Impianto di trattamento delle acque reflue

Pubblicato il 28/12/2015 da Nikolai Petrovich in Sewerage // 0 commenti

contenuto:

Scopo principale

Gli impianti di trattamento delle acque reflue sono progettati per raccogliere le acque reflue dell'acqua di fusione dalla loro depurazione dalla contaminazione e il successivo scarico in bacini. Purificando il deflusso di acqua piovana dall'inquinamento si intende la rimozione dalla composizione dell'acqua di vari solidi e l'inquinamento chimico.

Il fatto è che l'acqua in viaggio verso la fossa settica utilizzata per la pulizia assorbe una quantità significativa di tutti i tipi di contaminazione non degradabile a causa della quale l'acqua non può fluire autonomamente nel serbatoio. Particolarmente palpabile è il problema dell'inquinamento in caso di rimozione di scarichi di tempesta in una grande città.

In generale, gli impianti di trattamento delle acque piovane nelle città e nelle case private sono usati per:

  • purificazione e conservazione della sabbia contenuta nell'acqua;
  • depurazione dell'acqua da vari prodotti petroliferi mediante uno speciale dispositivo di depurazione;
  • depurazione dell'acqua da vari prodotti chimici utilizzando un filtro speciale;
  • rimozione di acque meteoriche trattate in campi o bacini idrici.

Separatamente, va notato che, in conformità con la legislazione in vigore nel nostro paese, gli impianti di trattamento per gli scarichi delle tempeste dovrebbero essere installati in luoghi ad alto rischio di inquinamento ambientale.

Principio di funzionamento

Il principio di funzionamento degli impianti di trattamento delle acque meteoriche è piuttosto complicato. Ecco perché le questioni relative al calcolo del deflusso delle acque piovane dal territorio e l'installazione degli elementi dell'impianto di trattamento devono essere trattate con particolare attenzione. Altrimenti, non è possibile ottenere una depurazione veramente efficace degli scarichi delle tempeste.

La tecnologia stessa e il principio di funzionamento degli impianti di trattamento delle acque piovane sono i seguenti:

  1. L'acqua piovana scorre nell'unità di sabbiatura. In questo dispositivo, sabbia e altre particelle di grandi dimensioni vengono emesse dagli scarichi delle tempeste. Tutti loro sono depositati nella parte inferiore del separatore di sabbia. Il sistema di pulizia del separatore di sabbia è mostrato nella foto:
  2. Gli scarichi delle tempeste sono diretti all'unità di raccolta del petrolio mediante la quale i prodotti petroliferi vengono separati dagli scarichi. Il raccoglitore di olio del sistema di pulizia è mostrato nella foto qui sotto:
  3. L'acqua piovana scorre nel modulo di assorbimento dell'impianto di trattamento delle acque reflue, in cui l'effluente è completamente pulito. Sistema di pulizia del filtro di assorbimento della foto:

Le fasi di purificazione degli scarichi delle tempeste sono mostrate nella foto sotto.

Set completo

Secondo la tecnologia di pulizia e la sua struttura, gli impianti di trattamento delle acque reflue hanno molto in comune con i sistemi di trattamento delle acque reflue. Come nei sistemi fognari, gli impianti di depurazione delle acque piovane non solo accettano varie impurità, ma anche gradualmente li puliscono.

Per quanto riguarda la serie completa di impianti di trattamento delle acque piovane, essi includono:

  1. Deflusso delle acque piovane in entrata del dispositivo di separazione. Questo dispositivo è progettato in modo che l'intera struttura possa gestire contemporaneamente una grande quantità di scarichi di emergenza. Pertanto, gli scarichi delle tempeste sono suddivisi in porzioni, dopo di che vengono gradualmente trasferiti ai dispositivi di filtraggio per il flusso di acqua piovana. Grazie a questa tecnologia di accumulo degli scarichi delle tempeste, vengono eliminati il ​​più velocemente possibile.

Nella foto sotto è mostrato un dispositivo per l'accumulo e la separazione degli scarichi delle tempeste.

  1. Contenitore per la conservazione degli scarichi delle tempeste da pulire. Assolutamente tutti i depuratori delle acque piovane sono dotati di questo dispositivo, indipendentemente dal loro costo. In un impianto di trattamento delle acque reflue, questa capacità viene utilizzata per accumulare scarichi delle tempeste al fine di evitare possibili sovraccarichi dell'intero sistema. Grazie alla tecnologia di accumulo, il funzionamento ininterrotto ed efficiente dell'impianto di trattamento delle acque reflue è assicurato anche durante i periodi di pioggia intensa e frequente.

Per dirla in modo più semplice, la capacità di accumulo svolge il ruolo di una camera di riserva di un impianto di trattamento delle acque reflue, che è in grado di ricevere grandi volumi di scarichi di emergenza. Foto della capacità di stoccaggio dell'impianto di trattamento delle acque piovane:

  1. Trappola di sabbia Come il serbatoio di stoccaggio, la trappola di sabbia è un dispositivo indispensabile per qualsiasi impianto di trattamento delle acque reflue, indipendentemente dal loro prezzo. Come si può intuire, la costruzione delle condutture temporalesche è progettata per estrarre sabbia e altre particelle minerali dalle fogne. Il dispositivo di un sistema di trappola di sabbia per la pulizia degli scarichi di una casa privata è mostrato nella foto.

Come puoi vedere, la trappola di sabbia ha tre scomparti. La tecnologia di pulizia nella trappola di sabbia è la seguente:

  • Nel primo compartimento, c'è una rapida precipitazione di sabbia e altre particelle solide;
  • Nel secondo compartimento della trappola di sabbia di un impianto di trattamento delle acque reflue, la sabbia scivola sotto l'influenza di piastre speciali;
  • Nel terzo compartimento, gli scarichi delle tempeste, che vengono ripuliti dalla sabbia e da altre particelle solide, vengono reindirizzati per gravità a un altro modulo dell'impianto di trattamento.
  1. Trappola di petrolio Questo dispositivo è progettato per separare il deflusso di acqua piovana da oli, benzina e altre sostanze più pesanti dell'acqua pulita. Il principio di funzionamento del dispositivo si basa sulla tecnologia di attrazione delle particelle dovuta al campo gravitazionale e alla coalizione. Il dispositivo di raccolta dell'olio è mostrato nella foto qui sotto:

Si noti che in alcuni impianti di depurazione delle acque reflue di case private vengono utilizzati raccoglitori di olio semplificati. Il prezzo per gli impianti di trattamento delle acque piovane con un raccoglitore di olio semplificato è leggermente inferiore rispetto a dispositivi simili con un raccoglitore di petrolio più efficiente. In breve, l'installazione di un raccoglitore di petrolio più semplice viene effettuata al fine di ridurre il costo dell'intero impianto di depurazione delle acque reflue.

  1. Filtro di assorbimento Questo dispositivo è destinato e utilizzato per la pulizia finale degli scarichi delle tempeste. La tecnologia del filtro comporta la purificazione dei rifiuti dalle particelle più piccole. Foto del filtro di assorbimento della costruzione di fognature temporanee per una casa privata:

A seconda dei volumi delle fogne temporalesee che sono in grado di riciclare le strutture per la pulizia delle fogne temporalesche, sono suddivise nei seguenti tipi:

Individui nel loro dispositivo sono in grado di riciclare una quantità relativamente piccola di acqua piovana. Tali strutture per la pulizia degli scarichi delle tempeste sono progettate e progettate per la costruzione di sistemi fognari nelle case private.

Le strutture locali per la pulizia delle fognature sono progettate per costruire sistemi di pulizia non per una casa, ma per diverse case di ampia area. La tecnologia di purificazione degli scarichi delle tempeste in questo caso è assolutamente identica alla tecnologia di purificazione, che viene utilizzata per la depurazione individuale degli scarichi delle tempeste. L'unica differenza è nel volume di acque reflue che il sistema è in grado di riciclare. Video sulla fognatura locale:

Nel caso della pulizia industriale del deflusso delle acque piovane, qui stiamo parlando dei sistemi di fognatura più complessi, che, oltre alla depurazione delle acque piovane, depurano gli scarichi dall'inquinamento provocato dal processo dell'impresa.

Va notato che prima di installare una struttura industriale per la pulizia dei sistemi di acque piovane, è necessario calcolare le acque reflue della tempesta. Solo in questo caso possiamo garantire che il sistema fognario possa far fronte alla quantità di inquinamento prodotto dall'azienda.

Pulizia biologica

La tecnologia di purificazione biologica degli scarichi delle tempeste comporta l'uso di vari microrganismi e batteri. È grazie ai microrganismi nelle costruzioni di acque reflue biologiche che l'acqua pulita viene separata dall'inquinamento. La costruzione della depurazione biologica dei liquami per gli scarichi delle tempeste è mostrata nella foto sotto.

La capacità di un impianto di trattamento biologico può essere di 10 m3 di deflusso di acqua piovana al giorno. A causa di questa prestazione, la struttura può essere utilizzata per pulire l'acqua piovana da un insediamento di dimensioni medie.

Spesso le strutture per la purificazione delle fogne temporalesche, che lavorano sulla tecnologia del trattamento biologico, sono utilizzate nella sistemazione del sistema fognario di una casa privata.

Ci sono anche casi in cui i proprietari di diverse case vicine decidono di acquistare congiuntamente un sistema di fognatura temporalesca. Tale soluzione può essere definita del tutto appropriata, perché in questo caso, i proprietari di case per un prezzo relativamente piccolo ottengono un sistema altamente efficiente per la pulizia delle fogne temporalesche.

La costruzione del trattamento biologico degli scarichi delle tempeste è discussa in dettaglio nel video qui sotto:

Pulizia meccanica

In contrasto con la tecnologia di depurazione biologica delle acque reflue delle acque reflue, la tecnologia del trattamento meccanico non comporta l'uso di microrganismi attivi e batteri. La struttura che lavora sulla tecnologia di purificazione meccanica delle acque reflue è mostrata nella foto qui sotto:

Va notato che, secondo la normativa vigente, il sistema fognario, che lavora sulla tecnologia della purificazione meccanica, deve far fronte al volume di rifiuti con il calcolo fino al 70% del volume totale annuo.

Di norma, le strutture fognarie che operano secondo la tecnologia della pulizia meccanica non sono utilizzate nella costruzione di alloggi privati. In primo luogo, il prezzo di tali strutture rende imprudente utilizzarli per la pulizia degli scarichi delle tempeste dalla casa. In secondo luogo, a causa delle loro dimensioni, tali strutture occupano un'area abbastanza grande, il che non è auspicabile quando si organizza una zona libera intorno alla casa. I sistemi di pulizia dimensionale sono mostrati nella foto:

disegno

Prima di iniziare a calcolare i deflussi delle acque piovane, decidere le grondaie e stimare i prezzi di determinati articoli, è necessario realizzare un piccolo progetto con alcuni punti di base. Viene inoltre redatto uno schema approssimativo del futuro sistema di depurazione delle acque di scolo delle tempeste. Nella foto viene mostrato un esempio di sistema di fognatura per gli scarichi delle tempeste di una casa privata.

Prima di tutto, quando si progetta la posizione delle grondaie, così come quando si progetta la posizione delle condutture per il reindirizzamento delle acque piovane dalle grondaie all'impianto di trattamento delle acque reflue. La disposizione delle grondaie è mostrata nella foto:

Oltre alla posizione delle grondaie e dei gasdotti, si tiene conto che questi elementi di depurazione devono essere posizionati ad un certo angolo rispetto alla costruzione del deflusso delle acque piovane. È particolarmente importante che le grondaie siano posizionate ad angolo nel caso in cui il sistema di acque piovane non preveda l'installazione di attrezzature di pompaggio. Le grondaie del sistema di trattamento delle acque piovane sono mostrate nella foto:

La corretta installazione delle grondaie del sistema fognario a casa è descritta in dettaglio nel video qui sotto:

Dovrebbe tenere conto delle caratteristiche del suolo, che si trova sul territorio della casa. È imperativo determinare se sostanze chimiche o altri detriti possono essere rilasciati nelle fogne della tempesta.

Calcolo degli scarichi delle tempeste

Ad esempio, consideriamo brevemente le caratteristiche del calcolo delle acque reflue per le fogne temporalesche di una casa privata. Il calcolo degli scarichi delle tempeste è necessario per determinare correttamente la portata che le grondaie e le fognature di una casa dovrebbero avere.

L'intero processo di calcolo per il sistema di acque piovane è descritto nella sezione pertinente del SNiP ("Scarichi interni"). Se parliamo del processo di calcolo delle formule esistenti, in questo caso il calcolo viene eseguito tenendo conto della quantità di precipitazioni e dell'area del tetto della casa. Inoltre, il calcolo tiene conto del 30% dell'area delle pareti adiacenti al tetto della casa, nonché dell'area delle pareti che si alzano sopra il tetto della casa.

Dopo aver eseguito il calcolo dell'acqua piovana, sulla base del risultato ottenuto, selezionare le grondaie di dimensioni adeguate. È molto importante che il rendimento della grondaia e dei tubi non sia inferiore alla cifra ottenuta durante il calcolo.

Per la massima chiarezza, prendere in considerazione i prezzi dei lavori relativi alla sistemazione delle fogne temporalesche sul territorio di una casa privata. Punto importante: i prezzi indicati sono approssimativi e possono variare in una direzione o nell'altra.

Prezzi approssimativi per la sistemazione delle acque reflue

Trattamento acque meteoriche

Progettazione, produzione, vendita e installazione di impianti di trattamento delle acque reflue di soluzioni già pronte

Storm sewage, che gli specialisti del gergo professionale vengono comunemente definiti "acqua piovana", è un sistema di strutture ingegneristiche, il cui scopo è quello di raccogliere, pulire e scaricare l'acqua atmosferica (pioggia, disgelo) ed economica (di solito irrigua) formata sui tetti di edifici residenziali e pubblici edifici, industrie, magazzini e negozi, strade carrabili, marciapiedi pedonali e territori adiacenti.

I principali vantaggi della fognatura in vetroresina:

  • La vetroresina, dalla quale viene realizzato il corpo dei contenitori, non è completamente influenzata dalla corrosione elettrochimica e dagli ambienti chimici corrosivi;
  • Facile installazione e manutenzione;
  • Lunga durata di servizio (almeno mezzo secolo);
  • Il costo minimo del loro funzionamento;
  • Selezione individuale di un insieme di moduli, nonché progettazione e produzione di tali elementi che forniscono il più alto grado possibile di trattamento delle acque reflue in ciascun caso;
  • Possibilità tecnica e tecnologica di combinare moduli di purificazione dello stesso caso con diversi moduli funzionali con basso consumo di design.

Impianti di trattamento delle acque reflue (VOC) - progettazione, fornitura e installazione di attrezzature.

La compensazione delle costruzioni temporalesche è un elemento importante dello smaltimento dell'acqua. Sono utilizzati in aree suburbane, imprese industriali, zone industriali, flotte, strade, aeroporti, villaggi rurali, centri logistici, basi industriali, ecc.

La società "Arma36" fornisce servizi per la progettazione e la costruzione di COV chiavi in ​​mano a Voronezh e nella regione.

Al fine di garantire la sicurezza ambientale, è necessario che le strutture temporalesche abbiano una funzione di pulizia, questo è particolarmente importante per i grandi impianti industriali che effettuano regolarmente emissioni di sostanze nocive.

La nostra azienda fornisce attrezzature di alta qualità che non solo forniscono la raccolta di acqua piovana, ma fornisce anche la pulizia di prodotti petroliferi, sostanze oleose e prodotti chimici.

Offriamo attrezzature per la pulizia che soddisfano tutti gli standard e requisiti.

Il grado di trattamento delle acque reflue è conforme ai requisiti della legislazione russa FZ-416 (datata 12/7/2011) sull'approvvigionamento idrico e lo smaltimento delle acque reflue.

Se hai bisogno di un'installazione sotterranea compatta di layout a blocchi, puoi scegliere VOC da Arma36. Hanno una modalità operativa non volatile, sono economici da utilizzare e non richiedono riparazioni regolari e importanti. Lavoro silenzioso

Tutte le nostre apparecchiature hanno tutti i certificati necessari e una documentazione dettagliata per l'installazione, la manutenzione e il funzionamento.

VANTAGGI:

  • tempi di consegna brevi;
  • una delle migliori offerte;
  • pulizia di alta qualità;
  • facilità di installazione;
  • servizio e shefmontazh;
  • costo minimo di funzionamento.

Scarica e compila il questionario. Mandatecelo e selezioneremo l'attrezzatura per la pulizia in base alle vostre esigenze e condizioni.

Oppure compila il modulo e il nostro specialista ti richiamerà:

Impianto di trattamento delle acque reflue - calcolo e installazione

Sono necessari impianti di trattamento delle acque piovane per trattare e purificare il liquido che è precipitato sul terreno. Tali strutture sono un elemento del sistema di acque piovane.

Metodi per pulire l'acqua piovana

  1. Meccanico. Questo metodo consente di rimuovere le particelle più grandi dall'acqua. Molto spesso, la pulizia meccanica viene effettuata da un dispositivo di cattura della sabbia o da dispositivi simili (leggi anche: "Metodi meccanici di trattamento delle acque reflue - tecnologia e circuito").
  2. Fisica e Meccanica. Se questo metodo viene utilizzato in un impianto di trattamento delle acque reflue, dall'acqua non vengono estratte solo grandi particelle solide, ma anche liquidi insolubili (oli, prodotti petroliferi).
  3. Chemical. Fornisce il massimo trattamento delle acque reflue. Utilizzato in combinazione con i metodi precedenti, aggiungendo un altro grado di purificazione attraverso l'uso di sostanze chimiche.

Di regola, solo i primi due metodi sono usati nelle docce domestiche. Il trattamento chimico è necessario per il trattamento degli effluenti negli edifici industriali: questo è richiesto dalle condizioni per lo scarico dei liquami nei corpi idrici.

Impianto di trattamento delle acque reflue di tempesta

  1. Serbatoio per la conservazione di liquidi.
  2. Cestino
  3. Trappola olio o olio
  4. Unità di sorption.

Il serbatoio in cui viene raccolto il liquido è collegato alla rete fognaria, che garantisce il ricevimento e il trasporto di acqua nel luogo di stoccaggio. Questo elemento strutturale rivela il suo scopo in un momento in cui le precipitazioni superano la quantità che può essere riciclata dall'impianto di trattamento delle acque reflue. Pertanto, un serbatoio di stoccaggio dell'acqua aiuta a proteggere gli impianti di trattamento delle acque reflue da carichi eccessivi. Dal serbatoio, l'acqua passa attraverso il sistema, dove viene pulita.

A volte gli impianti di trattamento delle acque reflue includono gli extra, ma i dispositivi sopra elencati sono obbligatori.

Selezione di un sistema autonomo di trattamento delle acque reflue per le condutture temporalesche

  1. In primo luogo, è necessario esaminare attentamente il terreno su cui verrà installato l'impianto di trattamento delle acque reflue. L'elenco dei parametri richiesti include la profondità della penetrazione del gelo, il livello di presenza delle acque del suolo, ecc.
  2. Sono in corso studi per determinare la composizione chimica delle precipitazioni che cadono in questa regione. È necessario per la selezione dei filtri che possono funzionare con tipi specifici di sostanze.
  3. Successivamente, è necessario calcolare la quantità di precipitazione che passerà attraverso il sistema. Tale calcolo è necessario per determinare il volume degli elementi inclusi nell'impianto di trattamento (leggi anche: "Calcolo degli scarichi di tempesta dal territorio del sito"). Per determinare questo indicatore, è necessario moltiplicare l'area coltivata, la precipitazione media nella regione (q20) e il coefficiente che il tipo prevalente di terreno (φ) contribuisce ai calcoli.

Installazione di impianti di trattamento autonomi per il deflusso delle acque piovane

  1. Al primo livello è un serbatoio in cui verrà immagazzinata l'acqua raccolta.
  2. Il secondo elemento è una trappola di sabbia, che fornisce la pulizia primaria del deflusso delle acque piovane.
  3. Dietro una trappola di sabbia, una trappola di petrolio o un altro dispositivo in grado di catturare i prodotti petroliferi contenuti nell'acqua è montata nella catena di attrezzature.
  4. L'ultimo elemento della struttura è un'unità di assorbimento che svolge un'ulteriore purificazione delle acque reflue.
  5. Dopo aver attraversato tutti gli elementi dell'impianto di trattamento delle acque reflue, l'acqua arriva al punto di presa o smaltimento dell'acqua.

L'impianto di trattamento delle acque reflue viene installato secondo il seguente algoritmo:

Come sono organizzati gli impianti di trattamento delle acque piovane e delle precipitazioni?

In condizioni moderne, gli insediamenti e gli oggetti dell'attività umana hanno l'infrastruttura appropriata, che è progettata per fornire un livello adeguato di comodità e comfort di vita.

Quindi, il problema di rimuovere l'acqua che cadeva sotto forma di precipitazione è risolto dai sistemi di raccolta e drenaggio. In modalità autonoma o centralizzata, rimuovono il liquido dai territori in bacini o terreno, e in alcuni casi l'acqua viene utilizzata direttamente per risolvere problemi economici o produttivi.

Le acque reflue che defluiscono nel sistema fognario costituiscono un serio pericolo.

Scarichi di tempesta e la loro pulizia

I sistemi di depurazione delle acque piovane svolgono un ruolo importante nel mondo moderno dello sviluppo di massa da parte dell'uomo di vaste aree di spazi circostanti. Le precipitazioni precipitanti devono essere eliminate in modo efficiente e rapido dai territori sviluppati, dagli edifici e dalle strutture, per evitare inondazioni e per distruggere le strutture di fondamenta e muri. I serbatoi d'acqua e i sistemi di smaltimento dell'acqua piovana risolvono efficacemente questo problema.

Se necessario, predisposizione per gli scarichi delle tempeste:

  • tetti di edifici e strutture;
  • superfici stradali con pendenze;
  • campi sportivi e culturali;
  • strutture di ingegneria;
  • imprese industriali e siti industriali;
  • Distributore di benzina

Tali sistemi sono dotati ovunque in cui la pioggia e l'acqua di fusione si accumulano, c'è una minaccia di inondazioni. A livello legislativo, vi sono requisiti per l'organizzazione obbligatoria di tali strutture in luoghi ad alto rischio di inquinamento ambientale, grandi concentrazioni di persone, ubicazione di imprese con industrie pericolose, vicino alle principali arterie di trasporto.

L'acqua piovana può essere un elemento di un sistema fognario centralizzato o una struttura complessa autonoma per deviare l'acqua in un'area privata. Indipendentemente dalla natura della costruzione, grande importanza viene attribuita al trattamento delle acque reflue. Per fare questo, nel sistema di acque piovane, viene eseguita l'installazione di unità di trattamento delle acque. Pertanto, l'acqua viene scaricata nel sistema fognario, nel serbatoio o nel suolo senza un certo numero di componenti di inquinamento.

Le unità di trattamento nel deflusso delle acque piovane sono finalizzate alla rimozione di solidi sospesi, prodotti petroliferi e altri elementi chimici. La pulizia in questa fase consente di alleggerire in qualche modo gli impianti di trattamento delle acque reflue: prolunga la durata dei dispositivi di filtrazione, riduce significativamente la formazione di sedimenti nelle fosse settiche e nelle fosse settiche.

Funzioni degli impianti di trattamento delle acque reflue per gli scarichi delle tempeste:

  1. Schermatura della sabbia dall'acqua.
  2. Rimozione di prodotti petroliferi usando il separatore di petrolio e gas.
  3. Assorbimento con l'aiuto di speciali assorbenti di sostanze chimiche e cancerogene e liquidi.
  4. Trattamento aggiuntivo di particelle solide di medie e grandi frazioni.
  5. Raccolta delle acque reflue nel serbatoio del pozzetto di post-trattamento.
  6. La rimozione del fluido dal sistema per uso economico o scarico in stagni e terreno.

Struttura degli impianti per il trattamento delle acque piovane

Nei sistemi di acqua piovana, vengono utilizzati solo tali metodi di pulizia che non producono sottoprodotti pericolosi per l'uomo e l'ambiente. Questi tipi di pulizia comprendono tutti i metodi meccanici, oltre all'assorbimento, come un tipo di pulizia fisica e chimica.

Struttura degli impianti per il trattamento delle acque piovane

  1. Separazione della telecamera dei flussi d'acqua in entrata.
  2. Vano batteria
  3. Serbatoio con trappole di sabbia.
  4. Capacità con separatore di prodotti petroliferi, olio, vernici e altri liquidi "pesanti".
  5. Il filtro che raccoglie l'inquinamento.
  6. Serbatoio di chiarimento post-trattamento.
  7. Controlla bene, dove vengono prelevati campioni di acqua purificata.

La prima acqua piovana prende una camera di separazione. In esso ci sono i tubi dei serbatoi dell'acqua e dei collettori. La camera di separazione del flusso è necessaria per consentire alla struttura di ricevere la quantità massima di fluido in un breve periodo (lunghe piogge, fusione intensa di grandi volumi di neve, ecc.).

Per evitare il riempimento rapido e il sistema non è stato sovraccaricato, i serbatoi di separazione erogano acqua attraverso più canali. Dal serbatoio di separazione, l'acqua piovana scorre negli scomparti di assorbimento e filtro.

Se il sistema di ricezione e distribuzione del fluido non affronta i volumi, quando viene raggiunto un certo livello nel serbatoio, l'acqua viene scaricata direttamente dalla struttura o scaricata nel sistema fognario. I canali di uscita di tale scarico sono dotati in tali luoghi e in modo tale che gli scarichi non trattati sono più propensi a ritornare al sistema di distribuzione quando il carico diminuisce.

Il serbatoio di stoccaggio è progettato per accumulare gli effluenti in eccesso.

Permette di minimizzare la probabilità di uno scarico diretto di acqua piovana in caso di tracimazione del serbatoio di distribuzione. Il volume del compartimento di accumulo è calcolato sulla base della norma dell'acqua piovana, che può cadere durante la pioggia intensiva in 24 ore. Tale volume in condizioni normali è sufficiente per prevenire il sovraccarico del sistema.

Il raccogli sabbia consente di filtrare fino all'80% di tutte le particelle solide e gli elementi dagli scarichi.

Non viene rimossa solo sabbia, ma anche altre particelle solide estranee. Le particelle sospese vengono rimosse dal liquido in questi dispositivi a causa del rallentamento forzato del flusso d'acqua. La trappola di sabbia è composta da diversi blocchi. Grandi particelle si depositano nel primo vano ricevente. Il serbatoio accanto ad esso ha speciali piastre di plastica posizionate con un'angolazione diversa. Con il passaggio dell'acqua attraverso le piastre, la sabbia scivola su di loro e viene gradualmente eliminata.

Schema di depurazione delle acque di scarico delle piogge

Il separatore è costituito da diversi blocchi:

  1. Il serbatoio ricevente, dove c'è un rallentamento nella portata del liquido. Le particelle sospese si depositano qui.
  2. Modulo coalescente I liquidi pesanti scorrono alle pareti, formano grandi composti e galleggiano in superficie.
  3. Dal modulo, l'acqua depurata entra nel terzo serbatoio, da dove viene scaricata ulteriormente lungo il sistema.

Nei separatori d'olio si utilizzano due meccanismi chiave:

  • campo gravitazionale;
  • coalescenza: la fusione di particelle di grasso all'interno di un fluido mobile o sulla superficie di un corpo. A causa dell'attrazione intermolecolare di particelle omogenee in un ambiente eccellente, la sostanza viene raccolta in goccioline e ingrandita.

Il modulo di filtraggio è l'ultimo elemento in cui avviene il trattamento terziario dell'acqua piovana. Un solido assorbente raccoglie particelle sospese e residui di olio quando un liquido lo attraversa.

I carboni attivi sono usati come assorbenti. Dopo aver attraversato il filtro, l'acqua entra nel serbatoio di decantazione. In assenza di tale blocco, l'effluente viene immediatamente immesso nel pozzetto di controllo. Qui, i campioni vengono prelevati dall'acqua purificata per verificare la qualità del fluido dopo aver attraversato il sistema.

Un serbatoio di post-trattamento è spesso dotato di dispositivi di disinfezione ultravioletta. Ciò contribuisce alla compattezza e all'efficienza di tali apparecchiature. I dispositivi UV installati consentono la massima pulizia degli scarichi delle tempeste.

disegno

La pulizia degli scarichi delle tempeste può essere efficace solo quando la struttura soddisfa gli scopi e gli obiettivi. Per fare questo, prima di installarlo è molto importante eseguire con competenza il lavoro di progettazione.

Quando si progettano sistemi di trattamento delle acque reflue per gli scarichi delle tempeste, l'area di raccolta coperta viene necessariamente presa in considerazione. Le strutture possono essere individuali, locali o centralizzate. Il singolo sistema rimuove l'acqua in una sola area. Molto spesso è una casa privata e l'area circostante.

I sistemi locali coprono diverse case o edifici. I sistemi centralizzati sono in grado di pulire grandi volumi di rifiuti e servire intere aree, imprese industriali e altri oggetti di grandi dimensioni. Possono formare interi impianti di trattamento delle acque piovane.

La scelta della posizione dell'impianto di trattamento delle acque reflue viene effettuata tenendo conto della posizione delle reti di rifiuti e fognature. Tutti i tubi e le grondaie dovrebbero andare all'impianto di trattamento delle acque reflue su una pendenza, soprattutto se l'attrezzatura di pompaggio non è fornita.

Il carico sulle strutture è determinato dalle caratteristiche climatiche della posizione delle attrezzature, dal paesaggio e dalle caratteristiche del suolo del terreno, dalla profondità delle acque sotterranee e dalla progettazione dei sistemi di drenaggio e drenaggio. Particolare attenzione è rivolta all'affidabilità e alla durata dei materiali che costituiscono gli elementi del sistema. Durante l'installazione di impianti di trattamento delle acque reflue, il lavoro viene eseguito con particolare cura e attenzione alle giunzioni e alle connessioni degli elementi.

Impianti di trattamento delle acque reflue di tempesta: tecnologia e metodi per la pulizia del deflusso delle acque piovane

Non tutte le persone pensano a come tutti gli impianti di trattamento delle acque reflue siano necessari, non hanno familiarità con le varietà e le peculiarità. E invano. A causa della disposizione impropria di questi sistemi, le persone sono influenzate non tanto dai villaggi quanto dagli abitanti delle città.
Le fogne temporalesche vengono utilizzate per raccogliere i liquidi: acqua piovana e acqua che si formano quando la neve e il ghiaccio si sciolgono. Le strade e le strade nei periodi di pioggia e nelle inondazioni sono piene di acqua raccolta nel sistema di acque piovane.

Contenuto dell'articolo:

Il principio di funzionamento degli impianti di trattamento delle acque reflue

Ma il lavoro del sistema non consiste nella raccolta di liquidi inutilizzati. Pulire l'acqua raccolta prima dello smaltimento. Da esso è necessario rimuovere le sostanze nocive:

  1. I resti di carburante e oli usati dal trasporto su strada.
  2. Reagenti chimici utilizzati per combattere il ghiaccio.
  3. Cestino normale

Caratteristiche di pulizia scarichi di tempesta.

Tutti questi compiti dovrebbero essere eseguiti da impianti di trattamento delle acque piovane. Grazie a loro, nelle città e nei paesi, la pulizia è assicurata e le viscere della natura sono protette dal danno delle sostanze che possono contenere gli scarichi delle tempeste.

Quali sono alcuni modi per pulire gli scarichi delle tempeste?

Per pulire in modo efficiente le acque reflue provenienti dalle acque piovane, è possibile utilizzare tre metodi:

Meccanico. È realizzato da speciali elementi di cattura della sabbia in grado di trattenere parti grandi e insolubili dei rifiuti. Gli elementi del raccogli-sabbia sono installati agli ingressi dei dispositivi di pulizia.

Fisiche e meccaniche. Attraverso l'uso di questo metodo, si distinguono i prodotti petrolchimici. Per questo, sono installati i filtri per centrifughe e adsorbimento.

Chemical. Le sostanze particolarmente pericolose sono neutralizzate da questo metodo. È usato più spesso per raffinerie di petrolio e imprese chimiche.

Probabilmente, è chiaro che il massimo effetto può essere raggiunto utilizzando tutti i metodi di pulizia allo stesso tempo.

Metodi di trattamento delle acque reflue industriali.

I deflussi regolari e piovigginosi si distinguono per il fatto che i primi arrivano regolarmente e questi ultimi irregolarmente. Una grande quantità di acqua piovana si forma quando la neve inizia a sciogliersi in primavera, e in estate e in autunno, quando ci sono piogge prolungate e abbondanti. E solo nel periodo invernale non c'è quasi acqua piovana. Le uniche eccezioni sono le masse di neve trasportate dalle strade della città da servizi pubblici.

Dispositivi utilizzati per la pulizia dell'acqua piovana

Per comprendere il principio di funzionamento dei dispositivi utilizzati per purificare l'acqua piovana, è necessaria una revisione dettagliata del dispositivo. La fogna tempesta è composta da:

  1. Capacità in cui fluisce la ridistribuzione dell'acqua;
  2. Capacità di riserva;
  3. Trappole di sabbia;
  4. Trappola del prodotto petrolifero;
  5. Un filtro che esegue l'assorbimento;
  6. Auditing bene.

Serbatoi che ridistribuiscono il flusso d'acqua

Questo serbatoio viene utilizzato per la distribuzione delle acque reflue che entrano nel sistema di scarico delle acque piovane a una scarica di massa. È impossibile fare a meno nei periodi in cui la natura "coccola" le persone con piogge torrenziali. Se questo elemento dell'impianto di trattamento funziona normalmente (questo accade quando il livello delle acque reflue è costante e insignificante), quindi dirige tutta l'acqua piovana attraverso il collettore al sistema di trattamento.

Se il livello dell'acqua è molto più alto dello standard ammissibile, la quantità di acqua in eccesso dovrebbe andare al punto di scarico di acqua pulita, che non danneggia la purificazione, perché quando l'acqua piovana entra in grandi quantità, ha un piccolo grado di inquinamento.

Se l'acqua in eccesso non scompare, un flusso consistente sovraccaricherà la stazione, per cui non sarà in grado di funzionare come previsto.

A cosa servono le capacità di riserva?

La capacità di backup è un serbatoio di stoccaggio. È usato per eseguire lavori simili, solo l'acqua non viene scaricata da esso, ma viene raccolta e immagazzinata per un certo tempo.

Passa un po 'di tempo e detriti pesanti e rifiuti si accumulano sul fondo del serbatoio. Un giorno è sufficiente per ripulire l'acqua dalle pesanti frazioni di spazzatura e andare ai punti di raccolta. Riserva la capacità di fungere da assistente per la capacità redistributiva nella stagione delle forti piogge e della neve che si scioglie.

Dispositivo Sand Trap

Il cestino è un dispositivo costituito da un insieme di elementi che assomigliano a un grande setaccio. Dal momento che le piogge contengono un gran numero di piccole pietre e sabbia, che impediscono il lavoro del sistema di pulizia e riducono la depurazione delle acque, è necessario l'uso di una trappola di sabbia.

Il dispositivo è composto dai seguenti elementi:

  1. Il primo compartimento in cui vengono raccolte grandi porzioni di rifiuti e immondizie.
  2. La seconda parte, in cui sono presenti grosse lame inclinate in grandi quantità, lungo le quali l'acqua scorre nella direzione opposta, si traduce in pesanti frazioni di sabbia che cadono sotto forma di sedimento sul fondo del serbatoio.
  3. Il terzo scomparto serve per raccogliere l'acqua e inviarla all'impianto di trattamento.

Poiché le acque reflue contengono grandi quantità di sabbia e piccole quantità di rifiuti, è necessario pulire periodicamente la trappola di sabbia.

Questo dispositivo contiene oltre 2/3 del volume di sabbia, ghiaia e detriti.

Il dispositivo intrappola l'olio

La trappola di petrolio è un grande serbatoio che raccoglie olio, benzina, grasso e altre sostanze che appaiono sulla superficie del film liquido.

Il dispositivo è composto da tre parti e il principio del suo funzionamento è il seguente:

L'acqua piovana fluisce nel primo compartimento, in cui la sedimentazione delle particelle di sabbia e dei rifiuti solidi avviene sul fondo del serbatoio, riducendo così la velocità dei flussi d'acqua.

Nel secondo compartimento vengono raccolti oli e grassi. Lo scomparto è dotato di un dispositivo a coalescenza, che consiste in un gran numero di lastre sottili. Grassi e oli passano attraverso le piastre, raccogliendoli in piccole particelle. A poco a poco, gli oli si uniscono per diventare grandi gocce che galleggiano sulla superficie dell'acqua.

Il terzo serbatoio raccoglie l'acqua parzialmente depurata, che quindi fluisce ulteriormente attraverso il metodo della deriva, dove avviene la successiva purificazione.

La rimozione dei prodotti petroliferi raccolti viene effettuata mediante pompaggio, per il quale vengono utilizzate attrezzature speciali.

Dispositivo di filtro di assorbimento

Il filtro di assorbimento raccoglie anche le particelle fini dei prodotti petroliferi, perse dalla trappola dell'olio. Questo filtro è un metodo di adsorbimento in cui i solidi assorbono gli oli. L'adsorbente più spesso è il carbone attivo, che purifica al massimo le acque reflue.

Al fine di monitorare periodicamente la composizione e il livello del trattamento delle acque reflue, si verificheranno pozzi di controllo.

Le differenze e i vantaggi dei moderni sistemi di pulizia

I moderni impianti di trattamento delle acque reflue di superficie raggiungono un alto livello di depurazione delle acque, perché utilizzano la tecnologia più recente e materiali di alta qualità.

Oggi, il compito urgente è quello di purificare l'acqua piovana da grandi quantità di prodotti petroliferi e di rimuovere varie sostanze chimiche da esse che possono causare danni enormi non solo al corpo umano, ma anche al mondo vegetale e animale del pianeta.

Moderno impianto di trattamento delle acque reflue.

I moderni impianti di trattamento delle acque reflue si distinguono per i seguenti significativi vantaggi:

  1. Alto grado di purificazione degli scarichi delle tempeste.
  2. L'uso di serbatoi, scafi e parti che sono fatti di plastica moderna, che prolunga la vita di servizio e rende le strutture più affidabili.
  3. Semplicità di design e facilità di installazione.
  4. Usando nuovi filtri di assorbimento, che rimuovono in modo più efficace le particelle di prodotti petroliferi e di grassi dai rifiuti e dall'acqua piovana.

Caratteristiche degli impianti di trattamento delle acque piovane

Le responsabilità funzionali degli impianti di trattamento delle acque reflue sono la raccolta e il trattamento degli effluenti delle strade della città e delle imprese industriali. Poiché la composizione dell'effluente si è notevolmente deteriorata negli ultimi anni - contiene grandi quantità di prodotti petroliferi e sostanze chimiche dannose, l'uso di questi dispositivi contribuisce a migliorare le condizioni ecologiche dell'area in cui vivono le persone.

Caratteristiche dei moderni sistemi di pulizia delle tempeste.

Le più recenti tecnologie e materiali moderni utilizzati nei moderni impianti di trattamento delle acque reflue purificano al massimo l'acqua degli scarichi delle tempeste, gettando acqua completamente depurata nel terreno che non può danneggiare il suolo e non inquina fonti di acqua potabile e corpi idrici naturali che sono innocui per le persone, le piante e gli animali.

Impianto di depurazione

La società "Ecolos" è impegnata nello sviluppo, produzione, installazione e miglioramento di impianti di trattamento delle acque reflue di qualsiasi capacità.

Altamente efficiente, conveniente e affidabile nel funzionamento, i sistemi di pulizia sicuri sono creati per qualsiasi oggetto (dalle abitazioni private ai grandi complessi industriali). L'azienda lavora con materiali e tecnologie con comprovata qualità, affidabilità ed efficienza. L'alto livello di lavoro e soluzioni garantisce la disponibilità delle proprie linee di produzione.

Produttore russo indipendente

Oltre 2000 specialisti

diritto d'autore
disegno

scientifico
realizzazioni

Modernizzazione delle soluzioni tecnologiche

Disponibilità del proprio laboratorio

La nostra produzione
I nostri oggetti
documentazione
Sulla compagnia

CHI SIAMO

Uno dei compiti più importanti per l'umanità moderna è la prevenzione dell'inquinamento dei corpi idrici con acque reflue non trattate che contengono sostanze nocive. Un prerequisito per raggiungere questo obiettivo è l'installazione di impianti di trattamento delle acque reflue.

Con questi oggetti intendiamo ingegneri e soluzioni tecniche intese a risolvere compiti come la filtrazione e la disinfezione delle acque reflue. Dopo aver attraversato l'installazione, l'effluente trattato può essere riapplicato da un'impresa industriale o abbassato in corpi idrici naturali.

Ad oggi, l'impianto EKOLOS GC produce vari tipi di moduli, progettati per il trattamento delle acque di scarico domestiche, industriali e di superficie. Differiscono tra loro nel contenuto di componenti inquinanti e richiedono approcci specifici all'organizzazione del processo di pulizia.

Puoi studiare la gamma di prodotti in dettaglio visitando il sito ufficiale della pianta. Dopo aver esaminato le caratteristiche delle strutture, gli acquirenti di Voronezh e della regione di Voronezh saranno in grado di acquistare sistemi efficaci, tenendo conto dei parametri dell'effluente, ad un prezzo ragionevole.

Tipo VOC

Strutture di trattamento locali

La categoria di strutture di trattamento locali include:

  1. semplici fosse settiche;
  2. fosse settiche migliorate con biofiltro integrato;
  3. profondi sistemi di trattamento biologico.

Tali impianti sono in grado di pulire i liquami domestici in qualsiasi area in cui non vi è accesso alle acque di scarico centrali. Sono insostituibili nei singoli cottage estivi, nei cottage, negli insediamenti di grandi dimore e negli insediamenti.

Scegliendo tra le opzioni specificate, si consiglia di dare la preferenza agli impianti di pulizia biologica profonda. Sono affidabili, durevoli, a tenuta d'aria e garantiscono la pulizia degli scarichi fino al 98%.

Impianti di trattamento delle acque reflue di tempesta

Come impianto di trattamento delle acque reflue, è consuetudine considerare sistemi speciali per la raccolta, la pulizia e la conservazione delle precipitazioni allo stato liquido. Sono composti da tre elementi principali presentati:

  1. sistema di raccolta delle precipitazioni;
  2. filtri per la pulizia di sedimenti da agenti inquinanti;
  3. serbatoi di stoccaggio

Inoltre, le installazioni possono essere integrate con sabbia, olio, separatori di gas o unità di assorbimento. Tali strutture sono in grado di fornire un alto livello di trattamento delle acque reflue superficiali durante l'intero periodo di funzionamento.

Impianto di trattamento delle acque reflue industriali

Minimizzare l'impatto negativo delle imprese industriali sull'ambiente consente l'installazione di impianti di trattamento delle acque reflue industriali.

È obbligatorio analizzare i parametri delle acque reflue all'ingresso e la qualità degli effluenti trattati all'uscita. Dopo la procedura di pulizia, l'acqua può essere riutilizzata o scaricata nel terreno.

Gli effluenti industriali vengono generalmente puliti con l'ausilio di strutture di tamburi, attrezzature meccanizzate, riempitivi bio-mediali, disidratazione dei fanghi e disinfezione delle acque reflue sottoposte a trattamenti complessi.

Impianti di trattamento biologico

Il trattamento biologico delle acque reflue è possibile in due modi: aerobico e anaerobico. La domanda è l'uso di strutture artificiali - unità di aerazione e fosse settiche di varie modifiche.

Queste installazioni dovrebbero ricevere acqua pre-purificata che contiene solo contaminanti di origine organica.

Quando si sceglie un impianto di trattamento delle acque reflue, occorre prestare attenzione per garantire un regime di temperatura adeguato. La chiave per il funzionamento stabile di microrganismi è il posizionamento di installazioni in oggetti riscaldati.

soluzioni

Trattamento delle acque reflue

Componenti inquinanti di origine naturale e artificiale possono essere rimossi dall'effluente e possono essere puliti a fondo.

L'introduzione di schemi multistadio nella pratica quotidiana dimostra che è possibile raggiungere la sicurezza degli scarichi domestici, industriali e atmosferici.

Il primo stadio di purificazione di tali liquidi implica la sedimentazione relativa ai metodi meccanici. È possibile migliorare il risultato utilizzando filtri naturali e artificiali, agenti flocculanti, coagulanti, assorbenti o complessoni.

Produzione, design, servizio

Specialisti del Gruppo ECOLOS da molti anni progettano, producono, ricostruiscono e forniscono assistenza per impianti di trattamento delle acque reflue di vario tipo. L'uso di moderne attrezzature high-tech consente di sviluppare installazioni i cui vantaggi competitivi sono l'efficienza, l'affidabilità, il lungo periodo di esercizio e costi accessibili.

I sistemi presentati nell'assortimento dell'azienda sono pronti a funzionare. Se durante l'installazione e la successiva operazione sorgono problemi, i professionisti li aiuteranno rapidamente a risolverli.

Trattamento acque meteoriche

Scolo superficiale e piovoso: metodi di pulizia

L'acqua, durante lo scioglimento della neve o la pioggia che scorre nel sistema fognario, è chiamata deflusso delle acque piovane. Il deflusso superficiale delle acque piovane è flusso di pioggia che non viene assorbito nel terreno, ma si muove liberamente all'interno del suo strato superiore. A questo punto, l'acqua è inquinata dalle impurità: benzina, metalli, fertilizzanti e prodotti chimici, che successivamente cadono inevitabilmente nell'acqua.

Gli impianti di trattamento delle acque reflue Storm sono progettati per trattare il deflusso superficiale (pioggia e acqua di fusione) dal territorio di stazioni di servizio, garage, parcheggi, imprese industriali, sviluppo urbano e rurale e altri tipi di effluenti da prodotti petroliferi, olii, solidi sospesi, idrossidi metallici.

La qualità del deflusso trattato è conforme ai requisiti normativi del MPC per i corpi idrici della pesca

La dimensione degli impianti di trattamento delle acque piovane e delle loro attrezzature dipende dalle dimensioni dell'area da cui vengono raccolte le acque reflue, dalle condizioni meteorologiche della regione, dal tipo di oggetto e dal luogo di scarico delle acque trattate.

Custodie per impianti di depurazione delle acque meteoriche:

  • Costruzione di sgombero della tempesta nella custodia in plastica.
  • Impianto di trattamento delle acque reflue in pozzi di cemento armato.
  • Costruzione di una tempesta nella cassa di metallo.
  • Impianto di trattamento delle acque reflue in forma di blocco modulare.
  • Impianto di trattamento delle acque reflue Storm in alloggiamento in vetroresina.

Offriamo gli impianti di trattamento delle acque reflue in base al metodo di elettroflotazione o al metodo di trattamento meccanico fisico-chimico, che vengono utilizzati in combinazione per ottenere il miglior risultato del trattamento delle acque reflue.

Il metodo di elettroflotazione presenta diversi vantaggi rispetto ad altri metodi di flottazione:

  • produttività specifica,
  • facilità di fabbricazione dei dispositivi e semplicità di manutenzione,
  • semplificazione dello schema tecnologico
  • facilità di automazione,
  • riduzione dello spazio di produzione
  • riducendo la quantità di precipitazioni
  • riduzione del consumo energetico specifico,
  • disinfezione delle acque reflue

Schema schematico del trattamento delle acque reflue mediante elettroflotazione. (acque reflue vivaci)

Attrezzatura di spiegazione

1- elettroplatore EF 300;

4- Pompa a sbalzo centrifugo

5- contenitori con un agitatore per preparare una soluzione di coagulante, V = 500 l;

6- contenitori con un mescolatore per preparare una soluzione di flocculante con una concentrazione dello 0,05%, V = 1000 l;

7- capacità per reagenti min V = 3000 l;

8-contenitore per l'essiccazione dei fanghi

9- unità di correzione del pH;

12- Alimentazione dell'acqua di alimentazione

13- Purificazione dell'acqua purificata

14- Capacità cumulativa

15- Bunker per contenitori per l'asciugatura a fanghi

I principali vantaggi degli impianti di trattamento delle acque reflue in una custodia in plastica:

  • Non corrosivo, affidabile e durevole. Non utilizzare attrezzature di pompaggio - significa che non vi è alcun costo per l'elettricità;
  • Elevata affidabilità a causa della non volatilità, semplicità, qualità dei materiali e facilità d'uso;
  • Non è richiesta alcuna presenza di personale.

Apparecchiature per impianti di trattamento delle acque meteoriche mediante pulizia meccanica.

La struttura degli impianti di trattamento delle acque piovane comprende i seguenti tipi di attrezzature:

  • Capacità accumulativa (accumulata)
  • Separatore di sabbia
  • Separatore di petrolio
  • Filtro di assorbimento
  • Unità UFO e separatore (come da richiesta del cliente)

La composizione dell'apparecchiatura dipende dai parametri di flusso, dai requisiti per lo sfioratore e dai metodi di pulizia selezionati.

Impianti di trattamento delle acque reflue: dispositivo e principi base di funzionamento

Un esempio della tecnologia degli impianti di trattamento delle acque reflue

Al primo stadio, l'acqua di scarico superficiale viene alimentata nella camera di separazione. Successivamente, la parte più inquinata delle acque reflue in modalità gravità viene alimentata all'impianto di trattamento delle acque reflue e le acque reflue "condizionatamente pulite" vengono scaricate lungo una linea di bypass verso la camera di connessione e scaricate senza trattamento.

Nella prima fase del trattamento, l'acqua di scarico entra nel serbatoio di stoccaggio. Questo serbatoio svolge la funzione di serbatoio medio di sedimentazione e serve a garantire la cattura primaria di solidi sospesi e prodotti petroliferi galleggianti.

Dal serbatoio di stoccaggio con l'aiuto di un'unità di pompaggio sommergibile, l'acqua di scarico viene alimentata a una trappola di sabbia, che fa parte del sistema di acque piovane. Qui, grazie ai moduli a strato sottile progettati secondo lo schema controcorrente di rimozione delle impurità "pesanti", vengono fornite la sedimentazione di solidi sospesi e sabbia (non inferiore all'80%) e la separazione parziale dei prodotti petroliferi (non inferiore al 50%). Sostanze sospese, la sabbia cade sul fondo dell'installazione, dalla quale, con l'ausilio di attrezzature speciali, vengono smaltite attraverso i riser per il pompaggio mentre si accumulano.

Dalla trappola di sabbia i liquami in modalità gravità vengono alimentati alla trappola dell'olio. In questa installazione, con il passaggio dell'acqua attraverso una cascata di filtri, vengono rilasciati prodotti petroliferi galleggianti e disciolti e vengono rilasciate sostanze sospese residue. L'efficienza del trattamento delle acque reflue dopo separatori d'olio ai seguenti indicatori:
- prodotti petroliferi - fino a 0,3 mg / l,
- solidi sospesi - fino a 10 mg / l.
I prodotti petroliferi coalescati e le sospensioni separate vengono pompate via via che si accumulano con l'ausilio di attrezzature speciali tramite riser per il pompaggio.

Dopo il separatore d'olio, l'acqua di scarico viene alimentata in modo gravitazionale al filtro di assorbimento, dove viene filtrata in un flusso verso l'alto attraverso lo strato calcolato dell'assorbente. Il contenuto residuo di prodotti petroliferi, solidi sospesi, BOD soddisfa le norme di scarico in serbatoi di appuntamenti di pesca. Il nostro sistema di fognatura tempesta porta l'efficienza della pulizia di scarico tempesta ai seguenti indicatori
- prodotti petroliferi - 0,03-0,05 mg / l,
- solidi sospesi - fino a 1-3 mg / l.

Quindi, le acque reflue trattate vengono scaricate in modalità autosufficiente nella camera di collegamento, dove da lì, mescolando con fognature "condizionatamente pulite", viene inviata alla stazione di disinfezione UV.

La stazione di pompaggio sulla base delle pompe centrifughe CR 1 (GRUNDFOS) può includere da 1 a 6 pompe, è inoltre possibile collegare meccanismi di backup. Il consumo di energia di una pompa è di soli 0,37 - 2,2 kW, max. testa - 220m, max. Consumo 2,4m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio CR 1 verticali (GRUNDFOS) consentono il pompaggio di acqua fredda e calda e fluidi a prova di esplosione con una temperatura consentita da -40 ° C a + 180 ° C, che consente l'utilizzo nell'industria.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 1 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 1 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio basata su pompe centrifughe CR 3 (GRUNDFOS) può contenere da 1 a 6 unità di lavoro in una progettazione, è inoltre possibile collegare ulteriori meccanismi di backup. Una pompa consuma solo 0,37 - 3 kW, con una prevalenza massima di 220 me una portata di 4,8 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio verticali CR 3 (GRUNDFOS) sono in grado di pompare acqua calda o fredda, nonché fluidi a prova di esplosione con una temperatura consentita nell'intervallo da -40 ° C a + 180 ° C, che consente l'utilizzo nell'industria.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 3 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 3 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base delle pompe centrifughe CR 5 (GRUNDFOS) può contenere da 1 a 6 pompe e ha anche la capacità di collegare i meccanismi di standby. Una di queste pompe consuma solo 0,37-5,5 kW, la pressione massima è di 230 m, la portata è di 9 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio centrifughe CR 5 (GRUNDFOS) possono pompare acqua calda o fredda e liquidi antideflagranti ad una temperatura consentita da -40 ° C a + 180 ° C, il che consente di utilizzarli per scopi industriali.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 5 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 5 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base delle pompe centrifughe CR 10 (GRUNDFOS) comprende da 1 a 6 pompe, è inoltre possibile collegare unità di riserva ad esso. Ciascuna delle pompe consuma solo 0,37 - 7,5 kW, con una pressione massima di 220 me un consumo massimo di 14 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio centrifughe CR 10 (GRUNDFOS) sono in grado di pompare acqua e altri liquidi antideflagranti, purché si osservi la temperatura consentita nell'intervallo da -40 ° C a + 180 ° C, che consente di utilizzarli in vari settori.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 10 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 10 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base di pompe centrifughe CR 15 (GRUNDFOS) può includere nella sua progettazione fino a 6 unità di pompaggio, e ha anche la capacità di collegare meccanismi di standby. Una pompa consuma 1,1 - 15 kW e ha una prevalenza di pressione massima - 220 m, consumo - 24 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio centrifughe CR 15 (GRUNDFOS) sono in grado di pompare acqua e liquidi antideflagranti con temperature comprese tra -40 ° C e + 180 ° C, il che consente di utilizzarli in vari settori.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 15 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 15 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base di pompe centrifughe CR 20 (GRUNDFOS) contiene da 1 a 6 pompe, è possibile collegare unità ridondanti. Ciascuna delle pompe consuma 1,1 - 18,5 kW, con una pressione massima di 240 me una portata massima di 30 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio verticali CR 20 (GRUNDFOS) sono in grado di pompare acqua calda e fredda, nonché liquidi antideflagranti con temperature comprese tra -40 ° C e + 180 ° C, il che consente di utilizzarli nell'industria.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 20 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni complessive e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 20 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base delle pompe centrifughe CR 32 (GRUNDFOS) comprende da 1 a 6 unità e ha anche la capacità di collegare ulteriori meccanismi di backup. Una pompa consuma 1,5-30 kW, con un valore di prevalenza massimo di 260 me una portata massima di 40 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio verticali CR 32 (GRUNDFOS) sono in grado di pompare acqua e liquidi antideflagranti con temperature che vanno da -40 ° C a + 180 ° C, che ne consente l'utilizzo nell'industria.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una serie di stazioni di pompaggio automatiche basata su pompe CR 32 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 32 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base di pompe centrifughe CR 45 (GRUNDFOS) può contenere nel progetto da 1 a 6 unità, è inoltre possibile collegare apparecchiature aggiuntive. Ogni pompa nella sua composizione consuma circa 3 - 45 kW, con una prevalenza massima di 320 me una portata di 60 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio verticali CR 45 (GRUNDFOS) sono in grado di pompare sia acqua calda e fredda, sia altri liquidi antideflagranti con temperature che vanno da -40 ° C a + 180 ° C, che ne consente l'utilizzo nell'industria.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 45 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 45 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio basata su pompe centrifughe CR 64 (GRUNDFOS) può includere fino a 6 pompe per il pompaggio di liquidi, è inoltre possibile collegare ulteriori meccanismi come riserva. Una di queste pompe consuma circa 4-45 kW, con una prevalenza massima di 220 me una portata massima di 85 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio verticali CR 64 (GRUNDFOS) possono pompare acqua calda o fredda e fluidi a prova di esplosione nell'intervallo di temperatura da -40 ° C a + 180 ° C, il che consente di utilizzarli in vari settori industriali.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 64 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 64 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base delle pompe centrifughe CR 90 (GRUNDFOS) può avere da 1 a 6 unità e ha anche la capacità di collegare meccanismi ridondanti. Il consumo di energia di ciascuna pompa è di 5,5-45 kW, la pressione massima è di 180 me la portata è di 120 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio centrifughe CR 90 (GRUNDFOS) sono in grado di pompare acqua calda o fredda e liquidi antideflagranti con temperature comprese tra -40 ° C e + 180 ° C, il che consente di utilizzarli in vari settori industriali.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 90 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni complessive e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 90 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base di pompe centrifughe CR 120 (GRUNDFOS) può comprendere da 1 a 6 pompe, è anche possibile collegare unità di riserva. Il consumo energetico di una pompa è di circa 11 - 75 kW, con una pressione massima di 190 me una portata di 160 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio verticali CR 120 (GRUNDFOS) possono pompare sia acqua calda e fredda, sia liquidi antideflagranti con temperature che vanno da -40 ° C a + 180 ° C, che consente loro di essere utilizzati nell'industria.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 120 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 120 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base delle pompe centrifughe CR 150 (GRUNDFOS) può avere da 1 a 6 unità di lavoro, c'è anche la possibilità di collegare le apparecchiature di backup. Il consumo di energia di ciascuna pompa è di circa 11 - 75 kW, il valore di pressione massima è 170 m, e la portata è di 180 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio verticali CR 150 (GRUNDFOS) possono pompare acqua (calda e fredda) e sono anche in grado di lavorare con liquidi antideflagranti con temperature che vanno da -40 ° C a + 180 ° C, che consente loro di essere utilizzati nell'industria.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 150 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni complessive e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CR 150 (GRUNDFOS)

L'ingresso è a destra, la presa a sinistra. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3, 4, 5 e 6 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base delle pompe centrifughe CM 1 (GRUNDFOS) può comprendere da 1 a 6 meccanismi di funzionamento, è inoltre possibile collegare apparecchiature di backup. Ogni pompa nella sua composizione consuma solo 0,45 - 1 kW, con una pressione massima di 110 me una portata di 2,5 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio verticali CM 1 (GRUNDFOS) possono pompare acqua calda o fredda e sono in grado di lavorare con liquidi antideflagranti aventi una temperatura da -40 ° C a + 180 ° C, che consente di utilizzarli in vari settori industriali.

Grafico della pressione rispetto alle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 1 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 1 (GRUNDFOS)

L'ingresso si trova in basso, l'uscita in alto. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3 e 4 pompe.

La stazione di pompaggio basata su pompe centrifughe CM 3 (GRUNDFOS) può avere da 1 a 6 pompe e ha anche la possibilità di collegare meccanismi di stand-by ad esso. Una pompa consuma solo 0,45 - 1,6 kW, con un valore di prevalenza massimo di 120 me una portata di 4,2 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio centrifughe CM 3 (GRUNDFOS) sono in grado di pompare acqua calda o fredda e vari fluidi a prova di esplosione con temperature comprese tra -40 ° C e + 180 ° C, il che consente di utilizzarli in vari settori industriali.

Grafico della pressione rispetto alle prestazioni delle stazioni di pompaggio automatiche basate su pompe CM 3 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 3 (GRUNDFOS)

L'ingresso si trova in basso, l'uscita in alto. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3 e 4 pompe.

La stazione di pompaggio basata su pompe centrifughe CM 5 (GRUNDFOS) può comprendere da 1 a 6 unità e ha anche la possibilità di collegare apparecchiature di backup ad essa. Ogni pompa funzionante consuma solo 0,45 - 2,5 kW, mentre la prevalenza massima è di 120 me la portata massima è di 6 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio verticali CM 5 (GRUNDFOS) sono in grado di pompare acqua calda o fredda, nonché vari liquidi antideflagranti con una temperatura nell'intervallo da -40 ° C a + 180 ° C, che consente loro di essere utilizzati nell'industria.

Grafico della pressione rispetto a prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 5 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 5 (GRUNDFOS)

L'ingresso si trova in basso, l'uscita in alto. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3 e 4 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base di pompe centrifughe CM 10 (GRUNDFOS) può includere da 1 a 6 pompe, è inoltre possibile collegare apparecchiature di backup. Una pompa funzionante consuma solo 0,65 - 5 kW, la prevalenza massima è di 120 metri e la portata è di 16 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio centrifughe CM 10 (GRUNDFOS) possono pompare acqua calda o fredda e altri fluidi a prova di esplosione, a condizione che la loro temperatura sia compresa nell'intervallo da -40 ° C a + 180 ° C. Questo ti consente di applicare questo tipo di attrezzature in vari settori.

Grafico della pressione rispetto alle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 10 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 10 (GRUNDFOS)

L'ingresso si trova in basso, l'uscita in alto. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3 e 4 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base di pompe centrifughe CM 15 (GRUNDFOS) può avere da 1 a 6 pompe, mentre è anche possibile collegare apparecchiature di backup. Ogni singola pompa consuma 1,2-4 kW, la prevalenza massima è di 65 metri e la portata è di 22 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio verticali CM 15 (GRUNDFOS) sono in grado di pompare acqua calda o fredda e altri liquidi antideflagranti con temperature che vanno da -40 ° C a + 180 ° C, che consente loro di essere utilizzate in vari settori.

Grafico della dipendenza della testa dalle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 15 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni complessive e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 15 (GRUNDFOS)

L'ingresso si trova in basso, l'uscita in alto. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3 e 4 pompe.

La stazione di pompaggio sulla base delle pompe centrifughe CM 25 (GRUNDFOS) può comprendere da 1 a 6 pompe funzionanti, esiste inoltre la possibilità di collegare le unità ridondanti. Il consumo energetico di una di queste pompe è di 2,2 - 7 kW, la pressione massima è di 65 m, la portata massima è di 30 m3 / h. Le pompe centrifughe multistadio centrifughe CM 25 (GRUNDFOS) consentono il pompaggio di acqua fredda o calda e sono anche in grado di lavorare con liquidi antideflagranti con una temperatura consentita da -40 ° C a + 180 ° C, che consente loro di essere utilizzati per scopi industriali.

Grafico della pressione rispetto alle prestazioni di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 25 (GRUNDFOS)

Il grafico mostra le caratteristiche idrauliche delle stazioni di pompaggio con il numero di pompe di lavoro da uno a sei (diverse scale di prestazione). Se necessario, le pompe di riserva, il loro numero viene aggiunto al numero di pompe operative.

Parametri elettrici, dimensioni generali e di collegamento di una stazione di pompaggio automatica basata su pompe CM 25 (GRUNDFOS)

L'ingresso si trova in basso, l'uscita in alto. Il tipo di pompe su cui è costruita la stazione è la colonna 1 della tabella, le caratteristiche elettriche di una pompa sono le colonne 2 e 3 della tabella. La tabella mostra i diametri del collettore di ingresso e di uscita, l'altezza della posizione dei collettori, l'ingombro della stazione, composto da 2, 3 e 4 pompe.