Saldatura di tubi in polipropilene: regole di saldatura e analisi di possibili errori

La possibilità di assemblare da sole le tubazioni è un vantaggio decisivo per i prodotti in polipropilene. Usando un materiale comodo e leggero, puoi costruire rapidamente un sistema fognario con le tue mani, riparare e modernizzare il sistema di approvvigionamento idrico. La cosa principale è sapere come sono fatte le connessioni. D'accordo, questa è una parte importante del lavoro, responsabile di operazioni senza problemi.

Vi offriamo informazioni dettagliate su come saldare tubi in polipropilene. Le informazioni che offriamo ci aiuteranno a costruire comunicazioni senza problemi.

Qui troverai una descrizione dettagliata dei modi per collegare i tubi in PP mediante saldatura e elencando le sfumature tecniche. Per la percezione visiva, l'articolo è integrato con applicazioni grafiche e video tutorial.

Specificità dei tubi di saldatura in polipropilene

Il processo di saldatura viene effettuato grazie alle marcate proprietà termoplastiche del materiale. Il polipropilene si ammorbidisce se riscaldato - acquisisce uno stato simile all'argilla.

Descrizione generale della tecnologia

Il ritorno del materiale alle condizioni di un normale fondo di temperatura contribuisce alla maturazione della sua struttura in uno stato normale. Queste proprietà sono diventate la principale tecnologia di saldatura, che nel linguaggio tecnico si chiama saldatura polifusione.

In pratica, ci sono due metodi per unire parti saldate:

La prima tecnica di saldatura mostra come i tubi di polipropilene possono essere saldati utilizzando una parte sagomata - un giunto o un tubo di diametro esterno più grande. Solitamente questo metodo consente di saldare tubi in plastica con diametro non superiore a 63 mm.

Il principio della saldatura di due parti, in questo caso, è costruito sulla fusione di una parte del tubo lungo la circonferenza esterna e della parte di accoppiamento lungo l'interno. Quindi entrambe le parti si adattano strettamente.

Il secondo metodo - contatto diretto, si basa sullo stesso principio di fusione di piccole sezioni di tubi di plastica con la loro successiva unione. Ma in questa forma di realizzazione, gli elementi di testa sono due tubi dello stesso diametro, e sono uniti da superfici di estremità. Questo, a prima vista, il semplice metodo di saldatura del polipropilene richiede una lavorazione ad alta precisione delle aree di giunzione e un'installazione accurata di due parti lungo gli assi durante il processo di saldatura.

Insieme alle tecnologie "calde" designate, viene anche praticata la tecnica delle aderenze "fredde". Qui, un solvente speciale viene utilizzato come componente di saldatura attiva, che è in grado di ammorbidire la struttura del polipropilene. Tuttavia, l'alto livello di popolarità di questa tecnica non è diverso.

Saldatrici per tubi

Sia i metodi di accoppiamento che quelli diretti richiedono tubi di plastica per saldatura con saldatrici speciali. La tecnica di saldatura costruttiva è qualcosa come un ferro da stiro elettrico. La base dei dispositivi è un massiccio elemento riscaldante in metallo, sulla cui superficie sono installati ugelli rimovibili, barre metalliche di diverso diametro.

Sotto l'esecuzione della saldatura di testa, la costruzione dell'apparato di saldatura è caratterizzata da una maggiore complessità. Solitamente, tale apparecchiatura contiene non solo un elemento riscaldante, ma anche un sistema per centrare le parti da saldare. Di norma, le apparecchiature per la saldatura diretta, come la stessa tecnologia, sono raramente utilizzate nella sfera domestica. La priorità d'uso qui è il campo industriale.

Oltre ai saldatori, il master avrà anche bisogno di:

  • forbici per polipropilene (tagliatubi);
  • nastro di costruzione;
  • la piazza è in metallo;
  • rasoio (per tubi con rinforzo);
  • pennarello (matita);
  • mezzi di superfici sgrassanti.

Poiché il lavoro è svolto su attrezzature ad alta temperatura, assicurarsi di indossare guanti da lavoro aderenti alle mani.

Procedura di saldatura di polipropilene

Attenzione importante! La saldatura di materiali polimerici deve essere eseguita in condizioni di buona ventilazione dell'ambiente. Durante il riscaldamento e la fusione dei polimeri, vengono emesse sostanze tossiche, che a una certa concentrazione hanno un grave impatto sulla salute umana.

Il primo passo è preparare il lavoro:

  1. Sul plateau del riscaldatore per installare gli spazi vuoti del diametro desiderato.
  2. Impostare il regolatore di temperatura del saldatore su 260ºС.
  3. Preparare parti di accoppiamento (segno, smusso, sgrassaggio).
  4. Accendere la stazione di saldatura.
  5. Attendere la temperatura di lavoro impostata (accendendo l'indicatore verde).

Le parti di accoppiamento (tubo - giunto) allo stesso tempo da attaccare agli spazi vuoti della stazione di saldatura. In questo caso, il tubo di polipropilene è posto nella regione interna di un semilavorato, e l'accoppiamento (o l'incavo della parte sagomata) sulla superficie esterna dell'altro semilavorato.

Di solito, le estremità del tubo vengono inserite lungo il bordo della linea precedentemente contrassegnata e l'accoppiamento viene montato finché non si arresta. Mantenendo le parti in polipropilene su grezzi riscaldati, è necessario tenere a mente l'importante sfumatura della tecnologia: il tempo di esposizione.

In condizioni di insufficiente esposizione temporale, vi è il rischio di ottenere un basso grado di diffusione del materiale, che influirà sulla qualità della giunzione. Se il tempo di fusione è la forza bruta, ciò porta alla deformazione della struttura del pezzo e inoltre non garantisce una saldatura di alta qualità. Si consiglia di utilizzare una tabella che indica il momento ottimale per le tubazioni con parametri tecnici diversi.

Tubi di polipropilene per saldatura a tempo

Dopo aver tenuto le parti sugli spazi vuoti per un periodo di tempo ottimale, vengono rimosse e rapidamente raggiunte dalle parti riscaldate. La procedura di aggancio deve essere eseguita in modo chiaro, rapido (nel tempo nella tabella), rispettando l'allineamento delle parti da saldare. È consentito apportare piccoli aggiustamenti lungo gli assi (entro 1-2 secondi), ma non è accettabile girare parti, una relativa all'altra.

Va notato che il tempo di saldatura indicato di qualsiasi tubo in polipropilene può essere regolato in base alle condizioni di lavoro e alle prestazioni del materiale. Ad esempio, se l'installazione viene eseguita a temperature ambiente sotto zero, queste norme aumentano naturalmente fino al 50% del valore nominale. Per ciascuna condizione non standard presa separatamente, il tempo di riscaldamento viene selezionato dal metodo di saldatura di prova.

Collegamento del tubo di saldatura con rinforzo

Considerare come saldare correttamente tubi in polipropilene rinforzato. Qui è obbligatorio rimuovere il materiale protettivo. La presenza di uno strato rinforzato (foglio di alluminio) nella struttura del tubo richiede un riscaldamento aggiuntivo. Ma questa non è la cosa principale.

Tipicamente, tali prodotti hanno un diametro allargato e non si adattano a punte di saldatura standard. Devono essere puliti prima del processo di saldatura. L'eccezione è fatta di tubi rinforzati con fibra di vetro. Sono saldati come standard.

Data la varietà di tecnologie di rinforzo per tubi in polipropilene, vari metodi di lavorazione vengono applicati prima della saldatura. Tradizionalmente, uno spogliarellista viene utilizzato per la rimozione.

Questo nome ha un dispositivo speciale sotto forma di una manica in metallo con coltelli. La bilancia viene portata sulla parte terminale del tubo da saldare e, con movimenti rotatori attorno all'asse del tubo, lo strato rinforzato viene spazzolato per pulire la plastica.

Se lo strato rinforzato si trova nella parte centrale della parete del tubo di plastica, qui è più ragionevole utilizzare un altro strumento per la lavorazione, il tagliatubi di plastica.

Il dispositivo non è molto diverso dal custode, ad eccezione del posizionamento e del design degli elementi di taglio. Dopo l'elaborazione da parte dell'estremità, la parte terminale del tubo è allineata all'estremità, più una parte dello strato rinforzato viene tagliato a una profondità di 2 mm attorno all'intera circonferenza. Tale elaborazione consente la saldatura senza difetti.

Impatto degli errori sulla qualità della saldatura

Le azioni senza fretta e attentamente considerate sono una garanzia contro gli errori che possono annullare tutto il lavoro. Dovrebbe prendere in considerazione tutti i dettagli della tecnologia di saldatura e non allontanarsi da loro un solo passaggio.

Errori comuni, che provocano nodi difettosi della rete installata di tubature dell'acqua dal propilene:

  1. Non ha fatto pulire la superficie del tubo dal film grasso.
  2. L'angolo di taglio delle parti di accoppiamento differisce dal valore di 90º.
  3. Allentamento della parte terminale del tubo all'interno del raccordo.
  4. Riscaldamento insufficiente o eccessivo delle parti saldate.
  5. Rimozione incompleta dello strato rinforzato dal tubo.
  6. Regolazione della posizione delle parti dopo che il polimero si è impostato.

A volte su materiali di alta qualità, il riscaldamento eccessivo non dà difetti esterni visibili. Tuttavia, questo è segnato dalla deformazione interna, quando il polipropilene fuso chiude il passaggio interno del tubo. In futuro, un tale nodo perde le sue prestazioni - diventa rapidamente intasato e blocca il flusso dell'acqua.

Se l'angolo di separazione delle parti terminali differisce da 90 °, al momento della giunzione delle parti, le estremità dei tubi giacciono sul piano smussato. Si forma un disallineamento delle parti, che diventa evidente quando una linea lunga diversi metri è già stata montata. Spesso per questo motivo, devi ripetere di nuovo l'intero nodo. Soprattutto in condizioni di posa di tubi nei cancelli.

Un cattivo sgrassaggio delle superfici articolate contribuisce alla formazione di "isole di rigetto". In tali punti, la saldatura polifusione non si verifica affatto o parzialmente. Per un po 'di tempo, tubi con un difetto simile stanno funzionando, ma in qualsiasi momento si può formare una raffica. Frequenti sono anche gli errori associati a un accoppiamento libero del tubo all'interno del raccordo.

Un risultato simile mostra composti realizzati con pulizia incompleta dello strato di rinforzo. Di norma, una tubazione con rinforzo viene posizionata su linee ad alta pressione. Il foglio di alluminio residuo crea una zona senza contatto nell'area di saldatura. Questa zona diventa spesso un canale attraverso il quale viene spremuta l'acqua.

Errore grossolano: un tentativo di correggere gli elementi saldati facendo scorrere l'asse l'uno rispetto all'altro. Tali azioni riducono drasticamente l'effetto della saldatura polifusione. Tuttavia, in certi punti si forma un picco e si ottiene la cosiddetta "virata". Con un piccolo sforzo per rompere la "virata" mantiene la connessione. Tuttavia, è solo necessario mettere il composto sotto pressione, il picco immediatamente collasserà.

Video utile sull'argomento

I professionisti hanno sempre qualcosa da imparare. Come lavorare con il polipropilene può essere visto nel seguente video:

Montare le tubazioni dai polimeri mediante la loro saldatura "a caldo" è una tecnica comoda e popolare. Viene utilizzato con successo nell'installazione di comunicazioni, anche a livello domestico. Inoltre, le persone senza esperienza possono utilizzare questo metodo di saldatura. La cosa principale è capire correttamente la tecnologia e assicurarne l'accuratezza. E l'attrezzatura tecnologica può essere acquistata a basso costo o affittata.

Collettore in polipropilene con gru: i suoi vantaggi e la sua portata

La pianificazione e l'installazione della pipeline è un processo piuttosto complicato, dispendioso in termini di tempo e costoso.

Pertanto vale la pena di pensare in modo chiaro e completo preliminare su tutti i suoi elementi di lavoro, nonché sulle fasi di installazione.

Il collettore in polipropilene nelle gru è parte integrante di ogni condotta.

Caratteristiche e variazioni di questo elemento

Collettore con gru

L'uso di un collettore in polipropilene consente di risparmiare il tempo di installazione della conduttura di circa il 25% e di ridurre il numero di operazioni di cottura necessarie per l'installazione del sistema di 2 volte, nonché di risparmiare 3 volte il denaro che si suppone sarà speso per il lavoro di installazione.

Inoltre, l'uso di un simile collettore preserva l'aspetto estetico dell'intera struttura.

Tra gli acquirenti, un collettore in polipropilene con gru intercettate è molto diffuso, il che è principalmente considerato una vasta area di utilizzo:

  • La capacità di regolare la pressione all'interno del sistema di condotte. L'installazione di un tale collettore sulla struttura della tubazione rende il processo di eliminazione dell'eccesso di aria nel sistema molto più facile e veloce. Ciò consente di evitare di sollevare l'acqua nel sistema, che si verifica spesso quando l'acqua viene scaricata nella toilette.
  • Regola la direzione e la pressione del fluido all'interno del sistema. L'utilizzo di un collettore consente di regolare separatamente la temperatura dell'aria in ogni stanza e di eseguirla solo con un singolo dispositivo e da un punto.
  • Il materiale da cui è fatto. Il polipropilene è utilizzato per la produzione del prodotto. Questo materiale è utile non solo per l'alta qualità, ma anche per la sua semplicità e praticità di utilizzo, ad esempio durante l'installazione di sistemi.

Ma vorrei anche richiamare l'attenzione sul fatto che l'installazione di un collettore comporta notevoli sprechi, questo è dovuto al fatto che dovrete acquistare tubi separati per ogni radiatore o cablaggio. Inoltre, il processo di installazione dell'impianto di riscaldamento e di approvvigionamento idrico mediante un collettore in polipropilene viene effettuato secondo diverse tecnologie e regole.

Un collettore di propilene ha molti vantaggi, ma non bisogna dimenticare alcuni dei suoi inconvenienti.

L'industria moderna offre diversi tipi di collettori, che sono fatti di polipropilene. La loro classificazione si basa principalmente su due indicatori:

  • Il diametro del tubo. Secondo questo indicatore, il raccoglitore può essere diviso in quelli con un diametro di 20 o 40 mm.
  • Il numero di gru da tagliare. Ci sono più scelte Il collettore può essere acquistato con diverse valvole di intercettazione. Di regola, il loro numero varia da 2 a 6 pezzi.

Quando si sceglie un particolare tipo di serbatoio, è necessario considerare i seguenti fattori:

  • Lo scopo per il quale si intende utilizzare l'apparecchiatura.
  • Quando verrà installato questo tipo di sistema verrà utilizzato.
  • Quanti rubinetti dovrebbero essere montati.

A seconda di come verrà scelto correttamente il collettore, il periodo e l'efficienza del suo funzionamento dipendono completamente.

Self build

Per risparmiare sull'acquisto di un raccoglitore per tubi in polipropilene, il cui costo è piuttosto alto, gli artigiani di casa consigliano di provare a farlo da soli.

Per prima cosa è necessario acquistare i tee di collegamento, nonché le attrezzature speciali per la saldatura, progettate appositamente per il lavoro con il polipropilene.

Dovrebbe prestare particolare attenzione alla scelta del diametro del tubo. Ad esempio, è possibile utilizzare il seguente esempio: quando il diametro del tubo lungo il contorno è di 20 mm, è necessario selezionare i tubi per il corpo del pettine stesso, il cui diametro non è inferiore a 3 volte più grande (60 mm).

Ecco le istruzioni approssimative per fare un pettine in polipropilene:

  • Misurare la distanza che sarà tra l'ingresso e l'uscita del circuito.
  • Quando si effettua il caso, è necessario tener conto che la sua lunghezza deve essere di circa centimetri 11-16 volte più lunga della distanza tra i tubi.
  • Taglia un pezzo di tubo di polipropilene che corrisponde alle misure preliminari.
  • Installare gli ugelli per il montaggio del circuito.
  • Controllare la resistenza e la tenuta della struttura assemblata.

Gli esperti consigliano inoltre di non dimenticare un tale indicatore come il rendimento della struttura fabbricata, che dovrebbe essere uguale o leggermente superiore a questo indicatore del tubo proveniente dalla caldaia stessa.

Inoltre, è anche impossibile trascurare il fatto che il collettore in polipropilene non è adatto per ogni tipo di sistema di tubazioni. Ad esempio, non è consigliabile applicarlo nel caso in cui si preveda di passare una temperatura elevata attraverso il sistema.

Ciò è dovuto al fatto che, se esposti a fluidi di lavoro ad alta temperatura del fluido di lavoro, possono diventare depressurizzati, causando la formazione di una perdita.

Sottigliezze di installazione

Dopo che il pettine è pronto, è possibile procedere all'installazione.

Per fare questo, è necessario prima fare un piano dettagliato, che segnerà i luoghi di installazione dei radiatori (se il sistema di riscaldamento è montato) o la posizione del sistema fognario (durante l'installazione del sistema idraulico).

Se si prevede di sostituire il vecchio sistema con uno nuovo, non si dovrebbe inventare qualcosa di nuovo, ma porre la struttura nel punto in cui è stata posata in precedenza.

Se il lavoro verrà eseguito in un nuovo edificio, è necessario avvalersi dell'aiuto di specialisti che svilupperanno un tale schema, che tenga conto di tutte le caratteristiche del layout della stanza, del tipo di sistema e di tutti gli altri fattori e indicatori.

Ora puoi iniziare a saldare. Per fare questo, è necessario utilizzare una saldatrice speciale per saldare tubi in polipropilene.

I tubi devono essere prima tagliati in pezzi singoli, la cui lunghezza corrisponde a quella indicata nello schema disegnato. Questo può essere fatto con le forbici per lavorare con il polipropilene. Dopo aver tagliato le estremità dei tubi devono essere puliti.

Nella progettazione del saldatore ci sono ugelli realizzati in Teflon, che per 10-15 minuti devono essere riscaldati ad una temperatura di 260 - 280 gradi. L'estremità di un tubo è montata su un ugello in teflon, riscaldata a una certa temperatura e tenuta su di esso per 10 - 20 secondi.

Successivamente, è necessario rimuovere rapidamente il tubo e collegarlo strettamente all'estremità dell'altro tubo. Sebbene questa procedura richieda qualche sforzo, tutti i movimenti devono essere lisci e precisi. Se il tubo viene ruotato durante la connessione, può rompere la forza e la tenuta della connessione.

Poiché i tubi possono piegarsi quando riscaldati, è meglio eseguire il processo di saldatura su una superficie solida e orizzontale, ad esempio sul pavimento o su un grande tavolo.

Collezionista in una casa di campagna

Innanzitutto viene eseguita la connessione (saldatura) di tutti i piccoli elementi e segmenti di tubo, quindi è possibile procedere all'unione in un sistema e al raccoglitore in polipropilene con rubinetti, realizzati con le proprie mani.

Dopo aver assemblato l'intero sistema in uno, si consiglia di attendere circa un'ora per consentire a tutte le cuciture di raffreddarsi e unirsi il più saldamente possibile.

Il momento sta arrivando per la fase decisiva - testare il sistema di condutture per la durabilità.

Per fare ciò, è necessario riempire l'intero sistema con acqua, riscaldarlo al massimo e attendere circa 24 ore.

Solo dopo questo tempo possiamo dire con sicurezza che la struttura è stata montata correttamente e tutte le giunzioni sono forti e rigide.

Il vantaggio principale di un collettore in polipropilene è che è facile da usare e ha una lunga durata. L'intero processo può sembrare complicato e lungo, ma in base alle regole e alla fase del lavoro, tenendo conto di tutti i parametri e fattori, il design con un pettine in polipropilene incorporato pagherà per tutte le aspettative, gli investimenti e gli sforzi. In casi estremi, è possibile utilizzare l'aiuto di uno specialista.

A proposito di collettore fatto in casa per il riscaldamento può essere visualizzato sul video:

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Tubi di polipropilene saldati in luoghi difficili da raggiungere: consigli e trucchi

Le condotte in polipropilene (PPR) a causa della loro convenienza, parametri fisici e facilità di installazione sono ampiamente richieste nella casa quando si organizzano acqua calda e fredda. Con l'auto-assemblaggio, la saldatura di tubi di polipropilene in luoghi difficili da raggiungere causa le maggiori difficoltà, ed è abbastanza difficile per un principiante affrontare senza errori.

Pertanto, è utile studiare le tecniche su come saldare correttamente la pipeline contro le pareti, in particolare la saldatura negli angoli, è opportuno essere in grado di riparare sezioni di polipropilene della pipeline in conformità con la tecnologia.

Allo stesso tempo, è molto importante fare la scelta giusta dello strumento e conoscere gli errori più comuni dei neofiti

Fig.1 Apparecchio industriale per saldare il metodo di testa PPR - principio di funzionamento

Metodi di saldatura di tubi in polipropilene

Per collegare tubi in polipropilene, vengono utilizzati diversi metodi di saldatura, a seconda del diametro, dello spessore della parete e dello scopo:

  • Butt. La tecnica è utilizzata per unire elementi di tubi di grande diametro utilizzati nel settore industriale e comunale. Il processo avviene mediante riscaldamento simultaneo delle estremità del tubo precedentemente tagliate con un angolo di 90 gradi con un disco piatto, dopo di che i loro bordi vengono premuti l'uno contro l'altro su una macchina speciale.
  • Accoppiamento. La tecnologia non viene praticamente utilizzata nella saldatura di tubi in polipropilene (principalmente con HDPE), la connessione è realizzata mediante giunti elettrofusione in cui sono inserite entrambe le estremità degli elementi del tubo. Passando una corrente elettrica, la cassa interna si riscalda, diventa più morbida e perde la sua rigidità. Come risultato di questo processo, viene compresso sotto la pressione del guscio esterno, formando un solido giunto monopezzo tra gli elementi che vengono uniti (indurimento attivo). Dopo il raffreddamento, rimane l'effetto di indurimento attivo, premendo a fondo il manicotto sui tubi.
  • Metodo a filo. Ampiamente utilizzato nella vita quotidiana e in tutti i settori industriali, il metodo consiste nel collegare le due estremità di un tubo in polipropilene utilizzando raccordi in polipropilene. Per il riscaldamento nella vita quotidiana e nell'industria, si usano saldatrici speciali (ferri da stiro) e ugelli di riscaldamento, che riscaldano contemporaneamente la superficie del tubo e l'interno del raccordo, dopo di che gli elementi vengono uniti.

Fig. 2 Dispositivo di saldatura - saldatore

Strumento necessario per saldare tubi in polipropilene di piccolo diametro

Il metodo di diffusione termica utilizzato per gli elementi di saldatura in polipropilene è realizzato riscaldandoli con dispositivi speciali, solitamente chiamati saldatori o ferri da stiro. Strutturalmente, l'unità è una cassa in acciaio con un riscaldatore di riscaldamento incorporato, che è riscaldatori cilindrici avvitati (ugelli), le dimensioni corrispondenti al diametro esterno standard dei tubi in polipropilene.

La temperatura è impostata da un termostato meccanico e due interruttori, mentre nei dispositivi più moderni è installato un indicatore elettronico della temperatura con riscaldamento controllato dal processore. Il numero principale di ferri da stiro ha una forma piatta, una varietà meno comune ha un elemento riscaldante rotondo, gli ugelli sui quali sono fissati con viti di bloccaggio a due lati.

Oltre al ferro, per le condotte saldate in polipropilene è necessario il seguente strumento:

  • Forbici per potare Progettato per tagliare tubi in polipropilene, spesso viene fornito in un set completo con un dispositivo di saldatura.
  • Matita e metro a nastro. Lo strumento, nonché l'angolo e il coltello, vengono utilizzati per la misurazione e il controllo accurati della posizione delle sezioni di taglio, rimozione dello smusso interno.
  • Una serie di raccordi di collegamento. Include giunzioni diritte e ad angolo retto, raccordi a T, rubinetti, raccordi filettati e altri accessori che servono a cambiare la direzione o collegare gli impianti idraulici al bagagliaio.
  • Prodotti chimici domestici Potrebbero essere necessarie sostanze per sgrassare la superficie da saldare e pulirla dallo sporco.

Fig. 3 strumenti per lavorare con CPD

Tubi di polipropilene saldati in luoghi difficili da raggiungere

Al momento di decidere come saldare tubi di polipropilene in luoghi difficili da raggiungere, è necessario considerare i seguenti fattori.

Lavorare con tubazioni in polipropilene in luoghi stretti è più difficile della saldatura su condotti diritti in condizioni di spazio sufficiente. Luoghi scomodi di solito includono spazio nella parte superiore del soffitto, punti negli angoli e condizioni di spazio limitato che rendono difficile installare un saldatore sul cavalletto. In quest'ultimo caso, non si può fare a meno di un aiuto esterno, una soluzione alternativa è un gancio speciale, preparato in anticipo in un posto conveniente dove poter appendere un saldatore.

Se le sezioni del tubo saldato sono troppo vicine l'una all'altra sulla parete, viene utilizzata una tecnica speciale: la parte diritta e le parti reciproche del giunto vengono riscaldate a turno. In questo caso, la prima sezione viene riscaldata un po 'più a lungo del tempo assegnato e, successivamente, la tubazione si riscalda per meno tempo e, se possibile, con una temperatura elevata (il regolatore è impostato su un diametro maggiore).

La situazione in cui i segmenti saldati devono essere di una certa lunghezza, ma quando li si salda con un saldatore in linea, una parte deve essere tagliata alla larghezza di due ugelli e un ferro da riscaldamento, può essere risolta in un modo diverso. Viene acquistato un accessorio simile, fissato sulla piattaforma di riscaldamento e viene eseguita la saldatura simultanea di ciascuno dei segmenti in piani diversi, dopodiché sono collegati. Questo metodo può essere montato non solo su sezioni diritte, ma anche sulle pareti, garantendo in tal modo un adattamento più stretto della linea alla superficie di piegatura.

Fig. 4 sezioni della tubazione di saldatura con un ferro con due ugelli

Saldatura e installazione di una parte separata del sistema di condotte

Quando si salda una conduttura idrica in polipropilene, cercano sempre di installare singole sezioni del sistema di approvvigionamento idrico in un luogo con un ampio spazio libero e ad un'altezza conveniente. Per fare ciò avrete bisogno di strumenti di base, un disegno della linea e l'ordine di lavoro corretto.

Di solito, il lato più difficile da saldare si trova sul muro con due raccordi angolari, quindi viene prima saldato e fissato a clip o giunti a tassello. Dopo i raccordi angolari eseguire un'ulteriore installazione delle sezioni di linea, spostandosi verso il lavoro di saldatura direttamente vicino alle pareti. Per facilitare l'installazione, è necessario fornire in anticipo un luogo in cui installare il saldatore sul supporto o predisporre l'impiccagione.

Caratteristiche di saldatura negli angoli

La saldatura in tali condizioni non differisce dall'eseguire lavori simili su altre parti delle pareti, fatta eccezione per alcuni fattori.

La saldatura ad angolo richiede precisione e conformità con i maggiori requisiti per la geometria di un angolo retto, per controllarla usando un quadrato. Per l'unione di segmenti vengono utilizzati speciali giunti angolari con angolo di sterzata di 90 °, che devono essere acquistati insieme a tubi di un produttore, garantendo così un'elevata adesione tra gli elementi collegati.

Fig. 5 La sequenza di saldatura della pipeline dal CPD

Coerenza e regole importanti per la saldatura del polipropilene

Sebbene l'attrezzatura per la saldatura del polipropilene non sia troppo difficile da operare, si osservino le seguenti regole quando si lavora con esso:

  • È consigliabile installare il saldatore su una superficie piana e fissarlo saldamente in caso di installazione di singole sezioni della tubazione.
  • La temperatura di saldatura standard del polipropilene è di 260 ° C, nei modelli di fascia bassa questa temperatura viene raggiunta entro 10-15 minuti, i moderni modelli costosi riscaldano gli ugelli in 5 minuti.
  • Durante il funzionamento, il tubo e il raccordo vengono riscaldati contemporaneamente: per ciascun dispositivo, l'istruzione indica il proprio tempo di riscaldamento, contatto e raffreddamento, a seconda del materiale e del diametro esterno della linea del gasdotto.

La tecnologia SPI spike consiste nella seguente sequenza di operazioni preparatorie e di assemblaggio:

  1. Inizialmente, l'aggancio delle singole sezioni della linea viene effettuato, quindi la saldatrice viene posizionata in un luogo spazioso dove i muri o gli oggetti circostanti non interferiscono con l'installazione di tratti di tubazioni della lunghezza richiesta. Inoltre, il saldatore deve essere posizionato su una superficie solida e piana, lontano da oggetti infiammabili.
  2. Durante la saldatura è molto importante che la temperatura ambiente non scenda di meno di 10 ° C, altrimenti la superficie delle parti si raffredderà rapidamente e la saldatura non si verificherà. Se il lavoro verrà svolto in una stanza fredda, deve essere riscaldato.
  3. Quando si installano linee complesse, è meglio eseguire un disegno accurato con l'indicazione delle dimensioni - in questo caso è possibile distribuire il lavoro sulla saldatura di lunghe catene in condizioni convenienti lontano dalle pareti. Inoltre, i segmenti saranno saldati sul peso vicino alle pareti direttamente nei punti della posizione finale.

Fig.6 Tecnologia di corretta saldatura di polipropilene

  1. Il tasso di scarto può essere ridotto di una quantità significativa acquistando tutti i materiali dallo stesso produttore - le parti avranno non solo le stesse dimensioni, ma una singola composizione chimica che promuove la migliore diffusione.
  2. In alcuni casi, un produttore senza scrupoli produce ugelli per un saldatore con diverse dimensioni di parti dirette e inverse, ma dovrebbero anche essere controllati inserendoli l'un l'altro. Analogamente, il materiale viene preventivamente verificato per verificarne la conformità con i diametri degli ugelli.
  3. Il tubo viene tagliato con l'aiuto di forbici-forbici rigorosamente ad un angolo di 90 gradi, è meglio tagliare materiali rinforzati con una smerigliatrice con qualsiasi disco.
  4. Quando si eseguono lavori di saldatura dopo il taglio alla lunghezza desiderata, la superficie delle parti viene pulita dallo sporco e sgrassata, se viene collegata una linea precedentemente installata, viene scaricata dell'acqua e i punti di unione vengono puliti con un panno asciutto.
  5. Innanzitutto, è necessario posizionare l'accessorio desiderato sul dispositivo in base al diametro del PPR e accenderlo per riscaldarlo fino a 260 C. In dispositivi costosi, questa temperatura può essere visualizzata visivamente sull'indicatore, in modelli economici è impostato con un regolatore del diametro corrispondente e mantenuto per un certo periodo, dopodiché La prontezza del saldatore è segnalata da una spia.
  6. Dopo che il dispositivo è pronto per il funzionamento contemporaneamente, vengono premuti due raccordi sull'ugello, dopo aver annotato la profondità di immersione nei dettagli di un diametro più piccolo con una matita. La pressione simultanea sui pezzi da due lati consente di fissare saldamente il saldatore in un unico punto.
  7. Dettagli tengono sugli ugelli specificati nel tempo di istruzione, il rapporto può essere eseguito, pronunciando a se stesso le figure 1001, 1002 e così via.
  8. Dopo il riscaldamento, i grezzi vengono rimossi e inseriti immediatamente l'uno nell'altro fino ai rischi indicati, evitando di girare, vengono anche mantenuti in uno stato fisso per un certo tempo.
  9. Dopo aver sostenuto un certo periodo di raffreddamento, iniziano a saldare il prossimo giunto.

Quando si esegue la saldatura su pareti, è scomodo mantenere le parti a peso, quindi il tubo è fissato in clip o manicotti, spostandosi alla distanza desiderata.

Fig. 7 Installazione di PPR con un tocco

Spesso si verifica una situazione in cui è necessario portare un tie-in nella condotta per inserire un rubinetto o un giunto adatto quando si riparte una sezione danneggiata. Quando si lavora sull'installazione di una gru, è meglio saldare diverse sezioni nella seguente sequenza:

  1. In primo luogo, la pipeline viene tagliata, tagliando un segmento della lunghezza desiderata con forbici usando segni precedentemente calcolati, drenando acqua e pulendo le superfici da saldare a secco da grasso, sporco e umidità.
  2. Tirare il pezzo di tubo giusto dal muro, inserirlo nell'ugello di un saldatore preparato per il funzionamento, d'altra parte, collegare un raccordo rubinetto aperto (necessario per lo spurgo dell'aria).
  3. Produrre la saldatura secondo la tecnologia di cui sopra, quindi spostarsi sull'altro lato. Prima del lavoro, è necessario preparare un'enfasi per il dispositivo di saldatura (forbici, chiave regolabile), poiché la saldatura avrà luogo a peso.
  4. Piegare lateralmente il tubo sinistro e produrre il riscaldamento della campana della gru per qualche secondo in più, quindi inserire rapidamente l'estremità del tubo nell'ugello, riscaldandolo per alcuni secondi in meno.
  5. Quindi agganciare gli elementi, premendoli strettamente insieme in base agli intervalli di tempo standard.

Errori durante la saldatura di tubi di plastica

Un idraulico inesperto o padrone di casa, che ha deciso di eseguire i lavori di installazione su una linea di tubature in polipropilene con le proprie mani, spesso commette errori, non conoscendo appieno la tecnologia di saldatura dei tubi e non sapendo come lavorare con un saldatore.

I più comuni sono i seguenti errori.

Fig. 8 Differenze di budget e ferri costosi

Scelta sbagliata del saldatore

Le saldatrici più popolari e poco costose sono ugelli elettrofusione con ugelli per diversi diametri di PPR. I seguenti fattori dovrebbero essere presi in considerazione al momento dell'acquisto e dell'esercizio:

  • È necessario acquistare il dispositivo con un comodo supporto in modo da poterlo installare facilmente e rapidamente quando si lavora da soli. Questo accorcia il tempo in cui gli elementi riscaldati si trovano nello stato di sganciamento, il che può portare alla saldatura a freddo e ad ulteriore depressurizzazione.
  • È anche meglio usare le unità usate con il posizionamento del regolatore e dei pulsanti di accensione, in modo che durante il funzionamento non tocchino la mano, abbattendo la temperatura o spegnendo il calore.
  • Se il dispositivo viene utilizzato per un uso permanente, è preferibile acquistare un modello costoso con ugelli di alta qualità in Teflon: ciò eliminerà l'adesione del polipropilene e migliorerà la qualità delle connessioni.

Fig. 9 Tabella riscaldamento PPR

  • I dispositivi moderni sono disponibili con indicatori elettronici che mantengono una temperatura costante utilizzando un processore integrato, che si riflette sul display. Questo fattore contribuisce anche a migliorare la qualità della saldatura, il cui tempo è determinato in base al grado di riscaldamento degli accoppiamenti, che non può essere determinato sugli aggregati del vecchio campione.
  • Il dispositivo deve mantenere la temperatura desiderata, che aumenta all'aumentare del diametro del tubo. Molti ferri cinesi hanno parametri di temperatura troppo alti, che dovrebbero essere considerati quando si sceglie un produttore, una delle migliori unità in termini di prezzo e qualità è considerata un modello di produzione turca.
  • La forma del ferro e la posizione delle maniche svolgono un ruolo importante nei casi in cui i tubi di polipropilene vengono saldati in punti difficili da raggiungere. Un ferro più stretto e il posizionamento delle maniche sul bordo dell'estremità appuntita in questo caso è molto più comodo in funzione.

perepalo

La sovraesposizione nel saldatore degli elementi oltre il tempo prescritto porta al fatto che la loro superficie si surriscalda e dopo la connessione, accompagnata da una forza eccessiva, il passaggio del tubo è intasato di plastica fusa. Se un tale errore si verifica su un numero elevato di giunti di condutture di riscaldamento o acqua, il sistema non sarà in grado di funzionare normalmente. Per evitare questa situazione, è necessario osservare rigorosamente gli intervalli di tempo specificati nelle istruzioni per ogni tipo e diametro dei tubi e condurre diverse adesioni di prova di piccoli segmenti.

Lo stesso dovrebbe sempre essere chiaramente indicato con una matita la distanza che il tubo va più in profondità per un diametro di 20 mm. di solito è tra 14 e 17 mm.

Fig. 10 Difetti di saldatura PPR

Basso calore, angolo sbagliato e altri errori

Molti principianti fanno un gran numero di errori, che includono i seguenti:

  1. Saldando attorno alle pareti di elementi sporchi o con acqua che rimane nella linea, mentre a causa dello sporco o del raffreddamento dell'acqua la plastica non si collega bene e il giunto è depressurizzato.
  2. Approfondimento insufficiente dei tubi nelle prese di diametro maggiore. Spesso si verifica con un errore minore nel caso di installazione di gru - se la sua valvola non è ruotata di un piccolo angolo, l'aria nell'area unita non avrà un'uscita, impedendo la piena immersione della sezione da montare nel foro.
  3. In caso di riscaldamento insufficiente degli elementi che vengono uniti, la plastica non avrà una struttura uniforme e il giunto si depressurizzerà. Questo difetto può essere identificato dall'assenza di una gonna sul bordo dei raccordi con un grande diametro.
  4. Nel caso di unione manuale di elementi, è necessario mantenere un singolo asse, altrimenti le distorsioni porteranno a densità insufficiente e depressurizzazione.
  5. Inoltre, l'area unita dopo la connessione deve essere mantenuta per un certo periodo di tempo in uno stato stazionario finché non si raffredda completamente.

Fig. 11 Metodo di riparazione dei tubi in polipropilene riscaldando la superficie di un tubo in riparazione con un ugello

Per saldature di alta qualità in luoghi difficili da raggiungere, una selezione di alta qualità di un saldatore è di grande importanza - il modello deve fornire un accesso conveniente e la temperatura di riscaldamento necessaria senza incollare l'SPR. Per comodità, tutto il lavoro è diviso in due fasi: in primo luogo, montano le lunghe catene in un posto conveniente, quindi vanno alle pareti, unendo le sezioni sul peso.

Come realizzare un collettore per tubi in polipropilene?

Quando si progettano sistemi di riscaldamento e idraulici, è spesso necessario interrompere il numero di flussi di fluido. Ad esempio, nei sistemi di riscaldamento con più circuiti, è semplicemente impossibile fare a meno di distribuire il refrigerante. Uno dei mezzi per raggiungere l'obiettivo è una varietà di distribuzione.

Cos'è un collezionista

Il collettore è un dispositivo di cablaggio fluido, che viene spesso definito un pettine, apparentemente dovuto alla somiglianza esterna del circuito del collettore con questo articolo. Nei sistemi idraulici è progettato per distribuire l'acqua, ad esempio, da un tubo di alimentazione a più rubinetti senza perdita di pressione.

Di conseguenza, se due persone, ad esempio, nel bagno e in cucina usano acqua, la pressione nei tubi e la pressione dell'acqua saranno uguali per entrambi.

Il collettore semplifica la diluizione dell'acqua in diversi punti, è possibile effettuare facilmente il cablaggio su una lavatrice, un bagno, un lavandino, un serbatoio di scarico. Dal collettore al consumatore passa una tubazione target senza cablaggi e aderenze non necessari, che non solo semplifica, ma aumenta anche l'affidabilità del sistema.

Negli impianti di riscaldamento, i pettini vengono utilizzati per distribuire il refrigerante nei circuiti, il riscaldamento viene solitamente suddiviso in sezioni. Ad esempio, il primo circuito è un sistema di riscaldamento del radiatore, il secondo è un pavimento caldo sullo stesso piano. È necessario distribuire il refrigerante dal riscaldatore ai circuiti e realizzare un sistema chiuso di ritorno.

Senza un collettore, un tale progetto sarebbe estremamente difficile, sarebbero necessari molto più sforzo e materiale, al fine di realizzare il riscaldamento, sarebbe un lavoro intenso da mantenere e meno affidabile nel funzionamento.

Il collettore distribuisce anche il refrigerante con una pressione uniforme e restituisce il refrigerante da tutti i circuiti al riscaldatore. Questo metodo rende un sistema chiuso semplice e affidabile.

Questo è importante! Il fattore principale nell'efficienza del pettine è che l'ingresso del liquido dovrebbe avere un diametro uguale o maggiore dei fori di uscita.

Caratteristiche dei collettori in polipropilene

Il polipropilene non è tossico, nell'uso normale è completamente innocuo sia per l'utente che per l'ambiente. Il materiale dei fumi nocivi è in grado di allocare solo durante la combustione. Il punto di fusione del polipropilene è 160-170 ° C.

Di conseguenza, il materiale senza problemi resiste al lavoro negli impianti di riscaldamento. Ma la mancanza di polipropilene è una soglia bassa della temperatura di transizione vetrosa. A da -10 a -20 ° C, il materiale diventa duro e fragile, perde elasticità. Pertanto, l'uso di polipropilene a freddo non è pratico.

Il resto del polipropilene è un materiale affidabile e di facile installazione che può essere utilizzato in modo flessibile sia per l'impianto idraulico che per il riscaldamento.

Un importante vantaggio del materiale è il prezzo. È più basso dei tubi d'acciaio.

Varietà di collezionisti

Il design dei collettori è semplice, quindi ha senso solo dividere per il materiale da cui provengono gli stampi e il metodo di fissaggio dei tubi. Strutturalmente, sono divisi in due gruppi:

  1. Collettore di distribuzione È destinato alla distribuzione di liquidi dal canale comune agli utenti finali, distribuendo acqua attraverso canali separati.
  2. Collettore prefabbricato (di ritorno). È progettato per ricevere fluidi da diversi canali e inviarli al canale comune del sistema.

Convenzionalmente, i collettori sono divisi per il numero di rubinetti, la presenza di valvole, la dimensione delle aperture di ingresso e di uscita.

Questi fattori dovranno tener conto nella scelta. Un gran numero di circuiti può richiedere diversi collettori.

Tipi di fissaggio

Per tipo di elementi di fissaggio si distinguono:

  1. Con raccordi a saldare. Questo metodo viene spesso utilizzato per tubi in polipropilene, meno spesso per polietilene reticolato.
  2. Cone. Si applica a tutti i tipi di tubi e collettori.
  3. Combinato. Ad esempio, per la filettatura di ingresso e l'uscita realizzata per la saldatura con tubi di polipropilene.

Tipi di collettori e facilità di installazione

Il più conveniente nell'installazione di un pettine dal polietilene cucito. Raccoglitore di materiale leggermente meno facile da installare: polipropilene.

L'installazione di un collettore e tubi in polipropilene può essere effettuata sulla base di raccordi o saldature: si tratta di un metodo efficace e affidabile per la creazione di giunti, ma rende difficile il cambio di alcune sezioni della struttura. Se il tubo viene saldato direttamente sul pettine, in caso di perdite nella giunzione con il collettore, sarà necessario sostituire l'intera struttura, quindi è preferibile utilizzare raccordi per il collegamento al pettine.

La resistenza alla trazione del polipropilene è elevata sia nell'allungamento che nella flessione. Una volta riscaldato, puoi deformare il materiale e fare piegature, ma qui devi stare attento. Se riscaldato, la resistenza del materiale diminuisce, aumentando la probabilità di danni.

Pavimento riscaldato: l'uso di pettini

Il pavimento isolato dal calore praticamente non differisce dal sistema di riscaldamento del radiatore. L'acqua proveniente dal riscaldatore entra nel pettine e distribuisce il refrigerante attraverso i tubi sotto il pavimento.

Il collettore per un pavimento isolato termicamente, non è solo distribuzione, ma anche restituibile. Un compartimento del collettore è responsabile della distribuzione dell'acqua lungo i contorni, il secondo è previsto per il ritorno del refrigerante raffreddato.

Dal corpo del pettine, l'acqua scorre verso il riscaldatore. Di solito, la pompa di circolazione è montata sul tubo di ritorno. Per la circolazione continua dell'acqua, è necessaria una pompa che creerà il flusso d'acqua desiderato per il sistema.

Fai attenzione! La pompa di circolazione deve essere progettata per la temperatura del liquido di raffreddamento, quindi non tutti i dispositivi lo faranno.

Un certo numero di tubi sotto il pavimento viene effettuato dal pettine, il che consente di creare uguale pressione e temperatura in diverse parti del pavimento riscaldato. Il numero di pettini dipende dal numero di circuiti di riscaldamento. Più contorni, più hai bisogno di tocchi.

Il tubo è disposto in modo uniforme attorno al perimetro della stanza, spesso usato l'opzione di "serpente" o "spirale".

Lo schema di riscaldamento a pavimento standard si presenta così:

  1. Caldaia di riscaldamento e vaso di espansione.
  2. Manometro
  3. Collettore di distribuzione
  4. Tubi del pavimento di calore.
  5. Pompa di circolazione

La combinazione della suddetta apparecchiatura consente la circolazione ininterrotta del liquido di raffreddamento.

Dall'acqua della caldaia di riscaldamento entra nel serbatoio di espansione e poi nel collettore, dopo di che il collettore distribuisce l'acqua attraverso i tubi, il manometro visualizza la pressione nel sistema.

Fai attenzione! Nonostante la semplicità della descrizione, il sistema di installazione è piuttosto complicato. È necessario pre-progettare e selezionare accuratamente ciascun elemento riscaldante. Da ciò dipenderà l'efficacia finale.

Collezionista di fai da te

Assemblare il proprio pettine - un'opportunità per salvare. Il dispositivo è semplice, ma per il corretto funzionamento è necessario osservare un certo numero di parametri ed è necessario avvicinarsi alla produzione in modo approfondito.

Collezionista sanitario

Fare un collezionista di polipropilene con le sue mani è il più facile. Richiederà saldature, tee, tubi di diversi diametri, forbici per tagliare tubi di polipropilene. In casi estremi, puoi tagliare con un piccolo seghetto. Il numero di tees è uguale al numero di tubi in uscita.

  1. La larghezza del tubo di diametro è uguale o maggiore del diametro totale di tutti i rami combinati, allo stesso tempo uguale al diametro del tubo di alimentazione. Se questo non viene preso in considerazione, la pressione nel sistema diventa irregolare.
  2. Il tubo dovrà essere tagliato e per ogni ramo da saldare sul tee. Tieni presente che il tee deve adattarsi al diametro sia al "pettine" che ai rami.
  3. Dopo la saldatura e la solidificazione, il sistema viene saldato al tubo di alimentazione con un adattatore.
  4. Il sistema è pronto, se fatto correttamente, le funzioni del raccoglitore saranno eseguite per intero.

Se lo si desidera, i rubinetti possono essere saldati ai tubi, ma è necessaria la costipazione sui tubi stessi. In questo caso, puoi ignorare i singoli elementi del sistema senza danneggiare gli altri.

Collettore di riscaldamento

Il pettine per il riscaldamento non ha praticamente differenze costruttive. È semplicemente necessario creare un collettore aggiuntivo per far circolare il sistema di raffreddamento. Il principio di funzionamento è assolutamente identico.

Il pettine può semplificare i progetti di sanitari e di riscaldamento.

Per salvare il raccoglitore, è possibile assemblarlo da soli, ma per i sistemi complessi è meglio utilizzare i collettori fatti in fabbrica, in quanto garantiscono un funzionamento affidabile.

Come fare un raccoglitore di polipropilene fai da te - una guida passo passo

Quando si utilizza il riscaldamento autonomo in una casa privata, a volte ci sono situazioni in cui il sistema non è sufficientemente efficace. Un tale problema, in cui tutti gli elementi del sistema sono progettati e installati correttamente, e la temperatura in casa non raggiunge il livello adeguato, è estremamente sgradevole e richiede una soluzione.

La soluzione più appropriata a questo problema è installare un collettore di distribuzione. Tali dispositivi possono essere acquistati in forma finita, e puoi salvarli e crearli da soli. Come fare una varietà di distribuzione del riscaldamento con le proprie mani, e sarà discusso in questo articolo.

Scopo del collettore di riscaldamento

In ogni sistema di riscaldamento, si deve osservare una regola importante: il diametro del tubo di scarico della caldaia deve corrispondere o essere leggermente inferiore al diametro totale di tutti i circuiti collegati a questa caldaia. La mancata osservanza di questa regola comporta una distribuzione non uniforme del liquido di raffreddamento.

Ad esempio, considera un sistema a cui sono collegati tre circuiti separati:

  • Riscaldamento del radiatore;
  • Pavimento caldo;
  • La caldaia del riscaldamento indiretto fornisce l'acqua calda.

I diametri dei tubi all'uscita della caldaia e all'ingresso di ciascuno di questi consumatori possono coincidere, solo il valore totale di questi ultimi sarà maggiore di un ordine di grandezza. Di conseguenza, si verifica un fenomeno molto semplice: la caldaia, anche se funziona a pieno regime, semplicemente non è in grado di assicurare contemporaneamente il funzionamento di tutti i circuiti ad essa collegati. Per questo motivo, c'è una diminuzione della temperatura nella casa.

Certo, puoi provare a utilizzare tutti i circuiti a turno, in modo che non caricino la caldaia contemporaneamente. In teoria, tali misure sembrano possibili, ma in pratica si rivelano non più di mezze misure - dopo tutto, la costante "giocoleria" con contorni non può essere definita un attributo di vita confortevole in una casa.

Per eliminare tali problemi, è necessario installare un collettore di distribuzione nel sistema. Solitamente per la produzione di tali collettori vengono utilizzati tubi in acciaio inossidabile, ma è possibile utilizzare altre opzioni: ad esempio, i collettori in polipropilene vengono spesso trovati per il riscaldamento.

Il design stesso è un dispositivo con un set di ugelli per l'ingresso e l'uscita del refrigerante, nonché la sua separazione lungo circuiti separati. La regolazione di tutti i parametri di funzionamento viene eseguita mediante valvole di intercettazione, che completano qualsiasi collettore.

La funzione principale del collettore di distribuzione è visualizzata nel suo nome: distribuisce il refrigerante ai singoli circuiti e l'intensità del suo flusso può essere regolata su ciascun tubo. Il risultato sono diversi circuiti completamente indipendenti, ognuno dei quali funziona nella sua modalità di temperatura.

Naturalmente, c'è sempre l'opportunità di semplificare il tuo lavoro e ottenere un collezionista pronto, ma questa soluzione ha degli svantaggi. Quindi, la produzione di collettori di riscaldamento nell'impianto non può semplicemente tenere conto delle caratteristiche di ciascun sistema di riscaldamento, quindi è necessario compensare le caratteristiche del collettore con elementi aggiuntivi - e questi sono costi non necessari. I dispositivi fatti da sé possono perdere la fabbrica in universalità, ma sono molto più adatti per organizzare i singoli progetti.

Dispositivo di raccolta

Sia il metallo di fabbrica, sia un collettore autoprodotto di polipropilene comprendono due parti:

  1. Il primo elemento prevede il collegamento del tubo di alimentazione in uscita dalla caldaia con i tubi di alimentazione dei circuiti di riscaldamento, ad es. Questa parte del collettore distribuisce il refrigerante riscaldato. Questo elemento del raccoglitore è anche importante per la possibilità di rendere i contorni indipendenti, il che semplifica la loro prevenzione e riparazione. Se esiste un collettore per la riparazione di uno dei circuiti, è sufficiente spegnere la valvola corrispondente ad esso, che interrompe il flusso di refrigerante in questa tubazione.
  2. Nella seconda parte del collettore, la pressione è controllata in ciascun circuito, determinando così l'intensità della circolazione del liquido di raffreddamento. Dalla corretta impostazione del movimento dell'acqua calda nelle autostrade dipende direttamente l'efficienza di tutti gli impianti di riscaldamento.

Spesso gli artigiani inesperti costruiscono nel sistema una serie di elementi aggiuntivi, supponendo che questi dispositivi saranno in grado di ottimizzare l'operazione di riscaldamento. Nella maggior parte dei casi, questa soluzione è inutile, perché la mancanza di comprensione del motivo della diminuzione dell'efficienza del riscaldamento non consente un intervento competente nell'operazione di riscaldamento. Un collettore in polipropilene assemblato a mano è spesso il più necessario, la soluzione ottimale al problema del ridotto trasferimento di calore dal riscaldamento.

Progettare un collezionista fatto in casa

Il primo passo nella creazione di una varietà di distribuzione fatta in casa è il suo design. Un progetto ben progettato semplifica notevolmente il lavoro e consente di creare un collettore saldato di alta qualità per il riscaldamento, che è perfettamente adatto per condizioni operative specifiche.

Prima di raccogliere il collettore di riscaldamento, è necessario valutare un certo numero di parametri della rete di riscaldamento dell'edificio:

  • Il numero di circuiti di riscaldamento a cui deve essere fornito il liquido di raffreddamento;
  • Numero e parametri delle apparecchiature di riscaldamento (potenza, temperatura di riscaldamento, pressione, ecc.);
  • La necessità e la possibilità di integrare ulteriormente elementi aggiuntivi nel sistema di riscaldamento;
  • Il numero di elementi aggiuntivi del sistema (pompe, valvole, valvole, ecc.).

Successivamente, è necessario considerare attentamente le caratteristiche di collegamento di diversi circuiti al collettore di distribuzione:

  • Le caldaie per il riscaldamento elettrico ea gas possono essere fornite al collettore dall'alto o dal basso;
  • Se è presente una pompa di circolazione nel circuito dell'impianto di riscaldamento, le caldaie possono essere collegate solo dall'estremità del collettore;
  • Caldaie a calce indirette e caldaie a combustibile solido nel collettore possono essere eseguite solo dal lato anteriore;
  • L'alimentazione di ciascun circuito di riscaldamento è collegata al collettore dall'alto o dal basso.

Per vedere in modo accurato e chiaro come assemblare correttamente un collettore di riscaldamento, vale la pena ritrarre il suo progetto su carta o stamparlo se lo schema è stato creato su un computer. La presenza di un'immagine chiara rispetto alla scala e il numero necessario di elementi consente di verificare quando si lavora per evitare errori di installazione.

Sul diagramma, è necessario dimensionare le dimensioni di ciascuna parte del collettore. Ad esempio, la distanza tra le connessioni di alimentazione e di ritorno dovrebbe essere di circa 10-20 cm - le deviazioni verso l'alto o verso il basso complicheranno la manutenzione del dispositivo. Una distanza simile dovrebbe essere tra le parti di alimentazione e di ritorno del collettore.

La qualità principale del raccoglitore è la funzionalità, ma non ha bisogno di dimenticare il fatto che il dispositivo deve essere sufficientemente compatto e dall'aspetto dignitoso. Ecco perché, se esiste un'opportunità per rendere il dispositivo più preciso, vale la pena fare uno sforzo.

Costruisci il pettine fai da te

La tecnologia di assemblaggio del collettore comprende i seguenti passaggi:

  • In conformità con le dimensioni specificate nel progetto, viene richiesta la quantità richiesta di materiali;
  • I tubi sono collegati tra loro come indicato nel progetto;
  • Tutti i tubi devono essere collegati tra loro usando uno strumento adatto;
  • I giunti dei tubi devono essere accuratamente puliti e trattati con sigillante;
  • Un collettore assemblato a mano, è necessario verificare la presenza di perdite, chiudere tutti i tubi tranne uno e garantire l'approvvigionamento idrico ad esso - l'assenza di perdite nei tubi chiusi indica che il dispositivo è assemblato correttamente;
  • Il collettore di distribuzione finito è verniciato e asciugato;
  • Dopo che la vernice si è indurita, il dispositivo può essere installato nel luogo scelto.

conclusione

Il collettore di distribuzione pettine per il riscaldamento delle proprie mani creato senza problemi. Per eseguire questo lavoro, è sufficiente preparare in modo appropriato, realizzare un progetto del dispositivo in anticipo e quindi eseguire con cura e attenzione tutte le fasi di assemblaggio necessarie. Il collettore correttamente assemblato eseguirà tutte le funzioni assegnate ad esso.