Il dispositivo, i guasti della pompa di benzina

La pompa di benzina è uno dei componenti più importanti del sistema di alimentazione del motore. Il malfunzionamento della pompa causa interruzioni nel funzionamento del motore a combustione interna, guasti quando si preme il gas o persino problemi all'avviamento. Considerare il dispositivo, il principio di funzionamento delle pompe di iniezione del carburante e dei motori del carburatore; parliamo di guasti e metodi diagnostici.

Con il loro principio di funzionamento, i motori a combustione interna a benzina (TN) sono suddivisi in 2 tipi:

Nel motore, la pompa del carburante viene utilizzata per trasferire il carburante dal serbatoio al carburatore o alla barra del carburante con iniettori. Sulle auto con iniezione diretta e pompa del carburante ad alta pressione (pompa del carburante), la pompa del carburante viene utilizzata come una sezione di spinta.

Motore elettrico

È possibile ottenere un lavoro duraturo, facilità di fabbricazione e maggiore efficienza quando si utilizza una pompa di alimentazione elettrica controllata da un relè speciale. Consente di creare una pressione nell'intervallo 0,3-0,4 MPa (nei motori con iniezione diretta - fino a 0,7 MPa), che supera le capacità della pompa meccanica. Il dispositivo dipende in gran parte da dove si trova la pompa del carburante: nel serbatoio o nel vano motore. Ma il principio di funzionamento di tutte le TN di questo tipo può essere considerato identico. Nella stragrande maggioranza delle moderne auto usate pompa del carburante sommergibile, che si trova nel serbatoio. Anche se è irto di piccole perdite meccaniche e vulnerabilità associate a una grande lunghezza della linea del carburante, ma la pompa ottiene un raffreddamento molto migliore.

Durante il funzionamento, il corpo di lavaggio e il carburante che passa attraverso il motore elettrico rimuovono una parte significativa del calore. Questo è il motivo per cui la risorsa è così fortemente influenzata dalla guida con un serbatoio quasi vuoto.

dispositivo

Una pompa di alimentazione elettrica è composta da due parti: una trasmissione elettrica (è un normale motore elettrico) e una parte della pompa (pompa il carburante dall'aspirazione del carburante). Le pompe sommergibili sono alloggiate in un unico pacchetto con una rete, che fornisce una pulizia grossolana del carburante.

A seconda del design del meccanismo di aspirazione, ci sono diversi tipi di parti della pompa:

  • pompa a rulli. Il carburante viene fornito ruotando il rotore con rulli mobili. Quando lo spazio tra il rullo e il rotore aumenta nello spazio libero, viene creato un vuoto riempito di benzina. Con un'ulteriore rotazione del rotore, lo spazio è ridotto, il che consente di creare pressione e applicare carburante attraverso il canale di scarico;
  • pompa del carburante Il principio di funzionamento è simile alla vista precedente, ma i cambiamenti nell'area dello spazio libero si verificano a causa della rotazione della marcia;
  • pompa centrifuga. L'iniezione del carburante avviene a causa di turbolenze, provocate dalla rotazione della girante nell'alloggiamento. L'alimentazione e la rimozione del carburante vengono effettuate attraverso i canali corrispondenti all'interno dell'alloggiamento.

Inoltre, è possibile selezionare le pompe di carburante ibride. Strutturalmente, assomigliano a dispositivi meccanici, ma il movimento del diaframma non viene eseguito da un attuatore a spinta, ma da una valvola elettromagnetica e un relè speciale.

Logica del lavoro

Nelle automobili, in cui il controllo dei componenti principali del supporto vitale del motore a combustione interna viene effettuato tramite CAN-bus, la pompa di benzina riceve un comando per l'avvio dalla centralina elettronica del motore. Prima di avviare il motore a combustione interna, è necessario creare una pressione nella linea del carburante, quindi immediatamente dopo l'accensione, il computer invia un segnale al relè, che accende la pompa del carburante. In alcune auto, l'alimentazione viene fornita al relè e la pompa di alimentazione viene accesa quando viene aperta la porta del guidatore. Il tempo di funzionamento della pompa di alimentazione in questa modalità viene calcolato in secondi, dopodiché si spegne l'alimentazione. L'avvio successivo avverrà all'inizio della rotazione dell'avviatore.

Difetti di base, la diagnostica più semplice

I guasti principali a causa dei quali la pompa del carburante potrebbe non funzionare includono:

  • fusibile bruciato;
  • interruzione di corrente, contatto ossidazione;
  • usura del gruppo spazzola, in conseguenza del quale le prestazioni si deteriorano, il guasto del collettore, l'usura delle boccole del rotore;
  • intasamento;
  • usura critica delle coppie di sfregamento delle pompe del carburante per ingranaggi e rulli;
  • distruzione del giunto di plastica, attraverso il quale l'albero dell'armatura del motore elettrico è collegato al rotore della pompa.

Per capire perché la pompa del carburante non funziona, sufficienti competenze di base per utilizzare un multimetro. La presenza di alimentazione sul connettore TN dopo aver inserito l'accensione significa che c'è un malfunzionamento nella pompa. Se la potenza non arriva e la pompa non si avvia, è necessario controllare il circuito e il connettore, nonché il relè.

Principali sintomi di un malfunzionamento:

  • aumento del rumore, comparsa di suoni estranei;
  • affonda con una forte pressione sul gas;
  • il motore si ferma periodicamente (specialmente su caldo);
  • problemi in esecuzione.

Uno degli elementi più importanti del sistema di alimentazione di un motore a iniezione è il relè della pompa del carburante. Viene utilizzato per ridurre il carico sulla rete di bordo, poiché i contatti di potenza sono controllati applicando una bassa tensione ai corrispondenti pin del relè elettromagnetico. Schema schematico del collegamento della pompa del carburante.

Il principio di funzionamento del relè, così come i metodi di test che puoi vedere nel video.

TN meccanico

Questo tipo di pompa è azionata dall'albero a camme del motore. La rotazione dell'eccentrico provoca la pressione della leva (spingitore). La foto mostra un design domestico composto da una leva e un bilanciatore. Uno schema più comune con una leva a due bracci (rocker) è più comune con i produttori stranieri.

La pompa con il diaframma quando lo spintore agisce sul bilanciatore, superando la resistenza della molla, abbassa e aspira il carburante attraverso la valvola di aspirazione. Non appena l'eccentrico allevia la pressione, la molla ritorna al diaframma, spingendo il carburante verso il carburatore attraverso la valvola di scarico. Quando la camera galleggiante viene riempita nello spazio sopra il diaframma, viene creata una pressione che la molla non può superare. E poiché il bilanciatore e la spinta della pompa non sono interconnessi, il bilanciatore può essere al minimo. Non appena la pressione nella camera del galleggiante diminuisce, il diaframma spegne la benzina - riprende il funzionamento della pompa del carburante.

Malfunzionamenti principali

  • Diaframma Breakthrough. Il fallimento si verifica abbastanza raramente, ma al verificarsi dell'evento può trasformarsi in una revisione generale del motore. Con una significativa violazione dell'integrità del diaframma la benzina inizia a fluire nell'olio, diluendo.
  • Giunti usurati, pusher e equilibratore. In questo caso, lo spazio tra gli elementi è troppo grande, il che influisce sull'ampiezza del percorso di spinta e diaframma.
  • Le sedi delle valvole di troppo pieno logorate, con conseguente valvole che iniziano a perdere carburante. Ci sono anche casi di obliquità della valvola, perdita di elasticità e intasamento.
  • Rottura del diaframma a molla.
  • Filtro del filtro intasato, che potrebbe persino bruciare la pompa del carburante.

Un gran numero di parti che richiedono un adeguamento, così come difetti di progettazione generale hanno costretto i progettisti ad abbandonare le pompe meccaniche del carburante nel motore. Un esempio di un difetto di progettazione è l'ebollizione del carburante nello spazio del diaframma sovrastante. Il vapore risultante della benzina supera la resistenza della valvola a spillo. Di conseguenza, il carburante entra involontariamente nel collettore di aspirazione, provocando difficoltà durante il successivo lancio.

Il principio di funzionamento e le applicazioni delle pompe a getto

Le pompe a getto sono il principio più semplice in termini di funzionamento e progettazione tra le attrezzature a pressione. Tale unità è dinamica, cioè non ha parti mobili nella sua composizione. Questo è un vantaggio di un tale dispositivo perché impedisce la sua usura.

La prima pompa a getto fu utilizzata alla fine del XIX secolo come strumento per aspirare aria e acqua dalle provette. Poi cominciò a usare per pompare acqua dalle miniere. Nell'URSS, tali pompe cominciarono ad essere largamente usate solo verso la metà del secolo scorso.

1 Il principio della pompa a getto

Il design della pompa a getto è abbastanza semplice e non richiede quasi nessuna manutenzione. Quando la pompa è in funzione, acqua, vapore o gas si muovono attraverso il tubo con un ugello affusolato. Grazie a questo design dell'ugello, la velocità della massa in movimento aumenta.

Piccola pompa a getto

All'interno della camera di ingresso, la pressione dell'acqua diminuisce e diventa inferiore a quella atmosferica, in conseguenza della quale viene creato un vuoto nella camera.

L'assorbimento avviene dalla tubazione collegata alla camera. Durante il funzionamento, il fluido di lavoro viene miscelato con il liquido pompato. Quindi questa massa entra nel diffusore e quindi nel serbatoio.

Pertanto, nel lavoro della pompa jet utilizza il principio di scarico.
al menu ↑

1.1 Il principio della pompa a getto (video)

2 tipi di pompe a getto

A seconda del tipo di fluido pompato e di lavoro, esistono tre tipi di pompe a getto. Questi includono:

  1. Estrattore. Questo tipo di pompe a getto viene utilizzato solo per il fluido di pompaggio. Il meccanismo del lavoro è l'aspirazione di sostanze liquide. Il fluido di lavoro è acqua.
  2. Iniettore. Funziona sul principio di iniezione di sostanze liquide. La sostanza lavorativa è vapore.
  3. Ascensore. Utilizzato per abbassare la temperatura del liquido di raffreddamento mescolando con il fluido di lavoro.

In generale, le pompe a getto possono pompare liquidi, gas e vapore. Possono essere utilizzati come unità a getto di liquido (per miscelare e trasportare liquidi di lavoro e passivi con una differenza di pressione) e sollevamento aereo / ad aria compressa (svolge la funzione di sollevamento di liquidi).

Se la pompa viene utilizzata solo per il pompaggio dell'acqua, si chiama getto d'acqua. Può avere due modifiche: una pompa a vuoto (funzionante per l'uso in laboratorio) e un ascensore idraulico (utilizzato per pozzi con una profondità fino a 16 metri).
al menu ↑

2.1 Aree di utilizzo

Le pompe a getto d'inchiostro sono ampiamente utilizzate in vari settori. Inoltre, possono essere utilizzati come installazioni indipendenti o insieme ad altre installazioni di pompaggio. Grazie alla semplicità del design e all'elevata affidabilità, tali unità sono indispensabili per il lavoro sui reattori, in situazioni di emergenza con intercettazione dell'acqua e per la lotta antincendio.

Dispenser per pompa jet

Tali progetti vengono spesso utilizzati in aree in cui l'operazione delle pompe a palette non può essere efficace (ad esempio quando si pompano sostanze chimicamente aggressive) o in un sistema con pompe a palette per aumentare l'efficienza del loro lavoro.

Inoltre, queste pompe sono utilizzate negli impianti di climatizzazione, nelle fognature, per il drenaggio e la disidratazione.

Uno degli indicatori più importanti per questa tecnica è il coefficiente di aspirazione. Questo valore è il rapporto tra la portata del fluido di lavoro e la sostanza pompata.

Nonostante la semplicità del design e la bassa efficienza, questo tipo di meccanismo viene spesso utilizzato nei casi in cui è impossibile utilizzare qualsiasi altro tipo di pompa. Sono facilmente installabili nel sistema di condotte. Spesso emesso con un ugello variabile.

Caratteristiche delle pompe a getto:

  • alta affidabilità;
  • nessuna necessità di manutenzione regolare;
  • ampio ambito di applicazione;
  • costruzione semplice
  • basso livello di efficienza (non più del 30%).

2.2 Pompa a getto per cemento

Questa tecnica è ampiamente utilizzata per il trasporto di cemento. Se esposti all'aria compressa, i materiali sfusi vengono trasportati dai cassonetti ai veicoli di trasporto.

Pompa a getto per cemento

Il meccanismo di azione qui è questo: sotto alta pressione atmosferica, le particelle di cemento sono disperse in modo che diventino volatili. Di conseguenza, il flusso d'aria può spostarli in una determinata direzione.

Va notato che il processo di tale pompaggio del cemento avviene a forte pressione, quindi la distanza di questo materiale è limitata nello spazio. Ad esempio, la distanza massima che il meccanismo fornisce cemento lungo un asse verticale non supera i 50 metri. Sull'asse orizzontale, questa distanza non può superare i 400 metri.

Per il trasporto di cemento e altri materiali sfusi, è possibile utilizzare una pompa a getto CH 2 con una camera di intensificazione. L'aria compressa viene utilizzata per spostare le masse attraverso le tubazioni.

Specifiche CH 2:

  • produttività: 25 t / h;
  • peso - 200 kg.
  • aumento di altezza: 25m;
  • lunghezza di alimentazione orizzontale: 150 m;
  • pressione dell'aria compressa: 0,2-0,3 MPa;
  • consumo di aria compressa: 3 m³ / min.

2.3 Pompe per jet domestici

Queste unità, utilizzate soprattutto nella vita di tutti i giorni, hanno caratteristiche di bassa produzione. Una pompa installata in un pozzo domestico pompa solo 15-17 litri al secondo. Un'unità più professionale (e quindi costosa) può pompare 30-50 litri al secondo.

Pompa per uso domestico

L'altezza della pompa a getto per uso domestico aumenta da 15 metri. Alcuni dispositivi possono sollevare il liquido di 20 metri, ma l'efficienza diminuirà di conseguenza. Attrezzature più potenti e professionali possono sollevare l'acqua da una profondità di 50 m.
al menu ↑

2.4 Pompe a getto per l'industria petrolifera

La pompa a getto per la produzione di olio è costituita dalle seguenti parti: un canale per l'alimentazione del fluido di lavoro, un ugello attivo, un canale di alimentazione per il fluido iniettato, una camera di spostamento e un diffusore.

In questo settore, tali unità sono apprezzate per la semplicità del dispositivo, l'elevata affidabilità e il funzionamento anche in condizioni estreme, come l'alta concentrazione di gas liberi o composti meccanici nella massa prodotta.

Le pompe a getto forniscono un uso efficace di gas liberi, rapido afflusso di olio, regolazione libera della pressione del fondo, raffreddamento rapido di motori elettrici sommersi, ecc.
al menu ↑

3 Pompa a getto di calcolo

Questa procedura è una ricerca di parametri ottimali in cui l'efficienza avrà il valore massimo. In questo caso, è necessario prendere in considerazione parametri come la forma dell'ugello, la sezione di ingresso del flusso passivo, che è il flusso che viene aspirato nel flusso principale, la lunghezza del compartimento di miscelazione, la distanza tra il vano e l'ugello, l'angolo di apertura e l'espansione del diffusore.

Il principio di funzionamento dell'apparato a getto

I calcoli sono effettuati secondo la formula:

  • Q3 - alimentazione alla camera del diffusore;
  • Q1 - quantità consumabile di fluido di lavoro;
  • Q2 - quantità consumabile di sostanza per l'espulsione.

Per calcolare la quantità di liquido per l'espulsione, è necessario dividere il numero di litri al secondo di liquido per l'espulsione per il numero di litri al secondo del fluido di lavoro.

Anche nei calcoli si dovrebbe tenere conto del tipo di pompe e del campo di applicazione, poiché potrebbero avere parametri aggiuntivi. Ad esempio, per le pompe utilizzate nell'estinzione degli incendi, vengono prese in considerazione le condizioni del materiale di lavoro - schiuma, acqua, gas - e l'altezza possibile del getto necessario per un'efficace estinzione dell'incendio. Nell'industria petrolifera, vengono prese in considerazione la viscosità di un materiale, l'inquinamento di un mezzo, ecc.

Eiettore per stazione di pompaggio: principio di funzionamento, dispositivo, regole di installazione

La presenza profonda della falda acquifera è un problema comune ben noto a molti proprietari terrieri. L'apparecchiatura di pompaggio di superficie ordinaria non fornisce affatto l'acqua alla casa o la immette nel sistema troppo lentamente e con una bassa pressione.

Una via d'uscita eccellente da questa situazione potrebbe essere un espulsore per una stazione di pompaggio di approvvigionamento idrico.

Il principio dell'eiettore

Più l'acqua è profonda, più è difficile sollevarla in superficie. In pratica, se la profondità del pozzo supera i sette metri, la pompa di superficie affronta i suoi compiti con difficoltà.

Naturalmente, per pozzi molto profondi è più appropriato acquistare una pompa sommergibile ad alte prestazioni. Ma con l'aiuto di un eiettore, è possibile migliorare le caratteristiche di una pompa di superficie a un livello accettabile e ad un costo molto inferiore.

L'eiettore è un dispositivo piccolo, ma molto efficace. Questa unità ha un design relativamente semplice, può anche essere realizzata indipendentemente dai materiali di scarto. Il principio di funzionamento si basa sul dare un flusso aggiuntivo al flusso d'acqua, che consentirà di aumentare la quantità di acqua proveniente dalla sorgente per unità di tempo.

Questa soluzione è particolarmente utile per coloro che stanno per installare o hanno già installato una stazione di pompaggio con una pompa di superficie. L'eiettore consentirà di aumentare la profondità di aspirazione dell'acqua a 20-40 metri. Va anche notato che l'acquisto di apparecchiature di pompaggio più potenti porterà ad un marcato aumento del consumo di energia. In questo senso, l'eiettore porterà notevoli benefici.

L'espulsore per una pompa di superficie è costituito dai seguenti elementi:

  • camera di aspirazione;
  • unità di miscelazione;
  • diffusore;
  • ugello ristretto.

Il funzionamento del dispositivo si basa sul principio di Bernoulli. Dice che se la velocità del flusso aumenta, viene creata un'area con bassa pressione attorno ad essa. Pertanto, si ottiene un effetto di diluizione. L'acqua entra attraverso un ugello, il cui diametro è inferiore alle dimensioni del resto della struttura.

Un leggero restringimento conferisce al flusso d'acqua un'accelerazione notevole. L'acqua entra nella camera del miscelatore, creando un'area con pressione ridotta al suo interno. Sotto l'influenza di questo processo, una corrente d'acqua sotto una pressione più alta entra nel miscelatore attraverso la camera di aspirazione.

L'acqua nell'espulsore non proviene dal pozzo, ma dalla pompa. ie L'eiettore deve essere installato in modo tale che parte dell'acqua sollevata dalla pompa ritorni all'eiettore attraverso un ugello. L'energia cinetica di questo flusso accelerato sarà continuamente trasferita alla massa d'acqua che viene aspirata dalla sorgente.

Ciò garantirà un'accelerazione costante del flusso. Le attrezzature di pompaggio avranno bisogno di meno energia per trasportare l'acqua in superficie. Di conseguenza, la sua efficienza aumenterà, così come la profondità da cui l'acqua può essere prelevata.

Una parte dell'acqua prodotta in questo modo viene riciclata nuovamente all'espulsore e il resto viene trasferito al sistema idrico della casa. La presenza dell'espulsore ha un altro "plus". Assorbe l'acqua in modo indipendente, garantendo inoltre la pompa al minimo, vale a dire pericoloso per tutte le pompe di superficie della situazione di "funzionamento a secco".

Per regolare il lavoro dell'espulsore, utilizzare un rubinetto ordinario. È installato sul tubo di ricircolo, attraverso il quale l'acqua dalla pompa è diretta verso l'ugello dell'eiettore. Utilizzando un rubinetto, la quantità di acqua che entra nell'eiettore può essere ridotta o aumentata, riducendo o aumentando la velocità del flusso inverso.

Scelta: built-in o esterno?

A seconda del luogo di installazione, si distinguono gli espulsori remoti e integrati. Non c'è una grande differenza nelle caratteristiche di progettazione di questi dispositivi, ma la posizione dell'espulsore influenza ancora in qualche modo l'installazione della stazione di pompaggio e il suo funzionamento. Pertanto, gli eiettori integrati vengono solitamente collocati all'interno del corpo pompa o in prossimità di esso.

Di conseguenza, l'eiettore occupa un minimo di spazio e non è necessario installarlo separatamente: è sufficiente installare semplicemente la stazione di pompaggio o la pompa stessa. Inoltre, l'eiettore situato nell'alloggiamento è protetto in modo affidabile dalla contaminazione. L'aspirazione del vuoto e dell'acqua inversa viene eseguita direttamente nel corpo pompa. Non è necessario installare filtri aggiuntivi per proteggere l'espulsore dall'essere intasato da fango o particelle di sabbia.

Tuttavia, va ricordato che un tale modello dimostra la massima efficienza a basse profondità, fino a 10 metri. Le pompe con espulsore incorporato progettate per tali sorgenti relativamente poco profonde, hanno il vantaggio di fornire un'eccellente pressione dell'acqua in entrata.

Di conseguenza, queste caratteristiche sono sufficienti per utilizzare l'acqua non solo per le esigenze domestiche, ma anche per l'irrigazione o altre operazioni commerciali. Un altro problema è l'aumento del livello di rumore, poiché l'effetto sonoro dell'acqua che passa attraverso l'eiettore viene aggiunto alla vibrazione della pompa in funzione.

Se si decide di installare una pompa con un eiettore incorporato, si dovrà prestare particolare attenzione all'isolamento acustico. Si consiglia di installare pompe o stazioni di pompaggio con eiettore incorporato fuori dall'abitazione, ad esempio in un edificio separato o in un cassone di un pozzo. Il motore elettrico per la pompa con un eiettore dovrebbe essere più potente rispetto a un analogo modello non espulsore.

Espulsore remoto o esterno installato ad una certa distanza dalla pompa, e questa distanza può essere piuttosto significativa: 20-40 metri, alcuni esperti trovano addirittura una cifra ragionevole di 50 metri. Pertanto, l'eiettore remoto può essere posizionato direttamente nella fonte d'acqua, ad esempio in un pozzo.

Naturalmente, il rumore del lavoro dell'espulsore installato sottoterra, non disturberà i residenti della casa. Tuttavia, questo tipo di dispositivo deve essere collegato al sistema utilizzando un tubo di ricircolo attraverso il quale l'acqua ritorna all'eiettore. Maggiore è la profondità di installazione del dispositivo, più lungo sarà il tubo che dovrà essere abbassato nel pozzo o nel pozzo.

La presenza di un'altra pipa nel pozzetto è meglio fornire nella fase di progettazione del dispositivo. Il collegamento di un eiettore remoto prevede anche l'installazione di un serbatoio di accumulo separato da cui verrà prelevata l'acqua per il riciclaggio.

Questo serbatoio consente di ridurre il carico sulla pompa di superficie, risparmiando energia. Vale la pena notare che l'efficienza dell'espulsore esterno è leggermente inferiore a quella dei modelli incorporati nella pompa, ma la capacità di aumentare in modo significativo la profondità della recinzione ci obbliga ad accettare questo inconveniente.

Quando si utilizza un eiettore esterno non è necessario posizionare la stazione di pompaggio direttamente vicino alla fonte d'acqua. Può essere installato nel seminterrato di un edificio residenziale. La distanza dalla sorgente può variare entro 20-40 metri, questo non influirà sulle prestazioni delle attrezzature di pompaggio.

Caratteristiche del montaggio del dispositivo

Come già accennato, l'installazione di un eiettore incorporato nella pompa non causa problemi particolari, poiché il dispositivo è già nella custodia dello strumento. La pompa di superficie è semplicemente collegata al tubo di alimentazione dell'acqua da un lato e anche al sistema di alimentazione dell'acqua dall'altro.

Se viene utilizzato come parte di una stazione di pompaggio, la pompa viene collegata all'accumulatore idraulico mediante un raccordo speciale per cinque uscite. Inoltre, la pompa dovrà essere collegata ai contatti del relè di pressione per garantirne l'accensione e lo spegnimento automatici.

Prima di accendere la pompa di superficie, deve essere riempita con acqua attraverso il foro di riempimento previsto a tale scopo. È impossibile accendere tali apparecchiature senza acqua, può bruciare. Se la pompa è installata correttamente, l'eiettore funzionerà senza interruzioni.

Ma l'installazione di un eiettore remoto è realizzata secondo uno schema più complesso. Per cominciare, sarà necessario installare un tubo che fornisca un flusso inverso di acqua dal serbatoio all'espulsore. Una valvola di ritegno è installata sulla sezione di aspirazione dell'espulsore. Dietro di lui dovrebbe mettere un filtro che proteggerà il dispositivo dall'ostruzione.

Sulla parte superiore del tubo di ricircolo, è necessario installare una valvola di regolazione per regolare la quantità di acqua diretta all'eiettore. Questo sito non è obbligatorio, ma può migliorare significativamente la situazione con la pressione dell'acqua in casa. Meno acqua sarà restituita all'eiettore, più rimarrà per il sistema idraulico a casa.

In questo modo è possibile influenzare la pressione dell'acqua nella rete idrica. Con la sua carenza, stringere leggermente la valvola di regolazione sulla linea di ritorno. Se la pressione è troppo elevata e crea un carico non necessario sul sistema idraulico, è opportuno inviare più acqua all'eiettore per aumentare l'efficienza dell'apparecchiatura di pompaggio.

Alcuni modelli industriali di eiettori sono già dotati di un tale sistema di regolazione. Le istruzioni allegate al dispositivo solitamente descrivono in dettaglio come configurare il funzionamento dell'espulsore.

Usando una versione esterna fatta in casa

L'espulsore incorporato viene solitamente acquistato contemporaneamente alla pompa, ma il modello esterno viene spesso realizzato a mano. Sarà utile considerare il processo di creazione e l'ordine di collegamento di un tale dispositivo. Per realizzare un eiettore, sono necessarie parti come una maglietta con raccordi filettati interni, raccordi, raccordi, curve, accoppiamenti, ecc.

Assemblaggio autografico dell'espulsore

Assemblare il dispositivo come segue:

  1. Collegare la parte inferiore del tee con un raccordo in modo che l'ugello di uscita sia in alto e il raccordo con un diametro più piccolo si trovi all'interno dell'espulsore.
  2. Quindi è necessario modificare il disegno, tagliando la parte stretta del raccordo, se sporge dal tee.
  3. Se il raccordo è troppo corto, viene espanso usando un tubo di plastica.
  4. Sul lato superiore dell'adattatore a vite con filettatura esterna.
  5. Un tubo dell'acqua in PVC è collegato all'altra estremità dell'adattatore utilizzando un raccordo.
  6. Ora sul lato inferiore del tee, in cui è già inserito un raccordo stretto, è necessario fissare il gomito sotto forma di angolo.
  7. Un tubo è collegato a questa uscita attraverso cui scorre il flusso di ritorno dell'acqua all'eiettore.
  8. Alla T del tubo laterale attacca un altro angolo.
  9. Un tubo è attaccato a questo angolo usando un morsetto a pinza, e l'acqua da un pozzo, un pozzo, ecc. Verrà aspirata attraverso di esso.

La distanza tra il bordo del tee e il choke dovrebbe essere di circa 2-3 mm. Questo creerà un'area di diluizione con le caratteristiche richieste. Un dado a crimpare viene utilizzato per fissare il tubo di riciclo.

Risulta che due elementi sono simultaneamente attaccati alla filettatura interna del tubo di diramazione inferiore del tee. Uno di questi (montaggio) è all'interno del tee, e il secondo (angolo) - all'esterno. Per adattarsi alla stessa connessione filettata, è necessario tagliare parte della filettatura.

Naturalmente, tutte le connessioni filettate devono essere sigillate e sigillate. Più spesso per questo uso nastro FUM. A volte, per collegare un espulsore ad una stazione di pompaggio, non tubi di plastica, ma vengono utilizzate costruzioni in polietilene. Per la loro installazione, è necessario utilizzare elementi di aggraffatura speciali, e pinze a pinza, che sono buone per il metallo, in questa situazione non funzionerà.

Procedura di collegamento del tubo

È necessario pensare in anticipo a quali tubi verranno utilizzati per collegare l'eiettore remoto. Le strutture in polietilene si piegano bene quando riscaldate, il che consente di fare a meno degli angoli quando si collega un eiettore. Il tubo viene semplicemente piegato in un posto adatto e all'angolazione corretta, quindi fissato all'eiettore.

Quindi, il dispositivo ha tre uscite, ciascuna delle quali dovrebbe essere collegata alla pipa appropriata. Inizialmente, viene solitamente installato un tubo attraverso il quale l'acqua verrà prelevata dalla sorgente. Si unisce all'uscita laterale dell'espulsore.

Alla fine di questo tubo, viene installata una valvola di ritegno e un filtro. Questo tubo dovrebbe essere abbastanza lungo da affondare in profondità nell'acqua. Ma non si dovrebbe prendere acqua nella parte inferiore della sorgente, poiché ciò può causare l'intasamento dell'espulsore, nonostante la presenza di un filtro.

Quindi è possibile collegare il tubo all'estremità inferiore dell'espulsore, in cui è installato il raccordo più stretto. Questa è l'autostrada attraverso la quale l'acqua viene riciclata. La seconda estremità di questo tubo deve essere collegata a un serbatoio da cui verrà prelevata l'acqua per creare un flusso inverso.

Il terzo tubo è una normale conduttura idrica. Ad un'estremità è montato sull'ugello superiore dell'espulsore e l'altro è collegato alla pompa di superficie. Va ricordato che il diametro del tubo attraverso il quale l'acqua viene prelevata dalla sorgente deve superare la dimensione del tubo attraverso il quale l'acqua viene fornita all'eiettore.

Se si utilizza un tubo in pollici nell'alimentazione, si consiglia di prelevare un tubo più grande di un quarto di pollice per l'aspirazione. Dopo aver effettuato tutti i collegamenti, l'eiettore è immerso nell'acqua. Prima del primo avvio del sistema è necessario riempirlo d'acqua. La pompa viene versata attraverso un foro speciale. Anche i tubi che portano all'eiettore devono essere riempiti d'acqua.

Lancio iniziale e ulteriore operazione

L'avvio iniziale della stazione di pompaggio è raccomandato come segue:

  1. Versare acqua nella pompa attraverso un foro speciale.
  2. Chiudere il rubinetto attraverso il quale l'acqua scorre dalla stazione di pompaggio al sistema di distribuzione dell'acqua.
  3. Accendere la pompa per circa 10-20 secondi e spegnerla immediatamente.
  4. Aprire la valvola e rilasciare dell'aria dal sistema.
  5. Ripetere il ciclo di accensione / spegnimento a breve termine della pompa in combinazione con lo spurgo dell'aria finché i tubi non sono riempiti d'acqua.
  6. Riaccendere la pompa.
  7. Attendere fino a quando l'accumulatore è pieno e la pompa si spegne automaticamente.
  8. Aprire qualsiasi rubinetto dell'acqua.
  9. Attendere che l'acqua fuoriesca dall'accumulatore e la pompa si accenderà automaticamente.

Se l'acqua non è andata quando il sistema è stato avviato con un eiettore, è possibile che l'aria penetri in qualche modo nei tubi, o che il riempimento dell'acqua iniziale non sia stato eseguito correttamente. Ha senso verificare la presenza e le condizioni della valvola di ritegno. In caso contrario, l'acqua scorrerà semplicemente nel pozzo e le tubature rimarranno vuote.

Questi punti devono essere presi in considerazione quando si utilizza una stazione di pompaggio con un eiettore che si avvia dopo un lungo periodo di conservazione. È meglio controllare immediatamente la valvola di non ritorno, l'integrità del tubo e la tenuta delle connessioni.

Se tutto è in ordine e l'acqua non scorre, è necessario controllare la tensione fornita alla stazione di pompaggio. Se è troppo basso, la pompa semplicemente non può funzionare a piena capacità. Dovrebbe stabilire un normale equipaggiamento di alimentazione e il problema scomparirà.

Se l'espulsore è necessario per migliorare la pressione dell'acqua nel sistema e non per aumentare la profondità di aspirazione dell'acqua, è possibile utilizzare il modello dell'eiettore auto-costruito descritto sopra. Ma non ha bisogno di essere immerso in acqua, può essere collocato in un posto conveniente vicino alla pompa di superficie. In questo caso, l'eiettore funzionerà all'incirca come il modello di produzione industriale integrato.

Video utile sull'argomento

In questo video, il problema della profondità di aspirazione di una pompa di superficie e le opzioni per risolvere il problema usando un eiettore sono discusse in dettaglio:

Il principio di funzionamento dell'eiettore è chiaramente dimostrato qui:

Eiettore: dispositivo semplice ma molto utile. Questo è un modo comodo e utile per migliorare le prestazioni delle attrezzature di pompaggio in una casa privata. Ma l'installazione dell'espulsore, in particolare il modello remoto, deve essere eseguita correttamente, solo così è possibile ottenere un notevole aumento della pressione dell'acqua.

Pompe nel mondo dei compositi

TIPOLOGIE DI POMPE E LORO APPLICAZIONI NELL'INDUSTRIA COMPOSITA

Autore: Tretyakov Pavel Andreevich

Usare solo con il permesso dell'autore

Tutti i produttori di materiali compositi devono affrontare il compito di pompare o fornire resina da barili e contenitori, la necessità di fornire resina alle attrezzature per assicurare un flusso costante, utilizzare attrezzature per spruzzare vetroresina e gelcoat, lavorare sulla tecnologia RTM utilizzando apparecchiature di iniezione e pompe per vuoto, utilizzare miscelatori sottovuoto e aspirapolvere camere per la fabbricazione di pietra artificiale, macchine per lo stampaggio a iniezione continua, stampaggio per autoclave. In tutte queste applicazioni vengono utilizzate pompe, il cui tipo e design dipendono dallo scopo e dal problema da risolvere.

Ora sul mercato ci sono molti diversi tipi di pompe, progettate per il pompaggio di vari liquidi, paste, materiali sfusi, creando un vuoto e un vuoto. Parleremo di diversi tipi che sono più spesso utilizzati nell'industria dei compositi.

POMPAGGIO E ALIMENTAZIONE, IRRORAZIONE E INIEZIONE

POMPE A PISTONE DI AZIONE BILATERALE

Le pompe a pistone sono comunemente utilizzate per il pompaggio e la fornitura di vari liquidi da barili (pompe a canna) e nella produzione di attrezzature per la spruzzatura di vernici, vernici, gelcoat e vetroresina, spruzzatura e colatura di polimeri bicomponenti, stucchi, in impianti di iniezione per la tecnologia RTM.

La pompa a pistone è costituita da una sezione del fluido e una trasmissione pneumatica. Il suo principio di funzionamento si basa sullo spostamento di un liquido da parte di un solido. La sezione del fluido della pompa è un cilindro con pareti interne a specchio, in cui uno stelo del pistone azionato da una trasmissione esegue un moto alternativo. Il pistone divide la sezione del fluido in due camere a volume variabile: l'ingresso inferiore e l'uscita superiore.

L'estremità inferiore del cilindro è il collettore di aspirazione ed è dotata di una valvola di aspirazione, che di solito è una palla posizionata su un sedile speciale con un foro. L'asta del pistone della pompa è un cilindro interamente metallico di diametro più piccolo, con un pistone cavo nella parte inferiore, in cui è installata una valvola di scarico, che è una piccola sfera che si trova nella sella con un foro collegato alla camera inferiore. Sul pistone è installata una tenuta del pistone con un cilindro, che impedisce al fluido di fluire dalla camera inferiore a quella superiore. Nella parte superiore del cilindro della sezione del fluido si trova il collettore di scarico. Tali pompe a pistone sono chiamate pompe a doppio effetto, poiché forniscono pompaggio di fluido durante ciascun movimento alternativo del pistone.

L'azionamento della pompa è un cilindro pneumatico a doppio effetto. L'asta del cilindro è collegata all'asta del pistone della pompa. L'aria fornita al cilindro crea una pressione sul pistone del cilindro, che lo trasferisce al pistone della pompa.

Per le pompe a pistone esiste una caratteristica del rapporto di trasmissione. Ad esempio, il rapporto di trasmissione 11: 1 indicato sulla pompa significa che per ogni 1 bar di pressione dell'aria fornita all'azionamento della pompa, verrà generata una pressione di 11 bar nella sezione del fluido della pompa. Fisicamente, il rapporto di trasmissione è il rapporto tra l'area della sezione trasversale del cilindro pneumatico e l'area della sezione trasversale della sezione della pompa del liquido.

Durante la corsa di aspirazione, quando il pistone della pompa si sposta verso l'alto, si crea un vuoto nella camera inferiore e una sovrapressione nella camera superiore. La sfera della valvola di scarico del pistone è abbassata nella sede (la valvola si chiude) e il fluido dalla camera superiore fluisce nel collettore di scarico, spostato dall'asta del pistone riducendo il volume della camera superiore. Allo stesso tempo, la sfera della valvola di ingresso della camera inferiore sale sopra la sella (la valvola si apre), passando il fluido dal collettore di ingresso nella camera inferiore, mentre il volume della camera inferiore aumenta.

Durante il ciclo di pompaggio, quando il pistone della pompa si abbassa, si crea una pressione eccessiva nella camera inferiore riducendone il volume, la valvola di ingresso si chiude (la palla torna in sella) e la valvola di scarico del pistone si apre (la palla sale sopra la sella), permettendo al fluido di fluire fotocamera in basso verso l'alto. Poiché il volume della camera inferiore è sostanzialmente più grande del volume della camera superiore, quando il pistone si sposta verso il basso nella camera superiore, viene creato un eccesso di fluido, a causa del quale inizia a fluire nel collettore di scarico.

Ciò garantisce che il pompaggio del fluido sia costante, sia quando il pistone della pompa si solleva, sia quando si sposta verso il basso.

Vantaggi e svantaggi

Il vantaggio delle pompe a pistone è la semplicità del design e la capacità di generare grandi pressioni. Ciò si ottiene installando un cilindro pneumatico di diametro maggiore o una sezione della pompa di diametro inferiore, che consente di modificare il rapporto tra le sezioni e, di conseguenza, la pressione nella sezione della pompa. Un altro importante vantaggio delle pompe a pistone è che a causa del loro design si fermano automaticamente quando viene raggiunta la pressione di esercizio. ie non sono necessarie valvole di drenaggio, la sicurezza è migliorata.

Un certo svantaggio del funzionamento della pompa a pistone è il calo di pressione quando il pistone si muove nei punti estremi. Per questo motivo, le pulsazioni si verificano nel flusso. Per evitarli, le pompe a pistone possono essere dotate di speciali serbatoi di compensazione, dove l'iniezione del fluido in pressione avviene dapprima, e quando la direzione del pistone si sposta, il fluido fuoriesce dal serbatoio di compensazione, equalizzando la pressione e rimuovendo le pulsazioni.

Lo svantaggio principale delle pompe a pistone è la necessità di sostituire periodicamente gli elementi di tenuta, l'incapacità di pompare fluidi o sostanze altamente riempiti con inclusioni solide, una grande lunghezza, la necessità di posizionamento verticale. Ciò è dovuto al design delle valvole di aspirazione e di scarico della pompa, alle loro diverse dimensioni (la valvola di scarico è significativamente più piccola della valvola di aspirazione) e alla presenza di una tenuta tra il pistone e il cilindro.

Ad esempio, con una deviazione significativa della posizione della pompa dalla verticale, le sfere della valvola cadono dalle loro selle e le valvole si aprono permanentemente. Quando si pompano liquidi contenenti cariche o inclusioni solide, la dimensione ammissibile delle inclusioni è determinata dal diametro della valvola di scarico, che è piccola. Inoltre, durante il pompaggio delle sostanze riempite, l'usura abrasiva delle sfere e delle sedi delle valvole, l'adesione di materiale di riempimento su di esse, si verificano usura e danni alle pareti del cilindro della pompa e delle tenute del pistone. Di conseguenza, l'adesione delle sfere alle selle peggiora, il cilindro è coperto da scanalature e graffi microscopici e la guarnizione si logora. Di conseguenza, la pompa inizia a "fuoriuscire": nella corsa di aspirazione, la valvola di scarico del pistone si trova nella posizione semiaperta anziché chiusa, la tenuta del pistone non è stretta alla parete del cilindro e il liquido dalla camera superiore scorre in quello inferiore attraverso la valvola di scarico e gli spazi tra il pistone e la guarnizione del cilindro; durante la corsa di scarico, la valvola di aspirazione si trova nella posizione semiaperta e il fluido scorre indietro nel collettore di aspirazione dalla camera inferiore e dalla camera superiore a quella inferiore attraverso gli spazi tra il pistone e le guarnizioni del cilindro. Ciò comporta un deterioramento della velocità di pompaggio della pompa, la caduta di pressione. In questo caso, è necessario smontare la pompa, pulire le valvole, cambiare le parti usurate, rettificare la superficie interna del cilindro della pompa per rimuovere i graffi microscopici lasciati dalle particelle di riempimento.

Pompe di questo tipo vengono principalmente utilizzate per il pompaggio di liquidi da barili, contenitori e contenitori e per la fornitura di liquidi su distanze.

Le pompe a diaframma, chiamate anche pompe a diaframma, sono ampiamente utilizzate grazie al loro design semplice, alla capacità di pompare liquidi altamente viscosi e riempiti, liquidi contenenti grandi frazioni di particelle, liquidi e liquidi chimicamente aggressivi e corrosivi.

La pompa a diaframma è costituita da due camere a liquido adiacenti 1 e 2, separate da una partizione spessa in cui si trovano la trasmissione e lo stelo della pompa, che collega i diaframmi. Ogni camera è dotata di una valvola di aspirazione e scarico del tipo a sella (sfera e sede). Le valvole di aspirazione delle camere sono collegate a un comune collettore di aspirazione, le valvole di scarico sono collegate a un collettore di scarico comune.

Ogni camera ha una membrana flessibile, solitamente a sezione circolare. I centri delle membrane sono interconnessi per mezzo di un'asta che passa attraverso la parete delle camere. I bordi delle membrane sono fissati rigidamente sulle pareti della partizione. A causa di ciò, durante il movimento alternativo dell'asta, il centro di una membrana viene spinto nella camera liquida, riducendo il suo volume, e il centro dell'altra membrana viene simultaneamente premuto contro la parete della partizione, aumentando il volume della seconda camera liquida. Le pompe a diaframma usano il principio dello spostamento del liquido o creano un vuoto aumentando e diminuendo il volume delle camere a causa del moto alternativo delle membrane flessibili.

Come azionamento, le valvole pneumatiche vengono utilizzate nelle pompe a diaframma, che alternativamente alimentano le camere aria-aria A e B. Ciò garantisce la sicurezza operativa e la massima semplicità di costruzione a causa dell'assenza di parti in movimento.

Nel primo ciclo della pompa, l'azionamento fornisce aria alla camera d'aria A tra la prima membrana e la partizione. A causa di ciò, la prima membrana viene spinta nella camera 1, che porta ad una diminuzione del volume della camera e crea una sovrapressione in essa. In questo caso, la valvola di ingresso nella prima camera è chiusa (la palla viene abbassata nella sella) e la valvola di scarico si apre (la palla sale sopra la sella), consentendo al fluido di fluire dalla camera al collettore di scarico. Allo stesso tempo, la seconda membrana viene premuta contro la partizione, aumentando il volume della camera 2 e creando un vuoto nella camera. La valvola di ingresso della seconda camera si apre, consentendo al fluido dal collettore di aspirazione di riempire la seconda camera.

Nella seconda corsa della pompa, l'unità fornisce aria alla camera d'aria B tra il secondo diaframma e la parete divisoria. In questo caso, la prima membrana si ritrae contro la parete divisoria, aumentando il volume della camera 1, la valvola di ingresso della camera si apre, la valvola di scarico si chiude, consentendo al fluido di fluire dal collettore di aspirazione nella prima camera. Allo stesso tempo, la seconda membrana viene spinta fuori dall'aria fornita attraverso l'azionamento nella camera 2, riducendo il suo volume, viene creata una sovrapressione nella camera, la valvola di ingresso si chiude e la valvola di uscita della seconda camera si apre, consentendo al fluido di fluire nel collettore di scarico.

Pertanto, ad ogni fase del funzionamento della pompa, viene garantito il pompaggio del fluido e il suo flusso costante.

Vantaggi e svantaggi

Il vantaggio delle pompe a membrana è di piccole dimensioni, garantendo un flusso costante di liquido, senza conseguenze negative quando si blocca il collettore di scarico o le valvole (la pompa si arresta automaticamente), non è necessario utilizzare valvole di bypass, la capacità di pompare una vasta gamma di liquidi e fluidi, la capacità di pompare fluidi o liquidi altamente pieni contenenti inclusioni solide di grandi frazioni. Tali opportunità sono emerse con l'uso di valvole di aspirazione e di scarico della stessa dimensione, a differenza delle pompe a pistone, dove la valvola di scarico è significativamente più piccola della valvola di aspirazione.

Gli svantaggi delle pompe a diaframma includono l'impossibilità di ottenere alte pressioni, che ne impedisce l'uso nella produzione di apparecchiature a spruzzo. Le pompe a diaframma funzionano con un rapporto di 1: 1, vale a dire la pressione del liquido pompato è uguale alla pressione dell'aria fornita alla pompa ed entra nella cavità tra i diaframmi e il setto. Inoltre, le pompe a diaframma hanno, anche se in misura minore, problemi alla pompa a pistone associati all'usura abrasiva e alla necessità di pulire le valvole di aspirazione e scarico durante il pompaggio di liquidi riempiti o abrasivi, nonché la necessità di lavorare in posizione verticale.

POMPE A TAMBURO A VITE

L'uso di pompe di questo tipo è limitato al pompaggio e al versamento di liquidi da barili, contenitori e contenitori.

La pompa a vite ha, forse, il design più semplice di tutte le pompe a canna. Consiste di una sezione fluida e un'unità rotante. La sezione liquida è un cilindro di acciaio o di plastica dura, all'interno del quale vi è un lungo albero, alla cui estremità è fissata una vite. L'estremità inferiore del cilindro in cui è posizionata la vite è il collettore di aspirazione e il collettore di scarico si trova all'estremità superiore del cilindro. L'azionamento della pompa è separato dalla sezione del fluido attraverso l'elemento di tenuta dell'albero. I motori elettrici e pneumatici sono utilizzati come azionamenti.

Pompa a vite cilindrica pneumatica

Ejector Pumps

In quei luoghi in cui non è possibile collegarsi al sistema di alimentazione centralizzata dell'acqua, viene utilizzata una pompa espulsore. Lo scopo principale di tali unità è di sollevare l'acqua da pozzi di diversa profondità, da pozzi e altre depressioni e creare una sana competizione per le già note pompe di tutti i pozzi che operano utilizzando il metodo di immersione. Tali potenti dispositivi possono sollevare l'acqua da una fossetta ad un'altezza di oltre 8 metri da profondità che raggiungono i 50 metri.

Cos'è un eiettore in una stazione di pompaggio?

Molti proprietari terrieri possono aver riscontrato un problema come la presenza profonda di una falda acquifera. Ma, come sai, è impossibile fare a meno dell'acqua, quindi le persone trovano una soluzione a questo problema installando una pompa espulsore nella loro area.

Sfortunatamente, l'attrezzatura di superficie con l'uso di pompe non porta sempre risultati positivi e non sempre può fornire acqua. A volte l'acqua è completamente assente e talvolta entra nel sistema, ma molto lentamente e senza pressione. In tali casi, è meglio applicare una stazione di pompaggio dell'eiettore di approvvigionamento idrico.

Tipi di pompe di espulsione e relative funzioni di applicazione

La pompa di iniezione può essere rappresentata da diverse varietà:

  1. Con un eiettore remoto, che è ampiamente utilizzato nel processo di abbassamento profondo nella rientranza. Tali pompe di espulsione si differenziano per le loro caratteristiche di progettazione nella forma della presenza di due tubi. Uno dei quali è necessario per fornire il fluido all'eiettore stesso sotto pressione, il che porta alla formazione del getto di aspirazione necessario. Una stazione di pompaggio con un eiettore di tipo remoto non tollera abbastanza sporco e aria nell'unità. L'efficienza di questo tipo non è troppo alta, ma ha un innegabile vantaggio: la pompa per l'acqua di tipo portatile può essere installata all'interno dell'abitazione.
  2. Con espulsore integrato. Una caratteristica distintiva di un tale dispositivo è la presenza in esso di un vuoto creato da mezzi artificiali. E il principio di funzionamento si basa sul lavoro della pompa centrifuga interna incorporata. Una pompa di tipo eiettore con un elemento integrato è in grado di sollevare il fluido da grandi profondità, in alcuni casi la profondità può raggiungere i 50 metri. Questo tipo di pompa ha prestazioni elevate, ma allo stesso tempo molto rumorose. In relazione a tali caratteristiche, nella maggior parte dei casi, una stazione di pompaggio con espulsore di tipo integrato è installata in scantinati e aree secondarie di edifici residenziali.

Principio di funzionamento del dispositivo

La pompa di iniezione ha una base di lavoro abbastanza semplice e molte persone cercano di creare una pompa di espulsione con le proprie mani. Allo stesso tempo, prima di comprendere il principio di azione, è necessario sapere in cosa consiste questo aggregato:

  • Un ugello attraverso il quale scorre un fluido che accelera e lascia l'unità a una velocità più elevata. È l'alta velocità dell'acqua che evita un'alta pressione non necessaria sui piani circostanti.
  • Un dispositivo di miscelazione in cui l'acqua dall'ugello. È nel dispositivo di miscelazione che il liquido viene scaricato nel suo intero volume.
  • La camera di aspirazione in cui entra l'acqua dal pozzo.
  • Un diffusore che spinge tutto il liquido ulteriormente lungo la tubazione esistente.

In generale, il principio di funzionamento di una pompa d'iniezione per l'acqua è il processo di trasferimento dell'energia cinetica dall'acqua ad alta velocità verso l'ambiente acquatico a bassa velocità.

Pompa per aumentare la pressione dell'acqua e delle pompe di iniezione

La pompa per aumentare la pressione dell'acqua è ampiamente utilizzata negli impianti di riscaldamento per garantire una circolazione stabile dell'acqua e per aumentare la pressione dell'acqua nei sistemi idraulici. La bassa pressione nei sistemi di alimentazione idrica non consente alle apparecchiature di funzionare. Questo include sia elettrodomestici che grandi unità.

Pompa per aumentare la pressione dell'acqua

Si applicano le pompe per aumentare la pressione:

  • negli edifici di cottage per garantire l'efficienza del sistema di riscaldamento autonomo;
  • nel paese, per fornire acqua nel sistema di irrigazione e per la doccia estiva;
  • nelle utenze per garantire l'approvvigionamento idrico ininterrotto ai piani superiori;
  • nell'industria industriale per fornire cicli di produzione dell'acqua circolante;
  • in agricoltura, sistemi di irrigazione.

Vale la pena notare che su una scala di produzione, le pompe singole vengono utilizzate raramente per aumentare la pressione e viene utilizzata un'unità come una stazione di pompaggio, che è un fascio di una coppia o più pompe.

Quali tipi e tipi di pompe ci sono?
Le pompe per aumentare la pressione dell'acqua sono divise in due tipi:

È preferibile utilizzare una pompa con più giranti, poiché tale pompa massimizza la pressione dell'acqua, poiché la pressione è generata da ciascuna girante e le potenze nel motore elettrico rimangono relativamente piccole.

Le pompe che aumentano la pressione dell'acqua includono anche dispositivi relativi alle pompe dell'acqua e alle pompe sommerse ad alta pressione, che vengono utilizzate per pompare l'acqua da grandi profondità.

Stazione di pompaggio quale è meglio

Decidi che hai solo bisogno di una stazione di pompaggio. Quale è meglio, la lista dei modelli popolari, le loro caratteristiche, la portata, l'opinione dei consumatori - tutto questo senza dubbio ti interessa. Bene, considera le stazioni di pompaggio più in dettaglio.

Nella scelta delle stazioni di pompaggio, occorre prestare attenzione a caratteristiche così importanti:

  • la profondità della trazione Questo parametro determinerà la profondità massima alla quale la stazione può sollevare l'acqua. C'è un punto importante, viene presa in considerazione solo la distanza tra la pompa e la superficie dell'acqua. Ciò che è al di sotto della superficie dell'acqua non è preso in considerazione;
  • altezza di sollevamento. Questo parametro determina l'altezza a cui la stazione di pompaggio è in grado di erogare acqua. Maggiore è il valore di questo parametro, maggiori saranno le letture della pressione rimosse all'uscita della stazione di pompaggio. Ad esempio, se questo parametro è 46 m., La stazione creerà una pressione di 4,6 atm. per le condizioni ideali, ma tenendo conto di tutti i tipi di perdite, questo parametro diminuisce notevolmente.
  • produttività (m3 / ora). Molto spesso, stiamo parlando della prestazione massima, cioè quella che si sviluppa dalla stazione di pompaggio se la profondità di pull-in e la pressione sono pari a zero.

Separazione delle stazioni di pompaggio in base al tipo di pompa

stazione di pompaggio autoadescante. Una tale stazione solleva l'acqua da una distanza di 9 metri, e stazioni di questo tipo possono funzionare anche se ci sono bolle d'aria nell'ugello. Lo svantaggio di tali dispositivi può essere definito lavoro rumoroso, per questo motivo, la stanza in cui sono installati è meglio insonorizzata;

  • stazione di pompaggio multistadio. Questo tipo di stazione di pompaggio è più produttivo e meno rumoroso rispetto al precedente. La profondità di tali stazioni è di 8-9 m Questi dispositivi hanno un costo maggiore a causa di una struttura più complessa;
  • stazione di pompaggio a vortice. Sollevano acqua da una profondità di 7 m, hanno la maggiore pressione, ma le prestazioni più basse tra tutte le stazioni alla stessa potenza.

Pompe di iniezione per pozzi

Per fornire l'approvvigionamento idrico autonomo (ad esempio, nel paese), vengono utilizzate pompe di iniezione per pozzi. Un dispositivo di questo tipo consente inoltre di fornire acqua da altre fonti, come un corpo idrico o un pozzo. Inoltre, sono utilizzati per il pompaggio di acqua da serbatoi di stoccaggio o acqua.

La parte operativa principale nella stazione di pompaggio è chiamata pompa. La pompa può essere estrattore o iniezione, differiscono per il principio di funzionamento e le caratteristiche di utilizzo. Oggi guardiamo alle stazioni di pompaggio delle iniezioni.

Le stazioni di pompaggio per iniezione sono più adatte per l'uso in condizioni domestiche, poiché hanno una maggiore produttività e consumano meno energia elettrica.

Le stazioni di pompaggio a iniezione offrono l'opportunità di sollevare l'acqua da una profondità di 25 metri, per questo motivo possono essere utilizzate nei pozzi. Molto spesso, negli iniettori delle stazioni di pompaggio viene fornita una valvola di non ritorno per prevenire un fenomeno come lo scarico spontaneo di acqua. Inoltre, questi dispositivi hanno una protezione contro il funzionamento a secco, che interrompe il funzionamento del dispositivo se non è sott'acqua.

La posizione del motore nella stazione di iniezione e il meccanismo di diluizione dell'aria differiscono. Il primo rimane a terra, mentre il secondo è nell'acqua. Quando si sceglie la posizione del motore, oltre alla profondità di aspirazione dell'acqua, è necessario tenere conto della distanza del suo movimento dopo il motore. Per migliorare le prestazioni del dispositivo, il motore dovrebbe essere posizionato il più vicino possibile all'acqua.

Per proteggere la stazione dal gelo in inverno, può essere collocato all'interno di una cabina o fossa isolata, in cui le pareti sono fortificate.

Per garantire l'innalzamento dell'acqua dai pozzi, la cui profondità è compresa tra 26 e 40 m, è necessario utilizzare stazioni di pompaggio a iniezione, in cui è installato un motore più potente.

Indicatori di affidabilità, disponibilità, facilità di installazione e sicurezza delle stazioni di pompaggio di tipo di iniezione, consentono loro di essere popolari tra le attrezzature di pompaggio dell'acqua.