Dimmi, è possibile una transizione dal polipropilene al Rehau reticolato?

La casa ha tutte le alzate in polipropilene. Ora mi sto cambiando. La domanda è: i rubinetti di intercettazione rimarranno sui riser, ma non so oltre, quale modo migliore per andare ai consumatori di acqua: lo stesso polipropilene o meglio, ad esempio, il polietilene Rehau ?! Cioè, è ammissibile - alle gru e alle gru stesse - PP, e poi il pettine e le pipe Rehau? Cioè, essi stessi l'architettura di questi tipi di tubi e raccordi permette tali transizioni? O così è impossibile?
È previsto l'installazione di tubi di stoppie nel muro e, ovunque scrivano, i giunti saldati di tubi di polipropilene non possono essere murati. O può? Se, proteggeteli dall'isolamento dell'intonaco, dite.
Avrei fatto il PP, in modo da non subtilizzare, ma, qui, con i wall-up, sorge la domanda.
Consiglia come fare la mente.

Gabber ha scritto:
Avrei fatto il PP, per non subtilizzarlo,

È più facile per te risolvere tutto che spiegare che è necessario essere saggi. Tuttavia, leggi argomenti come "L'inserimento di una presa d'acqua da un PCND"

Gabber ha scritto:
Non lo so più

La domanda è puramente la tua scelta, ed entrambi sono prioritari, se pianifichi un pettine, è più facile impuntarlo.

Gabber ha scritto:
giunti saldati di tubi in polipropilene non possono essere murati

possibile, con cosa senza isolamento del tubo su piccole lunghezze
cineman riguardo i fili degli accoppiamenti combinati non dovrebbe essere così spaventoso

martello ha scritto:
possibile, con cosa senza isolamento del tubo su piccole lunghezze

E non è necessario lavarsi le mani

Gabber ha scritto:
La casa ha tutte le alzate in polipropilene. Ora mi sto cambiando. La domanda è: i rubinetti di intercettazione rimarranno sui riser, ma non so oltre, quale modo migliore per andare ai consumatori di acqua: lo stesso polipropilene o meglio, ad esempio, il polietilene Rehau ?! Cioè, è ammissibile - alle gru e alle gru stesse - PP, e poi il pettine e le pipe Rehau? Cioè, essi stessi l'architettura di questi tipi di tubi e raccordi permette tali transizioni? O così è impossibile?
È previsto l'installazione di tubi di stoppie nel muro e, ovunque scrivano, i giunti saldati di tubi di polipropilene non possono essere murati. O può? Se, proteggeteli dall'isolamento dell'intonaco, dite.
Avrei fatto il PP, in modo da non subtilizzare, ma, qui, con i wall-up, sorge la domanda.
Consiglia come fare la mente.

Posso dire come ho fatto. Giusto o no, per giudicare gli idraulici professionisti, sono un vero dilettante nell'impianto idraulico (ma allo stesso tempo mi sono consultato con un professionista di alto livello). Considera scritto dalla mia opinione personale.

Il buon polipropilene nelle sue caratteristiche non è peggiore del polietilene reticolato e, a proposito, non più economico, ma anche più costoso (!)

Ho anche un riser CPD, mi sono ritirato da esso, IMHO, uno dei migliori CPD è un baeninger rinforzato verde. Un tempo ho letto molte polemiche sul fatto che sia possibile saldare un CPD diverso, qualcuno ha scritto che era impossibile, qualcuno che era possibile. Di conseguenza, i tocchi sono composti da 0 SPM verdi e il riser è di colore bianco x3. Totale anno e mezzo, pah-pah, nessun problema. Ho sentito la stessa opinione e probabilmente sono d'accordo con lui sul fatto che dovresti fare un CPD dello stesso colore del riser, quindi il tipo di codice penale in caso di forza maggiore non infastidisce. Ma lei non si preoccupa, perché è ancora loro la responsabilità dei prelievi, non importa quanta parte del CPD siano fatti, e inoltre, ho anche ricevuto da Babbo Natale un documento con sigilli che lo hanno fatto nel modo giusto e nella mente giusta.

In generale, spero che il Baeninger verde starà nientemeno che la casa stessa, e in effetti qualsiasi guan senza nome più bianco che ha creato i riser. Dall'uscita al pettine ho realizzato anche una baeninger verde mista a bronzo da un wigi. Ma dai pettini e oltre - Rehau, per lo meno è più comodo da portare avanti, il ppr è molto low-tech.

Modi di collegamento di tubi di plastica - tra loro e con metallo

Qualsiasi materiale da costruzione ha il suo periodo operativo. Quando finisce, è necessario sostituire i prodotti spesi. Questo vale anche per i tubi. Oggi i prodotti in polipropilene sono così facili da installare che consentono di sostituire completamente il complesso di riscaldamento / acqua senza troppe difficoltà. Hai solo bisogno di sapere come collegare tubi di polipropilene.

Questo materiale è buono perché i prodotti hanno le seguenti proprietà:

  • Forte. Possono far fronte a cadute di pressione ed effetti ad alta temperatura senza modificare i propri indicatori;
  • durevole;
  • Resistente agli effetti corrosivi;
  • Facile da installare Per l'installazione, è necessario riscaldarli solo con un dispositivo speciale, effettuare il collegamento attraverso i raccordi. Per collegare il tubo di metallo con polipropilene utilizzare anche raccordi.

Tipi di prodotti realizzati in polipropilene

Esistono quattro tipi di prodotti in polipropilene:

  • PN 25. La pressione massima consentita è 2,5 MPa. È applicato in sistemi di riscaldamento, sistemi di approvvigionamento di acqua calda;
  • PN 20. Prodotto universale in grado di gestire carichi fino a 2 MPa. Viene utilizzato nei complessi di approvvigionamento di acqua fredda / calda (se la temperatura dell'acqua non supera gli ottanta gradi Celsius). È ad alta resistenza, perché all'interno c'è un rinforzo con lamina;
  • PN 16. Progettato per impianti di riscaldamento a bassa pressione e tubi dell'acqua fredda;
  • PN 10. Il prodotto con pareti sottili in grado di sopportare carichi fino a 1 MPa. Viene spesso utilizzato quando si organizza un pavimento caldo (la temperatura non supera i quarantacinque gradi), l'acqua fredda (fino a più venti).

Per selezionare prodotti adatti ai tuoi scopi, consulta uno specialista. Puoi anche guardare un video che ti dice quali tubi usare in diverse situazioni.

strumenti

Facile installazione: un vantaggio chiave del polipropilene. Avrai bisogno di alcuni materiali, strumenti speciali:

  • tubi di polipropilene;
  • una matita;
  • clip per riparare l'autostrada;
  • metro a nastro;
  • giunti per connessione;
  • angoli;
  • Ushastik-MRI. È usato per fissare il mixer;
  • La risonanza magnetica esce con fili metallici;
  • dispositivo di saldatura;
  • forbici per oggetti in plastica.

Collegamento di tubi in polipropilene tra loro

Saldatura a diffusione

Ora la questione di come collegare tubi in polipropilene è popolare. Il metodo più comune è la saldatura per diffusione. Per fissarli, utilizzare i raccordi: giunti, angoli, adattatori.

I tubi in polipropilene quando si installa un complesso di acqua fredda durano esattamente cinquanta anni. Circa venticinque anni serviranno nell'installazione di acqua calda. Ricordare che la durata del funzionamento dipende dalla pressione e dalla temperatura di ingresso.

I prodotti in polipropilene sono molto resistenti, in grado di far fronte a qualsiasi cambiamento nel sistema. Le condizioni di alta pressione e bassa temperatura non possono in alcun modo influire sulla durata del loro funzionamento. L'alta pressione e la temperatura, che sono fissate contemporaneamente, ridurranno la durata del funzionamento dei tubi di 5-7 anni. Non ci sono carichi estremi nelle condutture domestiche che possono deformarle, quindi non c'è motivo di preoccuparsi.

Dispositivo "Fuzioterm"

Se sei interessato a collegarti tra loro, fai attenzione a questa unità. I prodotti in polipropilene freddo sono collegati e quindi l'interfaccia viene elaborata con lo strumento Fuzioterm. Se è necessario saldare 2 estremità del tubo, queste vengono inserite in un foro speciale nel dispositivo, preriscaldando l'apparecchio a duecentosessanta gradi. Quindi estraggono e si connettono.

Saldatura a campana

Se il raggio è inferiore a venti millimetri, è possibile combinarli mediante saldatura manuale. Per connettersi con parti metalliche, è necessario utilizzare un metodo diverso. Avrai bisogno di uno speciale ferro per saldare.

1. Taglia un pezzo del prodotto con speciali forbici. Se il rinforzo è presente, eseguire la sua elaborazione, appianare lo strato di rinforzo nell'area di taglio.

2. Indossa i guanti, riscalda il saldatore e inizia a saldare.

3. Fare tutto rapidamente in modo che l'interfaccia non sia deformata.

Collegamento di tubi in polipropilene con polietilene

Come collegare il tubo di polietilene con polipropilene? Per questo, viene utilizzata la saldatura di testa. Le estremità vengono riscaldate fino a quando il materiale si scioglie. Quindi sono compressi. Il giunto è formato, la cucitura si raffredda. Il riscaldamento viene eseguito con un utensile metallico piatto con rivestimento in Teflon.

Il principale vantaggio di questa saldatura è che non è necessario spendere soldi per collegare elementi per posare sezioni diritte. Lo svantaggio è che, indipendentemente dal raggio dei prodotti collegati, è necessario seguire una serie di regole di saldatura di testa. Inoltre, la connessione di due segmenti richiede molto tempo. Ora sai come collegare il tubo HDPE con polipropilene.

Collegamento di tubi in polipropilene con metallo

Rimane la domanda su come connettere i tubi di polipropilene (sotto alta pressione) con il metallo? Ci sono 2 metodi. Scegli uno di loro è necessario, a partire dal raggio.

1. Per prodotti con un raggio massimo di 20 mm, utilizzare connessioni filettate sulla parte metallica del sistema. Raccordi, da un lato dei quali esiste un normale accoppiamento per il montaggio su plastica, e dall'altro lato, il filo necessario, viene venduto ovunque. Per sigillare la filettatura in acciaio, utilizzare il lino con olio di lino o materiali di tenuta moderni. Ciò garantirà la durata della connessione.

2. Per le taglie più grandi, è preferibile utilizzare i collegamenti a flangia. Il filo di ferro con un raggio di 300 mm non può essere avvitato a mano, anche se sei forte. Allora come combinare un tubo di metallo e polipropilene, se sono di grande diametro? Utilizzare adattatori speciali che possono essere acquistati nel negozio.

La filettatura e le flange consentono di collegare tubi in metallo e polipropilene senza saldature, il che è molto conveniente.

Collegamento di tubi in polipropilene con metallo plastico

Come posso collegare un tubo di metallo-plastica con un prodotto in polipropilene? Dovrebbero essere usati raccordi a compressione. Di solito sono realizzati con un materiale resistente agli effetti corrosivi (rame, ottone). Il design include un raccordo, un anello, un dado a risvolto. Attraverso il loro aggraffatura è fisso.

Quando il dado è attorcigliato, preme sull'anello attaccato alla sezione del tubo. In genere, questa connessione viene utilizzata in impianti idraulici e di riscaldamento.

Tipi di accessori

Collegare due pezzi di materiali diversi, possibilmente con raccordi speciali. Sono ancora utilizzati quando è necessario collegare l'impianto idraulico con raccordi in acciaio. Gli inserti sui raccordi sono necessari per una connessione forte. Possono essere fatti di ottone o di cromo. Le opzioni più comuni oggi sono:

  • Crossings;
  • tee combinati;
  • accoppiamento;
  • valvole a sfera;
  • adattatori (hanno un filo di plastica esterno).

La giusta scelta di prodotti in polipropilene

È difficile scegliere qualcosa di specifico dall'ampia gamma offerta da molti produttori. Ci sono criteri che devono essere seguiti al momento dell'acquisto.

1. I prodotti devono essere conformi alle caratteristiche del sistema di alimentazione / riscaldamento dell'acqua.

2. Per costruire un sistema di alta qualità, è necessario acquistare tutti i dettagli da un produttore. Questo approccio creerà un design affidabile e duraturo.

3. Nella scelta, prestare attenzione alla qualità delle tubazioni e dei raccordi. Valuta quanto segue:

  • scorrevolezza della superficie interna / esterna;
  • presenza di fessure, schegge, bolle, struttura disomogenea, particelle estranee;
  • la correttezza della geometria;
  • lo stesso spessore delle pareti.

4. Ricordare che i prodotti in polipropilene sono progettati per funzionare a una temperatura di almeno meno venti. Chiedi al negozio come conservarli in inverno. Lo stoccaggio improprio porta alla deformazione del prodotto.

5. Se l'acqua andrà per l'acqua potabile, chiedere al venditore se il prodotto soddisfa gli standard di igiene e igiene.

6. Acquistare solo tubi diritti, senza curve. Nei negozi, sono immagazzinati verticalmente, così gradualmente si piegano, cessano di essere uniformi. Assicurati di prestare attenzione a questo.

7. Scegli i prodotti di produttori affermati che hanno dimostrato da soli, hanno tutti i certificati necessari. Cercando di risparmiare denaro, puoi acquistare un prodotto di bassa qualità che non ti può servire per l'intero periodo operativo. Pertanto, è meglio pagare di più una volta, che spendere di nuovo denaro ed effettuare riparazioni complesse del complesso di approvvigionamento idrico / riscaldamento.

Come collegare il tubo Mon. con polipropilene

Spesso ci sono casi in cui si fa una pipeline, bisogna affrontare il problema di collegare tubi di materiali diversi. In questo articolo vedremo come collegare il tubo HDPE con un tubo di polipropilene.

Tipi di connessione per tubi in polipropilene

Per il collegamento di tubi in polipropilene con altri tipi di tubi sono presenti raccordi speciali con filettatura. Un lato del raccordo è saldato al tubo di polipropilene, e l'altro lato, con il filo, è collegato allo stesso diametro con un filo sull'altro tubo. La filettatura sul raccordo può essere interna o esterna. Ci sono anche accoppiamenti combinati. Li considereremo in seguito.

Un altro tipo di connessione per tubi in polipropilene si basa su una connessione a flangia. Questo tipo di connessione viene utilizzato in tubi di grandi dimensioni. Per fissare la flangia al tubo di polipropilene, viene saldato un manicotto sul quale viene quindi montata la flangia. Un'altra opzione di montaggio viene eseguita dalle flange del cappuccio. Il loro dispositivo assomiglia a un accoppiamento a compressione. La connessione della flangia è fissata ai bordi del tubo dello stesso diametro e serrata con dadi svasati.

Tipi di connessioni per tubi HDPE

Pipe PND ha approssimativamente gli stessi dispositivi per la connessione. La più comune: connessione pinza. Per collegare i tubi, viene utilizzato un giunto, in cui è presente una pinza su un lato e una filettatura sull'altro. Per fissare il giunto, il dado di serraggio viene svitato e messo sul tubo HDPE. La pinza viene inserita nel tubo, il dado di serraggio viene inserito e serrato strettamente.

Fai attenzione! Il dado di serraggio non deve essere serrato eccessivamente, altrimenti potrebbe scoppiare o la pinza schiaccerà il bordo del tubo.

Dopo che la pinza è collegata all'altra estremità del collare filettato, è possibile avvitare un altro tubo con una filettatura dello stesso diametro.

La connessione a flangia del tubo HDPE è realizzata in modo simile alla connessione descritta sopra. Sul bordo del tubo HDPE c'è un manicotto saldato su cui è montata la flangia. E lo stesso dispositivo con una flangia del cappuccio, in cui la connessione è installata sui bordi dei tubi e premuta con i dadi a cappello.

Collegamento di due tubi

Utilizzando i dispositivi sopra descritti per tubi, è possibile collegare facilmente il tubo HDPE con polipropilene.

  • Nel primo caso, si collega una pinza filettata al tubo HDPE e un raccordo filettato combinato al tubo del propilene. Sul nastro FUM avvolgimento filo per sigillare e torcere.
  • Nel secondo caso, colleghi due tubi con le flange. Inserire la guarnizione in gomma tra le flange per la sigillatura e serrarle con bulloni.

Accoppiamenti combinati

Se con una connessione a pinza per tubo HDPE tutto è chiaro, quindi i giunti combinati (raccordi) per tubi in polipropilene sono diversi. Diamo un'occhiata veloce a loro:

  1. Un accoppiamento filettato femmina serve a collegare la tubazione con un altro tipo di tubo o strumenti con filettature esterne. Consiste di una billetta di polipropilene con un giunto di metallo premuto verso l'interno, su cui viene tagliato un filo all'interno.
  2. Un accoppiamento di filettatura esterno svolge le stesse funzioni sopra descritte. Si differenzia solo dal fatto che un manicotto di metallo con una filettatura esterna viene premuto nella billetta di polipropilene.
  3. Il giunto filettato "chiavi in ​​mano" è costituito da una billetta di polipropilene, nella quale viene pressato un manicotto metallico, sporgendo i bordi metallici oltre il bordo del polipropilene. I volti sono progettati sotto la chiave inglese. All'interno la faccia è scolpita. È conveniente torcere tale manica con una chiave per un altro filo. Inoltre ci sono modelli di giunti con facce chiavi in ​​mano.
  4. Un accoppiamento maschio chiavi in ​​mano è uguale all'accoppiamento descritto nel paragrafo 3, ma ha una filettatura esterna.
  5. L'accoppiamento diviso con filettatura interna consiste di due parti metalliche sotto la chiave inglese. Inoltre, una parte metallica è collegata con una billetta di polipropilene. Tali giunti sono installati in punti in cui è necessario scollegare la tubazione o rimuovere i dispositivi. Un altro nome per questa frizione è americano. Giralo con due chiavi.
  6. L'accoppiamento rimovibile con filettatura esterna è simile al precedente tipo di americano. L'unica differenza è nella thread esterna anziché quella interna.
  7. L'accoppiamento con un dado cieco consiste in una billetta di polipropilene in cui viene premuto un raccordo con un dado a cappello. È installato nello stesso modo di un americano: nei luoghi del connettore necessario della pipeline.

Con questi giunti combinati saldati a un tubo in polipropilene, è facile collegarlo al tubo HDPE, che ha una pinza con una filettatura simile.

Raccordi in PP per saldatura

Prima di collegare i due tubi con i raccordi, questi devono essere fissati sul tubo. Montaggio pinza sul tubo HDPE, abbiamo discusso in precedenza. Considerare ora il collegamento di un tubo di polipropilene con un raccordo.

I raccordi per tubi in polipropilene sono collegati mediante saldatura con uno speciale saldatore. Un saldatore con ugelli è installato su un supporto e riscaldato a 260 o C. Il bordo del tubo viene pulito da sporco, smussato e sgrassato insieme con l'interno del giunto. Tubo e raccordo allo stesso tempo montano ugelli riscaldati. Dopo il riscaldamento, il tubo viene inserito nel raccordo in modo uniforme senza girare e lasciato raffreddare. Questo completa il processo di saldatura.

Dopo aver letto questo articolo, puoi facilmente collegare un tubo di polipropilene con un tubo di HDPE. Ecco tutte le opzioni possibili per la connessione corretta. Ci sono appassionati che affermano nei forum di costruzione che questi due tubi possono essere saldati con un giunto a diverse temperature. Ma il fatto è che polipropilene e HDPE sono fatti di materiali diversi, hanno punti di fusione diversi, quindi questa giuntura potrebbe scoppiare o addirittura fondere. Se decidi di salvare e sperimentare, fallo a tuo rischio e pericolo.

video

Un esempio è come sostituire una sezione di un tubo di ferro con uno di polipropilene. Lo stesso principio può essere utilizzato per collegare tubi di plastica di vari materiali:

In queste foto puoi vedere come è possibile collegare ancora i tubi di plastica:

Come collegare il tubo al PP con un tubo di metallo in polipropilene

La pipeline della rete di comunicazione è spesso eterogenea. Utilizza acciai, polipropilene, lotti combinati, a seconda delle esigenze - fornitura di acqua calda e / o fredda, riscaldamento, acque reflue. Le condizioni operative influiscono sulla rete del materiale e sulle connessioni. Di seguito viene descritto come connettere correttamente la diversa struttura dei componenti.

Modalità di collegamento di tubi di materiali diversi

Lo stirene nella produzione di tubi ha guadagnato popolarità a destra - HDPE, polietilene, propilene, polimero reticolato - hanno la forza e le reazioni minime alle aggressioni esterne e interne dei media non peggiori dell'acciaio, e lo superano in alcuni parametri. Utilizzato per tubi dell'acqua calda e fredda, resiste alla massima pressione e allo sforzo di rottura. Ci sono molti modi per collegare la plastica. Questo è saldatura, accessori, compressione. È possibile applicarli in tandem con tubi di altro materiale?

Considera ogni caso:

Come collegare il tubo HDPE con polipropilene

Sono disponibili diversi metodi per il fissaggio di materiali dissimili: raccordi filettati - interni, esterni, accoppiamenti combinati, flange.

  • I raccordi filettati sono fissati alle estremità dei tubi con il metodo saldato. Per questo, il design del raccordo viene smontato, quindi una parte viene saldata all'estremità di un tubo e la sezione filettata all'estremità dell'altro. Una saldatrice speciale fonde la plastica e le giunture sono resistenti e ermetiche. Per le sezioni monopezzo, vengono utilizzati raccordi con elementi riscaldanti incorporati.
  • Raccordi a colletto. Il design è pieghevole, consiste in una pinza, una filettatura e un dado di serraggio. Tipi di giunti per tubi PND - set. Per collegare il tubo in HDPE e il tubo in polipropilene in modo simile al raccordo, l'accoppiamento è smontato. Quindi la pinza viene inserita nel tubo HDPE e fissata con un dado di serraggio, dopo di che la struttura viene serrata. Non è possibile stringere il raccordo, altrimenti la pressione della pinza schiaccerà i bordi del tubo o il dado di serraggio scoppierà. Quindi un tubo di polipropilene con un diametro simile è attaccato alla filettatura.
  • Le flange vengono utilizzate quando si collegano tubi HDPE con altri, quando componenti di rete di grande diametro sono riser, fogne e così via. Oltre alla flangia stessa, è necessario un manicotto per fissarlo. La connessione avviene nello stesso modo di un collare a colletto: la costruzione è smontata in parti e rafforzata in tubi diversi per le boccole già saldate. La riparazione del sito avviene con l'aiuto di cap nuts.

Una varietà di materiali viene utilizzata per sigillare le giunture tra i due tubi. Per raccordi filettati e raccordi a innesto - nastro-fum. Per collegamenti a flangia - guarnizioni in gomma o in amianto.

Come collegare il tubo HDPE con un tubo di metallo

Per il fissaggio di tubi dissimili - HDPE e metallo, vengono utilizzati raccordi speciali a compressione, da un lato, e filettati sull'altro. Per realizzare un'area di grande diametro, utilizzare flange e prese. Descriviamo tutti i casi in dettaglio:

Il raccordo per il collegamento di tubi di piccolo diametro agisce come un manicotto a pinza. È smontato nelle sue parti componenti e, utilizzando un dispositivo speciale, fissa l'unità di compressione all'estremità del tubo HDPE. Quindi, fissare la sezione filettata in cui è inserito il tubo metallico. Cioè, il processo è simile alla connessione di due tubi di polimeri sopra descritti.

Prestare attenzione ai collegamenti speciali delle flange per tubi in HDPE e metallo. Vengono utilizzati quando la saldatrice non può essere attivata.

Tipi di flange per il collegamento di tubi PND e metallo - due. Risolto e filettato. Nel primo caso, la flangia viene montata su un tubo metallico, sulla seconda estremità è installato un tubo di plastica e il design è fissato da un anello di pressione con guarnizione in gomma. Nel secondo, l'estremità della flangia ha una filettatura per svitare il tubo HDPE con il diametro corrispondente e il profilo di tenuta.

Le più popolari sono le connessioni di tubi PND con quelle in metallo grazie alla speciale costruzione a campana delle prime. Oltre agli elementi di tenuta, questa fissazione contiene tappi e fili speciali. La connessione è la seguente: le estremità dei tubi sono lisce e con una presa vengono pulite. Installa il sigillo. Inserire il tubo, fissandoli alternativamente con tappi. Dopo aver montato il filo.

Le tecnologie descritte sono relativamente economiche: gli accessori e le flange sono poco costosi, facili da installare, il lavoro non richiede competenze e attrezzature per la saldatura.

Attacco per tubo dell'acqua in PVC

I tubi di plastica per l'idraulica sono popolari grazie al loro basso costo, facilità di installazione e caratteristiche ad alta resistenza. Nell'impianto idraulico di casa vengono utilizzati sia per l'acqua fredda che per l'acqua calda: è importante seguire l'etichettatura.

Il metodo per connettere tali tubi è in qualche modo:

  • Saldatura - a freddo e utilizzo di un apparecchio di saldatura speciale. Nel primo caso, la composizione "adesiva" è una massa speciale a base di composti polimerici e minerali. Ha una buona adesione, i collegamenti sono stretti. Adatto per aree della rete in cui l'acqua scorre per gravità - senza pressione e pressione. Usarlo è semplice: i tubi sono collegati e la massa è sovrapposta al punto della giuntura.
  • La saldatura a caldo comporta l'incollaggio a livello molecolare. Per inserire le estremità dei tubi viene utilizzato uno speciale apparecchio di saldatura con fori. Prima del collegamento, lo strato superiore viene rimosso dai bordi con un coltello da macinazione. I bordi dei tubi sono fusi negli ugelli - il tempo è strettamente regolato - e premuti l'uno contro l'altro. Perché la tenuta è alta. Entrambi i metodi sono utilizzati sia su connessioni permanenti che in tandem con raccordi.
  • Discussione. Viene principalmente utilizzato per il collegamento di tubi dell'acqua in PVC e strutture metalliche. Le varianti dei raccordi sono diverse e consentono di eseguire qualsiasi transizione - da piccoli a grandi diametri, spire, l'inclusione di diversi rami di tubazioni nella rete. Di solito per una connessione simile usando un americano, accoppiamenti collassabili, flange. I metodi di connessione sono simili a quelli descritti sopra: le strutture sono smontate, montate alle estremità dei tubi e quindi collegate.
  • Giunti a compressione. Il metodo a pressione viene applicato con successo sui giunti di tubi in PVC. Il design dei raccordi consente di spremere i bordi, ottenendo un'area sigillata. Il lavoro non richiede temperatura, strumenti speciali, eccetto la chiave di aggraffatura. È necessario smontare la struttura e rafforzare i componenti con un anello di compressione con guarnizione.

In caso di smantellamento della rete, i raccordi restano adatti per un ulteriore utilizzo. La preparazione per la connessione è completa: le estremità dei tubi vengono pulite e sgrassate, altrimenti la tenuta resterà in questione. Non è possibile pizzicare la connessione, in modo da non rompere le estremità dei tubi.

Il collegamento di tubi in PVC è una semplice installazione che è disponibile per gli artigiani di casa senza precedenti capacità lavorative: è importante scegliere lo strumento giusto e scegliere il metodo di fissaggio.

Quindi, non ci sono difficoltà nel montaggio di tubi dissimili. Il principio per le materie prime polimeriche e metalliche è lo stesso. La connessione di alta qualità dipende non solo dal materiale del tubo o dal suo diametro, ma anche dal metodo selezionato e dai raccordi selezionati correttamente. Quindi la comunicazione domestica - idraulica, riscaldamento o fognatura - durerà a lungo.

Come collegare correttamente i tubi dall'HDPE: nel qual caso è possibile utilizzare un raccordo o una flangia anziché la saldatura?

Ciao, caro lettore! Se si ha la necessità di posare una condotta di acqua fredda, è possibile utilizzare prodotti realizzati in polietilene a bassa pressione (HDPE) - un materiale economico e pratico. Ogni materiale ha le sue sottigliezze e le caratteristiche di installazione. In questo articolo diremo ai lettori come collegare il tubo HDPE.

Quali sono i tubi HDPE?

Il polietilene è una plastica diffusa e conosciuta. Ma i tubi da esso cominciarono a essere fatti non troppo tempo fa - circa 50 anni fa. Il nome "polietilene a bassa pressione" deriva dal metodo di produzione del polietilene e non è correlato alla qualità della plastica.

I tubi possono essere neri, blu brillante, neri con strisce blu e gialle, grigi (per acque nere), raramente altri colori. Blu o nero con strisce blu sono utilizzati per la fornitura di acqua potabile, prodotti neri per scopi tecnici. Diametri - da 16 a 1600 mm. Sono realizzati come prodotti misurati lunghi 12 m o in baie (se il diametro non supera 160 mm)

Ambito di applicazione

Gli HDPE sono utilizzati esclusivamente per condotte di acqua fredda, in quanto possono essere utilizzati a una temperatura non superiore a 40 ° C. Pressione di esercizio: non più di 20 MPa (2 atmosfere). Sono applicati ovunque per la posa di reti idriche e fognarie sotterranee e sistemi di approvvigionamento idrico da un pozzo con una pompa.

Una distribuzione più ampia è ostacolata dall'instabilità delle radiazioni ultraviolette - il passaggio completo all'HDPE non funzionerà.

Inoltre, i cavi di comunicazione o di alimentazione sono disposti in tubi lisci o corrugati.

I vantaggi e gli svantaggi di questi tubi:

vantaggi

  • basso costo;
  • inerzia chimica - non reagisce con alcali o acidi; l'acqua non acquisisce sapore o odore straniero;
  • resistenza alla corrosione; resistenza ai media aggressivi;
  • durata - i primi tubi hanno funzionato per più di cinquanta anni;
  • superficie interna liscia - tali tubi non "si espandono" con sali di calcio, come quelli metallici;
  • tollerare il congelamento con acqua all'interno e non scoppiare come quelli metallici;
  • non temono variazioni di temperatura (da -20 ° С a 40 ° С):
  • il polietilene di plastica trasferisce facilmente i movimenti del terreno;
  • producibilità - installazione facile e veloce;
  • il polietilene è ecologico: la sua produzione e lo smaltimento non provocano inquinamento ambientale;
  • la leggerezza facilita la loro installazione, stoccaggio, trasporto.

carenze

  • lo svantaggio più significativo è la sensibilità all'ultravioletto. Gli acquedotti lasciati sotto il sole aperto crolleranno letteralmente in un paio d'anni. Pertanto, i tubi dell'acqua in HDPE sono utilizzati esclusivamente nelle comunicazioni sotterranee e in stanze con illuminazione artificiale o senza luce (ad esempio, in scantinati e scantinati senza finestre);
  • non progettato per funzionare con ambienti caldi.

Metodi di connessione

I tubi in polietilene a bassa pressione possono essere collegati in modo rimovibile e monopezzo. Di seguito descriviamo ognuno di questi metodi.

Connettori divisi

Questo tipo di giunto viene applicato su diametri fino a 315 mm, ma è opportuno applicarlo su diametri non superiori a 110 mm. È affidabile quanto i modi all-in-one.

  • velocità e facilità di installazione;
  • redditività - non richiede attrezzature speciali; accoppiamenti e altri accessori non sono troppo costosi;
  • disponibilità - può essere usato in condizioni ristrette, sott'acqua, per esempio.

I connettori (raccordi, giunti) sono montati nel seguente ordine:

  • le estremità sono accuratamente tagliate perpendicolarmente alla lunghezza del tubo; rifilato senza sbavature;
  • lo smusso viene rimosso alle estremità (usando uno strumento speciale o un coltello affilato);
  • un elemento di collegamento è posto alle estremità (entra piuttosto strettamente nell'adattatore);
  • poi il dado sul raccordo è serrato accuratamente.

raccordi di collegamento

Questo è il modo più rapido e non impegnativo per assemblare le tubazioni. Può essere facilmente applicato a casa.

I giunti in polietilene sono di diversi tipi:

  • collegamento - collegare tubi dello stesso diametro;
  • riduzione - usato come transizione per diversi diametri;
  • Compressione - progettato per collegare tubi in PE con varie chiusure, tubi in acciaio, propilene o PVC.

I giunti sono diritti e angolari. Tipi di accoppiamenti sono mostrati nella tabella.

Raccordo di montaggio

I raccordi a compressione sono una sorta di raccordi per tubi dell'acqua.

L'installazione è simile all'installazione di accoppiamenti.

Connessione a flangia

Viene utilizzato su tubazioni di grande diametro (non meno di 40 mm) per l'installazione di valvole, valvole, regolatori (per la loro successiva rimozione per la riparazione o la sostituzione).

Per fissare le flange, i giunti speciali sono saldati alle estremità della tubazione, quindi le flange vengono avvitate su di esse.

Connessioni permanenti

L'unico metodo possibile per unire grandi diametri.

Saldatura di testa

Tale saldatura è desiderabile per collegare il pezzo in lavorazione con uno spessore di parete di almeno 5 mm.

Le estremità vengono pulite, lo smusso viene rimosso, inserito in un riscaldatore speciale, fuso, quindi i semilavorati vengono uniti, pressati e mantenuti stazionari fino al completo raffreddamento.

Saldatura per elettrofusione

I due tubi da collegare sono inseriti in un giunto speciale, all'interno del quale è presente un elemento riscaldante. Quindi viene fornito un dispositivo speciale con tensione da esso, l'accoppiamento e gli sbozzati sono riscaldati e saldati. Metodo di saldatura molto conveniente. E molto costoso. Su grandi diametri, il costo dell'accoppiamento sarà molto più alto del costo della condotta nella vostra zona.

Quando si esegue questo tipo di saldatura, è necessario prestare particolare attenzione alla pulizia preliminare delle estremità e all'immobilità del giunto fino a quando non è completamente raffreddato.

Requisiti per giunti saldati

  • non ci può essere depressione nel sito della cucitura - solo un rullo sporgente;
  • lo spostamento delle estremità l'una rispetto all'altra non deve superare il 10% dello spessore della parete del tubo;
  • con uno spessore della parete fino a 5 mm, lo spessore del rullo non deve essere superiore a 2,5 mm; per spessore della parete - non più di 5 mm.

Istruzioni passo-passo sul collegamento di tubi dall'HDPE

Strumenti e materiali necessari

  • centralizzatore;
  • unità idraulica;
  • riscaldatore a temperatura controllata;
  • troncatrice con azionamento elettrico;
  • inserti per vari diametri di prodotti saldati.

avanzamento dei lavori

  • I tubi in HDPE sono bloccati nel dispositivo di centraggio;
  • rifilatura e smussatura;
  • le estremità sono sgrassate;
  • le superfici vengono riscaldate dal riscaldatore della saldatura e fuse;
  • il riscaldatore della saldatura è rimosso;
  • le estremità sono compresse in modo che si formi un cordone di saldatura;
  • i tubi non si toccano fino al completo raffreddamento, quindi rimuovere il centralizzatore.

Video sulla connessione

È sempre meglio vedere il processo di produzione di qualsiasi lavoro. Il nostro video ti aiuterà a vedere tutti i dettagli del processo di saldatura dei tubi PNH.

Consulenza di esperti

Non è possibile collegare tubi con ellissi marcate - la qualità della cucitura sarà insoddisfacente.

Dopo la saldatura, l'unità saldata deve essere ferma in uno stato fisso finché non si è completamente raffreddata.

Non trascurare la pulizia delle estremità del terreno, polvere, sabbia, trucioli e sgrassaggio - queste piccole cose influenzano in modo significativo la qualità della cucitura.

Come collegare il tubo HDPE con polipropilene

Polietilene e polipropilene non saldati. Collegarli correttamente solo con i raccordi. Saldare o applicare le estremità del materiale di collegamento (giunti con filettatura interna) del materiale appropriato, avvitare il raccordo filettato a sgancio rapido ("Americano") su un MPE, quindi collegare due MRV con un dado cieco.

Come fare l'unione di tubi in polietilene e acciaio

Tale unione è resa simile all'unione di HDPE e polipropilene. Le tubazioni in acciaio di solito finiscono nella filettatura. È possibile invece di "American utilizzare l'unità, ma questa opzione è già sopravvissuta.

Sulle grandi autostrade in corrispondenza di tali giunzioni, di solito viene montata una valvola o una valvola a saracinesca - in questo caso è possibile utilizzare una connessione a flangia.

conclusione

Speriamo che il nostro articolo abbia aiutato il lettore a comprendere le complicazioni legate al collegamento di tubi in polietilene a bassa pressione con le proprie mani. Condividi informazioni utili con amici e conoscenti sul social network, invita i tuoi amici e iscriviti alla nostra newsletter - e sarai sempre pronto a iniziare qualsiasi riparazione a casa.

Come collegare tubi di metallo-plastica con polipropilene?

La differenza nella struttura dei tubi in polipropilene e metallo-plastica e le diverse tecnologie di installazione possono creare difficoltà quando si collegano due condotte in un singolo impianto di alimentazione o riscaldamento.

Tuttavia, i produttori di materiali hanno metodi sviluppati a lungo per combinare materiali di diverse strutture, nonostante abbiano caratteristiche di montaggio diverse.

Quando è necessario collegare tubi di varie strutture

I collegamenti dei sistemi di condotte di materiali diversi possono essere necessari nel caso di:

  • collegamento di una nuova pipeline a una linea o alzata esistente;
  • sostituzione di un'area usurata;
  • posa e collegamento di pavimenti riscaldati ad acqua al sistema di riscaldamento esistente in polipropilene;
  • installazione di un sistema misto al fine di ridurre il costo di acquisto dei materiali.

In ogni caso, occorrono parti con lo stesso tipo di connessione su un lato (raccordi).

Tipi di raccordi per unire metallo-plastica e polipropilene

I raccordi sono chiamati elementi di sistemi di tubazioni progettati per collegare sezioni della tubazione, flussi di ramificazione e collegamento a apparecchiature idrauliche.

L'utilizzo di raccordi per l'installazione di tubi in metallo-plastica e polipropilene dipende dalle caratteristiche che ogni materiale ha.

Caratteristiche di installazione di prodotti in polipropilene

Le tubazioni PPR sono collegate utilizzando la tecnologia di saldatura a diffusione (brasatura) utilizzando le parti del giunto.

Durante il montaggio con l'aiuto di uno strumento speciale, la superficie esterna della tubazione e la superficie interna del raccordo vengono riscaldate all'inizio della temperatura di fusione di 240-260 ° C, dopo di che l'accoppiamento viene unito.

Per il polipropilene è:

  • angoli realizzati interamente in plastica, tee, croci, giunti, flange, giunti di dilatazione e contorni;
  • avere da un lato angoli di filettatura esterni o interni, raccordi a T, giunti e connessioni a spina.

Le parti filettate vengono utilizzate per installare valvole e raccordi su impianti idraulici e sistemi di altri materiali.

Caratteristiche distintive dell'installazione di metallo

La sezione del tubo è una struttura a tre strati. Gli strati interno ed esterno sono fatti di polietilene e il mezzo di alluminio. In realtà, è un tubo di alluminio a parete sottile, coperto all'interno e all'esterno con strati di plastica.

Per i tubi in metallo-plastica, tutti i raccordi sono realizzati in metallo e possono essere collegati con raccordi per tubi su ciascun lato o essere filettati su un lato. Gli elementi con le flange in tali sistemi non sono realizzati.

I collegamenti possono essere effettuati utilizzando tre tipi di raccordi:

  • spina di pinza;
  • compressione-tensione;
  • premuto un pezzo.

Allo stesso tempo, i raccordi possono essere utilizzati per collegare le lunghezze dei tubi, modificare il diametro e la ramificazione del flusso o per collegarsi a impianti idraulici o condotte di altri materiali.

Nel secondo caso, c'è una filettatura interna o esterna sulla parte di connessione su un lato.

Metodi di collegamento di tubi metallici e polipropilenici

Collega le linee di materiali diversi in tre modi:

  • attraverso l'accoppiamento utilizzando raccordi standard per ciascun sistema di tubazioni;
  • attraverso la connessione a flangia;
  • utilizzando maniche a compressione in polietilene su due lati.

Ogni opzione ha le sue caratteristiche associate alla progettazione di tubi ed elementi per la connessione. Il costo delle connessioni aumenta in larga misura con l'aumento del diametro del tubo.

La scelta del tipo di connessione dipende dai parametri operativi del mezzo trasportato attraverso la pipeline. Nei sistemi di riscaldamento, si consiglia di utilizzare connessioni di accoppiamento costose ma affidabili utilizzando raccordi standard. Per l'impianto idraulico, è possibile utilizzare metodi più economici.

È importante! Deve essere possibile accedere alla connessione durante il funzionamento del sistema. Questo potrebbe essere richiesto per completare la riparazione.

Gruppo di accoppiamento

Il montaggio di raccordi filettati di solito non è difficile, ma richiede anche l'installazione di un elemento rimovibile (americano).

Per eseguire il lavoro sono necessarie 2 chiavi regolabili o a gas, il cui numero dipende dal diametro della tubazione. Inoltre, è necessario traino (lino pettinato) e sigillante siliconico o pasta di montaggio.

La procedura di installazione è la seguente:

  • smontare l'elemento split (americano) in due parti;
  • avvolgere un po 'di traino sulla parte che ha una filettatura esterna e mescolarla con silicone;
  • utilizzare una chiave per torcerlo in un raccordo con filettatura interna;
  • sull'altro raccordo per tubi con filettatura esterna, avvolgere anche il rimorchio con silicone e avvitare la seconda metà dell'americano;
  • ruotare manualmente la connessione plug-in e stringere leggermente la chiave.

Durante l'ultima operazione, la forza di serraggio deve essere tale da non danneggiare l'anello di gomma di tenuta.

È razionale utilizzare questo tipo di connessione di tubi in metallo-plastica con un sistema in polipropilene per tubi di diametro fino a 40 mm inclusi.

Attenzione! In caso di posa nascosta di tubi all'interno di pareti o pavimenti, i giunti di accoppiamento non devono rimanere all'interno del monolite di una struttura edilizia. Pertanto, nel luogo di installazione è necessario prevedere la presenza di una nicchia chiusa o aperta.

Connessioni flangiate

Sono utilizzati per tubi di diametro superiore a 40 mm, nonché nei casi in cui l'installazione richiede l'installazione di valvole di intercettazione flangiate. Allo stesso tempo, le parti componenti per ogni sistema sono diverse.

Le flange standard per sistemi in metallo-plastica non vengono prodotte e pertanto sarà richiesto un raccordo con filettatura esterna e una flangia della dimensione richiesta con una filettatura interna.

La flangia deve essere imballata su un raccordo con un sigillo con rimorchio e solo allora installare il raccordo sulla tubazione.

Per i sistemi di tubazioni in polipropilene, i produttori fabbricano flange semplicemente saldate alla pipeline utilizzando strumenti di saldatura convenzionali. Il costo di flange, bulloni e dadi è relativamente basso, ma un raccordo di estremità con una filettatura esterna per un sistema di metallo con un diametro di 50 o 63 mm sarà costoso.

Applicazione di manicotti a doppia faccia in polietilene

Questo è il modo più semplice, più economico e abbastanza affidabile per collegare tubi in polipropilene e metallo-plastica. Tuttavia, si dovrebbe tenere conto della limitazione dell'applicazione in termini di temperatura, che è 50 ° C. Pertanto, questo metodo può essere applicato solo sui tubi dell'acqua. Nei sistemi di riscaldamento non si applicano giunti in polietilene.

Attenzione! Un'importante qualità dei giunti a compressione è la possibilità di collegare tubazioni di vari diametri senza installare elementi aggiuntivi.

L'accoppiamento a compressione è un elemento di collegamento costituito da un cilindro di plastica con filettature su entrambi i lati e due dadi a cappuccio con anelli di tenuta.

Per completare l'installazione, è sufficiente inserire i tubi nell'attacco su entrambi i lati e serrare bene i dadi.

L'aumento delle dimensioni delle parti e la lunghezza specifica di montaggio del limitatore del tubo non consentono l'installazione in condizioni ristrette. Ma se la connessione può essere effettuata nello spazio libero, non si verificheranno problemi.

Addomesticamento degli elementi, o metodi di collegamento di condotte di metallo e polimeri

L'acqua, secondo gli insegnamenti di Aristotele, è uno dei quattro elementi. Durante il tempo trascorso dalla creazione della dottrina ai giorni nostri, le persone hanno imparato a racchiudere questo elemento nella "struttura ristretta" di tubi di diverso diametro e l'acqua è passata da un elemento a un disastro naturale quando queste condutture iniziano a fluire per ragioni "inesplicabili".

Sistema di tubazioni PE-XC / Al / PE-XB o PE-RT / Al / PE-RT e rubinetterie in ottone Rubinetterie Bresciane

Sarà su come ridurre la probabilità di un disastro e non pagare per "riparare in piazza", cioè a casa e in "costosi" vicini di seguito. Non dovresti considerare quanto segue come un insieme di regole e suggerimenti per gli amanti di fare tutto con le proprie mani (il che è encomiabile, ma in questi casi devi fare affidamento sugli esperti). Queste saranno solo raccomandazioni a cui dovresti prestare attenzione quando controlli l'esecuzione del lavoro da parte del professionista assunto da te.

E la prima raccomandazione è già stata fatta: in nessun caso non trascurare e controllare il lavoro fatto per te.

TUTTO È NEL TUBO

Qualsiasi sistema, riscaldamento, fornitura di acqua calda o fredda, consiste principalmente di condotte - "vasi sanguigni" di sistemi ingegneristici.

Attualmente, le condotte sono classificate in base a una serie di attributi: destinazione, mezzi di trasporto, ecc. Siamo interessati principalmente alla classificazione dei materiali. E dalla varietà di materiali: metalli e polimeri. Questi due gruppi sono di interesse pratico per l'attuale acquirente, perché oggi sono più utilizzati per creare o sostituire condutture domestiche esistenti.

Non è un segreto che il più delle volte è nel composto che c'è un aumentato rischio di perdita, e quindi considereremo questi due gruppi in modo più dettagliato in termini dell'applicabilità a questi di vari metodi e sistemi di connessioni.

Gruppo "Polimero"

Facciamo subito una prenotazione che non discuteremo tutti i materiali polimerici di questo gruppo, ma solo il più popolare nell'implementazione di condutture di acqua calda e fredda per uso domestico, poiché per l'uomo medio della strada è l'argomento più "bruciante". Quindi, consideriamo la creazione di coppie "materiale per tubi - metodo di connessione" ed elenciamo i materiali polimerici più popolari per tali condutture.

Tubo metallico in polietilene reticolato TeceFlex con raccordi assiali

Tubi di metallo Più spesso si tratta di tubi a cinque strati PEX-Al-PEX, cioè incollati insieme strati di polietilene reticolato (interno ed esterno) e uno strato di alluminio. Attualmente, ci sono modifiche di tubi con la sostituzione di polietilene reticolato ad altri materiali con caratteristiche simili. Per il momento, solo la presenza di alluminio rimane costante, poiché ciò è dovuto sia alle proprietà fisiche del metallo sia alla sua adesione ai polimeri a causa degli speciali strati adesivi.

Sistema di stampa Viega Pexfit Pro: tubi PEXC-Al-PEXC e raccordi PPSU e bronzo

Tubi PEX in polietilene. Inizialmente, i tubi semplici di un singolo materiale - polietilene reticolato sono diventati complessi, multistrato con rinforzo, barriera all'ossigeno e protezione dall'esposizione alle radiazioni ultraviolette.

Tubi in polipropilene PP Hanno attraversato le stesse fasi di miglioramento e modernizzazione come tubi in polietilene reticolato, hanno le stesse proprietà positive, ma sono liberati dagli svantaggi inerenti al monopolimero.

Riassumendo il gruppo di tubi in polimero, possiamo tranquillamente affermare che nel processo di oltre quindici anni di miglioramento di questi materiali hanno completamente livellato le loro caratteristiche tecniche e le loro qualità di consumo. Inoltre, i prezzi di vari tubi polimerici, che sono uguali per caratteristiche e qualità di produzione, sono praticamente diventati uguali e non offrono alcun vantaggio economico sostanziale. La qualità negativa di tutti i materiali elencati, vale a dire l'alto coefficiente di dilatazione lineare (nonostante l'uso del rinforzo) rispetto ai valori di questo coefficiente per tubi in metallo, non sarà presa in considerazione in questo caso, poiché a causa della piccola lunghezza della pipeline finita, possiamo tranquillamente riconoscere è insignificante.

Raccordo a pressione per tubi metallici

Sistemi di montaggio

Resta da elencare i metodi di connessione per tubi in polimero. Senza entrare nei dettagli, in modo non convenzionale, ma piuttosto indicativamente, suddivideremo i sistemi in base al tipo di strumenti utilizzati per collegare il tubo al raccordo:

  • raccordi filettati o crimpati (senza attrezzi speciali, solo chiavi inglesi o idrauliche), che sono caratterizzati da accessibilità e, di conseguenza, un alto grado di influenza del fattore umano sulla qualità dell'installazione;
  • Raccordi a spinta o autobloccanti (l'assenza di qualsiasi attrezzo speciale, incluse chiavi o chiavi idrauliche). Per collegare il raccordo al tubo sono necessarie solo le mani: velocità di montaggio, tuttavia, l'influenza del fattore umano non è inferiore a quella dei raccordi filettati;
  • raccordi per saldatura. Il grado del fattore umano dipende essenzialmente dalle capacità dell'installatore nel lavorare con le attrezzature di saldatura;
  • raccordi a pressare (utilizzando sia presse radiali che assiali). Richiede uno strumento speciale (professionale), la massima velocità di installazione, l'influenza minima del fattore umano.

Raccordo a pressione per tubi in polimero metallico

Naturalmente, in ogni sottogruppo c'è una varietà di materiali da cui sono fatti i raccordi stessi, c'è una divisione in base all'elemento di raccordi che fissa il tubo, ecc.

Per tutti i sottogruppi, vengono utilizzati gli strumenti necessari per la piegatura, il taglio e l'elaborazione del viso (calibrazione, smussatura, ecc.).

Raccordo a pressione per tubi in acciaio

Tubi di metallo

Consideriamo ora il gruppo di condotte "metalliche", i principali rappresentanti dei quali per i nostri scopi sono:

  • tubi di acciaio al carbonio. I più usati sono quelli galvanizzati (interni ed esterni), tuttavia, più recentemente, sono diventati popolari i tubi galvanizzati "più moderni" con un ulteriore rivestimento in polipropilene;
  • tubi di acciaio inossidabile. Il più comune per questi scopi è l'acciaio AISI 316 L (analogo domestico 03X16 H15 M3);
  • tubi di rame, leghe di rame senza rivestimento (cromatura).

Metodi per il collegamento di tubi metallici:

  • saldatura (raccordi per saldatura). Le attrezzature per la saldatura elettrica e, di conseguenza, sono necessarie maggiori misure di sicurezza antincendio;
  • accessori per saldatura;
  • raccordi filettati (acciaio, ghisa, ottone, bronzo, ecc.). Potrebbe essere necessario un utensile per il taglio del filo;
  • raccordi a crimpare. Per il fissaggio sono necessarie solo chiavi o chiavi idrauliche;
  • raccordi a pressione. La progettazione di accessori e strumenti professionali consente di ottenere la massima riduzione dell'influenza del fattore umano.

Sistema Geberit Mapress Press in acciaio inossidabile

Gli aderenti all'uso dei "nostri tradizionali", cioè l'acciaio, sono ancora molto numerosi. La validità della loro posizione non è soggetta al minimo dubbio, ma a un certo punto l'uso di tubi di acciaio è diminuito in modo significativo. Ciò era dovuto principalmente alla complessità, alla complessità e al dispendio di tempo durante l'installazione delle condotte. Inoltre, in alcuni casi l'uso di apparecchiature di saldatura non è sicuro, ad esempio, in un condominio. Ma il tempo stringe, e oggi ci sono impianti moderni - raccordi a pressione per tubi metallici, che si sono spianati, e forse hanno anticipato l'installazione di condotte in acciaio in termini di convenienza, qualità, riduzione del fattore umano rispetto alla creazione di una condotta da tubi di plastica.

Tabella 1. Materiale del tubo - Metodo di connessione

* Nella tabella per coppie "Polipropilene - Crimp" e "Acciaio inossidabile - Saldatura" sono trattini, perché, nonostante l'esistenza di questi metodi di collegamento, il loro uso per le tubazioni domestiche è improbabile.

Raccordi in pressofusione di bronzo Oventrop Cofit P Raccordi per pressa in PVC di PPSU Cofit PDK per tubi in metallo-polimero e PEX

NON IMPARARE UN INSEGNANTE

Come consumatore, ognuno di noi può incontrare una situazione in cui l'appaltatore offre una scelta o semplicemente informa su quali condotte sarà distribuito.

Ed ecco la seconda raccomandazione. Non insistere sull'implementazione del "tuo punto di vista" su quale materiale dovrebbe essere usato per il gasdotto. I materiali moderni sono così vicini nelle loro caratteristiche tecniche e nelle qualità del consumatore che nella scelta puoi affidarti completamente all'esecutore delle opere. Credimi, spesso l'installer "standard" ha le competenze per lavorare con qualsiasi materiale. Il livello di queste abilità può essere diverso, ma in ogni caso, se insisti sul "tuo" materiale che è meno familiare all'installatore, finirai con un risultato molto peggiore. Focalizza la tua attenzione sulla qualità (originalità) del materiale selezionato.

TIPI DI ARMATURE

È impossibile progettare una pipeline di qualsiasi livello di complessità, dal familiare "cablaggio" della rete idrica ai sistemi di raffreddamento dei circuiti delle centrali nucleari, senza raccordi per tubature chiuse. L'importanza delle valvole di intercettazione è indicata dal fatto che, in base a GOST, la parola "spegnimento" o "spegnimento" in combinazione con il tipo di raccordi non viene utilizzata quando si forma il nome di raccordi della pipeline. "Regolamentazione", "sicurezza", ecc. Sono obbligatori e il "blocco", ovviamente, non è necessario.

Oventrop Optibal Ball Valve

Valvola a sfera Esistono molti tipi di valvole. Questi sono diversi tipi e disegni di valvole, valvole, valvole a farfalla e rubinetti. Tuttavia, di tutta questa diversità, saremo interessati a una gru, o piuttosto, basata sul design dell'elemento di bloccaggio, una valvola a sfera. È questo tipo di dispositivo di blocco, realizzato in ottone, il cui corpo è costituito da due parti, ha ricevuto il più diffuso in condotte domestiche.

Dobbiamo l'apparenza di una tale valvola a sfera al noto produttore italiano Rubinetterie Bresciane, che nel 1967 ha depositato un brevetto per un nuovo fattore di forma "con un corpo in due pezzi". Dalla metà degli anni '90, le valvole a sfera iniziarono a sostituire attivamente le valvole a cono usate in precedenza, che, a causa del loro design, persero molto rapidamente la tenuta.

Sulla scia della sostituzione di massa delle vecchie valvole a cono con nuove valvole a sfera, che venivano spesso importate, la "schiuma" di falsi di bassa qualità che imitavano i marchi e in breve tempo conquistava il mercato dei raccordi per tubi domestici non poteva fallire.

Non voglio nemmeno chiamare falsi di quel tempo anche "di bassa qualità", perché non c'era bisogno di parlare di alcuna "qualità". Si trattava di gru "di carta" che collassavano nelle mani degli installatori al momento dell'installazione. Non avevano nient'altro che una forma che li avrebbe fatti apparire come gli originali. Il corpo, gli elementi di bloccaggio (sfere), le guarnizioni, tutto era da materiali che non potevano garantire l'affidabilità della connessione, tenuta. Se la gru non si è staccata durante l'installazione, è diventata una "bomba a tempo", ha atteso il momento più inappropriato (i proprietari sono andati in vacanza, ad esempio) e ha rilasciato l'elemento acqua. Durante questo periodo, le continue inondazioni dovute allo scoppio, le gru crollate divennero quasi la "norma". L'eco di queste alluvioni è arrivato fino ad oggi ed è diventato un argomento di discussione in vari forum su Internet, ha espresso la forte opinione che ogni marchio più o meno noto dovrebbe essere accompagnato da falsi.

Pochissimi fornitori di prodotti originali hanno deciso di dichiarare guerra ai falsi. L'unico metodo di lotta disponibile che non è in conflitto con la legge è stata la pubblicazione delle caratteristiche distintive dei prodotti originali. Altri metodi civilizzati nel nostro paese non hanno funzionato o richiesto iniezioni finanziarie incivili. Tuttavia, per i fornitori di pubblicazioni sulla stampa o su Internet è diventata una "spada a doppio taglio". Innanzitutto, i segni pubblicati dei prodotti originali sono stati immediatamente replicati e trasferiti su prodotti contraffatti. In secondo luogo, la diffusione di informazioni sulla presenza di contraffazioni non è stata immediata, ovviamente, ma dopo un certo periodo ha portato a una significativa diminuzione dei volumi di vendita dei prodotti originali. Arrivò al punto di assurdità quando un fornitore che pubblicava informazioni su elementi distintivi poteva essere accusato di vendere falsi. La situazione economica costrinse alcuni "combattenti con i fake" ad abbandonare definitivamente i marchi che si erano compromessi. Altri semplicemente hanno cambiato la portata delle loro attività, e il mito della "grande copiatrice cinese" si è seduto molto profondamente nelle menti dei consumatori.

Oggi, la situazione con i falsi, almeno in questo settore del mercato, è diventata meno tesa. Non ci sono già falsi, che nemmeno lontanamente sembrano prodotti di qualità, alcuni OEM (Original Equipment Manufacturer) hanno cambiato la loro registrazione cinese in quella europea, e i produttori di prodotti originali sono stati coinvolti più attivamente nella lotta contro i falsi, non solo nei loro paesi.

Sfortunatamente, a volte la qualità delle valvole a sfera si uniforma per altri motivi. I produttori dei prodotti una volta "ideali" nel tentativo di ridurre i costi sono sacrificati per la qualità, esternalizzando i principali processi di produzione a organizzazioni di terze parti, mantenendo solo l'assemblaggio. In una tale situazione, il controllo di qualità a tutti gli effetti diventa problematico e, di conseguenza, il produttore perde obiettivamente la sua posizione nel mercato per prodotti simili.

Comunque sia, la terza raccomandazione è la seguente: riservarsi il diritto di scegliere il produttore di valvole e raccordi. Non diciamo "la scelta del produttore di valvole a sfera", come ora è apparso un'alternativa a questo tipo di raccordi - valvole a farfalla, orientate all'uso in condotte domestiche. Esternamente, assomigliano alle comuni valvole a sfera in ottone, ma un disco in polietereimmide, un materiale termoplastico ad alta resistenza e resistenza al calore, viene utilizzato come elemento di bloccaggio. La valvola viene automaticamente trasformata da una valvola di intercettazione a una valvola di intercettazione, ed è del tutto possibile che stiamo assistendo a un altro (dopo le gru a cono) cambiamenti fondamentali delle priorità. Questo è particolarmente vero per la scelta delle valvole utilizzate per collegare scaldacqua. Nel sistema di approvvigionamento idrico in esame, questo vale per gli scaldasalviette collegati direttamente al montante del sistema di erogazione dell'acqua calda.

Filtrazione d'ingresso

Il prossimo in ordine di installazione e importanza nei sistemi di approvvigionamento idrico sono i filtri. La classificazione dei filtri è molto confusa e piena di vari termini specifici e professionali, quindi il dispositivo che ci interessa può essere definito un filtro grossolano-liquido.

Nelle condutture domestiche, è progettato per proteggere i dispositivi e le apparecchiature utilizzate da inclusioni e sospensioni meccaniche, al fine di prevenire il guasto di questi dispositivi a causa di usura prematura o addirittura distruzione delle parti mobili.

Filtro grossolano

C'è un comune equivoco comune alla maggior parte dei consumatori in merito a uno dei membri della famiglia di filtri grossolani. Questo è un cosiddetto filtro autopulente. L'aspetto di questo dispositivo è ben noto a quasi tutti coloro che in un modo o nell'altro si trovano di fronte alla domanda di installare un filtro: un manometro, un pallone (ottone o polimero) sulla parte superiore e una valvola a sfera di scarico sul fondo con un raccordo sotto il tubo (1). I venditori stanno sfruttando con entusiasmo la parola "autopulente" per questo dispositivo, senza entrare nei dettagli e non pubblicizzando ciò che deve essere fatto per trasformare la parola in un atto.

Installando un tale filtro nella pipeline così com'è, senza ulteriori cambiamenti nella pipeline, otterremo un filtro con la possibilità di scaricare periodicamente i sedimenti che si accumulano nella parte inferiore del pallone. È questo "autopulente"? Perché "self...", perché "cleansing"? Dopo aver versato il sedimento dal pallone, lasciamo l'elemento filtrante (rete di acciaio inossidabile) nello stesso stato di prima dello scarico, cioè, poiché la rete era sporca, è rimasta.

Circuito del filtro di controlavaggio

Tutto diventa chiaro non appena apriamo le istruzioni per il filtro, che immediatamente attira l'attenzione sul seguente circuito di commutazione del filtro (2): questo è lo schema per implementare la funzione "autopulente", ovvero il lavaggio inverso per filtri di un design simile.

Va notato che ci sono filtri disponibili in commercio dove il circuito di risucchio è implementato all'interno del filtro. Ad esempio, ci sono filtri in cui sono fornite due disposizioni per l'elemento filtro. Uno sta funzionando e quando viene spostato al secondo, inizia il processo di autopulizia. Tuttavia, il consumatore deve capire che, pur essendo in grado di spostare l'elemento filtrante, il filtro stesso si sposta automaticamente su un'altra fascia di prezzo più alta.

C'è un'altra sfumatura associata all'utilizzo di filtri autopulenti installati immediatamente dopo l'ingresso nell'acqua in casa, cioè dopo il primo tocco sull'uscita dal montante e prima del dosatore (contatore dell'acqua). Il fatto è che la presenza di un rubinetto di drenaggio sarà considerata dall'organizzazione operativa come la possibilità di un ritiro dell'acqua non registrato. In tale situazione, la registrazione di un dispositivo di misurazione in questa organizzazione non funzionerà e dovrai pagare l'acqua non in base al contatore, ma a un tasso moltiplicato per il numero di residenti registrati.

È difficile raccomandare l'uso di filtri autopulenti dopo tutto quanto sopra. Tuttavia, ci sono situazioni in cui il consumatore non può fare a meno di loro. C'è una tale necessità quando i dispositivi vengono installati nei punti finali dell'analisi (miscelatori a sfera, vasche idromassaggio, ecc.) Che richiedono una filtrazione meccanica con una griglia con celle non più grandi di 100 micron. Sono questi elementi di filtro che vengono installati nei loro filtri da quasi tutti i produttori di prodotti simili. In questo caso, un filtro autopulente deve essere posizionato dopo il contatore dell'acqua, e prima di esso è necessario installare un filtro grossolano con una maglia di non più di 500 micron (infatti il ​​valore non è regolato, è necessario procedere dai requisiti delle istruzioni per i sanitari che sono protetti dai filtri). Tali filtri sono solitamente definiti angolari, "obliqui" o a forma di Y e, di norma, il loro uso è più che sufficiente a proteggere quasi tutti i dispositivi e i dispositivi.

Alcuni produttori producono filtri autopulenti in un unico pacchetto con regolatore di pressione. Una buona soluzione, ma saremo interessati al regolatore di pressione come dispositivo separato. Questa è la stessa guardia dell'acqua che è in grado di proteggere l'intera pipeline e tutti i dispositivi e dispositivi collegati da danni o addirittura distruzione a causa di un aumento di pressione inaccettabile.

Nel caso generale, il regolatore di pressione è un dispositivo tecnicamente piuttosto complicato, controllato automaticamente dall'azione del mezzo di lavoro sull'elemento regolatore o sensibile senza l'ausilio di meccanismi ausiliari. Attualmente sono divisi in:

  • regolatori di pressione "a se stesso", mantenendo la pressione in un determinato intervallo sulla sezione della tubazione situata prima del regolatore;
  • regolatori di pressione "dopo se stessi" che mantengono la pressione in un intervallo predeterminato sulla sezione della tubazione situata dopo il regolatore;
  • regolatori di pressione ambiente. Questi sono regolatori "dopo di se", destinati all'installazione nel sistema di approvvigionamento idrico degli appartamenti per limitare e stabilizzare la pressione dell'acqua durante il suo consumo, nonché per sigillare la linea principale dell'acqua in assenza di consumo.

Regolatore di pressione con scatola del filtro incorporata

Esistono due idee sbagliate comuni sull'uso dei regolatori di pressione. La prima è che alcuni consumatori, capendo letteralmente il significato delle parole "automaticamente" e "stabilizzazione", credono erroneamente che il regolatore di pressione manterrà la pressione impostata alla costante di uscita anche se la pressione di ingresso scende sotto la pressione di uscita, cioè per aumentare la pressione.

Il secondo errore è più comune tra gli installatori che installano i dispositivi di misurazione. Credono che il regolatore di pressione dovrebbe essere installato dopo il contatore. Forse questo è dovuto al fatto che nei diagrammi di installazione del contatore consigliati di fronte a loro vengono mostrati solo il rubinetto e il filtro. Non c'è bisogno di prendere questi schemi per il dogma, sono solo di natura consultiva, ma i contatori d'acqua sono molto vulnerabili quando viene superata la pressione nominale.

L'uso di un regolatore di pressione come dispositivo che protegge la conduttura dagli effetti della sovrappressione, che può portare a violazioni di tenuta e, di conseguenza, a questo "disastro naturale", è altamente consigliabile ed è necessario per garantire alcune norme e norme di costruzione (SNiP).

Autore: Konstantin Perfilov

L'articolo è stato pubblicato nell'edizione combinata di "Autunno-Inverno 2016"
delle riviste "Tools" + "Everything for construction and repair" + "GardenTools"
Serie "Consumer"

Archivio di tutti i problemi in formato pdf, vedi qui.