Posa sotterranea

Posa sotterranea

5.5.1 Disposizioni generali

5.5.1.1 Profondità delle condotte fino alla sommità del tubo e in presenza di dispositivi di zavorratura - nella parte superiore del dispositivo, è necessario accettare (m) almeno:

- con un diametro nominale inferiore a DN 1000 - 0,8;

- con un diametro nominale di DN 1000 e più (fino a DN 1400 mm) - 1,0;

- su paludi o suoli di torba da drenare - 1.1;

- nelle dune di sabbia, contando dai segni inferiori delle basi inter-archaean - 1.0;

- in terreni rocciosi, aree paludose in assenza di passaggio di autoveicoli e macchine agricole - 0.6;

- su terre arabili e irrigue - 1.0;

- all'intersezione dei canali di irrigazione e drenaggio (meliorative) - dal fondo del canale - 1.1.

L'approfondimento degli oleodotti e degli oleodotti in aggiunta ai requisiti specificati dovrebbe anche essere determinato tenendo conto della modalità di trasferimento ottimale e delle proprietà dei prodotti pompati.

5.5.1.2 L'approfondimento delle condotte che trasportano prodotti caldi dovrebbe essere ulteriormente verificato calcolando la stabilità longitudinale delle condotte sotto l'influenza delle tensioni di temperatura a compressione.

5.5.1.3 La larghezza della trincea sul fondo dovrebbe essere assegnata non meno, mm:

- DN + 300 - per condotte con diametro fino a DN 700;

- 1,5 × DN - per condotte con un diametro di 700 o più. Con diametri nominali di condotte DN 1200 e DN 1400 e con trincee con una pendenza superiore a 1: 0,5, la larghezza della trincea lungo il fondo può essere ridotta ad un valore di DN + 500.

Quando si esegue la zavorratura di tubazioni con carichi, la larghezza della trincea deve essere assegnata a condizione che la distanza tra il carico e la parete della fossa non sia inferiore a 200 mm.

5.5.1.4 Sulla sezione del tracciato con un terreno fortemente accidentato, così come nelle zone umide, è consentito posare condotte in argini di terra appositamente eretti, eseguiti con un'attenta compattazione strato-a-strato e il fissaggio superficiale del terreno. Quando si attraversano i corsi d'acqua nel corpo degli argini devono essere previsti per l'irrigazione.

5.5.1.5 In caso di intersezione reciproca di condotte, la distanza tra loro nella luce deve essere di almeno 350 mm e l'angolo di intersezione deve essere di almeno 60 °.

Le intersezioni tra condotte e altre reti di ingegneria (approvvigionamento idrico, fognature, cavi, ecc.) Devono essere progettate in conformità ai requisiti di SNiP II-89-80 *, mentre i gasdotti devono essere posizionati sopra altre reti di ingegneria.

5.5.1.6 Per tubazioni con un diametro nominale di DN 1000 o superiore, è necessario prevedere una pianificazione preliminare del percorso a seconda del terreno. Quando si pianifica la striscia di costruzione nell'area delle dune mobili, quest'ultima deve essere tagliata al livello dei terreni interfila (inter-arco) senza intaccare il terreno naturalmente compattato. Dopo aver riempito la condotta, la striscia di sabbia di sabbia sopra di essa e ad una distanza non inferiore a 10 m dall'asse della tubazione in entrambe le direzioni dovrebbe essere rinforzata con leganti (rifiuti da bitume cracking, ecc.)

Quando si progettano tubazioni con diametro di 700 mm o superiore, sul profilo longitudinale devono essere indicati sia il livello del terreno sia il livello di progettazione della condotta.

5.5.1.1 Durante la posa di condotte in terreni rocciosi, ghiaiosi e ghiaiosi e il riempimento con questi terreni, è necessario prevedere l'imbottitura di terreni morbidi di spessore non inferiore a 10 cm. vedere o utilizzare dispositivi speciali che proteggono i rivestimenti isolanti dai danni durante il rinterro.

5.5.1.2 La progettazione di condotte sotterranee per le aree di distribuzione del sottosuolo di tipo II del suolo dovrebbe essere effettuata tenendo conto dei requisiti di SNiP RK 5.01-01-2002.

Per i terreni del tipo I di subsidenza, la progettazione delle condotte viene eseguita come per le condizioni dei terreni non di subsidenza.

Nota: il tipo di cedimento e la quantità di possibile subsidenza del suolo dovrebbero essere determinati in conformità ai requisiti di SNiP RK 5.01-01-2002.

5.5.1.3 Quando si posano condotte in direzione di un pendio superiore al 20%, si dovrebbe provvedere a installare schermi e ponti di erosione sia dal suolo naturale (ad esempio argilla) che da materiali artificiali.

5.5.1.4 Nella progettazione di condotte disposte su pendenze, è necessario prevedere l'installazione di canali di montagna per la rimozione delle acque superficiali dalla condotta.

5.5.1.5 Se vi sono burroni e guasti esistenti vicino alla rotta che possono influire sul funzionamento sicuro degli oleodotti, è necessario prendere misure per rafforzarli.

5.5.1.6 Sulla rotta degli oleodotti è necessario prevedere l'installazione di parametri di riferimento permanenti a una distanza di non più di 5 km l'uno dall'altro.

5.5.2 Posa della condotta in condizioni di montagna

5.5.2.1 Nelle condizioni montuose e in aree con terreno molto accidentato, la condotta deve essere posata nelle valli fluviali al di fuori della zona di inondazione o lungo le aree spartiacque, evitando pendenze instabili e ripide, nonché aree di flusso del fango.

5.5.2.2 In aree di frana con un piccolo spessore dello strato di terreno scorrevole, deve essere fornita un'installazione sotterranea con la tubazione sepolta sotto il piano di planata.

Le frane di grande estensione dovrebbero essere aggirate al di sopra della pendenza della frana.

5.5.2.3 In caso di posa sotterranea attraverso un flusso di fango o una ventola, la curva del tubo che avvolge la superficie esterna del cono dovrebbe essere di 0,5 m (contando dall'alto del tubo) al di sotto dell'eventuale erosione del canale con una disponibilità del 5%.

Al fine di proteggere i gasdotti durante il loro posizionamento nelle aree specificate, è possibile prevedere l'estensione di pendenze, dispositivi di protezione dall'acqua, il drenaggio delle acque sotterranee, la costruzione di muri di sostegno, i contrafforti.

5.5.2.4 Durante la progettazione di condotte, che devono essere posate su pendenze con una pendenza trasversale di 8-11 °, è necessario provvedere al taglio e al riempimento del terreno per predisporre una striscia di lavoro (ripiano).

Il ripiano del dispositivo in questo caso deve essere fornito scaricando l'argine direttamente sul pendio.

5.5.2.5 Con una pendenza trasversale del pendio di 12-18 °, è necessario prevedere, tenendo conto delle proprietà del suolo, sporgenze per evitare che il terreno scivoli lungo il pendio.

Sui pendii, con una pendenza trasversale di oltre 18 °, i ripiani vengono forniti solo tagliando il terreno.

In tutti i casi, la maggior parte del terreno deve essere utilizzata per il viaggio del dispositivo per il periodo di costruzione e lavori di installazione e il successivo funzionamento della condotta, alle seguenti condizioni:

dove αk - angolo di pendenza, grandine;

φg - angolo di attrito interno del terrapieno, grandine;

na - il coefficiente di stabilità del terrapieno rispetto allo scivolamento, considerato pari a 1,4.

Per condotte posate su pendii con una pendenza trasversale superiore a 35 °, devono essere previsti muri di sostegno.

5.5.2.6 Durante la posa di due o più condotte parallele in aree montuose, devono essere previsti scaffalature separate o la posa di fili su uno scaffale. La distanza tra gli assi dei gasdotti posti sugli scaffali è determinata dal progetto in coordinamento con gli organi competenti della Supervisione dello Stato.

Quando si collocano due o più oleodotti (oleodotti) su un ripiano, è possibile ridurre la distanza tra le linee con una giustificazione corrispondente fino a 3 m.

È consentito posare due oleodotti (oleodotti) di classe IV in una trincea.

5.5.2.7 Durante la progettazione di condotte lungo le creste strette di uno spartiacque, è necessario tagliare il terreno con una larghezza di 8-12 m con una pendenza del 2% su uno o entrambi i lati.

Quando si posano lungo le tubazioni di una linea di cavi, la larghezza del taglio del terreno può aumentare fino a 15 m.

5.5.2.8 Nelle aree particolarmente soggette a terreni montuosi, è consentito provvedere alla posa di condotte in tunnel appositamente costruiti. La fattibilità economica di questo metodo di installazione dovrebbe essere giustificata nel progetto.

I tunnel di ventilazione dovrebbero essere forniti per naturale. La ventilazione artificiale è consentita solo con una giustificazione speciale nel progetto.

Posa sotterranea

Ci sono quattro metodi di posa: il sottosuolo (sott'acqua), semi-sotterraneo, fuori terra e fuori terra. Il metodo di installazione viene selezionato tenendo conto della temperatura del prodotto trasportato, del tipo di terreno e delle condizioni geocigrafiche della sezione del percorso.

La posa sotterranea (figura 1.2.1) viene applicata su tratti di condotte freddi, caldi e caldi. Poiché una zona sotterranea crea una zona di terreno indebolito attorno alla condotta, in cui i tassi di filtrazione e di erosione sono significativamente più elevati rispetto al terreno circostante, anche con lievi pendii dell'area vengono create buone condizioni per il drenaggio delle acque sotterranee. I vantaggi dell'installazione sotterranea includono: l'affidabilità della pipeline con effetti di shock esterni; stabilità del regime di temperatura dell'ambiente circostante la condotta e, di conseguenza, riduzione del costo del suo cambio forzato; producibilità di costruzione. Gli svantaggi includono una grande quantità di movimenti di terra, la complessità della riparazione, ecc.

Fig. 2 Metodi sotterranei di installazione della condotta: a - una trincea rettangolare; b - forma trapezoidale; in - la forma mista di una trincea; (d) posa con zavorra con prigruzy a forma di sella; d - posa con l'uso di tasselli per il fissaggio in salita; e - deposizione nello scarico di terreni appositamente trattati

La posa sotterranea di condotte è più diffusa nelle condizioni del Far North. I vantaggi dell'installazione sotterranea dovrebbero includere:

- affidabilità del gasdotto con effetti di shock esterni;

- stabilità del regime di temperatura dell'ambiente circostante la condotta e, di conseguenza, riduzione del costo del suo cambio forzato;

Gli svantaggi includono una grande quantità di movimenti di terra, la complessità della riparazione, la necessità di applicare misure speciali per garantire la sostenibilità del tubo e i costi del materiale per garantire la sicurezza dell'ambiente.

Un'installazione semi-interrata (Figura 1.2.2) viene utilizzata quando la condotta attraversa aree paludose e saline, in presenza di rocce sottostanti, nonché all'intersezione di altre comunicazioni. La condotta viene posata ad una profondità inferiore al diametro, seguita dal crollo della parte sporgente.

Fig. 3 Installazione semi-interrata: a - coperta con terreno minerale; b - in aspersione con primer idrorepellente

La posa a terra delle condutture viene solitamente utilizzata nelle stesse condizioni della posa interrata al fine di ridurre il volume di terrapieni e le dimensioni della zona indebolita dal suolo della struttura disturbata, ridurre l'impatto termico sui terreni dei terreni e anche quando si attraversano aree fortemente irrigate e zone umide.

Fig. 4. Metodo di posa a terra: a - con aspersione con primer minerale; b - con aspersione di primer idrorepellente

Un oleodotto onshore consiste di solito di tratti di terra rettilinei e sezioni di compensazione curvate leggermente fuori terra. Piazzole rettilinee sono poste direttamente sulla copertura vegetale, su un letto di terra sabbiosa, o su un materassino (nelle paludi), tappeti isolanti e stuoie. Sugli approcci alla sezione di compensazione fuori terra, la tubazione viene posizionata su supporti bassi da solette in lastre o pali. Il metodo di messa a terra viene utilizzato nelle parti calde, calde e fredde della tubazione. Allo stesso tempo, le sezioni fredde delle condutture che intersecano i terreni scongelati e calde, che si intersecano congelate, sono isolate, o vengono utilizzati dispositivi di raffreddamento termico. L'uso della posa a terra sulle sezioni calde della condotta è consentito solo in presenza di terreni congelati leggermente congelati.

I vantaggi della posa a terra per la posa interrata sono i seguenti:

- mancanza di scavo del suolo;

- non è necessario utilizzare dispositivi di ancoraggio e zavorra per tubi;

- meno problemi di osservazione e riparazione.

Gli svantaggi di questo metodo di installazione includono:

- meno affidabilità con effetti di shock esterni;

- grandi quantità di suolo importato.

La posa fuori terra del gasdotto viene utilizzata principalmente nelle aree di sviluppo di terreni ghiacciati fortemente ghiacciati, ghiacci sotterranei, manifestazioni attive dei processi criogenici, nonché in zone con rilievi accidentati in presenza di un gran numero di corsi d'acqua, burroni, ostacoli artificiali, ecc.

I vantaggi della posa fuori terra rispetto al sottosuolo e al sottosuolo sono i seguenti:

- l'impatto termico del gasdotto sui terreni permafrost è completamente escluso;

- il deflusso naturale delle acque superficiali e sotterranee è mantenuto;

- viene fornita la sicurezza ecologica dell'ambiente;

- lo sviluppo del terreno ghiacciato non viene eseguito;

- controllo semplificato durante il funzionamento della pipeline.

Tuttavia, l'installazione fuori terra in Russia non era diffusa. La ragione principale di ciò è la complessità dei lavori di costruzione e installazione, che richiedono elevate qualifiche da parte dei costruttori, competenze professionali e precisione speciale nell'esecuzione del lavoro. Inoltre, la posa fuori terra richiede un'ulteriore lavorazione dei metalli e l'uso di tubi in acciaio resistente al freddo di alta qualità, supporti in cemento armato con elevata resistenza al gelo. Tutto ciò porta ad un significativo aumento del costo del metodo di messa a terra del metanodotto.

Own Master LLC PoliStyle

1 settembre 2018

articoli:

Posa della pipeline

Le condotte termiche possono essere posate a terra, nel terreno e al di sopra del terreno. Con qualsiasi metodo di installazione di condotte è necessario garantire la massima affidabilità dell'impianto di riscaldamento ai minori costi di capitale e operativi.

I costi di capitale sono determinati dal costo dei lavori di costruzione e installazione e dal costo delle attrezzature e dei materiali per la posa del gasdotto. In esercizio comprendono i costi di manutenzione e manutenzione delle condotte, nonché i costi associati alla perdita di calore nelle condotte e al consumo di energia lungo l'intero percorso. I costi di capitale sono determinati principalmente dal costo delle attrezzature e dei materiali e dai costi operativi - il costo del calore, dell'elettricità e delle riparazioni.

I principali tipi di posa dei tubi sono sotterranei e fuori terra. La posa dei tubi sotterranei è più comune. È diviso in tubazioni di posa direttamente nel terreno (canalizzazione) e nei canali. Durante la posa a terra, le condutture possono essere sopra o sopra la terra a un livello tale da non interferire con il traffico. Stenditura sopraelevata utilizzata su strade di campagna all'incrocio di burroni, fiumi, binari ferroviari e altre strutture.

Le condotte aeree in canali o vassoi situati a terra o parzialmente interrati, vengono applicate, di regola, in aree con terreni permafrost.

Il metodo di installazione delle condotte dipende dalle condizioni locali dell'oggetto - scopo, requisiti estetici, presenza di intersezioni complesse con strutture e comunicazioni, categoria di terreno - e deve essere preso sulla base di calcoli di fattibilità delle opzioni possibili. Le spese in conto capitale sono necessarie per l'installazione di un impianto di riscaldamento utilizzando la posa di tubi interrati senza isolamento e canali. Ma significative perdite di energia termica, specialmente nei terreni umidi, portano a costi aggiuntivi significativi e al guasto prematuro delle condutture. Per garantire l'affidabilità dei tubi di calore, è necessario applicare la loro protezione meccanica e termica.

La protezione meccanica delle tubazioni durante l'installazione di tubi sottoterra può essere fornita disponendo condotti e protezione termica: confondiamo l'uso dell'isolamento termico applicato direttamente sulla superficie esterna delle condotte. L'isolamento dei tubi e la loro posa nei canali aumenta il costo iniziale della conduttura di riscaldamento, ma si ripaga rapidamente durante il funzionamento aumentando l'affidabilità operativa e riducendo le perdite di calore.

Posa sotterranea della conduttura.

All'installazione di condotte di reti termiche sotto terra si possono utilizzare due metodi:

  1. Posa diretta di tubi nel terreno (senza condotti).
  2. Posa di tubi nei canali (canale).

Conduttura di posa nei canali.

Per proteggere il tubo di calore da influenze esterne e per garantire l'allungamento termico libero delle tubazioni, vengono utilizzati i canali. A seconda del numero di condotte termiche disposte in una direzione, vengono utilizzati senza senso, semi-passaggio o passaggi.

Per fissare la tubazione, oltre a garantire il libero movimento all'allungamento della temperatura, i tubi sono posizionati sul supporto. Per garantire che il deflusso dei vassoi dell'acqua sia impilato con una pendenza di almeno 0,002. L'acqua dai punti inferiori dei vassoi viene rimossa per gravità nel sistema di drenaggio o da pozzi speciali utilizzando una pompa che viene pompata nella fogna.

Oltre alla pendenza longitudinale dei vassoi, la sovrapposizione dovrebbe avere anche una pendenza trasversale di circa 1-2% per il drenaggio delle inondazioni e dell'umidità atmosferica. Con un alto livello di acque sotterranee, la superficie esterna delle pareti, dei pavimenti e del fondo del canale è coperta da impermeabilizzazione.

La profondità dei vassoi di posa è presa dalla condizione della quantità minima di terrapieni e dalla distribuzione uniforme dei carichi concentrati sulla sovrapposizione durante il movimento dei veicoli. Lo strato di terreno sopra il canale dovrebbe essere di circa 0,8-1,2 me non meno. 0,6 m in luoghi in cui il traffico è vietato.

I canali non di passaggio vengono utilizzati con un numero elevato di tubi di piccolo diametro, oltre a una guarnizione a due tubi per tutti i diametri. Il loro design dipende dall'umidità del terreno. Nei terreni asciutti, i canali a blocchi con cemento o muri di mattoni o cemento armato, a una o più celle, sono i più comuni.

Le pareti del canale possono avere uno spessore di 1/2 mattone (120 mm) con tubazioni di piccolo diametro e 1 mattone (250 mm) con tubazioni di grandi diametri.

Le pareti sono costruite solo con mattoni ordinari del grado non inferiore a 75. Il mattone di silicato non è raccomandato a causa della sua bassa resistenza al gelo. Canali sovrapposti in cemento armato. Canali in mattoni, a seconda della categoria di terreno hanno diverse varietà. In terreni densi e asciutti, il fondo del canale non richiede la preparazione del calcestruzzo, è sufficiente per tamponare le macerie direttamente nel terreno. Nei terreni deboli, una lastra di cemento armato supplementare viene posizionata sulla base di cemento. Con un alto livello di acque sotterranee in piedi per il drenaggio fornire drenaggio. Le pareti vengono montate dopo l'installazione e l'isolamento delle tubazioni.

Per tubazioni di grandi diametri, i canali vengono utilizzati assemblati da elementi in cemento armato standard di un vassoio KL e KLS, nonché da lastre KS in cemento armato prefabbricato.

I canali di tipo КЛ sono costituiti da elementi di scivolo standard rivestiti con lastre di cemento armato piatte.

I canali di tipo CLS sono costituiti da due elementi di scivolo impilati uno sopra l'altro e collegati alla malta cementizia con l'aiuto di un I-beam.

Nei canali di tipo KS, i pannelli a parete vengono installati nelle fessure della piastra inferiore e versati con calcestruzzo. Questi canali sono coperti con lastre di cemento armato piatte.

Le basi di tutti i tipi di canali sono costituite da lastre di cemento o sabbia, a seconda del tipo di terreno.

Insieme ai canali discussi sopra, vengono utilizzati altri tipi di questi.

Canali a volta sono costituiti da archi in cemento armato o gusci semicircolari che coprono la condotta. Nella parte inferiore della trincea esegui solo la base del canale.

Per condotte di grande diametro, viene utilizzato un canale ad arco a due vani con un muro divisorio e la volta del canale è formata da due semi-archi.

Quando si installa un canale non di passaggio destinato alla posa su terreni umidi e deboli, le pareti e il fondo del canale sono realizzati sotto forma di un vassoio a forma di vassoio di cemento armato e la sovrapposizione consiste in lastre di cemento armato prefabbricate. La superficie esterna del vassoio (pareti e fondo) è coperta con impermeabilizzazione di due strati di materiale di copertura su mastice bituminoso, la superficie della base è anche coperta con impermeabilizzazione e quindi installato o vassoio in cemento. Prima di riempire di nuovo la trincea, l'impermeabilizzazione è protetta da un muro speciale in mattoni.

La sostituzione di tubi non funzionanti o la riparazione dell'isolamento termico in tali canali è possibile solo con lo sviluppo di gruppi e talvolta lo smontaggio della pavimentazione. Pertanto, la rete di calore nei canali non di passaggio viene tracciata lungo i prati o sul territorio delle piantagioni verdi.

Canali semi-pass. In condizioni difficili di attraversamento dei dispositivi sotterranei esistenti mediante condotte di calore (sotto la carreggiata, con un alto livello di acqua freatica), invece dei no-go, sono disposti dei semirimorchi. I canali semi-passaggio sono anche utilizzati con un numero ridotto di tubi in quei luoghi in cui, in base alle condizioni operative, è esclusa l'apertura della carreggiata. Si presume che l'altezza del canale semi-passaggio sia di 1400 mm. I canali sono fatti di elementi prefabbricati in calcestruzzo. I disegni dei canali semi-through e through sono praticamente simili.

I canali di passaggio vengono utilizzati in presenza di un numero elevato di tubi. Sono posati sotto i marciapiedi delle principali autostrade, nei territori di grandi imprese industriali, nelle aree adiacenti agli edifici delle centrali termoelettriche. Insieme alle condotte di calore, le altre utenze sotterranee, come i cavi elettrici, i cavi telefonici, la rete idrica, i gasdotti, ecc., Si trovano nelle passerelle e i collettori hanno libero accesso alle condotte per l'ispezione e la liquidazione dell'incidente.

I canali di passaggio devono avere una ventilazione naturale con un triplo scambio d'aria, fornendo una temperatura dell'aria non superiore a 40 ° C e illuminazione. Gli accessi ai passaggi sono disposti ogni 200 - 300 m Nei punti in cui sono posizionati i compensatori per il rilevamento dell'estensione termica, i dispositivi di bloccaggio e altre attrezzature dispongono di nicchie speciali e botole supplementari. L'altezza dei passaggi deve essere di almeno 1800 mm.

I loro disegni sono di tre tipi: da piastre nervate, dai collegamenti della struttura del telaio e dai blocchi.

Canali di alimentazione nervati, Effettuare quattro pannelli in cemento armato: il fondo, due pareti e solai, prefabbricati su laminatoi. I pannelli sono imbullonati insieme e la superficie esterna della sovrapposizione del canale è coperta da isolamento. Le sezioni del canale sono installate su una lastra di cemento. Il peso di una sezione di tale canale con una sezione trasversale di 1,46x1,87 me una lunghezza di 3,2 m è di 5 tonnellate e le entrate sono disposte ogni 50 m.

Canale di passaggio dei collegamenti del telaio in cemento armato, piano coperto con isolamento. Gli elementi del canale hanno una lunghezza di 1,8 e 2,4 me hanno una resistenza normale e maggiore in profondità, rispettivamente, fino a 2 e 4 m sopra la sovrapposizione. Lastra di cemento armato chiusa solo sotto i giunti dei collegamenti.

La prossima vista è collettore di cemento armato Tre tipi: parete a forma di L, due solai e fondo. I blocchi nei giunti sono collegati con cemento armato monolitico. Questi collettori sono anche normali e rinforzati.

Guarnizione di Channelless.

Quando la canalizzazione di protezione delle condutture dalle influenze meccaniche è eseguita da un isolamento termico migliorato - il guscio.

i vantaggi la posa in opera di condutture è: un costo relativamente basso di lavori di costruzione e installazione, riducendo il volume degli sterri e riducendo i tempi di costruzione. A lei carenze includere: la complessità del lavoro di riparazione e la difficoltà di spostare le tubazioni, il terreno a sandwich. La posa senza canali delle condotte è ampiamente utilizzata nei terreni sabbiosi secchi. Viene utilizzato su terreni bagnati, ma con un dispositivo obbligatorio nell'area dei tubi di drenaggio.

Non vengono utilizzati supporti mobili per la posa senza condotte di tubi. I tubi di isolamento termico sono posati direttamente su un cuscino di sabbia situato su un fondo pre-livellato della fossa. Il cuscino di sabbia, che è un letto per tubi, ha le migliori proprietà elastiche e consente la massima uniformità dei movimenti di temperatura. Nei terreni deboli e argillosi, lo strato di sabbia sul fondo della fossa deve avere uno spessore di almeno 100-150 mm. Supporti fissi per la posa senza cavi di tubi sono pareti in cemento armato installate perpendicolarmente ai tubi di calore.

Il compenso dei movimenti termici dei tubi in qualsiasi metodo di posa senza canne è fornito con l'aiuto di compensatori piegati o premistoppa installati in nicchie o camere speciali.

Ai tornanti del percorso, per evitare che i tubi si serrino nel terreno e assicurino i possibili movimenti, organizzano i canali non di passaggio. All'intersezione della parete del condotto di gocciolamento da precipitazioni irregolari del suolo e la base del canale è la più grande flessione delle condotte. Per evitare la flessione del tubo, è necessario lasciare uno spazio nell'apertura del muro, riempiendolo con un materiale elastico (ad esempio, il filo di amianto). L'isolamento termico del tubo comprende uno strato isolante in calcestruzzo autoclavato con un volume volumetrico di 400 kg / m3, con rinforzo in acciaio, un rivestimento impermeabilizzante costituito da tre strati di brisol su mastice bituminoso, costituito da gomma briciola al 5-7% e uno strato protettivo fatto di intonaco di cemento amianto su rete di acciaio.

Le tubazioni di ritorno sono isolate allo stesso modo delle condutture di alimentazione. Tuttavia, la presenza di isolamento delle linee di ritorno dipende dal diametro dei tubi. Con un diametro del tubo fino a 300 mm, è obbligatorio un dispositivo di isolamento se il diametro dei tubi è 300-500 mm, il dispositivo di isolamento deve essere determinato dalla tecnica mediante un calcolo economico basato sulle condizioni locali; con un diametro del tubo di 500 mm e oltre, non viene fornito un dispositivo di isolamento. Le condotte con tale isolamento sono posate direttamente sul terreno compattato livellato della base della fossa.

Per abbassare il livello della falda acquifera, vengono fornite speciali tubazioni di drenaggio, che sono poste a una profondità di 400 mm dal fondo del canale. A seconda delle condizioni di lavoro, i dispositivi di drenaggio possono essere realizzati con vari tubi: cemento ceramico e tubi di cemento-amianto sono utilizzati per i sistemi di drenaggio non a pressione, e quelli in acciaio e ghisa per i tubi a pressione.

I tubi di drenaggio vengono posati con una pendenza di 0,002-0,003. In curva e quando il livello del tubo scende, sono previsti appositi tombini come le fognature.

Posa di condotte aeree.

Se procediamo dalla comodità dell'installazione e della manutenzione, la posa dei tubi sopra il terreno è più vantaggiosa della posa sotterranea. Richiede anche meno costi materiali. Tuttavia, ciò influenzerà l'aspetto dell'ambiente e pertanto questo tipo di posa dei tubi non può essere utilizzato ovunque.

Le strutture portanti per la posa in superficie di condotte sono: per piccoli e medi diametri - supporti e montanti fuori terra che garantiscono la posizione dei tubi alla distanza richiesta dalla superficie; per tubazioni di grandi diametri, di regola, supporti-cremagliere. I supporti sono generalmente realizzati in blocchi di cemento armato. Alberi e cremagliere possono essere sia in acciaio che in cemento armato. La distanza tra i supporti e i montanti con l'installazione fuori terra deve essere uguale alla distanza tra i supporti nei canali e dipende dai diametri delle tubazioni. Per ridurre il numero di alberi, i supporti intermedi sono disposti con l'aiuto delle smagliature.

Durante l'installazione in superficie, l'allungamento termico delle tubazioni viene compensato mediante compensatori curvi, che richiedono tempi di manutenzione minimi. Raccordi di manutenzione realizzati con siti appositamente predisposti. I supporti a rulli devono essere utilizzati come movimento, creando forze orizzontali minime.

Inoltre, con la posa fuori terra di condotte possono essere utilizzati supporti bassi, che possono essere realizzati in metallo o blocchi di calcestruzzo basso. All'incrocio di un tale percorso con percorsi pedonali, sono installati ponti speciali. E all'intersezione con autostrade - o fanno un compensatore dell'altezza desiderata o depongono un canale per il passaggio di tubi sotto la strada.

Posa sotterranea

Le comunicazioni sanitarie del dispositivo in aree di permafrost possono causare il disgelo del terreno dal calore prodotto dalle condutture. Di conseguenza, la stabilità di entrambi gli oleodotti stessi e degli edifici potrebbe essere compromessa. Le modalità di posa delle comunicazioni sanitarie e tecniche dovrebbero essere collegate ai metodi di costruzione di edifici e strutture e dipendono dalle proprietà del terreno di fondazione e da altri fattori, il più importante dei quali è la posizione del percorso della rete in relazione al territorio in costruzione e alla sua soluzione di pianificazione architettonica.

Esistono i seguenti tipi di comunicazioni sanitarie sanitarie: sotterraneo, fuori terra e fuori terra. Questi tipi di guarnizioni a loro volta possono essere singoli e combinati.

Le guarnizioni di terra e di superficie a causa dell'assenza di contatto di tubi con il terreno e un limitato rilascio di calore nei terreni di base disturbano il più possibile il regime termico naturale dei terreni di permafrost. Tali pad ingombrano il territorio delle aree popolate, complicano la progettazione di passi carrai, l'organizzazione della protezione dalla neve e la pulizia della neve.

La posa sotterranea è consigliabile effettuare entro i confini dello sviluppo dell'insediamento al fine di ottenere il massimo miglioramento del territorio. Le reti idriche e fognarie possono essere posate direttamente nel terreno e impianti di riscaldamento e condotte di vapore possono essere installati in canali speciali. In presenza di tali canali, è consigliabile posare acqua, fognature e cavi elettrici al loro interno.

La posa sotterranea di reti di riscaldamento è molto costosa e richiede misure speciali per preservare il regime termico dei terreni di permafrost alla base delle reti. Ad esempio, il costo del 1 ° m canale per il riscaldamento nelle condizioni di Norilsk in media è di 300 rubli. Il costo di un canale a due livelli per la posa combinata della rete di riscaldamento, idraulici, fognature e cavi elettrici nelle stesse condizioni è di circa 450 rubli. per 1 rm Pertanto, la posa interrata di reti di riscaldamento è consigliabile solo per edifici compatti con edifici a più piani (4-5 piani) e in combinazione con altre comunicazioni.

Se l'edificio viene realizzato con edifici a due e tre piani con spazi vuoti, la posa sotterranea di reti di riscaldamento non è generalmente economicamente fattibile. In questi casi, il più delle volte si utilizzava la posa fuori terra sulle facciate e sui solai degli edifici, e tra gli edifici - su rampe, recinzioni e recinzioni. Allo stesso tempo, i sistemi di approvvigionamento idrico e fognario possono essere posati nel terreno senza canali. Se i terreni di base dei tubi si stanno abbassando, per garantire la loro sostenibilità è necessario sostituire i terreni con quelli non di subsidenza a una profondità determinata dal calcolo termico.

Per i piccoli villaggi, con la possibilità di tracciare la rete all'interno dei quarti senza strade intersecanti o con il numero minimo di intersezioni, la posa a terra delle reti di riscaldamento nell'isolamento ad anello o in condotti riscaldati insieme all'acqua corrente è più economica. Il sistema fognario dovrebbe essere posato nel terreno senza canali.

In fase di decantazione durante lo scongelamento del terreno, in particolare in caso di svolta durante lo sbrinamento in uno stato fluido-plastica o fluido, con la posa sotterranea di condotte, è necessario un dispositivo di fondazione artificiale. Il costo di tale fondazione dipende direttamente dalla profondità di scongelamento del terreno sotto i tubi.

Nella posa di condotte in terreni non cedevoli che non perdono terreno durante lo sbrinamento della capacità portante, la loro condizione decisiva è quella di proteggerli dal congelamento riducendo la perdita di calore. In questo caso, la profondità di sepoltura è aumentata a 1,5-2,0 m; una grande profondità è indesiderabile, poiché è difficile individuare i siti di incidenti delle condotte e ripararli entrambi in estate e soprattutto in inverno.

Al fine di ridurre le dispersioni di calore e le dimensioni di talik sotto i tubi, la posa sotterranea di sistemi di approvvigionamento idrico e fognario viene utilizzata nell'isolamento termico: in scatole di legno o cemento armato riempite con segatura o lana minerale, in una scatola ad anelli in cemento espanso, lana minerale, feltro impregnato di resina. Tutti questi tipi di isolamento termico non raggiungono il bersaglio quando il materiale isolante è bagnato. I problemi locali di impermeabilizzazione (e quindi di isolamento termico) portano alla fusione della base e alla precipitazione non uniforme delle condutture, il più indesiderabile. Il ripristino del calore e l'impermeabilità durante le riparazioni è un processo complesso e dispendioso in termini di tempo. L'uso di condotti crea ulteriori difficoltà nel rilevare ed eliminare le perdite. Qualsiasi perdita comporta una violazione dell'isolamento termico. Il costo dell'isolamento di solito supera il costo della base artificiale di approvvigionamento idrico e fognario. Pertanto, l'uso diffuso dell'isolamento termico per condotte idriche e fognarie durante la loro posa nel terreno non è pratico.

Si consideri parte della costruzione delle basi di condotte posate nel terreno.

Base di terra (Fig. IV-1). I terreni locali saturi di ghiaccio alla base del gasdotto per la stima della profondità di scongelamento sono sostituiti da terreni non subsidenza con un basso coefficiente di filtrazione. In alcuni casi i terreni sabbiosi, ghiaiosi e sabbiosi vengono compattati mediante scongelamento preliminare. Per la sostituzione, lo stato di scongelamento viene utilizzato con terriccio sabbioso chiaro e sabbia siltica a grana fine; una miscela di ciottoli, ghiaia, macerie fino al 40-45%, o terreno locale disidratato e compattato è desiderabile. Uno strato impermeabilizzante in argilla o argilla di 25-30 cm di spessore viene posato sotto il tubo sulla base del terreno artificiale.

Si assume che la larghezza della base artificiale sia uguale alla larghezza della fossa e l'altezza è determinata dal calcolo.

In assenza di perdite, il raggio di scongelamento dovuto alla dissipazione del calore dell'acqua o delle condotte di scarico non supera in genere mediamente 1,2 m Se si tiene conto dell'aumento dell'intensità dello scongelamento dei terreni che sostituiscono i terreni saturi di ghiaccio, la profondità di sostituzione non supererà 1,5 m. La base del sottosuolo sarà economicamente fattibile e tecnicamente fattibile.

La base del letto viene utilizzata per ridurre l'irregolarità della subsidenza durante lo scongelamento dei terreni di subsidenza e viene eseguita sotto forma di trefoli longitudinali in due tronchi. Per evitare il ribaltamento dei letti con i prelievi, a seguito del quale la tubatura collassa, è necessario un fissaggio affidabile.

La base galleggiante è utilizzata in terreni saturi di ghiaccio ed è una pavimentazione continua di piatti disposti lungo la trincea; questo tipo di fondazione è abbastanza affidabile, ma non può essere ampiamente raccomandato a causa dell'alto costo e del consumo di una grande quantità di legname.

Il fondamento su pali (figura IV-2) viene utilizzato in terreni fortemente scoscesi. L'accumulo di pali nel suolo permafrost richiede un lavoro dispendioso e dispendioso in termini di tempo per la cottura a vapore del terreno o per la perforazione di pozzi. Le pile devono essere posizionate spesso, perché nei tubi che trasportano un grande carico da terra, ci sono significativi momenti flettenti sui supporti. Tali motivi sono caratterizzati da costi elevati.

A causa dell'elevato costo, i cavalletti sotterranei (figura IV-3) sono usati in casi eccezionali, ad esempio, per il liquame in terreni cedevoli che si scaldano a grande profondità quando si passa lungo un percorso vicino a un edificio con grandi emissioni di calore, costruiti secondo i metodi I o IV e situati più in alto sollievo.

La questione dell'uso di un particolare tipo di base viene risolta confrontando gli indicatori tecnici ed economici.

Per eliminare la possibilità di un movimento intenso del flusso di acqua di permafrost lungo le condotte sotterranee, vengono utilizzati ponti in argilla e argilla attraverso le trincee. I ponticelli tagliati nella base congelata e le pareti della trincea a 0,6-1,0 m. La distanza tra i ponticelli è assegnata in base alla pendenza longitudinale in modo che la pressione sul ponticello non superi 0,4-0,5 m; solitamente questa distanza varia da 50 a 200 m.

In ciottoli, ghiaia e altri terreni ben filtranti, il dispositivo di ponti non è consigliabile, dal momento che il flusso di permafrost li passa facilmente.

Questo metodo di posa (figura IV-4) viene utilizzato in condizioni di terreno ghiacciato piuttosto favorevoli, in assenza di materiali termoisolanti nel sito, e il percorso del gasdotto deve passare attraverso un'area non sviluppata. Questo tipo di guarnizione presenta diversi vantaggi:

  • non è richiesto uno scavo laborioso di scavo;
  • le perdite di tubo sono più facili da individuare e riparare;
  • è esclusa la filtrazione delle acque del permafrost lungo le tubazioni;
  • la presenza di un talek attorno ai tubi consente pause più lunghe nel movimento dell'acqua lungo di essi rispetto alle guarnizioni di terra e di superficie;
  • non c'è bisogno di tubi di calore e impermeabilizzazione.

I principali svantaggi di questo metodo sono l'eccessivo ingombro del territorio e la complessità del dispositivo per lo spostamento. Inoltre, questo crea le condizioni per maggiori nevicate nel territorio.

La posa di condotte nei canali sotterranei è un tipo di costruzione di rete relativamente costoso; Tuttavia, in alcuni casi, la posa dei canali è appropriata, dato non solo un investimento una tantum, ma anche i costi operativi. La fattibilità della posa combinata delle comunicazioni nei canali sotterranei rispetto a un singolo sotterraneo dovrebbe essere confermata dal costo di costruzione, riferito a 1 m 2 di spazio abitabile, e dall'affidabilità nel funzionamento delle reti di ingegneria. La posa combinata è generalmente giustificata in condizioni climatiche avverse e in presenza di ghiaccio.

I canali possono essere passabili (semi-passabili) e non passabili, a un piano e a due livelli. Nei canali a due livelli, il livello inferiore di cui è quello di ingresso, il livello superiore può essere semi-through o through. Il design del canale con un livello superiore semi-alesaggio è ingombrante e ha un costo elevato. La costruzione del canale a livello singolo è la più economica e conveniente in funzione.

Nel caso di organizzare vari tipi di canali in un'area popolata (che dovrebbe essere giustificata), è necessario, sulla base delle condizioni di industrializzazione della costruzione, ottenere il numero minimo di dimensioni standard degli elementi.

Canali con altezza fino a 0,9 m (figura IV-5) possono essere utilizzati su brevi tratti (rilasci e ingressi di case, incroci con strade, ecc.) Pur garantendo condizioni di sostenibilità e requisiti operativi. I canali non di passaggio devono essere disposti con una minima penetrazione nel terreno (non più di 0,5-0,7 m dalla sovrapposizione alla superficie del terreno). Devono avere un soffitto rimovibile per la pulizia dei canali, l'ispezione e la riparazione delle condutture. La pendenza longitudinale dei canali di non passaggio per garantire il drenaggio dell'acqua lungo il fondo dovrebbe essere almeno 0,007.

I canali con altezza non inferiore a 1,8 m (Fig. IV-6) devono avere dimensioni che consentano il libero passaggio attraverso di essi per l'ispezione e la riparazione di tubi, raccordi e cavi elettrici.

Con significative profondità del canale e grande generazione di calore per le comunicazioni, i suoni che si formano sotto i canali possono raggiungere dimensioni significative. In questi casi, per ridurre la penetrazione del calore nella base sulla base di un confronto tecnico ed economico con altre opzioni, viene rivelata la possibilità di costruire canali a due livelli (Figura IV-7). Una condotta fognaria e cavi elettrici sono collocati nella parte inferiore di tale canale, e le tubazioni dell'impianto di riscaldamento e della rete idrica sono poste nella fila superiore - non-through o semi-through.

In caso di posa combinata di acque luride e di approvvigionamento idrico, le valvole idrauliche devono essere collocate in camere o sezioni speciali, isolate dalla tubazione fognaria.

Al fine di prevenire la distruzione sia dei canali stessi che degli edifici e delle strutture vicine dallo scongelamento dei terreni alla base, è necessario:

  • isolare le condotte, minimizzando la loro dissipazione del calore;
  • per ventilare i canali in inverno per rimuovere il calore in modo che i fondi scongelati durante l'estate alla loro base (fossero completamente congelati;
  • sistemare l'impermeabilizzazione sul fondo del canale, impedendo all'acqua di penetrare nei terreni di base. I terreni sotto i canali dovrebbero essere fatti da suoli non calanti o di bassa sottosuperficie.

Oltre alla sostituzione dei suoli in sospensione, è possibile utilizzare lo scongelamento preliminare e la compattazione dei terreni di base. I canali dovrebbero essere fatti di cemento armato, cemento o altro materiale efficace. Il dispositivo di canali in legno o cemento può essere ammesso con giustificazione speciale, poiché i canali di cemento della strada non soddisfano i requisiti di resistenza per la precipitazione irregolare della base, e quelli di legno sono inclini a marcire, richiedono impermeabilizzazione estensiva e sono interrati con particelle fini di terreno; in presenza di acque reflue in essi si creano condizioni insalubri per l'approvvigionamento idrico.

La ventilazione del canale è organizzata naturale e artificiale (forzata). Naturale è realizzato dal dispositivo di aperture di ventilazione sulla sommità del canale ad una distanza di 20-25 m, a seconda delle dimensioni del canale e delle comunicazioni, poste in esso (Fig. IV-8). L'efficacia della ventilazione naturale può essere migliorata disponendo gli alberi di scarico negli edifici situati vicino al canale; allo stesso tempo la distanza tra i fori nel canale del flusso d'aria può essere aumentata a 100-150 m.

Il drenaggio dal canale di emergenza o dalle acque reflue deve essere effettuato dalla sua parte terminale, utilizzando un pendio longitudinale, o da bacini idrici intermedi (pozzetti idroisolati) pompando acqua.

I tubi di calore e le linee di vapore posizionati nei canali devono essere rimossi il più possibile dal fondo del canale; devono essere in isolamento ad anello (ad esempio, da cemento espanso con intonaco di cemento amianto e impermeabilizzazione). L'uso di materie plastiche con proprietà termiche e impermeabili migliorate (schiuma, polietilene, ecc.) Ha un grande potenziale per questo scopo.

La fattibilità tecnica ed economica della posa di reti fognarie in canali insieme a reti per scopi diversi rispetto a una singola posa interrata viene rilevata sulla base di un confronto tra costo di costruzione e funzionamento per 1 m 2 di spazio abitativo, nonché valutazione della stabilità delle reti, della loro durata e degli effetti termici a stretto contatto situati edifici e strutture.

Il tipo di posa a terra di solito comprende condotte posate su supporti bassi. Allo stesso tempo tra il tubo e la superficie della terra dovrebbe essere uno spazio spurgato di almeno 30 cm, che è necessario per ridurre la generazione di calore nei terreni di base e prevenire le pallottole di neve.

La posa a terra dei gasdotti dovrebbe essere utilizzata al di fuori della costruzione di aree popolate (come la più economica), sulle sezioni basse e umide del percorso, in luoghi con terreno altamente saturo di ghiaccio dello strato di permafrost.

Nell'area abitata, la posa a terra è consentita con un piccolo numero di intersezioni della condotta con passi carrai e marciapiedi. Le tubazioni sono resistenti al calore e all'acqua. L'uso di materiali combustibili per la fabbricazione di condotti, nonché il riempimento termoisolante di condotte di vapore e reti di riscaldamento a una temperatura del termovettore di 90 ° C e oltre non è raccomandato dalle normative antincendio. Anche il rinterro delle scorie non dovrebbe essere largamente utilizzato a causa della possibile distruzione dei tubi metallici per corrosione durante l'inumidimento delle scorie.

Le scatole di legno, che si trovano in condizioni di umidità variabile, sono deformate, il rinterro viene espulso, versato e facilmente inumidito. L'impermeabilizzazione di scatole con materiali laminati non raggiunge l'obiettivo, in quanto i rivestimenti laminati sono facilmente danneggiabili. Pertanto, i condotti in cemento armato sono più affidabili, tuttavia, il loro costo con il rinterro è superiore al costo dei tubi anulari di riscaldamento e impermeabilizzazione.

Nel caso di posa combinata, principalmente per comodità di funzionamento, l'isolamento viene eseguito indipendentemente per tubazioni per vari scopi.

Le fondamenta per condotte onshore possono essere ghiaia di sabbia o qualsiasi altro terreno non subsidenza o di bassa subsidenza che viene posato senza disturbare la copertura naturale della vegetazione muscosa durante il lavoro. Quando si riducono i suoli di una base naturale, è necessario sostituirli con non subsidenza a una profondità determinata dal calcolo.

Supporti speciali sono disposti su una base di terreno artificiale sotto i gasdotti.

I supporti del letto delle gambe trasversali hanno un'altezza leggera, per cui, durante l'abbassamento dei supporti, l'isolamento termico dei tubi cade a terra, è facilmente inumidito e si deteriora. Il dispositivo di supporti comuni per diverse condotte non è raccomandato, in quanto con carico non uniforme, i letti forniscono correnti irregolari.

I supporti cittadini (Fig. IV-9) sono un tipo più avanzato di supporti in legno; facilitano il raddrizzamento del profilo degli oleodotti nel caso di piccoli cedimenti della base mediante elementi di fondazione di comuni.

Supporti intermedi in cemento armato di tipo scorrevole e a rullo (Fig. IV-10) sono più economici e più durevoli di quelli in legno. Il loro svantaggio è la difficoltà di raddrizzare le condotte durante la sistemazione degli argini; per livellare la base, la condotta deve essere sollevata e i supporti rimossi.

Supporti fissi (ancora) (Fig. IV-11) sono realizzati in legno, cemento e cemento armato. Quando i supporti in legno vengono fissati alle barre di supporto con bulloni o perni.

I supporti fissi del telaio richiedono una grande mole di lavoro per lo sviluppo e lo scavo di terreni dai pozzi. Pertanto, possono essere raccomandati nei casi in cui l'uso di supporti per pile non è pratico (strato attivo di alta potenza, terreni congelati ad alta temperatura, caratterizzato da una piccola quantità di forze di congelamento, macerie di massi, ecc.).

Supporti massicci in calcestruzzo sono disposti in tubazioni di grandi diametri e nella costruzione di condotte in 2 giri. Per il fissaggio delle parti metalliche nella massa di calcestruzzo, vengono lasciate le prese, che per il momento fino a quando la costruzione della pipeline del secondo stadio non deve essere riempita con cemento dei gradi più bassi. Altrimenti, accumulano acqua, che, congelando, può rompere la massa di cemento. Al fine di evitare lo scongelamento del terreno a causa di esotermia durante l'indurimento del calcestruzzo, oltre che dall'afflusso di calore attraverso il corpo di supporto, una piastra di sabbia spessa 20-30 cm viene posata sul fondo dello scavo.

In generale, la posa a terra nelle condizioni del Nord Est è il tipo più economico di posa di comunicazioni sanitarie (escluse le acque di scarico).

La posa fuori terra delle condotte viene effettuata su scaffalature, su pali che si ergono sopra il terreno (Fig. IV-12), lungo le pareti di edifici, solai e recinti. Le condotte di posa fuori terra sono utilizzate negli attraversamenti di strade, cavità, burroni e corsi d'acqua, in aree industriali, in luoghi con suoli altamente saturi di strati di permafrost.

Analogamente alla posa a terra di un tubo, conservare all'interno di un isolamento termico ad anello o nelle scatole riscaldate.

I cavalletti possono essere fatti di legno, cemento armato e metallo. Cremagliere in metallo sono utilizzate in luoghi infiammabili. La produzione di scaffali in cemento armato è difficile e il loro costo è elevato. Di conseguenza, l'uso principale ha ricevuto le cremagliere di legno della pila e della struttura.

I vantaggi dell'installazione fuori terra:

  • condotte e condotte non provocano depositi di neve e non interferiscono con la rimozione della neve;
  • risolto con successo il problema delle intersezioni con passi carrai e corridoi;
  • i tubi e il loro isolamento non sono esposti a danni meccanici causati dal trasporto e dai pedoni;
  • le condutture non sono soggette a derive nevose, sono facilmente accessibili per l'ispezione e la riparazione.

Gli svantaggi della guarnizione fuori terra:

  • costo elevato rispetto alla posa a terra;
  • l'inconveniente di installare i raccordi, in particolare gli idranti;
  • perdita di calore più significativa rispetto alla posa a terra a causa delle alte velocità del vento e della mancanza di depositi di neve sulle tubature;
  • tubi posati sulle facciate di edifici, cavalcavia e recinti, rovinano l'aspetto dell'area popolata;
  • quando si posano tubi sulle pareti degli edifici, viene violato il principio di priorità per la costruzione di comunicazioni sanitarie.

Gli indicatori tecnici ed economici per alcuni tipi di guarnizioni sono riportati nelle appendici 1 e 2.

Le regole sulle tubature delle acque sotterranee sono dettagli importanti.

Nessuna moderna casa privata può fare a meno di un oleodotto che si adatta al terreno. Qualsiasi sistema di approvvigionamento idrico richiede un'attenzione speciale. In questo articolo parleremo di come posare un tubo dell'acqua sotto terra e delle sfumature che potrebbero sorgere durante questi lavori.

Qualsiasi tipo di sistema di approvvigionamento idrico, se installato in conformità a tutte le norme e requisiti, si rivelerà di alta qualità e servirà l'intero periodo di funzionamento assegnato con la massima efficienza.

Fase iniziale del lavoro

Qualsiasi posa di tubi dell'acqua inizia con la stesura del progetto. Lo schema deve essere ben sviluppato, altrimenti il ​​sistema di condotte non sarà in grado di funzionare correttamente. Ciò non significa che il progetto debba diventare una meraviglia del pensiero ingegneristico - l'importante è che tu sia facile orientarti nello schema finito, in modo che se si verificano errori nel processo di lavoro, puoi facilmente comprenderli e risolverli rapidamente.

Il progetto deve contenere tali informazioni:

  • Le proprietà del suolo - il suo tipo, sciolto, roccioso o sabbioso.
  • L'area del terreno su cui verrà posato il tubo. È necessario calcolare che è sempre possibile considerare il numero di bivi e ingressi.

Ricordare che la posa delle tubature dell'acqua deve passare attraverso una sezione pre-livellata. Ignorare questa sfumatura può portare a brutte sorprese inaspettate nel prossimo futuro.

Profondità di posa delle tubature dell'acqua

Naturalmente, al fine di eseguire correttamente la posa dei tubi sottoterra, è necessario tenere conto di molte condizioni, poiché qualsiasi deviazione dalle norme può portare a malfunzionamenti nel lavoro dell'intero sistema di approvvigionamento idrico. Ad esempio, nel decidere quanto un tubo può essere dragato nel terreno, vale la pena considerare il materiale con cui è realizzato.

Inoltre, sarà necessario esaminare le caratteristiche individuali di ciascun tipo di tubo per capire quando è consigliabile utilizzare uno o un altro tipo di prodotto.

Come dimostra la pratica, la migliore è considerata una tubazione per l'approvvigionamento idrico di una casa privata sottoterra come "PND PN10", realizzata in polietilene.

I prodotti di questo tipo si differenziano in tali qualità:

  • non suscettibilità alla corrosione assoluta, a differenza delle controparti in metallo;
  • La pressione operativa ammissibile nel sistema è di 10 atmosfere, inoltre, tali tubi possono essere facilmente piegati per ottenere la configurazione desiderata;
  • resistenza alle variazioni di temperatura durante il cambio di stagione.

Sottigliezze di posa sotterranea di condotte idriche

Quando si tratta della parte fuori terra del sistema di approvvigionamento idrico, allora dobbiamo dare la preferenza a prodotti sufficientemente robusti e affidabili da sopportare con successo le variazioni di temperatura e pressione. In questo caso, il tipo di tubi sopra descritto è perfetto, un altro vantaggio è la facilità di installazione con elementi di fissaggio adatti.

E al fine di rendere più facile determinare quali tubi per un sistema di approvvigionamento idrico nel terreno saranno più adatti in ciascun caso specifico, si dovrebbe prestare attenzione ai progetti esistenti di fornitura di acqua già pronti che sono stati testati nella pratica, e anche prendere in considerazione i requisiti delle norme tecniche. Con questo approccio, si ottiene un impianto idraulico a basso costo e di alta qualità, e posato senza troppi sforzi.

Norme tecniche per i sistemi interrati

È possibile scoprire quanto deve essere profonda la tubazione per un sistema di approvvigionamento idrico nel terreno, da un documento speciale - SNiP. Ha spiegato tutte le sottigliezze e le caratteristiche per i tubi di vari materiali, oltre a dipingere esattamente in quale profondità questo o quel tipo di prodotto può essere posato. In sostanza, questo documento contiene molte informazioni diverse, molte delle quali saranno, se non del tutto interessanti, quindi almeno utili, perché rimuoveranno molte domande correlate.

Secondo i regolamenti, la profondità minima di posa di qualsiasi tubo è di 1,5 metri, poiché, spesso, durante il periodo invernale, il terreno si ghiaccia per circa 1,4 metri. Se non si rispetta tale profondità, si rischia di danneggiare i condotti dell'acqua, il che renderà difficile, se non impossibile, continuare a far funzionare il sistema.

Vale la pena notare che la profondità del congelamento dipende in gran parte dal tipo di terreno in una particolare regione. Per scoprire esattamente questa cifra, dovresti consultare gli esperti che ti diranno tutte le informazioni necessarie che devi conoscere. Armato di informazioni, è possibile evitare i numerosi problemi associati a temperature estreme e congelamento del suolo.

Tuttavia, se non hai l'opportunità di ottenere una consulenza professionale, basta rendere la trincea un po 'più profonda. Posa tubi a 1,6 metri dalla superficie, il tuo approvvigionamento idrico sarà protetto da eventuali sorprese associate al gelo invernale.

Gli errori più comuni commessi durante la posa di tubi sotterranei

La posa sotterranea delle comunicazioni, ovviamente, dipende in gran parte dal tipo di terreno in un determinato luogo. E, spesso, durante l'operazione si presentano molte difficoltà, dal momento che la composizione del terreno potrebbe semplicemente non rendere possibile l'approfondimento dei tubi per la distanza impostata nello SNiP. In particolare, il terreno può essere molto denso, roccioso o paludoso, quindi non puoi raggiungere la giusta profondità. In questo caso, ci possono essere molte difficoltà in inverno.

Tuttavia, anche in questo caso, c'è una via d'uscita: l'isolamento della condotta in vari modi. In questo caso, un'opzione adatta sarebbe quella di scavare una fossa tanto profonda quanto risultante e isolare bene i tubi. Vedi anche: "Tipi di tubi dell'acqua - caratteristiche, vantaggi e svantaggi dei materiali".

Vale la pena notare che isolare la tubatura dell'acqua sarà molto utile in qualsiasi situazione, anche se è possibile approfondire il sistema il più possibile. Una delle migliori opzioni per l'isolamento si trova lungo il tubo del cavo di riscaldamento.

Tuttavia, questo metodo non è affatto economico ed è associato a significativi costi finanziari e di lavoro. Ma ancora è considerato il più affidabile. Certo, facendo tutto il lavoro da soli, puoi risparmiare un po 'e persino acquisire un'esperienza che potrebbe essere utile in futuro.

Se vivi in ​​una regione in cui l'inverno è piuttosto mite, non andare agli estremi. Troppo vicino alla superficie dei tubi dell'acqua non dovrebbe essere dovuto al rischio di danni meccanici. Allo stesso tempo, per approfondirli è irto di troppa comparsa di crepe dovute all'elevata pressione del terreno, che nel tempo porterà a guasti del sistema. Vedi anche: "Perché i tubi dell'acqua sono ronzanti - le cause e le modalità per eliminare il rumore".

Metodi di isolamento

È necessario eseguire lavori di ammorbidimento dei tubi per l'acqua, perché a basse temperature l'acqua si congela e il sistema smetterà di funzionare. Pertanto, è importante fare ogni sforzo in anticipo in modo che tali problemi non si verifichino. Ciò è particolarmente vero per la parte a terra del tubo, che passa lungo la strada e attraverso locali non riscaldati.

Per determinare il materiale corretto per le prestazioni dell'isolamento, vale la pena considerare i seguenti fattori:

  • poiché nel settore privato tutti i lavori di costruzione sono spesso fatti dai proprietari stessi, il processo di installazione dell'isolamento dovrebbe essere il più semplice e conveniente possibile in modo da non creare difficoltà per i principianti;
  • lunga durata dei prodotti, che consentirà di fare a meno di ulteriori misure il più a lungo possibile;
  • incombustibilità del materiale e sua sicurezza antincendio;
  • creazione di un rivestimento ermetico;
  • il giusto equilibrio tra qualità e prezzo del materiale, che è molto importante.

Quindi, tenendo conto di tutti questi fattori, l'isolamento dovrebbe rispettare i seguenti parametri:

  • bassa conduttività termica;
  • capacità di assorbire bene l'umidità;
  • resistenza ambientale;
  • resistenza alle fluttuazioni di temperatura.

Tutti questi indicatori sono decisivi nella scelta del materiale ottimale per l'isolamento dei tubi. In generale, ci sono poche varietà di materiali isolanti, quindi scegliere qualcosa di appropriato non è così difficile.

Se l'installazione di approvvigionamento idrico è fatta di tubi di metallo-plastica, la scelta può essere fermata sulla fibra termica. Ha una piccola densità, che è il suo principale vantaggio. Tuttavia, questo materiale ha bisogno di isolamento aggiuntivo, che aumenta significativamente la durata e il costo del lavoro.

La lana di basalto è caratterizzata da caratteristiche di buona qualità e un modo conveniente di posa, tuttavia questo isolamento è piuttosto costoso.

Il polistirene espanso è un materiale eccellente per l'isolamento, è molto popolare tra i consumatori. Può essere utilizzato sia per esterni che per lavori interni e la resistenza del materiale ne consente il riutilizzo in caso di smantellamento del sistema per la riparazione, ad esempio.

Per creare uno stile di polistirolo, le conchiglie devono essere divise in due, prima mettere la prima parte sul tubo e poi la seconda parte - sovrapporla. Dopo l'installazione di tutti gli elementi di giunti isolanti devono essere sigillati con diversi strati di nastro adesivo. Il guscio del tipo sagomato è molto comodo da usare mentre si lavora con angoli e svolte nel sistema di approvvigionamento idrico. Pertanto, con l'aiuto del polistirene espanso non c'è nulla di difficile nell'isolamento dei tubi - anche un principiante può gestire il lavoro.

Per smontare lo strato di questo riscaldatore, tutte le suddette manipolazioni dovranno essere eseguite nell'ordine inverso.

Quindi, in conclusione, possiamo dire che, fatta salva la conformità con tutte le norme e le norme accettate per la posa di servizi sotterranei, è possibile ottenere un sistema di approvvigionamento idrico di qualità e duraturo. Si noti che quando si collegano i tubi per l'acqua alla casa, non si deve affrettarsi a riempire la fossa. Inizialmente vale la pena iniziare la prova per escludere eventuali malfunzionamenti e in tempo per correggerli. Alla fine, è necessario esaminare di nuovo le articolazioni, assicurarsi che tutto funzioni correttamente. Solo allora il lavoro può essere considerato completo.