Stretto di prova di acque luride

Dopo il completamento dei lavori di installazione di impianti fognari interni e installatore liquami deve essere di loro prove con la preparazione di un atto conformemente all'appendice "D" SP 73.13330.2012 "impianto idraulico interno di un edificio" (SNIP 3.05.01-85 edizione attualizzato). Questi test dovrebbero essere eseguiti versando acqua contemporaneamente aprendo il 75% degli apparecchi sanitari collegati al sito di test. Dal metodo di prova viene il nome "casalingo" dell'atto - l'atto sullo stretto di acque luride o l'atto di liquame stretto. Tuttavia, il nome dell'atto secondo la documentazione normativa è il seguente: l'atto di testare i sistemi di fognature e sistemi di drenaggio domestici.

Abbiamo affrontato il nome corretto dell'atto e il suo appuntamento. Ora diamo un'occhiata più da vicino alla forma del test dei sistemi fognari interni e degli scarichi e del metodo di riempimento.

Innanzitutto, inserisci il nome del sistema su cui sono stati condotti i test. Il nome del sistema è tratto dalla documentazione del progetto. Ad esempio, può essere "K1 sistema di scarico domestico".

Successivamente, è necessario inserire il nome dell'oggetto di costruzione del capitale. Non c'è niente di complicato. Informazioni sul nome che prendiamo dalla documentazione del progetto o dal permesso di costruzione. Successivamente, inseriremo i dati sulla città in cui si trova l'oggetto capitale e la data dei test.

Unità, che registra le informazioni relative alla Commissione che hanno condotto i test include le seguenti informazioni: il nome dell'organizzazione del cliente, contraente generale, l'installazione (la costruzione) dell'organizzazione, così come per uffici, le iniziali e nomi dei rappresentanti di queste organizzazioni.

Al paragrafo 1 del test atto fognature e canali di scolo interno rendono i dati (nome) della impresa di progettazione, documentazione di progettazione cifra, numero per cui eseguire l'installazione di disegno.

Nel paragrafo 2 indichiamo il numero di apparecchi sanitari aperti contemporaneamente e il tempo durante il quale sono stati condotti i test. I dispositivi sanitari comprendono vasche da bagno, lavabi, piatti doccia, scale, bidet, water, scodelle, orinatoi, lavandini, lavandini e prugne. Durante le prove secondo SP 73.13330.2012, almeno il 75% degli apparecchi sanitari collegati all'area testata deve essere aperto contemporaneamente.

La clausola 3 del certificato di prova delle acque reflue include i dati sui difetti rilevati durante i test. Se non vengono rilevati difetti, abbiamo messo un record che durante l'ispezione, durante i test, non sono state rilevate perdite attraverso le pareti delle tubazioni e dei giunti.

In base ai risultati dei test, viene presa la decisione della commissione, che viene registrata nel finecorsa dell'atto. Di norma, questo è un paragrafo di modello, che integra solo i dati sul nome del sistema testato.

Dopo il completamento del test, l'atto dello stretto è firmato da tutti i membri della commissione. Non è consentito cambiare la forma dell'atto e la deviazione da esso.

Atto di collaudo di impianti idraulici e sanitari

ACT
PROVE DEI SISTEMI DI DRENAGGIO INTERNO E DOTAZIONE DELL'ACQUA

montato in ___________________________________________________________

__________________________ "__" _________________ 200_

Commissione composta da rappresentanti:

posizione, iniziali, cognome)

general contractor _____________________________________________________

posizione, iniziali, cognome)

organizzazione di montaggio _____________________________________________________

posizione, iniziali, cognome)

ha effettuato un'ispezione e un controllo di qualità dell'installazione, eseguiti dalla direzione dell'installazione, e ha redatto questo atto su quanto segue:

1. L'installazione viene effettuata nell'ambito del progetto _______________________________________________

organizzazione del progetto e numeri di disegno)

2. Il test viene effettuato versando acqua aprendo contemporaneamente _________

apparecchi sanitari collegati al sito di prova per ________ min, o riempimento con acqua all'altezza del pavimento (non oltrepassare il necessario).

3. Se visualizzati durante il test, non sono state rilevate perdite attraverso le pareti di condotte e giunti.

L'installazione viene eseguita in conformità con la documentazione del progetto, le specifiche attuali, gli standard, i codici di costruzione e le regole di produzione e l'accettazione del lavoro.

Il sistema è riconosciuto per superare la prova della fuoriuscita di acqua.

Rappresentante del cliente __________________________

esecutivo

Agisce sulle reti interne di approvvigionamento idrico e fognario

Home | Forme | Agisce sulle reti interne di approvvigionamento idrico e fognario

In questa sezione, è possibile scaricare moduli pronti per l'uso per l'esecuzione della documentazione as-built.

  • Atto di prova dei sistemi fognari domestici e delle grondaie - parola di download | eccellere
  • Atto di accettazione del sistema e rilasci di liquami domestici - parola di download | eccellere
  • Prova di tenuta idrostatica o manometrica - parola di download | eccellere
  • Atto di ispezione dell'indicatore - parola di download
  • Legge sulle condotte di scarico - parola di download | eccellere
  • Legge sulle singole apparecchiature di prova - parola di download | eccellere
  • Agire sul lavaggio e sulla disinfezione della fornitura d'acqua - scaricare la parola | eccellere
  • Rapporto di accettazione per i sistemi interni di hgvs - download word | eccellere
  • Legge di collaudo idrica per la perdita di acqua - parola di download | eccellere
  • Atto di esame delle opere nascoste (modulo RD-11-02-2006) - download word | eccellere
  • Certificato di ispezione di opere nascoste (modulo RD-11-02-2006) campione 2018. Scarica il file word
  • Legge di controllo delle sezioni delle reti di ingegneria e supporto tecnico (modulo RD-11-02-2006) - parola di download | eccellere

Leggi a tutti coloro che compilano la documentazione esecutiva.

Legge di test delle acque reflue esterne

Rifornimento idrico esterno e reti fognarie

Test di condotte di pressione di reti idriche e fognarie esterne

Le tubazioni sotto pressione sono soggette a test di resistenza e tenuta, di norma, con il metodo idraulico in conformità ai requisiti di SNiP 3.05.04-85 *.
Il collaudo delle condotte di pressione di tutte le classi dovrebbe essere effettuato dall'organizzazione di costruzione e installazione, di norma, in due fasi:
il primo è un test preliminare eseguito dopo il reinterro dei seni con punzonatura a terra a metà del diametro del tubo lasciato aperto per l'ispezione da giunti di testa; il test può essere eseguito senza la partecipazione di rappresentanti del cliente e dell'organizzazione operativa con la preparazione dell'atto approvato dall'ingegnere capo dell'organizzazione di costruzione e installazione;
la seconda: i test di accettazione devono essere eseguiti dopo che la condotta è stata riempita completamente con la partecipazione del cliente e dell'organizzazione operativa; il test deve essere emesso nella forma indicata qui.

Prove di condotte a flusso libero di reti fognarie esterne

Il collaudo delle condutture a flusso libero deve essere effettuato in due fasi: preliminare (prima della spedizione) e accettazione (finale) dopo il riempimento in uno dei modi seguenti:
il primo è determinare il volume di acqua aggiunta alla pipeline;
il secondo è la determinazione del flusso d'acqua nella conduttura posato su terreni bagnati.
Il metodo di test è stabilito dal progetto.
I test delle condutture a flusso libero per la tenuta devono essere sottoposti a zone tra pozzi adiacenti in conformità ai requisiti di SNiP 3.05.04-85 *.
I risultati del test dovrebbero essere emessi dall'atto nel modulo qui indicato.

Test delle vasche di approvvigionamento idrico e fognario

Un test idraulico per la tenuta stagna (tenuta) delle strutture capacitive deve essere eseguito dopo che il calcestruzzo ha raggiunto la sua resistenza, pulizia e risciacquo in conformità ai requisiti di SNiP 3.05.04-85 *.
L'impermeabilizzazione e l'irrorazione di strutture capacitive con terreno devono essere eseguite dopo aver ottenuto risultati soddisfacenti dei test idraulici di queste strutture, se altri requisiti non sono giustificati dal progetto.
I test vengono eseguiti da un atto firmato dai rappresentanti dell'organizzazione di costruzione e installazione, dal cliente e dall'organizzazione operativa.
Le prove idrauliche del serbatoio metallico della torre dell'acqua devono essere eseguite versando acqua all'altezza specificata dal progetto. Il passaggio sul serbatoio dovrebbe essere un passaporto.

Lavaggio e disinfezione di condotte e impianti di approvvigionamento idrico domestico

Le tubazioni e gli impianti completati per l'approvvigionamento idrico domestico devono essere lavati (puliti) e disinfettati mediante clorazione prima di essere messi in funzione, quindi lavati fino a quando non si ottengono analisi di controllo fisico-chimiche e batteriologiche soddisfacenti.
Il lavaggio e la disinfezione devono essere eseguiti da un'organizzazione di costruzione e installazione che esegua la posa e l'installazione di condutture e strutture, con la partecipazione di rappresentanti del cliente e dell'organizzazione operativa e del servizio sanitario-epidemiologico. La procedura per il lavaggio e la disinfezione deve essere conforme ai requisiti di SNiP 3.05.04-85 *.
In base ai risultati del lavaggio e della disinfezione delle condotte e degli impianti di approvvigionamento idrico domestico, è necessario redigere un atto nella forma qui indicata.

Modulo d'ordine per la registrazione della domanda

Atto di ispezione e prova dei liquami

Dopo aver completato tutti i lavori di installazione sulla sistemazione dei liquami, è necessario testare la comunicazione tramite il metodo di sversamento. Questo viene fatto per identificare difetti nell'installazione di canali di scolo, canali, fognature, sistemi di drenaggio interni, ecc. Il risultato dell'ispezione si inserisce nell'atto, la cui forma è approvata dal SNiP (Appendice D) SP 73.13330.2012 versione aggiornata di SNiP 3.05.01-85). Un tale documento nella vita di tutti i giorni è chiamato "l'atto dello stretto del sistema di fognatura" in ristretti circoli di professionisti: lo stesso documento è ufficialmente chiamato "atto di collaudo dei sistemi di fognatura e drenaggio domestici".

Questa fase di costruzione delle comunicazioni fognarie è obbligatoria e non può essere annullata. Le misure di verifica stesse vengono eseguite utilizzando il metodo dello sversamento completo, a condizione che almeno il 75% dei fori di drenaggio venga aperto in un singolo periodo di tempo.

E 'importante: avviare un gruppo di scarichi fognari è possibile solo sulla base di un atto di condurre tutte le manipolazioni appropriate e ottenere un risultato positivo.

Di seguito nel materiale c'è un esempio del corretto riempimento del documento.

Fasi di verifica

Per identificare i difetti nelle fogne, una serie di test

Per identificare i difetti nelle fogne, viene eseguita una serie di test, che include:

  • Verifica del funzionamento della parte interna del metodo di comunicazione del passaggio;
  • Controllo completo della tenuta di tutti i giunti della tubazione per tutta la sua lunghezza;
  • Identificazione di possibili difetti nel lavoro di tutti i pozzi di acque reflue (ispezione, tornitura, revisione, ecc.);
  • Verifica le acque reflue-acque meteoriche.

La correttezza della compilazione dell'atto punto per punto

La prima voce che viene presentata nell'atto è il nome della comunicazione che verrà verificata in presenza di una commissione speciale.

La prima voce che viene presentata nell'atto è il nome della comunicazione che verrà verificata in presenza di una commissione speciale. Il nome senza distorsioni può essere riscritto dalla documentazione del progetto. Questo può essere acqua piovana o liquami domestici.

L'articolo successivo sul rapporto di prova del sistema fognario deve includere informazioni dettagliate sulla struttura su cui sono montati i liquami. Il nome dell'oggetto, l'indirizzo della sua posizione e l'area sono anche presi dalla documentazione del progetto. Qui indica anche la data del test.

Persone - membri della commissione

Un elemento separato nell'atto di controllare la fognatura esterna o interna deve essere registrato tutti i dati sui membri della commissione.

Un elemento separato nell'atto di controllare la fognatura esterna o interna deve essere registrato tutti i dati sui membri della commissione. Questi sono:

  • Rappresentanti dell'organizzazione cliente.
  • Rappresentanti dall'appaltatore generale. Queste persone sono responsabili della corretta installazione degli scarichi in caso di mancato rispetto degli standard tecnici e operativi durante il passaggio.
  • Membri dell'organizzazione del progetto che erano impegnati nello sviluppo del progetto della comunicazione testata.
  • Il rappresentante della società o organizzazione che era impegnata nello studio del terreno sul sito per l'installazione di comunicazione esterna o interna. Questo ufficio è pienamente responsabile per l'incongruenza dei dati ottenuti sul sito in termini di condizioni ambientali e climatiche per la costruzione di comunicazioni fognarie.

Quindi, nella clausola del certificato di accettazione è necessario includere tutte le iniziali e i cognomi dei membri della commissione con le loro firme.

Completamento dell'atto punto per punto

Dopo che tutti i dati ufficiali nella forma del documento saranno inseriti, il funzionario deve completare l'atto in punti

Dopo che tutti i dati ufficiali nella forma del documento saranno inseriti, il funzionario deve completare l'atto in punti.

  • Il paragrafo 1 conterrà informazioni dettagliate della società che ha redatto il sistema di drenaggio. Questo include anche il nome del codice su cui è stata scritta tutta la documentazione del progetto. Inoltre, nel primo paragrafo del documento sulla verifica dei liquami mediante il metodo delle comunicazioni interne ed esterne, è necessario inserire tutti i numeri dei disegni che sono stati utilizzati durante l'installazione per ciascuna sezione di drenaggio.
  • La clausola 2 del rapporto di prova sopra menzionato deve contenere informazioni accurate sul numero di punti sanitari aperti contemporaneamente e sul periodo di tempo durante il quale i test sono stati effettuati utilizzando il metodo dello stretto di pressione completo. Ai punti sanitari secondo SNiP sono compresi servizi igienici, lavandini, vasche da bagno, docce, bidet, orinatoi, lavandini, ecc.

Importante: al momento del test delle acque reflue secondo i regolamenti del SNiP, almeno il 75% dei punti sanitari dovrebbe essere aperto presso l'impianto alla volta.

  • La clausola 3 del certificato da compilare è intesa per le registrazioni di possibili violazioni nel funzionamento del sistema. Cioè, il verificarsi di perdite, ristagni, blocchi, ecc. Se uno non è stato trovato al momento della verifica della comunicazione, quindi nel paragrafo 3 si nota che le perdite e altre deviazioni non autorizzate nel sistema fognario non hanno rivelato il tempo del test.
  • L'ultima sezione è la decisione della commissione, che consente o non consente l'introduzione di un drenaggio in funzione a seconda del risultato del test ottenuto.

Importante: nella parte inferiore del documento devono essere le firme di tutti i membri della commissione. In caso contrario, l'atto non sarà considerato valido dalla legge. Inoltre, eventuali scostamenti dalla forma dell'atto e i principi per la sua compilazione sono inaccettabili.

Se ci sono evidenti difetti nel lavoro di comunicazione che indicano la negligenza del contraente o di tutte le organizzazioni associate al suo lavoro, allora l'organizzazione responsabile del difetto è legalmente responsabile della responsabilità amministrativa, disciplinare o penale (a seconda del difetto riscontrato).

Test: principi di base

Il completamento corretto dell'atto può essere effettuato solo dopo il lavoro di test sulla comunicazione interna ed esterna

Il completamento corretto dell'atto può essere effettuato solo dopo il lavoro di test sulla comunicazione interna ed esterna.

Il sistema interno include tali oggetti:

  • Tutti i punti sanitari e gli elettrodomestici, che effettuano lo scarico di acqua;
  • L'intera pipeline collegata al collettore centrale;
  • Montante centrale per fognatura.

Nel sistema di test esterno includono:

  • Una condotta situata all'esterno dell'edificio per il trasporto delle acque reflue verso il luogo di accumulo o smaltimento;
  • Tutti i pozzi di revisione e di rotazione;
  • Canali di acqua piovana.

Affinché i test possano essere effettuati in modo qualitativo e riflettono pienamente lo stato e le prestazioni della comunicazione delle fogne, è necessario seguire le regole di base:

  • Quindi, tutti i punti sanitari prima del lavoro dovrebbero essere puliti dalla possibile costruzione e dai detriti naturali;
  • Vale la pena controllare tutti i punti per crepe, scheggiature e altri danni;
  • È importante tracciare l'uniformità di tutte le sezioni diritte della rete. Non ci dovrebbero essere deflessioni e curve;
  • Tutti i riser verticali devono essere controllati con un piombo;
  • Per testare la pipeline, è possibile utilizzare sia il metodo idraulico (metodo di sversamento) che il metodo pneumatico (pompando il sistema con aria);
  • Importante: il passaggio della comunicazione fognaria può essere effettuato solo se la temperatura dell'aria circostante non scende al di sotto del segno di +5 gradi. Se la temperatura esterna è inferiore a un dato parametro, utilizzare il metodo di prova pneumatico.
  • Per ogni piano dell'edificio vale una prova di comunicazione separata. Per fare ciò, su tutti gli altri piani installare i plug per la revisione.

Importante: vale la pena sapere che i test di depurazione sono eseguiti prima che tutte le trincee del sistema esterno siano interrate.

Test del sistema fognario per la tenuta

Il controllo di qualità del sistema fognario esterno deve essere effettuato in tutte le fasi della sua costruzione. Innanzitutto, i materiali vengono controllati per verificarne la conformità con gli standard e i requisiti. Dopodiché, l'installazione del sistema viene monitorata e viene eseguito il test di tenuta delle acque reflue.

Cosa deve essere controllato quando si eseguono i test delle acque reflue

Le reti fognarie esterne includono tubi che conducono dall'edificio al punto di smaltimento; impianti di trattamento; pozzi installati in zone di ramificazioni di tubi, giunti o cambiamenti di quota; prese d'acqua piovana e scarichi di tempesta.

controllare prima dei test della fogna

La responsabilità per l'esecuzione delle acque reflue è a carico della commissione, che comprende:

  • società che effettua un sopralluogo dell'area in cui è stata pianificata l'installazione del sistema fognario. È responsabile dell'accuratezza delle informazioni relative all'ecologia e alle condizioni climatiche utilizzate nella progettazione;
  • organizzazione di progettazione, che è responsabile per l'accuratezza dei calcoli e la costruzione di reti fognarie;
  • le imprese che lavorano alla posa delle acque reflue e responsabili della qualità del lavoro svolto in conformità con i codici di costruzione;
  • il cliente coinvolto nel controllo di tutte le fasi di lavori di costruzione, responsabile della precisione dell'ispezione con l'introduzione della modalità di trattamento delle acque reflue.

Ogni azienda e individuo ha una propria area di responsabilità con confini chiaramente definiti. Dopo l'attuazione dell'ispezione, tutti i membri della commissione elaborano e firmano l'atto di testare il sistema fognario esterno, approvato dalla legislazione russa. Se vengono identificate le carenze e gli errori, la società può imporre una responsabilità disciplinare, amministrativa o penale.

Test delle fognature esterne

Prevalentemente, il collaudo delle reti fognarie esterne viene eseguito idraulicamente. L'audit comprende i seguenti lavori:

  • test del tubo per tenuta. Allo stesso tempo, viene eseguita l'analisi delle sezioni della tubazione situate tra i pozzi e altre parti del sistema;
  • ricerca di pozzi e altre apparecchiature del sistema;
  • controllo della pendenza dei tubi;
  • verifica degli scarichi delle tempeste per le prestazioni.

Verificare che il livello di posa delle condotte necessarie per il drenaggio per gravità sia effettuato utilizzando un livello.

Se si sta studiando un sistema di fognatura a pressione, l'acqua sotto pressione viene fornita ai tubi, il cui livello è indicato nella documentazione di progettazione. Il controllo sarà considerato completato con successo se la stessa pressione viene determinata alla presa e all'ingresso della rete.

controllo del lavoro di tutti i nodi del sistema fognario della casa privata

Lo studio del sistema dei pozzi per la tenuta può essere effettuato con metodi diversi, che vengono selezionati sulla base dell'impermeabilizzazione eseguita. Pertanto, con l'isolamento interno del pozzo, viene determinata la dimensione della perdita durante il test e, con isolamento esterno, viene determinato il volume di afflusso del fluido. Indipendentemente dal metodo scelto, durante il test dei pozzi, vengono riempiti con acqua fino al segno.

Lo stesso lavoro dovrebbe essere svolto nello studio di altre apparecchiature che costituiscono la rete di acque reflue esterne (impianti di trattamento delle acque reflue).

Quando si controlla la tenuta e l'operatività degli scarichi di tempesta nella zona dello scarico dell'acqua viene inserita una spina. Il sistema è riempito con liquido pulito per le massime prestazioni (compresi il drenaggio del tetto e i tubi di drenaggio).

verificare la presenza di perdite a causa della perdita dei giunti

Dopo di ciò, è necessario resistere a un certo tempo (per tubi di plastica da 20 minuti per tubazioni in metallo - da 10 minuti), durante i quali il livello dell'acqua non dovrebbe cadere. Se non è stato modificato, è possibile utilizzare il sistema.

Il controllo delle tubazioni in plastica è consentito un giorno dopo aver sigillato tutti i giunti.

Il test del tubo a flusso libero viene eseguito due volte, prima di addormentarsi, oltre che dopo il completamento e l'accettazione di tutti i lavori. Verificare la presenza di sezioni di tubo esposte a tenuta situate tra i pozzetti adiacenti.

Metodi di prova per il test di tenuta

La scelta del metodo per testare i tubi per la tenuta è determinata dalla documentazione di progetto. Il primo metodo di controllo si basa sulla determinazione del volume di fluido che entra nel tubo, che viene depositato in terreno asciutto o terreno umido a livello della posizione delle acque sotterranee del pozzo superiore sotto la superficie del suolo.

Nel secondo metodo, viene determinato il flusso di fluido nel tubo, che viene depositato nel terreno umido a livello delle acque sotterranee vicino al pozzo superiore sotto la superficie del suolo di ½ dalla profondità di posa delle condotte.

Condurre ricerche preliminari

Quando si eseguono prove preliminari, la pressione idrostatica nel tubo deve essere creata quando si riempie con un liquido il riser definito nel punto superiore. Inoltre, la pressione può essere creata riempiendo il pozzetto superiore di liquido (se previsto dai test). Il livello di pressione idrostatica nello studio dalla regione superiore del tubo è determinato dalla dimensione dell'eccesso del livello del liquido nel pozzo o dal montante al di sopra dei pozzetti o della falda freatica.

ispezione del sistema fognario interno

Il livello di pressione idrostatica del tubo durante il suo studio deve essere stabilito da documenti di lavoro. Le tubazioni che vengono posate da tubi in cemento armato, ceramica e calcestruzzo di tipo a flusso libero, il livello di pressione è di circa 0,4 kgf / cm2 (0,04 MPa). Gli standard russi non hanno stabilito il livello di pressione idrostatica per i tubi non in pressione prodotti da polimeri.

La durata della prova preliminare dei tubi per la tenuta è di mezz'ora, mentre non sono coperti con il terreno. Il livello della pressione di controllo viene mantenuto aggiungendo un liquido al pozzo o al montante, il cui valore non deve essere ridotto di oltre 20 cm.

Si riconosce che il pozzo e il tubo hanno superato uno studio preliminare in assenza di perdite di liquido. Se la documentazione di progettazione non prevede requisiti eccessivi per la tenuta dei tubi situati sulla superficie, allora possono essere appannati con l'aspetto di condensa sull'area delle condotte non più del 5% dell'area indagata.

Condurre studi di accettazione

È necessario iniziare i test di accettazione dei pozzi e dei tubi di cemento armato per le perdite dopo che sono stati invecchiati per 3 giorni dopo il riempimento con acqua. Allo stesso tempo, dovrebbero essere impermeabilizzati dall'interno o avere pareti impermeabili.

Esistono i seguenti metodi per determinare la tenuta nello studio di accettazione di un tubo interrato:

  • dal volume misurato di acqua sotterranea che scorre nel tubo del pozzo inferiore;
  • dal volume misurato di acqua aggiunta al pozzo o al montante del pozzo superiore per mezz'ora. Ma il volume del liquido non dovrebbe diminuire di oltre 20 cm.

Si ritiene che i tubi di scarico esterni abbiano superato il test di accettazione per le perdite, quando il volume stabilito di fluido aggiunto in base al secondo metodo di ricerca non supererà la dimensione dell'afflusso consentito. Dopo di ciò, l'atto di accettazione delle fognature esterne.

Per le condotte in polipropilene, la dimensione ammissibile del fluido aggiunto viene calcolata ogni 10 metri moltiplicando il diametro esterno delle opere (in dm) per 0,01 e aggiungendo al valore risultante 0,06.

Il controllo della tenuta dei tubi di acqua piovana viene effettuato attraverso studi preliminari e di accettazione basati sui requisiti normativi e in conformità con la documentazione del progetto. I tubi sono accettati per l'uso dopo il controllo strumentale del loro profilo longitudinale e lavaggio.

Test pneumatici

Gli studi pneumatici di tubi polimerici per acque di scarico esterne vengono eseguiti a una temperatura dell'aria inferiore a 0 ° C, l'uso inaccettabile dell'acqua o l'assenza del volume richiesto. La sequenza di lavoro e gli standard di sicurezza sono determinati dalla documentazione del progetto.

Prima del riempimento finale della trincea, vengono effettuati studi preliminari sulle acque reflue a gravità. In questo caso, la pressione dell'aria compressa fino a 0,05 MPa viene mantenuta nel tubo per 15 minuti, i giunti vengono ispezionati, eventuali perdite d'aria attraverso le bolle d'aria e vengono determinati i possibili rumori delle giunture coperte con acqua saponata.

ispezione e collaudo di fogne e alzate

Gli studi finali che utilizzano il metodo pneumatico vengono eseguiti con la posizione delle acque sotterranee al di sopra del gasdotto di almeno 2,5 m.

Allo stesso tempo, sezioni di tubi con una lunghezza di 20-100 metri con differenze tra punti bassi e alti non superiori a 2,5 m sono soggette a controllo.

Caratteristiche dei controlli di tenuta

Le aree di perdita d'aria durante gli studi pneumatici preliminari sono determinate dal suono e dal lavaggio dei giunti di saldatura, dallo strato disturbato di neve o terreno, per mezzo di rivelatori di fughe di fumo o alogenuri.

Nello studio finale, le aree di perdite d'aria sono determinate solo con l'aiuto di rilevatori di perdite. Solo dopo aver ridotto a zero l'eccesso di pressione nel tubo della fognatura si possono stringere i collegamenti bullonati o eliminare le carenze individuate.

Dopo l'esame finale, i tubi vengono lavati. Le condotte a pressione sono commissionate in base agli atti di esame di opere nascoste, risultati di ricerca, registri di esecuzione del lavoro. Allo stesso tempo, viene eseguita un'ispezione visiva di pozzi e tubi, i raccordi vengono controllati, la sicurezza dello scarico di aria libera dal sistema, la ricerca e il risciacquo dei tubi.

Il collaudo delle reti fognarie esterne per la tenuta è una procedura obbligatoria, che viene eseguita prima di essere messa in funzione. Durante l'ispezione, gli specialisti individuano tempestivamente difetti e difetti per eliminarli. È preferibile eseguire tutte le fasi dell'ispezione del sistema fognario prima di terminare la costruzione e la posa delle fosse per le reti fognarie esterne.

Lettura consigliata: realizzare un serbatoio settico impermeabile di anelli di cemento

Atto di collaudo di impianti idraulici e sanitari


SNiP 3.05.04-85 *
________________
È registrato da Rosstandart come SP 129.13330.2011. -
Prendere nota del produttore del database.

NORME E REGOLE DELLA COSTRUZIONE

RETI E STRUTTURE ESTERNE
FORNITURA ACQUA E FOGNATURA

Data di introduzione 1986-07-01

PROGETTATO VODGEO Istituto di Stato commissione di costruzione URSS (Candidato di Scienze Tecnico VI Gotovtsev -.. testa infila VK Andriadi), con la partecipazione del Comitato di costruzione URSS di Stato Soyuzvodokanalproekta (PG Vasiliev e A. Ignatovich), Donetsk PromstroyNIIproekt URSS Comitato di Stato (SA Svetnitsky), NIIOSP loro. NM Gersevanov Gosstroy dell'URSS (candidato di scienze tecniche, VG Galitsky e DI Fedorovich), Giprorectrans del Minrekhflot della RSFSR (MN Domanevsky), Istituto di ricerca scientifica di approvvigionamento idrico municipale e purificazione dell'acqua KD Pamfilova Minzhilkomkhoz RSFSR (Dottore in Scienze Tecniche N.A. Lukinykh, Candidato di Tecnica. Scienze V.P. Krishtul), Istituto di Tula Promstroyproject del Ministero per le Costruzioni Pesanti dell'URSS.

SNiP 3.05.04-85 * è una ristampa di SNiP 3.05.04-85 con l'emendamento n. 1, approvato dalla risoluzione del Comitato di costruzione dello Stato dell'URSS n. 51 del 25 maggio 1990.

1. DISPOSIZIONI GENERALI

1. DISPOSIZIONI GENERALI


1.1. Durante la costruzione di nuove, ampliamento e ricostruzione di condotte esistenti e impianti di approvvigionamento idrico e fognario, oltre ai requisiti dei progetti (progetti di lavoro) ** e queste regole, i requisiti di SNiP 3.01.01-85 *, SNiP 3.01.03-84, SNiP III-4- 80 * e altre regole e regolamenti, standard e documenti di regolamentazione dipartimentali approvati in conformità con SNiP 1.01.02-83.
_______________
** Progetti (progetti di lavoro) - nel seguente testo dei "progetti".

1.2. Le tubazioni finite e gli impianti di approvvigionamento idrico e fognario dovrebbero essere messi in funzione in conformità ai requisiti di SNiP 3.01.04-87.

2. LAVORA LA TERRA

2.1. I lavori di scavo e fondazione durante la costruzione di condotte e impianti di approvvigionamento idrico e fognario devono essere eseguiti in conformità ai requisiti di SNiP 3.02.01-87.

3. INSTALLAZIONE DEI PIPELINES


3.1. Quando si spostano tubi e sezioni assemblate con rivestimenti anticorrosione, è necessario utilizzare molle morbide, asciugamani flessibili e altri mezzi per prevenire danni a questi rivestimenti.

3.2. Quando si posano i tubi destinati alla fornitura di acqua potabile e domestica, non consentire l'ingresso di acqua superficiale o di scarico. Tubi e raccordi, raccordi e componenti finiti devono essere ispezionati e puliti all'interno e all'esterno di sporco, neve, ghiaccio, oli e corpi estranei prima dell'installazione.

3.3. L'installazione delle tubazioni deve essere effettuata in accordo con la progettazione del lavoro e delle mappe tecnologiche dopo aver verificato la conformità con il progetto delle dimensioni delle trincee, dei muri di fissaggio, dei segni di fondo e, per l'installazione in superficie, delle strutture di supporto. I risultati dell'audit dovrebbero riflettersi nel registro del lavoro.

3.4. Tubazioni come tubi di condotte a flusso libero dovrebbero, di regola, essere installate con un campanello su per il pendio.

3.5. La linearità del progetto delle sezioni di condutture a flusso libero tra pozzi adiacenti deve essere monitorata visualizzando la luce con uno specchio prima e dopo il riempimento della trincea. Quando si osserva una tubazione di sezione circolare, il cerchio visibile nello specchio dovrebbe avere una forma regolare.

3.6. Le deviazioni massime dalla posizione di progetto degli assi delle condotte a pressione non devono superare ± 100 mm nel piano, i contrassegni dei vassoi delle condotte non a pressione - ± 5 mm e i contrassegni superiori delle condotte di pressione - ± 30 mm, se altre norme non sono giustificate dal progetto.

3.7. La posa di condotte di pressione lungo una curva delicata senza l'uso di raccordi è consentita per tubi a forma di manicotto con giunti di testa su guarnizioni di gomma con un angolo di rotazione in ciascun giunto non più di 2 ° per tubi con diametro nominale fino a 600 mm e non più di 1 ° per tubi con diametro nominale oltre 600 mm.

3.8. Quando si installano tubazioni per l'approvvigionamento idrico e le acque reflue in condizioni di montagna, oltre ai requisiti di queste normative, i requisiti di Sec. 9 SNiP III-42-80.

3.9. Quando si posano le tubazioni in un tratto rettilineo del percorso, le estremità di collegamento dei tubi adiacenti devono essere centrate in modo che la larghezza della presa sia la stessa intorno all'intera circonferenza.

3.10. Le estremità dei tubi, così come i fori nelle flange delle valvole e altri raccordi durante le pause nell'installazione devono essere chiusi con tappi o spine di legno.

3.11. Le guarnizioni in gomma per l'installazione di tubazioni a basse temperature ambiente non devono essere utilizzate in condizioni di congelamento.

3.12. Per sigillare (sigillare) i giunti di testa delle tubazioni, utilizzare materiali di tenuta e "lucchetto" e sigillanti secondo il progetto.

3.13. I collegamenti a flangia dei raccordi e dei raccordi devono essere montati in conformità ai seguenti requisiti:

3.14. Quando si utilizza il terreno per la costruzione dello stop, il muro di supporto del pozzo dovrebbe essere con la struttura del terreno indisturbato.

3.15. Il divario tra la condotta e la parte prefabbricata del calcestruzzo o mattoni fermi devono essere riempiti ermeticamente con calcestruzzo o malta cementizia.

3.16. La protezione delle tubazioni in acciaio e cemento armato contro la corrosione deve essere eseguita in conformità al progetto e ai requisiti di SNiP 3.04.03-85 e SNiP 2.03.11-85.

3.17. Sulle condotte costruite, i seguenti passaggi ed elementi delle opere nascoste sono soggetti all'accettazione con la stesura di atti di esame di opere nascoste nella forma data in SNiP 3.01.01-85 *: preparazione della base per condutture, installazione di fermi, dimensioni del vano e sigillatura dei giunti di testa, installazione di pozzi e camere, protezione anticorrosiva di condutture, sigillatura di luoghi di passaggio di condotte attraverso le pareti di pozzi e camere, riempimento di condotte con compattazione, ecc.


3.18. I metodi di saldatura, nonché i tipi, gli elementi strutturali e le dimensioni dei giunti saldati delle tubazioni in acciaio devono essere conformi ai requisiti di GOST 16037-80.

3.19. Prima di assemblare e saldare i tubi, questi devono essere puliti dallo sporco, controllare le dimensioni geometriche della scanalatura, pulire i bordi e le superfici interne ed esterne dei tubi adiacenti ad essi con una larghezza di almeno 10 mm con una lucentezza metallica.

3.20. Al termine dei lavori di saldatura, l'isolamento esterno dei tubi sui giunti di saldatura deve essere ripristinato secondo il progetto.

3.21. Quando si assemblano i giunti di tubi senza un anello di supporto, lo spostamento del bordo non deve superare il 20% dello spessore della parete, ma non più di 3 mm. Per i giunti di testa assemblati e saldati sul restante anello cilindrico, lo spostamento del bordo dall'interno del tubo non deve superare 1 mm.

3.22. L'assemblaggio di tubi di diametro superiore a 100 mm, realizzati con una saldatura longitudinale oa spirale, deve essere realizzato con uno spostamento delle giunzioni dei tubi adiacenti di almeno 100 mm. Durante il montaggio della giunzione di tubi in cui la giuntura longitudinale o spirale della fabbrica è saldata su entrambi i lati, queste giunture possono essere spostate.

3.23. I giunti saldati trasversali devono essere posizionati a una distanza non inferiore a:

3.24. La connessione delle estremità dei tubi uniti e delle sezioni delle tubazioni con le dimensioni della fessura tra loro più di quanto consentito dovrebbe essere effettuata inserendo una "bobina" con una lunghezza di almeno 200 mm.

3.25. La distanza tra la saldatura anulare della condotta e la saldatura dei tubi da saldare alla tubazione deve essere di almeno 100 mm.

3.26. Il montaggio dei tubi per la saldatura deve essere eseguito utilizzando centralizzatori; le ammaccature lisce possono essere raddrizzate alle estremità dei tubi con una profondità fino al 3,5% del diametro del tubo e del raccordo laterale con martinetti, cuscinetti a rulli e altri mezzi. Si devono tagliare sezioni di tubi con ammaccature superiori al 3,5% del diametro del tubo o che presentano lacerazioni. Si dovrebbero tagliare le estremità di tubi con tacche o provocazioni di smussi più profondi di 5 mm.

3.27. I saldatori possono essere autorizzati a saldare i giunti di condotte in acciaio se dispongono di documenti per il diritto di eseguire saldature in conformità con le norme sulla certificazione di saldatura approvate dall'ispezione tecnica statale dell'URSS.

3.28. Prima dell'ammissione al lavoro sulla saldatura di giunzioni di tubi, ogni saldatore deve saldare il giunto di tolleranza in condizioni di produzione (in cantiere) nei seguenti casi:

3.29. Ad ogni saldatore deve essere assegnato un timbro. Il saldatore è obbligato a estrarre o saldare lo stigma a una distanza di 30 - 50 mm dalla giuntura dal lato accessibile per l'ispezione.

3.30. La saldatura e l'incollatura dei giunti di testa dei tubi è consentita per la temperatura dell'aria ambiente fino a meno 50 ° С. In questo caso, la saldatura senza riscaldamento dei giunti saldati è consentita:

Quando la temperatura dell'aria esterna è inferiore ai limiti sopra indicati, la saldatura deve essere eseguita con riscaldamento in apposite cabine, in cui la temperatura dell'aria deve essere mantenuta non inferiore a quanto sopra o riscaldata nelle estremità dell'aria aperta dei tubi saldati per una lunghezza di almeno 200 mm ad una temperatura non inferiore a 200 ° C.

3.31. Nella saldatura multistrato, ogni strato della saldatura deve essere privo di scorie e schizzi di metallo prima che venga applicata la successiva saldatura. Le sezioni del metallo di saldatura con pori, gusci e crepe devono essere tagliate sul metallo di base e i crateri delle cuciture sono saldati.

3.32. Nella saldatura ad arco elettrico manuale, i singoli strati della giunzione devono essere sovrapposti in modo che le loro sezioni di chiusura negli strati adiacenti non coincidano l'una con l'altra.

3.33. Quando si eseguono lavori di saldatura all'aperto durante la precipitazione, i siti di saldatura devono essere protetti dall'umidità e dal vento.

3.34. Quando deve essere eseguito il controllo di qualità dei giunti saldati delle tubazioni in acciaio:

3.35. Durante il controllo operativo della qualità dei giunti saldati delle tubazioni in acciaio, è necessario verificare il rispetto delle norme degli elementi strutturali e delle dimensioni dei giunti saldati, il metodo di saldatura, la qualità dei materiali di saldatura, la preparazione dei bordi, le dimensioni degli spazi, il numero di chiodi e la facilità di manutenzione delle attrezzature di saldatura.

3.36. Tutte le saldature sono soggette a ispezione esterna. Su tubazioni con un diametro di 1020 mm e più giunti saldati, saldati senza anello di supporto, sono sottoposti a ispezione esterna e misurazione di dimensioni all'esterno e all'interno del tubo, in altri casi solo all'esterno. Prima di ispezionare il cordone di saldatura e le superfici dei tubi adiacenti con una larghezza di almeno 20 mm (su entrambi i lati della giunzione), è necessario pulire scorie, schizzi di metallo fuso, incrostazioni e altri contaminanti.

La qualità della saldatura in base ai risultati dell'esame esterno è considerata soddisfacente, se non rilevata:

3.37. Il controllo di qualità delle giunzioni saldate con metodi fisici di controllo viene applicato alle tubazioni di approvvigionamento idrico e fognario con pressione di progetto: fino a 1 MPa (10 kgf / sqq Cm) in una quantità di almeno il 2% (ma almeno un giunto per saldatore); 1-2 MPa (10-20 kgf / sq. Cm) - nella quantità di non meno del 5% (ma non meno di due giunti per ogni saldatore); oltre 2 MPa (20 kgf / sq. cm) nella quantità di non meno del 10% (ma non meno di tre giunti per ogni saldatore).

3.38. I giunti saldati per il controllo fisico sono selezionati in presenza di un rappresentante del cliente che registra le informazioni sui giunti selezionati per il controllo (posizione, timbro del saldatore, ecc.) Nel registro di lavoro.

3.39. I metodi di controllo fisico dovrebbero essere sottoposti al 100% dei giunti saldati di condutture posati su tratti di attraversamento sotto e sopra le ferrovie e le linee tranviarie, attraverso barriere d'acqua, sotto autostrade, in serbatoi di città per comunicazioni quando combinati con altre utenze. La lunghezza delle sezioni della tubazione da monitorare nelle sezioni di transizione dovrebbe essere almeno delle seguenti dimensioni:

3.40. Le saldature dovrebbero essere rifiutate se, quando controllate da metodi fisici di controllo, si riscontrano incrinature, crateri non finiti, bruciature, fistole e anche la mancanza di penetrazione nella radice della giuntura, fatta sull'anello di sostegno.

3.41. Se i difetti fisici sono rilevati dal controllo di difetti inaccettabili nelle saldature, questi difetti dovrebbero essere eliminati e la qualità del doppio numero di saldature dovrebbe essere ripetuta rispetto a quella indicata nel paragrafo 3.37. In caso di rilevamento di difetti inaccettabili durante l'ispezione ripetuta, è necessario controllare tutti i giunti realizzati da questo saldatore.

3.42. Le aree di saldatura con difetti inaccettabili devono essere corrette mediante campionamento locale e successiva saldatura (di norma, senza scombussolare l'intero giunto saldato), se la lunghezza totale dei campioni dopo aver rimosso le sezioni difettose non supera la lunghezza totale specificata in GOST 23055-78 per il 7 ° grado.

3.43. I risultati del controllo di qualità dei giunti saldati delle condutture d'acciaio mediante metodi fisici di controllo dovrebbero essere documentati da un atto (protocollo).

3.44. L'installazione di tubi in ghisa fabbricati in conformità con GOST 9583-75 deve essere eseguita con la sigillatura delle connessioni a presa di resina di canapa o filo bituminoso e il dispositivo di un blocco di cemento amianto, o solo con sigillante, e tubi fabbricati in conformità con TU 14-3-12 47-83, manicotti in gomma, forniti completi di tubi senza dispositivo di blocco.

3.45. La dimensione della fessura tra la superficie di spinta della presa e l'estremità del tubo da collegare (indipendentemente dal materiale della tenuta del giunto) dovrebbe essere presa, mm: per tubi con un diametro fino a 300 mm - 5, oltre 300 mm - 8-10.

3.46. Le dimensioni degli elementi di tenuta dei giunti di testa dei tubi di pressione in ghisa devono corrispondere ai valori indicati in tabella. 1.

Profondità della guarnizione, mm

quando si applicano i fili di canapa

al dispositivo di blocco

quando si utilizza solo sigillante

3.47. Deve essere presa la distanza tra le estremità dei tubi da unire, mm: per tubi con un diametro fino a 300 mm - 5, oltre 300 mm - 10.

3.48. Prima di iniziare l'installazione di tubazioni alle estremità dei tubi da collegare, in base alla lunghezza dei giunti utilizzati, fare un segno corrispondente alla posizione iniziale del giunto prima che il giunto sia installato e la posizione finale - nel giunto assemblato.

3.49. Il collegamento di tubi di cemento-amianto con raccordi o tubi metallici deve essere effettuato con l'aiuto di raccordi in ghisa o tubi saldati in acciaio e guarnizioni in gomma.

3.50. Dopo l'installazione di ciascun giunto di testa, è necessario verificare la corretta posizione dei giunti e delle guarnizioni in gomma al loro interno, nonché l'uniformità del serraggio dei collegamenti a flangia dei giunti in ghisa.

Cemento armato
e condotte di cemento


3.51. La dimensione dello spazio tra la superficie di spinta della presa e l'estremità del tubo da collegare dovrebbe essere presa, mm:

3.52. Giunti di testa di tubi forniti senza anelli di gomma devono essere sigillati con resina di canapa o filo bituminoso, o filo bituminato Sisal con una guarnizione imbottita con miscela di cemento-amianto, e anche con sigillanti polisolfuro (tiolo). La profondità di semina è indicata in tabella. 2, mentre le deviazioni nella profondità di incastro del filo e della serratura non devono superare ± 5 mm.

Profondità della guarnizione, mm

Diametro nominale, mm

quando si applicano fili di canapa o sisal

al dispositivo di blocco

quando si usano solo sigillanti

3.53. La sigillatura dei giunti di testa di cemento armato a flusso libero con giunture e tubi in calcestruzzo con estremità lisce dovrebbe essere fatta in accordo con il progetto.

3.54. Il collegamento di tubi in cemento armato e cemento con raccordi per tubazioni e tubi metallici deve essere realizzato con inserti in acciaio o raccordi in cemento armato realizzati secondo il progetto.

Tubazioni in ceramica


3.55. La dimensione della fessura tra le estremità dei tubi di ceramica impilati (indipendentemente dal materiale per i giunti di incastro) dovrebbe essere presa, mm: per tubi con diametro fino a 300 mm - 5 - 7, per diametri grandi - 8 - 10.

3.56. I giunti di testa di tubazioni in tubi di ceramica devono essere sigillati con filo di bitume o di Sisal seguito da una malta cementizia di mastice B7.5, bitume (mastice) e polisolfuro (tiokol) sigillanti, se altri materiali non sono forniti dal progetto. L'uso di mastice d'asfalto è consentito a una temperatura del liquido di scarico trasportato di non più di 40 ° C e in assenza di solventi bituminosi in esso.

Profondità della guarnizione, mm

Diametro nominale, mm

quando si applicano fili di canapa o sisal

al dispositivo di blocco

quando si utilizzano solo sigillanti o mastice bituminoso

150-300
350 - 600

3.57. La sigillatura dei tubi nelle pareti dei pozzi e delle camere dovrebbe garantire la tenuta dei giunti e la resistenza all'acqua dei pozzi nei terreni bagnati.

Condotte di plastica *

3.58. Il collegamento di tubi in polietilene ad alta pressione (LDPE) e polietilene a bassa pressione (LDPE) tra loro e con i raccordi deve essere effettuato con uno strumento riscaldato utilizzando il metodo di saldatura di testa o di testa. Non è consentita la saldatura tra tubi e raccordi di polietilene di vario genere (HDPE e LDPE).

3.59. Per la saldatura, è necessario utilizzare impianti (dispositivi) che garantiscano il mantenimento dei parametri dei regimi tecnologici conformemente alla OST 6-19-505-79 e altra documentazione normativa e tecnica approvata nel modo prescritto.

3.60. I saldatori possono essere autorizzati a saldare tubazioni realizzate in polietilene ad alta densità e HDPE se sono disponibili documenti per il diritto di eseguire lavori sulla saldatura di materie plastiche.

3.61. La saldatura di tubi di LDPE e HDPE può essere effettuata a una temperatura ambiente non inferiore a meno 10 ° C. A temperature esterne più basse, la saldatura deve essere eseguita in stanze isolate.

3.62. Il collegamento dei tubi di polivinilcloruro (PVC) tra di loro e con i raccordi deve essere effettuato incollando le prese (usando colla GIPK-127 secondo TU 6-05-251-95-79) e utilizzando i polsini in gomma forniti completi di tubi.

3.63. Le giunzioni incollate per 15 minuti non devono essere sottoposte a sollecitazioni meccaniche. Le tubazioni con giunti adesivi per 24 ore non devono essere sottoposte a prove idrauliche.

3.64. I lavori di incollaggio devono essere eseguiti a una temperatura ambiente compresa tra 5 e 35 ° C. Il luogo di lavoro deve essere protetto dagli effetti delle precipitazioni e della polvere.

4. TRAVI DI CONDOTTE ATTRAVERSO PREVENZIONI NATURALI E ARTIFICIALI

4.1. Costruzione di transizioni di condotte a pressione di approvvigionamento idrico e fognature attraverso barriere idriche (fiumi, laghi, bacini idrici, canali), condotte sottomarine di prese d'acqua e scarichi fognari all'interno del canale di serbatoi, nonché passaggi sotterranei attraverso burroni, strade (stradali e ferroviarie, comprese linee della metropolitana e tram ) e i passaggi cittadini devono essere eseguiti da organizzazioni specializzate in conformità ai requisiti di SNiP 3.02.01-87, SNiP III-42-80 (Sezione 8) e questa sezione.

4.2. I modi di posare le condotte attraverso le barriere naturali e artificiali sono determinati dal progetto.

4.3. La posa di condotte sotterranee sotto le strade dovrebbe essere effettuata con un controllo costante e un controllo geodetico dell'organizzazione di costruzione in conformità con le posizioni pianificate e in alta quota di gusci e condotte stabiliti nel progetto.

4.4. Le deviazioni dell'asse dei casi di protezione delle transizioni dalla posizione di progetto per le condotte a gravità libera non devono superare:

5. COSTRUZIONI DI FORNITURA E DRENAGGIO DELL'ACQUA

Impianti di presa d'acqua di superficie

5.1. La costruzione di strutture per l'immissione di acque superficiali da fiumi, laghi, bacini e canali dovrebbe essere effettuata, di regola, da organizzazioni specializzate di costruzione e installazione in conformità con il progetto.

5.2. Prima della costruzione della base sotto le prese dell'acqua del canale, è necessario controllare gli assi centrali e i riferimenti temporali.

5.3. Nel processo di perforazione di pozzi, tutti i tipi di lavoro e gli indicatori chiave (penetrazione, diametro dell'utensile di perforazione, montaggio e estrazione di tubi, cementazione, misure del livello dell'acqua e altre operazioni) dovrebbero essere riflessi nel registro delle operazioni di perforazione. Si noti il ​​nome delle rocce ricoperte, il colore, la densità (resistenza), la fratturazione, la composizione granulometrica delle rocce, il contenuto di acqua, la presenza e la dimensione del "tappo" durante il passaggio delle sabbie mobili, il livello dell'acqua apparente e costante di tutte le falde acquifere rilevate, l'assorbimento del fluido di perforazione. La misurazione del livello dell'acqua nei pozzi durante la perforazione dovrebbe essere effettuata prima dell'inizio del lavoro di ogni turno. Nei pozzi che scorrono, i livelli dell'acqua dovrebbero essere misurati aumentando le tubazioni o misurando la pressione dell'acqua.

5.4. Nel processo di perforazione, a seconda della sezione geologica effettiva, è consentito entro i limiti della falda stabilita dal progetto, l'organizzazione per regolare la profondità del pozzo, i diametri e la profondità delle colonne tecniche senza modificare il diametro di lavoro del pozzo e senza aumentare il costo del lavoro. Le modifiche al design del pozzo non dovrebbero comprometterne le condizioni igieniche e le prestazioni.

5.5. I campioni devono essere prelevati uno per uno da ogni strato di roccia e, per uno strato uniforme, dopo 10 m.

5.6. L'isolamento della falda sfruttata nel pozzo dalle falde acquifere inutilizzate deve essere effettuato con il metodo di perforazione:

5.7. Per garantire la distribuzione delle dimensioni delle particelle del materiale di filtrazione del pozzo, le frazioni di argilla e sabbia fine devono essere rimosse con il lavaggio e il materiale lavato deve essere disinfettato prima del riempimento.

5.8. L'esposizione del filtro nel processo di aspersione deve essere effettuata sollevando ogni volta la corda dell'involucro di 0,5 - 0,6 m dopo aver cosparso il pozzetto di 0.8 - 1 m di altezza. Il limite superiore della polvere dovrebbe essere al di sopra della parte operativa del filtro di almeno 5 m.

5.9. I pozzi d'acqua dopo il completamento della perforazione e l'installazione del filtro devono essere testati pompando, prodotti continuamente durante il tempo previsto dal progetto.

5.10. La portata (produttività) dei pozzetti deve essere determinata dalla capacità di misurazione con un tempo di riempimento di almeno 45 s. È consentito determinare la portata utilizzando sbarramenti e contatori d'acqua.

5.11. Durante il processo di pompaggio, l'organizzazione di perforazione dovrebbe misurare la temperatura dell'acqua e prelevare campioni di acqua in conformità con GOST 18963-73 e GOST 4979-49 con la loro consegna al laboratorio per verificare la qualità dell'acqua in conformità con GOST 2874-82.

5.12. Alla fine del pozzo d'acqua che perfora e prova pompando acqua, la parte superiore del tubo di produzione dovrebbe essere saldata con un coperchio di metallo e avere un foro filettato per il livello dell'acqua da misurare. Il tubo deve essere contrassegnato con il numero di progettazione e di perforazione del pozzo, il nome dell'organizzazione di perforazione e l'anno di perforazione.

5.13. Al completamento della perforazione e dei test pompando un pozzo d'acqua, l'organizzazione di perforazione deve trasferirla al cliente in conformità ai requisiti di SNiP 3.01.04-87, così come i campioni delle rocce passate e la documentazione (passaporto), tra cui:


5.14. Quando si installano strutture di serbatoi monolitici e prefabbricati in calcestruzzo e cemento armato, oltre ai requisiti del progetto, devono essere soddisfatti anche i requisiti di SNiP 3.03.01-87 e queste regole.

5.15. Il riempimento del terreno nei seni e l'aspersione delle strutture capacitive dovrebbe essere effettuato, di norma, in modo meccanizzato dopo la posa delle comunicazioni a strutture capacitive, la conduzione di prove idrauliche di strutture, l'eliminazione di difetti rilevati, l'impermeabilizzazione di pareti e pavimenti.

5.16. Dopo la fine di tutti i tipi di lavoro e un insieme di resistenza del progetto di calcestruzzo è un test idraulico di strutture capacitive in conformità con i requisiti della sezione. 7.

5.17. L'installazione dei sistemi di drenaggio e distribuzione delle strutture filtranti può essere effettuata dopo aver condotto un test idraulico della capacità di tenuta dell'edificio.

5.18. I fori rotondi nelle tubazioni per la distribuzione di acqua e aria, nonché per la raccolta dell'acqua devono essere perforati secondo la classe specificata nel progetto.

5.19. Le deviazioni delle distanze tra gli assi degli innesti dei cappucci nei sistemi di distribuzione e di scarico dei filtri non devono superare ± 4 mm e nei segni della sommità dei cappucci (lungo le sporgenze cilindriche) ± 2 mm dalla posizione di progetto.

5.20. I segni dei bordi degli stramazzi nei dispositivi per la distribuzione e la raccolta dell'acqua (grondaie, vassoi, ecc.) Devono essere conformi al progetto e devono essere allineati al livello dell'acqua.

5.21. Sulle superfici interne ed esterne delle grondaie e canali per la raccolta e la distribuzione di acqua, così come per la raccolta delle precipitazioni non dovrebbero essere conchiglie e crescite. Le grondaie e i vassoi del canale dovrebbero avere una pendenza di progettazione nella direzione del movimento dell'acqua (o del fango). La presenza di aree con una polarizzazione inversa non è consentita.

5.22. La filtrazione del carico del filtro negli impianti di depurazione delle acque mediante filtraggio è consentita dopo il collaudo idraulico dei serbatoi di tali impianti, il lavaggio e la pulizia delle tubazioni ad essi collegate, il collaudo individuale del funzionamento di ciascuno dei sistemi di distribuzione e assemblaggio, dispositivi di misurazione e bloccaggio.

5.23. Il carico di filtraggio dei materiali immesso nelle strutture per la depurazione delle acque, compresi i biofiltri, la distribuzione delle dimensioni delle particelle deve essere conforme al progetto o ai requisiti di SNiP 2.04.02-84 e SNiP 2.04.03-85.

5.24. La deviazione dello spessore dello strato di ciascuna frazione del carico del filtro dal valore di progetto e lo spessore dell'intero carico non deve essere superiore a ± 20 mm.

5.25. Una volta completata l'installazione del caricamento della struttura filtrante della fornitura di acqua potabile, la struttura deve essere lavata e disinfettata, il cui ordine è presentato nell'appendice 5 raccomandata.

5.26. L'installazione di elementi combustibili di irrigatori in legno, griglie di cattura dell'acqua, pannelli di guida dell'aria e pareti divisorie delle torri di raffreddamento dei ventilatori e delle vasche di spruzzatura deve essere eseguita dopo il completamento dei lavori di saldatura.

6. REQUISITI AGGIUNTIVI PER LA COSTRUZIONE DI TONIFICI E COSTRUZIONI DI ACQUA DI FORNITURA E RETROMARCIA IN CONDIZIONI NATURALI E CLIMATICHE SPECIALI


6.1. Durante la costruzione di condutture e impianti di approvvigionamento idrico e fognario in condizioni naturali e climatiche particolari, è necessario osservare i requisiti del progetto e di questa sezione.

6.2. Le tubazioni di approvvigionamento idrico temporaneo, di regola, devono essere posate sulla superficie della terra, rispettando nel contempo i requisiti per l'installazione di condotte di approvvigionamento idrico permanenti.

6.3. La costruzione di condotte e strutture su terreni permafrost dovrebbe essere effettuata, di regola, a temperature esterne negative preservando i terreni ghiacciati delle fondazioni. Nel caso della costruzione di tubazioni e strutture a temperature ambiente positive, i terreni della fondazione dovrebbero essere mantenuti allo stato congelato e non essere autorizzati a violare le loro condizioni di temperatura e umidità stabilite dal progetto.

6.4. La costruzione di condotte e strutture in aree sismiche dovrebbe essere effettuata con gli stessi metodi e metodi delle normali condizioni di costruzione, ma con l'implementazione delle misure fornite dal progetto per assicurare la loro resistenza sismica. I giunti di tubazioni e raccordi in acciaio devono essere saldati solo con metodi di arco elettrico e controllare la qualità della saldatura con i loro metodi di controllo fisico del 100%.

6.5. Tutti i lavori per garantire la resistenza sismica delle condotte e delle strutture realizzate durante il processo di costruzione dovrebbero riflettersi nel registro del lavoro e nei certificati di esame delle opere nascoste.

6.6. Quando si riempiono i seni delle strutture capacitive costruite sui territori indeboliti, dovrebbe essere garantita la sicurezza dei giunti di dilatazione.

Le distanze dei giunti di dilatazione su tutta la loro altezza (dalla base delle fondazioni alla parte superiore delle strutture di fondazione della fondazione) devono essere eliminate dal terreno, dai detriti di costruzione, dagli afflussi di calcestruzzo, dalle scorie di malta e casseforme.

6.7. Le tubature nelle paludi devono essere posate in una fossa dopo aver scaricato l'acqua da esso o in una trincea inondata di acqua, a condizione che le misure necessarie siano prese in conformità con il progetto contro il galleggiamento.

6.8. Durante la costruzione di condotte su terreni in pendenza, la fossa sotto le giunture di testa dovrebbe essere fatta comprimendo il terreno.

7. PROVA DI TUBAZIONI E COSTRUZIONI

7.1. Se non vi è alcuna indicazione nella bozza del metodo di prova, le tubazioni di pressione devono essere testate per resistenza e tenuta, di regola, con un metodo idraulico. A seconda delle condizioni climatiche nell'area di costruzione e in assenza di acqua, è possibile applicare un metodo di prova pneumatico per tubazioni con una pressione di progetto interna Pp, non superiore a:

7.2. Il collaudo delle condotte di pressione di tutte le classi dovrebbe essere effettuato dall'organizzazione di costruzione e installazione, di norma, in due fasi:

7.3. Le condotte sottomarine sono soggette a test preliminari due volte: sullo scalo di alaggio o sul sito dopo la saldatura dei tubi, ma prima di applicare la protezione anticorrosione alle giunzioni saldate, e di nuovo dopo aver posato la tubazione in una fossa nella posizione di progetto, ma prima di riempirla di terra.

7.4. Le tubazioni poste agli incroci delle ferrovie e delle autostrade I e II sono sottoposte a prove preliminari dopo aver posato la pipeline di lavoro nella cassa (involucro) fino a riempire l'anulus della cavità della cassa e prima di riempire i pozzi di lavoro e di ricezione della transizione.

7.5. I valori della pressione di progetto interna Pp e della pressione di prova Re per le prove preliminari e di collaudo della condotta di pressione per la resistenza devono essere determinati dal progetto in conformità ai requisiti di SNiP 2.04.02-84 e specificati nella documentazione di lavoro.

pressione pp valore più

preso in conformità con la tabella. 4 a seconda della parte superiore

limite di misurazione della pressione, classe di precisione e prezzo di divisione della scala del manometro. Allo stesso tempo, il valore di Pr non deve superare il valore della pressione del test di accettazione del gasdotto per la forza di Pu.

7.6 * Le tubazioni in acciaio, ghisa, cemento armato e tubi di cemento amianto, indipendentemente dal metodo di prova, devono essere testate con una lunghezza inferiore a 1 km - contemporaneamente; con maggiore lunghezza - sezioni di non più di 1 km. La lunghezza dei siti di prova di queste condotte con il metodo di prova idraulico è consentita per più di 1 km, a condizione che il valore del flusso ammissibile di acqua pompata debba essere definito come per il sito con una lunghezza di 1 km.

per diversi valori di pressione di progetto interna Pp nella pipeline
e caratteristiche dei calibri tecnici utilizzati

Il valore del interno
pressione di progetto nella pipeline Рр, MPa (kgf / sq. cm)

limite superiore di misurazione della pressione, MPa (kgf / sq. cm)

prezzo di divisione, MPa (kgf / sq. cm)

limite superiore di misurazione della pressione, MPa (kgf / sq. cm)

prezzo di fissione, MPa (kgf / sq. cm)

limite superiore di misurazione della pressione, MPa (kgf / sq. cm)

prezzo di divisione, MPa (kgf / sq. cm)

limite superiore di misurazione della pressione, MPa (kgf / sq. cm)

prezzo di divisione, MPa (kgf / sq. cm)

Classi di accuratezza del calibro tecnico

Da 0,41 a 0,75
(da 4.1 a 7.5)

Da 0,76 a 1,2
(dal 7,6 al 12)

1,21 a 2,0
(dal 12.1 al 20)

Da 2,01 a 2,5
(dal 20.1 al 25)

Da 2,51 a 3,0
(dal 25.1 al 30)

Da 3,01 a 4,0
(dal 30.1 al 40)

Da 4,01 a 5,0
(dal 40.1 al 50)

7.7. Se non ci sono istruzioni nella brutta copia sulla dimensione della pressione di prova idraulica Re per la prova preliminare delle condutture di pressione per forza, il valore è preso in conformità con la tabella. 5 *.

Il valore della pressione di prova durante i test preliminari, MPa (kgf / sq. Cm)

1. Acciaio I classe * con giunti di testa su saldatura (anche sott'acqua) con pressione di progetto interna Рр fino a 0,75 MPa (7,5 kgf / quadrato Cm)

2. Lo stesso, da 0,75 a 2,5 MPa (da 7,5 a 25 kgf / sq. Cm)

Pressione di progetto interna con un fattore 2, ma non superiore alla pressione del tubo di prova in fabbrica

3. Lo stesso, oltre. 2,5 MPa (25 kgf / sq. Cm)

Pressione di progetto interna con un rapporto di 1,5, ma non superiore alla pressione del tubo di prova in fabbrica

4. Acciaio, costituito da sezioni separate collegate su flange, con una pressione di progetto interna Pp fino a 0,5 MPa (5 kgf / sqq Cm)

5. Gradi di acciaio 2 e 3 con giunti di testa in saldatura e con pressione di progetto interna Pp fino a 0,75 MPa (7,5 kgf / sq.cm)

6. Lo stesso, da 0,75 a 2,5 MPa (da 7,5 a 25 kgf / sq. Cm)

Pressione di progetto interna con un rapporto di 1,5, ma non superiore alla pressione del tubo di prova in fabbrica

7. Lo stesso. comunicazione. 2,5 MPa (25 kgf / sq. Cm)

Pressione di progetto interna con un coefficiente di 1,25, ma non superiore alla pressione di prova di fabbrica dei tubi

8. Presa d'acqua a gravità in acciaio o scarico della fogna

9. Ghisa con giunti di testa sotto il calibro (secondo GOST 9583-75 per tubi di tutte le classi) con una pressione interna di progetto fino a 1 MPa (10 kgf / sqq Cm)

Pressione di progetto interna più 0,5 (5), ma non inferiore a 1 (10) e non superiore a 1,5 (15)

10. Lo stesso con giunti di testa su manicotti di gomma per tubi di tutte le classi.

Pressione di progetto interna con un coefficiente di 1,5, ma non inferiore a 1,5 (15) e non superiore a 0,6 pressione idraulica di prova in fabbrica

Pressione di progetto interna con un coefficiente di 1,3, ma non superiore alla pressione di prova di fabbrica per la tenuta all'acqua

Pressione di progetto interna con un coefficiente di 1,3, ma non più di 0,6, pressione di prova di fabbrica per tenuta all'acqua

Pressione di progetto interna con un coefficiente di 1,3


______________
* Le classi di pipeline sono accettate secondo SNiP 2.04.02-84.

7.8. Prima delle prove preliminari e di accettazione delle condotte a pressione, è necessario eseguire quanto segue:

7.9. Per testare il gasdotto, al contraente responsabile deve essere rilasciato un permesso di lavoro per eseguire lavori ad alto rischio con un'indicazione delle dimensioni della zona di protezione. Il modulo di permesso di lavoro e la procedura per il rilascio devono soddisfare i requisiti di SNiP III-4-80 *.

7.10. Per misurare la pressione idraulica durante le prove preliminari e di collaudo delle tubazioni per resistenza e tenuta, utilizzare manometri a molla di classe di precisione non inferiore a 1,5 con un diametro non inferiore a 160 mm e con una scala per una pressione nominale di circa 4/3.

7.11. Il riempimento della condotta di prova con acqua dovrebbe, di norma, essere eseguito con un'intensità di metri cubi / ora, non più di: 4 - 5 - per tubazioni con diametro fino a 400 mm; 6 -10 - per condotte con diametro da 400 a 600 mm; 10 - 15 - per condotte con diametro di 700 - 1000 mm e 15 - 20 - per condotte con diametro superiore a 1100 mm.

Quando si riempie la tubazione con acqua, l'aria deve essere rimossa attraverso valvole e valvole aperte.

7.12. Il test idraulico di accettazione della condotta di pressione può iniziare dopo averlo riempito di terreno in conformità ai requisiti di SNiP 3.02.01-87 e riempito con acqua per la saturazione dell'acqua, e se è stato tenuto nello stato riempito per almeno 72 ore - per tubi in cemento armato (incluso di cui 12 ore sotto pressione di progetto interna Pp); tubi di cemento-amianto - 24 ore (comprese 12 ore sotto la pressione di progetto interna Pp); 24 h - per tubi in ghisa. Per le condotte in acciaio e polietilene, la velocità dell'otturatore ai fini della saturazione dell'acqua non viene eseguita.

7.13. Si ritiene che la condotta di pressione abbia superato le prove idrauliche preliminari e di accettazione per la tenuta, se la portata dell'acqua pompata non supera i valori del flusso ammissibile di acqua pompata nella sezione di prova con una lunghezza di 1 km o più specificata in Tabella. 6 *.

Diametro interno della tubazione, mm

Flusso ammissibile di acqua pompata nella sezione di prova del gasdotto con una lunghezza di 1 km o più, l / min, con la pressione di prova di accettazione per le tubazioni


Note: 1. Per le tubazioni in ghisa con giunti di testa su guarnizioni in gomma, la portata ammissibile dell'acqua pompata deve essere presa con un fattore di 0,7.

7.14. Il valore della pressione di prova durante la prova pneumatica delle tubazioni per resistenza e tenuta in assenza di dati nel progetto dovrebbe essere preso:

7.15. Dopo aver riempito l'aria con l'aria prima dell'inizio del test, la temperatura dell'aria nella conduttura e la temperatura del terreno devono essere equalizzate. Il tempo di esposizione minimo in base al diametro della pipeline, h, con D (y):

7.16. Quando si esegue un test preliminare di resistenza pneumatica, la condotta deve essere tenuta sotto pressione di prova per 30 minuti. L'aria deve essere pompata per mantenere la pressione di prova.

7.17. L'ispezione del gasdotto per identificare i posti difettosi può essere effettuata con una diminuzione della pressione: in condotte in acciaio - fino a 0,3 MPa (3 kgf / mqCm); in ghisa, cemento armato e cemento amianto - fino a 0,1 MPa (1 kgf / sq. cm). Allo stesso tempo, il rilevamento di perdite e altri difetti nella conduttura dovrebbe essere effettuato dal suono di aria che fuoriesce e da bolle formate in punti di perdite d'aria attraverso giunti di testa, coperti all'esterno con emulsione di sapone.

7.18. I difetti identificati e annotati durante l'ispezione della condotta devono essere eliminati dopo aver ridotto a zero la sovrappressione nella tubazione. Dopo l'eliminazione dei difetti, la pipeline dovrebbe essere ritestata.

7.19. Si ritiene che un oleodotto abbia superato il test pneumatico preliminare per la resistenza, se un'attenta ispezione della condotta non rivela una violazione dell'integrità della tubazione, difetti nelle giunzioni e giunti saldati.

7.20. La prova di accettazione delle condotte mediante metodo pneumatico per resistenza e tenuta deve essere eseguita nella seguente sequenza:

dopo la scadenza del tempo di permanenza della tubazione ad una pressione di 0,05 MPa (0,5 kgc / sq. cm), viene stabilita una pressione di 0,03 MPa (0,3 kgf / sq. cm), che è la pressione di prova iniziale della conduttura per la tenuta P (n ) segnato
l'ora di inizio del test di tenuta così come il barometrico

mm Hg, corrispondente all'inizio della prova;


per testare la pipeline sotto questa pressione per il tempo specificato nella tabella. 7;

dopo il tempo specificato nella tabella. 7, misura

P (k), colonna d'acqua mm e pressione barometrica finale

pressione del gasdotto

l'entità della caduta di pressione P, mm acqua. Art., Determinato dalla formula

cemento amianto e cemento armato

durata
la natura del test
h - min

valore ammissibile di caduta di pressione durante la prova, mm Vog.st.

durata
la natura del test
h - min

valore ammissibile di caduta di pressione durante la prova, mm Vog.st.

durata
la natura del test
h - min

valore ammissibile di caduta di pressione durante la prova, mm Vog.st.

Quando si usa
= 1, cherosene -

manometro come acqua fluida di lavoro
= 0,87.

Nota. In accordo con l'organizzazione di progettazione, la durata della riduzione della pressione può essere ridotta due volte, ma non inferiore a 1 ora; tuttavia, la caduta di pressione dovrebbe essere presa in proporzione alle dimensioni ridotte.

7.21. Si considera che un oleodotto abbia superato il test pneumatico (finale) di accettazione, se la sua integrità non è violata e l'entità della caduta di pressione P definita dalla formula (1) non supererà i valori indicati nella tabella. 7. Allo stesso tempo, è consentita la formazione di bolle d'aria sulla superficie bagnata esterna dei tubi di pressione in cemento armato.

7.22. Le tubazioni non a pressione devono essere testate due volte per la tenuta: pre-pre-riempimento e accettazione (finale) - dopo il riempimento in uno dei seguenti modi:

7.23. I pozzi delle tubazioni a flusso libero con impermeabilizzazione interna dovrebbero essere testati per la tenuta determinando il volume di acqua aggiunta e i pozzi con impermeabilizzazione all'esterno, determinando il flusso di acqua in essi.

7.24. La prova tra tubazioni a flusso libero per tenuta deve essere soggetta a zone tra pozzi adiacenti.

7.25. La pressione idrostatica nella condotta durante i test preliminari deve essere creata riempiendo il montante installato nel punto superiore con acqua o riempendo il pozzo superiore con acqua se quest'ultimo deve essere testato. Il valore della pressione idrostatica nella parte superiore della tubazione è determinato dall'entità dell'eccesso del livello dell'acqua nel montante o al di sopra della pendenza della tubazione o al di sopra del livello della falda freatica, se quest'ultimo si trova al di sopra dei gusci. L'entità della pressione idrostatica nella condotta durante la sua prova dovrebbe essere specificata nella documentazione di lavoro. Per tubazioni posate in calcestruzzo non pressurizzato, cemento armato e tubi in ceramica, questo valore, di regola, dovrebbe essere pari a 0,04 MPa (0,4 kgf / mqCm).

7.26. Prove preliminari di condotte per la tenuta sono eseguite con una tubazione non cosparsa di terra per 30 minuti. Il valore della pressione di prova deve essere mantenuto aggiungendo acqua al montante o al pozzo, senza lasciare che il livello dell'acqua scenda di oltre 20 cm.

7.27. Il test di accettazione della tenuta deve essere avviato dopo l'esposizione della condotta in cemento armato e dei pozzi riempiti con acqua, che sono impermeabilizzati dall'interno o impermeabilizzati secondo il progetto della parete, per 72 ore e condotte e pozzi realizzati con altri materiali - 24 ore.

7.28. La tenuta al collaudo di accettazione di una condotta sepolta è determinata dai metodi:

conduttura
D (y), mm

Quantità ammissibile di acqua aggiunta alla tubazione (flusso d'acqua) per 10 m di lunghezza del tubo di prova durante la prova 30 min, l, per tubi

cemento armato e calcestruzzo


Note: 1. Con un aumento della durata del test su 30 minuti, il valore del volume ammissibile di acqua aggiunta (flusso d'acqua) deve essere aumentato in proporzione all'aumento della durata del test.

dove D è il diametro interno (condizionale) della pipeline, dm.


3. Per le tubazioni in cemento armato con giunti di testa su guarnizioni in gomma, il volume ammissibile di acqua aggiunta (flusso d'acqua) deve essere assunto con un fattore di 0,7.

7.29. Le condotte per l'acqua piovana sono soggette a prove preliminari e di accettazione per la tenuta in conformità ai requisiti di questa sottosezione, se previsto dal progetto.

7.30. Condotte in cemento armato non pressato a campana, a falciforme e con estremità lisce di tubi con diametro superiore a 1600 mm, progettate dal progetto per condotte che operano costantemente o periodicamente sotto pressione fino a 0,05 MPa (linea di galleggiamento di 5 m) e con uno speciale rivestimento esterno o interno impermeabile, soggetto a test di pressione idraulica definito nel progetto.

7.31. Il test idraulico per la tenuta stagna (tenuta) delle strutture capacitive deve essere eseguito dopo che il calcestruzzo ha raggiunto la sua resistenza, pulendo e sciacquando.

7.32. Prima di condurre un test idraulico, una struttura del serbatoio deve essere riempita con acqua in due fasi:

7.33. Si è riconosciuto che la struttura capacitiva ha superato il test idraulico, se la perdita di acqua in un giorno non supera i 3 litri per 1 mq della superficie bagnata delle pareti e del fondo, non sono stati rilevati segni di perdite nelle giunture e nelle pareti e non è stata trovata umidità alla base. È consentito solo l'oscuramento e la leggera sudorazione di determinati luoghi.

7.34. Se ci sono perdite di getto e perdite d'acqua sulle pareti o il terreno è inumidito alla base, si considera che la struttura capacitiva non superi i test, anche se le perdite d'acqua in esso non superano quelle normative. In questo caso, dopo aver misurato la perdita di acqua dalla struttura a fondo scala, i punti da riparare devono essere riparati.

7.35. Quando si testano serbatoi e serbatoi di stoccaggio per liquidi aggressivi, non è consentita alcuna perdita d'acqua. Le prove devono essere eseguite prima di applicare un rivestimento anti-corrosione.

7.36. Canali di pressione di filtri e chiarificatori di contatto (prefabbricati e monolitici in cemento armato) sono sottoposti a prove idrauliche con pressione di progetto specificata nella documentazione di lavoro.

7.37. Si ritiene che i canali di pressione dei filtri e dei chiarificatori di contatto abbiano superato il test idraulico, se durante l'ispezione visiva non sono state rilevate perdite d'acqua nelle pareti laterali dei filtri e sopra il canale e se la pressione di prova non è diminuita di più di 0,002 MPa (0,02 kgf / sq. Per 10 minuti). cm).

7.38. La torre di raccolta dell'acqua delle torri di raffreddamento deve essere impermeabile e durante i test idraulici di questo serbatoio sulla superficie interna delle sue pareti non è possibile oscurare o non appannare leggermente alcuni punti.

7.39. I serbatoi per l'acqua potabile, le fosse settiche e altre strutture dei serbatoi dopo l'installazione dei pavimenti devono essere sottoposti a prove idrauliche di tenuta stagna in conformità ai requisiti dei paragrafi. 7,31-7,34.

7.40. Il digestore (parte cilindrica) deve essere sottoposto a prove idrauliche in conformità con i requisiti dei paragrafi. 7.31-7.34, e la sovrapposizione, il tappo del gas metallico (collettore del gas) deve essere testato per verificare la tenuta (tenuta ai gas) pneumaticamente ad una pressione di 0,005 MPa (500 mm di colonna d'acqua).

7.41. I cappucci del sistema di drenaggio-distribuzione dei filtri dopo la loro installazione prima del caricamento dei filtri devono essere testati fornendo acqua con un'intensità di 5-8 l / (s · m) e aria con un'intensità di 20 l / (s · m) con una tripla ripetibilità di 8-10 min. I cappucci difettosi rilevati durante questo processo devono essere sostituiti.

7.42. Le tubazioni e gli impianti per l'approvvigionamento idrico domestico completati prima della messa in servizio devono essere lavati (puliti) e disinfettati mediante clorazione seguita dal lavaggio fino a quando non si ottengono analisi di controllo fisico-chimiche e di analisi soddisfacenti dell'acqua che soddisfano i requisiti di GOST 2874-82 e - acqua potabile e per la disinfezione di acquedotto con cloro presso l'approvvigionamento idrico centralizzato e locale "del Ministero della Sanità dell'URSS.

7.43. Il lavaggio e la disinfezione di condotte e impianti di approvvigionamento idrico domestico devono essere effettuati dall'organizzazione di costruzione e installazione che ha eseguito l'installazione e l'installazione di tali condotte e strutture, con la partecipazione di rappresentanti del cliente e dell'organizzazione operativa sotto il controllo dei rappresentanti del servizio sanitario-epidemiologico. La procedura per il lavaggio e la disinfezione delle tubazioni e degli impianti di approvvigionamento idrico domestico è contenuta nell'Appendice 5 raccomandata.

7.44. I risultati del lavaggio e della disinfezione delle condotte e degli impianti di approvvigionamento idrico domestico devono essere redatti nella forma indicata nell'allegato 6 obbligatorio.

Requisiti di prova aggiuntivi
condotte a pressione e impianti di approvvigionamento idrico e fognario,
in costruzione in speciali condizioni naturali e climatiche


7.45. Le condotte a pressione di approvvigionamento idrico e fognario, costruite nelle condizioni di terreni di sottosuolo di tutti i tipi al di fuori del territorio di siti industriali e insediamenti, sono testate in aree non superiori a 500 m; sul territorio di siti industriali e insediamenti, la lunghezza dei siti di prova dovrebbe essere nominata tenendo conto delle condizioni locali, ma non più di 300 m.

7.46. La tenuta stagna delle strutture dei serbatoi costruite su terreni in declino di qualsiasi tipo dovrebbe essere verificata dopo 5 giorni dal riempimento con acqua, e la perdita di acqua al giorno non dovrebbe superare i 2 litri per 1 mq della superficie bagnata delle pareti e del fondo.

7.47. Le prove idrauliche di condotte e strutture capacitive erette in aree di distribuzione del permafrost devono essere eseguite, di regola, a una temperatura esterna non inferiore a 0 ° C, se altre condizioni di prova non sono giustificate dal progetto.

Appendice 1. AGIRE SULLA CONDUZIONE DEI TEST IDRAULICI ACCETTABILI DELLA TUBAZIONE DI PRESSIONE PER LA DURATA E LA SIGILLANZA

Città _____________________ " _______________ 19 _____

La pressione interna di progetto della pipeline di prova, Pp = ____ MPa (______ kgf / sq. Cm) e la pressione di prova Pu = ____ MPa (_____ kgf / sq. Cm), specificata nella documentazione di lavoro.