Tubi in polipropilene per riscaldamento: rinforzati con fibra di vetro e pellicola. Quale è meglio?

Per non rovinare tutti i tubi di bassa qualità durante la distribuzione del sistema di riscaldamento, è necessario scegliere il "giusto" produttore e tubi della categoria appropriata. Ci sono molti produttori di tubi in polipropilene nel mondo, ma un sistema di marcatura unificato non è stato ancora sviluppato, e spesso i prodotti dello stesso materiale, con caratteristiche simili, hanno una designazione diversa. Tuttavia, alcune designazioni sono standard e la loro conoscenza faciliterà la scelta del materiale con le caratteristiche tecniche richieste.

Caratteristiche e marcatura dei tubi in polipropilene

Per navigare tra i nomi e capire la differenza, parliamo un po 'dei gradi di polipropilene. Ognuno di essi è indicato con due lettere latine: "PP" o nella versione russa "PP". Poi ci possono essere numeri o altre lettere che "mascherano" i tipi di materiali:

  • Gli omopolimeri sono il primo tipo e quindi possono essere indicati come PPH, PP-1, PP-tipo 1.
  • Copolimero a blocchi - polimero del secondo tipo. Denotato da PPB, PP-2, PP-tipo 2.
  • Il più moderno, con le migliori caratteristiche - copolimero casuale. È designato: PPR, PP-random, PPRC. Per lungo tempo, sopportano la temperatura del mezzo fino a 70 ° C e il suo eccesso a breve termine. Quindi, per il riscaldamento, cercare tubi in polipropilene copolimero esattamente casuali, anche se hanno un costo maggiore rispetto ad altri tipi.

I tubi in PP sono prodotti da diversi polimeri con caratteristiche diverse che influenzano lo scopo dell'operazione

Sono i tubi PPR (PPR nella versione russa) che in questa fase sono considerati i migliori, sicuri e affidabili. I prodotti PPR, PP-random possono essere utilizzati in sistemi di riscaldamento centralizzato, nonché individuali, in presenza di una caldaia a gas oa combustibile liquido. Se è installata una caldaia a combustibile solido con protezione antisurriscaldamento automatica (attivata a una temperatura del liquido di raffreddamento di 95 ° C), è possibile utilizzare un polimero speciale per la distribuzione del sistema di riscaldamento, che ha una maggiore resistenza alle temperature: PP. Normalmente trasferisce l'ambiente interno a 95 ° C e breve surriscaldamento fino a 110 ° C.

Se il sistema supporta un'unità a combustibile solido senza automazione, nessun polipropilene non può reggere. Quindi per il cablaggio occorreranno tubi di rame o di acciaio. È possibile utilizzare il polipropilene in reti con tale caldaia solo in presenza di accumulatori di calore liquidi, che abbassano la temperatura, aumentano la sicurezza del sistema e riducono il prezzo di costo del riscaldamento, aumentando allo stesso tempo il comfort.

I tubi PPR sono utilizzati nei sistemi di riscaldamento, acqua calda e fredda.

La prossima cosa da guardare è la pressione. Questo parametro è contrassegnato in lettere latine PN, ei numeri dietro di essi denotano la pressione nominale dell'acqua che questa tubazione può sopportare per 50 anni a una temperatura ambiente di 20 o C. Esse producono tubi PN 10, PN 16, PN 20 e PN 25. questi prodotti dureranno 50 anni con una pressione di 10, 16, 20 e 25 bar / cm 2 e una temperatura media di 20 o C.

Con i cambiamenti di temperatura e / o pressione, la durata è significativamente ridotta. Ad esempio, la durata dei prodotti PN 16 a 50 ° C non è più di 50 anni, ma solo 7-8. È anche necessario sapere che maggiore è la pressione, più spessa è la parete del tubo, sebbene PN 20 e PN 25 abbiano uno strato di rinforzo, a causa del quale le loro pareti e il diametro esterno sono inferiori a quelli degli analoghi PN 16.

In linea di massima, i gradi PN 10 e PN 16 possono essere utilizzati anche per il riscaldamento individuale, sono adatti per temperature del refrigerante non superiori a 70 o C. Il picco e per un breve periodo possono tollerare il riscaldamento fino a 95 o C. In queste condizioni, la loro durata di vita è, ovviamente, non 50 anni, ma una decina di anni lavoreranno. Come momento positivo di tali tubi, si può notare un costo inferiore (rispetto a PN 20 e PN 25). Ma c'è un inconveniente molto significativo: un grande coefficiente di espansione. Ogni metro del tubo quando riscaldato a 70 ° C aumenta di quasi 1 cm. Se tali tubi sono nascosti in una parete o massetto del pavimento senza un anello di compensazione o anello, poi dopo un po 'distruggeranno materiali nelle vicinanze. Se sono posizionati sopra (fissati al muro con clip / supporti), si incurvano in modo evidente. Se nella forma "fredda" una simile pipeline sembra normale e l'aspetto non indugia, i tubi sospesi ne rovinano sensibilmente l'aspetto. Pertanto, tali tubi vengono utilizzati più spesso per la distribuzione di acqua calda o fredda (la temperatura dell'acqua calda raramente supera 45-50 ° C e l'espansione della temperatura non ha una tale scala).

Tubo in polipropilene (PPR) rinforzato

I tubi di polipropilene rinforzato (etichettati PN 20 e PN 25) sono comunemente usati per il riscaldamento. Entrambi i tipi sono adatti sia per il riscaldamento centralizzato che per quello individuale. Questi marchi si differenziano per il tipo di materiale di rinforzo: la fibra di vetro è utilizzata in PN 20, l'alluminio è utilizzato in PN 25 (il foglio solido o perforato dipende dal produttore). Nonostante i diversi materiali dello strato di rinforzo, entrambi i tipi hanno un coefficiente di espansione che è significativamente inferiore a quello dei tubi puramente polimerici - di meno. Ma quando si utilizza la fibra di vetro, è superiore del 5-7% rispetto ai prodotti di lamina.

I migliori marchi (Wain Ecoplastik, Valtec, Banninger, ecc.) Hanno un gran numero di falsi. Oltre al prezzo basso (rispetto all'originale) i falsi possono essere identificati a occhio. Gli strati di tubi di qualità sono pari. Questo è il principale indicatore di qualità. Se il rinforzo si trova nel mezzo, entrambi gli strati di polipropilene hanno esattamente lo stesso spessore in qualsiasi luogo, anche se tutti i produttori sopra hanno uno strato di alluminio più vicino al bordo esterno.

Si vede chiaramente che gli strati di polipropilene non hanno affatto lo stesso spessore.

Un altro segno con cui è possibile identificare un falso: quasi tutti i leader di mercato utilizzano la saldatura di testa in alluminio. Tali tubi sono più affidabili, sebbene la loro produzione richieda attrezzature costose. La foto in alto mostra la cucitura "giro". Questo è un chiaro segno di tubi economici e di bassa qualità, per usare un eufemismo.

Le superfici esterne ed interne dei prodotti originali sono lisce. L'iscrizione è chiaramente, esattamente sulla linea, non sfocata. Inoltre, per evitare reclami nei prodotti artigianali, il nome è spesso leggermente distorto: salta o aggiunge una lettera in più, ne sostituisce un'altra.

Uno dei falsi EcoPlastik. Se guardi da vicino, vedrai un errore nell'ortografia (clicca per ingrandire)

Quindi, guardando attentamente queste "piccole cose", puoi determinare il falso. In generale, se hai deciso esattamente il marchio, non essere pigro per andare sul sito ufficiale e chiedere come dovrebbero apparire i tubi del marchio scelto, come dovrebbe apparire la superficie: opaco o liscio, di che colore, come appare il logo, messo, studia la gamma di prodotti che produce questa compagnia

Tubi rinforzati in vetroresina

Nei tubi PN 20 la fibra di vetro è utilizzata come materiale di rinforzo. In generale, inizialmente, questo tipo era destinato a fornire acqua calda. Naturalmente, si sentiranno bene nella maggior parte dei sistemi di riscaldamento. E funzioneranno bene. Non ha 50 anni, ma non un anno o due. A patto che siano tubi di alta qualità e non falsi. E ora arriviamo al punto importante: come determinare la qualità. Purtroppo, è necessario concentrarsi sul prezzo: gli europei producono i tubi migliori. Qui non puoi discutere: esperienza. Ma i loro prezzi sono alti.

Ora riguardo i tubi stessi e il loro uso nel riscaldamento. In questo tipo di prodotti, né il colore della striscia di rinforzo, né il materiale di cui è fatto, praticamente non svolgono alcun ruolo. La vetroresina può essere arancione, rossa, blu o verde. È solo un pigmento colorante e non influisce su nulla. Se è possibile concentrarsi sul colore, è solo sulla striscia longitudinale che viene applicata alla superficie del tubo: il rosso indica l'idoneità per gli ambienti caldi, il blu indica il freddo, entrambi insieme di versatilità.

Il colore della fibra di vetro non influisce su nulla

Ora sulle caratteristiche dell'uso di tubi rinforzati con fibra di vetro appositamente per il riscaldamento. Possono essere impostati, ma con alcune riserve. Ciò è dovuto al secondo inconveniente del polipropilene (tranne che per una grande espansione termica) - alta permeabilità all'ossigeno. In condizioni di alta temperatura, una grande quantità di ossigeno nel sistema porta a una distruzione sufficientemente attiva di elementi contenenti metallo. Se il sistema utilizza radiatori in alluminio veramente affidabili e di alta qualità conformi ai certificati (un prerequisito è costituito da alluminio primario), non ci dovrebbero essere grossi problemi. Ma se la loro qualità è discutibile, oi radiatori in ghisa sono installati, allora è sufficiente utilizzare tubi con pellicola, che riduce significativamente la quantità di ossigeno che passa attraverso le pareti dei tubi PPR. E ancora una cosa: la permeabilità dipende dallo spessore della parete, ma non molto, ma dipende dalla qualità del materiale. Anche in questo caso, sono tornati al fatto che per far funzionare a lungo il riscaldamento dei tubi in polipropilene, è richiesta qualità.

Tubi in polipropilene rinforzati con fibra di vetro e accessori per loro

Ma la maggior parte degli installatori, si consiglia di installare tubi con fibra di vetro per il riscaldamento. Perché? Montale più velocemente Circa due volte. E tutto perché per ottenere una saldatura di alta qualità nei tubi sventati è necessario rimuovere lo strato di lamina e parte del materiale sopra di esso. Per questo è necessario un dispositivo speciale (per ogni diametro - proprio). Come al solito, un buon strumento non è mai economico, e non voglio spendere soldi per questo. Inoltre, la procedura di stripping in sé estende quasi il doppio della procedura di installazione del sistema. E anche l'abilità in questa materia è necessaria. In realtà, le loro ragioni sono chiare. Ma se fai il riscaldamento per te stesso, allora è improbabile per te che decidano qualcosa. Pertanto, leggere attentamente il rinforzo con un foglio. Anche qui, tutto non è facile.

Tubi rinforzati con pellicola

Designare tubi in polipropilene rinforzato con alluminio come: PEX / Al / PEX. Ci sono due tipi di layout del foglio: più vicino al bordo esterno e al centro. C'è un avvertimento per l'installazione di tubi di polipropilene rinforzato: la pellicola non deve essere lasciata entrare in contatto con il liquido di raffreddamento. Perché anche se l'acqua viene utilizzata come refrigerante, non è chimicamente neutra (i sali sono sempre presenti anche in acqua dolce). Entrando nella reazione di ossidazione con la lamina, l'acqua la distrugge, filtrando sempre più nel tubo. Prima o poi (piuttosto prima) una tale pipa si romperà. Il discendente di quasi tutti i produttori europei produce tubi con lamina posizionati più vicino al bordo. Richiedono stripping: rimozione dello strato esterno di polipropilene e lamina. Ma come risultato, durante la saldatura, si scopre che lo strato metallizzato è protetto dall'interazione con l'acqua da uno spesso strato di materiale.

Lo strato di lamina può essere posizionato più vicino al bordo esterno del tubo o all'interno del materiale.

Quando si usano tubi in cui lo strato di lamina si trova nel mezzo, non è necessario tagliare, ma tagliare. A tale scopo viene anche utilizzato un dispositivo speciale, ma di un piano diverso: taglia la pellicola all'interno del tubo di pochi millimetri senza distruggere gli strati di polipropilene. Questa procedura è più semplice e veloce (i venditori di tali pipe sono chiamati "pigri", è chiaro perché?). In linea di principio, se la cucitura viene eseguita correttamente e correttamente, il polipropilene viene saldato insieme, quindi una tale giuntura è più o meno affidabile. Ma se c'è un microporo, l'acqua penetrerà in esso e causerà un fascio di tubi. E la presenza di micropori è garantita quando non c'è abbastanza taglio verticale, esperienza insufficiente (tenuta impropria durante la saldatura) e rimozione incompleta della lamina, ed è irrealistico controllare con attenzione la rimozione del foglio tra gli strati polimerici... Tutto questo è pieno di lacune, perdite e integrità del sistema compromessa. Il modo in cui sono formati è mostrato nella figura sottostante.

Con la posizione centrale della lamina non sono sempre saldati due strati di polipropilene. Questo è quello che succede in pochi anni

Soprattutto un sacco di problemi porta il fenomeno quando si hanno tubi nascosti in una parete o nel pavimento. La riparazione sarà lunga e difficile. In alcuni casi (in inverno) è più veloce creare un nuovo layout "sopra", lasciando quello vecchio nel muro (ma drenando l'acqua). E i micropori nelle cuciture avvengono molto spesso: è quasi impossibile controllare la qualità della rimozione della lamina tra gli strati di polipropilene, il che significa che è impossibile garantire la tenuta della cucitura. E questo è nel caso di un tubo di qualità, e se si ottiene un falso, come quello nella foto sopra? Come macinare un prodotto del genere? Non si può parlare della qualità della cucitura.

La differenza della saldatura dopo diversi anni di funzionamento (clicca per ingrandire)

Questa disposizione ha un altro inconveniente: solo la parte superiore del materiale del tubo è saldata al raccordo, e non entrambi gli strati. E questo, anche nella condizione di saldatura senza microgap, riduce significativamente l'affidabilità della pipeline. D'altra parte, tali prodotti (quelli pigri) sono molto più economici delle loro controparti europee. Qui tutto è spiegato semplicemente: sono prodotti da aziende che cercano di vincere il prezzo (produttori turchi e asiatici). Ma come influirà questa economia in futuro? Molto probabilmente, richiederà una sostituzione o riparazione urgente di una parte del gasdotto o dell'intero sistema.

Ecco come un tubo con una posizione centrale della lamina dopo 2 anni di funzionamento appare a grandezza naturale.

Quanto sopra è vero per un foglio continuo di lamina come strato di rinforzo. Ma c'è ancora un foglio perforato. È prodotto dalla campagna turca di Kalde. Il produttore afferma che a causa della presenza di perforazione, non è necessario rimuovere lo strato di lamina: durante la saldatura attraverso i pori, si verifica l'adesione dei materiali, che garantisce la resistenza del giunto. Per quanto riguarda la forza, probabilmente tutto è il caso. Ma che dire della reazione con la lamina con acqua e permeabilità all'ossigeno? Sicuramente queste cifre sono peggiori delle pipe con un foglio solido. Sebbene ci sia la stessa situazione dei tubi in PPR rinforzati con fibra di vetro: quando si utilizzano radiatori in alluminio di alta qualità, il sistema durerà a lungo.

Tubi di polipropilene della società turca Kalde con alluminio perforato

risultati

Non so voi, ma per quanto mi riguarda posso trarre le seguenti conclusioni. Se il cablaggio è nascosto, sono assolutamente necessari tubi in polipropilene rinforzati con pellicola solida. Inoltre, il foglio dovrebbe essere posizionato più vicino al bordo esterno, e non nel mezzo. Se i tubi sono posizionati "sopra", è abbastanza possibile utilizzare tubi di alta qualità per il riscaldamento con fibra di vetro (solo nei sistemi in cui è presente una caldaia a combustibile solido).

Per sapere come saldare tubi in polipropilene, quali tipi di raccordi sono necessari per questo e la procedura per la saldatura, vedere l'articolo "Tubi e raccordi in polipropilene: tipi e procedure di saldatura"

Tubi di polipropilene rinforzato per il riscaldamento: caratteristiche, criteri di selezione

Quando si organizza la fornitura di acqua calda e si dotano di sistemi di riscaldamento, si cerca spesso una soluzione alternativa per sostituire i tubi di rame e altri metalli ugualmente costosi. Recentemente, per il riscaldamento, tubi in polipropilene rinforzato comunemente usati, che sono un equivalente economico, non inferiore ai materiali tradizionali in termini di durata, resistenza e affidabilità.

Ambito di applicazione

I tubi in polipropilene rinforzato sono materiali universali, tradizionalmente utilizzati per creare sistemi di approvvigionamento idrico e fognario, l'organizzazione del riscaldamento.

Tubi di quattro metri di polipropilene con una sezione trasversale di 16-125 mm sono progettati per fognature e per l'approvvigionamento idrico, con un diametro esterno fino a 110 mm. Per il dispositivo di pavimenti termoisolanti il ​​tubo con una sezione fino a 17 mm più si avvicina.

I prodotti in polipropilene rinforzati con fibra di vetro di grandi diametri sono richiesti per l'installazione di sistemi di ventilazione. A causa della piccola massa non crea carichi significativi sulle partizioni e sulle strutture di supporto. I tubi PPR sono utilizzati nei sistemi di riscaldamento, acqua calda e fredda.

Anche i tubi PPR sono richiesti in agricoltura - per la creazione di sistemi di irrigazione e drenaggio. A causa delle elevate prestazioni, i prodotti vengono utilizzati per creare tubazioni tecnologiche che trasportano sostanze liquide e gassose non aggressive.

Durante la posa sotto le strade, nonostante l'elevata resistenza dei prodotti, è necessaria la protezione con condotti in cemento armato.

Marcatura e specifiche

Nonostante i tubi di polipropilene rinforzati siano prodotti da una varietà di produttori, non esiste ancora un sistema di marcatura unico. Spesso, i prodotti realizzati con lo stesso materiale con le stesse caratteristiche tecniche hanno una designazione diversa.

Per evitare confusione e navigare tra i nomi, è necessario comprendere i marchi utilizzati nella produzione di spazi vuoti in polipropilene. Ogni tipo è indicato da lettere latine PP. Quindi, i contrassegni sono caratteri alfabetici o numerici che indicano il tipo di materiale PVC:

  • gli omopolimeri (tipo 1) sono designati PPH-1, PP-1;
  • i copolimeri a blocchi (tipo 2), sono etichettati con PPB, PP-2;
  • I copolimeri random (tipo 3) sono designati come PPRC, PP-random, PPR.
Quest'ultimo tipo di plastica è il più moderno. Possiede le caratteristiche migliorate e, nonostante il prezzo considerevole, è ideale per il dispositivo di sistemi di riscaldamento.

Il numero che segue la lettera indica la pressione massima che un tubo in polipropilene può sopportare. Ad esempio, un prodotto con marcatura PN 10 può essere azionato a una pressione operativa fino a 10 bar.

Lo scopo funzionale e le principali caratteristiche del tubo in PP sono presentati nella tabella.

Tipi di rinforzo

Anche i tubi in polipropilene sono rinforzati, il che consente di minimizzare il tasso di espansione termica e migliorare le caratteristiche di resistenza dei prodotti.

Nella produzione, vengono utilizzati due tipi di materiali di rinforzo:

  • in fibra di vetro;
  • foglio di alluminio.

Rinforzo in alluminio

Il rinforzo con alluminio sottile (lamina) può essere realizzato sia dall'interno che dallo strato esterno del tubo. La designazione PEX / Al / PEX è adottata per tali prodotti tubolari. Il foglio può essere solido (monolitico) o perforato.

Ci sono due opzioni per la posizione del foglio: nel mezzo di uno strato di polipropilene o più vicino alla superficie esterna. Nel primo caso, durante l'installazione, è necessario eseguire il taglio, in cui il foglio è tagliato di 3-4 mm all'interno del tubo senza distruggere la plastica.

Quando lo strato di rinforzo si trova vicino alla superficie esterna, la probabilità di interazione del metallo con il refrigerante è completamente esclusa. Tubo rinforzato in alluminio perforato

Anche l'acqua purificata che circola attraverso un tubo non può essere completamente chimicamente neutra. Quasi sempre, in una o in un'altra concentrazione, contiene sali che reagiscono con il fioretto e lo distruggono. I tubi nel processo di installazione richiedono lo stripping, ovvero la rimozione dello strato superiore di plastica e rinforzo per creare un giunto saldato affidabile.

Rinforzo in fibra di vetro

I tubi di plastica per il riscaldamento, rinforzati con fibra di vetro, sono prodotti per coestrusione. Quando questo strato di rinforzo è nel mezzo.

I prodotti in polipropilene rinforzato con fibra di vetro sono caratterizzati da una bassa conduttività termica e vengono utilizzati per assemblare sistemi di riscaldamento aperti.

Il materiale di rinforzo può essere verde, rosso, blu o arancione. Questo è solo un pigmento usato da vari produttori. È necessario concentrarsi sulla striscia disegnata lungo il prodotto, il cui colore indica l'idoneità per lo spostamento di vari supporti:

  • rosso - per refrigerante caldo;
  • blu: per ambienti freddi;
  • la combinazione di colori blu e rossi parla dell'universalità dell'applicazione.
Rinforzo in fibra di vetro

Opzioni di selezione in base a criteri

La selezione dei tubi per determinate condizioni operative viene effettuata in base a tre criteri principali:

  • pressione di lavoro;
  • temperatura di esercizio del liquido di raffreddamento;
  • di diametro.

Pressione di lavoro

Come menzionato sopra, questo parametro, quando si designano i prodotti, è crittografato con una combinazione di PN, e il numero che segue le lettere indica la pressione massima consentita in barre (1 Bar è 0.1 MPa).

La scelta di un tubo rinforzato con alluminio o fibra di vetro è determinata principalmente dalle condizioni operative. Con frequenti colpi d'ariete o la necessità di regolare aggraffatura nelle condutture convenzionali, vengono spesso utilizzati i prodotti PN20. Per l'uso a temperature significative (sopra i 70 ° C) è necessario utilizzare tubi di classe PN25.

Per l'installazione nella costruzione di apparecchiature di riscaldamento autonomo o per pavimenti che funzionano sotto pressione fino a 10 atmosfere, è adatto il marchio PN20 con guaina di rinforzo in alluminio forato o solido.

Temperatura di esercizio del liquido di raffreddamento

Il parametro più importante è la temperatura del liquido di raffreddamento circolante. Nei pavimenti caldi, la temperatura del liquido, di regola, non supera i 40 ° C, poiché per il loro dispositivo è consentito utilizzare non solo prodotti con qualsiasi tipo di rinforzo, ma anche un tubo di plastica convenzionale.

Nei sistemi di radiatori a temperatura del vettore di calore fino a +85 ° С, è possibile utilizzare tubi rinforzati con alluminio o fibra di vetro.

In genere, i produttori indicano la temperatura massima consentita direttamente sulla superficie del prodotto. Può trattarsi di un'etichetta con un valore specifico, ad esempio "90 ° C" o un'indicazione che il tubo può essere utilizzato per il liquido caldo.

Diametro del tubo

I tubi di plastica rinforzata sono fatti di diversi diametri, la cui selezione viene effettuata in base alla capacità di fornire passaggio per un certo intervallo di tempo del volume del refrigerante:

  • Per la disposizione dei sistemi di riscaldamento nelle singole case, il passaggio del volume d'acqua richiesto è fornito da tubi con un diametro di 20-32 mm. Il loro vantaggio è la facilità di installazione, la facilità di piegatura, una vasta selezione di accessori.
  • Per oggetti di grandi dimensioni (complessi alberghieri, ospedali, saune pubbliche e bagni) vengono utilizzati tubi con una sezione trasversale di 200 mm.
  • Per tubi di riscaldamento centrale con diametro di 25 mm sono richiesti.
  • Per il sistema "pavimento caldo" è meglio acquistare prodotti di piccola sezione, fino a 16 mm.
  • L'installazione di riser viene eseguita da tubi con un diametro di 32 mm, fornendo corrente del refrigerante non ostruita. Per le aree del collettore, devono essere utilizzati prodotti di una sezione più ampia.

Vantaggi e svantaggi del rinforzo in fibra di vetro e alluminio dei tubi PPR

Prima di tutto, va notato che i prodotti, indipendentemente dal fatto che vetroresina o alluminio siano utilizzati per il rinforzo, hanno approssimativamente lo stesso parametro di espansione termica. Secondo questo indicatore, entrambi i tipi di prodotti sono equivalenti.

Il tubo rinforzato con fibra di vetro ha uno strato protettivo che copre completamente lo spazio tra gli strati interno ed esterno del materiale di base. A questo proposito, i prodotti hanno le seguenti proprietà:

  • resistenza allo strappo;
  • affidabilità;
  • durata (la vita operativa stimata è di 50 anni).
Tubi e raccordi in plastica rinforzata

Nella produzione di tubi rinforzati con alluminio sullo strato di rinforzo vi è un cordone di saldatura, e in prodotti economici, principalmente asiatici o turchi, i bordi dei fogli di lamina sovrapposti si sovrappongono. Le caratteristiche isolanti, la resistenza alle alte temperature e l'alta pressione di tali prodotti è bassa.

Il vantaggio di tubi con rinforzo in fibra di vetro può essere chiamato la presenza di uno strato anti-diffuso che impedisce il contatto del refrigerante con l'ossigeno, in conseguenza del quale le parti metalliche non sono soggette a processi di corrosione.

Rinforzando i prodotti con un foglio, il produttore non è sempre in grado di rendere solido lo strato protettivo, poiché aumenta il pericolo di contatto dell'aria con il liquido di raffreddamento. Inoltre, il materiale stesso non è resistente alla corrosione.

I collegamenti rinforzati con tubi in fibra di vetro non necessitano di controllare periodicamente la resistenza e la densità. L'affidabilità dei giunti di prodotti temprati in alluminio dipende in gran parte dalla qualità della pulizia effettuata e dalla selezione degli elementi prima del montaggio.

Polipropilene, rinforzato con pellicola, ha una costruzione a parete incollata. E se durante la saldatura alla fine c'è una sezione di metallo che interagisce direttamente con il liquido di raffreddamento, allora è in questo punto che si può verificare la separazione delle pareti, portando a un affollamento e ad una successiva raffica di gasdotto.

La separazione delle pareti dei tubi rinforzati

Lo strato di rinforzo in fibra di vetro è praticamente una costruzione monoblocco, la saldatura viene eseguita senza necessità di stripping e l'uso di utensili speciali.

I tubi rinforzati con fibra di vetro per il riscaldamento si distinguono per le elevate proprietà di isolamento termico, grazie alle quali le perdite di calore sono ridotte al minimo.

Le seguenti caratteristiche, rinforzate da vari materiali del prodotto hanno ugualmente:

  • il cloruro di polivinile non emette sostanze nocive né in forma fredda né quando riscaldato, non è tossico e sicuro;
  • il materiale è ben tollerato dall'azione di composti chimici attivi, resistenti all'influenza aggressiva del refrigerante insufficientemente purificato;
  • condizioni operative normali da 10 ° C a 95 ° C, con un breve innalzamento della temperatura possono portare a leggeri abbassamenti del gasdotto, ma senza la comparsa di deformazioni.

produttori

Fırat Plastik AS. Produttore turco che offre un'ampia gamma di prodotti tubolari in polipropilene, rinforzati con fibra di vetro o alluminio, con tutti gli accessori necessari per il loro collegamento.

I tubi PPR prodotti da Fırat Plastik possono essere utilizzati nell'intervallo di temperatura da -20 a 95 ° C.

Preferendo i prodotti di questo marchio, dovresti sapere che non devono essere conservati in aree aperte per più di 180 giorni. Il motivo - la mancanza di resistenza allo stabilizzatore alle radiazioni UV. Produttore FV-Plast

FV-Plast. Il produttore ceco offre tre linee progettate per diverse condizioni operative:

  • Classic - tubi pieni, con uno spessore di parete di 2,7-18,3 mm con un diametro esterno da 16 a 110 mm;
  • Stabi - prodotti tubolari rinforzati con foglio di alluminio, con una sezione trasversale di 16-110 mm e uno spessore di parete di 2,7-16,3 mm;
  • Stabioxy PP-RCT - tubi con strato di alluminio, con la massima resistenza alle alte temperature e alla pressione, con bassa dilatazione della temperatura e un maggiore volume di flusso dell'ambiente di lavoro.

FASER. Un produttore che garantisce costantemente prodotti di alta qualità tedeschi. Le migliori caratteristiche dei prodotti per tubi sono ottenute attraverso l'uso di materiali di alta qualità e rinforzi in fibra di vetro.

I tubi di questo marchio si distinguono per l'espansione termica più bassa possibile. Sono inoltre disponibili tutti i tipi di raccordi necessari per l'installazione dei tubi.

WAVIN Ekoplastik. Un altro produttore con un'ottima reputazione dalla Repubblica Ceca. Nel mercato russo, puoi acquistare prodotti per tubi di tre tipi:

  • Stabi con strato protettivo in alluminio;
  • Fibra con rinforzo in fibra di vetro;
  • PPR - tubi pieni.
Produttore WAVIN Ekoplastik

VALTEC. Joint venture italo-russa. Differisce in un vasto assortimento di tubi fabbricati in polipropilene e parti di montaggio:

  • tubi PPR solidi;
  • prodotti rinforzati con una solida cintura di alluminio;
  • con strato protettivo in fibra di vetro, in grado di trasferire pressione e temperatura in eccesso consentite a breve termine senza conseguenze;
  • raccordi e accessori.

conclusione

I tubi rinforzati in polipropilene possono essere definiti l'opzione migliore per il sistema di riscaldamento domestico del dispositivo. La cosa principale è scegliere il giusto tipo di prodotto e eseguire correttamente i lavori di installazione.

Tubi di polipropilene rinforzato per il riscaldamento: il prezzo corrisponde alla loro vita utile?

Il riscaldamento in casa, centralizzato o autonomo, non farà a meno dell'uso dei tubi. Tutti ricordano i tubi metallici, che hanno un aspetto poco attraente e possono fallire in qualsiasi momento, perché nel tempo reagiscono tutti peggio alle variazioni di temperatura. Inoltre, il metallo viene rapidamente ricoperto da una scala interna, che rallenta il movimento del refrigerante e riduce il trasferimento di calore, che a sua volta aumenta il consumo di carburante. Apparentemente, questi aspetti negativi dei prodotti in metallo e degli sviluppatori hanno portato alla volontà di creare e mettere in pratica nuovi modelli di tubi realizzati con materiali moderni, creati sulla base di tecnologie avanzate.

Tubo in polipropilene rinforzato nella sezione

I tubi di plastica convenzionali non possono essere collocati negli impianti di riscaldamento ad alta pressione, perché non sono così durevoli, ma gli sviluppatori hanno trovato una soluzione: il rinforzo di un normale tubo in polipropilene con fibra di vetro o alluminio aumenta la sua resistenza e durata, a volte, tali tubi non sono senza tutti i vantaggi della plastica ! I tubi in polipropilene rinforzato sono diventati molto popolari tra i proprietari di case quando installano gli ultimi sistemi di riscaldamento utilizzando le più moderne caldaie, pompe e vari sistemi di automazione. Sono perfetti per la pipeline sia nel settore privato che nei grattacieli.

Oltre a questi, sono fabbricati prodotti in polivinilcloruro e polietilene, ma non possono essere installati in sistemi di riscaldamento e acqua calda. Sì, non saranno in grado di battere tubi in polipropilene, rinforzati con rinforzo, nelle loro caratteristiche tecniche.

Per garantire l'efficacia del loro funzionamento prima di effettuare l'acquisto, è necessario dare un'occhiata più da vicino alle loro caratteristiche.

Tipi di tubi in polipropilene rinforzato

Il rinforzo migliora le qualità positive dei tubi in polipropilene, rendendoli più affidabili e resistenti agli ambienti chimici e corrosivi, sia internamente che dal refrigerante e dall'esterno.

Per il riscaldamento, vengono utilizzati due tipi di tubi multistrato composti da tre e cinque strati.

  • In un tubo a tre strati, lo strato intermedio è un rinforzo, che può essere fatto di vetroresina, e forse - di alluminio.
  • Il tipo a cinque strati di tubi è costituito da due strati di polipropilene - esterno ed interno, ed è inoltre dotato di uno strato rinforzato situato nel mezzo e due strati di colla termoresistente.

Tubo rinforzato a cinque strati

Poiché entrambi i tipi sono progettati per sistemi di riscaldamento che sono sottoposti a una pressione sufficientemente alta, reagiscono sia ad alte temperature del refrigerante che ad esso.

Ogni pipa è contrassegnata, sul suo corpo ci sono simboli numerici e lettere con i quali è possibile determinare quale materiale è stato eseguito il rinforzo.

Tubi riscaldanti con rinforzo in fibra di vetro

Il rinforzo in fibra di vetro dei tubi in PP è indicato come PPR-FB-PPR. Tale marcatura mostra che i prodotti sono realizzati secondo il principio del multistrato, in cui vi è uno strato di rinforzo nel mezzo, che è visibile sul taglio del tubo sotto forma di una striscia rossa o blu nel mezzo del tubo. In questo caso, viene utilizzata la fibra di vetro, e questi prodotti sono solitamente chiamati fibra di vetro.

Uno strato di fibra di vetro è disponibile in diversi colori e al taglio è chiaramente visibile. Ma questo non è il segno distintivo della qualità e di altre caratteristiche dei tubi e non influisce sul loro funzionamento.

  • Il vantaggio dei prodotti dotati di rinforzo in fibra di vetro davanti allo strato intermedio in alluminio è un'installazione più semplice: non è necessario calibrarli e pulirli. L'installazione di questo tipo di tubo consente di risparmiare tempo. I prodotti in vetroresina non sono stratificati, perché hanno una struttura monolitica, poiché il polipropilene è semplicemente fuso in polipropilene.
  • I punti deboli di questi prodotti possono essere attribuiti alla loro maggiore espansione quando riscaldati, rispetto ai prodotti con uno strato di alluminio - è il 5 o il 6% in più. Tuttavia, nonostante questo piccolo inconveniente, sono ancora più diffusi dei tubi rinforzati con alluminio a causa della facilità di installazione e dell'assenza di una differenza fondamentale nel periodo di funzionamento.

Tubo con uno strato di alluminio

Tubi rinforzati in alluminio

I tubi rinforzati in alluminio sono abbreviati in PPR-AL-PPR e sono suddivisi in diverse sottospecie.

  • Nella prima forma di realizzazione, l'alluminio perforato è installato nella parte centrale della parete del prodotto, vale a dire fori rotondi, di piccole dimensioni, sono distribuiti su tutto lo strato rinforzato.

Lo strato di alluminio può essere perforato...

  • Un'altra opzione è un rinforzo in alluminio solido senza fori.
  • Se le due sottospecie precedenti avevano tre strati, la terza variante comprende tubi a cinque strati in cui uno strato di colla a caldo è distribuito tra polipropilene e alluminio su entrambi i lati.

Quando viene montato sulla giunzione, l'alluminio viene raschiato via, poiché non può essere saldato, ma viene unito solo lo strato di tubo in polipropilene. La condotta di tali tubi serve senza decine di anni, con la loro connessione competente.

Lo strato intermedio di alluminio, così come la fibra di vetro, può essere di diversi colori. Tuttavia, non fornisce alcuna informazione sulla qualità o le prestazioni, quindi quando si acquista non dovrebbe prestare particolare attenzione ad esso.

A volte nella marcatura, la designazione PPR è sostituita da PEX e può essere simile a questa: PPR-AL-PEX, PPR-AL - PPR o PEX-AL-PEX. Tali designazioni parlano di diverse strutture degli strati. Le prime lettere nella combinazione di simboli sono lo strato esterno del tubo, quindi l'alluminio e la terza designazione dello strato interno. Ad esempio, la combinazione delle lettere "PEX" indica polietilene reticolato - ha prestazioni più elevate. Ma, devo dire che, in linea di principio, questi tubi sono quasi gli stessi e possono essere facilmente applicati ai circuiti di riscaldamento.

caratteristiche

  • I tubi in PP senza rinforzo non vengono utilizzati per il riscaldamento, in quanto hanno una notevole espansione lineare significativa quando riscaldati da un refrigerante caldo. Pertanto, una delle caratteristiche importanti per qualsiasi prodotto rinforzato può essere attribuita a un piccolo coefficiente di espansione termica - dell'ordine di un centimetro per perdita di dosaggio lineare. Il materiale si comporta in questo modo anche a temperature superiori allo standard per il valore del riscaldamento centrale di 70 gradi.
  • Grazie alla composizione del materiale utilizzato per la fabbricazione di tubi in PP, acquisiscono elevata elasticità. Ad esempio, quando il refrigerante si blocca in essi, non collassano, come di solito accade con il metallo. Qui attribuiamo anche la resistenza termica: sopportano cadute di temperatura da - 10 a +95 gradi.
  • Le caratteristiche positive possono anche essere attribuite alla forza meccanica.
  • Anche la sicurezza ambientale è importante, sia per l'uomo che per l'ambiente.
  • È molto importante prestare attenzione alla marcatura e scoprire quale pressione del refrigerante è stata progettata per un tipo specifico di tubo.
  • Qualsiasi tipo di tubo in polipropilene guadagna sul metallo con la sua resistenza alla corrosione, indipendentemente dal vettore di calore utilizzato nel sistema.
  • Il polipropilene è chimicamente inerte, quindi non entra in nessuna reazione, il che consente di preservare l'integrità della condotta per molti anni di funzionamento.

Parti componenti

Durante l'installazione di qualsiasi tubo in PP, è necessario utilizzare vari componenti sagomati per la connessione. Tutti i componenti necessari sono determinati in anticipo, secondo il disegno del layout del riscaldamento.

Ampio assortimento di accessori

I componenti includono tee, raccordi, giunti, gomiti, valvole e altre parti. Devono essere selezionati, in base al diametro del tubo che verrà installato e alle loro caratteristiche. Ad esempio, è impossibile acquistare componenti per sistemi di approvvigionamento di acqua fredda per la loro installazione in circuiti di riscaldamento.

Per l'interfacciamento con altre aree non polipropileniche del sistema, vengono utilizzati prodotti speciali con inserti filettati in metallo pressato o con dadi a testa cilindrica di tipo americano.

Installazione di tubi in PP rinforzati

L'installazione di tubi in polipropilene rinforzato è piuttosto semplice e può essere eseguita da sola, se è necessario l'equipaggiamento necessario. La condizione principale per l'unione è creare un giunto ermetico forte sciogliendo lo strato superiore del materiale.

strumenti

Il set di strumenti utilizzati per l'installazione include:

- il riscaldatore per saldatori è una saldatrice speciale per la saldatura del polipropilene;

Saldatrice speciale (saldatore)

- un tagliatubi che consente il taglio esattamente ad angolo retto, il che è molto importante per la saldatura di alta qualità.

Quindi lavorare la tagliatubi

- se viene utilizzato un tubo con rinforzo in alluminio, è necessario uno shader con cui rimuovere il foglio prima di saldare e tagliare (smussatura). Lo strumento deve avere coltelli affilati e ben regolati.

- strumento di misura - quadrato, metro a nastro, livello dell'edificio, pennarello.

Se si prevede di realizzare un circuito di riscaldamento affidabile in modo che duri per molti anni senza problemi diversi, non è possibile utilizzare gli strumenti disponibili, sono necessari strumenti specializzati.

Preparazione per l'installazione

Prima dell'installazione dei tubi nel sistema, un breve lavoro preparatorio. In modo che non vengano ritardati, viene elaborato in anticipo un diagramma dell'intero layout, vengono effettuate misurazioni accurate e inserite nello schema. Qui sono indicati anche i dettagli necessari per la connessione, che si trovano nella figura in quei punti in cui saranno posizionati direttamente nel sistema:

  1. agire sotto lo schema, misurare e tagliare le sezioni del tubo;
  2. lo smusso viene rimosso dai loro bordi esterni;
  3. il luogo in cui passerà il composto viene pulito e sgrassato;
  4. la saldatrice è fissata sul supporto ed è inclusa nella rete, dovrebbe essere riscaldata a 255 - 260 gradi.

Il tempo di riscaldamento è determinato da una tabella speciale e dipende dal tipo di pezzo, dallo spessore della parete e dal diametro del tubo.

Profondità di penetrazione e tempo di riscaldamento

Come saldare tubi di polipropilene rinforzato

I dettagli sono interconnessi come segue:

  • Prendi due parti preparate in anticipo per la saldatura. Sul tubo c'è un segno che indica la profondità di penetrazione. Successivamente, la parte sagomata viene posizionata su un elemento a forma di cono, il mandrino e il tubo viene inserito nella manica fino al segno impostato.
  • Dopo il riscaldamento, il cui tempo è in stretta conformità con la tabella, le parti vengono rimosse dal riscaldatore del saldatore e rapidamente collegate l'una all'altra. È necessario inserirli progressivamente, senza scorrere e senza l'applicazione di sforzi aggiuntivi. Dopo il raffreddamento, il composto forma una giunzione ben sigillata.
  • I collegamenti eseguiti correttamente non richiedono un monitoraggio costante, come ad esempio per tubi metallici con connessioni filettate. Questo può essere considerato un vantaggio dei prodotti rinforzati in polipropilene, perché possono essere incorporati nel muro senza timore di incidenti.
  • Per la posa di linee di riscaldamento nella parete, è necessario elaborare uno schema preciso del passaggio dei tubi, legandolo a una stanza specifica e tenendo conto delle caratteristiche del materiale delle pareti e dei pavimenti dell'edificio.
  • I tubi sono posizionati lungo il muro, fissandoli su appositi morsetti (clip), che sono avvitati sul tassello. I tubi vengono inseriti nei morsetti e chiusi con un chiavistello.

Fissaggio dei tubi alle pareti

È necessario sapere che non è possibile collegare tubi di polipropilene direttamente al tubo della caldaia, se il riscaldamento viene eseguito in una casa privata. Il passaggio dal polipropilene al dispositivo di riscaldamento è realizzato con un tubo di acciaio lungo 45-50 cm.

Video Tutorial sul dispositivo e installazione di tubi rinforzati in polipropilene

I tubi rinforzati in polipropilene si sono dimostrati facili da installare e affidabili nel funzionamento. Conveniente, duraturo nel funzionamento, facile da installare e più estetico dei tubi metallici, oltre a non richiedere controlli e verniciature speciali - questi sono meritevoli di TV abbastanza da scegliere il polipropilene rinforzato per l'installazione.

Pavel Vorobiev Capo redattore

Autore della pubblicazione 14/07/2018

Ti piace questo articolo?
Salva per non perdere!

Cosa sono i tubi di polipropilene rinforzati?

Per il miglioramento delle qualità meccaniche, vengono utilizzate le caratteristiche operative dei rinforzi dei tubi in polipropilene. Il tubo rinforzato in polipropilene conserva tutte le qualità positive dei prodotti in plastica e acquisisce ulteriori vantaggi: rigidità, resistenza alla temperatura e alla pressione. Rafforzare la fibra di vetro in polipropilene o alluminio. Ogni tipo di tubo ha i suoi vantaggi, sottigliezze di installazione e funzionalità di funzionamento.

Cos'è un tubo rinforzato

Il polipropilene è un polimero organico che viene utilizzato per rendere sicuri, economici (rispetto al metallo) tubi con una lunga durata. Un significativo inconveniente delle tubazioni realizzate in semplice polipropilene è il loro cedimento e la loro deformazione quando la temperatura del liquido trasportato sale.

La seconda qualità del polipropilene, che crea problemi durante il funzionamento delle condotte, è lineare (in lunghezza) durante il loro funzionamento durante il riscaldamento o la fornitura di acqua calda. L'allungamento del tubo raggiunge 10 cm per 1 metro lineare e richiede l'installazione di compensatori.

Con l'installazione esterna, degrada l'estetica, aggiunge valore. Quando è chiuso, camminare sul gasdotto può causare la distruzione dell'intonaco.

Il rinforzo è l'aggiunta di materiale di rinforzo in polipropilene alla parete del tubo: alluminio o fibra di vetro.

Il rinforzo di materiali plastici con fibra di vetro è l'ultimo sviluppo in questo settore e tiene conto degli svantaggi dei rinforzi metallici. Un ulteriore strato interno stabilizza le sostanze organiche plastiche, rendendo il tubo più resistente.

Le tubazioni in plastica rinforzata sono più vicine al metallo nelle possibilità, pur mantenendo tutti i vantaggi del polimero organico.

Il tubo in polipropilene rinforzato ha le seguenti qualità:

  • rimane inerte all'attacco chimico;
  • non emette sostanze nocive, adatte all'uso nell'industria alimentare;
  • preserva la scorrevolezza della parete interna, non "invaso" con sedimenti e incrostazioni;
  • sono dielettrici, hanno bassa rumorosità e conducibilità termica;
  • ha un prezzo inferiore rispetto ai prodotti in metallo;
  • ha un peso ridotto, facilità di trasporto;
  • il coefficiente di espansione lineare è ridotto di 5 volte rispetto al polipropilene convenzionale;
  • mantiene più significativi i carichi di temperatura e di potenza;
  • rimane disponibile per l'autoinstallazione.

Ambito di applicazione

I tubi rinforzati in polipropilene sono adatti per l'installazione:

  • impianti di riscaldamento in impianti di riscaldamento centralizzati, abitazioni private;
  • condotte per l'acqua calda;
  • tubazioni industriali per il trasporto di sostanze aggressive e liquidi alimentari (senza riscaldamento).

Il principale consumatore di tubi rinforzati in polipropilene è un proprietario di abitazione privato. I prodotti in plastica soddisfano al meglio le esigenze e le capacità dei consumatori. Conservano la massima durata in termini di comunicazioni autonome di riscaldamento, sono economiche, facilmente trasportabili e sono disponibili per l'autoassemblaggio, la manutenzione e la riparazione.

Fai attenzione! Tubi di polipropilene (anche rinforzati) non consigliano l'installazione in sistemi di riscaldamento centralizzato nelle regioni fredde. Una differenza di temperatura significativa, alti carichi influenzano negativamente la durata delle comunicazioni di plastica.

Tipi di rinforzo di tubi in polipropilene

Esistono 2 tipi di prodotti di rinforzo in plastica:

  1. Rinforzato con un foglio di alluminio.
  2. Rinforzo in fibra di vetro.

Rinforzo metallico

L'essenza del rinforzo in alluminio è che il foglio di alluminio è incorporato nella parete del tubo in polipropilene. I bordi del foglio sono sigillati insieme (in prodotti economici questo può essere sovrapposto senza fissarli).

La parete del tubo rinforzato nella sezione è una struttura a tre strati, in cui la parte centrale in metallo copre lo strato interno ed esterno di polipropilene.

Tipi di rinforzo in polipropilene con alluminio:

  • la lamina può essere perforata (con fori in tutta l'area) o solida;
  • la posizione può essere rigorosamente nel mezzo della sequenza o più vicino al bordo esterno;
  • la parete del tubo può essere a tre o cinque strati.

La parete a cinque strati contiene ulteriori strati di adesivo (adesivo) tra il metallo e la plastica. Marcatura del prodotto: PP-RCT-AL-PPR (con un livello aggiuntivo) o PP-AL-PPR (senza aggiunte).

Rinforzo in fibra di vetro

Il rinforzo in fibra di vetro ha un aspetto diverso. La vetroresina, da sola, non è un solido "pezzo" di materiale, ma è una fibra sparsa. La fibra di vetro è mescolata con polipropilene e viene anche aggiunta all'interno del tubo.

A differenza del rinforzo metallico, qui il muro è un sistema monolitico con fibre incorporate. Tubi di polipropilene con fibra di vetro chiamati vetroresina. Marcatura del prodotto: PPR-FB-PPR.

Caratteristiche comparative dei prodotti rinforzati

Avendo capacità operative quasi identiche, i tubi con fibra di vetro non hanno bisogno di uno speciale metodo di connessione. Quando si installa la plastica con uno strato di alluminio all'interno, questo strato deve essere rimosso prima della saldatura.

L'inserto metallico separa meccanicamente il polimero, che durante il funzionamento può causare la distruzione e la perdita di comunicazioni. Qualitativamente cucinare questi prodotti per i profani è un compito difficile.

I prodotti con fibra di vetro sono saldati nel modo classico. È possibile utilizzare qualsiasi metodo per collegare semplici tubi in polipropilene, senza modificare l'algoritmo di lavoro. La solidità delle articolazioni è il principale vantaggio della fibra di vetro rispetto all'alluminio. Dal coefficiente di espansione lineare la vetroresina perde metallo circa il 6%.

Fai attenzione! Le condotte in polipropilene con rinforzo in alluminio sono le più vulnerabili agli incroci. Richiede un monitoraggio costante durante la manutenzione e il funzionamento.

Parametri tecnici di funzionamento

Anche rinforzato con uno strato aggiuntivo di materiali plastici ha limitazioni nelle condizioni operative. Possono essere utilizzati per la fornitura di acqua calda e fredda e per l'installazione di un sistema di riscaldamento che funziona sull'acqua. Per i circuiti di riscaldamento a vapore tali materiali non sono adatti.

Le capacità tecniche del prodotto sono criptate nella sua etichettatura. Marcatura della composizione del materiale sopra. I tubi importati possono avere le seguenti istruzioni sul materiale:

  • Stabi - alluminio;
  • Fibra - fibra di vetro.

La marcatura del diametro indica contemporaneamente la massima pressione di tenuta in kgf / sq. cm.

Caratteristiche e uso:

  • PN 10. Temperatura massima consentita fino a 45 gradi. Utilizzare per l'installazione della tubazione di acqua fredda e il dispositivo di un pavimento isolato termicamente.
  • PN 16. Temperatura - 60 gradi, pressione 16 atmosfere. Nell'attrezzatura delle case private è usato raramente. Destinazione: approvvigionamento idrico freddo e caldo (limitato).
  • PN 20. Rifornimento di acqua calda. La soglia di temperatura consentita è fino a 95 gradi, consigliata 80 gradi. La pressione massima è di 20 atm.
  • PN 25 (rinforzato). Installazione di impianti di riscaldamento di qualsiasi livello. Temperatura 95 gradi, pressione 25 atm.

Installazione di tubi rinforzati in polipropilene

L'installazione di tubi rinforzati non è diversa dai prodotti di saldatura dal semplice polipropilene.

  • legame chimico (saldatura a freddo);
  • connessioni filettate;
  • saldatura per diffusione.

Il miglior fissaggio dei pezzi è ottenuto mediante saldatura per diffusione di alta qualità.

Per i prodotti rinforzati con foglio di alluminio nel classico algoritmo di saldatura, è inclusa la fase di pulizia del pezzo di tubo saldato da metallo. Per fare questo, utilizzare uno strumento speciale - rasoio.

Algoritmo di saldatura di tubi in polipropilene:

  1. Preparatorio: i prodotti vengono tagliati a misura, puliti, sgrassati. La saldatrice viene riscaldata a 260 gradi (non spegnere il lavoro).
  2. Riscaldamento: il tubo viene inserito nel manicotto del saldatore, il raccordo viene posizionato sul mandrino. Lo fanno simultaneamente, con abbastanza sforzo fisico, ma senza scorrere.
  3. Collegamento: entrambe le parti vengono contemporaneamente rimosse dall'apparecchio e collegate con la forza. Al momento della solidificazione delle parti in plastica fissa immobile.


Il processo di installazione dei tubi in polipropilene non è complicato, ma richiede abilità pratiche.

Tubi in polipropilene rinforzati con fibra di vetro per il riscaldamento

Qualsiasi sistema di riscaldamento del tipo di acqua presuppone la presenza di circuiti lungo i quali circola il liquido di raffreddamento. Queste tubazioni collegano la caldaia a tutti i dispositivi di scambio termico, che sono i radiatori ai più remoti. Di conseguenza, in una vasta area di un edificio o addirittura di un appartamento, l'intero sistema può assumere una forma ramificata molto complessa e la lunghezza dei tubi posati può essere di decine o addirittura centinaia di metri.

Tubi in polipropilene rinforzati con fibra di vetro per il riscaldamento

Non molto tempo fa, non c'era praticamente nessuna alternativa ai tubi in acciaio di VGP. Ma, vedi, il loro acquisto, il trasporto e l'installazione sono molto difficili, non economici e non tutti accessibili per la performance indipendente dell'evento. E, francamente, ci sono molte altre carenze in tali tubi. Un'altra cosa: economica, leggera, facile da installare e sembra un bel tubolare in polipropilene. Tuttavia, non tutte le loro varietà sono adatte a tali scopi, a causa della natura del materiale di fabbricazione. Ma i tubi in polipropilene rinforzati con fibra di vetro per il riscaldamento saranno un'opzione eccellente.

Oltre a questi, i tubi in polipropilene vengono prodotti anche con rinforzi in alluminio, quindi, per capire quale di essi è migliore, è necessario confrontarli. Solo in questo modo sarà possibile valutare e identificare le caratteristiche dei diversi tipi di questi prodotti.

Perché abbiamo bisogno di tubi rinforzati in polipropilene per il riscaldamento?

Il sistema di riscaldamento sarà affidabile nel funzionamento, se seleziona i tubi "giusti" che soddisfano determinati requisiti. Tali criteri includono la resistenza dei prodotti a carichi ad alta temperatura e pressione. all'influenza aggressiva del vettore di calore che circola su di essi. È particolarmente importante considerare questi requisiti se si prevede di installare i tubi e i loro elementi di collegamento in un sistema collegato all'alimentazione di calore centrale.

Nei negozi specializzati è possibile trovare tubi in polipropilene rinforzato con diversi spessori delle pareti, realizzati con diversi materiali di qualità, diversi per resistenza a pressione e temperature elevate, esposizione ai raggi UV e con un diverso coefficiente di espansione lineare. Pertanto, se si decide di installare un nuovo circuito o sostituire i vecchi tubi con tubi di polipropilene, è necessario conoscere i criteri di valutazione con i quali i materiali utilizzati per tali scopi devono essere conformi.

Quindi, per l'installazione del circuito di riscaldamento, è necessario scegliere i tubi che soddisfano una serie di requisiti importanti.

  • La temperatura del liquido di raffreddamento nell'impianto di riscaldamento centrale è solitamente di 75 ÷ 80 gradi, ma a volte può raggiungere tassi più elevati, vicino a 90 ÷ 95 ºС. Pertanto, al momento dell'acquisto di questi prodotti, vale la pena sceglierli con un margine di stabilità termica, ovvero le loro caratteristiche dovrebbero indicare una temperatura di almeno 95 gradi.
  • Il polipropilene è un materiale eccellente per i tubi, ma ha una qualità caratteristica - un coefficiente molto significativo di espansione lineare con variazioni di temperatura (secondo i dati tabulari - 0,15 mm / m × ºС). Un po ' E se guardare questo business "attraverso il prisma" di valori assoluti?

Diciamo che l'installazione del circuito di riscaldamento è stata effettuata a una temperatura di +20 ºС. Dopo aver avviato l'impianto di riscaldamento, la temperatura nel tubo di alimentazione è prevista anche solo di 75 ºС. Quindi, abbiamo un differenziale con un'ampiezza di + 55 gradi. Con il coefficiente di dilatazione termica sopra riportato, ogni metro del nostro circuito aumenterà in lunghezza di 8,25 mm. Anche in una sezione rettilinea relativamente piccola di 3 metri, questo darà già 2,5 cm di allungamento, per non parlare di sezioni più lunghe. Ma questo è già molto serio!

Alcuni esempi illustrativi di ciò che il "risparmio del penny" porta sono l'uso di tubi non rinforzati per il circuito di riscaldamento.

Di conseguenza, i tubi posizionati si deformano, si piegano, saltano fuori dai loro attacchi a clip. Naturalmente, allo stesso tempo crescono le tensioni interne delle loro pareti, i nodi di connessione sono sovraccaricati, la tenuta delle connessioni filettate sui raccordi può essere interrotta. Il sistema perde chiaramente non solo l'estetica del suo genere, ma anche l'affidabilità complessiva.

E cosa succede a tali tubi se sono rigidamente inseriti nelle pareti o nel pavimento? È persino difficile immaginare quanto siano grandi le sollecitazioni interne alle loro pareti. È chiaro che per quanto riguarda la durata di un tale circuito di riscaldamento, non si parla nemmeno.

Ma con i tubi rinforzati, il coefficiente di espansione lineare è quasi cinque volte inferiore. Con gli stessi dati iniziali, la sezione di tre metri sarà allungata di soli 4,95 mm, il che non è affatto critico. Naturalmente, questo non elimina la necessità di compensare l'espansione lineare su segmenti molto lunghi, ma d'altra parte, i compensatori (loop o soffietti) avranno bisogno di molto meno, e possono essere collocati in luoghi inaccessibili allo sguardo.

Compensatori per tubi loopback in polipropilene (sinistro) e tipo a soffietto

  • Oltre alle alte temperature, il sistema di riscaldamento centralizzato non si distingue per la stabilità della pressione, in quanto, soprattutto all'inizio delle attività di test dopo la stagione estiva, di norma vi sono salti incontrollati, fino a potenti colpi d'ariete. Pertanto, i tubi devono essere resistenti ai sovraccarichi di pressione e solo i prodotti rinforzati con alluminio o fibra di vetro possiedono tali qualità in misura molto maggiore.
  • La vita utile dei tubi per sistemi di riscaldamento dichiarati dal produttore deve essere paragonabile alla durata di altri dispositivi e componenti inclusi nel circuito generale. E in questa posizione i tubi rinforzati in polipropilene hanno un chiaro vantaggio.
  • Una buona proprietà del propilene è l'inerzia all'ambiente aggressivo del refrigerante, dal momento che il materiale della parete non dovrebbe essere soggetto a corrosione e destrutturazione dagli effetti di vari prodotti chimici, la cui presenza, ahimè, non può essere esclusa nel sistema di riscaldamento centrale.
  • Le superfici perfettamente lisce delle pareti interne dei tubi in polipropilene consentono di far circolare liberamente il liquido di raffreddamento attraverso il circuito di riscaldamento.
  • Il polipropilene ha la proprietà di attutire i suoni della circolazione del refrigerante all'interno del sistema, che lo distingue dall'acciaio tradizionale. Rinforzato con tubi in fibra di vetro ha un tale vantaggio in un grado più pronunciato.

Marcatura di tubi in polipropilene

Senza eccezioni, tutti i tubi in polipropilene devono avere una marcatura alfanumerica sulla loro superficie, che indica le loro principali caratteristiche fisiche, tecniche e operative. Quando si acquistano tubi, si raccomanda di studiare attentamente l'etichettatura in modo da non essere confusi con la scelta dell'opzione ottimale.

Per chiarezza, considera l'etichettatura con l'esempio:

Esempio di tubo in polipropilene rinforzato con fibra di vetro

E - di regola, l'iscrizione al contrassegno inizia con il logo o il nome dell'azienda del produttore del materiale. In ogni caso, quelle aziende che godono davvero di prestigio in questa sfera di produzione, non esitano a mettere il loro nome su ogni unità dei loro prodotti. Bene, se il produttore "era modesto" e non c'era nulla indicato nell'etichettatura, questo dovrebbe essere un motivo per pensare se valga la pena acquistare un prodotto del genere, sia che si tratti di un'imitazione a basso costo.

B - La seguente abbreviazione denota la struttura strutturale del tubo. Qui di solito si trova la seguente notazione:

- PPR - tubo in polipropilene, che non ha rinforzo interno;

- PPR-FB-PPR - tubo rinforzato con fibra di vetro;

- PPR / PPR-GF / PPR o PPR-GF - tubo rinforzato con un materiale composito, che comprende fibra di vetro e polipropilene;

- PPR-AL-PPR - tubo, rinforzato con foglio di alluminio.

- PP-RCT-AL-PPR - questa complessa sigla significa che il tubo è costituito da diversi strati realizzati con materiali diversi. Quindi PP-RCT - quello interno è un polipropilene modificato con proprietà termostatiche migliorate, AL - lo strato intermedio è un foglio di alluminio e PPR - lo strato esterno è polipropilene.

B - La seguente designazione, PN, è un tipo di tubo che parla in gran parte delle sue caratteristiche operative e delle aree di possibile utilizzo. I numeri indicano la pressione operativa nominale nel sistema (in barre o ambienti tecnici):

- PN-10 - tali tubi possono sopportare una pressione di 10 bar e possono essere utilizzati per l'alimentazione dell'acqua fredda o, in via eccezionale, per il montaggio del tubo di alimentazione sui contorni di un pavimento caldo mantenendo la temperatura appropriata, poiché sono progettati per temperature non superiori a + 45 gradi.

- PN-16 - I prodotti sono progettati per acqua fredda e calda con una temperatura fino a + 60 gradi e una pressione di esercizio fino a 16 bar.

- PN-20 è l'opzione più richiesta, dal momento che può essere definita universale, poiché viene utilizzata sia per l'alimentazione di acqua calda e fredda, sia per i circuiti dei sistemi di riscaldamento. I tubi con questa marcatura possono resistere a temperature di 95 gradi e pressioni fino a 20 bar.

- PN-25: tali tubi sono i più resistenti, sopportano una pressione di 25 bar e una temperatura di 95 gradi. Sono utilizzati per l'installazione in riser di sistemi di riscaldamento e acqua calda, anche per circuiti collegati al riscaldamento centrale.

I principali parametri dimensionali standard dei tubi per questa classificazione sono presentati nella tabella seguente: