo la linea di trasmissione aerea sotto forma di appezzamento di terra e spazio aereo, delimitata da piani verticali su entrambi i lati della linea dai fili più esterni quando non deviati, a distanza m: per linee aeree fino a 1 kV e VLS 2...... Riferimento del traduttore tecnico

La zona di sicurezza della linea aerea o rete di contatto ad alta tensione è l'area lungo la linea aerea o rete di contatto ad alta tensione sotto forma di un appezzamento di terra e spazio aereo, delimitata su entrambi i lati da piani verticali separati dai fili esterni (quando non deflettiti) ad una distanza di: 2 m...... Terminologia ufficiale

Area protetta della riserva - Il territorio adiacente alla riserva, all'interno del quale sono vietate le azioni che violano il suo caratteristico regime naturale, come abbattere gli alberi. Syn.: Reserve buffer zone... Dizionario di geografia

La zona di sicurezza del complesso del Cremlino di Mosca è il territorio immediatamente adiacente al monumento, progettato per garantire la sua conservazione, manutenzione e restauro del prezioso ambiente di pianificazione urbana, nonché la percezione visiva integrale dell'oggetto di protezione. Per zona di sicurezza...... Terminologia ufficiale

La zona di sicurezza di un gasdotto è un territorio con speciali condizioni d'uso, installato lungo i percorsi dei gasdotti e attorno ad altri oggetti della rete di distribuzione del gas al fine di garantire condizioni normali per il suo funzionamento ed escludere la possibilità del suo danno. Fonte... Terminologia ufficiale

La zona di sicurezza metropolitana è una parte dell'area urbana situata al di sopra (sotto) degli edifici metropolitani esistenti che vengono costruiti e progettati dalle linee della metropolitana, nonché in prossimità di essi nei parametri stabiliti. Le zone di sicurezza sono stabilite...... Terminologia ufficiale

La zona di sicurezza degli impianti del sistema di approvvigionamento del gas è un territorio con condizioni speciali di utilizzo, stabilito nell'ordine stabilito dal governo della Federazione russa lungo il percorso del gasdotto e attorno ad altri oggetti di questo sistema di approvvigionamento di gas al fine di garantire il normale...... Terminologia ufficiale

La zona protetta di un'area naturale protetta è un appezzamento di terra e acqua adiacente ad un'area naturale protetta, progettata per proteggerlo dall'inquinamento e da altri effetti negativi. Fonte: LEGGE DELLA REGIONE DI MOSCA del 23 luglio 2003 n. 96/2003 OZ. SOPRATTUTTO...... Terminologia ufficiale

Che cosa sono le linee elettriche di una zona di sicurezza?

Praticamente tutti i proprietari di appezzamenti di terra attraverso i quali passano i cavi delle linee aeree ad alta tensione si interrogano sui limiti associati a questo. Abbiamo preparato un kit informativo che dà un'idea di cosa costituisce una zona di protezione delle linee elettriche e dei suoi scopi principali. Inoltre, saranno forniti estratti di documenti normativi, che indicano l'onere per gli utenti o i proprietari di siti situati sulla rotta delle autostrade elettriche aeree e sotterranee.

Che cosa si chiama una linea elettrica aerea linee di sicurezza?

In sostanza, si tratta di un corridoio spaziale condizionato all'interno del quale si trova la linea aerea (linea aerea). L'altezza del corridoio è pari alla lunghezza del supporto della linea di trasmissione di potenza e la larghezza della zona di protezione è determinata dalla distanza tra due sporgenze verticali da fili esterni (h in Fig. 1).

Rappresentazione visiva della zona di sicurezza

È caratteristico che la larghezza della zona di trasmissione di potenza, quando passa sopra la superficie dell'acqua, è più grande di quella terrestre. I dettagli sulla dimensione delle zone di protezione saranno descritti nella sezione sui loro confini.

Zone di protezione sanitaria simili sono previste per altri impianti di rete elettrica, ad esempio sottostazioni elettriche e KLE interrate (linee elettriche per cavi).

Zona di sicurezza KLE

Legenda:

  • H - Profondità della linea elettrica sotterranea.
  • L - Distanza da elettromarcale al bordo della zona di esclusione.

Scopo delle zone di sicurezza delle linee elettriche

Il compito principale di introdurre tali restrizioni è di prevenire i fattori diretti e indiretti dell'impatto negativo della corrente elettrica sul corpo umano. Le prime sono lesioni causate dalla corrente elettrica a diretto contatto con il filo della linea aerea o dalla tensione di gradino. Quando un filo è rotto, la probabilità di tali conseguenze è piuttosto grande, quindi viene stabilita una zona di esclusione di una certa dimensione per le autostrade elettriche.

Per fattori indiretti si intendono gli effetti dannosi di un campo elettrico ad alta tensione. Nel secolo scorso è stato stabilito il coinvolgimento delle radiazioni elettromagnetiche nello sviluppo di varie patologie nel corpo umano. Coloro che vivono nella zona di esclusione della linea elettrica sono più a rischio di sviluppare disfunzioni del SNC, patologie cardiovascolari, disturbi della regolazione neuro-ormonale, ecc.

Man mano che la distanza dalle autostrade elettriche diminuisce, l'intensità dei campi elettrici nella zona di protezione diminuisce, rispettivamente, e il loro impatto negativo diminuisce.

Diagramma di propagazione elettromagnetica vicino a un polo della linea di trasmissione di potenza con una tensione di 330-500 kV

Classificazione delle aree protette con linee elettriche

La seguente classificazione dei corridoi di sicurezza è stata adottata per il settore delle reti elettriche:

  • L'alienazione del territorio lungo il VL, deposto sulla terra. Il principio di delineazione è stato discusso sopra (vedi Fig. 1).
  • Territori lungo la KLE sotterranea (vedi Fig. 2).
  • L'alienazione dello spazio vicino al sottomarino KLE. Il corridoio è limitato da piani verticali, convenzionalmente situati ad una distanza di 100,0 m su entrambi i lati del cavo, la superficie dell'acqua è considerata il limite superiore.
  • Corridoi di sicurezza nella soppressione delle linee di trasmissione dello spazio acquatico. In questo caso, la larghezza del corridoio dipende dal fatto che la superficie dell'acqua sia navigabile, in tal caso la distanza dal cavo esterno al confine è 100,0 m, altrimenti la larghezza viene calcolata come per la terra.
  • Il raggio della zona di protezione delle sottostazioni di trasformazione. Il raggio di protezione è impostato sulla base dell'appartenenza a una determinata classe di tensione, il soffitto è considerato il punto più alto della struttura di rete.

Norme sanitarie e regole di attività e ricerca di una persona nell'area delle linee elettriche

Secondo le regole di SNiP, è stata stabilita una certa relazione tra la classe di tensione delle linee elettriche e la dimensione della zona di protezione attorno alle linee di trasmissione dell'energia. Inoltre, le norme sanitarie indicano chiaramente quale distanza è considerata accettabile tra le linee elettriche e gli edifici residenziali o altri oggetti domestici.

Le distanze di sicurezza sono stabilite in base alle linee di trasmissione di potenza, in conformità con gli standard sanitari, il livello di tensione consentito non deve superare 1,0 kV / m. Di seguito è riportata una tabella con le normative vigenti. La dipendenza della zona di esclusione dalla potenza VL è mostrata nella figura.

Distanza di sicurezza dalle linee elettriche, a seconda della classe di tensione

Oltre agli standard sanitari, è necessario tenere conto dei requisiti dell'EMP, è opportuno considerarli in dettaglio.

Requisiti EI

Nella settima edizione (pagina 2 cap. 2.5) sono indicate le seguenti norme:

  • Se una linea aerea da 0,4 kV - 1 kV si trova parallelamente a un gasdotto, la distanza tra di essi deve essere maggiore dell'altezza del supporto elettrico. Nei casi in cui le linee si intersecano, una copertura protettiva non schermata (schermo) viene installata sopra il gasdotto, proteggendo la condotta in caso di interruzione della linea elettrica. La larghezza dello schermo dovrebbe essere la proiezione della strada principale esterna LEP a una distanza a seconda della classe di tensione:
  • Per VL 20,0 kV - 3,0 metri.
  • VL 35,0 kV - 110,0 kV - 4,0 m.
  • 150,0 kV - 4,50 m.
  • 220,0 kV - 5,0 m.
  • 330,0 kV - 6,0 m.
  • 500 kV - 6,50 m.
  • Poiché le linee di trasmissione sono autorizzate a passare sopra determinati tipi di edifici non residenziali (officine, magazzini, ecc.), La distanza tra loro e le linee aeree esterne è considerata sicura nei seguenti casi:
  • 20,0 kV - non meno di 2 metri.
  • 35,0-110,0 kV - da 4 m.
  • 150,0 kV> 5,0 m.
  • 220,0 kV e più - 6,0 m.

Allo stesso tempo, ci sono delle restrizioni secondo le quali la costruzione di scuole, asili, campi sportivi e altri oggetti con una massiccia presenza di persone è proibita nelle zone di esclusione.

  • Le linee elettriche sono proibite per condurre su oggetti residenziali, l'unica eccezione: la linea di input.
  • Una distanza di almeno X + 5 m tra le linee elettriche e la strada parallela è accettabile, dove X è l'altezza del supporto elettrico. Nei casi in cui le linee attraversano l'autostrada appartenente alla 1a categoria, è richiesta l'installazione di supporti di ancoraggio.
  • Se le linee elettriche passano vicino a oggetti tecnologici in cui sono immagazzinate o usate sostanze esplosive o infiammabili (ad esempio stazioni di servizio), la distanza ammissibile è determinata dall'altezza di un anno e mezzo del supporto elettrico.
  • L'altezza delle linee elettriche dal suolo è determinata dall'intensità di quest'ultimo e dal tipo di terreno, le distanze consentite sono indicate di seguito.
Distanze consentite dai cavi a terra

Si noti che negli insediamenti, la distanza consentita dai cavi a terra viene aumentata. Informazioni dettagliate su questo possono essere trovate nell'EIR dell'ultima edizione.

Quali attività sono proibite?

Nella zona di esclusione è inaccettabile condurre azioni che potrebbero interrompere il funzionamento sicuro dell'economia di rete e causare la creazione di situazioni di emergenza di vario grado di complessità. Queste azioni includono:

  • Lancio sulla linea aerea di oggetti estranei, così come la loro collocazione su pali e supporti di reti elettriche.
  • Per erigere edifici che bloccano l'accesso a sottostazioni, piloni o altre strutture della rete elettrica, o per bloccare i vari percorsi del corridoio e dell'ingresso.
  • Avvia aquiloni volanti, droni o altri velivoli.
  • Entrare nell'area chiusa e negli edifici della rete di alimentazione (cabine di trasformazione o di distribuzione, ecc.).
  • Per incendiare nelle zone di sicurezza delle linee aeree, KLE sotterraneo o altri impianti elettrici. CZ a terra a causa dell'incendio divorziato sotto le linee elettriche.
  • Organizzare discariche o discariche nelle zone di esclusione, drenare carburante o sostanze caustiche, scaricare le merci ad alto tonnellaggio.
  • Utilizzare una rete da traino o scaricare un'ancora accanto a un ELC.
  • Il passaggio del trasporto dell'acqua con sovrastruttura del ponte o altro meccanismo sopra la dimensione consentita, ecc.
È vietato organizzare una discarica nella zona di sicurezza delle linee elettriche

Ottenere il permesso di lavorare

Ecco un elenco di opere per le quali è necessario ottenere un'autorizzazione scritta per l'ammissibilità della loro esibizione nel corridoio di sicurezza:

  • Effettuare eventuali lavori di costruzione.
  • Cambiamenti paesaggistici, inondazioni, bonifiche o altre trasformazioni del terreno.
  • Abbattere foreste, abbattere arbusti o singoli alberi, tra cui frutta, così come la loro semina.
  • Lavori di scavo a una profondità superiore a 30 cm o 45 cm sul suolo arato (vicino al KLE sotterraneo).
  • L'approfondimento del fondo di bacini artificiali e la pesca, compresa quella industriale (nella zona protetta del KLE sott'acqua).
  • Il passaggio del trasporto di acqua, se tra i fili delle linee elettriche e la nave (nel punto più alto) la distanza è inferiore alla velocità consentita. In questo caso, è necessario prendere in considerazione il carico della nave, così come il livello dell'acqua corrente.
  • Trasporto di veicoli e veicoli speciali o trasporto di merci sovradimensionate sotto linee aeree, se la distanza dalla strada al punto più alto del veicolo è al di fuori dei limiti stabiliti (di regola, è 4,50 m).
Con un'altezza di trasporto superiore a 4,5 m, è necessario concordare il viaggio sotto le linee elettriche

La procedura per stabilire i confini e le dimensioni dell'area protetta delle linee elettriche

I documenti normativi indicano che le zone di sicurezza dovrebbero essere installate su tutti gli impianti della rete elettrica in conformità con le attuali norme di sicurezza.

L'armonizzazione dei confini dei corridoi di sicurezza è fatta dalla compagnia elettrica che possiede le infrastrutture della rete elettrica. Il controllo su questa procedura è affidato alle autorità energetiche locali. Le domande depositate per l'installazione di zone di esclusione sono prese in considerazione per non più di 15 giorni lavorativi, dopo di che viene redatto un atto corrispondente.

Al termine della procedura sopra descritta, viene presentata una domanda alla struttura federale responsabile della manutenzione dell'inventario. Dopo aver esaminato la domanda, le informazioni su tali corridoi di sicurezza sono inserite nel catasto, dopodiché lo stabilimento è considerato valido.

Restrizioni.

Le sezioni attraverso le quali passano le linee elettriche non sono soggette a sequestro, ma un certo numero di oneri sono imposti al loro utilizzo per garantire il funzionamento sicuro dei sistemi di alimentazione. Tali restrizioni all'uso comprendono la costruzione di strutture, la produzione di determinate opere e altre azioni previste dal Regolamento.

I proprietari o proprietari di tali lotti hanno il diritto di venderli o noleggiarli.

La presenza di ingombri deve essere inclusa nei documenti che confermano il diritto di proprietà. Come tale, può essere un passaporto catastale o altro documento che conferma il diritto di proprietà.

Il limite principale in questo caso è il divieto di costruire alloggi. Dopo aver ricevuto l'autorizzazione appropriata, è possibile creare oggetti aziendali sotto le linee di trasmissione dell'energia. La violazione dei requisiti di gravame comporta la responsabilità amministrativa sotto forma di irrogazione di ammende, negli importi stabiliti dalla legge. Per gli individui, tale importo corrisponde a 5-10 salari minimi. Le persone giuridiche dovranno pagare una multa di 100-200 salari minimi.

Il concetto di zona di sicurezza

La regolamentazione legislativa e regolamentare dell'approvvigionamento di gas nella Federazione Russa si basa su:

- Codice Civile della Federazione Russa;

- Legge federale "Sul sottosuolo";

- Legge federale "sui monopoli naturali";

- Legge federale "Sulla piattaforma continentale della Federazione russa"

La Costituzione della Federazione Russa è un documento fondamentale della legislazione russa, si basa su di essa e non dovrebbe contraddire alcuna legislazione legislativa e subordinata. Secondo la Costituzione della Federazione Russa, la terra e le altre risorse naturali sono utilizzate e protette nella Federazione Russa come base della vita e delle attività dei popoli che vivono nel territorio pertinente. La terra e altre risorse naturali possono essere in proprietà privata, statale, municipale e di altro tipo. Secondo la Costituzione della Federazione Russa, nella giurisdizione congiunta della Federazione Russa e dei soggetti della Federazione Russa sono, in particolare, le questioni di possesso, uso e disposizione di terra, sottosuolo, acqua e altre risorse naturali. 2

Legge RF "On Mineral Ricchezza" contiene quadro giuridico ed economico per la gestione integrata e la protezione delle risorse naturali, protegge gli interessi dello Stato e dei cittadini della Russia, così come i diritti degli utenti del sottosuolo. Inoltre, regola i rapporti derivanti in connessione con lo studio geologico, l'uso e la protezione delle risorse minerarie in Russia, la sua piattaforma continentale, così come in connessione con l'uso dei rifiuti delle industrie estrattive e di lavorazione relativo, torba, sapropel e altre risorse minerarie specifiche, tra cui sotterraneo acque, salamoie e saline di laghi salati e golfi dei mari.

Nedra fanno parte della crosta disposto al di sotto dello strato di terreno, e in sua assenza - sotto la superficie della terra e il fondo dei serbatoi e canali che si estendono fino alla profondità disponibile per l'esplorazione e lo sviluppo.

Legge RF "On Mineral ricchezza" determina che a tempo indeterminato può essere concessa sottosuolo per la costruzione e l'esercizio di impianti sotterranei non legati al settore minerario, la costruzione e l'esercizio di impianti sotterranei, associato con lo smaltimento dei rifiuti, costruzione e gestione di riserve di petrolio e gas, così come per la formazione di oggetti geologici appositamente protetti e altri scopi.

Legge federale "Sulla monopoli naturali" definisce la base giuridica della politica federale rispetto a monopoli naturali in Russia e si propone di raggiungere un equilibrio di interessi dei consumatori e soggetti di monopoli naturali, fornendo disponibilità di beni venduti ai consumatori e l'efficace funzionamento dei monopoli naturali. La presente legge federale si applica ai rapporti derivanti nei mercati delle materie prime della Federazione Russa e che coinvolgono i monopoli naturali, i consumatori, organi esecutivi federali, organi esecutivi dei soggetti della Federazione Russa e dei governi locali. A condizione che il suddetto regolamento legge federale dei monopoli naturali non può essere utilizzato in aree non legate alla monopoli naturali, tranne nei casi stabiliti dalle leggi federali.

La legge federale "sui monopoli naturali" regola le attività dei monopoli naturali, in particolare, nel settore del trasporto del gas attraverso i gasdotti.

Legge federale "sulla piattaforma continentale della Federazione Russa" determina lo stato della piattaforma continentale della Federazione Russa, i diritti sovrani e la giurisdizione della Federazione russa sulla sua piattaforma continentale e la loro attuazione in conformità con la Costituzione, generalmente riconosciuti i principi e le norme del diritto internazionale e dei trattati internazionali della Federazione Russa. Le questioni relative alla piattaforma continentale della Federazione Russa e l'attività di essa, non previsto dalla presente legge federale, sono regolati da altre leggi federali applicabili alla piattaforma continentale della Federazione Russa.

Al fine di garantire un approccio comune alle questioni relative alla fornitura di gas nella Federazione Russa, da parte delle autorità della Federazione russa, il governo delle autorità della Federazione Russa, i governi locali e le organizzazioni impegnate nella fornitura di gas nella Federazione Russa, seguendo i principi di ordine pubblico istituito nel area specificata:

- sostegno statale allo sviluppo dell'approvvigionamento di gas al fine di migliorare le condizioni socio-economiche della popolazione, assicurare il progresso tecnico e creare le condizioni per lo sviluppo dell'economia della Federazione russa, tenendo conto della sicurezza industriale e ambientale

- regolamentazione governativa dell'uso razionale delle riserve di gas, in particolare delle riserve di gas di importanza strategica;

- aumentare il livello di gassificazione del settore degli alloggi e dei servizi pubblici, delle organizzazioni industriali e di altre organizzazioni situate nei territori delle entità costitutive della Federazione russa, sulla base della formazione e dell'attuazione dei pertinenti programmi federali, interregionali e regionali di gassificazione;

- determinazione dei fondamenti della politica dei prezzi del gas;

- creare le condizioni per l'ampio uso del gas come carburante e materia prima per l'industria chimica della Federazione Russa;

- fornire una base affidabile di materie prime per la produzione di gas;

- garantire la sicurezza energetica della Federazione Russa.

Il sistema federale di approvvigionamento di gas è una combinazione dei sistemi di approvvigionamento del gas operanti nella Federazione russa: il sistema di approvvigionamento del gas unificato, i sistemi regionali di approvvigionamento del gas, i sistemi di distribuzione del gas e le organizzazioni indipendenti. Il sistema federale di approvvigionamento di gas è uno dei sistemi energetici federali della Federazione Russa.

1.2 Zone di sicurezza della rete di distribuzione del gas

La zona di sicurezza della rete di distribuzione del gas è un territorio con condizioni speciali di utilizzo, stabilito lungo le rotte dei gasdotti e attorno ad altri oggetti della rete di distribuzione del gas al fine di garantire condizioni normali per il suo funzionamento ed escludere la possibilità del suo danno.

Le attività economiche e l'uso di terreni in cui sono situati territori o gasdotti si svolgono in condizioni speciali. Ciò è dovuto al fatto che, in conformità con la legislazione della Federazione russa, le reti di distribuzione del gas sono classificate come strutture di produzione pericolose. Ciò è dovuto alle proprietà esplosive e infiammabili del gas trasportato attraverso di loro. 3

Rete di distribuzione del gas - complesso tecnologico di sistema di distribuzione del gas costituito da gasdotti esterni di insediamenti (urbani, rurali e altri insediamenti), compresi quelli inter-stabilimento, dal dispositivo di disconnessione dell'uscita della stazione di distribuzione del gas (GDS), o altra fonte di gas, al gasdotto di ingresso all'oggetto di consumo del gas. La rete di distribuzione del gas comprende impianti su gasdotti, mezzi di protezione elettrochimica, punti di controllo del gas (GRP, GRPB), punti di controllo dell'armadio (ShRP), un sistema per il controllo automatizzato del processo di distribuzione del gas (ASU TP RG).

Il punto di controllo del gas (PIU), installazione (GRU) è un dispositivo tecnologico progettato per ridurre la pressione del gas e mantenerlo a determinati livelli nelle reti di distribuzione del gas.

Dispositivo di controllo del gas dell'armadio (ShRP) - dispositivo tecnologico nella versione dell'armadio, progettato per ridurre la pressione del gas e mantenerlo a determinati livelli nelle reti di distribuzione del gas. 4

La rete di distribuzione include:

1) gasdotti di distribuzione esterni, sotterranei, di superficie e fuori terra, gasdotti inter-stabilimento, gasdotti-boccole con valvole di intercettazione installate su di essi;

2) gasdotti fuori sede di imprese industriali;

3) attraversamenti di gasdotti attraverso ostacoli naturali e artificiali, compresi fiumi, ferrovie e autostrade;

4) punti di controllo del gas distinti situati sul territorio e al di fuori del territorio di insediamenti, industrie e altre imprese, nonché punti di controllo del gas situati in edifici, armadi o isolati;

5) dispositivi per la protezione elettrochimica dei gasdotti in acciaio dalla corrosione e i mezzi di controllo remoto delle reti di distribuzione del gas, gli oggetti della loro trazione elettrica e l'alimentazione elettrica. 5

La procedura per determinare i confini delle zone protette delle reti di distribuzione del gas, le condizioni per l'utilizzo dei terreni situati al loro interno e le restrizioni sulle attività economiche, i diritti e gli obblighi delle organizzazioni operative sono stabilite nelle Regole per la protezione delle reti di distribuzione del gas. Queste regole si applicano in tutta la Federazione Russa. Sono obbligatori per le persone giuridiche e le persone che possiedono appezzamenti di terreno situati all'interno delle aree protette del GDS, o progettano alloggi e strutture civili e industriali, ingegneria, trasporti e infrastrutture sociali, o svolgono qualsiasi attività economica all'interno dei confini di tali siti.

Qualsiasi lavoro nelle zone di sicurezza delle reti di distribuzione del gas viene effettuato con la stretta osservanza dei requisiti per la sicurezza delle reti aperte e di altre comunicazioni ingegneristiche, nonché per l'implementazione del passaggio sicuro di veicoli speciali e pedoni.

Per il GDS, le zone di sicurezza sono stabilite:

1) lungo le rotte dei gasdotti esterni - sotto forma di un territorio limitato da linee convenzionali, che si trovano a una distanza di 2 metri su ciascun lato del gasdotto;

2) lungo i percorsi dei gasdotti sotterranei costituiti da tubi in polietilene quando si utilizza un filo di rame per designare il percorso del gasdotto - sotto forma di un'area delimitata da linee convenzionali che si estendono per 3 metri dal gasdotto dal lato filo e 2 metri dal lato opposto;

3) lungo i percorsi dei gasdotti esterni sui terreni permafrost, indipendentemente dal materiale dei tubi, sotto forma di un'area delimitata da linee convenzionali distanti 10 metri su ciascun lato della condotta;

4) attorno a punti di controllo del gas separati - nella forma di un'area delimitata da una linea chiusa disegnata a una distanza di 10 metri dai confini di questi oggetti. Per i punti di controllo del gas collegati agli edifici, la zona di protezione non è regolamentata;

5) lungo le traversate sottomarine dei gasdotti attraverso fiumi, laghi, bacini idrici, canali e fiumi navigabili - sotto forma di una sezione di spazio acquatico dalla superficie dell'acqua verso il fondo, racchiusa tra piani paralleli distanti 100 m da ciascun lato del gasdotto;

6) lungo i percorsi dei gasdotti inter-insediamento che attraversano foreste e alberi e arbusti - sotto forma di radure di 6 metri di larghezza, 3 metri su ciascun lato del gasdotto. Per le sezioni fuori terra dei gasdotti, la distanza dagli alberi alla conduttura deve essere almeno pari all'altezza degli alberi durante l'intera vita del gasdotto.

Il conteggio delle distanze nel determinare le zone di sicurezza dei gasdotti viene effettuato dall'asse del gasdotto - per i gasdotti a linea singola e dagli assi delle filettature estreme dei gasdotti - per i gasdotti a più linee.

Le distanze regolamentari vengono stabilite tenendo conto dell'importanza degli oggetti, delle condizioni di installazione del gasdotto, della pressione del gas, ecc. E tenendo conto delle norme di costruzione e delle regole approvate dall'organo esecutivo autorizzato nel campo della costruzione di pianificazione urbana.

L'istituzione di zone di sicurezza del gasdotto e la loro estrazione nelle mappe distrettuali di uso del suolo viene effettuata al fine di garantire il funzionamento sicuro del gasdotto mediante:

- eccezioni a attività di costruzione non autorizzate, movimento terra, esplosivi e altri tipi di lavoro (ad eccezione dell'agricoltura) che potrebbero in un modo o nell'altro danneggiare l'attrezzatura di processo o le comunicazioni di un gasdotto;

- restrizioni su altre attività che potrebbero danneggiare il gasdotto (incendi aperti, stoccaggio di materie prime, prodotti, materiali sfusi, installazione di ostacoli che compromettono l'accesso del personale operativo agli impianti del gasdotto, ecc.).

Le zone di sicurezza sono stabilite intorno alle condutture del gasdotto alla presentazione dell'organizzazione operativa da parte di organi esecutivi o di autogoverno locale e sono tracciate sulle mappe distrettuali di uso del suolo. 6 La conformità alle restrizioni sulle attività nelle zone protette è prevista dal codice fondiario e dalla legge federale 7.

La responsabilità per il mantenimento delle zone protettive del gasdotto in condizioni di incendio adeguate è a carico dell'organizzazione operativa (il proprietario del gasdotto).

Le dimensioni delle zone di sicurezza degli impianti del gasdotto sono stabilite in conformità con le regole. Ai confini di terra e attraversamenti di fiumi navigabili, laghi, le zone protette hanno una larghezza di 100 m da ciascun lato del gasdotto. Nella direzione del terreno, le zone di sicurezza delle transizioni sono estese lungo il percorso fino alla distanza di 50 m dal bordo dell'acqua lungo il GVV del 10% di sicurezza.

Per i gasdotti a più linee su tratti del passaggio di più linee di gas in un corridoio, è consentito (contrariamente agli standard esistenti) stabilire una singola zona di sicurezza che copre tutte le linee del corridoio (25 m di larghezza al di fuori dei fili estremi) e una serie di zone di sicurezza separate per ciascuno dei fili del corridoio. La decisione su questo problema è presa dall'organizzazione operativa sulla base della convenienza in ciascun caso particolare. Questa decisione dovrebbe essere garantita da atti dell'esecutivo o delle autorità locali.

Sui fiumi navigabili, il lavoro associato ai cambiamenti del canale entro i confini di fino a 1000 m dagli incroci sottomarini dovrebbe essere coordinato con l'organizzazione che gestisce il gasdotto.

L'indagine esecutiva sulle reti di distribuzione del gas e i confini delle loro zone di protezione viene effettuata in un unico sistema di coordinate statali o locali e viene emessa nel modo prescritto. Organizzazioni: i proprietari di reti di distribuzione del gas o di organizzazioni operative sono obbligati a includere materiali di indagine esecutiva nella composizione dei materiali sul rilevamento dei confini delle zone di protezione, che vengono trasferiti agli enti che gestiscono il catasto statale.

1.3 Zone di sicurezza delle condotte del tronco

Per escludere la possibilità di danni agli oleodotti (in qualsiasi forma della loro posa) vengono stabilite zone di sicurezza:

1. lungo le rotte degli oleodotti che trasportano petrolio, gas naturale, prodotti petroliferi, petrolio e gas di idrocarburi artificiali - sotto forma di un appezzamento di terreno limitato da linee convenzionali, che passa per 25 metri dall'asse del gasdotto su ciascun lato;

2. lungo le rotte degli oleodotti che trasportano gas di petrolio liquefatto, benzina instabile e condensato - sotto forma di un appezzamento di terreno limitato da linee convenzionali che corrono a 100 metri dall'asse del gasdotto su ciascun lato;

3. lungo le rotte di condotte a più linee - sotto forma di un appezzamento di terreno limitato da linee condizionali che si estendono alle distanze indicate sopra dagli assi dei gasdotti estremi;

4. lungo le transizioni subacquee - sotto forma di una sezione di spazio acquatico dalla superficie dell'acqua al fondo, racchiuso tra piani paralleli che si trovano a 100 metri dagli assi degli incroci estremi su ciascun lato;

5. attorno ai serbatoi per lo stoccaggio e il degassamento della condensa, fienili di terra per la produzione di emergenza - sotto forma di un appezzamento di terreno delimitato da una linea chiusa, a 50 metri dai confini dei territori delle suddette strutture;

6. intorno agli impianti tecnologici per la preparazione di prodotti per il trasporto, stazioni di pompaggio di testa e intermedio e di pompaggio, serbatoi, stazioni di distribuzione del gas e del compressore, unità di misurazione della produzione, scaffalature di carico e scarico, stazioni di stoccaggio sotterraneo del gas, stazioni di riscaldamento dell'olio, prodotti petroliferi terra delimitata da una linea chiusa, separata dai confini dei territori di questi oggetti di 100 metri in tutte le direzioni.

I terreni inclusi nelle zone protette dei gasdotti non vengono ritirati dagli utenti della terra e vengono utilizzati da essi per lavori agricoli e di altro tipo con obbligo di conformità ai requisiti.

Nelle zone di sicurezza dei gasdotti è vietato eseguire qualsiasi tipo di azione che possa interrompere il normale funzionamento delle condotte o causare loro danni, in particolare:

1) per spostare, riempire e rompere segni di identificazione e segnale, punti di prova;

2) botole aperte, cancelli e porte di cabine di comunicazione via cavo non presidiate, recinzioni di armature lineari, stazioni di protezione catodica e drenaggio, linee e pozzetti e altri dispositivi lineari, aprire e chiudere rubinetti e saracinesche, disabilitare o abilitare comunicazione, alimentazione e telemeccanica oleodotti;

3) organizzare tutti i tipi di discariche, versare soluzioni di acidi, sali e alcali;

4) distruggere le strutture di protezione della costa, i canali di scolo, i lavori di sterro e altre strutture (dispositivi) che proteggono le condotte dalla distruzione, e l'area circostante e l'area circostante - dalla dispersione accidentale dei prodotti trasportati;

5) lanciando ancore, passando con ancore abbandonate, catene, lotti, rimorchi e reti da traino, facendo lavori di dragaggio e dragaggio;

6) incendiare e posizionare qualsiasi fonte di fuoco aperta o chiusa.

Nelle zone di sicurezza dei gasdotti senza il permesso scritto delle imprese di trasporto di pipeline è vietato:

- costruire qualsiasi edificio e struttura;

- piantare alberi e arbusti di tutti i tipi, conservare foraggi, fertilizzanti, materiali, fieno e paglia, localizzare le offerte, tenere il bestiame, allocare le zone di pesca, produrre pesci, nonché animali e piante acquatiche, organizzare irrigazioni, frantumazione e raccolta del ghiaccio;

- costruire passaggi e attraversamenti attraverso condutture, predisporre parcheggi per autoveicoli, trattori e macchinari, disporre giardini e frutteti;

- effettuare lavori di bonifica, costruire sistemi di irrigazione e drenaggio;

- produrre tutti i tipi di aperto e sotterraneo, estrazione mineraria, costruzione, installazione e sabbiatura, pianificazione del suolo. Il permesso scritto per le operazioni di brillamento nelle zone di sicurezza dei gasdotti viene rilasciato solo dopo che l'impresa che produce questi lavori presenta i materiali pertinenti previsti dalle norme di sicurezza uniformi applicabili per le operazioni di brillamento;

- per la produzione di rilievi geologici, esplorazioni geologiche, prospezioni, geodetiche e altri lavori di esplorazione legati alla costruzione di pozzi, pozzi e campionamento del suolo (eccetto per campioni di suolo).

Le imprese e le organizzazioni che hanno ricevuto il permesso scritto di lavorare nelle zone protette dei gasdotti sono tenute a rispettarle nel rispetto delle condizioni che garantiscono la sicurezza delle condotte e dei marchi di identificazione e sono responsabili dei danni a queste ultime.

Le imprese di pipeline sono autorizzate a:

- accesso in conformità con il piano guida, concordato con l'utente del terreno, il trasporto su strada e altri mezzi per la condotta e le sue strutture per la manutenzione e le riparazioni.

In caso di emergenza, è consentito l'accesso alla condotta e alle strutture lungo il percorso, garantendo la consegna di attrezzature e materiali per eliminare gli incidenti con conseguente liquidazione e il pagamento dei danni ai proprietari terrieri.

Se le condutture attraversano il territorio delle zone vietate e gli oggetti speciali, le organizzazioni competenti dovrebbero rilasciare pass per ispezioni e lavori di riparazione ai dipendenti che servono queste condotte in qualsiasi momento della giornata;

- un dispositivo all'interno della zona di sicurezza dei pozzi per verificare la qualità dell'isolamento delle condutture e lo stato dei loro mezzi di protezione elettrochimica dalla corrosione e altri movimenti di terra necessari per garantire il normale funzionamento delle condotte, previa notifica dell'utente del terreno (almeno 5 giorni prima dell'inizio dei lavori);

- abbattere gli alberi in caso di incidenti sulle condotte che attraversano i terreni forestali, seguito dall'emissione di biglietti per il disboscamento nei modi prescritti e dai luoghi di raccolta dai detriti.

In caso di necessità, le imprese di trasporto di gasdotti possono effettuare nel processo dell'attuale manutenzione di condotte per il taglio del legno nelle loro aree protette con la registrazione dei biglietti di accesso su base comune. Il legno risultante viene utilizzato da queste imprese. 8

1.4 Restrizioni su appezzamenti di terreno inclusi nelle zone protette della rete di distribuzione del gas

Per prevenire danni o violazione delle condizioni di normale funzionamento del GDS, i terreni inclusi nelle zone di protezione delle reti sono soggetti a restrizioni (ingombri).

In conformità con questi impedimenti, sulle parcelle è vietato:

1) per costruire alloggi e strutture civili e industriali;

2) demolire e ricostruire ponti, collettori, strade e ferrovie con reti di distribuzione del gas situate su di essi senza previa rimozione di tali condotte in coordinamento con le agenzie operative;

3) distruggere le strutture di protezione della riva, i dispositivi di canali sotterranei, i lavori di sterro e altre strutture che proteggono le reti di distribuzione del gas dai danni;

4) spostare, danneggiare, riempire e distruggere marchi di identificazione, punti di prova e misurazione e altre reti di distribuzione del gas;

5) organizzare discariche e magazzini, versare soluzioni di acidi, sali, alcali e altre sostanze chimicamente attive;

6) per chiudere e bloccare le zone protette, per impedire l'accesso del personale delle organizzazioni operative alle reti di distribuzione del gas, la manutenzione e l'eliminazione dei danni alle reti di distribuzione del gas;

7) accendere un fuoco e posizionare le fonti di fuoco;

8) scavare cantine, scavare e coltivare il terreno con attrezzi e macchinari agricoli e per il miglioramento della terra fino a una profondità di oltre 0,3 metri;

9) aprire cancelli e porte di punti di controllo del gas, stazioni di protezione catodica e di drenaggio, boccaporti di pozzi sotterranei, accendere o spegnere l'alimentazione per i sistemi di comunicazione, illuminazione e telemeccanica;

10) per gettare, attaccare e legare oggetti estranei, scale e condutture di gas sospese, recinzioni e reti di distribuzione del gas, scale, salire su di essi;

11) collegarsi volontariamente alle reti di distribuzione del gas.

Altri tipi di lavori (silvicoltura, agricoltura) che non rientrano nell'elenco delle restrizioni sopra riportate e non sono correlati alla violazione dell'orizzonte di terra e alla profondità di oltre 0,3 metri sono effettuati dai proprietari, proprietari, utenti di terreni nell'area protetta del GDS solo a condizione comunicazione scritta all'organizzazione operativa, l'avviso deve essere presentato almeno 3 giorni lavorativi prima dell'inizio dei lavori.

La procedura per l'approvazione delle zone di area protetta della GDS e l'imposizione di restrizioni (ingombri) a terra all'interno delle aree protette.

I confini delle zone di protezione del GDS e l'imposizione di restrizioni (restrizioni) sui terreni inclusi nelle zone di protezione sono effettuati sulla base di materiali per il controllo dei confini della zona di protezione da parte delle autorità esecutive in coordinamento con proprietari, proprietari o utenti di terreni solo al (nuovo) GDS pianificato.

L'imposizione di vincoli (restrizioni) sui terreni inclusi nelle zone di protezione viene effettuata sulla base di materiali sul rilevamento dei confini della zona di protezione da parte delle autorità esecutive senza coordinamento con i proprietari, proprietari o utenti di terreni per il GDS esistente.

La decisione dell'autorità esecutiva di approvare il confine della zona di protezione GDS e l'imposizione di vincoli (restrizioni) sui terreni inclusi nella base serve come base per il lavoro catastale sulla formazione di parti di appezzamenti di terreno inclusi nella zona di protezione per la registrazione catastale con assegnazione di numeri catastali contabili nell'Unified registro fondiario e registrazione statale degli oneri gravanti sull'USRR.

I lavori catastali vengono eseguiti dal proprietario dell'organizzazione GDS in conformità con l'applicazione e dalla decisione dell'autorità esecutiva di stabilire le zone di sicurezza. In base ai risultati delle opere catastali, il proprietario del GDS o dell'organizzazione operativa rilascia piani catastali di appezzamenti di terreno con l'indicazione dei confini e dei numeri catastali contabili di parti di appezzamenti di terreno inclusi nella zona di protezione.

Le perdite inflitte a proprietari, proprietari o utenti di appezzamenti di terreno come risultato del lavoro sono rimborsate in conformità con la legge federale.

Le organizzazioni che gestiscono impianti di approvvigionamento di gas situati nelle foreste sono tenute a:

- contenere zone di sicurezza degli oggetti del sistema di alimentazione del gas in condizioni ignifughe;

- eseguire i lavori previsti, tagliare alberi (arbusti) nelle zone di sicurezza degli impianti del sistema di approvvigionamento del gas e al di fuori di tali zone secondo le modalità stabilite dalla legislazione forestale della Federazione russa.

Quando si verifica un incidente a un oggetto del sistema di approvvigionamento di gas, un disastro - il proprietario di tale sistema o l'organizzazione operativa da esso autorizzata ha il diritto di consegnare liberamente le forze e i mezzi necessari alla scena dell'incidente ed è obbligato a risarcire completamente il danno causato al proprietario del terreno sul quale è avvenuta la consegna forze e mezzi necessari.

Sulle aree di terra assegnate alla terra di trasporto, vengono stabilite zone protettive con condizioni speciali per l'uso di tali appezzamenti di terreno. I confini delle zone di sicurezza degli impianti di approvvigionamento di gas sono determinati sulla base di codici di costruzione e regolamenti per la protezione dei principali gasdotti e di altri documenti normativi approvati nel modo stabilito. I proprietari dei suddetti appezzamenti di terreno, durante il loro uso economico, non possono costruire edifici, strutture, strutture entro le distanze minime stabilite dagli impianti del sistema di approvvigionamento del gas senza coordinamento con l'organizzazione - il proprietario del sistema di approvvigionamento del gas o un'organizzazione da esso autorizzata; tali proprietari non hanno il diritto di ostacolare l'organizzazione del proprietario del sistema di approvvigionamento del gas o di un'organizzazione da essa autorizzata nell'esecuzione delle proprie attività di manutenzione e riparazione di impianti di approvvigionamento di gas e l'eliminazione delle conseguenze di incidenti e disastri che ne derivano.

La procedura per l'utilizzo di appezzamenti di terreno situati nella zona protetta del GDS.

I terreni situati nelle zone protette del GDS non vengono ritirati dai loro proprietari, proprietari o utenti e possono essere utilizzati tenendo conto delle restrizioni imposte (ingombri).

Istituzione di zone protette GDS non comporta il divieto di transazioni con terreni situati in queste zone protette.

I documenti attestanti i diritti di proprietari, proprietari o utenti di terreni (certificati, passaporti catastali) indicano le limitazioni (gravami) dei diritti di questi proprietari, proprietari o utenti. 9

1.5 Requisiti generali per i sistemi di distribuzione del gas

I diametri interni dei gasdotti dovrebbero essere determinati calcolando la condizione di garantire l'approvvigionamento di gas a tutti i consumatori nelle ore di massimo consumo di gas.

In base alla pressione di esercizio del gas trasportato, i gasdotti sono suddivisi in gasdotti ad alta pressione delle categorie I e II, media pressione e bassa pressione in conformità con la tabella.

Tabella 1 - Classificazione dei gasdotti per pressione