Metodi di depurazione delle acque

L'acqua è la base della nostra vita, senza di essa non sono possibili processi nel corpo. Più della metà della malattia è colpita direttamente o indirettamente da acque di cattiva qualità. Ecco perché è così importante prendersi cura dei problemi di trattamento delle acque. E ora per i metodi di pulizia. Analizziamo sia i metodi standard che quelli relativamente nuovi.

I metodi di trattamento delle acque più popolari sono:

  • meccanico
  • fisico e chimico
  • biologico

Metodi meccanici di trattamento delle acque

I metodi meccanici di trattamento delle acque sono tra i più economici. Il trattamento meccanico delle acque reflue purifica i liquidi domestici dalle particelle in sospensione del 60-65%, dagli elementi insolubili a grana grossa del 90-95%.

I metodi di pulizia meccanica includono:

  • Tendendo. Il metodo di filtraggio è basato sulla filtrazione graduale dell'acqua. Nella prima fase, l'acqua passa attraverso una griglia che ritarda grandi detriti. Successivamente, l'acqua viene fatta passare attraverso la griglia con una lunghezza della cella più corta. Nell'ultima fase, la dimensione della cella della griglia è minima, il che rende possibile intrappolare le particelle più piccole.
  • Difendere. Il metodo è utilizzato per migliorare la qualità dell'acqua nei sistemi ad acqua chiusa. Durante il ritardo, particelle con una densità maggiore si depositano sul fondo, mentre le particelle con una densità inferiore alla densità dell'acqua galleggiano sulla superficie.
  • Filtrazione. L'acqua sporca che passa attraverso il materiale filtrante lascia tutte le sospensioni non necessarie nel filtro. Esistono diversi tipi di filtri. Il più comune: mesh, vuoto. Per il trattamento attivo dell'acqua mediante centrifughe e idrocicloni. I rifiuti in essi si accumulano sulle pareti sotto l'influenza della forza centrifuga.

Metodi fisico-chimici di depurazione delle acque

I metodi fisico-chimici di depurazione delle acque includono:

  • Coagulazione: il metodo ha un'efficienza fino al 95%. La purificazione dell'acqua inizia con il fatto che all'acqua si aggiungono coagulanti attivi: ammonio, rame, sali di ferro. Le sostanze nocive precipitano e quindi vengono rimosse senza difficoltà. Il metodo è utilizzato in molte aziende tessili, leggere, petrolchimiche, cellulosiche, chimiche, ecc. Il FeSO ferro dividente è considerato un buon coagulante.4, che è uno spreco del processo di decapaggio dell'acciaio. Gli effluenti di incisione contengono fino al 15% di ferro. Quando lo si utilizza, la purificazione COD arriva fino al 75%, la torbidità viene ridotta al 90%, la quantità di fosforo - del 98%, i batteri - fino all'80%.
  • Adsorbimento. Durante l'adsorbimento, l'assorbente assorbe tutte le sostanze e le impurità, senza ritardare il flusso dell'acqua. Adsorbenti popolari: carbone, torba, zeoliti, argille di bentonite. A seconda del tipo di adsorbente utilizzato e della sostanza chimica rimossa, è possibile ottenere un'efficienza fino al 95%.
  • Flottazione La flottazione si basa sulla formazione di bolle d'aria che sollevano le impurità. Si forma uno strato di schiuma che è facile da rimuovere. Il metodo è efficace nel trattamento delle acque reflue da prodotti petroliferi, particelle fibrose, oli e altre sostanze. L'acqua dopo il galleggiamento può essere diretta alle esigenze interne dell'impresa o essere sottoposta a una pulizia più accurata.
  • Estrazione. Utilizzato per rimuovere la materia organica dalle acque reflue, che viene successivamente trasformata: acidi grassi, fenoli. La legge di distribuzione fisico-chimica funziona qui: con la miscelazione attiva di due liquidi insolubili, qualsiasi sostanza disciolta in una di esse inizierà a essere distribuita secondo la sua solubilità. Dopo la separazione del primo liquido dal secondo, uno di essi sarà parzialmente pulito. Quando le impurità iniziano ad accumularsi nello strato di estrazione, lasciando l'acqua, l'estratto viene rimosso. Per l'efficienza di pulizia, l'acqua di scarico viene estratta più volte dall'estrazione.
  • Scambio ionico Ioniti della fase solida e ioni nello scambio di soluzione. A causa di ciò, è possibile prendere le sostanze radioattive e le impurità necessarie dalle acque reflue: fosforo, arsenico, mercurio, piombo, ecc. Lo scambio ionico è particolarmente efficace con l'alta tossicità dell'acqua.
  • Dialisi. Nel processo di dialisi, la membrana semipermeabile rilascia soluzioni colloidali e composti a basso peso molecolare da sostanze ad alto peso molecolare. Le sostanze a basso peso molecolare sono in grado di passare attraverso la membrana. Lo svantaggio principale della dialisi è un lungo periodo di pulizia. Per accelerare il processo, fanno ricorso ad un aumento dell'area attiva e aumentano la temperatura. La dialisi combina l'osmosi e la diffusione.
  • Cristallizzazione. Rimozione di cristalli di impurità. È applicato in serbatoi e stagni per evaporazione. Possibile solo con un alto contenuto di impurità.

Metodo biologico di depurazione delle acque

  • Stagni biologici. Tale pulizia richiede la presenza di bacini artificiali aperti. Sono acque reflue autopulenti. Questo metodo consente di ottenere il risultato migliore rispetto all'utilizzo di metodi artificiali. Il trattamento biologico più efficace funziona nella stagione calda. In inverno, la pulizia non si verifica, poiché i microrganismi non sono in grado di nutrirsi a temperature ambiente sotto zero.
  • vasche di aerazione. Con il metodo biologico si verifica a causa dell'interazione tra fanghi attivi e acque reflue trattate meccanicamente. Il fango attivo contiene molti microrganismi aerobici. Se vengono fornite condizioni favorevoli, nel corso della loro attività vitale, i microrganismi rimuoveranno varie sostanze inquinanti dalle acque reflue e quindi si verificherà la purificazione. La depurazione biologica avviene continuamente, purché venga fornita regolarmente aria fresca. Quando il livello del consumo di ossigeno biochimico (BOD) diminuisce, l'acqua entra nelle seguenti sezioni. Un altro microrganismo inizia a lavorare su di loro - batteri-nitrificanti. Alcuni di questi batteri riciclano i sali di ammonio di azoto, il risultato sono i nitriti. Inoltre, il fango attivo si trasforma in sedimento e l'acqua depurata entra nei serbatoi.
  • Biofiltri. Il più comune, in particolare tra i proprietari di singoli edifici, è la pulizia con un biofiltro. La tecnica di purificazione biologica viene eseguita utilizzando tutti gli stessi microrganismi presenti nel biofiltro sotto forma di un film attivo. Le prestazioni dei biofiltri con filtrazione a goccia sono molto basse. Ma forniscono il più alto grado di trattamento delle acque reflue. I biofiltri a due stadi hanno un'alta produttività, mentre la qualità è leggermente diversa dalla filtrazione a goccia. Il principio del funzionamento del biofiltro è simile al processo di pulizia con l'aiuto del serbatoio di aerazione. Innanzitutto, con l'aiuto di filtri meccanici e di un serbatoio di decantazione, l'acqua di scarico viene smaltita con sostanze in sospensione e particelle di grandi dimensioni. Quindi l'acqua entra nel corpo del biofiltro, dove avviene la pulizia. I batteri sul film attivo ottengono nutrienti con l'acqua. Nel processo di consumo di materia organica, i batteri si moltiplicano. Di conseguenza, una colonia espansa di microrganismi purifica le acque reflue da tutta la materia organica.

Metodo di trattamento delle acque dei reagenti

Un reagente viene aggiunto all'acqua, che lega i contaminanti disciolti nell'acqua e li trasferisce al sedimento. Il metodo è utilizzato per rimuovere le sostanze inorganiche disciolte del tipo ionico (sale, acido, base), sostanze organiche disciolte (tensioattivi) dalle acque reflue, convertendo queste ultime in complessi insolubili. L'effetto di pulizia raggiunge il 97-98%.

  • Ossidazione. Forti agenti ossidanti includono ozono, fluoro, ossigeno, cloro e altre sostanze con alti potenziali redox E. I metodi di ossidazione sono usati per la depurazione delle acque reflue principalmente da sostanze organiche (fenoli, acidi organici, tensioattivi, ecc.). Inoltre, i prodotti di ossidazione sono componenti non tossici: CO2; H2O; NH3 e schegge di sostanze organiche di varie strutture. Con la giusta scelta della modalità di ossidazione e un chiaro controllo su di esso, l'effetto di pulizia raggiunge il 99%.
  • Neutralizzazione. La reazione di scambio tra l'acido e la base, in cui entrambi i composti perdono le loro proprietà caratteristiche e la formazione di sali. I reagenti vengono introdotti sotto forma di polveri (calce, carbonato di sodio), soluzioni acquose (NaOH, calce spenta, ecc.), Gas, carichi filtranti attivi (marmo frantumato, calcare, dolomite).Se si formano fogne acide e alcaline presso imprese industriali, è possibile la loro reciproca neutralizzazione mescolando in modo controllato. Il processo viene eseguito in neutralizzatori (i serbatoi sono dotati di un dispositivo di miscelazione e un erogatore di reagenti), più spesso con successiva chiarificazione.
  • Estrazione. Metodo di purificazione, alternativo all'assorbimento, utilizzato per rimuovere le impurità molecolari di natura prevalentemente organica. Come estratti si usano liquidi organici poco solubili: esteri, alcoli, aromatici, chetoni.

Metodo di purificazione dell'acqua a membrana

Le membrane, come altri materiali filtranti, possono essere considerate come fluidi semi-permeabili: lasciano passare l'acqua, ma non lasciano passare, o meglio, lasciano passare le impurità. Tuttavia, se si utilizza una filtrazione convenzionale per rimuovere formazioni relativamente grandi di impurità colloidali disperse in acqua e di grandi dimensioni, le tecnologie a membrana vengono utilizzate per estrarre piccole particelle colloidali e composti disciolti. Per questo, le membrane devono avere pori molto piccoli.

La principale differenza tra le membrane dei media filtranti convenzionali è che sono sottili e le impurità rimosse non si attardano in volume, ma solo sulla superficie della membrana. La capacità di trattenimento dello sporco superficiale è ovviamente molto inferiore a quella di un volume. A causa di ciò, sembrerebbe che la membrana si ostruisca molto rapidamente e interrompa il flusso dell'acqua.

Così sarebbe stato se non ci fosse stata una autopulizia permanente della membrana nel filtro a membrana. A tale scopo, nell'apparecchiatura viene utilizzata una cosiddetta configurazione "tangenziale" del flusso d'acqua, in cui l'acqua viene raccolta su entrambi i lati della membrana: una parte del flusso passa attraverso la membrana e forma un filtrato (o permeato), ovvero acqua depurata e l'altro è diretto lungo la membrana fino a Lavare via le impurità e rimuoverle dalla zona di filtrazione. Questa parte del flusso è denominata un concentrato o un retentato e di solito viene scaricata nello scarico o, ad esempio, durante la pulizia delle acque reflue di elettrodeposizione, deviata per l'ulteriore lavorazione e l'estrazione dei componenti necessari.

Pertanto, l'unità di filtrazione a membrana ha un ingresso e due uscite e parte dell'acqua viene costantemente spesa per la pulizia della membrana. (Negli impianti a membrana a due stadi, il concentrato di secondo stadio può essere molto più pulito dell'acqua di fonte, quindi può essere utilizzato alimentando nuovamente l'impianto. In questo modo, il consumo di acqua è ridotto.)

Quali sono i vantaggi del trattamento biologico delle acque reflue?

Il livello dell'industria moderna determina la massima intensificazione di tutti i processi tecnologici e i relativi risparmi.

Schema di trattamento biologico delle acque reflue domestiche.

Al fine di ridurre i costi di produzione, la maggior parte delle imprese progressiste pratica la produzione senza sprechi, garantendo l'uso più razionale di tutte le risorse.

Una delle caratteristiche principali di questa tecnologia, che ne predetermina l'essenza, è il riciclaggio delle acque reflue. Per poter riutilizzare le acque reflue, è necessario pulirle e disinfettarle.

1 scopo dei metodi biologici di depurazione delle acque

Oggi, la massima filtrazione dell'acqua è possibile solo quando si combinano i metodi di pulizia disponibili - nessun metodo singolo può garantire una sufficiente efficienza.

Mentre l'organizzazione di un processo graduale, quando ogni metodo di pulizia è responsabile della rimozione di alcuni inquinanti, offre l'opportunità di ottenere il risultato desiderato.

Il metodo chiave per il trattamento delle acque reflue è la purificazione microbiologica dell'acqua, si basa sui modelli naturali di auto-purificazione biochimica dei corpi idrici naturali, che vengono simulati utilizzando tecnologie industriali.

Oltre al trattamento delle acque reflue delle imprese industriali, i metodi biologici di trattamento delle acque mostrano un'eccellente efficienza nel trattamento delle acque reflue municipali.

In questo caso, uno dei principali vantaggi di questo metodo è rivelato: la purificazione biochimica dell'acqua consente di utilizzarla ulteriormente in agricoltura come fertilizzante. Il metodo di pulizia biochimica è considerato uno dei più popolari e richiesti in quest'area.

In generale, dopo aver analizzato le applicazioni del trattamento biologico delle acque reflue, possiamo concludere che questo metodo si applica a quasi tutte le aree dell'industria:

  • Industria farmaceutica;
  • Industria alimentare;
  • Industria chimica;
  • Produzione di polpa e carta;
  • Servizi sanitari;
  • Settore agricolo;
  • Industria della raffinazione del petrolio

Grandi impianti di trattamento delle acque reflue per il trattamento delle acque reflue biochimiche.

La flora biologica naturale identica, che contiene biofiltri moderni, consente di ottenere una depurazione di alta qualità delle acque reflue domestiche e industriali.

E già, successivamente, possono essere riutilizzati in processi tecnologici, o smaltiti in modo sicuro, senza esercitare, allo stesso tempo, un impatto negativo non sull'ambiente.
al menu ↑

2 vantaggi e svantaggi

Il metodo di trattamento biologico è che l'ossidazione, la scissione e la successiva distruzione di contaminanti organici del liquido di scarto sono il risultato del processo vitale dei microrganismi più semplici.

Questi microrganismi sono artificialmente coltivati ​​in dispositivi speciali (biofiltri, serbatoi aerodinamici, ecc.) Attraverso i quali passa l'acqua trattata.

L'intera serie di metodi di elaborazione biologica è convenzionalmente suddivisa in due gruppi, che dipendono dal tipo di microrganismi utilizzati:

  • Metodo aerobico: i batteri vengono utilizzati per purificare l'acqua, la cui attività vitale è possibile solo con un accesso illimitato all'ossigeno;
  • Metodo anaerobico: l'uso di microrganismi che non hanno bisogno di ossigeno.

Serbatoio vuoto per il trattamento biologico delle acque reflue in condizioni domestiche.

Inoltre, a volte viene rilasciato un altro - il gruppo azoto, questi sono batteri che hanno bisogno di un mezzo saturo di azoto per tutta la vita.

al menu ↑

2.1 Trattamento biologico aerobico

Il metodo aerobico di depurazione delle acque domestiche e industriali è inoltre suddiviso in categorie, che sono determinate dal tipo di serbatoi utilizzati, dove viene eseguito il trattamento delle acque reflue.

Questi possono essere: biofiltri, bacini biologici, campi di filtrazione o serbatoi aerodinamici. In generale, direttamente sull'essenza stessa del metodo di pulizia, il tipo di serbatoio non ha alcun effetto - tutti hanno lo stesso metodo di mineralizzazione degli inquinanti.

La principale sostanza biologica per il trattamento aerobico è il "fango attivo", che a volte viene chiamato biofilm. In ogni impresa, a seconda della composizione delle acque reflue, la struttura del fango attivo sarà diversa.

Di per sé, il fango attivo esiste sotto forma di scaglie di un colore marrone scuro, la cui dimensione non supera i duecento micrometri. Il fango medio è costituito da particelle inorganiche solide al 30% e dal 70% dei microrganismi viventi che nel processo di vita utilizzano particelle solide come habitat.

La parte principale dei batteri nei fanghi attivi è costituita da organismi della famiglia Pseudomonas, tuttavia, la diversa composizione dell'effluente determinerà il gruppo predominante di microrganismi.

La caratteristica principale dei fanghi attivi, che predetermina la sua capacità di purificazione, è la capacità dei batteri di utilizzare gli inquinanti organici come mezzo di nutrizione. Tali batteri assorbono inquinanti all'interno delle loro cellule, che subiscono un cambiamento nella struttura biochimica.

In generale, il completo trattamento biologico aerobico delle acque reflue domestiche e industriali, se tutti i requisiti tecnologici sono soddisfatti, è in grado di rimuovere circa il 90% di tutti gli inquinanti ossidabili contenuti nell'acqua.

Ad oggi, la tecnologia del trattamento aerobico richiede un'accelerazione artificiale del processo, poiché il suo corso naturale richiede molto tempo. Il trattamento biologico aerobico naturale viene effettuato su speciali campi di filtrazione, questo metodo, oltre a un lungo periodo di flusso, è anche caratterizzato da una debole efficienza, che non supera il 50% per la maggior parte degli inquinanti più comuni.

Al fine di accelerare il metodo aerobico in condizioni industriali, vengono utilizzati contenitori speciali, durante il loro soggiorno in cui l'acqua di scarico viene saturata artificialmente con ossigeno. Tali serbatoi sul fondo hanno contenitori porosi di materiale polimerico in cui sono colonizzate colonie di microrganismi.

Sotto i contenitori sono posizionati gli aeratori - tubi con piccoli fori che riempiono l'acqua di ossigeno. Anche il fattore catalizzante è la temperatura del liquido, che deve essere mantenuta al livello richiesto.

A proposito, i microrganismi stessi producono una certa regolazione dell'habitat - nel processo di ossidazione e decomposizione dell'inquinamento organico viene rilasciata una quantità significativa di energia, che aumenta significativamente la temperatura del liquido.

Tali dispositivi per il trattamento biologico dell'acqua, oltre agli impianti di trattamento delle acque reflue industriali, sono ampiamente utilizzati in condizioni domestiche - i biofiltri sono spesso usati nella costruzione di fosse settiche. O piccole costruzioni fognarie di uso individuale in case di campagna e case di campagna.
al menu ↑

2.2 Trattamento biologico anaerobico

Un metodo di purificazione anaerobico comporta la trasformazione di inquinanti organici dopo il passaggio di tutte le reazioni sotto forma di biogas - metano, che viene utilizzato in ulteriori processi tecnologici per la combustione.

I microrganismi, per convertire un inquinante in metano, devono eseguire 4 fasi di decomposizione:

  1. Trasformazione di sostanze organiche in composti monomerici.
  2. I monomeri nel processo di decomposizione enzimatica passano sotto forma di acidi a catena corta.
  3. Gli acidi sono ossidati in acido acetico.
  4. Inoltre, si verifica la formazione di metano, insieme con il quale viene emessa anidride carbonica.

La composizione del biogas che verrà rilasciato e la concentrazione di metano in esso, dipende dalla composizione degli inquinanti dell'effluente.

Il metodo anaerobico di purificazione è il principale metodo di trattamento biologico delle acque nell'industria chimica e alimentare, nonché nei sistemi di filtrazione delle acque reflue domestiche.

Tali biofiltri non perdono la loro efficacia con un aumento della concentrazione di inquinanti in un liquido, inoltre, la questione dello smaltimento di una quantità eccessiva di fango attivo perde la sua urgenza.

Un importante vantaggio del metodo anaerobico è una riduzione del costo delle attrezzature e dei relativi costi operativi, poiché il flusso del trattamento anaerobico non richiede l'aerazione artificiale dell'acqua.

In generale, l'efficacia del trattamento biologico delle acque di scarico delle imprese domestiche e industriali dipende dai seguenti fattori:

  • Le acque reflue non devono contenere sostanze tossiche aggressive (possono causare la morte di microrganismi);
  • Mantenere condizioni di temperatura ottimali;
  • Conformità con la concentrazione limite ammissibile di inquinamento delle acque reflue, è importante considerare il carico sul fango, per il numero di inquinanti;
  • Tempo di reazione;
  • Il livello richiesto di aerazione;
  • Caratteristiche di progettazione dell'impianto di trattamento delle acque reflue.

Dovrebbe essere chiaro che qualsiasi metodo di trattamento biologico è solo uno dei passi necessari per il trattamento completo delle acque reflue industriali e domestiche.

Affinché le acque reflue possano reinserirsi in processi tecnologici o essere smaltite in modo sicuro, devono passare attraverso almeno 3 fasi di pulizia: meccanica, biologica e disinfezione.
al menu ↑

3 Elenco delle attrezzature richieste

Il liquido purificato con un metodo biologico passa l'ultima fase del processo.

I metodi biologici di trattamento delle acque reflue richiedono l'uso di apparecchiature classificate nei seguenti gruppi.

Strutture per il trattamento delle acque reflue naturali:

  • Campi di filtrazione (suddivisi in campi di filtrazione esterna e sotterranea);
  • Pozzi filtranti (principalmente utilizzati in condizioni domestiche);
  • Filtri per sabbia e ghiaia;
  • Canali di ossidazione di circolazione;
  • Serbatoi biologici con aerazione naturale.

Dispositivi per la purificazione artificiale dell'acqua biologica:

  • Biofiltri che caricano il vetro espanso;
  • Biofiltri a disco;
  • Biofiltratory;
  • Bioreattore per il trattamento delle acque reflue;
  • Biofiltri resistenti allagati;
  • Installazioni dell'aerazione estesa - serbatoi aerodinamici (metodo di completa ossidazione);
  • Installazioni per l'aerazione con la stabilizzazione della quantità in eccesso di fango attivo.

Il dispositivo più comune, sia in ambito industriale, sia per la pulizia delle acque reflue domestiche, sono i serbatoi di aerazione. Tali biofiltri sono principalmente realizzati sotto forma di serbatoi rettangolari con una profondità di 1-2 metri e dotati di sistemi artificiali per il riempimento di acqua con ossigeno.

Si tratta di biofiltri piuttosto compatti, caratterizzati da un'elevata efficienza del trattamento delle acque, che svolgono l'ossidazione trifase dell'inquinamento organico.

Durante la prima fase, vi è un aumento continuo della quantità di fanghi attivi a causa della materia organica presente nell'effluente, nella seconda fase - la maggior parte degli inquinanti organici sono "mangiati" dai fanghi e il loro tasso di crescita è diminuito.

Nella terza fase, i microrganismi mancano di nutrienti, costringendoli a mangiare batteri morti, il che porta all'autoregolazione dell'intero sistema.
al menu ↑

Purificazione biologica delle acque naturali

L'acqua proveniente da fonti di superficie e sotterranee è soggetta ad inquinamento antropogenico, che include materia organica.

I composti organici nell'acqua possono stimolare la crescita batterica negli impianti di trattamento delle acque reflue e nella rete di approvvigionamento idrico. Composti di ammonio, fosforo, manganese, ferro sono il substrato (cibo) per alcuni batteri.

Esistono sostanze organiche biodegradabili e bioresistenti. Questi ultimi comprendono composti organici sintetici e composti alogenati che cadono nelle fonti durante lo scarico di rifiuti industriali insufficientemente purificati, nonché durante il trattamento dell'acqua con cloro.

Un indicatore del livello di inquinamento delle fonti con sostanze organiche è attualmente carbonio:

TOC - carbonio organico totale;

DOW - carbonio organico disciolto;

AOU è carbonio organico assimilabile, è una valutazione quantitativa delle sostanze biodegradabili (non include sostanze umiche). Il numero di AOU è un indicatore della crescita potenziale di microrganismi. Più basso è il COA, maggiore è la stabilità biologica dell'acqua.

Da tempo è nota la depurazione biologica delle acque naturali: filtrazione lenta. La possibilità di applicare metodi di depurazione biologica è associata alla capacità delle sostanze organiche di biodegradarsi. Tuttavia, questi metodi sono stati ampiamente utilizzati nel trattamento delle acque solo nella seconda metà del XX secolo. L'esperienza dei paesi dell'Europa occidentale (azienda Degremon) dimostra che i processi biologici possono essere combinati con schemi tecnologici di pulizia fisica e chimica.

I metodi biologici possono essere rimossi:

- sostanze organiche: fenoli, prodotti petroliferi;

- sapori e odori;

- la vita del sorbente è aumentata.

Sono noti i seguenti processi di trattamento biologico.

Ossidazione nel biofilm. Il biofilm si forma sulla superficie di un solido materiale portante. I batteri sono attaccati alla superficie del supporto utilizzando adesivi o per assorbimento. I batteri induriti diventano più resistenti alle influenze esterne. AOU, esistente nelle acque naturali, è in grado di supportare la crescita dei biofilm.

Il vettore può essere fibre, sabbia, ghiaia, clinoptilolite, carbone attivo. La crescita delle colonie è influenzata dalla granulometria, dalla porosità, dall'attività superficiale del materiale di supporto.

Bioreattori con microflora fissa. Filtri con caricamento di una specifica granulometria, lavaggio a bassa intensità o senza lavaggio (in modo che il biofilm non venga lavato).

GAU è un ottimo ambiente per lo sviluppo della microflora. Allo stesso tempo, le sostanze biodegradabili vengono rimosse dalla microflora e quindi aumentano i siti di adsorbimento per l'assorbimento di composti organici bioresistenti, vale a dire La durata del servizio GAU aumenta.

Ossidazione chimica e biofilm. Pre-ozonizzazione: aumenta la concentrazione di ossigeno disciolto. Poiché i processi di purificazione biologica sono aerobici, le sostanze organiche vengono ossidate allo stato in cui sono facilmente assimilabili dai microrganismi.

Tuttavia, la dose dell'ossidante e il tempo di contatto devono essere determinati nel processo di studi pilota sull'acqua trattata.

Filtrazione a due stadi: l'acqua viene alimentata al filtro a sabbia veloce e quindi al filtro di assorbimento con GAU. Il primo stadio è un filtro biologico. Strutturalmente, questo è un filtro standard aperto o pressione veloce. Il tasso di filtrazione è basso, inferiore a quello per la chiarificazione, vale a dire tempo di contatto dell'acqua con aumenti di carico. La proclorinazione non viene eseguita. Il lavaggio del carico viene eseguito a bassa intensità, è possibile utilizzare il risciacquo acqua-aria. Quindi, vengono create le condizioni per l'accumulo di biofilm. Come primo stadio, un filtro a carbone può essere utilizzato senza risciacquo o con parziale 70-80% di rigenerazione per preservare il biofilm.

Filtri a pressione con filtrazione discendente o ascendente. In primo luogo, l'acqua viene filtrata attraverso un materiale inerte che funge da supporto per il biofilm, dove vengono trattenute sostanze organiche biodegradabili, per poi passare al carico di assorbimento, dove vengono rimosse le sostanze bioresistenti.

Fig. 5.39 Biofiltro a singola e doppia pressione.

Lo schema tradizionale senza reagenti a due stadi è completato da un filtro di assorbimento.

Fig.5.40 Schema di filtraggio a due stadi con filtro lento

Invece del prefiltro, è possibile utilizzare il dispositivo dello strato superiore del filtro lento da clinoptilolite, tappetini in fibra.

VODGEO / VST, 1998, n. 5 / è stato sviluppato un metodo biotecnologico di purificazione delle acque naturali e di acque reflue - biosorbimento: combinando i processi di assorbimento dell'inquinamento con la loro ossidazione biologica nello spazio e nel tempo.

Il processo procede attraverso le fasi:

- adsorbimento dell'inquinamento da acqua nella struttura microporosa del sorbente;

- modifica biochimica delle sostanze adsorbite difficilmente ossidabili in forma biodegradabile mediante esoenzimi immobilizzati nella struttura microporosa del carbone attivo;

- desorbimento di prodotti biodegradabili sulla superficie delle particelle assorbenti;

- ossidazione biologica di questi prodotti da parte di microrganismi del biofilm sulla superficie delle particelle assorbenti.

Ciò garantisce il recupero biologico continuo dell'assorbente ed elimina la necessità della sua rigenerazione o sostituzione termica.

La differenza fondamentale tra i biosorbenti dei tradizionali filtri di assorbimento con GAU è che il carico di assorbimento viene costantemente mantenuto in uno stato fluidizzato, che fornisce uno scambio di massa intensivo tra le particelle assorbenti e l'acqua trattata, aumenta l'efficienza di adsorbimento degli inquinanti e crea condizioni favorevoli per lo sviluppo di un film batterico sui granuli assorbenti. Pertanto, la purificazione dell'assorbimento è integrata con quella biologica, con conseguente ossidazione biologica continua dei contaminanti adsorbiti (bioregenerazione assorbente).

Il grado ottimale di espansione è del 40-42%. La pesatura inadeguata o disomogenea dello strato porta a un deterioramento del trasferimento di massa, all'emergenza di zone stagnanti in cui si verifica l'accumulo di inquinamento, che causa inquinamento idrico secondario.

Il metodo di biosorbimento è raccomandato come pre-trattamento per il trattamento dell'acqua, elimina l'ozonizzazione e l'assorbimento. La qualità dell'acqua purificata per la contaminazione biologica corrisponde a GOST per l'acqua potabile. La combinazione del biosorbimento con i metodi tradizionali di trattamento delle acque nelle fasi successive aumenta la funzione di barriera degli impianti di trattamento delle acque reflue, mentre allo stesso tempo risparmiando i reagenti è possibile migliorare la qualità dell'acqua trattata in tutti i principali indicatori regolati, per ridurre il rischio di formazione di composti organoclorurati durante la lavorazione.

Biosorber - colonna D = 1200 mm, dotata di sistemi di distribuzione e prefabbricati.

Colonna di aerazione con diametro di 370 mm. Il tempo di permanenza dell'acqua nei biosorbitori è di 15-20 minuti.

Fig.5.41 Biotecnologia VODGEO

Tecnologia "Biocarbon" (Francia): nei filtri dell'ambulanza caricati con GAU, i condotti dell'aria sono posti nello strato di carico centrale per saturare il flusso discendente dell'acqua filtrata con l'ossigeno. Ciò contribuisce alla crescita e alla vitalità dei batteri aerobici che si sviluppano sui chicchi di carico e sulle sostanze organiche ossidanti assorbite nei pori di carico. La parte inferiore del carico di carbone viene utilizzata per trattenere i solidi sospesi, comprese le particelle di massa batterica, trasportati dal flusso di acqua dagli strati superiori.

Bioreattore con portatori fibrosi di microrganismi attaccati / VODGEO /. Il bioreattore è una colonna di sezione trasversale variabile, riempita con materiale polimerico altamente poroso, tenuto nello stato flottante dal reticolo. Nella parte inferiore del reattore, è presente un recipiente precipitante collegato a uno scarico KFPZ (filtro a contatto con carico fluttuante). Il bioreattore è dotato di un sistema di distribuzione per aria compressa, linee di alimentazione per la sorgente, acqua di lavaggio e scarico di acqua di lavaggio.

Nel processo di trattamento, l'acqua iniziale viene pre-saturata con ossigeno e entra nello spessore del carico fibroso, sulla cui superficie si sviluppa una biocenosi naturale, assorbendo una parte degli inquinanti organici disciolti dall'acqua trattata. I fiocchi di biofilm che periodicamente si staccano vengono depositati nel precipitatore. L'implementazione degli elementi dello strato fibroso con diminuzione della densità di impaccamento lungo il flusso contribuisce alla deposizione regolare del biofilm staccato. Dopo il bioreattore, l'acqua entra nella CPRP, prima della quale viene iniettato il reagente. All'aumentare della perdita di carico totale, il sifone viene caricato e l'unità viene lavata. Portata: M fino a 250 mg / l, C fino a 200, alghe fino a 15 mila cellule / ml.

Conclusione. I processi biologici si adattano bene ai tradizionali schemi tecnologici di pulizia fisica e chimica e, in alcuni casi, sono giustificati dal punto di vista tecnico ed economico.

Tuttavia, l'affidabilità sanitaria può diminuire. Gli aggregati di batteri che entrano nell'acqua durante il trattamento biologico ei batteri attaccati al vettore sono più resistenti alla disinfezione rispetto alle singole cellule.

Molti di questi sono non patogeni, ma è impossibile escludere la possibilità di microrganismi patogeni. I batteri di Koli non possono servire da indicatore, il TBC è più affidabile. Nel filtrato di GAU, in assenza di batteri Kolya, vengono rilevate grandi quantità di batteri di altri gruppi.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al controllo sanitario e igienico. Dopo il trattamento biologico, la clorurazione viene effettuata con aumentate dosi di cloro residuo, che può portare alla necessità di una successiva declorazione.

Trattamento biologico delle acque reflue

Su questo servizio troverai molte informazioni utili sul trattamento delle acque reflue. Specialisti di imprese industriali, designer, ricercatori, studenti, molti altri troveranno qui le risposte alle loro domande. Se il sito non contiene informazioni che ti interessano, puoi porre la tua domanda sul forum. Noi o altri utenti nel più breve tempo possibile cercheremo di aiutarvi nella vostra attività professionale, rispondere a domande o dare consigli. Usare con piacere

Brevemente su cosa puoi trovare sul forum sul trattamento delle acque reflue

Metodi di trattamento delle acque reflue

I metodi di trattamento delle acque reflue possono essere suddivisi in metodi meccanici, metodi chimici, metodi fisico-chimici e metodi biologici. Le combinazioni più comunemente utilizzate di questi metodi. L'applicazione di un particolare metodo di trattamento delle acque reflue in ciascun caso è determinata dalla natura dell'inquinamento e dai requisiti per l'acqua depurata.

Varie definizioni e termini relativi al trattamento delle acque reflue

Il trattamento delle acque reflue è il trattamento delle acque reflue al fine di distruggere o rimuovere gli inquinanti da esso. Durante il processo di purificazione si formano acqua e rifiuti purificati, contenenti sostanze inquinanti in alte concentrazioni. Di norma, è già un rifiuto solido adatto per lo smaltimento o lo smaltimento.

Il forum fornisce informazioni su come purificare determinati componenti nelle acque reflue.

Articoli su ecologia, trattamento delle acque reflue e trattamento delle acque. In questa sezione troverete articoli scientifici di importanti esperti nel campo dell'ecologia e del trattamento delle acque reflue. Gli autori sono specialisti di società di ingegneria, fornitori di attrezzature per il trattamento delle acque reflue e il trattamento delle acque, professori universitari e dottori in scienze. Il catalogo di articoli per la vostra convenienza è diviso per argomenti: trattamento delle acque, trattamento delle acque reflue industriali, trattamento delle acque reflue domestiche, impianti di trattamento delle acque reflue per vari settori, ecc. Vi offriamo ulteriori articoli sull'ecologia in inglese e tedesco.

La migliore tecnologia di trattamento delle acque disponibile

Il portale fornisce una base delle migliori tecnologie disponibili.

Società impegnate nel trattamento delle acque reflue e nel trattamento delle acque.

Puoi aggiungere una descrizione della tua azienda al nostro sito inviando un'email. Discutere anche sul forum aziendale

Legislazione in materia di trattamento delle acque reflue. Discussione sul forum.

Questa sezione presenta una varietà di regolamenti, norme e leggi nel campo della protezione ambientale.

Breve trattamento biologico delle acque reflue.

Il trattamento biologico delle acque reflue, basato sulla capacità dei microrganismi di utilizzare l'inquinamento organico disciolto e colloidale come fonte di nutrimento e mineralizzarli nei loro processi vitali, è progettato per ridurre l'inquinamento delle acque reflue industriali e municipali e la lavorazione dei rifiuti secondari risultanti: sedimenti e fanghi attivi. Tra i metodi biologici di protezione ambientale, i metodi biologici di trattamento delle acque reflue sono stati storicamente i primi a svilupparsi e sono attualmente i più usati. In termini di volume dei flussi in corso di elaborazione, il trattamento biologico delle acque reflue è la tecnologia a maggiore capacità e viene utilizzato nella grande maggioranza degli impianti di trattamento delle acque reflue: industriali e municipali, locali, locali, ecc.

Depurazione biologica dell'acqua

di oleg_r · 2 giugno 2016

Panoramica dei metodi e dei metodi per depurare l'acqua potabile

Oggi, il problema della qualità dell'acqua potabile preoccupa molte persone in tutto il mondo. A causa della mancanza di acqua potabile e di un uso regolare di acqua di bassa qualità, oltre cinquecento milioni di persone nel mondo soffrono di varie malattie. Per le megalopoli, il problema della pulizia e della qualità dell'acqua potabile è particolarmente rilevante.

Ci sono molte cause di acqua potabile contaminata. Tutte queste ragioni sono direttamente o indirettamente correlate alle fonti d'acqua. Spesso, l'acqua del rubinetto non è di origine artesiana, ma viene prelevata da fonti di superficie aperte disponibili. Ogni tipo di fonte d'acqua ha le sue cause caratteristiche che causano inquinamento delle acque.

Sono stati inventati molti metodi per la preparazione preliminare dell'acqua potabile e metodi per la sua purificazione, che consentono di ottenere acqua potabile di alta qualità da quasi tutte le fonti.

La depurazione delle acque è una serie speciale di misure per la rimozione di vari inquinanti in essa contenuti. La depurazione dell'acqua viene effettuata in speciali impianti di trattamento delle acque, così come a casa.

L'acqua, prima che raggiunga il rubinetto dell'utente finale, viene disinfettata (il più delle volte con il cloro, meno spesso con l'utilizzo di impianti di irradiazione ultravioletta) e una pulizia complessa negli impianti di trattamento delle acque.

Considera i metodi e i metodi più comuni per depurare l'acqua potabile.

Metodi di trattamento dell'acqua potabile

Metodi comuni di preparazione e purificazione dell'acqua:
- deposizione;
- chiarimento;
- metodi di membrana;
- Reagenti chimici per ossidazione;
- adsorbimento;
- deferrizzazione;
- addolcimento;
- dissalazione;
- aria condizionata;
- disinfezione;
- rimozione dell'inquinamento organico;
- declorazione;
- rimozione di nitrati.

I principali metodi di depurazione delle acque possono essere suddivisi in:

  • meccanica,
  • biologica,
  • chimica,
  • fisico e chimico,
  • disinfezione.

I metodi meccanici comprendono vari tipi di filtraggio o filtraggio dell'acqua, filtraggio dell'acqua, sedimentazione dell'acqua. Tutti questi metodi sono relativamente economici e convenienti, il loro uso principale è ridotto alla separazione dell'acqua da varie sospensioni.

Il metodo a membrana di purificazione dell'acqua potabile è che l'acqua viene fatta passare attraverso una parete semipermeabile, le cui aperture sono più piccole delle dimensioni delle particelle di inquinamento.

La base dei metodi biologici di purificazione dell'acqua è la capacità dei microrganismi di decomporre i composti organici. Questi metodi vengono solitamente utilizzati per neutralizzare i composti organici disciolti nell'acqua.

L'uso di metodi chimici di purificazione dell'acqua neutralizza varie impurità inorganiche. Le acque reflue sono solitamente composti disinfettati, scoloriti e neutralizzati, disciolti in essi con l'aiuto di reagenti chimici.

I metodi fisico-chimici di purificazione dell'acqua sono usati per neutralizzare impurità colloidali, composti disciolti, purificazione da particelle grossolane e finemente disperse. Questi metodi sono caratterizzati da alte prestazioni.

L'adsorbimento è uno dei metodi fisico-chimici per la purificazione dell'acqua. Questo è il processo del cosiddetto assorbimento selettivo da parte di assorbitori solidi, aventi una grande superficie specifica, di uno o più componenti da un mezzo liquido. Vari materiali porosi artificiali o naturali sono usati come adsorbenti: argille attive, torba, cenere, brezza di coca, gel di silice, carboni attivi e altri.

Per la pulizia finale e la disinfezione dell'acqua, utilizzata principalmente:

  • ultrafiltrazione;
  • clorazione;
  • Radiazioni ultraviolette;
  • ozonizzazione;
  • Metodi di deferrizzazione non reagenti.

La purificazione dell'acqua ultrafiltrazione è il processo di rimozione di varie impurità meccaniche e chimiche dall'acqua. La purificazione con questo metodo si basa sulla composizione chimica e fisica dell'acqua, che è determinata da campioni speciali. Le sostanze chimiche, disciolte in acqua in quantità superiore alle norme stabilite, vengono precipitate utilizzando processi speciali, dopodiché l'acqua viene fatta passare attraverso filtri di vari gradi di filtrazione, che mantengono determinate impurità.

L'addolcimento è il processo di estrazione dei sali di durezza dall'acqua (calcio e magnesio). La rimozione selettiva dei sali di durezza viene effettuata con diversi metodi: rammollimento dei reagenti, scambio ionico, in cui gli ioni della soluzione contaminata vengono scambiati con ioni del materiale di scambio ionico, che utilizza varie resine a scambio ionico. L'addolcimento dell'acqua riduce il rischio di depositi di composti poco solubili sulle pareti e sugli elementi principali delle attrezzature industriali. Le installazioni dell'osmosi inversa delle imprese consentono di effettuare la depurazione delle acque profonde con la massima qualità per la maggior parte degli indicatori.

La clorazione non purifica adeguatamente l'acqua e favorisce la formazione di impurità dannose per il corpo umano. Da un lato, l'acqua clorata ci protegge da numerosi virus pericolosi e batteri patogeni, d'altra parte il cloro distrugge le strutture proteiche del nostro corpo, influenza lo stato delle mucose, uccide i batteri benefici nell'intestino, contribuisce al deterioramento della microflora e può provocare reazioni allergiche. Inoltre, il cloro non uccide le uova di ossiuri e le cisti di Giardia.

Negli Stati Uniti e in Europa, negli anni '70, sono stati sviluppati metodi economici ed efficienti che utilizzano la radiazione ultravioletta, il che ha permesso di eliminare in gran parte la clorazione dell'acqua potabile.

La pulizia UV è il metodo di purificazione dell'acqua più diffuso. Il grado di disinfezione dell'acqua quando viene trattato dall'ultravioletto raggiunge il 99%. Ciò consente di utilizzare il metodo nell'industria alimentare e nella produzione, che ha esigenze particolarmente elevate sulla purezza dell'acqua. L'efficacia di questo metodo dipende dalle caratteristiche dell'acqua - la sua trasparenza - torbidità, colore, contenuto di ferro. Pertanto, questo metodo viene solitamente utilizzato in combinazione con altri metodi nella fase finale dell'elaborazione.

La purificazione dell'acqua mediante l'ozonizzazione si basa sull'uso dell'ozono gassoso. Nel processo di interazione con elementi chimici nocivi, l'ozono viene convertito in ossigeno. È dimostrato che l'ozonizzazione ha un forte effetto positivo sul corpo umano. L'ozonizzazione ha un vantaggio rispetto al trattamento dell'acqua con il cloro, perché non forma tossine.

La degradazione del ferro è il processo di rimozione del ferro dall'acqua. Applicare diversi tipi di deferrizzazione dell'acqua, scegliendoli a seconda del tipo di ferro contenuto nell'acqua trattata: due valenza, trivalente, organica o batterica. I metodi di deferrizzazione non reagenti vengono utilizzati per eliminare il ferro in eccesso nell'acqua, i nitrati e altri contaminanti che conferiscono all'acqua un sapore, odore, colore e ruggine sgradevoli. Spesso il manganese viene anche rimosso dall'acqua e il processo si chiama demanganizzazione.

Ai nostri tempi, il livello di inquinamento è piuttosto alto, quindi il processo di purificazione dell'acqua potabile è molto importante. Per la selezione del metodo più appropriato ed efficace di purificazione dell'acqua potabile dovrebbe fare la sua analisi.

Metodi di depurazione delle acque

Ci sono molti modi per purificare l'acqua potabile a casa. Consideri il più popolare

I. Purificazione dell'acqua potabile senza l'uso di filtri.

Metodi come bollire, congelare o decantare sono stati usati per molto tempo.

1. Bollitura

L'acqua bollente è il metodo di purificazione dell'acqua più semplice e conosciuto. L'ebollizione viene utilizzata per distruggere virus, batteri, microrganismi e altre sostanze organiche, per rimuovere il cloro e altri gas a bassa temperatura (radon, ammoniaca, ecc.). Il processo di ebollizione aiuta a chiarire l'acqua in una certa misura, ma ha una serie di effetti collaterali:

- quando bolle la struttura dell'acqua cambia, diventa "morta". Più facciamo bollire l'acqua, più gli organismi patogeni muoiono in essa, tuttavia l'acqua diventa meno utile per il corpo umano.

- quando l'acqua bollente evapora, il che porta ad un aumento della concentrazione di sali. Si depositano sulle pareti del bollitore sotto forma di scala ed entrano nel corpo umano. Accumulando nel corpo umano, i sali portano a varie malattie - che vanno dalle malattie articolari, alla formazione di calcoli renali e alla pietrificazione (cirrosi) del fegato e alla fine con arteriosclerosi, infarto e altro. et al.

- Molti tipi di virus possono tollerare l'acqua bollente, poiché la loro distruzione richiede temperature più elevate.

- quando l'acqua bollente viene rimossa solo cloro gassoso. In studi di laboratorio, è stato confermato che dopo la bollitura dell'acqua di rubinetto si forma cloroformio addizionale, anche se prima della bollitura l'acqua è stata liberata dal cloroformio mediante spurgo con un gas inerte. Questo pericoloso cancerogeno può causare il cancro.

Quindi, dopo la bollitura, otteniamo acqua "morta", in cui vi è una sospensione fine e particelle meccaniche, sali di metalli pesanti, cloro e organoclorurati, virus, ecc.

2. Difesa.

L'insediamento è principalmente utilizzato per rimuovere il cloro dall'acqua. Per sostenere l'acqua del rubinetto viene versato in un grande secchio o barattolo e lasciato per 8-12 ore. Senza un'ulteriore miscelazione dell'acqua, la rimozione del gas cloro avviene da circa 1/3 della profondità dalla superficie dell'acqua, pertanto, per ottenere un effetto notevole, è necessario seguire i metodi sviluppati di sedimentazione.

È importante ricordare che i sali di metalli pesanti non scompariranno dall'acqua separata da soli - nella migliore delle ipotesi, si depositeranno sul fondo. Pertanto, si dovrebbero usare solo i 2/3 del contenuto del barattolo, cercando di non agitarlo nel processo di trasfusione di acqua in modo che il sedimento sul fondo non si mischi con acqua più o meno purificata.

L'efficacia della sedimentazione dell'acqua di solito lascia molto a desiderare. Per migliorare l'effetto, l'acqua insiste anche sul silicio e / o sulla shungite. Dopo la decantazione, l'acqua viene solitamente bollita.

3. Congelamento o congelamento.

Questo metodo viene utilizzato per un'efficace depurazione dell'acqua mediante la sua ricristallizzazione. Il congelamento è molto più efficiente dell'ebollizione e della distillazione, dal momento che il fenolo, i clorofenoli e la luce organoclorurata sono distillati con vapore acqueo.

La maggior parte delle persone sotto processo di congelamento comprende i seguenti passaggi:

  1. versare acqua nei piatti e conservare in frigorifero fino al congelamento
  2. Rimuovere i piatti con il ghiaccio dal frigorifero e scongelarlo per bere.

L'effetto della depurazione dell'acqua in questo modo è vicino allo zero, sebbene l'acqua sia leggermente migliore dell'acqua del rubinetto.

Il corretto congelamento si basa sulla legge chimica, secondo la quale quando un liquido si congela, la sostanza principale (acqua) cristallizza principalmente nel posto più freddo, e quindi tutto ciò che è disciolto nella sostanza di base (impurità) si solidifica nel posto meno freddo. Cioè, l'acqua pura pura si congelerà più velocemente dell'acqua con le impurità del sale. Tutte le sostanze liquide obbediscono a questa legge. La cosa più importante è assicurare il lento congelamento dell'acqua e guidarla in modo che in un punto ci siano più navi che in un altro. (Per ulteriori dettagli, vedere il libro: "Attenzione! Acqua del rubinetto! I suoi contaminanti chimici e metodi di purificazione aggiuntiva a casa.", Autori: Skorobogatov, GA, Kalinin, AI - San Pietroburgo, San Pietroburgo University Press, 2003).

Osserva il processo di congelamento, e quando l'acqua è mezza congelata, versa l'acqua non congelata (tutte le impurità nocive rimangono in essa), e l'acqua ghiacciata può essere sciolta e utilizzata per bere e cucinare.

L'acqua scongelata, bevuta immediatamente dopo lo scongelamento, è estremamente utile e curativa, può accelerare i processi di recupero nel corpo, aumentare l'efficienza, alleviare la condizione in varie malattie.

4. Purificazione dell'acqua usando il sale. Riempi un contenitore da due litri con acqua dal rubinetto, quindi sciogli un cucchiaio pieno di sale. Dopo 20-25 minuti, l'acqua sarà esente da microrganismi nocivi e sali di metalli pesanti, ma quest'acqua non è raccomandata per l'uso quotidiano.

5. La purificazione dell'acqua con il silicio aiuta a pulire l'acqua dalle impurità. Questo metodo combina la sedimentazione dell'acqua e il lavaggio della silice. Il pre-silicio deve essere ben lavato con acqua corrente calda. Quindi metti il ​​silicio in un barattolo da due litri, riempilo con acqua fredda, copri con una garza sulla parte superiore e metti la luce lontano dai raggi diretti del sole. Dopo due o tre giorni, l'acqua depurata sarà pronta per l'uso. La dimensione di una pietra di silicio viene selezionata alla velocità di 3-10 grammi di silicio per 1-5 litri di acqua. Purificare delicatamente l'acqua trattata in un altro contenitore, lasciando 3-5 centimetri di acqua con sedimento. Quindi il precipitato viene versato, il silicio e il barattolo vengono lavati e riempiti con una nuova porzione di acqua.

6. Depurazione dell'acqua con shungite. Recentemente, la depurazione delle acque con la shungite è diventata sempre più popolare. Per la pulizia si consiglia di utilizzare pietre di grandi dimensioni, quindi raramente dovranno essere sostituiti con quelli nuovi. L'algoritmo di pulizia è il seguente: per ogni litro d'acqua vengono prelevati 100 grammi di pietra di shungite. L'acqua viene versata in un contenitore con pietre per tre giorni (non di più!), Dopo di che l'acqua viene scaricata nello stesso modo in cui si prepara l'acqua al silicio.
L'acqua infusa con la shungite ha controindicazioni: suscettibilità alle malattie oncologiche, coaguli di sangue, aumento dell'acidità e presenza di malattie nella fase acuta.

7. Purificazione dell'acqua con carbone attivo. Per la purificazione dell'acqua, è possibile utilizzare il carbone attivo - costituisce la base della maggior parte dei filtri. Il carbone è un ottimo neutralizzatore per gli odori sgradevoli (ad esempio, vecchi tubi arrugginiti, cloro). Inoltre, il carbone assorbe sostanze nocive dall'acqua del rubinetto.
Mettere le compresse di carbone attivo (alla velocità di 1 compressa per 1 litro di acqua) in una garza, avvolgere e riporre in un contenitore con acqua. Dopo 8 ore, l'acqua pulita sarà pronta.

8. Purificazione dell'acqua d'argento. L'argento può purificare l'acqua, liberandola da composti chimici, virus e microrganismi patogeni. L'argento ha superato l'acido carbolico e la candeggina con un'azione antibatterica.
Metti un cucchiaio d'argento, una moneta o un altro oggetto in un contenitore d'acqua durante la notte. Dopo 10-12 ore, l'acqua depurata sarà pronta per l'uso. Le proprietà utili di tale acqua risparmiano molto tempo.

9. Altri metodi di trattamento delle acque popolari:

- depurazione dell'acqua da parte di un mucchio di cenere di montagna - un gruppo di ceneri di montagna dovrebbe essere abbassato per due o tre ore nell'acqua.

- pulizia della corteccia di salice, buccia di cipolla, rami di ginepro e foglie di volatile - il processo di purificazione dura 12 ore.

- pulizia con aceto, iodio, vino. La sostanza viene messa in acqua per 2-6 ore al ritmo di: 1 cucchiaino di aceto, o 3 gocce di iodio al 5%, o 300 grammi di vino bianco secco giovane per 1 litro di acqua. Allo stesso tempo, rimangono ancora cloro e alcuni microbi nell'acqua.

II. Purificazione dell'acqua potabile mediante l'uso di filtri.

Per rimuovere le impurità nocive dall'acqua nell'industria, nelle utenze e nella vita di tutti i giorni, vengono utilizzati vari filtri. Le tecnologie di pulizia utilizzate nei filtri industriali e domestici possono coincidere, ma le prestazioni dei filtri domestici e industriali differiscono notevolmente.

Considera la classificazione dei filtri.

Per tipi di impurità filtrate, i filtri vengono utilizzati per purificare l'acqua dal ferro, dalle impurità meccaniche, dai composti organici, ecc.

Distinguere tra i filtri destinati all'acqua industriale e i filtri utilizzati per l'acqua potabile. Per filtrare l'acqua potabile, di solito vengono utilizzati filtri e filtri per brocche: ugelli per rubinetto e complessi sistemi di filtri multicomponente. Si distinguono anche per il grado di purificazione - il più semplice grado di purificazione, medio grado e massimo grado di purificazione.

I filtri domestici differiscono nello stesso modo di installazione: filtri installati sotto il lavandino, filtri da tavolo, filtri, ugelli sul rubinetto.

Secondo il metodo di filtraggio, i filtri domestici per la depurazione dell'acqua potabile possono essere suddivisi in due tipi principali: - cumulativo e flow-through.

I filtri cumulativi di solito consistono in un serbatoio dell'acqua cumulativo e una cartuccia filtrante per il trattamento dell'acqua. Molto spesso si tratta di brocche filtranti (Aquaphor, Brita, Barrier e altri). Il funzionamento efficace delle risorse della cartuccia del filtro dipende direttamente dalla qualità dell'acqua utilizzata. Le cartucce di ricambio di questa classe di filtri tendono ad accumulare inquinamento, quindi devono essere sostituite con nuove in modo tempestivo.

I filtri flow-through vengono utilizzati per una purificazione dell'acqua più accurata. Il grado di pulizia dipende dal compito.

Se vuoi pulire l'acqua solo dall'odore, dal sapore o dal cloro, allora possiamo limitarci a usare un filtro a carbone. Il filtro sulla gru, che contiene una cartuccia filtrante per l'acqua (polipropilene, carbone o resine a scambio ionico) all'interno, è eccellente con questo.

Se il compito è ottenere una buona acqua potabile, è consigliabile utilizzare un sistema a flusso graduale per filtrare l'acqua. Per fare ciò, utilizzare filtri multi-stadio di media purezza. A seconda del modello, tale sistema viene installato sotto il lavandino o sul tavolo.

I filtri a due stadi sono progettati per la pulizia meccanica nel primo stadio, il secondo stadio di pulizia viene eseguito utilizzando carbone attivo. I filtri a tre fasi, oltre a questi due passaggi, hanno una terza fase di purificazione: resina a scambio ionico o carbone attivo estruso per pulizia fine, arricchito con uno o più additivi: argento, sostanza a scambio ionico, cristalli esametafosfato, ecc.

Se si desidera ottenere acqua potabile di alta qualità, è consigliabile utilizzare un sistema di filtrazione a gradini con il più alto grado di purificazione con filtrazione a membrana - sistemi ad osmosi inversa, filtri con una membrana di ultrafiltrazione, nano-filtri.

Nel metodo dell'osmosi inversa, il principale elemento filtrante è una membrana ad osmosi inversa, sulla quale avviene la depurazione delle acque profonde da vari tipi di contaminanti: da sali di metalli pesanti, pesticidi, erbicidi, nitrati, virus e batteri. La membrana si pulisce costantemente con una parte dell'acqua filtrata, scaricando tutta la spazzatura nel sistema fognario. Questo aumenta il consumo di acqua. Tale purificazione rimuove tutti i sali e i minerali dall'acqua, e l'uso regolare di tale acqua lava il calcio, il fluoro e altre sostanze necessarie dal corpo.

Passi per il trattamento dell'acqua comunemente usati nei filtri ad osmosi inversa:

Fase 1 - una cartuccia composta da polipropilene ritorto o schiumato, prelavaggio di impurità e sospensioni meccaniche (15-30 micron)

Fase 2: pulizia del carbone attivato da composti di cloro e composti organoclorurati, gas.

Fase 3: pulizia fine delle impurità meccaniche (1-5 micron) o post-trattamento con carbone attivo compresso (CBC-CarbonBlock), che aumenta la durata della membrana a film sottile.

4 step - pulizia con membrana a film sottile ad osmosi inversa (dimensione dei pori 0.3-1 nanometro)

5 step - filtro post carbone

A volte viene utilizzato un ulteriore passaggio: il mineralizzatore di acqua purificata.

I filtri di flusso con membrana di ultrafiltrazione si applicano anche ai metodi di purificazione dell'acqua a membrana. Il materiale per la membrana di ultrafiltrazione è un composito tubolare.

Esternamente, il sistema di filtrazione è molto simile al sistema di osmosi inversa, ma la pulizia con metodo di osmosi inversa viene eseguita più qualitativamente rispetto alla pulizia con una membrana di ultrafiltrazione. Tutto l'inquinamento filtrato rimane nei pori della membrana, gradualmente dimenticandolo. Questi filtri di solito non cambiano la durezza dell'acqua.

I filtri con una membrana di ultrafiltrazione dispongono anche di un sistema di purificazione dell'acqua in cinque fasi. Include i seguenti passaggi di filtraggio:

Al primo stadio di purificazione, l'acqua passa attraverso una cartuccia di pulizia meccanica preliminare. Rimuove le particelle meccaniche e le sospensioni fino a 10 micron (micron) di dimensione. Il materiale per questo è in polipropilene espanso o ritorto.

Nella seconda fase di purificazione, l'acqua passa attraverso una cartuccia con carbone granulare attivato. In questa fase, l'acqua viene purificata dal cloro e dai suoi composti, gas, sostanze organiche. Questo migliora il sapore dell'acqua.

Al terzo stadio di purificazione, l'acqua viene fatta passare attraverso una cartuccia contenente carbone attivo compresso. Quando ciò si verifica, rimozione aggiuntiva di impurità meccaniche dall'acqua con un diametro fino a 0,5 μm (micron) e composti organoclorurati.

Al quarto stadio di purificazione, l'acqua passa attraverso una membrana di ultrafiltrazione avente aperture con un diametro di 0,1-0,01 μm, fatto di un composito tubolare. La membrana rimuove quasi tutte le impurità disciolte nell'acqua, inquinanti organici, virus, batteri, sali di metalli pesanti come mercurio, ferro, manganese, arsenico. Quindi l'acqua passa attraverso una cartuccia in linea a base di carbone di cocco attivato. In questa fase si verifica la purificazione finale dell'acqua, il suo sapore migliora e gli odori vengono rimossi.

Nanofiltri - questo è l'ultimo sviluppo di scienziati giapponesi nel campo della nanotecnologia e delle biotecnologie. Questo è un complesso di flusso in sette fasi di purificazione dell'acqua di alta qualità che consente di rimuovere tutte le impurità nocive da esso e rendere l'acqua il più benefica possibile per il corpo umano.

All'uscita, il sistema produce acqua potabile purificata e strutturata, le sue proprietà sono simili all'acqua di fusione. Il sistema consente di regolare il livello di pH.

L'indicatore quantitativo degli ioni idrogeno nell'acqua spesso influenza le proprietà fisico-chimiche e l'attività biologica delle proteine ​​e degli acidi nucleici, pertanto, per il normale funzionamento del corpo, mantenere l'equilibrio acido-base è un compito di eccezionale importanza. Il quarto stadio, costituito da sfere bioceramiche, svolge la funzione di regolare il livello di pH dell'acqua al livello di pH del sangue umano.

Gli anioni emessi dalla tormalina, che fa parte della quinta cartuccia, hanno un effetto positivo sul sistema immunitario, sul sistema endocrino, puliscono i vasi sanguigni, caricano il plasma sanguigno.

Vale la pena notare che il sistema con nanofiltri ha un costo piuttosto elevato.

Quindi, l'uomo moderno è disponibile in molti modi per ottenere acqua gustosa, sicura e di alta qualità. I produttori di filtri e sistemi di trattamento delle acque offrono di selezionare e utilizzare quelli più efficaci. La gamma di prezzi e una vasta gamma consente alle persone con diversi livelli di reddito di scegliere il dispositivo giusto per loro stessi e godere dei benefici di un'acqua pulita e sana.

E quali metodi e metodi di depurazione delle acque usi?

Scrivi a riguardo nei commenti!

Indipendentemente dal metodo e dal metodo di purificazione che scegliete, l'acqua che riceverete come risultato del trattamento dovrebbe essere l'acqua corretta. Solo allora il tuo corpo può trarre il massimo beneficio da esso.

E un'altra cosa è importante: l'acqua giusta dovrebbe essere disponibile per te, indipendentemente da dove ti trovi, a casa, al lavoro, in vacanza, sulla strada...

Come far uscire l'acqua giusta dalla tua acqua - scopri qui.