WELDINGSITE.IN.UA

Per il collegamento permanente delle condotte, viene spesso utilizzato l'impatto termico sulle comunicazioni. La saldatura automatica e semiautomatica delle condutture viene effettuata utilizzando una tecnologia speciale, che è in qualche modo diversa da altri lavori simili.

Tipi di saldatura e suo utilizzo

Esiste un numero piuttosto elevato di tipi di saldatura per condotte, ogni tecnologia ha le sue caratteristiche. Usato da:

  1. Gas manuale nell'ambiente di gas protettivi;
  2. Arco elettrico manuale;
  3. Automatico e semi-automatico.

La saldatura manuale è la più economica per le persone comuni. L'attrezzatura per il suo costo è abbastanza accessibile. Ma a causa del fatto che è necessario monitorare costantemente l'elemento riscaldante, è possibile osservare alcune irregolarità delle cuciture e una scarsa qualità del lavoro nel suo complesso. Pertanto, la saldatura elettrica automatica delle tubazioni in acciaio è più popolare tra gli specialisti.

Questa tecnica viene eseguita su entrambe le correnti dirette e alternate. Ma a seconda degli indicatori di energia elettrica possono variare i requisiti per il processo. Quindi, quando si lavora sulla corrente alternata, il cavo positivo dell'inverter viene alimentato all'elettrodo e il collegamento negativo ai giunti elaborati. Questo composto è chiamato inversione di polarità e viene utilizzato per qualsiasi giunzione metallica (acciaio, rame). Il montaggio diretto è con polarità diritta. Qui, più è deviato alla parte e meno all'inverter.

Foto - saldatura su alluminio

Va tenuto presente che quando si eseguono processi tecnologici a corrente alternata, si risparmiano i costi di saldatura. Tale attrezzatura è anche molto più economica, poiché spesso ha meno energia.

Foto - Elaborazione della pipeline

Inoltre, tutti i processi di saldatura sono suddivisi in due grandi gruppi:

Per le condotte principali, di campagna e domestiche (per caldaie, serbatoi, apparecchiature per la fornitura di calore, gas e acqua) si utilizza la saldatura ad arco e la fusione manuale. E anche per la connessione di tubi RTM, ecc. Questi includono i seguenti sottotipi:

  1. Gas ad arco elettrico. Viene eseguito utilizzando gas speciali. A causa della presenza di componenti ossidanti e di raffreddamento, è eccellente per la lavorazione urgente.
  2. Flussi di saldatura ad arco elettrico. Questa tecnologia è prodotta da un filo speciale, che forma una superficie solida sopra la linea di giunzione. Comodo da usare e molto conveniente. A differenza del gas, non ha bisogno di acquistare attrezzature speciali, ha solo bisogno di acquistare flusso in negozi speciali;
  3. Manuale;
  4. Orbitale per giunti fissi;
  5. Electroslag. Invece del flusso, viene usata la cosiddetta scoria;
  6. Gas.

I vantaggi della tecnica è che può essere utilizzato anche per l'acciaio inossidabile. Le attrezzature professionali forniranno il giunto monopezzo più resistente, che è molto importante per la tornitura di sezioni di condotte.

Foto - collegamento di tubi HDPE

Per la connessione e l'installazione di tubi in polietilene e polimeri (PVC, HDPE, PRR) viene utilizzata la saldatura a pressione. È considerato più accurato, ma a causa del suo lavoro a basse temperature (rispetto alla tecnologia di fusione), non può essere utilizzato per il fissaggio di scarichi metallici. Negli ambienti professionali, viene spesso definito "saldatura". La saldatura delle tubazioni è dei seguenti tipi:

  1. Fa freddo. Un composto speciale viene applicato alla superficie articolare, che contribuisce alla diffusione di materiali polimerici. Il processo richiede quasi nessun consumo di elettricità, ma non è molto efficiente. Ad esempio, questa opzione non è raccomandata per le condutture di acqua calda e riscaldamento;
  2. Pressa per il gas Un altro tipo di estrusione di saldatura, molto semplice e affidabile da usare. Con l'aiuto di una pressa speciale, i tubi vengono montati su raccordi o altri splitter e le cuciture vengono soffiate con una speciale miscela di gas delicata. Tale lavorazione viene eseguita a basse temperature, quindi può essere utilizzata per tubi in plastica di diverso diametro;
  3. Un comunicato. Utilizzato per raccordi. Secondo questo schema, uno speciale splitter viene installato nel tubo, dopo di che viene montata una pressa su di esso. La pressione dipende dal tipo di gasdotto e dal suo scopo. Dopo la seconda parte si unisce alla comunicazione finita e di nuovo viene premuto. Il principale vantaggio del metodo è la completa assenza di giunzioni di saldatura imprecise, che possono rovinare il design (ad esempio, quando il posizionamento esterno dei tubi);
  4. La saldatura di tubazioni senza saldatura con il metodo del contatto di testa è la tecnologia più sicura e moderna per la lavorazione di composti polimerici fragili. Permette di ramificare rapidamente e riparare fognature e altre condotte, può essere utilizzato in condizioni di alte temperature e pressioni;
  5. Per tubi particolarmente fragili, viene utilizzata attivamente la saldatura a ultrasuoni. Questa è l'ultima tecnologia che aiuta nella costruzione di qualsiasi struttura. Quando vengono esposti agli ultrasuoni ad una certa frequenza, le molecole dei materiali polimerici iniziano a risuonare e il design vibra, a seguito del quale si riscalda. Certo, questa tecnica è molto costosa e viene eseguita solo su attrezzature speciali. Pertanto, il sistema è principalmente utilizzato per collegare i tubi in petrolio, nave e altre imprese.

Naturalmente, dopo questo processo, viene effettuato anche un rigoroso controllo di qualità. Se l'elaborazione di sezioni fisse del tubo può essere consentita da difetti minori, il dispositivo degli elementi rotanti non è accettabile.

Foto - un inverter per tubi di plastica

Video: come cucinare la pipeline

Regole e regolamenti

È necessario comprendere che per un processo così complesso sono necessari gli standard esatti per la saldatura dei giunti dei tubi, che sono determinati da SNiP 2.04.08-87. Regole e requisiti di base:

  1. L'installazione comporta lo spostamento dei bordi estremi delle condotte. Per calcolare questo indicatore, viene utilizzata una formula di 0,15 S + 0,5 mm. Dove S è lo spessore delle pareti del tubo;
  2. La saldatura ad arco elettrico con flusso ed elettrodi è regolata da GOST 16037-80, se le cuciture sono in una condizione insoddisfacente - il lavoro viene rifatto;
  3. È consentito collegare i bordi dei tubi solo con smussi fino a 5 mm;
  4. La riparazione e il montaggio a temperature di congelamento non possono essere eseguiti. Ma con urgente necessità, è necessario il riscaldamento dei materiali di montaggio;
  5. La saldatura manuale sullo spessore della parete da 6 mm viene eseguita con doppia cucitura. La costruzione più piccola è ammessa in uno strato;
  6. Gli standard di tempo in base ai quali viene eseguita la saldatura di condotte metalliche e di plastica, vengono determinati in base a GOST a un materiale specifico. Inoltre svolge un ruolo importante power inverter, che viene eseguita l'elaborazione.

Se è necessario calcolare il consumo degli elettrodi o di altri materiali che saranno necessari durante la connessione, si consiglia di leggere i dati ENiR VSN 006-89. Per una guida pratica su come saldare tubazioni di vario tipo, è necessario leggere le brochure speciali (Mustafin e altri).

Allo stesso tempo, se lo desideri, puoi frequentare corsi di saldatura (NAKS). In diverse città, le tariffe per l'allenamento variano. In media, la quota di iscrizione è di almeno $ 50 per semestre.

Standard di saldatura per condotte

Decreto del 23.12.2002 №163 Gos.kom.RF su costruzione e alloggi e servizi comunali annullati questo SNiP.

NORME E REGOLE DELLA COSTRUZIONE

Data di introduzione 1988-07-01

SVILUPPATO dall'Istituto di Giproniigaz del Minzhilkomkhoz della RSFSR (PhD in economia VG Golik, Ph.D. KD Panfilov e associazione Rosgazspetsstroy Mingzhilkhoz RSFSR, si fidano di Mosoblspetsstroy-3 Glavmosoblstroya.

PRESENTATO GP "Rosstroygazifikatsiya".

PREPARATO PER APPROVAZIONE dall'Ufficio di standardizzazione e standard tecnici nella costruzione del Ministero delle Costruzioni della Russia (N.A. Shishov).

APPROVATO dalla risoluzione del comitato di costruzione dello Stato dell'URSS del 17 marzo 1988 N 39.

In cambio di SNiP III-29-76 e СН 493-77.

SNiP 03.05.02-88 * è una ristampa di SNiP 3.05.02-88 con l'emendamento n. 1, sviluppato da Giproniigaz con la partecipazione di VNIIST ed entrato in vigore sul territorio della Federazione Russa per ordine del Ministero delle Costruzioni della Russia del 4 giugno 1992 n. 135 e con l'emendamento n. 2, approvato dalla decisione del Ministero delle Costruzioni della Russia del 10 agosto 1994 n. 18-8.

Sezioni, paragrafi, tabelle, formule in cui vengono apportate modifiche sono contrassegnate con un asterisco in questi codici di costruzione.

Queste regole e regolamenti si applicano alla costruzione di sistemi di alimentazione del gas nuovi e ricostruiti, le cui norme e regolamenti per la progettazione sono disciplinate da SNiP 2.04.08-87.

1. DISPOSIZIONI GENERALI

1.1. Durante la costruzione di sistemi di fornitura di gas, oltre ai requisiti dei progetti di lavoro (di seguito "progetti") e di queste norme e regole, devono essere osservati i requisiti di SNiP 3.01.01-85 *, SNiP 3.01.03-84, SNiP III-4-80 *, SNiP 3.01.04-87, così come le "Norme di sicurezza per gli impianti a gas" e le "Norme per la costruzione e il funzionamento sicuro dei contenitori a pressione", approvate dal Gosgortekhnadzor.

L'installazione e il test dei gasdotti temporanei e delle apparecchiature a gas devono essere eseguiti in conformità con la progettazione e i requisiti di queste norme e regolamenti.

Il paragrafo 1.2 è cancellato.

1.3. * Per i tubi, i raccordi, i materiali per la saldatura e l'isolamento utilizzati in conformità con il progetto, devono esserci certificati dei produttori (o delle loro copie certificate dal detentore del certificato) che certificano la loro qualità.

Apparecchiature, raccordi con diametro superiore a 100 mm, assiemi, raccordi e flange isolanti dovrebbero avere schede tecniche dei produttori, officine di approvvigionamento centralizzato (CZM) o centrali di approvvigionamento (CZD) delle organizzazioni di costruzione.

Su rivestimenti isolanti realizzati nelle condizioni di CZM o CZD. deve essere redatto un passaporto tecnico (dichiarazione) che indichi: la data del lavoro di isolamento, il tipo di rivestimento isolante e i risultati del suo controllo di qualità.

La clausola 1.4 deve essere cancellata.

1.5. I lavori di scavo e fondazione durante la costruzione dei sistemi di alimentazione del gas devono essere eseguiti in conformità al progetto e ai requisiti di SNiP 3.02.01-87.

1.6 * Per la costruzione completata, gasdotti sotterranei e fuori terra, ingressi di gas, attrezzature per gas interne ed interne, fratturazione idraulica e GRU, nonché installazioni di serbatoi GPL, i passaporti di costruzione devono essere redatti secondo le forme delle applicazioni obbligatorie 1 * - 4.

Durante la costruzione di gasdotti sotterranei con una lunghezza di oltre 100 me di serbatoi di GPL, è necessario compilare i registri contabili.

2. MONTAGGIO E SALDATURA DELLE CONDOTTE DI GAS

DALLE TUBAZIONI IN ACCIAIO

2.1. * Per il collegamento di tubi, arco (manuale, arco sommerso automatico) e saldatura a gas, saldatura a testa vuota e brasatura di gasdotti dovrebbero essere utilizzati.

Tipi, elementi strutturali e dimensioni dei giunti saldati dei gasdotti in acciaio devono essere conformi a GOST 16037-80 e ai requisiti di questa sezione. Per i gasdotti sotterranei, devono essere utilizzati solo i giunti di testa e gli angoli.

Le dimensioni costruttive dei taglienti quando si collegano tubi e parti dello stesso diametro esterno con spessore di parete diverso devono soddisfare i requisiti di SNiP III-42-80.

Lo spostamento ammissibile dei bordi dei tubi saldati non deve superare il valore

dove S è il più piccolo dello spessore della parete del tubo saldato, mm.

La saldatura a contatto diretto e la saldatura dei gasdotti, così come il controllo di qualità di queste opere, devono essere eseguiti in conformità ai requisiti del BCH 006-89 (Supplemento 1) del Ministero del petrolio e del gas.

2.2. * Ad ogni saldatore deve essere assegnato un numero (timbro) secondo l'ordine dell'organizzazione di costruzione e installazione, che deve saldare o battere a una distanza di 50 - 100 mm dal giunto saldato nel gasdotto sotterraneo dal lato accessibile per l'ispezione.

Quando si saldano tubi con un diametro nominale superiore a 400 mm da due saldatori, ciascuno di essi deve consegnare (saldare o estrarre) in base al numero (timbro) ai bordi della propria sezione.

2.3. L'uso di materiali di saldatura (elettrodi, filo di saldatura e fondenti) è consentito solo se ci sono certificati dei produttori o delle loro copie.

Prima dell'uso, i materiali di saldatura devono essere controllati mediante ispezione esterna per verificarne la conformità ai requisiti di GOST (TU). Al rilevamento di difetti (spolveramento del rivestimento protettivo degli elettrodi e della loro bagnatura, corrosione del filo di saldatura) non è consentito l'uso di questi materiali.

2.4. * Prima che la saldatrice possa lavorare sulla saldatura dei gasdotti, è necessario saldare giunti ammissibili (test) nei seguenti casi:

se il saldatore inizia la saldatura del gasdotto per la prima volta o ha avuto un'interruzione nel lavoro di saldatura per più di un mese di calendario;

se saldano tubi in acciaio che differiscono da quelli precedentemente saldati da questo saldatore per le loro proprietà di saldabilità;

se per questo saldatore vengono utilizzate nuove marche di materiali di saldatura (elettrodi, fili di saldatura, fondenti);

se la tecnologia di saldatura è cambiata.

2.5. * L'ispezione del punto di accesso deve essere effettuata: da un'ispezione esterna per conformità ai requisiti di GOST 16037-80; metodo radiografico - GOST 7512-82; test meccanici - GOST 6996-66 e in conformità con i requisiti di questa sezione.

2.6. * In caso di risultati di controllo insoddisfacenti del giunto di adesione:

esame esterno - il giunto è respinto e non è soggetto ad ulteriore controllo;

metodi fisici o test meccanici - il test deve essere ripetuto al doppio del numero di articolazioni.

Se si ottiene un risultato insoddisfacente almeno in una giuntura, quando si verifica la qualità dei materiali di saldatura, l'intero lotto di questi materiali deve essere rifiutato e, quando si verifica la qualifica di un saldatore, deve sottoporsi a ulteriori pratiche di saldatura, quindi saldare un nuovo giunto di tolleranza da testare in conformità con i requisiti di cui sopra.

2.7. Prima del montaggio per la saldatura di tubi in acciaio è necessario:

pulire la loro cavità interna da possibili blocchi (terreno, ghiaccio, neve, acqua, detriti di costruzione, determinati oggetti, ecc.);

controllare le dimensioni geometriche dei bordi taglienti, raddrizzare le ammaccature lisce alle estremità dei tubi ad una profondità del 3,5% del diametro esterno del tubo;

pulire i bordi e le superfici interne ed esterne dei tubi adiacenti ad essi con una larghezza di almeno 10 mm.

Le estremità dei tubi con incrinature, lacrime, scheggiature, smussi di smerigliatura più profondi di 5 mm dovrebbero essere tagliati.

Quando la temperatura dell'aria è inferiore a meno 5 ° C, non è consentito il raddrizzamento delle estremità del tubo senza il loro riscaldamento.

2.8. * Il montaggio dei tubi per la saldatura deve essere eseguito sulle guarnizioni di inventario utilizzando centralizzatori e altri dispositivi.

Per fissare i tubi nella posizione stabilita per la saldatura con elettrodi utilizzati per la saldatura della giuntura della radice del giunto, è necessario eseguire incollature uniformemente distanziate nella quantità, pezzi:

per tubi con diametro fino a 80 mm inclusi - 2

" "St. 80" a 150 mm inclusi - 3

" " 300 "ogni 250 mm

L'altezza dell'aletta deve essere 1/3 dello spessore della parete del tubo, ma non inferiore a 2 mm; la lunghezza di ciascuna morsa è di 20-30 mm con un diametro di tubi uniti fino a 50 mm inclusi; 50-60 mm - con un diametro di tubi uniti più di 50 mm.

2.9. * La saldatura ad arco manuale di giunti rotanti e non rotanti di tubi con uno spessore di parete fino a 6 mm deve essere eseguita almeno su due strati e con uno spessore della parete superiore a 6 mm - almeno tre strati. Ogni strato della cucitura deve essere accuratamente pulito da scorie e schizzi di metallo prima di applicare il successivo.

La saldatura a gas con acetilene è consentita per gasdotti con un diametro nominale non superiore a 150 mm, con spessore della parete fino a 5 mm incl. con una smussatura dei bordi, con spessore delle pareti a 3 mm incl. senza bordi smussati. La saldatura del gas dovrebbe essere eseguita in un unico strato.

La saldatura a gas usando la miscela propano-butano è consentita solo per gasdotti con una pressione fino a 0,005 MPa (0,05 kgf / mqCm) incl. diametro nominale non superiore a 150 mm con spessore della parete fino a 5 mm incl.

I giunti dei gasdotti con un diametro di 920 mm e oltre, saldati senza un anello rimanente, devono essere realizzati con la saldatura della radice della giuntura all'interno del tubo.

2.10. La saldatura automatica ad arco sommerso deve essere eseguita sul primo percorso, saldata mediante saldatura ad arco manuale (dagli stessi elettrodi delle giunzioni di testa), o saldatura semiautomatica (automatica) in anidride carbonica.

2.11. * La lunghezza del gruppo "bobina" saldato nella parte lineare del gasdotto sotterraneo deve essere di almeno 200 mm.

2.12. Il montaggio per la saldatura di tubi con giunzioni longitudinali o a spirale su un lato deve essere eseguito con spostamento delle giunture nei giunti dei tubi non inferiore a, in mm:

15. per tubi con diametro fino a 50 mm

50. " "da 50 a 100 mm

100. " "oltre 100 mm

Quando si assemblano tubi per saldatura, in cui le cuciture della fabbrica (longitudinale o a spirale) sono saldate su entrambi i lati, è consentito non spostare le cuciture sotto la condizione di controllare l'intersezione delle cuciture con metodi fisici.

2.13. Non è consentita la saldatura di tubi di diramazione nelle posizioni delle saldature trasversali (ad anello) del gasdotto principale. La distanza tra la giunzione trasversale del gasdotto e la linea di saldatura del tubo deve essere di almeno 100 mm.

Sui gasdotti interni, nonché nella fratturazione idraulica e GRU con attacchi di rami con un diametro fino a 50 mm incl. (comprese le linee di impulso) la distanza tra le giunzioni dei raccordi saldati e le giunzioni anulari del gasdotto principale deve essere di almeno 50 mm.

2.14. La saldatura all'aria aperta durante pioggia, nevicate, nebbia e velocità del vento superiori a 10 m / s può essere effettuata solo proteggendo il sito di saldatura da umidità e vento.

Paragrafo 2.15 cancellato.

2.16. * La necessità di preriscaldare i giunti deve essere determinata in base al tipo di acciaio dei tubi saldati, suddivisi nei seguenti gruppi:

I - tubi da gradi di acciaio silenzioso (joint venture) e semi-silenzioso (ps): St1, St2, St3, St4 secondo GOST 380-88; 08, 10, 15 e 20 secondo GOST 1050-88;

II - tubi di ebollizione (CP) di tipi di acciaio: St1, St2, St3, St4 secondo GOST 380-88;

III - tubi di acciai a bassa lega di gradi: 09G2S, 17G1S, 14HGS, ecc. Secondo GOST 19281-89; marca 10G2 secondo GOST 4543-71.

Il preriscaldamento dei giunti deve essere eseguito durante la saldatura di tubi con uno spessore di parete compreso tra 5 e 10 mm incl. elettrodi con rivestimento di rutilo o cellulosa a temperatura esterna: inferiore a meno 20 ° С - per tubi I e II del gruppo, sotto meno 10 ° С - per tubi del III gruppo. La temperatura minima di riscaldamento dovrebbe essere di 100 ° C e misurata a una distanza di 5-10 mm dal bordo del tubo.

2.17. * Per la saldatura ad arco di tubi, utilizzare i seguenti tipi di elettrodi in conformità con GOST 9467-75, GOST 9466-75:

E42-C, E46-C con un diametro di 3,0; 3.25; 4,0 mm con rivestimento in cellulosa - per saldare lo strato radicale della giuntura dei tubi I - III gruppi;

E42A, E42B, E46A, E46B, E50A, E50B con un diametro di 2,5; 3.0; 3,25 mm con rivestimento di base - per la saldatura dello strato di radice della cucitura dei tubi I e III gruppi;

E42A, E42B, E46A, E46B, E50A, E50B con un diametro di 3,25 e 4,0 con il rivestimento principale - per la saldatura degli strati di riempimento e di rivestimento della giuntura dei tubi I e III gruppi;

E42-P, E46-P con rivestimento rutilo - per saldare tutti gli strati della giuntura dei tubi I e II gruppi (corrente continua);

E42-P con rivestimento rutilo - per saldare tutti gli strati della giuntura dei tubi I e II gruppi (corrente alternata).

Il paragrafo 2.18 è cancellato.

2.19. * Il filo e i flussi di saldatura devono essere selezionati rispettivamente secondo GOST 2246-70 e GOST 9087-81, in base al gruppo di tubi saldati nelle seguenti combinazioni:

per i gruppi di tubi I e II - CB-08 e AN-348-A, CB-08A e ANTs-1 (TU 108.1424 - 86), CB-08GA e AN-47;

per tubi del gruppo III - SV-08GA e AN-348-A, ANTS-1 (TU 108.1424 -86), AN-47.

2.20. Quando si usano tubi di saldatura ad arco in un ambiente con anidride carbonica:

filo di saldatura secondo GOST 2246-70 marca SV-08G2S;

anidride carbonica secondo GOST 8050-85 con una purezza di almeno il 99,5%.

2.21. * Quando si usa la saldatura a gas:

filo di saldatura secondo GOST 2246-70 dei gradi SV-08, SV-08A, SV-08GA, SV-08G2S, SV-08GS, SV-12GS;

ossigeno tecnico secondo GOST 5583-78;

acetilene in bombole secondo GOST 5457-75 o acetilene, ottenuto nel luogo di produzione di carburo di calcio secondo GOST 1460-81.

2.22. Il controllo operativo nel processo di assemblaggio e saldatura dei gasdotti deve essere eseguito in conformità ai requisiti di SNiP 3.01.01-85 *.

Durante il controllo operativo, è necessario verificare il rispetto delle norme: preparazione dei tubi, loro pulizia, ravvivatura delle estremità; elementi strutturali e dimensioni delle saldature; il numero, la dimensione e la posizione delle chiodini; l'ordine dei singoli strati della cucitura, la dimensione e la forma dei livelli della cucitura.

2.23. * I giunti saldati per saldatura ad arco oa gas, in base ai risultati dell'ispezione esterna, devono essere conformi alla clausola 2.1 del presente Regolamento e soddisfare anche i seguenti requisiti:

le giunture e le superfici dei tubi adiacenti ad una distanza di almeno 20 mm (su entrambi i lati della giunzione) devono essere pulite da scorie, schizzi di metallo fuso, incrostazioni e altri contaminanti;

Le giunture non devono presentare fessurazioni, bruciature, crateri non finiti, pori che raggiungono la superficie, nonché sottosquadri con una profondità superiore al 5% dello spessore della parete del tubo (più di 0,5 mm) e una lunghezza superiore a 1/3 del perimetro dell'articolazione (più di 150 mm).

2.24. * Dal numero totale di giunti saldati, i giunti devono essere selezionati per il test mediante metodi fisici o test meccanici.

I giunti per i test meccanici devono essere tagliati durante la produzione dei lavori al fine di evitare l'inserimento (saldatura) delle "bobine". I giunti per prove meccaniche possono essere saldati dalle sezioni del tubo nelle condizioni della struttura in costruzione.

2.25. * Il controllo mediante metodi fisici dovrebbe essere soggetto a:

Giunti di accesso - con metodo radiografico;

selezionato per controllare la tabella degli standard. 2 * giunti di gasdotti esterni ed interni - metodi radiografici e ultrasonici.

Il controllo delle articolazioni mediante metodo radiografico deve essere eseguito secondo GOST 7212-82 *, ad ultrasuoni, in conformità con GOST 14782-86.

L'uso del metodo a ultrasuoni è consentito solo nella condizione di condurre un controllo selettivo duplicato delle articolazioni mediante metodo radiografico nella quantità non inferiore al 10% del numero di articolazioni selezionate per il controllo. Se i risultati del controllo radiografico insoddisfacente sono ottenuti almeno su un'articolazione, il volume di questo controllo deve essere aumentato al 50%. Nel caso in cui vengano individuati giunti difettosi, tutti i giunti saldati dal saldatore presso l'impianto durante il mese solare e testati con il metodo a ultrasuoni dovrebbero essere sottoposti a monitoraggio radiografico.

Numero di articolazioni da monitorare

del numero totale di giunti saldati da ciascun saldatore presso l'impianto,%

1. Gasdotti aerei e di testa di gas naturale e GPL con diametro inferiore a 50 mm di tutte le pressioni; gasdotti fuori terra e interni di gas naturale (compresa la fratturazione idraulica, GRU e GPL) con diametro di 50 mm o più, pressione fino a 0,005 MPa (0,05 kgf / sq.cm) incl.

Non soggetto a controllo

2. Gasdotti esterni ed interni di GPL di tutte le pressioni (ad eccezione di quelli indicati nella pos.1)

3. Esterni esterni e gasdotti interni di gas naturale mediante pressione di st. Da 0,005 a 1,2 MPa (oltre 0,05 a 12 kgf / quadrato Cm) incl.

4. Condotte sotterranee per la pressione del gas naturale:

fino a 0,005 MPa (0,05 kgf / sq. cm) incl. (eccetto quelli indicati in 12);

comunicazione. Da 0,005 a 0,3 MPa (oltre 0,05 a 3 kgf / quadrato Cm) incl. (eccetto quanto indicato in 13);

comunicazione. Da 0,3 a 1,2 MPa (da 3 a 12 kgf / quadrato Cm) incl. (Tranne quanto indicato nella posizione 13)

5. Gasdotti sotterranei di tutte le pressioni, posati sotto la carreggiata delle strade con migliori rivestimenti capitali (cemento-cemento e cemento armato, asfalto-cemento su fondamenta solide, mosaico su fondamenta in calcestruzzo e pietra, pavimentazione acciottolata su basi rinforzate con materiali leganti), nonché attraversamenti attraverso le barriere d'acqua e in tutti i casi la posa di gasdotti nei casi (entro la transizione e almeno 5 m in entrambe le direzioni dal bordo della struttura di attraversamento, e per le ferrovie il totale e - non meno di 50 m in entrambe le direzioni dal bordo del fondo stradale)

6. Gasdotti sotterranei di tutte le pressioni all'intersezione di collettori di comunicazione, canali, gallerie (all'interno di intersezioni e ad una distanza di almeno 5 m in entrambe le direzioni dalle pareti esterne delle strutture intersecate)

7. Gasdotti aerei di tutte le pressioni sospese dai ponti e nei limiti delle barriere naturali

8. Gasdotti di tutte le pressioni previste nelle varietà di comunicazione intra-distrettuale

9. Gasdotti sotterranei di tutte le pressioni previste in zone con sismicità di St. 7 punti e sui territori indeboliti

10. Gasdotti sotterranei di tutte le pressioni, posti a una distanza inferiore a 3 m dai collettori e canali di comunicazione (compresi i canali della rete termica)

11. Ingressi sotterranei a distanza dalle fondamenta degli edifici:

fino a 2 m - per gasdotti con pressione fino a 0,005 MPa (0,05 kgf / sq. cm);

a 4 m - pressione di sv. 0,005

fino a 0,3 MPa (oltre 0,05 to 3 kgf / sq. cm), inclusi;

fino a 7 m - pressione di sv. Da 0,3 a 0,6 MPa (oltre 3 a 6 kgf / quadrato cm), inclusi;

fino a 10 m - pressione di sv. Da 0,6 a 1,2 MPa (da 6 a 12 kgf / mq Cm) incl.

12. Gasdotti sotterranei di gas naturale con pressione fino a 0,005 MPa (0,05 kgf / sq.cm) inclusi, posati su terreni a forte e media pendenza e sottosuolo, nonché a una distanza inferiore a 4 m da edifici pubblici con grandi concentrazioni di persone e edifici residenziali alti di sv. 5 piani

13. Metanodotti sotterranei con pressione di St. Da 0,005 a 1,2 MPa (oltre 0,05 a 12 kgf / sq.cm) incl., Collocati fuori dagli insediamenti fuori dai limiti del loro promettente sviluppo

Note: 1. Per i test, selezionare i giunti saldati che hanno l'aspetto peggiore.

2. Standard di controllo per pos. 3 non si applicano ai gasdotti indicati in pos. 7 e 8; di pos. 4, 12 e 13 - nella indicata in pos. 5 e 6; di pos. 13 - on specificato in pos. 9.

3. Gli standard di controllo non si applicano ai giunti angolari dei gasdotti con un diametro nominale fino a 500 mm incl. e le cuciture si saldano alle flange del gasdotto e alle calotte piatte.

4. Gli standard per il controllo dei giunti dei gasdotti sotterranei si applicano alle condotte terrestri.

5. I giunti saldati delle parti di collegamento dei gasdotti, fabbricati nelle condizioni di DZZZ o TsZM, sono soggetti a controllo mediante metodo radiografico.

2.26. * In base ai risultati dell'esame radiografico, i giunti devono essere rifiutati se sono presenti i seguenti difetti:

crepe, crateri, crateri non utilizzati;

cordone di saldatura incompleto;

mancanza di penetrazione nella radice della giunzione e tra i rulli con una profondità superiore al 10% dello spessore della parete del tubo;

mancanza di penetrazione nella radice della giunzione e tra i rulli oltre 25 mm per ogni 300 mm di lunghezza del giunto saldato o oltre il 10% del perimetro con la lunghezza del giunto saldato inferiore a 300 mm;

saldatura incompleta nella radice della giuntura dei giunti dei gasdotti con diametro di 920 mm e oltre, realizzata con saldatura interna;

mancanza di saldatura nella radice della giuntura nei giunti saldati realizzati con un anello di supporto;

se le dimensioni dei difetti delle articolazioni (pori, scorie e altre inclusioni) eccedono quelle stabilite per la classe 6 secondo GOST 23055-78.

I risultati del controllo delle articolazioni mediante metodo radiografico devono essere documentati nel protocollo sotto forma di allegato 5 obbligatorio.

In base ai risultati dei test ultrasonici, i giunti devono essere rigettati in presenza di difetti, la cui area supera il Minneftegazstroy specificato nel BCH 012-88, o l'area del foro nei campioni standard dell'impresa collegata al dispositivo a ultrasuoni, nonché in presenza di difetti superiori a 25 mm per 300 mm 10% del perimetro quando la lunghezza del giunto saldato è inferiore a 300 mm.

I risultati del test ecografico delle articolazioni devono essere documentati nel protocollo sotto forma di allegato 7 obbligatorio.

La correzione dei difetti di saldatura prodotti dalla saldatura a gas è vietata.

La correzione dei cordoni di saldatura realizzati mediante saldatura ad arco è consentita rimuovendo la parte difettosa e ricollegandola nuovamente, quindi controllando l'intero giunto saldato con un metodo radiografico. L'altezza eccessiva del rinforzo della saldatura rispetto alle dimensioni stabilite da GOST 16037-80 può essere eliminata mediante lavorazione. I sottosquadri devono essere corretti saldando i rulli del filo con un'altezza non superiore a 2-3 mm e l'altezza del rullo del filo non deve superare l'altezza della cucitura. È vietata la correzione di sottosquadri e riparazioni ripetute delle articolazioni.

2.27. * I test meccanici devono essere sottoposti a:

giunti di metanodotti e gasdotti interni a metano e GPL con diametro inferiore a 50 mm;

giunti di gasdotti fuori terra e interni di gas naturale con diametro di 50 mm e oltre, con pressione fino a 0,005 MPa (0,05 kgf / sq.cm), incl.;

giunti di gasdotti sotterranei (terrestri) di tutte le pressioni, saldati mediante saldatura a gas.

Il numero di giunti selezionati per le prove meccaniche dovrebbe essere lo 0,5% del numero totale di giunture saldate da ciascun saldatore durante il mese solare nella costruzione di strutture o produzione di billette presso TsZM e TsZZ, ma non meno di due per tubi con diametro fino a 50 mm., uno - per tubi con un diametro nominale di oltre 50 mm.

2.28. * Per determinare le proprietà meccaniche dei giunti saldati mediante saldatura ad arco o gas, devono essere eseguiti i seguenti tipi di prove meccaniche:

prova di trazione statica;

prova di flessione statica o appiattimento.

2.29. * Per prove meccaniche su giunti saldati di gasdotti con diametro nominale superiore a 50 mm, tre campioni con rinforzo non rimosso per prove di trazione e tre campioni con rinforzo rimosso per prove di flessione devono essere tagliati da ciascun giunto selezionato per l'ispezione. I campioni devono essere tagliati dalle aree del giunto saldato, distribuite uniformemente attorno al perimetro. La produzione dei campioni deve essere effettuata in conformità con GOST 6996-66.

I risultati della prova del giunto saldato in tensione e flessione dovrebbero essere determinati come media aritmetica dei risultati dei corrispondenti tipi di prova dei campioni di questa articolazione.

I risultati dei test meccanici di un giunto saldato sono considerati insoddisfacenti se:

il valore medio aritmetico della resistenza a trazione quando la prova di trazione è inferiore alla resistenza a trazione inferiore del metallo di base dei tubi stabilito da GOST (TU);

valore medio aritmetico dell'angolo di piega durante la prova per la flessione: inferiore a 120 ° - per la saldatura ad arco; meno di 100 ° - per la saldatura a gas;

il risultato del test di almeno uno dei tre campioni per uno dei tipi di test è inferiore del 10% rispetto al valore richiesto dell'indicatore per questo tipo di test (forza o angolo di piega).

2,30 * Prove meccaniche di giunzioni di tubi saldati con diametro nominale fino a 50 mm incl. deve essere fatto su intere articolazioni in tensione e appiattimento. Per tubi di questi diametri, metà delle giunzioni selezionate per il controllo (con non rinforzato) devono essere testate in tensione e la metà (con il rinforzo rimosso) deve essere appiattita.

I risultati dei test meccanici di un giunto saldato sono considerati insoddisfacenti se il valore:

resistenza a trazione a collaudo congiunto per resistenza alla trazione inferiore alla resistenza inferiore del metallo di base dei tubi stabilito da GOST (TU);

il lume tra le superfici di compressione della pressa quando la prima fessura nella saldatura si verifica quando il giunto viene testato per l'appiattimento oltre 5 S, dove S è lo spessore della parete del tubo.

2.31. * I risultati delle prove meccaniche dei giunti saldati devono essere redatti sotto forma di allegato 6 obbligatorio.

2.32. * In caso di risultati insoddisfacenti di controllo dei giunti con metodi fisici o test meccanici, è necessario controllare il doppio del numero di giunti.

Il doppio controllo del numero di articolazioni con metodi fisici dovrebbe essere effettuato in aree che non erano accettate dai risultati di questo tipo di controllo al momento della scoperta del matrimonio. Se, nel caso di ricontrollo con metodi fisici, almeno uno dei giunti testati risulta di qualità insoddisfacente, tutti i giunti saldati dal saldatore presso l'impianto durante il mese di calendario devono essere controllati con un metodo di controllo radiografico.

La verifica del doppio numero di articolazioni mediante prove meccaniche dovrebbe essere effettuata in base al tipo di test che ha dato risultati insoddisfacenti. Se durante il ricontrollo si ottengono risultati insoddisfacenti del test almeno su una giuntura, tutti i giunti saldati da questo saldatore durante il mese di calendario su questo oggetto devono essere rimossi e le giunzioni saldate mediante saldatura ad arco devono essere controllate con un metodo di controllo radiografico.

3. PROTEZIONE CONTRO LA CORROSIONE

Protezione mediante rivestimenti isolanti

3.1. La protezione contro la corrosione delle tubazioni in acciaio interrate e dei serbatoi per GPL dovrebbe essere dotata di rivestimenti protettivi conformi al progetto.

Clausola 3.2. escludere.

3.3. * Prima di applicare il rivestimento, il gasdotto deve essere rimosso da neve, ghiaccio, polvere, terra, prodotti di corrosione, fuliggine, macchie di grasso e, se necessario, essiccato. La qualità della pulizia della superficie del tubo e dei giunti saldati dovrebbe corrispondere al grado 4 secondo GOST 9.402-80.

3.4. * Il rivestimento isolante sulla base di un tipo molto rinforzato di mastici in gomma bitume deve essere applicato a tubi o sezioni di tubi in modo meccanizzato in condizioni di base o di fabbrica.

I mastici bituminosi utilizzati nel corso dei lavori di isolamento sull'autostrada devono essere fabbricati in fabbrica (CZD, TsZM).

La clausola 3.5 deve essere cancellata.

3.6. * È necessario verificare la qualità dei rivestimenti protettivi per fasi nell'ordine seguente:

Prima di abbassare il gasdotto nella trincea (o il serbatoio GPL nello scavo), l'intera superficie del rivestimento protettivo deve essere verificata con un'ispezione esterna - per assenza di danni meccanici e fessurazioni; secondo lo spessore GOST 9.602-89, adesione all'acciaio e continuità;

dopo che il gasdotto è stato abbassato nella fossa (o nel serbatoio del GPL nella fossa) prima di essere aggiunto, il rivestimento protettivo deve essere controllato mediante ispezione esterna. Allo stesso tempo, la qualità dei rivestimenti dei giunti di montaggio isolati in una fossa deve essere controllata;

dopo aver riempito la trincea, il rivestimento protettivo è soggetto al controllo finale con il metodo dello strumento per l'assenza di aree di contatto elettrico del metallo del tubo con il terreno.

I dati sulla qualità del rivestimento protettivo dovrebbero essere rilasciati sul passaporto di costruzione sotto forma di allegati obbligatori 1 * e 4.

3.7. La costruzione di impianti di protezione elettrochimica dovrebbe essere effettuata secondo i progetti di protezione elettrochimica dei gasdotti.

I lavori elettrici devono essere eseguiti in conformità con i requisiti delle "Regole per l'installazione di installazioni elettriche (PUE)", approvate dal Ministero dell'Energia dell'URSS.

3.8. I punti di controllo e misurazione devono essere installati sulla tubazione dopo averlo posato in una fossa prima di riempirlo con la terra. Il controllo e l'accettazione dei punti di prova devono essere effettuati dopo il riempimento della trincea.

3.9. * I risultati del lavoro sull'installazione di un dispositivo di protezione elettrochimico dovrebbero essere registrati in un atto.

4. INSTALLAZIONE DI ESTERNI E INTERNI

TUBAZIONI, ATTREZZATURE E STRUMENTI PER GAS

La clausola 4.1 deve essere cancellata.

4.2. Quando si installano i gasdotti, devono essere prese misure per evitare l'intasamento della cavità di tubi, sezioni, ciglia.

La posa di gasdotti in una fossa dovrebbe, di regola, abbassare le trincee (fili) dal berm.

4.3. Dopo aver posato la condotta nella fossa, controllare:

profondità di progetto, pendenza e adattamento della condotta al fondo della trincea per l'intera lunghezza;

la condizione del rivestimento protettivo della condotta;

le distanze effettive tra il gasdotto e le pareti della trincea, le strutture che interseca e la loro corrispondenza alle distanze di progetto.

La correttezza dei gasdotti di posa dovrebbe essere verificata livellando tutti i punti chiave del gasdotto posato e la sua intersezione con le strutture sotterranee.

Se, dopo aver posato il gasdotto, si è stabilito che non si adatta saldamente al fondo della trincea in alcuni punti, allora in questi luoghi dovrebbe essere fatto un riempimento del terreno con la sua compattazione strato-a-strato e la pressatura dei seni.

4.4. Quando vengono saldati nei raccordi del gasdotto, i componenti, le valvole e altri dispositivi devono essere assicurati dalla coassialità degli elementi saldati con il gasdotto. Non sono consentite distorsioni nei piani orizzontale e verticale.

4.5. * Durante la posa fuori terra, il sollevamento e la posa dei gasdotti sui supporti devono essere effettuati solo dopo il controllo di qualità dei giunti saldati.

4.6. * L'installazione dell'attrezzatura interna del gas deve essere eseguita dopo aver eseguito i seguenti lavori:

dispositivi di sovrapposizioni di interfori, pareti, pavimenti, partizioni su cui verranno montati gasdotti, raccordi, apparecchiature e dispositivi a gas;

dispositivi di aperture, canali e scanalature per la posa di gasdotti in fondazioni, muri, tramezzi e soffitti;

intonacare pareti in cucine e altre aree in cui l'installazione di attrezzature a gas;

installazioni di vasche da bagno, lavelli, lavelli, lavabi o altri dispositivi a cui sono condotte le condutture delle apparecchiature a gas;

ispezione e pulizia dei camini.

4.7. * Il metodo di collegamento dei tubi durante l'installazione di gasdotti interni deve essere conforme ai requisiti di SNiP 2.04.08-87.

La sigillatura di connessioni saldate e filettate di gasdotti e raccordi a pareti e pavimenti non è consentita.

Le sezioni dei gasdotti posate nei casi non dovrebbero avere giunzioni di testa, mentre quelle poste in canali con soffitti rimovibili e nei solchi delle pareti non dovrebbero avere connessioni filettate o flangiate.

Per sigillare le connessioni filettate, utilizzare il filo di lino secondo GOST 10330-76, impregnato di piombo rosso, secondo GOST 19151-73, impastato con lino secondo GOST 7931-76, oltre a materiali fluoroplastici e altri materiali di tenuta in presenza di un passaporto o certificato del produttore.

4.8. La deviazione delle colonne montanti e delle sezioni diritte dei gasdotti dalla posizione di progetto non è consentita per più di 2 mm per 1 m di lunghezza della condotta, se altre norme non sono giustificate dal progetto.

In assenza di dati sulla distanza tra il tubo e il muro nel progetto, questa distanza non deve essere inferiore al raggio del tubo.

All'installazione dei dispositivi di disconnessione (gru) è necessario fornire dopo di loro (conteggio lungo il flusso di gas) l'installazione degli azionamenti. Le gru su gasdotti orizzontali e verticali devono essere installate in modo tale che l'asse del tubo della valvola sia parallelo alla parete; l'installazione del dado nella direzione del muro non è consentita.

4.9. Le distanze dai giunti trasversali saldati dei gasdotti sotterranei alle pareti delle utenze sotterranee intersecate e di altre strutture devono essere (in pianta) almeno 1 m. Quando si posa un gasdotto in un caso, la distanza dalla saldatura alle estremità del case deve essere di almeno 300 mm.

I giunti saldati dei gasdotti con un diametro nominale fino a 200 mm devono trovarsi ad almeno 200 mm dal bordo del supporto con una guarnizione di testa e i gasdotti con un diametro nominale superiore a 200 mm dovrebbero essere di almeno 300 mm. La distanza dalla flangia della valvola o del compensatore al supporto della tubazione deve essere di almeno 400 mm.

Quando si posa un gasdotto attraverso una parete, la distanza dalla saldatura alla cassa deve essere di almeno 50 mm.

Le distanze specificate sono accettate nei casi in cui altre distanze non siano giustificate dal progetto.

4.10. Durante l'installazione di apparecchiature a gas, apparecchi a gas, collegamento a reti di gas e impianti di riscaldamento, nonché installazione di automazione e strumentazione, posa di gasdotti a impulsi, oltre ai requisiti del progetto, devono essere seguiti i requisiti delle istruzioni di installazione in fabbrica.

Il gasdotto alla stufa deve essere posato al livello del raccordo di collegamento. In questo caso, la valvola di intercettazione deve essere installata ad una distanza di almeno 20 cm dal lato della piastra. Nella parte superiore del cablaggio, la valvola di intercettazione deve essere installata nella parte inferiore della piastra ad un'altezza di 1,5 - 1,6 m dal pavimento.

5. TRANSIZIONI DI PIPELINE GAS ATTRAVERSO

OSTACOLI NATURALI E ARTIFICIALI

Il paragrafo 5.1 è cancellato.

5.2. Il metodo di posa delle condotte sul fondo della fossa sottomarina (trascinamento lungo il fondo, immersione libera della conduttura sul fondo della barriera d'acqua, alimentazione del galleggiante a galla nel sito di installazione, riduzione con l'uso di supporti galleggianti) dovrebbe essere definito dal progetto dell'organizzazione di costruzione e specificato dal progetto.

5.3. Un gasdotto posto attraverso una barriera d'acqua deve essere saldato, coibentato, testato e preparato per il lancio o la trazione nel momento in cui viene accettata la trincea sottomarina. Prima di posare la condotta in una fossa sommersa, è necessario effettuare misurazioni della sua profondità nel sito del progetto e predisporre un atto di prontezza della trincea e il rispetto del disegno del profilo longitudinale della via di transizione.

5.4. Prima di trascinare il gasdotto coibentato lungo il fondo della barriera d'acqua, nonché prima di installare pesi di zavorra sopra l'isolamento, disporre un rivestimento protettivo in conformità con il progetto.

Se il progetto prevede un rivestimento di zavorra in calcestruzzo continuo, deve essere applicato dopo aver testato la tubazione per la resistenza.

Verificare che la posizione della tubatura nella parte inferiore della trincea sia eseguita entro un giorno dalla sua installazione.

6. STRUTTURE SU RETI DI GAS

6.1. Apparecchiature, valvole, parti di collegamento e parti di gasdotti, strumenti di misura nella PIU e GRU devono essere installati conformemente al progetto, alle istruzioni dei produttori per l'installazione delle apparecchiature e ai requisiti di questa sezione.

6.2. Al dispositivo di sovrapposizione di spazi vuoti tra pareti di pozzi e sovrapposizioni non sono ammessi.

6.3. Durante la costruzione di pozzi da elementi prefabbricati, le estremità degli elementi da collegare devono essere pulite. Gli elementi devono essere collegati con una malta cementizia di grado non inferiore a M100 con malta.

6.4. La base sotto il tappeto deve essere installata sul terreno pressato dopo aver installato il tubo di scarico.

Il tubo di scarico delle strutture sul gasdotto (serrature idrauliche, trappole di condensa, ecc.) Deve essere montato al centro del tappeto perpendicolare al piano della sua base.

Lo spazio intorno al tubo di scarico su tutta l'altezza entro un raggio di almeno 0,3 m deve essere coperto con terreno sabbioso e deve essere realizzata un'area cieca con un raggio di 0,5 - 0,7 m.

La distanza tra la copertura del tappeto (o il chiusino) e l'estremità dei dispositivi di scarico (tubo di scarico, rubinetto, tappo) deve essere di 10-15 cm.

7. POSA IN OPERA DI PIPELINE DI GAS IN PARTICOLARE

CONDIZIONI NATURALI E CLIMATICHE

7.1. Quando si posano le tubazioni nei terreni permafrost, le trincee e le fosse dovrebbero essere scavate a temperature esterne negative e inviate a profondità prima dell'inizio del periodo caldo.

7.2. Quando si installano i gasdotti in aree con sismicità di 7 punti e oltre, così come in aree con terreni cedevoli o inclinati, le estremità deformate del tubo devono essere tagliate. Gli spazi tra le estremità dei tubi durante la saldatura delle ciglia devono essere eliminati saldando "bobine" con una lunghezza di almeno 200 mm.

7.3. La verifica della qualità dei giunti saldati con metodi fisici di controllo durante la costruzione di gasdotti in aree con condizioni speciali deve essere effettuata in conformità con le norme riportate in Tabella. 2 *.

Nelle condizioni speciali di posa di gasdotti che non sono inclusi nella tabella. 2 *, dovrebbe essere guidato dalle norme di controllo previste per i gasdotti posati in condizioni normali.

8. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

TUBI DA TUBO IN POLIETILENE

8.1 *. Questa sezione disciplina i requisiti aggiuntivi che devono essere presi in considerazione per la costruzione di nuovi e la ricostruzione di gasdotti sotterranei esistenti da tubi in polietilene (di seguito "gasdotti"). I requisiti di questa sezione dovrebbero essere soddisfatti anche quando si ricostruiscono (sostituendo) i gasdotti sotterranei dilapidati (logori) metallici, portati da tubi in polietilene.

8.2 *. Prima di iniziare a tirare la tubazione del gas di polietilene all'interno dell'acciaio nei punti di ingresso e di uscita dalla tubazione di acciaio, è necessario installare manicotti di presa lisci e il gasdotto in polietilene deve essere protetto da graffi e altri danni meccanici mentre viene tirato all'interno della tubazione di acciaio. Le soluzioni tecniche per la produzione e l'installazione di manicotti e la protezione di una tubazione in polietilene da graffi e altri danni meccanici dovrebbero essere determinate dal progetto di lavoro.

Prima di iniziare la tiratura del gasdotto in polietilene, la cavità interna della tubazione in acciaio deve essere pulita tirando un collare e soffiandolo con aria. Il grado di pulizia, la prontezza di una sezione di una tubazione di acciaio per il traino di un gasdotto in polietilene, deve essere controllato tirando un pezzo di controllo di un tubo di polietilene con una lunghezza di almeno 3 me un diametro uguale al tubo tirato.

8.3 *. Prima dell'inizio della saldatura, devono essere specificati i parametri tecnologici del processo di saldatura sulla base della saldatura di almeno cinque giunti e l'esecuzione di prove meccaniche conformemente al punto 8.7. I lavori di saldatura devono essere eseguiti a temperatura dell'aria da meno 15 a più 40 ° С o ad altre temperature in conformità con le condizioni tecniche, le norme e i certificati relativi ai materiali. Se in questi documenti non sono impostate altre temperature, quindi con un intervallo di temperatura più ampio, la saldatura deve essere eseguita in stanze speciali (rifugi).

Per ogni saldatura di testa, il saldatore deve mettere un numero (timbro), che viene applicato all'hot melt in 20-30 secondi dopo la precipitazione.

8.4 *. Il gasdotto deve essere posto a serpente. Il gasdotto dovrebbe essere riempito nel periodo estivo durante la stagione fredda, nel periodo invernale - durante il periodo più caldo della giornata.

8.5. Le parti di collegamento per la rotazione della condotta devono essere applicate in conformità con il progetto.

Paragrafo 8.6 cancellato.

8.7 *. Tutti i giunti saldati della pipeline in polietilene, realizzati con qualsiasi metodo, devono essere controllati da un'ispezione esterna. La qualità dei giunti saldati realizzati mediante saldatura di testa, deve soddisfare i requisiti della OST 6-19-505-79.

Inoltre, la qualità dei giunti saldati realizzati mediante saldatura di testa (con nuova costruzione) dovrebbe essere verificata con metodi fisici secondo la tabella degli standard. 2 e test meccanici - 1% di articolazioni, ma non meno di cinque articolazioni del numero totale effettuate da un saldatore in un sito.

I giunti saldati dei tubi in polietilene, realizzati end-to-end e destinati a tirare all'interno di condotte d'acciaio, devono essere controllati con metodi fisici - 100%, prove meccaniche - 1% e ispezione esterna - 100%.

I giunti saldati per prove meccaniche devono essere tagliati durante la produzione dei lavori al fine di escludere la saldatura di "bobine".

I giunti saldati respinti devono essere tagliati e "bobine" con una lunghezza di almeno 500 mm devono essere saldate al loro posto.

8.8 *. L'aspetto della saldatura di testa deve soddisfare i seguenti requisiti:

il rullo di giunzione deve essere distribuito uniformemente attorno alla circonferenza del tubo e avere un'altezza, mm:

per tubi di spessore di parete di sv. 5 a 6 mm incl.. 1,5 - 3;

" " 6 "10" ". 2,5 - 4,5;

" " 15 "20.5" ". 3.5 - 6.5;

i rulli di cucitura devono essere dello stesso colore con il tubo e non presentare crepe;

lo spostamento dei bordi del tubo è consentito non più del 10% dello spessore della parete del tubo.

I giunti respinti durante l'esame esterno non possono essere corretti e devono essere rimossi.

8.9. * Per le prove meccaniche di trazione statica, è necessario eseguire almeno cinque campioni di tipo II da ciascun giunto di prova secondo GOST 11262-80. In questo caso, la cucitura dovrebbe essere nel mezzo del campione.

Le prove meccaniche dei giunti devono essere eseguite non prima di 24 ore dopo la fine della saldatura, in conformità con le specifiche 6-19-352-87.

Si considera che le giunzioni saldate dei gasdotti in polietilene abbiano superato i test, se almeno l'80% dei campioni tagliati da ciascuna giuntura di testa presenta una natura duttile di frattura sul materiale di base con una resistenza allo snervamento di almeno 19,0 MPa (190 kgf / mqCm) e un allungamento di almeno 350%. I campioni rimanenti dovrebbero avere un carico di snervamento a trazione di almeno 19,0 MPa (190 kgf / sqq Cm) e un allungamento a rottura di almeno il 50% per ciascun campione. La rottura fragile dei campioni lungo il cordone di saldatura è inaccettabile.

I risultati del test devono essere registrati nel protocollo sotto forma di allegato 6 obbligatorio.

8.10 *. In caso di risultati insoddisfacenti delle prove meccaniche di almeno un giunto, è necessario ripetere il test del doppio del numero di giunti saldati da questo saldatore. Se durante il ricontrollo almeno uno dei giunti testati risulta di qualità insoddisfacente, allora tutti i giunti saldati da questo saldatore in questo sito saranno respinti. Dopo di ciò, al saldatore può essere consentito di lavorare solo dopo aver praticato ulteriori operazioni di saldatura e ottenere risultati positivi di testare il giunto consentito.

8.11 *. Quando si costruisce una nuova pipeline di tubi in polietilene, dovrebbe essere testato per la resistenza e la tenuta in conformità con i requisiti di Sec. 9.

Quando si ricostruisce un gasdotto sotterraneo in acciaio, prima di tirarlo all'interno di una pipeline di polietilene (compreso da una baia o da un tamburo), occorre prima verificarne la resistenza con una pressione di 0,6 MPa per 20 minuti. Dopo aver tirato, questa condotta dovrebbe essere testata per la tenuta. La necessità di testare la sua forza è determinata dal progetto.

9. PRODUZIONE DI PROVE

9.1. Prima di testare la resistenza e la tenuta della costruzione finita di gasdotti esterni, è necessario eseguire lo spurgo per pulire la loro cavità interna. Il metodo di spurgo deve essere determinato dal progetto di lavoro. La pulizia della cavità dei gasdotti interni e dei gasdotti della fratturazione idraulica (GRU) deve essere eseguita prima dell'installazione.

9.2. I test per la resistenza e la tenuta dei gasdotti dovrebbero essere eseguiti da un'organizzazione di costruzione e installazione in presenza di un rappresentante della fornitura di gas. È consentito condurre test di resistenza senza la partecipazione di un rappresentante dell'industria del gas in accordo con lui.

I risultati del test devono essere registrati sul passaporto dell'edificio.

9.3. * Per testare la resistenza e la tenuta del gasdotto dovrebbero essere divisi in sezioni separate, limitate da tappi o raccordi lineari (se le lunghezze delle sezioni non sono installate dal progetto).

Le valvole lineari possono essere utilizzate come un elemento limitante, se la caduta di pressione durante il test non supera il valore accettabile per questo tipo di valvola.

I giunti di montaggio dei gasdotti in acciaio saldati dopo il test devono essere controllati con un metodo di controllo radiografico.

9.4. * Per il collaudo delle tubazioni per resistenza e tenuta, è necessario utilizzare misuratori di classe di precisione non inferiori a 1,5. Con una pressione di prova fino a 0,01 MPa (0,1 kgf / sq.cm), è necessario utilizzare manometri a forma di V riempiti di liquido.

I manometri a molla utilizzati nelle prove devono avere un alloggiamento con un diametro di almeno 160 mm e una scala con un limite di misurazione superiore di almeno 4/3 e non più di 5/3 della pressione misurata.

Per misurare la pressione barometrica devono essere utilizzati barometri aneroidi. I dati della pressione atmosferica possono essere ottenuti dalle stazioni meteorologiche locali.

9.5. I test di resistenza e tenuta dei gasdotti esterni, delle entrate del gas, della fratturazione idraulica e della GRU devono essere eseguiti dopo l'installazione di valvole di intercettazione, apparecchiature e strumentazione.

Se valvole, apparecchiature e dispositivi non sono progettati per la pressione di prova, allora invece di quelli per il periodo di prova dovrebbero essere installati bobine, tappi, spine.

9.6. I test di resistenza dei gasdotti interni devono essere eseguiti con l'apparecchiatura scollegata, a meno che questa apparecchiatura non sia progettata per la pressione di prova.

Paragrafo 9.7 cancellato.

9.8. * Gli standard per testare gasdotti esterni ed interni dovrebbero essere presi in accordo con la Tabella. 3 *. I gasdotti a terra dovrebbero essere testati secondo le norme prescritte per i gasdotti sotterranei.

I risultati del test di resistenza dovrebbero essere considerati positivi se durante il periodo di prova la pressione nella tubazione non cambia (non vi è alcuna perdita di pressione visibile sul manometro).

I risultati del test di tenuta devono essere considerati positivi se, durante il periodo di prova, la caduta di pressione effettiva nel gasdotto non supera la caduta di pressione ammissibile e non vengono rilevate perdite durante l'ispezione dei posti disponibili per l'ispezione.

Durante i test pneumatici dei gasdotti per la durabilità, la ricerca dei difetti è consentita solo dopo che la pressione è stata ridotta alle norme stabilite per le prove di tenuta.

I difetti riscontrati nel processo di collaudo delle tubazioni per la resistenza e la tenuta devono essere eliminati solo dopo che la pressione nella tubazione è ridotta a quella atmosferica. In questo caso, i difetti riscontrati durante la prova dei gasdotti devono essere eliminati prima di iniziare le prove di tenuta.

Vuoi scoprire rapidamente nuove pubblicazioni di documenti normativi sul portale? Iscriviti alla newsletter!